Corro a portare il Giornallegro alle scuole

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corro a portare il Giornallegro alle scuole"

Transcript

1 Corro a portare il Giornallegro alle scuole Il Giornallegro non lo batte nessuno Vengo anch io Istituto Comprensivo Dante di Cassano Magnago Scuole Primarie Dante Parini - Rodari

2 Proposte di copertine Redazione: Giovanna Crosta Laura Carnaghi Valeria Infuso Livia Luoni Lucia Maggi Giusy Napolitano Hanno collaborato gli alunni dalla classe Prima alla Quinta 1

3 È STATO BELLO TROVARE LE LETTERE DI GUFO SAGGIO. ANCHE IL NOSTRO AMICO È STATO CONTENTO DI RICEVERE I DISEGNI CHE GLI LASCIAVAMO NELLA CASSETTA DELLA POSTA. ABBIAMO CONOSCIUTO GLI AMICI DI VERDE BOSCO: FURETTO, TOPO, TALPA, ISTRICE, TASSO, RANA, CASTORO, PUZZOLA CI SENTIVAMO FELICI QUANDO GUFO SAGGIO CI FACEVA DEI REGALI UN GIORNO, CI HA REGALATO LA TANA; CHE SORPRESA! È STATO BELLO ENTRARCI DENTRO. INSIEME A GUFO SAGGIO ABBIAMO IMPARATO A LEGGERE, SCRIVERE, A CONOSCERE I NUMERI. GUFO SAGGIO ERA CIRCONDATO DA TANTI AMICI: ANCHE NOI A SCUOLA SIAMO STATI BENE IN COMPAGNIA. Gli alunni delle Classi Prime Dante, Rodari, Parini 2

4 Io aspetto sempre il Mercoledì perché c è animazione alla lettura. I libri che legge la maestra sono bellissimi soprattutto quelli lunghi. (Gaia 2 B) Voglio dire grazie alla maestra che ci ha letto dei libri divertenti. (Renè 2 A) Il libro degli Sporcelli è stato divertentissimo. (Sara 2 B) Animazione alla lettura mi piace tanto perché ascolto cose mai sentite in vita mia e le ascolto con i miei compagni. (Amedeo 2 B) A me piace animazione alla lettura perché la maestra Cinzia legge tante belle storie che fanno ridere (Davide Farè 2 A) Classi 2^ Dante 3

5 Questa è la storia di Lucrezia Pitzalis Balla bene e fa sempre il bis. Un giorno durante un saggio è caduta e si è rotta un braccio. In ospedale l hanno portata e i dottori l hanno curata Questa è la storia di Gioele Crespi che nel basket è il re dei canestri. Questa è la storia di Alessandro Romito che più a un racconto somiglia a un mito. Nato al principio del mondo, si conosce il principio, ma non il fondo Questa è la storia di Rapa Alessandro che un giorno ha indossato uno scafandro. Voleva esplorare gli abissi del mare, ma faceva così freddo che ha iniziato a tremare Questa è la storia di Federico Mazzola A cui piace molto la coca-cola, ama mangiare le patatine e gli piacciono le figurine. 4

6 Questa è la storia di Ivan Marcodoppido È di Cassano e non di Oppido. È un bambino un poco rotondo, gli piace viaggiare in tutto il modo. adora mangiare il cioccolato Soprattutto mischiato con il gelato. Questa è la storia di Matteo Sintoni che perde sempre i pantaloni, lui è lungo lungo e magrolino perché mangia veramente pochino Questa è la storia di Arianna Sintoni che la domenica mattina guarda i cartoni, poi va alla messa delle dieci e quando può va al parco in bici. Questa è la storia di Francesca Filippelli fa la parrucchiera e taglia i capelli. Al lunedì il negozio è chiuso allora va a spasso con Gattuso. Questa è la storia di Federica Terrazzan una bambina che tanti amici ha. Riccardo e Luca sono i suoi fratelli che sono proprio due bei monelli! dâxáàt Ät áàéü t w YÜtÇvxávt ftñéü à v{x yt Ät átüàt x ÑÜxÑtÜt äxáà à? á áàtçvt ÑÜxáàÉ x täät y Çx ávévv tàt x á uxäx âçt vtäwt v ÉvvÉÄtàtA 5

7 Questa è la storia di Libera Giani le piace tanto usare le mani, di un orchestra è il direttore dirigerebbe tutti per ore ed ore Questa è la storia di Matteo Mincione che cerca sempre un grande amicone. In giardino, quando è tranquillo, gioca spesso col suo cane Birillo Questa è la storia di Hasan Moka andò al parco e vide un oca che lo morsicò e andò allo stagno, poi insieme festeggiarono capodanno Questa è la storia di Nicole Gramignano ogni mattina salta dal letto al divano, poi scende le scale e va in cucina e col latte mangia una tortina. Questa è la storia di Maria Fernandes canta sempre un, dos, tres. Indossa una lunga gonna nera e suona bene chitarra e tastiera. Questa è la storia di Marco Uher lui dice che è un grande "power". Va sempre a scuola con l astuccio e ha la felpa col cappuccio Questa è la storia di Angela Foschini Che ha un giubbotto con tanti taschini; le servono per metterci i suoi soldini, che userà per comprarsi tanti cioccolatini Classi Terze Dante 6

8 Il museo dei fossili di Besano Siete tutti invitati a visitare il bellissimo Museo di Besano. Si possono ammirare fantastici fossili perfettamente conservati. Nelle sale del museo sono esposti, infatti, i resti di Saltriosauro e di Besanosauro, ritrovati in questa zona, e tanti altri interessantissimi reperti archeologici. Ricostruzione del dinosauro Saltriosauro Vi aspetta inoltre un fantastico percorso nel bosco, dove potrete vivere un esperienza indimenticabile alla ricerca di fossili, proprio come veri paleontologi! Noi alunni delle classi terze della scuola Parini consigliamo a tutti, grandi e piccoli, di andare a vedere questo museo. Noi siamo andati a Besano il 18 marzo e ne siamo rimasti entusiasti! Per questo motivo vi diciamo in coro: Andate a Besano. Ne vale proprio la pena! Giada Canziani e tutti i suoi compagni Classi Terze Parini 7

9 Alla mamma Cara mamma, ogni sera mi dai un bacino e quando dormo nel mio lettino tu mi stai sempre vicino. Anche quando ti faccio arrabbiare tu mi sai perdonare. Se alla mattina non mi voglio svegliare tu sai come farmi alzare: accendi la mia canzone preferita e mi dici che la colazione è servita: biscotti, latte e caffè, Cara mamma Mamma tu fai tanto per me, mi porti a spasso e cammini sempre con un buon passo. Da lunedì a venerdì esci alla mattina e torni a mezzogiorno, al pomeriggio fai le pulizie e alla sera dici: Finalmente dormo! Tu sei una mamma perfetta e bella e insieme andiamo all agriturismo Serenella. Io ti porto sempre nel mio cuore con amore e un po di gelosia, ma soprattutto con tanta allegria! Andrea Mazzolai ma niente è buono come te! Alice Arpilli Cara mamma Cara mamma vorrei averti vicino per darti un bel bacino. Tante storie mi sai raccontare così grande mi fai diventare. Nel mio cuore ti sento vicino e ti mando un grosso bacino. Mamma Cara mamma ti vorrei donare tante mimose da bagnare. Mamma, sei una gran lavoratrice e lavi i panni con la lavatrice. Al pomeriggio lavi il pavimento e di vedere la casa pulita sono contento. Mamma, è sera, di frutta c è la pera? Andrea Musumeci Christian Ferro 8

10 Caro papà Caro papà sei sempre al lavoro ma so che nel tuo cuore io sono il tuo tesoro. Quando alla sera a casa fai ritorno per me è il momento più bello del giorno. Giocare insieme mi riempie di gioia e finalmente va via la noia. Chiacchiere insieme alla sera in famiglia e coccole con papà, mamma, figlio e figlia. Chiara Salmini Papà Caro papà, sei sempre vicino a me. Sei un uomo buono con le braccia sempre aperte per abbracciarmi e alzarmi. Sei un uomo zitto e ti posso dire ogni mio segreto. C è un uomo in casa mia che mi fa compagnia. Chi è? Chissà!... È il mio papà! Bianca Barbosu Al mio grande papà Papà Damiano, mi dai sempre una mano. Quando siamo sul trattore viaggiamo per ore e se siamo contenti disegniamo dei serpenti. Prima di andare a scuola facciamo la ola e quando siamo felici accarezziamo i nostri mici. Giriamo il mondo e balliamo il girotondo. Micole Magrì Papà Roberto Papà Io chiedo a papà Roberto Anletti: Tu sai o non sai aggiustare i tetti? Caro papà, tu sei un gran lavoratore, a casa arrivi stanco perché hai lavorato tante ore! Papà, quando tagli il prato sembri un giardiniere nato. Quando sei a casa ridiamo, scherziamo, giochiamo e, qualche volta, assieme studiamo. Arrivi a casa per cenare e sei al lavoro quando dobbiamo pranzare. Oh, caro papà, tu sai che ti voglio bene anche quando non siamo insieme! Il mio papà Il mio papà Alberto ha il negozio sempre aperto. Alcune volte giochiamo, scherziamo e insieme ridiamo. Quando siamo insieme in giardino piantiamo un seme. Beatrice Braghini Caro papà, sei forte e divertente, sei simpatico a tanta gente! Al lunedì vai a lavorare ma prima a scuola mi devi accompagnare. Dal martedì fino al venerdì è la stessa cosa poi finalmente ci si riposa. Al sabato insieme stiamo e, se è bello, in bici andiamo. Alla sera mi dai un bacio e mi rimbocchi la coperta, poi io ti chiedo: Mi lasci la porta aperta? A volte ti faccio arrabbiare, ma alla fine mi faccio coccolare. Giulia Ciapparella Lorenzo Anletti Classi terze - Scuola Giuseppe Parini 9

11 10

12 11

13

14 Classe 4^ A Parini 12 Il 7 ottobre 2008, insieme alla mia classe ho visitato la mostra di quadri di Fratel Venzo in Villa Oliva. La nostra guida, la signora Rosanna Conti, ci ha spiegato chi era l autore e ci ha parlato delle sue opere. I quadri esposti nella villa sono 57, realizzati con olii e tempere e raffigurano diversi soggetti. Mario Venzo usava tecniche particolari: su una base di legno pitturava con pennellate spesse, per rendere le sue immagini quasi tridimensionali. A lui piacevano i colori forti e voleva nelle sue opere ricordare artisti come Cezanne, Van Gogh e Matisse. Mi sono piaciute le nature morte (molto belli i fiori, le pannocchie, i girasoli), i paesaggi di campagna e quelli di città. Il quadro che mi è piaciuto particolarmente è quello che raffigura un grappolo d uva. Mi ha entusiasmato notare i piccoli particolari, luci, ombre, tinte brillanti che, ben accostati hanno reso i dipinti più reali Elisabetta Dei suoi quadri mi ha colpito l uso dei colori, infatti usa tinte accese e brillanti, privilegiando il colore viola.in particolare mi è piaciuto come ha dipinto il vento in un quadro: grosse pennellate di colore blu e azzurro alternate a grumi degli stessi colori e con tonalità diverse, un altra particolarità di questo pittore è quella di dipingere di colore arancione i tetti delle case per simboleggiare l esistenza dell uomo che le abilita e della vita che all interno si vive. In molti quadri si percepisce il suo senso religioso come la mano di Dio raffigurata in un quadro che illustra un paesaggio, essa è qui rappresentata da un raggio di luce in un cielo molto nuvoloso Giulia Mi ha colpito molto il modo in cui l artista ha rappresentato le montagne, particolari perché talvolta dipinte di viola. E stato curioso notare come il pittore lasciava sulle sue tele pennellate marcate e accostava colori molto accesi, brillanti ed intensi. Il quadro che mi è piaciuto di più è stato quello che rappresenta un paesaggio invernale, delle casette e due alti pini ricoperti di neve. Il colore della neve è rosa probabilmente perché la scena si svolge al tramonto del sole Sofia Mi sono piaciuti molto i quadri di Fratel Venzo perché sono colorati e le tinte sono stese in strati spessi e grumosi e viene voglia di toccarli.in particolare c era un paesaggio innevato con la neve rosa che dava l idea di colore e non del freddo invernale. Priscilla Classi Quarte Rodari

15 13 G i o c h i a m o c o n g l i E g i z i Quest anno noi delle classi quarte, abbiamo avuto la possibilità di conoscere in modo approfondito alcune antiche civiltà: è stato bello passeggiare sulla Linea del Tempo, scoprire diversi modi di vivere, di pensare, di progettare e cogliere, negli aspetti della vita odierna, i segni della loro tramandata eredità! Un fascino particolare è emerso dallo studio della civiltà dell Antico Egitto conclusasi con la visita d istruzione al Museo Egizio di Torino È stato davvero entusiasmante! Ti proponiamo alcune attività-gioco CRUCIPUZZLE Cancella in tutte le direzionale parole elencate O R O V I S I R L V A G I Z A M A U L C E T O M B E X S A R C O F A G O O R O A A A L L R Amon Anubi Canopi Carter Delta Geroglifici Giza Imbalsamazione Iside Limo Lino Luxor Menfi Mito Obelisco Oro Papiri Ra Sarcofago Scribi Seth Tebe Tombe Visir. B T G N M N S E D E E L O O U A I E L R I P N B M S D I I F I A I A I E S L I N O P Z D L C S C R I B I E T O M I T O R O R A L I M O M E N F I S E T H E T E B E SE TROVERAI TUTTE LE LETTERE GIUNGERAI ALLA 14

16 Cruciverba sugli Egizi O O ORIZZONTALI 3 Vi si trovano le piramidi più famose. 5 La sua tomba fu scoperta da Carter. 8 Carta egizia. 9 Dei al femminile. 10 Fango fertilizzante. 13 Lo era la corona del Basso Egitto. 16 Così era chiamato il re egizio. 17 Bara che racchiudeva la mummia. 20 Estratto dalle olive o dal sesamo, serviva anche per le lampade. 21 Tale era considerato il faraone. 24 Madre di Horus e sposa di Osiride. 25 Fece costruire la piramide più grande. 26 Una delle città più importanti. 27 Foce del Nilo. 29 Si occupavano dei templi ed erano ricchi epotenti. 32 Lo erano i prigionieri di guerra e coloro che non pagavano i debiti. 33 Luoghi di culto. 34 Felino rappresentato dalla dea Bastet. 35 Senza di lui la civiltà egizia non sarebbe mai nata. VERTICALI 1 Ha permesso di decifrare i geroglifici. 2 Dio dei morti con la testa di sciacallo. 3 L Egitto ne produceva in abbondanza. 4 Davanti a MORFE quando le divinità sono animali. 6 Figlio di Osiride, proteggeva il faraone. Ha la testa di un falco. 7 Ha il corpo di un leone per sorvegliare le piramidi. 11 Vasi che custodivano i visceri del defunto. 12 Metallo prezioso, simbolo di regalità. 14 Religione con molte divinità. 15 Sovrano del regno dei morti. 18 Simboli della scrittura egizia. 19 La fibra tessile più usata in Egitto. 20 Monumento altissimo che simboleggia un raggio di sole. 22 Come il 29 orizzontale. 23 Dio del male. 28 Trascriveva i documenti e controllava il versamento delle tasse. 30 Dio della scrittura e del sapere, con la testa di ibis. (Soluzione all ultima pagina) 15

17 Indovina Chi Scegli uno dei personaggi che vedi nella piramide sociale qui a fianco: I tuoi compagni dovranno indovinare chi sei facendo delle domande, a cui potrai rispondere solo con un sì, un no o con dei mimi Piramide sociale CRUCIPUZZLE Cancella in tutte le direzioni le parole elencate AMON ANUBIS ASPIDE BENDARE CHEEFREN CHEOPE EGITTOLOGIA HORUS IBIS IDOLI IMBALSAMATORI ISIDE ISIDORO ISOLOTTO MENFI MIAGOLIO MICERINO MUMMIA MUMMIFICAZIONE NILO PAPIRO PIENA PIRAMIDE SACERDOTI SARCOFAGO SCARABEO SCIACALLO SCRIBA SFINGE SOGNO SOLE TEBE Scopri il nome della divinità adorata dagli antichi egizi S C A R A B E O O L L A C A I C S A M O N A T O N I S O L O T T O O P H O R U S E D I S I D O R O I G I S C R I B A B E R A D N E B L N R O I A N E I P S A R C O F A G O A A F T E B E S S E I S O L E A O M S N E R F E H C H E O P E I I R I P E N O I Z A C I F I M M U M I D I M B A L S A M A T O R I R M P E D I D E G I T T O L O G I A U A E E G N I F S N O N I R E C I M P Classi Quarte Dante Parini Rodari 16

18 C o n s i g l i, p e n s i e r i e p a r o l e CARATTERISTICHE DEL MIELE DELLE PREALPI VARESINE E ANTICO RIMEDIO PER LA TOSSE Miele di castagno: Colore: bruno scuro Odore: forte e molto aromatico Sapore: caratteristico,un po amaro Provenienza : prodotto dagli abbondanti boschi di castagno delle Prealpi. E ricavato dalla fioritura estiva dell albero Castanea Sativa. Le api raccolgono il nettare dai fiori maschili, che sono ricchissimi di polline. Il miele di castagno contiene moltissimo polline che gli conferisce un gusto molto forte e questo è uno dei principali pregi in quanto la ricchezza di polline ne aumenta il valore nutritivo. Viene particolarmente apprezzato dalle popolazioni nordiche poiché grazie all elevato contenuto di Sali minerali è in grado di coadiuvare l organismo nella difesa dal freddo e dalle malattie. E conosciuto l uso diffuso nel tempo del miele di castagno quale efficace rimedio contro le affezioni dell apparato respiratorio. Arancia per la tosse Un ottimo rimedio super naturale contro la tosse e la raucedine è quello di bollire, per dieci minuti in poca acqua,un arancia sbucciata e tagliata a pezzi. Filtrare il liquido e aggiungervi due cucchiai di miele. Bevete questa ottima pozione prima di coricarvi Consiglio utile di Ludovica Castiglioni Mi sono perso L estate in cui avevo quattro anni, sono andato con la mia famiglia a visitare la città di Assisi in Umbria. Abbiamo visto molte chiese fra cui la basilica affrescata da Giotto. I disegni raccontano la vita di S. Francesco e al piano inferiore c è una crocifissione grande come una parete: nella maggior parte del dipinto prevale un colore blu intenso che mi ha affascinato. Non mi sono accorto che i miei genitori e mia sorella si spostavano così sono rimasto lì per qualche minuto, senza rendermi conto di essermi perso. Per fortuna mi hanno ritrovato. Claudio Ricci Ho visto un uomo piangere Sul ciglio della strada Ho scoperto un parco dove il sole non tramonta mai. Sorge da lontano un campanile immenso che, con la sua dolce melodia inebria l aria. L ho preso per mano e l ho accompagnato là. Su una panchina abbiamo ascoltato il vento che ci accarezzava. Ho visto un uomo ridere sul ciglio della strada. Alessia Vaiani Classi Quarte Dante 17

19 Benedizione degli animali all Oasi degli struzzi ( Sant Antonio Abate protettore degli animali) Sabato 17 gennaio ci siamo recati all agriturismo Oasi per la benedizione degli animali. Abbiamo visto due grosse tigri nella loro gabbia con i loro tre cuccioli. Uno di loro è stato portato fuori per la benedizione, così ho potuto vederlo da vicino ed accarezzarlo. Nell agriturismo c erano anche tanti altri animali: un grande cammello, gli struzzi, le mucche, gli asinelli, i cavalli e i cani. Per la benedizione ci siamo recati intorno ad un grande falò dove Don Gabriele ha benedetto prima le persone e poi gli animali. Anche noi abbiamo portato le nostre tartarughe e ci siamo messi in fila per ricevere la benedizione. Ho provato gioia e allegria, e ho passato una bella serata. (Martina Pisani) Sabato pomeriggio ci siamo ritrovati presso l agriturismo Oasi di Cassano Magnago, eravamo proprio in tanti! E tutti avevano portato un animaletto domestico. Per l occasione è stato acceso un grande falò e tutti intorno abbiamo ricevuto la benedizione dal don Gabriele. In seguito ci siamo recati a visitare gli animali dell Oasi. In particolare abbiamo notato le tigri e i tre tigrotti oltre ad un gigantesco cammello. Al termine della benedizione i gestori dell oasi hanno offerto: vin brulé, the, cotechino con polenta o lenticchie. L anno prossimo vorrei andarci di nuovo perché mi sembra una bellissima iniziativa. Spero solo che faccia meno freddo. (Giulia Liati) Sabato pomeriggio all Agriturismo Oasi di Cassano Magnago c è stata la benedizione degli animali. C era chi aveva portato il cane, chi le tartarughe, chi i conigli, io avevo con me una delle mie tartarughe, e pensate, c era anche un cammello! Dopo la preghiera ci siamo messi in fila per la benedizione. Ci è stato offerto da bere, e da mangiare. Ho incontrato le mie compagne di classe Giulia e Martina,la maestra Livia, altri amici Poi siamo tornati a casa felici e contenti. (Nicole Fabris) LA BIANCA BARBA DI SANT ANTONIO Cade in pieno inverno la festa di s. Antonio Abate ; il clima è inclemente, sono giorni di grandi nevicate e di freddo pungente. Dal proverbio lombardo: Per Sant Antòne de la barba bianca, se manca l glas, la nef ne la manca (A Sant Antonio dalla barba bianca se non c è il ghiaccio, la neve non manca ) Classi Quarte Dante 18

20 IL RISVEGLIO DOPO UNA NEVICATA Io adoro la neve! Ogni volta che cade spero che lo faccia ancora. Gli adulti la considerano un pericolo ma li capisco perché la neve crea molti disagi e provoca molti incidenti. Quest anno da noi l inverno è arrivato presto, è nevicato varie volte: a S. Stefano, a Capodanno e in abbondanza nel giorno dell Epifania. Quella mattina alzandomi non sapevo ancora di quella nevicata così abbondante e fu mia mamma a informarmi. Di pomeriggio, pensando di non uscire per il freddo, armata di pennello e foglio, stavo disegnando il paesaggio che si vedeva dalla finestra. I fiocchi cadevano veloci ma in certi momenti rallentavano. Alcuni cadevano obliqui, altri dritti ed erano di diverse dimensioni. Nelle aiuole sotto casa mia non c era una pianta che non fosse semisommersa nella neve o completamente congelata. Tutte erano state ricoperte e dei fiori che in primavera sono di colori meravigliosi non restava che un ammasso di neve. I due pini invece, al posto dei merletti che nelle nevicate precedenti avevano ricoperto i loro rami, avevano dei pezzi di ghiaccio. Ero affascinata da tanta neve, quando mia mamma, entrando in cucina, mi disse che saremmo andati tutti giù in cortile perché lei doveva spalare la neve e io, non avendo i guanti, uscii senza. Appena scesa la prima cosa che feci fu l angelo di neve. Iniziai a giocare: la neve era fredda ma soffice, non era ghiaccio, sembrava cotone. L ho pure assaggiata! Giocando a mani nude dopo due minuti mi si erano già congelate. Poi io e alcuni vicini ci divertimmo a giocare a palla di neve! Tornata in casa feci un bagno caldo ma mi vennero i geloni. Il giorno dopo, nonostante tutta quella neve andai a scuola, ma a piedi. Si, mi piace molto la neve ma non vedo l ora che arrivi primavera perché potrò giocare in cortile con i miei amici e osservare il cielo celeste. Giorgia 5 B, Dante 19

21 Mercoledì 6 maggio, con i miei compagni ho vissuto un esperienza indimenticabile: ho incontrato Angelo Petrosino! Ero talmente emozionata che prima di andare a scuola mi sono lavata la faccia almeno cinque volte! Appena ci hanno detto : - Preparatevi che si scende- il mio cuore ha iniziato a battere forte come non aveva mai fatto. Abbiamo aspettato in palestra per circa cinque minuti, che mi sono parsi interminabili, ma Eccolo lì, un po diverso da come sembra nella foto sui libri di Valentina, con meno capelli e la faccia un po più tonda, ma con lo stesso sorriso. Io, dopo aver superato l emozione, come sempre, ho alzato la mano per intervenire, ma un pensiero fisso mi ronzava nella testa : - Mi farà l autografo anche se non ho portato il libro? Me l ha fatto, eccome!!! Anzi, ha anche deciso di farmi la dedica personale! Sono contentissima e, a dire la verità, devo ringraziare la mia maestra che mi ha fatto conoscere i libri di Valentina. Angelo mi è parso molto simpatico, anche perché la sua storia è molto particolare e mi ha fatto capire ben presto come ha fatto a scrivere così tanti libri ed avere ancora molte idee. Dopo aver risposto a molte nostre domande, ci ha letto del primo incontro tra Sergio e Valentina e mi sono messa a ridere : quanto tempo è passato da quando ho letto quel libro! Ho scoperto molte cose su di lui e non vedo l ora di leggere un suo libro che uscirà ad ottobre : Tazio o Daniele?. Credo che se Valentina lascerà Tazio mi metterò a piangere Comunque ora che ho incontrato Angelo Petrosino sono sempre più sicura che da grande anch io scriverò libri, anche se dovrò fare ancora molta strada VALENTINA SORRENTI (5 A Dante ) 20

22 Cassano M.go 8 maggio 2009 Era una giornata bellissima e gli alunni della scuola Dante Alighieri, compresa me, hanno partecipato a uno strepitoso concorso di pittura. Tutti si sono sbizzarriti con materiale possibile ed immaginabile realizzando copie dal vero di piante e fiori. Questo concorso è stato organizzato in onore della maestra Stefania Mazzucchelli che ora non c è più. Io ero emozionata e lo ero ancor di più quando abbiamo cantato la canzone Un sorriso mille colori per farci sentire da lei. I fiori da copiare erano stati messi in un angolo della scuola; c erano rododendri, margherite gialle, bianche e viola, aceri e anche una favolosa arcata decorata con nastri e foglie. Io ho disegnato un grazioso cespuglietto con piccoli fiori gialli. E stato molto divertente soprattutto perché ho usato una tecnica che nessuno aveva usato: lo spazzolino!!! Infatti ho usato un vecchio spazzolino intinto nel colore col quale ho dipinto lo sfondo. Quando le insegnanti hanno ritirato i disegni c era un insieme di emozioni: felicità per aver partecipato, paura per il giudizio degli esperti e speranza di vincere i premi in palio. La domenica seguente c è stata la premiazione, i vincitori hanno ricevuto dei bellissimi premi: scatole di pregiate matite colorate e tre macchine fotografiche digitali. Ancora adesso i dipinti fatti dai bambini sono appesi sui muri dei corridoi della scuola. sono proprio belli!!! E stata comunque una giornata emozionante e divertente in compagnia delle mie amiche, delle insegnanti e dei miei genitori. Michela 5C Dante 21

23 . CASSANO MAGNAGO, FEBBRAIO 2009 I ragazzi delle classi Quinte delle scuole primarie si sono recati alla scuola media Orlandi. All arrivo sono stati accolti in aula Magna dalla vice preside, la professoressa Regazzo, che ha spiegato brevemente alcuni aspetti dell offerta formativa. Poi le classi si sono divise in tre gruppi e hanno visitato alcune aule: quella di scienze, dove hanno osservato al microscopio alcune sostanze, l aula di lingue dove con l ausilio di apposite cuffie hanno ascoltato la canzone HAPPY DAYS e le tre aule di informatica....infine sono state visitate la mensa e la palestra. L esperienza delle scuole medie è piaciuta molto e alcuni ragazzi sono già dell intenzione di iscriversi. Cecilia la professoressa Regazzo ha spiegato come si lavora alle scuole Medie. Quindi, le classi delle Primarie, suddivise in gruppi, si sono recati in tre diversi laboratori: - il laboratorio di informatica con il prof. Maisto - il laboratorio di lingue con la prof. Starvaggi - il laboratorio scientifico con la prof. Mascheroni Alla maggior parte degli alunni, la scuola secondaria è piaciuta molto e aspettano settembre per conoscere meglio tutti i professori e comprendere adeguatamente l organizzazione scolastica. Un compagno, al termine delle attività, ha affermato -nel laboratorio scientifico mi è parso strano guardare al microscopio tutte quelle cose e non vedo l ora di indossare di nuovo le cuffie del laboratorio linguistico! Michela La vicepreside prof. Regazzo ci ha accolti e ci ha spiegato come si lavora e come è organizzata la giornata scolastica della scuola secondaria. Quindi ci siamo suddivisi in tre gruppi ognuno dei quali ha avuto modo di sperimentare alcune attività laboratoriali. La prima esperienza alle medie è stata entusiasmante! Adesso non vediamo l ora che arrivi settembre! Barbara Classi Quinte 22

24 A SPASSO CON PUBLIUS NELLA MILANO ROMANA Venerdì 24 aprile noi alunni delle classi quinte siamo andati con le nostre maestre a Milano a visitare il museo archeologico. Dopo un ora interminabile di viaggio siamo finalmente arrivati. Quando siamo entrati ci siamo ritrovati in un chiostro con alcuni resti di statue e sarcofagi. Dopo un po siamo entrati nel museo e la guida ci ha illustrato un plastico che rappresentava Milano al tempo dei romani; alcune parti, che raffiguravano i monumenti moderni, erano in chiaro mentre altre, che raffiguravano quelli antichi, erano in legno più scuro. In seguito siamo andati ad osservare le vetrine che contenevano molti reperti, oggetti di vita quotidiana degli antichi romani. Particolari erano un urna data in premio a una persona e una coppa molto famosa, perché ne esistono solo cinque o sei al mondo, la Coppa Diatreta: sopra c è un iscrizione, BIBE VIVAS MULTIS ANNIS che vuol dire Bevi e vivi molti anni. Poi siamo usciti in cortile dove abbiamo potuto ammirare i resti di una domus romana; vicino si trovava anche la Torre Poligonale, una grande torre affrescata da numerosi dipinti di santi. Infine siamo andati a visitare i resti di un anfiteatro, simile al Colosseo, che poteva contenere fino a ventimila persone. Lì vicino si trovava un altro museo; ci siamo ritrovati davanti una parete marrone con due vasi, alcune parti della parete erano nere, può darsi che qualcosa sia andato a fuoco. C era anche la ricostruzione dell armatura di un guerriero, alcune monete di quei tempi, alcuni contenitori, vasi o urne cinerarie e anche una lapide scolpita dalla moglie di un guerriero che è sopravvissuto per molte battaglie. E stata una giornata davvero piacevole ed interessante! Gli Alunni delle Classi Quinte Scuola Rodari 23

25 Noi alunni di V della sc. Parini abbiamo partecipato al concorso sulla Sicurezza. Siamo stati premiati il 29 maggio a Bergamo insieme a tante altre scuole italiane di ogni ordine e grado. Abbiamo ricevuto una fotocamera digitale e altri premi. Abbiamo realizzato disegni, slogan e acrostici Ecco alcuni dei nostri lavori. Classe Quinta Parini 24

26 Il giorno 5 maggio 2009, io Alessandro Danieli, Corinna Chiarello (5 A Rodari), Khristian Carluccio e Andrea Basili (5 B Rodari) abbiamo partecipato al Concorso Internazionale di Omegna, guidati dal maestro Marco Simoncini. Abbiamo suonato in gruppo (chitarre, tastiere, violino, flauto, basso e cantante) quattro pezzi di musica Classica / moderna e siamo arrivati PRIMI!!!! con 98\100 centesimi. Abbiamo anche suonato con le sole tastiere il CANON IN D e, strepitosamente, ci siamo classificati Primi assoluti!!! con 100\100 centesimi ritirando una borsa di studio. Cristian Carluccio e Andrea Basili hanno suonato davvero bene la chitarra con il gruppo. Dopo è arrivato il turno dei solisti per pianoforte: Corinna ed io, ed altri cinque bambini. Io con la Moonlight di Beethoven, la Musetta e Badinerie di Bach mi sono classificato 1!!! con 98\100 centesimi meritando una stupenda coppa; Corinna Chiarello con un minuetto di Mozart e Piccolo pezzo di Schumann è arrivata al 2 posto!!! con 93\100 centesimi, meritando una medaglia. (Classi Quinte Rodari) Quest anno per la prima volta, guidati dai maestri di musica Stefano Zecconello, Daniela Bianchi e Patrizia Virgone, noi alunni delle classi Quarte e Quinte della scuola primaria Dante, Parini e Rodari, ci siamo ritrovati, giovedì 7 maggio, al Concorso musicale della città di Tradate: a turno, nel grande teatro comunale, ci siamo esibiti con alcuni brani musicali appresi durante le ore di musica con gli specialisti. Risultati? Secondi e terzi classificati. È stato emozionante! Dante Parini - Rodari 25

27 ARTISTI NEL RICICLARE! Il giorno 27 gennaio ci siamo recati in Villa Oliva per visitare la mostra Salviamo il mare e gli squali. Lo scopo era di sensibilizzare il pubblico sul problema dell inquinamento marino, invitandoci a riflettere su IL MARE COME PATTUMIERA DELL UMANITÀ? Siamo rimasti molto colpiti dalle opere d arte realizzate con IL RICICLO DI MATERIALE DI RIFIUTO!!! Cosi, con la nostra maestra di scienze, abbiamo deciso di cimentarci nell ARTE DEL RICICLO Sul sito-web della nostra scuola (www.cassanodante.it/primaria/news) avrete modo di ammirare tutte le nostre PERSONALISSIME.. OPERE D ARTE!!! Gli alunni delle classi Quinte scuola Rodari Alcuni lavori realizzati dalle classi Quarte A-B-C della scuola Dante 26

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME 1 PREMESSA Questa unità didattica è stata realizzata per bambini stranieri di livello linguistico A2 che frequentano la classe IV della Scuola Primaria.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO Iniziamo il percorso ricordando agli alunni le motivazioni che hanno spinto gli uomini a creare sistemi di misurazione del tempo, come fatto già per l orologio. Facciamo

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone Se fossi... Nicole Pesce Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone se fossi un coppa mi lascerei osservare da tutti, ed essere contenta di essere con te, te che mi

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta:

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta: SOTTO LO STESSO TETTO: Gender MainstreaMinG e valorizzazione delle differenze a scuola La classe 4A presenta: Tutti diversi... ma uguali ;-) Nell'anno scolastico 2014/15 la classe 4A dell'i.c. Via d'avarna,

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit.

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. DIDATTICA ALLA PIOPPA Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. La nostra proposta dida,ca nasce dalla voglia di infondere passione e rispe3o verso la natura e gli animali,

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio Quell imbroglione di Mazalorsa Autori e illustratori CAMPOSTRINI GABRIELE MABBONI EMILIANO

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli