Corriere tributario. Le Or igini. Come possono appar ir e i "Candlest icks"

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corriere tributario. Le Or igini. Come possono appar ir e i "Candlest icks""

Transcript

1 1/8 Vi pr esent iamo un br eve lavor o int r odut t ivo alla conoscenza della t ecnica dei char t s con le candele giapponesi ed una veloce car r ellat a di f igur e e f or mazioni più comuni e signif icat ive. Un veloce sum-up Come si è appr eso dalle lezioni del cor so base pubblicat e in quest o sit o, l' Analisi Tecnica è lo st udio dei pr ezzi r if lessi nei gr af ici. L' A.T. pr evede che i pr ezzi cor r ent i dei t it oli scont ino t ut t e le inf or mazioni pr esent i sul mer cat o. I pr ezzi r if let t ono, per ciò, non solo consider azioni di car at t er e economico-f inanziar io, ma anche f at t or i emozionali e compor t ament i di massa cont ingent i. Per cezioni quali paur e, ingor digie, (f ear - gr eed) panico, ist er ie, ma anche le at t ese f ut ur e, magar i aliment at e solo da voci (r umor s) spesso or ganizzat e ad ar t e. Si cer ca, così, il sist ema per st er ilizzar e i component i del t r ading dall' ef f et t o emozionale (Mer cat o t ecnico). Si t r ar r anno element i di decisioni basat i solo sulle f or mazioni dei char t s, r it enendo che i pr ezzi r if let t ano già ent r ambe le component i (f act and emot ion) Le Or igini I char t s a candela (r assomigliano inf at t i ad una candela con r elat ivo st oppino) hanno una st or ia ant ica. Le pr ime not izie dell' uso di un sist ema per pr eveder e le escur sione di pr ezzi, r isalgono al 1700 e pr ecisament e ad un t r ader giapponese Munehisa Homma. Col commer cio del r iso, egli guadagno' una f or t una usando l' analisi a candele. Di Lui si r accont ava di 100 consecut ivi guadagni sui pr ezzi. Le f or mazioni, cost it uit e da 2 o più candele consecut ive che assumono valenza in una par t icolar e ar ea del gr af ico, (chandlest ick f or mat ion) f ur ono r idenominat e, in ant ichit à, con color at e espr essioni dovut e in par t e al sist ema f eudale giapponese del t empo come ad es. le f igur e chiamat e "count er at t ack lines" e "advancing t hr ee soldier s". Pr opr io come la dest r ezza, la st r at egia e la psicologia sono impor t ant i in bat t aglia, così essi r appr esent ano alt r et t ant i validi element i da ut ilizzar si nella " t r ading bat t le". Come possono appar ir e i "Candlest icks" Molt i analist i pr ef er iscono t ale sist ema r ispet t o a quello bidimensionale (bar char t ), per la quant it à di inf or mazioni che essi most r ano: Pr esent iamo le due f igur e f ondament ali: I l cor po del candlest ick è chiamat o "r eal body" e r appr esent a l' escur sione di pr ezzo t r a l' aper t ur a e la chiusur a Un Cor po NERO o r iempit o (f illed-in)signif ica che che i pr ezzi di chiusur a sono più bassi di quelli di aper t ur a (bear ish per iod) Un cor po BI ANCO signif ica,invece, che i pr ezzi di chiusur a sono super ior i a quelli di aper t ur a (bullish per iod) La sot t ile linea ver t icale al di sopr a o al di sot t o del cor po è chiamat o "upper / lower shadow" (ombr a) e r appr esent a i pr ezzi massimi e minimi del per iodo. Raf f r ont o di uno St andar Bar con un Candlest ick Char t Nell' esempio sot t ost ant e vengono compar at i i due sist emi. E' evident e che il chandlest ick char t appar e t r idimensionale, e la sit uazione dei pr ezzi è immediat ament e per cepibile:

2 2/8 La f igur a dal cor po ner o (f illed-in r eal bodies) r appr esent a una debole chiusur a, ment r e la candela bianca (light -color ed r eal body) r appr esent a una chiusur a a pr ezzi super ior i a quelli di aper t ur a. I pr ezzi di chiusur a e di aper t ur a possono esser e, così, immediat ament e per cepit i nel lor o delt a e sopr at t ut t o la sint esi di una gior nat a (per iodo) bear ish o bullish. Le Figur e di Base E' d' obbligo pr esent ar e, innanzit ut t o, le due f igur e t ipo: la Black Candle (candela ner a) che compar e quando i pr ezzi di chiusur a sono più bassi di quelli di aper t ur a e la Whit e Candle (candela bianca)che si pr esent a quando,vicever sa, i pr ezzi di chiusur a sono più alt i r ispet t o a quelli di aper t ur a Le gior nat e in cui la dif f er enza t r a le chiusur e (r appr esent at e dalla lunghezza dei cor pi) sono not evoli si def iniscono long days. Al cont r ar io quelle con dif f er enze minime sono def init e shor t days ; ovviament e, t r alasciando i minimi e massimi (ombr e - shadows) Le gior nat e in cui i massimi ed i minimi coincidono con le aper t ur e e chiusur e e vicever sa sono def init i mar ubozu days. Le r elat ive f igur e non pr esent ano ombr e per cui il massimo nel black mar ubozu (t r aduz.: spezzat o/ t r oncat o) coincide con l' aper t ur a ed il minimo con la chiusur a, gener ando così una candela ner a ment r e nel whit e mar ubozu il minimo coincide con l' aper t ur a ed il massimo con la chiusur a gener ando una candela bianca. I n let t er at ur a t r oviamo anche il closing e l' opening mar ubozu a seconda della mancanza dell' ombr a sopr a la chiusura o sopr a l' aper t ur a. Tr a le f igur e neut r e t r oviamo gli Spinning Tops (spinning t op=t r ot t ola / si pr onuncia spin.ning) - Sono f igur e con un piccolo cor po e ombr e più est ese che quando appaiono in un mer cat o "lat er ale" assumono il signif icat o di sost anziale equilibr io t r a la domanda e l' of f er t a. Possono esser e bianche o ner e Quando le aper t ur e sono uguali alle chiusur e si hanno le f or mazioni più f amose del candlest ick char t ing: le Doj i. Quest e f or mazioni sono car at t er izzat e da lunghe ombr e e minimo cor po posizionat o a diver se alt ezze. Assumono, di solit o, il signif icat o di incer t ezza e se incont r at e nel bel mezzo di un t r end possono semplicement e r appr esent ar e una semplice pausa. Assumono diver so signif icat o se si f or mano in alt r o cont est o, come in cima ad un up-t r end o alla f ine di un down-t r end. I n t al caso pot r ebber o ant icipar e un' inver sione di t endenza, t r ovando post o t r a le f igur e di inver sione (r ever sal pat t er n). Ovviament e il doj i divent a un segnale di imminent e inver sione quant o più il mer cat o si t r ovi in iper compr at o o iper vendut o. La Long Legged (legged=con gambe) è car at t er izzat a da un cor po minimo per la coincidenza dei valor i di aper t ur a e chiusur a e da lunghe ombr e super ior i ed inf er ior i. I n quest o caso le f or ze t or o e or so si equivalgono in campo e l indecisione pr ende il sopr avvent o. Se incont r iamo nel gr af ico due adiacent i doj i lines molt o pr obabilment e la cor r ent e indecisione sarà seguit a da un f or t e moviment o impulsivo o di cor r ezione. La Gr avest one doj i (piet r a t ombale) è car at t er izzat a dallo st esso valor e di aper t ur a-

3 3/8 chiusur a - minimo e da una lunga ombr a super ior e che segnala un massimo alquant o dist ant e dalla base. Se lo t r oviamo in cima ad un t r end al r ialzo signif ica, pr obabilment e, che le f or ze t or o hanno pr ovat o a f or zar e i pr ezzi, ma sono st at e r espint e dalle pr ese di benef icio che pot r ebber o segnar e la f ine dell ascesa e pr epar ar e la possibile cor r ezione. Talvolt a si t r at t a anche di un singolo impor t ant e invest it or e che t est a la f ine del t r end con un gr osso or dine ver if icando, così, la r eazione del mer cat o. E' def init a piet r a t ombale per ché, secondo gli or ient ali, chi compr a a quest i pr ezzi r ischia di inf ilar si e r imaner e in un loculo, in quant o il mer cat o, dai valor i r aggiunt i, pot r à solo r it r acciar e in r ibasso. La Dr agonfly (libellula) è una f igur a oppost a alla gr avest one: l' aper t ur a, la chiusur a ed il massimo sono uguali ed è car at t er izzat a da una lunga ombr a discendent e con un minimo alquant o dist ant e. La f igur a è classif icat a come pot enzialment e r ialzist a, ma per essa, come per t ut t e le alt r e f igur e candlest ick, bisogna consider ar e il cont est o in cui appar e per f or mular e un segnale più pr eciso. Tr a le f igur e di base ne dist inguiamo alcune che car at t er izzano l inizio di una f ase bullish o bear ish (o la conf er ma di esso ) La Long Whit e line - I l candelone bianco è car at t er izzat o dalla dist anza della chiusur a (super ior e) dall aper t ur a e da piccole ombr e (le candele long vengono spesso def init e anche Tall per la lor o alt ezza). I l close vicino ai massimi indica la f or za dei t or i sugli or si. Una long whit e isolat a può signif icar e un f at t o occasionale come l' assenza dei vendit or i più che la f or za dei compr at or i. Ma se alla LW seguono alt r e candele bullish (f amosa la f or mazione "advancing t hr ee soldier s) allor a il segnale manif est a pienament e il suo valor e. Si r it r ova spesso alla f ine di un down t r end pr ecedut a da un segnale di inver sione decr et ando la f ine della t endenza in at t o, oppur e, spessissimo, già in una f ase r ialzist a per acceler ar e violent ement e il t r end in at t o. Per la Long Black valgono le consider azioni oppost e r ispet t o alla long whit e. I nf at t i, se compar e un segnale di inver sione in cima ad una una f ase di mer cat o r ialzist a, conf er mat o nella sedut a successiva da una long black, le pr obabilit à che il t r end r ialzist a sia t er minat o sono decisament e alt e. L Hammer (mar t ello) e l Hanging Man(impiccat o -si pr onuncia hang.ingmen) sono candele molt o conosciut e per chè gener ano negli invest it or i un impor t ant e livello di at t enzione in quant o f igur e di inver sione (r ever sal pat t er ns). Per esser e consider at e "di inver sione", le f igur e devono t r ovar si in cima ad un t r end r ialzist a (impiccat o) o alla f ine di un t r end r ibassist a (mar t ello), alt r iment i non avr ebber o nulla da inver t ir e. Esse appaiono ident iche con un piccolo cor po bianco o ner o (è indif f er ent e) ed una lunga ombr a discendent e (lower shadow). Nel caso dell Hammer lo scenar io è negat ivo; siamo per o' alla f ine del t r end con gli oscillat or i pr obabilment e in iper vendut o. Qualche oper at or e lancia un gr osso or dine per t est ar e il mer cat o e quest o " spr ing (molla), come lo chiama Nison, f or ma la lower shadow. I nt er vengono a quest o punt o i t or i che danno un segnale di r ipr esa al mer cat o. Spesso, la sedut a successiva conf er ma in close l' inver sione e le r icoper t ur e dei r ibassist i, con gli acquist i long, cat alizzer anno la f ine del t r end lasciando un' inequivocabile t r accia nel gr af ico.

4 4/8 L Hanging man (impiccat o) è, in r ealt à, una f igur a causat a dal t or o che r espinge in close l at t acco r ibassist a che, a sua volt a, disegna la lower shadow. L hanging man, gr af icament e, pr esent a la linea del collo (base del cor po) al di sopr a del t op del body della f igur a che pr ecede. Segnaliamo dover osament e che, alcune f igur e con legger e anomalie r ispet t o allo st andar d ot t imale, sono accet t at e dagli analist i con elast icit à, per ché, di solit o, esse non alt er ano il segnale oper at ivo. Occor r er à at t ender e un paio di sedut e successive con pr obabili black candles per una conf er ma dell' inver sione di t endenza. La t r adizione vuole che la sessione successiva (o la seguent e ancor a) alla compar sa dell' impiccat o chiuda con un valor e inf er ior e al cor po dell' impiccat o. A quest o punt o molt i invest it or i r ealizzer anno i guadagni (t ake pr of it ) e color o che hanno compr at o nella sedut a dell' hanging man, per non r imaner e "impiccat i", vender anno per limit ar e le per dit e f acendo scat t ar e gli st oploss di pr ot ezione. L' inver sione di t endenza conf er mat a dal livello degli oscillat or i si è così di nuovo r ealizzat a. Le For mazioni Candlest ick di inver sione Molt i oper at or i guar dano con est r ema at t enzione i gr af ici per scor ger vi doppi massimi, doppi minimi, t est e e spalle ed alt r i element i che indichino segnali di inver sione. Lo st esso avviene per il sist ema a candele giapponesi. Come già r icor dat o, le f igur e di inver sione assumono un diver so signif icat o a secondo del cont est o in cui si f or mano. Una f or mazione d' inver sione candlest ick è gener alment e cost it uit a da due o più candele che indicano una possibile imminent e inver sione del t r end cor r ent e. Ovviament e una f or mazione bullish in un upt r end non ha alcuno signif icat o di inver sione e lo st esso vale per le f or mazioni bear ish Dar k Cloud cover (cielo nuvoloso - nuvola ner a) La f or mazione è cost it uit a da due candele. La pr ima, di solit o una (long) whit e, viene seguit a da una candela ner a che apr e addir it t ur a in gap, ma i pr ezzi cedono subit o dopo, posizionando il close olt r e la met à della long whit e. Rit r ovando quest a f or mazione in up t r end, si avr anno molt e pr obabilit à che gli or si pr eso or mai il sopr avvent o, inizino un r it r acciament o negat ivo del t r end f acilit at i dalle vendit e degli invest it or i per monet izzar e i guadagni conseguit i sino all' or a. Nella f igur a a f ianco possiamo osser var e il violent o r it r acciament o r appr esent at o dalla successiva long black candle. Pier cing line - E la f or mazione cont r ar ia alla "dar k cloud cover " ed ha implicazioni net t ament e bullish. Lo scenar io è simile a quello pr ecedent e, ma di segno cont r ar io. I n t al caso r it r oviamo l' ennesima

5 5/8 candela ner a in un t r end al r ibasso. La successiva candela apr e in gap al r ibasso per poi r ecuper ar e velocement e e chiuder e f ino a met à (e olt r e) della candela pr ecedent e. Molt i invest it or i cor r ono a chiuder e le posizioni al r ibasso (cor t e) compr ando sul mer cat o e cont r ibuendo, così, all' inver sione del t r end. Not iamo che sit uazioni come quest a possono nasconder e piccole t r appole come quelle che, in pr esenza di impor t ant i suppor t i, f anno scat t ar e gli st op-loss a pr ot ezione di pr ecedent i acquist i. Subit o dopo, per ò, le quot azioni r isalgono velocement e e l' oper at or e che ha "subit o " lo st op loss deve velocement e r iacquist ar e per r imaner e in t r end. Bullish / Bear ish Engulf ing Pat t er n. La t r aduzione in it aliano di engulf ing (si pr onuncia "ingolf ing"), ossia "inghiot t it oio", r ende per f et t ament e l' immagine di quest a f or mazione che può assumer e connot azioni bullish o bear ish. I l mer cat o, alla lor o compar sa, pot r ebbe pr ender e una dir ezione def init a lasciando il moviment o lat er ale. Gli Shadows della f igur a del gior no (per iodo) pr ecedent e non devono necessar iament e esser e coper t i. La f or mazione, st at ist icament e, è molt o f r equent e nei gr af ici La f or mazione bullish è cost it uit a da una piccola candela ner a seguit a ed "inghiot t it a" complet ament e da una (long) whit e che si est ende complet ament e al di sopr a e al di sot t o del suo cor po (r eal body). Se t r alasciamo le ombr e, la f usione delle due candele dà per r isult at o un mar t ello (hammer ) che, sit uat o alla f ine di un t r end r ibassist a, segnala una possibile inver sione. (Di Lor enzo - Guadagnar e in bor sa Sole 24Or e) Nella f or mazione bear ish la candela bianca è t ot alment e coper t a (inghiot t it a) da quella ner a. La f usione delle due candele pr oduce una st ella cadent e (shoot ing st ar ) che nella let t er at ur a candlest ick è classif icat a come f igur a d' inver sione. Anche in quest o caso possiamo spiegar e il valor e della f or mazione con la dinamica di mer cat o. Come nel caso della dar k cloud cover, appena descr it t a, alla f ine di un t r end al r ialzo i t or i t ent ano di f or zar e i pr ezzi addir it t ur a con un gap, ma il t r end è mat ur o e le pr ese di benef icio pr endono violent ement e il sopr avvent o. Si pr oduce quasi sempr e una (long) black con r elat iva inver sione di t endenza.

6 6/8 STARS Vi sono una ser ie di f or mazioni che r ichiedono la pr esenza di una st ar. Quest e f or mazioni consist ono in un piccolo cor po che si f or ma lont ano da quello pr ecedent e in modo da non sovr appor lo mai. Non è molt o impor t ant e il color e del cor po per ché quest e f igur e si incont r ano sia in upt r end che in downt r end. Rappr esent ano l' equivalent e dei GAP nei st andar d bar char t s. Quando il cor po di una st ar non esist e del t ut t o siamo in pr esenza di una doj i st ar.le "STAR" appaiono nelle f or mazioni di quat t r o f igur e di inver sione:mor ning St ar - Evening St ar - Doj i St ar - Shoot ing St ar (I nver t ed Hammer ) Mor ning St ar (St ella del Mat t ino) Nella let t er at ur a bor sist ica or ient ale assieme alla evening st ar è l' unica f or mazione a t r e candele ed anche una pot ent e r ever sal pat t er n. E' cost it uit a da una lunga candela ner a,poi da una seconda piccola candela (st ar ) più in bssso, che può esser e indist int ament e bianca o ner a, ma il cui r eal body non deve t occar e quello della pr ecedent e candela, quindi una lunga candela bianca. Anche in quest o caso i r eal bodies sono a diver sa alt ezza. Come la st ella del mat t ino è bene augur ant e di una gior nat a ser ena senza nuvole così quest a f or mazione si dimost r a una valida pr ospet t iva di un per iodo di t r end posit ivo. Evening St ar (St ella della ser a) I n un mer cat o al r ialzo la pr ima candela è una long whit e ben est esa, che conf er ma il t r end in at t o; segue un aper t ur a con un gap al di sopr a del cor po della candela pr ecedent e. La chiusur a può esser e legger ment e super ior e od inf er ior e per cui la candela si pr esent a indif f er ent ement e di color e bianco o ner o. I l t er zo gior no si f or ma all' aper t ur a un gap, sot t o il cor po della st ar, e si chiude con valor i inf er ior i. Appar e una black candle che si est ende in basso olt r e la met à del cor po della pr ima candela. Per quest e f or mazioni è ammessa una cer t a elast icit à r iguar do ad esempio il color e della seconda candela o la chiusur a della t er za olt r e la met à della pr ima. Doj i St ar s : Sono car at t er izzat e, in un mer cat o r ialzist a, da un violent o gap al di sopr a del cor po della f igur a pr ecedent e, o in un mer cat o r ibassist a, da un gap al di sot t o del cor po. Si t r at t a di una f igur a che gener a, come t ut t i i doj i, incer t ezza e che spesso ai t op dei t r end r appr esent a l ult imo at t o pr ima dell inver sione. Anche in quest o caso le f or ze pr evalent i nel t r end in at t o t ent ano di f or zar e con un gap, ma in close, i pr ezzi disegnano un doj i che r appr esent a un moment o in cui le f or ze si equivalgono e la cont inuazione del t r end può esser e messo in discussione. Occor r er à, anche in quest o caso, at t ender e una/ due sedut e per ver if icar e se si è t r at t at o di una pausa o dell' inizio di un r it r acciament o e pr ender e le oppor t une decisioni avvalor at e anche da alt r i st r ument i a disposizione dell' analist a.. Se nel Mor nig st ar e nell Evening st ar la seconda candela è r appr esent at a da un doj i, allor a avr emo f or mazioni che si chiamer anno r ispet t ivament e Mor ning doj i st ar ed Evening doj i st ar con le medesime car at t er ist iche e signif icat ivit à della f igur e base.

7 7/8 Nella f igur a a f ianco (ENI ) è r appr esent at a un" Evening doj i st ar " al t op di un t r end r ialzist a con la doj i in seconda candela Shoot ing St ar (St ella cadent e / si pr onuncia sciut in.st aar ) Quest a f igur a è simile al mar t ello e all' impiccat o ma r ispet t o a quest i è r ovesciat a con un lungo upper shadow e un piccolo r eal body post o vicino ai minimi della sedut a. Manca la lower shadow(o è minima).i l color e del cor po non ha impor t anza. Se r it r oviamo la f igur a in cima ad un upt r end signif ica che l' inver sione è molt o vicina. Anche st avolt a i t or i hanno t ent at o uno st r appo det er minando l' upper shadow, ma le f or ze r ibassist e hanno pr eso il sopr avvent o. Nella f at t ispecie, come per la f igur a del mar t ello, si può ipot izzar e l' int er vent o di gr ossi oper at or i per saggiar e il mer cat o, t est imoniat o nel gr af ico, dalla lunga upper shadow. Allor a S.Nison def inì "spr ing"(molla) quest a f igur a; in quest o caso inver so Nison la def inisce "upt hr ust "(spint a ver so l' alt o si pr onuncia: ap.t r aast ). I l r isult at o per o' è ident ico: la pr obabile f ine del t r end. Nel caso invece che la f igur a si t r ovi alla f ine di un downt r end si pr ef er isce def inir la "inver t ed hammer " (mar t ello r ovesciat o). Gli or si hanno r espint o un f or t e t ent at ivo di inver sione che ha gener at o l upper shadow, ma si sono aper t e delle cr epe nel t r end discendent e e l' at t acco dei t or i or mai è pr ossimo. I niziano le r icoper t ur e e la pr of ezia dell inver sione si r ealizza molt o velocement e. Nella f igur a a f ianco (Esaot e biomedica) t r oviamo addir it t ur a due inver t ed hammer consecut ivi pr ecedut i da un doj i. I l secondo inver t ed segna il minimo r elat ivo del downt r end, che inver t e la sua cor sa per poi esploder e dopo quat t r o sedut e successive, con due gap molt o vist osi. I ncludiamo nelle f or mazioni di inver sione l HARAMI, anche se il segnale è sicur ament e più debole r ispet t o alle f igur e pr ecedent i, t ant o che molt i aut or i la inser iscono nelle f or mazioni neut r ali. L' har ami o Pr egnant in lingua inglese (donna incint a / si pr onuncia pr eg.nant ) è simile alla f or mazione "engulf ing" ma inver t it a. I nf at t i la candela piccola bianca o ner a segue (non pr ecede) la candela più lunga di color e oppost o che copr e complet ament e col suo r eal body la candela piccola.

8 8/8 La signif icat ivit à dipende dall' ar ea del gr af ico in cui compar e. Ad es. se si manif est a alla f ine di un up t r end e la pr ima candela è ner a allor a il piccolo cor po bianco della seconda candela viene consider at o un moment o di r if lessione pr ima di una pr obabile inver sione.nel caso che la seconda candela non abbia cor po per ché cost it uit a da un doj i la f or mazione viene def init a Har ami cr oss Consider azioni f inali La t ecnica della candele giapponesi r appr esent a un validissimo st r ument o di analisi t ecnica, ma pr opr io come qualsiasi alt r o st r ument o di quest a disciplina, dovr à f unzionar e in par allelo con alt r i element i per meglio inf or mar e il pr ocesso decisor io dell' analist a. I l f ilt r aggio delle f or mazioni candlest ick è obbligat or io per non incor r er e in f alsi segnali gener at i dalla candela singola o in f or mazione (Gr eg Mor r is,1991). Un ot t imo f ilt r o è r appr esent at o, ad esempio, dagli oscillat or i per individuar e le f asi di "iper " in vist a dei quali compaiono gli "aler t s" ed i segnali delle f or mazioni candlest ick f unzionano al meglio. Si pot r à sceglier e ad. esempio uno st ocast ico lent o (slow) o un alt r o oscillat or e quale l' RSI di Wilder, ampiament e t r at t at i nel cor so base di Analisi t ecnica - capit olo Moment um. La concer t azione di t ali st r ument i, eccellent i compagni di analisi, per met t er à di coglier e quei segnali oper at ivi necessar i al nost r o t r ading. Per color o che volesser o appr of ondir e l' ar goment o segnaliamo lo st udio più f amoso di St eve Nison: "J apanese Candlest ick Char t ing Techniques: A Cont empor ar y Guide t o t he Ancient I nvest ment Techniques of t he Far East. " edizione Mc Gr ow-hill 1991" Copyright All rights reserved Bibliografia: Pring M. Technical Analysis Explained - Trend Research Nison S. Japanese Candlestick Techniques - McGraw-Hill 1991 Nison S. Beyond Candlestick - John Wiley & Sons 1994 Steven A. Technical Analysis - Equis GuarinoS. Introduzione all Analisi tecnica - Università pop. Napoli Nord

Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1

Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1 Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1 352*(77$=,21(','$77,&$ 3UHVHQWD]LRQH: Consolidiamo la conoscenza dei numeri naturali, decimali e interi relativi, dei procedimenti

Dettagli

$UW 5(*2/$0(172 (',/,=,2 ±,QWHUYHQWL GL ULVWUXWWXUD]LRQH XUEDQLVWLFD H QXRYD

$UW 5(*2/$0(172 (',/,=,2 ±,QWHUYHQWL GL ULVWUXWWXUD]LRQH XUEDQLVWLFD H QXRYD &2081(',&$625$7(6(03,21( 3URYLQFLDGL9DUHVH $UW5(*2/$0(172(',/,=,2±,QWHUYHQWLGLULVWUXWWXUD]LRQHHGLOL]LD La domanda di Permesso di Costruire dev essere corredata dai seguenti documenti in duplice copia:

Dettagli

Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord. Castiglione delle Stiviere, 22 e 23 m aggio 2004

Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord. Castiglione delle Stiviere, 22 e 23 m aggio 2004 Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord 5LOHYD]LRQHHFRQIURQWRVXOOHSUDVVLGHJOL8IILFLJLXGL]LDULLQUHOD]LRQH DGDOFXQLQRGLFULWLFLGHOGLULWWRHGHOODSURFHGXUDFLYLOHPLQRULOH Castiglione delle Stiviere,

Dettagli

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD 68//(3,67('(,%5,*$17, /,7,1(5$5,2ƒSHUFRUVR L it iner ar io descr it t o è uno dei t ant i possibili che at t r aver sano il 0RQWH 9XOWXUH, e r isult a par t icolar ment e int er essant e per ché consent

Dettagli

Matematica classe quinta. Incontro del 15 ottobre 2010. Annarita Monaco. annarita.monaco@tin.it

Matematica classe quinta. Incontro del 15 ottobre 2010. Annarita Monaco. annarita.monaco@tin.it 1 Matematica classe quinta Incontro del 15 ottobre 2010 Annarita Monaco annarita.monaco@tin.it,qglfh,qwurgx]lrqh/dfodvvhtxlqwd«txdolfdudwwhulvwlfkh3ulpdsduwh,vlvwhplglqxphud]lrqh/hsursulhwjghoohrshud]lrql

Dettagli

I nit ial Public Of f ering")

I nit ial Public Of f ering) L' I PO (dall' inglese "I" I nit ial Public Of f ering") è l' of f ert a pubblica iniziale di sot t oscrizione e/ o di vendit a (OPS, OPV o OPVS) di t it oli di una societ à che per la prima volt a viene

Dettagli

67$7872 3URYLQFLDGL0LODQR. (ar t. 6 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267) Appr ovat o con deliber azione di Consiglio comunale n. 64 del 30.11.

67$7872 3URYLQFLDGL0LODQR. (ar t. 6 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267) Appr ovat o con deliber azione di Consiglio comunale n. 64 del 30.11. 67$7872 '(/&2081(', &86$120,/$1,12 3URYLQFLDGL0LODQR (ar t. 6 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267) Appr ovat o con deliber azione di Consiglio comunale n. 64 del 30.11.1999 Modif icat o con deliber azioni di

Dettagli

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE Sportello Unico Immigraione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE 38172&(175$/('(//$/(**(%266,),1,( &+(1(66812 675$1,(5262**,251,,1,7$/,$6(1=$815(*2/$5( &2175$772',/$9252('81$//2**,2$'(*8$72 '/JV1

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

P.B.L.S. La Vener abile Ar ciconf r at er nit a. di Miser icor dia di SARTEANO

P.B.L.S. La Vener abile Ar ciconf r at er nit a. di Miser icor dia di SARTEANO La Vener abile Ar ciconf r at er nit a di Miser icor dia di SARTEANO a cur a del Coor dinament o delle Cent r ali Oper at ive della Regione Toscana pr opone il manuale di: P.B.L.S. 1 3%/6 Pediat r ic Basic

Dettagli

3HFXOLDULWjSHGLDWULFKH QHOODGLIIXVLRQHGHOOH LQIH]LRQLRVSHGDOLHUH

3HFXOLDULWjSHGLDWULFKH QHOODGLIIXVLRQHGHOOH LQIH]LRQLRVSHGDOLHUH / DXGLW HLOFRQWUROORGHOULVFKLRLQIHWWLYR QHOOHVWUXWWXUHDVVLVWHQ]LDOL 25 NOVEMBRE 2005 3HFXOLDULWjSHGLDWULFKH QHOODGLIIXVLRQHGHOOH LQIH]LRQLRVSHGDO Per legger e le not e r elat ive alle singole slide, cliccar

Dettagli

D icembre 08 M A GA Z IN E

D icembre 08 M A GA Z IN E D icembre 08 M A GA Z IN E L avventura nel sorprendente paese carioca ha inizio, con il suo verde ed il suo giallo e con mille altri colori che vanno dal bianco pallido della conquista e della ricchezza

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

Vincenzo Balzani. Ravenna, 25 set t embr e 2009

Vincenzo Balzani. Ravenna, 25 set t embr e 2009 Vincenzo Balzani Dipar t iment o di Chimica Giacomo Ciamician Facolt à di Scienze, Univer sit à di Bologna vincenzo.balzani@unibo.it Ravenna, 25 set t embr e 2009 Fot o scat t at a dalla sonda Cassini-

Dettagli

RAI FICTION: RAINVENTARAI IL NUOVO RACCONTO PER IL WEB INCONTRA L ARCHIVIO DELLE TECHE RAI

RAI FICTION: RAINVENTARAI IL NUOVO RACCONTO PER IL WEB INCONTRA L ARCHIVIO DELLE TECHE RAI RAI FICTION: RAINVENTARAI IL NUOVO RACCONTO PER IL WEB INCONTRA L ARCHIVIO DELLE TECHE RAI Le serie web incontrano l archivio delle Teche Rai attr aver so la cr eatività dei giovani talenti e le tecnologie

Dettagli

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni VBA Il Visual Basic for Application Le funz ioni Le procedure Funz ioni µ E pos s ibile (e cons igliato) s comporre un problema i n sotto- problemi e combinar e poi assieme le s oluz i oni per ottenere

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

MAL AT T IE C ARDIOV AS C OL ARI

MAL AT T IE C ARDIOV AS C OL ARI Corsi di Laurea delle Professioni sanitarie C o rs o d i L a u re a in In fe rm ie ris tic a Università degli Studi di Torino Facoltà di Medicina e Chirurgia PROG E T T O DI AP P RE N DIME N T O IN AMB

Dettagli

Analisi Costi e Benefici Laura Vici laura.vici@unibo.it LEZIONE 5

Analisi Costi e Benefici Laura Vici laura.vici@unibo.it LEZIONE 5 Analisi Costi e Benefici Laura Vici laura.vici@unibo.it LEZIONE 5 Rimini, 26 aprile 2006 1 The Inter temporal Effects of International Trade Valore in $ del consumo di beni oggi G D F H 1/(1+r) G Valore

Dettagli

Medical devices -------

Medical devices ------- Master in discipline regolatorie Medical devices ------- 1 a edizione Presentazione Il mercato dei dispositivi medici risulta sempre piu complesso e richiede alle aziende che operano nel settore di possedere

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 8 LEGGE 3 luglio 2014, n. 99 Ratifica ed esecuzione dell'accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo degli Stati Uniti d'america sul rafforzamento della cooperazione nella

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

GLI SPECIALISTI NELLA PROTEZIONE CONTRO FULMINI E SOVRATENSIONI I PIONIERI NELLA PROTEZIONE UN AMPIA GAMMA DI SOLUZIONI SOLUZIONI INTEGRALI

GLI SPECIALISTI NELLA PROTEZIONE CONTRO FULMINI E SOVRATENSIONI I PIONIERI NELLA PROTEZIONE UN AMPIA GAMMA DI SOLUZIONI SOLUZIONI INTEGRALI PROTEZIONE CONTRO I FULMINI E LE Cirprotec PROTEZIONE ESTERNA Gli specialisti nella Protezione contro Fulmini e Sovratensioni Gamma completa di sis temi per la pr otezione esterna contro i fulmini: Parafulmini

Dettagli

Numero telefonico d emergenza GARIGLIO CLA UDIO s.r.l. +39(011) 785380 / +39(011) 785366

Numero telefonico d emergenza GARIGLIO CLA UDIO s.r.l. +39(011) 785380 / +39(011) 785366 Sezione 1. IDENTIFICA ZIONE DEL PRODOT TO E DELL A ZIENDA Codice del prodotto MEC-POL FO 500 S Nome del prodo tto Ossido di terra rara Nome del produ ttore: Numero telefonico d emergenza GARIGLIO CLA UDIO

Dettagli

Cronaca e intervista. Invito. linguistica. La cronaca è un articolo di giornale in cui sono narrati fatti pubblici e privati

Cronaca e intervista. Invito. linguistica. La cronaca è un articolo di giornale in cui sono narrati fatti pubblici e privati Invito INVITO alla ALLA LINGUISTICA linguistica Torna indietro David Strathairn in una scena del film Good Night, and Good Luck (2005). Regia di George Clooney. (Foto Webphoto) Cronaca e intervista La

Dettagli

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze Misure di base su una carta Calcoli di distanze Per calcolare la distanza tra due punti su una carta disegnata si opera nel modo seguente: 1. Occorre identificare la scala della carta o ricorrendo alle

Dettagli

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m Per ul teriori info r ma zioni sui nostri Prodotti, sui nostri pro g rammi pro fessi o nali e sul n ost ro p ro g ra m ma di Co n t i n u i ng Ed u cation, co n ta t ta te ci : Zimmer De n tal I tal y

Dettagli

OMEGA-P BY DAY BOLLARD DISSUASORE

OMEGA-P BY DAY BOLLARD DISSUASORE BOLLARD DISSUASORE dissuasori bollards materiali materials acciaio steel dimensioni dimensions SHORT BASE - 220 x 120 x h 840 mm LONG BASE - 400 x 120 x h 840 mm niture nishes struttura structure 74 75

Dettagli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli IL PIANETA TERRA IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli all a r e a su. EQUATORE: piano perpendic lare all i rotazione,

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA, ECONOMIA E FINANZA Tesi di Laurea ASPETTI DELL ANALISI TECNICA APPLICATI AL TITOLO ENI Relatore: Prof. NUNZIO

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

ATTI DEL SEMINARIO Semplicità, innovazione e risparmio nella gestione dell assistenza domiciliare: il caso Domiphone (a cura di Accor Services)

ATTI DEL SEMINARIO Semplicità, innovazione e risparmio nella gestione dell assistenza domiciliare: il caso Domiphone (a cura di Accor Services) Sala Toscanini Palazzo delle Stelline Milano 19 aprile ore 10.00 13.00 ATTI DEL SEMINARIO Semplicità, innovazione e risparmio nella gestione dell assistenza domiciliare: il caso Domiphone (a cura di Accor

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO.

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. Provincia di BERGAMO Comune di Arzago d'adda. Provincia di CREMONA Comuni di Agn adello, Pandino, Palazzo Pignano, Monte Cremasco,

Dettagli

Numeri reali. Funzioni e loro grafici

Numeri reali. Funzioni e loro grafici Argomento Numeri reali. Funzioni e loro grafici Parte B - Funzioni e loro grafici Funzioni reali di variabile reale Definizioni. Supponiamo che A sia un sottoinsieme di R e che esista una legge che ad

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

di: Francesco Zanardi

di: Francesco Zanardi LE PISTOLE A RAFFICA di: Francesco Zanardi Tra i tanti argomenti di cui si parla nei poligoni di tiro non mancano mai le pistole a raffica. Queste armi un po particolari hanno sempre affascinato gli appassionati

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 ISOLATORI ELASTOMERICI ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 INTRODUZIONE CERTIFICAZIONI Nel 1992 FIP Industriale ha ottenuto la certificazione CISQ-ICIM per il Sistema di Assicurazione Qualità in conformità

Dettagli

Chimica Suggerimenti per lo studio

Chimica Suggerimenti per lo studio Chimica Suggerimenti per lo studio Dr. Rebecca R. Conry Traduzione dall inglese di Albert Ruggi Metodo di studio consigliato per la buona riuscita degli studi in Chimica 1 Una delle cose che rende duro

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Descrizioni VHDL Behavioral

Descrizioni VHDL Behavioral 1 Descrizioni VHDL Behavioral In questo capitolo vedremo come la struttura di un sistema digitale è descritto in VHDL utilizzando descrizioni di tipo comportamentale. Outline: process wait statements,

Dettagli

(anno accademico 2008-09)

(anno accademico 2008-09) Calcolo relazionale Prof Alberto Belussi Prof. Alberto Belussi (anno accademico 2008-09) Calcolo relazionale E un linguaggio di interrogazione o e dichiarativo: at specifica le proprietà del risultato

Dettagli

CODICI ALLARME CALDAIA HERMANN EURA

CODICI ALLARME CALDAIA HERMANN EURA CODICI ALLARME CALDAIA HERMANN EURA Quali sono le anomalie che possono riguardare la caldaia Hermann Eura e i codici di allarme che identificano i guasti. Un'utile guida per risalire ai guasti tecnici

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04 V _ TAS G e s t i o n e e co n t ro l l o d e l l a p ro g e tta z i o n e C o n f o rm e a l i a N o rm a U N I E N I S O 9 0 0 t ; 2 0 0 8 C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE DI SCREENING COLORETTALE PREVENZIONE SERENA

PROGRAMMA REGIONALE DI SCREENING COLORETTALE PREVENZIONE SERENA PROGRAMMA REGIONALE DI SCREENING COLORETTALE PREVENZIONE SERENA Workshop 2012 Cosa poss(iam iam)o imparare dall esperienza del Piemonte Romano Sassatelli 1962 - Quand'ero bambino, parlavo da bambino, pensavo

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni : criteri e indicazioni di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: giugno 2010 A) Sistema classico (autore-titolo) nel corpo del testo: es. frase citata da un libro ¹ [N nota in apice] in nota a piè di pag.:

Dettagli

Elaborazione grafica dei dati desunti dai questionari di valutazione -FASE FINALE-

Elaborazione grafica dei dati desunti dai questionari di valutazione -FASE FINALE- 13 ISTITUTO COMPRENSIVO "Albino LUCIANI" RIONE GAZZI FUCILE - 98147 MESSINA (ME) Codice Fiscale 80007440839 - Codice Meccanografico MEIC86100G Telefono 090687511 - Fax 090680598 - E-Mail: meic86100g@istruzione.it

Dettagli

Prof. Caterina Rizzi Dipartimento di Ingegneria Industriale

Prof. Caterina Rizzi Dipartimento di Ingegneria Industriale RUOLO DELLA MODELLAZIONE GEOMETRICA E LIVELLI DI MODELLAZIONE PARTE 2 Prof. Caterina Rizzi... IN QUESTA LEZIONE Modelli 2D/3D Modelli 3D/3D Dimensione delle primitive di modellazione Dimensione dell oggettoy

Dettagli

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l.

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. t " : SULUPPO PER VIA GRAFICA n mpionamento del segnale analogico x(t) produce una sequenza xsgts) il cui spettro nel dominio della frequ enza è periodico, sicché

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PO 7. 3 G estione del progetto Formativo C o p i a n C o n s e g n a t a / u p lo a d A : C N C q

PROCEDURA OPERATIVA PO 7. 3 G estione del progetto Formativo C o p i a n C o n s e g n a t a / u p lo a d A : C N C q Pag. 1/7 Indice 1.Scopo e campo di applicazione... 2 2.Responsabilità... 2 3. Modalità operative... 2 3.1 Pianificazione della progettazione e dello sviluppo... 2 3.2 Elementi in ingresso alla progettazione

Dettagli

Pensiero logico, lettura, scrittura e abilità di calcolo in ragazzi con sindrome di Down di II e III media (Sestili, Moalli, Vianello)

Pensiero logico, lettura, scrittura e abilità di calcolo in ragazzi con sindrome di Down di II e III media (Sestili, Moalli, Vianello) Ricerca n 3 Pensiero logico, lettura, scrittura e abilità di calcolo in ragazzi con sindrome di Down di II e III media (Sestili, Moalli, Vianello) Giovanna Erba Cinzia Galletti Un po di definizioni: Pensiero

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO modulo & componenti ANNO 1 - LIVELLO 4 - YEAR 1BSc Scienze di base/mediche 1A: BIOSCIENZE Codice OS401 BAS1A-BIO Ore lezione, tirocinio, ricerca Ore di apprendimento Crediti UK 164 300 30 15 Crediti ECTS

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

Le famiglie del mondo sono tra noi: sapremo accoglierle? anno XC - n. 1 - gennaio 2012 - periodico delle comunità cristiane di Seregno

Le famiglie del mondo sono tra noi: sapremo accoglierle? anno XC - n. 1 - gennaio 2012 - periodico delle comunità cristiane di Seregno Le famiglie del mondo sono tra noi: sapremo accoglierle? anno XC - n. 1 - gennaio 2012 - periodico delle comunità cristiane di Seregno In copertina: La Messa nella giornata dei migranti è stata celebrata

Dettagli

Procedure di modellazione di capannoni industriali prefabbricati esistenti

Procedure di modellazione di capannoni industriali prefabbricati esistenti Procedure di modellazione di capannoni industriali prefabbricati esistenti Flavio Tartero, Libero Professionista Davide Bellotti, EUCENTRE Roberto Nascimbene, EUCENTRE SOMMARIO Nel presente lavoro vengono

Dettagli

è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo

è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo Politica fiscale Politica fiscale è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo polit fiscale 2 Saldo complessivo B s Entrate

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

o 1 09 162682 279 2 riconosciuta senza f i ni d i lucro, promuove, organizza, discipl ina e diffonde, senza f i n i di lucro, la pratica

o 1 09 162682 279 2 riconosciuta senza f i ni d i lucro, promuove, organizza, discipl ina e diffonde, senza f i n i di lucro, la pratica ~ l STATUTO Associazione Sportiva Dilettantistica SHARDAN TAEKWONDO SINISCOLA o 1 09 162682 279 2 11111 11111111111 111 11111111111 11 (in forma abbreviata A.S,D. SHARDAN TAEKWONDO SINISCOLA) Art. l -

Dettagli

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer Mea a punto avanzata più emplice utilizzando Funzione Load Oberver EMEA Speed & Poition CE Team AUL 34 Copyright 0 Rockwell Automation, Inc. All right reerved. Co è l inerzia? Tutti comprendiamo il concetto

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI Premessa La presente relazione fornisce i criteri e le modalità mediante i quali verranno valutate le dosi efficaci per lavoratori dipendenti,

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Valvole di sicurezza a molla qualificate ad alzata totale Leser modello 441 e 442 (DN 20-200)

Valvole di sicurezza a molla qualificate ad alzata totale Leser modello 441 e 442 (DN 20-200) Pagina 1 di 9 6A.050 Ed. 6 IT - 2009 Leser modello 441 e 442 ( 20-200) Impiego Le valvole di sicurezza modello 441 e 442 sono utilizzabili con vapore, gas e liquidi. Versioni Mod. 4411 - Costruzione in

Dettagli

Strutture. Strutture e Unioni. Definizione di strutture (2) Definizione di strutture (1)

Strutture. Strutture e Unioni. Definizione di strutture (2) Definizione di strutture (1) Strutture Strutture e Unioni DD cap.10 pp.379-391, 405-406 KP cap. 9 pp.361-379 Strutture Collezioni di variabili correlate (aggregati) sotto un unico nome Possono contenere variabili con diversi nomi

Dettagli

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2)

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2) I n d i c e 9 Introduzione 11 CAP. 1 I test di intelligenza potenziale 17 CAP. 2 La misura dell intelligenza potenziale nella scuola dell infanzia 31 CAP. 3 La misura dell intelligenza potenziale nella

Dettagli

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo.

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Tutti i bambini che ne fanno richiesta v engono ammessi al Coro,

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

METALMECCANICO ARTIGIANATO DIVISORE ORARIO 173 MESE 09.2012

METALMECCANICO ARTIGIANATO DIVISORE ORARIO 173 MESE 09.2012 CONTRATTO METALMECCANICO ARTIGIANATO DIVISORE ORARIO 173 MESE 09.2012 IMPIEGATI OPERAI LIV. QUALIFICA RETRIBUZIONE INDENNITA' TOTALE TOTALE mensile mensile TABELLARE INT. PROV. MESE ORA orario 01.01.02

Dettagli

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE TPO PROGETTAZIONE UD 03 GESTIONE DEL CARATTERE IL TIPOMETRO LA MISURAZIONE DEL CARATTERE A.F. 2011/2012 MASSIMO FRANCESCHINI - SILVIA CAVARZERE 1 IL TIPOMETRO: PARTI FONDAMENTALI Il tipometro è uno strumento

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella "Carta di Sintesi" 25 27 B LOCALITA'

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella Carta di Sintesi 25 27 B LOCALITA' LOALITA' Aa NTRO STORIO I b γ Ab NTRO STORIO I Ac NTRO STORIO I a LASS I IONITA' URANISTIA IR. 7/LAP ascia fluviale ex PS PRSRIZIONI INTGRATIV RISPTTO Presenza di tratti stradali, convoglianti le acque

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

Forze Conservative. Il lavoro eseguito da una forza conservativa lungo un qualunque percorso chiuso e nullo.

Forze Conservative. Il lavoro eseguito da una forza conservativa lungo un qualunque percorso chiuso e nullo. Lavoro ed energia 1. Forze conservative 2. Energia potenziale 3. Conservazione dell energia meccanica 4. Conservazione dell energia nel moto del pendolo 5. Esempio: energia potenziale gravitazionale 6.

Dettagli

STRATEGIE E SVILUPPO COMMERCIALE

STRATEGIE E SVILUPPO COMMERCIALE te eti Vendita eting Strategico As nter Sviluppo Reti Vendita ting Operativo Marketing Strategic ssessment Center Sviluppo Reti Vendita M eti Vendita Marketing Operativo Marketing Strategic Marketing Strategico

Dettagli

Meteo Varese Moti verticali dell aria

Meteo Varese Moti verticali dell aria Movimento verticale dell aria Le masse d aria si spostano prevalentemente lungo direzioni orizzontali a seguito delle variazioni della pressione atmosferica. I movimenti più importanti sono però quelli

Dettagli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli IL COST CONTROL Il controllo dei Costi nella Ristorazione a cura di Marco Comensoli 1 La Ristorazione I Costi I Costi I principali costi delle attività di ristorazione sono: Le risorse umane; Gli alimenti;

Dettagli

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese Introduzione Nell articolo vengono mostrate vari possibili legami tra la costante di Archimede (pi greco) e la sezione aurea (phi).

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e,

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e, Capitolo 10 La gavitazione Domande 1. La massa di un oggetto è una misua quantitativa della sua inezia ed è una popietà intinseca dell oggetto, indipendentemente dal luogo in cui esso si tova. Il peso

Dettagli

Equazioni alle differenze finite (cenni).

Equazioni alle differenze finite (cenni). AL 011. Equazioni alle differenze finite (cenni). Sia a n } n IN una successione di numeri reali. (Qui usiamo la convenzione IN = 0, 1,,...}). Diremo che è una successione ricorsiva o definita per ricorrenza

Dettagli

Fondamenti dell Informatica Ricorsione e Iterazione Simona Ronchi Della Rocca (dal testo: Kfoury, Moll and Arbib, cap.5.2)

Fondamenti dell Informatica Ricorsione e Iterazione Simona Ronchi Della Rocca (dal testo: Kfoury, Moll and Arbib, cap.5.2) Fondamenti dell Informatica Ricorsione e Iterazione Simona Ronchi Della Rocca (dal testo: Kfoury, Moll and Arbib, cap.5.2) Definiamo innanzitutto una relazione d ordine tra le funzioni. Siano φ e ψ funzioni

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 INDICE GENERALE 1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 4. COME DEVIARE LE CHIAMATE SU UN ALTRO APPARECCHIO...

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it UML: Class Diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania Class Diagram Forniscono una vista strutturale

Dettagli