Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio"

Transcript

1 Capitolo 4 Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio adattamento italiano di Novella Bottini 1 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

2 Anteprima Che cos è la moneta? Il controllo dell offerta di moneta La volontà di detenere moneta Un modello dei saldi monetari reali e dei tassi di interesse Un modello dei saldi monetari reali, dei tassi di interesse e dei tassi di cambio Effetti di lungo periodo di variazioni della moneta sui prezzi, sui tassi di interesse e sui tassi di cambio. 2 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

3 Le funzioni della moneta Mezzo di scambio e di pagamento: intermediario nelle transazioni. Superamento del baratto. Strumento di pagamento legale e forzoso di debiti. Unità di conto: misura di valore riconosciuta. Espressione monetaria dei prezzi; semplificazione dei calcoli. Riserva di valore: trasferimento nel tempo del potere d acquisto. La moneta è l attivita piu liquida. 3 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 1

4 Che cos è la moneta? Diversi gruppi di attività possono essere classificati come moneta. La moneta può essere definita in modo ampio o ristretto. L ammontare totale di circolante e depositi a vista posseduti da famiglie e imprese (M1) rappresenta la definizione ristretta dell offerta di moneta. Una definizione più ampia dell offerta di moneta include anche i depositi vincolati (M2) meno liquidi poiché possono essere ritirati solo pagando alcune commissioni. Una terza definizione (M3) include anche i titoli pubblici a breve scadenza. Noi utilizzeremo M1. 4 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

5 Che cos è la moneta? (segue) La moneta è un attività liquida: può essere facilmente e rapidamente usata per pagare beni e servizi o per ripagare un debito senza sostenere ingenti costi di transazione. La moneta, tuttavia, riceve un tasso di rendimento basso o nullo. Le attività meno liquide richiedono degli alti costi di transazione in termini di tempo, sforzi, e pagamenti per essere convertite in forme di pagamento. Tutte le attività meno liquide fruttano un rendimento maggiore. 5 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

6 Che cos è la moneta? (segue) Supponiamo di poter raggruppare le attività in moneta (attività liquide) e altre attività non monetarie (attività illiquide). La linea di demarcazione fra i due gruppi è arbitraria, Ma la moneta in circolazione, depositi bancari in conto corrente, e i depositi a vista sono generalmente più liquidi di titoli obbligazionari, prestiti, depositi di valuta straniera, azioni e attività immobiliari. 6 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

7 Offerta di moneta Le banche centrali controllano la quantità di moneta che circola in un economia, l offerta di moneta. Negli USA, la banca centrale è la Federal Reserve. Nell UME è la BCE. La Banca Centrale regola direttamente la quantità di circolante in circolazione. Controlla indirettamente l ammontare di depositi in conto corrente emessi dalle banche private e le altre attività monetarie. 7 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

8 Domanda di moneta La domanda di moneta è la quantità di attività che le persone desiderano detenere come moneta (anziché come attività illiquide). Che cosa influenza la volontà di detenere moneta? Considereremo la domanda individuale di moneta e la domanda aggregata di moneta. 8 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

9 Che cosa influenza la domanda individuale di moneta? 1. Rendimenti attesi / tasso di interesse sulla moneta rispetto al rendimento atteso delle altre attività. 2. Rischio: il rischio di detenere moneta deriva principalmente dall inflazione inattesa, quindi da una riduzione inattesa del potere di acquisto della moneta. Ma anche molte altre attività hanno questo rischio, perciò non è molto importante nel definire la domanda di moneta rispetto alle altre attività non monetarie. 3. Liquidità: un bisogno di maggior liquidità si verifica quando o il prezzo delle transazioni aumenta o la quantità di beni acquistati nelle transazioni aumenta. 9 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

10 Che cosa influenza la domanda aggregata di moneta? 1. Tassi di interesse: la moneta paga un interesse basso o nullo, perciò il tasso di interesse è il costo opportunità di detenere moneta anziché altre attività, come le obbligazioni, che hanno un maggior rendimento atteso/tasso di interesse. Un maggior tasso di interesse implica un maggior costo opportunità di detenere moneta minor domanda di moneta. 2. Prezzi: i prezzi dei beni e servizi acquistati nelle transazioni influenzano la volontà di detenere moneta per eseguire tali transazioni. Un maggior livello dei prezzi implica un maggior bisogno di liquidità per acquistare la stessa quantità di beni e servizi maggior domanda di moneta. 10 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

11 Che cosa influenza la domanda aggregata di moneta? (segue) 3. Reddito: un maggior reddito implica che si possono acquistare più beni e servizi, perciò si ha bisogno di più moneta per eseguire le transazioni. Un maggior reddito reale nazionale (PNL) implica che si produca e si acquisti nelle transazioni una quantità maggiore di beni e servizi, incrementando il bisogno di liquidità maggior domanda di moneta. 11 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

12 Un modello della domanda aggregata di moneta La domanda aggregata di moneta può essere espressa come: dove: P è il livello dei prezzi Y è il reddito reale nazionale M d = P x L(R,Y) R è una misura dei tassi di interesse L(R,Y) è la domanda aggregata reale di moneta Alternativamente: M d /P = L(R,Y) La domanda aggregata reale di moneta è una funzione del reddito nazionale e dei tassi di interesse. 12 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

13 Figura 4.1 Domanda reale aggregata di moneta e tasso di interesse La funzione di domanda reale aggregata è inclinata negativamente: per un dato livello di reddito, Y, la domanda reale di moneta cresce se il tasso di interesse diminuisce. 13 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

14 Figura 4.2 L effetto di una crescita del reddito reale sulla curva di domanda reale aggregata di moneta Un incremento del reddito reale da Y 1 a Y 2 fa aumentare la domanda di saldi monetari reali per ogni livello del tasso di interesse e fa spostare la curva di domanda verso l alto. 14 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

15 Il mercato monetario Il mercato monetario è il luogo in cui le attività monetarie o liquide, generalmente chiamate moneta, vengono prese e date in prestito. Le attività monetarie hanno generalmente un tasso di interesse più basso rispetto alle obbligazioni, prestiti e depositi valutari. 15 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

16 Il mercato monetario (segue) Quando non esiste una carenza (eccesso di domanda) o un surplus (eccesso di offerta) di attività monetarie, il modello raggiunge l equilibrio: M s = M d Alternativamente, quando l offerta di attività monetarie reali uguaglia la domanda di attività monetarie reali, il modello raggiunge l equilibrio: M s /P = L(R,Y) 16 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

17 Il mercato monetario (segue) Quando c è un eccesso di offerta di moneta, c è un eccesso di domanda di attività non monetarie che fruttano un interesse come obbligazioni, prestiti e depositi. Le persone con un eccesso di moneta desiderano acquistare attività che pagano un interesse (cedendo la loro moneta) ad un tasso di interesse inferiore. I potenziali detentori di moneta desiderano maggiormente detenere quantità addizionali di moneta perché il tasso di interesse (il costo opportunità di detenere moneta) si riduce. 17

18 Il mercato monetario (segue) Quando c è un eccesso di domanda di moneta, c è un eccesso di offerta di attività che pagano un interesse come obbligazioni, prestiti e depositi. Le persone che desiderano moneta ma non vi hanno accesso desiderano vendere attività con un tasso di interesse maggiore in cambio dei saldi monetari che desiderano. Chi detiene i saldi monetari desidera maggiormente cederli in cambio di attività che pagano un interesse perché il tasso di interesse su quelle attività e il tasso di interesse (il costo opportunità di detenere moneta) aumentano. 18

19 Figura 4.3 La determinazione del tasso di interesse di equilibrio Con P e Y dati e con un offerta reale di moneta pari a M s /P, il mercato monetario è in equilibrio nel punto 1. In questo punto la domanda reale aggregata di moneta e l offerta reale di moneta sono uguali e il tasso di interesse di equilibrio è R (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

20 Figura 4.4 L effetto di un incremento dell offerta di moneta sul tasso di interesse Per un dato livello dei prezzi P e un reddito reale Y, un aumento dell offerta reale di moneta da M 1 a M 2 riduce il tasso di interesse da R 1 (punto 1) a R 2 (punto 2). Una diminuzione dell offerta di moneta fa aumentare il tasso di interesse per dato livello di prezzi. Una diminuzione dell offerta di moneta fa aumentare il tasso di interesse per dato livello di prezzi. 20 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

21 Figura 4.5: Variazioni del reddito reale. L effetto di un incremento del reddito reale sul tasso di interesse. Data l offerta reale di moneta, M S /P(=Q 1 ) un incremento del reddito reale da Y 1 a Y 2 fa aumentare il tasso di interesse da R 1 (punto 1) a R 2 (punto 2). Un incremento del reddito nazionale fa aumentare i tassi di interesse di equilibrio per dato livello dei prezzi. 21 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

22 Figura 4.6 Equilibrio simultaneo sul mercato monetario statunitense e sul mercato dei cambi Entrambi i mercati sono in equilibrio al tasso di interesse R 1 $ e al tasso di cambio E 1 $/, per questi valori, l offerta di moneta eguaglia la domanda (punto 1) e vale la condizione di parità dei tassi di interesse (punto 1'). 22 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

23 Figura 4.7 Legami tra mercato monetario e mercato dei cambi 23 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

24 Figura 4.8: aumento dell offerta di moneta domestica e tasso di cambio Effetti di in incremento dell offerta di moneta statunitense sul tasso di cambio dollaro/ euro e sul tasso di interesse in dollari. Dati P US e Y US quando l offerta di moneta cresce da M 1 US a M2 US, il tasso di interesse in dollari si riduce (in quanto l equilibrio sul mercato monetario si ristabilisce nel punto 2) e il dollaro si deprezza rispetto all euro (poiché l equilibrio sul mercato dei cambi viene a ripristinarsi nel punto 2'). 24 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

25 Variazioni dell offerta di moneta Un aumento dell offerta di moneta di un paese causa una diminuzione dei tassi di interesse interni, i rendimenti sui depositi in valuta domestica diminuiscono e la valuta nazionale si deprezza. Una diminuzione dell offerta di moneta di un paese causa un aumento dei tassi di interesse interni, i rendimenti sui depositi in valuta domestica aumentano e la valuta nazionale si apprezza. 25 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

26 Figura 4.9 Effetti di un aumento dell offerta di moneta europea sul tasso di cambio dollaro/euro Riducendo il rendimento in dollari dei depositi in euro (spostamento verso sinistra della curva dei rendimenti attesi in euro) un aumento dell offerta di moneta europea fa apprezzare il dollaro nei confronti dell euro. L equilibrio sul mercato dei cambi si sposta dal punto 1' al punto 2', ma l equilibrio sul mercato monetario statunitense rimane nel punto (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

27 Variazioni dell offerta di moneta estera Come una variazione dell offerta di euro influenza il mercato monetario statunitense e il mercato dei cambi? Un aumento dell offerta di moneta UE causa un deprezzamento dell euro (apprezzamento del dollaro). Una riduzione dell offerta di moneta UE causa un apprezzamento dell euro (un deprezzamento del dollaro). 27 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

28 Variazioni dell offerta di moneta estera (segue) L aumento dell offerta di moneta in UE riduce i tassi di interesse, riducendo il rendimento atteso sui depositi in euro. Questa riduzione del rendimento atteso sui depositi in euro porta ad un deprezzamento dell euro. La variazione dell offerta di moneta in UE non modifica l equilibrio del mercato monetario USA. 28 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

29 Lungo periodo e breve periodo Nel breve periodo, il livello dei prezzi è fisso perché i prezzi non hanno abbastanza tempo per aggiustarsi alle condizioni del mercato. Finora l analisi è stata un analisi di breve periodo. Nel lungo periodo, i prezzi dei fattori produttivi e della produzione possono adeguarsi alla domanda e all offerta nei rispettivi mercati. I salari si adeguano alla domanda e all offerta di lavoro. La produzione reale ed il reddito sono determinati dalla quantità di lavoratori e di altri fattori di produzione dalla capacità produttiva dell economia non dall offerta di moneta. Il tasso di interesse dipende dall offerta e dalla domanda di risparmio nell economia e dal tasso di inflazione quindi anch esso è indipendente dal livello di offerta di moneta. 29 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

30 Lungo periodo e breve periodo (segue) Nel lungo periodo, il livello di offerta di moneta non influenza la quantità di produzione reale, il tasso di interesse reale e la domanda aggregata di attività monetarie reali L(R,Y). Ma nel lungo periodo, i prezzi dell output e degli input si modificano in proporzione alle variazioni dell offerta di moneta: Equilibrio di lungo periodo: M s /P = L(R,Y) a parità di altre condizioni (L(R,Y) è costante), un aumento dell offerta di moneta di un paese produce un incremento proporzionale del suo livello dei prezzi. 30 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

31 Lungo periodo e breve periodo (segue) Nel lungo periodo, c è una relazione diretta tra il tasso di inflazione e variazioni dell offerta di moneta. M s = P x L(R,Y) P = M s /L(R,Y) ΔP/P = ΔM s /M s - ΔL/L Il tasso di inflazione è uguale al tasso di crescita dell offerta di moneta meno il tasso di crescita della domanda di moneta. 31 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

32 Figura 4.10 Crescita monetaria media e inflazione nei paesi in via di sviluppo dell emisfero occidentale, Fonte: FMI, World Economic Outlook, vari anni. I valori aggregati per la regione sono costruiti usando come pesi le quote del PIL in dollari dei singoli paesi sul PIL in dollari della regione. 32 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

33 Moneta e prezzi nel lungo periodo Come una variazione dell offerta di moneta causa una variazione dei prezzi dell output e degli input? 1. Eccesso di domanda di beni e servizi: se l offerta di moneta aumenta le persone hanno più fondi disponibili per pagare beni e servizi. Per rispondere ad una forte domanda, i produttori assumono più lavoratori, creando una forte domanda di lavoro, o fanno lavorare di più i lavoratori già presenti. I salari aumentano per attirare più lavoratori o per compensare i lavoratori per gli straordinari. Infine i prezzi della produzione aumenteranno per compensare i maggiori costi. 33 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

34 Moneta e prezzi nel lungo periodo (segue) In alternativa, per data quantità di output e input, i produttori possono imporre prezzi maggiori e vendere ancora tutta la loro produzione grazie alla forte domanda. 2. Aspettative inflazionistiche: Se i lavoratori si aspettano un aumento dei prezzi futuri a causa di un aumento atteso dell offerta di moneta, vorranno essere compensati. E se i produttori si aspettano la stessa cosa, saranno più disponibili ad aumentare i salari. I produttori saranno in grado di affrontare maggiori costi se si attendono di aumentare i prezzi. Risultato: le aspettative di inflazione causate da un espansione attesa dell offerta di moneta portano a effettiva inflazione. 34 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

35 Figura 4.11 Variabilità mensile del tasso di cambio dollaro/yen e del rapporto fra il livello dei prezzi statunitensi e giapponesi, Le variazioni del livello dei prezzi sono meno volatili, e ciò suggerisce che il livello dei prezzi cambia lentamente Fonte: Fondo Monetario Internazionale, International Financial Statistics I tassi di cambio sono influenzati dai tassi di interesse e dalle aspettative, che possono cambiare rapidamente, rendendo volatili i tassi di cambio. 35 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

36 Moneta, prezzi, tassi di cambio e aspettative Quando consideriamo variazioni dei prezzi nel lungo periodo, le aspettative inflazionistiche hanno un effetto sul mercato dei cambi. Supponiamo che varino le aspettative di inflazione perché le persone cambiano idea, ma che successivamente si verifichino degli effettivi aggiustamenti dei prezzi. 36

37 Figura 4.12 Effetti di breve periodo di un aumento dell offerta di moneta negli Stati Uniti (dato il reddito reale Y) Variazione del rendimento atteso sui depositi in euro Aggiustamento di breve periodo sul mercato delle attività Il rendimento atteso sui depositi in euro aumenta a causa delle aspettative inflazionistiche: Ci si aspetta che il dollaro valga meno quando si acquistano beni e servizi e quando si acquistano euro. Ci si attende che il dollaro si deprezzi, e ciò fa aumentare il rendimento dei depositi in euro. Equilibrio: 1 lungo periodo iniziale; 3 aspettative invariate; 2 aspettative mutate.

38 Figura 4.12 Effetti di lungo periodo di un aumento dell offerta di moneta negli Stati Uniti (dato il reddito reale Y) (segue) Rendimento iniziale (lungo periodo) sui depositi in dollari. All aumentare dei prezzi, l offerta di moneta reale diminuisce e il tasso di interesse domestico ritorna al livello di lungo periodo. Tuttavia lo spostamento della curva del rendimento atteso dei depositi in euro è permanente. Quindi E$/ si deprezza nel lungo periodo. Andamento nel tempo di tasso di interesse, livello dei prezzi e tasso di cambio all avvicinarsi dell economia all equilibrio di lungo periodo Copyright 2006 Pearson Addison-Wesley. All rights reserved.

39 Moneta, prezzi e tassi di cambio nel lungo periodo (segue) Un aumento permanente dell offerta di moneta in un paese causa un deprezzamento proporzionale della sua valuta nel lungo periodo. Tuttavia, la dinamica del modello prevede un ampio deprezzamento prima e un successivo apprezzamento più contenuto. Una diminuzione permanente dell offerta di moneta di un paese causa un apprezzamento proporzionale della sua valuta di lungo periodo. Tuttavia, la dinamica del modello prevede un ampio apprezzamento prima e un successivo deprezzamento in misura inferiore. 39 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

40 Figura 4.13 Andamento nel tempo delle variabili economiche statunitensi a seguito di un incremento permanente dell offerta di moneta negli Stati Uniti. Dopo l incremento dell offerta di moneta al tempo t 0 (grafico a), tasso di interesse (grafico b), livello dei prezzi (grafico c) e tasso di cambio (grafico d) si muovono nel modo indicato della figura verso il loro livello di lungo periodo. Come mostra il salto iniziale da E 1 $/ a E2 $/ riportato nel grafico d, il tasso di cambio iper-reagisce nel breve periodo, prima di convergere al suo nuovo valore di equilibrio E 3 $/. 40 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

41 La crescita dell offerta di moneta e l iperinflazi one in Bolivia Fonte: Juan Antonio Morales, Inflation Stabilization in Bolivia, in Michael Bruno et al. (a cura di), Inflation Stabilization: The Experience of Israel, Argentina, Brazil, Bolivia, and Mexico, Cambridge, MIT Press, 1988, Tabella 7A-1. L offerta di moneta è M1 41 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 1

42 Overshooting del tasso di cambio Si dice che il tasso di cambio iper-reagisce (overshoot) quando la sua risposta immediata ad una variazione è maggiore della sua risposta di lungo periodo. L overshooting si verifica quando la politica monetaria ha un effetto immediato sui tassi di interesse ma non sui prezzi e sull inflazione (attesa). L overshooting aiuta a spiegare perché i tassi di cambio sono così volatili. Nel modello si verifica overshooting perche i prezzi non si adeguano rapidamente, al contrario delle aspettative che si adeguano immediatamente. 42 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

43 Sommario 1. La domanda di moneta a livello individuale è determinata dai tassi di interesse e dalla liquidità, influenzata a sua volta dai prezzi e dal reddito. 2. La domanda di moneta a livello aggregato è determinata dai tassi di interesse, dal livello dei prezzi e dal reddito nazionale. La domanda reale aggregata di moneta dipende negativamente dal tasso di interesse e positivamente dal reddito reale nazionale. 3. Quando il mercato è in equilibrio non ci sono eccessi (o carenze) di attività monetarie: l offerta di moneta reale è uguale alla domanda di moneta reale. 43 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

44 Sommario (segue) 4. Scenario di breve periodo: variazioni dell offerta di moneta influenzano il tasso di interesse domestico, così come il tasso di cambio. Un aumento dell offerta di moneta domestica: 1. riduce il tasso di interesse domestico, 2. riducendo il tasso di rendimento sui depositi domestici, 3. causando un deprezzamento della valuta domestica. 44 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

45 Sommario (segue) 5. Scenario di lungo periodo: variazioni del livello di offerta di moneta sono accompagnate da una variazione proporzionale dei prezzi, ma non influenzano il reddito reale ed i tassi di interesse. Un aumento dell offerta monetaria: 1. causa un aggiustamento delle aspettative di inflazione, 2. causando un ulteriore deprezzamento della valuta domestica, 3. e causa un aggiustamento proporzionale dei prezzi nel lungo periodo, 4. inducendo il ritorno dei tassi di interesse al livello di lungo periodo, 5. e causa un deprezzamento proporzionale del tasso di cambio di lungo periodo. 45 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

46 Sommario (segue) 6. Le aspettative di inflazione si adeguano rapidamente, ma prezzi si aggiustano solo nel lungo periodo, cosa che si manifesta in un overshooting del tasso di cambio. L overshooting si verifica quando la risposta immediata del tasso di cambio dovuta ad una variazione è maggiore della sua risposta di lungo periodo. L overshooting aiuta a spiegare perché i tassi di cambio sono così volatili. 46 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2

Moneta e Tasso di cambio

Moneta e Tasso di cambio Moneta e Tasso di cambio Come si forma il tasso di cambio? Determinanti del tasso di cambio nel breve periodo Determinanti del tasso di cambio nel lungo periodo Che cos è la moneta? Il controllo dell offerta

Dettagli

Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo

Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo Capitolo 5 Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo adattamento italiano di Novella Bottini 1 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2 Anteprima La

Dettagli

Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio

Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio La definizione di moneta: un breve riassunto L offerta di moneta La domanda individuale di moneta La domanda aggregata di moneta Il tasso di interesse d equilibrio:

Dettagli

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio Capitolo 3 Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio adattamento italiano di Novella Bottini 1 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2 Anteprima

Dettagli

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio Capitolo 3 Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio adattamento italiano di Novella Bottini 1 Anteprima Principi di base sui tassi di cambio Tassi di cambio e prezzi dei beni I mercati

Dettagli

Capitolo 5. Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo. preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi)

Capitolo 5. Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo. preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi) Capitolo 5 Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi) Anteprima La legge del prezzo unico La parità del potere di acquisto

Dettagli

Tassi di cambio fissi e interventi sul mercato dei cambi

Tassi di cambio fissi e interventi sul mercato dei cambi Capitolo 7 Tassi di cambio fissi e interventi sul mercato dei cambi adattamento italiano di Novella Bottini 1 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2 Anteprima

Dettagli

Produzione e tasso di cambio nel breve periodo

Produzione e tasso di cambio nel breve periodo Produzione e tasso di cambio nel breve periodo Determinanti della domanda aggregata nel breve periodo Un modello di breve periodo dell equilibrio del mercato dei beni Un modello di breve periodo dell equilibrio

Dettagli

Capitolo 26. Stabilizzare l economia: il ruolo della banca centrale. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S.

Capitolo 26. Stabilizzare l economia: il ruolo della banca centrale. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Capitolo 26 Stabilizzare l economia: il ruolo della banca centrale In questa lezione Banca centrale Europea (BCE) e tassi di interesse: M D e sue determinanti; M S ed equilibrio del mercato monetario;

Dettagli

Capitolo 4. Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio. preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi)

Capitolo 4. Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio. preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi) Capitolo 4 Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi) Anteprima Che cos è la moneta? Il controllo dell offerta di moneta La domanda di

Dettagli

Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo

Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo Livello dei prezzi e tasso di cambio nel lungo periodo La legge del prezzo unico La parità del potere d acquisto (PPP) Un modello sui tassi di cambio di lungo periodo basato sulla PPP Problemi relativi

Dettagli

Capitolo V. I mercati dei beni e i mercati finanziari: il modello IS-LM

Capitolo V. I mercati dei beni e i mercati finanziari: il modello IS-LM Capitolo V. I mercati dei beni e i mercati finanziari: il modello IS-LM 2 OBIETTIVO: Il modello IS-LM Fornire uno schema concettuale per analizzare la determinazione congiunta della produzione e del tasso

Dettagli

Blanchard Amighini Giavazzi, Macroeconomia Una prospettiva europea, Il Mulino 2011. Il modello IS-LM in economia aperta

Blanchard Amighini Giavazzi, Macroeconomia Una prospettiva europea, Il Mulino 2011. Il modello IS-LM in economia aperta Capitolo VI. Il modello IS-LM in economia aperta 1. I mercati dei beni in economia aperta Economia aperta applicata a mercati dei beni: l opportunità per i consumatori e le imprese di scegliere tra beni

Dettagli

Problema aperto. Come si determina il tasso di cambio atteso? il tasso di cambio di lungo periodo?

Problema aperto. Come si determina il tasso di cambio atteso? il tasso di cambio di lungo periodo? Il comportamento dei tassi di cambio nel lungo periodo Problema aperto Come si determina il tasso di cambio atteso? il tasso di cambio di lungo periodo? Il comportamento dei tassi di cambio nel lungo periodo

Dettagli

Blanchard, Macroeconomia Una prospettiva europea, Il Mulino 2011 Capitolo IV. I mercati finanziari. Capitolo IV. I mercati finanziari

Blanchard, Macroeconomia Una prospettiva europea, Il Mulino 2011 Capitolo IV. I mercati finanziari. Capitolo IV. I mercati finanziari Capitolo IV. I mercati finanziari 1. La domanda di moneta La moneta può essere usata per transazioni, ma non paga interessi. In realtà ci sono due tipi di moneta: il circolante, la moneta metallica e cartacea,

Dettagli

Macroeconomia. Laura Vici. laura.vici@unibo.it. www.lauravici.com/macroeconomia LEZIONE 6. Rimini, 6 ottobre 2015. La ripresa dell Italia

Macroeconomia. Laura Vici. laura.vici@unibo.it. www.lauravici.com/macroeconomia LEZIONE 6. Rimini, 6 ottobre 2015. La ripresa dell Italia Macroeconomia Laura Vici laura.vici@unibo.it www.lauravici.com/macroeconomia LEZIONE 6 Rimini, 6 ottobre 2015 Macroeconomia 140 La ripresa dell Italia Il Fondo Monetario internazionale ha alzato le stime

Dettagli

I mercati finanziari

I mercati finanziari Lezione 6 (BAG cap. 4) I mercati finanziari Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia I mercati finanziari 1. La domanda di moneta 2. L offerta di moneta: il ruolo della Banca Centrale

Dettagli

Capitolo 3. Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio. preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi)

Capitolo 3. Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio. preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi) Capitolo 3 Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi) Anteprima Principi di base sui tassi di cambio Tassi di cambio

Dettagli

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Relazioni monetarie e finanziarie si stabiliscono anche tra i residenti di un paese e i non-residenti. Le transazioni internazionali necessitano di istituzioni

Dettagli

IL MODELLO IS-LM IN ECONOMIA APERTA

IL MODELLO IS-LM IN ECONOMIA APERTA IL MODELLO IS-LM IN ECONOMIA APERTA 1 I MERCATI DEI BENI IN ECONOMIA APERTA Economia aperta applicata a mercati dei beni: l opportunità per i consumatori e le imprese di scegliere tra beni nazionali e

Dettagli

Esame del corso di MACROECONOMIA Del 22.07.2015 VERSIONE A) COGNOME NOME

Esame del corso di MACROECONOMIA Del 22.07.2015 VERSIONE A) COGNOME NOME Esame del corso di MACROECONOMIA Del 22.07.2015 VERSIONE A) COGNOME NOME MATRICOLA 1) A B C D 2) A B C D 3) A B C D 4) A B C D 5) A B C D 6) A B C D 7) A B C D 8) A B C D 9) A B C D 10) A B C D 11) A B

Dettagli

Capitolo IV. I mercati finanziari

Capitolo IV. I mercati finanziari Capitolo IV. I mercati finanziari 2 I MERCATI FINANZIARI OBIETTIVO: SPIEGARE COME SI DETERMINANO I TASSI DI INTERESSE E COME LA BANCA CENTRALE PUO INFLUENZARLI LA DOMANDA DI MONETA DETERMINAZIONE DEL TASSO

Dettagli

L Europa è un economia aperta

L Europa è un economia aperta L economia aperta L Europa è un economia aperta Un sistema macroeconomico si dice aperto quando le transazioni internazionali hanno un ruolo rilevante. Il grado di apertura di un paese è generalmente misurato

Dettagli

Tassi di cambio fissi e interventi sul mercato dei cambi

Tassi di cambio fissi e interventi sul mercato dei cambi Tassi di cambio fissi e interventi sul mercato dei cambi Molti paesi cercano di fissare o ancorare il proprio tasso di cambio ad una valuta o ad un gruppo di valute intervenendo sul mercato dei cambi.

Dettagli

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it ECONOMIA URBANA Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre Contatti: costanti@uniroma3.it LA MACROECONOMIA Economia Urbana 2 L economia aperta Per economia aperta si intende l insieme

Dettagli

Capitolo Quarto. Analisi di scenario

Capitolo Quarto. Analisi di scenario Capitolo Quarto Analisi di scenario 1. Distinzione tra politica economica e politica monetaria La politica economica studia l insieme degli interventi del soggetto pubblico sull economia, atti a modificare

Dettagli

Politica monetaria e politica fiscale: effetti sulla domanda

Politica monetaria e politica fiscale: effetti sulla domanda Politica monetaria e politica fiscale: effetti sulla domanda Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 34 Domanda Aggregata e politica economica Quando

Dettagli

Economia Aperta. In questa lezione: Analizziamo i mercati dei beni e servizi in economia aperta. Analizziamo i mercati finanziari in economia aperta

Economia Aperta. In questa lezione: Analizziamo i mercati dei beni e servizi in economia aperta. Analizziamo i mercati finanziari in economia aperta Economia Aperta In questa lezione: Analizziamo i mercati dei beni e servizi in economia aperta Analizziamo i mercati finanziari in economia aperta 167 Economia aperta applicata ai mercati dei beni mercati

Dettagli

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio Tassi di cambio e transazioni internazionali La domanda di attività denominate in valuta estera L equilibrio nel mercato valutario Tassi

Dettagli

Domanda e offerta aggregata

Domanda e offerta aggregata Domanda e offerta aggregata Breve e lungo periodo L andamento del Pil nel lungo periodo dipende dai fattori che spiegano la crescita: la forza lavoro, la disponibilità di capitale fisico e umano, le risorse

Dettagli

I mercati finanziari. Obiettivi: cosa determina il tasso di interesse come la Banca centrale influenza i tassi di interesse

I mercati finanziari. Obiettivi: cosa determina il tasso di interesse come la Banca centrale influenza i tassi di interesse I mercati finanziari Obiettivi: cosa determina il tasso di interesse come la Banca centrale influenza i tassi di interesse Le attività finanziarie Due attività: Moneta non frutta interessi serve per le

Dettagli

Crescita della moneta e inflazione

Crescita della moneta e inflazione Crescita della moneta e inflazione Alcune osservazioni e definizioni L aumento del livello generale dei prezzi è detto inflazione. Ultimi 60 anni: variazione media del 5% annuale. Effetto: i prezzi sono

Dettagli

Economia Aperta. In questa lezione: Analizziamo i mercati dei beni e servizi in economia aperta. Analizziamo i mercati finanziari in economia aperta

Economia Aperta. In questa lezione: Analizziamo i mercati dei beni e servizi in economia aperta. Analizziamo i mercati finanziari in economia aperta Economia Aperta In questa lezione: Analizziamo i mercati dei beni e servizi in economia aperta Analizziamo i mercati finanziari in economia aperta 158 Economia aperta applicata ai mercati dei beni mercati

Dettagli

Lezione 14. Risparmio e investimento. Leonardo Bargigli

Lezione 14. Risparmio e investimento. Leonardo Bargigli Lezione 14. Risparmio e investimento Leonardo Bargigli Risparmio e investimento nella contabilità nazionale Ripartiamo dalla definizione di PIL in termini di spesa finale Y = C + I + G + NX Consideriamo

Dettagli

Il mercato dei cambi

Il mercato dei cambi Il mercato dei cambi 18 maggio 2009 Agenda Il mercato valutario Nozioni fondamentali Tassi di cambio Operazioni in cambi Cross rates Operatori del mercato Andamento del tasso di cambio 2 Nozioni fondamentali

Dettagli

Tassi di cambio fissi e interventi sul mercato delle valute

Tassi di cambio fissi e interventi sul mercato delle valute Tassi di cambio fissi e interventi sul mercato delle valute Interventi della banca centrale e offerta di moneta Come la banca centrale tiene fisso il tasso di cambio Politiche di stabilizzazione con tassi

Dettagli

Equazione quantitativa della moneta

Equazione quantitativa della moneta Moneta e inflazione Equazione quantitativa della moneta Gli individui detengono moneta allo scopo di acquistare beni e servizi QUINDI la quantità di moneta è strettamente correlata alla quantità che viene

Dettagli

Università di Bari Facoltà di Economia ESAME DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA II del 9-06.2010 (VERSIONE A) COGNOME NOME MATRICOLA

Università di Bari Facoltà di Economia ESAME DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA II del 9-06.2010 (VERSIONE A) COGNOME NOME MATRICOLA Università di Bari Facoltà di Economia ESAME DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA II del 9-06.2010 (VERSIONE A) COGNOME NOME MATRICOLA 1) A Ω B Ω C Ω D Ω 2) A Ω B Ω C Ω D Ω 3) A Ω B Ω C Ω D Ω 4) A Ω B Ω C Ω

Dettagli

appendice online 6A I modelli IS-LM e DD-AA

appendice online 6A I modelli IS-LM e DD-AA appendice online 6A I modelli IS-LM e DD-AA In questa appendice analizziamo le relazioni tra il modello DD-AA presentato nel corso del capitolo e un altro modello frequentemente usato per rispondere a

Dettagli

I MERCATI FINANZIARI

I MERCATI FINANZIARI I MERCATI FINANZIARI 1 SCOPRIREMO cosa determina il tasso di interesse come la Banca centrale influenza i tassi di interesse 2 LE ATTIVITÀ FINANZIARIE Due attività: Moneta non frutta interessi serve per

Dettagli

Il sistema monetario. Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 29

Il sistema monetario. Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 29 Il sistema monetario Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 29 La moneta Il ruolo della moneta nell economia Effetti sulle variabili macroeconomiche

Dettagli

Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri

Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri 1 Risparmio e investimento Risparmio è l ammontare di reddito che non viene consumato. Si origina nelle famiglie

Dettagli

Il sistema monetario internazionale: una panoramica storica

Il sistema monetario internazionale: una panoramica storica Capitolo 8 Il sistema monetario internazionale: una panoramica storica adattamento italiano di Novella Bottini 1 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2 Anteprima

Dettagli

DOMANDE a risposta multipla (ogni risposta esatta riceve una valutazione di due; non sono previste penalizzazioni in caso di risposte non corrette)

DOMANDE a risposta multipla (ogni risposta esatta riceve una valutazione di due; non sono previste penalizzazioni in caso di risposte non corrette) In una ora rispondere alle dieci domande a risposta multipla e a una delle due domande a risposta aperta, e risolvere l esercizio. DOMANDE a risposta multipla (ogni risposta esatta riceve una valutazione

Dettagli

Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione

Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione Francesco Prota Piano della lezione Le funzioni della moneta La teoria quantitativa della moneta Inflazione La domanda di moneta Moneta, prezzi e inflazione I costi

Dettagli

Il sistema monetario

Il sistema monetario Il sistema monetario Premessa: in un sistema economico senza moneta il commercio richiede la doppia coincidenza dei desideri. L esistenza del denaro rende più facili gli scambi. Moneta: insieme di tutti

Dettagli

Macroeconomia 9 gennaio 2014 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO

Macroeconomia 9 gennaio 2014 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO Macroeconomia 9 gennaio 2014 Il punteggio di ogni domanda è fissato in uno o due asterischi. Il punteggio intero viene dato solo Non consegnare se non sei convinto di aver realizzato almeno 7 punti. 1.

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 26 Il sistema finanziario Il sistema finanziario fa in modo che

Dettagli

Capitolo 10. Il mercato valutario. La strategia di copertura della Volkswagen

Capitolo 10. Il mercato valutario. La strategia di copertura della Volkswagen EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo 10 Il mercato valutario La strategia di copertura della Volkswagen 10-3 La Volkswagen, il più grande produttore europeo di autovetture, ha comunicato una diminuzione

Dettagli

Capitolo 11. Estensione del modello a prezzi vischiosi: altri strumenti analitici. Francesco Prota

Capitolo 11. Estensione del modello a prezzi vischiosi: altri strumenti analitici. Francesco Prota Capitolo 11 Estensione del modello a prezzi vischiosi: altri strumenti analitici Francesco Prota Piano della lezione Lo stock di moneta e l equilibrio nel mercato monetario: la curva LM Il modello IS-LM

Dettagli

Il mercato della moneta

Il mercato della moneta Il mercato della moneta Alessandro Scopelliti Università di Reggio Calabria e University of Warwick alessandro.scopelliti@unirc.it 1 Funzioni della moneta Consideriamo i mercati della moneta e delle attività

Dettagli

Istituzioni di Economia Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale Lezione 29 Mercati finanziari e reali in una economia aperta

Istituzioni di Economia Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale Lezione 29 Mercati finanziari e reali in una economia aperta UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale Lezione 29 Mercati finanziari e reali in una economia aperta Prof. Gianmaria Martini Mercati in economia aperta Sino ad ora abbiamo

Dettagli

Esame di Politica economica internazionale. (tempo stimato: 30 minuti, valutazione: 10 punti/30 punti)

Esame di Politica economica internazionale. (tempo stimato: 30 minuti, valutazione: 10 punti/30 punti) Esame di Politica economica internazionale Parte 1 A scelta tra a) o b) (risposta esatta vale 10 punti): a) Sulla base della bilancia dei pagamenti incompleta della Ecolandia (in miliardi di dollari):

Dettagli

Organizzazione del capitolo

Organizzazione del capitolo Capitolo 3 Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio Preparato da Iordanis Petsas (traduzione di Juliette Vitaloni) In allegato a: Economia internazionale: economia monetaria internazionale

Dettagli

Domande sulla parte monetaria date nei precedenti compiti scritti di Economia Internazionale e riportate qui un po alla rinfusa

Domande sulla parte monetaria date nei precedenti compiti scritti di Economia Internazionale e riportate qui un po alla rinfusa Domande sulla parte monetaria date nei precedenti compiti scritti di Economia Internazionale e riportate qui un po alla rinfusa 1. Il surplus persistente della bilancia dei pagamenti correnti giapponese

Dettagli

Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore

Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore 13.1: Introduzione L analisi dei due capitoli precedenti ha fornito tutti i concetti necessari per affrontare l argomento di questo capitolo:

Dettagli

Università di Bari ESAME DI MACROECONOMIA Del 19 febbraio 2014 (VERSIONE A) COGNOME NOME MATRICOLA

Università di Bari ESAME DI MACROECONOMIA Del 19 febbraio 2014 (VERSIONE A) COGNOME NOME MATRICOLA Università di Bari ESAME DI MACROECONOMIA Del 19 febbraio 2014 (VERSIONE A) COGNOME NOME MATRICOLA 1) A B C D 2) A B C D 3) A B C D 4) A B C D 5) A B C D 6) A B C D 7) A B C D 8) A B C D 9) A B C D 10)

Dettagli

Sistema di contabilità nazionale

Sistema di contabilità nazionale Sistema di contabilità nazionale Registra il valore del reddito nazionale che risulta dalla produzione e dalla spesa I produttori percepiscono reddito dagli acquirenti, che spendono per l acquisto di beni

Dettagli

LA MACROECONOMIA: CONCETTI INTRODUTTIVI

LA MACROECONOMIA: CONCETTI INTRODUTTIVI LA MACROECONOMIA: CONCETTI INTRODUTTIVI 0 In questo capitolo imparerete Le questioni della macroeconomia Gli strumenti della macroeconomia I concetti dell analisi macroeconomica Le domande della macroeconomia

Dettagli

Capitolo 22: Lo scambio nel mercato dei capitali

Capitolo 22: Lo scambio nel mercato dei capitali Capitolo 22: Lo scambio nel mercato dei capitali 22.1: Introduzione In questo capitolo analizziamo lo scambio nel mercato dei capitali, dove si incontrano la domanda di prestito e l offerta di credito.

Dettagli

Lezione 8 (Capitolo 12 De Long)

Lezione 8 (Capitolo 12 De Long) Lezione 8 (Capitolo 12 De Long) Curva di Phillips e aspettative R. Capolupo- Macro 2 1 Legame tra modello a prezzi vischiosi e quello a prezzi flessibili Il passaggio dal modello a prezzi vischiosi al

Dettagli

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria.

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria. Politica monetaria Obiettivi principali della politica monetaria stabilità monetaria interna (controllo dell inflazione) stabilità monetaria esterna (stabilità del cambio e pareggio della BdP) ma può avere

Dettagli

Il sistema monetario

Il sistema monetario Il sistema monetario Premessa: in un sistema economico senza moneta il commercio richiede la doppia coincidenza dei desideri. L esistenza del denaro rende più facili gli scambi. Moneta: insieme di tutti

Dettagli

La bilancia dei pagamenti e l economia aperta

La bilancia dei pagamenti e l economia aperta Capitolo 7 La bilancia dei pagamenti e l economia aperta Sulla base del rapporto export - PIL gli USA sono un economia quasi chiusa: Stato Export/Pil % USA 10 GERMANIA 32 G.B. 25 BELGIO 73 LUSSEMBURGO

Dettagli

I mercati dei beni e i mercati finanziari: il modello IS-LM. Assunzione da rimuovere. Investimenti, I

I mercati dei beni e i mercati finanziari: il modello IS-LM. Assunzione da rimuovere. Investimenti, I I mercati dei beni e i mercati finanziari: il modello IS-LM Assunzione da rimuovere Rimuoviamo l ipotesi che gli Investimenti sono una variabile esogena. Investimenti, I Gli investimenti delle imprese

Dettagli

La Moneta e i Mercati Monetari. Introduciamo una nuova definizione della domanda di moneta (domanda di moneta di tipo keynesiano)

La Moneta e i Mercati Monetari. Introduciamo una nuova definizione della domanda di moneta (domanda di moneta di tipo keynesiano) La Moneta e i Mercati Monetari In questa lezione: Determiniamo le funzioni e l origine della moneta Introduciamo una nuova definizione della domanda di moneta (domanda di moneta di tipo keynesiano) Data

Dettagli

La Politica Economica e i Tassi di Cambio

La Politica Economica e i Tassi di Cambio La Politica Economica e i Tassi di Cambio In questa lezione: Studiamo la politica economica con cambi fissi e flessibili. 267 Risparmio, investimento e disavanzo commerciale Partendo dalla condizione di

Dettagli

ECONOMIA INTERNAZIONALE Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri

ECONOMIA INTERNAZIONALE Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri ECONOMIA INTERNAZIONALE Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri IL TASSO DI CAMBIO Anno Accademico 2013-2014, I Semestre (Tratto da: Feenstra-Taylor: International Economics) Si propone, di seguito, una breve

Dettagli

Lezione 23 Legge di Walras

Lezione 23 Legge di Walras Corso di Economia Politica prof. S. Papa Lezione 23 Legge di Walras Funzione del Consumo Facoltà di Economia Università di Roma La Sapienza Perché la macroeconomia I problem illustrati nelle lezione precedente

Dettagli

Il Modello AS-AD. Determiniamo l equilibrio determinato dall incontro tra domanda e offerta

Il Modello AS-AD. Determiniamo l equilibrio determinato dall incontro tra domanda e offerta Il Modello AS-AD In questa lezione: Deriviamo la curva di offerta aggregata Determiniamo l equilibrio determinato dall incontro tra domanda e offerta Studiamo il meccanismo di aggiustamento verso l equilibrio

Dettagli

Domande a scelta multipla 1

Domande a scelta multipla 1 Domande a scelta multipla Domande a scelta multipla 1 Rispondete alle domande seguenti, scegliendo tra le alternative proposte. Cercate di consultare i suggerimenti solo in caso di difficoltà. Dopo l elenco

Dettagli

Dipartimento di Management. Anno accademico 2014/2015. Macroeconomia (9 CFU)

Dipartimento di Management. Anno accademico 2014/2015. Macroeconomia (9 CFU) Università degli Studi di Torino Dipartimento di Management Anno accademico 2014/2015 Macroeconomia (9 CFU) Notizie pratiche Orari: lunedì 14.00-17.00 (3-4 ore accademiche) venerdì 14.00-17.00 (3-4 ore

Dettagli

ESERCITAZIONI di MACROECONOMIA: il MODELLO AD AS

ESERCITAZIONI di MACROECONOMIA: il MODELLO AD AS ESERCITAZIONI di MACROECONOMIA: il MODELLO AD AS Per dubbi, domande e/o chiarimenti contattare: gaetano.lisi@unicas.it Il modello AD-AS è un modello di equilibrio economico generale (a differenza del modello

Dettagli

CAPITOLO 5 L economia aperta

CAPITOLO 5 L economia aperta CPITOLO 5 L economia aperta Domande di ripasso 1. Nel testo abbiamo mostrato che è possibile riscrivere l identità contabile del reddito nazionale come: S I In questa forma l identità contabile del reddito

Dettagli

Lezione 4. La moneta e le istituzioni monetarie

Lezione 4. La moneta e le istituzioni monetarie Lezione 4. La moneta e le istituzioni monetarie I mercati finanziari migliorano la negoziabilità dei titoli; gli intermediari emettono passività più liquide dei titoli con i quali concedono credito. Solo

Dettagli

Equilibrio macroeconomico neoclassico

Equilibrio macroeconomico neoclassico Equilibrio macroeconomico neoclassico La teoria neoclassica (TN) Rappresentò il paradigma teorico di riferimento fino alla crisi del 1929 e prima di Keynes Ancora oggi alcune scuole di pensiero più recenti

Dettagli

Aspettative, Produzione e Politica Economica

Aspettative, Produzione e Politica Economica Aspettative, Produzione e Politica Economica In questa lezione: Studiamo gli effetti delle aspettative sui livelli di spesa e produzione. Riformuliamo il modello IS-LM in un contesto con aspettative. Determiniamo

Dettagli

Lezione 17. La trasmissione della politica monetaria in economia aperta

Lezione 17. La trasmissione della politica monetaria in economia aperta Lezione 17. La trasmissione della politica monetaria in economia aperta La politica monetaria induce effetti asimmetrici se le aree economiche coinvolte non sono omogenee. Ciò è particolarmente vero in

Dettagli

Quesiti a risposta breve

Quesiti a risposta breve Quesiti a risposta breve Le domande proposte in questo elenco sono una raccolta dei quesiti a risposta breve contenuti nella domanda 1 degli esami di Istituzioni di Economia Politica II degli ultimi anni.

Dettagli

La macroeconomia dei sistemi economici aperti

La macroeconomia dei sistemi economici aperti La macroeconomia dei sistemi economici aperti Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 31 Lo studio delle economie aperte Cosa si intende per economia

Dettagli

ECONOMIA APERTA CON RIFERIMENTO A DUE PAESI NEL MERCATO DEI CAMBI SI DETERMINA IL TASSO DI CAMBIO NOMINALE BILATERALE

ECONOMIA APERTA CON RIFERIMENTO A DUE PAESI NEL MERCATO DEI CAMBI SI DETERMINA IL TASSO DI CAMBIO NOMINALE BILATERALE capitolo 11-1 ECONOMIA APERTA IN UN ECONOMIA APERTA AGLI SCAMBI CON L ESTERO (ALTRA VALUTA) SI FORMA IL MERCATO DEI CAMBI: DOMANDA, OFFERTA DI VALUTA ESTERA, TASSI DI CAMBIO. CON RIFERIMENTO A DUE PAESI

Dettagli

PRODUZIONE, TASSO DI INTERESSE E TASSO DI CAMBIO

PRODUZIONE, TASSO DI INTERESSE E TASSO DI CAMBIO 1 PRODUZION, TASSO DI INTRSS TASSO DI CAMBIO L QUILIBRIO DL MRCATO DI BNI L equilibrio nel mercato dei beni sarà dato dalla seguente equazione: Y C Y T I Y r G IM Y X Y ( ) (, ) (, ) (, ) ( ) (, ) (, )/

Dettagli

Lezione 7 (BAG cap. 5)

Lezione 7 (BAG cap. 5) Lezione 7 (BAG cap. 5) I mercati dei beni e i mercati finanziari: il modello IS-LM Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia 1. Il mercato dei beni e la curva IS L equilibrio sul mercato

Dettagli

LA MONETA E L INFLAZIONE PARTE SECONDA

LA MONETA E L INFLAZIONE PARTE SECONDA LA MONETA E L INFLAZIONE PARTE SECONDA 0 Inflazione e tassi di interesse Tasso di interesse nominale, i non tiene conto dell inflazione Tasso di interesse reale, r invece tiene conto dell inflazione: r

Dettagli

I MERCATI DEI BENI E I MERCATI FINANZIARI IN ECONOMIA APERTA

I MERCATI DEI BENI E I MERCATI FINANZIARI IN ECONOMIA APERTA I MERCATI DEI BENI E I MERCATI FINANZIARI IN ECONOMIA APERTA 1 I MERCATI DEI BENI IN ECONOMIA APERTA Il concetto di Economia aperta si applica ai mercati dei beni: l opportunità per i consumatori e le

Dettagli

ESERCITAZIONI MACROECONOMIA 2

ESERCITAZIONI MACROECONOMIA 2 ESERCITAZIONI MACROECONOMIA 2 CAPITOLO 10 Crescita: i fatti principali 1) Spiegate cosa si intende per convergenza nella teoria della crescita e mostrate il grafico con cui si rappresenta. 2) Spiegate

Dettagli

Istituzioni di Economia Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale. Lezione 26 I mercati finanziari

Istituzioni di Economia Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale. Lezione 26 I mercati finanziari UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale Lezione 26 I mercati finanziari Prof. Gianmaria Martini Moneta e titoli Nei paesi industrializzati esistono varie tipologie di

Dettagli

Macroeconomia 12 gennaio 2015 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO

Macroeconomia 12 gennaio 2015 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO Macroeconomia 12 gennaio 2015 1. (*) Spiega in che consiste la procedura di calcolo del deflatore implicito del PIL e se questo è più/meno attendibile di un qualunque deflatore a paniere fisso. 2. (*)

Dettagli

Tassi di cambio e mercati valutari

Tassi di cambio e mercati valutari Tassi di cambio e mercati valutari Anteprima Principi di base sui tassi di cambio Tassi di cambio e prezzi dei beni I mercati dei cambi La domanda di valuta e di altre attività Un modello dei mercati valutari

Dettagli

Esportazioni 110 Vendite a B 200. Vendite al pubblico 600. Calcolate il valore del PIL di questa economia usando le tre definizioni possibili.

Esportazioni 110 Vendite a B 200. Vendite al pubblico 600. Calcolate il valore del PIL di questa economia usando le tre definizioni possibili. Esercizi 2014-2015 IL BREVE PERIODO Esercizio 1 Si consideri il seguente sistema economico in cui operano solamente due (categorie di) imprese, e la cui attività può essere sintetizzata come segue: Impresa

Dettagli

Corso di Macroeconomia. Il modello IS-LM. Appunti

Corso di Macroeconomia. Il modello IS-LM. Appunti Corso di Macroeconomia Il modello IS-LM Appunti 1 Le ipotesi 1. Il livello dei prezzi è fisso. 2. L analisi è limitata al breve periodo. La funzione degli investimenti A differenza del modello reddito-spesa,

Dettagli

Lezione 17. La trasmissione della politica monetaria in economia aperta

Lezione 17. La trasmissione della politica monetaria in economia aperta Lezione 17. La trasmissione della politica monetaria in economia aperta La politica monetaria induce effetti asimmetrici se le aree economiche coinvolte non sono omogenee. Ciò è particolarmente vero in

Dettagli

Corso di. Economia Politica

Corso di. Economia Politica Prof.ssa Blanchard, Maria Laura Macroeconomia Parisi, PhD; Una parisi@eco.unibs.it; prospettiva europea, DEM Università Il Mulino di 2011 Brescia Capitolo I. Un Viaggio intorno al mondo Corso di Economia

Dettagli

ESERCITAZIONI per il corso di ECONOMIA DELL ARTE E DELLA CULTURA 1 1 MODULO (prof. Bianchi) a.a. 2007-2008

ESERCITAZIONI per il corso di ECONOMIA DELL ARTE E DELLA CULTURA 1 1 MODULO (prof. Bianchi) a.a. 2007-2008 ESERCITAZIONI per il corso di ECONOMIA DELL ARTE E DELLA CULTURA 1 1 MODULO (prof. Bianchi) a.a. 2007-2008 A. Il modello macroeconomico in economia chiusa e senza settore pubblico. A.1. Un sistema economico

Dettagli

La curva di offerta. La curva di offerta

La curva di offerta. La curva di offerta La curva di offerta La curva di offerta Un diagramma che mostra la quantità di un bene che i venditori desiderano vendere per un dato prezzo rapporto tra prezzo e quantità offerta Ha pendenza positiva

Dettagli

MERCATO DEI BENI IN ECONOMIA APERTA

MERCATO DEI BENI IN ECONOMIA APERTA MERCATO DEI BENI IN ECONOMIA APERTA 1 LA CURVA IS IN ECONOMIA APERTA In economia chiusa la domanda di beni nazionali coincideva con la domanda nazionale di beni: ( ) Z C + I + In economia aperta, invece,

Dettagli

Modello Keynesiano reddito-spesa in economia aperta. Antonella Stirati macro 2013

Modello Keynesiano reddito-spesa in economia aperta. Antonella Stirati macro 2013 Modello Keynesiano reddito-spesa in economia aperta Antonella Stirati macro 2013 Contabilità nazionale per una economia aperta Un economia è aperta quando vi sono scambi commerciali (e finanziari) con

Dettagli