Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI"

Transcript

1 Allgat C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI LEGENDA: (*) spci cn varità astigt (1) a causa lla patlg l clp di uc, pr l utilizz di qust spci è bbligatri richir il parr l Srvizi Sanitari Nazin (2)Vin cnsirata l autctn su bas Rgin T Spci trmil ZONA LITORANEA DI PRIMA LINEA TAB. 1.1 Albri cnsiglti Ailant Olm sibrn Olivll di Bm Pipp bnc (*) Lagrstr m Pin da pinli Autctna Estica (2) Ailanthus tissima (maschi) Ulmus pumila Elagnus angustil Ppulus ba (maschi) Lagrstrm indica Pinus pina CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO prima m Albratur, parchi grdini prima m Albratur, parchi grdini trza 5-6 m Albratur, grdini parchi prima m Albratur, parchi grdini Rsist inquinamnt atmsric sinità; rsis-t la graisi Spci liila; tllra sinità sinità, ristagni nn prlungati trza 3-4 m Parchi grdini trrn cca-r, tm glat intns prima m Parchi grdini snsibil a bas-s tmpratur inquinamnt ci gl/ r vr Epca di iritura () (spci da ir) rutti (r) maggigiugn giugnttbr Tamric Tamarix trza 5-6 m Grdini, Spci maggilugli

2 glica bratur liila; tllra sinità TAB 1.2 Arbusti cnsiglti Elagn Olivll spins Olivll di Bm Autctna Estica (2) Elagnus x bbingi Hipppha rhamnis Elagnus angustil Pittspr Pittspru m tbira Autctna Estica (2) Lagrstrm Lagrstrmi a indica Piracanta (1) Agazzin (1) Piracanta (1) Pyracantha angustili a Pyracantha cccina Pyracantha yunnannsi s ALTEZZ A in sip(s) in grupp(g) cm (s) cm (s) cm (s) 1, cm (s) ALTEZZ A in sip(s) in grupp(g) Albratur, parchi grdini, sipi Frangivnt, barrir, schrm Albratur, grdini parchi Frangivnt, schrm, sip Indirnt substrat,tl l-ra vntsità nza a siccità Spci liila; tllra sinità Indirnt substrat,tl l-ra tm bass tmprat cm(g) Parchi grdini trrn cca-r, tm glat intns cm (s) cm (s) cm (s) Sipi, barrir, parchi grdini Sipi, barrir, parchi grdini Sipi, barrir, parchi grdini trr-ni bn drnati; abbastanza rus-tica rdd, vntsità inquinamnt Abbastanza rustica, liila ci gl r vr ci gl r vr Epca di iritura() (spci da ir) rutti (r) maggigiugn Epca di iritura() (spci da ir) rutti (r) giugnttbr r in autunn r in autunn r in autunn

3 Ginpr cmun Fillira, ilatr sttil Tamric Pma nana Juniprus cmmunis( A) Phillyra angustili a Tamarix glica Chamarp s humilis Agncast Vitx agnuscastus T Ligustr l Txas Ligustrum txanum cm (s) cm(g) Sipi, barrir, scarpat Parchi, grdini, rangivnt cm (s) Grdini, bratur cm(g) Parchi grdini tllra rdd siccità vnt, inquinamnt Spci liila; tllra sinità trr-ni rschi, tm gl ristagn idric 2,5 Parchi, grdini Indirnt substrat,li ila cm (s) 150 cm(g) Sipi, parchi grdini Rsistnt la sinità vrd maggilugli lugliagst lugliagst

4 ZONA LITORANEA DI SECONDA LINEA TAB 1.3 Albri cnsiglti Autctna Estica Spin di Giuda Ml Albr di Giuda (2) Gldits trcanths (var.inrmis) Ml azdarach Crcis siliquastrum Albizz Albizz julibrissin Baglar Frassin ssiill Gls bnc Gls nr Ginkg Cltis austris Fraxinus xycarpa CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO scnda m Parchi, grdini, brat scnda 7-10 m Albratur, parchi grdini rdd, trrn rsc Rsist ssdin; sn-sibil a glat trza 5-6 m Parchi grdini inquinanti, ccari trza 6-8 m Albratur, parchi grdini prima m Albratur stradi ampi, parchi, grdini scnda 8-10 m Albratur, parchggi, parchi grdini Spci rustica inquinanti zn umi,tllra l smmrsini Mrus ba scnda 8-10 m Parchi grdini suli prndi; tllra rdd Mrus nigra Ginkg bilba (maschi) scnda 8-10 m Parchi grdini trr-ni prndi; tllra rdd prima m Albratur stradi ampi, parchi grdini tll ra inquinamnt cig l rv r ci gl ci gl ci gl ci gl ci gl ci gl ci gl ci gl ci gl Epca di iritura () (spci da ir) rutti (r) maggigiugn marzapril giugnagst

5 Lagrstr m Lcci Nspl (1) l gppn Olm cmun Lagrstrm indica Qurcus ilx Eribtrya japnica Ulmus minr Ornill Fraxinus rnus Pr da ir (1) Pin d Alpp Pyrus clrya-na (var. irir priv di spin) Pinus hpnsis T Autctna Estica (2) Pin marittim Pin da pinli Pinus pinastr Pinus pina trza 3-4 m Parchi grdini trrn cca-r, tm glat intns scnda m Albratur stradi, parchi grdini tll ra vnt siccità trza 5-6 m Parchi grdini la sic-cità, tm il gl prima m Albratur stradi, parchi grdini scnda 8-10 m Albratur stradi, parchggi, parchi grdini scnda 8-10 m Albratur, parchi grdini Albr a rischi di grai-si, tllra glat, inquinanti inquinamnt, indirnt substrat vnti ssi, siccità prima m Parchi grdini Spci liila; tllra sinità CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO prima m Parchi grdini la sic-cità, tm l glat,prdili g scilti prima m Parchi grdini snsibil a bas-s tmpratur inquinamnt ci gl r vr r vr ci gl ci gl ci gl r vr cig l rv r r vr r vr giugnttbr ttbrnvmbr ; r invrn maggi aprilmaggi Epca di iritura () (spci da ir) rutti (r)

6 Pipp trml Pipp bnc (*) Platan Ppulus trmula Ppulus ba (maschi) Platanus acril (hybrida) Rbin Rbin psudacac( var.umbraculir a) Tass Sic da vimini Sic ragil Sic bnc Taxus baccata Six viminis Six ragilis Six ba prima m Parchi grdini Indirnt substrat,tll -ra l umidità prima m Albratur, parchi grdini prima m Albratur stradi, parchggi, parchi grdini scnda 8-10 m Parchggi, parchi grdini sinità, ristagni nn prlungati Albr a rischi di cancr clrat,tllra umi-dità inquinanti rdd; indirnt substrat trza 6-8 m Parchi grdini ccari, siccità inquinamnt, tm ristagni scnda 7-10 m Parchi, grdini Rsist ristagn scnda 7-10 m Parchi, grdini Rsist l umidità, sabbisi prima m Parchi, grdini Rsist ristagn ci gl ci gl ci gl ci gl r vr ci gl ci gl ci gl maggigiugn TAB 1.4 Arbusti cnsiglti Ctnast r (1) Autctna Estica (2) Ctnast r hriznti s rm rticl in sip(s) in grupp(g) 0, cm Parchi grdini ci gl r vr prndi, mcaduc / smi prsis Epca di iritur a () (spci da ir) rutti (r) maggigiugn

7 Bncspin (1) Bncspin (1) Ginpr cmun Ginpr Fillira, ilatr sttil Lagrstr m Allr Olandr Albr di Giuda Alatrn Cratagus mngyna Cratagus xyacantha Juniprus cmmunis( A) Autctna Estica (2) Juniprus sabina T (var. tamriscil) Phillyra angustili a Lagrstrmi a indica Laurus nbilis Nrium lanr Crcis siliquastrum Rhamnus T atrnus cm(g) cm(g) cm (s) in sip(s) in grupp(g) Sipi, schrm, parchi grdini Sipi, schrm, parchi grdini Sipi, barrir, scarpat 0,3-0,4 200 cm Tappzzant pr scarpat, aiul spartitraic,parc hi grdini cm(g) Parchi, grdini, rangivnt ratamnt rustica prdi-lig ccarrgillsi prdi-lig ccarrgillsi tllra rdd siccità tllra rdd siccità vnt, siccità inquinamnt 1, cm(g) Parchi grdini ccari,tm glat intns cm(g) cm(g) Parchi grdini Schrm, sipi, parchi grdini rsist rdd, tm glat prlunga Eliila, tm l glat, tllra sabbisi cm(g) Parchi grdini inquinanti, ccari cm(g) Sipi, schrm, parchi grdini inquinanti sinità tnt cili a cili a ci gl r vr aprilmaggi aprilmaggi Epca di iritur a ()(spci da ir) rutti (r) giugnttbr giugnsttmbr marzapril

8 Crspin Rsmarin Lntaggin Ligustr Mlgran Abl Brbris Brbris Brbris Brbris Brbris vulgaris Rsmarinu s icinis Viburnum tinus Ligustrum vulgar Punica granatum (var. da ir) Abl x grandilra Brbris thunbrgii var. Atrpurpur a Brbris julna Brbris gagnpaini Brbris x stnphylla Autctna Estica (2) cm(g) 1-1, cm(g) cm(g) Schrm, barrira, sipi, parchi grdini Sipi, parchi grdini Schrm, sipi, parchi grdini Schrm, sipi, parchi grdini prdili-g suli argillsi ccari tllra la siccità prdili-g suli bn drnati,tllr a bass tmprat. tllra ccar cm(g) Parchi grdini Eliila, tllra sul ccar, rdd 1-1, cm(g) Parchi grdini Eliila, bn drnati 1-1, cm (s) Sipi, parchi grdini 1, cm (g) 1, cm (g) 1, cm (s) cm(g) in sip(s) in grupp(g) Sipi, parchi grdini Sipi, parchi grdini Sipi, parchi grdini scilti, tllra suli pvri inquinamnt scilti, tllra suli pvri inquinamnt scilti, tllra suli pvri inquinamnt scilti, tllra suli pvri inquinamnt Smi prsis tnt Smi prsis tnt ci gl r vr maggi giugnlugli nvmb r april maggilugli giugn lugli; r giugnttbr maggilugli maggi giugn; r autunn i maggi giugn; r autunn i maggi giugn; r autunn i Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r)

9 Man Man gppns Cist Ctnastr (1) Ctnastr (1) Clrndr Sctan Lavanda Ginstra Ibisc Mahn aquilium Mahn japnica Cistus svilius T Ctnast r sicilius Ctnast r dammri Clrndr n trichtmu m Ctinus cggygr Lavandula spica Gnista lyd Hibiscus syrcus 1-1, cm(g) Sipi, parchi grdini 1-1, (g) Sipi, parchi grdini prndi, tm gl ristagni prndi, tm gl ristagni 0, cm(g) Parchi grdini Eliila, prdili-g suli ccari bn drnati, tl-lra vnti ssi 1-1, cm(g) Parchi grdini, tappzzant 0,4-0, cm(g) Parchi grdini, tappzzant argillsi, bn drnati argillsi, bn drnati 2-2, cm(g) Parchi grdini trrn rsc, tllra il rdd 2-2, cm(g) Parchi grdini Eliila, prdili-g ccari, tm i ristagni 0,4-0, cm(g) Parchi grdini indi-rnt substra-t, 0,4-0, cm(g) Tappzzant adatta a parchi grdini 2-2, cm(g) Sipi, parchi grdini lggri Eliila, tllra vnt, trrn ccar suli rschi, tllra il ccar ci gl Frsiz Frsyth x 1, Sipi, parchi Rustic, aprilmaggi marz maggi april giugn; r autunn i giugnlugli; r autunn i agst ttbr; r autunn i lugliagst aprilgiugn lugli ttbr

10 Ipric Ftin Ptntilla Spira Pla di nv Vigl Duz intrmd var. Lynwd Hypricum spp Hypricum cicinum Phtin srrulata Ptntilla ruticsa Spiraa japnica Spiraa x bumda Autctna Estica (2) Spiraa x Van Hutti Viburnum pulus Wigl varità Symphricarp s x chnaultii var Hancck Dutz spp cm(g) grdini indirnt substrat 1 100cm(g) Parchi grdi indi rnt substra-t, liila 0,3 20-cm (g) Tappzzant pr parchi grdi 2-2, cm(g) Sipi, parchi grdini 0,4-0, cm (g) Tappzzant, parchi grdini 1-1, cm(g) 1-1, cm(g) in sip(s) in grupp(g) Parchi, grdini sipi Parchi, grdini sipi 1,2-1, cm(g) Parchi, grdini sipi lughi slggti Indirnt substrat, tll-ra ambinti marini Snsibil rdd,prdili g bn drnati Eliila, indirnt substrat,rsi st rdd Eliila, indirnt substrat,rsi st rdd Eliila, indirnt substrat,rsist rdd 2, cm(g) Parchi grdini prdili-g suli rschi, snsibil agli aidi 1-1, cm(g) Parchi grdini inquinamnt ccar 0, cm(g) Tappzzant pr parchi grdini tllra rdd inquinamnt 1-1,5 120 cm (g) Parchi grdini sp-sizini slg- Smi prsis tnt r vr i ci gl r vr bbrai -marz luglittbr luglittbr maggi giugn aprilsttmbr maggi giugn lugliagst Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r) maggigiugn maggigiugn aprilmaggi giugn lugli

11 Buddl Rs arbustiv di gran svilupp Rs arbustiv di piccl-mdi svilupp Rs tappzzanti gt;rsist la siccità Buddl 2, cm(g) Parchi grdini davidii varità ccari Rsa spp. Parchi grdini Rsa spp 45 cm (g) Parchi grdini Rsa spp 40 cm (g) Parchi grdini, aiul spartitraic TAB. 1.5 Spci rampicanti cnsiglt giugn ttbr Autctna Estica (2) ci gl r vr Bignn Campsis radicans Parchi grdini Rustica ci ggl Era Hra sspp Parchi grdini Rustica r vr Ortns Hydranga Parchi grdini ci rampicant ptilaris rschi sub acidi gl Madr slva Lnicra sspp Parchi grdini Part ara in ci pin sl, pd gl in mbra Vit vrgin Parthncissus in a Parchi grdini Trrn umid sspp ricc Fs Trachlsprm Parchi grdini Espsizin in glsmin um jasminis pin sl Clmati Clmatis sspp Parchi grdini Part ara in pin sl, pd in mbra Glicin Rs tappzzanti ci gl r vr ci gl Wistar chinnsis Parchi grdini ci gl Rsa spp Parchi grdini caduci gl Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r) lugli sttmbr giugn lugli giugn ttbr maggi giugn lugli sttmbr april maggi C) ZONA LITORANEA DI TERZA LINEA TAB. 1.6 Albri cnsiglti Acr cmun Carpin (*) Autctna Estica (2) Acr campstr Carpinus btulus CLASSE DI GRANDEZ ZA DI IMPIANTO scnda 8-10 m Parchi, grdini, brat parchggi scnda 8-10 m Barrir, bratur, parchggi, parchi grdini il rdd la rustica, indirnt substrat ci gl r vr ci gl Epca di iritura () (spci da ir) rutti (r)

12 Farn (*) Qurcus rbur Frassin maggir Liquidambar Lirind r (*) Ontan nr Fraxinus xclsir Liquidambar styracilua Lirindrn tulipira Alnus glutinsa Rvrlla Qurcus pubscs Qurcus x turnri prima m Parchi grdini tll ra la smmrsin tmprana prima m Albratur stradi ampi, parchggi, parchi grdini prima m Barrir, bratur, parchi grdini prima m Albratur, parchi grdini zn umi, liila; tllra umidità inquinanti tll ra l bass tmpratur,tm l inquinam nt Snsibil la siccità scnda 8-10 m Parchi grdini umidità inndazini inquinanti scnda m Parchi grdini la sic-cità, tm ristagni trza 6-8 m Albratur, parchi grdini Tigli Til spp prima m Albratur, parchggi, parchi grdini Magnl Magnl grandilra Ippcasta n Ippcasta n rss Asculus hippcasta num Asculus x carna Hyan (var. britii) prlungati trrn ccar; liila l umi-dità, prndi prima m Parchi, grdini il rd-d, tm ristagni prlungati prima m Parchi, grdini il rd-d, tm siccità sinità scnda m Parchi, grdini, bratur rdd siccità giugnlugli maggigiugn giugnlugli maggi aprilmaggi

13 TAB 1.7 Arbusti cnsiglti Crbzzl Spin crvin Lillà Cass Ctgn gppns Cicant invrn Crnil Autctna Estica (2) Arbutus und T Rhamnus cathartica Philph us spp. Syringa vulgaris Cass crymbsa T Chanml s japnica Chimnanthus pracx Canthus x lilnus var.glri Vrsaill Caryptri s x clandnns is var. Kw blu T Crnus mas in sip(s) in grupp(g) cm(g) cm(g) Parchi, grdini sipi Sipi, schrm, parchi grdini cm(g) Schrm, parchi grdini ccar, inquinamnt ; tm glat prlungat suli ccari, aridi Rsista rdd inquinamnt cm(g) Parchi grdini Eliila, tllra glat, snsibil la siccità 0, cm(g) Parchi grdini Esig zn riparat,suli bn drnati, tl-lra la siccità 0, cm(g) Parchi grdini rsist inquinamnt ccar 3-3, cm(g) Parchi grdini Indirnt substrat, zn riparat 0, cm(g) Parchi grdini Spci a rapid accrscimnt 0,6-0, cm(g) Parchi grdini Eliila, suli bn drnati, tm il rdd 1, cm (g) Parchi grdini Rsist rd-d, ci gl r vr Smi prsis tnt Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r) nvmbr dicmbr r invrni maggilugli april sttmbr ttbr marzapril dicmbr - bbrai lugli sttmbr lugli ttbr bbrai

14 Nccil cntrt Magnl stllata Magnl gppns Magnla di Slang Agrigli Evnim Ola Osmant varità Crylus avllana, var. Cntrta Magnl stllata Magnl bvata var. Purpura Magnl x sulangan a Ilx aquilium Ilx crnata var. Dazzlr Autctna Estica (2) Eunymus urpaus Eunymus atus Eunymus rtuni Osmanthus ragrans Osmanthus ilicilius suli ccai argillsi 2, cm (g) Parchi grdini Indirnt substrat,pr dilig suli ccai 1, cm(g) Parchi grdini prndi, tm gl ristagni cm(g) Parchi grdini Rsistnt l glat, argillsi cm (g) Parchi grdini tllra l glat, tm la siccità 2, cm (s) cm(g) Parchi grdini, sipi suli umidi,tm sbzi trmici, tllra l inquinamn t in sip(s) in grupp(g) 1-1, cm(g) Parchi grdini suli umidi,tm sbzi trmici, tllra l inquinam. ci gl r vr 1, cm(g) Parchi grdini ci gl 1,2-1, cm(g) Parchi grdini ci gl O,6-0, cm(g) Tappzzant pr parchi grdini aiul spartitraic Indirnt a clima substrat, snsibil a cccinigli idi cm(g) Parchi grdini Adatta pin sl, suli bn drnati 1, cm(g) Sipi, parchi grdini Adatta pin sl, -marz bbrai marzapril april marzapril Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r) maggilugli marzapril/ sttmbr ttbr marzapril

15 Viburnum plicatum var watanab Clistmn lavis T Clistmn lanclatus T Vrnica Hb sspp 0,6-0, cm (g) Clviz Klkwitz amabilis T suli bn drnati 1,2-1, cm(g) Parchi grdini zn d mbra lggra 1,2-1,5 120 cm(g) Parchi grdini spsizini riparat cm(g) Parchi grdini spsizini riparat Grdini Espsizini riparat 2-2,5 200 cm (g) Parchi grdini Espsizin in mbra lggra giugn ttbr maggi giun/ autunn giugn lugli giugn ttbr maggi lugli TAB 1.8 Spci rampicanti cnsiglt Bignn Fir lla passin Autctna Estica (2) Bignn caprlata T Passilra carula T Parchi grdini Smirustica, spsizini smiriparat Parchi grdini Esig trrn arat ricc ci gl r vr r vr ci gl Epca di iritura ()(spci da ir) rutti (r) maggi lugli lugli ttbr; r autunni

Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI

Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI Allegato C: SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE UTILIZZABILI NEI COMUNI COSTIERI DELL EMILIA ROMAGNA LEGENDA: (*) specie con varietà fastigiate (1) a causa della patologia del colpo di fuoco, per l utilizzo di

Dettagli

Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi. Cod. Descrizione Rev.

Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi. Cod. Descrizione Rev. Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi Geom. Sara Moretti Progettazione; Elaborazioni grafiche. I INDICE INDICE... I

Dettagli

INTERVENTI POST SISMA TECNICHE DI PREVENZIONE E SICUREZZA

INTERVENTI POST SISMA TECNICHE DI PREVENZIONE E SICUREZZA INTERVENTI POST SISMA TECNICHE DI PREVENZIONE E SICUREZZA OPERE PROVVISIONALI CRITERI GENERALI Le opere di pronto intervento hanno lo scopo di garantire condizioni di sicurezza nelle strutture oggetto

Dettagli

Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali

Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali Francesco Comiti, Daniela Campana Libera Università di Bolzano Sustainable use of biomass in South

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

Equazioni alle differenze finite (cenni).

Equazioni alle differenze finite (cenni). AL 011. Equazioni alle differenze finite (cenni). Sia a n } n IN una successione di numeri reali. (Qui usiamo la convenzione IN = 0, 1,,...}). Diremo che è una successione ricorsiva o definita per ricorrenza

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

Settimana dal 6 al 12 aprile 2015

Settimana dal 6 al 12 aprile 2015 np MONITORAGGIO AEROBIOLOGICO DEI POLLINI Stazioni di :,, e Lido di Camaiore IN PRIMO PIANO: prosegue la fioritura delle Urticacee (ortica e parietaria), delle Corylaceae (carpino nero), delle Platanaceae

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

CDA 10 poli + m 16A - 250V

CDA 10 poli + m 16A - 250V CDA 0 poli + m A - 0V custodie impiegabili: grandezza. standard... pag.: per ambienti aggressivi... pag.: EC... pag.: COB + adattatore... pag.: 0 - caratteristiche secondo EN : A 0V kv curve di carico

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

MODENA E IL SUO CLIMA

MODENA E IL SUO CLIMA Comune di Modena - SERVIZIO STATISTICA: note divulgative Pagina 1 di 2 MODENA E IL SUO CLIMA Modena, pur non essendo estranea al fenomeno del riscaldamento generalizzato, continua ad essere caratterizzata

Dettagli

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012 Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale Politiche mbientali, nergia e Cambiamenti Climatici Settore Servizio Idrologico Regionale Centro Funzionale della Regione Toscana M Monitoraggio quantitativo

Dettagli

Siepi, filari e alberi vetusti: antico patrimonio da preservare. Analisi dello stato di fatto all interno del Parco Agricolo Sud Milano

Siepi, filari e alberi vetusti: antico patrimonio da preservare. Analisi dello stato di fatto all interno del Parco Agricolo Sud Milano Siepi, filari e alberi vetusti: antico patrimonio da preservare. Analisi dello stato di fatto all interno del Parco Agricolo Sud Milano Relazione a cura di Elena Aldisquarcina LIPU Birdlife Italia 1 1.

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella "Carta di Sintesi" 25 27 B LOCALITA'

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella Carta di Sintesi 25 27 B LOCALITA' LOALITA' Aa NTRO STORIO I b γ Ab NTRO STORIO I Ac NTRO STORIO I a LASS I IONITA' URANISTIA IR. 7/LAP ascia fluviale ex PS PRSRIZIONI INTGRATIV RISPTTO Presenza di tratti stradali, convoglianti le acque

Dettagli

;4 ;4 < '*%"!!!"+,...73 '-4(.%!...74

;4 ;4 < '*%!!!+,...73 '-4(.%!...74 '*%"!!!"+,...73 '-4(.%!...74 %%!% %%!%...75 '/+%%%!%...75 '0!%!%%!%...75 '1%.!((!%%!%...77 *2%%!%!...77 4)++! ++! %+!! 8 ''/910%...78 *+%++! %+!! 8!''/910%:...78 *#!%!++! %+!! 8!''/910 %: 78 *& %.! ((!

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE (L.R. n 89/98 art 2.2, D.R. n 77/2000 Parte 3 e L. 447/95) Il Dirigente GEOL. ROBERTO FERRARI Approvato con deliberazione del C.C. n. 14 del 13/02/2008 1 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Spett.le ERSAF Struttura al servizio al sistema agroforestale via Copernico, 38 20125 MILANO

Spett.le ERSAF Struttura al servizio al sistema agroforestale via Copernico, 38 20125 MILANO BOSCO WWF DI VANZAGO SIC/ZPS IT2050006 RISERVA NATURALE REGIONALE Ente Gestore: WWF ITALIA - Onlus via Tre Campane, 21-20010 Vanzago, (MI) tel: 02.93.41.761 fax: 178.222.89.78 e-mail: boscovanzago@wwf.it

Dettagli

Raccolta di problemi del tre semplice completi di soluzioni Proportionality Problems and Three rule

Raccolta di problemi del tre semplice completi di soluzioni Proportionality Problems and Three rule Proporzionalità Problemi del tre semplice - Raccolta di problemi del tre semplice completi di soluzioni Proportionality Problems and Three rule. Il Saulo e la Bea non hanno ancora deciso quale scala installare.

Dettagli

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa?

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa? 1. Quando si devono potare le rose? a) I Rosai rampicanti e arbustivi: non si potano in quanto fioriscono sui rami (sarmenti) dell anno precedente; se potiamo, la produzione di fiori viene ridotta a circa

Dettagli

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi 5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi Riferimenti normativi Codice di Misura Articolo 36 (a) (vi) e 41 del Reg. (CE) N 1698/2005 e punto 5.3.2.1.6. dell Allegato II del Reg. (CE) 1974/06

Dettagli

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI Anno 2006/2007 A cura dell ufficio Agronomico Italpollina Spa OBIETTIVO

Dettagli

Appendice A: tabelle descrittive residenti

Appendice A: tabelle descrittive residenti Appendice A: tabelle descrittive residenti 1. PARAMETRI EMATOCHIMICI DI BASE Nelle tabelle 1-12 sono riportati in dettaglio i risultati delle analisi descrittive riguardanti i parametri ematochimici di

Dettagli

I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point

I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point P. Bonanni*, F.Fornasier*, A. De Marco * ISPRA, ENEA Carico critico Stima quantitativa dell esposizione ad uno o più inquinanti

Dettagli

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo.

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo. Anello. Un anello (A, +, ) è un insieme A con due operazioni + e, dette somma e prodotto, tali che (A, +) è un gruppo abeliano, (A, ) è un monoide, e valgono le proprietà di distributività (a destra e

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA GESTORE DEI SERVIZI ELETTRICI GSE SPA Direzione Operativa www.gse.it www.gsel.it 2 Commercializzazione dell energia energia elettrica

Dettagli

APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO

APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO SEMINARIO TECNICO ALBICOCCHE DI QUALITA :tecniche agronomiche, innovazione varietale e strategie di mercato APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO Sala Consiliare Comune di Scanzano

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m Per ul teriori info r ma zioni sui nostri Prodotti, sui nostri pro g rammi pro fessi o nali e sul n ost ro p ro g ra m ma di Co n t i n u i ng Ed u cation, co n ta t ta te ci : Zimmer De n tal I tal y

Dettagli

I Applicazione. I Disegno e caratteristiche. I Specifiche tecniche. Tenuta meccanica semplice interna EN 12756 l1k: Guarnizioni

I Applicazione. I Disegno e caratteristiche. I Specifiche tecniche. Tenuta meccanica semplice interna EN 12756 l1k: Guarnizioni Pompa entrifuga Sanitaria Hyginox MS SE I Applicazione Dovuto al suo disegno sanitario ed allo stesso tempo economico, la pompa centrifuga Hyginox SE é specialmente indicata come pompa principale nei processi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO Servizio Prevenzione e Protezione RISCHI COLLEGATI ALL ESPOSIZIONE A POLVERI DI LEGNO: PRINCIPALI INFORMAZIONI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO Servizio Prevenzione e Protezione RISCHI COLLEGATI ALL ESPOSIZIONE A POLVERI DI LEGNO: PRINCIPALI INFORMAZIONI RISCHI COLLEGATI ALL ESPOSIZIONE A POLVERI DI LEGNO: PRINCIPALI INFORMAZIONI A CURA di dott. Barbara Chemotti Trento, dicembre 2002 SOMMARIO: PROBLEMATICHE CORRELATE ALL ESPOSIZIONE A POLVERI DI LEGNO...4

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159 CHE COS È IL CLIMA? L atmosfera: è l aria che circonda la Terra. Ti è capitato di vedere in televisione o su un giornale le previsioni del tempo? La persona che parla spiega che cosa succede nell aria

Dettagli

f : A A = f (A) In altre parole f è una funzione che associa a un punto del piano un altro punto del piano e che si può invertire.

f : A A = f (A) In altre parole f è una funzione che associa a un punto del piano un altro punto del piano e che si può invertire. Consideriamo l insieme P dei punti del piano e una f funzione biiettiva da P in P: f : { P P A A = f (A) In altre parole f è una funzione che associa a un punto del piano un altro punto del piano e che

Dettagli

LE VARIETA VANNO PRENOT ATE AL PROPRIO FORNITORE

LE VARIETA VANNO PRENOT ATE AL PROPRIO FORNITORE Ernst Benary Samenzucht GmbH Postfach 11 27-34331 Hann. Münden - Germania Tel: +49 5541 70090, Fax: +49 5541 700920 info@benary.de - www.benary.de - www.benary.com L azienda Fondata a Erfurt nel 1843,

Dettagli

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Archimede ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. Sia ABCD un quadrato di

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

Città di Novate Milanese

Città di Novate Milanese Città di Novate Milanese - Provincia di Milano - Cod. Fisc. P. Iva n. 02032910156 Sede municipale di V. Veneto, 18 c.a.p. 20026 Novate Milanese (MI) tel. 02/354731 fax. 02/33240000 lavpubblici@comune.novate-milanese.mi.it

Dettagli

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander Gorg Fdc Hndl GIULIO CESARE 1724 Rduction From th Dutsch Händlgsllschft Etion Etd by Fdc Chrysndr Copyght 2001-2008 Nis Scux. Licnsd undr th Ctiv Commons Attbution 3.0 Licns 2 3 INDICE 0-1 OUVERTURE 5

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA Nell ambito del processo di completa liberalizzazione del mercato dell energia elettrica

Dettagli

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 adempimenti di inizio anno 15 lunedì C.di C. 3AG 13.30 14.15 programmazione - visite studio - varie solo docenti 15 lunedì C.di

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI ELENCO PREZZI UNITARI - pag.1- N. Codice Descrizione U.M. Prezzo/Euro 1 A.01 Rimozione di pavimentazione di pietrini di cemento, compreso cordoli, malta sottostante, ponti di servizio, massetto cementizio

Dettagli

Moduli CPU e moduli di espansione

Moduli CPU e moduli di espansione CP1L Moduli CPU e moduli di espansione Nel campo dei controllori per le macchine di dimensioni ridotte, la nuova serie CP1L di Omron offre la compattezza di un micro-plc e la potenza di un PLC modulare.

Dettagli

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t;

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t; CAPITOLO CIRCUITI IN CORRENTE CONTINUA Definizioni Dato un conduttore filiforme ed una sua sezione normale S si definisce: Corrente elettrica i Q = (1) t dove Q è la carica che attraversa la sezione S

Dettagli

Valore di costo procedimen+ sinte+ci

Valore di costo procedimen+ sinte+ci Corso di valutazione es+ma+va del proge5o Clasa a.a. 2012/13 Valore di costo procedimen+ sinte+ci Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Il mercato delle costruzioni LE

Dettagli

Centrale Generativa e Energie alternative Pianta ergonomica dei componenti

Centrale Generativa e Energie alternative Pianta ergonomica dei componenti Soluzione 3 Dimensioni Nuova Sala Termica Cortina 30 ottobre 2013 agg. 12 Novembre 2013 agg. 18 Novembre 2013 Comune di Cortina d'ampezzo Provincia di Belluno 1,50 0,80 Pompa di Calore Aermec ANLI 021H

Dettagli

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI 1. Quanti ml di NaOH 1,25 N debbono essere aggiunti ad 1 litro di NaOH 0,63 N per ottenere una soluzione 0,85 N? [550 ml] 2. Quali volumi 0,55 N e 0,098 N debbono essere

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Corso d approfondimento. di Relatore. www.minergie.ch. Partner specializzati Minergie: formazione continua per progettisti

Corso d approfondimento. di Relatore. www.minergie.ch. Partner specializzati Minergie: formazione continua per progettisti Di quanto spazio necess sita l aria? Corso d approfondimento di Relatore Milton Generelli, SUPSI, Agenzia MINERGIE Svizzera Italiana, Canobbio Partner specializzati Minergie: formazione continua per progettisti

Dettagli

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica Pagina 1 di 6 Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica OGTTO: Adesione al Lotto n. 5 della convenzione denominata AUSILI DISABILI 2, per la fornitura di Sollevatori

Dettagli

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME - CEREA, VERONA IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME DALL AGNELLO F.LLI & C. s.n.c. di Dall Agnello Luigi Via Muselle, 377-37050 ISOLA RIZZA (VR) Tel. +39 045 6970644 - +39 045 7135697 - Fax +39 045

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo 68 Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo 0) ircocentro 0) Incentro 03) Baricentro 04) Ortocentro Pagina 68 di 73 Unità Didattica N 8 Punti

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI. Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto

CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI. Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto Percentuale in peso = g soluto / g soluzione x 100 H 2 O 2 al 3% Percentuale

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

ITALIAN SPARKLING WINES / BOLLICINE ITALIANE

ITALIAN SPARKLING WINES / BOLLICINE ITALIANE WINE MENU ITALIAN SPARKLING WINES / BOLLICINE ITALIANE PROSECCO BANDE ROSSE 2013 Cantina Bortolomiol Valdobbiadene (TV) / 100% Glera conosciuto come Prosecco 2013 PROSECCO RUSTICO Azienda Vinicola Nino

Dettagli

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04 V _ TAS G e s t i o n e e co n t ro l l o d e l l a p ro g e tta z i o n e C o n f o rm e a l i a N o rm a U N I E N I S O 9 0 0 t ; 2 0 0 8 C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

NUMERI DI OSSIDAZIONE

NUMERI DI OSSIDAZIONE NUMERI DI OSSIDAZIONE Numeri in caratteri romani dotati di segno Tengono conto di uno squilibrio di cariche nelle specie poliatomiche Si ottengono, formalmente, attribuendo tutti gli elettroni di valenza

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

Valutazione del rischio sanitario dovuto all esposizione della popolazione all inquinamento atmosferico in area urbana

Valutazione del rischio sanitario dovuto all esposizione della popolazione all inquinamento atmosferico in area urbana Valutazione del rischio sanitario dovuto all esposizione della popolazione all inquinamento atmosferico in area urbana Valeria Garbero vgarbero@golder.it Politecnico di Torino e Golder Associates, Natasa

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

DETERMINAZIONE. Numero 245 Del 14-06-2014 SVILUPPO E VIGILANZA TERRITORIO. Oggetto: Etnica 2014 - Approvazione graduatoria mercatino -

DETERMINAZIONE. Numero 245 Del 14-06-2014 SVILUPPO E VIGILANZA TERRITORIO. Oggetto: Etnica 2014 - Approvazione graduatoria mercatino - DETERMINAZIONE Numero 245 Del 14-06-2014 Servizio SVILUPPO E VIGILANZA TERRITORIO Oggetto: Etnica 2014 - Approvazione graduatoria mercatino - VISTA la Legge Regionale nr. 28/2005; IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

>> Investimento redditizio >> Fino al 70% di risparmio energetico >> Rispetto dell ambiente

>> Investimento redditizio >> Fino al 70% di risparmio energetico >> Rispetto dell ambiente SOLARE BIOMASSA POMPE DI CALORE CONDENSAZIONE Alezio POMPA DI CALORE ARIA/ACQUA EASYLIFE Facilità di utilizzo: da oggi è possibile! >> Investimento redditizio >> Fino al 70% di risparmio energetico >>

Dettagli

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013 Implementazione di un modello dinamico 3D densità a dipendente all'interno di un sistema Web-GIS per la gestione e il monitoraggio della qualità delle acque di falda per un comparto di discariche Prof.

Dettagli

Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0. Sottotitolo

Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0. Sottotitolo Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0 Sottotitolo Pagina 2 di 14 Un doppio clic sull icona per avviare il programma. DiKe Pagina 3 di 14 Questa è la pagina principale del programma DiKe,

Dettagli

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno Lucia Corbo e Nicola Scarpel Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno 2 SD ALTEZZA DEL SOLE E LATITUDINE Per il moto di Rivoluzione che la Terra compie in un anno intorno al Sole, ad un osservatore

Dettagli

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA DELL AMMINISTRAZIONE QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA DELL AMMINISTRAZIONE QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI TIPOLOGIE RISORSE Entrate aventi destinazione vincolata per legge Entrate acquisite mediante contrazione di

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

Catalogo isoweld Il sistema di fissaggio ad induzione. Nuovo

Catalogo isoweld Il sistema di fissaggio ad induzione. Nuovo Catalogo isowel Il sistema i fissaggio a inuzione Nuovo isowel l innovativo sistema i fissaggio a inuzione i SFS intec Il nuovo sistema isowel TM i SFS intec è un sistema i fissaggio a inuzione innovativo

Dettagli

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 1) Una certa quantità di solfato di ferro (II), sciolta in una soluzione acquosa di acido solforico, viene trattata con 1.0 10-3 mol di permanganato di potassio. Si ottengono

Dettagli

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov. Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.it Proposta n. 3560 del 03/08/2015 RIFERIMENTI CONTABILI Anno bilancio

Dettagli

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato Sistema per Acuti Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato La terapia Ci-Ca Citrato Dialisato Ci-Ca Calcio Modulo Ci-Ca Il sistema Ci-Ca con gestione integrata del citrato e calcio: La

Dettagli

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria.

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria. Politica monetaria Obiettivi principali della politica monetaria stabilità monetaria interna (controllo dell inflazione) stabilità monetaria esterna (stabilità del cambio e pareggio della BdP) ma può avere

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Interruttori di pressione Honeywell. Dati tecnici

Interruttori di pressione Honeywell. Dati tecnici Interruttori di pressione oneywell Alta pressione: Series, E Series Impostazione in fabbrica da 150 psi a 4500 psi [da 10,34 bar a 310,26 bar] Bassa pressione: L Series, LE Series Impostazione in fabbrica

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

Codice Amministrazione Codice AOO Nr. registrazione. anno mese giorno

Codice Amministrazione Codice AOO Nr. registrazione. anno mese giorno SID Sistema Informativo Demanio marittimo Modello Domanda D2 - per la compilazione vedasi Guida alla compilazione del Modello Domanda D2 (Rinnovo concessione) - BOLLO AMMINISTRAZIONE COMPETENTE Quadro

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

O la, o che bon eccho! (The Echo Song)

O la, o che bon eccho! (The Echo Song) la che bn ecch! (The Ech ng) ATB Duble Chir a cappella rland di Lass (1532-1596) CANT (pran I) 2 ALT (Alt II) 2 TENRE (Tenr II) BA (Bass I) % E %E % E E 1 la la la la che bun che bun che bun che bun ec

Dettagli

Alimentazione Switching con due schede ATX.

Alimentazione Switching con due schede ATX. Alimentazione Switching con due schede ATX. Alimentatore Switching finito 1 Introduzione...2 2 Realizzazione supporto...2 3 Realizzazione Elettrica...5 4 Realizzazione meccanica...7 5 Montaggio finale...9

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli