Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI"

Transcript

1 Allgat C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI LEGENDA: (*) spci cn varità astigt (1) a causa lla patlg l clp di uc, pr l utilizz di qust spci è bbligatri richir il parr l Srvizi Sanitari Nazin (2)Vin cnsirata l autctn su bas Rgin T Spci trmil ZONA LITORANEA DI PRIMA LINEA TAB. 1.1 Albri cnsiglti Ailant Olm sibrn Olivll di Bm Pipp bnc (*) Lagrstr m Pin da pinli Autctna Estica (2) Ailanthus tissima (maschi) Ulmus pumila Elagnus angustil Ppulus ba (maschi) Lagrstrm indica Pinus pina CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO prima m Albratur, parchi grdini prima m Albratur, parchi grdini trza 5-6 m Albratur, grdini parchi prima m Albratur, parchi grdini Rsist inquinamnt atmsric sinità; rsis-t la graisi Spci liila; tllra sinità sinità, ristagni nn prlungati trza 3-4 m Parchi grdini trrn cca-r, tm glat intns prima m Parchi grdini snsibil a bas-s tmpratur inquinamnt ci gl/ r vr Epca di iritura () (spci da ir) rutti (r) maggigiugn giugnttbr Tamric Tamarix trza 5-6 m Grdini, Spci maggilugli

2 glica bratur liila; tllra sinità TAB 1.2 Arbusti cnsiglti Elagn Olivll spins Olivll di Bm Autctna Estica (2) Elagnus x bbingi Hipppha rhamnis Elagnus angustil Pittspr Pittspru m tbira Autctna Estica (2) Lagrstrm Lagrstrmi a indica Piracanta (1) Agazzin (1) Piracanta (1) Pyracantha angustili a Pyracantha cccina Pyracantha yunnannsi s ALTEZZ A in sip(s) in grupp(g) cm (s) cm (s) cm (s) 1, cm (s) ALTEZZ A in sip(s) in grupp(g) Albratur, parchi grdini, sipi Frangivnt, barrir, schrm Albratur, grdini parchi Frangivnt, schrm, sip Indirnt substrat,tl l-ra vntsità nza a siccità Spci liila; tllra sinità Indirnt substrat,tl l-ra tm bass tmprat cm(g) Parchi grdini trrn cca-r, tm glat intns cm (s) cm (s) cm (s) Sipi, barrir, parchi grdini Sipi, barrir, parchi grdini Sipi, barrir, parchi grdini trr-ni bn drnati; abbastanza rus-tica rdd, vntsità inquinamnt Abbastanza rustica, liila ci gl r vr ci gl r vr Epca di iritura() (spci da ir) rutti (r) maggigiugn Epca di iritura() (spci da ir) rutti (r) giugnttbr r in autunn r in autunn r in autunn

3 Ginpr cmun Fillira, ilatr sttil Tamric Pma nana Juniprus cmmunis( A) Phillyra angustili a Tamarix glica Chamarp s humilis Agncast Vitx agnuscastus T Ligustr l Txas Ligustrum txanum cm (s) cm(g) Sipi, barrir, scarpat Parchi, grdini, rangivnt cm (s) Grdini, bratur cm(g) Parchi grdini tllra rdd siccità vnt, inquinamnt Spci liila; tllra sinità trr-ni rschi, tm gl ristagn idric 2,5 Parchi, grdini Indirnt substrat,li ila cm (s) 150 cm(g) Sipi, parchi grdini Rsistnt la sinità vrd maggilugli lugliagst lugliagst

4 ZONA LITORANEA DI SECONDA LINEA TAB 1.3 Albri cnsiglti Autctna Estica Spin di Giuda Ml Albr di Giuda (2) Gldits trcanths (var.inrmis) Ml azdarach Crcis siliquastrum Albizz Albizz julibrissin Baglar Frassin ssiill Gls bnc Gls nr Ginkg Cltis austris Fraxinus xycarpa CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO scnda m Parchi, grdini, brat scnda 7-10 m Albratur, parchi grdini rdd, trrn rsc Rsist ssdin; sn-sibil a glat trza 5-6 m Parchi grdini inquinanti, ccari trza 6-8 m Albratur, parchi grdini prima m Albratur stradi ampi, parchi, grdini scnda 8-10 m Albratur, parchggi, parchi grdini Spci rustica inquinanti zn umi,tllra l smmrsini Mrus ba scnda 8-10 m Parchi grdini suli prndi; tllra rdd Mrus nigra Ginkg bilba (maschi) scnda 8-10 m Parchi grdini trr-ni prndi; tllra rdd prima m Albratur stradi ampi, parchi grdini tll ra inquinamnt cig l rv r ci gl ci gl ci gl ci gl ci gl ci gl ci gl ci gl ci gl Epca di iritura () (spci da ir) rutti (r) maggigiugn marzapril giugnagst

5 Lagrstr m Lcci Nspl (1) l gppn Olm cmun Lagrstrm indica Qurcus ilx Eribtrya japnica Ulmus minr Ornill Fraxinus rnus Pr da ir (1) Pin d Alpp Pyrus clrya-na (var. irir priv di spin) Pinus hpnsis T Autctna Estica (2) Pin marittim Pin da pinli Pinus pinastr Pinus pina trza 3-4 m Parchi grdini trrn cca-r, tm glat intns scnda m Albratur stradi, parchi grdini tll ra vnt siccità trza 5-6 m Parchi grdini la sic-cità, tm il gl prima m Albratur stradi, parchi grdini scnda 8-10 m Albratur stradi, parchggi, parchi grdini scnda 8-10 m Albratur, parchi grdini Albr a rischi di grai-si, tllra glat, inquinanti inquinamnt, indirnt substrat vnti ssi, siccità prima m Parchi grdini Spci liila; tllra sinità CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO prima m Parchi grdini la sic-cità, tm l glat,prdili g scilti prima m Parchi grdini snsibil a bas-s tmpratur inquinamnt ci gl r vr r vr ci gl ci gl ci gl r vr cig l rv r r vr r vr giugnttbr ttbrnvmbr ; r invrn maggi aprilmaggi Epca di iritura () (spci da ir) rutti (r)

6 Pipp trml Pipp bnc (*) Platan Ppulus trmula Ppulus ba (maschi) Platanus acril (hybrida) Rbin Rbin psudacac( var.umbraculir a) Tass Sic da vimini Sic ragil Sic bnc Taxus baccata Six viminis Six ragilis Six ba prima m Parchi grdini Indirnt substrat,tll -ra l umidità prima m Albratur, parchi grdini prima m Albratur stradi, parchggi, parchi grdini scnda 8-10 m Parchggi, parchi grdini sinità, ristagni nn prlungati Albr a rischi di cancr clrat,tllra umi-dità inquinanti rdd; indirnt substrat trza 6-8 m Parchi grdini ccari, siccità inquinamnt, tm ristagni scnda 7-10 m Parchi, grdini Rsist ristagn scnda 7-10 m Parchi, grdini Rsist l umidità, sabbisi prima m Parchi, grdini Rsist ristagn ci gl ci gl ci gl ci gl r vr ci gl ci gl ci gl maggigiugn TAB 1.4 Arbusti cnsiglti Ctnast r (1) Autctna Estica (2) Ctnast r hriznti s rm rticl in sip(s) in grupp(g) 0, cm Parchi grdini ci gl r vr prndi, mcaduc / smi prsis Epca di iritur a () (spci da ir) rutti (r) maggigiugn

7 Bncspin (1) Bncspin (1) Ginpr cmun Ginpr Fillira, ilatr sttil Lagrstr m Allr Olandr Albr di Giuda Alatrn Cratagus mngyna Cratagus xyacantha Juniprus cmmunis( A) Autctna Estica (2) Juniprus sabina T (var. tamriscil) Phillyra angustili a Lagrstrmi a indica Laurus nbilis Nrium lanr Crcis siliquastrum Rhamnus T atrnus cm(g) cm(g) cm (s) in sip(s) in grupp(g) Sipi, schrm, parchi grdini Sipi, schrm, parchi grdini Sipi, barrir, scarpat 0,3-0,4 200 cm Tappzzant pr scarpat, aiul spartitraic,parc hi grdini cm(g) Parchi, grdini, rangivnt ratamnt rustica prdi-lig ccarrgillsi prdi-lig ccarrgillsi tllra rdd siccità tllra rdd siccità vnt, siccità inquinamnt 1, cm(g) Parchi grdini ccari,tm glat intns cm(g) cm(g) Parchi grdini Schrm, sipi, parchi grdini rsist rdd, tm glat prlunga Eliila, tm l glat, tllra sabbisi cm(g) Parchi grdini inquinanti, ccari cm(g) Sipi, schrm, parchi grdini inquinanti sinità tnt cili a cili a ci gl r vr aprilmaggi aprilmaggi Epca di iritur a ()(spci da ir) rutti (r) giugnttbr giugnsttmbr marzapril

8 Crspin Rsmarin Lntaggin Ligustr Mlgran Abl Brbris Brbris Brbris Brbris Brbris vulgaris Rsmarinu s icinis Viburnum tinus Ligustrum vulgar Punica granatum (var. da ir) Abl x grandilra Brbris thunbrgii var. Atrpurpur a Brbris julna Brbris gagnpaini Brbris x stnphylla Autctna Estica (2) cm(g) 1-1, cm(g) cm(g) Schrm, barrira, sipi, parchi grdini Sipi, parchi grdini Schrm, sipi, parchi grdini Schrm, sipi, parchi grdini prdili-g suli argillsi ccari tllra la siccità prdili-g suli bn drnati,tllr a bass tmprat. tllra ccar cm(g) Parchi grdini Eliila, tllra sul ccar, rdd 1-1, cm(g) Parchi grdini Eliila, bn drnati 1-1, cm (s) Sipi, parchi grdini 1, cm (g) 1, cm (g) 1, cm (s) cm(g) in sip(s) in grupp(g) Sipi, parchi grdini Sipi, parchi grdini Sipi, parchi grdini scilti, tllra suli pvri inquinamnt scilti, tllra suli pvri inquinamnt scilti, tllra suli pvri inquinamnt scilti, tllra suli pvri inquinamnt Smi prsis tnt Smi prsis tnt ci gl r vr maggi giugnlugli nvmb r april maggilugli giugn lugli; r giugnttbr maggilugli maggi giugn; r autunn i maggi giugn; r autunn i maggi giugn; r autunn i Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r)

9 Man Man gppns Cist Ctnastr (1) Ctnastr (1) Clrndr Sctan Lavanda Ginstra Ibisc Mahn aquilium Mahn japnica Cistus svilius T Ctnast r sicilius Ctnast r dammri Clrndr n trichtmu m Ctinus cggygr Lavandula spica Gnista lyd Hibiscus syrcus 1-1, cm(g) Sipi, parchi grdini 1-1, (g) Sipi, parchi grdini prndi, tm gl ristagni prndi, tm gl ristagni 0, cm(g) Parchi grdini Eliila, prdili-g suli ccari bn drnati, tl-lra vnti ssi 1-1, cm(g) Parchi grdini, tappzzant 0,4-0, cm(g) Parchi grdini, tappzzant argillsi, bn drnati argillsi, bn drnati 2-2, cm(g) Parchi grdini trrn rsc, tllra il rdd 2-2, cm(g) Parchi grdini Eliila, prdili-g ccari, tm i ristagni 0,4-0, cm(g) Parchi grdini indi-rnt substra-t, 0,4-0, cm(g) Tappzzant adatta a parchi grdini 2-2, cm(g) Sipi, parchi grdini lggri Eliila, tllra vnt, trrn ccar suli rschi, tllra il ccar ci gl Frsiz Frsyth x 1, Sipi, parchi Rustic, aprilmaggi marz maggi april giugn; r autunn i giugnlugli; r autunn i agst ttbr; r autunn i lugliagst aprilgiugn lugli ttbr

10 Ipric Ftin Ptntilla Spira Pla di nv Vigl Duz intrmd var. Lynwd Hypricum spp Hypricum cicinum Phtin srrulata Ptntilla ruticsa Spiraa japnica Spiraa x bumda Autctna Estica (2) Spiraa x Van Hutti Viburnum pulus Wigl varità Symphricarp s x chnaultii var Hancck Dutz spp cm(g) grdini indirnt substrat 1 100cm(g) Parchi grdi indi rnt substra-t, liila 0,3 20-cm (g) Tappzzant pr parchi grdi 2-2, cm(g) Sipi, parchi grdini 0,4-0, cm (g) Tappzzant, parchi grdini 1-1, cm(g) 1-1, cm(g) in sip(s) in grupp(g) Parchi, grdini sipi Parchi, grdini sipi 1,2-1, cm(g) Parchi, grdini sipi lughi slggti Indirnt substrat, tll-ra ambinti marini Snsibil rdd,prdili g bn drnati Eliila, indirnt substrat,rsi st rdd Eliila, indirnt substrat,rsi st rdd Eliila, indirnt substrat,rsist rdd 2, cm(g) Parchi grdini prdili-g suli rschi, snsibil agli aidi 1-1, cm(g) Parchi grdini inquinamnt ccar 0, cm(g) Tappzzant pr parchi grdini tllra rdd inquinamnt 1-1,5 120 cm (g) Parchi grdini sp-sizini slg- Smi prsis tnt r vr i ci gl r vr bbrai -marz luglittbr luglittbr maggi giugn aprilsttmbr maggi giugn lugliagst Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r) maggigiugn maggigiugn aprilmaggi giugn lugli

11 Buddl Rs arbustiv di gran svilupp Rs arbustiv di piccl-mdi svilupp Rs tappzzanti gt;rsist la siccità Buddl 2, cm(g) Parchi grdini davidii varità ccari Rsa spp. Parchi grdini Rsa spp 45 cm (g) Parchi grdini Rsa spp 40 cm (g) Parchi grdini, aiul spartitraic TAB. 1.5 Spci rampicanti cnsiglt giugn ttbr Autctna Estica (2) ci gl r vr Bignn Campsis radicans Parchi grdini Rustica ci ggl Era Hra sspp Parchi grdini Rustica r vr Ortns Hydranga Parchi grdini ci rampicant ptilaris rschi sub acidi gl Madr slva Lnicra sspp Parchi grdini Part ara in ci pin sl, pd gl in mbra Vit vrgin Parthncissus in a Parchi grdini Trrn umid sspp ricc Fs Trachlsprm Parchi grdini Espsizin in glsmin um jasminis pin sl Clmati Clmatis sspp Parchi grdini Part ara in pin sl, pd in mbra Glicin Rs tappzzanti ci gl r vr ci gl Wistar chinnsis Parchi grdini ci gl Rsa spp Parchi grdini caduci gl Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r) lugli sttmbr giugn lugli giugn ttbr maggi giugn lugli sttmbr april maggi C) ZONA LITORANEA DI TERZA LINEA TAB. 1.6 Albri cnsiglti Acr cmun Carpin (*) Autctna Estica (2) Acr campstr Carpinus btulus CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO scnda 8-10 m Parchi, grdini, brat parchggi scnda 8-10 m Barrir, bratur, parchggi, parchi grdini il rdd la rustica, indirnt substrat ci gl r vr ci gl Epca di iritura () (spci da ir) rutti (r)

12 Farn (*) Qurcus rbur Frassin maggir Liquidambar Lirind r (*) Ontan nr Fraxinus xclsir Liquidambar styracilua Lirindrn tulipira Alnus glutinsa Rvrlla Qurcus pubscs Qurcus x turnri prima m Parchi grdini tll ra la smmrsin tmprana prima m Albratur stradi ampi, parchggi, parchi grdini prima m Barrir, bratur, parchi grdini prima m Albratur, parchi grdini zn umi, liila; tllra umidità inquinanti tll ra l bass tmpratur,tm l inquinam nt Snsibil la siccità scnda 8-10 m Parchi grdini umidità inndazini inquinanti scnda m Parchi grdini la sic-cità, tm ristagni trza 6-8 m Albratur, parchi grdini Tigli Til spp prima m Albratur, parchggi, parchi grdini Magnl Magnl grandilra Ippcasta n Ippcasta n rss Asculus hippcasta num Asculus x carna Hyan (var. britii) prlungati trrn ccar; liila l umi-dità, prndi prima m Parchi, grdini il rd-d, tm ristagni prlungati prima m Parchi, grdini il rd-d, tm siccità sinità scnda m Parchi, grdini, bratur rdd siccità giugnlugli maggigiugn giugnlugli maggi aprilmaggi

13 TAB 1.7 Arbusti cnsiglti Crbzzl Spin crvin Lillà Cass Ctgn gppns Cicant invrn Crnil Autctna Estica (2) Arbutus und T Rhamnus cathartica Philph us spp. Syringa vulgaris Cass crymbsa T Chanml s japnica Chimnanthus pracx Canthus x lilnus var.glri Vrsaill Caryptri s x clandnns is var. Kw blu T Crnus mas in sip(s) in grupp(g) cm(g) cm(g) Parchi, grdini sipi Sipi, schrm, parchi grdini cm(g) Schrm, parchi grdini ccar, inquinamnt ; tm glat prlungat suli ccari, aridi Rsista rdd inquinamnt cm(g) Parchi grdini Eliila, tllra glat, snsibil la siccità 0, cm(g) Parchi grdini Esig zn riparat,suli bn drnati, tl-lra la siccità 0, cm(g) Parchi grdini rsist inquinamnt ccar 3-3, cm(g) Parchi grdini Indirnt substrat, zn riparat 0, cm(g) Parchi grdini Spci a rapid accrscimnt 0,6-0, cm(g) Parchi grdini Eliila, suli bn drnati, tm il rdd 1, cm (g) Parchi grdini Rsist rd-d, ci gl r vr Smi prsis tnt Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r) nvmbr dicmbr r invrni maggilugli april sttmbr ttbr marzapril dicmbr - bbrai lugli sttmbr lugli ttbr bbrai

14 Nccil cntrt Magnl stllata Magnl gppns Magnla di Slang Agrigli Evnim Ola Osmant varità Crylus avllana, var. Cntrta Magnl stllata Magnl bvata var. Purpura Magnl x sulangan a Ilx aquilium Ilx crnata var. Dazzlr Autctna Estica (2) Eunymus urpaus Eunymus atus Eunymus rtuni Osmanthus ragrans Osmanthus ilicilius suli ccai argillsi 2, cm (g) Parchi grdini Indirnt substrat,pr dilig suli ccai 1, cm(g) Parchi grdini prndi, tm gl ristagni cm(g) Parchi grdini Rsistnt l glat, argillsi cm (g) Parchi grdini tllra l glat, tm la siccità 2, cm (s) cm(g) Parchi grdini, sipi suli umidi,tm sbzi trmici, tllra l inquinamn t in sip(s) in grupp(g) 1-1, cm(g) Parchi grdini suli umidi,tm sbzi trmici, tllra l inquinam. ci gl r vr 1, cm(g) Parchi grdini ci gl 1,2-1, cm(g) Parchi grdini ci gl O,6-0, cm(g) Tappzzant pr parchi grdini aiul spartitraic Indirnt a clima substrat, snsibil a cccinigli idi cm(g) Parchi grdini Adatta pin sl, suli bn drnati 1, cm(g) Sipi, parchi grdini Adatta pin sl, -marz bbrai marzapril april marzapril Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r) maggilugli marzapril/ sttmbr ttbr marzapril

15 Viburnum plicatum var watanab Clistmn lavis T Clistmn lanclatus T Vrnica Hb sspp 0,6-0, cm (g) Clviz Klkwitz amabilis T suli bn drnati 1,2-1, cm(g) Parchi grdini zn d mbra lggra 1,2-1,5 120 cm(g) Parchi grdini spsizini riparat cm(g) Parchi grdini spsizini riparat Grdini Espsizini riparat 2-2,5 200 cm (g) Parchi grdini Espsizin in mbra lggra giugn ttbr maggi giun/ autunn giugn lugli giugn ttbr maggi lugli TAB 1.8 Spci rampicanti cnsiglt Bignn Fir lla passin Autctna Estica (2) Bignn caprlata T Passilra carula T Parchi grdini Smirustica, spsizini smiriparat Parchi grdini Esig trrn arat ricc ci gl r vr r vr ci gl Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r) maggi lugli lugli ttbr; r autunni

Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI

Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI DELL EMILIA ROMAGNA LEGENDA: (*) specie con varietà fastigiate (1) a causa della patologia del colpo di fuoco, per l utilizzo di

Dettagli

PRONTUARIO PER LA MITIGAZIONE AMBIENTALE

PRONTUARIO PER LA MITIGAZIONE AMBIENTALE PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI RONCADE PIANO URBANISTICO ATTUATIVO SCHEDA DI ACCORDO N. 10 DITTA: Bassetto Elio, Bassetto Renato, Bresolin Gino, Geromel Sergio, Pellegrin Luigi e Damelico Severina Santa.

Dettagli

ELENCO ESSENZE PIANTUMAZIONI 2015

ELENCO ESSENZE PIANTUMAZIONI 2015 ELENCO ESSENZE PIANTUMAZIONI 2015 E.R.S.A.F. Alberi ad alto fusto Celtis australis Bagolaro ALTEZZA: 15-20 metri. FOGLIE: caduche. RADICI: forte apparato radicale; sconsigliata piantumazione vicino ad

Dettagli

ALLEGATO 3 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

ALLEGATO 3 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ ALLEGATO 3 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ PRESCRIZIONI PER LE SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

VIVAIO. Specie arboree V 001 1,00 5,00 10,00. Piccolo * Medio * Grande * Fam. Aceracee Acero Campestre ACER CAMPESTRE 1,00 5,00 10,00

VIVAIO. Specie arboree V 001 1,00 5,00 10,00. Piccolo * Medio * Grande * Fam. Aceracee Acero Campestre ACER CAMPESTRE 1,00 5,00 10,00 VIVAIO Specie arboree V 001 Fam. Aceracee Acero Campestre ACER CAMPESTRE * * * V 002 Fam. Aceracee Acero Italiano ACER OPALUS V 003 V 004 V 005 V 006 Fam. Aceracee Acero Minore ACERO MONSPESSULANUM Fam.

Dettagli

ELENCO PIANTE AUTOCTONE E INDICAZIONE DELLE PIANTE NON AUTOCTONE, ANTICO INDIGINATO, DELLE PIANTE ESOTICHE E PERIODI PER IL TAGLIO E L IMPIANTO

ELENCO PIANTE AUTOCTONE E INDICAZIONE DELLE PIANTE NON AUTOCTONE, ANTICO INDIGINATO, DELLE PIANTE ESOTICHE E PERIODI PER IL TAGLIO E L IMPIANTO ELENCO PIANTE AUTOCTONE E INDICAZIONE DELLE PIANTE NON AUTOCTONE, ANTICO INDIGINATO, DELLE PIANTE ESOTICHE E PERIODI PER IL TAGLIO E L IMPIANTO ALLEGATO C ENTE PARCO REGIONALE DEL CONERO Via Peschiera

Dettagli

fioritura estate Corylus avellana Nocciolo foglie arrotondate fiori maschili amenti gialli in autunno frutto nocciola altezza 4-5 metri Cotoneaster

fioritura estate Corylus avellana Nocciolo foglie arrotondate fiori maschili amenti gialli in autunno frutto nocciola altezza 4-5 metri Cotoneaster Arbusti: Abelia x grandiflora Abelia fiori bianco-rosa altezza 2 metri Acer japonicum - Acero giapponese foglia palmata con lobi profondi altezza 2-5 metri Aucuba japonica Aucuba foglia verde o macchiettata

Dettagli

ALLEGATO 1. Specie vegetali

ALLEGATO 1. Specie vegetali ALLEGATO 1. Specie vegetali Classificazione delle specie vegetali in relazione sia alle caratteristiche della specie botanica sia in relazione al contesto territoriale bolognese. Classificazione in base

Dettagli

NATURSIMUL MACERATI GLICERINATI

NATURSIMUL MACERATI GLICERINATI Macerati glicerinati Natursimul www.natursimul.it ABIES PECTINATA gemme (Abete bianco gemme) - MG - 1DH Vol. Alc. 30 % (idrato anidro 15 ml) Ingredienti: acqua, alcol etilico*, stabilizzante: glicerina

Dettagli

COMUNE DI CALCIO. PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE AT12 a destinazione logistico-produttiva

COMUNE DI CALCIO. PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE AT12 a destinazione logistico-produttiva 1 COMUNE DI CALCIO allegato H PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE AT12 a destinazione logistico-produttiva Via Covo (SP 102) nuova SP 98 Calciana conforme al PGT (Artt. 12 e 14, legge regionale 11

Dettagli

PRONTUARIO DI MITIGAZIONE AMBIENTALE (modalità per la realizzazione di siepi e filari alberati)

PRONTUARIO DI MITIGAZIONE AMBIENTALE (modalità per la realizzazione di siepi e filari alberati) Via Lago di Como 88/2-36100 Vicenza - Tel./ fax: 0444 920083 e-mail: rugiorio@libero.it PRONTUARIO DI MITIGAZIONE AMBIENTALE (modalità per la realizzazione di siepi e filari alberati) Ottobre 2011 Dr.

Dettagli

COMUNE DI SESTO FIORENTINO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE PUBBLICO E PRIVATO

COMUNE DI SESTO FIORENTINO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE PUBBLICO E PRIVATO COMUNE DI SESTO FIORENTINO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE PUBBLICO E PRIVATO Art. 1. Principi, finalità ed oggetto Art. 2. Campo d'applicazione Art. 3. Alberature tutelate Art. 4.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PARTECIPAZIONE NEL GOVERNO E NELLA CURA DEI BENI COMUNI SEZIONE -ADOZIONE DI AREE VERDI PUBBLICHE -

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PARTECIPAZIONE NEL GOVERNO E NELLA CURA DEI BENI COMUNI SEZIONE -ADOZIONE DI AREE VERDI PUBBLICHE - REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PARTECIPAZIONE NEL GOVERNO E NELLA CURA DEI BENI COMUNI SEZIONE -ADOZIONE DI AREE VERDI PUBBLICHE - INDICE Articolo 1 Oggetto e disciplina Articolo 2 Aree ammesse Articolo 3

Dettagli

Regolamento Comunale del Verde 1 PRINCIPALI SPECIE ARBOREE E ARBUSTIVE UTILIZZABILI PER LA REALIZZAZIONE DI AREE VERDI

Regolamento Comunale del Verde 1 PRINCIPALI SPECIE ARBOREE E ARBUSTIVE UTILIZZABILI PER LA REALIZZAZIONE DI AREE VERDI Regolamento Comunale del Verde 1 ALLEGATO C PRINCIPALI SPECIE ARBOREE E ARBUSTIVE UTILIZZABILI PER LA REALIZZAZIONE DI AREE VERDI Di seguito sono state riportati nominativi e caratteristiche delle principali

Dettagli

Dr. Arch. Giuliano Visconti. Dr. Arch. Flavia Visconti. Desenzano d/g. 26 settembre 2011

Dr. Arch. Giuliano Visconti. Dr. Arch. Flavia Visconti. Desenzano d/g. 26 settembre 2011 PROGETTO NUOVA PASSEGGIATA A LAGO DAL VICOLO DELLE LAVANDAIE AL CENTRO BALNEARE DEL DESENZANINO ED AMPLIAMENTO ARENILE PROGETTO DEFINITIVO DEFINIZIONE DEI MATERIALI, DELLE FINITURE, DEL VERDE E DELL ARREDO

Dettagli

SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE DELLA GARZAIA DI PEDEROBBA

SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE DELLA GARZAIA DI PEDEROBBA SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE DELLA GARZAIA DI PEDEROBBA Enrico Lion Il fiume Piave scorre nel tratto di medio-basso corso lungo la Garzaia di Pederobba, conservando la morfologia di bacino montano. Le rive

Dettagli

PER SCARICARE I PDF DELLE LEZIONI ANDATE SU:

PER SCARICARE I PDF DELLE LEZIONI ANDATE SU: PER SCARICARE I PDF DELLE LEZIONI ANDATE SU: www.florart-imola.it pagina lezioni e corsi nella sezione corsi cliccare su area riservata in basso a destra nome utente: Studente (rispettare la maiuscola)

Dettagli

LE PINETE DEMANIALI RAVENNATI STORIA E PROSPETTIVE

LE PINETE DEMANIALI RAVENNATI STORIA E PROSPETTIVE LE PINETE DEMANIALI RAVENNATI STORIA E PROSPETTIVE Relatore: Primo Dirigente del CFS Dr. Giovanni NACCARATO Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato per la Provincia di Ravenna I terreni

Dettagli

COMUNE DI CASCIANA TERME Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DELLA GESTIONE DELLE AREE A VERDE PUBBLICO A SOGGETTI PRIVATI

COMUNE DI CASCIANA TERME Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DELLA GESTIONE DELLE AREE A VERDE PUBBLICO A SOGGETTI PRIVATI COMUNE DI CASCIANA TERME Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DELLA GESTIONE DELLE AREE A VERDE PUBBLICO A SOGGETTI PRIVATI INDICE Articolo 1 Principi Generali......3 Articolo 2 - Finalità......3

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DI AREE VERDI PUBBLICHE DELLA CITTA DI FERRARA

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DI AREE VERDI PUBBLICHE DELLA CITTA DI FERRARA REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DI AREE VERDI PUBBLICHE DELLA CITTA DI FERRARA Approvato con Delibera di Consiglio Comunale del 12 luglio 2010, n. 62/42860 1/16/ INDICE Articolo 1 - Finalità...3 Articolo 2

Dettagli

COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO

COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno SETTORE QUALITA URBANA SERVIZIO MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI TUTELA DEL VERDE URBANO PUBBLICO E PRIVATO revisione febbraio 2015 approvato con delibera

Dettagli

ELENCO PIANTE AUTOCTONE E INDICAZIONE DELLE PIANTE NON AUTOCTONE E PERIODII PER IL TAGLIO E L IMPIANTO ENTE PARCO REGIONALE DEL CONERO

ELENCO PIANTE AUTOCTONE E INDICAZIONE DELLE PIANTE NON AUTOCTONE E PERIODII PER IL TAGLIO E L IMPIANTO ENTE PARCO REGIONALE DEL CONERO ELENCO PIANTE AUTOCTONE E INDICAZIONE DELLE PIANTE NON AUTOCTONE E PERIODII PER IL TAGLIO E L IMPIANTO ALLEGATO C ENTE PARCO REGIONALE DEL CONERO Via Peschiera 30a 60020 SIROLO (AN) TEL. 071.9331161 FAX.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE. Seduta del 26/05/2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE. Seduta del 26/05/2014 Deliberazione n. 35 del 26/05/2014 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE Seduta del 26/05/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE STUDIO DI FATTIBILITÀ DEL PROGETTO: "INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

Il prato e il giardino. Muggia, 4 maggio 2015

Il prato e il giardino. Muggia, 4 maggio 2015 Il prato e il giardino Muggia, 4 maggio 2015 Prato e giardino Non è agricoltura Le basi della coltivazione sono le stesse poiché si utilizzano sempre essenze vegetali Per la crescita gli elementi sono

Dettagli

LISTA SPECIE ARBOREE ALBERI I GRANDEZZA

LISTA SPECIE ARBOREE ALBERI I GRANDEZZA LISTA SPECIE ARBOREE ALBERI I GRANDEZZA 1 Cedro del Libano Cedrus libani N 1,2,3 + 2 Cedro dell'atlante Cedrus atlantica N 1,2,3 + 3 Cedro dell'himalaia Cedrus deodara N 1,2,3 + 4 Cerrosughera Quercus

Dettagli

Consiglio Regionale della Calabria IV Commissione Assetto e utilizzazione del territorio - Protezione dell ambiente PROPOSTA DI LEGGE N.

Consiglio Regionale della Calabria IV Commissione Assetto e utilizzazione del territorio - Protezione dell ambiente PROPOSTA DI LEGGE N. Consiglio Regionale della Calabria IV Commissione Assetto e utilizzazione del territorio - Protezione dell ambiente PROPOSTA DI LEGGE N. 19/9^ DI INIZIATIVA DEL CONSIGLIERE REGIONALE F. MORELLI, RECANTE

Dettagli

Piante a Radice Nuda, in Vaso, in Zolla, Forestali e Ornamentali Piante per Siepe Arbusti per Bordure Rampicanti Materiali ed Attrezzature

Piante a Radice Nuda, in Vaso, in Zolla, Forestali e Ornamentali Piante per Siepe Arbusti per Bordure Rampicanti Materiali ed Attrezzature Piante a Radice Nuda, in Vaso, in Zolla, Forestali e Ornamentali Piante per Siepe Arbusti per Bordure Rampicanti Materiali ed Attrezzature Via Prai dell Acqua, 13C C.A.P. 35010 Villa del Conte (PD) Tel.

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO FORESTALE DEL TERRITORIO DEL PARCO NATURALE REGIONALE SIRENTE-VELINO

REGOLAMENTO SULL USO FORESTALE DEL TERRITORIO DEL PARCO NATURALE REGIONALE SIRENTE-VELINO Qui proteggiamo natura e cultura REGOLAMENTO SULL USO FORESTALE DEL TERRITORIO DEL PARCO NATURALE REGIONALE SIRENTE-VELINO Approvato con delibera di Consiglio Direttivo n 25 del 21/04/1999 Modificato con

Dettagli

Laboratorio Terme di Caracalla MASTER PLAN

Laboratorio Terme di Caracalla MASTER PLAN MASTER PLAN Rielaborazione del materiale grafico fornito dal Ministero dei Beni Culturali e Ambientali - Soprintendenza Archeologica di Roma tra cui gli elaborati grafici del "Progetto di restauro e valorizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PATRIMONIO VERDE PUBBLICO E PRIVATO

REGOLAMENTO DEL PATRIMONIO VERDE PUBBLICO E PRIVATO COMUNE DI MASSA REGOLAMENTO DEL PATRIMONIO VERDE PUBBLICO E PRIVATO ALLEGATO C ELENCO DELLE SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE 1/8 SPECIE ARBUSTIVE Nome scientifico nome comune Simbolo Abelia spp. Abutilon spp.

Dettagli

SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE CONSIGLIATE. DISTANZA DI IMPIANTO m. IMPIEGO. terza 5-6 Alberature, giardini e parchi

SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE CONSIGLIATE. DISTANZA DI IMPIANTO m. IMPIEGO. terza 5-6 Alberature, giardini e parchi ALLEGATO A PEIE ARBOREE ED ARBUTIVE ONIGLIATE TABELLA 1 ALBERI ONIGLIATI NOME OMUNE NOME IENTIFIO A=autoctona (*) E= esotica LAE DI GRANDEZZA (**) DITANZA DI IMPIANTO m. IMPIEGO EIGENZE ED ADATTABILITA

Dettagli

SCHEDA DI OFFERTA PREZZI UNITARI

SCHEDA DI OFFERTA PREZZI UNITARI Fornitura franco cantiere di alberi delle seguenti specie: Quercus robur in zolla-rete coltivata in vaso air pot con almeno 6 trapianti, circonferenza fusto 60-70 cm altezza complessiva 700-900 cm larghezza

Dettagli

Il/La Sottoscritto/a. nato/a nel Comune di, il / / residente nel Comune di, frazione. in via/loc., n, C.A.P. codice fiscale, recapito telefonico

Il/La Sottoscritto/a. nato/a nel Comune di, il / / residente nel Comune di, frazione. in via/loc., n, C.A.P. codice fiscale, recapito telefonico Al Comune di Deruta Ufficio Urbanistica ed Edilizia Marca da bollo. 16,00 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE E/O NULLA OSTA PER ABBATTIMENTO / POTATURA / SPOSTAMENTO ALBERI AI SENSI DELLA L.R. 19 NOVEMBRE 2001,

Dettagli

Progetto ambientale - 7 CAP. 1 DISPOSIZIONI SU MATERIALI ED ELEMENTI DEL PROGETTO AMBIENTALE

Progetto ambientale - 7 CAP. 1 DISPOSIZIONI SU MATERIALI ED ELEMENTI DEL PROGETTO AMBIENTALE Progetto ambientale - 7 CAP. 1 DISPOSIZIONI SU MATERIALI ED ELEMENTI DEL PROGETTO AMBIENTALE Progetto ambientale - 8 art. n.1 - Formazioni boschive - con tale definizione viene designata una composizione

Dettagli

Aesculus Hippocastanum

Aesculus Hippocastanum Aesculus Hippocastanum Specie: Aesculus Hippocastanum Nome volgare: Ippocastano Provenienza:Europa Orientale Curiosità: Il nome della specie deriva dal greco ippos, cavallo, e castanon, castagno, per l

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE. Seduta del 11/10/2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE. Seduta del 11/10/2014 Deliberazione n. 71 del 11/10/2014 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE Seduta del 11/10/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DELLO STUDIO PRELIMINARE DEGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE

Dettagli

ELEMENTI DI PROGETTAZIONE DEGLI SPAZI VERDI. Le piante per gli spazi verdi Come scegliere le piante per i nostri giardini?

ELEMENTI DI PROGETTAZIONE DEGLI SPAZI VERDI. Le piante per gli spazi verdi Come scegliere le piante per i nostri giardini? ELEMENTI DI PROGETTAZIONE DEGLI SPAZI VERDI Le piante per gli spazi verdi Come scegliere le piante per i nostri giardini? Alberi Costituiscono l ossatura del giardino e sono quelli che con la loro distribuzione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AUTORIZZAZIONE AL TAGLIO DEGLI ALBERI E PER LA TUTELA DELLE ESSENZE ARBOREE PROTETTE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AUTORIZZAZIONE AL TAGLIO DEGLI ALBERI E PER LA TUTELA DELLE ESSENZE ARBOREE PROTETTE REGOLAMENTO COMUNALE PER L AUTORIZZAZIONE AL TAGLIO DEGLI ALBERI E PER LA TUTELA DELLE ESSENZE ARBOREE PROTETTE Approvato ed allegato alla Deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 del 06.06.2002 FINALITA

Dettagli

+,-./01,(/120345./65( -,37/8/0(4519.,18/01/

+,-./01,(/120345./65( -,37/8/0(4519.,18/01/ GALLERIA DELLE ESPERIENZE Controllo di Gestione: Best Practices 60491,(5703/(?9@@>/6/(= -,37/8/0(4519.,18/01/ +,-./01,(/120345./65( -,37/8/0(4519.,18/01/!"#$%&'()* +,-./01,(/120345./65(-,37/8/0(4519.,18/01/

Dettagli

A.A. 2016/17 Graduatoria corso di laurea in Scienze e tecniche di psicologia cognitiva

A.A. 2016/17 Graduatoria corso di laurea in Scienze e tecniche di psicologia cognitiva 1 29/04/1997 V.G. 53,70 Idoneo ammesso/a * 2 27/12/1997 B.A. 53,69 Idoneo ammesso/a * 3 18/07/1997 P.S. 51,70 Idoneo ammesso/a * 4 12/05/1989 C.F. 51,69 Idoneo ammesso/a * 5 27/01/1997 P.S. 51,36 Idoneo

Dettagli

REGIONE VENETO COMUNE DI VENEZIA

REGIONE VENETO COMUNE DI VENEZIA REGIONE VENETO COMUNE DI VENEZIA SERVIZIO SUOLO E VERDE PUBBLICO PROPOSTE PER IL RECUPERO A VERDE DELLE AREE LIMITROFE ALLA TANGENZIALE DI MESTRE IL DIRIGENTE dr. for. Pietro Milazzo 1. INTRODUZIONE La

Dettagli

PROGETTO DEL VERDE RELAZIONE DI PROGETTO

PROGETTO DEL VERDE RELAZIONE DI PROGETTO COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA COMPARTO C2.4 PROGETTO DEL VERDE RELAZIONE DI PROGETTO Allegati: Esempi di attrezzature per aree gioco Esempi di attrezzature

Dettagli

G E A 1/2015. giornale europeo di aerobiologia medicina ambientale e infezioni aerotrasmesse

G E A 1/2015. giornale europeo di aerobiologia medicina ambientale e infezioni aerotrasmesse issn 1825-2893 Mattioli 1885 Volume xi, 1/2015 G E A giornale europeo di aerobiologia medicina ambientale e infezioni aerotrasmesse European Journal of Aerobiology and Environmental Medicine 1/2015 POSRTE

Dettagli

TITOLO I PARTE GENERALE

TITOLO I PARTE GENERALE 1 TITOLO I PARTE GENERALE ARTICOLO 1 DEFINIZIONI Area verde: area territoriale, o insieme delle aree, di proprietà pubblica o privata, destinata a parco, giardino o comunque rivestita, attualmente o in

Dettagli

IL PATRIMONIO ARBOREO DEL COMUNE DI BOLOGNA

IL PATRIMONIO ARBOREO DEL COMUNE DI BOLOGNA IL PATRIMONIO ARBOREO DEL COMUNE DI BOLOGNA ALBERI PUBBLICI 61.392 esemplari in aree verdi e 17.880 in alberate stradali Totale 79.280 Agli alberi censiti singolarmente si devono aggiungere quelli ricompresi

Dettagli

APPENDICE AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE (Delibera n 228 del 09/09/1993)

APPENDICE AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE (Delibera n 228 del 09/09/1993) APPENDICE AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE (Delibera n 228 del 09/09/1993) REGOLAMENTO PER L ABBATTIMENTO DI ALBERATURE CHE ECCEDA LA SFERA DELLA CONDUZIONE AGRARIA ART. 1 CAMPO DI APPLICAZIONE Per essenze

Dettagli

VIVAIO: Produzione, Lavorazione e Selezione Alberature, Arbusti e Piante da Frutto MADE IN ITALY

VIVAIO: Produzione, Lavorazione e Selezione Alberature, Arbusti e Piante da Frutto MADE IN ITALY VIVAIO: Produzione, Lavorazione e Selezione Alberature, Arbusti e Piante da Frutto MADE IN ITALY ALBERATURE Alberature per verde urbano e residenziale: - Lavorazione e Selezione su Commissione - Su richiesta

Dettagli

1 Carta dei giardini storici detta Carta di Firenze. Indice

1 Carta dei giardini storici detta Carta di Firenze. Indice 1 Carta dei giardini storici detta Carta di Firenze Indice A) Definizioni e obiettivi pag. 2 B) Manutenzione, conservazione, restauro e ripristino pag. 3 C) Manutenzione e conservazione pag. 3 D) Restauro

Dettagli

COMUNE DI JESI P.P.E. VIA APPENNINI ALTA. fascicolo di vendita LOTTO 5

COMUNE DI JESI P.P.E. VIA APPENNINI ALTA. fascicolo di vendita LOTTO 5 COMUNE DI JESI P.P.E. VIA APPENNINI ALTA fascicolo di vendita LOTTO 5 Dati catastali Foglio n. 48 - particella n. 3378 - Sup. 638mq Norme di riferimento Per quanto non riportato nel presente fascicolo,

Dettagli

COMUNE DI PITIGLIANO PROVINCIA DI GROSSETO. REGOLAMENTO URBANISTICO Norme. Appendice B6 Elenco delle essenze vegetazionali tipiche

COMUNE DI PITIGLIANO PROVINCIA DI GROSSETO. REGOLAMENTO URBANISTICO Norme. Appendice B6 Elenco delle essenze vegetazionali tipiche COMUNE DI PITIGLIANO PROVINCIA DI GROSSETO REGOLAMENTO URBANISTICO Norme. Appendice B6 Elenco delle essenze vegetazionali tipiche gennaio 2015 Regolamento urbanistico Appendice B6. Elenco delle essenze

Dettagli

Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, e sono utilizzate per vari scopi: segnare il confine e separare le proprietà;

Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, e sono utilizzate per vari scopi: segnare il confine e separare le proprietà; LE SIEPI Le siepi sono esseri viventi che appartengono al mondo vegetale; le loro foglie infatti contengono la clorofilla e altre sostanze. Le siepi possono essere fogliose, lisce, verdi, spinose, diramate,

Dettagli

Assessorato allo Sport e Ambiente. i Parchi di Ivrea. La Polveriera, i Giardini pubblici Villa Casana e Villa Girelli

Assessorato allo Sport e Ambiente. i Parchi di Ivrea. La Polveriera, i Giardini pubblici Villa Casana e Villa Girelli Assessorato allo Sport e Ambiente i Parchi di Ivrea La Polveriera, i Giardini pubblici Villa Casana e Villa Girelli N 1_200 PROGETTO: pubblicazione a cura del Laboratorio Territoriale di Educazione Ambientale

Dettagli

CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA CARMELITANI IN TORREPADULI PIXEL RELAZIONE ECONOMICA

CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA CARMELITANI IN TORREPADULI PIXEL RELAZIONE ECONOMICA RELAZIONE ECONOMICA 1 CODICE DESCRIZIONE UNITA DI MISURA PREZZO UNITARIO DIMENSIONI STIMA COSTO INFRASTRUTTURE Inf 01 Inf 01.03 OPERE STRADALI Preparazione e bonifica del piano di posa dei rilevati o della

Dettagli

L arboricoltura del futuro si pianta adesso: risultati di ricerche nel ornamentale

L arboricoltura del futuro si pianta adesso: risultati di ricerche nel ornamentale L arboricoltura del futuro si pianta adesso: risultati di ricerche nel settore vivaistico-ornamentale ornamentale A. Fini 1 M. Faoro 2, G. Amoroso 2, R. Piatti 2, P. Frangi 2 e F. Ferrini 1 1 Università

Dettagli

Studio del sistema del verde ed inquadramento paesaggistico del piano di recupero del porto turistico di Marina di Pisa

Studio del sistema del verde ed inquadramento paesaggistico del piano di recupero del porto turistico di Marina di Pisa Studio del sistema del verde ed inquadramento paesaggistico del piano di recupero del porto turistico di Marina di Pisa Prof. Stefano Mancuso Dipartimento di Ortoflorofrutticoltura dell Università di Firenze

Dettagli

Comune di Cusano Milanino Provincia di Milano. Regolamento del verde

Comune di Cusano Milanino Provincia di Milano. Regolamento del verde Provincia di Milano Regolamento del verde Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 27 del 25.2.2000 INDICE GENERALE TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Oggetto del Regolamento pag. 1 Art.

Dettagli

di vegetazione arricchisce esteticamente lo spazio urbano e migliora la qualità della vita. In ambiente urbano gli alberi affrontano

di vegetazione arricchisce esteticamente lo spazio urbano e migliora la qualità della vita. In ambiente urbano gli alberi affrontano Ambiente urbano: La conservazione della natura 2.7 La conservazione della natura di aree verdi presenti all interno o ai margini delle città svolge Ilsistema importanti funzioni ambientali, ricreative

Dettagli

COMUNE DI RIONERO SANNITICO PROVINCIA DI ISERNIA AVVISO DISTRIBUZIONE DI PIANTINE FORESTALI PRODOTTE NEI VIVAI REGIONALI ANNATA SILVANA 2014/2015

COMUNE DI RIONERO SANNITICO PROVINCIA DI ISERNIA AVVISO DISTRIBUZIONE DI PIANTINE FORESTALI PRODOTTE NEI VIVAI REGIONALI ANNATA SILVANA 2014/2015 COMUNE DI RIONERO SANNITICO PROVINCIA DI ISERNIA SAN81W0 AVVISO DISTRIBUZIONE DI PIANTINE FORESTALI PRODOTTE NEI VIVAI REGIONALI ANNATA SILVANA 2014/2015 Si porta a conoscenza della cittadinanza che è

Dettagli

www.vivaivoltattorni.it commerciale@vivaivoltattorni.it export@vivaivoltattorni.it Via Piane Tesino - 63066 GROTTAMMARE (AP) Tel. 0735.631290 Fax 0735.380260 Cell. 329.6910630 1 Iniziava nel 1949... L

Dettagli

CREST. Centro Ricerche in Ecologia e Scienze del Territorio

CREST. Centro Ricerche in Ecologia e Scienze del Territorio CREST Centro Ricerche in Ecologia e Scienze del Territorio CREST s.n.c. di Perosino Gian Carlo & c. 10136 Torino (Italia) - Via Caprera, 15 - E-mail info@crestsnc.it - tel. 011/3299419/3299165 r.a. - fax

Dettagli

Birdgarden Un giardino biologico

Birdgarden Un giardino biologico Birdgarden Un giardino biologico - Progettazione del giardino - Scelta delle piante ed essenze vegetali - Creazione di laghetti e/o piccoli stagni - Installazione di nidi e mangiatoie - Come attirare le

Dettagli

COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO

COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO www.collegioperitiagrarisa.it - e-mail:collegio.salerno@pec.peritiagrari.it - collegio.salerno@peritiagrari.it Prot. n

Dettagli

REGOLAMENTO DEL VERDE URBANO PUBBLICO E PRIVATO DEL COMUNE DI LIVORNO

REGOLAMENTO DEL VERDE URBANO PUBBLICO E PRIVATO DEL COMUNE DI LIVORNO REGOLAMENTO DEL VERDE URBANO PUBBLICO E PRIVATO DEL COMUNE DI LIVORNO Livorno - NOVEMBRE 2002-1 TITOLO I - NORME GENERALI - Premessa 1 - Il verde urbano si inserisce nel contesto più ampio di valori paesaggistici

Dettagli

Assessorato Agricoltura e Attività Produttive A.G.C. Sviluppo Attività Settore Primario Settore Sperimentazione, Informazione, Ricerca e Consulenza in Agricoltura Settore Foreste, Caccia e Pesca Coordinamento

Dettagli

ELENCO DELLE SPECIE ARBOREE (IN ORDINE ALFABETICO PER NOME BOTANICO)

ELENCO DELLE SPECIE ARBOREE (IN ORDINE ALFABETICO PER NOME BOTANICO) ELENCO DELLE SPECIE ARBOREE (IN ORDINE ALFABETICO PER NOME BOTANICO) nome botanico nome comune epoca di fioritura pag Abies nordmanniana Abete del Caucaso IV-V 25 Acer negundo Acero americano IV 27 Acer

Dettagli

STATO DI CONSISTENZA INIZIALE E MANUTENZIONE MINIMA

STATO DI CONSISTENZA INIZIALE E MANUTENZIONE MINIMA Comune di Oristano Comuni de Aristanis Servizio Ambiente STATO DI CONSISTENZA INIZIALE E MANUTENZIONE MINIMA RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE AREE VERDI ATTRAVERSO LA CONCESSIONE A SOGGETTI PRIVATI

Dettagli

ALBIZIA JULIBRISSIN. www.casanaturavivaio.it

ALBIZIA JULIBRISSIN. www.casanaturavivaio.it ALBIZIA JULIBRISSIN L'Albizia Julibrissin presenta il fusto eretto, con corteccia liscia, di colore verde scuro, che tende a fessurarsi con il passare degli anni. Gli alberi adulti raggiungono i 10-12

Dettagli

FORESTAZIONE ARBUSTI DI PIANURA SCHEDE DI DIVULGAZIONE

FORESTAZIONE ARBUSTI DI PIANURA SCHEDE DI DIVULGAZIONE FORESTAZIONE ARBUSTI DI PIANURA Gli arbusti comunemente diffusi nelle nostre campagne rivestono un ruolo molto importante per diversi motivi. Ciò che maggiormente colpisce in prima battuta è sicuramente

Dettagli

Allegato A Specifica sulla Vegetazione. Parte 1A - Vegetazione prevalente per fasce altitudinali

Allegato A Specifica sulla Vegetazione. Parte 1A - Vegetazione prevalente per fasce altitudinali Allegato A Specifica sulla Vegetazione Parte 1A - Vegetazione prevalente per fasce altitudinali Fascia mediterranea (o Orizzonte mediterraneo): dal litorale ai primi sistemi collinari; Climax Macchia Mediterranea,

Dettagli

il cambiamento RELAZIONE

il cambiamento RELAZIONE ELABORATO N.5 CONCORRENTE CLDP279 RELAZIONE il cambiamento Con questo progetto ci si misura con una delle città europee più straordinarie che, grazie soprattutto alla Piazza dei Miracoli, è assurta al

Dettagli

La Misura 222 del Programma regionale di Sviluppo rurale

La Misura 222 del Programma regionale di Sviluppo rurale La Misura 222 del Programma regionale di Sviluppo rurale Roberto Zampieri Regione del Veneto Unità di Progetto Foreste e Parchi Legnaro, 20 febbraio 2012 Azione Realizzazione di sistemi silvoarabili (filari

Dettagli

Oggetto: patrimonio arboreo Parco Biblioteca di via Cavour - Legnano

Oggetto: patrimonio arboreo Parco Biblioteca di via Cavour - Legnano PAOLO ALLEVA AGRONOMO PAESAGGISTA Spett.le AMGA Service Via per Busto Arsizio n. 53 20025 Legnano (Mi) Legnano, 04.08.2011 Oggetto: patrimonio arboreo Parco Biblioteca di via Cavour - Legnano Sulla base

Dettagli

RETE ECOLOGICA PROVINCIALE DI PRIMO LIVELLO ELEMENTI DELLA RETE ECOLOGICA PROVINCIALE DI PRIMO LIVELLO

RETE ECOLOGICA PROVINCIALE DI PRIMO LIVELLO ELEMENTI DELLA RETE ECOLOGICA PROVINCIALE DI PRIMO LIVELLO DATABASE DELLA RETE ECOLOGICA PROVINCIALE DI PRIMO LIVELLO Forum Plenario di Agenda 21 Locale 18 Giugno 2007 Castello Estense Provincia di Ferrara Centro Agricoltura e Ambiente G.Nicoli ELEMENTI DELLA

Dettagli

2 CONTRIBUTI PER INDIGENTI

2 CONTRIBUTI PER INDIGENTI 2 CONTRIBUTI PER INDIGENTI Delibera Consiglio Comunale n. 19 del 29/03/2000 e regolamento comunale A.M. 590,11 A.F. 140,00 A.R. 1.410,00 A.B. 25,00 A.A. 20,00 A.M. 2.851,70 AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE

Dettagli

Comune di Quarrata Regolamento Urbanistico Parchi, giardini e aree a verde di particolare pregio

Comune di Quarrata Regolamento Urbanistico Parchi, giardini e aree a verde di particolare pregio Comune di Quarrata Regolamento Urbanistico Parchi, giardini e aree a verde di particolare pregio SCHEDA N. VdP01 Località Valenzatico Denominazione Villa Zaccanti Classificazione Verde di Pregio - Giardino

Dettagli

DIRETTIVE PER LA CESSIONE DI ASSORTIMENTI LEGNOSI E PIANTINE FORESTALI

DIRETTIVE PER LA CESSIONE DI ASSORTIMENTI LEGNOSI E PIANTINE FORESTALI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA DIRETTIVE PER LA CESSIONE DI ASSORTIMENTI LEGNOSI E PIANTINE FORESTALI Dicembre 2006 CAPO I DIRETTIVE PER LA CESSIONE DI ASSORTIMENTI LEGNOSI

Dettagli

Comune di Casaleone Provincia di Verona. Piano degli Interventi Prontuario per la qualità architettonica e la mitigazione

Comune di Casaleone Provincia di Verona. Piano degli Interventi Prontuario per la qualità architettonica e la mitigazione Comune di Casaleone Provincia di Verona Piano degli Interventi Prontuario per la qualità architettonica e la mitigazione settembre 2013 Comune di Casaleone Provincia di Verona Piano degli Interventi Prontuario

Dettagli

Indice. Generalità e botanica

Indice. Generalità e botanica Indice 5 Prefazione 7 Ringraziamenti 9 Premessa 11 Introduzione Parte prima Generalità e botanica 19 Capitolo I. Il mercato 22 Focus sui nutraceutici e i botanicals 23 I nuovi prodotti 32 Capitolo II.

Dettagli

Censimento delle alberature poste nel Parco del Bersagliere e nel Parco dei Pinguini nel comune di Cassano d Adda

Censimento delle alberature poste nel Parco del Bersagliere e nel Parco dei Pinguini nel comune di Cassano d Adda Prog. 00 564 10 Comune di Cassano d Adda Censimento delle alberature poste nel Parco del Bersagliere e nel nel comune di Cassano d Adda 7 maggio 2010 da Maggio 10 Dendrotec srl via S.Fruttuoso,2 Tel. 02

Dettagli

Siepi in agricoltura biologica

Siepi in agricoltura biologica Siepi in agricoltura biologica Infrastrutture ecologiche In agricoltura biologica (Reg. CE 2092/91) la costruzione di infrastrutture ecologiche (siepi, filari di alberi e fasce inerbite) è necessaria in

Dettagli

PRATIUP GROWS. Workshop internazionale 20-24 giugno 2011 Sede della Facoltà di Architettura di Sapienza - Università di Roma Roma, Piazza Borghese 9

PRATIUP GROWS. Workshop internazionale 20-24 giugno 2011 Sede della Facoltà di Architettura di Sapienza - Università di Roma Roma, Piazza Borghese 9 http://pratigrowsup.jimdo.com Workshop internazionale 20-24 giugno 2011 Sede della Facoltà di Architettura di Sapienza - Università di Roma Roma, Piazza Borghese 9 con il patrocinio di: FACOLTÀ DI ARCHITETTURA

Dettagli

Regolamento edilizio

Regolamento edilizio Unione dei Comuni Di Basiano e Masate Regolamento edilizio Approvato con deliberazione di C.C di Basiano n. 18 del 22.04.2009 Approvato con deliberazione di C.C di Masate n. 16 del 22.04.2009 In coordinamento

Dettagli

COMUNE DI CORNATE D'ADDA

COMUNE DI CORNATE D'ADDA COMUNE DI CORNATE D'ADDA REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INCREMENTO E LA PROTEZIONE DEL PATRIMONIO ARBOREO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PROTEZIONE DEGLI ALBERI PREMESSA Il presente regolamento va incontro alla

Dettagli

Piantare e coltivare le fasce tampone

Piantare e coltivare le fasce tampone Biella, 23 settembre 2007 Piantare e coltivare le fasce tampone Unità Complessa per le Agroenergie dott. Loris Agostinetto Effetto tampone La polifunzionalità Altre funzioni ambientali -accumulo CO 2 -Miglioramento

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO PER LA DISCIPLINA DELLA SALVAGUARDIA E DELLA FORMAZIONE DEL VERDE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO EDILIZIO PER LA DISCIPLINA DELLA SALVAGUARDIA E DELLA FORMAZIONE DEL VERDE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO EDILIZIO PER LA DISCIPLINA DELLA SALVAGUARDIA E DELLA FORMAZIONE DEL VERDE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (oggetto) 1. Il presente regolamento disciplina la salvaguardia e la formazione

Dettagli

Tour panoramico. Cenni storici. Tour botanico. Fase di lavoro. Tour delle statue. Gruppo di lavoro

Tour panoramico. Cenni storici. Tour botanico. Fase di lavoro. Tour delle statue. Gruppo di lavoro LICEO SCIENTIFICO indirizzo SCIENZE APPLICATE Classe 3T Anno scolastico 2012-2013 Prof. Claudio Malavasi Tour panoramico Tour botanico Tour delle statue Cenni storici Fase di lavoro Gruppo di lavoro Mappa

Dettagli

COMUNE DI CASTELNUOVO RANGONE PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE. A cura del IV Settore Lavori Pubblici

COMUNE DI CASTELNUOVO RANGONE PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE. A cura del IV Settore Lavori Pubblici COMUNE DI CASTELNUOVO RANGONE PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE A cura del IV Settore Lavori Pubblici Approvato con delibera di Consiglio Comunale n 96 del 22 dicembre1997 ed integrato

Dettagli

Giornate tecniche 2011. Scelta delle piante nella progettazione delle aree verdi. Relatore: dott.agr. Antonio Sagaria Data: 12 marzo 2011

Giornate tecniche 2011. Scelta delle piante nella progettazione delle aree verdi. Relatore: dott.agr. Antonio Sagaria Data: 12 marzo 2011 Giornate tecniche 2011 Scelta delle piante nella progettazione delle aree verdi Relatore: dott.agr. Antonio Sagaria Data: 12 marzo 2011 DICHIO vivai garden PROGETTO Analisi delle caratteristiche del sito:

Dettagli

Guida alla classificazione della vegetazione forestale

Guida alla classificazione della vegetazione forestale Inventario Nazionale delle Foreste e dei Serbatoi Forestali di Carbonio INFC Guida alla classificazione della vegetazione forestale documento preparato dall Istituto Sperimentale per l Assestamento Forestale

Dettagli

Le piante più importanti responsabili di malattie allergiche

Le piante più importanti responsabili di malattie allergiche Le piante più importanti responsabili di malattie allergiche (Quercia O., Emiliani F.) A cura dell ambulatorio di allergologia del Presidio Ospedaliero di Faenza Dipartimento di Medicina I POLLINI I pollini

Dettagli

Qualità dell ambiente e del patrimonio arboreo: il caso Milano e l esperienza di Nantes, Capitale verde d Europa 2013

Qualità dell ambiente e del patrimonio arboreo: il caso Milano e l esperienza di Nantes, Capitale verde d Europa 2013 Consiglio dell Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali Qualità dell ambiente e del patrimonio arboreo: il caso Milano e l esperienza di Nantes, Capitale verde d Europa 2013 3 dicembre

Dettagli

Viale Luigi Einaudi. Intitolato, nel 1967, all'importante statista, secondo presidente della Repubblica Italiana ( ).

Viale Luigi Einaudi. Intitolato, nel 1967, all'importante statista, secondo presidente della Repubblica Italiana ( ). Viale Luigi Einaudi [Usare una citazione significativa del documento per attirare l'attenzione del lettore o usare questo spazio per Da enfatizzare via Gramsci un punto a via chiave. Vismara Per (560x10

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Settore 2 Area P.O. N. 959 DEL 05/12/2014 DETERMINA A CONTRARRE AI SENSI DELL ART. 192 DEL D.LGS. N. 267/2000 PER L

Dettagli

N ATURA DAL PASSATO: LEGNI E SEMI NEOLITICI

N ATURA DAL PASSATO: LEGNI E SEMI NEOLITICI L Isolino Virginia si trova a pochi metri dalla riva occidentale del Lago di Varese, nel Comune di Biandronno. Dal 1962, in seguito alla donazione del Marchese Gianfelice Ponti, è proprietà del Comune

Dettagli

Il verde, fonte di nutrimento per il benessere dell uomo

Il verde, fonte di nutrimento per il benessere dell uomo Bologna http://www.bo.ibimet.cnr.it Il verde, fonte di nutrimento per il benessere dell uomo Risultati della ricerca scientifica e prospettive applicative RITA BARALDI Convegno Expo Assofloro Lombardia,

Dettagli

I NUOVI IMPORTANTI INSERIMENTI nella lista erbe condivisa BELFRIT evidenziate in azzurro le novità:

I NUOVI IMPORTANTI INSERIMENTI nella lista erbe condivisa BELFRIT evidenziate in azzurro le novità: I NUOVI IMPORTANTI INSERIMENTI nella lista erbe condivisa BELFRIT evidenziate in azzurro le novità: Nome volgare Nome Botanico Parte Utilizzata LINEE GUIDA MINISTERIALI DI RIFERIMENTO PER GLI EFFETTI FISIOLOGICI

Dettagli

PRONTUARIO COMUNE DI BOLOGNA REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE PUBBLICO E PRIVATO P.G. N /2009 Organo competente: il Sindaco

PRONTUARIO COMUNE DI BOLOGNA REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE PUBBLICO E PRIVATO P.G. N /2009 Organo competente: il Sindaco G.E.V. CORPO PROVINCIALE GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE BOLOGNA Villa Tamba: Via della Selva Pescarola, 26 BO - Tel./Fax 0516347464 PRONTUARIO COMUNE DI BOLOGNA REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE PUBBLICO E

Dettagli

Pagina 1 di 1. PRONTUARIO PER LA MITIGAZIONE AMBIENTALE Piano Urbanistico

Pagina 1 di 1. PRONTUARIO PER LA MITIGAZIONE AMBIENTALE Piano Urbanistico Pagina 1 di 1 PRONTUARIO PER LA MITIGAZIONE AMBIENTALE COMUNE DI ROVIGO Piano di Recupero PRONTUARIO PER LA MITIGAZIONE AMBIENTALE 1. Introduzione Il presente Prontuario per la mitigazione ambientale accompagna

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE approvato con deliberazione consiliare nr. 88 del 30/10/2012 SOMMARIO Premessa... 1 TITOLO I - NORME GENERALI...

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.vitaincampagna.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi da

Dettagli