Lunedì Mar t edì Mer coledì Giovedì Vener dì Mensa(gest it a dall Amminist r azione Comunale)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lunedì Mar t edì Mer coledì Giovedì Vener dì 7.55 8.55 8.55 9.45 9.45 10.45 10.45 11.35 11.35 12.30. Mensa(gest it a dall Amminist r azione Comunale)"

Transcript

1 /DQRVWUD0,66,21 Educareallaconvivenzaat- traverso le diverse identità e radici culturali /DQRVWUD 9,6,21 Valorizzare i rapporti interpersonali tra le varie componenti della scuola per creare una comunità educante,owhpsrvfxrod Lunedì Mar t edì Mer coledì Giovedì Vener dì Mensa(gest it a dall Amminist r azione Comunale) Doposcuola (gest it o dall Amminist r azione Comunale) Doposcuola Attivitàscolastica finoalleore Doposcuola Attività didattiche Attività laboratoriali Mensa Italiano,Matematica,Storia,Geografia,Scienze,ArteeImmagine,Informatica,Educazionealsuonoeallamusica,Scienzemotoriesportive,Inglese,ReligioneCattolica Educazioneallateatralità Educazionemusicale Attivitàludico-sportive Attivitàcreative Educazionestradale Educazionealimentare Educazioneall affettività Ilserviziodirefezionescolasticaèistituitoneigiornidiscuolaincuièprevistoilrientropomeridiano. I menùsonoimpostatisu4settimanee vengonoconcordatidall AmministrazioneComunaleedall ASLin baseaicriteridiunasanaalimentazione.ladistribuzionedeipastièaffidataalladittadeltorchiodi Angera.Ilmenuèdisponibilepressolascuola. 6(59,=,20(16$('2326&82/$ II Serviziodidoposcuola,pressolaScuolaElementarediRanco,èstatoattivatoapartiredall'anno2006,conl'obiettivoprimariosia dioffrireallefamiglieunsupportovalidonellacuradeiproprifigli,siadipermettereaibambinidìtrascorrerealcuneorepomeridiane socializzandoconipropricoetaneiinunambienteprotettoemonitoratodaun'educatrice. Il 6HUYL]LR0HQVDèattivodalLunedìalVenerdìdalleore12:30alleore13:50.Inbasealnumerodeibambinicheusufruisconodelservizio,verràpredispostounsingolooundoppioturnomensaconlapresenzadidueEducatrici. Il 6HUYL]LR'RSRVFXRODrispettaiseguentigiornieoraridiapertura: > MartedìeGiovedìdalleore13:50alleore16:50 > Venerdìdalleore15:30alleore16:50 /HJLRUQDWHGL0DUWHGuHGL*LRYHGuVRQRVWUXWWXUDWHLQGLFDWLYDPHQWHQHOVHJXHQWHPRGR > dalleore13:50alleore16:00verrannosvoltiecorrettiicompitiassegnatidalleinsegnantidelmattino. > alleore16:00ibambinipotrannoconsumarelamerendaportatadacasaofruttaealtricibiavanzatidallamensa. > Dalle ore 16:00 alle ore 16:50 verranno organizzate diverse attività quali ODERUDWRULRFUHDWLYRPDQXDOH(lavorettirealizzatiutilizzandodasepastadisale;disegniconacquerelli,cartellonidallesvariatetematiche); ODERUDWRULRGLFXFLQD(preparazione disemplicipiattiedidolci); ODERUDWRULRPXVLFDOHchecomprenderàballoecanto; ODERUDWRULRVSRUWLYRduranteilqualeibambinioltre adacquisireilrispettodelleregoleedelcollaborareconglialtri,imparerannodiversedisciplinesportivequalicalcetto,pallavoloeatletica. Sisottolineachelaprioritàdeli'Educatricesaràquelladifar terminareatuttiibambiniicompitiprimadiiniziarequalunquelaboratorioludicoricreativo.durante l'anno i bambinifesteggeranno Halloween, Natale, Carnevale, Festa dellamamma,festadeipapà, Pasqua. Inprimaverasarannoorganizzatealcuneescursionisulterritorio. Per soddisfarelerichiesteeibisognidellefamigliesièpensatodiattivareancheunserviziodidoposcuola"part-time",checonsiste nellapossibilità,incasodibisogno,dilasciaresaltuariamentealdoposcuolailbambino,nonpagandol'iscrizionemensilebensìunaquota paria8 ½nelgiornoincuisiutilizzeràtaleservizio.

2 6&82/$35,0$5,$',5$1&2 La nostra scuola si trova in Via Quassa: è una costruzione molto carina e di colore giallo; ha due pianie unaformaadelle. Dalla porta a vetri si entra in un ampio e lungo corridoio, le cui pareti sono dipinte con colori vivaci (rosso e viola) e abbellite dai personaggidellafavoladipeterpan.ailatisiapronoleclassi,leaule sono molto colorate, accoglienti e spaziose sui loro muri appendiamoinostrilavorimeglioriusciti.ibanchi,lesedieegliarmadisono nuovi. L auladellemaestrenonèmoltogrande,macontienetuttociòche serve alle insegnanti per programmare le lezioni: scrivanie, armadi, lavagne, computer... Nell'aula dei bidelli invece ci sono la fotocopiatrice, il telefono, la macchinetta del caffè. Al piano inferiore si puòaccedere anche dal cortile, passando sotto un ampio porticato. Nel cortile molto vasto, noi bambini possiamo svolgere giochi organizzati e divertenti /DERUDWRULRGLLPPDJLQH Al piano terreno della nostra scuola c è un ampio spazio dedicato all educazione all immagine. Lì i bambini possono lavorare a gruppi o individualmente utilizzando comodi banchi colorati dalle forme tondeggianti. Pitturare, manipolare, creare e sviluppare le proprie abilità manuali ed artistiche sono momenti indispensabili praticati spesso durante la settimana, sia nell ora curriculare che nei momenti laboratoriali, in particolar modo per l avvicinarsi delle festività. /DPHQVD Quest anno al piano terra, sono state effettuate dei lavori di ristrutturazione. Così a settembre la nostra scuola è stata abbellita da un nuovo ambiente: l aula mensa. Si tratta di un ambiente luminoso, con arredi nuovi, che può accogliere venticinque bambini. Quest anno noi effettuiamo due turni mensa, seguiti da due educatrici che organizzano alcune attività ricreative per il tempo post-mensa. LafornituradeipastièaffidataalladittaDeltorchiosecondoilmenù predisposto dall ASL. / DXODGLLQIRUPDWLFD L aula di informatica ha le pareti di colore verde chiaro e tendine verdi. Si trovano 12 computer di cui 11 in rete, lo scanner, le stampanti. Ora abbiamo anche la macchina fotografica digitale e abbiamo scattato qualche fotografia che poi abbiamo visto sul computer. Ogni settimana tutti noi alunni facciamo lezione di informatica, utilizzando programmi e giochi divertenti. ³&HQWURVSRUWLYRHSLFFRORWHDWUR Lanostrascuoladisponediunapalestracheèsituataalpiano inferiore. Troviamo canestri, palloni, coni, bastoni, cerchi, corde, materassini e altre attrezzature che ci permettono di svolgere l attività di motoria con l aiuto della maestra. Dopo un bel riscaldamento, facciamo esercizi individuali o di gruppo o anche gare come staffette, percorsi misti, percorsi a ostacoli o giochi di squadra. Grazie a questa preparazione a maggio saremo pronti per i Giochi della Gioventù che si svolgono al campetto di pallone di Uponne. Nella giornate calde di primavera e autunno utilizziamo anche l area esterna, il cortile, che ci permette di correre e di muoverci con ancora più libertà. Avere questo grande cortile, per noi bambini significa avere doppia anzi tripla fortuna! Infatti non appena il tempo lo permette anche per l intervallo usciamo a giocare e non rimaniamo in classe. Ma questi due spazi, il cortile e la palestra, si trasformano magicamenteingrandipalcoscenicidoveanataleeagiugnosisvolgono e feste scolastiche. Allorac èdavvero iltuttoesaurito,nonpiùunpostoasederee mamme, papà, nonni, zii, fratelli amici, insomma davvero tutti sono invitati per assistere allo spettacolo che noi bambini della scuola, con l aiuto delle maestre, abbiamo preparato! In palestra viene montato il sipario, sispengonolelucieibambinidanno inizio allo spettacolo. Presentazioni, canti e brevi recite impegnano i bambini di tutte le classi e naturalmente per finire c è sempre qualcosa da mangiare tutti in compagnia. E veroche la nostra è una piccola scuola, ma per me nonè lo spazio che conta! Anche in una piccola scuola si imparanoesifannocosegrandi!

3 ACCOGLIENZA 5LFRUGLGHLSULPLJLRUQLGLVFXRODGHLELPEL GLSULPD Ilprimogiornodiscuolaabbiamoattaccatoinostrinomisuuncartellone delmarevicinoadunabarchettadicarta PARTIAMOINSIEMEPER QUESTA NUOVA AVVENTURA! Insiemeallamaestraabbiamofattounacacciaaltesoro,scoprendocosì tuttigliambientidellanuovascuola.quellochemièpiaciutodipiùèstato lapalestraperchélìsipuògiocare! Nellanostraclasseabbiamotrovatoiltesoro:unbaulepienodicaramelle, cioccolat ini e chupa-chupa che scor pacciat a! All intervalloabbiamofatto merendaconicannoncinidei piratimaetitaemièpiaciutomoltogiocareconimieiamici, vecchi e nuovi! Qualchegiornopiùtardièvenutounmagoconlabarbabianca,gliocchiali,ilvestitoblueilcappelloconlestelled oro.cihaportatoun baulepienozeppodicosemagiche luièmagoalfabeto,ciaiutaadimpararealeggereescrivere. Quandocimandailsuotaccuinomagiconoiciemozioniamosempreunpo!!! 352*(7725$&&25'2 Per aiutareibambinicheilprossimoannoverrannonella nostrascuolaadambientarsieasentirsiinunluogoconosciutoefamigliareabbiamopensatoadunprogettotutto per loro:ilprogettoraccordo. Talepropostanonhasoloquestofinemasipone I bimbidell ultimoannodiscuoladell infanziaverrannonellanostrascuola primaria duevolte,duranteleduemattinateavrannol occasionedisvolgere lepersonechevedrannoe vivranno ilprossimoanno,inunmodopiacevole, giocoso ed or iginale. come obiettivo anche quello dell educazione alimentare. delleattivitàinsiemealleloroeducatrici,aifuturicompagni,allefuturemaestre.avrannocosìl opportunitàdifamiliarizzaresiaconl ambientechecon Infatti,duranteilprimoincontro,siproponediintrodurrel educazioneali- mentareattraversounospettacolodiburattinichecoinvolgaibambini,ese- guitodaeducatorispecializzatidellacooperativanaturcoop. Inseguitovisarannolaboratori,piccoliassaggi, giochiinerentialtema. Mangiando siimpara,questoèiltitolodellapropostaeducativasullasanaalimentazione,èunpercorsodidattico cheaccompagnaibambiniallascopertadeglialimenti,partendodalmondo Ilprogettosiconcludeconunaescursionenaturalisticain naturaleper avvicinarsipoiaicibiinmodopiùspecifico.i bambiniscoprirannocomealimentarsiinmodoequilibratoecorretto,conunaccennoalla agricolturabiologicaeallariscopertadeisaporidimenticati. unaaziendaagricoladoveibambinisarannoinvitatiaca- UNA GIORNATA COI NONNI Ungiornosonovenutiascuolainonnidialcuni miei compagni per raccontarci come era la vita quando loro erano piccoli. Ci hanno raccontato cheaqueltempoc eralaguerrapercuidovevano Stare molto attenti, perché c'erano le bombe. Unnonnoraccontavachedìseranonsipotevauscire,altrimentisi rischiava Di essere fucilati, inoltre prima dei bombardamenti si sentiva una sirena, ed allora bisognava scappare o nei campi, lontano dallecase,oppuresirifugiavanonellecantine,einqualsiasiposto si era non si poteva ritornare a casa, ma bisogna cercare rifugio lì vicino.duranteunbombardamento,unnonnociharaccontato,che un suo famigliare era salito all'ultimo piano della sua casa per vedere cosasuccedeva.edinquelmomentounaereohabuttatounabomba che ha incendiato tutto. Ci hanno raccontato che c'erano degli ufficiali che andavano a prendere le persone e li portavano alla centraleesenonavevanoidocumentiinregola,limandavanoalavorare neicampidiconcentramento.aqueitempicisiaiutavamolto,infatti cihannoraccontatounepisodiomoltobello:ilpapadiunodiloroera stato preso dagli ufficiali insieme ad altre persone, quando hanno liberatounsignorecheeraconlui,questianchesenonloconosceva eraandatoacasasuafacendoquasi100kminbiciclettaperportare agli ufficiali i suoi documenti, in modo che venisse liberato anche l'altro.dopoquestiraccontihocapitochelaguerraèmoltobruttaeche iosonofortunatoanonaverlavissutaesperodinonconoscerlamai! LA PROVA DI EVACUAZIONE Un normalissimo mattino, alle ore 10.00, del fumo entrò dalla porta della nostra scuola. Un signore della protezione civile ci fece uscire dalle aule e ci portò all esterno. Quando tutti gli occupanti della scuola furono fuori, ci spiegò che era una prova di evacuazione. Le maestre fecero un appello e si accorsero che mancavano due bambini(giovanni e Ilaria). Dal furgone scese quindi un cane e grazie al suofiuto in un attimo rovò i bambini dispersi: era un pastore tedesco, WAOOH!!! Successivamente la Protezione Civile accese un piccolo fuoco e con un estintore fece provare ad ogni insegnante a spegnerlo. E stata un esperienza bellissima e se potessi tornare indietro nel tempo tornerei a quel mattino alle o- re10.00inpunto. Anche quest anno sono previste alcune attività di educazione alla salute; in particolare per tutelare la nostra sicurezza a scuola.

4 I giochi della gioventù Iononvedol oradifareunpo diginnastica, in occasione dei Giochi della Gioventù con percorsi ad ostacoli, salto della corda, staffetta. Quando saremo in quinta ci faranno fare la corsa campestre. Durante i giochi ci si rinfresca bevendo unpo di te e poi subito a fare i giochi a squadreetiroallepallinioaltro. Alla fine ci sono le premiazioni: coppe e medaglie, doni di consolazione, insomma tutti premi belli. Certi bambini piangono perché non hanno vinto, ma per me sono soltanto giochi che mi fanno divertire molto. Dopogiochiamounpochinoepoitorniamoacasa,felicidiaver partecipato. Giornat a della Solidariet à: aprile 2008 Anche quest anno scolastico organizzerem o la giornata della solidarietà insiem e ai volontari dell Associazione Progetto Calcutta Onlus un progetto di solidarietà e di sviluppo in Brasile. Tale associazione ha costruito una scuola piccola come la nostra, a VALERIA, un quartiere di Salvador de Bahia. Con le nostre maestre abbiamo deciso di scrivere una fiaba italiana e spedirla ai bambini che frequentano la scuola che si chiama Lar Joana Angelica Lo scorso anno scolastico abbiam o assistito alla presentazione e all utilizzo di strumenti musicali locali e quello che è piaciuto di più è stata la dimostrazione dal vivo della CAPOEIRA arte m arziale brasiliana con il coinvolgim ento di noi bam bini. Per aiutare finanziariamente l Associazione, abbiamo aderito al mercatino del Bazar (2 dicembre), presso il CCR con la vendita delle torte confezionate dai nostri genitori. Sono un ex allievo della scuola primaria di Ranco e di questa scuolahounricordobellissimo. Lemaestresonogentili,simpaticheanchesesevere. Orachesonoinprimamediami rendocontochel insegnamento che ho ricevuto mi ha permesso di affrontare la nuova scuola preparatoesenzaincontraregrossedifficoltà. Tra le tante iniziative della scuola di Ranco quella che ricordo conpiùpiacereèquelladellaboratoriodicinema,duranteilqualeabbiamogiratounveroepropriocortometraggio! Il cortometraggiointitolato Unastradalungaunsecolo èstato progettato dalle maestre con l aiuto del Professor Ogliari, dal regista Daniele e dai camer aman Giovanni e Viviana. E statomoltoemozionante girare le scene con loro e rivivere i momenti salienti della storiadellastradadel Sempione. Ilcortometraggioèstatopresentatoper laprimavoltaadomodossolaallapresenzadel sindaco di questacittàe dallatelevisione.noi eravamoemozionati eci sentivamoimportanti comele star dihooywood. I cinqueanni passati inquestascuolasonostati moltobelli,trascorsiinunambienteserenoestimolante. I miei fratelli sono fortunati a frequentare anche loro questa scuola. Giacomo Unringraziamentoeunpiccolopensieroavoimaestreper quellocheciavete datodurantequesti bellissimianni,per aver sopportatolanostravivacità,le nostreurlaeinostripianti. Grazieper tuttiimomentid'allegria,difesteericorrenze,ricordicheporteremoconnoiper tuttalavita. Grazieper avercisemprededicatoamore,paceeserenitàequantealtrecoseciaveteinsegnato. Grazieper questobuoniniziodiquellungocamminochedovremoprecorrere. Ex alunni Ciao!SonoAlice e ho16 anni, orasonoinsecondasuperiore, mahofrequentatolascuolaelementare aranco.cinque anni sembranotanti,maripensandoci sonopassati veramenteveloci! Lascuoladi Rancoper me è statacome unagrande famiglia, mi piacevaunsaccoandareascuolaelemaestreper meeranocomedelle"secondemamme"...conloroavevoinstauratoun bellissimorapporto,comeconimieicompagni. Leclassi noneranomoltonumerose(7 persone!)per questoci conoscevamotutti beneetradi noi nonc'eranosegreti.passavamointeri intervalli arincorrerci espessoci beccavamodi quelle sgridate dalle maestre perché correvamo nel corridoio...d'estate, quandoc'eranodelle belle giornate, uscivamo incortile e giocavamoanascondino.di quellascuola(aparte lesgridate!)hounbellissimoricordo. Certe volte, ascoltando le mie prof parlare, ricordo la maestraalessandra, che mi insegnava l'analisi grammaticale con l'esempiodell'armadioedei cassetti e mi dicevache quando si scriveincorsivotutteleletteredevonodarsi lamanina;ricordoanchelamaestralucilla,concuifacevoscienzeematematica (che adesso sono le mie materie preferite, grazie a lei!) e che ci davasempre buoni consigli elamaestrasabina, chesentivamoarrivaredal fondodel corridoioconi "tac-tac" deitacchi... Per ognunadellemiemaestrehoundolcericordo,di ognunaè rimastounparticolarenel miocuorechenondimenticherò.ci tornereivolentieri(sepotessi!)allascuolaelementare! Anchel'ambiente,oltreallepersone,mi mancaunpo'...i muri dellascuolasuperioresonobianchi espogli,mentrenelleaule della scuola di Ranco ci sono un sacco di disegni e cartelloni cherendonolaclasseospitaleeallegra.labibliotechinapoi,è bellissima! Mi ricordo quando sono venuti alcuni genitori e, munitidipennellievernicegialla,l'hannopitturatatutta! Quando mi sedevo a leggere o facevamo "l'ora della lettura" (durante laquale abbiamo letto "l'isoladel tempo perso" con la maestra Alessandra) mi sentivo quasi a casa. Tutto l'ambientedellascuolaèaccoglienteefamiliare,mièpiaciuto sindalprimogiorno! Alice

5 LamaestraSabinaelamaestraAndreina LemaestreSabinaeAndreinasonodellebravissimemaestre. Sabinaciinsegnaitalianoestoriarendendolesimpaticheemenodifficili. Quandononcapiscileirispiegaconcalmaegentilezza. Seèpossibilequandoc èl intervallociportanelgiardinodellascuola ecilascialiberidigiocarecomevogliamo Andreinaciinsegnamatematica.,geografiaeinformatica. Ininformatica cifagiocareconlamatematicaimparandoadusareilcomputer. Amepiaceandareascuolaperchéconquestemaestreimparodivertendomi. LamaestraSerena SabinaeAndreinasonocome:paneeburro,caffèelatte,mieleefettebiscottate,RedeToby,GokueGoan,insomma,sempr e insieme ed insepar abili compagne. Quandomancal una,l altravainsuoaiuto.anchesesonocolleghe,loronon sipestanoipiedi,anzi,credochesivoglianobene.questoèquellochemipiacedipiùdiloro. LamaestraSerenaèbellissima.E altaemagraehaunportamentobrioso. Hauncaratteredolceeallegro. La sua voce è alta e chiara e quando cantarisultamelodiosa. I suoi capelli sono lunghi, lisci, cast ani con qualche meches. Gliocchisonolimpidiecastani. Haunmentorotondoelelabbracarnose. Solitamenteindossapantaloni,golf agirocollo e un paio di ballerine; qualche voltaportadellecollaneeunpaiodiocchiali. Quandofacciamolezioneconlei ècomepartireper ungrandeviaggiodoveimpariamocosenuoveeinteressanti. Leièlamaestrachetuttivorrebberoavere. LamaestraSilvana LamaestraSilvanaèlanostrainsegnante diteatro. Fisicamenteèdiaspettopiacevole:èdi corporaturanormale,haunportamento erettoegiovanile.leihaicapellicastani elisci,unvisoregolareconlafrontealta espaziosaeocchimarroni. Lamaestrahaunavocinasquillantee chiar a. Mipiacemoltolavorareconlei,perchénelsuolavoromette sempreimpegnoedentusiasmoelotrasmetteanoibambini. E sempreserenaeanchequandocirichiamaperchéfacciamo confusione,cisgridasenzamaiurlaretroppo. Cisaincoraggiareeaiutareasuperareledifficoltàedanon abbattercidifronteadunproblema. Leièmoltofantasiosaecreativaecifafarelavorettidivertenti. Miricordocheinterzaelementarecihafattofarepupazzi utilizzandoimaterialipiùstrani:bottoni,bicchieri,stoffe colorateepiumecheabbiamomessoinsiemeeincollatocome volevamonoi,èstatobellissimo. Mipiaceanchequandocifafareesercizidirilassamento, perchéavoltemiaddormentereidavvero. LamaestraDaniela LamaestraDanielainsegnareligione. E moltopazienteinfattisenonricordiamounacosacelarispiegae qualche volta, per farci capiremeglioci favedere unavideo cassetta. Insegnamoltobene,perchéripeteconparolesemplicilepaginechesonostatelette.E moltocalmaesimpatica.quando bisogna essere seri lei lo fa. Non da molti compiti, più che altro ci fa rileggere le cose spiegate durante la lezioneprecedente.findaitempidell asilo è lamiamaestradi religione e nonmi sonomai stancatodi ascoltarla.questovuol direcheèmoltobrava perché sa rendere interessanti le suelezioniconraccontiestorie. SonoaffezionatoallamaestraDaniela e mi dispiace molto doverla lasciare l anno prossimo per andar e alle medie. LamaestraEmanuela Lamiamaestraprevalente si chiamaemanuela.hatrent anni.hagliocchimarroni,ilnasopiccoloelelabbrasorridenti e rosse.e abbastanzaaltae di bella pr esenza. Hai capelli biondi,ricci,mossi,pettinati eportaquasisemprelacoda. Sivesteinmodosportivo.E unpo grassottella. E sempre dolce, allegra e aggraziata. LamaestraEmanuelaè moltobravaespiegamoltobene le lezioni.senoncapisci qualcosa,lei ti spiegadi nuovofinchè telofacapire. LamaestraBarbara LamaestraBarbarainsegnainglese. E arrivatadapoco nellanostrascuola. E molto paziente con noi e, dopo aver spiegatolalezione,controllaseabbiamocapitointerrogandotutti.

6 /DPDPPDGL5LFFDUGRH/RUHQ]R A proposito della scuola di Ranco C eraunavolta,inunpaesenontroppo lontano, una mamma ansiosa, che non a- vrebbe mai voluto separarsi dai suoi bambini;temevailprimogiornodiscuolaedesiderava che quel momento non arrivasse mai. Ma in un giorno di settembre 2001 suo figlio primogenito iniziò un grande viaggio, difficile e fantastico, che lo portò a conoscere oltre la storia e la geografia, la matematica e l italiano, anche l armonia, la serenità, la capacità di stare in mezzoaglialtri,ilrispettoetuttociòchepuòfarediunbambino un piccolo uomo. Ora anche il fratello minore di quel bambino sta compiendo quelviaggio,èinquartaelamammaansiosasperachel ultimo giorno dell ultimo anno di scuola elementare non arrivi mai. /DPDPPDGL,ODULDH/RUHQ]R Provenendo da un'altra città e non avendo conoscenze in Ranco, quando ho iscritto la mia primogenita alla scuola elementare, confesso che ero angosciata da dubbi e paure. Invece quando è arrivato il momento del secondogenito non ho esitato un momento. Sono tuttora soddisfatta delle scelte fatte e mi sento con tutta serenità di consigliarla. /DPDPPDGL*LDQPDUFR Buongiorno a tutti. Mi chiamo Antonella e sono la mamma di un vivacissimo bambino che si chiama Gianmarco e frequenta la classe V. Che dire sulla scuola di Ranco? Permeèstataunpuntodiappoggioimportanteinquesti5anni.Ricordo ancora il primo giorno di scuola: ero agitatissima perché il mio bimbo passava dalla scuola materna, dove i giochi e le ore spensierate gli facevano compagnia, alla scuola dell obbligo. Dove, sapevo che sarebbe iniziata la sua formazione per diventare un bravo scolaro, ma soprattutto un adulto. Come ogni madre l importante era ed è vederlo sereno e coinvolto. Ecosìlovedoogniseraalrientrodallavoro.Essendofuori tuttoilgiornononmisonomaisentitalasciatadaparteodiscriminata per questo. Anzi, ho sempre instaurato con le precedenti insegnanti un ottimo rapporto, fatto da scambi epistolari ed un occhio di riguardo per gli orari degli incontri. E questo prosegue anche con le nuove insegnanti: 2 persone giovani che con entusiasmo stanno aiutando i nostri bambini a chiudere un capitolo ed aprirne un altro:le scuole medie. Ebbene, spero anche lì di trovare un ambiente sereno e costruttivo come questa scuola, dove spero di vedere miofiglioserenoeconlavogliad impararechehaora. Quando ormai hai qualche capello grigio, più che a progetti futuri diventa spesso piacevole guardare nel tuo passato e rivedere con nostalgia alcuni momenti della tua vita, in particolare quelli che poi hanno inciso nel tuo vivere quotidiano per arrivare fino a oggi! Allorascoprichediquestimomentinehaiavutimoltidipiùdiquantotucredevi,esonostatibellissimiperchévissuticon Personeeccezionali non scelte da te, ma imposte dalle circostanze della tua vita, nel mio caso dalla mia professione! E il caso che mi presenti sono l insegnante Qualizza! Michela per i colleghi e, maestra Michela per gli scolari. Lapassioneversoilmiolavorolaricordoancora,lastimaversoisuperiorielacollaborazioneconicolleghièsemprepresente;mailricordochehodegliscolarièunamorechenontramonteràmai,inparticolareperquellidella ScuoladiRanco. Nella Scuola di Ranco-Silvio Pellico ho insegnato per soli sei anni, ma sono stati tra i più belli, più significativi, i più gratificanti sotto tanti punti di vista. Eranoiprimiannidei famosimoduli làdoveleinsegnanti,aranco,lavoravanosututteleclassi;avendomododiconosceretuttiglialunni e i loro splendidi genitori. Io mi trovai ad insegnare con colleghe ex mie allieve, tanto che si è instaurato subito un rapporto sereno di collaborazione e confidenza che si è riversato su una ricaduta positiva nei confronti degli alunni. Trascinata da un clima giovanile mi sono ritrovata come all inizio della mia carriera una giovane donna! Gli alunni allora erano pochi, il rischio che la scuola chiudesse era alto, per cui l impegno delle giovani insegnanti e il mio giovanile entusiasmo con la collaborazione dei genitori, il sostegno dell Amministrazione Comunale e della popolazione si moltiplicò e riuscimmo a tenereinvita unascuola quellachealcunianniprima,peraverla,sierafaticatotanto. Ringrazio a distanza di tempo tutti i genitori, e potrei elencare tutti i nomi, che stretti a noi insegnanti ci hanno aiutato, a volte, sorprendendoci nelle organizzazioni di feste e iniziative varie, mettendosi a nostra disposizione. Iltuttohapermessounabuonariuscita:farconoscerel impegnoeilbuonrisultatoriportatodiannoinanno,alfinedifaraumentareilnumero degli alunni provenienti anche da altri paesi, sostenendo così la Scuola che tutt ora VIVE e si fa ONORE; nonostante le difficoltà a cui tutte le istituzioni scolastiche vanno incontro. Concludo per ringraziare chi mi ha ricordata dandomi l opportunità di scrivere queste righe. Colgo l occasione per porgere i miei più cari saluti a tutti quelli che si ricordano della Michela, nonché della maestra Qualizza!

7 "Allaseradellavita,ciòchecontaèavereamato" Sono le 17.10, mi trovo nella scuola di Ranco con un amico per parlare con le insegnanti che mi hanno chiesto di scrivere qualche pensiero su questa scuola. Come per incanto appare davanti ai miei occhi uno schermo le cui immagini, accompagnate da una dolce musica, cominciano a scorrere come tante diapositive a dissolvenza. Attirol'attenzionedelmìoamicosualcunedìesse,mentremoltealtreletengopermepergoderedellaloro bellezza e della loro straordinarietà. Ogni diapositiva mi ripropone momenti indimenticabili, vissuti durante queimieiundiciannidiscuolaaranco:"lanumberone"perme. Unmaestronondimentica!EroilmaestroBerardiperimieialunni,"ilSilvio"perigenitori.Imieialunnidegli anni'70sonoigenitoriicuifiglisonogliodierniscolari.conqueigenitorielemiecolleghediallora,abbiamo cambiato la scuola di Ranco sia sotto l'aspetto strutturale che"culturale" più strettamente detto. Erano gli anni del"tempo pieno", gli anni dei"decreti delegati"! Quanto lavoro, quante battaglie per"tirare avanti". Gli scolari erano pochi ma la scuola non doveva essere chiusa. Tutti, dico tutti, amministratori, enti, associazioni, adulti e meno adulti, hanno collaborato per raggiungere l'obiettivo finale: creare un ambiente sereno in cui i piccoli "ranchesi" potessero imparare a leggere, scrivere, far di conto, socializzare, collaborare, prepararsi per la vita. La scuola di Ranco aveva bisogno di essere rinnovata, un rinnovamento vero, dove, anche se come si diceva comunemente, non c'erano abbastanza stimoli, gli scolari potevano trovare, cogliere e impossessarsi di tutte le conoscenze necessarie per la prosecuzione negli studi... e quanti diplomati e laureati sono stati"sfornati". Non era più la scuola tradizionale e neppure quella delle"bocciature". E così con immensi sacrifici e lavoro divenne la scuola"oasi dì pace, dove domina la collaborazione, il rispetto, la solidarietà, l'amicizia". Così ebbe a definirla un ispettore scolastico che assistette con entusiasmo ad una delle recite scolastiche di Carnevale organizzata aranco. Tra docenti, alunni e genitori si era creata"complicità" e amicizia, perché insieme volevamo che la scuola di Ranco proseguisse nel suo cammino di rinnovamento. Ci riuscimmo anche partecipando ai giochi della gioventù a livello regionale e con!e feste di occasione (modestamente portammo ad un programma televisivo su 'Telenorditalia" una raccolta di canti popolari delle regioni italiane). Non posso tralasciare di ricordare le scenette recitate in dialetto lombardo anche da attore di origine meridionale. Il lavoro fu immenso. Ricordo ancora le serate trascorse, riuniti in gruppo, a focalizzare gli argomenti e fare in modo che tutto ruotasse a meraviglia. Non posso neppure dimenticare le divergenze che, a volte, sorgevano, per subito essere composte per la volontà comune di fare il bene della scuola. Ero all'inizio della mia carriera professionale: le colleghe con più esperienza mi erano vicino, mi rassicuravano mentre io crescevo e vivevo gli anni più belli, più importanti della mia carriera. I genitori erano favolosi. Spesso mi capita di incontrarli per strada e come proiettata, la frase di saluto è sempre la stessa:"maestro, ti ricordi quando eri a Ranco? Quante ne abbiamo fatte!". Mi interesso ancora di questa scuola, quando c'è bisogno io ci sono, quando mi invitano, io partecipo! Un autore francese diceva:"alla sera della vita, cièche conta è avere amato". Si,iohoamatolascuoladiRanco;nondimenticheròmainienteenessuno.Inomideimieialunni,anchedi quellipiù"vivaci",comesièsolitodireingergoscolastico,sonoscolpitinelmiocuoreedhannolasciatoinme un segno indelebile. Quando mi trovo con le attuali colleghe dico sempre:"rimanete a Ranco, credete in questa scuola, fatela vivere nella collaborazione e nella fiducia, dimostrate a tutti che i bambini di Ranco, se opportunamente stimolati, sono"grandi" e sanno dare tanto. Mentre rivivo questi ricordi, il mio amico mi chiama con insistenza per procedere all'incontro. Desidero, ora, chiudere questo momento sulle testimonianze della "grandezza" della scuola di Ranco ringraziando le mie colleghe. La vita scorre veloce, ma le emozioni restano vive e immobili nel mio cuore. Grazie, carissime colleghe e vi auguro profondamente un buon lavoro. Saluto cordialmente tutti i genitori, miei alunni e non, perché insieme abbiamo vissuto momenti di grande collaborazione e solidarietà. Abbraccio fortemente tutti gli attuali scolari che"comunque" hanno imparato a conoscermi come"il maestro Silvio che una volta insegnava in questa scuola". (ODQRVWUD6FXROD9D /DSDURODDO6LQGDFR Inoccasionedeiprossimoopenday,mièstatochiestodiscrivereunabrevenota;lofaccioconpiacere. Dopo una serie di anni non certo esaltanti dal punto di vista del numero degli iscritti, l'anno scolastico 2006/2007 è stato l'anno della svoltapositiva. Leiscrizioniallaprimaclassesonostatedi14alunni,risultatopernoimoltobuono,eleprospettiveancheperiprossimianni ci fanno essere ragionevolmente ottimisti. Si sono registrate delle iscrizioni di bambini provenienti anche dai paesi vicini e questo vuoi dire che la nostra Scuoia offre un qualche cosa in più rispetto agli altri Istituti: l'ambiente a"misura di bambino", la professionalità del Corpo Insegnante, il servizio di doposcuola i- stituito nel 2006 dall'amministrazione Comunale. Il nostro slogan potrebbe essere"3lffrolpdexrql". Come Amministrazione Comunale, continueremo ad investire per mantenere e migliorare la struttura ed in questi mesi abbiamo già approvato lavori di abbattimento delle barriere architettoniche, messa in sicurezza e contenimento energetico per ¼ Detti lavori, per i quali abbiamo anche ottenuto un contributo Regionale di ¼VDUDQQRDSSDOWDWLHGHVHJXLWLQHOFRUVRdel Ilprossimopassosaràpoiquellodicrearenuovispazicomeauleepalestra. La nostra speranza è che per l'anno scolastico 2008/2009 le iscrizioni mantengano il trend positivo dell'anno precedente; siamo molto fiduciosi. Cordialmente. Un caro ringraziamento ai bambini, ai loro genitori, agli ex alunni e agli ex insegnanti, al Signor Sindaco signor Cerutti che hanno collaborato alla realizzazione di questo giornalino tutti accomunati dal desiderio di far conoscere e apprezzare la scuola di Ranco. Le insegnanti Sabina Andreina Serena Emanuela Barbara Daniela

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO "ALBERTO MANZI" - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - CALITRI

ISTITUTO COMPRENSIVO ALBERTO MANZI - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - CALITRI ISTITUTO COMPRENSIVO "ALBERTO MANZI" - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - CALITRI 1 PER QUEST ANNO DESIDEREREI Per questo nuovo inizio di anno scolastico desidererei una scuola senza atti di bullismo,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola La scuola inizia alle 7.50. Noi bambini ci ritroviamo nel cortile

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^ FRASI DI NATALE - BELLE FRASI DI AUGURI DI NATALE Scegli le migliori Frasi di Natale per fare tanti Auguri di Buon Natale Prepara il tuo sorriso migliore, a Natale tutti vogliono essere felici. Regala

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

..parlattare tra genitori

..parlattare tra genitori 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE..parlattare tra genitori Cari amici e care amiche, vi presentiamo una chiacchierata che abbiamo avuto il piacere di raccogliere dai genitori che partecipano a Parlattando

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

NESSUNO EDUCA NESSUNO, NESSUNO SI EDUCA DA SOLO. CI EDUCHIAMO GLI UNI CON GLI ALTRI MEDIATI DAL MONDO. Paulo Freire AVVENNE DOMANI

NESSUNO EDUCA NESSUNO, NESSUNO SI EDUCA DA SOLO. CI EDUCHIAMO GLI UNI CON GLI ALTRI MEDIATI DAL MONDO. Paulo Freire AVVENNE DOMANI NESSUNO EDUCA NESSUNO, NESSUNO SI EDUCA DA SOLO. CI EDUCHIAMO GLI UNI CON GLI ALTRI MEDIATI DAL MONDO. Paulo Freire AVVENNE DOMANI IO E L AUTONOMIA Mi presento Ho scelto questa immagine perché Lettura/ascolto

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

QUESTIONARIO STUDENTE

QUESTIONARIO STUDENTE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 QUESTIONARIO STUDENTE Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO La mia mamma La mia mamma con la giacca in mano, sempre pronta a portarmi ovunque sia, con gli occhioni color terra. Io la guardo e penso a tante

Dettagli

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE:

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: La frase la maestra scrive sulla lavagna Chiara una foto ai bambini fa Una torta prepara la mamma al cioccolato Giocano con la corda i ragazzi

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

La scatola dei pensieri sparsi

La scatola dei pensieri sparsi La scatola dei pensieri sparsi In tutte le classi prime di scuola secondaria e, dunque, non solo in quella sperimentale, e stata proposta la creazione de La scatola dei pensieri sparsi(strumento anonimo).

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GIUSEPPE GARIBALDI

ISTITUTO COMPRENSIVO GIUSEPPE GARIBALDI ISTITUTO COMPRENSIVO GIUSEPPE GARIBALDI VIA ABRUZZI 41, FRAZ. SCALO 81059 VAIRANO PATENORA (CE) SISTEMA QUALITA AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO 1 QUESTIONARIO ALUNNI anno scolastico 2010/2011 2 Da considerare

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA 1 INS. BORTOLATO GIUSEPPINA CLASSE E7 RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA Il progetto LA STORIA OLTRE LA STORIA è stato realizzato per far comprendere al bambino, che quando, ci sono modifiche

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

Follow us on. Ciccio Pasticcio. pepita.it

Follow us on. Ciccio Pasticcio. pepita.it Follow us on Ciccio Pasticcio pepita.it Ciao, sono Ciccio Pasticcio! Forse ci siamo incontrati già da qualche parte, per cinque anni ho girato tutta l'italia per far divertire i bambini negli spettacoli

Dettagli

Asilo Infantile di Vespolate Scuola dell Infanzia Ai caduti (Sozzago) Scuola Materna Chiara Beldì (Romentino)

Asilo Infantile di Vespolate Scuola dell Infanzia Ai caduti (Sozzago) Scuola Materna Chiara Beldì (Romentino) Asilo Infantile di Vespolate Scuola dell Infanzia Ai caduti (Sozzago) Scuola Materna Chiara Beldì (Romentino) Il progetto L ABC della solidarietà la parabola del Buon Samaritano nasce dalla collaborazione

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI...

NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI... NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI... Collega ogni nome all aggettivo corretto. NOMI spettacolo leone lana musica arrosto gioiello cavaliere minestra sostanza fiore ragno scolaro bambina torta AGGETTIVI bollente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CARPI NORD SCUOLA PRIMARIA SALTINI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 2ª B ANNO

ISTITUTO COMPRENSIVO CARPI NORD SCUOLA PRIMARIA SALTINI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 2ª B ANNO ISTITUTO COMPRENSIVO CARPI NORD SCUOLA PRIMARIA SALTINI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 2ª B DI UN ANNO A tutti gli alunni Abbiamo imparato l alfabeto, infatti abbiamo i serpenti dell alfabeto sull armadio.

Dettagli

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 -

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - Indice: 1. Presentazione di me stesso. 2. Come ho imparato ad usare il p. c. 3. Che programmi ci sono nel

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

L'INCREDIBILE STORIA DELLO ZEROSEI!!!

L'INCREDIBILE STORIA DELLO ZEROSEI!!! L'INCREDIBILE STORIA DELLO ZEROSEI!!! NUOTO RAGAZZI - 1976 NUOTO RAGAZZI E NUOTO PICCOLISSIMI - 1978 NUOTO PICCOLISSIMI SU FILODIRETTO 1978 NUOTO PICCOLISSIMI SU FILODIRETTO - 1979 VOLANTINO

Dettagli

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze Comune di Cervia Comune di Ravenna Comune di Russi QUESTIONARIO Per alunni neo-arrivati Fonte: COSPE Firenze 1 Ciao! Sei appena arrivato in questa scuola e anche nella nostra città. Sappiamo che per te,

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Se vieni alla scuola Martiri della Libertà puoi trovare. Una scuola accogliente e divertente!

Se vieni alla scuola Martiri della Libertà puoi trovare. Una scuola accogliente e divertente! Se vieni alla scuola Martiri della Libertà puoi trovare Una scuola accogliente e divertente! Un giardino da scoprire e da giocare! Un grande portico dove far festa e divertirsi sui tricicli quando piove

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI Anno scolastico 2012/2013 I collegamenti con le Indicazioni Nazionali e il Piano dell'offerta Formativa La programmazione dell anno scolastico 2012/2013

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

La regina delle nevi di H.C. Andersen. Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria

La regina delle nevi di H.C. Andersen. Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria La regina delle nevi di H.C. Andersen Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria Introduzione Rileggendo queste fiabe di Andersen, con la maturità di oggi, ho potuto cogliere la ricchezza delle descrizioni

Dettagli

LUCIA GIONFRIDDO, UNA METEORA

LUCIA GIONFRIDDO, UNA METEORA LUCIA GIONFRIDDO, UNA METEORA C è una giovane speranza dell Università di Catania, Lucia Gionfriddo. C era, anzi. Perché un male incurabile l ha trascinata via in una manciata di giorni. Pensa. Era un

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI Anno scolastico 2012/2013 I collegamenti con le Indicazioni Nazionali e il Piano dell'offerta Formativa La programmazione dell anno scolastico 2012/2013

Dettagli

LA CLASSE 2 G INCONTRA L'AUTRICE:

LA CLASSE 2 G INCONTRA L'AUTRICE: LA CLASSE 2 G INCONTRA L'AUTRICE: Cristina Carmagnini Questo incontro con la professoressa Carmagnini mi è piaciuto molto, è stato molto interessante. Io non ho ancora letto il libro, ma credo proprio

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ. Scuola dell'infanzia Cibeno Pile Scuola Primaria don Lorenzo Milani. L'ALFABETO delle fiabe si fa GIOCO

PROGETTO CONTINUITÀ. Scuola dell'infanzia Cibeno Pile Scuola Primaria don Lorenzo Milani. L'ALFABETO delle fiabe si fa GIOCO PROGETTO CONTINUITÀ Scuola dell'infanzia Cibeno Pile Scuola Primaria don Lorenzo Milani L'ALFABETO delle fiabe si fa GIOCO I primi giorni di aprile, tornati dalle vacanze di Pasqua, il postino ci porta

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Quando si è trattato di definire un progetto da realizzare per la conclusione del primo anno DOL ho cercato d focalizzare le caratteristiche

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

174 risposte. Riepilogo. Quale Scuola frequenti? Area 1 - pensa alla tua scuola e indica quanto sei soddisfatto. Modifica questo modulo

174 risposte. Riepilogo. Quale Scuola frequenti? Area 1 - pensa alla tua scuola e indica quanto sei soddisfatto. Modifica questo modulo 174 risposte Pubblica i dati di analisi pinadeidda@alice.it Modifica questo modulo Riepilogo Quale Scuola frequenti? 55.7% 44.3% Primaria 77 44.3% Secondaria 97 55.7% Area 1 - pensa alla tua scuola e indica

Dettagli

Mauro. Simone. Mamy Jara

Mauro. Simone. Mamy Jara Trebisonda è un programma per ragazzi su RAI 3, dove si fanno dei giochi educativi a cui partecipano ragazzi di una scuola. Stavolta è toccato alla mia classe, la 2^A, e a una di Coldirodi. Noleggiato

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 1 Parlami del cuore, raccontami una storia una filastrocca che si impari a memoria. Scaccia

Dettagli

Programmazione Didattica a.s. 2014 / 2015 Scuola Infanzia Berruto di Baldissero Torinese

Programmazione Didattica a.s. 2014 / 2015 Scuola Infanzia Berruto di Baldissero Torinese Programmazione Didattica a.s. 2014 / 2015 Scuola Infanzia Berruto di Baldissero Torinese Il bambino è come un germoglio che, per crescere sano, trova nelle esperienze il terreno fertile, nelle conoscenze

Dettagli

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014 Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014 Scuola dell Infanzia Paritaria Madre Mazzarello La mia giornata scolastica La nostra giornata scolastica è Suddivisa nei seguenti momenti: - accoglienza, gioco

Dettagli

PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave

PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave PREMESSA: Il collegio docenti è composto da quattro insegnanti e la coordinatrice e si riunisce una volta al mese circa. Una cosa molto importante

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

2. Orsoroberto I bambini ricevono la scheda numero 1, colorano l Orsoroberto e rispondono alla domanda: Come ti chiami? scrivendo il loro nome.

2. Orsoroberto I bambini ricevono la scheda numero 1, colorano l Orsoroberto e rispondono alla domanda: Come ti chiami? scrivendo il loro nome. Unità I L identità personale Contenuti - Salutarsi - Presentarsi - Parlare di sé - Famiglia - Numeri Attività Un pupazzo di nome Roberto aiuterà i bambini ad imparare l italiano, e diventerà presto la

Dettagli

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.)

LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO. Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) LICEO ANTONIO ROSMINI TRENTO Indirizzi: LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE (L.E.S.) Chi siamo? È questa la tua scuola? La nostra scuola c è dal 1870. Prima come Istituto Magistrale, poi

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

PIANO DI LAVORO DELLE ATTIVITA EDUCATIVE

PIANO DI LAVORO DELLE ATTIVITA EDUCATIVE UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo II CIRCOLO DIDATTICO PROF. V. CAPUTI Via XXV Aprile, n. 4-76011 Bisceglie (BT) tel./fax 080/3955056 Cod. Scuola BAEE06900X Uff. serv. 654 C.F. 83004410722 e-mail istituzionale:

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Relazione Finale progetto II Anno

Relazione Finale progetto II Anno Relazione Finale progetto II Anno Premessa Anche quest anno ho la necessità di fare una premessa. Quando a giugno ho pensato di creare un giornalino a scuola come progetto per l ultimo anno del DOL ero

Dettagli

GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti

GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti (riflessione di un giovane) Considerazioni in merito agli incontri con giovani di una Scuola Media della Lombardia PRIMA DELL INCONTRO Secondo

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni.

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni. L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni. la presenza di alunni disabili non è un incidente di percorso, un

Dettagli