Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 1

2 2

3 3

4 4

5 5

6 6

7 7

8 8

9 9

10 10

11 11

12 12

13 13

14 La sicurezza nelle stazioni. L impegno di RFI nel consolidamento della rete territoriale. Roma 27 giugno 2006 Disagio sociale 1. L altro ed il diverso 2. Aree di disagio sociale nelle stazioni: nomadismo homeless tossicodipendenti 14

15 Disagio sociale & Security Il disagio sociale, se non gestito, provoca dal punto di vista della security: 1. Più elevato senso d insicurezza nei frequentatori degli impianti ferroviari (lavoratori, clientela, accompagnatori). 2. Incremento dei costi 1. Qualità del servizio La presenza di aree di disagio sociale incide sui seguenti fattori di qualità del servizio (Carta dei Servizi RFI 2005): Pulizia e condizioni igieniche Sicurezza personale e patrimoniale in stazione Sicurezza del viaggio Comfort del viaggio (stazione) Bivacco, ricerca di avanzi nei cestini dei rifiuti, degrado livelli igienici Aggressioni, vandalismo, furti Furto rame ed alluminio Scarsa frequentabilità di aree comuni; sensazione di incuria e di abbandono 15

16 2. Incremento dei danni Circolazione treni Riqualificazione degli immobili Occupazioni abusive Manomissioni della rete ferroviaria Furto rame ed alluminio Lancio sassi e posizionamento ostacoli su binari Transito lungo binari immigrati clandestini Occupazioni abusive; vandalismo; degrado Costi sociali Impegno Polfer; pulizia dei luoghi; inappropriata destinazione degli spazi Incremento costi Maggiore attività di pulizia straordinaria; Interventi di ricondizionamento dei luoghi La carta dei servizi di RFI La Carta dei Servizi di RFI è lo strumento per misurare attraverso impegni precisi e puntuali la capacità di corrispondere alle esigenze dei clienti ed, in generale, alle esigenze di un moderno ed efficiente sistema di trasporto ferroviario. 16

17 I fattori di qualità 1. Sicurezza del viaggio 2. Sicurezza personale e patrimoniale in st azione 3. Pulizia e condizioni igieniche 4. Confortevolezza del viaggio (in stazione) 5. Servizi aggiuntivi a terra 6. Servizi per viaggiatori diversamente abili 7. Informazi oni alla clientela 8. Attenzione all ambiente 9. Integrazione modale L indagine Indagine generale 7800 interviste (clienti/frequentatori, dipendenti, opinion leader ed esercenti commerciali) 1000 interviste (Milano C.le, Roma Termini, Napoli C.le) 17

18 I destinatari dell indagine I clienti I dipendenti del Gruppo FS Gli operatori commerciali (solo delle grandi stazioni) Gli Opinion Leader (Comandanti Posti e Sottosezioni Polfer, Personale RFI Direzione Movimento) Obiettivi dell indagine VERSO LA CLIENTELA Rilevare i livelli di percezione di sicurezza nei diversi luoghi ed orari di presenza in stazione Comparare la percezione di sicurezza in stazione con quella relativa ad altri spazi ad elevata frequentazi one Raccogliere valutazioni di tipo dinamico sulla sicurezza Individuare i bisogni di sicurezza non soddisfatti Segmentare l insieme delle informazioni per tipologia di stazione, profilo socioanagrafico dei clienti ed intensità della loro presenza nelle stazioni 18

19 Obiettivi dell indagine VERSO I DIPENDENTI Raccogliere opinioni sulle politiche per la protezione aziendale e per la sicurezza dei clienti attivate da RFI Descrivere il punto di vista del personale ferroviario sui frequentatori della stazione, sui loro sentimenti di insicurezza, s ui bisogni espressi, sulle risposte attese La percezione a caldo o istantanea Monitorata ne lle Medie e Grandi Stazioni Interviste face-to-face I CLIENTI SI SENTONO ABBASTANZA SICURI 19

20 La percezione istantanea di sicurezza Molto basso (%) Basso (%) Medio (%) Alto (%) Molto alto (%) 25% 20% 15% 5,9 3,9 5,1 11,2 8,2 9,9 33,4 30,2 32,0 34,6 42,5 37,9 15,0 15,1 15,0 Punteggio medi o Grandi stazioni 6,4 Medie stazioni 6,7 Totale stazioni 6,5 10% 5% 0% VOTO La percezione istantanea di sicurezza Nelle valutazioni a caldo le stazioni sono vissute come abbastanza sicure 52,9% attribuisce un punteggio alto o molto alto (da 7 a 10), indicando, in media, un voto pari a 6,5 15% degli intervistati indica un voto basso o molto basso (da 1 a 4) La dimensione della stazione gioca un ruolo positivo nella percezione della sicurezza (medie stazioni 6,7; grandi stazioni 6,4) 20

21 I luoghi e la sicurezza istantanea Gli ambiti percepiti come più insicuri sono: sottopassi servizi igienici mentre più sicuri risultano essere: esercizi commerciali biglietteria Il sentimento di sicurezza tende a: crescere con il grado di istruzione decrescere con l età La percezione a freddo o ragionata Domande mirate per la valutazione complessiva delle esperienze dell intervistato negli scali ferroviari Dati articolati per livello di percezione riferiti ai diversi luoghi di stazione I CLIENTI PERCEPISCONO UN LIVELLO DI SICUREZZA INFERIORE A QUELLA REALE 21

22 I luoghi e la sicurezza ragionata Bar/ristoranti/altri esercizi commerciali (Val. %) Atrio/biglietteria (Val. %) 3,1 20,8 1,1 14,6 5,7 Molto sicuro 6,4 Molto sicuro 8,4 10,6 Abbastanza sicuro 25,2 Sicuro 36,7 Abbastanza sicuro Sicuro 35,2 32,1 Marciapiedi adiacenti i binari (Val. %) Aree antistanti l ingresso (Val. %) 1,1 10,2 1,7 10,3 9,7 11,4 14,2 Sicuro 30,6 Insicuro Sicuro 26,4 17,3 Abbastanza sicuro 34,3 Abbastanza sicuro 32,8 Molto sicuro Sicuro Abbastanza sicuro Insicuro Molto insicuro Non saprei segue Sale di attesa (Val. %) Spazi di transito (atrio centrale, gallerie, ecc.) (Val. %) 9,8 0,7 7,8 4,9 11,5 25,1 12,8 24,0 Sicuro Sicuro 15,5 19,3 Abbastanza Abbastanza sicuro sicuro 33,3 35,4 Sottopassi (Val. %) Servizi igienici (Val. %) 3,2 4,7 13,3 4,5 11,7 8,9 Molto insicuro 26,4 27,5 Molto insicuro 22,6 Abbastanza Abbastanza 28,7 sicuro Insicuro sicuro Insicuro 24,9 23,6 Molto sicuro Sicuro Abbastanza sicuro Insicuro Molto insicuro Non saprei 22

23 Gli amplificatori dell insicurezza Secondo gli intervistati la presenza di: Drop out (senza fissa dimora, alcolizzati, etc.) Tossicodipendenti Nomadi Tifosi Mani festanti influisce negativamente sul senso di sicurezza Gli amplificatori dell insicurezza Presenza di tossicodipendenti (Val. %) 32,7 Presenza di nomadi (Val. %) 33,0 Impatto molto alto Impatto molto alto 3,6 8,2 10,1 Impatto medio Impatto alto 27,1 3,8 8,0 9,6 Impatto medio Impatto alto 26,3 18,3 19,2 Molto alto Alto Medio Basso Molto basso Non ci sono 23

24 segue Presenza di tifosi (Val. %) Presenza di aree di emarginazione della società (Val. %) 24,3 Impatto molto alto 25,0 Impatto molto alto 9,2 24,2 Impatto alto 2,7 12,5 24,1 Impatto alto 11,3 11,4 Impatto medio 19,7 13,6 Impatto medio 22,1 Presenza di manifestanti (Val. %) 14,4 Impatto molto 19,1 10,2 al to Impatto alto Molto alto Basso Impatto medio Alto Molto basso 16,3 23,9 Medio Non ci sono 16,1 Esperienze e valutazioni sui crimini IN STAZIONE Maschi Femmine mine 1, 3 2, 6 8, 5 12, 3 2 8, 3 3 3,7 2 5, 0 2 0, 8 6, 4 6,7 NELLA SOCIETA 0 % 20% 40% 60% 80 % 100% Maschi Fe mmine 0,3 2,8 0, 9 6, 7 16,4 4 5, 5 28, 8 2 4, 9 41,8 1 9, 4 0% 20% 40% 60% 80% 100% Dimin uiti Molto d imi nuiti Rima sti stabi li Aumentati Molto au me nta ti 24

25 Le richieste di tutela In linea generale tutte le iniziative di security sottoposte a giudizio ottengono un ampia condivisione sull efficacia L 87,5% degli intervistati richiede una maggiore presenza di personale di Polizia e di personale FS addetto alla sicurezza Le misure tecnologiche. Soprattutto nelle grandi stazioni sono gli interventi preferiti Interventi sugli immobili (ad es. maggiore illuminazione). Nei piccoli scali le politiche di miglioramento dell ambiente (pulizia, decoro, illuminazi one) ai fini della sicurezza sono in senso relativo, e talora in senso assoluto, le più condivise Interventi sul contesto sociale delle stazi oni Il giudizio sulle politiche per la sicurezza Giudizio sull efficacia di alcune azioni volte ad aumentare la sicurezza in stazione (punteggi medi 1-10) 8,1 7,9 7,9 7,7 7,6 7,4 Aumentare il personal e di Polizia Aumentare il personal e di FS assegnato all a si curezza Migliorare l a pulizia ed i l decoro Introdurre o aumentare le te lecam ere pe r la vigi lanza Migliorare l ill uminazi one Ridurre l a presenz a di emarginati 25

26 Il rapporto sicurezza-mezzi di trasporto Qual è il mezzo di trasporto che le dà più sicurezza quando viaggia? 1 00 % 80 % 60 % 40 % 20 % 0 % 10 0% 8 0% 6 0% 4 0% 2 0% 0% Treno 78,5 79,2 76,6 21,5 2 0, 8 23,4 Roma Termini 85,8 Milano Centrale 87,2 14,2 12,8 Roma Termini Metropolitana Napoli Centrale 71,6 28,4 Milano Napoli Centrale Centrale Maggiore sicurezza 1 00 % 80 % 60 % 40 % 20 % 0 % 1 00 % 80 % 60 % 40 % 20 % 0 % 7 6, 4 Autobus 8 0,2 2 3, 6 19,8 Roma Termini 6 5, 6 3 4,4 Roma Termini Milano Centrale Aereo 65,3 34,7 Napoli Centrale 72,1 70,3 2 7, 9 29,7 Milano Napoli Centrale Centrale Minore sicurezza Rete di coordinamento attività sociali La Struttura Protezione Aziendale interviene nella rete intersocietaria di coordinamento delle attività sociali, anche attraverso il proprio personale dei Presidi territoriali soprattutto per analizzare i bisogni e le aree critiche della realtà socio-economica del territorio, elaborando periodica reportistica 26

27 I Presidi di Protezione Aziendale TORINO GENOVA MILANO VERONA BOLOGNA ROMA NAPOLI BARI PALERMO REGGIO CALABRIA 27

Stazioni italiane, clienti e percezione della sicurezza

Stazioni italiane, clienti e percezione della sicurezza RFI RETE FERROVIARIA ITALIANA Piazza della Croce Rossa, 1 00161 Roma Stazioni italiane, clienti e percezione della sicurezza DIREZIONE COMUNICAZIONE DI MERCATO telefono 0644104402 fax 0644103726 www.rfi.it

Dettagli

IL GRADO DI SODDISFAZIONE DELLA PULIZIA DELLE AREE DI SERVIZIO

IL GRADO DI SODDISFAZIONE DELLA PULIZIA DELLE AREE DI SERVIZIO IL GRADO DI SODDISFAZIONE DELLA PULIZIA DELLE AREE DI SERVIZIO 2 Le indicherò alcune aree di servizio pubblico presenti nella città in cui risiede: Le chiedo gentilmente di dirmi quanto è soddisfatto della

Dettagli

PERCEZIONE DELLA SICUREZZA E POLITICHE DI PROTEZIONE NELLE STAZIONI FERROVIARIE

PERCEZIONE DELLA SICUREZZA E POLITICHE DI PROTEZIONE NELLE STAZIONI FERROVIARIE PERCEZIONE DELLA SICUREZZA E POLITICHE DI PROTEZIONE NELLE STAZIONI FERROVIARIE - Rapporto finale - Roma, maggio 2004 INDICE Introduzione Pag. 1 Parte prima PROFILI DI INQUADRAMENTO DEL PROBLEMA 3 1. Evoluzione

Dettagli

La misura della Soddisfazione del Cliente per il Gestore dell Infrastruttura Ferroviaria ( RFI)

La misura della Soddisfazione del Cliente per il Gestore dell Infrastruttura Ferroviaria ( RFI) La misura della Soddisfazione del Cliente per il Gestore dell Infrastruttura Ferroviaria ( RFI) Bologna: 09/04/2013 I clienti di RFI q Le Imprese Ferroviarie q I Clienti nelle Stazioni q Le PRM (Persone

Dettagli

Convegno DISABILITÀ E TRASPORTI

Convegno DISABILITÀ E TRASPORTI Convegno DISABILITÀ E TRASPORTI Regolamento (CE) n. 1371/2007, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario Servizio di assistenza in stazione ai passeggeri con disabilità

Dettagli

Le modalità di gestione della soddisfazione del cliente nell Impresa Ferroviaria TRENITALIA

Le modalità di gestione della soddisfazione del cliente nell Impresa Ferroviaria TRENITALIA Le modalità di gestione della soddisfazione del cliente nell Impresa Ferroviaria TRENITALIA Fabrizio Ruggiero Bologna, 9 Aprile 2013 Trenitalia Alta Velocità Veloce, conveniente e su misura per ogni cliente

Dettagli

Le politiche di sicurezza nelle stazioni italiane

Le politiche di sicurezza nelle stazioni italiane Roma, 29 Ottobre 2008 Le politiche di sicurezza nelle stazioni italiane Franco Fiumara Direzione Protezione Aziendale Le MINACCE all infrastruttura e ai treni FURTI RAPINE SABOTAGGIO AGGRESSIONI OCCUPAZIONI

Dettagli

Il Programma di Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare e Urbano delle Grandi Stazioni Ferroviarie

Il Programma di Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare e Urbano delle Grandi Stazioni Ferroviarie Il Programma di Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare e Urbano delle Grandi Stazioni Ferroviarie Relatore: Ing. Carlo De Vito Responsabile Struttura Terminali Viaggiatori e Merci RFI spa

Dettagli

Roma, 29 ottobre 2008 Più solidarietà nelle stazioni, più sicurezza nelle città

Roma, 29 ottobre 2008 Più solidarietà nelle stazioni, più sicurezza nelle città Roma, 29 ottobre 2008 Più solidarietà nelle stazioni, più sicurezza nelle città Ing. Carlo De Vito Il Mondo delle Stazioni Stazioni Aperte al Pubblico 13 grandi stazioni 103 medie stazioni 2.213 altre

Dettagli

Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali

Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali Roma, 28 Giugno2005 Arrivi, partenze, relazioni, Ferrovie e Comuni insieme per la qualità della vita di tutti i cittadini Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali Arch. Norberta Valentino

Dettagli

Report dati 118. Dott. Domenico Putzolu Dott. Fabio Podda

Report dati 118. Dott. Domenico Putzolu Dott. Fabio Podda Report dati 118 Dott. Domenico Putzolu Dott. Fabio Podda 16/04/2015 Dati sulle varie postazioni Comunicazione Valuta le percezioni relative alla diffusione delle informazioni, sia essa verso il basso o

Dettagli

Aeroporti, mobilità e territorio

Aeroporti, mobilità e territorio Aeroporti, mobilità e territorio Unioncamere Roma 19 Febbraio 2014 Prof. Lanfranco Senn Direttore CERTeT Università Bocconi Presidente Gruppo CLAS Indice 1. I trend evolutivi del trasporto aereo in Italia

Dettagli

NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO

NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO Dipartimento di Ingegneria dell Informazione ed Ingegneria Elettrica Università degli Studi di Salerno ESIGENZE ATTUALI Aumento delle funzioni/prestazioni

Dettagli

Direzione Produzione di RFI

Direzione Produzione di RFI Incontro con le OO.SS. Nazionali Direzione Produzione di RFI Progetto «Pulizia, decoro e piccola manutenzione stazioni» Prosecuzione del percorso relazionale in atto Roma, 21 Maggio 2013 Finalità del progetto

Dettagli

Chi siamo. Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione.

Chi siamo. Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione. Chi siamo Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione. Da sempre è in grado di fornire soluzioni qualificate e diversificate di comunicazione

Dettagli

IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO La domanda e l offerta di servizi di FM dentro e oltre la crisi

IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO La domanda e l offerta di servizi di FM dentro e oltre la crisi IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO La domanda e l offerta di servizi di FM dentro e oltre la crisi FM INNOVATION IN 60 MINUTI: UN REPERTORIO DI ESPERIENZE ED IDEE

Dettagli

Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014

Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014 Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014 (art. 14 comma 5 - d.lgs 150/2009) sintesi dati Generali, per Area e tipologia di dipendente Le Amministrazioni pubbliche, nella prospettiva di

Dettagli

La gestione e la fruizione di infrastrutture territoriali complesse: Prodotti, Servizi, Soluzioni

La gestione e la fruizione di infrastrutture territoriali complesse: Prodotti, Servizi, Soluzioni Milano, 9 Febbraio 2009 Assolombarda Mobility Conference La gestione e la fruizione di infrastrutture territoriali complesse: Prodotti, Servizi, Soluzioni LA SOCIETA Pag. 1 Chi siamo e dove siamo Pag.

Dettagli

Nuovo Orario Trenitalia. 9 dicembre 2012 8 giugno 2013 **** LE NOVITA

Nuovo Orario Trenitalia. 9 dicembre 2012 8 giugno 2013 **** LE NOVITA Nuovo Orario Trenitalia 9 dicembre 2012 8 giugno 2013 **** LE NOVITA Il 2012 in pillole Nei primi 11 mesi del 2012 35 mio pax hanno scelto di viaggiare con Le Frecce (+7% vs 2011). Chiuderemo il 2012 con

Dettagli

7.2 Indagine di Customer Satisfaction

7.2 Indagine di Customer Satisfaction 7.2 Indagine di Customer Satisfaction Il campione L indagine è stata condotta su un campione a più stadi di 795 clienti TIEMME SpA (errore di campionamento +/ 2%) rappresentativo della popolazione obiettivo,

Dettagli

Turismo sostenibile e ecoturismo. Febbraio 2011

Turismo sostenibile e ecoturismo. Febbraio 2011 Turismo sostenibile e ecoturismo Febbraio 2011 1 Metodologia Universo di riferimento Popolazione italiana Numerosità campionaria 1.000 cittadini, disaggregati per sesso, età, area di residenza Margine

Dettagli

Roma, novembre 2008. Alta velocità eoctà. Strettamente riservato Uso esclusivo Ferrovie dello Stato

Roma, novembre 2008. Alta velocità eoctà. Strettamente riservato Uso esclusivo Ferrovie dello Stato Roma, novembre 2008 Alta velocità eoctà I corridoi Transeuropei 2 Domanda di traffico Densità abitanti Densità illuminazione Fonte: Columbia University NY Fonte: Royal Astronomical Society 3 Scenario macro

Dettagli

7.2 Indagine di Customer Satisfaction

7.2 Indagine di Customer Satisfaction 7.2 Indagine di Customer Satisfaction Il campione L indagine è stata condotta su un campione a più stadi di 373 clienti di Tiemme Spa sede operativa di Piombino (errore di campionamento +/- 2%) rappresentativo

Dettagli

I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria. Febbraio 2015

I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria. Febbraio 2015 I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria Febbraio 2015 Traffico passeggeri dei principali Aeroporti nazionali - 2014 Aeroporto Nazionali Internazionali di cui C. Europea

Dettagli

Shooting, Location e Welcome Desk

Shooting, Location e Welcome Desk Shooting, Location e Listino prezzi 2015 Il Network Nord Ovest Milano Centrale Torino Porta Nuova Genova Brignole Genova Piazza Principe Nord Est Verona Porta Nuova Venezia Mestre Venezia S. Lucia Bologna

Dettagli

PRIMO ESEMPIO: TASI ALIQUOTA AL 2,5 PER MILLE SULLA PRIMA CASA E 0,8 PER MILLE SULLE SECONDE CASE (ALIQUOTA 11,4 PER MILLE)

PRIMO ESEMPIO: TASI ALIQUOTA AL 2,5 PER MILLE SULLA PRIMA CASA E 0,8 PER MILLE SULLE SECONDE CASE (ALIQUOTA 11,4 PER MILLE) PRIMO ESEMPIO: TASI ALIQUOTA AL 2,5 PER MILLE SULLA E 0,8 PER MILLE SULLE SECONDE CASE (ALIQUOTA 11,4 PER MILLE) ALIQUOTA AL TASI 2,5 PER MILLE SENZA CON Bari 254 331 106 225-29 Bologna 321 411 131 280-41

Dettagli

MUOVERSI CON I MEZZI PUBBLICI UTILIZZANDO MAPPE

MUOVERSI CON I MEZZI PUBBLICI UTILIZZANDO MAPPE ObiettivO dell attività COllegamenti COn altre discipline realizzazione Sapersi muovere con i mezzi pubblici, utilizzando mappe dei percorsi e tabelle orarie / Saper scegliere percorsi e mezzi economici

Dettagli

NORMA UNI CEN TR 14383-2 PREVENZIONE DEL CRIMINE ATTRAVERSO LA PIANIFICAZIONE URBANA

NORMA UNI CEN TR 14383-2 PREVENZIONE DEL CRIMINE ATTRAVERSO LA PIANIFICAZIONE URBANA NORMA UNI CEN TR 14383-2 PREVENZIONE DEL CRIMINE ATTRAVERSO LA PIANIFICAZIONE URBANA 1. DEFINIZIONE DELLA SICUREZZA il rischio concreto di rimanere vittima di aggressioni o altri episodi di violenza; la

Dettagli

L INCLUSIONE SOCIALE E LE CHIAVI DELLO SVILUPPO

L INCLUSIONE SOCIALE E LE CHIAVI DELLO SVILUPPO Roma, 20 novembre 2015 L INCLUSIONE SOCIALE E LE CHIAVI DELLO SVILUPPO L impresa collaborativa: le reti di resilienza per l inclusione sociale. Gli esempi degli Help Center nelle stazioni. Fabrizio TORELLA

Dettagli

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana 1. In quale comune risiede abitualmente? 1. Torino Proseguire 2. Milano Proseguire 3. Roma Proseguire 4. No (Chiudere intervista) 2. Sesso 1. Maschio 2. Femmina Domande Sociodemo Agenzia (8) 3. Mi può

Dettagli

FATTORI DI SCELTA MODALE E POLITICHE DI RIEQUILIBRIO: I RISULTATI DI UN INDAGINE SUI CITTADINI ROMANI

FATTORI DI SCELTA MODALE E POLITICHE DI RIEQUILIBRIO: I RISULTATI DI UN INDAGINE SUI CITTADINI ROMANI FATTORI DI SCELTA MODALE E POLITICHE DI RIEQUILIBRIO: I RISULTATI DI UN INDAGINE SUI CITTADINI ROMANI Carlo Carminucci, Isfort ccarminucci@isfort,it Roma, 20 settembre 2011 L indagine realizzata: aspetti

Dettagli

Direzione Produzione di RFI

Direzione Produzione di RFI Incontro con le OO.SS. Nazionali Direzione Produzione di RFI Prosecuzione del percorso relazionale in atto Roma, 4 aprile 2013 Sviluppo del percorso relazionale in atto (1/3) 23.04.2012: richiesta di incontro

Dettagli

LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO

LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Ottobre 2010 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 12 Tutti in autobus,

Dettagli

NUOVI PARADIGMI DI WELFARE SPAZIALE Tendenze e pratiche intorno ai luoghi e alle vie di trasporto

NUOVI PARADIGMI DI WELFARE SPAZIALE Tendenze e pratiche intorno ai luoghi e alle vie di trasporto NUOVI PARADIGMI DI WELFARE SPAZIALE Tendenze e pratiche intorno ai luoghi e alle vie di trasporto TIZIANA BIANCHINI CONSORZIO NOVA ICPC COLLOQUIUM 18-19 NOVEMBRE 2014 PALERMO Sfide di convivenza tra socialità

Dettagli

CENTRO LA TENDA - Napoli

CENTRO LA TENDA - Napoli OSSERVATORIO NAZIONALE SUL DISAGIO E LA SOLIDARIETÀ NELLE STAZIONI ITALIANE CENTRO LA TENDA - Napoli STAZIONE DI NAPOLI CENTRALE SCHEDA DI PRESENTAZIONE DEL CENTRO E DEL PROGETTO HELP CENTER Referente

Dettagli

Marine litter: più gestione a terra meno rifiuti in mare Approcci e soluzioni a partire dal progetto Life+ SMILE

Marine litter: più gestione a terra meno rifiuti in mare Approcci e soluzioni a partire dal progetto Life+ SMILE Marine litter: più gestione a terra meno rifiuti in mare Approcci e soluzioni a partire dal progetto Life+ SMILE La governance del Marine Litter, il modello di gestione del progetto SMILE Riccardo Podestà

Dettagli

Customer satisfaction Igiene urbana

Customer satisfaction Igiene urbana Novembre - Dicembre 2008 Customer satisfaction Igiene urbana A cura di Francesca Dallago 0.1. Caratteristiche dell indagine PERIODO DI RILEVAZIONE DEI DATI: Novembre-Dicembre 2008. STRUMENTO DI RILEVAZIONE

Dettagli

Gli indicatori per la misurazione e la valutazione. Stato dell arte della rilevazione avviata nelle grandi città: primi confronti Maggio 2014

Gli indicatori per la misurazione e la valutazione. Stato dell arte della rilevazione avviata nelle grandi città: primi confronti Maggio 2014 Gli indicatori per la misurazione e la valutazione della performance dei servizi nelle Grandi Città Stato dell arte della rilevazione avviata nelle grandi città: primi confronti Maggio 2014 Struttura 1.

Dettagli

Servizi di comunicazione relativi ad attività previste dal Piano di comunicazione del Piano Telematico dell Emilia Romagna (PITER) 2007-2009

Servizi di comunicazione relativi ad attività previste dal Piano di comunicazione del Piano Telematico dell Emilia Romagna (PITER) 2007-2009 Servizi di comunicazione relativi ad attività previste dal Piano di comunicazione del Piano Telematico dell Emilia Romagna (PITER) 2007-2009 I PRETEST DELLA CAMPAGNA ISTITUZIONALE PITER Report dei risultati

Dettagli

ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE PER SVILUPPARE COMUNI AZIONI DI SOSTEGNO SOCIALE NELLE PRINCIPALI STAZIONI ITALIANE

ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE PER SVILUPPARE COMUNI AZIONI DI SOSTEGNO SOCIALE NELLE PRINCIPALI STAZIONI ITALIANE ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE PER SVILUPPARE COMUNI AZIONI DI SOSTEGNO SOCIALE NELLE PRINCIPALI STAZIONI ITALIANE TRA L ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI, con sede legale in Roma, Via dei Prefetti

Dettagli

CONFERENZA STAMPA TORINO, MARTEDI 30 NOVEMBRE

CONFERENZA STAMPA TORINO, MARTEDI 30 NOVEMBRE CONFERENZA STAMPA TORINO, MARTEDI 30 NOVEMBRE 2007 2010 CONTRATTO DI SERVIZIO INESISTENTE BANDO DI GARA 60% DELLE LINEE 2007 2010 OFFERTA DEI VETTORI COMFORT AMBIENTALE SERVIZI IGIENICI PULIZIA INFO AI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed Ambientale

Dettagli

Metro Brescia: Indicatori di qualità del servizio erogato

Metro Brescia: Indicatori di qualità del servizio erogato COMUNE DI BRESCIA Metro Brescia: Indicatori di qualità del servizio erogato L opinione dei cittadini sulla Metropolitana di Brescia Tavolo tecnico di monitoraggio dei livelli di servizio del Metro Brescia

Dettagli

L OSSERVATORIO NAZIONALE SUL DISAGIO E LA SOLIDARIETÀ NELLE STAZIONI ITALIANE

L OSSERVATORIO NAZIONALE SUL DISAGIO E LA SOLIDARIETÀ NELLE STAZIONI ITALIANE OSSERVATORIO NAZIONALE SUL DISAGIO E LA SOLIDARIETÀ NELLE STAZIONI ITALIANE L OSSERVATORIO NAZIONALE SUL DISAGIO E LA SOLIDARIETÀ NELLE STAZIONI ITALIANE L Osservatorio Nazionale sul Disagio e la Solidarietà

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008 I.C.S. Iniziativa Car Sharing La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008 IL CAR SHARING Il CAR SHARING è un servizio di mobilità che consente di acquistare

Dettagli

Domande Domande 1. Sesso F M 2. Età < 10 10-15 15-17 > 17 3. Classe e scuola frequentata 4. In quale zona o frazione abiti? 5. Ti senti sicuro nella città in cui vivi?, sempre Abbastanza Poco

Dettagli

Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto. Olga Landolfi TTS Italia

Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto. Olga Landolfi TTS Italia Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto Olga Landolfi TTS Italia I Trasporti in Italia Dati Nazionali 2004 (CNT 2004) Traffico passeggeri interno: 947.205 milioni di passeggeri km all

Dettagli

967 scippi ogni 100 mila abitanti nel 1985 a 138 nel 2006), ma di considerevoli proporzioni anche nella Capitale (da 269 reati ogni 100 mila abitanti

967 scippi ogni 100 mila abitanti nel 1985 a 138 nel 2006), ma di considerevoli proporzioni anche nella Capitale (da 269 reati ogni 100 mila abitanti 17. Criminalità L analisi dei dati sulla criminalità relativi al 2006 evidenzia una diffusione di reati nella provincia di Roma significativamente più elevata di quella rilevata complessivamente nel territorio

Dettagli

pendolarismo Genova-Milano

pendolarismo Genova-Milano Analisi i 2011 dei treni utilizzati per il pendolarismo Genova-Milano I TRENI MONITORATI PARAMETRI DI VALUTAZIONE Dal 2003 GenovaMilanoNewsletter analizza la circolazione dei treni più utilizzati fra Genova

Dettagli

Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo

Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo Assessorato ai Trasporti Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo La mobilità delle persone in ambito urbano

Dettagli

Velocità Napoli - Roma. Dario Gentile

Velocità Napoli - Roma. Dario Gentile Indagine sugli effetti della linea Alta Velocità Napoli - Roma 1 Dario Gentile Introduzione Analisi dei flussi di traffico passeggeri in auto e treno sulla relazione Napoli - Roma Risultati dell indagine

Dettagli

MISURA DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

MISURA DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE 08/02/2011 Pag. 1 di 6 MISURA DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE 1. SCOPO... 2 2. APPLICABILITÀ... 2 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 3.1. Norme... 2 3.2. Moduli / Istruzioni... 2 4. RESPONSABILITÀ... 2 5.

Dettagli

Come raggiungere la Sicilia

Come raggiungere la Sicilia Come raggiungere la Sicilia Via aereo, nave, treno o pullman? Raggiungere le favolose mete siciliane non è difficile. La terra del sole, grazie ai numerosi collegamenti, è a portata di mano. Aerei, traghetti,

Dettagli

Sistema Integrato di Sicurezza Urbana. Progetto integrato per la Sicurezza dei Beni, dei Cittadini e del Territorio Comunale

Sistema Integrato di Sicurezza Urbana. Progetto integrato per la Sicurezza dei Beni, dei Cittadini e del Territorio Comunale Sistema Integrato di Sicurezza Urbana Progetto integrato per la Sicurezza dei Beni, dei Cittadini e del Territorio Comunale L esigenza di Sicurezza nelle nostre Città Dare sicurezza al Cittadino è ormai

Dettagli

CRUSCOTTO DI CONTROLLO

CRUSCOTTO DI CONTROLLO PIANIFICAZIONE STRATEGICA E CONTROLLO DI GESTIONE Corso Nazionale* sul CRUSCOTTO DI CONTROLLO LA BALANCED SCORECARD ITALIANA PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA Come RIVOLUZIONARE il modo di gestire l azienda

Dettagli

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete

Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete Rete Ferroviaria Italiana Gianpiero Strisciuglio, Direttore Commerciale ed Esercizio Rete 1 Overview Brescia e l Europa: i corridoi della Rete TEN-T Nodo di Brescia: infrastruttura e servizi Il Piano TPL

Dettagli

Indagine sugli utenti della Sede di Scienze

Indagine sugli utenti della Sede di Scienze Indagine sugli utenti della Sede di Scienze Servizi bibliotecari e ricerche bibliografiche: un incontro felice? Rapporto a cura di Ilaria Moroni Finalità dell indagine Raccogliere informazioni utili su

Dettagli

LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE A PARTIRE DALLA GESTIONE DINAMICA DEL SUO CICLO DI VITA. LA CUSTOMER RETENTION E IL PROGETTO VALORE CLIENTE DELLA

LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE A PARTIRE DALLA GESTIONE DINAMICA DEL SUO CICLO DI VITA. LA CUSTOMER RETENTION E IL PROGETTO VALORE CLIENTE DELLA LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE A PARTIRE DALLA GESTIONE DINAMICA DEL SUO CICLO DI VITA. LA CUSTOMER RETENTION E IL PROGETTO VALORE CLIENTE DELLA Piergiorgio Qualizza Servizio Commerciale Milano, 9 febbraio

Dettagli

Strumenti dell Osservatorio per valutare il livello di Innovazione e Sostenibilità delle città italiane. Francesco Profumo 11 Gennaio, 2016

Strumenti dell Osservatorio per valutare il livello di Innovazione e Sostenibilità delle città italiane. Francesco Profumo 11 Gennaio, 2016 Strumenti dell Osservatorio per valutare il livello di Innovazione e Sostenibilità delle città italiane Francesco Profumo 11 Gennaio, 2016 Il presente - 2 - Gli obiettivi Nasce nell aprile 2012 sulla base

Dettagli

Città metropolitane e PON Metro

Città metropolitane e PON Metro Città metropolitane e PON Metro Corso di Pubblica Amministrazione e Sviluppo Locale Massimo La Nave 1 L area delle operazioni del PON Il pilastro del PON Metro è l identificazione dei Comuni capoluogo

Dettagli

Confronto con altre città

Confronto con altre città Il turismo a Torino, dopo i Giochi Confronto con altre città A cura di Piervincenzo Bondonio Dipartimento di Economia e OMERO Due ricerche connesse 1. La vocazione turistica di Torino, dopo i Giochi olimpici

Dettagli

Un modello di calcolo per i costi standard infrastruttura ferroviaria

Un modello di calcolo per i costi standard infrastruttura ferroviaria Un modello di calcolo per i costi standard infrastruttura ferroviaria Commissione ASSTRA Costi Standard ferroviari A cura dell Ing. Marco Barra Caracciolo Capillarità (km medi tra stazioni) 7,00 Posizionamento

Dettagli

CNEL IV Commissione Istruttoria per le Reti, le Infrastrutture, l'energia e l'ambiente SUPERAMENTO DEL CONTANTE E DIFFUSIONE DELLA MONETA ELETTRONICA

CNEL IV Commissione Istruttoria per le Reti, le Infrastrutture, l'energia e l'ambiente SUPERAMENTO DEL CONTANTE E DIFFUSIONE DELLA MONETA ELETTRONICA CNEL IV Commissione Istruttoria per le Reti, le Infrastrutture, l'energia e l'ambiente SUPERAMENTO DEL CONTANTE E DIFFUSIONE DELLA MONETA ELETTRONICA Roma, 27 maggio 2013 Premessa Operare per il graduale

Dettagli

La raccolta differenziata nelle aree metropolitane

La raccolta differenziata nelle aree metropolitane La raccolta differenziata nelle aree metropolitane Roma, 10 luglio 2013 PIETRO D ALEMA Amministratore Delegato Amiu Genova SpA I risultati della raccolta differenziata viaggiano a velocità diverse, sia

Dettagli

YOUR PERSONAL RETAILER

YOUR PERSONAL RETAILER YOUR PERSONAL RETAILER Company Profile Luglio 2012 1 1 WHO Retail Group S.p.A. dal 2007 con la proprietà di Nicolò Marzotto, azionista di Valentino Fashion Group e del Gruppo Zignago Santa Margherita,

Dettagli

CAMPAGNA INTEGRAZIONE

CAMPAGNA INTEGRAZIONE CAMPAGNA INTEGRAZIONE III parte a cura di Censis Servizi S.p.A. www.censisservizi.com Distribuzione territoriale L indagine è stata svolta mediante l elaborazione di 2.482 questionari distribuiti a soggetti

Dettagli

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio.

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio. SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE PILOTA DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS SUI CALL CENTER COMMERCIALI DELLE PRINCIPALI IMPRESE DI VENDITA DI ELETTRICITA E DI GAS Finalità e obiettivi I

Dettagli

Ferrovia Roma Civita Castellana Viterbo

Ferrovia Roma Civita Castellana Viterbo Ferrovia Roma Civita Castellana Viterbo http://pendolariromanord.com Stato attuale delle stazioni Ultimo aggiornamento: Sa 04/10/2014 Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord Elenco delle stazioni Piazzale

Dettagli

Direzione Legale Amministrativo e Gare

Direzione Legale Amministrativo e Gare Direzione Legale Amministrativo e Gare QUESITI E RISPOSTE RELATIVI ALLA RICHIESTA DI OFFERTA n.dle.ag.2012.001 - Servizi di rinnovo della certificazione del sistema integrato di gestione per la sicurezza

Dettagli

La carta della mobilità delle donne

La carta della mobilità delle donne con il contributo di con il patrocinio di La carta della mobilità delle donne Roma, 15 ottobre 2012 Silvia Maffii Patrizia Malgieri TRT Trasporti e Territorio Srl 10 punti per una carta della mobilità

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Torino: servizio trasporti

Torino: servizio trasporti Torino: servizio trasporti Cruscotto di indicatori A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano Indice Cruscotto di sintesi pag. 3 Indicatori di efficienza pag.

Dettagli

Percezione della sicurezza sul lavoro in Toscana: il caso dei lavoratori immigrati nel settore agro-boschivo - ANOLF/CISL FOCUS GROUP

Percezione della sicurezza sul lavoro in Toscana: il caso dei lavoratori immigrati nel settore agro-boschivo - ANOLF/CISL FOCUS GROUP Percezione della sicurezza sul lavoro in Toscana: il caso dei lavoratori immigrati nel settore agro-boschivo - ANOLF/CISL FOCUS GROUP PRESENTAZIONE DEL PROGETTO La CISL ha organizzato questo incontro perché

Dettagli

DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 62/AD del 08 settembre 2011. Direzione Generale

DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 62/AD del 08 settembre 2011. Direzione Generale l Amministratore Delegato DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 62/AD del 08 settembre 2011 Direzione Generale La presente Disposizione Organizzativa istituisce, con decorrenza 01 ottobre p.v., una struttura centrale

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO NELL'AMBITO DELL'OBIETTIVO "INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL'OCCUPAZIONE"

PROGRAMMA OPERATIVO NELL'AMBITO DELL'OBIETTIVO INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL'OCCUPAZIONE Questo documento offre una sintesi del PON Inclusione 2014-2020 con particolare riferimento agli interventi previsti a favore degli immigrati. PROGRAMMA OPERATIVO NELL'AMBITO DELL'OBIETTIVO "INVESTIMENTI

Dettagli

Istituto Comprensivo di Positano e Praiano C.A.F. 2014

Istituto Comprensivo di Positano e Praiano C.A.F. 2014 ARTICOLAZIONE DEL PERCORSO CAF E TEMPI Avvio attività processo AV Processo AV Predisposizione Piano di miglioramento Periodo di riferimento 8 mesi GLI STEP DEL VIAGGIO CAF FASI PROCESSO AUTOVALUTAZIONE

Dettagli

Nuovo orario estate 2011 Un offerta che vale un impresa

Nuovo orario estate 2011 Un offerta che vale un impresa Nuovo orario estate 2011 Un offerta che vale un impresa 24 maggio 2011 L offerta Trenitalia Un grande network che cresce 16 COLLEGAMENTI AL GIORNO IN PIÚ TRENI AGGIUNTI AL GG TRENI TOTALI GG POSTI TOTALI

Dettagli

Il Network. Nord Est. Nord Ovest. Milano Centrale Torino Porta Nuova Genova Brignole Genova Piazza Principe

Il Network. Nord Est. Nord Ovest. Milano Centrale Torino Porta Nuova Genova Brignole Genova Piazza Principe Shooting, Location e Welcomee Desk Listino prezzi 2014 Il Network Nord Ovest Milano Centrale Torino Porta Nuova Genova Brignole Genova Piazza Principe Nord Est Verona Porta Nuova Venezia Mestre Venezia

Dettagli

CRITICITA SEGNALATE DALLE IMPRESE DI SAN GIULIANO MILANESE RAPPORTO DI SINTESI

CRITICITA SEGNALATE DALLE IMPRESE DI SAN GIULIANO MILANESE RAPPORTO DI SINTESI CRITICITA SEGNALATE DALLE IMPRESE DI SAN GIULIANO MILANESE RAPPORTO DI SINTESI Marzo 2013 0 1) Premessa Nel marzo 2012 Assolombarda ha sottoscritto con l Amministrazione Comunale di San Giuliano Milanese

Dettagli

1. Quali dei seguenti interventi può rendere concorrenziale l uso dell autobus rispetto all auto privata?

1. Quali dei seguenti interventi può rendere concorrenziale l uso dell autobus rispetto all auto privata? 1. Quali dei seguenti interventi può rendere concorrenziale l uso dell autobus rispetto all auto privata? Due risposte possibili - Votanti: 115+188=33 3 25 2 22 Valori assoluti 15 1 5 72 13 58 84 142 43

Dettagli

ANALISI PSCL EXECUTIVE SUMMARY

ANALISI PSCL EXECUTIVE SUMMARY ANALISI PSCL EXECUTIVE SUMMARY Sedi di C.so Marche, Caselle Nord, Caselle Sud Torino, Dicembre 2008 MVRS_ALENIA_174_08 AGENDA OBIETTIVI AZIONI QUESTIONARIO PSCL ANALISI DEGLI SPOSTAMENTI: QUADRO GENERALE

Dettagli

Nota Stampa GRUPPO FS ITALIANE: L IMPEGNO NEL SOCIALE

Nota Stampa GRUPPO FS ITALIANE: L IMPEGNO NEL SOCIALE Nota Stampa GRUPPO FS ITALIANE: L IMPEGNO NEL SOCIALE Reggio Calabria, 21 marzo 2015 Politiche di sostegno e programmazione per iniziative sociali in aree ferroviarie, con la collaborazione di Associazioni

Dettagli

Più integrazione Più disponibilità. Più qualità e servizi

Più integrazione Più disponibilità. Più qualità e servizi Più tecnologia Più integrazione Più disponibilità uguale Più qualità e servizi Roma, 5 dicembre 2013 Più tecnologia: a casa e in mobilità Trenitalia.com Migliore navigabilità 20 mln di biglietti venduti

Dettagli

delle Ferrovie dello Stato: organizzazione ed esperienza al servizio del trasporto

delle Ferrovie dello Stato: organizzazione ed esperienza al servizio del trasporto Direzione Sanità La Direzione Sanità delle Ferrovie dello Stato: organizzazione ed esperienza al servizio del trasporto La Direzione Sanità svolge un attività diversificata in materia di sorveglianza sanitaria

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI Forlì, 15 giugno 2009 Premessa Nel 1800 meno del 3% della popolazione mondiale viveva nelle città. Nel 1900 erano 150 milioni le persone

Dettagli

Sistema di Gestione per la Qualità RELAZIONE ANNUALE SULLA QUALITA DEL SERVIZIO

Sistema di Gestione per la Qualità RELAZIONE ANNUALE SULLA QUALITA DEL SERVIZIO Indice: 1 Presentazione ed informazioni generali.... 2 2 Informazioni e biglietti.... 2 3 Puntualità dei treni e principi generali in caso di perturbazioni del traffico.... 4 4 Soppressione dei treni....

Dettagli

PROGETTO TUTOR EDUCAZIONE ALLA SALUTE - C.I.C. I.T.C. SALVEMINI VIA SOMMOVIGO 40-00155 ROMA - DISTRETTO 13

PROGETTO TUTOR EDUCAZIONE ALLA SALUTE - C.I.C. I.T.C. SALVEMINI VIA SOMMOVIGO 40-00155 ROMA - DISTRETTO 13 EDUCAZIONE ALLA SALUTE - C.I.C. I.T.C. SALVEMINI VIA SOMMOVIGO 40-00155 ROMA - DISTRETTO 13 PROGETTO TUTOR IN COLLABORAZIONE CON LA A.S.L. ROMA B FINANZIATO DAL COMUNE DI ROMA L. 285/97 Responsabile del

Dettagli

Il Piano Operativo Nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute

Il Piano Operativo Nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute Dipartimento di Epidemiologia ASL RME Centro di Competenza Nazionale Dipartimento della Protezione Civile Il Piano Operativo Nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute Paola Michelozzi

Dettagli

DIPARTIMENTO CONTRATTO PER IL COLLABORATORE DI STUDIO A.i.g.a. Elaborazione dati questionari 2014 / 2015

DIPARTIMENTO CONTRATTO PER IL COLLABORATORE DI STUDIO A.i.g.a. Elaborazione dati questionari 2014 / 2015 DIPARTIMENTO CONTRATTO PER IL COLLABORATORE DI STUDIO A.i.g.a. Elaborazione dati questionari 2014 / 2015 PROGETTO: I. Raccogliere dati che attestino l attuale situazione dei collaboratori di studio II.

Dettagli

N O W L G E F O R E D. Waste Watcher - Knowledge for Expo. Expo Milano Ottobre 2014

N O W L G E F O R E D. Waste Watcher - Knowledge for Expo. Expo Milano Ottobre 2014 K N O W L E D G E F O R Waste Watcher - Knowledge for Expo Expo Milano Ottobre 2014 Waste Watcher 2014 / Knowledge for Expo L osservatorio sullo spreco domestico Waste Watcher è promosso da Last Minute

Dettagli

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa 22 novembre 2010 Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009 Sintesi per la stampa La diffusione dei reati: al Sud più rapine, scippi, minacce, furti di veicoli, al Centro-Nord più furti

Dettagli

Questo non è il modo di tutelare la libera informazione!

Questo non è il modo di tutelare la libera informazione! Questo non è il modo di tutelare la libera informazione! Art. 21 Costituzione Italiana Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di

Dettagli

CARTA DEI VALORI E DEGLI INTENTI

CARTA DEI VALORI E DEGLI INTENTI CARTA DEI VALORI E DEGLI INTENTI SEGRETERIA NAZIONALE Stazione di Roma Termini Via Marsala 65 00185 Roma Italia Po Box 2376 Roma 158 Tel. +39 0647826360 / 4 Fax +39 0648907864 redazione@onds.it direzione@onds.it

Dettagli

Incrementi prestazionali della rete AV/AC conseguibili con ETR 1000

Incrementi prestazionali della rete AV/AC conseguibili con ETR 1000 Incrementi prestazionali della rete AV/AC conseguibili con ETR 1000 Caratteristiche della rete AV/AC italiana La rete ferroviaria AV/AC in Italia presenta un assetto e una conformazione ( curve minime

Dettagli

REPORT EX ANTE 2015. Servizio civile nazionale

REPORT EX ANTE 2015. Servizio civile nazionale REPORT EX ANTE 2015 Servizio civile nazionale Genere Età Titolo di studio Eventuali studi in corso IL CAMPIONE Genere VA Maschi 17 Femmine 45 TOTALE 62 Età degli intervistati 22 21 20 20 21 20 19 19-22anni

Dettagli

Azienda Sanitaria ULSS 3 Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente

Azienda Sanitaria ULSS 3 Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente Sommario Premessa 1 L indagine e il questionario di rilevazione 1 La partecipazione e le caratteristiche dei rispondenti 2 I risultati

Dettagli

Indagine sul gradimento dei servizi del Corpo di Polizia Municipale

Indagine sul gradimento dei servizi del Corpo di Polizia Municipale Indagine sul gradimento dei servizi del Corpo di Polizia Municipale Premessa La qualità delle relazioni tra i cittadini e la Polizia Municipale rappresenta un elemento di centrale interesse per il Corpo,

Dettagli

4. TRASPORTI E INFRASTRUTTURE

4. TRASPORTI E INFRASTRUTTURE Densità di autovetture circolanti nelle città metropolitane (fonte: Istat, 1998; auto circolanti per chilometri quadrati di territorio comunale) 4. TRASPORTI E INFRASTRUTTURE 4.1. LE AUTO SEMPRE PADRONE

Dettagli

Il marketing dei servizi

Il marketing dei servizi Il marketing dei servizi Standard di servizio 38 P f ROBERTO PAPA La standardizzazione dei servizi Per chiudere il gap 2 è opportuno tradurre le aspettative del cliente in standard di qualità da erogare

Dettagli