Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno. Collana diretta da Dario Ianes MATELOGICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno. Collana diretta da Dario Ianes MATELOGICA"

Transcript

1 Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Barbara Stucki MATELOGICA Per piccoli geni in matematica VOLUME 4 Numeri fino a e 1 milione Erickson

2 I n d i c e 7 Premessa 9 Attività: informazioni e contenuti 11 SCHEDE GIOCO 57 SOLUZIONI

3 Premessa Sono molto lieta che abbiate scelto questo volume di giochi di logica matematica, che spero saranno utili ad arricchire le vostre lezioni. Considerato che da un certo punto in poi matematica e uso del linguaggio non possono più essere separati l una dall altro, ho cercato con questo testo di dar vita a una miscela il più possibile varia di livelli di difficoltà e di argomenti. L idea guida che ho seguito è stata quella di ottenere una combinazione di contenuti matematici e linguistici insaporita da un pizzico di divertimento enigmistico. Il nostro mondo è pieno di numeri ed è in larga parte definito attraverso di essi. Non c è da meravigliarsi quindi che nelle mie ricerche mi sia imbattuta in divertenti scoperte numeriche che ho subito incluso in questa raccolta di giochi logico-matematici. Tanto internet quanto una varietà di pubblicazioni mi sono stati di grandissimo aiuto, fonti pressoché inesauribili di argomenti, parte dei quali sono confluiti nell ampia varietà di indovinelli contenuti in questo volume. Alcuni di essi sono frutto della fantasia, altri si basano invece su fatti reali. Per quanto riguarda questi ultimi, è capitato che mi sia imbattuta, a proposito di uno stesso argomento, in dati discordanti; in questi casi ho optato per la versione riportata con maggior frequenza. Non mi resta quindi che augurare alle vostre alunne e ai vostri alunni buon divertimento ed emozionanti momenti di gioco fra calcoli, indovinelli e sorprendenti scoperte! Quattro possibilità di differenziazione Ciascun argomento presente all interno del volume è declinato in quattro diversi livelli di difficoltà: è proposto cioè sotto forma di un indovinello più semplice e di uno più impegnativo e può essere svolto con o senza l indicazione dell ordine in base al quale eseguire le istruzioni. I giochi più semplici contengono meno istruzioni ed esercizi di calcolo più facili o in quantità minore. I numeri che precedono le singole istruzioni indicano, come si è detto, la giusta sequenza di svolgimento e permettono ai bambini che hanno qualche difficoltà di orientarsi meglio nell esercizio, senza che vengano meno i requisiti di calcolo necessari per risolverlo. Prima di fotocopiare le schede potete coprire i numeri in modo da adeguare il grado di difficoltà dell esercizio alle capacità dei bambini. Premessa 7

4 Consigli e possibilità didattiche Fate risolvere i giochi di logica matematica in gruppi suddivisi per livello di difficoltà e presentate quindi brevemente ciò che si è appreso. Cercate sui libri o in internet immagini sugli argomenti trattati nei giochi. Cercate altre informazioni a proposito dei vari argomenti. Esercitate l uso della calcolatrice e usatela per risolvere i calcoli. Assegnate i giochi di logica matematica come compito a casa o impiegateli come esercizi di supporto individuale. Create insieme ai bambini giochi analoghi: cercate altri argomenti e formulate nuovi quesiti scambiandoli poi con quelli di un altra classe. Invitate i bambini a inventare altri giochi prendendo spunto dalle schede di pagina 14 e 15. Lasciate lavorare i bambini che hanno qualche difficoltà con i colori, per esempio facendoli evidenziare con lo stesso colore le unità uguali. Ingrandite i giochi e ritagliate le istruzioni, quindi proponetele alla classe in sequenza. 8 Matelogica Volume 4

5 Attività: INFORMAZIONI E CONTENUTI Numero Titolo Numero istruzioni Operazioni Contenuti matematici e altri termini 1 Schede gioco per iniziare 2 Cavalli vapore 12 Add./Sott. 4 3 Kilowatt al posto di cavalli vapore 7 Add./Sott. 3 4 Tirare le somme al luna park 6 Add./Sott. Div. 5 Dopo il luna park 9 Add./Sott. 2, : 2 6 In gita allo zoo 4 Add./Sott. 7 Rimpatriata fra compagni di classe 6 Add./Sott. 8 I giochi olimpici invernali 8 Add. Molt. 9 I giochi olimpici estivi 12 Add. Molt. 10 Paesi e confini 10 Add./Sott. 11 Coste e confini di stato 10 Add./Sott. 12 Numeri cercansi! 11 Add./Sott. 13 Scopri i numeri! 8 Add./Sott. 14 Las Palmas Informazioni turistiche 15 Che differenza di temperatura! 12 Add./Sott. Div. In meno/in più, il doppio, il quadruplo, 3 4 di 100, marche di automobili Meno potente/più potente, il triplo, rendimento, diverse locomotive In meno/in più, frazioni, kg In meno/in più, la metà/il doppio, tanto quanto, frazioni In meno/in più, il quadruplo, 1 3 di, velocità, distanza, tempo, km, h, km/h In meno/in più, velocità più bassa/più alta, velocità media, più veloce, più breve, frazioni, km, h, min, km/h, velocità, distanza, tempo Anni, date, ogni 4 anni con interruzione, numeri ordinali (romani) Anni, date, ogni 4 anni con interruzione, numeri ordinali (romani) Più corto/più lungo, lungo 10 volte, km, linea costiera, confine, Paesi Più corto/più lungo, 1 12 di, compreso, intero, multiplo, lunghezza complessiva, sbocco sul mare, Paesi Il doppio, il triplo della quarta parte, minimo comune multiplo, somma, differenza, frazioni, multipli La metà/il doppio, minimo comune multiplo, prodotto, quoziente, massimo comune divisore, differenza, frazioni, multipli Più fresco/più caldo, più basso/più alto, in media, numeri decimali, arrotondare all unità, gradi centigradi, temperatura, mesi 10 Add./Sott. In meno/in più, più basso/più alto, scendere, temperature sotto lo zero, gradi centigradi, differenza di temperatura, valore massimo/ minimo, toponimi 16 Climi umidi 9 Add./Sott. In meno/in più, il quadruplo, mm, numeri decimali, precipitazioni, città 17 Diagrammi climatici 2 x 11 Add./Sott. In meno/in più, gradi centigradi, mm, media annuale, diagramma climatico, precipitazioni 18 Piscine per tutti i gusti 9 Add./Sott. In meno/in più, 1 20 di, 20 volte, litro, volume 19 Laghi artificiali ed energia idraulica 20 Il mio nome è Bond, James Bond 8 Add./Sott. 5 Add./Sott. In meno/in più, superare, starci 405 volte, m³ e km³, volume di invaso, laghi artificiali In meno/in più, la terza parte, il doppio, il triplo, numeri decimali, milioni, budget, somma, perdita, incasso, a livello mondiale Attività: informazioni e contenuti 9

6 Numero Titolo 21 Campioni d incassi al botteghino Numero Operazioni istruzioni 9 Add./Sott. 22 Le grandi religioni del mondo 7 Add./Sott. 23 Dimmi che lingua parli 12 Add./Sott. 24 Città europee 8 Add./Sott. 25 Paesi e persone 10 Add./Sott. Molt. 26 Decibel e intensità sonora 9 Add./Sott. Molt., : 2 Contenuti matematici e altri termini In meno/in più, milioni, incassi In meno/in più, il settuplo, superiorità numerica, credenti, religioni In meno/in più in assoluto, il sestuplo, 1 5 di, 1 42 di, la metà, differenza, lingue In meno/in più, minore, 23 volte, 4 3 di, arrotondare al migliaio, all unità, numero di abitanti, città In meno/in più, il decuplo, somma, numero di abitanti, Paesi In meno/in più, minore/maggiore, la metà/il doppio, tanto quanto, oltrepassare, decibel 27 Hertz e note musicali 7 Add./Sott. In più, più basso/più alto, vibrazioni al secondo, hertz, note, accordare 28 Lavori di ristrutturazione 29 Piastrellisti all opera 8 Add./Sott. 10 Add./Sott. 30 Allarme lumache 6 Add./Sott. 31 Superfici rettangolari 8 Add./Sott. In meno/in più, il doppio, tanto quanto, in tutto, 1 3 di, 3 8 di, lunghezza, larghezza, m, cm, planimetria In più, frazioni, lunghezza, larghezza, quadrato, m, area piastrellata Lungo/largo la metà/il doppio, frazioni, lunghezza, larghezza, perimetro, m, rapporto Più corto/più lungo, lungo il doppio/la metà, minimo comune multiplo, frazioni, rettangolo, base, altezza, area, cm², numeri al quadrato, rapporto 32 Passeggiate lunari 6 Add./Sott. Più a lungo, 14 volte più a lungo, min, h, numeri ordinali, durata complessiva, precedente, missioni Apollo 33 Avventura Apollo 6 Add./Sott. Più a lungo/meno a lungo, più breve, d, h, min, s, missioni Apollo 34 Scacco matto! 4 Add./Sott. 35 Perimetro e area di quadrati 8 Add./Sott. 36 Superfici di Paesi 7 Add./Sott. 37 Superfici di isole 10 Add./Sott. 38 Fine settimana alle urne 3 Add./Sott. 39 Risultati elettorali 4 Add./Sott. Lunghezza laterale, superficie, cm, cm², base, listello, casella Più piccolo/più grande, frazioni, quadrato, perimetro, area, cm, cm², numeri al quadrato Più piccolo/più grande, 8 volte, la decima parte, superficie, km², Paesi Più piccolo/più grande, la nona parte, il decuplo, superficie, isole Frazioni, percentuale, proposta, urna, partecipazione al voto Frazioni, percentuale, proposta di legge, urna, partecipazione al voto 40 Solido, liquido, gassoso 6 Add./Sott. Più basso/più alto, al di sopra/al di sotto, oltrepassare, gradi centigradi, punto di fusione/di ebollizione, metalli, stati di aggregazione 41 Stati di aggregazione 6 Add./Sott. Più basso/più alto, oltrepassare, gradi centigradi, temperature sotto lo zero, punto di fusione/di ebollizione, non metalli, condensarsi, evaporare 10 Matelogica Volume 4

7 8. i GiOCHi OLiMPiCi invernali I primi giochi olimpici invernali si svolsero nel 1924 a Chamonix, in Francia. Successivamente a ospitare l evento furono nel 1928 la località svizzera di St. Moritz, nel 1932 la località statunitense di Lake Placid, mentre nel 1936 fu la volta della cittadina tedesca di Garmisch-Partenkirchen. Negli anni 1940 e 1944 la manifestazione sportiva fu invece sospesa per via della seconda guerra mondiale. Leggi le indicazioni e scrivi accanto al nome di ciascuna località l anno in cui ha ospitato le Olimpiadi invernali. St. Moritz Oslo Innsbruck Sapporo Lake Placid Albertville Lillehammer Vancouver 2 46 anni dopo le quinte Olimpiadi invernali, Lillehammer ha ospitato la loro XVII edizione. La manifestazione sportiva, organizzata di regola ogni 4 anni, fu anticipata in quell occasione di 2 anni. 5 A Oslo si sono svolti i VI Giochi olimpici invernali. 7 Lake Placid ha organizzato i XIII Giochi olimpici invernali. 3 Innsbruck ha avuto l onore di ospitare i IX e i XII Giochi olimpici invernali. 1 I V Giochi olimpici invernali si sono svolti di nuovo a St. Moritz anni dopo le Olimpiadi invernali di Oslo gli atleti si sono ritrovati a competere a Sapporo. 4 Vancouver ha ospitato i XXI Giochi olimpici invernali. 8 Per i XVI Giochi olimpici invernali gli atleti si sono recati ad Albertville. 22 Schede gioco 2012, B. Stucki, Matelogica Volume 4, Trento, Erickson

8 9. i GiOCHi OLiMPiCi EStivi I moderni Giochi olimpici estivi un idea di Pierre de Coubertin, cittadino francese di nobile ascendenza si svolgono ogni quattro anni fin dal La manifestazione sportiva è stata sospesa solo negli anni 1916, 1940 e 1944 per via dei conflitti bellici in corso. Leggi le indicazioni e scrivi accanto al nome di ciascuna città l anno in cui ha ospitato le Olimpiadi estive. Quanti anni sono trascorsi tra i Giochi olimpici estivi di Los Angeles e quelli di Helsinki? Atene Sydney Monaco di Baviera Amsterdam Berlino Helsinki Parigi Atlanta Londra Los Angeles Mosca Melbourne Sia la I che la XXV edizione delle Olimpiadi estive si sono svolte ad Atene. Berlino ha ospitato i X Giochi olimpici estivi, gli ultimi prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. I XIX Giochi olimpici estivi si sono svolti a Mosca. Per la XIII edizione della manifestazione sportiva gli atleti sono stati ospitati dalla città di Melbourne. A 100 anni dalla I edizione i XXIII Giochi olimpici estivi si sono tenuti ad Atlanta. Helsinki si è distinta per un ottima organizzazione dei XII Giochi olimpici estivi. Parigi ha ospitato due edizioni delle Olimpiadi estive, la II e la VII. Durante i XVII Giochi olimpici estivi di Monaco di Baviera furono effettuati i primi controlli antidoping. Purtroppo la manifestazione sportiva è tristemente nota per l attentato di un gruppo terroristico palestinese in cui persero la vita 11 atleti israeliani. Nell VIII edizione delle Olimpiadi estive, tenutasi ad Amsterdam, le donne hanno preso parte per la prima volta alle competizioni di atletica leggera. Anche Londra ha ospitato due edizioni delle Olimpiadi estive, la IV e la XI. I XXIV Giochi olimpici estivi sono stati disputati nella città australiana di Sydney. Los Angeles è stata sede dei XX Giochi olimpici estivi. 2012, B. Stucki, Matelogica Volume 4, Trento, Erickson Schede gioco 23

9 30. ALLARME LUMACHE Dopo aver rivoltato la terra l agricoltore misura le dimensioni di ogni appezzamento per preparare altrettante recinzioni che proteggano le sue pianticelle dalle lumache. Scopri con l aiuto delle indicazioni il perimetro degli appezzamenti tutti di forma rettangolare e poi rispondi alla domanda. Quanto è lunga la porzione di terreno seminata a fiori? Insalata Fagioli Fragole Cipolle Erbe aromatiche Fiori Lunghezza Larghezza Perimetro 1 Insalata Lunghezza e larghezza dell appezzamento coltivato a insalata misurano in tutto 22 m, di cui i corri spondono alla larghezza. 4 Fagioli La larghezza dell appezzamento coltivato a fagioli è i 4 5 della lunghezza del giardino di erbe aromatiche. Il rapporto tra lunghezza e larghezza di questa porzione di terreno è di 3:2. 3 Erbe aromatiche Il giardino di erbe aromatiche è lungo il doppio di quanto è largo l appezzamento coltivato a insalata. La sua larghezza misura la metà della larghezza dell appezzamento di fragole. Perimetro = (lunghezza + larghezza) 2 5 Cipolle Il perimetro della porzione di terreno coltivata a cipolle misura 30 m in più del perimetro dell appezzamento di fagioli. La sua lunghezza è il doppio della larghezza di quello di fagioli. 2 Fragole La lunghezza dell appezzamento di fragole è 3 2 della lunghezza dell appezzamento di insalata. Per proteggerlo dalle lumache servono 22 m di recinzione in più di quelli necessari per l appezzamento di insalata. 6 Fiori La porzione di terreno seminata a fiori è larga il doppio di quella seminata a cipolle. Servono quindi 90 m di recinzione in più di quelli usati per l appezzamento di cipolle. 44 Schede gioco 2012, B. Stucki, Matelogica Volume 4, Trento, Erickson

10 32. PASSEGGiAtE LUNARi Le missioni Apollo avevano lo scopo di raggiungere la luna ed esplorarne la superficie. Ma delle diciassette missioni compiute soltanto sei si sono concluse con un soggiorno sul satellite terrestre. Leggi le indicazioni e calcola la durata di queste «passeggiate lunari». Quanto sono durate in tutto queste passeggiate lunari? settimane giorni ore minuti Apollo 11 1 allunaggio luglio 1969 Apollo 12 2 allunaggio novembre 1969 Apollo 14 3 allunaggio gennaio 1971 Apollo 15 4 allunaggio luglio 1971 Apollo 16 5 allunaggio aprile 1972 Apollo 17 6 allunaggio dicembre Nel corso del primo allunaggio, la prima volta cioè che l uomo ha messo piede sulla luna, gli astronauti sono tornati nella loro navicella spaziale dopo 135 minuti. 6 L ultimo nonché più lungo soggiorno sulla luna è durato 238 minuti in più del quinto. 4 La quarta visita sulla luna è durata complessivamente 1 giorno, 9 ore e 24 minuti più a lungo della terza. 2 Se il secondo soggiorno sulla luna fosse stato più breve di un solo minuto, sarebbe durato esattamente 14 volte di più della prima escursione lunare. 5 Gli astronauti della sedicesima missione Apollo hanno esplorato la superficie lunare 247 minuti più a lungo degli astronauti della missione precedente. 3 La terza passeggiata sulla luna è durata esattamente 120 minuti più a lungo della seconda. 46 Schede gioco 2012, B. Stucki, Matelogica Volume 4, Trento, Erickson

Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno. Collana diretta da Dario Ianes MATELOGICA

Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno. Collana diretta da Dario Ianes MATELOGICA Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Barbara Stucki MATELOGICA Per piccoli geni in matematica VOLUME 3 Numeri fino a 1000

Dettagli

Ogni primino sa che...

Ogni primino sa che... Ogni primino sa che... A cura della équipe di matematica 25 giugno 2015 Competenze in ingresso Tradizionalmente, nei primi giorni di scuola, gli studenti delle classi prime del Pascal sostengono una prova

Dettagli

MATEMATICA UNITÀ DI APPRENDIMENTO Classi quarte - Scuola Primaria di Bellano - a.s. 2014/2015

MATEMATICA UNITÀ DI APPRENDIMENTO Classi quarte - Scuola Primaria di Bellano - a.s. 2014/2015 METODOLOGIA ATTIVITÀ - MEZZI PERIODO DI ATTUAZIONE I NUMERI NATURALI Simbolizzare la realtà con il linguaggio della matematica. Storia, Tecnologia, Italiano Lettura e scrittura di numeri naturali oltre

Dettagli

MateMatica in allegria

MateMatica in allegria Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Antonella Fedele e Antonio Saltarelli MateMatica in allegria Classe prima Schede operative,

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

2. Nelle Olimpiadi dell antichità potevano gareggiare: A gli uomini greci e stranieri C gli uomini e le donne della Grecia

2. Nelle Olimpiadi dell antichità potevano gareggiare: A gli uomini greci e stranieri C gli uomini e le donne della Grecia 1 ognome... Nome... lasse... ata... LE OLIMPII OLIMPII NTIHE 1. Le Olimpiadi dell antichità si disputarono per: circa 100 anni circa 1000 anni circa 500 anni circa 10 000 anni 2. Nelle Olimpiadi dell antichità

Dettagli

MODULO 1. Conoscere e misurare le grandezze

MODULO 1. Conoscere e misurare le grandezze Prof. M. C. Capizzo MODULO 1 Conoscere e misurare le grandezze Cos è la Fisica? Indagine sulla natura con gli strumenti matematici MECCANICA TERMODINAMICA ELETTROMAGNETISMO movimento dei corpi fenomeni

Dettagli

Terza Edizione Giochi di Achille (13-12-07) - Olimpiadi di Matematica Soluzioni Categoria M1 (Alunni di prima media)

Terza Edizione Giochi di Achille (13-12-07) - Olimpiadi di Matematica Soluzioni Categoria M1 (Alunni di prima media) Il Responsabile coordinatore dei giochi: Prof. Agostino Zappacosta Chieti tel. 087 65843 (cell.: 340 47 47 95) e-mail:agostino_zappacosta@libero.it Terza Edizione Giochi di Achille (3--07) - Olimpiadi

Dettagli

Programmazione Didattica a.s. 2014 / 2015 Scuola Infanzia Berruto di Baldissero Torinese

Programmazione Didattica a.s. 2014 / 2015 Scuola Infanzia Berruto di Baldissero Torinese Programmazione Didattica a.s. 2014 / 2015 Scuola Infanzia Berruto di Baldissero Torinese Il bambino è come un germoglio che, per crescere sano, trova nelle esperienze il terreno fertile, nelle conoscenze

Dettagli

Classe 1ASU a.s. 2012/13 Matematica - prof.alberto Rossi. Testo: Nuova Matematica a colori Algebra e Geometria 1, Petrini con Quaderno di recupero

Classe 1ASU a.s. 2012/13 Matematica - prof.alberto Rossi. Testo: Nuova Matematica a colori Algebra e Geometria 1, Petrini con Quaderno di recupero ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA DANIELE CRESPI Liceo Internazionale Classico e Linguistico VAPC02701R Liceo delle Scienze Umane VAPM027011 Via G. Carducci 21052 BUSTO ARSIZIO (VA) www.liceocrespi.it-tel.

Dettagli

REGIONE PIEMONTE. Asse MATEMATICO (prova 1) Codice corso: Allievo: Cod. fiscale: ASSE CULTURALE MATEMATICO. Questionario

REGIONE PIEMONTE. Asse MATEMATICO (prova 1) Codice corso: Allievo: Cod. fiscale: ASSE CULTURALE MATEMATICO. Questionario Pagina 1 di 15 REGIONE PIEMONTE ASSE CULTURALE MATEMATICO Questionario Asse MATEMATICO (prova 1) Codice corso: Allievo: Cod. fiscale: Pagina 2 di 15 Modalità di erogazione Se la somministrazione della

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Operare in situazioni reali e/o disciplinari con tecniche e procedure di calcolo L alunno si muove con sicurezza nel calcolo anche con i numeri razionali, ne padroneggia le diverse e stima la grandezza

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA MATEMATICA

SCUOLA PRIMARIA MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA MATEMATICA IL NUMERO CLASSE PRIMA Operare con il numero e impiegare specifiche abilità disciplinari come strumenti per affrontare esperienze di vita quotidiana. Comprende il significato

Dettagli

INSERTO SPECIALE IN QUESTO NUMERO

INSERTO SPECIALE IN QUESTO NUMERO INSERTO SPECIALE IN QUESTO NUMERO Proponiamo all attenzione dei nostri lettori la sintesi del manuale Cannabis e danni alla salute, pubblicazione scientifica prodotta dal Dipartimento per le Politiche

Dettagli

CURRICOLO DI MATEMATICA CLASSE PRIMA

CURRICOLO DI MATEMATICA CLASSE PRIMA CURRICOLO DI MATEMATICA CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA NUCLEI FONDANTI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCITIVA IL NUMERO CARATTERISTICHE Quantità entro il numero 20 Cardinalità Posizionalità RELAZIONI

Dettagli

ATTIVITÀ LOGICO MATEMATICHE

ATTIVITÀ LOGICO MATEMATICHE Finalità ATTIVITÀ LOGICO MATEMATICHE La matematica si propone come strumento per modellizzare il mondo e le attività dell uomo e, nello stesso tempo, come costruzione logica, indipendente dalle sue applicazioni

Dettagli

CURRICOLO MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze Sviluppare un atteggiamento positivo nei confronti della matematica. Obiettivi di apprendimento NUMERI Acquisire

Dettagli

MESSA A PUNTO DI UNA SITUAZIONE A-DIDATTICA

MESSA A PUNTO DI UNA SITUAZIONE A-DIDATTICA MESSA A PUNTO DI UNA SITUAZIONE A-DIDATTICA IL GIOCO: COSTRUIAMO L AIUOLA L obiettivo generale del gioco è quello di far acquisire operativamente, tramite un tipo di apprendimento per scoperta che parte

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO MATEMATICA DELIBERATO ANNO SCOL. 2015/2016

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO MATEMATICA DELIBERATO ANNO SCOL. 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO MATEMATICA DELIBERATO ANNO SCOL. 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA MATEMATICA AREA DISCIPLINARE: MATEMATICO- SCIENTIFICO-TECNOLOGICA COMPETENZA DI Mettere in relazione il

Dettagli

Pubblicazioni di Michele T. Mazzucato. Recensioni in rete

Pubblicazioni di Michele T. Mazzucato. Recensioni in rete aggiornamento al 06 dicembre 2010 Pubblicazioni di Michele T. Mazzucato Un viaggio attraverso il tempo, dalle primitive idee alle attuali conoscenze, sull evolversi del pensiero filosofico e scientifico

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

La sezione di Matematica della prova nazionale

La sezione di Matematica della prova nazionale La sezione di Matematica della prova nazionale Giorgio Bolondi Roma, 18 aprile 2008 Presentazione Prova Nazionale 1 Cosa può valutare? I diversi processi valutativi messi in atto dall insegnante accompagnano

Dettagli

La scuola integra culture. Scheda3c

La scuola integra culture. Scheda3c Scheda3c Gli ELEMENTI DEL CLIMA che caratterizzano le condizioni meteorologiche di una regione sono: la temperatura, la pressione atmosferica, i venti, l umidità e le precipitazioni. La temperatura è data

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2012 2013 PROVA DI MATEMATICA. Scuola primaria. Classe Quinta Fascicolo 1

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2012 2013 PROVA DI MATEMATICA. Scuola primaria. Classe Quinta Fascicolo 1 Prova di MateMatica - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2012 2013 PROVA DI MATEMATICA Scuola primaria Classe Quinta Fascicolo 1 Spazio per l etichetta autoadesiva

Dettagli

CURRICOLO DI MATEMATICA CLASSE PRIMA scuola PRIMARIA CONTENUTI OBIETTIVI COMPETENZE ATTIVITA NUMERI

CURRICOLO DI MATEMATICA CLASSE PRIMA scuola PRIMARIA CONTENUTI OBIETTIVI COMPETENZE ATTIVITA NUMERI CURRICOLO DI MATEMATICA CLASSE PRIMA scuola PRIMARIA CONTENUTI OBIETTIVI COMPETENZE ATTIVITA NUMERI Numeri naturali Ordinalità Cardinalità Ricorsività Confronto Misura Valore posizionale Operazioni Contare

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MATEMATICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MATEMATICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MATEMATICA Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione culturale delle persone e delle comunità, sviluppando le capacità di mettere

Dettagli

17 Rally Matematico Transalpino, prova 1

17 Rally Matematico Transalpino, prova 1 17 Rally Matematico Transalpino, prova 1 I problemi del RMT sono protetti da diritti di autore. Per un'utilizzazione in classe deve essere indicata la provenienza del problema inserendo la dicitura " ARMT".

Dettagli

Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino

Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI LOVERE VIA DIONIGI CASTELLI, 2 - LOVERE Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Le programmazioni didattiche sono state stese in base

Dettagli

MATEMATICA - CLASSE TERZA

MATEMATICA - CLASSE TERZA MATEMATICA - CLASSE TERZA I NUMERI NATURALI E LE 4 OPERAZIONI U. A. 1 - IL NUMERO 1. Comprendere la necessità di contare e usare i numeri. 2. Conoscere la struttura dei numeri naturali. 3. Conoscere e

Dettagli

E costituito da un indice.

E costituito da un indice. Questo semplice quaderno di matematica è pensato sia per bambini e bambine che hanno problemi specifici di apprendimento sia per quei bambini e bambine che hanno solo bisogno di un ripasso prima di un

Dettagli

MATEMATICA PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE TERZA PRIMARIA

MATEMATICA PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE TERZA PRIMARIA MATEMATICA PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE TERZA PRIMARIA INDICAZIONI METODOLOGICHE L'approccio approccio metodologico adottato si fonda sulla convinzione che la caratteristica fondamentale del pensiero

Dettagli

ABCD è un rettangolo, e M è il punto medio del segmento BC. Cosa si può dire dell area del triangolo AMC?

ABCD è un rettangolo, e M è il punto medio del segmento BC. Cosa si può dire dell area del triangolo AMC? Avvertenze: quelli che seguono sono esempi di quesiti. Non si tratta, nel suo complesso, di un esempio di prova, nel senso che non sono necessariamente rispettate le proporzioni di quesiti dei diversi

Dettagli

16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1

16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1 16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1 1. PERLE ROSSE (Cat. 3) ARMT.2008-16 - finale Martina e Carlotta hanno trovato delle perle gialle, blu e rosse. Decidono di farsi una collana ciascuna e infilano

Dettagli

Dal volantino ufficiale della manifestazione

Dal volantino ufficiale della manifestazione Dal volantino ufficiale della manifestazione La Matematica non è un gioco, ma i giochi possono rivelarsi preziosi per: COINVOLGERE gli studenti che si trovano in difficoltà con il programma o ne ricavano

Dettagli

Scuola Primaria Giotto Direzione Didattica 4 Circolo

Scuola Primaria Giotto Direzione Didattica 4 Circolo Scuola Primaria Giotto Direzione Didattica 4 Circolo Carpi Il laboratorio linguistico proposto è di avviamento allo studio per alunni stranieri delle classi 4 e 5 della Scuola Primaria. Il progetto presentato

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

Soluzioni Cat. Sup-B (Alunni biennio Superiori)

Soluzioni Cat. Sup-B (Alunni biennio Superiori) Settima Edizione Giochi di Achille e la tartaruga 15-DIC-2011 - Chieti Il Responsabile coordinatore dei giochi: Prof. Agostino Zappacosta Chieti tel. 0871 65843 (cell.: 340 47 47 952) e-mail:agostino_zappacosta@libero.it

Dettagli

Sistema di numerazione binario, operazioni relative e trasformazione da base due a base dieci e viceversa di Luciano Porta

Sistema di numerazione binario, operazioni relative e trasformazione da base due a base dieci e viceversa di Luciano Porta Sistema di numerazione binario, operazioni relative e trasformazione da base due a base dieci e viceversa di Luciano Porta Anche se spesso si afferma che il sistema binario, o in base 2, fu inventato in

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA CLASSE PRIMA 1. : PADRONEGGIARE ABILITÀ DI CALCOLO ORALE E SCRITTO 1.1 Leggere, scrivere, comporre, scomporre, confrontare, ordinare i numeri fino a 20 1.2 Eseguire

Dettagli

INDICATORI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO classe prima

INDICATORI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO classe prima INDICATORI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO classe prima NUMERI Descrivere e simbolizzare la realtà utilizzando il linguaggio e gli strumenti matematici Imparare ad usare il numero naturale per contare, confrontare,

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

ESERCIZI DI FISICA (A)

ESERCIZI DI FISICA (A) ESERCIZI DI FISICA (A) Operazioni tra grandezze fisiche e cifre significative 1. Determinare quante cifre significative hanno i seguenti numeri: (a) 0,75; (b) 8,051; (c) 152,46; (d) 12,00; (e) 4,5 10 2

Dettagli

PIANO DI STUDIO Settore Scuola Primaria Anno Scolastico 2014/2015

PIANO DI STUDIO Settore Scuola Primaria Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI TAGGIA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DI STUDIO Settore Scuola Primaria Anno Scolastico 2014/2015 CLASSE QUARTA Ogni équipe pedagogica organizzerà, per gli alunni della rispettiva

Dettagli

SCUOLA PER L INFANZIA BADOLATO

SCUOLA PER L INFANZIA BADOLATO SCUOLA PER L INFANZIA DI BADOLATO ISTITUTO COMPRENSIVO BADOLATO PROGETTO ORTO IN CONDOTTA Scuola dell'infanzia Badolato -Santa Caterina Marina e Santa Caterina c.c. Il progetto orto in condotta vuole

Dettagli

LA CONOSCENZA DEL MONDO SCUOLA DELL INFANZIA. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3 anni 4 anni 5 anni

LA CONOSCENZA DEL MONDO SCUOLA DELL INFANZIA. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3 anni 4 anni 5 anni SCUOLA DELL INFANZIA INDICATORI LA CONOSCENZA DEL MONDO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3 anni 4 anni 5 anni Riconoscere la quantità. Ordinare piccole quantità. Riconoscere la quantità. Operare e ordinare piccole

Dettagli

ESERCITAZIONI PROPEDEUTICHE DI MATEMATICA. A. Concetti e proprietà di base del sistema dei numeri della matematica ( ) + 64 7 10 :5

ESERCITAZIONI PROPEDEUTICHE DI MATEMATICA. A. Concetti e proprietà di base del sistema dei numeri della matematica ( ) + 64 7 10 :5 ESERCITAZIONI PROPEDEUTICHE DI MATEMATICA PER IL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA Ana Millán Gasca Luigi Regoliosi La lettura e lo studio del libro Pensare in matematica da parte degli

Dettagli

MATEMATICA AL VOLO IN QUINTA

MATEMATICA AL VOLO IN QUINTA Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Camillo Bortolato MATEMATICA AL VOLO IN QUINTA Calcolo e risoluzione di problemi con

Dettagli

Insegnanti. Prima A Prima B Prima C

Insegnanti. Prima A Prima B Prima C DIREZIONE DIDATTICA I X CIRCOLO A. MANZONI - FOGGIA Prima A Prima B Prima C Insegnanti D Addario Maria Teresa, Lecce Maria, Mastriani Paola. Montanarella Rosa Maria, Lecce Maria, Longo Annalisa, Mastriani

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA. Scuola Primaria. Classe Quinta. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2011 2012

PROVA DI MATEMATICA. Scuola Primaria. Classe Quinta. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2011 2012 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva

Dettagli

18 Rally Matematico Transalpino, prova 1

18 Rally Matematico Transalpino, prova 1 18 Rally Matematico Transalpino, prova 1 I problemi del RMT sono protetti da diritti di autore. Per un'utilizzazione in classe deve essere indicata la provenienza del problema inserendo la dicitura " ARMT".

Dettagli

CURRICOLO MATEMATICA OBIETTIVI E COMPETENZE

CURRICOLO MATEMATICA OBIETTIVI E COMPETENZE CURRICOLO MATEMATICA OBIETTIVI E COMPETENZE CLASSE OBIETTIVI COMPETENZE PRIMA Conoscere ed operare con i numeri Contare oggetti o eventi, con la voce e mentalmente, in senso progressivo e regressivo. Leggere

Dettagli

1 Sistema additivo e sistema posizionale

1 Sistema additivo e sistema posizionale Ci sono solamente 10 tipi di persone nel mondo: chi comprende il sistema binario e chi no. Anonimo I sistemi di numerazione e la numerazione binaria 1 Sistema additivo e sistema posizionale Contare per

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RIGNANO - INCISA

ISTITUTO COMPRENSIVO RIGNANO - INCISA ISTITUTO COMPRENSIVO RIGNANO - INCISA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI MATEMATICA Scuola primaria - Classe terza 1 quadrimestre NUMERI Obiettivi Contare oggetti o eventi, con la voce e mentalmente, in senso progressivo

Dettagli

ANALISI WEB. www.adriacoast.com

ANALISI WEB. www.adriacoast.com ANALISI WEB www.adriacoast.com Con questa analisi si intendono sottoporre a valutazione le provenienze delle sessioni che sono state registrate sul portale www.adriacoast.com, e più precisamente quali

Dettagli

Il calcolo letterale per risolvere problemi e per dimostrare

Il calcolo letterale per risolvere problemi e per dimostrare Il calcolo letterale per risolvere problemi e per dimostrare (si prevedono circa 25 ore di lavoro in classe) Nome e cognome dei componenti del gruppo che svolge le attività di gruppo di questa lezione

Dettagli

MATEMATICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE COMUNI A TUTTI GLI INDICATORI

MATEMATICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE COMUNI A TUTTI GLI INDICATORI INFANZIA I bambini esplorano continuamente la realtà e imparano a riflettere sulle proprie esperienze descrivendole, rappresentandole, riorganizzandole con diversi criteri. Pongono così le basi per la

Dettagli

PER GLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIME DEL LICEO MURATORI ESERCIZI DI MATEMATICA

PER GLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIME DEL LICEO MURATORI ESERCIZI DI MATEMATICA LICEO CLASSICO STATALE L. A. MURATORI con sezioni di Liceo Linguistico Via Cittadella, 50-411 MODENA - Tel. 059-4007 - FAX 059-497186 e-mail: mopc00008@pec.istruzione.it - mopc00008@istruzione.it Codice

Dettagli

ALLEGATO 4. Scuola Primaria. Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI

ALLEGATO 4. Scuola Primaria. Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI ALLEGATO 4 Scuola Primaria Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI VOTO Eccellenti competenze e pieno controllo degli aspetti tecnici e formali. Rivela creatività, logica

Dettagli

CURRICOLO MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Competenze Conoscenze Abilità L alunno riconosce il significato dei numeri ed i modi per rappresentarli i numeri naturali entro il 20 nei loro aspetti

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE

CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE I. Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati. II. Sa esprimere e comunicare

Dettagli

CONTENUTI ESSENZIALI MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA I GRADO PRIMO BIENNIO

CONTENUTI ESSENZIALI MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA I GRADO PRIMO BIENNIO CONTENUTI ESSENZIALI MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA I GRADO PRIMO BIENNIO PRIMA Benvenuti in prima! Classificazione Confronto di quantità I vari aspetti del numero: cardinale, ordinale, linguistico,

Dettagli

Quale numero riportato sulla piantina identifica il Partenone? A. 19 B. 17 C. 14 D. 1

Quale numero riportato sulla piantina identifica il Partenone? A. 19 B. 17 C. 14 D. 1 E1. L immagine qui sotto è una ricostruzione dell Acropoli di Atene. L edificio indicato con P è il Partenone, tempio dedicato alla dea Atena. Osserva ora questa piantina dell Acropoli: Quale numero riportato

Dettagli

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA MATEMATICA - TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE Raggruppa e ordina secondo criteri diversi. Confronta e valuta quantità. Utilizza semplici simboli per registrare. Compie

Dettagli

Le frazioni: dalla teoria alla pratica

Le frazioni: dalla teoria alla pratica IV circolo - Forlì Gruppo di autoformazione Le frazioni: dalla teoria alla pratica Un percorso in verticale dalla prima alla quinta Anno scolastico 2007 / 2008 Giochi di simmetria Simmetria interna Lettere,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

PROGRAMMI STUDIO JUNIOR

PROGRAMMI STUDIO JUNIOR STUDIO JUNIOR Programmi Studio Junior La scelta migliore per le prime esperienze all estero dei tuoi figli! Tramite i nostri partner organizziamo programmi di attività per gruppi di ragazzi con grande

Dettagli

Matematica classe 1^

Matematica classe 1^ NUCLEO TEMATICO 1 Numeri 1 L alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali. 7 legge e comprende testi che coinvolgono aspetti logici e matematici. NUCLEO TEMATICO 2

Dettagli

IL PROFILO DEL CONI LA STORIA DEL CONI IL CONI OGGI IL MODELLO DI GOVERNANCE IL SISTEMA DI CONTROLLO E GESTIONE DEI RISCHI

IL PROFILO DEL CONI LA STORIA DEL CONI IL CONI OGGI IL MODELLO DI GOVERNANCE IL SISTEMA DI CONTROLLO E GESTIONE DEI RISCHI IL PROFILO DEL CONI LA STORIA DEL CONI IL CONI OGGI IL MODELLO DI GOVERNANCE IL SISTEMA DI CONTROLLO E GESTIONE DEI RISCHI IL CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO DI CONI E CONI SERVIZI 3 CONI BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ

Dettagli

I bambini si soffermano su fiori e piante, osservando con la lente di ingrandimento. Proviamo a chiamare per nome le piante e i fiori conosciuti:

I bambini si soffermano su fiori e piante, osservando con la lente di ingrandimento. Proviamo a chiamare per nome le piante e i fiori conosciuti: Cari bambini, l altro giorno ho sentito le vostre voci in cortile, quanto sono stato felice. Vorrei tanto che mi raccontaste dei vostri giochi, dei posti che conoscete e che andrete a conoscere, di quello

Dettagli

Guida alla navigazione

Guida alla navigazione 2 Guida alla navigazione Note generali Il programma si installa automaticamente nel pc creando un icona sul desktop per poterlo poi avviare. Il software è utilizzabile con qualsiasi lavagna interattiva

Dettagli

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Unità 1 Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Itinerario 1 Il cammino degli Stati europei 10 Le origini dell Europa 10 Un continente diverso dagli altri 10 L Europa romana e medievale 12 L Impero

Dettagli

MATEMATICA PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

MATEMATICA PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA MATEMATICA PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA COMPETENZA 1 UTILIZZARE CON SICUREZZA LE TECNICHE E LE PROCEDURE DI CALCOLO ARITMETICO SCRITTO E MENTALE CON RIFERIMENTO A CONTESTI REALI Stabilire

Dettagli

MATEMATICA Competenza chiave europea: COMPETENZA MATEMATICA E COMPETENZE DI BASE IN SCIENZA E TECNOLOGIA Competenza specifica: MATEMATICA

MATEMATICA Competenza chiave europea: COMPETENZA MATEMATICA E COMPETENZE DI BASE IN SCIENZA E TECNOLOGIA Competenza specifica: MATEMATICA MATEMATICA Competenza chiave europea: COMPETENZA MATEMATICA E COMPETENZE DI BASE IN SCIENZA E TECNOLOGIA Competenza specifica: MATEMATICA Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione culturale

Dettagli

N. 4 I ludi geometrici di Leonardo da Vinci Un gioco per avvicinarsi al concetto di area franco ghione, daniele pasquazi

N. 4 I ludi geometrici di Leonardo da Vinci Un gioco per avvicinarsi al concetto di area franco ghione, daniele pasquazi N. 4 I ludi geometrici di Leonardo da Vinci Un gioco per avvicinarsi al concetto di area franco ghione, daniele pasquazi Tra i molteplici interessi scientifici di Leonardo non dobbiamo dimenticare la matematica.

Dettagli

Fb; ASD Sport&Turismo Club. (Verso l'olimpiade del 2016 che vedrà per la prima volta l'ingresso del beach tennis)

Fb; ASD Sport&Turismo Club. (Verso l'olimpiade del 2016 che vedrà per la prima volta l'ingresso del beach tennis) http://www.ascsport.it/ Fb: ASC Sport Beach Tennis ascsportsardegna.jimdo.com ASD Sport&Turismo Club Sardegna Via Roma, 250-09040 Siurgus Donigala officesolutionstrexenta@gmail.com ASC Sport Sardegna Beach

Dettagli

TERZO MODULO ALFABETO IN GIOCO

TERZO MODULO ALFABETO IN GIOCO TERZO MODULO ALFABETO IN GIOCO In questo modulo vengono presentate con le lettere dell alfabeto attività di successione e combinazione che solitamente sono proposte con i numeri; in questo modo gli alunni

Dettagli

I Giochi di Archimede -- Soluzioni triennio 21 novembre 2007

I Giochi di Archimede -- Soluzioni triennio 21 novembre 2007 PROGETTO OLIMPIDI DI MTEMTI U.M.I. UNIONE MTEMTI ITLIN MINISTERO DELL PULI ISTRUZIONE SUOL NORMLE SUPERIORE I Giochi di rchimede -- Soluzioni triennio 1 novembre 007 Griglia delle risposte corrette Problema

Dettagli

Geometria in gioco. Erickson. Carte, tombola e cruciverba per favorire l apprendimento delle figure piane. Patrizia Fantuzzi

Geometria in gioco. Erickson. Carte, tombola e cruciverba per favorire l apprendimento delle figure piane. Patrizia Fantuzzi Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Patrizia Fantuzzi Geometria in gioco Carte, tombola e cruciverba per favorire l apprendimento

Dettagli

Insegnare il coding. In Italia tra le linee guida del governo sulla «Buona scuola» «L educazione al pensiero computazionale e al coding»

Insegnare il coding. In Italia tra le linee guida del governo sulla «Buona scuola» «L educazione al pensiero computazionale e al coding» Il codingnella nella didattica metacognitiva Cos è il coding? Per coding si intende la stesura di un programma, cioè di una sequenza di istruzioni che eseguite da un calcolatore danno vita alla maggior

Dettagli

II.b. dei numeri decimali. in problemi di misura. La rappresentazione sulla retta

II.b. dei numeri decimali. in problemi di misura. La rappresentazione sulla retta I numeri decimali in problemi di misura. La rappresentazione sulla retta II.b Si acquisisce familiarità con i numeri decimali anche attraverso attività di misura concrete, ad esempio con il tradizionale

Dettagli

IL COMPLEANNO DI FATIMA

IL COMPLEANNO DI FATIMA IL COMPLEANNO DI FATIMA Oggi è la mia festa: compio 12 anni. Sono nata a Rabat, in Marocco, il 9 gennaio 1993. Ho un fratello più grande di me: si chiama Ahmed e ha 20 anni. Poi ho una sorella più piccola,

Dettagli

A.S. 2012-1013 CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA D ISTITUTO COMPETENZA CHIAVE EUROPEA DISCIPLINA

A.S. 2012-1013 CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA D ISTITUTO COMPETENZA CHIAVE EUROPEA DISCIPLINA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1 grado San Giovanni Teatino (CH) CURRICOLO A.S. 2012-1013 CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA OBIETTIVI DI Sviluppa

Dettagli

Prova di auto-valutazione 2006

Prova di auto-valutazione 2006 Prova di auto-valutazione 2006 Questa prova permette ai candidati di valutare la propria abilità di risolvere problemi e di riconoscere le nozioni mancanti. La correzione sarà fatta dal proprio professore

Dettagli

MATEMATICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

MATEMATICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE Il bambino raggruppa e ordina oggetti e materiali secondo criteri diversi. Identifica alcune proprietà dei materiali. Confronta e valuta quantità. Utilizza simboli per registrare

Dettagli

SIMULAZIONE TEST INVALSI

SIMULAZIONE TEST INVALSI SIMULAZIONE TEST INVALSI GRAFICI Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: MATEMATICA - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: MATEMATICA - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PRIMA DELLA DISCIPLINA: MATEMATICA - CLASSE PRIMA L alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali. Legge e comprende testi che coinvolgono aspetti logici e matematici.

Dettagli

Quarta Edizione Giochi di Achille e la tartaruga Giochi Matematici (11-12-08) Soluzioni Categoria M3 (Alunni di terza media)

Quarta Edizione Giochi di Achille e la tartaruga Giochi Matematici (11-12-08) Soluzioni Categoria M3 (Alunni di terza media) Il Responsabile coordinatore dei giochi: Prof. Agostino Zappacosta Chieti tel. 0871 65843 (cell.: 340 47 47 952) e-mail:agostino_zappacosta@libero.it Quarta Edizione Giochi di Achille e la tartaruga Giochi

Dettagli

Lunghezza Massa Peso Volume Capacità Densità Peso specifico Superficie Pressione Forza Lavoro Potenza

Lunghezza Massa Peso Volume Capacità Densità Peso specifico Superficie Pressione Forza Lavoro Potenza Misurare una grandezza La Grandezza 1. La grandezza è una caratteristica misurabile. Lunghezza Massa Peso Volume Capacità Densità Peso specifico Superficie Pressione Forza Lavoro Potenza 2. Misurare una

Dettagli

COMPETENZE SPECIFICHE

COMPETENZE SPECIFICHE COMPETENZE IN MATEMATICA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: MATEMATICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2012. MATEMATICA TRAGUARDI ALLA FINE DELLA

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2012 2013 PROVA DI MATEMATICA. Scuola secondaria di II grado. Classe Seconda Fascicolo 1

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2012 2013 PROVA DI MATEMATICA. Scuola secondaria di II grado. Classe Seconda Fascicolo 1 PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di II grado - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2012 2013 PROVA DI MATEMATICA Scuola secondaria di II grado Classe Seconda Fascicolo

Dettagli

Rappresentazione binaria dei numeri negativi

Rappresentazione binaria dei numeri negativi Introduzione all Informatica 1 Conversione decimale binario (continuazione) La conversione di un numero decimale (es. 112) in binario si effettua tramite l algoritmo della divisione, dividendo successivamente

Dettagli

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

Classi I A B sc. ARDIGO anno scol. 2012 13 MATEMATICA

Classi I A B sc. ARDIGO anno scol. 2012 13 MATEMATICA Classi I A B sc. ARDIGO anno scol. 2012 13 MATEMATICA U di APPRENDIMENTO Numeri 1. Comprendere il significato dei numeri e i modi per rappresentarli, anche in relazione al loro uso nella realtà 2. Comprendere

Dettagli

AREA MATEMATICO SCIENTIFICO TECNOLOGICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA DELLA SCUOLA PRIMARIA

AREA MATEMATICO SCIENTIFICO TECNOLOGICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA DELLA SCUOLA PRIMARIA Unione Europea Fondo Social Europeo Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Distretto Scolastico N 15 Istituto Comprensivo III V.Negroni Via

Dettagli

2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA

2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA 2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA Si ringrazia per il sostegno DA DOVE VIENI? DOVE VAI? RAPPRESENTAZIONI DEL SUOLO Nel suo abitare il suolo l uomo ha una prima esigenza: definirne i confini e

Dettagli

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. L alunno ha rafforzato un atteggiamento positivo rispetto

Dettagli

PROGETTO PON MATEMATICAMENTE

PROGETTO PON MATEMATICAMENTE PROGETTO PON MATEMATICAMENTE In quest anno scolastico nel nostro Circolo Didattico per la prima volta si è realizzato il Progetto PON: Obiettivo C Migliorare i livelli di conoscenza e competenza dei giovani

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME Disciplina Indicatori Descrittori Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente Esprimere oralmente le proprie emozioni ed esperienze mediante linguaggi diversi verbali

Dettagli