Corriere tributario. Le Or igini. Come possono appar ir e i "Candlest icks"

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corriere tributario. Le Or igini. Come possono appar ir e i "Candlest icks""

Transcript

1 1/8 Vi pr esent iamo un br eve lavor o int r odut t ivo alla conoscenza della t ecnica dei char t s con le candele giapponesi ed una veloce car r ellat a di f igur e e f or mazioni più comuni e signif icat ive. Un veloce sum-up Come si è appr eso dalle lezioni del cor so base pubblicat e in quest o sit o, l' Analisi Tecnica è lo st udio dei pr ezzi r if lessi nei gr af ici. L' A.T. pr evede che i pr ezzi cor r ent i dei t it oli scont ino t ut t e le inf or mazioni pr esent i sul mer cat o. I pr ezzi r if let t ono, per ciò, non solo consider azioni di car at t er e economico-f inanziar io, ma anche f at t or i emozionali e compor t ament i di massa cont ingent i. Per cezioni quali paur e, ingor digie, (f ear - gr eed) panico, ist er ie, ma anche le at t ese f ut ur e, magar i aliment at e solo da voci (r umor s) spesso or ganizzat e ad ar t e. Si cer ca, così, il sist ema per st er ilizzar e i component i del t r ading dall' ef f et t o emozionale (Mer cat o t ecnico). Si t r ar r anno element i di decisioni basat i solo sulle f or mazioni dei char t s, r it enendo che i pr ezzi r if let t ano già ent r ambe le component i (f act and emot ion) Le Or igini I char t s a candela (r assomigliano inf at t i ad una candela con r elat ivo st oppino) hanno una st or ia ant ica. Le pr ime not izie dell' uso di un sist ema per pr eveder e le escur sione di pr ezzi, r isalgono al 1700 e pr ecisament e ad un t r ader giapponese Munehisa Homma. Col commer cio del r iso, egli guadagno' una f or t una usando l' analisi a candele. Di Lui si r accont ava di 100 consecut ivi guadagni sui pr ezzi. Le f or mazioni, cost it uit e da 2 o più candele consecut ive che assumono valenza in una par t icolar e ar ea del gr af ico, (chandlest ick f or mat ion) f ur ono r idenominat e, in ant ichit à, con color at e espr essioni dovut e in par t e al sist ema f eudale giapponese del t empo come ad es. le f igur e chiamat e "count er at t ack lines" e "advancing t hr ee soldier s". Pr opr io come la dest r ezza, la st r at egia e la psicologia sono impor t ant i in bat t aglia, così essi r appr esent ano alt r et t ant i validi element i da ut ilizzar si nella " t r ading bat t le". Come possono appar ir e i "Candlest icks" Molt i analist i pr ef er iscono t ale sist ema r ispet t o a quello bidimensionale (bar char t ), per la quant it à di inf or mazioni che essi most r ano: Pr esent iamo le due f igur e f ondament ali: I l cor po del candlest ick è chiamat o "r eal body" e r appr esent a l' escur sione di pr ezzo t r a l' aper t ur a e la chiusur a Un Cor po NERO o r iempit o (f illed-in)signif ica che che i pr ezzi di chiusur a sono più bassi di quelli di aper t ur a (bear ish per iod) Un cor po BI ANCO signif ica,invece, che i pr ezzi di chiusur a sono super ior i a quelli di aper t ur a (bullish per iod) La sot t ile linea ver t icale al di sopr a o al di sot t o del cor po è chiamat o "upper / lower shadow" (ombr a) e r appr esent a i pr ezzi massimi e minimi del per iodo. Raf f r ont o di uno St andar Bar con un Candlest ick Char t Nell' esempio sot t ost ant e vengono compar at i i due sist emi. E' evident e che il chandlest ick char t appar e t r idimensionale, e la sit uazione dei pr ezzi è immediat ament e per cepibile:

2 2/8 La f igur a dal cor po ner o (f illed-in r eal bodies) r appr esent a una debole chiusur a, ment r e la candela bianca (light -color ed r eal body) r appr esent a una chiusur a a pr ezzi super ior i a quelli di aper t ur a. I pr ezzi di chiusur a e di aper t ur a possono esser e, così, immediat ament e per cepit i nel lor o delt a e sopr at t ut t o la sint esi di una gior nat a (per iodo) bear ish o bullish. Le Figur e di Base E' d' obbligo pr esent ar e, innanzit ut t o, le due f igur e t ipo: la Black Candle (candela ner a) che compar e quando i pr ezzi di chiusur a sono più bassi di quelli di aper t ur a e la Whit e Candle (candela bianca)che si pr esent a quando,vicever sa, i pr ezzi di chiusur a sono più alt i r ispet t o a quelli di aper t ur a Le gior nat e in cui la dif f er enza t r a le chiusur e (r appr esent at e dalla lunghezza dei cor pi) sono not evoli si def iniscono long days. Al cont r ar io quelle con dif f er enze minime sono def init e shor t days ; ovviament e, t r alasciando i minimi e massimi (ombr e - shadows) Le gior nat e in cui i massimi ed i minimi coincidono con le aper t ur e e chiusur e e vicever sa sono def init i mar ubozu days. Le r elat ive f igur e non pr esent ano ombr e per cui il massimo nel black mar ubozu (t r aduz.: spezzat o/ t r oncat o) coincide con l' aper t ur a ed il minimo con la chiusur a, gener ando così una candela ner a ment r e nel whit e mar ubozu il minimo coincide con l' aper t ur a ed il massimo con la chiusur a gener ando una candela bianca. I n let t er at ur a t r oviamo anche il closing e l' opening mar ubozu a seconda della mancanza dell' ombr a sopr a la chiusura o sopr a l' aper t ur a. Tr a le f igur e neut r e t r oviamo gli Spinning Tops (spinning t op=t r ot t ola / si pr onuncia spin.ning) - Sono f igur e con un piccolo cor po e ombr e più est ese che quando appaiono in un mer cat o "lat er ale" assumono il signif icat o di sost anziale equilibr io t r a la domanda e l' of f er t a. Possono esser e bianche o ner e Quando le aper t ur e sono uguali alle chiusur e si hanno le f or mazioni più f amose del candlest ick char t ing: le Doj i. Quest e f or mazioni sono car at t er izzat e da lunghe ombr e e minimo cor po posizionat o a diver se alt ezze. Assumono, di solit o, il signif icat o di incer t ezza e se incont r at e nel bel mezzo di un t r end possono semplicement e r appr esent ar e una semplice pausa. Assumono diver so signif icat o se si f or mano in alt r o cont est o, come in cima ad un up-t r end o alla f ine di un down-t r end. I n t al caso pot r ebber o ant icipar e un' inver sione di t endenza, t r ovando post o t r a le f igur e di inver sione (r ever sal pat t er n). Ovviament e il doj i divent a un segnale di imminent e inver sione quant o più il mer cat o si t r ovi in iper compr at o o iper vendut o. La Long Legged (legged=con gambe) è car at t er izzat a da un cor po minimo per la coincidenza dei valor i di aper t ur a e chiusur a e da lunghe ombr e super ior i ed inf er ior i. I n quest o caso le f or ze t or o e or so si equivalgono in campo e l indecisione pr ende il sopr avvent o. Se incont r iamo nel gr af ico due adiacent i doj i lines molt o pr obabilment e la cor r ent e indecisione sarà seguit a da un f or t e moviment o impulsivo o di cor r ezione. La Gr avest one doj i (piet r a t ombale) è car at t er izzat a dallo st esso valor e di aper t ur a-

3 3/8 chiusur a - minimo e da una lunga ombr a super ior e che segnala un massimo alquant o dist ant e dalla base. Se lo t r oviamo in cima ad un t r end al r ialzo signif ica, pr obabilment e, che le f or ze t or o hanno pr ovat o a f or zar e i pr ezzi, ma sono st at e r espint e dalle pr ese di benef icio che pot r ebber o segnar e la f ine dell ascesa e pr epar ar e la possibile cor r ezione. Talvolt a si t r at t a anche di un singolo impor t ant e invest it or e che t est a la f ine del t r end con un gr osso or dine ver if icando, così, la r eazione del mer cat o. E' def init a piet r a t ombale per ché, secondo gli or ient ali, chi compr a a quest i pr ezzi r ischia di inf ilar si e r imaner e in un loculo, in quant o il mer cat o, dai valor i r aggiunt i, pot r à solo r it r acciar e in r ibasso. La Dr agonfly (libellula) è una f igur a oppost a alla gr avest one: l' aper t ur a, la chiusur a ed il massimo sono uguali ed è car at t er izzat a da una lunga ombr a discendent e con un minimo alquant o dist ant e. La f igur a è classif icat a come pot enzialment e r ialzist a, ma per essa, come per t ut t e le alt r e f igur e candlest ick, bisogna consider ar e il cont est o in cui appar e per f or mular e un segnale più pr eciso. Tr a le f igur e di base ne dist inguiamo alcune che car at t er izzano l inizio di una f ase bullish o bear ish (o la conf er ma di esso ) La Long Whit e line - I l candelone bianco è car at t er izzat o dalla dist anza della chiusur a (super ior e) dall aper t ur a e da piccole ombr e (le candele long vengono spesso def init e anche Tall per la lor o alt ezza). I l close vicino ai massimi indica la f or za dei t or i sugli or si. Una long whit e isolat a può signif icar e un f at t o occasionale come l' assenza dei vendit or i più che la f or za dei compr at or i. Ma se alla LW seguono alt r e candele bullish (f amosa la f or mazione "advancing t hr ee soldier s) allor a il segnale manif est a pienament e il suo valor e. Si r it r ova spesso alla f ine di un down t r end pr ecedut a da un segnale di inver sione decr et ando la f ine della t endenza in at t o, oppur e, spessissimo, già in una f ase r ialzist a per acceler ar e violent ement e il t r end in at t o. Per la Long Black valgono le consider azioni oppost e r ispet t o alla long whit e. I nf at t i, se compar e un segnale di inver sione in cima ad una una f ase di mer cat o r ialzist a, conf er mat o nella sedut a successiva da una long black, le pr obabilit à che il t r end r ialzist a sia t er minat o sono decisament e alt e. L Hammer (mar t ello) e l Hanging Man(impiccat o -si pr onuncia hang.ingmen) sono candele molt o conosciut e per chè gener ano negli invest it or i un impor t ant e livello di at t enzione in quant o f igur e di inver sione (r ever sal pat t er ns). Per esser e consider at e "di inver sione", le f igur e devono t r ovar si in cima ad un t r end r ialzist a (impiccat o) o alla f ine di un t r end r ibassist a (mar t ello), alt r iment i non avr ebber o nulla da inver t ir e. Esse appaiono ident iche con un piccolo cor po bianco o ner o (è indif f er ent e) ed una lunga ombr a discendent e (lower shadow). Nel caso dell Hammer lo scenar io è negat ivo; siamo per o' alla f ine del t r end con gli oscillat or i pr obabilment e in iper vendut o. Qualche oper at or e lancia un gr osso or dine per t est ar e il mer cat o e quest o " spr ing (molla), come lo chiama Nison, f or ma la lower shadow. I nt er vengono a quest o punt o i t or i che danno un segnale di r ipr esa al mer cat o. Spesso, la sedut a successiva conf er ma in close l' inver sione e le r icoper t ur e dei r ibassist i, con gli acquist i long, cat alizzer anno la f ine del t r end lasciando un' inequivocabile t r accia nel gr af ico.

4 4/8 L Hanging man (impiccat o) è, in r ealt à, una f igur a causat a dal t or o che r espinge in close l at t acco r ibassist a che, a sua volt a, disegna la lower shadow. L hanging man, gr af icament e, pr esent a la linea del collo (base del cor po) al di sopr a del t op del body della f igur a che pr ecede. Segnaliamo dover osament e che, alcune f igur e con legger e anomalie r ispet t o allo st andar d ot t imale, sono accet t at e dagli analist i con elast icit à, per ché, di solit o, esse non alt er ano il segnale oper at ivo. Occor r er à at t ender e un paio di sedut e successive con pr obabili black candles per una conf er ma dell' inver sione di t endenza. La t r adizione vuole che la sessione successiva (o la seguent e ancor a) alla compar sa dell' impiccat o chiuda con un valor e inf er ior e al cor po dell' impiccat o. A quest o punt o molt i invest it or i r ealizzer anno i guadagni (t ake pr of it ) e color o che hanno compr at o nella sedut a dell' hanging man, per non r imaner e "impiccat i", vender anno per limit ar e le per dit e f acendo scat t ar e gli st oploss di pr ot ezione. L' inver sione di t endenza conf er mat a dal livello degli oscillat or i si è così di nuovo r ealizzat a. Le For mazioni Candlest ick di inver sione Molt i oper at or i guar dano con est r ema at t enzione i gr af ici per scor ger vi doppi massimi, doppi minimi, t est e e spalle ed alt r i element i che indichino segnali di inver sione. Lo st esso avviene per il sist ema a candele giapponesi. Come già r icor dat o, le f igur e di inver sione assumono un diver so signif icat o a secondo del cont est o in cui si f or mano. Una f or mazione d' inver sione candlest ick è gener alment e cost it uit a da due o più candele che indicano una possibile imminent e inver sione del t r end cor r ent e. Ovviament e una f or mazione bullish in un upt r end non ha alcuno signif icat o di inver sione e lo st esso vale per le f or mazioni bear ish Dar k Cloud cover (cielo nuvoloso - nuvola ner a) La f or mazione è cost it uit a da due candele. La pr ima, di solit o una (long) whit e, viene seguit a da una candela ner a che apr e addir it t ur a in gap, ma i pr ezzi cedono subit o dopo, posizionando il close olt r e la met à della long whit e. Rit r ovando quest a f or mazione in up t r end, si avr anno molt e pr obabilit à che gli or si pr eso or mai il sopr avvent o, inizino un r it r acciament o negat ivo del t r end f acilit at i dalle vendit e degli invest it or i per monet izzar e i guadagni conseguit i sino all' or a. Nella f igur a a f ianco possiamo osser var e il violent o r it r acciament o r appr esent at o dalla successiva long black candle. Pier cing line - E la f or mazione cont r ar ia alla "dar k cloud cover " ed ha implicazioni net t ament e bullish. Lo scenar io è simile a quello pr ecedent e, ma di segno cont r ar io. I n t al caso r it r oviamo l' ennesima

5 5/8 candela ner a in un t r end al r ibasso. La successiva candela apr e in gap al r ibasso per poi r ecuper ar e velocement e e chiuder e f ino a met à (e olt r e) della candela pr ecedent e. Molt i invest it or i cor r ono a chiuder e le posizioni al r ibasso (cor t e) compr ando sul mer cat o e cont r ibuendo, così, all' inver sione del t r end. Not iamo che sit uazioni come quest a possono nasconder e piccole t r appole come quelle che, in pr esenza di impor t ant i suppor t i, f anno scat t ar e gli st op-loss a pr ot ezione di pr ecedent i acquist i. Subit o dopo, per ò, le quot azioni r isalgono velocement e e l' oper at or e che ha "subit o " lo st op loss deve velocement e r iacquist ar e per r imaner e in t r end. Bullish / Bear ish Engulf ing Pat t er n. La t r aduzione in it aliano di engulf ing (si pr onuncia "ingolf ing"), ossia "inghiot t it oio", r ende per f et t ament e l' immagine di quest a f or mazione che può assumer e connot azioni bullish o bear ish. I l mer cat o, alla lor o compar sa, pot r ebbe pr ender e una dir ezione def init a lasciando il moviment o lat er ale. Gli Shadows della f igur a del gior no (per iodo) pr ecedent e non devono necessar iament e esser e coper t i. La f or mazione, st at ist icament e, è molt o f r equent e nei gr af ici La f or mazione bullish è cost it uit a da una piccola candela ner a seguit a ed "inghiot t it a" complet ament e da una (long) whit e che si est ende complet ament e al di sopr a e al di sot t o del suo cor po (r eal body). Se t r alasciamo le ombr e, la f usione delle due candele dà per r isult at o un mar t ello (hammer ) che, sit uat o alla f ine di un t r end r ibassist a, segnala una possibile inver sione. (Di Lor enzo - Guadagnar e in bor sa Sole 24Or e) Nella f or mazione bear ish la candela bianca è t ot alment e coper t a (inghiot t it a) da quella ner a. La f usione delle due candele pr oduce una st ella cadent e (shoot ing st ar ) che nella let t er at ur a candlest ick è classif icat a come f igur a d' inver sione. Anche in quest o caso possiamo spiegar e il valor e della f or mazione con la dinamica di mer cat o. Come nel caso della dar k cloud cover, appena descr it t a, alla f ine di un t r end al r ialzo i t or i t ent ano di f or zar e i pr ezzi addir it t ur a con un gap, ma il t r end è mat ur o e le pr ese di benef icio pr endono violent ement e il sopr avvent o. Si pr oduce quasi sempr e una (long) black con r elat iva inver sione di t endenza.

6 6/8 STARS Vi sono una ser ie di f or mazioni che r ichiedono la pr esenza di una st ar. Quest e f or mazioni consist ono in un piccolo cor po che si f or ma lont ano da quello pr ecedent e in modo da non sovr appor lo mai. Non è molt o impor t ant e il color e del cor po per ché quest e f igur e si incont r ano sia in upt r end che in downt r end. Rappr esent ano l' equivalent e dei GAP nei st andar d bar char t s. Quando il cor po di una st ar non esist e del t ut t o siamo in pr esenza di una doj i st ar.le "STAR" appaiono nelle f or mazioni di quat t r o f igur e di inver sione:mor ning St ar - Evening St ar - Doj i St ar - Shoot ing St ar (I nver t ed Hammer ) Mor ning St ar (St ella del Mat t ino) Nella let t er at ur a bor sist ica or ient ale assieme alla evening st ar è l' unica f or mazione a t r e candele ed anche una pot ent e r ever sal pat t er n. E' cost it uit a da una lunga candela ner a,poi da una seconda piccola candela (st ar ) più in bssso, che può esser e indist int ament e bianca o ner a, ma il cui r eal body non deve t occar e quello della pr ecedent e candela, quindi una lunga candela bianca. Anche in quest o caso i r eal bodies sono a diver sa alt ezza. Come la st ella del mat t ino è bene augur ant e di una gior nat a ser ena senza nuvole così quest a f or mazione si dimost r a una valida pr ospet t iva di un per iodo di t r end posit ivo. Evening St ar (St ella della ser a) I n un mer cat o al r ialzo la pr ima candela è una long whit e ben est esa, che conf er ma il t r end in at t o; segue un aper t ur a con un gap al di sopr a del cor po della candela pr ecedent e. La chiusur a può esser e legger ment e super ior e od inf er ior e per cui la candela si pr esent a indif f er ent ement e di color e bianco o ner o. I l t er zo gior no si f or ma all' aper t ur a un gap, sot t o il cor po della st ar, e si chiude con valor i inf er ior i. Appar e una black candle che si est ende in basso olt r e la met à del cor po della pr ima candela. Per quest e f or mazioni è ammessa una cer t a elast icit à r iguar do ad esempio il color e della seconda candela o la chiusur a della t er za olt r e la met à della pr ima. Doj i St ar s : Sono car at t er izzat e, in un mer cat o r ialzist a, da un violent o gap al di sopr a del cor po della f igur a pr ecedent e, o in un mer cat o r ibassist a, da un gap al di sot t o del cor po. Si t r at t a di una f igur a che gener a, come t ut t i i doj i, incer t ezza e che spesso ai t op dei t r end r appr esent a l ult imo at t o pr ima dell inver sione. Anche in quest o caso le f or ze pr evalent i nel t r end in at t o t ent ano di f or zar e con un gap, ma in close, i pr ezzi disegnano un doj i che r appr esent a un moment o in cui le f or ze si equivalgono e la cont inuazione del t r end può esser e messo in discussione. Occor r er à, anche in quest o caso, at t ender e una/ due sedut e per ver if icar e se si è t r at t at o di una pausa o dell' inizio di un r it r acciament o e pr ender e le oppor t une decisioni avvalor at e anche da alt r i st r ument i a disposizione dell' analist a.. Se nel Mor nig st ar e nell Evening st ar la seconda candela è r appr esent at a da un doj i, allor a avr emo f or mazioni che si chiamer anno r ispet t ivament e Mor ning doj i st ar ed Evening doj i st ar con le medesime car at t er ist iche e signif icat ivit à della f igur e base.

7 7/8 Nella f igur a a f ianco (ENI ) è r appr esent at a un" Evening doj i st ar " al t op di un t r end r ialzist a con la doj i in seconda candela Shoot ing St ar (St ella cadent e / si pr onuncia sciut in.st aar ) Quest a f igur a è simile al mar t ello e all' impiccat o ma r ispet t o a quest i è r ovesciat a con un lungo upper shadow e un piccolo r eal body post o vicino ai minimi della sedut a. Manca la lower shadow(o è minima).i l color e del cor po non ha impor t anza. Se r it r oviamo la f igur a in cima ad un upt r end signif ica che l' inver sione è molt o vicina. Anche st avolt a i t or i hanno t ent at o uno st r appo det er minando l' upper shadow, ma le f or ze r ibassist e hanno pr eso il sopr avvent o. Nella f at t ispecie, come per la f igur a del mar t ello, si può ipot izzar e l' int er vent o di gr ossi oper at or i per saggiar e il mer cat o, t est imoniat o nel gr af ico, dalla lunga upper shadow. Allor a S.Nison def inì "spr ing"(molla) quest a f igur a; in quest o caso inver so Nison la def inisce "upt hr ust "(spint a ver so l' alt o si pr onuncia: ap.t r aast ). I l r isult at o per o' è ident ico: la pr obabile f ine del t r end. Nel caso invece che la f igur a si t r ovi alla f ine di un downt r end si pr ef er isce def inir la "inver t ed hammer " (mar t ello r ovesciat o). Gli or si hanno r espint o un f or t e t ent at ivo di inver sione che ha gener at o l upper shadow, ma si sono aper t e delle cr epe nel t r end discendent e e l' at t acco dei t or i or mai è pr ossimo. I niziano le r icoper t ur e e la pr of ezia dell inver sione si r ealizza molt o velocement e. Nella f igur a a f ianco (Esaot e biomedica) t r oviamo addir it t ur a due inver t ed hammer consecut ivi pr ecedut i da un doj i. I l secondo inver t ed segna il minimo r elat ivo del downt r end, che inver t e la sua cor sa per poi esploder e dopo quat t r o sedut e successive, con due gap molt o vist osi. I ncludiamo nelle f or mazioni di inver sione l HARAMI, anche se il segnale è sicur ament e più debole r ispet t o alle f igur e pr ecedent i, t ant o che molt i aut or i la inser iscono nelle f or mazioni neut r ali. L' har ami o Pr egnant in lingua inglese (donna incint a / si pr onuncia pr eg.nant ) è simile alla f or mazione "engulf ing" ma inver t it a. I nf at t i la candela piccola bianca o ner a segue (non pr ecede) la candela più lunga di color e oppost o che copr e complet ament e col suo r eal body la candela piccola.

8 8/8 La signif icat ivit à dipende dall' ar ea del gr af ico in cui compar e. Ad es. se si manif est a alla f ine di un up t r end e la pr ima candela è ner a allor a il piccolo cor po bianco della seconda candela viene consider at o un moment o di r if lessione pr ima di una pr obabile inver sione.nel caso che la seconda candela non abbia cor po per ché cost it uit a da un doj i la f or mazione viene def init a Har ami cr oss Consider azioni f inali La t ecnica della candele giapponesi r appr esent a un validissimo st r ument o di analisi t ecnica, ma pr opr io come qualsiasi alt r o st r ument o di quest a disciplina, dovr à f unzionar e in par allelo con alt r i element i per meglio inf or mar e il pr ocesso decisor io dell' analist a. I l f ilt r aggio delle f or mazioni candlest ick è obbligat or io per non incor r er e in f alsi segnali gener at i dalla candela singola o in f or mazione (Gr eg Mor r is,1991). Un ot t imo f ilt r o è r appr esent at o, ad esempio, dagli oscillat or i per individuar e le f asi di "iper " in vist a dei quali compaiono gli "aler t s" ed i segnali delle f or mazioni candlest ick f unzionano al meglio. Si pot r à sceglier e ad. esempio uno st ocast ico lent o (slow) o un alt r o oscillat or e quale l' RSI di Wilder, ampiament e t r at t at i nel cor so base di Analisi t ecnica - capit olo Moment um. La concer t azione di t ali st r ument i, eccellent i compagni di analisi, per met t er à di coglier e quei segnali oper at ivi necessar i al nost r o t r ading. Per color o che volesser o appr of ondir e l' ar goment o segnaliamo lo st udio più f amoso di St eve Nison: "J apanese Candlest ick Char t ing Techniques: A Cont empor ar y Guide t o t he Ancient I nvest ment Techniques of t he Far East. " edizione Mc Gr ow-hill 1991" Copyright All rights reserved Bibliografia: Pring M. Technical Analysis Explained - Trend Research Nison S. Japanese Candlestick Techniques - McGraw-Hill 1991 Nison S. Beyond Candlestick - John Wiley & Sons 1994 Steven A. Technical Analysis - Equis GuarinoS. Introduzione all Analisi tecnica - Università pop. Napoli Nord

Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1

Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1 Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1 352*(77$=,21(','$77,&$ 3UHVHQWD]LRQH: Consolidiamo la conoscenza dei numeri naturali, decimali e interi relativi, dei procedimenti

Dettagli

IL METODO PERT ( PROGRAM EVALUATION AND REVIEW TECHNIQUE)

IL METODO PERT ( PROGRAM EVALUATION AND REVIEW TECHNIQUE) IL METODO PERT ( PROGRAM EVALUATION AND REVIEW TECHNIQUE) I l met odo PERT (PROGRAM EVALUATI ON AND REVI EW TECHNI QUE) ed alt r e t ecniche come il CPM hanno por t at o all analisi e alla soluzione di

Dettagli

$UW 5(*2/$0(172 (',/,=,2 ±,QWHUYHQWL GL ULVWUXWWXUD]LRQH XUEDQLVWLFD H QXRYD

$UW 5(*2/$0(172 (',/,=,2 ±,QWHUYHQWL GL ULVWUXWWXUD]LRQH XUEDQLVWLFD H QXRYD &2081(',&$625$7(6(03,21( 3URYLQFLDGL9DUHVH $UW5(*2/$0(172(',/,=,2±,QWHUYHQWLGLULVWUXWWXUD]LRQHHGLOL]LD La domanda di Permesso di Costruire dev essere corredata dai seguenti documenti in duplice copia:

Dettagli

compr ese quelle r elat ive al f unzionament o del sist ema bibliot ecar io;

compr ese quelle r elat ive al f unzionament o del sist ema bibliot ecar io; &2081(',0('( 3URYLQFLDGL3DYLD 5(*2/$0(172 %,%/,27(&$&2081$/( $UW²&RPSLWLHVHUYL]LGHOOD%LEOLRWHFD La Bibliot eca di Mede è un ist it uzione cult ur ale che, ispir andosi ai pr incipi det t at i dal Manif

Dettagli

Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord. Castiglione delle Stiviere, 22 e 23 m aggio 2004

Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord. Castiglione delle Stiviere, 22 e 23 m aggio 2004 Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord 5LOHYD]LRQHHFRQIURQWRVXOOHSUDVVLGHJOL8IILFLJLXGL]LDULLQUHOD]LRQH DGDOFXQLQRGLFULWLFLGHOGLULWWRHGHOODSURFHGXUDFLYLOHPLQRULOH Castiglione delle Stiviere,

Dettagli

Come si vede dalla figura precedente i campi da inserire sono i seguenti:

Come si vede dalla figura precedente i campi da inserire sono i seguenti: REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO BILANCIO E FINANZE Dipartimento Finanze e Credito Servizio Informatica Servizio Agevolazioni nelle Operazioni creditizie di garanzia Manuale per la compilazione

Dettagli

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD 68//(3,67('(,%5,*$17, /,7,1(5$5,2ƒSHUFRUVR L it iner ar io descr it t o è uno dei t ant i possibili che at t r aver sano il 0RQWH 9XOWXUH, e r isult a par t icolar ment e int er essant e per ché consent

Dettagli

*(67,21( ( 60$/7,0(172 '(, 5,),87, 63(&,$/,

*(67,21( ( 60$/7,0(172 '(, 5,),87, 63(&,$/, *(67,21( ( 60$/7,0(172 '(, 5,),87, 63(&,$/, 35(662/$)$&2/7$ ',0(',&,1$9(7(5,1$5,$ I l pr esent e document o def inisce le pr ocedur e per la gest ione, lo st occaggio e lo smalt iment o dei r if iut i

Dettagli

B.L.S.D. La Vener abile Ar ciconf r at er nit a. di Miser icor dia di SARTEANO

B.L.S.D. La Vener abile Ar ciconf r at er nit a. di Miser icor dia di SARTEANO La Vener abile Ar ciconf r at er nit a di Miser icor dia di SARTEANO a cur a del Coor dinament o delle Cent r ali Oper at ive della Regione Toscana pr opone il manuale di: B.L.S.D. 0$18$/(',683325729,7$/(',%$6(('()5,%5,//$=,21(35(&2&(%/6'

Dettagli

Matematica classe quinta. Incontro del 15 ottobre 2010. Annarita Monaco. annarita.monaco@tin.it

Matematica classe quinta. Incontro del 15 ottobre 2010. Annarita Monaco. annarita.monaco@tin.it 1 Matematica classe quinta Incontro del 15 ottobre 2010 Annarita Monaco annarita.monaco@tin.it,qglfh,qwurgx]lrqh/dfodvvhtxlqwd«txdolfdudwwhulvwlfkh3ulpdsduwh,vlvwhplglqxphud]lrqh/hsursulhwjghoohrshud]lrql

Dettagli

67$7872 3URYLQFLDGL0LODQR. (ar t. 6 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267) Appr ovat o con deliber azione di Consiglio comunale n. 64 del 30.11.

67$7872 3URYLQFLDGL0LODQR. (ar t. 6 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267) Appr ovat o con deliber azione di Consiglio comunale n. 64 del 30.11. 67$7872 '(/&2081(', &86$120,/$1,12 3URYLQFLDGL0LODQR (ar t. 6 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267) Appr ovat o con deliber azione di Consiglio comunale n. 64 del 30.11.1999 Modif icat o con deliber azioni di

Dettagli

I nit ial Public Of f ering")

I nit ial Public Of f ering) L' I PO (dall' inglese "I" I nit ial Public Of f ering") è l' of f ert a pubblica iniziale di sot t oscrizione e/ o di vendit a (OPS, OPV o OPVS) di t it oli di una societ à che per la prima volt a viene

Dettagli

La dif f er enza dipende dal f at t o che nella classif icazione it aliana sono consider at i come gr uppi a sé st ant i i legumi e i gr assi da

La dif f er enza dipende dal f at t o che nella classif icazione it aliana sono consider at i come gr uppi a sé st ant i i legumi e i gr assi da *OLDOLPHQWL Per aliment o si int ende ogni sost anza che cont enga nut r ient i ut ilizzabili per il nost r o or ganismo. Gli aliment i possono esser e classif icat i in base a var i cr it er i: a seconda

Dettagli

CORREGGIAMO I LIBRI DI SCUOLA

CORREGGIAMO I LIBRI DI SCUOLA CORREGGIAMO I LIBRI DI SCUOLA I LIBRI DI TESTO SCOLASTICI SONO IL PRINCIPALE MEZZO DI DIFFUSIONE DELLA RETORICA RISORGIMENTALE Il Libro Cuore è stato per anni il sussidiario storico per eccellenza della

Dettagli

N D ottorato di R icerca in C ons erv az ione dei B eni A rch itettonici Chiesa di S. M ar ia dell A m m ir ag lio L a c h i e s a, e d i f i c a t a

N D ottorato di R icerca in C ons erv az ione dei B eni A rch itettonici Chiesa di S. M ar ia dell A m m ir ag lio L a c h i e s a, e d i f i c a t a U Giornate di Studio in Sicilia ~ 14 e 15 aprile 2005 Chiesa di San Cataldo La chiesa dopo la demolizione dell ufficio post ale e pr ima dell inizio dei r e- st aur i. La r ipr esa fot og r afica è del1

Dettagli

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE Sportello Unico Immigraione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE 38172&(175$/('(//$/(**(%266,),1,( &+(1(66812 675$1,(5262**,251,,1,7$/,$6(1=$815(*2/$5( &2175$772',/$9252('81$//2**,2$'(*8$72 '/JV1

Dettagli

EVOLUZIONE DEI MECCANISMI PER LA SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATICI. Corso di: Storia dell informatica e del calcolo automatico.

EVOLUZIONE DEI MECCANISMI PER LA SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATICI. Corso di: Storia dell informatica e del calcolo automatico. SICSI VIII CICLO EVOLUZIONE DEI MECCANISMI PER LA SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATICI Corso di: Storia dell informatica e del calcolo automatico Esposito Vincenzo 1 Sommario Introduzione Hacker Sistemi multiutente

Dettagli

ASSUNZIONI AGEVOLATE

ASSUNZIONI AGEVOLATE ASSUNZIONI AGEVOLATE APPRENDISTATO L appr endist at o è un r appor t o di lavor o subor dinat o in f or za del quale l impr endit or e è obbligat o ad impar t ir e o f ar e impar t ir e all appr endist

Dettagli

23325781,7$ (69,/8332'(/7(55,725,2 *OLDFTXLVWLYHUGLGHO&2081(',)(55$5$ GDOODWHRULDDOODSUDWLFD

23325781,7$ (69,/8332'(/7(55,725,2 *OLDFTXLVWLYHUGLGHO&2081(',)(55$5$ GDOODWHRULDDOODSUDWLFD C O M U N E *5((138%/,&352&85(0(17² $&48,67,9(5', 23325781,7$ (69,/8332'(/7(55,725,2 *OLDFTXLVWLYHUGLGHO&2081(',)(55$5$ GDOODWHRULDDOODSUDWLFD Saler no 15 giugno 2007 VALERI A NARDO VALERIA NARDO 1 C O

Dettagli

Hammer imprescindibile la localizzazione della candela che deve apparire dopo un movimento ribassista.

Hammer imprescindibile la localizzazione della candela che deve apparire dopo un movimento ribassista. Candele Giapponesi Fondamentalmente, sono due i modi di rappresentazione dei dati relativi al prezzo di un attività finanziaria che ogni giorno il 99% dei traders studia: il grafico a barre e il grafico

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

I nt r oduzione alle r et i di calcolat or i

I nt r oduzione alle r et i di calcolat or i I nt r oduzione alle r et i di calcolat or i Maur izio Masset i, Gianluca Vannuccini Cor so di Labor at or io di Telemat ica AA. 2003-2004 Copyright Università degli Studi di Firenze - Disponibile per

Dettagli

MANUALE CANDLESTICK BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO CANDLESTICK. Luca Orazi Coach Trader

MANUALE CANDLESTICK BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO CANDLESTICK. Luca Orazi Coach Trader 1 MANUALE CANDLESTICK BY SNIPERTRADING 2 Disclaimer Le opinioni qui espresse sono quelle dell autore e non sono da intendersi come un offerta o una sollecitazione alla vendita o all acquisto di strumenti

Dettagli

ark progetti + PROGETTO ESECUTIVO NUOVA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DEI COMUNI DI PADERNO D. G. E DI CRESPANO D. G.

ark progetti + PROGETTO ESECUTIVO NUOVA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DEI COMUNI DI PADERNO D. G. E DI CRESPANO D. G. ark progetti + mandatario a r c h i t e t t o c u n i a l g i a m p r i m o mandante a r c h i t e t t o f a b b i a n g i a m p a o l o mandante a r c h i t e t t o p a n d o l f o a n d r e a mandante

Dettagli

&DUSL 95 100 127 117 155 175 190 190 168 0LUDQGROD 81 90 109 129 129 144 139 122 113 0RGHQD 375 491 537 472 546 524 520 537 546

&DUSL 95 100 127 117 155 175 190 190 168 0LUDQGROD 81 90 109 129 129 144 139 122 113 0RGHQD 375 491 537 472 546 524 520 537 546 / 87(1=$'(,6(57$=,(1'$/,1(/ 35(0(66$0(72'2/2*,&$*(1(5$/( All int er no della sede delle Relazioni di Ser vizio annuali dei Ser T modenesi, l Osser vat or io pr esent a una br eve e snella analisi dell

Dettagli

Gli istitut i superiori A cur a del gruppo di lavoro dell I s tituto T ecnico S tatale per Geometri N. Tartaglia di Brescia

Gli istitut i superiori A cur a del gruppo di lavoro dell I s tituto T ecnico S tatale per Geometri N. Tartaglia di Brescia Gli istitut i superiori A cur a del gruppo di lavoro dell I s tituto T ecnico S tatale per Geometri N. Tartaglia di Brescia I l segmento degli istituti superiori deve neces s ar iamente tener conto delle

Dettagli

Banca dati degli Indicatori Annuario (http://annuario.isprambiente.it/)

Banca dati degli Indicatori Annuario (http://annuario.isprambiente.it/) APPENDICE Banca dati degli Indicatori Annuario (http://annuario.isprambiente.it/) Introduzione La gestione e la dif fusione dell infor mazione ambientale sono tra le funzioni istituzionali più significative

Dettagli

Sviluppo Lazio S.p.A.

Sviluppo Lazio S.p.A. Sviluppo Lazio S.p.A. Bilancio al 31 dicembre 2012 1 BILANCIO CIVILISTICO AL 31.12.2012 2 PARTECIPANTI AL CAPITALE REGIONE LAZIO C.C.I.A.A. DI ROMA 3 ORGANI SOCIALI Consiglio di Amministrazione PRESIDENTE

Dettagli

TRAVEL SPORTS San Jaime C/ ROMA PI ERA I ARCAL, 8 BAI XOS 08330 PREMI A DE MAR BARCELONA - SPAGNA www. travelsports. net inf o@t ravelsports.

TRAVEL SPORTS San Jaime C/ ROMA PI ERA I ARCAL, 8 BAI XOS 08330 PREMI A DE MAR BARCELONA - SPAGNA www. travelsports. net inf o@t ravelsports. TRAVEL SPORTS San Jaime C/ ROMA PI ERA I ARCAL, 8 BAI XOS 08330 PREMI A DE MAR BARCELONA - SPAGNA www. travelsports. net inf o@t ravelsports. net TEL. + 34 93 750 67 68 FAX. + 34 93 750 67 69 TROFEO SAN

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info La salute globale. Determinanti sociali e disuguaglianze 2014-10- 17 12:10:30 Redaz ione SI PUBBLICATO SU: www.sossanita.it Sant omauro Gavino Maciocco e Francesca Il

Dettagli

P.B.L.S. La Vener abile Ar ciconf r at er nit a. di Miser icor dia di SARTEANO

P.B.L.S. La Vener abile Ar ciconf r at er nit a. di Miser icor dia di SARTEANO La Vener abile Ar ciconf r at er nit a di Miser icor dia di SARTEANO a cur a del Coor dinament o delle Cent r ali Oper at ive della Regione Toscana pr opone il manuale di: P.B.L.S. 1 3%/6 Pediat r ic Basic

Dettagli

Analisi tecnica e trading di borsa

Analisi tecnica e trading di borsa Corso operativo di Analisi tecnica e trading di borsa Il Japanese Candlestick A cura di F. Paganelli 1. Origini del candlestick Il candlestick rappresenta una delle primissime teorie di descrizione ed

Dettagli

Conto Corrente. Offert a POS-sibile SFERA IMPRESA

Conto Corrente. Offert a POS-sibile SFERA IMPRESA Conto Corrente Offert a riservat a ai nuovi client i impresa, con fat t urat o annuo non superiore a 2.500.000, che richiedono cont est ualment e anche l at t ivazione del servizio POS. SEMPREPIU IMPRESA

Dettagli

Concessioni gas e regolazione tecnicoeconomica

Concessioni gas e regolazione tecnicoeconomica Gare gas A marzo 2014 si parte siamo pronti? Concessioni gas e regolazione tecnicoeconomica delle infrastrutture Cesena, 10 febbraio 2014 Marco Delpero Vice Direttore Direzione Infrastrutture Unbundling

Dettagli

Found what you searched for? LA STORI A DI

Found what you searched for? LA STORI A DI Found what you searched for? LA STORI A DI Maria Verde Google è un mot or e di r icer ca per I nt er net che non si limit a a cat alogar e il Wor ld Wide Web (WWW), ma si occupa anche di immagini, newsgr

Dettagli

PERCORSO DI DATTI CO

PERCORSO DI DATTI CO Università degli studi di Ferrara PERCORSO DI DATTI CO L equilibr io dei cor pi, st at ica e idr ost at ica. Elementi di dinamica dei fluidi. 20 febbraio2008 SSIS - VIII ciclo, II anno Classe A049 - Matematica

Dettagli

Par t e Second a. La d omand a di d r oghe nel t er r i t or i o pr ovi nci al e e a M odena d al 19 7 5 al 19 9 7.

Par t e Second a. La d omand a di d r oghe nel t er r i t or i o pr ovi nci al e e a M odena d al 19 7 5 al 19 9 7. Par t e Second a. La d omand a di d r oghe nel t er r i t or i o pr ovi nci al e e a M odena d al 19 7 5 al 19 9 7. I ndi ce: 1. Pr emesse met odol ogi che - Def i ni zi oni e concet t i - Un quad r o

Dettagli

3HFXOLDULWjSHGLDWULFKH QHOODGLIIXVLRQHGHOOH LQIH]LRQLRVSHGDOLHUH

3HFXOLDULWjSHGLDWULFKH QHOODGLIIXVLRQHGHOOH LQIH]LRQLRVSHGDOLHUH / DXGLW HLOFRQWUROORGHOULVFKLRLQIHWWLYR QHOOHVWUXWWXUHDVVLVWHQ]LDOL 25 NOVEMBRE 2005 3HFXOLDULWjSHGLDWULFKH QHOODGLIIXVLRQHGHOOH LQIH]LRQLRVSHGDO Per legger e le not e r elat ive alle singole slide, cliccar

Dettagli

VALUTAZIONE DI UN METODO PER LA VALUTAZIONE EFFICACIA DEGLI INTERVENTI NELLA PRATICA. Dott Fiorino Mirabella Reparto Salute Mentale

VALUTAZIONE DI UN METODO PER LA VALUTAZIONE EFFICACIA DEGLI INTERVENTI NELLA PRATICA. Dott Fiorino Mirabella Reparto Salute Mentale VALUTAZIONE DI UN METODO PER LA VALUTAZIONE EFFICACIA DEGLI INTERVENTI NELLA PRATICA Dott Fiorino Mirabella Reparto Salute Mentale Istituto Superiore di Sanità 1 Come valutare l esito l di un intervento?

Dettagli

ar t Uso dell acqua

ar t Uso dell acqua 1 &2081(',7$,12 3URYLQFLDGL9DUHVH 5(*2/$0(1723(5/$)251,785$'(// $&48$,1',&( &$32,ƒ1250($00,1,675$7,9(',&$5$77(5(*(1(5$/( ar t. 1 - Uso dell acqua ar t. 2 - Ret e di dist r ibuzione ar t. 3 - Dir amazione

Dettagli

CAPITOLO 1 Nozioni di trading

CAPITOLO 1 Nozioni di trading CAPITOLO 1 Nozioni di trading Questo libro vuole essere una guida al day trading sia per le persone già esperte, sia per coloro che si avvicinano per la prima volta al trading. I primi due capitoli servono

Dettagli

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Analisi Candlestick Vediamo quello che è, forse, il più antico metodo di analisi dei mercati finanziari: L'analisi delle candele giapponesi Cenni storici Questa

Dettagli

Lezione 14: Il Sistema Operativo : Principi Generali 1P Venerdì 6 Novembre 2009

Lezione 14: Il Sistema Operativo : Principi Generali 1P Venerdì 6 Novembre 2009 Università di Salerno Corso di FONDAMENTI DI INFORMATICA Corso di Laurea Ingegneria Meccanica & Ingegneria Gestionale Mat. Pari Docente : Ing. Secondulfo Giovanni Anno Accademico 2009-2010 Lezione 14:

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info Capovolgere la facoltà di medicina? L eredità di Giulio A. Maccacaro 2014-04- 22 10:04:01 Redaz ione SI Angelo Stefanini L insegnament o medico rimane in gran part e

Dettagli

Determinazione della s alinità dell acqua potabile attraverso la mis ur a della conducibilità elettr ica.

Determinazione della s alinità dell acqua potabile attraverso la mis ur a della conducibilità elettr ica. Determinazione della s alinità dell acqua potabile attraverso la mis ur a della conducibilità elettr ica. La s ituaz ione dell acqua potabile nel distretto di Batticaloa in S ri Lanka è molto pr ecar ia

Dettagli

7,72/2,,, $6/GHOOD3URYLQFLDGL0LODQRQ 7HVWR$JJLRUQDWRGDOO 8IILFLR7HFQLFR&RPXQDOH 'LFHPEUH

7,72/2,,, $6/GHOOD3URYLQFLDGL0LODQRQ 7HVWR$JJLRUQDWRGDOO 8IILFLR7HFQLFR&RPXQDOH 'LFHPEUH . &2081(',$66$*2 7,72/2,,, 5(*2/$0(172/2&$/( ',,*,(1( $6/GHOOD3URYLQFLDGL0LODQRQ 7HVWR$JJLRUQDWRGDOO 8IILFLR7HFQLFR&RPXQDOH 'LFHPEUH &DSLWROR1250(*(1(5$/,(352&('85$/, 3.0.0 Campo di applicazione delle

Dettagli

Ogget t o: Ri f i ut i : modi f i che al decr et o Ronchi ( l egge 9 di cembr e 1998 n. 426).

Ogget t o: Ri f i ut i : modi f i che al decr et o Ronchi ( l egge 9 di cembr e 1998 n. 426). ALLE AZI ENDE I NDUSTRI ALI ASSOCI ATE L ORO SEDI AREA AMBI ENTE E SI CUREZZA L Aqui l a, 23 f ebbr ai o 1999 Ci r c. n. 26/ 1999 Pr ot. n. 137 Ogget t o: Ri f i ut i : modi f i che al decr et o Ronchi

Dettagli

Il Gruppo Idrodepurazione di Seregno porta in campo professionisti e stampa specializzata...

Il Gruppo Idrodepurazione di Seregno porta in campo professionisti e stampa specializzata... Il Gruppo Idrodepurazione di Seregno porta in campo professionisti e stampa specializzata... Il Gruppo Idrodepurazione di Seregno porta in campo professionisti e stampa specializzata in occasione della

Dettagli

ITALIAN TRADING FORUM

ITALIAN TRADING FORUM ITALIAN TRADING FORUM Rimini, 17-18 18 maggio 27 Le candele giapponesi Relatore: Maurizio Milano resp. analisi tecnica Gruppo Banca Sella NB: le slides sulle candele sono state realizzate da Giorgio Sogliani

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info America latina. Le sfide dei sistemi sanitari 2015-11- 02 10:11:22 Redaz ione SI Giuseppe Aprile, Piet ro Bonaccorsi, Nicole Campese, Anna Marinaro, Paolo Sant ini e

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO PERCORSO DIDATTICO: Specializzanda Giovanna Bellino Supervisori di tirocinio Prof. Fabiano Minni Prof. Davide

Dettagli

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco Le Malformazioni dei Genitali nell'infanzia Un sito dedicato ai pediatri ed ai genitori di bambini con patologie acquisite o congenite degli organi genitali EPISPADIA

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info La direttiva europea sul lavoro medico. Lavorare meglio! Lavorare tutti! 2015-11- 04 12:11:24 Redaz ione SI Marco Geddes da Filicaia La norma diverrà operat iva il prossimo

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info La via cooperativa alla privatizzazione della sanità. Il caso di Modena 2015-03- 04 14:03:47 Redaz ione SI Gianluigi T rianni La convenzione tra Ausl di Modena e Coop

Dettagli

CAPITOLO 5 La Doji. Figura 1 - Long Legged Doji o Rickshaw Man

CAPITOLO 5 La Doji. Figura 1 - Long Legged Doji o Rickshaw Man CAPITOLO 5 La Doji La figura più caratteristica della rappresentazione grafica di un mercato attraverso le candele giapponesi è senza ombra di dubbio la Doji. La Doji è una candela con apertura e chiusura

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LL.PP.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LL.PP. PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE OGGETTO: dgr 193/2013 "Approvaz ione programma "Energia ef f i c i e n t e - piano per promuovere e sos t enere l ' e f f i c i e n z a energe t i c a del l

Dettagli

CORSO ABILITANTE A042 SELLITTO GUGLIELMO 1

CORSO ABILITANTE A042 SELLITTO GUGLIELMO 1 SELLITTO GUGLIELMO 1 L' origine del t ermine L' espr essione "I nt elligenza Ar t if iciale" (Artificial I nt elligence) f u coniat a nel 1956 dal mat emat ico amer icano John McCarthy, dur ant e uno st

Dettagli

Convenzione INPS-SIAE - Legge 23 dicembre 2000, n.388, art.79, comma 2, per lo scambio dei dati e per l attività di lotta al sommerso.

Convenzione INPS-SIAE - Legge 23 dicembre 2000, n.388, art.79, comma 2, per lo scambio dei dati e per l attività di lotta al sommerso. Cir colar e 11-6 -2 0 0 2 n.109 - Convenz ione I NP S - S I AE P r eambolo, Convenzione, P r eambolo Dir ezione Centr ale Vigilanza s ulle Entr ate ed Economia S ommer s a R oma, 11 Giugno 2002 OGGETTO:

Dettagli

Le istanze sono predisposte e presentate da singola im presa o da un VRJJHWWR

Le istanze sono predisposte e presentate da singola im presa o da un VRJJHWWR Legge 388/ 00 art.103 I ncentivi a favore del Commercio Elettronico 2**(772 Norme per lo sviluppo di attività di commercio elettronico %(1(),&,$5, Possono accedere alle agevolazioni i seguent i VRJJHWWL:

Dettagli

SHULOFGOLQ,QIRUPDWLFD SURI0DXUL]LR6SXULR VSXULR#ERLQIQLW

SHULOFGOLQ,QIRUPDWLFD SURI0DXUL]LR6SXULR VSXULR#ERLQIQLW SHULOFGOLQ,QIRUPDWLFD SURI0DXUL]LR6SXULR VSXULR#ERLQIQLW 1 I l Met odo Scient if ico La st or ia della Scienza moder na inizia in Gr ecia: nascit a della logica, della f ilosof ia, della mat emat ica e

Dettagli

Mark Scheme (Result s) Summer 2007

Mark Scheme (Result s) Summer 2007 Mark Scheme (Result s) Summer 007 GCE GCE It alian (656/ 0) Edexcel Limited Registered in England and Wales No 4496750 Registered Office: One90 High Holborn, London W Unit Mark Scheme June 007 Question.

Dettagli

I trasduttori di temperatura integrati

I trasduttori di temperatura integrati I trasduttori di temperatura integrati La m o der n a t ec n ol o gi a d ei cir cu it i i nt egr ati ha det er m i nat o, g ià da q u al c he an n o, l'im m is si o ne su l m er c ato di tr asd u tt or

Dettagli

I Trasduttori NTC o TERMISTORI

I Trasduttori NTC o TERMISTORI I Trasduttori NTC o TERMISTORI I termistori NTC sono sensori realizzati mediante semiconduttori costruiti con ossidi di metalli(ferro, cobalto e nichel) opportunamente drogati. Nel termistore NTC la resistenza

Dettagli

La r ispost a eu r opea alla cr isi fin an ziar ia in t er n azion ale

La r ispost a eu r opea alla cr isi fin an ziar ia in t er n azion ale pagina 1/13 La r ispost a eu r opea alla cr isi fin an ziar ia in t er n azion ale Alf on so I ozzo Con la f ir m a a Lisb on a d el Tr at t at o d i Rif or m a e la p r ob ab ile en t r at a in v ig or

Dettagli

Lezione 14: Il Sistema Operativo : Principi Generali (2P) Venerdi 13 Novembre 2009

Lezione 14: Il Sistema Operativo : Principi Generali (2P) Venerdi 13 Novembre 2009 Università di Salerno Corso di FONDAMENTI DI INFORMATICA Corso di Laurea Ingegneria Meccanica & Ingegneria Gestionale Mat. Pari Docente : Ing. Secondulfo Giovanni Anno Accademico 2009-2010 Lezione 14:

Dettagli

SULLA FASE FALLICA NELLE BAMBINE

SULLA FASE FALLICA NELLE BAMBINE SULLA FASE FALLICA NELLE BAMBINE Due tendenze di pensiero contrapposte negli anni Trenta: 1. I cont r ibut i delle allieve di Fr eud che si avvicinano, seppur con le dovut e dif f er enze, al pensier o

Dettagli

IL FOREX TRADING RESO SEMPLICE

IL FOREX TRADING RESO SEMPLICE IL FOREX TRADING RESO SEMPLICE 1 WWW.CALMAIL.IT Stefano Calicchio IL TRADING CON LE CANDELE GIAPPONESI RESO SEMPLICE La guida introduttiva al candlestick trading e alle strategie di analisi tecnica più

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info Accesso alla cura per l epatite C 2014-07- 23 08:07:40 Redaz ione SI Enrico T agliaf erri Nel mondo le persone infette dal virus dell epatite C sono 185 milioni e i

Dettagli

Cava di Ghiaia. Sintesi non tecnica. Committente : CO.GE.PA. s.r.l. Località : Piano Delfico. Comune : Teramo (TE)

Cava di Ghiaia. Sintesi non tecnica. Committente : CO.GE.PA. s.r.l. Località : Piano Delfico. Comune : Teramo (TE) Cava di Ghiaia Sintesi non tecnica Ai sensi della let t er a c) dell ar t. 2 del D.P.C.M. 27 dicembr e 1988 Committente : CO.GE.PA. s.r.l. Località : Piano Delfico Comune : Teramo (TE) Geologo Massucci

Dettagli

SCI CLUB VOLVERA BIKE A.S.D. Polizza N.

SCI CLUB VOLVERA BIKE A.S.D. Polizza N. SCI CLUB VOLVERA BIKE A.S.D. Polizza N. 109497922 Nota informativa al Contraente Rami danni - Non Auto La presente Nota Informativa ha lo scopo di fornire al Contraente (persona fisica o giuridica che

Dettagli

Università degli studi di Bologna, polo scientifico didattico di Ravenna Ingegneria dei Sistemi Edilizi ed Urbani - Laurea Magistrale

Università degli studi di Bologna, polo scientifico didattico di Ravenna Ingegneria dei Sistemi Edilizi ed Urbani - Laurea Magistrale Pag. 1 di 3 DATA (Compilazione): 03/04/2009 Autore: Emiliano Panzavolta INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo di residenza Domicilio E MIL IA NO PA NZAV OL TA VIA LAMETTA, 10 RA VIA LAMETTA, 10 RA Telefono

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info Il secondo parere in oncologia 2014-11- 12 10:11:46 Redaz ione SI Francesca Bravi, Silvia Foglino, Anna Marcon, Raf f aella Angelini, Maria Pia Fant ini, T iziano Carradori

Dettagli

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica U NIVERSITÀ DEGLI STUDI DI F ACOLTÀ D IPARTIMENTO DI DI P ALERMO I NGEGNERIA I NGEGNERIA I NFORMATICA CORSO DI I N GEG N ERIA AT GE GN ERI A I N FORM FO RMA TIICA CA LAUREA PER PE R I IN S I ST EMI LIIG

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE CAMPIONATO NAZIONALE Revisione 01 : anno 2010/2011 Validità : dal 01.03.2011 µ C.S.I. Centro Sportivo Italiano Direzione Tecnica Nazionale www.csi-

Dettagli

Casa della salute Progetto per la medicina del territorio

Casa della salute Progetto per la medicina del territorio Casa della salute Progetto per la medicina del territorio CASA DELLA SALUTE PROGETTO PER LA MEDICINA DEL TERRITORIO CASA DELLA SALUTE 1 PROGETTO PER LA MEDICINA DEL TERRITORIO 2 S E Z I O N E 1 P R E ME

Dettagli

P r eambolo. Ar t icolo 1. Contributi

P r eambolo. Ar t icolo 1. Contributi D,L gs. 30 aprile 1997, n. 182 - R egime pensionistico per i lavoratori dello spettacolo P r eambolo, Art.1, Art.2, Art.3, Art.4, Art.5, Art.6, Art.7, T abella A, T abella B, T abella C, T abella D, Note,

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info La salute al centro dell agenda post 2015 2014-09- 08 10:09:40 Redaz ione SI www.sossanita.it Osservat orio It aliano sulla Salut e Globale La comunità internazionale

Dettagli

Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI

Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI Cu rricu lu m p ro fe ssio n ale d i CARLO BALDASSI Carlo Bald assi (Ud in e, 1 9 5 1 ) d o p o la la u r ea in Scien ze Po lit ich e a ll Un iver sit à d i Mila n o (1 1 0 / 1 1 0 ), h a svilu p p a t

Dettagli

CURRICULUM VITAE DI ALESSANDRO MUZI

CURRICULUM VITAE DI ALESSANDRO MUZI CURRICULUM VITAE DI ALESSANDRO MUZI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Residenza Data di nascita essand o zi Roma 13/12/1954 ESPERIENZA LAVORATIVA Date da a da 1994 a 2 13 NN N N 2 13 / o i R N D N N R D N N

Dettagli

CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e

CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e Prima di cominciare a spiegare un paio di figure grafiche vorrei porre l attenzione su un concetto che, almeno personalmente, non ho mai trovato scritto da nessuna

Dettagli

Il sistema di gestione e controllo nel Programma transfrontaliero I PA Adr iat ic CBC

Il sistema di gestione e controllo nel Programma transfrontaliero I PA Adr iat ic CBC Il sistema di gestione e controllo nel Programma transfrontaliero I PA Adr iat ic CBC Lo st rument o f inanziario I PA IPA: I nst rument f or Pre- Accession Assist ance IPA 2007-2013 è diret t o a support

Dettagli

- WELC Map - Milano tiene a battesimo la prima mappa in Realtà Aumentata

- WELC Map - Milano tiene a battesimo la prima mappa in Realtà Aumentata comunicato stampa Milano, 4 ot t obre 2016 - WELC Map - Milano tiene a battesimo la prima mappa in Realtà Aumentata Facile, ut ile, int uit iva, grat uit a: ecco rivoluzionat o il concet t o di mappa Ti

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info La tosse pechinese. L inquinamento atmosferico in Cina 2014-10- 01 09:10:55 Redaz ione SI pubblicato su: www.sossanita.it Ersilia Sinisgalli Si st ima che nel 2010 le

Dettagli

FOREX TRADING PER PRINCIPIANTI

FOREX TRADING PER PRINCIPIANTI FOREX TRADING PER PRINCIPIANTI GUIDA COMPLETA LA BIBBIA DEL FOREX Autore David Ruscelli www.forexstrategico.com Copyright 2014 David Ruscelli Proprietà letteraria riservata ISBN: 1497581613 ISBN-13: 978-1497581616

Dettagli

Serie P PANNELLI MARE U F O T VIETA RA E SA T TACI AME N NS TE CO IDERA ED N MAL TO U cm 20 x 7 MONOFACCIALI con catenella e ventosa! UCATO OR V ENT AV TR IL CON R T ENA E F O F SETTIMA DELL A P03 P01

Dettagli

CON FIDO ALLA SCOPERTA DELLE CANTINE APERTE IN TOSCANA NEW S ( HTTP:/ / W WW. VAN ITY P E TS. IT/ C ATE G O RY / N E WS / )

CON FIDO ALLA SCOPERTA DELLE CANTINE APERTE IN TOSCANA NEW S ( HTTP:/ / W WW. VAN ITY P E TS. IT/ C ATE G O RY / N E WS / ) 1 di 10 19/05/2014 11.33 (https://twitter.com (https://www.facebook.com (http://instagram.com (http://www.pinterest.com C E R C A /VANITYPETS) /vanitypets.it) /vanitypets) /vanitypets98 /boards/) (http://www.vanitypets.it/)

Dettagli

ppunti ed esercizi del corso di I nf orm a tica B I ng eg neria M ecca nica, P ia cenza I nf orm a tica C I ng eg neria dei T ra sporti, P ia cenza lg eb ra di B ool, b locch i f unziona li, ta b ella

Dettagli

Fondo Sociale Europeo Obiet t ivo 3 2000-2006 - Program m a Operat ivo Regionale POR - Regione Emilia-Romagna.

Fondo Sociale Europeo Obiet t ivo 3 2000-2006 - Program m a Operat ivo Regionale POR - Regione Emilia-Romagna. POR Obiettivo 3 FSE - periodo 2000-2006 Regione Em ilia- Rom agna 2**(772 Fondo Sociale Europeo Obiet t ivo 3 2000-2006 - Program m a Operat ivo Regionale POR - Regione Emilia-Romagna. &217(672(8523(2

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

S i coglie, altresì, l'occasione per ricordare le modalità di compilazione del mod. 031/R.

S i coglie, altresì, l'occasione per ricordare le modalità di compilazione del mod. 031/R. Cir c 1 4 maggio 2001 n. 13 Aggiornamento tabelle contr ibutive, P r emessa Per facilitare, ai fini del versamento della contr ibuzione dovuta, l'individuazione della tabella corrispondente alla aliquota

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L AMMISSIONE Al PERCORSI FORMATIVI PER OPERATORE SOCIO SANITARIO (DGRV n. 504 del 02/03/2010 e DDR n. 426 del 11/05/2010)

AVVISO PUBBLICO PER L AMMISSIONE Al PERCORSI FORMATIVI PER OPERATORE SOCIO SANITARIO (DGRV n. 504 del 02/03/2010 e DDR n. 426 del 11/05/2010) ALLEGATO 1 Regione del Veneto AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA In esecuzione della Deliberazione del Direttore Generale n. del è indetto AVVISO PUBBLICO PER L AMMISSIONE Al PERCORSI FORMATIVI PER OPERATORE SOCIO

Dettagli

1HZVOHWWHU6,7$' QXP 6HWWHPEUH 6RPPDULR 3UHVHQWD]LRQH. $WWLYLWjSURJHWWLGDWLVHUYL]LHLQL]LDWLYH pag. 3. 6,7$' pag. 4. 6WUDGDULR8QLFR pag.

1HZVOHWWHU6,7$' QXP 6HWWHPEUH 6RPPDULR 3UHVHQWD]LRQH. $WWLYLWjSURJHWWLGDWLVHUYL]LHLQL]LDWLYH pag. 3. 6,7$' pag. 4. 6WUDGDULR8QLFR pag. 1HZVOHWWHU6,7$' 6HWWHPEUH QXP 6RPPDULR 3UHVHQWD]LRQH Cosa è una newsletter pag. 2 Cosa è un groupware pag. 2 $WWLYLWjSURJHWWLGDWLVHUYL]LHLQL]LDWLYH pag. 3 6,7$' pag. 4 6WUDGDULR8QLFR pag. 6 $SSHQGLFH pag.

Dettagli

Lucca 7 luglio 2013 Seminario. Procedure per la gara del trasporto pubblico locale in Toscana

Lucca 7 luglio 2013 Seminario. Procedure per la gara del trasporto pubblico locale in Toscana Lucca 7 luglio 2013 Seminario Procedure per la gara del trasporto pubblico locale in Toscana I dat i alla base della rif orm a del 2010 DISOMOGENEITA NEI FATTORI CHE CARATTERIZZANO L OFFERTA DI TRASPORTO

Dettagli

LA RICERCA DI NUOVI MERCATI: TRA CAMBIAMENTO E TRADIZIONE FOCUS RAVENNA LA RICERCA DEI NUOVI MERCATI: 14 febbraio 2011 Ravenna ROMA 2 DICEMBRE 2010

LA RICERCA DI NUOVI MERCATI: TRA CAMBIAMENTO E TRADIZIONE FOCUS RAVENNA LA RICERCA DEI NUOVI MERCATI: 14 febbraio 2011 Ravenna ROMA 2 DICEMBRE 2010 LA RICERCA DI NUOVI MERCATI: LA SFIDA LA SFIDA DELLE PICCOLE DELLE IMPRESE PICCOLE TRA IMPRESE CAMBIAMENTO E TRADIZIONE TRA CAMBIAMENTO E TRADIZIONE FOCUS RAVENNA 14 febbraio 2011 Ravenna Rapporto Piccole

Dettagli

Cantiere Navale di La Spezia

Cantiere Navale di La Spezia GESTIONE AMBIENTALE VERIFICATA Reg. n. IT-001460 Cantiere Navale di La Spezia DICHIARAZIONE AMBIENTALE Anno 2015 Redatta secondo i requisiti del Regolamento (CE) n. 1221/2009 EMAS (Eco Management and Audit

Dettagli

risultato indicatore composito 93,20% 79,60%

risultato indicatore composito 93,20% 79,60% PDR 2010 INDICATORI QUOTA NAZIONALE MARGINE OPERATIVO LORDO (a criteri IAS) RICAVI PRO CAPITE (a criteri IAS) risultato indicatore composito erogazione 93,20% 79,60% PDR 2010 QUOTA REGIONALE Accordi regionali

Dettagli

Vincenzo Balzani. Ravenna, 25 set t embr e 2009

Vincenzo Balzani. Ravenna, 25 set t embr e 2009 Vincenzo Balzani Dipar t iment o di Chimica Giacomo Ciamician Facolt à di Scienze, Univer sit à di Bologna vincenzo.balzani@unibo.it Ravenna, 25 set t embr e 2009 Fot o scat t at a dalla sonda Cassini-

Dettagli

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Roma, 25 novembre 2011 DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Roma, 25 novembre 2011 DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO M Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Roma, 25 novembre 2011 DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO STRADALE E

Dettagli

ARCHITechnology Rilievo con i droni e sistemi evoluti di scansione

ARCHITechnology Rilievo con i droni e sistemi evoluti di scansione ARCHITechnology Rilievo con i droni e sistemi evoluti di scansione Ing. Ilaria Lagazio - Autodesk BIM Senior Technical Specialist Structure and Construction Bologna, Ottobre 2014 Tendenze di mercato Globalizzazione

Dettagli

La fruizione dei siti web museali da parte degli utenti di INTERNET

La fruizione dei siti web museali da parte degli utenti di INTERNET La fruizione dei siti web museali da parte degli utenti di INTERNET Associazione Civita Riproduzione vietata. Eventuali estratti devono citare la fonte Aspetti metodologici - Estensione territoriale: territorio

Dettagli