Lunedì Mar t edì Mer coledì Giovedì Vener dì Mensa(gest it a dall Amminist r azione Comunale)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lunedì Mar t edì Mer coledì Giovedì Vener dì 7.55 8.55 8.55 9.45 9.45 10.45 10.45 11.35 11.35 12.30. Mensa(gest it a dall Amminist r azione Comunale)"

Transcript

1 /DQRVWUD0,66,21 Educareallaconvivenzaat- traverso le diverse identità e radici culturali /DQRVWUD 9,6,21 Valorizzare i rapporti interpersonali tra le varie componenti della scuola per creare una comunità educante,owhpsrvfxrod Lunedì Mar t edì Mer coledì Giovedì Vener dì Mensa(gest it a dall Amminist r azione Comunale) Doposcuola (gest it o dall Amminist r azione Comunale) Doposcuola Attivitàscolastica finoalleore Doposcuola Attività didattiche Attività laboratoriali Mensa Italiano,Matematica,Storia,Geografia,Scienze,ArteeImmagine,Informatica,Educazionealsuonoeallamusica,Scienzemotoriesportive,Inglese,ReligioneCattolica Educazioneallateatralità Educazionemusicale Attivitàludico-sportive Attivitàcreative Educazionestradale Educazionealimentare Educazioneall affettività Ilserviziodirefezionescolasticaèistituitoneigiornidiscuolaincuièprevistoilrientropomeridiano. I menùsonoimpostatisu4settimanee vengonoconcordatidall AmministrazioneComunaleedall ASLin baseaicriteridiunasanaalimentazione.ladistribuzionedeipastièaffidataalladittadeltorchiodi Angera.Ilmenuèdisponibilepressolascuola. 6(59,=,20(16$('2326&82/$ II Serviziodidoposcuola,pressolaScuolaElementarediRanco,èstatoattivatoapartiredall'anno2006,conl'obiettivoprimariosia dioffrireallefamiglieunsupportovalidonellacuradeiproprifigli,siadipermettereaibambinidìtrascorrerealcuneorepomeridiane socializzandoconipropricoetaneiinunambienteprotettoemonitoratodaun'educatrice. Il 6HUYL]LR0HQVDèattivodalLunedìalVenerdìdalleore12:30alleore13:50.Inbasealnumerodeibambinicheusufruisconodelservizio,verràpredispostounsingolooundoppioturnomensaconlapresenzadidueEducatrici. Il 6HUYL]LR'RSRVFXRODrispettaiseguentigiornieoraridiapertura: > MartedìeGiovedìdalleore13:50alleore16:50 > Venerdìdalleore15:30alleore16:50 /HJLRUQDWHGL0DUWHGuHGL*LRYHGuVRQRVWUXWWXUDWHLQGLFDWLYDPHQWHQHOVHJXHQWHPRGR > dalleore13:50alleore16:00verrannosvoltiecorrettiicompitiassegnatidalleinsegnantidelmattino. > alleore16:00ibambinipotrannoconsumarelamerendaportatadacasaofruttaealtricibiavanzatidallamensa. > Dalle ore 16:00 alle ore 16:50 verranno organizzate diverse attività quali ODERUDWRULRFUHDWLYRPDQXDOH(lavorettirealizzatiutilizzandodasepastadisale;disegniconacquerelli,cartellonidallesvariatetematiche); ODERUDWRULRGLFXFLQD(preparazione disemplicipiattiedidolci); ODERUDWRULRPXVLFDOHchecomprenderàballoecanto; ODERUDWRULRVSRUWLYRduranteilqualeibambinioltre adacquisireilrispettodelleregoleedelcollaborareconglialtri,imparerannodiversedisciplinesportivequalicalcetto,pallavoloeatletica. Sisottolineachelaprioritàdeli'Educatricesaràquelladifar terminareatuttiibambiniicompitiprimadiiniziarequalunquelaboratorioludicoricreativo.durante l'anno i bambinifesteggeranno Halloween, Natale, Carnevale, Festa dellamamma,festadeipapà, Pasqua. Inprimaverasarannoorganizzatealcuneescursionisulterritorio. Per soddisfarelerichiesteeibisognidellefamigliesièpensatodiattivareancheunserviziodidoposcuola"part-time",checonsiste nellapossibilità,incasodibisogno,dilasciaresaltuariamentealdoposcuolailbambino,nonpagandol'iscrizionemensilebensìunaquota paria8 ½nelgiornoincuisiutilizzeràtaleservizio.

2 6&82/$35,0$5,$',5$1&2 La nostra scuola si trova in Via Quassa: è una costruzione molto carina e di colore giallo; ha due pianie unaformaadelle. Dalla porta a vetri si entra in un ampio e lungo corridoio, le cui pareti sono dipinte con colori vivaci (rosso e viola) e abbellite dai personaggidellafavoladipeterpan.ailatisiapronoleclassi,leaule sono molto colorate, accoglienti e spaziose sui loro muri appendiamoinostrilavorimeglioriusciti.ibanchi,lesedieegliarmadisono nuovi. L auladellemaestrenonèmoltogrande,macontienetuttociòche serve alle insegnanti per programmare le lezioni: scrivanie, armadi, lavagne, computer... Nell'aula dei bidelli invece ci sono la fotocopiatrice, il telefono, la macchinetta del caffè. Al piano inferiore si puòaccedere anche dal cortile, passando sotto un ampio porticato. Nel cortile molto vasto, noi bambini possiamo svolgere giochi organizzati e divertenti /DERUDWRULRGLLPPDJLQH Al piano terreno della nostra scuola c è un ampio spazio dedicato all educazione all immagine. Lì i bambini possono lavorare a gruppi o individualmente utilizzando comodi banchi colorati dalle forme tondeggianti. Pitturare, manipolare, creare e sviluppare le proprie abilità manuali ed artistiche sono momenti indispensabili praticati spesso durante la settimana, sia nell ora curriculare che nei momenti laboratoriali, in particolar modo per l avvicinarsi delle festività. /DPHQVD Quest anno al piano terra, sono state effettuate dei lavori di ristrutturazione. Così a settembre la nostra scuola è stata abbellita da un nuovo ambiente: l aula mensa. Si tratta di un ambiente luminoso, con arredi nuovi, che può accogliere venticinque bambini. Quest anno noi effettuiamo due turni mensa, seguiti da due educatrici che organizzano alcune attività ricreative per il tempo post-mensa. LafornituradeipastièaffidataalladittaDeltorchiosecondoilmenù predisposto dall ASL. / DXODGLLQIRUPDWLFD L aula di informatica ha le pareti di colore verde chiaro e tendine verdi. Si trovano 12 computer di cui 11 in rete, lo scanner, le stampanti. Ora abbiamo anche la macchina fotografica digitale e abbiamo scattato qualche fotografia che poi abbiamo visto sul computer. Ogni settimana tutti noi alunni facciamo lezione di informatica, utilizzando programmi e giochi divertenti. ³&HQWURVSRUWLYRHSLFFRORWHDWUR Lanostrascuoladisponediunapalestracheèsituataalpiano inferiore. Troviamo canestri, palloni, coni, bastoni, cerchi, corde, materassini e altre attrezzature che ci permettono di svolgere l attività di motoria con l aiuto della maestra. Dopo un bel riscaldamento, facciamo esercizi individuali o di gruppo o anche gare come staffette, percorsi misti, percorsi a ostacoli o giochi di squadra. Grazie a questa preparazione a maggio saremo pronti per i Giochi della Gioventù che si svolgono al campetto di pallone di Uponne. Nella giornate calde di primavera e autunno utilizziamo anche l area esterna, il cortile, che ci permette di correre e di muoverci con ancora più libertà. Avere questo grande cortile, per noi bambini significa avere doppia anzi tripla fortuna! Infatti non appena il tempo lo permette anche per l intervallo usciamo a giocare e non rimaniamo in classe. Ma questi due spazi, il cortile e la palestra, si trasformano magicamenteingrandipalcoscenicidoveanataleeagiugnosisvolgono e feste scolastiche. Allorac èdavvero iltuttoesaurito,nonpiùunpostoasederee mamme, papà, nonni, zii, fratelli amici, insomma davvero tutti sono invitati per assistere allo spettacolo che noi bambini della scuola, con l aiuto delle maestre, abbiamo preparato! In palestra viene montato il sipario, sispengonolelucieibambinidanno inizio allo spettacolo. Presentazioni, canti e brevi recite impegnano i bambini di tutte le classi e naturalmente per finire c è sempre qualcosa da mangiare tutti in compagnia. E veroche la nostra è una piccola scuola, ma per me nonè lo spazio che conta! Anche in una piccola scuola si imparanoesifannocosegrandi!

3 ACCOGLIENZA 5LFRUGLGHLSULPLJLRUQLGLVFXRODGHLELPEL GLSULPD Ilprimogiornodiscuolaabbiamoattaccatoinostrinomisuuncartellone delmarevicinoadunabarchettadicarta PARTIAMOINSIEMEPER QUESTA NUOVA AVVENTURA! Insiemeallamaestraabbiamofattounacacciaaltesoro,scoprendocosì tuttigliambientidellanuovascuola.quellochemièpiaciutodipiùèstato lapalestraperchélìsipuògiocare! Nellanostraclasseabbiamotrovatoiltesoro:unbaulepienodicaramelle, cioccolat ini e chupa-chupa che scor pacciat a! All intervalloabbiamofatto merendaconicannoncinidei piratimaetitaemièpiaciutomoltogiocareconimieiamici, vecchi e nuovi! Qualchegiornopiùtardièvenutounmagoconlabarbabianca,gliocchiali,ilvestitoblueilcappelloconlestelled oro.cihaportatoun baulepienozeppodicosemagiche luièmagoalfabeto,ciaiutaadimpararealeggereescrivere. Quandocimandailsuotaccuinomagiconoiciemozioniamosempreunpo!!! 352*(7725$&&25'2 Per aiutareibambinicheilprossimoannoverrannonella nostrascuolaadambientarsieasentirsiinunluogoconosciutoefamigliareabbiamopensatoadunprogettotutto per loro:ilprogettoraccordo. Talepropostanonhasoloquestofinemasipone I bimbidell ultimoannodiscuoladell infanziaverrannonellanostrascuola primaria duevolte,duranteleduemattinateavrannol occasionedisvolgere lepersonechevedrannoe vivranno ilprossimoanno,inunmodopiacevole, giocoso ed or iginale. come obiettivo anche quello dell educazione alimentare. delleattivitàinsiemealleloroeducatrici,aifuturicompagni,allefuturemaestre.avrannocosìl opportunitàdifamiliarizzaresiaconl ambientechecon Infatti,duranteilprimoincontro,siproponediintrodurrel educazioneali- mentareattraversounospettacolodiburattinichecoinvolgaibambini,ese- guitodaeducatorispecializzatidellacooperativanaturcoop. Inseguitovisarannolaboratori,piccoliassaggi, giochiinerentialtema. Mangiando siimpara,questoèiltitolodellapropostaeducativasullasanaalimentazione,èunpercorsodidattico cheaccompagnaibambiniallascopertadeglialimenti,partendodalmondo Ilprogettosiconcludeconunaescursionenaturalisticain naturaleper avvicinarsipoiaicibiinmodopiùspecifico.i bambiniscoprirannocomealimentarsiinmodoequilibratoecorretto,conunaccennoalla agricolturabiologicaeallariscopertadeisaporidimenticati. unaaziendaagricoladoveibambinisarannoinvitatiaca- UNA GIORNATA COI NONNI Ungiornosonovenutiascuolainonnidialcuni miei compagni per raccontarci come era la vita quando loro erano piccoli. Ci hanno raccontato cheaqueltempoc eralaguerrapercuidovevano Stare molto attenti, perché c'erano le bombe. Unnonnoraccontavachedìseranonsipotevauscire,altrimentisi rischiava Di essere fucilati, inoltre prima dei bombardamenti si sentiva una sirena, ed allora bisognava scappare o nei campi, lontano dallecase,oppuresirifugiavanonellecantine,einqualsiasiposto si era non si poteva ritornare a casa, ma bisogna cercare rifugio lì vicino.duranteunbombardamento,unnonnociharaccontato,che un suo famigliare era salito all'ultimo piano della sua casa per vedere cosasuccedeva.edinquelmomentounaereohabuttatounabomba che ha incendiato tutto. Ci hanno raccontato che c'erano degli ufficiali che andavano a prendere le persone e li portavano alla centraleesenonavevanoidocumentiinregola,limandavanoalavorare neicampidiconcentramento.aqueitempicisiaiutavamolto,infatti cihannoraccontatounepisodiomoltobello:ilpapadiunodiloroera stato preso dagli ufficiali insieme ad altre persone, quando hanno liberatounsignorecheeraconlui,questianchesenonloconosceva eraandatoacasasuafacendoquasi100kminbiciclettaperportare agli ufficiali i suoi documenti, in modo che venisse liberato anche l'altro.dopoquestiraccontihocapitochelaguerraèmoltobruttaeche iosonofortunatoanonaverlavissutaesperodinonconoscerlamai! LA PROVA DI EVACUAZIONE Un normalissimo mattino, alle ore 10.00, del fumo entrò dalla porta della nostra scuola. Un signore della protezione civile ci fece uscire dalle aule e ci portò all esterno. Quando tutti gli occupanti della scuola furono fuori, ci spiegò che era una prova di evacuazione. Le maestre fecero un appello e si accorsero che mancavano due bambini(giovanni e Ilaria). Dal furgone scese quindi un cane e grazie al suofiuto in un attimo rovò i bambini dispersi: era un pastore tedesco, WAOOH!!! Successivamente la Protezione Civile accese un piccolo fuoco e con un estintore fece provare ad ogni insegnante a spegnerlo. E stata un esperienza bellissima e se potessi tornare indietro nel tempo tornerei a quel mattino alle o- re10.00inpunto. Anche quest anno sono previste alcune attività di educazione alla salute; in particolare per tutelare la nostra sicurezza a scuola.

4 I giochi della gioventù Iononvedol oradifareunpo diginnastica, in occasione dei Giochi della Gioventù con percorsi ad ostacoli, salto della corda, staffetta. Quando saremo in quinta ci faranno fare la corsa campestre. Durante i giochi ci si rinfresca bevendo unpo di te e poi subito a fare i giochi a squadreetiroallepallinioaltro. Alla fine ci sono le premiazioni: coppe e medaglie, doni di consolazione, insomma tutti premi belli. Certi bambini piangono perché non hanno vinto, ma per me sono soltanto giochi che mi fanno divertire molto. Dopogiochiamounpochinoepoitorniamoacasa,felicidiaver partecipato. Giornat a della Solidariet à: aprile 2008 Anche quest anno scolastico organizzerem o la giornata della solidarietà insiem e ai volontari dell Associazione Progetto Calcutta Onlus un progetto di solidarietà e di sviluppo in Brasile. Tale associazione ha costruito una scuola piccola come la nostra, a VALERIA, un quartiere di Salvador de Bahia. Con le nostre maestre abbiamo deciso di scrivere una fiaba italiana e spedirla ai bambini che frequentano la scuola che si chiama Lar Joana Angelica Lo scorso anno scolastico abbiam o assistito alla presentazione e all utilizzo di strumenti musicali locali e quello che è piaciuto di più è stata la dimostrazione dal vivo della CAPOEIRA arte m arziale brasiliana con il coinvolgim ento di noi bam bini. Per aiutare finanziariamente l Associazione, abbiamo aderito al mercatino del Bazar (2 dicembre), presso il CCR con la vendita delle torte confezionate dai nostri genitori. Sono un ex allievo della scuola primaria di Ranco e di questa scuolahounricordobellissimo. Lemaestresonogentili,simpaticheanchesesevere. Orachesonoinprimamediami rendocontochel insegnamento che ho ricevuto mi ha permesso di affrontare la nuova scuola preparatoesenzaincontraregrossedifficoltà. Tra le tante iniziative della scuola di Ranco quella che ricordo conpiùpiacereèquelladellaboratoriodicinema,duranteilqualeabbiamogiratounveroepropriocortometraggio! Il cortometraggiointitolato Unastradalungaunsecolo èstato progettato dalle maestre con l aiuto del Professor Ogliari, dal regista Daniele e dai camer aman Giovanni e Viviana. E statomoltoemozionante girare le scene con loro e rivivere i momenti salienti della storiadellastradadel Sempione. Ilcortometraggioèstatopresentatoper laprimavoltaadomodossolaallapresenzadel sindaco di questacittàe dallatelevisione.noi eravamoemozionati eci sentivamoimportanti comele star dihooywood. I cinqueanni passati inquestascuolasonostati moltobelli,trascorsiinunambienteserenoestimolante. I miei fratelli sono fortunati a frequentare anche loro questa scuola. Giacomo Unringraziamentoeunpiccolopensieroavoimaestreper quellocheciavete datodurantequesti bellissimianni,per aver sopportatolanostravivacità,le nostreurlaeinostripianti. Grazieper tuttiimomentid'allegria,difesteericorrenze,ricordicheporteremoconnoiper tuttalavita. Grazieper avercisemprededicatoamore,paceeserenitàequantealtrecoseciaveteinsegnato. Grazieper questobuoniniziodiquellungocamminochedovremoprecorrere. Ex alunni Ciao!SonoAlice e ho16 anni, orasonoinsecondasuperiore, mahofrequentatolascuolaelementare aranco.cinque anni sembranotanti,maripensandoci sonopassati veramenteveloci! Lascuoladi Rancoper me è statacome unagrande famiglia, mi piacevaunsaccoandareascuolaelemaestreper meeranocomedelle"secondemamme"...conloroavevoinstauratoun bellissimorapporto,comeconimieicompagni. Leclassi noneranomoltonumerose(7 persone!)per questoci conoscevamotutti beneetradi noi nonc'eranosegreti.passavamointeri intervalli arincorrerci espessoci beccavamodi quelle sgridate dalle maestre perché correvamo nel corridoio...d'estate, quandoc'eranodelle belle giornate, uscivamo incortile e giocavamoanascondino.di quellascuola(aparte lesgridate!)hounbellissimoricordo. Certe volte, ascoltando le mie prof parlare, ricordo la maestraalessandra, che mi insegnava l'analisi grammaticale con l'esempiodell'armadioedei cassetti e mi dicevache quando si scriveincorsivotutteleletteredevonodarsi lamanina;ricordoanchelamaestralucilla,concuifacevoscienzeematematica (che adesso sono le mie materie preferite, grazie a lei!) e che ci davasempre buoni consigli elamaestrasabina, chesentivamoarrivaredal fondodel corridoioconi "tac-tac" deitacchi... Per ognunadellemiemaestrehoundolcericordo,di ognunaè rimastounparticolarenel miocuorechenondimenticherò.ci tornereivolentieri(sepotessi!)allascuolaelementare! Anchel'ambiente,oltreallepersone,mi mancaunpo'...i muri dellascuolasuperioresonobianchi espogli,mentrenelleaule della scuola di Ranco ci sono un sacco di disegni e cartelloni cherendonolaclasseospitaleeallegra.labibliotechinapoi,è bellissima! Mi ricordo quando sono venuti alcuni genitori e, munitidipennellievernicegialla,l'hannopitturatatutta! Quando mi sedevo a leggere o facevamo "l'ora della lettura" (durante laquale abbiamo letto "l'isoladel tempo perso" con la maestra Alessandra) mi sentivo quasi a casa. Tutto l'ambientedellascuolaèaccoglienteefamiliare,mièpiaciuto sindalprimogiorno! Alice

5 LamaestraSabinaelamaestraAndreina LemaestreSabinaeAndreinasonodellebravissimemaestre. Sabinaciinsegnaitalianoestoriarendendolesimpaticheemenodifficili. Quandononcapiscileirispiegaconcalmaegentilezza. Seèpossibilequandoc èl intervallociportanelgiardinodellascuola ecilascialiberidigiocarecomevogliamo Andreinaciinsegnamatematica.,geografiaeinformatica. Ininformatica cifagiocareconlamatematicaimparandoadusareilcomputer. Amepiaceandareascuolaperchéconquestemaestreimparodivertendomi. LamaestraSerena SabinaeAndreinasonocome:paneeburro,caffèelatte,mieleefettebiscottate,RedeToby,GokueGoan,insomma,sempr e insieme ed insepar abili compagne. Quandomancal una,l altravainsuoaiuto.anchesesonocolleghe,loronon sipestanoipiedi,anzi,credochesivoglianobene.questoèquellochemipiacedipiùdiloro. LamaestraSerenaèbellissima.E altaemagraehaunportamentobrioso. Hauncaratteredolceeallegro. La sua voce è alta e chiara e quando cantarisultamelodiosa. I suoi capelli sono lunghi, lisci, cast ani con qualche meches. Gliocchisonolimpidiecastani. Haunmentorotondoelelabbracarnose. Solitamenteindossapantaloni,golf agirocollo e un paio di ballerine; qualche voltaportadellecollaneeunpaiodiocchiali. Quandofacciamolezioneconlei ècomepartireper ungrandeviaggiodoveimpariamocosenuoveeinteressanti. Leièlamaestrachetuttivorrebberoavere. LamaestraSilvana LamaestraSilvanaèlanostrainsegnante diteatro. Fisicamenteèdiaspettopiacevole:èdi corporaturanormale,haunportamento erettoegiovanile.leihaicapellicastani elisci,unvisoregolareconlafrontealta espaziosaeocchimarroni. Lamaestrahaunavocinasquillantee chiar a. Mipiacemoltolavorareconlei,perchénelsuolavoromette sempreimpegnoedentusiasmoelotrasmetteanoibambini. E sempreserenaeanchequandocirichiamaperchéfacciamo confusione,cisgridasenzamaiurlaretroppo. Cisaincoraggiareeaiutareasuperareledifficoltàedanon abbattercidifronteadunproblema. Leièmoltofantasiosaecreativaecifafarelavorettidivertenti. Miricordocheinterzaelementarecihafattofarepupazzi utilizzandoimaterialipiùstrani:bottoni,bicchieri,stoffe colorateepiumecheabbiamomessoinsiemeeincollatocome volevamonoi,èstatobellissimo. Mipiaceanchequandocifafareesercizidirilassamento, perchéavoltemiaddormentereidavvero. LamaestraDaniela LamaestraDanielainsegnareligione. E moltopazienteinfattisenonricordiamounacosacelarispiegae qualche volta, per farci capiremeglioci favedere unavideo cassetta. Insegnamoltobene,perchéripeteconparolesemplicilepaginechesonostatelette.E moltocalmaesimpatica.quando bisogna essere seri lei lo fa. Non da molti compiti, più che altro ci fa rileggere le cose spiegate durante la lezioneprecedente.findaitempidell asilo è lamiamaestradi religione e nonmi sonomai stancatodi ascoltarla.questovuol direcheèmoltobrava perché sa rendere interessanti le suelezioniconraccontiestorie. SonoaffezionatoallamaestraDaniela e mi dispiace molto doverla lasciare l anno prossimo per andar e alle medie. LamaestraEmanuela Lamiamaestraprevalente si chiamaemanuela.hatrent anni.hagliocchimarroni,ilnasopiccoloelelabbrasorridenti e rosse.e abbastanzaaltae di bella pr esenza. Hai capelli biondi,ricci,mossi,pettinati eportaquasisemprelacoda. Sivesteinmodosportivo.E unpo grassottella. E sempre dolce, allegra e aggraziata. LamaestraEmanuelaè moltobravaespiegamoltobene le lezioni.senoncapisci qualcosa,lei ti spiegadi nuovofinchè telofacapire. LamaestraBarbara LamaestraBarbarainsegnainglese. E arrivatadapoco nellanostrascuola. E molto paziente con noi e, dopo aver spiegatolalezione,controllaseabbiamocapitointerrogandotutti.

6 /DPDPPDGL5LFFDUGRH/RUHQ]R A proposito della scuola di Ranco C eraunavolta,inunpaesenontroppo lontano, una mamma ansiosa, che non a- vrebbe mai voluto separarsi dai suoi bambini;temevailprimogiornodiscuolaedesiderava che quel momento non arrivasse mai. Ma in un giorno di settembre 2001 suo figlio primogenito iniziò un grande viaggio, difficile e fantastico, che lo portò a conoscere oltre la storia e la geografia, la matematica e l italiano, anche l armonia, la serenità, la capacità di stare in mezzoaglialtri,ilrispettoetuttociòchepuòfarediunbambino un piccolo uomo. Ora anche il fratello minore di quel bambino sta compiendo quelviaggio,èinquartaelamammaansiosasperachel ultimo giorno dell ultimo anno di scuola elementare non arrivi mai. /DPDPPDGL,ODULDH/RUHQ]R Provenendo da un'altra città e non avendo conoscenze in Ranco, quando ho iscritto la mia primogenita alla scuola elementare, confesso che ero angosciata da dubbi e paure. Invece quando è arrivato il momento del secondogenito non ho esitato un momento. Sono tuttora soddisfatta delle scelte fatte e mi sento con tutta serenità di consigliarla. /DPDPPDGL*LDQPDUFR Buongiorno a tutti. Mi chiamo Antonella e sono la mamma di un vivacissimo bambino che si chiama Gianmarco e frequenta la classe V. Che dire sulla scuola di Ranco? Permeèstataunpuntodiappoggioimportanteinquesti5anni.Ricordo ancora il primo giorno di scuola: ero agitatissima perché il mio bimbo passava dalla scuola materna, dove i giochi e le ore spensierate gli facevano compagnia, alla scuola dell obbligo. Dove, sapevo che sarebbe iniziata la sua formazione per diventare un bravo scolaro, ma soprattutto un adulto. Come ogni madre l importante era ed è vederlo sereno e coinvolto. Ecosìlovedoogniseraalrientrodallavoro.Essendofuori tuttoilgiornononmisonomaisentitalasciatadaparteodiscriminata per questo. Anzi, ho sempre instaurato con le precedenti insegnanti un ottimo rapporto, fatto da scambi epistolari ed un occhio di riguardo per gli orari degli incontri. E questo prosegue anche con le nuove insegnanti: 2 persone giovani che con entusiasmo stanno aiutando i nostri bambini a chiudere un capitolo ed aprirne un altro:le scuole medie. Ebbene, spero anche lì di trovare un ambiente sereno e costruttivo come questa scuola, dove spero di vedere miofiglioserenoeconlavogliad impararechehaora. Quando ormai hai qualche capello grigio, più che a progetti futuri diventa spesso piacevole guardare nel tuo passato e rivedere con nostalgia alcuni momenti della tua vita, in particolare quelli che poi hanno inciso nel tuo vivere quotidiano per arrivare fino a oggi! Allorascoprichediquestimomentinehaiavutimoltidipiùdiquantotucredevi,esonostatibellissimiperchévissuticon Personeeccezionali non scelte da te, ma imposte dalle circostanze della tua vita, nel mio caso dalla mia professione! E il caso che mi presenti sono l insegnante Qualizza! Michela per i colleghi e, maestra Michela per gli scolari. Lapassioneversoilmiolavorolaricordoancora,lastimaversoisuperiorielacollaborazioneconicolleghièsemprepresente;mailricordochehodegliscolarièunamorechenontramonteràmai,inparticolareperquellidella ScuoladiRanco. Nella Scuola di Ranco-Silvio Pellico ho insegnato per soli sei anni, ma sono stati tra i più belli, più significativi, i più gratificanti sotto tanti punti di vista. Eranoiprimiannidei famosimoduli làdoveleinsegnanti,aranco,lavoravanosututteleclassi;avendomododiconosceretuttiglialunni e i loro splendidi genitori. Io mi trovai ad insegnare con colleghe ex mie allieve, tanto che si è instaurato subito un rapporto sereno di collaborazione e confidenza che si è riversato su una ricaduta positiva nei confronti degli alunni. Trascinata da un clima giovanile mi sono ritrovata come all inizio della mia carriera una giovane donna! Gli alunni allora erano pochi, il rischio che la scuola chiudesse era alto, per cui l impegno delle giovani insegnanti e il mio giovanile entusiasmo con la collaborazione dei genitori, il sostegno dell Amministrazione Comunale e della popolazione si moltiplicò e riuscimmo a tenereinvita unascuola quellachealcunianniprima,peraverla,sierafaticatotanto. Ringrazio a distanza di tempo tutti i genitori, e potrei elencare tutti i nomi, che stretti a noi insegnanti ci hanno aiutato, a volte, sorprendendoci nelle organizzazioni di feste e iniziative varie, mettendosi a nostra disposizione. Iltuttohapermessounabuonariuscita:farconoscerel impegnoeilbuonrisultatoriportatodiannoinanno,alfinedifaraumentareilnumero degli alunni provenienti anche da altri paesi, sostenendo così la Scuola che tutt ora VIVE e si fa ONORE; nonostante le difficoltà a cui tutte le istituzioni scolastiche vanno incontro. Concludo per ringraziare chi mi ha ricordata dandomi l opportunità di scrivere queste righe. Colgo l occasione per porgere i miei più cari saluti a tutti quelli che si ricordano della Michela, nonché della maestra Qualizza!

7 "Allaseradellavita,ciòchecontaèavereamato" Sono le 17.10, mi trovo nella scuola di Ranco con un amico per parlare con le insegnanti che mi hanno chiesto di scrivere qualche pensiero su questa scuola. Come per incanto appare davanti ai miei occhi uno schermo le cui immagini, accompagnate da una dolce musica, cominciano a scorrere come tante diapositive a dissolvenza. Attirol'attenzionedelmìoamicosualcunedìesse,mentremoltealtreletengopermepergoderedellaloro bellezza e della loro straordinarietà. Ogni diapositiva mi ripropone momenti indimenticabili, vissuti durante queimieiundiciannidiscuolaaranco:"lanumberone"perme. Unmaestronondimentica!EroilmaestroBerardiperimieialunni,"ilSilvio"perigenitori.Imieialunnidegli anni'70sonoigenitoriicuifiglisonogliodierniscolari.conqueigenitorielemiecolleghediallora,abbiamo cambiato la scuola di Ranco sia sotto l'aspetto strutturale che"culturale" più strettamente detto. Erano gli anni del"tempo pieno", gli anni dei"decreti delegati"! Quanto lavoro, quante battaglie per"tirare avanti". Gli scolari erano pochi ma la scuola non doveva essere chiusa. Tutti, dico tutti, amministratori, enti, associazioni, adulti e meno adulti, hanno collaborato per raggiungere l'obiettivo finale: creare un ambiente sereno in cui i piccoli "ranchesi" potessero imparare a leggere, scrivere, far di conto, socializzare, collaborare, prepararsi per la vita. La scuola di Ranco aveva bisogno di essere rinnovata, un rinnovamento vero, dove, anche se come si diceva comunemente, non c'erano abbastanza stimoli, gli scolari potevano trovare, cogliere e impossessarsi di tutte le conoscenze necessarie per la prosecuzione negli studi... e quanti diplomati e laureati sono stati"sfornati". Non era più la scuola tradizionale e neppure quella delle"bocciature". E così con immensi sacrifici e lavoro divenne la scuola"oasi dì pace, dove domina la collaborazione, il rispetto, la solidarietà, l'amicizia". Così ebbe a definirla un ispettore scolastico che assistette con entusiasmo ad una delle recite scolastiche di Carnevale organizzata aranco. Tra docenti, alunni e genitori si era creata"complicità" e amicizia, perché insieme volevamo che la scuola di Ranco proseguisse nel suo cammino di rinnovamento. Ci riuscimmo anche partecipando ai giochi della gioventù a livello regionale e con!e feste di occasione (modestamente portammo ad un programma televisivo su 'Telenorditalia" una raccolta di canti popolari delle regioni italiane). Non posso tralasciare di ricordare le scenette recitate in dialetto lombardo anche da attore di origine meridionale. Il lavoro fu immenso. Ricordo ancora le serate trascorse, riuniti in gruppo, a focalizzare gli argomenti e fare in modo che tutto ruotasse a meraviglia. Non posso neppure dimenticare le divergenze che, a volte, sorgevano, per subito essere composte per la volontà comune di fare il bene della scuola. Ero all'inizio della mia carriera professionale: le colleghe con più esperienza mi erano vicino, mi rassicuravano mentre io crescevo e vivevo gli anni più belli, più importanti della mia carriera. I genitori erano favolosi. Spesso mi capita di incontrarli per strada e come proiettata, la frase di saluto è sempre la stessa:"maestro, ti ricordi quando eri a Ranco? Quante ne abbiamo fatte!". Mi interesso ancora di questa scuola, quando c'è bisogno io ci sono, quando mi invitano, io partecipo! Un autore francese diceva:"alla sera della vita, cièche conta è avere amato". Si,iohoamatolascuoladiRanco;nondimenticheròmainienteenessuno.Inomideimieialunni,anchedi quellipiù"vivaci",comesièsolitodireingergoscolastico,sonoscolpitinelmiocuoreedhannolasciatoinme un segno indelebile. Quando mi trovo con le attuali colleghe dico sempre:"rimanete a Ranco, credete in questa scuola, fatela vivere nella collaborazione e nella fiducia, dimostrate a tutti che i bambini di Ranco, se opportunamente stimolati, sono"grandi" e sanno dare tanto. Mentre rivivo questi ricordi, il mio amico mi chiama con insistenza per procedere all'incontro. Desidero, ora, chiudere questo momento sulle testimonianze della "grandezza" della scuola di Ranco ringraziando le mie colleghe. La vita scorre veloce, ma le emozioni restano vive e immobili nel mio cuore. Grazie, carissime colleghe e vi auguro profondamente un buon lavoro. Saluto cordialmente tutti i genitori, miei alunni e non, perché insieme abbiamo vissuto momenti di grande collaborazione e solidarietà. Abbraccio fortemente tutti gli attuali scolari che"comunque" hanno imparato a conoscermi come"il maestro Silvio che una volta insegnava in questa scuola". (ODQRVWUD6FXROD9D /DSDURODDO6LQGDFR Inoccasionedeiprossimoopenday,mièstatochiestodiscrivereunabrevenota;lofaccioconpiacere. Dopo una serie di anni non certo esaltanti dal punto di vista del numero degli iscritti, l'anno scolastico 2006/2007 è stato l'anno della svoltapositiva. Leiscrizioniallaprimaclassesonostatedi14alunni,risultatopernoimoltobuono,eleprospettiveancheperiprossimianni ci fanno essere ragionevolmente ottimisti. Si sono registrate delle iscrizioni di bambini provenienti anche dai paesi vicini e questo vuoi dire che la nostra Scuoia offre un qualche cosa in più rispetto agli altri Istituti: l'ambiente a"misura di bambino", la professionalità del Corpo Insegnante, il servizio di doposcuola i- stituito nel 2006 dall'amministrazione Comunale. Il nostro slogan potrebbe essere"3lffrolpdexrql". Come Amministrazione Comunale, continueremo ad investire per mantenere e migliorare la struttura ed in questi mesi abbiamo già approvato lavori di abbattimento delle barriere architettoniche, messa in sicurezza e contenimento energetico per ¼ Detti lavori, per i quali abbiamo anche ottenuto un contributo Regionale di ¼VDUDQQRDSSDOWDWLHGHVHJXLWLQHOFRUVRdel Ilprossimopassosaràpoiquellodicrearenuovispazicomeauleepalestra. La nostra speranza è che per l'anno scolastico 2008/2009 le iscrizioni mantengano il trend positivo dell'anno precedente; siamo molto fiduciosi. Cordialmente. Un caro ringraziamento ai bambini, ai loro genitori, agli ex alunni e agli ex insegnanti, al Signor Sindaco signor Cerutti che hanno collaborato alla realizzazione di questo giornalino tutti accomunati dal desiderio di far conoscere e apprezzare la scuola di Ranco. Le insegnanti Sabina Andreina Serena Emanuela Barbara Daniela

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Pensieri per un genitore che non c è

Pensieri per un genitore che non c è Campus AIPD - Formia 16-22 giugno 2013 Pensieri per un genitore che non c è In questo Campus mi sembra di essere fuori dal mondo, perché qui la normalità è avere un figlio con la sdd... sono i fratelli

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!!

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!! 09/05/2011 e 16/05/2011 Fazzoletto Bandiera con i ragazzi del catechismo!! 12/05/2011 Uscita al mercato Paesano.. 18/04/2011 CINOTERAPIA!! 08/05/2011 FESTA DELLA MAMMA 03/04/2011 Canti e Balli con Rinaldo

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Una libera pensatrice.

Una libera pensatrice. Passato prossimo/imperfetto 1 Leggi il testo e scegli il verbo corretto. Una libera pensatrice. In primavera, quando l aria si riscaldava/si è riscaldata e è diventata/diventava piacevole, noi bambini

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Attività con la fune

Attività con la fune lo sport a scuola Attività con la fune percorso n. 1 Attrezzatura: - uno spazio adatto (palestra, cortile) - una fune Scansione delle attività: 1. Fase motoria 2. Fase espressivo-analogica 3. Fase ludica

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it Vivi un mondo accessibile con Abiliatour www.abiliatour.it Che cos è Abiliatour O.N.L.U.S. L Associazione Abiliatour O.N.L.U.S. ha come scopo principale l assistenza e l aiuto alle persone disabili e alle

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli