Scale con rampe diritte. Scala rettilinea a una rampa. Scala rettilinea a due rampe. Scala destra a una rampa a chiocciola (con un quarto di giro)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scale con rampe diritte. Scala rettilinea a una rampa. Scala rettilinea a due rampe. Scala destra a una rampa a chiocciola (con un quarto di giro)"

Transcript

1 0.0 Scle di legno Scle di legno Le scle servono superre le differenze di ltezz. Nelle cse unifmiliri sono sovente costruite in legno. Un scl è definit tle se formt d lmeno tre sclini consecutivi, vle dire d tre lzte. L scl deve grntire l necessri sicurezz e comodità di utilizzo. Deve possedere un struttur grdevole ed essere costruit in modo corretto e funzionle. Le scle interne ed esterne degli edifici sono regolmentte dll normtiv Tipologi di scle e terminologi Le scle si differenzino in bse ll utilizzo, l tipo di costruzione nonché ll form e ll direzione dell rmp. Scle con rmpe diritte Scl rettiline un rmp Scl rettiline due rmpe Scl due rmpe contrrie Scle con rmpe diritte e chiocciol Scl destr due rmpe d ngolo Scl tre rmpe, doppio ngolo In bse l loro utilizzo si suddividono in scle principli e scle secondrie.le scle principli uniscono tr loro i singoli pini dell edificio.devono essere comodmente prticbili e permettere il trsporto di mobili o ltro. Sono definite scle indispensbili.le scle secondrie, come le scle di ccesso l sottotetto prticbile, sono generlmente più ripide delle scle principli e pertnto non così comode d utilizzre. Scl destr un rmp chiocciol (con un qurto di giro) Scle con rmpe chiocciol Scl sinistr un rmp, chiocciol in ingresso e in uscit Scl destr un rmp chiocciol (con mezzo giro) In bse ll form e ll direzione dell rmp,le scle rettilinee e le scle chiocciol si possono suddividere in scle sinistre oppure scle destre (Fig. ). Chiocciol due rmpe Chiocciol d nim pien Scl d rco d un rmp In bse l tipo di costruzione si suddividono in scle sponde come le scle incsso, innesto, morts o mezz morts; scle sell come le scle su trvi portnti; scle pensili e scle specili come le scle chiocciol d nim cv, le scle chiocciol d nim pien e le scle slvspzio Scle sponde Nel cso delle scle sponde, le estremità degli sclini sono inserite con un profondità di 0- mm nelle sponde. In bse ll form delle cvità presenti sulle sponde in cui si inseriscono le estremità degli sclini, le scle si differenzino in scle incsso, innesto, semimorts o morts. Le sponde sono fisste gli sclini centrli con delle viti per scle. Le sponde si differenzino in sponde prete e sponde libere. Come indicto dl nome, le sponde prete sono ppoggite ll prete e possono essere fisste quest ultim. Le sponde libere o vist si trovno sul lto esterno dell scl e devono essere dimensionte e strutturte per l funzione di supporto sttico sblzo. Figur : tipologie di scle secondo l form dell rmp. ltezz slit Lunghezz rmp Posizione spond Spond prete Pedt lzt Scrico inferiore Posizione spond Corrimno Corrimno Montnte di uscit ste ringhier st con rosett Sporgenz spond ciec Spond ciec ltezz solett Spond liber Vite Montnte di ingresso blocco Figur : definizione degli elementi di un scl sponde.

2 0 0 Lvori di finitur e di llestimento interno Rivestimento Le sponde sono rettilinee in cso di scle rmp diritt, mentre sono sgomte in bse ll ndmento degli sclini nel cso di scle chiocciol (Fig., pg. 9). d ttcco inferiore Figur : scl incsso. Vite per scl Spond Sezione - Scle incsso Nelle scle incsso, le perture per l ppoggio dei grdini sono posizionte in senso orizzontle su tutt l lrghezz dell spond.i grdini sporgono fino 0 mm dvnti ll spond e dietro i bordi dell spond. Le lzte, in questo cso, non si usno. ll scl può essere pplicto un rivestimento nell prte posteriore, con funzione di rinforzo e per impedire l vist ttrverso i grdini. L prte posteriore dei grdini in questo cso deve vere l giust inclinzione corrispondente ll inclinzione delle sponde e trovrsi rso con le sponde stesse. Di norm sono le scle secondrie essere costruite in questo modo (Fig. ). ttcco inferiore Figur : scl innesto. ttcco inferiore d ttcco spond superiore ttcco spond superiore Rivestimento d ttcco spond inferiore Figur : scl mezz morts. hw Vite per scl Spond Sezione - Lrghezz spond Vite per scl Spond Sezione - Scle innesto Nelle scle innesto, i grdini sporgono dll spond solo per l prte nteriore.i grdini possono essere intgliti lle estremità seguendo l inclinzione delle sponde, in modo che i bordi nteriori degli sclini pssino sopr l bordo superiore delle sponde. Nel cso di ppliczione di un rivestimento sull prte posteriore dell scl, questo si troverà tr le due sponde e ppoggerà sull prte posteriore dei grdini che vrà l giust inclinzione in bse ll inclinzione delle sponde. Poiché i grdini vengono inseriti sul dvnti, spingendoli nelle perture delle sponde, questo tipo di scl è chimto scl innesto (Fig. ). Scle mezz morts Nel cso delle scle mezz morts, i grdini risultno rientrti di precchi centimetri rispetto lle sponde, si sull prte nteriore che posteriore. In questo cso, non esistono le lzte. Mentre le scle incsso e innesto possono essere costruitesolormpdiritt,lsclmezzmorts può nche essere chiocciol. Grzie i grdini perti h un effetto più trsprente e leggero rispetto ll scl morts (Fig. ). L mortstur mnule dei grdini nelle sponde è effettut con sclpello d incisione, con l seg per spigoli e l pill d fondo. i giorni nostri, le gole che ccolgono i grdini sono relizzte perlopiù con fresture meccniche ottenute con frese mnuli verticli, con frestrici verticli o frestrici verticli controllo numerico. Le sponde devono essere collegte tr loro per mezzo di viti per scle o viti di fissggio i grdini.

3 0.0 Scle di legno Scle morts Le scle morts sono dotte si di grdini che di lzte.si le lzte che i grdini sono inseriti nelle sponde. L prte superiore delle lzte può essere inserit in gole presenti nel grdino mentre l prte inferiore può essere fisst con viti o chiodi sul bordo posteriore del grdino (Fig. ). Per impedire ll scl di scricchiolre durnte il trnsito, il bordo superiore dell lzt è lscito uno o due millimetri più lrgo nell prte centrle, in questo modo i grdini risulternno precricti l momento del loro fissggio (Fig. ). I grdini e le lzte sono collegti e fissti lle sponde per mezzo di viti per scle,ottenendo così un unic struttur portnte. I crichi sttici derivnti dl trnsito sull scl possono così essere riprtiti in modo vntggioso su più elementi dell scl stess Scle su trvi portnti Nel cso delle scle su trvi portnti,i grdini sono pplicti su trvi portnti di legnme mssello o lmellre. In questo modo, i grdini sporgono lterlmente e nteriormente rispetto lle trvi portnti.non utilizzndo le lzte in questo tipo di costruzione, l scl risult legger e trsprente soprttutto se dott di un unic trve portnte centrle. Per l portt delle trvi è fondmentle l loro ltezz e il loro spessore. Le trvi portnti sono dotte di mensole, piedi di ppoggio o supporti costituiti d brre pitte di cciio per l ppoggio dei grdini. In csi prticolri i grdini sono strutturti blocco e direttmente pplicti sull trve portnte (Fig. ). lzt ttcco spond superiore ttcco inferiore Figur : scl morts. ttcco spond inferiore Figur : fissggio preliminre dei grdini. Lrghezz dell spond h w Vite per scl Spond Sezione - % soprlzo di lunghezz del grdino Mensol Grdini su profilto di cciio Brr modellt Il piede dell lzt prolungto divent st di ringhier Mensol di legno Cvigli Cvigli Trve portnte Vite di legno in mssello ppoggio posteriore Cvigli Trve portnte Grdini su piedi metllici Trve portnte Trve portnte multistrto Grdini su mensole incviglite Grdini incvigliti Figur : tipi di struttur di scle ppoggite su trvi.

4 0 Lvori di finitur e di llestimento interno Scle pensili Nelle scle pensili, i grdini sono ppesi brre di trzione di metllo. Le brre di trzione trsmettono i crichi ll struttur dell solio o del tetto, oppure l corrimno. Le brre di trzione pssno ttrverso due sclini sovrpposti e fissti l uno ll ltro. Se i grdini sono ppesi entrmbe le estremità, l scl dovrà essere ssicurt nche per i crichi e i movimenti che giscono trsverslmente rispetto ll rmp. I movimenti possono nche essere ssorbiti d un corrimno oppure dll ncorggio dei singoli grdini ll prete di cs dicente ll scl. Per le scle che vengono ppese l corrimno, il corrimno divent elemento portnte e pertnto deve essere costruito come le trvi portnti.le scle pensili sono costruzioni specili per l cui omologzione sono necessri controlli prticolri (Fig. ) Scle specili pprtengono lle scle specili nche le scle chiocciol d nim cv e le scle chiocciol d nim pien. Hnno pint form circolre (tlvolt qudrt) e generlmente collegno solo due pini ll interno di bitzioni privte (Figg. e ). Le scle slvspzio hnno un form prticolre.l loro lrghezz misur solo d 0 0 cm e sono molto ripide poiché, grzie ll loro prticolre struttur, ogni grdino equivle un doppi lzt. Si deve slire quest scl inizindo con il piede giusto. Quest scl specile non è mmess nelle costruzioni per uso bittivo. Mncorrente portnte Brr di trzione Bussol distnzile Ddo 0 9 Mncorrente Brr di trzione Vist Vist 0 Distnzile Ddo Pint Pint Figur : scle pensili. Figur: sclchioccioldnimcv. Figur: sclchioccioldnimpien.

5 0.0 Scle di legno 0.0. Terminologi e concetti reltivi dimensioni ed elementi dell scl I concetti reltivi lle dimensioni delle scle definiscono come devono essere misurte le scle. Questi concetti, insieme lle definizioni degli elementi che compongono l scl, iutno lvorre con mggior chirezz (Fig. ) Profilo di ingombro e re di trnsito delle scle Le lrghezze nette delle rmpe e l ltezz pssnte sono regolmentte dlle norme in mteri. Le norme ntincendio prescrivono per esempio, specifiche dimensioni minime: lrghezz nett dei grdini (re di trnsito) di.00 mm,lzte di 0 mm e pedte di 00 mm (Figg. e ). Profondità t p Pinerottolo Corrimno Pinerottolo Rmp Rmp di uscit Luce nett Pinerottolo Rmp normle Muro portnte Rmp intermedi Scl domestic ltezz del pino h Questi vlori possono essere diversi ll interno di un bitzione privt, dove l lrghezz dei grdini può scendere 00 mm. ll interno dell re di trnsito deve trovrsi l line delle rmpe che suddividono l scl in bse l rpporto prescelto tr slit e lrghezz dell pedt. L line dell rmp è indict in pint con un cerchio sul grdino di ingresso e un frecci sul grdino di uscit (Fig. ) Rpporto di slit e regol per il dimensionmento degli sclini Il rpporto tr l ltezz del grdino o l inclinzione dell slit (s) e l lrghezz dell pedt () è detto rpporto di slit. Deve misurre circ :9 (circ 0º) per un scl comod di un bitzione. L lunghezz medi del psso dell uomo misur cm. Poiché con un psso si superno sull scl due lzte e un pedt, si ottiene così l formul per il dimensionmento dei grdini (Fig., pg. ). Sezione trsversle Pint Lrghezz pinerottolo Lrghezz scl Line di rmp Profondità Lunghezz rmp Luce pinerottolo Luce dell scl Lrghezz grdino Figur : terminologi reltiv lle dimensioni dell scl. 90 oppure 0 ltezz ringhier 0 Lrghezz grdino ltezz corrimno Corrimno Lunghezz rmp Luce nett Figur : profilo d ingombro dell scl. Lrghezz utile dell rmp re di trnsito Lto stretto dei grdini Digrmm dell re di trnsito di chiocciol cv e chiocciol pien Figur : ree di trnsito sulle scle. Lto mncorrente re di trnsito Digrmm dell re di trnsito su chiocciol pien Lto chiocciol

6 Dolci 0 Lvori di finitur e di llestimento interno Formul per il dimensionmento dei grdini: ltezz del psso, cm Scle piolierte 0 Inclinzione Figur : rpporto di slit. ltezz del psso in cm,,,,, Scle di cs scomode Scle di cs comode 0 Scle per strutture pubbliche Inclinzione ttenut Lunghezz del psso cm s Lunghezz del psso in cm ngolo di inclinzione Figur : determinzione disegno del rpporto di slit. Slit s Bordo del grdino Pedt re di bttut Scrico inferiore u Figur : definizioni reltive l grdino. H cm Tn α = = = 0, cm Tn α = 0, inclinzione α con,0 s H L G α L G Pedt Slit ltezz del pino Lunghezz dell rmp ngolo di inclinzione α α L G = cm 9 s 0 re di ppoggio lzt Figur : quote per l determinzione del rpporto di slit. H = cm lzte (s) + pedt () = cm s + = s = Formul per l comodità: pedt () lzt (s) = cm (in cso di scle con inclinzione di 0º) Formul per l sicurezz: pedt () + lzt (s) = cm = s Qundo l ngolo di inclinzione dell scl è noto, il rpporto di slit può nche essere determinto disegno (Fig. ). Di norm il rpporto di slit viene determinto clcolo (vedi esempio). Esempio di clcolo di un scl non soggett norm ntincendio: l ltezz del pino dl pvimento OK del pino terr l pvimento OK del º pino misur cm. L scl deve essere comod e l ltezz dell lzt deve misurre circ cm. Dti certi: H = cm; s = cm Soluzione:. Numero di lzte = : =, Scelto: lzte. Numero delle pedte: = numero delle lzte = =. ltezz dell lzt: ltezz del pino H s = numero delle lzte cm s = =, cm. Lrghezz dell pedt () = cm x l ltezz dell lzt (s) () = cm, cm () =, cm scelto 9 cm. Lunghezz dell line dell rmp Lg = numero delle pedte x lrghezz delle pedte () = 9 cm = cm. Formul per l comodità: 9 cm cm = cm. Formul per l sicurezz: 9 cm + cm = cm

7 0.0 Scle di legno 0.0. Curvtur delle scle Nelle scle chiocciol i grdini dell scl devono vere un trtto llrgto in modo che l scl poss essere utilizzt con comodità e il corrimno e le sponde pssino in modo rmonico dll ndmento rettilineo quello curvo. Per l sicurezz è importnte che l lrghezz più piccol dell pedt negli sclini llrgti, misurt cm dll curv, non si inferiore 0 cm. Nel cso di scle ntincendio norm il lto stretto del grdino, 0 cm dl limite interno del grdino, non si inferiore 0 cm. Per clcolre l curvtur delle scle possono essere utilizzti diversi procedimenti. Nell esempio e nell esempio è stto pplicto il metodo squdr (Figg. e ). F B L =l+ L L B ngolre L b R 9 0 r 9 M Ι L e L formno ciscuno un segmento B b llrgmento simmetrico sull sse ΙΙ -, le lrghezze corrispondono λ: E B D 90 =, = L + L F b C Figur : curvtur di un scl un qurto di giro con il metodo squdr. d ngolo L B L b 9 0 B D 90 C F B L = + L d ingresso R r Ι di uscit E LBe Lb formno ciscuno un qudrnte =, = L + L F b Figur : curvtur di un scl mezzo giro con il metodo squdr.

8 0 Lvori di finitur e di llestimento interno Profondità t p Lrghezz b p Profondità t p Lrghezz b p Lrghezz b p Profondità t p Figur : indiczione delle dimensioni dei pinerottoli. Oppure Figur : profondità del pinerottolo. 0 0 Rosett Rosone / Supporto mncorrente Cubo // Figur : mncorrenti e ringhiere. Profondità = lmeno lrg come l rmp Pinerottoli dell scl I pinerottoli dell scl sono ree dell scl costruite ll inizio o ll fine di un rmp di scl. Di norm, le rmpe più lunghe dell scl, per e- sempio,quelle necessrie tr i pini lti,sono interrotte d pinerottoli intermedi. Per l mssim comodità di trnsito, l profondità del pinerottolo dovrebberiferirsilmodulodicm(oessereun multiplo di cm) + cm di pedt (Fig. ) Ringhiere dell scl Le ringhiere dell scl sono composte dl corrimno e dgli elementi di riempimento come pnnelli di legno, vetro oppure ste di cciio o di legno. Le ringhiere dell scl hnno il compito di proteggere dlle cdute si in direzione dell rmp che d ngolo retto, e di essere d iuto durnte il trnsito per l scl. Devono inoltre vere un funzione di rredmento. L ltezz del corrimno delle ringhiere norm deve misurre 00 cm dl pvimento del pinerottolo. Se l scl deve essere norm, deve essere dott nche di fermpiede. Il corrimno montto prete deve rispettre le norme ntincendio e per disbili (Fig. ). In generle, le ringhiere non devono inoltre vere elementi orizzontli che permettno lo scvlcmento d prte di bmbini non sorvegliti. L ringhier dell scl deve essere montt sul pinerottolo e sull rmp un ltezz tle d impedire i bmbini piccoli di scivolre ttrverso di ess. Nel cso di rmpe delle scle,un ddo di 0 cm di lto non deve poter pssre ttrverso le perture dell ringhier.l distnz tr le ste verticli dell ringhier non deve ltresì superre 0 cm (Fig. ). Esercizio Descrivete le diverse tipologie di scl in bse ll form dell rmp. Confrontte i diversi tipi di scle chiocciol. Spiegte l struttur di un scl ppoggit su trve portnte e indicte tre possibilità di fissggio dei grdini sull trve portnte. Esponete l formul per il dimensionmento del grdino e spiegte d dove deriv. Indicte un buon rpporto di slit per un scl di cs d bitzione privt. Clcolte l lunghezz dell rmp, il numero delle lzte e delle pedte nonché il rpporto di slit di un scl che debb coprire un ltezz del pino di, m e l cui lzt (s) debb misurre circ cm. Indicte l ltezz di un corrimno ed elencte le funzioni di un ringhier di scl. Eseguite uno schizzo di un scl due rmpe con pinerottolo intermedio, riportndo sullo schizzo l lrghezz e l profondità del pinerottolo.

Scala di sicurezza, Palazzo della Ragione, Milano

Scala di sicurezza, Palazzo della Ragione, Milano Scl di sicurezz, Plzzo dell Rgione, Milno Er importnte che l scl fosse progettt in modo d essere legger, trsprente e visivmente utonom rispetto l contesto storico. In seguito ll intervento di conservzione

Dettagli

NORME APPLICABILI ALLE ARMATURE 9

NORME APPLICABILI ALLE ARMATURE 9 QUADERNO III Strutture in clcestruzzo rmto e legno CALCESTRUZZO ARMATO Sched N : NORME APPLICABILI ALLE ARMATURE 9 Not generle: le indiczioni nel seguito riportte sono trtte dlle norme frncesi BAEL 91

Dettagli

1.11.2 Requisiti della base da verniciare

1.11.2 Requisiti della base da verniciare 1.11 Protezione superficile di finestre e portefinestre Tbel: ctegorie di vernicitur per finestre e portefinestre di legno Protezione superficile Veltur 4 Vernice coprente Ctegori di legno 6 I II III I

Dettagli

Linea di mobili in metallo per la realizzazione di postazioni di lavoro complete

Linea di mobili in metallo per la realizzazione di postazioni di lavoro complete Line di mobili in metllo per l relizzzione di postzioni di lvoro complete NEW Nuovi cssetti Cssetti con mniglie in lluminio. Nuovo sistem di guide Guide telescopiche con ortizzmento in fse di chiusur.

Dettagli

BOZZA. 1 2a S/2 S/2. Lezione n. 27. Le strutture in acciaio Le unioni bullonate Le unioni saldate

BOZZA. 1 2a S/2 S/2. Lezione n. 27. Le strutture in acciaio Le unioni bullonate Le unioni saldate Lezione n. 7 Le strutture in cciio Le unioni bullonte Le unioni sldte Unioni Le unioni nelle strutture in cciio devono grntire un buon funzionmento dell struttur e l derenz dell stess llo schem sttico

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "FERMI"

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE FERMI ISTITUTO TECNICO INDUSTIALE STATALE "EMI" TEVISO GAA NAZIONALE DI MECCANICA 212 ropost di soluzione rim rov cur di Benetton rncesco (vincitore edizione 211 unzionmento: L gru bndier girevole sopr riportt

Dettagli

PORTE PROGET MULTIUSO REI 30 REI 60 - REI 120

PORTE PROGET MULTIUSO REI 30 REI 60 - REI 120 PORTE PROGET MULTIUSO REI 30 REI 60 - REI 120 14 15 INDICE PORTE PROGET PAGINA INDICE PORTE PROGET 16 ILLUSTRAZIONI PORTE PROGET 17 18 TIPOLOGIE/CERTIFICATI PORTE PROGET REI 30 E REI 60 AD UNA ANTA 19

Dettagli

tubi corrugati in polietilene

tubi corrugati in polietilene tubi corrugti in polietilene Sistemi integrli per trsporto ed il trttmento dei fluidi tubi corrugti in polietilene istino cvidotti e drenggi PERETE INTERNA PRODOTTA CON PE ADDITIVATO PER FACIITARE O SCORRIMENTO

Dettagli

Veneziane e tende tecniche

Veneziane e tende tecniche DECORAZIONE 04 Montre Venezine e tende tenihe 1 Gli ttrezzi LIVELLA A BOLLA RIGHELLO METRO TRAPANO VITI E TASSELLI MATITA CACCIAVITE SEGA PER METALLO TAGLIALAMELLE PER VENEZIANE FORBICI PER TENDE A RULLO

Dettagli

Problemi di collegamento delle strutture in acciaio

Problemi di collegamento delle strutture in acciaio 1 Problemi di collegmento delle strutture in cciio Unioni con bulloni soggette tglio Le unioni tglio vengono generlmente utilizzte negli elementi compressi, quli esempio le unioni colonn-colonn soggette

Dettagli

Sistema d'ancoraggio Monotec Cassaforma a telaio Framax Xlife

Sistema d'ancoraggio Monotec Cassaforma a telaio Framax Xlife 999805705-03/2014 it I tecnici delle csseforme. Sistem d'ncorggio Monotec ssform telio rmx Xlife Informzioni prodotto Istruzioni di montggio e d'uso 9764-445-01 Introduzione Informzioni prodotto Sistem

Dettagli

L EVOLUZIONE DELLA PORTA TAGLIAFUOCO IN LEGNO! TANGANICA BIANCO CILIEGIO ROVERE WENGÉ VERT.

L EVOLUZIONE DELLA PORTA TAGLIAFUOCO IN LEGNO! TANGANICA BIANCO CILIEGIO ROVERE WENGÉ VERT. MODELLI/FINITURE L EVOLUZIONE DELLA PORTA TAGLIAFUOCO IN LEGNO! Porte tglifuoco serie ECONOM in legno rivestite in CPL e certificte secondo l norm Europe UNI EN 1634-1. Estetic superiore ll medi d un prezzo

Dettagli

COMUNE DI MARINA DI GIOIOSA JONICA (Provincia di Reggio Calabria)

COMUNE DI MARINA DI GIOIOSA JONICA (Provincia di Reggio Calabria) COMUNE DI MARINA DI GIOIOSA JONICA (Provinci di Reggio Clbri) Ristrutturzione locli comunli di vi Frtelli Rosselli, rchivio, per l relizzzione di un centro giovnile "You & Me" Progetto Giovni, leglità,

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2002 Sessione straordinaria

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2002 Sessione straordinaria ESAME DI STAT DI LICE SCIENTIFIC CRS DI RDINAMENT 00 Sessione strordinri Il cndidto risolv uno dei due problemi e 5 dei 0 quesiti in cui si rticol il questionrio. PRBLEMA Con riferimento un sistem monometrico

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Gruppo Imr ISTRUZIONI DI MONTAGGIO collettori sul tetto Figur 1 - I collettori DB possono essere montti fcilmente con il sistem di montggio per l sovrpposizione ll fld d due persone, senz necessità di

Dettagli

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

Cinematica ed equilibrio del corpo rigido

Cinematica ed equilibrio del corpo rigido omportmento meccnico dei mterili rtteristiche di sollecitione inemtic ed equilirio del corpo rigido rtteristiche di sollecitione efiniione delle crtteristiche Esempio 1: trve rettiline Esempio : struttur

Dettagli

N.B.: E consentito, se ritenuto opportuno, mantenere il numero dei bulloni indicato nel disegno e le dimensioni delle squadrette.

N.B.: E consentito, se ritenuto opportuno, mantenere il numero dei bulloni indicato nel disegno e le dimensioni delle squadrette. ESONERO DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI DEL 6/0/007 Esercizio n Si dt un trve di cciio HEA 600 sull qule ppoggi, con un vincolo cernier, un trve secondri del tipo IPE. Sull trve secondri è pplicto un crico

Dettagli

DUOSTEEL 25. Canne Fumarie Doppia Parete Coibentazione 25 mm. Canne fumarie in acciaio Inox

DUOSTEEL 25. Canne Fumarie Doppia Parete Coibentazione 25 mm. Canne fumarie in acciaio Inox Cnne Fumrie Doppi Prete Coibentzione 25 mm Cnne fumrie in cciio Inox CERTIFICAZIONI Cnne fumrie Doppi Prete INDICE 1 Elemento diritto mm 250... pg. 4 2 Elemento diritto mm 500... pg. 4 3 Elemento dritto

Dettagli

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto 7 I costi dell impres 7.1. Per l combinzione di equilibrio dei due input, si ved il grfico successivo. L pendenz dell line di isocosto e` pri ll opposto del rpporto tr i prezzi dei fttori: -10 = 2 = -5.

Dettagli

UNITÀ DI GUIDA E SLITTE

UNITÀ DI GUIDA E SLITTE UNITÀ DI GUIDA E SLITTE TIPOLOGIE L gmm di unità di guid e di slitte proposte è molto mpi. Rggruppimo le guide in fmiglie: Unità di guid d ccoppire cilindri stndrd Si trtt di unità indipendenti, cui viene

Dettagli

Pareti verticali Cappotto esterno

Pareti verticali Cappotto esterno Preti verticli Cppotto esterno L isolmento termico dei fbbricti dll esterno, comunemente detto cppotto, h vuto le sue prime ppliczioni lcuni decenni f e ncor oggi costituisce uno dei sistemi di isolmento

Dettagli

Unità 3 Metodi particolari per il calcolo di reti

Unità 3 Metodi particolari per il calcolo di reti Unità 3 Metodi prticolri per il clcolo di reti 1 Cos c è nell unità Metodi prticolri per il clcolo di reti con un solo genertore Prtitore di tensione Prtitore di corrente Metodi di clcolo di reti con più

Dettagli

Profili standard disponibili a magazzino

Profili standard disponibili a magazzino Profili stndrd disponiili mgzzino PROFILO MT Per ctene rullo semplice...pgin 4 PROFILO MT Per ctene rullo doppio...pgin 5 PROFILO MT Per ctene rullo triplo... Pgin 6 PROFILO ME Per ctene rullo semplice...pgin

Dettagli

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423 Comune di Poviglio Provinci di Reggio Emili Relzione illustrtiv dell Delierzione Consilire di pprovzione, dei coefficienti e prmetri di conversione che ssicurno l equivlenz tr le definizioni e le modlità

Dettagli

Superfici di Riferimento (1/4)

Superfici di Riferimento (1/4) Superfici di Riferimento (1/4) L definizione di un superficie di riferimento nsce dll necessità di vere un supporto mtemtico su cui sviluppre il rilievo eseguito sull superficie terrestre. Tle superficie

Dettagli

Teoria di Jourawski. 1. Sezione ad T. Lê2 L Lê2. à Soluzione

Teoria di Jourawski. 1. Sezione ad T. Lê2 L Lê2. à Soluzione eori di Jourwski ü [A.. 0-03 : ultim revisione 4 gennio 03] Si pplic l teori di Jourwski l fine di clcolre l distribuzione di tensioni tngenzili su lcune sezioni soggette sforzo di tglio.. Sezione d ê

Dettagli

La Cinematica Un punto materiale si muove lungo una circonferenza di raggio 20 cm con frequenza di 5,0 Hz.

La Cinematica Un punto materiale si muove lungo una circonferenza di raggio 20 cm con frequenza di 5,0 Hz. Un punto mterile si muove luno un circonferenz di rio cm con frequenz di 5, Hz. Clcolre l velocità tnenzile ed il numero di iri compiuti in s. R L velocità tnenzile l clcolimo ttrverso l su definizione:

Dettagli

del 21 gennaio 2008 NORME DI ACCETTAZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CARRI SERIE UAAI DOTATI DI DISPOSITIVI SPECIALI

del 21 gennaio 2008 NORME DI ACCETTAZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CARRI SERIE UAAI DOTATI DI DISPOSITIVI SPECIALI NEIF n 5 del 21 gennio 2008 Direzione Ingegneri, Sicurezz e Qulità di Sistem Direttore NEIF n 5 del 21 gennio 2008 in vigore dl ricevimento NORME DI ACCETTAZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CARRI SERIE UAAI DOTATI

Dettagli

Edizione dicembre 2010 - Rev 0. Manuale per l applicazione dell immagine coordinata

Edizione dicembre 2010 - Rev 0. Manuale per l applicazione dell immagine coordinata Edizione dicembre 20 - Rev 0 Mnule per l ppliczione dell immgine coordint 1 Mnule per l ppliczione dell immgine coordint 1 Presentzione 2 Elementi bse Logotipo generico 3-4 Logotipo d personlizzre 5-8

Dettagli

ELEMENTI DI STABILITA

ELEMENTI DI STABILITA tbilità Per stbilità di un nve si intende, in generle, l fcoltà di conservre l su posizione di equilibrio, cioè l su ttitudine resistere lle forze che tendono inclinrl e l cpcità di rddrizzrsi spontnemente

Dettagli

LINEA Aquera Soluzioni modulari di griglie di drenaggio e ventilazione.

LINEA Aquera Soluzioni modulari di griglie di drenaggio e ventilazione. Aquer LINEA Aquer Soluzioni modulri di griglie di drenggio e ventilzione. L'mbiente urbno è prte integrnte dell nostr società modern. Questo h portto d un incremento delle zone edificte crtterizzte d superfici

Dettagli

Infissi esterni. on line. il percorso ELEMENTI DELLA COSTRUZIONE

Infissi esterni. on line. il percorso ELEMENTI DELLA COSTRUZIONE 10 il percorso Tipi di serrmenti e di schermi Prti costituenti i serrmenti e gli schermi Crtteristiche tecniche e tecniche di montggio degli infissi esterni Le fccite continue Prestzioni dei serrmenti

Dettagli

Gioco Interno Tipologie e Norme

Gioco Interno Tipologie e Norme Gioco Interno Tipologie e Norme Per gioco interno si intende l misur complessiv di cui un nello si può spostre rispetto ll ltro in direzione oppost. E necessrio distinguere fr gioco rdile e gioco ssile.

Dettagli

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo 232 Definizione ed ttitudini 232 Serie 233 Vrinti 233 Tollernze e giochi 234 Elementi di clcolo 236 Crtteristiche

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

10 Progetto con modelli tirante-puntone

10 Progetto con modelli tirante-puntone 0 Progetto con modelli tirnte-puntone 0. Introduzione I modelli tirnte-puntone (S&T Strut nd Tie) sono utilizzti per l progettzione delle membrture in c.. che non possono essere schemtizzte come solidi

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 14 del 30/11/2012 ARGOMENTO: IMPOSTA SOSTITUIVA TFR 2013 Scde il prossimo 16 dicembre il termine per pgre l impost sostitutiv sul TFR. Tle impost rppresent l nticipo di tsse dovute

Dettagli

Attuatori pneumatici fino 700 cm 2 Tipo 3271 e Tipo 3277 per montaggio integrato del posizionatore

Attuatori pneumatici fino 700 cm 2 Tipo 3271 e Tipo 3277 per montaggio integrato del posizionatore Attutori pneumtici fino cm Tipo e Tipo per montggio integrto del posiziontore Appliczione Attutore linere per il montggio su vlvole di regolzione, soprttutto per l Serie,, e vlvol microflusso Tipo dimensione

Dettagli

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione Conversione A/D e D/A Per il trttmento dei segnli sempre più vengono preferite soluzioni di tipo digitle. È quindi necessrio, in fse di cquisizione, impiegre dispositivi che convertno i segnli nlogici

Dettagli

grawo -Il modulo salva energia

grawo -Il modulo salva energia grwo -Il modulo slv energi per il risprmio energetico Profilo superiore d incstro Mrctur d incstro (devono sempre coincidere!) Mrctur d tglio orizzontle Mrctur d tglio verticle Mrctur di giunzione verticle

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

ANCORANTI CHIMICI EV II TASSELLO CHIMICO STRUTTURALE. Scheda tecnica rev. 1

ANCORANTI CHIMICI EV II TASSELLO CHIMICO STRUTTURALE. Scheda tecnica rev. 1 Sched tecnic rev. 1 EV II TASSELLO CHIMICO STRUTTURALE ncornte chimico d iniezione in resin epossicrilto/vinilestere bicomponente d ltissim resistenz Che cos'è È un ncornte chimico d iniezione composto

Dettagli

Attuatori pneumatici 1400, 2800 e 2 x 2800 cm² Tipo 3271 Comando manuale Tipo 3273

Attuatori pneumatici 1400, 2800 e 2 x 2800 cm² Tipo 3271 Comando manuale Tipo 3273 Attutori pneumtici 00, 00 e x 00 cm² Tipo Comndo mnule Tipo Appliczione Attutore linere per il montggio su vlvole di regolzione Serie 0, 0 e 0 Dimensione: 00 e 00 cm² Cors: fino 0 mm Gli ttutori pneumtici

Dettagli

Progetto LO 100 di Andrea Sacchetti andreasacchetti1965@gmail.com scala 1:4 Tavola 4 S 6061 sp 9% al 31% 1b

Progetto LO 100 di Andrea Sacchetti andreasacchetti1965@gmail.com scala 1:4 Tavola 4 S 6061 sp 9% al 31% 1b tgli d effetture per fcilitre l'sportzione prim del rivestimento del dorso e crere lo spzio per i portionett 1 1 le centine d 1 4 sono di compensto di etull d 4 mm, per le centine d 5 15 si può usre compensto

Dettagli

Determinare la posizione del centro di taglio della seguente sezione aperta di spessore sottile b << a

Determinare la posizione del centro di taglio della seguente sezione aperta di spessore sottile b << a Determinre l posizione del centro di tglio dell seguente sezione pert di spessore sottile

Dettagli

TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA

TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA Scuol di specilizzzione in: Allevmento, igiene, ptologi delle specie cqutiche e controllo dei prodotti derivti TECNOLOGIE PER L ACUACOLTURA PROF. MASSIMO LAZZARI Anno ccdemico 007-008 L movimentzione meccnic

Dettagli

MGMD srl PORTE E PORTONI TAGLIAFUOCO E MULTIUSO. Via Libertà, 171-90143 Palermo. Tel. 091.343828-091.349929 Fax. 091.6265934 e-mail: info@mgmd.

MGMD srl PORTE E PORTONI TAGLIAFUOCO E MULTIUSO. Via Libertà, 171-90143 Palermo. Tel. 091.343828-091.349929 Fax. 091.6265934 e-mail: info@mgmd. MGMD srl Vi Liertà, 171-90143 Plermo Tel. 091.343828-091.349929 Fx. 091.6265934 e-mil: info@mgmd.it PORTE E PORTONI TAGLIAFUOCO E MULTIUSO Tutte le misure indicte si intendono in mm ILLUSTRAZIONI Porte

Dettagli

Prova n. 1 LEGER TEST

Prova n. 1 LEGER TEST Prov n. 1 LEGER TEST Descrizione L prov si svolge su un percorso delimitto d due coni, posti ll distnz di 20 mt l uno dll ltro. Il cndidto deve percorrere spol l distnz tr i due coni, pssndo dll velocità

Dettagli

Hörmann schede tecniche

Hörmann schede tecniche Porte tglifuoco Sfer e Mtrix Rei 60-120 Vlido dl 01. 06. 2009 2009 Hörmnn schede tecniche PORTE SFERA INDICE PORTE SFERA ILLUSTRAZIONI - PORTE SFERA TIPOLOGIE/CERTIFICATI - PORTE SFERA AD UNA E DUE ANTE

Dettagli

Temi speciali di bilancio

Temi speciali di bilancio Università degli Studi di Prm Temi specili di bilncio Le imposte (3) Il consolidto fiscle nzionle RIFERIMENTI Normtiv Artt. 117 129 del TUIR Art. 96 del TUIR Prssi contbile Documento OIC n. 25 Documento

Dettagli

Maturità scientifica, corso di ordinamento, sessione ordinaria 2000-2001

Maturità scientifica, corso di ordinamento, sessione ordinaria 2000-2001 Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone Mturità scientific, corso di ordinmento, sessione ordinri 000-001 PROBLEMA 1 Si consideri l seguente relzione tr le vribili reli x, y: 1 1 1 +

Dettagli

Teoremi di geometria piana

Teoremi di geometria piana l congruenz teoremi sugli ngoli γ teorem sugli ngoli complementri Se due ngoli sono complementri di uno stesso ngolo α β In generle: Se due ngoli sono complementri di due ngoli congruenti α γ β teorem

Dettagli

Larghezza 910 mm. Grafi9 ARMADI A 3 VANI

Larghezza 910 mm. Grafi9 ARMADI A 3 VANI 9 103 Grfi 9 Lrghezz 910 L serie è crtterizzt d un lrghezz estern di 910 (892 utile interno). 6 ltezze di ingomro disponiili d 490 1840. Tutte le esecuzioni sono disponiili in due profondità: 330 e 460.

Dettagli

www.scuolainweb.altervista.org Problemi di Fisica La Cinematica Moti unidimensionali Moti nel piano 1. Moti unidimensionali

www.scuolainweb.altervista.org Problemi di Fisica La Cinematica Moti unidimensionali Moti nel piano 1. Moti unidimensionali Problemi di Fisic Moti unidimensionli Moti nel pino. Moti unidimensionli Problem N. Rppresentre grficmente le seguenti leggi del moto rettilineo uniforme e commentrle: ) S 0 -t ) S 5t 3) S -0 + 3t 4) S

Dettagli

A-1) VALORI DI COSTRUZIONI GENERALMENTE CLASSATE IN CAT.RIE D/1, D/7 e D/8.

A-1) VALORI DI COSTRUZIONI GENERALMENTE CLASSATE IN CAT.RIE D/1, D/7 e D/8. VALORI TABELLARI DA UTILIZZARSI PER LE STIME DI UNITA IMMOBILIARI RIENTRANTI NELLE CATEGORIE A DESTINAZIONE SPECIALE O PARTICOLARE PER LA PROVINCIA DI VERONA. (VALORI DI COSTRUZIONE A NUOVO RIFERITI AL

Dettagli

PAGINA INDICE GENERALE 01 PRESENTAZIONE DITTA 02 PORTE UNIVER REI 60 REI 120 04 21 PORTE PROGET MULTIUSO REI 30 REI 60 REI 120 22 85

PAGINA INDICE GENERALE 01 PRESENTAZIONE DITTA 02 PORTE UNIVER REI 60 REI 120 04 21 PORTE PROGET MULTIUSO REI 30 REI 60 REI 120 22 85 EDIZIONE 11/07 INDICE GENERALE PAGINA INDICE GENERALE 01 PRESENTAZIONE DITTA 02 PORTE UNIVER REI 60 REI 120 04 21 PORTE PROGET MULTIUSO REI 30 REI 60 REI 120 22 85 PORTE MULTIUSO REVER 86 92 PORTONI GIREVOLI

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

CLASSI PRIME 2013/14

CLASSI PRIME 2013/14 LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B. GRASSI CLASSI PRIME 2013/14 INDICAZIONI DI LAVORO PER LA SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO IN FISICA Liceo scientifico e liceo delle scienze pplicte In relzione lle esigenze del secondo

Dettagli

Ventilazione residenziale. VMC con recupero di calore. I benefici. Valore aggiunto all edificio

Ventilazione residenziale. VMC con recupero di calore. I benefici. Valore aggiunto all edificio I benefici L VMC (Ventilzione Meccnic Controllt) doppio flusso con recupero di clore è un soluzione semplice d instllre, ltmente efficce per grntire il ricmbio d ri continuo, 24 ore su 24, in tutt l cs

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

CA SA A NZIA NI C A S L A NO - 2

CA SA A NZIA NI C A S L A NO - 2 S NZI NI S L NO - 2 LEGEND :. NUOV S NZINI. INGRESSO PRINIPLE. INGRESSO ENTRO DIURNO E NOTTURNO D. PRHEGGI E. INGRESSO VEIOLRE UTORIMESS F. ORTE G. GIRDINO OMUNE H. GIRDINO PROTETTO D + 0.00 H + 6.50 G

Dettagli

I Teoremi di Green, della divergenza (o di Gauss) e di Stokes

I Teoremi di Green, della divergenza (o di Gauss) e di Stokes I Teoremi di Green, dell divergenz o di Guss e di Stokes In R Si un sottoinsieme limitto di R semplice rispetto d entrmbi gli ssi crtesini con costituit dll unione di un numero finito di sostegni di curve

Dettagli

m kg M. 2.5 kg

m kg M. 2.5 kg 4.1 Due blocchi di mss m = 720 g e M = 2.5 kg sono posti uno sull'ltro e sono in moto sopr un pino orizzontle, scbro. L mssim forz che può essere pplict sul blocco superiore ffinchè i blocchi si muovno

Dettagli

-STRUTTURE DI LEWIS SIMBOLI DI LEWIS

-STRUTTURE DI LEWIS SIMBOLI DI LEWIS STRUTTURE DI LEWIS SIMBLI DI LEWIS ELETTRI DI VALEZA: sono gli elettroni del guscio esterno, i responsbili principli delle proprietà chimiche di un tomo e quindi dell ntur dei legmi chimici che vengono

Dettagli

Quarta Esercitazione di Fisica I 1. Problemi Risolti

Quarta Esercitazione di Fisica I 1. Problemi Risolti Qurt Esercitzione di Fisic I 1 Problemi Risolti 1. Sul cruscotto pitto dell mi uto è ppoggito un libro di 1.5 kg il cui coefficiente di ttrito sttico con il pino d'ppoggio è µ = 0.3. mssim velocità secondo

Dettagli

Ottica ondulatoria. Interferenza e diffrazione

Ottica ondulatoria. Interferenza e diffrazione Ottic ondultori Interferenz e diffrzione Interferenz delle onde luminose Sorgenti coerenti: l differenz di fse rest costnte nel tempo Ond luminos pin che giunge su uno schermo contenente due fenditure

Dettagli

Movimentazioni lineari

Movimentazioni lineari Sistemi lineri I sistemi lineri ACK sono costituiti d 2 brre d cciio sezione circolre temprte e rettificte in tollernz h e nche cromte nei dimetri. A richiest in ccioi inox. Sono montte rigide e prllele

Dettagli

" Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6

 Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6 CAPITOLO 6 Clcolo integrle 6. Integrle indefinito L nozione fondmentle del clcolo integrle è quell di funzione primitiv di un funzione f (). Tle nozione è in qulche modo speculre ll nozione di funzione

Dettagli

N Tariffa Descrizione articolo Unita' di misura

N Tariffa Descrizione articolo Unita' di misura Elenco Prezzi Intervento reltivo ll qulità delle infrstrutture scolstiche, l'ecostostenibilità e l sicurezz degli edifici scolstici; potenzire le strutture per grntire l prtecipzione delle persone diversmente

Dettagli

COMPENDIO DI COSTRUZIONI

COMPENDIO DI COSTRUZIONI ISTITUTO TECNICO STATALE PER GEOETRI "G. ARTINO" ROA COPENDIO DI COSTRUZIONI * * * Prof. Arch. Domenico Ntle * II * 993-94 rev 003 INDICE SCHEDE Unità di misur.0 Sttic: le forze. Corpi rigidi vincolti.3

Dettagli

Figura 47: i ponti termici possono essere causati da discontinuità dei materiali o da discontinuità geometriche.

Figura 47: i ponti termici possono essere causati da discontinuità dei materiali o da discontinuità geometriche. Prestzioni PONTI TERMICI Normlmente il clcolo delle dispersioni termiche di un edificio viene svolto considerndo che le temperture interne ed esterne sino costnti (Regime Termico tzionrio). Questo signific

Dettagli

IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. per a = - 2 vale:

IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. per a = - 2 vale: IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. Complet.. Un espressione letterle è.... Per clcolre il vlore numerico di un espressione letterle isogn...... c. Non si possono ssegnre lle lettere che compiono

Dettagli

30 quesiti. 1 Febbraio 2011. Scuola... Classe... Alunno... Copyright 2011 Zanichelli Editore SpA, Bologna

30 quesiti. 1 Febbraio 2011. Scuola... Classe... Alunno... Copyright 2011 Zanichelli Editore SpA, Bologna verso LA RILEVAZIONE INVALSI SCUOLA SECONDARIA DI secondo GRADO PROVA DI Mtemtic 30 quesiti Febbrio 0 Scuol... Clsse... Alunno... e b sono numeri reli che verificno quest uguglinz: Qunto vle il loro prodotto?

Dettagli

DUOSTEEL GD. Canne Fumarie Doppia Parete Grandi Diametri Coibentazione 50 mm. Canne fumarie in acciaio Inox

DUOSTEEL GD. Canne Fumarie Doppia Parete Grandi Diametri Coibentazione 50 mm. Canne fumarie in acciaio Inox Cnne Fumrie Doppi Prete Grndi Dimetri Coientzione 50 mm Cnne fumrie in cciio Inox Cnne fumrie Doppi Prete Grndi Dimetri INDICE 1 Elemento diritto mm 500... pg. 3 2 Elemento diritto mm 1000... pg. 3 3 Elemento

Dettagli

a cura di: ing. Ernesto Grande e.grande@unicas.it http://www.docente.unicas.it/ernesto_grande

a cura di: ing. Ernesto Grande e.grande@unicas.it http://www.docente.unicas.it/ernesto_grande Università degli Studi di Cssino Progetto di Strutture Costruzioni i in Acciio i cur di: ing. Ernesto Grnde e.grnde@unics.it http://www.docente.unics.it/ernesto_grnde t it/ t d Testi consigliti 1. G. Bllio,

Dettagli

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60 Per l Anno Scolstico 2015/2016 l Deliber di Giunt Comunle n.25 del 16.04.2015 d oggetto: Determinzione dei criteri e ppliczione delle triffe dei servizi comunli introitti dl Comune nno 2015. Ricognizione

Dettagli

IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. per a = - 2 vale:

IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. per a = - 2 vale: IL CALCOLO LETTERALE: I MONOMI Conoscenze. Complet.. Un espressione letterle è un scrittur in cui compiono operzioni tr numeri rppresentti, tutti o in prte, d lettere. Per clcolre il vlore numerico di

Dettagli

www.frank-italy.com egcobox isolamento termico calcolo secondo EC 2

www.frank-italy.com egcobox isolamento termico calcolo secondo EC 2 www.rnk-itly.com egcobox isolmento termico clcolo secondo EC 2 FRANKtem Tecnologie per l` edilizi FRANK Itly S.r.l. D ormi oltre 40 nni l ditt FRANK è l ditt leder nell mbito di costruzioni in cemento

Dettagli

Istituto Professionale di Stato per l Industria e l Artigianato Giancarlo Vallauri. Classe I H

Istituto Professionale di Stato per l Industria e l Artigianato Giancarlo Vallauri. Classe I H Istituto Professionle di Stto per l Industri e l Artiginto Gincrlo Vlluri Clsse I H ALUNNO CLASSE Ulteriore ripsso e recupero nche nei siti www.vlluricrpi.it (dip. mtemtic recupero). In vcnz si può trovre

Dettagli

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Al termine di ciscun periodo d impost, dopo ver effettuto le scritture di ssestmento e rettific,

Dettagli

Siano α(x), β(x) due funzioni continue in un intervallo [a, b] IR tali che. α(x) β(x).

Siano α(x), β(x) due funzioni continue in un intervallo [a, b] IR tali che. α(x) β(x). OMINI NORMALI. efinizione Sino α(), β() due funzioni continue in un intervllo [, b] IR tli che L insieme del pino (figur 5. pg. ) α() β(). = {(, ) [, b] IR : α() β()} si chim dominio normle rispetto ll

Dettagli

Si noti che da questa definizione segue che il punto C è il punto medio del segmento PP'. Figura 1

Si noti che da questa definizione segue che il punto C è il punto medio del segmento PP'. Figura 1 APITOLO 3 LE SIMMETRIE 3. Richimi di teori Definizione. Si dto un punto del pino; si chim simmetri centrle di centro (che si indic con il simbolo s ) l corrispondenz dl pino in sé che d ogni punto P del

Dettagli

Calcolo letterale. 1) Operazioni con i monomi. a) La moltiplicazione. b) La divisione. c) Risolvi le seguenti espressioni con i monomi.

Calcolo letterale. 1) Operazioni con i monomi. a) La moltiplicazione. b) La divisione. c) Risolvi le seguenti espressioni con i monomi. Clcolo letterle. ) Operzioni con i monomi. ) L moltipliczione. ) L divisione. c) Risolvi le seguenti espressioni con i monomi. ) I polinomi. ) Clcol le seguenti somme di polinomi. ) Applic l proprietà

Dettagli

Nome.Cognome classe 5D 18 Marzo 2014. Verifica di matematica

Nome.Cognome classe 5D 18 Marzo 2014. Verifica di matematica Nome Cognome cls 5D 18 Mrzo 01 Problem Verific di mtemtic In un sistem di riferimento crtesino Oy, si consideri l funzione: ln f ( > 0 0 e si determini il vlore del prmetro rele in modo tle che l funzione

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO. RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA SEDI STRADALI DI MACHERIO E BAREGGIA (ai sensi dell art. 17 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n.

PROGETTO ESECUTIVO. RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA SEDI STRADALI DI MACHERIO E BAREGGIA (ai sensi dell art. 17 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. Comune di Mcherio Provinci di Monz e Brinz Allegto 3 PROGETTO ESECUTIVO RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA SEDI STRADALI DI MACHERIO E BAREGGIA (i sensi dell rt. 17 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207) ELENCO

Dettagli

Stemma Istituzionale

Stemma Istituzionale 7 Stemm Logotipo 1.16 Dinmiche Specili del Formt di Comuniczione Lo del Comune di Prto è composto d due elementi: stemm e logotipo. In csi eccezionli, lo Stemm può essere utilizzto singolrmente, senz l

Dettagli

dr Valerio Curcio Le affinità omologiche Le affinità omologiche

dr Valerio Curcio Le affinità omologiche Le affinità omologiche 1 Le ffinità omologiche 2 Tringoli omologici: Due tringoli si dicono omologici se le rette congiungenti i punti omologhi dei due tringoli si incontrno in un medesimo punto. Principio dei tringoli omologici

Dettagli

Workbook 2-35. Statica 36-49. Resistenza al fuoco 50-53. Estetica 54-55. Ecologia 56-73. Isolamento acustico 74-89. Acustica del locale 90-101

Workbook 2-35. Statica 36-49. Resistenza al fuoco 50-53. Estetica 54-55. Ecologia 56-73. Isolamento acustico 74-89. Acustica del locale 90-101 2-35 Sttic 36-49 Resistenz l fuoco 50-53 Estetic 54-55 Ecologi 56-73 Isolmento custico 74-89 Acustic del locle 90-101 Isolmento termico 102-113 Progettzione esecutiv Workook 114-121 122-127 Montggio Multifunzionle

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO IV FACOLTÀ Ingegneria Aerospaziale I Appello di Fisica Sperimentale A+B 17 Luglio 2006

POLITECNICO DI MILANO IV FACOLTÀ Ingegneria Aerospaziale I Appello di Fisica Sperimentale A+B 17 Luglio 2006 POLITECNICO DI MILANO IV FACOLTÀ Ingegneri Aerospzile I Appello di Fisic Sperimentle A+B 7 Luglio 6 Giustificre le risposte e scrivere in modo chiro e leggibile. Sostituire i vlori numerici solo ll fine,

Dettagli

INTERVALLI NELL INSIEME R

INTERVALLI NELL INSIEME R INTEVALLI NELL INSIEME Lo studio dell topologi (1) (dl greco "nlysis situs" ossi "studio del luogo") dell'insieme è di fondmentle importnz per gli rgomenti e i prolemi di nlisi infinitesimle. Il "luogo"

Dettagli

Legno Lamellare D10. Guida dell'utente. Friedrich + Lochner GmbH 2006. F+L im Internet www.frilo.de E-Mail: info@frilo.de

Legno Lamellare D10. Guida dell'utente. Friedrich + Lochner GmbH 2006. F+L im Internet www.frilo.de E-Mail: info@frilo.de Legno Lmellre D10 Guid dell'utente Friedrich + Lochner GmbH 006 F+L im Internet www.frilo.de E-Mil: info@frilo.de D10 Guid dell'utente, Versione 1/006 Progrmm D10 1 F+L- Progrmm: D10 Questo mnule inform

Dettagli

2 x = 64 (1) L esponente (x) a cui elevare la base (2) per ottenere il numero 64 è detto logaritmo (logaritmo in base 2 di 64), indicato così:

2 x = 64 (1) L esponente (x) a cui elevare la base (2) per ottenere il numero 64 è detto logaritmo (logaritmo in base 2 di 64), indicato così: Considerimo il seguente problem: si vuole trovre il numero rele tle che: = () L esponente () cui elevre l bse () per ottenere il numero è detto ritmo (ritmo in bse di ), indicto così: In prticolre in questo

Dettagli

Definizioni fondamentali

Definizioni fondamentali Definizioni fondmentli Sistem scisse su un rett 1 Un rett si ce orientt qundo su ess è fissto un verso percorrenz Dti due punti qulsisi A e B un rett orientt r, il segmento AB che può essere percorso d

Dettagli

Travi soggette a taglio e momento flettente

Travi soggette a taglio e momento flettente Trvi soggette tglio e momento flettente Qundo i crichi o i momenti hnno vettori perpendicolri ll sse si prl di sollecitzioni su trvi o bems Il pino di inflessione è quello ove giscono i crichi e che contiene

Dettagli

Esercizi sulle curve in forma parametrica

Esercizi sulle curve in forma parametrica Esercizi sulle curve in form prmetric Esercizio. L Elic Cilindric. Dt l curv di equzioni prmetriche: xt cos t yt sin t t 0 T ] > 0 b IR zt bt trovre: versore tngente normle binormle vettore curvtur rggio

Dettagli

Installazione e manutenzione

Installazione e manutenzione Instllzione e mnutenzione per ttrezztur con tubo guid singolo 893008/04 2 INDICE Questo "mnule di instllzione e mnutenzione" rigurd l'ttrezztur con singolo tubo guid per mixer serie 400, 430-480 Introduzione

Dettagli

Copyright by Allestimenti Palladio snc

Copyright by Allestimenti Palladio snc I principli tipi d interventi mmessi ll detrzione Irpef del 36% Ecco un elenco esemplifictivo d interventi mmissibili fruire dell detrzione Irpef. In ogni cso, deve essere verifict l conformità lle normtive

Dettagli

FLESSIONE E TAGLIO (prof. Elio Sacco)

FLESSIONE E TAGLIO (prof. Elio Sacco) Cpitolo FLESSIONE E TALIO (prof. Elio Scco). Sollecitzione di flessione e tglio Si esmin il cso in cui l risultnte delle tensioni genti sull bse dell trve x = L consist in un forz tglinte V, tlechev e

Dettagli