Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola Sicurezza e Permission in Android

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola Sicurezza e Permission in Android"

Transcript

1 Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola Sicurezza e Permission in Android

2 La sicurezza al giorno d oggi è uno degli aspetti più importanti dell informatica! E tenere conto della sicurezza durante la realizzazione degli applicativi è diventato non solo un dovere, ma un obbligo. Che cosa si intende per Sicurezza informatica? Con il termine sicurezza informatica si intende quel ramo che si occupa dell'analisi delle vulnerabilità, del rischio, delle minacce e attacchi di un sistema informatico e dei dati in esso contenuti o scambiati in una comunicazione con uno più applicazioni. Ma il concetto di sicurezza può avere molteplici significati, in relazione al compito che si sta svolgendo; gli esempi più conosciuti riguardano il non permettere a un applicazione l esecuzione di operazioni che potrebbero essere sensibili, come l accesso ai dati personali, a risorse locali, oppure aprire connessioni o iniziare telefonate senza la diretta richiesta da parte dell utente. Quindi un metodo per garantire la sicurezza potrebbe essere l utilizzo di opportuni permessi e richiedendo eventualmente l accesso all utente con adeguate notifiche. Questi ultimi due aspetti saranno introdotti in questa tesina. System Permissions in Android Android è un sistema operativo che considera i privilegi separati, ciò significa che ogni applicazione esegue con un distinto sistema di identificazione (Linux user ID e group ID), dove parti del sistema sono separate in distinte identità. Linux infatti isola le applicazioni da ogni altra e dal sistema stesso. Altre funzioni di sicurezza dettagliate sono previste grazie alle permission, cioè dei meccanismi che forzano la restrizioni sulle specifiche operazioni che un particolare processo può eseguire. Architettura della sicurezza Un punto centrale sulla sicurezza nelle architetture di Android è che nessuna applicazione, per default, ha il permesso di eseguire qualsiasi operazione che avrebbe un impatto negativo su altre applicazioni o sul sistema o sull utente. Questo perché ogni applicazione Android deve esplicitamente condividere risorse e dati, dichiarando i permessi che necessitano per utilizzare capacità aggiuntive non previste di base. Gestione dei permission Si tratta di una modalità con cui una particolare applicazione dichiara e richiede l utilizzo di una funzionalità esterna all applicazione o con dati sensibili. Un esempio potrebbe essere che l applicativo necessita di accedere alla Rubrica, oppure ad utilizzare l hardware GPS. Tale richiesta viene denominata Permission. Gli stessi comportamenti dovranno essere seguiti nella volontà di accedere alla rete o di attivare la fotocamera o di inviare un semplice messaggio. Come primo procedimento occorre implementare il relativo Permission nel file AndroidManifest.xml, presente per default in ogni applicativo sviluppato in Android.

3 Occorre, comunque, che al livello di runtime dell esecuzione dell app l utente esprima il consenso a tale utilizzo. In relazione poi alla tipologia di Permission adottata, tale richiesta può essere effettuata solo la prima volta o ogni volta che l applicativo ne richieda l accesso. Nel caso in cui l operazione non venga approvata dall utente viene sollevata una SecurityException, a meno che non si tratti di un BroadcastReceiver, per il quale viene solamente visualizzato un messaggio di log. Esistono Permission definite dall ambiente Android e altre che è possibile definire in modo personalizzato. In questa tesina presentiamo entrambi i casi, ma per una lettura più dettagliata ed un elenco completo si può fare riferimento alla classe android.manifest.permission presente in ogni documento specializzato. Ciascun permesso viene descritto da un nome del tipo: android.permission.<related_permission> e specificato nel documento AndroidManifest.xml attraverso l utilizzo dell elemento <usespermission>. Un esempio viene presentato nella figura seguente: Come si può notare l elemento <uses-permission> è figlio dell elemento radice <manifest>. Se tali permessi non vengono esplicitati nel precedente file, all esecuzione dell applicativo viene generato un errore.

4 Normal and Dangerous Permissions Il sistema dei permessi è diviso in diversi livelli di protezione. I principali sono normal e dangerous permissions: - I Normal permissions coprono un area dove la tua applicazione necessita di accedere a dati o risorse fuori dal sandbox, ma dove vi è solo un piccolo rischio a discapito della privacy dell utente o delle operazioni delle altre apps. - I Dangerous permissions coprono aree dove l applicazione richiede dati o risorse che coinvolgono le informazioni private dell utente, o potrebbero potenzialmente influenzare la gestione dei dati e le operazioni delle altre apps. In questo caso, quando un applicativo richiede permessi in tale categoria, l utente deve esplicitamente garantire il permesso di accesso. (Un semplice esempio è l abilità di leggere i contatti dell utente). Permission groups Tutti i Dangerous permissions appartengono al rispettivo gruppo. Se il dispositivo che sta eseguendo l applicativo ha una versione di Android 6.0 (API level 23) e la versione è la 23 o superiore, il seguente comportamento del sistema vale per tutte le richieste di permessi pericolosi: - Se un applicazione richiede un dangerous permission nel suo manifest, e l applicazione al momento non ha alcuna autorizzazione nel permission group, il sistema mostra un dialog box all utente, descrivendo il permesso che si desidera. Successivamente verrà inserito nel permission group nel caso in cui l utente approvi, per una possibile richiesta futura. - Se un applicazione richiede un dangerous permission nel suo manifest e ha già un altro dangerous permissione nello stesso permission group, il sistema immediatamente garantisce il permesso senza l interazione con l utente, senza perciò la visualizzazione della richiesta. Questo avviene se, per esempio, un app ha già richiesto tale autorizzazione. In realtà, qualunque permesso appartiene a un permission group, includendo perciò anche i normal permission ed i permessi definiti nella mia app (argomento trattata nel paragrafo sotto). Comunque gli effetti dati dall utilizzo di tali permessi ha risentimento solo per quelli considerati dangerous. E possibile perciò ignorare i permission group dei normal permissions

5 Creazione di Permission personalizzate E possibile definire nuove Permission al fine di limitare l accesso a determinate operazioni o l utilizzo di particolari componenti. Anche in questo caso il primo passo da svolgere è la definizione dei permissions nell AndroidManifest.xml utilizzando la nomenclatura <permission>. A tal proposito viene rilasciata un apposita interfaccia ADT che permette la definizione delle informazioni relative alla sicurezza attraverso il corrispondente tab nell editor del manifest. L elemento Permission prevede una serie di attributi, tra i quali il nome del permission, che impiega la seguente conversione: <name application package>.permission.<permission_name> concatenando il nome del package e il nome del permesso con lettere maiuscole. Altri attributi da menzionare riguardano il Protection Level ed il Permission Group. Il primo permette di specificare come si dovrà comportare il sistema al momento dell installazione, per richiedere eventualmente consensi all utente. Il valore di default di questo campo è normal e indica un consenso automatico da parte del sistema, comunque visualizzato dall utente durante l installazione, in modo da garantire una possibile interruzione dell operazione. Differente invece è l utilizzo del valore dangerous, nella quale il sistema chiede sempre conferma esplicita all utente all atto dell installazione. Infine il valore signature, valido solo per le applicazioni che presentano la stessa firma di certificato. Termine molto simile è signatureorsystem nella quale oltre alla precedente condizione viene aggiunto lo specifico utilizzo degli applicativi di sistema. Quest ultimo viene molto utilizzato dagli sviluppatori software delle grandi aziende, in modo da garantire un vantaggio alle loro stesse applicazioni. L informazione relativa al Permission Group serve semplicemente per raggruppare i permessi derivanti dalla stessa famiglia. Per concludere possiamo indicare i campi label e description che dovrebbero essere forniti per visualizzare su display quando gli utenti stanno controllando la lista dei permessi o i dettagli di un singolo permesso. Un consiglio di buona programmazione indica che i label devono essere corti, un paio di parole per descrivere il suo utilizzo. Mentre description rappresentano un paio di frasi che descrivono che cosa il permesso permette di fare. La convenzione di Android prevede il description con due frasi.

Come aggiornare il firmware sulle stampanti largo formato

Come aggiornare il firmware sulle stampanti largo formato Come aggiornare il firmware sulle stampanti largo formato Canon imageprograf Introduzione Nella vita di una stampante ImagePrograf, possono essere rilasciati nuove versioni di firmware con l intento di

Dettagli

Open Database Connectivity (ODBC)

Open Database Connectivity (ODBC) Open Database Connectivity (ODBC) Open Database Connectivity (ODBC), proposto dalla Microsoft nel 1991, fornisce un interfaccia applicativa standard che permette ad una generica applicazione di accedere

Dettagli

Programmi e Oggetti Software

Programmi e Oggetti Software Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1 Dispensa 2 Programmi e Oggetti Software Alfonso Miola Settembre 2007 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf1/ Programmi e Oggetti Software

Dettagli

E2K Suite. Configurazione profili

E2K Suite. Configurazione profili E2K Suite Configurazione profili E-mail 1 - CONFIGURAZIONI...3 1.1 MEZZI DI COMUNICAZIONE... 3 1.2 CREAZIONE DEI PROFILI E-MAIL... 4 1.3 CONFIGURAZIONE INVIO DELLE CHIUSURE... 5 1.4 CONFIGURAZIONE INVIO

Dettagli

Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile Realizzato da Roberto Giuliani Matricola icloud. Inserimenti, modifiche e cancellazioni

Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile Realizzato da Roberto Giuliani Matricola icloud. Inserimenti, modifiche e cancellazioni Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile Realizzato da Roberto Giuliani Matricola 633688 icloud Inserimenti, modifiche e cancellazioni icloud Prima di iniziare ad osservare le strutture e le varie

Dettagli

PerElmec Mobile App. Guida sull utilizzo della App mobile del PerElmec. Autore: Uff. Sviluppo Web Rev. Dicembre Sviluppo Web e Mobile

PerElmec Mobile App. Guida sull utilizzo della App mobile del PerElmec. Autore: Uff. Sviluppo Web Rev. Dicembre Sviluppo Web e Mobile Sviluppo Web e Mobile PerElmec Mobile App Guida sull utilizzo della App mobile del PerElmec Autore: Uff. Sviluppo Web Rev. Dicembre 2016 Elmec Informatica S.p.A. Via Pret, 1 21020 Brunello (VA) www.elmec.com

Dettagli

Struttura di un applicazione Instant Developer

Struttura di un applicazione Instant Developer La creazione di un nuovo tipo di installazione avviene dall interno del manager, a partire dall installazione di default che è stata creata da In.de quando l applicazione è stata pubblicata per la prima

Dettagli

Utilizzo del portale dedicato ai Tecnici in possesso dei requisiti necessari per poter effettuare le verifiche periodiche delle strumentazioni.

Utilizzo del portale dedicato ai Tecnici in possesso dei requisiti necessari per poter effettuare le verifiche periodiche delle strumentazioni. DIREZIONE GENERALE TERRITORIALE CENTRO NORD e SARDEGNA Centro Superiore Ricerche Prove Autov eicoli Via di Settebagni n 333 Tel 06-872881, Fax 06-87133903 00138 R o ma Utilizzo del portale dedicato ai

Dettagli

03FYZ TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE Esercitazione di Laboratorio 03 es.1 23 Marzo 2016

03FYZ TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE Esercitazione di Laboratorio 03 es.1 23 Marzo 2016 03FYZ TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE Esercitazione di Laboratorio 03 es.1 23 Marzo 2016 Obiettivi dell esercitazione: Utilizzo del pattern MVC Utilizzo di HashSet Introduzione alla complessità ESERCIZIO 1

Dettagli

GUIDA NUOVA FUNZIONE CARICO FLUSSI. Sommario. Carico Flussi pag. 2 Opzioni pag. 4 Sostituzioni pag. 5 Esiti pag. 7

GUIDA NUOVA FUNZIONE CARICO FLUSSI. Sommario. Carico Flussi pag. 2 Opzioni pag. 4 Sostituzioni pag. 5 Esiti pag. 7 GUIDA NUOVA FUNZIONE CARICO FLUSSI Sommario Carico Flussi pag. 2 Opzioni pag. 4 Sostituzioni pag. 5 Esiti pag. 7 Aggiornamento al 13.10.2016 1 CARICO FLUSSI Questa funzione consente di effettuare l upload

Dettagli

14Ex-Cap11.qxd :20 Pagina Le macro

14Ex-Cap11.qxd :20 Pagina Le macro 14Ex-Cap11.qxd 21-12-2006 11:20 Pagina 203 11 Le macro Creare le macro Registrare una macro Eseguire una macro Riferimenti assoluti e relativi nelle macro Assegnare un pulsante a una macro Modificare una

Dettagli

ATTIVAZIONE SERVIZIO NOTIFICHE SMS

ATTIVAZIONE SERVIZIO NOTIFICHE SMS Pagina 1 di 15 Dopo che Prometeo Vi avrà attivato la casella di posta elettronica certificata (casella PEC) e ha inviato i parametri di configurazione, si potranno eseguire le seguenti operazioni: 1) ATTIVAZIONE

Dettagli

Samsung Universal Print Driver Guida dell utente

Samsung Universal Print Driver Guida dell utente Samsung Universal Print Driver Guida dell utente immagina le possibilità Copyright 2009 Samsung Electronics Co., Ltd. Tutti i diritti riservati. Questa guida viene fornita solo a scopo informativo. Tutte

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Civile Fondamenti di Informatica. Dispensa 07. Oggetti e Java. Marzo Programmazione Java 1

Corso di Laurea Ingegneria Civile Fondamenti di Informatica. Dispensa 07. Oggetti e Java. Marzo Programmazione Java 1 Corso di Laurea Ingegneria Civile Fondamenti di Informatica Dispensa 07 Oggetti e Java Marzo 2010 Programmazione Java 1 Contenuti Il linguaggio Java Applicazioni Java e il metodo main Esempi di applicazioni

Dettagli

Tesi di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica REALIZZAZIONE DI UN APPLICATIVO PER LA GESTIONE DI FOGLI DI LAVORO INTEGRATO IN OUTLOOK 2010

Tesi di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica REALIZZAZIONE DI UN APPLICATIVO PER LA GESTIONE DI FOGLI DI LAVORO INTEGRATO IN OUTLOOK 2010 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di laurea in Ingegneria Informatica Tesi di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica REALIZZAZIONE DI UN APPLICATIVO PER LA GESTIONE DI FOGLI

Dettagli

Certificazione e.toscana Compliance. Applicativi di Sistemi Informativi degli Enti Locali (SIL)

Certificazione e.toscana Compliance. Applicativi di Sistemi Informativi degli Enti Locali (SIL) Pagina 1 di Applicativi di Sistemi Informativi degli Enti Locali (SIL) Pagina 2 Dati Identificativi dell Applicativo Nome DOCPRO Versione 6.0 Data Ultimo Rilascio 15.06.2007 Documentazione Versione Data

Dettagli

DOCUMATIC IL MODULO ARCHIVIAZIONE SOSTITUTIVA

DOCUMATIC IL MODULO ARCHIVIAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMATIC IL MODULO ARCHIVIAZIONE SOSTITUTIVA Il modulo Archiviazione Sostitutiva di DOCUMATIC è allineato con la normativa corrente per l archiviazione sostitutiva. Questo il flusso operativo: Creazione

Dettagli

Firewall. Per maggiori informazioni sull installazione dell applicazione Firewall consultare pagina 5 di questo documento.

Firewall. Per maggiori informazioni sull installazione dell applicazione Firewall consultare pagina 5 di questo documento. Firewall Per maggiori informazioni sull installazione dell applicazione Firewall consultare pagina 5 di questo documento. Attivando questa funzione potrete creare una o più blacklist per bloccare chiamate

Dettagli

Bcom Calendar. Guida alla configurazione e all uso

Bcom Calendar. Guida alla configurazione e all uso Bcom Calendar Guida alla configurazione e all uso All attenzione di Cliente CRM Versione 1.1.1 Aggiornato al 22-12-2015 Redatto da Matteo Scaltritti Visionato da Codice Doc. BCOM-CALENDAR Approvato da

Dettagli

Lezione 16. Il Software di base

Lezione 16. Il Software di base Lezione 16 Software di base Il Software di base Con il termine software di base si intende l insieme dei programmai che consentono ad un utente di eseguire operazioni base come costruire e mandare in esecuzione

Dettagli

MANUALE UTENTE PROCEDURA PLANET WEB INTERPRISE (II edizione)

MANUALE UTENTE PROCEDURA PLANET WEB INTERPRISE (II edizione) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MACERATA AREA PERSONALE SETTORE P.T.A. Ufficio presenze e affari generali P.T.A. MANUALE UTENTE PROCEDURA PLANET WEB INTERPRISE (II edizione) Ufficio presenze affari generali

Dettagli

Nota Tecnica UBIQUITY 7 TN0023. Il documento descrive le novità introdotte con la versione 7 della piattaforma software ASEM Ubiquity.

Nota Tecnica UBIQUITY 7 TN0023. Il documento descrive le novità introdotte con la versione 7 della piattaforma software ASEM Ubiquity. UBIQUITY 7 Introduzione Il documento descrive le novità introdotte con la versione 7 della piattaforma software ASEM Ubiquity. Versione Descrizione Data 1 Prima emissione 29/02/2016 Disclaimer Le informazioni

Dettagli

Piano dei Test e Collaudo del software Titolo Documento

Piano dei Test e Collaudo del software Titolo Documento Controllo delle copie Il presente documento, se non preceduto dalla pagina di controllo identificata con il numero della copia, il destinatario, la data e la firma autografa del Responsabile della Documentazione,

Dettagli

Plugin di integrazione con il CMS Joomla

Plugin di integrazione con il CMS Joomla Plugin di integrazione con il CMS Joomla Requisiti: Joomla Un account valido sulla piattaforma 4Dem Accesso al pannello di amministrazione di Joomla 4Dem.it - INTEGRAZIONE CON IL CMS JOOMLA 2 Note: l integrazione

Dettagli

Inoltrare un messaggio.

Inoltrare un messaggio. Reti informatiche 359 7.5.3.9 Inoltrare un messaggio. È possibile spedire ad altri un messaggio inviato o ricevuto in precedenza. Al destinatario verrà recapitato il messaggio originale nel quale compariranno

Dettagli

Guida alla gestione delle domande per l A.S di Dote Scuola componente Merito

Guida alla gestione delle domande per l A.S di Dote Scuola componente Merito Guida alla gestione delle domande per l A.S. 2016-2017 di Dote Scuola componente Merito Questo documento contiene informazioni utili al personale delle scuole paritarie per utilizzare l applicativo web

Dettagli

Applicazione Android (v )

Applicazione Android (v ) 2016 MANUALE LIVEBOX CLUB Applicazione Android (v. 3.02.019) http://www.liveboxcloud.com Sommario 1. LOGIN... 2 2. MENU... 3 2.1 RECENTI... 4 2.2 APPLICAZIONI... 5 2.2.1 HOME... 6 2.2.1.1 CREARE UNA CARTELLA...

Dettagli

Introduzione alla programmazione Android. Emanuel Di Nardo

Introduzione alla programmazione Android. Emanuel Di Nardo Introduzione alla programmazione Android 1 Emanuel Di Nardo emanuel.dinardo@gmail.com Architettura di base Insieme software composto da: Sistema operativo Middleware Applicazioni di base Utilizzo del linguaggio

Dettagli

Guida alla gestione delle domande di Dote Scuola per l A.S per i Comuni

Guida alla gestione delle domande di Dote Scuola per l A.S per i Comuni Guida alla gestione delle domande di Dote Scuola per l A.S. 2016-2017 per i Comuni Questo documento contiene informazioni utili ai funzionari per utilizzare l applicativo web per la gestione delle domande

Dettagli

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Classi e Oggetti: Metafora Parte a versione 2.2 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina)

Dettagli

2. Delega indiretta per i soggetti ex lege 12/79 e per i soggetti iscritti agli organismi che hanno sottoscritto un accordo operativo con l Istituto

2. Delega indiretta per i soggetti ex lege 12/79 e per i soggetti iscritti agli organismi che hanno sottoscritto un accordo operativo con l Istituto All. 1 DELEGA Delega diretta per i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni degli artigiani e commercianti Gli iscritti alle gestioni autonome degli artigiani e commercianti titolari dell obbligo contributivo

Dettagli

Itron AIMSPro Attivazione di una nuova connessione: Guida introduttiva

Itron AIMSPro Attivazione di una nuova connessione: Guida introduttiva Itron AIMSPro Attivazione di una nuova connessione: Guida introduttiva Premessa: per l attivazione di una connessione occorre disporre di: un contatore SL7000, installato ed alimentato (si vedano i relativi

Dettagli

Archiviazione Elettronica e Conservazione sostitutiva

Archiviazione Elettronica e Conservazione sostitutiva ACO Archiviazione Elettronica e Conservazione sostitutiva Giugno 2015 INDICE A) INSTALLAZIONE DELL AGGIORNAMENTO... 2 AGGIORNAMENTO STAND ALONE/SERVER... 2 AGGIORNAMENTO CLIENT... 4 B) CONSERVAZIONE IN

Dettagli

Guida alla gestione delle domande per l A.S di Dote Scuola componente Merito

Guida alla gestione delle domande per l A.S di Dote Scuola componente Merito Guida alla gestione delle domande per l A.S. 2015-2016 di Dote Scuola componente Merito Questo documento contiene informazioni utili ai funzionari comunali per utilizzare l applicativo web per la gestione

Dettagli

Guida alle sicurezze Internet Banking. (versione 5.0 Novembre 2016)

Guida alle sicurezze Internet Banking. (versione 5.0 Novembre 2016) Guida alle sicurezze Internet Banking (versione 5.0 Novembre 2016) SOMMARIO Guida alle sicurezze...1 Internet Banking...1 1. Introduzione...3 2. Guida agli strumenti...4 3. Attivazione PlainPay Token virtuale...5

Dettagli

AWN. Manuale utente Web Mail. Rev AWN ArchiWorld Network. Pag. 1 / 49. v Manuale utente della Web Mail

AWN. Manuale utente Web Mail. Rev AWN ArchiWorld Network. Pag. 1 / 49. v Manuale utente della Web Mail Pag. 1 / 49 AWN Manuale utente Web Mail Pag. 2 / 49 Sommario ACCESSO ALLA WEB MAIL... 3 MENU PRINCIPALE... 4 MENU NUOVO... 5 NUOVO MESSAGGIO... 6 NUOVO CONTATTO... 7 LISTA DISTRIBUZIONE... 8 NUOVO APPUNTAMENTO...

Dettagli

Certificazione beneficiari bonifici

Certificazione beneficiari bonifici Certificazione beneficiari bonifici SOMMARIO 1. Introduzione... 3 2.1 Bonifico SEPA singolo inserimento manuale e modifica... 4 2.2 Distinta bonifici SEPA inserimento manuale e modifica... 8 2.3 Distinta

Dettagli

Dipartimento Politiche Sociali e della Salute OSSERVATORIO SOCIALE SULLA CONCERTAZIONE TERRITORIALE. Manuale del software Utente Lettore Vers. 5.

Dipartimento Politiche Sociali e della Salute OSSERVATORIO SOCIALE SULLA CONCERTAZIONE TERRITORIALE. Manuale del software Utente Lettore Vers. 5. Dipartimento Politiche Sociali e della Salute OSSERVATORIO SOCIALE SULLA CONCERTAZIONE TERRITORIALE Manuale del software Utente Lettore Vers. 5.0 Novembre 2016 Indice Tre passaggi per entrare nel programma...

Dettagli

L Assicurazione Salute che mette la Persona al centro! La tua salute a portata di mano! Arriva la nuova APP di RBM Salute per smartphone e tablet

L Assicurazione Salute che mette la Persona al centro! La tua salute a portata di mano! Arriva la nuova APP di RBM Salute per smartphone e tablet L Assicurazione Salute che mette la Persona al centro! La tua salute a portata di mano! Arriva la nuova APP di RBM Salute per smartphone e tablet CITRUS la nuova APP Mobile! Dal primo gennaio potrai utilizzare

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO. GUIDA ALL AGGIUDICAZIONE DELLE RICHIESTE DI OFFERTA (RdO) AL PREZZO PIÙ BASSO

MERCATO ELETTRONICO. GUIDA ALL AGGIUDICAZIONE DELLE RICHIESTE DI OFFERTA (RdO) AL PREZZO PIÙ BASSO MERCATO ELETTRONICO GUIDA ALL AGGIUDICAZIONE DELLE RICHIESTE DI OFFERTA (RdO) AL PREZZO PIÙ BASSO INDICE 1. ACCESSO ALLA PAGINA DEDICATA... 2 2. IL PERCORSO DI AGGIUDICAZIONE... 4 2.1 SELEZIONARE LA RDO

Dettagli

Manuale Operativo per l utente

Manuale Operativo per l utente PORTUP Utilizzatori Professionali Manuale Operativo per l utente versione 2 Autore: Servizio Sitemi Informativi Servizi Web File: PORTUP_ManualeOperativo_utente_v1.doc Ultimo aggiornamento: 02/08/2013

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione della procedura di Registrazione e Validazione Nuovo Utente del Sistema SiAge Rev. 04 Manuale SiAge Registrazione e Validazione Nuovo Utente Pagina 1

Dettagli

Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola GPS Functionality

Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola GPS Functionality Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola 633688 GPS Functionality In questa tesina viene approfondito e sviluppato l utilizzo del Global Positioning System

Dettagli

Cloud Unibas. (guida rapida all installazione ed all uso)

Cloud Unibas. (guida rapida all installazione ed all uso) Cloud Unibas (guida rapida all installazione ed all uso) Il servizio UnibasCloud offre agli utenti la possibilità di utilizzare in rete uno spazio di archiviazione di 10GB. Si basa sul software open source

Dettagli

SERVIZIO TRASMISSIONE ASSEGNI DIGITALI PER LA LEVATA DEL PROTESTO

SERVIZIO TRASMISSIONE ASSEGNI DIGITALI PER LA LEVATA DEL PROTESTO SERVIZIO TRASMISSIONE ASSEGNI DIGITALI PER LA LEVATA DEL PROTESTO Versione: 1.0 Data: 27/06/2017 Versione: 1.0 Data: 27/06/2017 Nome file: STAD_Documento_Collaudo_1_0.doc INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2.

Dettagli

Sistema Informativo Unitario Regionale per la Programmazione (S.I.U.R.P.) LA SICUREZZA INFORMATICA

Sistema Informativo Unitario Regionale per la Programmazione (S.I.U.R.P.) LA SICUREZZA INFORMATICA Sistema Informativo Unitario Regionale per la Programmazione (S.I.U.R.P.) LA SICUREZZA INFORMATICA Argomenti Introduzione Mettere in Sicurezza il proprio Computer Virus & minacce: come difendersi Utilizzo

Dettagli

Strumenti per l automazione del testing di applicazioni web Javascript-based

Strumenti per l automazione del testing di applicazioni web Javascript-based tesi di laurea Strumenti per l automazione del testing di applicazioni web Javascript-based Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Porfirio Tramontana 1 candidato Salvatore Agnello Matr. 41/2612

Dettagli

ITIS Morosini apunti sulle GoogleApps APPUNTI SU

ITIS Morosini apunti sulle GoogleApps APPUNTI SU APPUNTI SU Table of Contents PREMESSA...2 ATTIVAZIONE E PRIMO ACCESSO...2 UTILIZZO DELLE APPLICAZIONI...3 UTILIZZO DAL CELLULARE...3 POSTA ELETTRONICA...4 DRIVE...5 CONDIVISIONE DI UN FILE O UNA CARTELLA...5

Dettagli

Dipartimento Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici INA-SAIA. SSLProxy. Manuale Utente. versione 1.

Dipartimento Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici INA-SAIA. SSLProxy. Manuale Utente. versione 1. SSLProxy Manuale Utente versione 1.0 Indice 1 Panoramica... 3 2 Installazione...4 2.1 Prerequisiti... 4 2.2 Acquisizione del pacchetto... 4 2.3 Copia dei file sulla postazione client... 4 2.4 Esecuzione

Dettagli

GfK Digital Trends App

GfK Digital Trends App FACILE DA ACCENDERE E SPEGNERE! GfK Digital Trends App Manuale d uso per utenti di smartphone e tablet Android Version 1.23 Agosto 2016 Italiano 1 Benvenuto in GfK Digital Trends! Informazioni su GfK Digital

Dettagli

APP MOBILE. Requisiti...2. Lingue disponibili Store Home page...6. Documenti Personali...8. Comunicazioni aziendali...

APP MOBILE. Requisiti...2. Lingue disponibili Store Home page...6. Documenti Personali...8. Comunicazioni aziendali... Documento aggiornato al 12 Febbraio 2016 Applicativi coinvolti: APP MOBILE APP MOBILE INTRODUZIONE... 2 Requisiti...2 Lingue disponibili... 2 Store... 2 CONFIGURAZIONE... 3 FUNZIONALITA'... 6 Home page...6

Dettagli

03/06/2015 GUIDA RAPIDA DELL APPLICAZIONE SID GESTIONE FLUSSI SALDI VERSIONE 1.0.5

03/06/2015 GUIDA RAPIDA DELL APPLICAZIONE SID GESTIONE FLUSSI SALDI VERSIONE 1.0.5 03/06/2015 GUIDA RAPIDA DELL APPLICAZIONE SID GESTIONE FLUSSI SALDI VERSIONE 1.0.5 PAG. 2 DI 22 INDICE 1. PREMESSA 3 2. NOVITÀ DELL APPLICAZIONE 4 3. INSTALLAZIONE DELL APPLICAZIONE 6 4. CONFIGURAZIONE

Dettagli

Tesina per l esame di Sistemi Operativi a cura di Giuseppe Montano. Prof. Aldo Franco Dragoni

Tesina per l esame di Sistemi Operativi a cura di Giuseppe Montano. Prof. Aldo Franco Dragoni Sistemi operativi real time basati su : gestione delle risorse e dei processi. Tesina per l esame di Sistemi Operativi a cura di. Prof. Aldo Franco Dragoni Corso di laurea in Ingegneria Informatica e dell

Dettagli

Teseo - Release

Teseo - Release AGGIIORNAMENTO PRODOTTI COMPLEMENTARI INTEGRATI Teseo - Release 4.20.00 Note di Rilascio Utente INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Questo rilascio può essere utilizzato come versione installabile oppure in aggiornamento

Dettagli

Accedere alla propria area riservata dal sito del CAF. Inserire le proprie credenziali e premere ACCEDI

Accedere alla propria area riservata dal sito del CAF. Inserire le proprie credenziali e premere ACCEDI Accedere alla propria area riservata dal sito del CAF Inserire le proprie credenziali e premere ACCEDI 2 Alla voce SERVER FARM Installazione, accedere al documento ISTRUZIONI per l installazione della

Dettagli

Il tuo manuale d'uso. SAMSUNG SCX-4623FW

Il tuo manuale d'uso. SAMSUNG SCX-4623FW Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di SAMSUNG SCX-4623FW. Troverà le risposte a tutte sue domande sul manuale d'uso (informazioni,

Dettagli

OGGETTO: Costi Attivazione Servizio PEC (Posta Elettonica Certificata)

OGGETTO: Costi Attivazione Servizio PEC (Posta Elettonica Certificata) epublic s.r.l. Sede Legale: Via del Tigli n.7-28066 Galliate NO) Sede Operativa: C.so XXIII Marzo n.21-28100 Novara e-mail: info@epublic.it - Http://www.epublic.it Http://www.piemonteweb.it Spett.le COMUNE

Dettagli

Informatica WINDOWS. Francesco Tura F. Tura

Informatica WINDOWS. Francesco Tura F. Tura Informatica WINDOWS Francesco Tura francesco.tura@unibo.it Che cos è Windows? È un Sistema Operativo ad interfaccia grafica prodotto dalla Microsoft, che viene utilizzato su computer con CPU Intel Pentium

Dettagli

Sharpdesk V3.5. Guida di installazione: Edizione con chiave del prodotto. Versione 1.0

Sharpdesk V3.5. Guida di installazione: Edizione con chiave del prodotto. Versione 1.0 Sharpdesk V3.5 Guida di installazione: Edizione con chiave del prodotto Versione 1.0 Diritti d autore I diritti d autore del presente software appartengono a Sharp Corporation. La riproduzione, l adattamento

Dettagli

Xerox CentreWare Web Identificazione e applicazione della patch per il firmware di scansione

Xerox CentreWare Web Identificazione e applicazione della patch per il firmware di scansione CentreWare Web 5.8.107 e versioni successive Agosto 2013 702P01946 Identificazione e applicazione della patch per il firmware di scansione 2013 Xerox Corporation. Tutti i diritti riservati. Xerox, Xerox

Dettagli

PlainPay Manuale Operativo Cliente

PlainPay Manuale Operativo Cliente PlainPay Manuale Operativo Cliente Sommario 1.0 COS È E A COSA SERVE PLAINPAY 2.0 SCARICARE L APP PLAINPAY 3.0 ATTIVARE LA SICUREZZA PLAINPAY DALL INTERNET BANKING 4.0 ACCEDERE ALL INTERNET BANKING (PC)

Dettagli

Istruzioni per la Compilazione Online Domanda Servizio Civile

Istruzioni per la Compilazione Online Domanda Servizio Civile Istruzioni per la Compilazione Online Domanda Servizio Civile Sommario 1 Generalità...2 1.1 Scopo...2 2 Presentazione...2 3 Funzionalità...2 3.1 Come accedere le funzionalità disponibili...2 3.2 Modalità

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PROCEDURA INTEGRATA EDISAN D.E.S. (DATABASE EDILIZIA SANITARIA)

MANUALE OPERATIVO PROCEDURA INTEGRATA EDISAN D.E.S. (DATABASE EDILIZIA SANITARIA) IRES PIEMONTE SANITÀ MANUALE OPERATIVO PROCEDURA INTEGRATA EDISAN D.E.S. (DATABASE EDILIZIA SANITARIA) in attuazione della D.G.R. n. 18-7208 del 10 marzo 2014 Approvazione delle nuove procedure amministrative

Dettagli

20/04/2017 MANUALE DI ISTRUZIONI DELL APPLICAZIONE ENTRATEL-MULTIFILE VERSIONE 1.0.6

20/04/2017 MANUALE DI ISTRUZIONI DELL APPLICAZIONE ENTRATEL-MULTIFILE VERSIONE 1.0.6 20/04/2017 MANUALE DI ISTRUZIONI DELL APPLICAZIONE ENTRATEL-MULTIFILE VERSIONE 1.0.6 PAG. 2 DI 33 INDICE 1. PREMESSA 3 2. INSTALLAZIONE 4 3. STRUTTURA DELLE CARTELLE 8 4. CONFIGURAZIONE DELL APPLICAZIONE

Dettagli

Crypto Android. Trusted Execution Environment. TrustZone

Crypto Android. Trusted Execution Environment. TrustZone SMix richiede un vettore di lunghezza N. Visto che la memoria è costosa, implementare Scrypt in hardware è costoso [?] Trusted Execution Environment TrustZone I Trusted Execution Environment (TEE) sono

Dettagli

Mariarosaria Napolitano. Architettura TCP/IP. Corso di: Laboratorio di tecnologie informatiche e telematiche

Mariarosaria Napolitano. Architettura TCP/IP. Corso di: Laboratorio di tecnologie informatiche e telematiche Mariarosaria Napolitano Architettura TCP/IP Corso di: Laboratorio di tecnologie informatiche e telematiche Contesto e Prerequisiti Contesto E' rivolto agli studenti del V anno degli Istituti Tecnici Industriali

Dettagli

Gestire le Proposte di Vendita

Gestire le Proposte di Vendita POSEIDON: SALES SOLUTION POSEIDON SALES SOLUTION è la configurazione progettata appositamente per la nautica commerciale, che consente di gestire con rapidità ed efficienza le proposte di vendita delle

Dettagli

Progetto TERNA Progetto SRM - Sourcing

Progetto TERNA Progetto SRM - Sourcing Progetto TERNA Progetto SRM - Sourcing Versione: 1.1 Data: Autore: Verificato da Approvato da Funzione Data Firma Pagina 1 di 22 Diritti di autore e riservatezza Questo documento è proprietà esclusiva

Dettagli

Funzioni Principali dell APP ENTR

Funzioni Principali dell APP ENTR Funzioni Principali dell APP ENTR 1. Impostare il proprietario 2. Trovare la serratura 3. Chiudere/Riaprire 4. Menù 5. Aggiungere un utente 6. Gestione dell utente 7. Ottenere la chiave 8. Cancellare una

Dettagli

Guida operativa Utente Scuola

Guida operativa Utente Scuola SIDI Retribuzioni e Fisco Guida operativa Utente Scuola Guida Operativa Utente Scuola Versione 1.0 del 27/10/2010 RTI : HP Enterprise Services Auselda AED Group - Accenture Indice 1. INTRODUZIONE ALL USO

Dettagli

Portale Lavoro Per Te

Portale Lavoro Per Te Portale Lavoro Per Te Linee Guida Funzione Dichiarazione Neet INDICE Introduzione... 3 1. Funzione Dichiarazione Neet... 4 1.1 ACCESSO AL PORTALE LAVORO PER TE... 4 1.2 SCHERMATA INIZIALE FUNZIONE DICHIARAZIONE

Dettagli

Manuale Operativo ASTE ELETTRONICHE GUIDA PER GLI OPERATORI ECONOMICI

Manuale Operativo ASTE ELETTRONICHE GUIDA PER GLI OPERATORI ECONOMICI ASTE ELETTRONICHE GUIDA PER GLI OPERATORI ECONOMICI Roma, 25 Gennaio 2016 1 9 È possibile che le maschere inserite nel presente manuale siano differenti da quelle effettivamente utilizzate dall applicativo.

Dettagli

Il Software programmabili programma algoritmo

Il Software programmabili programma algoritmo Il Software La proprietà fondamentale dei calcolatori e` quella di essere programmabili cioè in grado di svolgere compiti diversi a seconda delle istruzioni fornite dall utente mediante un programma, ossia

Dettagli

Manuale di installazione

Manuale di installazione Manuale di installazione Manuale di installazione Riello Power Tools v. 2.2 Versione aggiornata Luglio, 2014 Pagina 1 Sommario 1-BENVENUTO!... 3 2-REQUISITI MINIMI COMPUTER... 3 3-NOTE PRELIMINARI... 3

Dettagli

Servizio di Certificazione Digitale

Servizio di Certificazione Digitale Servizio di Certificazione Digitale Redatto da: Cassinerio Laura 17/03/2016 Verificato da: Casati Davide 17/03/2016 Approvato da: Rosa Leonardo Maria 17/03/2016 Distribuzione: Codice documento: PUBBLICA

Dettagli

Mosaico Engineering Guida Utente

Mosaico Engineering Guida Utente Mosaico Engineering Guida Utente Indice 1. Log In... 2 1.1. Registrazione nuovo utente on line... 3 1.2. Modifica password on line... 5 2. APP Configuratore Prodotto... 7 2.1. Funzione Help on line...

Dettagli

Manuale istruzioni. Interfaccia USB art Manuale per l'installatore

Manuale istruzioni. Interfaccia USB art Manuale per l'installatore Manuale istruzioni Interfaccia USB art. 01540 Manuale per l'installatore Indice CARATTERISTICHE GENERALI E FUNZIONALITA' da pag. 5 OGGETTI DI COMUNICAZIONE, PARAMETRI ETS E FAQ da pag. 6 OGGETTI DI COMUNICAZIONE

Dettagli

UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA - CT0090 INGEGNERIA DEL SOFTWARE 2016/2017 ARRIFORNISCETE. Piano di Testing 1.1 TEAM CODROT

UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA - CT0090 INGEGNERIA DEL SOFTWARE 2016/2017 ARRIFORNISCETE. Piano di Testing 1.1 TEAM CODROT UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA - CT0090 INGEGNERIA DEL SOFTWARE 2016/2017 ARRIFORNISCETE Piano di Testing 1.1 TEAM CODROT 853540 BONOTTO MIRKO 854763 CERVELLIN GIULIO 853780 ROSSETTO MOSE 28 FEBBRAIO 2017

Dettagli

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria. Manuale d uso Visualizzazione Prontuario Terapeutico Nazionale e Regionale (ASL)

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria. Manuale d uso Visualizzazione Prontuario Terapeutico Nazionale e Regionale (ASL) Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Manuale d uso Visualizzazione Prontuario Terapeutico Nazionale e Regionale (ASL) Indice 1. INTRODUZIONE... 3 2. VISUALIZZAZIONE PRONTUARI TERAPEUTICO NAZIONALE

Dettagli

ARCHITETTURA FISICA DEL SISTEMA

ARCHITETTURA FISICA DEL SISTEMA PROGETTO EBLA+ L uso dei contenitori EBLAplus ti aiuterà a gestire i tuoi documenti in modo facile e organizzato. Potrai in ogni momento, dal tuo dispositivo mobile, controllare quali documenti compongono

Dettagli

PRIMO PASSO. Agenzia Entrate Direzione Provinciale di Trento Ufficio Gestione Tributi

PRIMO PASSO. Agenzia Entrate Direzione Provinciale di Trento Ufficio Gestione Tributi Manuale Tutorial REGISTRAZIONE ATTI TELEMATICI da parte degli ENTI PUBBLICI PRIMO PASSO Gli Enti interessati all'invio telematico richiedono l abilitazione al servizio compilando l apposito modello disponibile

Dettagli

Sistema operativo & file system 1

Sistema operativo & file system 1 Il software (sw) Software di sistema e file system Lezione 1b L esecuzione di programmi è lo scopo di un elaboratore I programmi sono algoritmi codificati in un particolare linguaggio di programmazione

Dettagli

Guida per la registrazione al portale

Guida per la registrazione al portale Guida per la registrazione al portale Indice Generale 1. Registrazione Ditta 1.1 Cosa serve per effettuare la registrazione 1.2 Registrazione legale rappresentante 1.2.1 Come effettuare il primo accesso

Dettagli

Interagire con i dati dell utente: Contatti e Appuntamenti

Interagire con i dati dell utente: Contatti e Appuntamenti Interagire con i dati dell utente: Contatti e Appuntamenti Alessandro Bagnoli Email: alessandro.bagnoli4@studio.unibo.it Matricola: 651803 Programmazione di Sistemi Mobile a.a. 2014/2015 Università di

Dettagli

GUIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA

GUIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA GUIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA Si ricorda che la procedura online presso il portale www.bandiregionaliturismo.viaggiareinpuglia.it è l unica modalità permessa per la compilazione e invio della

Dettagli

ENAIP Trentino Centro Formazione Professionale Alberghiera Primiero

ENAIP Trentino Centro Formazione Professionale Alberghiera Primiero ENAIP Trentino Centro Formazione Professionale Alberghiera Primiero Procedura di utilizzo dell applicazione Ristorazione scolastica v. 1.0 (7 febbraio 2017) La procedura software Ristorazione scolastica

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione della procedura di Registrazione e Validazione Nuovo Utente del Sistema SiAge Rev. 01 Manuale SiAge Registrazione e Validazione Nuovo Utente Pagina 1

Dettagli

COME UTILIZZARE IL SERVIZIO HELPDESK DI MAGGIOLI INFORMATICA

COME UTILIZZARE IL SERVIZIO HELPDESK DI MAGGIOLI INFORMATICA COME UTILIZZARE IL SERVIZIO HELPDESK DI MAGGIOLI INFORMATICA Buone pratiche... 1 Domande frequenti: 1. Come modificare e/o resettare la propria password di accesso... 1 2. Come aggiungere informazioni

Dettagli

Registro elettronico scuola ospedaliera rel. 5.0

Registro elettronico scuola ospedaliera rel. 5.0 Registro elettronico scuola ospedaliera rel. 5.0 MODELLO DI AUTENTICAZIONE E AUTORIZZAZIONE 1/7 INDICE MODELLO DI AUTENTICAZIONE E AUTORIZZAZIONE...3 INTRODUZIONE...3 DESCRIZIONE GENERALE DEL MODELLO DI

Dettagli

ACCESSO AI PORTALI DIREZIONALI REGIONALI

ACCESSO AI PORTALI DIREZIONALI REGIONALI ACCESSO AI PORTALI DIREZIONALI REGIONALI Revisione del Documento: 2.0 Data revisione: 18/04/16 Pagina 1 di 25 Cronologia delle Revisioni Revisione Data Sintesi delle Modifiche 1.0 07-03-2016 Prima stesura

Dettagli

Riferimento rapido dell'applicazione Novell Filr 2.0 Web

Riferimento rapido dell'applicazione Novell Filr 2.0 Web Riferimento rapido dell'applicazione Novell Filr 2.0 Web Febbraio 2016 Riferimento rapido Questo documento è utile per acquisire familiarità con Novell Filr e per comprendere rapidamente i concetti e i

Dettagli

Bancontact/Mister Cash Mobile

Bancontact/Mister Cash Mobile Tabella dei contenuti 1. Introduzione 2. Funzionamento 2.1 Aspetto della pagina di pagamento 2.1.1 Sul computer 2.1.2 Sul tablet 2.1.3 Sullo smartphone 3. Configurazione 3.1 Test 4. Integrazione 5. Layout

Dettagli

Microsoft Visio 2002 UML Sergio Colosio

Microsoft Visio 2002 UML Sergio Colosio Microsoft Visio 2002 UML Sergio Colosio Casi d uso Prima di definire un caso d uso è necessario definire cosa s intende per scenario. Uno scenario è una sequenza di passi che descrivono l interazione tra

Dettagli

Nuovo menu GPSTAR. In particolare vengono visualizzare nell ordine:

Nuovo menu GPSTAR. In particolare vengono visualizzare nell ordine: Nuovo menu GPSTAR Il menu GPSTAR è suddiviso in due parti, la prima a sinistra dove si apre l albero delle gestioni, e la seconda parte a destra del video dove vi è un riquadro dove è possibile visualizzare

Dettagli

Analisi dei rischi: esercizi (esercizio 2)

Analisi dei rischi: esercizi (esercizio 2) Analisi dei rischi: esercizi (esercizio 2) Marco Domenico Aime < m.aime @ polito.it > Marco Vallini < marco.vallini @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. di Automatica e Informatica 1 Strumenti software

Dettagli

- MES Manuale Esterno - Manuale SiAge. Dote Unica Lavoro Rinuncia Perdita dei Requisiti - Conclusione

- MES Manuale Esterno - Manuale SiAge. Dote Unica Lavoro Rinuncia Perdita dei Requisiti - Conclusione - MES Manuale Esterno - Manuale SiAge Dote Unica Lavoro 2014-2020 - Rinuncia Perdita dei Requisiti - Conclusione Revisione del Documento: 00 Data revisione:12-07-2016 Pagina 1 Finanziamenti on line - Manuale

Dettagli

Telematico Digitale. Note di Installazione

Telematico Digitale. Note di Installazione Telematico Digitale Note di Installazione Telematico Digitale INTRODUZIONE NOTE DI INSTALLAZIONE Rel. 1.0 Telematico Digitale si installa direttamente dall indirizzo URL della pagina scaricando uno specifico

Dettagli

Gestione posta del Distretto 2060

Gestione posta del Distretto 2060 Gestione posta del Distretto 2060 0 Premessa Il presente documento riporta le indicazioni e le istruzioni per la gestione della posta sul server distrettuale. Per accedere alla posta si possono utilizzare

Dettagli

Imagicle Hotel. Guida alla configurazione delle centrali Alcatel OXO fino alla Rel. 5.x 6.x

Imagicle Hotel. Guida alla configurazione delle centrali Alcatel OXO fino alla Rel. 5.x 6.x Imagicle Hotel. Guida alla configurazione delle centrali Alcatel OXO fino alla Rel. 5.x 6.x 2016 01/03/2016 2-20 www.imagicle.com Indice 1 CENTRALI ALCATEL SUPPORTATE... 5 2 COME PROGRAMMARE LA CENTRALE

Dettagli

Ing. Vincenzo Falanga

Ing. Vincenzo Falanga Ing. Vincenzo Falanga GoockinG Sommario GoockinG... 2 Indice delle figure... 4 Cos è!... 5 Installazione... 6 Installazione su dispositivi mobili (Tablet, smartphone, )... 6 Installazione su Pc... 6 Avvio

Dettagli