IL REGIME FORFETTARIO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL REGIME FORFETTARIO"

Transcript

1 IL REGIME FORFETTARIO Settore: Commercialisti Circolare n. 4/16 21 novembre 2016

2 INDICE Introduzione Requisiti Soggetti che non possono accedere al regime Adempimenti per chi adotto il regime Le aliquote Il calcolo delle imposte Il passaggio dai vecchi minimi al regime forfettario La marca da bolla da 2 euro Le operazione con l estero nel regime forfettari Il modello di fattura professionisti Il modello di fattura imprese pag.2 pag.2 pag.3 pag.3 pag.4 pag.5 pag.6 pag.7 pag.7 pag.11 pag.12 Page 1

3 Page 2

4 INTRODUZIONE La legge di stabilità 2015 ha introdotto il nuovo regime forfetario, destinato agli operatori economici di ridotte dimensioni. Tale regime, applicabile dal 1 gennaio 2015, è stato successivamente modificato dalla legge di stabilità In sintesi, il regime forfetario prevede rilevanti semplificazioni ai fini IVA e ai fini contabili, e consente, altresì, la determinazione forfetaria del reddito da assoggettare a un unica imposta in sostituzione di quelle ordinariamente previste, nonché di accedere ad un regime contributivo opzionale per le imprese. Il regime forfetario rappresenta il regime naturale delle persone fisiche che esercitano un attività di impresa, arte o professione in forma individuale, purché siano in possesso dei requisiti stabiliti dalla legge e, contestualmente, non incorrano in una delle cause di esclusione. Al regime possono inoltre accedere i soggetti già in attività. Il regime in esame non prevede una scadenza legata ad un numero di anni di attività o al raggiungimento di una particolare età anagrafica. La sua applicazione, pertanto, è subordinata solo al verificarsi delle condizioni e al possesso dei requisiti prescritti dalla legge. REQUISITI Possono accedere al regime forfettario le persone esercenti attività d impresa o lavoro autonomo che nell anno precedente presentano i seguenti requisiti: 1. ricavi o compensi (ragguagliati all anno), inferiori o uguali a quelli indicati nella tabella dei capitoli successivi. Nel caso siano presenti più attività che presentano limiti di ricavi differenti si fa riferimento alla soglia più alta; 2. spese per lavoratori dipendenti non superiori a 5.000,00 euro lordi annui; 3. costo dei beni strumentali non superiore a ,00 euro. Non si considerano i beni inferiori a 516,46 euro e i beni ad uso promiscuo (cellulare, auto ecc ) vengono Page 3

5 considerati al 50%. I beni immobili non rilevano nemmeno se acquisiti tramite contratto di locazione. SOGGETTI CHE NON POSSO ACCEDERE AL REGIME I seguenti soggetto non possono adottare il regime forfettario: 1. chi si avvale di un regime speciale IVA o di regime forfettari per la determinazione del reddito come ad esempio: agricoltura e attività connesse e pesca; vendita di sali e tabacchi; 2. soggetti non residenti, ad accezione di quelli che sono residenti in uno degli stati membri dell Unione europea o in uno stato aderente all accordo sullo spazio economico europeo che assicuri un adeguato scambio di informazioni e che producono nel territorio dello stato italiano redditi che costituiscono almeno il 75% del reddito complessivamente prodotto; 3. soggetti che in via esclusiva o prevalente effettuano cessioni di fabbricati o porzioni di fabbricato, di terreni edificabili o mezzi di trasporto nuovi; 4. gli esercenti attività d impresa, arti o professioni che partecipano, contemporaneamente all esercizio dell attività, a società di persone o associazioni o Srl trasparenti; 5. soggetti che nell anno precedente hanno percepito redditi di lavoro dipendente ed assimilati compresi quelli da pensioni superiori a euro. ADEMPIMENTI PER CHI ADOTTA IL REGIME I soggetti che adottano il regime forfettario presentano numerose agevolazione negli adempimenti da mettere in atto. In particolare questo risulta il regime più semplice da gestire a livello burocratico. Si è, infatti, esonerati dai seguenti adempimenti: Page 4

6 dal versamento dell IVA non dovendola esporre in fattura e sugli scontrini (corrispettivi). Di contro non ci si può scaricare nemmeno l iva sulle fatture di acquisto; della registrazione delle fatture emesse/corrispettivi; della registrazione degli acquisti; della tenuta e conservazione dei registri e dei documenti, ad eccezione per le fatture di acquisto e le bollette doganali; della dichiarazione e comunicazione annuale IVA; della comunicazione delle operazioni rilevanti Iva (c.d. spesometro); della comunicazione black list; dagli studi di settore; non devono operare - in qualità di sostituti d'imposta- le ritenute alla fonte, anche se sussiste comunque l obbligo di indicare in dichiarazione dei redditi il codice fiscale del percettore delle somme che non sono state assoggettate a ritenuta; non sono soggetti a ritenuta alla fonte sui ricavi/compensi conseguiti, e a tal fine rilasciano apposita dichiarazione che può essere inserita anche nella fattura. Si è, invece, obbligati a: numerare e conservare le fatture d'acquisto e le bollette doganali; certificare e conservare corrispettivi; integrare la fattura ricevuta con aliquota e Iva, per le operazioni di cui risultino debitori d'imposta (reverse charge) e versare la relativa imposta entro il giorno 16 del mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione. LE ALIQUOTE L aliquota ordinarie per i soggetti che adottano il regime forfettario è pari al 15%. Nel caso però si posseggano i seguenti requisiti è possibile applicare l aliquota del 5% per le start up: Page 5

7 1. il contribuente non abbia esercitato, nei tre anni precedenti l inizio dell attività, attività artistica, professionale ovvero d impresa, anche in forma associata o familiare; 2. l attività da esercitare non costituisca, in nessun modo, mera prosecuzione di altra attività precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo, escluso il caso in cui l attività precedentemente svolta consista nel periodo di pratica obbligatoria ai fini dell esercizio di arti o professioni; 3. qualora venga proseguita un attività svolta in precedenza da altro soggetto, l ammontare dei relativi ricavi e compensi, realizzati nel periodo d imposta precedente quello di riconoscimento del predetto beneficio, non sia superiore ai limiti previsti per quell attività sulla base della classificazione ATECO. Come si può notare si tratta sostanzialmente dei medesimi requisiti previsti per poter accedere ai vecchi regimi agevolati (minimi e nuove iniziative produttive) oramai abrogati, con la fondamentale differenza che per il nuovo regime forfettario il rispetto di tali condizioni non ostacola l accesso al regime, ma solamente influiscono sulla possibilità di beneficiare della riduzione di un terzo del reddito imponibile. Quindi se un contribuente inizia una nuova attività senza rispettare una delle condizioni sopra descritte, ma soddisfacendo i requisiti di accesso potrà ugualmente fruire del regime forfetario, senza tuttavia poter beneficare dell ulteriore agevolazione. IL CALCOLO DELL IMPOSTA Per determinare l imposta da versare si deve procedere come segue: identificare quale sia il proprio codice ATECO; verificare quale sia il coefficiente di redditività associato al proprio codice ATECO tramite la tabella che riportiamo sotto; Page 6

8 applicare al proprio fatturato prima il coefficiente di redditività e poi successivamente la propria aliquota. I forfettari presentano due aliquote, quella ordinaria pari al 15% e quella agevolata per le start up pari al 5%. ATTIVITÀ CODICE ATECO LIMITE RICAVI COEFFICIENTE DI REDDITIVITÀ Industria alimentari e delle bevande % Commercio all ingrosso e al dettaglio 45 (da 46.2 a 46.9) da 47.1 a 47.7) % Commercio ambulante di prodotti alimentari e bevande Commercio ambulante di altri prodotti Costruzioni e attività immobiliari % % % Intermediari del commercio % Servizi di alloggio e ristorazione % Attività professionali, scientifiche, tecniche, sanitarie, di istruzione Altre attività da 12 a 33 35/09 49/53 58/63 77/ / % % PASSAGGIO DAI VECCHI MINIMI AL REGIME FORFETTARIO Il regime dei minimi è stato abrogato con l entrata in vigore del nuovo regime forfettario. Per coloro che tutt ora sono nel regime dei minimi è prevista una clausola di salvaguardia: è possibile, cioè, a decorrere dal 2015 continuare ad avvalersene per il periodo che residua al completamento del quinquennio agevolato e comunque fino al compimento del trentacinquesimo anno di età. Page 7

9 MARCA DA BOLLO DA 2 EURO La marca da bollo da 2 euro deve essere quindi applicata sulle fatture o ricevute fiscali emesse dal soggetto attivo dell operazione. La marca da bollo, acquistabile in una qualsiasi tabaccheria, presenta una data che deve essere pari o inferiore a quella della fattura. La procedura più corretta per applicare la marca da bollo prevede i seguenti passaggi: applicare la marca da bollo da 2 euro sulla fattura o ricevuta fiscale originale da consegnare al cliente; fare una copia da conservare per la propria contabilità; conservare e registrare in contabilità la ricevuta di acquisto dei valori bollati cui le marche da bollo applicate si riferiscono. LE OPERAZIONI CON L ESTERO NEL REGIME FORFETTARIO Riportiamo uno schema riepilogativo che poi spiegheremo nel dettaglio: Tipologia di operazione B2B Cessione di beni Acquisto di beni < euro Acquisto di beni > euro Prestazione di servizi resa Prestazione di servizi ricevuta Trattamento IVA Modello INTRA Versamento IVA entro il 16 del mese successivo Operazione interna no No \ IVA Operazione come privato No \ IVA paese del cedente Operazione Sì Sì intracomunitaria (No dal 01/01/2017) Reverse Charge Operazione Sì \ intracomunitaria Reverse Charge Operazione Sì Sì intracomunitaria (No dal 01/01/2017) Reverse Charge Page 8

10 Cessioni di beni intra UE Non sono qualificabili come cessioni intracomunitarie le vendite di beni poste in essere da soggetti in regime forfettario. Quindi una cessione di beni effettuata da un forfettario italiano verso un acquirente comunitario soggetto passivo IVA sarà trattata sempre come operazione nazionale, cioè senza assoggettare ad IVA la vendita per effetto del regime forfettario, e riportando la consueta dicitura in fattura. Inoltre non andrà presentato trimestralmente il modello INTRA per le cessioni di beni. Acquisti di beni intra UE Non sono qualificabili come intracomunitari gli acquisti di beni, se il volume degli stessi (al netto dell IVA) nell anno precedente e nell anno corrente non supera il limite di euro. Quindi il cedente comunitario applica l aliquota IVA nazionale del proprio stato e il forfettario italiano acquirente agisce come consumatore finale privato. Inoltre non andrà presentato trimestralmente il modello INTRA. Nel caso in cui si superi il limite di euro si dovrà invece integrare e versare l IVA entro il 16 del mese successivo all effettuazione dell operazione, oltre a presentare trimestralmente, o mensilmente, il modello INTRA per gli acquisti. Prestazioni di servizi rese o ricevute intra UE Il forfettario italiano si comporterà analogamente ai soggetti in regime IVA ordinario, sia nel caso di servizi B2B resi che ricevuti. Quindi nel primo caso, in qualità di prestatore emetterà una fattura non soggetta ex art. 7 ter con la dicitura obbligatoria inversione contabile o reverse charge. Nel caso, in qualità di committente, una volta ricevuta la fattura con dicitura reverse charge, dovrà integrarla con IVA che andrà versta entro il 16 del mese successivo all effettuazione dell operazione. Page 9

11 Nel caso in cui la controparte sia un soggetto passivo IVA comunitario, trattandosi di servizio intracomunitario, andrà presentato il modello INTRA servizi resi o servizi ricevuti. I servizi generici B2C (verso consumatori privati), invece, sono normali operazioni interne senza rivalsa. Importazioni ed esportazioni Extra UE E possibile effettuare cessioni all esportazione (al contrario dei contribuenti minimi), seguendo la normativa generale. E comunque preclusa la possibilità di avvalersi della facoltà di acquistare in sospensione d imposta e quindi di acquistare con lettera d intento. Page 10

12 MODELLO DI FATTURA PROFESSIONISTI Denominazione sociale Indirizzo Partita iva Codice fiscale N. fattura del../../ Denominazione sociale Indirizzo Partita iva Codice fiscale Descrizione prestazione Imponibile 1.000,00 Contributi INPS 4% 40,00 Spese esenti art. 15 2,00 Totale fattura 1.042,00 Operazione effettuata ai sensi dell articolo 1, commi da 54 a 89, della Legge n. 190/2014 così come modificato dalla Legge numero 208/2015. Si richiede la non applicazione della ritenuta alla fonte a titolo d acconto ai sensi dell articolo 1 comma 67 della Legge numero 190/2014. Imposta di bollo da 2 euro assolta sull originale per importi maggiori di 77,47 euro Page 11

13 MODELLO DI FATTURA IMPRESE Denominazione sociale Indirizzo Partita iva Codice fiscale N. fattura del../../ Denominazione sociale Indirizzo Partita iva Codice fiscale Descrizione prestazione Imponibile 1.000,00 Spese esenti art. 15 2,00 Totale fattura 1.042,00 Operazione effettuata ai sensi dell articolo 1, commi da 54 a 89, della Legge n. 190/2014 così come modificato dalla Legge numero 208/2015. Imposta di bollo da 2 euro assolta sull originale per importi maggiori di 77,47 euro Page 12

22/12/2016. NOVITA per le Partite IVA 2016 OPPORTUNITA E STRUMENTI. Il quadro al 1 Gennaio FORFAIT: Sintesi NOVITÀ 2016

22/12/2016. NOVITA per le Partite IVA 2016 OPPORTUNITA E STRUMENTI. Il quadro al 1 Gennaio FORFAIT: Sintesi NOVITÀ 2016 NOVITA per le Partite IVA 2016 OPPORTUNITA E STRUMENTI Il quadro al 1 Gennaio 2016 Il quadro per le piccole partite IVA è stato un po confuso in questi anni: FINO AL 2014 - Regime NUOVE INIZIATIVE PRODUTTIVE;

Dettagli

Legge di stabilità 2015 Regime fiscale agevolato per autonomi

Legge di stabilità 2015 Regime fiscale agevolato per autonomi 5.2015 Febbraio Legge di stabilità 2015 Regime fiscale agevolato per autonomi Sommario 1. REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI... 2 1.1. Durata del regime e cause di esclusione... 3 1.2. Determinazione

Dettagli

Oggetto: IL NUOVO REGIME FISCALE FORFETTARIO Commi da 54 a 89 Legge di Stabilità 2015

Oggetto: IL NUOVO REGIME FISCALE FORFETTARIO Commi da 54 a 89 Legge di Stabilità 2015 a Tutti i Clienti Loro sedi Oggetto: IL NUOVO REGIME FISCALE FORFETTARIO Commi da 54 a 89 Legge di Stabilità 2015 Dal 2015 è introdotto un nuovo regime forfettario riservato alle persone fisiche (imprese

Dettagli

NUOVO REGIME FISCALE FORFETARIO

NUOVO REGIME FISCALE FORFETARIO NUOVO REGIME FISCALE FORFETARIO È introdotto un nuovo regime forfetario riservato alle persone fisiche (imprese e lavoratori autonomi), che sostituisce l attuale regime delle nuove iniziative ex art. 13,

Dettagli

FRANCESCO CARPIO DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE

FRANCESCO CARPIO DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE IL REGIME FORFETARIO 2017 Come noto, l art. 1, commi da 54 a 89, Finanziaria 2015 ha introdotto il regime forfetario riservato alle persone fisiche esercenti attività d impresa / lavoro autonomo che rispettano

Dettagli

CONTRIBUENTI MINORI E LEGGE DI STABILITÀ 2016

CONTRIBUENTI MINORI E LEGGE DI STABILITÀ 2016 CONTRIBUENTI MINORI E LEGGE DI STABILITÀ 2016 pagina 1 di 8 Forfettari 2016 Nuovo regime forfettario per le persone fisiche che iniziano l attività e intende aprire una partita IVA Sostituisce il precedente

Dettagli

IL NUOVO FORFAIT - AGGIORNAMENTO

IL NUOVO FORFAIT - AGGIORNAMENTO IL NUOVO FORFAIT - AGGIORNAMENTO ENTRATA IN VIGORE DAL 1.1.2015 È IL REGIME NATURALE PER COLORO CHE RISPETTANO LE CONDIZIONI 1 2 3 4 Limiti di ricavi o compensi Limite del volume degli investimenti Limite

Dettagli

Regime forfettario per i contribuenti minori: novità 2016

Regime forfettario per i contribuenti minori: novità 2016 Regime forfettario per i contribuenti minori: novità 2016 Il regime forfettario è il regime fiscale dedicato ai contribuenti di minori dimensioni. Ha un aliquota fiscale ridotta e sostitutiva dell Irpef

Dettagli

Oggetto: NUOVO REGIME FORFETTARIO 2016

Oggetto: NUOVO REGIME FORFETTARIO 2016 Oggetto: NUOVO REGIME FORFETTARIO 2016 La Legge di Stabilità per il 2016 ha soppresso a far data dal 1 gennaio 2016 il regime dei minimi (che rimane però utilizzabile, fino alla relativa scadenza naturale

Dettagli

NUOVO REGIME FORFETARIO 2016

NUOVO REGIME FORFETARIO 2016 NUOVO REGIME FORFETARIO 2016 L art. 1, commi da 54 a 89, Legge n. 190/2014 ha introdotto la disciplina del regime forfetario riservato alle persone fisiche esercenti attività d impresa / lavoro autonomo

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PARTITA IVA E ADEMPIMENTI FISCALI

INTRODUZIONE ALLA PARTITA IVA E ADEMPIMENTI FISCALI INTRODUZIONE ALLA PARTITA IVA E ADEMPIMENTI FISCALI Dott.ssa Monica Narlini Rimini, 25 Maggio 2017 ADEMPIMENTI DI INIZIO ATTIVITA ISCRIZIONE ORDINE DEI MEDICI AGENZIA DELLE ENTRATE per apertura della PARTITA

Dettagli

La legge 190/2014 ha introdotto, a partire dal 1 gennaio 2015, un nuovo regime fiscale agevolato, il Regime Forfettario.

La legge 190/2014 ha introdotto, a partire dal 1 gennaio 2015, un nuovo regime fiscale agevolato, il Regime Forfettario. La legge 190/2014 ha introdotto, a partire dal 1 gennaio 2015, un nuovo regime fiscale agevolato, il Regime Forfettario. A partire quindi da gennaio 2016 quindi, chi apre una partita iva deve decidere

Dettagli

CONTRIBUTI ENASARCO ANNO 2015

CONTRIBUTI ENASARCO ANNO 2015 CONTRIBUTI ENASARCO ANNO 2015 LE ALIQUOTE CONTRIBUTIVE Dal 01.01.2015 il contributo previdenziale ENASARCO sulle provvigioni derivanti da rapporti di agenzia aumenta passando dal 14,20% al 14,65%. La nuova

Dettagli

Bologna, 2 Gennaio 2012 A TUTTI I CLIENTI CONTRIBUENTI MINIMI CIRCOLARE N. 1/2012. Oggetto: IL NUOVO REGIME DEI MINIMI

Bologna, 2 Gennaio 2012 A TUTTI I CLIENTI CONTRIBUENTI MINIMI CIRCOLARE N. 1/2012. Oggetto: IL NUOVO REGIME DEI MINIMI Bologna, 2 Gennaio 2012 A TUTTI I CLIENTI CONTRIBUENTI MINIMI CIRCOLARE N. 1/2012 Oggetto: IL NUOVO REGIME DEI MINIMI L Agenzia delle Entrate ha recentemente approvato il nuovo Provvedimento attuativo

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Nuovo regime fiscale agevolato per piccole imprese ed autonomi

Nuovo regime fiscale agevolato per piccole imprese ed autonomi CIRCOLARE DEL 26/01/2015 Nuovo regime fiscale agevolato per piccole imprese ed autonomi La Legge di Stabilità 2015 istituisce, a far data dall 1.1.2015, per gli esercenti attività d impresa, arti e professioni

Dettagli

Per i beni di locazione, noleggio comodato entro i limiti determinato ai sensi dell articolo 9 del TUIR.

Per i beni di locazione, noleggio comodato entro i limiti determinato ai sensi dell articolo 9 del TUIR. La legge di stabilità 2015 ha introdotto il nuovo regime forfetario, destinato agli operatori economici di ridotte dimensioni. Tale regime, applicabile dal 1 gennaio 2015, è stato successivamente modificato

Dettagli

3. LE SEMPLIFICAZIONI DEL REGIME FORFETTARIO

3. LE SEMPLIFICAZIONI DEL REGIME FORFETTARIO 3. LE SEMPLIFICAZIONI DEL REGIME FORFETTARIO Ai sensi del comma 58, dell articolo 1, della Legge 190/2014, i soggetti che aderiscono al regime forfettario sono esonerati dagli obblighi di: liquidazione

Dettagli

Circolare n. 1-bis. del 10 gennaio Il regime fiscale dei contribuenti minimi e marginali - Principali novità INDICE

Circolare n. 1-bis. del 10 gennaio Il regime fiscale dei contribuenti minimi e marginali - Principali novità INDICE Via Principe Amedeo 11 10123 Torino c.f. e p.iva 06944680013 Tel. 011 8126939 Fax. 011 8122079 Email: info@studiobgr.it www.studiobgr.it Circolare n. 1-bis del 10 gennaio 2008 Il regime fiscale dei contribuenti

Dettagli

CON.FAR.M. srl Via Giovanni Vitelleschi, Via Ginori, 31. Fax: Fax: ADEMPIMENTI

CON.FAR.M. srl Via Giovanni Vitelleschi, Via Ginori, 31. Fax: Fax: ADEMPIMENTI ADEMPIMENTI I NUOVI REQUISITI DEL REGIME FORFETTARIO Premessa La Legge di Stabilità 2015 ha introdotto un nuovo regime forfettario, riservato alle persone fisiche esercenti attività d impresa/lavoro autonomo

Dettagli

NUOVO REGIME DEI MINIMI

NUOVO REGIME DEI MINIMI NUOVO REGIME DEI MINIMI Il decreto istitutivo del nuovo regime dei minimi (Articolo 27 D.L. n. 98 del 6 luglio 2011, convertito con modificazioni dalla Legge n. 111 del 15 luglio 2011 - Manovra correttiva)

Dettagli

Il regime fiscale agevolato per lavoratori autonomi

Il regime fiscale agevolato per lavoratori autonomi Paola Costa Il regime fiscale agevolato per lavoratori autonomi Abstract: La Legge di Stabilità per il 2016 ha apportato significative modifiche ai regimi fiscali agevolati applicabili ai lavoratori autonomi

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 322 09.12.2015 Regime forfettario: come cambia dal 2016 A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi

Dettagli

Contribuenti minimi Interessati e esclusi

Contribuenti minimi Interessati e esclusi Contribuenti minimi Interessati e esclusi Contribuenti minimi Interessati e esclusi Contribuenti minimi Interessati e esclusi Contribuenti minimi Adempimenti fiscali Contribuenti minimi Opzione per il

Dettagli

NUOVO REGIME FORFETTARIO

NUOVO REGIME FORFETTARIO NUOVO REGIME FORFETTARIO Regime fiscale agevolato per autonomi Annamaria Bettagno Giancarlo Modolo REGIME FORFETARIO PER AUTONOMI Disciplina L art. 1 co. 54-89 della legge di stabilità 2015 disciplina

Dettagli

IL REGIME DEI NUOVI CONTRIBUENTI MINIMI. D.L. n. 98/11, convertito nella L. n. 111/11 (cosiddetta Manovra Correttiva )

IL REGIME DEI NUOVI CONTRIBUENTI MINIMI. D.L. n. 98/11, convertito nella L. n. 111/11 (cosiddetta Manovra Correttiva ) IL REGIME DEI NUOVI CONTRIBUENTI MINIMI D.L. n. 98/11, convertito nella L. n. 111/11 (cosiddetta Manovra Correttiva ) 1 PARTE DAL 2012 IL REGIME DEI NUOVI CONTRIBUENTI MINIMI Il nuovo regime decorre dal

Dettagli

IL REGIME CONTABILE FORFETARIO LEGGE DI STABILITA' 2016

IL REGIME CONTABILE FORFETARIO LEGGE DI STABILITA' 2016 IL REGIME CONTABILE FORFETARIO LEGGE DI STABILITA' 2016 DOPO LA a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Il regime agevolato forfetario è riservato alle persone fisiche (imprese e lavoratori autonomi)

Dettagli

I nuovi minimi IL NUOVO REGIME FORFETTARIO PREVISTO DALLA LEGGE DI STABILITÀ PER IL 2015

I nuovi minimi IL NUOVO REGIME FORFETTARIO PREVISTO DALLA LEGGE DI STABILITÀ PER IL 2015 Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

STUDIO POLI & ASSOCIATI Brescia, lì 5 gennaio 2015

STUDIO POLI & ASSOCIATI Brescia, lì 5 gennaio 2015 STUDIO POLI & ASSOCIATI Brescia, lì 5 gennaio 2015 Circolare N.1/2015 - Nuovo Regime contabile dei minimi dall'1 gennaio 2015 Premessa La Legge di Stabilità 2015,, in corso di definizione ed approvazione

Dettagli

Nuovo Regime Forfetario

Nuovo Regime Forfetario Le novità della Legge di Stabilità per il 2016 Nuovo Regime Forfetario Slide a cura di Valentina Falzaresi 1 Sommario Premessa Il regime forfetario introdotto dalla Legge di Stabilità 2015 Le novità della

Dettagli

IL NUOVO REGIME FORFETARIO

IL NUOVO REGIME FORFETARIO IL NUOVO REGIME FORFETARIO Nell ambito del ddl della Finanziaria 2015 è stata anticipata la revisione dei regimi riservati a contribuenti di minori dimensioni originariamente prevista nella Legge delega

Dettagli

Regime dei Minimi 2015: per i professionisti una doppia opzione

Regime dei Minimi 2015: per i professionisti una doppia opzione Regime dei Minimi 2015: per i professionisti una doppia opzione Per l anno 2015, i professionisti che rispettino determinati requisiti hanno la facoltà di scegliere tra due distinti regimi fiscali agevolati.

Dettagli

Oggetto: regime fiscale dei contribuenti minimi e marginali principali novità

Oggetto: regime fiscale dei contribuenti minimi e marginali principali novità Carlo Cecchi Dottore Commercialista Revisore Contabile Filippo Rosi Dottore Commercialista Revisore Contabile Gianpaolo Chiesi Avvocato Ferruccio Leandro Chiesi Avvocato Prato, 4 gennaio 2008 Ai Signori

Dettagli

L apertura della partita iva

L apertura della partita iva L apertura della partita iva Laura Capotondo capotondo@studiofdz.com Regime di vantaggio per l imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità di cui all articolo 27, commi 1 e 2, del D.L. 6 luglio 2011,

Dettagli

REGIME FORFETTARIO. 392/

REGIME FORFETTARIO. 392/ REGIME FORFETTARIO info@dbnefisco.it 392/6546370 DBN E FISCO REGIME FORFETTARIO Applicazione forfettario per inquadramento soggetti operanti nelle mondo delle discipline bionaturali A cura della Dottoressa

Dettagli

Scritto da Alessandro Ingrosso Lunedì 02 Gennaio :40 - Ultimo aggiornamento Martedì 28 Gennaio :24

Scritto da Alessandro Ingrosso Lunedì 02 Gennaio :40 - Ultimo aggiornamento Martedì 28 Gennaio :24 contribuenti minimi - Studio Ingrosso Dottore Commercialista - Consulente del Lavoro - Revisore Contabi L'Agenzia delle Entrate con il provvedimento 22 dicembre 2011, n. 185825 contenente le indicazioni

Dettagli

1. IL NUOVO REGIME DEI MINIMI

1. IL NUOVO REGIME DEI MINIMI 1. IL NUOVO REGIME DEI MINIMI Il nuovo regime forfettario per imprese e professionisti si ispira alla Legge 244/2007 Contribuenti minimi. I commi dal cinquantaquattro all ottantanove, dell articolo 1,

Dettagli

I regimi fiscali agevolati per lavoratori autonomi e piccole imprese

I regimi fiscali agevolati per lavoratori autonomi e piccole imprese Paola Costa per lavoratori autonomi e piccole imprese Abstract: A decorrere dal periodo d'imposta 2015 sono intervenuti rilevanti cambiamenti nel panorama dei regimi fiscali agevolati disponibili per i

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/7 OGGETTO NUOVO REGIME FISCALE AGEVOLATO PER LAVORATORI AUTONOMI (REGIME FORFETTARIO) RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 1, COMMI DA 96 A 117 L. 24.12.2007 N. 244 - Art. 27 D.L. 6.7.2011 N. 98 CONVERTITO IN

Dettagli

REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI. Dott.ssa Veronica Visani Dott. Filippo Tampieri

REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI. Dott.ssa Veronica Visani Dott. Filippo Tampieri REGIME FISCALE AGEVOLATO PER AUTONOMI Dott.ssa Veronica Visani Dott. Filippo Tampieri Dott. Gianfranco Fornelli 1 Imola, 30 gennaio 2016 PREMESSA Fino al 31.12.2015 Regime dei «minimi» (D.L. 98/2011) Regime

Dettagli

DDL STABILITÀ 2016: LE MODIFICHE AL REGIME FORFETARIO

DDL STABILITÀ 2016: LE MODIFICHE AL REGIME FORFETARIO Periodico quindicinale TP n. 21 6 novembre 2015 ABSTRACT DDL STABILITÀ 2016: LE MODIFICHE AL REGIME FORFETARIO Al fine di promuovere l adesione al regime forfetario previsto per i lavoratori autonomi e

Dettagli

Regime forfetario alla luce dei chiarimenti ministeriali. Milano, 15 aprile 2016

Regime forfetario alla luce dei chiarimenti ministeriali. Milano, 15 aprile 2016 Regime forfetario alla luce dei chiarimenti ministeriali Milano, 15 aprile 2016 Regime dei nuovi minimi Caratteristiche in pillole Regime dei nuovi minimi (art. 27 del D.L. n.98 del 6.7.2011) Persone fisiche

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI PER STARTUP PREVISTE DAL NUOVO REGIME FORFETTARIO 2016

LE AGEVOLAZIONI PER STARTUP PREVISTE DAL NUOVO REGIME FORFETTARIO 2016 LE AGEVOLAZIONI PER STARTUP PREVISTE DAL NUOVO REGIME FORFETTARIO 2016 Il nuovo regime forfettario 2016 prevede ulteriori e specifiche agevolazioni per le nuove attività: la riduzione dell imposta sostitutiva

Dettagli

Il nuovo regime dei contribuenti "minimi" 2012 e il regime semplificato alternativo

Il nuovo regime dei contribuenti minimi 2012 e il regime semplificato alternativo Il nuovo regime dei contribuenti "minimi" 2012 e il regime semplificato alternativo 20111222 20:02:52 A partire dal 1 gennaio 2012, entra in vigore il nuovo regime dei contribuenti minimi o regime fiscale

Dettagli

CIRCOLARE SPECIALE NUOVO REGIME DEI MINIMI 2015

CIRCOLARE SPECIALE NUOVO REGIME DEI MINIMI 2015 CIRCOLARE SPECIALE NUOVO REGIME DEI MINIMI 2015 Il nuovo regime avrà decorrenza dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014. Il comma 85 prevede l abrogazione dei seguenti regimi

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Direzione e coordinamento Dylog Italia S.p.A. Via Francesco Antolisei, Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Direzione e coordinamento Dylog Italia S.p.A. Via Francesco Antolisei, Roma Gruppo Buffetti S.p.A. Direzione e coordinamento Dylog Italia S.p.A. Via Francesco Antolisei, 10-00173 Roma CONTRIBUENTI MINIMI. Possono accedere al nuovo regime dei contribuenti minimi introdotto dall

Dettagli

Anno 2014 N.RF297. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2014 N.RF297. La Nuova Redazione Fiscale Anno 2014 N.RF297 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 5 OGGETTO FINANZIARIA 2015 - AL VIA IL RESTYLING DEI REGIMI AGEVOLATI RIFERIMENTI DDL DI STABILITÀ 2015 CIRCOLARE

Dettagli

NUOVO REGIME FORFETTARIO

NUOVO REGIME FORFETTARIO Le novità della Legge di Stabilità per il 2016 NUOVO REGIME FORFETTARIO Regime fiscale agevolato per professionisti e imprese di piccole dimensioni A cura di Jessica Querzoli Legge di Stabilità 2016 Ha

Dettagli

Regime forfettario per i contribuenti minori: novità 2016

Regime forfettario per i contribuenti minori: novità 2016 Regime forfettario per i contribuenti minori: novità 2016 Il regime forfettario è il regime fiscale dedicato ai contribuenti di minori dimensioni. Ha un aliquota fiscale ridotta e sostitutiva dell Irpef

Dettagli

OGGETTO: Nuovi minimi e ritenute d acconto

OGGETTO: Nuovi minimi e ritenute d acconto Informativa per la clientela di studio del 14.01.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Nuovi minimi e ritenute d acconto Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo informarla

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 129 27.04.2016 Regime forfettario e cessioni IntraUE Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Regime forfettario A cura di Pasquale Pirone Il

Dettagli

STUDIO PICCINELLI DEL PICO PARDI & PARTNERS DOTTORI COMMERCIALISTI

STUDIO PICCINELLI DEL PICO PARDI & PARTNERS DOTTORI COMMERCIALISTI Circolare n. 3/2012 Milano e Roma, Gennaio 2012 Novità in materia di contribuenti minimi L art. 27 del D.L. n. 98/2011, convertito con modificazioni nella Legge n. 111/2011, ha introdotto alcune importanti

Dettagli

Art. 9 (Regime fiscale agevolato per autonomi)

Art. 9 (Regime fiscale agevolato per autonomi) Art. 9 (Regime fiscale agevolato per autonomi) 1. I contribuenti persone fisiche esercenti attività d impresa, arti o professioni applicano il regime forfetario di cui al presente articolo se, al contempo,

Dettagli

OGGETTO: Legge Finanziaria per l anno 2008 Regime fiscale semplificato per i contribuenti minimi

OGGETTO: Legge Finanziaria per l anno 2008 Regime fiscale semplificato per i contribuenti minimi Dott. Carlo Agosta Dott. Enrico Pogolotti Dott. Davide Mancardo Dott.ssa Chiara Valente Dott.ssa Stefania Neirotti Torino, lì 21 gennaio 2008 Circolare n. 2/2008 OGGETTO: Legge Finanziaria per l anno 2008

Dettagli

Circolare n. 2/2015 IL NUOVO REGIME FORFETTARIO IN VIGORE DAL In questa Circolare

Circolare n. 2/2015 IL NUOVO REGIME FORFETTARIO IN VIGORE DAL In questa Circolare Ai gentili Clienti Loro Sedi Circolare n. 2/2015 IL NUOVO REGIME FORFETTARIO IN VIGORE DAL 01.01.2015 In questa Circolare 1. Il nuovo regime forfettario 2. Le semplificazioni previste 3. Le condizioni

Dettagli

Roma, 22 e 23 gennaio 2008 Legge finanziaria 2008: il regime dei contribuenti minimi

Roma, 22 e 23 gennaio 2008 Legge finanziaria 2008: il regime dei contribuenti minimi Roma, 22 e 23 gennaio 2008 Legge finanziaria 2008: il regime dei contribuenti minimi Ufficio Studi - Sezione Analisi giuridiche Normativa - Articolo 1, commi da 96 a 117, della legge finanziaria per il

Dettagli

I REGIMI SOSTITUTIVI. I regimi sostitutivi. A) Regime dei minimi Aspetti generali A) REGIME DEI "MINIMI" B) REGIME FORFETARIO

I REGIMI SOSTITUTIVI. I regimi sostitutivi. A) Regime dei minimi Aspetti generali A) REGIME DEI MINIMI B) REGIME FORFETARIO I regimi sostitutivi 13.4 13.4 I REGIMI SOSTITUTIVI A) REGIME DEI "MINIMI" Aspetti generali Condizioni necessarie Soggetti esclusi dal regime Disapplicazione del regime ai fini IVA ai fini delle imposte

Dettagli

La fattura nel regime

La fattura nel regime Via Umberto I n 101 Tel. 049/8740099 Fax 049/8749812 35020 Casalserugo (PD) E-mail: studio@studiosace.com C.F./ P.iva 02154610287 Sito Web www.studiosace.weebly.com La fattura nel regime forfettario Dal

Dettagli

Studio Corbella dottori commercialisti associati

Studio Corbella dottori commercialisti associati dottori commercialisti - revisori dei conti: Piero Luigi Corbella Luigi Corbella Laura Corbella Torella Giacomo Corbella Benedetta Sirtori Daniela Bruniera Matteo Formenti Claudia Pengo Studio Corbella

Dettagli

REGIME FISCALE DEI CONTRIBUENTI FORFETARI LIBERI PROFESSIONISTI

REGIME FISCALE DEI CONTRIBUENTI FORFETARI LIBERI PROFESSIONISTI REGIME FISCALE DEI CONTRIBUENTI FORFETARI LIBERI PROFESSIONISTI 1 In che cosa consiste il regime dei forfetari Si tratta di un nuovo regime fiscale agevolato applicabile a partire dal 2015 Consiste nella:

Dettagli

OGGETTO: REGIME FISCALE DI VANTAGGIO PER I NUOVI MINIMI E REGIME CONTABILE AGEVOLATO PER I VECCHI MINIMI

OGGETTO: REGIME FISCALE DI VANTAGGIO PER I NUOVI MINIMI E REGIME CONTABILE AGEVOLATO PER I VECCHI MINIMI Roma, 28 dicembre 2011 OGGETTO: REGIME FISCALE DI VANTAGGIO PER I NUOVI MINIMI E REGIME CONTABILE AGEVOLATO PER I VECCHI MINIMI L Agenzia delle Entrate con due nuovi provvedimenti ha fornito le modalità

Dettagli

9.2 Adempimenti per l accesso al nuovo regime forfetario

9.2 Adempimenti per l accesso al nuovo regime forfetario 33 9 NUOVO REGIME FORFETARIO DEI CONTRIBUENTI PERSONE FISICHE ESERCENTI ATTIVITA D IMPRESA, ARTI O PROFESSIONI 9.1 Accesso da parte dei contribuenti minimi Un contribuente che esercita l attività di imbianchino

Dettagli

IL NUOVO REGIME FORFETTARIO

IL NUOVO REGIME FORFETTARIO IL NUOVO REGIME FORFETTARIO Dott. Sebastiano Cavallaro Catania 8 febbraio 2016 Dott. Giovanni Greco Dott. Davide Sapienza 1 Riferimenti normativi e circolari: Legge di Stabilità 2015 n.190/2014 art.1 commi

Dettagli

DOMANDE & RISPOSTE. Milano, 11 dicembre 2015 I CLIENTI DI STUDIO Loro sedi IL REGIME FORFETARIO AGEVOLATO DAL 2016

DOMANDE & RISPOSTE. Milano, 11 dicembre 2015 I CLIENTI DI STUDIO Loro sedi IL REGIME FORFETARIO AGEVOLATO DAL 2016 Milano, 11 dicembre 2015 A TUTTI I CLIENTI DI STUDIO Loro sedi D&R - N. 009-04/2015 DOMANDE & RISPOSTE IL REGIME FORFETARIO AGEVOLATO DAL 2016 Il DDL stabilità 2016 prevede alcune modifiche importanti

Dettagli

NUOVO REGIME FORFETTARIO 2015

NUOVO REGIME FORFETTARIO 2015 LEGGE DI STABILITA 2015 Legge 190 DEL 23 DICEMBRE 2014 Pubblicata in GU n. 300 del 29-12-2014 supplemento ordinario nr. 99 Art. 1 commi dal 54 al 89 Persone fisiche esercenti attivita di impresa e/o arti

Dettagli

Le novità sul lavoro autonomo recate dal DL 98/2011

Le novità sul lavoro autonomo recate dal DL 98/2011 Le novità sul lavoro autonomo recate dal DL 98/2011 I nuovi regimi agevolati Mancata fatturazione compensi professionali Nuove disposizioni previdenziali Decorrenza Dal 2012 esisteranno solo due regimi

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 32 02.02.2015 Nuovo regime forfettario: la verifica dei ricavi Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2015 Categoria: Regimi speciali Sottocategoria:

Dettagli

STUDI DI CONSULENZA AZIENDALE

STUDI DI CONSULENZA AZIENDALE STUDI DI CONSULENZA AZIENDALE Via Tacchi, 1 Rovereto Tel. 0464 435144 Fax 0464 439210 sito: www.studiogpc.it Rovereto (Tn), 16 Dicembre 2015 CIRCOLARE 13/2015 IL NUOVO REGIME FORFETARIO 2016 (in vigore

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, Torino Telefono Fax

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, Torino Telefono Fax Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Circolare n. 1 del 3 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013

Dettagli

REGIME DEI NUOVI MINIMI e REGIME CONTABILE AGEVOLATO

REGIME DEI NUOVI MINIMI e REGIME CONTABILE AGEVOLATO FABIO BETTONI LAURA LOCATELLI RACHELE DENEGRI Circolare n. 38 del 28 Dicembre 2011 REGIME DEI NUOVI MINIMI e REGIME CONTABILE AGEVOLATO Gentili Clienti con la presente intendiamo porre l attenzione sui

Dettagli

Attività di impresa e lavoro autonomo: i regimi fiscali adottabili nel 2016

Attività di impresa e lavoro autonomo: i regimi fiscali adottabili nel 2016 Ai gentili clienti Loro sedi Attività di impresa e lavoro autonomo: i regimi fiscali adottabili nel 2016 Premessa L art. 1 commi da 54 a 89 della legge di stabilità 2015, entrata in vigore lo scorso 01.01.2015,

Dettagli

Comunicazione dati IVA relativa al 2015

Comunicazione dati IVA relativa al 2015 Torino 1 febbraio 2016 Gent.mi Sig.ri C L I E N T I CIRCOLARE N. 2/2016 Comunicazione dati IVA relativa al 2015 PREMESSA Secondo quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2015 è possibile ancora per il

Dettagli

STUDIO MARCOZZI DOTTORI COMMERCIALISTI

STUDIO MARCOZZI DOTTORI COMMERCIALISTI DOTTORI COMMERCIALISTI 20121 MILANO - VIA FOSCOLO, 4 TEL. 02-874163 FAX 02-72023745 email: studio.marcozzi@tin.it Luigi Marcozzi, Revisore Contabile Attilio Marcozzi, Revisore Contabile Milano, 2 gennaio

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 12 del 26 Gennaio 2016 Ai gentili clienti Loro sedi Attività di impresa e lavoro autonomo: i regimi fiscali adottabili nel 2016 Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme indicate nei riferimenti normativi. Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme indicate nei riferimenti normativi. Dispone N. 185825/2011 Modalità di applicazione del regime contabile agevolato di cui all'articolo 27, comma 3, del D.L. 6 luglio 2011, n. 98, convertito con modificazioni dalla legge 15 luglio 2011, n. 111).

Dettagli

S T U D I O G O R I N I

S T U D I O G O R I N I Como, 16.2.2017 INFORMATIVA N. 6/2017 REGIME FORFETARIO PER AUTONOMI FRUIBILITA DELL AGEVOLAZIONE CONTRIBUTIVA INDICE 1 Regime forfetario per gli autonomi... pag. 2 1.1 Condizioni d accesso o di permanenza

Dettagli

C E N T R O S T U D I A Z I E N D A L I E T R I B U T A R I S. R. L.

C E N T R O S T U D I A Z I E N D A L I E T R I B U T A R I S. R. L. Circolare n. 1 del 7 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione INDICE 1 premessa...3 2 NUOVI OBBLIGHI DI FATTURAZIONE...3 2.1 Operazioni nei confronti di soggetti PASSIVI

Dettagli

OGGETTO: Le condizioni per operare nel regime dei minimi dal 2012

OGGETTO: Le condizioni per operare nel regime dei minimi dal 2012 Informativa per la clientela di studio N. 120 del 26.10.2011 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Le condizioni per operare nel regime dei minimi dal 2012 A partire dal 2012 il regime dei c.d. contribuenti

Dettagli

LA DIFESA DEL PROFESSIONISTA NELL ACCERTAMENTO FISCALE: la verifica del professionista

LA DIFESA DEL PROFESSIONISTA NELL ACCERTAMENTO FISCALE: la verifica del professionista LA DIFESA DEL PROFESSIONISTA NELL ACCERTAMENTO FISCALE: la verifica del professionista Laura Rossi Dufour Dottore Commercialista Revisore Contabile Via San Gregorio 53 Milano Via D.Fiasella 3/14 Genova

Dettagli

COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO

COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO Prot. n 730 Salerno, lì 8 Luglio 2015 A tutti gli iscritti all Albo e nell Elenco Speciale LORO SEDI OGGETTO: Circolare n 126/2015. Libera professione. Legge 23 Dicembre 2014, n. 190. Regime dei Minimi,

Dettagli

Parma, 2 marzo OGGETTO: Regimi contabili agevolati per contribuenti di ridotte dimensioni

Parma, 2 marzo OGGETTO: Regimi contabili agevolati per contribuenti di ridotte dimensioni CIRCOLARE DI STUDIO 11/2017 Parma, 2 marzo 2017 OGGETTO: Regimi contabili agevolati per contribuenti di ridotte dimensioni La circolare analizza i principali regimi contabili e fiscali agevolati applicabili

Dettagli

OGGETTO: IL NUOVO TRATTAMENTO IVA DELLE PRESTAZIONI DI SERVIZI E I PRIMI CHIARIMENTI

OGGETTO: IL NUOVO TRATTAMENTO IVA DELLE PRESTAZIONI DI SERVIZI E I PRIMI CHIARIMENTI Circolare n. 05 del 19 marzo 2010 A tutti i Clienti Loro sedi OGGETTO: IL NUOVO TRATTAMENTO IVA DELLE PRESTAZIONI DI SERVIZI E I PRIMI CHIARIMENTI UFFICIALI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (D.Lgs. 18/2010 -

Dettagli

COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL F AX INFORMATIVA N. 9/2015

COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL F AX INFORMATIVA N. 9/2015 Como, 24.2.2015 INFORMATIVA N. 9/2015 Nuovo regime fiscale agevolato per autonomi Fruibilità dell agevolazione contributiva INDICE 1 Nuovo regime agevolato per gli autonomi... pag. 2 1.1 Abrogazione dei

Dettagli

L imposta di bollo è un tributo alternativo all IVA. I CASI

L imposta di bollo è un tributo alternativo all IVA. I CASI n. 11/2015 Aggiornata al 29.10.2015 STUDIO EFFEMME SRL L imposta di bollo è un tributo alternativo all IVA. I CASI L imposta di bollo è un tributo alternativo all IVA. Pertanto va applicata esclusivamente

Dettagli

Fattura nuovi contribuenti minimi (a decorrere dal 1 gennaio 2012)

Fattura nuovi contribuenti minimi (a decorrere dal 1 gennaio 2012) Fattura nuovi contribuenti minimi (a decorrere dal 1 gennaio 2012) A decorrere dal 1 gennaio 2012 i contribuenti che potranno optare per il nuovo regime dei minimi (per le caratteristiche della nuova agevolazione

Dettagli

Nuovo regime dei minimi c.d. Super forfettone

Nuovo regime dei minimi c.d. Super forfettone Slides Videocircolare Nuovo regime dei minimi c.d. Super forfettone Dott. Stefano Setti Il nuovo regime agevolato c.d. Super forfettone L art. 27 del d.l. 6.7.2011, n. 98 così come modificato dalla l.

Dettagli

Iva Liquidazione per Cassa Circolare dell agenzia delle Entrate del 26 Novembre 2012, N. 44

Iva Liquidazione per Cassa Circolare dell agenzia delle Entrate del 26 Novembre 2012, N. 44 Prot. 318/2012 Milano, 29-11-2012 Circolare n. 115/2012 AREA: Circolari, Fiscale Iva Liquidazione per Cassa Circolare dell agenzia delle Entrate del 26 Novembre 2012, N. 44 Con la circolare n. 44 del 26/11/2012

Dettagli

Vito SARACINO Dottore Commercialista Revisore Contabile MODIFICHE AL REGIME FORFETTARIO DETTATE DALLA LEGGE DI STABILITA 2016

Vito SARACINO Dottore Commercialista Revisore Contabile MODIFICHE AL REGIME FORFETTARIO DETTATE DALLA LEGGE DI STABILITA 2016 MODIFICHE AL REGIME FORFETTARIO DETTATE DALLA LEGGE DI STABILITA 2016 a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) Il disegno di legge del 25 ottobre 2015 n. 2111, recante Disposizioni per la formazione

Dettagli

STUDIO DOTT. BONVICINI Circolare n. 11 del 21 Novembre 2011

STUDIO DOTT. BONVICINI Circolare n. 11 del 21 Novembre 2011 STUDIO DOTT. BONVICINI Circolare n. 11 del 21 Novembre 2011 A TUTTE LE IMPRESE CHE DETENGONO INTERNAMENTE LE SCRITTURE CONTABILI I NUOVI ELENCHI CLIENTI/FORNITORI SPESOMETRO Come preannunciato in precedenti

Dettagli

SPECIALE SPESOMETRO NORMATIVA Normativa transitoria... 2 LA COMUNICAZIONE... 3

SPECIALE SPESOMETRO NORMATIVA Normativa transitoria... 2 LA COMUNICAZIONE... 3 I N D I C E NORMATIVA... 2 Normativa transitoria... 2 LA COMUNICAZIONE... 3 Le operazioni rilevanti... 3 Le operazioni escluse... 3 Verifica della soglia... 4 Contratti d appalto e con corrispettivi periodici...

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Oggetto: Comunicazione annuale dati Iva anno d imposta 2015 I soggetti IVA tenuti alla presentazione della dichiarazione annuale sono obbligati a trasmettere all Agenzia delle Entrate la Comunicazione

Dettagli

OGGETTO: nuove comunicazioni periodiche dal 2017

OGGETTO: nuove comunicazioni periodiche dal 2017 Ai gentili Clienti Loro sedi Trento, 13 dicembre 2016 OGGETTO: nuove comunicazioni periodiche dal 2017 PREMESSA Il D.L. n. 193/2016, introduce importanti novità in materia di IVA. In particolare: 1. l

Dettagli

Fiscal News N. 63. Scelta tra regime dei minimi e forfettario. La circolare di aggiornamento professionale 24.02.2015. Condizioni di accesso

Fiscal News N. 63. Scelta tra regime dei minimi e forfettario. La circolare di aggiornamento professionale 24.02.2015. Condizioni di accesso Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 63 24.02.2015 Scelta tra regime dei minimi e forfettario Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2015 Categoria: Regimi speciali Sottocategoria:

Dettagli

Anno 2014 N.RF344. La Nuova Redazione Fiscale FINANZIARIA NUOVO REGIME AGEVOLATO DDL DI STABILITÀ 2015 POST APPROVAZIONE MAXIEMENDAMENTO

Anno 2014 N.RF344. La Nuova Redazione Fiscale FINANZIARIA NUOVO REGIME AGEVOLATO DDL DI STABILITÀ 2015 POST APPROVAZIONE MAXIEMENDAMENTO Anno 2014 N.RF344 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 5 OGGETTO RIFERIMENTI FINANZIARIA 2015 - NUOVO REGIME AGEVOLATO DDL DI STABILITÀ 2015 POST APPROVAZIONE MAXIEMENDAMENTO

Dettagli

INDICE. Circolare n. 1 del 3 gennaio Legge di stabilità Novità in materia di fatturazione

INDICE. Circolare n. 1 del 3 gennaio Legge di stabilità Novità in materia di fatturazione Circolare n. 1 del 3 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione INDICE 1 Premessa... 2 2 Nuovi obblighi di fatturazione... 2 2.1 Operazioni nei confronti di soggetti passivi

Dettagli

Modalità e termini di presentazione La comunicazione va presentata esclusivamente per via telematica.

Modalità e termini di presentazione La comunicazione va presentata esclusivamente per via telematica. Dott. Carlo Agosta Dott. Enrico Pogolotti Dott. Davide Mancardo Dott.ssa Stefania Neirotti Torino, lì 17 gennaio 2011 Circolare n. 5/2011 OGGETTO: Comunicazione dati e dichiarazione IVA relativi all anno

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2015 IL NUOVO REGIME FORFETARIO

LEGGE DI STABILITA 2015 IL NUOVO REGIME FORFETARIO NEWSLETTER n. 9 12 gennaio 2015 LEGGE DI STABILITA 2015 IL NUOVO REGIME FORFETARIO RIFERIMENTI: LEGGE N. 190 DEL 23/12/2014 COMUNICATO STAMPA AGENZIA DELLE ENTRATE N. 160 DEL 31.12.2014 INDICE: 1. PREMESSA

Dettagli

1 - L INVIO DEL MOD. IRE PER I LAVORI DI RISPARMIO ENERGETICO A CAVALLO D ANNO

1 - L INVIO DEL MOD. IRE PER I LAVORI DI RISPARMIO ENERGETICO A CAVALLO D ANNO Pesaro, lì 26 marzo 2012 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE n. 05/2012 1- Invio Modello IRE per lavori di risparmio energetico del 55% a cavallo d anno; 2 Nuove regole iva dal 17-03-2012 per i servizi

Dettagli

Regime forfetario per autonomi - Fruibilità dell agevolazione contributiva. SELLITTI RAFFAELLA Consulente del Lavoro raffaellasellitti@gmail.

Regime forfetario per autonomi - Fruibilità dell agevolazione contributiva. SELLITTI RAFFAELLA Consulente del Lavoro raffaellasellitti@gmail. SELLITTI RAFFAELLA Consulente del Lavoro raffaellasellitti@gmail.com Regime forfetario per autonomi - Fruibilità dell agevolazione contributiva 1 1 REGIME FORFETARIO PER GLI AUTONOMI L art. 1 co. 54-89

Dettagli