QUADERNI DI CAMERA OSCURA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUADERNI DI CAMERA OSCURA"

Transcript

1 BLACK&WHITE FRIENDS QUADERNI DI CAMERA OSCURA VOLUME 1 LO SVILUPPO DELLE PELLICOLE IN BIANCO E NERO GIUGNO 2001

2 SCHEDA TECNICA PELLICOLE E SVILUPPI IN BIANCO E NERO Le seguenti note, basate sull esperienza di sviluppo del sottoscritto in più di 20 anni di onorata attività, vogliono sintetizzare ai soci del gruppo Blach&Whitefriends le caratteristiche degli sviluppi commerciali per il b&n, delle più comuni pellicole b&n e le migliori combinazioni di sviluppo in funzione del soggetto ripreso. 1. UN PO DI TEORIA Caratteristiche degli sviluppi Come noto gli sviluppi per b&n possono essere catalogati in 4 gruppi principali: - Sviluppi solventi o finegranulanti, i quali nascono per ottenere grana fine da qualsiasi tipo di pellicola, a scapito anche della nitidezza generale; - Sviluppi non solventi o ad elevata acutanza, i quali nascono per ottenere elevata nitidezza a scapito di un certo incremento della grana del negativo; - Sviluppi a grana finissima, i quali nascono per ridurre il più possibile la grana del negativo, riducendo nel contempo sensibilità e nitidezza; - Sviluppi a colorazione. Fanno parte del primo gruppo il D-76 e l X-Tol Kodak, l Acutol-S della Paterson, il e l ID-11 della Ilford. Fanno parte del secondo gruppo i Neofin Blu e Rosso della Tetenal, il dell Agfa, l della Kodak ed anche sviluppi del primo gruppo, come i Kodak D-76 e X-Tol, diluiti o. Fanno parte del terzo gruppo sviluppi come il Microdol-X della Kodak il Perceptol della Ilford. La loro caratteristica di estrema finezza di grana a discapito della nitidezza (legata alla presenza di solfito di sodio), richiede l utilizzo di pellicole a bassa sensibilità. Fanno parte del quarto gruppo sviluppi a base di pirogallolo o di pirocatechina, i quali agiscono come colorante ed indurente dell emulsione, favorendo un elevato effetto adiacenza ed une elevata nitidezza, a scapito di una perdita di sensibilità della pellicola utilizzata. Fa parte di questa categoria il, formula sviluppata negli anni 80 da Gordon Hutchings. A seconda della tipologia di pellicola da sviluppare, gli sviluppi possono distinguersi in energici e lenti. Gi sviluppi energici sono adatti alle pellicole rapide con emulsione spessa, con grandi cristalli di composti di argento e basso contrasto. Gli sviluppi lenti si adattano invece a pellicole di bassa sensibilità, con emulsione a strato medio-sottile con granuli piccoli ed elevato contrasto. I bagni energici debbono essere concentrati perché devono penetrare attraverso strati più spessi di gelatina, riuscendo a sviluppare a fondo con un tempo medio ed elevare il contrsto di emulsioni poco contrastate. Sono anche finegranulanti per l alta quantità di solfito di sodio (o equivalente) in essi contenuta. I bagni lenti sono diluiti e contengono basse percentuali di solfito di sodio (o non lo contengono affatto), risultando non finegranulanti (incrementano la grana) ma dotati di ampia capacità compensatrice, fornendo elevata acutanza e microcontrasto. Sono pertanto adatti a pellicole con piccola grana ed elevato contrasto. Brescia, lì 18/12/01 Pagina 1

3 Riassumendo si può pertanto affermare che: 1. Concentrando il rivelatore si ottiene: - più contrasto; - più finezza di grana; 2. Diluendo il rivelatore si ottiene: - guadagno di sensibilità della pellicola; - maggior nitidezza e dettaglio nelle ombre; - maggior compensazione e morbidezza; - maggio grana. Non tutti gli sviluppi, come vedremo, seguono esattamente questo comportamento, con particolare riferimento al Agfa. Il trattamento Anche il trattamento influenza in modo significativo il risultato finale di sviluppo. In particolare i parametri fondamentali risultano essere il tempo di sviluppo, la temperatura e l agitazione. Ognuno di questi parametri influenza in modo diverso il risultato finale, ed in particolare: 1. sottosviluppo: produce (avendo sovraesposto correttamente in fase di ripresa) ottime sfumature, dettaglio nelle ombre e grana fine. Produce (avendo sottoesposto in fase di ripresa) mancanza di mezze tinte e scarsa tonalità del negativo. 2. sovrasviluppo: produce (avendo sottoesposto correttamente in fase di ripresa) maggior contrasto, maggior dettaglio e grana fine. Produce (avendo sovraesposto in fase di ripresa) grana, perdita di dettaglio e di sfumature, difficoltà di stampa. 3. alta temperatura: fornisce maggio celerità, maggio contrasto e minor grana. 4. bassa temperatura: fornisce l opposto dell alta temperatura. 5. agitazione standard: produce nitidezza, compensazione e morbidezza. 6. agitazione energica: produce maggior contrasto ed uno scadimento della resa generale. 7. agitazione scarsa: produce il rischio di striature sul negativo, pur favorendo l acutanza del negativo. Occorre pertanto prestare estrema attenzione al controllo di tutti i parametri che regolano la fase di sviluppo del negativo. Brescia, lì 18/12/01 Pagina 2

4 2. GLI SVILUPPI COMMERCIALI Nel presente paragrafo si riassumono brevemente le caratteristiche principali dei più noto sviluppi per pellicole in b&n, riportandone le possibilità di utilizzo in funzione delle caratteristiche del negativo. Kodak D-76 (Ilford Id-11) E uno sviluppo molto versatile, dotato di buona compensazione, elevata incisività, ricchezza di dettaglio nelle ombre (come il ), grana fine, grande latitudine di sviluppo ed assenza di velo. E ottimo per il ritratto, con una particolare predilezione per le Kodak Plus-X e Tri-x. Si utilizza nella sua concentrazione normale per sviluppare bene le pellicole di sensibilità medioelevata, fornendo ottimo contrasto e grana molto fine, conservando una buona nitidezza. Lo si utilizza diluito ( o ) per pellicole a sensibilità bassa, fornendo eccellente nitidezza, grana contenuta e resa tonale estesa; fornisce anche un leggero incremento di sensibilità (1 stop circa). Ornano St 20 E stato il miglio sviluppo standard prima dell introduzione dell X-Tol. Presenta una scala tonale migliore del D-76, una eccellente risolvenza ed una grana più fine. Ha un contrasto un po meno elevato del D-76 nelle alte luci ma un migliore effetto adiacenza. Non consente un vero incremento della sensibilità della pellicola, ma consente un indice di esposizione crescente al crescere del gradiente di contrasto (da 0,50 a 0,75). Fornisce una totale assenza di velo. Agfa E uno sviluppo estremamente versatile, energico, flessibile ed estremamente fedele nei toni. Lo si sceglie per la brillantezza dei negativi forniti, oer la risolvenza, per l acutanza (pur se lievemente inferiore al D-76/ID-11) e per l estrema secchezza della grana, che ne riduce di molto il fastidio legato alle dimensioni non troppo contenute. Da il meglio di se con pellicole di media o bassa sensibilità, con contrasti non troppo elevati. Diluito 1+25 o è un rivelatore energico, ad 1+75 o 00 è compensatore, mentre a basse diluizioni (0) permette di esaltare la grana del negativo con incremento della sensibilità apparente. Non contenendo solfito di sodio, al crescere della diluizione la grana non aumenta, ma aumentano definizione ed acutanza con una eccellente compensazione. Fornisce il meglio con le pellicole tradizionali. Brescia, lì 18/12/01 Pagina 3

5 Kodak X-Tol Rappresenta l evoluzione Kodak del D-76. E uno sviluppo di tipo universale, dotato di eccellente sfruttamento della sensibilità della pellicola, ideale per l aumento dell indice di esposizione fino a +3 stop. Presenta grana fine con tutte le emulsioni, alta nitidezza ed elevata acutanza; rispetto al D-76 fornisce un maggio contrasto nelle ombre ed un maggio dettaglio nelle alte luci. Come il D-76 è preferibile in concentrazione standard per le pellicole di medio-alta sensibilità, fornendo un ottimo contrasto, mentre è preferibile diluito (1:1, 1:3) per le pellicole di mediobassa sensibilità, fornendo elevata acutanza ed ottima compensazione. Fornisce ottimi risultati anche con le pellicole a tecnologia T-Grain (Tmax Kodak e Delta Ilford). Kodak (Ilford Ilfotec HC) L è uno sviluppo ad elevata energia, ideale per pellicole di elevata sensibilità (> 400 ISO). Fornisce una grana grossa, ma secca, unita ad un ottima acutanza, nitidezza e dettaglio nelle ombre. Fornisce ottimi risultati anche con le pellicole di nuova generazione (T-Grain). Ilford E uno sviluppo finegranulante, specifico per ottenere la massima sensibilità apparente dalle pellicole. E ottimizzato per l utilizzo agli estremi dei range di esposizione previsti per le pellicole (+2/+3 stop), fornendo grana fine e buona nitidezza. Fornisce il meglio in combinazione con l Ilford HP-5 e Delta 400. Fornisce il massimo dell energia nella sua concentrazione standard, ma può essere usato anche diluito (), limitando l incremento di sensibilità a +1/+2 stop ed incrementando l acutanza. Ornano Nucleol BF 200 E uno sviluppo a grana fine che presenta una buona acutanza, una notevole capacità di compensazione e presenta una elevata energia, caratteristica che lo rende particolarmente idoneo al trattamento delle pellicole di medio-alta sensibilità, anche con trattamenti spinti. Permette dei risultati simili al della Ilford. Ornano Fino ST 33 Si tratta di un rivelatore moderno a base di fenidone-idrochinone, simile al Kodak X-tol. Rivelatore ad elevata energia (consente trattamenti spinti fino a +3 stop), presenta una elevata capacità compensatrice ed un elevato contrasto alla concentrazione base. Brescia, lì 18/12/01 Pagina 4

6 Utilizzato diluito (da a 6) fornisce negativi dal contrasto medio, ottima acutanza ed eccellente capacità compensatrice, mantenendo una grana fine. Fornisce risultati eccellenti nel trattamento dell Agfa Scala 200 utilizzata come negativo invece che come diapositiva. Ilford Perceptol (Kodak Microdol-X) E il più classico rivelatore a grana extra fine disponibile commercialmente. E ottimizzato per l uso con pellicole a bassa sensibilità (25-50 ISO), con le quali fornisce grana molto fine e acutanza eccellente, unitamente ad un contrasto medio che favorisce l estensione tonale delle pellicole di bassa sensibilità. Può essere utilizzato concentrato o diluito ( o ) per incrementare ulteriormente l effetto adiacenza. Tetenal Neofin Blu/Rosso Si tratta di uno sviluppo compensatore ad ampia estensione tonale e grana fine, progettato in due tipologie per lo sviluppo delle pellicole a bassa (Blu) ed elevata (Rosso) sensibilità, capace di sfruttare appieno la sensibilità reale delle pellicole. Presenta una elevata acutanza (simile al D-76) e una buona risolvenza dei dettagli fini. 3. GLI SVILUPPI DEDICATI A fianco degli sviluppi commerciali cosiddetti universali, descritti nel paragrafo precedente, esistono degli sviluppi dedicati a particolari pellicole, progettati per offrire il meglio in combinazione con esse. Kodak Technidol E lo sviluppo realizzato da Kodak per lo sviluppo della Kodak Technical Pan 25 ISO. Si tratta di uno sviluppo a basso contrasto e ad elevato potere compensatore, con acutanza elevatissima e grana fine. Consente di ridurre l elevatissimo contrasto della pellicola a valori compresi fra 0,50 e 0,70, consentendo una stampa con estesa gradazione tonale. Consente anche il trattamento della Agfapan APX 25. Kodak T-MAX E lo sviluppo studiato da Kodak per le proprie pellicole T-Max 100, 400 e 3200 ISO. Si tratta di uno sviluppo a moderata attività, con elevata leggibilità delle ombre. Si utilizza concentrato e Brescia, lì 18/12/01 Pagina 5

7 consente un trattamento spinto di +2/+3 stop. Richiede una temperatura di sviluppo ottimale di 22 C. Ilford Rappresenta lo sviluppo Ilford specifico per le pellicole Delta. Anche in questo caso si tratta di uno sviluppo finegranulante con energia media, adatto allo sfruttamento della sensibilità della pellicola. Produce un ampia scala tonale con ottima leggibilità delle ombre e delle luci, con contrasto medio-alto e buona acutanza. 4. SVILUPPI COLORANTI Da non confondersi con gli sviluppi cromogeni per il b&n (utilizzati per le pellicole Kodak CN ed Ilford XP2), sono sviluppi a base di pirogallolo e pirocatechina. A differenza di tutti gli altri tipi di sviluppi, producono in fase di ossidazione dell argento una colorazione evidente del negativo (gialla o giallo-verde) la cui densità determina la qualità dell immagine sul negativo. Tali sviluppi rappresentano, a mio modesto avviso, gli sviluppi migliori presenti sul mercato, fornendo risultati in termini di acutanza, nitidezza, scala tonale e pulizia degli estremi di gamma assolutamente irraggiungibili dagli altri rivelatori. Il difetto legato all uso di tali sviluppi, oltre alla tossicità elevata del prodotto, risiede nella perdita di sensibilità della pellicola, pari a circa -1 stop. Rappresenta il più evoluto sviluppo a base di pirogallolo commercializzato in maniera costante. Formulato da Hutchings negli anni 80 fornisce negativi di qualità elevatissima, con nitidezza impareggiabile e scala tonale estesissima. Comporta una perdita di sensibilità pari a 2/3 di stop, necessaria per consentire il giusto dettaglio anche nelle ombre, altrimenti assai chiuse. Non produce incrementi di granularità e non soffre di effetto velo, anche se il supporto del negativo sviluppato appare lievemente meno trasparente che con l uso del D-76. Fornisce risultati eccellenti sia con pellicole tradizionali (Plus-X o Tri-X) che con pellicole T-Grain (Ilford Delta e Kodak T-MAX). A differenza dei rivelatori tradizionali richiede un prebagno per le pellicole di alta sensibilità, un arresto non eseguito con acqua e un postbagno effettuato con il rivelatore già utilizzato, per fissare l immagine colorata. Richiede inoltre tempi di lavaggio del negativo di 30 minuti. A causa dell immagine giallastra del negativo, che assorbe la frazione blu della luce, la stampa dei negativi sviluppati con produce immagini con più elevato grado di contrasto. Per questo motivo i negativi correttamente sviluppati con devono apparire all occhio meno contrastati dei negativi che si è soliti vedere dopo uno sviluppo tradizionale. Brescia, lì 18/12/01 Pagina 6

8 5. LE PELLICOLE B&N Le pellicole b&n presenti oggi sul mercato possono essere raccolte in tre categorie principali: 1. le pellicole tradizionali con struttura sensibile composta da granuli d argento; 2. le pellicole tabular grain (come le Kodak T-Max e le Ilford Delta), la cui struttura sensibile (a cristalli bidimensionali) deriva dalla tecnolgia applicata alle pellicole negative colore; 3. le pellicole cromogene b&n, che sono delle pellicole colore dotate di un unico strato sensibile ad ampio spettro, da svilupparsi con processi colore (C-41). A cause della necessità di uno sviluppo colore, le pellicole cromogene non verranno prese in considerazione in questa trattazione, in quanto non facilmente sviluppabili in proprio. Pellicole tradizionali Kodak Technical Pan E una pellicola a bassissima sensibilità (25 ISO) dalla nitidezza e dal contrasto elevatissimi. E ideale per il paesaggio in bianco e nero e per le riproduzioni. A causa dell elevato contrasto richiede di essere sviluppata con rivelatori compensatori a basso contrasto. Kodak Plus-X E una pellicola di media sensibilità (125 ISO) dotata di grana fine, eccellente dettaglio e buon contrasto. E una pellicola ideale per un uso generico, ottima anche per il ritratto in quanto dotata di grana secca. Ottima gradazione tonale. Kodak Tri-X E probabilmente una delle pellicole più famose in assoluto. Dotata di grana medio-fine, di buon dettaglio (in rapporto alla sensibilità di 400 ISO) e di buon contrasto, è una pellicola universale, capace di sopportare qualsiasi sviluppo e qualsiasi tipo di esposizione. Ideale per il reportage e per la street photography. Splendida per il ritratto femminile. Ilford Pan-F Pellicola a bassa sensibilità, è dotata di ottima acutanza, grana molto fine e contrasto brillante. Eccellente per il paesaggio e per tutte le necessità di forti ingrandimenti. Ottima in abbinamento con rivelatori finegranulanti e compensatori, fornisce ottimi risultati anche con rivelatori ad elevata acutanza, in virtù della grana fine. Ilford FP4 Pellicola di media sensibilità (125 ISO) ad uso generico, presenta una grana molto fine ed un supporto assolutamente trasparente. Ottima acutanza (anche se lievemente inferiore alla Plus- Brescia, lì 18/12/01 Pagina 7

9 X), richiede, per risultati ottimali, una lieve sovraesposizione in fase di ripresa (80 ISO). Eccellente la scala tonale. Ilford HP-5 E da sempre la più qualificata rivale della Kodak Tri-X. Rispetto ad essa presenta una grana lievemente più fine ed una acutanza lievemente inferiore. Ottima la scala tonale e buono il contrasto. Sopporta bene i trattamenti spinti, fino a +3 stop. Ottima per il reportage e per le riprese sportive. Agfapan APX 25 Pellicola a bassissima sensibilità (25 ISO) è la più famosa rivale della Technical Pan. Rispetto a quest ultima presenta un contrasto ed una acutanza lievemente inferiori, ma riporta una scala tonale migliore, con una resa dello sfuocato più piacevole. Eccellente per la ripresa di paesaggi e per le riproduzioni. Risulta molto più versatile della Technical Pan anche in termini di sviluppo, fornendo eccellenti risultati con parecchi sviluppi diversi. Agfapan APX 100 Splendida pellicola tradizionale di recente progettazione, a sensibilità media, fornisce grana estremamente fine e scala tonale molto estesa. Eccellente la nitidezza e più che buono il contrasto. Da il meglio di se in combinazione con sviluppi ad elevata acutanza, ma anche in combinazione con sviluppi energici ( ad esempio). Eccellente nella fotografia di paesaggio e nel ritratto. Agfapan APX 400 Pellicola ad alta sensibilità di recente progettazione presenta caratteristiche molto simili alla APX 100, con un lieve calo di prestazioni in termini di nitidezza e, soprattutto, di contrasto. Il contrasto apparente risulta basso a causa dell amplissima gamma tonale riprodotta. Gradisce sviluppi energici ed a contrasto elevato. Fuji Neopan 400 Professional Pellicola tradizionale dell ultima generazione ad alta sensibilità, fornisce eccellente acutanza, grana fine, ed ampia gamma tonale. La progettazione consente trattamenti spinti (fino a + 3 stop) con buon mantenimento delle caratteristiche base. Eccellente nell uso universale ed ottima nel ritratto, grazie alla finezza di grana. Fuji Neopan 1600 Professional Pellicola tradizionale dell ultima generazione ad altissima sensibilità, fornisce eccellente acutanza, grana medio-fine, ed ampia gamma tonale, con un eccellente effetto di tridimensionalità. La progettazione consente trattamenti partcolari (da - 2 a +2 stop) con buon Brescia, lì 18/12/01 Pagina 8

10 mantenimento delle caratteristiche base. Eccellente nell uso universale e nelle riprese a luce ambiente, grazie alla finezza di grana ed al buon contrasto. Pellicole T-Grain Kodak T-Max La famiglia delle pellicole T-Max prevede tre diverse sensibilità: 100, 400 e 3200 ISO. Le pellicole sono progettate per fornire prestazioni mediamente elevate in ogni condizione di ripresa, con elevata nitidezza, buon contrasto ed ampia scala tonale. Non sono tuttavia, a mio avviso, le migliori pellicole per ottenere stampe in b&n di elevata qualità, proprio a causa della loro universalità, con una certa tendenza all impasto delle alte luci e dei neri profondi. La migliore è, probabilmente la 400 ISO (TMY), che coniuga al meglio l alta sensibilità con l acutanza e la finezza di grana. La TMX e la TMY sopportano trattamenti spinti di circa + 2 stop, mentre la TMZ (3200 ISO) consente trattamenti particolari fra 3 e + 3 stop. Ilford Delta Professional Rappresentano la risposta T-Grain di Ilford alle T-Max Kodak. Anche le Ilford sono prodotte in tre diverse sensibilità: 100, 400 e 3200 ISO. Anche per quanto riguarda Ilford le pellicole sono progettate per fornire prestazioni mediamente elevate in ogni condizione di ripresa, con elevata nitidezza (almeno per la 100 e per la 400 ISO) buon contrasto ed ampia scala tonale. Le prestazioni sono abbastanza diverse fra le tre pellicole. La 100 ISO è in realtà una 64 ISO, valore da impostare per poter avere dettagli nelle ombre ed alte luci non sparate. La 400 ISO (recentissimamente riprogettata) è forse la migliore del gruppo, in virtù della buona nitidezza e del buon contrasto, unito alla possibilità di esporla, con buon mantenimento delle caratteristiche, fino a + 2 stop. La leggibilità delle luci e delle ombre è discreta. La 3200 ISO è in realtà una 1200 ISO, valore da tener conto per impostare correttamente i tempi di sviluppo. La nitidezza è medio bassa e la grana molto evidente (ricorda un poco quella della vecchia Recording Kodak), con contrasto basso. Il negativo sviluppato correttamente presenta un velo evidente (dovuto anche alla maschera della pellicola) ed una densità non elevata. Brescia, lì 18/12/01 Pagina 9

11 6. LE COMBINAZIONI PELLICOLA-RIVELATORE Dopo un po di teoria ed un po di descrizioni in merito alle pellicole più facilmente disponibili sul mercato, chiudiamo questa breve trattazione con alcuni consigli in merito alle accoppiate rivelatore-pellicola che forniscono la miglior combinazione qualitativa in funzione del soggetto da riprendere e dell effetto che si vuole ottenere. Si riportano, in forma di tabella, i tempi di sviluppo per ciascuna pellicola e per ogni rivelatore considerato ottimale. Le colonne con sfondo in grigio rappresentano, a mio avviso, la migliore accoppiata pellicola/rivelatore. Tali consigli derivano dalla mia personale esperienza e, pertanto, possono essere anche considerati soggettivi. Vogliono comunque rappresentare una base di partenza per tutte le prove che ciascuno di voi vorrà sperimentare. Pellicole a bassa sensibilità AGFAPAN APX 25 (18 ISO) ST-20 (25 ISO) (25 ISO) (25 ISO) Neofin Blu (25 ISO) Kodak D-76 (25 ISO) KODAK TECHNICAL PAN 25 (contrasto alto) Neofin Doku 1+5 (125 ISO) (25 ISO) Technidol LC (32 ISO) (12 ISO) KODAK TECHNICAL PAN 25 (contrasto normale) Technidol LC Dil. F 50 (32 ISO) (25 ISO) (25 ISO) ILFORD PAN F+ Kodak D-76 Neofin Blu Perceptol Brescia, lì 18/12/01 Pagina 10

12 Pellicole a media sensibilità AGFAPAN APX ILFORD FP4+ (64 ISO) (125 ISO) (80 ISO) ILFORD DELTA PRO 100 (64 ISO) KODAK PLUS-X (125 ISO) (125 ISO) (125 ISO) (125 ISO) (64 ISO) (125 ISO) (125 ISO) KODAK T-MAX 100 Neofin Rosso (24 ) FUJI NEOPAN 100 SS Kodak D-76 (200 ISO) Brescia, lì 18/12/01 Pagina 11

13 Pellicole ad alta sensibilità Neofin Rosso AGFAPAN APX (250 ISO) ILFORD DELTA 400 PRO New (500 ISO) (500 ISO) (500 ISO) (250 ISO) (500 ISO) ILFORD HP (250 ISO) KODAK TRI-X (250 ISO) KODAK T-MAX FUJI NEOPAN 400 PRO (250 ISO) (500 ISO) Brescia, lì 18/12/01 Pagina 12

14 Pellicole ad alta sensibilità esposte a +1, +2 e +3 stop Si riportano nel seguito le tabelle relative alla sottoesposizione delle pellicole ad alta sensibilità (800, 1600 e 3200 ISO) per gli utilizzi di emergenza. SENSIBILITA KODAK T-MAX 400 Nucleol BF (ISO) SENSIBILITA KODAK TRI-X 400 Nucleol BF (ISO) SENSIBILITA ILFORD HP Nucleol BF (ISO) SENSIBILITA ILFORD DELTA 400 PRO (new) (ISO) SENSIBILITA FUJI NEOPAN 400 PRO (ISO) Brescia, lì 18/12/01 Pagina 13

15 Pellicole ad altissima sensibilità FUJI NEOPAN 1600 PRO (1600 ISO) (1600 ISO) (1600 ISO) (1600 ISO) (1600 ISO) (1600 ISO) ILFORD DELTA 3200 PRO (1600 ISO) (1600 ISO) (1600 ISO) (1600 ISO) (1600 ISO) (3200 ISO) (3200 ISO) (3200 ISO) (3200 ISO) (3200 ISO) (?) Nucleol BF KODAK T-MAX 3200 Neofin Rosso (3200 ISO) (3200 ISO) (3200 ISO) (3200 ISO) (3200 ISO) (3200 ISO) (3200 ISO) (3200 ISO) 10 (24 C) Pellicole ad altissima sensibilità esposte a +1, +2 e +3 stop Fra le pellicole ad altissima sensibilità, solo la Kodak T-MAX risulta ben utilizzabile in forte sottoesposizione: nel seguito si riporta la tabella relativa per gli utilizzi di emergenza. SENSIBILITA KODAK T-MAX 3200 Nucleol BF (ISO) (24 C) (24 C) 10 (24 C) N.B.: L utilizzo di tali sensibilità è da ritenersi assolutamente d emergenza, alla luce del risultato qualitativo ottenibile. Brescia, lì 18/12/01 Pagina 14

Gli sviluppi più diffusi

Gli sviluppi più diffusi Gli sviluppi più diffusi Aculux (FX-24) Paterson E uno sviluppo standard adatto per ogni marca di pellicola, fornito in confezione concentrata, da diluire 1+9 (una parte di Aculux più nove parti d'acqua).

Dettagli

I L P I R O G A L L O L O E S U O I U T I L I Z Z I N E L L A F O T O G R A F I A

I L P I R O G A L L O L O E S U O I U T I L I Z Z I N E L L A F O T O G R A F I A I L P I R O G A L L O L O E S U O I U T I L I Z Z I N E L L A F O T O G R A F I A Il pirogallolo è uno degli agenti di sviluppo più vecchi usati in fotografia, le prime sperimentazioni si anno già nel

Dettagli

EI 3200/36, PELLICOLA PROFESSIONALE BIANCO E NERO DI ALTA SENSIBILITA PER FOTOGRAFIE DI QUALITÀ SUPERIORE

EI 3200/36, PELLICOLA PROFESSIONALE BIANCO E NERO DI ALTA SENSIBILITA PER FOTOGRAFIE DI QUALITÀ SUPERIORE DATI TECNICI Settembre 2002 EI 3200/36, PELLICOLA PROFESSIONALE BIANCO E NERO DI ALTA SENSIBILITA PER FOTOGRAFIE DI QUALITÀ SUPERIORE ILFORD DELTA 3200 PROFESSIONAL è una pellicola professionale in bianco

Dettagli

PELLICOLA PROFESSIONALE BIANCO E NERO ISO 125/22 PER STAMPE DI ALTA QUALITÀ FLESSIBILE NEL USO

PELLICOLA PROFESSIONALE BIANCO E NERO ISO 125/22 PER STAMPE DI ALTA QUALITÀ FLESSIBILE NEL USO DATI TECNICI Aprile 2004 PELLICOLA PROFESSIONALE BIANCO E NERO ISO 125/22 PER STAMPE DI ALTA QUALITÀ FLESSIBILE NEL USO La ILFORD FP4 Plus è una pellicola bianco e nero di media sensibilità a grana eccezionalmente

Dettagli

FOTOGRAFARE A TEATRO RIPRESA

FOTOGRAFARE A TEATRO RIPRESA RIPRESA FOTOGRAFARE A TEATRO Rêves de lumière (L. Kemp, 1997). Pellicola Ilford HP5 esposta a 1600 ISO. Fotografare a teatro richiede tempo, sia per acquisire una tecnica affidabile, sia perché diventi

Dettagli

La coppia affiatata per i tuoi internagativi e diapositive b/n Dal 6x9 al 50x60 cm e oltre

La coppia affiatata per i tuoi internagativi e diapositive b/n Dal 6x9 al 50x60 cm e oltre PUNTO FOTO GROUP by Via Aristotele, 67 I - 20128 MILANO MI KARL BIELSER s.a.s. +39 2 27000793 +39 2 26000485 info@puntofoto.it www.puntofoto.it MACO GENIUSfilm e GENIUSprintfilm La coppia affiatata per

Dettagli

PELLICOLA PROFESSIONALE BIANCO E NERO ISO 50/18 PER STAMPE DI ALTA QUALITÀ FLESSIBILE NEL USO

PELLICOLA PROFESSIONALE BIANCO E NERO ISO 50/18 PER STAMPE DI ALTA QUALITÀ FLESSIBILE NEL USO DATI TECNICI Luglio 2004 PELLICOLA PROFESSIONALE BIANCO E NERO ISO 50/18 PER STAMPE DI ALTA QUALITÀ FLESSIBILE NEL USO La ILFORD PAN F Plus è una pellicola bianco e nero di grana estremamente fine. Ha

Dettagli

Dieci zone per una foto

Dieci zone per una foto Page 1 of 7 Dieci zone per una foto [page 1 of 1] Il Sistema Zonale propagandato da Ansel Adams risale agli anni Quaranta, ma anche gli appassionati del tutto digitale dovrebbero sperimentarlo creativamente

Dettagli

TECNICHE DI VIRAGGIO SPEZZATO SULLA STAMPA

TECNICHE DI VIRAGGIO SPEZZATO SULLA STAMPA TECNICHE DI VIRAGGIO SPEZZATO SULLA STAMPA Ho iniziato a sperimentare i procedimenti di intonazione sulle carte fotografiche in bianco e nero molti anni fa, praticamente in concomitanza con le mie prime

Dettagli

Che cos'è la profondità di colore

Che cos'è la profondità di colore Che cos'è la profondità di colore 1 Vediamo che cos'è la Profondità di Bit e di Colore di una immagine o di un filmato video; vediamo inoltre cosa sono Gamma dinamica e Gamma di densità. La profondità

Dettagli

Tariffe servizi di laboratorio analogico (Aggiornato il 29/06/2015)

Tariffe servizi di laboratorio analogico (Aggiornato il 29/06/2015) Tariffe servizi di laboratorio analogico (Aggiornato il 29/06/2015) SVILUPPO NEGATIVI BIANCO e NERO - Procedimento manuale in tank ad inversione - FORMATO 135 Sviluppo standard (Agfa R09 One Shot / Kodak

Dettagli

ARTE del COLORE Data: Venerdì, 15 febbraio @ 10:21:19 CET Argomento: Educazione alle Tecniche della Luce

ARTE del COLORE Data: Venerdì, 15 febbraio @ 10:21:19 CET Argomento: Educazione alle Tecniche della Luce ARTE del COLORE Data: Venerdì, 15 febbraio @ 10:21:19 CET Argomento: Educazione alle Tecniche della Luce I colori primari Il disco di Newton L'armonia I colori complementari I colori secondari I colori

Dettagli

Sommario Processo negativo-positivo... 2 Processo diapositivo... 7 Trattamenti a colori - 1/13

Sommario Processo negativo-positivo... 2 Processo diapositivo... 7 Trattamenti a colori - 1/13 TRATTAMENTI A COLORI Sommario Processo negativo-positivo... 2 Processo diapositivo... 7 Trattamenti a colori - 1/13 Processo negativo-positivo Negativo (trattamento C-41) Originale: 1. Esposizione pellicola

Dettagli

I viraggi: intonazione e conservazione

I viraggi: intonazione e conservazione Bianconero I viraggi: intonazione e conservazione Il viraggio seppia permette di introdurre la caratteristica intonazione di colore. I trattamenti allʼoro e al platino allungano la vita delle stampe fotografiche

Dettagli

ROLLEI DIGIBASE CN 200 PRO E C41 DIGIBASE: IL COLORE IN AUTONOMIA

ROLLEI DIGIBASE CN 200 PRO E C41 DIGIBASE: IL COLORE IN AUTONOMIA ROLLEI DIGIBASE CN 200 PRO E C41 DIGIBASE: IL COLORE IN AUTONOMIA Questa recensione è stata effettuata in collaborazione con PFG Punto Foto Group di Milano che ha fornito i materiali e il supporto informativo:

Dettagli

CAMERA OSCURA: DA CHIMICA A DIGITALE

CAMERA OSCURA: DA CHIMICA A DIGITALE CAMERA OSCURA: DA CHIMICA A DIGITALE A cura di Marco Barsanti Per molti fotografi, il passaggio dalla camera oscura classica ai nuovi sistemi digitali, ha rappresentato un vero e proprio shock. Improvvisamente,

Dettagli

Esposizione Con Una Reflex Digitale In Situazioni Di Alto Contrasto

Esposizione Con Una Reflex Digitale In Situazioni Di Alto Contrasto Esposizione Con Una Reflex Digitale In Situazioni Di Alto Contrasto Autore: Vitali Shkaruba Traduzione in italiano: Enrico De Santis Nota: prima di affrontare questo articolo sarebbe opportuno conoscere

Dettagli

REFLEX IN MODALITA' MANUALE

REFLEX IN MODALITA' MANUALE REFLEX IN MODALITA' MANUALE Perchè una macchina fotografica si chiama Reflex? Una macchina fotografica reflex sfrutta un meccanismo a specchio riflettente che permette al fotografo di vedere direttamente

Dettagli

il platino palladio per-corsi di fotografia

il platino palladio per-corsi di fotografia con momenti conviviali in Cascina il platino palladio data da definire Conservatorio della Fotografia Olgiate Molgora (LC) via Buttero, 12 Corso di stampa al platino palladio 4-5 partecipanti Tre sessioni

Dettagli

Le ottiche Nikon autofocus

Le ottiche Nikon autofocus Le ottiche Nikon autofocus di Pino Caprio (le fotografie sono tratte dal sito www.nital.it e www.nikonimaging.com) AF Nikkor 14mm f/2.8d ED E un obiettivo di focale molto spinta, pertanto costoso e con

Dettagli

CORSO MASTER DI FOTOGRAFIA AVANZATA

CORSO MASTER DI FOTOGRAFIA AVANZATA CORSO MASTER DI FOTOGRAFIA AVANZATA Modulo teorico/pratico di fotografia generale 1 - Il linguaggio della fotografia: storia sociale della fotografia 2 - Obiettivi e accessori: cerchio di confusione iperfocale;

Dettagli

Lezione 2 Esposizione

Lezione 2 Esposizione Corso di fotografia di base 011 Lezione Esposizione Esposizione L esposizione, sia nei sistemi digitali che a pellicola, consiste nell eccitare i pixel del sensore o gli elementi fotosensibili di una pellicola

Dettagli

Orietta Bay - Sestri Levante 2011

Orietta Bay - Sestri Levante 2011 Per -corso Orietta Bay - Sestri Levante 2011 Per -corso Fotografare è saper cogliere l essenza delle cose e degli avvenimenti e Scriverli con la luce La macchina fotografica Il cuore originario della

Dettagli

L esposizione di una foto dipende essenzialmente da tre fattori: tempo di esposizione apertura di diaframma sensibilita del sensore (ISO).

L esposizione di una foto dipende essenzialmente da tre fattori: tempo di esposizione apertura di diaframma sensibilita del sensore (ISO). L esposizione di una foto dipende essenzialmente da tre fattori: tempo di esposizione apertura di diaframma sensibilita del sensore (ISO). Quando premiamo il pulsante di scatto sulla nostra macchina fotografica,

Dettagli

La scienza delle immagini a colori e dei CCD

La scienza delle immagini a colori e dei CCD INTRODUZIONE SULLE IMMAGINI A COLORI IMMAGINI A COLORI La scienza delle immagini a colori e dei CCD autore: Daniel Duggan traduzione e adattamento Alessandra Zanazzi Pag 1 di 6 Questo progetto è stato

Dettagli

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano Immagini digitali LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in

Dettagli

Il Flash e dintorni G.F. LA MOLE - BFI

Il Flash e dintorni G.F. LA MOLE - BFI Il Flash e dintorni G.F. LA MOLE - BFI Fonti di Luce Oltre alla luce naturale il fotografo può utilizzare nella ripresa la luce artificiale. Può utilizzare quella disponibile nella scena da riprendere

Dettagli

Corso Workflow, gestione e sviluppo delle immagini digitali con Adobe Bridge e Adobe Camera Raw

Corso Workflow, gestione e sviluppo delle immagini digitali con Adobe Bridge e Adobe Camera Raw Corso Workflow, gestione e sviluppo delle immagini digitali con Adobe Bridge e Adobe Camera Raw 1. Alla scoperta dei formati di files digitali: JPG, RAW e DNG. Che cosa sono, quali vantaggi e svantaggi

Dettagli

Luce e acqua La fotografia subacquea Il colore e l acqua assorbimento selettivo

Luce e acqua La fotografia subacquea Il colore e l acqua assorbimento selettivo Luce e acqua La fotografia subacquea Ora cercheremo di comprendere come la luce, elemento fondamentale per la fotografia, si comporta in ambiente acquoso e quali sono le sue differenze con il comportamento

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nuova Nikon D3100: la guida ideale per fotografie entusiasmanti e filmati in full HD mozzafiato

COMUNICATO STAMPA. Nuova Nikon D3100: la guida ideale per fotografie entusiasmanti e filmati in full HD mozzafiato Nuova Nikon D3100: la guida ideale per fotografie entusiasmanti e filmati in full HD mozzafiato Torino, 19 agosto 2010 Nital S.p.A. è lieta di presentare la Nikon D3100, la prima reflex digitale della

Dettagli

E 4. La correzione del colore. Schede tecniche. Verifica della tonalità

E 4. La correzione del colore. Schede tecniche. Verifica della tonalità Verifica della tonalità Per eseguire una verniciatura di ripristino a regola d arte, ci si può avvicinare alla tonalità del colore della vettura correggendo la tinta o con la tecnica della sfumatura e

Dettagli

STAMPE FOTOGRAFICHE FINE.ART

STAMPE FOTOGRAFICHE FINE.ART STAMPE FOTOGRAFICHE FINE.ART L I S T I N O LA STAMPA FOTOGRAFICA FINE-ART L a s t a m p a d i g i t a l e cosiddetta "fine art" conferisce una consistenza tangibile e una verità per così dire "morale"

Dettagli

CORSO FOTOGRAFICO DI BASE!

CORSO FOTOGRAFICO DI BASE! CORSO FOTOGRAFICO DI BASE La macchina fotografica, gli obiettivi e l esposizione Corso Fotografico di Base - La macchina fotografica, gli obiettivi e l esposizione" 1 CORSO FOTOGRAFICO DI BASE Premessa

Dettagli

Primo incontro (3h) Corso di camera oscura bianco e nero Fine Art. - La camera oscura: presentazione delle attrezzature

Primo incontro (3h) Corso di camera oscura bianco e nero Fine Art. - La camera oscura: presentazione delle attrezzature Corso di camera oscura bianco e nero Fine Art 5 incontri (15 ore) Primo incontro (3h) - La camera oscura: presentazione delle attrezzature - Attrezzature fondamentali per lo sviluppo e la stampa. Tank

Dettagli

Agenda. Lunghezza focale Diaframma Circolo di confusione Iperfocale

Agenda. Lunghezza focale Diaframma Circolo di confusione Iperfocale OBIETTIVI Agenda Lunghezza focale Diaframma Circolo di confusione Iperfocale Lunghezza focale In una lente convergente i raggi provenienti da un soggetto molto lontano convergono in un punto. La distanza

Dettagli

Francesco Zizola, Iraq

Francesco Zizola, Iraq LA LUCE SCRITTURA DI LUCE La luce è la base della fotografia. Il fotografo sa che senza luce non si fotografa, ma sa anche che la luce non è sempre uguale. Può essere poca o tanta, calda o fredda, dura

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

Benvenuti alla seconda serata del corso base di fotografia promosso dall Associazione L Istantanea Gruppo Fotografico di Massalengo.

Benvenuti alla seconda serata del corso base di fotografia promosso dall Associazione L Istantanea Gruppo Fotografico di Massalengo. Benvenuti alla seconda serata del corso base di fotografia promosso dall Associazione L Istantanea Gruppo Fotografico di Massalengo. Fotografia dal greco fotos grafos (giusto per smentirmi sulle cose non

Dettagli

Le ottiche Canon EF autofocus

Le ottiche Canon EF autofocus Le ottiche Canon EF autofocus di Pino Caprio (le fotografie sono tratte dal sito www.usa.canon.com e www.canon.com) EF14 F2.8 Ottica di costo molto elevato; la resa è sempre ottima al centro, ma perde

Dettagli

il platino palladio Workshop di stampa al platino palladio 5 partecipanti Prima Sessione (di tre frequentabili separatamente)

il platino palladio Workshop di stampa al platino palladio 5 partecipanti Prima Sessione (di tre frequentabili separatamente) con momenti conviviali in Cascina il platino palladio 6-7 dicembre 2014 Olgiate Molgora (LC) via Buttero, 12 Workshop di stampa al platino palladio 5 partecipanti Prima Sessione (di tre frequentabili separatamente)

Dettagli

C=1.44. densità d accumulo, potente strumento di controllo del colore

C=1.44. densità d accumulo, potente strumento di controllo del colore C=1.44 k=1.45 M=1.41 Y=.76 densità d accumulo, potente strumento di controllo del colore di Mike Ruff (Chief Technology Officer di Nazdar Consulting Services) Trentasette anni di attività e consulenza

Dettagli

Workflow base con ACR (Adobe Camera RAW) di Photoshop Cs6

Workflow base con ACR (Adobe Camera RAW) di Photoshop Cs6 Workflow base con ACR (Adobe Camera RAW) di Photoshop Cs6 Chi opera nel mondo della fotografia professionale o quello dei fotografi amatoriali evoluti, scatta in RAW per non perdere dettagli della foto

Dettagli

La nostra Gamma Prodotti "Pavimenti in Legno"

La nostra Gamma Prodotti Pavimenti in Legno La nostra Gamma Prodotti "" edizione Maggio 2013 Suggerimenti per l applicazione I prodotti AURO per il trattamento dei mobili e superfici in legno offrono molteplici possibilità di trattamento del legno

Dettagli

FOTOTESSERE PER DOCUMENTI

FOTOTESSERE PER DOCUMENTI FOTOTESSERE PER DOCUMENTI La foto che deve essere consegnata per il rilascio di documenti elettronici (passaporto, carta d'identita', permesso di soggiorno) deve avere caratteristiche che necessariamente

Dettagli

Il manuale ha sempre ragione? di Nicola Porchetta

Il manuale ha sempre ragione? di Nicola Porchetta Il manuale ha sempre ragione? di Nicola Porchetta Caratteristica prima della fotografia di qualità è la corretta esposizione. Purtroppo nessun sistema è infallibile per cui l importante è capire... Per

Dettagli

PHOTOSHOP RITOCCO CROMATICO Massimo Picardello Progetto Campus One

PHOTOSHOP RITOCCO CROMATICO Massimo Picardello Progetto Campus One PHOTOSHOP RITOCCO CROMATICO Massimo Picardello Progetto Campus One USO ELEMENTARE DEL LIVELLO DI REGOLAZIONE CURVE BASATO SU VALORI NUMERICI STANDARD Se un immagine presenta dominanti o appiattimento dei

Dettagli

Piccola Guida alla Fotografia parte 6a Gli errori più comuni

Piccola Guida alla Fotografia parte 6a Gli errori più comuni Piccola Guida alla Fotografia parte 6a Gli errori più comuni Dopo aver visto negli altri capitoli le linee principali per fotografare correttamente i nostri modelli, cercherò di mostrare ora cosa non si

Dettagli

Corso base di fotografia PER-CORSO FOTOGRAFICO

Corso base di fotografia PER-CORSO FOTOGRAFICO Corso base di fotografia PER-CORSO FOTOGRAFICO 1 Da alcuni anni oramai il Circolo. organizza Corsi di Fotografia aperti a tutti e destinati soprattutto a coloro che hanno deciso di imparare qualcosa sulla

Dettagli

Guida alla scansione di negativi e foto

Guida alla scansione di negativi e foto Guida alla scansione di negativi e foto Scoprite come restituire vivacità alle vostre foto e rivivere i vostri ricordi più belli Da sempre, il laboratorio fotografico è il luogo migliore per sviluppare

Dettagli

Lombardia Integrata S.p.A. Servizi Infotelematici per il Territorio

Lombardia Integrata S.p.A. Servizi Infotelematici per il Territorio blico Dominio MANUALE FOTO TESSERE VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE Codice Documento: #01Manuale Foto Tessera_Volontari_PCIV.rtf Revisione del Documento: 4 Stato della revisione del Documento: IN APPROVAZIONE

Dettagli

Dalla camera obscura. alla fotocamera reflex

Dalla camera obscura. alla fotocamera reflex Dalla camera obscura alla fotocamera reflex LA FOTOGRAFIA Si fa risalire al francese Joseph Niepce (1765-1833) il primo risultato fotografico concreto. Egli infatti riuscì a registrare su tavole sensibilizzate

Dettagli

Tesina: Applicazioni dell analisi di Fourier per il trattamento di segnali in due dimensioni

Tesina: Applicazioni dell analisi di Fourier per il trattamento di segnali in due dimensioni Manuela Di Mauro Ingegneria per l ambiente ed il territorio Matr 32311 Laboratorio sull analisi di Fourier Tesina: Applicazioni dell analisi di Fourier per il trattamento di segnali in due dimensioni Introduzione:

Dettagli

Nell esempio riportato qui sopra è visibile la sfocatura intenzionale di una sola parte della foto

Nell esempio riportato qui sopra è visibile la sfocatura intenzionale di una sola parte della foto LE MASCHERE DI LIVELLO Provo a buttare giù un piccolo tutorial sulle maschere di livello, in quanto molti di voi mi hanno chiesto di poter avere qualche appunto scritto su di esse. Innanzitutto, cosa sono

Dettagli

Print House è il luogo dove la stampa è di casa. Con una copertura capillare a livello nazionale, i punti vendita Print House offrono un servizio

Print House è il luogo dove la stampa è di casa. Con una copertura capillare a livello nazionale, i punti vendita Print House offrono un servizio 1 2 Print House è il luogo dove la stampa è di casa. Con una copertura capillare a livello nazionale, i punti vendita Print House offrono un servizio completo per tutto ciò che riguarda la stampa tradizionale

Dettagli

FUJIFILM FinePix More than you imagined

FUJIFILM FinePix More than you imagined FUJIFILM FinePix More than you imagined PHOTOKINA 2008, COLONIA, GERMANIA, FUJIFILM Corporation espone, al Photokina 2008, gli ultimi modelli di fotocamere delle serie FinePix con lo slogan FUJIFILM FinePix.

Dettagli

MASTER DI FOTOGRAFIA GENERALE

MASTER DI FOTOGRAFIA GENERALE MASTER DI FOTOGRAFIA GENERALE primo modulo (Ottobre-Novembre) 1 - Introduzione generale breve storia della fotografia. 2 - La Luce e la pellicola composizione e caratteristiche della pellicola; sensibilità

Dettagli

Nuovi toner HP ColorSphere

Nuovi toner HP ColorSphere Nuovi toner HP ColorSphere Nuove tecnologie e una speciale formulazione, frutto di oltre 20 anni di impegno nell'innovazione, garantiscono ai clienti HP risultati ottimali nella stampa laser a colori Troppo

Dettagli

Corso pratico di Informatica LA SCANSIONE DELL IMMAGINE. Autore. Prof. Renato Avato. Faenza, ottobre 2000. Scansione dell immagine. R.

Corso pratico di Informatica LA SCANSIONE DELL IMMAGINE. Autore. Prof. Renato Avato. Faenza, ottobre 2000. Scansione dell immagine. R. Corso pratico di Informatica LA SCANSIONE DELL IMMAGINE Autore Prof. Renato Avato Faenza, ottobre 2000 1 DIGITALIZZAZIONE DELL IMMAGINE 1.1 Considerazioni tecniche sulla scansione Le nuove tecnologie in

Dettagli

Le immagini digitali: introduzione

Le immagini digitali: introduzione Le immagini digitali: introduzione 1 L immagine digitale Un immagine pittorica è compsta da milioni di pigmenti colorati molto piccoli che, messi vicino l uno all altro, danno l impressione dei vari oggetti.

Dettagli

Riduzione del rumore con Photoshop Cs5. Immagini scattate con ISO elevati

Riduzione del rumore con Photoshop Cs5. Immagini scattate con ISO elevati Riduzione del rumore con Photoshop Cs5 Immagini scattate con ISO elevati Precedentemente abbiamo visto come ridurre il rumore elettronico con Photoshop Cs4, si svolgeva in due fasi, la prima leggera sul

Dettagli

All interno dei colori primari e secondari, abbiamo tre coppie di colori detti COMPLEMENTARI.

All interno dei colori primari e secondari, abbiamo tre coppie di colori detti COMPLEMENTARI. Teoria del colore La teoria dei colori Gli oggetti e gli ambienti che ci circondano sono in gran parte colorati. Ciò dipende dal fatto che la luce si diffonde attraverso onde di diversa lunghezza: ad ogni

Dettagli

FOTOGRAFIA DIGITALE GESTIONE BASE DEL COLORE VISUALIZZARE E STAMPARE CORRETTAMENTE LE IMMAGINI. A cura di Mauro Minetti

FOTOGRAFIA DIGITALE GESTIONE BASE DEL COLORE VISUALIZZARE E STAMPARE CORRETTAMENTE LE IMMAGINI. A cura di Mauro Minetti FOTOGRAFIA DIGITALE GESTIONE BASE DEL COLORE VISUALIZZARE E STAMPARE CORRETTAMENTE LE IMMAGINI Aprile 2005 A cura di Mauro Minetti INDICE CAPITOLI 1) PREMESSA 2) MONITOR E PROFILO COLORE 3) CALIBRAZIONE

Dettagli

EOS 500D. Comunicazioni alla stampa. Approfondimento. Canon Consumer Imaging SEGUE COMUNICATO COMPLETO

EOS 500D. Comunicazioni alla stampa. Approfondimento. Canon Consumer Imaging SEGUE COMUNICATO COMPLETO Canon Consumer Imaging Cliccando sul pulsante verde accedi alla pagina Internet da cui è possibile scaricare le foto ad alta risoluzione EOS 500D Approfondimento SEGUE COMUNICATO COMPLETO Tecnologia CMOS

Dettagli

Sensitometria in 1 0 capitoli

Sensitometria in 1 0 capitoli Sensitometria in 1 0 capitoli Capitolo 1 La sensitometria è quella branca della fisica che si propone di studiare il comportamento dei materiali fotosensibili, con particolare riferimento alle emulsioni

Dettagli

E-420 la più piccola al mondo la preferita dal pubblico femminile da chi fa fotografia naturalistica

E-420 la più piccola al mondo la preferita dal pubblico femminile da chi fa fotografia naturalistica Le reflex Olympus E-420 la più piccola al mondo la preferita dal pubblico femminile da chi fa fotografia naturalistica E-520 con una stabilizzazione eccellente perfetta per il viaggio E-3 la professionale

Dettagli

Corso di camera oscura b/n Fine Art

Corso di camera oscura b/n Fine Art Corso di camera oscura b/n Fine Art 8 incontri (24 ore) 1 - La camera oscura: presentazione delle attrezzature - Attrezzature fondamentali per lo sviluppo e la stampa. Tank di sviluppo e spirali avvolgi

Dettagli

Risoluzione di 400 e di 600 dpi per stampe e duplicati impeccabili in formato A3

Risoluzione di 400 e di 600 dpi per stampe e duplicati impeccabili in formato A3 Duplicatori digitali Risoluzione di 400 e di 600 dpi per stampe e duplicati impeccabili in formato A3 Straordinaria qualità di stampa digitale Priport JP5500 e JP8500 sono le soluzioni ideali che garantiscono

Dettagli

Epson Stylus Pro 4800 / 7800 / 9800 stampa di qualità superiore sia a colori che in bianco e nero

Epson Stylus Pro 4800 / 7800 / 9800 stampa di qualità superiore sia a colori che in bianco e nero Epson Stylus Pro 4800 / 7800 / 9800 stampa di qualità superiore sia a colori che in bianco e nero La tecnologia degli inchiostri a pigmenti Epson UltraChrome K3 offre una qualità straordinaria nella stampa

Dettagli

I,..., ~ '" di Mario Mazzoni

I,..., ~ ' di Mario Mazzoni '" 18 La tecnica della sep.araz:ione in dùe ba.gni, di un rivelatore, consente di ottenere risultati stupefacenti. Si può sbagliare esposizione di cinque,o sei diaf..é;lmmie lpéhicola così '" sviluppata

Dettagli

CINEMA CAMERAS TEST. Premessa. Modalita di svolgimento

CINEMA CAMERAS TEST. Premessa. Modalita di svolgimento CINEMA CAMERAS TEST Produzione: ADCOM Nicholas Ruffilli Camera: Tommaso Alvisi Colorist: Walter Cavatoi Camere Testate: ARRI ALEXA PANASONIC VARICAM 35 RED EPIC DRAGON SONY F55 Premessa Fare questo test

Dettagli

IL COLORE Principi tecnici

IL COLORE Principi tecnici IL COLORE Principi tecnici ECSA Emanuele Centonze SA - Via Luigi Favre 16-6828 Balerna T. 091.695 88 00 - F. 091.695 88 02 - www.ecsa.ch - shop.ecsa.ch Cos'è il colore? Il colore nasce dalla luce: la luce

Dettagli

Benvenuti al corso base di fotografia promosso dall Associazione L Istantanea Gruppo Fotografico di Massalengo.

Benvenuti al corso base di fotografia promosso dall Associazione L Istantanea Gruppo Fotografico di Massalengo. Benvenuti al corso base di fotografia promosso dall Associazione L Istantanea Gruppo Fotografico di Massalengo. Fotografia dal greco fotos grafos: disegnare con la luce, tutto ciò di cui ci occuperemo

Dettagli

La stampa Bianco e nero

La stampa Bianco e nero Speciale Bianco e Nero La stampa Bianco e nero È la parte più divertente e creativa del trattamento del bianconero. Per cominciare non serve una grande attrezzatura: basta un ingranditore, tre bacinelle,

Dettagli

Corso base fotografia digitale

Corso base fotografia digitale Corso base fotografia digitale Lezione numero 1: La macchina fotografica: evoluzione del congegno fotografico dal foro stenopeico alla macchina digitale. I formati delle pellicole e dei sensori: cenni

Dettagli

10 DOMANDE per iniziare a fare trading con gli Spread sulle Commodities

10 DOMANDE per iniziare a fare trading con gli Spread sulle Commodities 10 DOMANDE per iniziare a fare trading con gli Spread sulle Commodities 1. E difficile per un principiante fare trading con gli spread? A differenza di quanto potrebbe pensare un neofita, fare trading

Dettagli

Teoria del colore. Sintesi Cromatica Additiva RGB

Teoria del colore. Sintesi Cromatica Additiva RGB Teoria del colore A partire da tre colori Rosso, Verde, Blu è possibile generare tutta la rimanente scala cromatica mescolando con le dovute percentuali questa terna di riferimento. Si immagini di proiettare

Dettagli

La fotografia di paesaggio. di Aristide Torrelli 2008

La fotografia di paesaggio. di Aristide Torrelli 2008 La fotografia di paesaggio Luce, tecnica e visione di Aristide Torrelli 2008 Il percorso Cos è un paesaggio Vedere fotograficamente Comporre l immagine L obiettivo migliore La luce Scegliere la miglior

Dettagli

Tempi, diaframmi, sensibilità

Tempi, diaframmi, sensibilità Nicola Focci Settembre 2011 Questo articolo illustra i tre parametri fondamentali per utilizzare una macchina fotografica (tempi, diaframmi, sensibilità) e li «cala» nell operatività concreta (profondità

Dettagli

Fotografia Digitale: Glossario

Fotografia Digitale: Glossario GLOSSARIO BATTESIMI di BONIN GIOVANNI Fotografia Digitale: Glossario Sono numerose le sigle e i termini che si posso trovare nella fotografia digitale: ecco la spiegazione di alcuni tra i più importanti.

Dettagli

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu)

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Dipartimento DArTe A.A. 2015-2016 - Corso di Laurea Magistrale in Architettura Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) condotto

Dettagli

Nuovi Obiettivi Asferici TVCC 2004

Nuovi Obiettivi Asferici TVCC 2004 Nuovi Obiettivi Asferici TVCC 2004 Tecnologia delle Lenti Asferiche Quando la luce bianca, composta da una miscela di colori, entra in una lente, l indice di rifrazione visto dalle singole componenti cromatiche

Dettagli

Gestione dei colori. 7.2 Calibrazione dello scanner con la calibrazione IT8 di SilverFast

Gestione dei colori. 7.2 Calibrazione dello scanner con la calibrazione IT8 di SilverFast .2 Calibrazione dello scanner con la calibrazione IT8 di SilverFast Pulsante per l apertura del dialogo di Calibrazione IT8 colorato: la calibrazione IT8 è attiva grigio: la calibrazione IT8 è disattivata

Dettagli

Portate il colore nella vostra vita.

Portate il colore nella vostra vita. Bosch reinventa il modo di verniciare. Portate il colore nella vostra vita. Le pareti sono grigie e tristi oppure il rivestimento in legno è scolorito? Con i suoi sistemi di verniciatura, semplici da usare

Dettagli

L ESPOSIZIONE & MAPPA DELLA REFLEX. domenica 22 marzo 15

L ESPOSIZIONE & MAPPA DELLA REFLEX. domenica 22 marzo 15 L ESPOSIZIONE & MAPPA DELLA REFLEX Parleremo di : Caratteristiche dell 0biettivo Il Diaframma e le sue funzioni L otturatore e le sue caratteristiche L esposizione La coppia tempo diaframma l esposimetro

Dettagli

LABORATORIO PROFESSIONALE E "FINE ART"

LABORATORIO PROFESSIONALE E FINE ART LABORATORIO PROFESSIONALE E "FINE ART" LISTINO PREZZI 1 AGOSTO 2011 LABORATORIO PROFESSIONALE E "FINE ART" AGENZIA LUCE di Valentina Gariuolo - Via dei Capuano 8-34123 TRIESTE P.IVA: 00998270326 - COD.FISC.

Dettagli

Le funzioni innovative della Ricoh CX1

Le funzioni innovative della Ricoh CX1 Prova sul campo Le funzioni innovative della Ricoh CX1 Ricoh ha inserito nella CX1 una serie di funzioni innovative che sono di particolare interesse: dall estensione della gamma dinamica alla AF Multi

Dettagli

Guida alla qualità del colore

Guida alla qualità del colore Pagina 1 di 7 Guida alla qualità del colore Nella presente guida vengono descritte le opzioni disponibili sulla stampante per la regolazione e la personalizzazione della resa del colore. Menu Qualità Modalità

Dettagli

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in termini numerici.

Dettagli

Forza ai Colori. aniva

Forza ai Colori. aniva Forza ai Colori. aniva Premessa aniva consente la stampa di immagini, partendo dai dati di immagine, a livello della stampa fotografica. Oltre agli inchiostri per la stampa offset, a questo fine occorre

Dettagli

Tecnica fotografica: Sensibilità ISO.

Tecnica fotografica: Sensibilità ISO. Tecnica fotografica: Sensibilità ISO. Nel mondo della fotografia tradizionale la sensibilità ISO (in passato ASA) rappresenta la velocità del negativo fotografico. Poiché le camere digitali non usano il

Dettagli

Uno standard unico. Due soluzioni.

Uno standard unico. Due soluzioni. Uno standard unico. Due soluzioni. 6100 Sistema di radiologia digitale KODAK RVG 6100 5100 Sistema di radiologia digitale KODAK RVG 5100 6100 5100 Sistema di radiologia digitale KODAK RVG 6100 Sistema

Dettagli

Le stelle vanno a scuola CCD. M. Ciani, L. Donato, C. Zamberlan

Le stelle vanno a scuola CCD. M. Ciani, L. Donato, C. Zamberlan Le stelle vanno a scuola CCD M. Ciani, L. Donato, C. Zamberlan 1 Introduzione storica Nel 1969 presso i laboratori Bell di Murray Hill, New Jersey, già luogo di nascita del transistor, due ricercatori,

Dettagli

Una raccolta di foto di esempio SB-900

Una raccolta di foto di esempio SB-900 Una raccolta di foto di esempio SB-900 Questo opuscolo presenta tecniche, foto di esempio e una panoramica delle funzioni di ripresa flash possibili quando si utilizza un SB-900. It Scelta dello schema

Dettagli

ELABORAZIONI DI BASE DELLE FOTO CON L'USO DI PHOTOSHOP migliorare le proprie foto e produrre immagini di qualità

ELABORAZIONI DI BASE DELLE FOTO CON L'USO DI PHOTOSHOP migliorare le proprie foto e produrre immagini di qualità ELABORAZIONI DI BASE DELLE FOTO CON L'USO DI PHOTOSHOP migliorare le proprie foto e produrre immagini di qualità Questo breve tutorial illustra come effettuare le correzioni di base sulle foto, con l'uso

Dettagli

GELATINE GIUSOGEL. La Dolce Illuminazione

GELATINE GIUSOGEL. La Dolce Illuminazione GELATINE GIUSOGEL La Dolce Illuminazione Sistema di Rintracciabilità Interna in accordo alla norma UNI EN ISO 22005:2008 GIUSO: UN SECOLO DI INNOVAZIONE Giuso nasce nel 1919, in un piccolo laboratorio

Dettagli

Gruppo Forum Esperienze Fotografiche

Gruppo Forum Esperienze Fotografiche Gruppo Forum Esperienze Fotografiche A) Mostre Fotografiche periodiche tematiche C) Workshop sul campo B) Corsi personalizzati di Tecnica Fotografica D) Team Fotografici Luciano Bruno Alessandro Guidi

Dettagli

LINEA LEGNO. qualità delle finiture

LINEA LEGNO. qualità delle finiture LINEA LEGNO qualità delle finiture Per esterni ed interni Protezione e decorazione a poro aperto Adatto per perlinature, infissi, balaustre, poggioli, cancellate, mobili e oggetti d arredo vari Impregnante

Dettagli

ESPOSIZIONE A DESTRA

ESPOSIZIONE A DESTRA ESPOSIZIONE A DESTRA Introduzione L esposizione a destra rappresenta un importante metodo di lavoro nella fotografia digitale, che permette al fotografo di ottenere foto meno rumorose e qualitativamente

Dettagli

Introduzione all elaborazione di immagini Part II

Introduzione all elaborazione di immagini Part II Introduzione all elaborazione di immagini Part II Obiettivi delle tecniche di elaborazione di immagini: miglioramento di qualità (image enhancement) ripristino di qualità o restauro (image restoration)

Dettagli