6 IL SISTEMA DIFENSIVO DELLO SBOCCO DEL CANALE DI BRENTA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "6 IL SISTEMA DIFENSIVO DELLO SBOCCO DEL CANALE DI BRENTA"

Transcript

1 1 6 IL SISTEMA DIFENSIVO DELLO SBOCCO DEL CANALE DI BRENTA Dove la valle percorsa del fiume Brenta sfocia nella pianura si trova un antico sistema di avvistamento e difesa. Queste fortificazioni servivano a controllare il Canale di Brenta sia verso Nord che verso Sud. A guardia del Canale di Brenta e della Pedemontana troviamo : 1 il CASTELLO DI ROMANO 2 il CASTELLO DI ANGARANO 3 la BASTIA DI POVE - SOLAGNA E LA TORRE DI SOLAGNA In epoca eceliniana furono luoghi importanti per il controllo del territorio della Marca e della via verso i territori imperiali di Trento e della Carinzia. Nel castello di Romano nacque Ezzelino III. In epoca medioevale controllava il territorio sulla sinistra Brenta ed era uno dei castelli più importanti degli Ezzelini. Ai piedi del monte Castellaro dove si trova il castello di Angarano è stata scavata la necropoli paleoveneta di Angarano riferibile nella sua fase più antica al XII XI secolo a.c. In epoca medioevale controllava il territorio sulla destra Brenta tra il ponte di Bassano e Marostica; anche questo castello fu sotto il controllo diretto degli Ezzelini. La bastia di Pove - Solagna era collegata con un muro fortificato alla torre di Solagna posta alla base del colle a controllo della strada sulla riva sinistra della Brenta. I ritrovamenti più antichi sono riferibili al III IV secolo d.c.

2 2 IL SISTEMA DIFENSIVO DELLO SBOCCO DEL CANALE DI BRENTA 1 - CASTELLO DI ROMANO 2 - CASTELLO DI ANGARANO (Castellaro) 3 - BASTIA DI POVE-SOLAGNA E TORRE DI SOLAGNA Il viaggiatore che venisse, nel XII-XIII secolo, dalla via di Padova o anche di Castelfranco, avrebbe visto il castello di Romano sulla sommità del colle, al di là del fiume il castello di Angarano, poco più addentro nella vallata della Brenta la Bastia sulla sommità di uno sperone montuoso con un muro di sbarramento lungo il crinale fino ad una robusta torre sulla Brenta; e poi il castello di Bassano e più in la verso occidente quello di Marostica e volgendo lo sguardo ad oriente la Rocca di Asolo ed altre torri e fortificazioni. Di tutto questo è rimasto ancora molto, alcune di queste testimonianze sono ancora in piedi parzialmente o in parte, di altre rimangono consistenti resti archeologici suggestivi e importanti dal punto di vista scientifico e culturale.

3 3 LA TORRE DI EZZELINO A ROMANO. Il castello di Romano è così descritto dal Verci alla fine del 1700: Questo e per natura e per arte era quasi inespugnabile; perchè la collina a levante, a mezzodì e a ponente è molto ripida e malagevole a salirsi, e dalle poche vestigia che appariscono desumesi quanto il castello era da ogni parte ben munito a lunga resistenza. Avea figura quadrangolare con doppio recinto di grosse mura, e l esterno, oltre alcune torricelle, aveva a mezzodì uno sporto ad angolo acuto guernito di un forte baluardo. Tra l uno e l altro recinto v erano le abitazioni per la guernigione. Dentro il secondo cerchio poi sorgeva il palazzo oltre una ragguardevole torre, della quale ancora si veggono le fondamenta. L ingresso era dalla parte di settentrione, dove al presente è la chiesa parrocchiale, munito ancora questo di validi baluardi e di torri; e per avvicinarsi bisognava superare per angustosi viottoli l erta, e la disugualianza d altre più basse colline; il che giovava non poco a render piu` forte il castello. (Verci G.B., Storia degli Ecelini,vol. I, pp. 3-4, nota 3) Attualmente sul colle si trova una torre cilindrica di costruzione ottocentesca. Dell antico castello rimane un lacerto dell antico muro di cinta. La parte settentrionale del colle è occupata del cimitero e da una cappella cimiteriale che è ciò che resta dell antica chiesa parrocchiale. Il colle è famoso per due terzine dantesche: In quella parte della terra prava Italica, che siede intra Rialto, E le fontane di Brenta e di Piava, Si leva un colle, e non surge molt alto. Là onde scese già una facella, che fece alla contrada grande assalto. (Paradiso, IX,25-30). VICENDE COSTRUTTIVE E NOTIZIE STORICO-CRITICHE. Il colle ha il significativo nome di Bastia e qui sorgeva il castello dove il 26 aprile 1194 nacque il celeberrimo Ezzelino detto il Tiranno. Le prime notizie archivistiche del castello risalgono al 29 aprile 1085 in un atto di donazione in favore del monastero di S. Eufemia di Villanova. All interno del castello che risulta assai ampio abbiamo anche una cappella dedicata a S. Maria. Comunque la fondazione del castello è certamente più antica. Dopo la morte di Ezzelino III nel 1259 il castello fu distrutto Nel 1370 Francesco Dolfin, capitano per conto di Venezia, rafforza il colle costruendo una bastia. Dal 1404, anno della dedizione di Bassano e territorio a Venezia, inizia il declino dell importanza militare della Bastia. Agli inizi del secolo XVI la proprietà ecclesiastica si è estesa a tutta l area del colle. L attuale torre risale al 1827 e non è altro che il campanile della vecchia chiesa parrocchiale di S.Maria demolita quasi totalmente nel Poco sotto la torre, su un rudere della cinta del castello,la società Nazionale Dante Alighieri elevò nel 1914 un monumento a Dante con incisi su una lapide i versi sopra riportati. Il colle costituisce quindi una notevole stratificazione di testimonianze archeologiche e storiche rese ancor più suggestive dalle ricerche archeologiche che ne hanno riconfermata e illuminata l importanza.

4 4 Il colle costituisce un importante area storica e archeologica cui si aggiunge il fascino del paesaggio e del luogo. La tutela va estesa anche alle antiche case immediatamente a Nord del cimitero che non sono altro che la vecchia canonica. Bibliografia essenziale. G.Farronato. Il colle Bastia - Il castello di Ezzelino - Il monumento a Dante. Romano d Ezzelino G. Farronato. Colle Bastia - Castello e Capitaniato. Romano d Ezzelino G.B.Verci, Storia degli Ecelini, Bassano G.B. Verci, Storia della Marca Trevigiana e Veronese, Venezia Rosada Guido (a cura), Il Castello da Romano sul Colle Bastia, Canova, Dosson (Treviso) 2000.

5 5

6 6

7 7 CASTELLO DI ANGARANO Angarano, come testimoniato dalla sua necropoli e da ritrovamenti vari, era uno dei luoghi dove si stanziarono popolazioni paleovenete. Divenne poi un fundus romano e in epoca longobarda si ebbe un ulteriore stanziamento di questa popolazione. Nel medioevo vi fu costruito un castello di cui abbiamo testimonianza archivistica per la prima volta nel I Da Romano erano proprietari, in questo luogo, di un cospicuo numero di appezzamenti di terra coltivata di svariatissime dimensioni e sul castellaro possedevano un palazzo e la torre. 2 DESCRIZIONE E VICENDE STORICO-CRITICHE Castellaro e M. Crocetta (m. 292). E questo si può dire, un monte solo, con due cime separate da una valletta; e di esse quella a E. à il primo e quella a O. il secondo di questi nomi. Questo monte sta ad Est di S. Giorgio e a O. della Corte. Dalla casa Brocchi salendo direttamente per il vigneto e per i prati si raggiunge il castellaro in 1/4 d ora, ed in 20 minuti prendendo il sentiero meno ripido che gira il colle a Nord; e dalla Corte (salita preferibile) si sale in 20 minuti nella valletta fra le due cime. La vista dal Castellaro è addirittura stupenda [...] la vista è forse migliore dal M. Crocetta, specie verso la pianura. Su ambidue i monti vi sono ruderi d un castello. In questa superba posizione sorgeva il Castello di Angarano, certo assai antico. Esso fu poi degli Ecellini, che quivi avevano tremende prigioni, simili alle Zilie di Padova ed alla Malta di Cittadella. Caduti gli Ecelini, anche questo castello, come Bassano, venne in potere dei Vicentini, e quindi dei Padovani. Nel 1273 Rodolfo da Vivaro, ghibellino di Vicenza di somma considerazione, avvertito che il guelfo podestà Senesio de Bernardi stava tramando qualche cosa contro di lui, fuggì di notte dalla patria con numeroso seguito, ed occupò per sorpresa questo castello, che allora si teneva per i Padovani, e vi si fece forte. I Padovani soccorsi anche dai vicentini, mandarono milizie contro il Vivaro, il quale dopo essersi difeso a lungo dovette, avendo consumato tutti i viveri, abbandonare di notte di nascosto il castello. (Vedi: Brentari, Storia di Bassano, p. 205). 3 I Padovani nel 1275 ordinarono che nelle due torri del castello di Angarano vi fossero due capitani con otto soldati per torre 4 Questo venne qualche anno dopo in potere dei Vicentini; e nel 1312 fu distrutto dalle fondamenta da Marsilio Polafrisana, podestà a Bassano per i Padovani, allora in guerra con Cane della Scala. 5 La fantasia 1 questa villa pure è una fertilissima e buonissima villa; anticamente aveva il nome di castello e era posseduta dalla nobilissima e antichissima famiglia delli Dasmanini, molto potenti nella città di Padova e di Vicenza, ma Eccelino il crudele che sempre cercava di distrugger il sangue nobile della Marca Trevisana, ma in particolare di quei soggetti che potevano opporsi ragionevolmente alla sua tirannide, mandò con gran parte de suoi sicarii, per non dirli soldati, a prender quel castello e dopo che [ebbe] fatto abbruggiare e spianar molte case e fortezze che v erano, fece ammazzare e rabbiosamente lacerar in molte parti Guglielmo dasmanino allora conte di quel luogo. Del 1260 li vicentini volevano ristaurar quel castello, ma perchè i bassanesi erano contrari, s astenevano di farlo. Matteazzi, Storia manoscritta di Marostica, Vicenza Trascrizione di G. Maccà. 1708(circa) Fasoli G., Dalla preistoria al dominio veneto, in AA.VV., Storia di Bassano, Bassano 1980, p. 22. In primis palacium et Turre Castri de Angarano... : 16 gennaio 1262, Elenco dei beni espropriati agli Ezzelini, Verci G.B., Codice eceliniano, Bassano 1779, pp Brentari O., Guida storico alpina di Bassano Sette Comuni,Canale di Brenta, Marostica, Possagno., Bassano1885, pp Eodem anno Rodulfus de Vivario vincentinus tempore noctis, cum quibusdam suis satellitibus, recuperavit castrum Angarani, quod custodiebatur per commune Padue. Ideoque statim potestas praedictus cum magno evercitu ivit et obsedit Angaranum, et deficientibus sibi victualibus de nocte Rodulfus ipse aufugit, sed XXIIII de suis capti et suspensi fuerunt Liber Regiminum Padue, in R.I.S. t. VIII. par. I, fasc. 4, a cura di Bonardi A., Città di Castello1903. p Brentari O., Storia di Bassano e del suo territorio, Bassano 1884, p Verci G.B., Storia della Marca Trevigiana, Venezia ,doc. 210, tomo III,9 (controllare). La notizia è tratta da: Historiae Cortusiorum lib. I,cap. VIII, - Rer. It. Scrip., XII, 781 E; Mussato A., Historia Augusta,Venezia 1636, lib. VI, rub. 7 ed 8; Verci G.B., Storia della Marca Trevigiana, Venezia ,IV, 39. Vedi anche Brentari O., Storia di Bassano e del suo territorio, Bassano 1884,p.209.

8 8 popolare fabbricò su queste rovine storie spaventose di diavoli, che lì sotto tormentano l anima di Ecelino da Romano, noto nelle tradizioni popolari col nome di re Azzolin o re Zalin. 6 Attualmente sono ancora visibili molti resti anche se occultati dalla vegetazione e dal terriccio. CASTELLARO DI ANGARANO DA PRIVA Brentari O., Guida storico alpina di Bassano Sette Comuni,Canale di Brenta, Marostica, Possagno., Bassano1885, pp

9 9 SUGGERIMENTI OPERATIVI L area è di grande interesse storico e archeologico. Sulla sommità si trova il castello medioevale che fu uno degli apparati militari più importanti a guardia del territorio sulla destra della Brenta e sulla pedemontana verso Marostica. Ai piedi del colle si trova, ancora inesplorato, l insediamento abitativo paleoveneto. Nelle immediate vicinanze è stata scavata la celebre necropoli. Lungo la strada verso Valrovina e San Michele si trova la chiesa longobarda di San Giorgio con i preziossimi affreschi e la necropoli longobarda ancora inesplorata. Per quanto riguarda il castello sarebbe molto importante iniziarne l esplorazione archeologica. Da quanto è dato sapere, questa area è certamente una delle più importanti di tutta la pedemontana e della valle. BIBLIOGRAFIA Brentari O., Storia di Bassano e del suo territorio, Bassano 1884 Brentari O., Ecelino da Romano nella mente del popolo e nella poesia, Cittadella 1994,pp Brentari O., Guida storico alpina di Bassano Sette Comuni,Canale di Brenta, Marostica, Possagno., Bassano1885, pp Canova A., G. Mantese, I castelli medievali del vicentino, Vicenza Chemin A.,Itinerari religiosi e militari attraverso la Brenta,in AA.VV. Giornata del F.A.I., Bassano Chemin A.,in:AA.VV., Studio della Valle del Brenta, The University of Manitoba Departement of Landscape Architecture - Istituto Universitario di Architettura di Venezia Daest-Du-Cdl Ptua, Venezia Chiuppani F., Iscrizioni bassanesi sacre e profane. Biblioteca Civica di Bassano del Grappa, mns1740 (circa) Cortusiorum, Historiae lib. I,cap. VIII, - Rer. It. Scrip., XII, Maccà G., Storia del territorio vicentino, Caldogno 1812, XIX Matteazzi Gio.Paolo, Storia manoscritta di Marostica, Vicenza Trascrizione di G. Maccà. 1708(circa) Muraro G.A., Marostica e la dominazione scaligera nel Veneto, Bassano Mussato A., Historia Augusta,Venezia 1636, Verci G.B., Storia Storia della Marca Trevigiana, Venezia Verci G.B., Storia degli Ecelini, Venezia L appendice costituisce il volume detto Codice diplomatico eceliniano, citato C.E, p. 468 :...in primis palacium et turre castri de Angarano

10 10 BASTIA DI POVE-SOLAGNA E TORRE DI SOLAGNA DESCRIZIONE E VICENDE STORICO-CRITICHE Sulla cima della Bastia (m.350; composta interamente di dolomite) si vedono ancora le fondamenta di antiche fortificazioni, che lasciarono il nome al monte che le portava. Secondo la tradizione, già gli Ecelini che avevano beni e castello anche a Solagna, fabbricarono questa rocca o bastia, come pure la torre ai piedi del monte per chiudere la strada, e la muraglia che univa questi due forti. Come poi ci racconta il Sale, nel 1370 Francesco di Carrara, oltre altri luoghi presso Bassano, ristaurò anche questa rocca, e la muragkia che la univa alla torre di Solagna, e di cui restano ancora le rovine. Nel 1372, scoppiata la guerra tra Venezia e il Carrarese, questi mandò a difendere Solagna e la Bastia Francesco Tealdo, con 50 cavalli e 60 fanti 7 ; ma il capitano veneto Taddeo Giustiniani li 3 Settembre prese la Bastia, donde scese ad occupare ed incendiare Solagna, senza però poterne prendere la torre 8. Il Tealdo venne fatto prigione. Nella pace conchiusa poco dopo, la Bastia e Solagna,restarono in potere dei Veneziani. Nel 1378 scoppiò nuova guerra; ed i veneziani rafforzarono la Bastia, la quale fu però presto presa dal Carrarese e fortemente munita. Dopo di allora non ebbe più importanza. 9 Solagna era pure difesa a S. dalle torri sul Cornon, e da quella di cui si vedono ancora i ruderi nella contrada Torre, a piè del monte; ed un muro univa le torri in alto a questa che sbarrava la strada 10 Nel 1373 anche la Torre a difesa della strada sulla Brenta, in seguito a un trattato, è consegnata a Venezia. 11 Nella carta del territorio bassanese disegnata da F. Chiuppani nella suo Historia Bassanese si trova sinteticamente raffigurata la Bastia sul Cornon, la torre di Solagna e il muro di sbarramento che le univa. 12 Anche il Salomonio dà succinta notizia di questi fatti: SOLAGNA Rocca, da Francesco da Carrara del fornita di buon Presidio con Bassano; mà da Taddeo Giustinian Generale de Veneti, doppo un fiero assalto, conquistata; poscia ricuperata dal Carrara: E doppo pochi giorni un altra volta da Veneti occupata, & distrutta. Finalmente rihavuta, & rifabricata dal Carrara, fu poi del 1374, per patti di pace ceduta à Venetiani.13, La pace del 1373 tra Veneziani e Carraresi fu negoziata da Francesco Petrarca.14 Solagna e la fortezza sul Cornon furono riprese dai padovani il 10 giugno Nel 1401 le fortificazioni di Solagna furono ripristinate da Gian Galeazzo Visconti per sbarrare il passo al re di Germania Roberto del Palatinato e per l ultima volta fornite di guarnigione nel 1404 da Caterina Visconti vedova di Gian Galeazzo16. 7 Gatari A., Istoria padovana - Rer. It. Scrip., XVII, p Andrea de Redusiis de Quero, Chronicon Tarvisinum, Rer. It. Scrip., XIX, p Brentari O., Guida storico alpina di Bassano Sette Comuni,Canale di Brenta, Marostica, Possagno., Bassano1885, pp Brentari O., Storia di Bassano e del suo territorio, Bassano 1884, pp Todesco L., Solagna, Padova 1919, p Brentari O., Guida storico alpina di Bassano Sette Comuni,Canale di Brenta, Marostica, Possagno., Bassano1885, p. 88. Brentari O., Storia di Bassano e del suo territorio, Bassano 1884, pp Cronica dei Gatari, in Muratori,R.I.S., tomo 17,p.104. Todesco L., Solagna, Padova 1919, p.19. Signori F., Storia di Pove e dei povesi, Cittadella 1985, p. 27. Su questa guerra tra Padova e Venezia vedi anche: Brentari O., Storia di Bassano e del suo territorio, Bassano 1884, pp Sambin P., La guerra del tra Venezia e Padova, in Arch. Ven. V, v. XXXVIII-XLI ( ). 12 Chiuppani F., Historia Bassanese, ms. in due volumi, Biblioteca Civica di Bassano del Grappa, foglio di guardia. 13 Salomonio F.G., Agri patavini inscriptiones sacrae et profanae, Patavii1646, n Todesco L., Solagna, Padova 1919, p A. e G. Gattari, Istoria Padovana.., p Todesco L., Solagna, Padova 1919, p. 20.

11 11 Dal 1404, anno della dedizione a Venezia, le fortificazioni vennero ricostruite, ma subito dopo abbandonate e solo saltuariamente in occasioni di emergenza vennero riutilizzate. Il giorno 8 di settembre del 1796 Napoleone Bonaparte, scendendo verso Bassano, mette in fuga il presidio austriaco attestato alla Torre.17 Il toponimo Torre appare per la prima volta nel 1317 e nel 1333 in due documenti riguardanti le investiture del feudo vescovile di Solagna18 REPERTI ARCHEOLOGICI TORRE DI SOLAGNA. Resti della torre e del muro di sbarramento; esistono ancore le antiche gallerie scavate nella roccia (da non confondersi con quelle della guerra ). Nei pressi dei ruderi dell antica struttura difensiva medievale che dà il nome alla frazione, durante lavori agricoli e, soprattutto, nel corso della costruzione della linea ferroviaria della Valsugana, si rinvennero tombe romane a inumazione, databili, sulla base dei ritrovamenti monetali ad esse riferibili, ai sec. III e IV d. C Todesco L., Solagna, Padova 1919, p Archivio Capitolare di Padova, Inv. Feud., 5 maggio 1333; si tratta di vari beni, tra cui un appezzamento di terra alberata e arativa dalla misura di tre campi in contrata de la turre. Signori F.,Storia di Solagna e del suo territorio, le origini, Cittadella 1995, p Gerola 1907, p. 10. ASA Saccocci A., Monete provenienti da scavo nel Museo Civico di Bassano del Grappa, in Archeologia Veneta, VII 1984, pp ; p. 149, nr. 13.

12 12 SUGGERIMENTI OPERATIVI * La Bastia è una delle più importanti opere di fortificazione del territorio. I ruderi dell antico apparato di difesa, mascherati dalla vegetazione, sono notevoli. Emerge ancora un apparato in muratura (forse un muro di scarpa) lungo decine di metri e le fondamenta di più ambienti di quello che era il torrione della bastia. Un muro di sbarramento, di cui restano tracce anche significative la congiungeva con la Torre sulla riva della Brenta. * E necessario intraprendere al più presto una adeguata campagna archeologica preceduta da un accurato rilievo topografico. Nel frattempo l area deve essere salvaguardata da ricognizioni e scavi abusivi, vista la fragilità di ciò che rimane. Anche qui devono essere messi in atto i necessari vincoli di tutela. fortificazione, comunque già protetta da un vecchio vincolo della Soprintendenza ai Monumenti. E necessario porre attenzione in qualsiasi lavoro di ripristino nel nucleo urbano ed evitare che i restauri a fini abitativi divengano ristrutturazioni. Alla TORRE dovrebbero emergere: 1 resti delle antiche muraglie inglobati nelle case di abitazione 2 - strutture sotterranee 3 - lacerti di pitture murali, decorazioni e graffiti 4 a livello del suolo ogni scavo per impianti o fognature può intaccare lo strato archeologico * La valorizzazione turistica è di una notevole potenzialità. * Bastia e Torre è uno dei luoghi cui deve essere assegnata una particolare priorità. * Per la Torre è necessaria una salvaguardia immediata dell area circostante i resti del torrione e del muro di sbarramento Resti della torre di Solagna.

13 13 Torre di Solagna. Installazioni difensive sulla costa del monte Bastia

14 14

15 15 BIBLIOGRAFIA Archivio Soprintendenza Archeologica (Padova) 1908 Brentari O., Guida storico alpina di Bassano Sette Comuni,Canale di Brenta, Marostica, Possagno., Bassano1885, pp Brentari O., Storia di Bassano e del suo territorio, Bassano 1884, pp Brentari O., Ecelino da Romano nella mente del popolo e nella poesia, Cittadella 1994, pp CARTA ARCHEOLOGICA DEL VENETO, Vol. I, a cura della Regione Veneto, Modena 1988; Chemin A.,Itinerari religiosi e militari attraverso la Brenta,in AA.VV. Giornata del F.A.I., Bassano Chemin A.,in:AA.VV., Studio della Valle del Brenta, The University of Manitoba Departement of Landscape Architecture - Istituto Universitario di Architettura di Venezia Daest-Du-Cdl Ptua, Venezia Chiuppani F., Historia Bassanese, ms. in due volumi, Biblioteca Civica di Bassano del Grappa, foglio di guardia. Chiuppani F., Iscrizioni bassanesi sacre e profane. Biblioteca Civica di Bassano del Grappa, mns1740 (circa). Farronato G., Romano D Ezzelino, Colle Bastia Castello e Capitaniato, Cassola 1984, pp Fasoli G., in AA.VV., Storia di Bassano, Bassano 1980, p. 43. Gatari Cronica dei, in Muratori,R.I.S., tomo 17, p.104. Gerola. G., Ritrovamenti archeologici nel territorio di Bassano, Bollettino del Museo Civico di Bassano, III/1pp.39-48; IV/ pp. 1-14, Bassano Estratto : Bassano Signori F., Storia di Solagna e del suo territorio, le origini, Cittadella 1995 pp ,70.Torre p.103 e foto n.2 p..3. Saccocci A., Monete provenienti da scavo nel Museo Civico di Bassano del Grappa, in Archeologia Veneta, VII 1984, pp ; p. 149, nr. 13. Sambin P., La guerra del tra Venezia e Padova, in Arch. Ven. V, v. XXXVIII-XLI ( ). Salomonio F.G., Agri patavini inscriptiones sacrae et profanae, Patavii1646, n. 56. Archivio Capitolare di Padova, Inv. Feud., 5 maggio 1333; si tratta di vari beni, tra cui un appezzamento di terra alberata e arativa dalla misura di tre campi in contrata de la turre. Todesco L., Solagna, Padova 1919, p. 20.

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Decreto dirigenziale interministeriale del 6 febbraio 2004 (G.U. n. 52 del 3 marzo 2004), concernente la Verifica dell interesse culturale dei beni immobili di utilità pubblica, così come modificato ed

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 2 del 23 gennaio 2012 pag. 1/22

Allegato A al Decreto n. 2 del 23 gennaio 2012 pag. 1/22 giunta regionale Allegato A al Decreto n. 2 del 23 gennaio 2012 pag. 1/22 Allegato 1 Bacini viticoli omogenei veneti Elenco n descrizione 1 della pianura veneziana del Veneto orientale 2 della pianura

Dettagli

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM il nuovo modo di bere Abruzzo Abruzzo DOP Tullum Tullum è il riconoscimento ai produttori di Tollo, cittadina in provincia di Chieti, che vedono premiata la vocazione di un

Dettagli

Come si fa una ricerca scolastica

Come si fa una ricerca scolastica Come si fa una ricerca scolastica nell'epoca di Internet Per prima cosa......occorre individuare con chiarezza l'argomento della ricerca Poi......dobbiamo cercare il materiale Libri (Enciclopedie o altri)

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO. AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.EU Tra le giornate di martedì 7 e venerdì 10 Settembre 2010, il Veneto è stato interessato

Dettagli

3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO

3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO 3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO Anno 1781 Mulino di Gallina Località: Rio Piastroso Fiume: Dx Rio Piastroso Palmenti: 2 1781, Arch. Stor. S. Marcello, Lettere e Negozi, Vol. 799

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

OLTREPO PAVESE- DAL PARCO DEL TICINO ALLE VALLI DEL VINO

OLTREPO PAVESE- DAL PARCO DEL TICINO ALLE VALLI DEL VINO Questo itinerario intende condurvi alla scoperta delle Valli dell Oltrepò celebri per le produzioni viticole, idealmente costruito per permettervi di scoprire oltre alle bellezze del territorio anche l

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI -numero luoghi: 10 -tempo necessario: 1 giorno (2 giorni x itinerari 1 e 2) -sequenza consigliata:

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

Elaborazione su immagine tratta dal sito www.padovanavigazione.it

Elaborazione su immagine tratta dal sito www.padovanavigazione.it ITINERARIO 3. Sito UNESCO Venezia e la sua laguna (parte in Comune di Codevigo Provincia di Padova); Dai Colli Euganei alla Laguna sud di Venezia, lungo i Canali Vigenzone e Pontelongo; Da Padova alla

Dettagli

AL VALOR MILITARE. presentazione del volume I VICENTINI DECORATI AL VALOR MILITARE NELLA GUERRA 1915 1918

AL VALOR MILITARE. presentazione del volume I VICENTINI DECORATI AL VALOR MILITARE NELLA GUERRA 1915 1918 AL VALOR MILITARE presentazione del volume I VICENTINI DECORATI AL VALOR MILITARE NELLA GUERRA 1915 1918 Mercoledì 23 maggio 2012 Ore 20,30 Sala Civica Corte delle Filande Via Lorenzoni MONTECCHIO MAGGIORE

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

6) I LUOGHI DEL SACRO

6) I LUOGHI DEL SACRO 6) I LUOGHI DEL SACRO Gli edifici di culto spesso hanno orientato l organizzazione territoriale in maniera incisiva e hanno avuto ruolo distintivo nell identità locale: nelle varie epoche hanno creato

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta PREMESSA L itinerario lungo il corso del fiume Brenta è motivato dalla presenza di un area di notevole interesse ambientale che merita una sua specifica valorizzazione anche a livello di turismo minore

Dettagli

Le precipitazioni sul Veneto - Valori stagionali

Le precipitazioni sul Veneto - Valori stagionali Le precipitazioni sul Veneto - Valori stagionali Adriano Barbi, Federica Checchetto, Irene Delillo, Francesco Rech Servizio Meteorologico Teolo (PD) ARPAV, Dipartimento Regionale Sicurezza del Territorio

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 domenica 7 Ottobre 2012 - ore 9.45 GORLE - BERGAMO ARRIVEDERCI alla 42a Settimana Ciclistica Bergamasca dal 2 al 7 settembre 2013 REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA SU STRADA

Dettagli

Rettangoli isoperimetrici

Rettangoli isoperimetrici Bruno Jannamorelli Rettangoli isoperimetrici Questo rettangolo ha lo stesso perimetro di quello precedente. E l area? È la stessa? Il problema di Didone Venere ad Enea: Poi giunsero nei luoghi dove adesso

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti 2014/2015 TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti Atene / Canale di Corinto / Epidauro / Micene / Nauplia / Olympia Arachova / Delfi / Kalambaka / Monasteri Bizantini delle Meteore / Termopili

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE INFORMAZIONI PERSONALI Nome DAL ZOTTO FIORENZA Indirizzo Via Bologna n. 4/9, Mirano Venezia cap. 30035 Telefono 340.75.42.966 349.50.68.205 Fax 041.54.11.201 E-mail

Dettagli

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO Laboratorio Fotografico Omegna.doc missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL a cura di FRANCESCO LILLO Associazione Culturale Mastronauta progetto PER FARE UN ALBERO Laboratorio Fotografico Omegna.doc

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

L incanto di Boccadarno. Insieme cercammo un titolo da dare al tuo bel libro, ma fosti tu poi a sceglierlo, e d incanto appunto si trattava.

L incanto di Boccadarno. Insieme cercammo un titolo da dare al tuo bel libro, ma fosti tu poi a sceglierlo, e d incanto appunto si trattava. Nuova edizione Copyright 1995 Prima Ristampa 1996 Seconda Ristampa 2012 Edizioni ETS Piazza Carrara, 16-19, I-56126 Pisa info@edizioniets.com - www.edizioniets.com Finito di stampare nel mese di maggio

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monti di Carate Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monte di Carate (Freccia gialla) visto da Brunate (*) Monte di Carate visto dalla strada del Bisbino E' formato da una cinquantina di baite immerse

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

TURNI DI GUARDIA FARMACEUTICA NOTTURNA E FESTIVA Orario di apertura delle farmacie:

TURNI DI GUARDIA FARMACEUTICA NOTTURNA E FESTIVA Orario di apertura delle farmacie: Pagina 1 di 2 T U R N O N 1 : DAL 27/02/2015 AL 06/03/2015 CAMPAGNALTA DI SAN MARTINO DI LUPARI Via Brenta, 35 FARMACIA COMUNALE CAMPAGNALTA 049-595.21.29 S.MICHELE D/BADESSE di BORGORICCO Piazza Giovanni

Dettagli

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi...

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi... GLI APPENNINI Gli Appennini sono una catena montuosa che si estende da Nord a Sud per circa 1400 chilometri lungo la penisola italiana. Le montagne degli Appennini sono montagne meno alte di quelle delle

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 1. La Commedia è un testo poligenere perché: 1) utilizza termini provenienti da lingue diverse 2) ha aspetti del poema,

Dettagli

ISEO. Iseo è un piccolo centro turistico sulla sponda sud

ISEO. Iseo è un piccolo centro turistico sulla sponda sud ISEO Iseo è un piccolo centro turistico sulla sponda sud sud-orientale orientale del lago d'iseo con poco più di 9.000 abitanti. Ad una ventina di chilometri a nord del capoluogo provinciale Brescia, il

Dettagli

UN CRITERIO PER LA DEFINIZIONE DI GIORNO CON NEVE AL SUOLO

UN CRITERIO PER LA DEFINIZIONE DI GIORNO CON NEVE AL SUOLO UN CRITERIO PER LA DEFINIZIONE DI GIORNO CON NEVE AL SUOLO Cosa si intende per giorno con neve al suolo? Se può essere relativamente semplice definirlo per un territorio pianeggiante ampio e distante da

Dettagli

Dal Morgarten a Vienna, tra mito e storiografia

Dal Morgarten a Vienna, tra mito e storiografia ANNIVERSARI STORICI Dal Morgarten a Vienna, tra mito e storiografia Di Andrea Tognina Altre lingue: 5 15 MARZO 2015-11:00 Un memoriale di Marignano: l'ossario dei caduti della battaglia conservato a Santa

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Approvata con Deliberazione del Consiglio Direttivo del GAL n. 16

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

LA SITUAZIONE POLITICA NEL BASSO MEDIOEVO

LA SITUAZIONE POLITICA NEL BASSO MEDIOEVO LA SITUAZIONE POLITICA NEL BASSO MEDIOEVO 1. POTERI UNIVERSALI Il medioevo cristiano riconosce dal punto di vista politico due somme autorità, il cui potere è di diritto universale, vale a dire un potere

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R.

VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R. VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R. VIGENTE MODIFICATO ARTICOLO 31 ZONE AGRICOLE 1. Sono considerate zone agricole assimilabili alle zone E del D.M. n

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

STRADARIO DI ISEO: A Airone Via. Alighieri Dante Via. Bedeschi Via Beloardo Via del. Bonardi X Traversa. Bonomelli IV Traversa.

STRADARIO DI ISEO: A Airone Via. Alighieri Dante Via. Bedeschi Via Beloardo Via del. Bonardi X Traversa. Bonomelli IV Traversa. COPYRIGHT TutiicontenutidelepaginecostituentiilpresentedocumentosonoCopyright 2008.Tutiidiritiriservati. Icontenutiqualiadesempio,cartografie,testi,graficiicone,sonodiesclusivaproprietàdiGeoplans.r.l.esonoprotetidaleleggiitalianeedinternazionalisuldiritod

Dettagli

SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA

SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA LEGGI FONDAMENTALI DELLE NORMESISMICHE SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME SISMICHE LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA Giacomo Di Pasquale, Dipartimento della Protezione

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO.

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. Provincia di BERGAMO Comune di Arzago d'adda. Provincia di CREMONA Comuni di Agn adello, Pandino, Palazzo Pignano, Monte Cremasco,

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA ISTITUTO DI EDILIZIA ISTITUTO DI SCIENZA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI TESI

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE DI LONGARE BIBLIOGRAFIA SEZIONE LOCALE: VILLE E VENTIDOTTI DI COSTOZZA SUL TERMINE VENTIDOTTI :

BIBLIOTECA COMUNALE DI LONGARE BIBLIOGRAFIA SEZIONE LOCALE: VILLE E VENTIDOTTI DI COSTOZZA SUL TERMINE VENTIDOTTI : BIBLIOTECA COMUNALE DI LONGARE BIBLIOGRAFIA SEZIONE LOCALE: VILLE E VENTIDOTTI DI COSTOZZA SUL TERMINE VENTIDOTTI : Palladio, Andrea I quattro libri dell'architettura : nè quali, dopo un breve trattato

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES NEW LIGHT ON ROME, ROMA, MERCATI DI TRAIANO, 2000 ARTISTA PETER ERSKINE Gruppo per la storia dell'energia solare (GSES) www.gses.it

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW La filosofia del viaggio nel tempo di ROBERTA SPARROW Traduzione a cura di Paolo Xabaras Montalto In lingua originale lo trovate sul sito ufficiale del film: http://www.donniedarko.com o presso il sito:

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

RETE REP BBUCA A. ASPETTIDELL10lTOCENTO NELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO. Paola Magnarelli. Nella rete repubblicana

RETE REP BBUCA A. ASPETTIDELL10lTOCENTO NELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO. Paola Magnarelli. Nella rete repubblicana Collana di studi storici sammarinesl NE RETE REP BBUCA A ASPETTIDELL10lTOCENTO NELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO Paola Magnarelli Nella rete repubblicana Aspetti dell'ottocento nella Repubblica di Sal) Marino

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007 Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8 Sede Legale: Via Forestuzzo, 41 Asolo (TV) Comuni: Altivole, Asolo, Borso del Grappa, Caerano di San Marco,

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Convenzione quadro del Consiglio d Europa sul valore dell eredità culturale per la società

Convenzione quadro del Consiglio d Europa sul valore dell eredità culturale per la società Convenzione quadro del Consiglio d Europa sul valore dell eredità culturale per la società CONSIGLIO D EUROPA - (CETS NO. 199) FARO, 27.X.2005 Convenzione quadro del Consiglio d Europa sul valore dell

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli