REGOLAMENTO. Articolo 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO. Articolo 1"

Transcript

1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima linea, l assetto per lo svolgimento delle attività associative, culturali, sociali, turistiche e sportive per i soci. Articolo 1 Il Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori, di seguito denominato C.R.A.L. S.U.N., di cui agli artt. 1 e 2 dello Statuto, promuove le manifestazioni e le attività culturali, sociali, turistiche e sportive riservate ai soci ordinari, regolarmente iscritti, curando, nel contempo, la crescita associativa, sociale e culturale del Circolo anche attraverso l adesione ed il comune lavoro con analoghi Organismi. Indice le attività e le Manifestazioni di cui agli artt. 2 e 3 del presente Regolamento e secondo quanto stabilito dai successivi artt.11 e 12. Articolo 2 Le attività e le manifestazioni, di cui all art.2 dello Statuto, punti a) ed e), cui partecipano i soci aderenti all Associazione e, di conseguenza, in regola con il versamento delle quote associative e delle eventuali quote di iscrizione, nonché i loro familiari, sono indette e programmate annualmente, approvate da parte dell Assemblea Generale e gestite dal Responsabile designato dal Consiglio Direttivo. Articolo 3 Le attività e le manifestazioni comunque promosse, debbono rispondere ai sottoelencati requisiti nonché essere governate dalle sottoelencate regole di carattere generale: Requisiti: 1) essere corredate da tutte le indicazioni circa i programmi di svolgimento, indicazioni delle località, dei prezzi, della logistica, dei costi presunti di gestione e da quant altro caratterizzi la manifestazione o l attività; 2) contenere, nella proposta, chiare indicazioni di previsione economica e di fonti di finanziamento; Regole: 1) Il Consiglio Direttivo, dopo l approvazione della manifestazione e della attività, deve contribuire fattivamente, agli impegni organizzativi secondo quanto appresso stabilito fornendo al Responsabile designato, entro e non oltre i tempi previsti dal programma: a) le fonti dei finanziamenti per la realizzazione della manifestazione; b) il pagamento delle anticipazioni o quote di iscrizione spettanti ai partecipanti e/o quant altro richiesto dalla manifestazione; c) il numero esatto dei partecipanti con chiaramente indicate le sistemazioni logistiche; d) gli eventuali margini di incertezza circa le eventuali aggiunte di partecipanti o eventuali rinunzie.

2 Il Collegio dei Sindaci è autorizzato, in qualsiasi momento, ad eseguire controlli sulla corretta contabilità, anche per quanto attiene gli aspetti strettamente fiscali (bolli, IVA, ecc.). Articolo 4 Gli organi di governo del C.R.A.L. S.U.N. garantiscono, secondo quanto stabilito dall art.2, punti c) e d) dello Statuto, legale rappresentanza a tutti i propri associati, nei riguardi di ogni struttura pubblica e privata, e, nel contempo, si impegnano a fornire ai Soci tutte le informazioni necessarie ad una corretta vita associativa in tutti i suoi aspetti. Articolo 5 Il C.R.A.L. S.U.N., per il conseguimento degli obiettivi di cui all art.2 dello Statuto, si adopererà per il reperimento dei mezzi finanziari necessari al finanziamento delle iniziative, come previsto dall art.3 dello Statuto.Per quanto attiene le attività e le manifestazioni si renderà necessario, da parte dei soci partecipanti contribuire alle spese mediante pagamento di una quota di iscrizione, proposta di volta in volta dal Responsabile della attività o manifestazione ed approvata dal Consiglio Direttivo. Articolo 6 La normativa, di cui all art. 4 dello Statuto, che definisce la qualifica di Socio Ordinario del C.R.A.L. S.U.N., in ottemperanza a norme statutarie dell'a.n.c.i.u.(ass. Nazionale Circoli Italiani Universitari), deve essere integrata dalle seguenti disposizioni. Possono partecipare alle manifestazioni sportive a carattere nazionale, previa selezione da parte dei responsabili del CRAL, i sottoelencati dipendenti: personale docente in servizio e/o in quiescenza di I e II fascia, ricercatori, assistenti, incaricati e a contratto relativamente alla loro permanenza in servizio. Personale tecnico-amministrativo e/o in quiescenza, a tempo indeterminato, in part-time e con contratto a tempo determinato relativo al tempo di servizio. Altro personale con rapporto di subordinazione: titolare di dottorato di ricerca e titolare di assegni di ricerca. In ogni caso, il Socio deve: - essere in regola con il versamento della quota associativa annuale, nei tempi e nei modi stabiliti, pena l esclusione dal diritto di voto e dalla partecipazione alle manifestazioni, oltre le eventuali sanzioni di cui all art.5 dello Statuto (morosità). In riferimento alla legge 31/12/96 n.675, a tutela della privacy, con l'adesione, il socio autorizza il CRAL-SUN a divulgare il proprio recapito lavorativo ad Enti, Ditte, etc., esclusivamente a scopo promozionale e per pubblicizzare i servizi offerti. Articolo 7 La decadenza, di cui all art.5 dello Statuto, deve intendersi come conseguenza della non ottemperanza di quanto contemplato nel presente Regolamento.In ogni caso, su proposta del Consiglio Direttivo, il Collegio dei Probiviri giudicherà le pratiche istruite, fornendo all assemblea dei soci, convocabile anche in via straordinaria, tutte le motivazioni necessarie per un sereno e imparziale giudizio.

3 Articolo 8 L Assemblea dei Soci costituisce a norma dell art.7 dello Statuto, l Organo Sovrano del C.R.A.L. S.U.N. Articolo 9 Se nel corso dell Assemblea Generale si rende necessaria una votazione a scrutinio segreto, di cui all art.8 dello Statuto, l Assemblea stessa nomina 2 scrutatori ed un Presidente, i quali gestiscono la votazione stessa predisponendo tutto il materiale necessario. Articolo 10 Per quanto attiene le elezioni degli Organi di Governo e di gestione del C.R.A.L. S.U.N. di cui agli artt. 7,8,9,10,11,12,13 e 14 dello Statuto, queste sono regolamentate dalle norme di cui al presente articolo, oltre che dalle norme dell apposito regolamento elettorale: a) l Assemblea Generale, convocata prima della scadenza del quadriennio, nomina una Commissione Elettorale Centrale, composta di 5 membri compreso il Presidente della Commissione cui spetta il compito di predisporre tutto quanto necessario alla elezione del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Sindaci Revisori, del Collegio dei Probiviri e del Tesoriere, di raccogliere e pubblicizzare le candidature stabilendo, altresì, i tempi ed i modi di presentazione; b) il Consiglio Direttivo viene eletto a scrutinio segreto indicando, su apposita scheda elettorale 3 preferenze. Vengono eletti i 10 candidati che hanno riportato il maggior numero di voti. A parità di voti vince il dato anagrafico (maggiore età); c) il Collegio dei Sindaci Revisori viene eletto a scrutinio segreto indicando, su apposita scheda elettorale, 2 preferenze. Vengono eletti i 3 Sindaci effettivi ed 1 supplente che hanno riportato il maggior numero di voti. A parità di voti vince il dato anagrafico (maggiore età); d) il Collegio dei Probiviri viene eletto a scrutinio segreto indicando, su apposita scheda elettorale, 2 preferenze. Vengono eletti i 3 Probiviri ed 1 supplente che hanno riportato il maggior numero di voti. A parità di voti vince il dato anagrafico (maggiore età); e) il Tesoriere viene eletto a scrutinio segreto indicando, su apposita scheda elettorale, 1 preferenza.viene eletto colui che avrà riportato il maggior numero di voti. A parità di voti vince il dato anagrafico (maggiore età); f) la Commissione Elettorale Centrale redige il verbale delle votazioni e proclama gli eletti.il verdetto della Commissione è insindacabile. Sono elettori ed eleggibili tutti i Soci che risultino regolarmente iscritti al CRAL-SUN al mese immediatamente antecedente alla data della indizione delle elezioni. Non possono essere eletti nel Consiglio Direttivo, a norma del presente Regolamento i Soci: a) componenti delle Segreterie Sindacali accreditati presso l Amministrazione Universitaria; b) rappresentanti del personale nelle R. S. U. e negli Organi dell Università; c) facenti parte di altri Organi ricreativi e/o sociale presenti nell amministrazione Universitaria. Articolo 11 Il Consiglio Direttivo, a norma di quanto previsto dall art.10 dello Statuto, è il Responsabile Organizzativo di tutte le Iniziative e le Manifestazioni.E presieduto dal Presidente che conferisce ai singoli membri incarichi di lavoro e/o deleghe secondo le seguenti tematiche: 1) Formazione ed Iniziative Culturali; 2) Ecologia, Servizi Sociali, Volontariato; 3) Turismo e Tempo Libero;

4 4) Arte e Spettacoli; 5) Attività Sportive; 6) Attività Ricreativa under 18; 7) Tesseramento e Finanze; 8) Attività Promozionale e Marketing; 9) Informazione e Stampa; 10) Relazioni e Orientamento. In caso di attività, manifestazioni, iniziative di ogni settore, che riguardino aspetti organizzativi, compartecipazioni, cofinanziamenti, alto patrocinio ed in genere, qualunque atto da concordare e/o ratificare con l Amministrazione Universitaria, questi aspetti saranno di competenza dell apposito delegato nominato dal Rettore, che interagisca e partecipi fattivamente con il Consiglio Direttivo per il raggiungimento degli obbiettivi statutari.ciascun consigliere è incaricato di curare un settore specifico dove, per il buon andamento del proprio settore, dovrà predisporre una programmazione annuale da presentare all Assemblea, previa ratifica del Consiglio Direttivo, curandone l organizzazione e la gestione, all interno del quale potranno essere nominate e costituite, in occasione delle attività e delle manifestazioni, apposite Commissioni Tecniche, composte da non più di 5 membri.le Commissioni Tecniche sono ratificate dal Consiglio Direttivo.Il Responsabile del settore assume piena responsabilità degli atti posti in essere dalla propria Commissione Tecnica, sia per la composizione (eventuali sostituzioni di membri), sia per l efficienza. Al termine di ogni Manifestazione il Responsabile del settore presenta al Consiglio Direttivo ampia e documentata relazione nonché il bilancio consuntivo della Manifestazione. Il Consiglio Direttivo esamina le proposte di Manifestazioni presentate dai Responsabili di settore prima della Assemblea Generale di programmazione, ne valuta la congruenza e la fattibilità e la inserisce nel calendario annuale da sottoporre all approvazione dell Assemblea Generale stessa. Articolo 12 Le manifestazioni e le attività possono costituire, a norma di quanto stabilito dall art.15 dello Statuto, fonte di autofinanziamento del C.R.A.L. S.U.N. Pertanto, la parte economica delle manifestazioni e attività sono regolamentate dalle seguenti norme: a) la proposta di una manifestazione o attività deve contenere un bilancio di previsione, dove siano chiaramente indicate le fonti di finanziamento (quote di iscrizione, sponsor, i presumibili costi, ecc.); b) il Collegio dei Sindaci Revisori può intervenire in qualsiasi momento, per un esame della regolarità della gestione economica. DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE Il presente Regolamento costituisce parte integrante dello Statuto. L adesione al C.R.A.L. S.U.N. comporta, da parte dei Soci, la totale ottemperanza alle norme dello Statuto e del Regolamento stesso. La quota di iscrizione dei soci che faranno formale richiesta di adesione durante il primo anno di esistenza della stessa, sarà totalmente gratuita. Successivamente alle prime elezioni degli organi gestionali, saranno stabiliti i criteri per la sua determinazione e la sua riscossione. Ogni anno, in fase di approvazione del bilancio di previsione, si possono determinare nuovi importi delle quote di adesione, da sottoporre all approvazione della Assemblea dei Soci. In ogni caso, la quota non potrà essere superiore allo 0,5% della retribuzione ordinaria mensile lorda di ciascun socio del CRAL-SUN. Nella fase iniziale di gestione dell Associazione da parte dei soci promotori, vige comunque l impossibilità di deroga alle norme statutarie ed alle legislazioni vigenti in materia, se non disposta

5 dalle apposite norme inserite nelle disposizioni transitorie contenute nello Statuto e nel presente Regolamento. Eventuali proposte di modifica del presente Regolamento, dovranno essere comunicate al Direttivo da parte dei Soci, che le prenderà in esame, verificandone i requisiti di legittimità. Norme transitorie Il presente Regolamento approvato dall Assemblea Straordinaria di Napoli del sostituisce quelli approvati a Napoli in data 27/03/03 ed in data 12/12/03. Napoli, 30 dicembre 2010

Regolamento dell Associazione Noi del Tosi

Regolamento dell Associazione Noi del Tosi Regolamento dell Associazione Noi del Tosi Disposizioni preliminari Art. I Con questo regolamento interno l Associazione Noi dell Enrico Tosi intende darsi un insieme di norme pratiche atte a favorire

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RINNOVO DELLE CARICHE APAM

REGOLAMENTO PER IL RINNOVO DELLE CARICHE APAM REGOLAMENTO PER IL RINNOVO DELLE CARICHE APAM 1. Premesse 1.1 Il presente documento, regolamento interno di A.P.A.M., ha la finalità di coordinare le operazioni preparatorie ed elettorali relative alle

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE PRAUGRANDE

STATUTO ASSOCIAZIONE PRAUGRANDE Indice generale Art.1 Costituzione e sede...1 Art.2 Durata dell Organizzazione...1 Art.3 Carattere dell Organizzazione...1 Art.4 Scopi dell Organizzazione...1 Art.5 Requisiti dei soci...2 Art.6 Ammissione

Dettagli

STATUTO C.R.A.L. CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DIPENDENTI DEL COMUNE DI PERUGIA

STATUTO C.R.A.L. CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DIPENDENTI DEL COMUNE DI PERUGIA STATUTO C.R.A.L. CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DIPENDENTI DEL COMUNE DI PERUGIA ART.1 - COSTITUZIONE E costituita una Associazione tra i dipendenti del Comune di Perugia senza scopo di lucro,

Dettagli

Regolamento interno del Coordinamento delle associazioni di volontariato della provincia di Treviso Testo approvato dall Assemblea del 28 aprile 2007

Regolamento interno del Coordinamento delle associazioni di volontariato della provincia di Treviso Testo approvato dall Assemblea del 28 aprile 2007 Regolamento interno del Coordinamento delle associazioni di volontariato della provincia di Treviso Testo approvato dall Assemblea del 28 aprile 2007 Art. 1 - Soci Ciascun membro del Coordinamento che

Dettagli

STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE DEI LAVORATORI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO

STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE DEI LAVORATORI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE DEI LAVORATORI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO TITOLO I COSTITUZIONE, SCOPO, COMPOSIZIONE ART. 1 ORIGINE - SEDE DURATA I lavoratori dell Università degli

Dettagli

BCC LAB Associazione Giovani Soci BCC San Vincenzo de Paoli di Casagiove

BCC LAB Associazione Giovani Soci BCC San Vincenzo de Paoli di Casagiove BCC LAB Associazione Giovani Soci BCC San Vincenzo de Paoli di Casagiove STATUTO SOCIALE Art. 1 - Costituzione e sede Ai sensi delle disposizioni del Codice Civile in tema di Associazioni, e delle leggi

Dettagli

STATUTO. Associazione ANCeSCAO Lazio Coordinamento Regionale del Lazio dell Associazione nazionale centri Sociali, Comitati Anziani e Orti

STATUTO. Associazione ANCeSCAO Lazio Coordinamento Regionale del Lazio dell Associazione nazionale centri Sociali, Comitati Anziani e Orti STATUTO Associazione ANCeSCAO Lazio Coordinamento Regionale del Lazio dell Associazione nazionale centri Sociali, Comitati Anziani e Orti Articolo1 COSTITUZIONE E costituita l Associazione ANCeSCAO Lazio,

Dettagli

Statuto e Regolamento dell Associazione Culturale VIOLA VIVE

Statuto e Regolamento dell Associazione Culturale VIOLA VIVE Statuto e Regolamento dell Associazione Culturale VIOLA VIVE Art. 1 Costituzione, denominazione e sede E costituita l Associazione Culturale VIOLA VIVE con sede legale nel Comune di Viola in via Martini

Dettagli

In esenzione di imposta di bollo e di registro ai sensi del articolo 8 della legge 266/91

In esenzione di imposta di bollo e di registro ai sensi del articolo 8 della legge 266/91 STATUTO In esenzione di imposta di bollo e di registro ai sensi del articolo 8 della legge 266/91 Art. 1. Denominazione, sede e durata a) E costituita un Associazione di volontariato - ai sensi degli artt.

Dettagli

STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI

STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI TITOLO I STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI COSTITUZIONE - SEDE - DURATA - SCOPI Articolo 1- Costituzione, Sede e Durata E costituito il Gruppo Aziendale Agenti

Dettagli

STATUTO GIORNALISTI SPECIALIZZATI ASSOCIATI

STATUTO GIORNALISTI SPECIALIZZATI ASSOCIATI STATUTO ART. 1 La Denominazione E costituita l Associazione apartitica, apolitica e senza scopo di lucro denominata o, più brevemente GSA, di seguito denominata Associazione. L Associazione ha tempo indeterminato

Dettagli

ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE

ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE STATUTO ANDISU ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE E costituita l Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario (A.N.DI.S.U.). Di essa possono far parte tutti gli organismi

Dettagli

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI VIGILI DEL FUOCO COMO STATUTO

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI VIGILI DEL FUOCO COMO STATUTO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI VIGILI DEL FUOCO COMO STATUTO Art.1 - Istituzione C.R.A.L. Si è liberamente costituito per volontà dei lavoratori del Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Como

Dettagli

Statuto CRAL INFN BARI INDICE

Statuto CRAL INFN BARI INDICE Statuto CRAL INFN BARI INDICE Titolo I - Costituzione Art. 1 - Denominazione Art. 2 - Sede Art. 3 - Tipologia Art. 4 - Durata Art. 5 - Scopi e Finalità Titolo II - Membri dell Associazione Art. 6 - Soci

Dettagli

ASSOCIAZIONE ADER CALABRIA ONLUS REGOLAMENTO ELETTORALE

ASSOCIAZIONE ADER CALABRIA ONLUS REGOLAMENTO ELETTORALE ASSOCIAZIONE ADER CALABRIA ONLUS REGOLAMENTO ELETTORALE ===================================== ARTICOLO 1. Campo di applicazione Il presente Regolamento, adottato ai sensi dell art. 19 dello Statuto Sociale,

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE PRAEMIUM SANCTI MARTINI

STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE PRAEMIUM SANCTI MARTINI STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE PRAEMIUM SANCTI MARTINI Art. 1 Costituzione, denominazione e sede 1.1 Viene costituita l Associazione Culturale Praemium Sancti Martini con sede legale nel Comune di Vigo

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE...

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... ARTICOLO N 1 - Costituzione dell ASSOCIAZIONE. A norma dell art. 18 della Costituzione Italiana e degli articoli 36-37-38 del Codice Civile, del D/Lgs 460/97, della Legge 383/2000

Dettagli

Testo integrato * * * * * STATUTO. CAPO I - Istituzione ed ordinamento ART. 1. Denominazione

Testo integrato * * * * * STATUTO. CAPO I - Istituzione ed ordinamento ART. 1. Denominazione Testo integrato * * * * * STATUTO CAPO I - Istituzione ed ordinamento ART. 1 Denominazione 1.1 La CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI GEOMETRI LIBERI PROFESSIONISTI è Ente di diritto privato

Dettagli

Art. 3 Durata La Comunità ha durata illimitata. L esercizio corrisponde all anno solare.

Art. 3 Durata La Comunità ha durata illimitata. L esercizio corrisponde all anno solare. Art. 1 Costituzione e Denominazione pag. 1 Art. 2 Segno distintivo, timbro e sede legale attuale pag. 1 Art. 3 Durata pag. 1 Art. 4 Carattere pag. 1 Art. 5 Finalità e scopi pag. 1 Art. 6 Membri della Comunità

Dettagli

Articolo 2 Lo scopo dell ARI Associazione Restauratori d Italia, è quanto previsto e definito all art.3 dello Statuto

Articolo 2 Lo scopo dell ARI Associazione Restauratori d Italia, è quanto previsto e definito all art.3 dello Statuto REGOLAMENTO DELL A.R.I. ASSOCIAZIONE RESTAURATORI D ITALIA Approvato dall assemblea straordinaria dei soci il 16-02-2015. Articolo 1 Il presente Regolamento Interno, redatto dal Consiglio Direttivo ai

Dettagli

REGOLAMENTO SOCIALE REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO C.U.S. TRENTO

REGOLAMENTO SOCIALE REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO C.U.S. TRENTO REGOLAMENTO SOCIALE REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO C.U.S. TRENTO 1 TITOLO I DEFINIZIONE Art. 1- Definizione 1. Il Regolamento Sociale contiene le norme di attuazione dello Statuto del C.U.S. Trento

Dettagli

Parte I. Votazione delle delibere dell Assemblea Paritetica (Art. 15 dello Statuto)

Parte I. Votazione delle delibere dell Assemblea Paritetica (Art. 15 dello Statuto) REGOLAMENTO ELETTORALE PER LE VOTAZIONI DELLE DELIBERE DELL ASSEMBLEA PARITETICA, PER LE ELEZIONI, LA NOMINA E LA REVOCA DEI COMPONENTI L ASSEMBLEA DEI DELEGATI, IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ED IL COLLEGIO

Dettagli

STATUTO A.N.G.S.A. Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici, Piemonte Onlus

STATUTO A.N.G.S.A. Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici, Piemonte Onlus STATUTO A.N.G.S.A. Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici, Piemonte Onlus Art. 1 COSTITUZIONE DENOMINAZIONE E SEDE 1. E costituita tra i genitori, familiari e tutori di persone affette da sindrome

Dettagli

REGOLAMENTO RAGGRUPPAMENTI

REGOLAMENTO RAGGRUPPAMENTI REGOLAMENTO RAGGRUPPAMENTI 79 TITOLO I COSTITUZIONE COMPOSIZIONE 1) Le Associazioni affiliate alla F.O.I. ONLUS presenti in una Regione geografica costituiscono un Raggruppamento. In ogni Regione è presente

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS

STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS Art. 1 - DENOMINAZIONE SEDE DURATA E costituita una associazione di volontariato ai sensi della legge 11 agosto 1991 n. 266. L Associazione è denominata Casa

Dettagli

Volontarinsieme-CSV Treviso Regolamento

Volontarinsieme-CSV Treviso Regolamento Volontarinsieme-CSV Treviso Regolamento TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 (Soci) Ciascun membro di Volontarinsieme-CSV Treviso che ha diritto al voto può rappresentare per delega in Assemblea al massimo

Dettagli

Volontarinsieme-CSV Treviso Statuto

Volontarinsieme-CSV Treviso Statuto Volontarinsieme-CSV Treviso Statuto Art. 1 - Costituzione e Scopi L associazione Volontarinsieme-CSV Treviso ha sede legale nel comune di Treviso ed opera nel rispetto degli artt. 14 e segg. del Codice

Dettagli

Circolo Ricreativo Ateneo Dannunziano

Circolo Ricreativo Ateneo Dannunziano Circolo Ricreativo Ateneo Dannunziano Il sottoscritto Costantino Tiziano ZUCCARINI, in qualità di legale rappresentante dell intestata Associazione, in esecuzione della deliberazione dell Assemblea dei

Dettagli

associazione e scuola di vela e di marineria

associazione e scuola di vela e di marineria ALLEGATO A) STATUTO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA associazione e scuola di vela e di marineria STATUTO DI STRETTI AL VENTO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA Articolo 1 TITOLO I Denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014

REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014 REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014 Art. 1 Sede (Art. 1 dello Statuto) La Sede può essere trasferita su delibera dell Assemblea Straordinaria. Quando ricorra motivo

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA PRO-MOTORS

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA PRO-MOTORS STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA PRO-MOTORS Art.1 Costituzione a. A norma dell art.18 della Costituzione Italiana e degli artt.36 e seguenti del Codice Civile è costituita l Associazione

Dettagli

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI Regolamento delle Strutture di base Approvato dal Consiglio nazionale del 4-5 luglio 2008 (modificato dal Consiglio nazionale del 19-20 giugno 2009) Regolamento

Dettagli

Iscritta nel Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale

Iscritta nel Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale U N I O N E N A Z I O N A L E P R O L O C O D I T A L I A Ente Assistenziale riconosciuto dal Ministero degli Interni con D.M. n. 559/C 11976. 12000a (121) del 18 giugno 1998 Iscritta nel Registro Nazionale

Dettagli

ASSOCIAZIONE DAR VOCE

ASSOCIAZIONE DAR VOCE ASSOCIAZIONE DAR VOCE Regolamento attuativo dello statuto Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento contiene le disposizioni attuative di alcune previsioni dello Statuto della Associazione

Dettagli

REGIONE VENETO REGOLAMENTO REGIONALE DELLO STATUTO

REGIONE VENETO REGOLAMENTO REGIONALE DELLO STATUTO ANAAO-ASSOMED REGIONE VENETO REGOLAMENTO REGIONALE DELLO STATUTO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1) Regolamento della Regione Veneto e Statuto 1. Il presente regolamento dell ANAAO-ASSOMED della Regione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT INDICE Titolo I - Premessa... 2 Art. 1 Finalità... 2 Art. 2 Ambito di applicazione... 2 Art. 3 Definizioni... 2 Titolo II Organi del dipartimento e

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE CARICHE ASSOCIATIVE DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE FONDAZIONE TARAS 706 A.C.

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE CARICHE ASSOCIATIVE DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE FONDAZIONE TARAS 706 A.C. REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE CARICHE ASSOCIATIVE DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE FONDAZIONE TARAS 706 A.C. Art. 1 Indizione delle elezioni 1. Il Consiglio Direttivo convoca l Assemblea degli

Dettagli

SIENA CLUB AUTO E MOTO D EPOCA S.C.A.M.E

SIENA CLUB AUTO E MOTO D EPOCA S.C.A.M.E SIENA CLUB AUTO E MOTO D EPOCA S.C.A.M.E Statuto CAPITOLO 1 (Denominazione - Scopo Patrimonio Sede Stemma) Articolo 1 Il Siena Club Auto e Moto d Epoca S.C.A.M.E, nato e costituito a Siena nel maggio del

Dettagli

REGOLAMENTO. Categorie di Soci I soci si distinguono in fondatori e ordinari (Art.4 dello Statuto).

REGOLAMENTO. Categorie di Soci I soci si distinguono in fondatori e ordinari (Art.4 dello Statuto). Il seguente Regolamento, redatto ai sensi dell art.18 dello Statuto, deliberato dal Consiglio Direttivo e dall assemblea ordinaria dei soci del giorno 18 aprile dell anno 2008, fissa i limiti, i principi

Dettagli

Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA)

Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA) Statuto Associazione EX _TRA Via Sopranzi, 26 21049 Tradate(VA) PARTE GENERALE Art. 1. E costituita la Associazione EX_TRA con sede presso l Istituto PAVONI Scuola Media Paolo VI in Tradate via Sopranzi,26.

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. Art.1 Costituzione a. A norma dell art. 18 della Costituzione Italiana e degli articoli 36-37-38 del Codice Civile, del D/Lgs 460/97, della Legge 383/2000

Dettagli

STATUTO ARTICOLO 1 ARTICOLO 2

STATUTO ARTICOLO 1 ARTICOLO 2 STATUTO ARTICOLO 1 E costituita l associazione denominata: "CONSIGLIO ITALIANO PER I RIFUGIATI ONLUS". Il "C.I.R. ONLUS" identifica a tutti gli effetti l Associazione. L Associazione (di seguito nominata

Dettagli

Fondo Attività Servizi Sociali per i Lavoratori delle Aziende del Settore Energia ENI STATUTO

Fondo Attività Servizi Sociali per i Lavoratori delle Aziende del Settore Energia ENI STATUTO Fondo Attività Servizi Sociali per i Lavoratori delle Aziende del Settore Energia ENI STATUTO 2004 STATUTO DEL FONDO Art. 1 COSTITUZIONE In attuazione degli accordi sindacali del 9-3-1970 e successivi,

Dettagli

ASSOCIAZIONE TORINESE IMPRESE FUNEBRI A.T.I.F.

ASSOCIAZIONE TORINESE IMPRESE FUNEBRI A.T.I.F. ASSOCIAZIONE TORINESE IMPRESE FUNEBRI A.T.I.F. STATUTO Titolo I COSTITUZIONE Articolo E costituita l associazione, intesa a promuovere ed applicare l etica professionale tra le imprese di onoranze funebri,

Dettagli

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI Regolamento delle Strutture di base Approvato dal Consiglio nazionale del 13 settembre 2012 Regolamento delle Strutture provinciali Approvato dal Consiglio nazionale

Dettagli

STATUTO Young BCC San Giuseppe di Petralia Sottana

STATUTO Young BCC San Giuseppe di Petralia Sottana STATUTO Young BCC San Giuseppe di Petralia Sottana Capo I: Principi fondamentali Art. 1 - Denominazione - Costituzione - Sede E costituita una Associazione denominata Young BCC S. Giuseppe di Petralia

Dettagli

Per essere protagonisti del nostro FUTURO!!! VOTA E FAI VOTARE LA LISTA. CONFSAL-SALFi

Per essere protagonisti del nostro FUTURO!!! VOTA E FAI VOTARE LA LISTA. CONFSAL-SALFi Per essere protagonisti del nostro FUTURO!!! VOTA E FAI VOTARE LA LISTA CONFSAL-SALFi RSU: Un po di teoria.. RSU è l acronimo di Rappresentanza Sindacale Unitaria. È un organismo sindacale che esiste in

Dettagli

Lo Statuto UNICMI. Approvato all Assemblea Generale dei Soci del 15 giugno 2013 a Milano

Lo Statuto UNICMI. Approvato all Assemblea Generale dei Soci del 15 giugno 2013 a Milano Lo Statuto UNICMI Approvato all Assemblea Generale dei Soci del 15 giugno 2013 a Milano Lo Statuto UNICMI INDICE Articolo 1 - Costituzione, Sede e Durata 3 Articolo 2 - Scopi 3 Articolo 3 - Soci 3 Articolo

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

Associazione di Volontariato ARCI 690.

Associazione di Volontariato ARCI 690. STATUTO Art 1 E costituita con sede in Cascina, presso i locali della Pubblica Assistenza, Via Comaschi, 46 un Associazione di Volontariato che assume la denominazione di Associazione di Volontariato ARCI

Dettagli

Statuto. Art 1. L Associazione di volontariato, fondata nel 1987 dai Lions del Distretto 108 Ib

Statuto. Art 1. L Associazione di volontariato, fondata nel 1987 dai Lions del Distretto 108 Ib Statuto Art 1 L Associazione di volontariato, fondata nel 1987 dai Lions del Distretto 108 Ib e sostenuta dai Lions Club dei Distretti Lions lombardi (108 Ib1, Ib2, Ib3 ed Ib4), assume la denominazione

Dettagli

S T A T U T O Associazione Pro Loco Judica

S T A T U T O Associazione Pro Loco Judica S T A T U T O Associazione Pro Loco Judica Allegato A Art.1 Costituzione, denominazione e sede 1.1 E Costituita nel Comune di Castel di Iudica, una Associazione denominata Pro Loco Judica con sede in M.

Dettagli

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA STATUTO DENOMINAZIONE SEDE - SCOPO Art. 1 Denominazione È costituita, senza scopo di lucro o finalità politiche, l Associazione denominata: "ASSOCIAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO ELETTORALE DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE, RICREATIVA E SPORTIVA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO

REGOLAMENTO ELETTORALE DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE, RICREATIVA E SPORTIVA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO REGOLAMENTO ELETTORALE DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE, RICREATIVA E SPORTIVA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO Articolo 1 CORPO ELETTORALE 1. Le votazioni per l elezione dei componenti elettivi dell

Dettagli

STATUTO SOCIALE Associazione sportiva dilettantistica

STATUTO SOCIALE Associazione sportiva dilettantistica STATUTO SOCIALE Articolo 1) E costituita l Associazione Sportiva denominata GOLF CLUB TRIESTE Associazione sportiva dilettantistica avente la sede in Trieste, Padriciano n. 80 con personalità giuridica

Dettagli

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO Roma, 31 Marzo 2005 INDICE Art. 1 Denominazione e logo dell Associazione pag. 3 Art. 2 Scopi

Dettagli

Statuto della Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri (aggiornato a gennaio 2007)

Statuto della Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri (aggiornato a gennaio 2007) Statuto della Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri (aggiornato a gennaio 2007) CAPO I Istituzione ed ordinamento Art. 1 1.1 La Cassa ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI GEOMETRI LIBERI

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA

STATUTO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA STATUTO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA Art. 1 Denominazione e sede Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed in ossequio a quanto previsto dagli art. 36 e seguenti Codice Civile è costituita

Dettagli

STATUTO CRAL REGIONE LOMBARDIA

STATUTO CRAL REGIONE LOMBARDIA STATUTO CRAL REGIONE LOMBARDIA Approvato dall Assemblea dei Soci effettivi in data 5 maggio 2008 ai sensi dell art. 13, comma 1. lett. a) dello Statuto. TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE,

Dettagli

StudentIngegneria STATUTO

StudentIngegneria STATUTO 1 StudentIngegneria STATUTO Articolo 1. COSTITUZIONE 1. E costituita presso l Università degli Studi di Salerno l Associazione denominata: StudentIngegneria Articolo 2. DENOMINAZIONE SEDE E LOGO 1. Il

Dettagli

Associazione SENZA IL BANCO STATUTO SOCIALE

Associazione SENZA IL BANCO STATUTO SOCIALE Associazione SENZA IL BANCO STATUTO SOCIALE 1) DENOMINAZIONE E costituita l associazione denominata SENZA IL BANCO 2) CARATTERISTICHE DELL ASSOCIAZIONE L associazione ha sede a Bologna, in via Polese 40

Dettagli

A.C.S.A. Onlus - STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE (v.2010)

A.C.S.A. Onlus - STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE (v.2010) A.C.S.A. Onlus - STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE (v.2010) Art. 1 - DENOMINAZIONE È costituita una Associazione denominata Associazione Interregionale Cardiologi e Specialisti Medici Ambulatoriali - ONLUS, siglabile

Dettagli

Statuto: Statuto di associazione Onlus (art. 10, d.lgs. n. 460/1997)

Statuto: Statuto di associazione Onlus (art. 10, d.lgs. n. 460/1997) Statuto: Statuto di associazione Onlus (art. 10, d.lgs. n. 460/1997) Art. 1. Denominazione e sede È costituita l associazione denominata EFrem Economia di riconciliazione Onlus Organizzazione Non Lucrativa

Dettagli

STATUTO. È costituita l associazione denominata PROGETTO PULCINO - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità

STATUTO. È costituita l associazione denominata PROGETTO PULCINO - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità ALLEGATO A STATUTO Art. 1. Denominazione e sede È costituita l associazione denominata PROGETTO PULCINO - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale, in seguito chiamata per brevità associazione.

Dettagli

Statuto del Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della provincia di Treviso

Statuto del Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della provincia di Treviso Statuto del Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della provincia di Treviso Art. 1 - Costituzione e Scopi E costituito, con sede legale nel comune di Treviso, ai sensi della Legge 266/91 e

Dettagli

COMUNE DI LEVERANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO FORUM DEI GIOVANI. Art. 1 Istituzione

COMUNE DI LEVERANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO FORUM DEI GIOVANI. Art. 1 Istituzione COMUNE DI LEVERANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO FORUM DEI GIOVANI Art. 1 Istituzione Il Forum giovanile, previsto dall art. 15 bis dello Statuto comunale, è strumento di autorappresentanza e di partecipazione

Dettagli

Statuto dell Associazione sportiva Motoclub S.S. 309 Chioggia-Associazione dilettantistica

Statuto dell Associazione sportiva Motoclub S.S. 309 Chioggia-Associazione dilettantistica Statuto dell Associazione sportiva Motoclub S.S. 309 Chioggia-Associazione dilettantistica Titolo I Denominazione, Sede, Scopo, Durata Art. 1) E costituita con sede in Chioggia, l Associazione Motoclub

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ORIZZONTE TUMAINI ONLUS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ORIZZONTE TUMAINI ONLUS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ORIZZONTE TUMAINI ONLUS Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE 1. E costituita l Associazione ORIZZONTE TUMAINI ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale), con sede in Conselve

Dettagli

STATUTO. Articolo 2 - Sede L associazione ha sede legale in Pavia, via Maugeri n. 10. La sede potrà variare secondo le esigenze dell associazione.

STATUTO. Articolo 2 - Sede L associazione ha sede legale in Pavia, via Maugeri n. 10. La sede potrà variare secondo le esigenze dell associazione. ACADEMY OF EMERGENCY MEDICINE AND CARE ACEMC IMPROVING KNOWLEDGE AND SCIENTIFIC INTERCHANGE IN EMERGENCY MEDICINE STATUTO Articolo 1 - Denominazione È costituita l associazione scientifica denominata Academy

Dettagli

STATUTO TIPO. ente non commerciale, senza scopo di lucro,

STATUTO TIPO. ente non commerciale, senza scopo di lucro, STATUTO TIPO Art. 1) ente non commerciale, senza scopo di lucro, costituito a tempo indeterminato, con sede in Riunisce i cultori della Motorizzazione Storica che sono ammessi ad esserne soci ai sensi

Dettagli

Regolamento del Forum Comunale Giovani

Regolamento del Forum Comunale Giovani COMUNE DI CASTELVENERE Provincia di Benevento ------ Regolamento del Forum Comunale Giovani 1 INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9 - Art. 10 - Art. 11 -

Dettagli

LA CETRA ANGELICA ONLUS STATUTO

LA CETRA ANGELICA ONLUS STATUTO LA CETRA ANGELICA ONLUS STATUTO Art. 1 Costituzione 1. È costituita l Associazione culturale e ricreativa denominata LA CETRA ANGELICA - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS), di seguito

Dettagli

STATUTO APPROVATO IN DATA 27/2/2010

STATUTO APPROVATO IN DATA 27/2/2010 ASSOCIAZIONE CULTURALE GLI ABRUZZESI A FIRENZE STATUTO APPROVATO IN DATA 27/2/2010 Articolo 1 Costituzione E costituita, con sede in Firenze, l Associazione culturale denominata GLI ABRUZZESI A FIRENZE

Dettagli

STATUTO PRO LOCO DI MADONNA DI CAMPIGLIO. Approvato dall assemblea dei soci fondatori d.d. 07.04.2008 in conformità al modello proposto dalla PAT.

STATUTO PRO LOCO DI MADONNA DI CAMPIGLIO. Approvato dall assemblea dei soci fondatori d.d. 07.04.2008 in conformità al modello proposto dalla PAT. STATUTO PRO LOCO DI MADONNA DI CAMPIGLIO Approvato dall assemblea dei soci fondatori d.d. 07.04.2008 in conformità al modello proposto dalla PAT. STATUTO DELLA PRO LOCO DI MADONNA DI CAMPIGLIO COSTITUZIONE

Dettagli

S T A T U T O. www.circolonauticovadese.it CIRCOLO NAUTICO VADESE

S T A T U T O. www.circolonauticovadese.it CIRCOLO NAUTICO VADESE S T A T U T O CIRCOLO NAUTICO VADESE www.circolonauticovadese.it COSTITUZIONE E SCOPI Articolo 1. E costituito un Circolo con fini di promozione sportiva aderente all ARCI PESCA Fisa Nazionale denominato

Dettagli

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo)

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Art. 1 L iscrizione 1. Tutti possono chiedere l iscrizione all ANPI, alle condizioni previste dallo Statuto

Dettagli

STATUTO. Art. 1 Costituzione e scopi

STATUTO. Art. 1 Costituzione e scopi STATUTO Art. 1 Costituzione e scopi Il CLUB FORZA SILVIO..., costituito in data... ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile, è una associazione di cittadini che si propongono di sviluppare

Dettagli

STATUTO. g) assumere iniziative promozionali della grafologia e della professione nei confronti di soggetti pubblici e privati;

STATUTO. g) assumere iniziative promozionali della grafologia e della professione nei confronti di soggetti pubblici e privati; STATUTO COSTITUZIONE SEDE DURATA -SCOPI Art. 1. Costituzione, sede e durata È costituita, con durata illimitata, l Associazione Grafologica Italiana, con sigla AGI e sede in Ancona. La sede può essere

Dettagli

Art. 6 - Sono Soci dell Associazione: Soci fondatori: coloro che hanno sottoscritto l atto costitutivo.

Art. 6 - Sono Soci dell Associazione: Soci fondatori: coloro che hanno sottoscritto l atto costitutivo. TITOLO I COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE E SEDE Art. 1 E costituita in Padova, da un gruppo di studiosi di storia ed oplologia l Associazione Culturale apolitica e senza fini di lucro denominata Il Morione

Dettagli

Associazione Pensionati della Banca Popolare di Milano Milano - Corso Europa, 2 STATUTO

Associazione Pensionati della Banca Popolare di Milano Milano - Corso Europa, 2 STATUTO Associazione Pensionati della Banca Popolare di Milano Milano - Corso Europa, 2 STATUTO NATURA E SCOPI Art. 1 È costituita ai sensi dell art. 36 del cod.civ., l Associazione di promozione sociale senza

Dettagli

- gestione di spazi comuni che favoriscano lo sviluppo delle attività, dei progetti e degli scambi culturali in genere

- gestione di spazi comuni che favoriscano lo sviluppo delle attività, dei progetti e degli scambi culturali in genere STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE TITOLO I - DENOMINAZIONE E SEDE Articolo 1 A norma dell art. 36 e seguenti del Codice Civile e della legge 383/2002, è costituita un associazione culturale di promozione

Dettagli

Regolamento di Libera

Regolamento di Libera Regolamento di Libera approvato durante l'assemblea nazionale di Libera Bologna, 22 marzo 2015 ART. 1 - LE ASSEMBLEE DI LIBERA (riferimento artt. 9/10/11 dello Statuto) L Assemblea nazionale è presieduta

Dettagli

COMUNE DI RIPOSTO. Provincia di Catania. exzéätåxçàé wxä yéçwé w áéä wtü xàõ ÑxÜ Ä cxüáéçtäx wxä VÉÜÑÉ w céä é t `âç v ÑtÄx wxä VÉÅâÇx w e ÑÉáàÉ

COMUNE DI RIPOSTO. Provincia di Catania. exzéätåxçàé wxä yéçwé w áéä wtü xàõ ÑxÜ Ä cxüáéçtäx wxä VÉÜÑÉ w céä é t `âç v ÑtÄx wxä VÉÅâÇx w e ÑÉáàÉ COMUNE DI RIPOSTO Provincia di Catania exzéätåxçàé wxä yéçwé w áéä wtü xàõ ÑxÜ Ä cxüáéçtäx wxä VÉÜÑÉ w céä é t `âç v ÑtÄx wxä VÉÅâÇx w e ÑÉáàÉ Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n 87 del

Dettagli

STATUTO. Approvato al congresso del 27.5.1949. Modificato con referendum del 15.10.1981 e del 10.10.1988. Riformato con referendum del 22.10.

STATUTO. Approvato al congresso del 27.5.1949. Modificato con referendum del 15.10.1981 e del 10.10.1988. Riformato con referendum del 22.10. STATUTO Approvato al congresso del 27.5.1949 Modificato con referendum del 15.10.1981 e del 10.10.1988 Riformato con referendum del 22.10.1995 Riformato con referendum del 15.11.1997 Riformato con referendum

Dettagli

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DELLE UNIVERSITA DELLA TERZA ETA UNITRE UNIVERSITA DELLE TRE ETA

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DELLE UNIVERSITA DELLA TERZA ETA UNITRE UNIVERSITA DELLE TRE ETA ASSOCIAZIONE NAZIONALE DELLE UNIVERSITA DELLA TERZA ETA UNITRE UNIVERSITA DELLE TRE ETA STATUTO DELL UNIVERSITA DELLA TERZA ETA UNITRE, UNIVERSITÀ DELLE TRE ETÀ SEDE DI MOGLIANO VENETO Art. 1 Denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità 1) Il Consiglio comunale dei Giovani di San Polo dei Cavalieri è un organo democratico di rappresentanza

Dettagli

VADEMECUM PER LE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE TESTO UNICO SULLA RAPPRESENTANZA CGIL CISL UIL E CONFINDUSTRIA - CONFSERVIZI

VADEMECUM PER LE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE TESTO UNICO SULLA RAPPRESENTANZA CGIL CISL UIL E CONFINDUSTRIA - CONFSERVIZI VADEMECUM PER LE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE TESTO UNICO SULLA RAPPRESENTANZA CGIL CISL UIL E CONFINDUSTRIA - CONFSERVIZI 10 gennaio 2014 10 FEBBRAIO 2014 Il Testo Unico ha come riferimento tre

Dettagli

STATUTO COSTITUZIONE SEDE - SCOPI

STATUTO COSTITUZIONE SEDE - SCOPI LAMBRETTA CLUB TRIVENETO, ONLUS FONDATO CON ATTO COSTITUTIVO STATUTO COSTITUZIONE SEDE - SCOPI ART. 1 E costituita un Associazione avente le caratteristiche d Organizzazione non lucrativa con fini sportivi

Dettagli

STATUTO ALLEGATO A ASSOCIAZIONE. Art.1.-Denominazione. È costituita l associazione culturale denominata UNA SALUTE MOLTE VIE

STATUTO ALLEGATO A ASSOCIAZIONE. Art.1.-Denominazione. È costituita l associazione culturale denominata UNA SALUTE MOLTE VIE STATUTO ALLEGATO A ASSOCIAZIONE Art.1.-Denominazione È costituita l associazione culturale denominata UNA SALUTE MOLTE VIE ASSOCIAZIONE ONTOLOGICA, laboratorio di pensiero medico, scientifico, psicologico

Dettagli

Associazione Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia STATUTO

Associazione Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia STATUTO Art. 1 Denominazione, sede e durata È costituita un Associazione denominata Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia con sede in Milano. Essa può costituire uffici esterni con le modalità che verranno

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL SENATO ACCADEMICO (articolo 24 dello Statuto) (Regolamento approvato dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione, rispettivamente,

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE. ARTICOLO N. 1 COSTITUZIONE DELL ASSOCIAZIONE

STATUTO ASSOCIAZIONE. ARTICOLO N. 1 COSTITUZIONE DELL ASSOCIAZIONE STATUTO ASSOCIAZIONE. ARTICOLO N. 1 COSTITUZIONE DELL ASSOCIAZIONE A norma dell art. 18 della Costituzione Italiana e degli articoli 36-37-38 del Codice Civile, del D. L. 460/97 e della Legge 383/2000

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANFFAS BRESCIA ONLUS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANFFAS BRESCIA ONLUS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANFFAS BRESCIA ONLUS Titolo Primo: Sede, fini e risorse economiche Art.1 - COSTITUZIONE Art. 2 SEDE Art. 3 FINALITA E ATTIVITA' Art. 3.1 ADESIONE ALL ANFFAS NAZIONALE Art. 4 RISORSE

Dettagli

Coordinamento delle Associazioni di Volontariato e dei Gruppi Comunali di Protezione Civile Provincia di

Coordinamento delle Associazioni di Volontariato e dei Gruppi Comunali di Protezione Civile Provincia di Allegato B Coordinamento delle Associazioni di Volontariato e dei Gruppi Comunali di Protezione Civile Provincia di SCHEMA DI STATUTO ART.1 DENOMINAZIONE È costituito, nello spirito della Costituzione

Dettagli

REGOLAMENTO Associazione CNCP:Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

REGOLAMENTO Associazione CNCP:Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti REGOLAMENTO Associazione CNCP:Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti Il presente Regolamento viene adottato a norma e per gli effetti dell art. 5 dello Statuto del CNCP e si compone di 22 (ventidue)

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ALUMNI SUN

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ALUMNI SUN ALLEGATO A STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ALUMNI SUN Art. 1. Denominazione e Sede Sociale 1.1 E costituita, ai sensi del Codice Civile e della Legge 07.12.2000 n. 383 recante Disciplina delle Associazioni

Dettagli

STATUTO DELLA FEDERCONSUMATORI DI PAVIA

STATUTO DELLA FEDERCONSUMATORI DI PAVIA 1 STATUTO DELLA FEDERCONSUMATORI DI PAVIA COSTITUZIONE E SCOPI Art. 1 La Federconsumatori di Pavia ha sede a Pavia in via G.Cavallini 9 Art. 2 La Federconsumatori di Pavia è una Associazione senza fini

Dettagli

ASSOCAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA A.S. GINNASTICA VALENTIA

ASSOCAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA A.S. GINNASTICA VALENTIA STATUTO SOCIALE ASSOCAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA A.S. GINNASTICA VALENTIA Valenza 16.12.2005 Statuto sociale dell Associazione sportiva dilettantistica A.S. GINNASTICA VALENTIA Art. 1 COSTITUZIONE

Dettagli

STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO TRA GLI ISCRITTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA.

STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO TRA GLI ISCRITTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA. STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO TRA GLI ISCRITTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA. DENOMINATO ALOA Associazione Ludica Ordine Architetti Costituzione

Dettagli