Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS"

Transcript

1 Associazione Italiana Fisioterapisti-Regione Lombardia Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS 3 aprile 2014 Anno 2 Numero 2 CIO CHE VORREMMO e CIO CHE SERVE. Carissime/i Colleghe/i, Ognuno di noi ha una visione della nostra Professione unica, che nell aspetto generico può sembrare simile a quella di altri, ma che mantiene delle peculiarità esclusive. Andando sul territorio ci siamo confrontati coi Colleghi, abbiamo ascoltato storie diverse (alcune strane), bisogni diversi (alcuni basilari per una vita dignitosa), necessità professionali simili, punti di vista anche lungimiranti e forieri di spunti per fare diversamente l opera di Dirigente. Pochi giorni fa il Ministero della Salute ha scritto che l Osteopatia è attività sanitaria. Ora a qualcuno di noi questa dichiarazione può non interessare a qualcuno può essere utile a qualcuno potrà sembrare il raggiungimento (parziale) di una lotta combattuta da anni. Il primo pensiero che abbiamo fatto in AIFI Lombardia è stato: abbiamo lavorato per anni su un progetto che ora si rivela corretto, che dimostra anche la bontà della scelta, nel 2013, di continuare la formazione in osteopatia tramite una Scuola seria (la EOM) aperta solamente a Fisioterapisti e Medici ovvero a Professioni sanitarie già abilitate al trattamento sui Pazienti. L Omnibus 1324 Lorenzin è stato suddiviso in vari tronconi al fine di far proseguire con velocità diverse vari aspetti in esso contenuti. Tra questi vi è la riorganizzazione degli Ordini professionali tra cui la nascita del nostro e delle altre Professioni Sanitarie. Si seguono a livello Nazionale i lavori con attenzione estrema. La Riforma Sanitaria Regionale della Lombardia comporterà dei cambiamenti in tutte le realtà. Dobbiamo leggerli e portare il nostro contributo al fine di creare una Sanità migliore e adatta a risolvere con qualità la diminuzione delle risorse che sicuramente avverrà. Nelle Aziende (e non solo) i Colleghi sono chiamati a implementare l utilizzo delle scale di Misura (già c è chi lo fa), a creare le cartelle fisioterapiche, a produrre piani diagnostici terapeutici consoni alle problematiche trattate. Quale formazione ricercano i Fisioterapisti? AIFI Lombardia sta monitorando i corsi sul territorio regionale al fine di esaltare percorsi qualificanti e limitare quei percorsi ambigui che alcuni Provider creano e pubblicizzano. Sono in essere dei rapporti con altre Professioni Sanitarie al fine di creare un circolo virtuoso sia informativo (verso il Cittadino), sia formativo (verso le Professioni stesse), sia organizzativo. La condivisione di finalità fondamentali come la Salute dell Utente dei servizi sanitari è il collante per affermare la nostra professionalità, anch essa base di un sistema sanitario efficace e moderno. Sommario: SEDE SIAMO A MILANO VIA PONALE 6 ENTRATA IN VIA BELLONI 1 EDITORIALE 1 CORSI E CONVEGNI 2-6 PAGINA RIFLESSIO- NE FORMAZIONE 8-9 FISIOMONDO CORSI AFFARI LEGALI 15 7

2 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 2 FORMAZIONE: CORSO SCALE di MISURA a LECCO 15 FEBBRAIO 2014 Buona presenza di Colleghi all Azienda Ospedale di Lecco a metà febbraio per partecipare al Corso sulle Scale di Misura organizzato da AIFI Lombardia con la docenza di Daniele Piscitelli. Scopo dell evento era aumentare la conoscenza sulle Scale di Misura al fine di aumentarne l implementazione nell attività dei Fisioterapisti dipendenti o liberi professionisti. L Aula Magna dell Azienda Ospedale di Lecco La Riforma Regionale della Sanità porterà all utilizzo di Scale in Misura con frequenza maggiore dell attuale e, inoltre, i fisioterapisti dovranno poter dimostrare, con dati certi, ciò che lui conosce - per esperienza personale - possa funzionare con il Paziente, ciò che empiricamente ottiene risultati positivi da anni e ciò che, invece, ha ottenuto scarse validazioni scientifiche. Il collega Piscitelli, Ricercatore presso l Università Bicocca di Milano, ha saputo dare, in poche ore, un quadro sufficientemente esaustivo della tematica ed anche delle linee guida semplici, ma utili, per iniziare un nuovo approccio all utilizzo delle Scale e/o per migliorare l uso delle stesse all interno del nostro planning giornaliero. Daniele Piscitelli Colleghi presenti a Lecco AIFI Lombardia si è resa disponibile, tramite il Collega Daniele Piscitelli (Responsabile dell Ufficio Formazione post-base), a supportare i Fisioterapisti che desiderano maggiori informazioni sull argomento, che intendono conoscere quali Scale utilizzare in determinate situazioni/patologie, che si attiveranno per creare o migliorare processi valutativi/operativi nell ambito delle competenze proprie della professione.

3 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 3 FORMAZIONE: 1 CONVEGNO EBM-EBP AIFI LOMBARDIA a LODI 1 MARZO 2014 Ben riuscito, a distanza di 15 giorni dall incontro di Lecco, il secondo evento formativo di AIFI Lombardia. A Lodi si è parlato di EBM-EBP e sia i relatori che i contenuti dei loro interventi hanno soddisfatto praticamente tutti i Colleghi giunti in una mattina di pioggia battente. Ha aperto le relazioni Roberto Gatti che ha immerso i presenti nella realtà dell Action Observation, dando a tutti moltissimi spunti di approfondimento anche in merito alle strategie riabilitative sui Pazienti non solo di ambito neurologico. Ha seguito Silvano Ferrari che ha posto l accento su una tematica trattata sovente dalla maggior parte dei fisioterapisti, ovvero il Low Back Pain. Il suo contributo esulava un po dalle comuni metodiche, ma ad ascoltarlo ci si è accorti che ciò che veniva proposto, da attuare col Paziente, è il corollario utile a completare un programma riabilitativo che non può ridursi esclusivamente alla manualità e all esercizio fisico. Ma quante cose sono diverse da come sembrano in riabilitazione respiratoria? Simone Gambazza (Collega di ARIR), con pacatezza ma ricchezza di dati e letteratura internazionale, ha sovvertito alcune credenze in merito e posto alcuni punti fissi nel campo della fisioterapia respiratoria. Uno di questi è l attenzione che tutti dobbiamo avere sui cambiamenti indotti dalla ricerca scientifica, perché in questo campo di strada ne è stata fatta molta ma tantissima è ancora da tracciare. Silvano Ferrari Del gruppo DSM (Disfunzioni del Sistema di Movimento) è intervenuto GianCesare Della Morte (ha e- sordito confessando di essere emozionato per la sua prima relazione davanti ad un pubblico di colleghi) il quale ha mostrato come alcune scelte ergonomiche siano una concausa importante delle problematiche muscolo-fascio-scheletriche. Dopo di lui Luca Marin ci ha introdotto in una window dello studio che, a Pavia, sta portando avanti con altri Colleghi sul recupero delle ADL e IADL in Pazienti mielolesi. Un interessante sfida che intende portare un contributo importante in una situazione clinica che trasforma la vita delle Persone. Spazio anche alla fisioterapia pediatrica che, attraverso il GIS_Pediatrico, cerca di migliorare le strategie riabilitative per una fascia molto fragile del panorama riabilitativo. La Collega Emilia Maran ha posto l accento sul trattamento delle P.C.I. dando spunti interessanti per migliorare la descrizione del trattamento per questi infanti-bambini al fine di cominciare a parlare tutti la stessa lingua.

4 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 4 FORMAZIONE: 1 CONVEGNO EBM-EBP AIFI LOMBARDIA a LODI 1 MARZO 2014 (2) Luca Marin Conclude la serie di interventi Daniele Piscitelli che parla delle Scale di Misura, strumenti fondamentali nella EBM al fine di dare out come verificabili e confrontabili. La scelta del tipo di Scala è basilare per poter spiegare su quali elementi si è lavorato e quali risultati ha dato l attuazione di uno specifico programma fisioterapico. Ovviamente la scelta del tipo di Scala deve tenere in considerazione, spesso, la validità in italiano della stessa. Una bella mattinata di Formazione e per la sua ottima riuscita dobbiamo ringraziare Lucio Raimondi (Responsabile della Formazione dell Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi), la Collega Nelia Cremascoli (attenta e precisa organizzatrice, coordinatrice del gruppo di fisioterapisti in servizio presso l Azienda di Lodi), le Colleghe della Fisioterapia dell Azienda di Lodi e le Amministrative dell Ufficio di Formazione dell Azienda di Lodi. Roberto Gatti L evento ci ha dato anche l opportunità di collaborare con la SIF (Società Italiana di Fisioterapia) la quale, attraverso anche il suo Presidente Roberto Gatti, sta attuando un importante e qualitativamente notevole attività formativa sul territorio nazionale.

5 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 5 FORMAZIONE : ECM e ASSOCIAZIONI delle PROFESSIONI SANITARIE a ROMA 28 FEBBRAIO 2014 AIFI Lombardia era anche a Roma (con Gianluca Rossi su delega del Presidente Torresani) per il convegno promosso dalla Federazione Logopedisti in collaborazione con Cogeaps e Agenas, tenutosi a il 28 febbraio 2014 presso la IRCCS Fondazione Santa Lucia, dove si è ribadito come la formazione ECM per il professionista sanitario sia l obiettivo da raggiungere quanto prima, in virtù della libera circolazione dei professionisti, per arrivare ad uno standard comune a livello europeo. Il dott. Luigi Conte ha illustrato il dossier formativo (DF) del professionista, un precursore del portfolio delle competenze, documento espressione di libertà, autonomia, tutela, garanzia e responsabilità del singolo professionista sanitario. Accompagnerà il professionista sanitario e conterrà il percorso formativo, la programmazione della sua formazione valutata sulla base delle effettive esigenze del professionista stesso. Il DF conterrà: 1) l anagrafica; 2) la programmazione della formazione professionale in base al profilo e all area di competenza: valuta e programma nel triennio ECM la sua formazione in base alle caratteristiche lavorative (esempio cambio di struttura); 3) Realizzazione/Evidenze; 4) Valutazione divisa in tre macroaree: Competenze tecnico specialistiche, Competenze di processo relazionali e comunicative, Competenze di sistema organizzativo/gestionale, situazionali e di ruolo. Il dott. Sabatino responsabile informatico Agenas ha comunicato che una anagrafica del professionista non corretta, la parte dei crediti non ancora trasmessa (ad e- sempio crediti regionali) e la FAD che viene trasmessa alla chiusura del corso più 90 giorni tempo massimo di trasmissione dati da parte dei Provider, sono le cause più frequenti per cui il professionista non si trova registrati i crediti degli eventi a cui ha partecipato. Con la determina CNFC del 17 luglio 2013 (che trovate sul nostro sito) vengono dettate le linee guida riguardo ad esoneri, esenzioni, tutoraggio individuale, crediti per formazione all estero, crediti individuali per autoapprendimento (solo per i liberi professionisti), tutto questo per il raggiungimento del professionista nel primo triennio formativo dei crediti formativi. Antonio Bortone e Tiziana Rossetto (Presidente AIFI e Presidente FLI)

6 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 6 FORMAZIONE: STATO dell ARTE DELLA PROFESSIONE a MILANO 8 MARZO 2014 Su invito della Collega Pia Paganetti, tramite dell ASP ISTITUTI MILANESI, AIFI Lombardia ha tenuto il Convegno Stato dell Arte della Professione del Fisioterapista. Il Presidente Pierangela Torresani ha parlato dell Organizzazione delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione, ponendo l accento sui Profili Professionali, sulle varie leggi che normano questi Professionisti, sulla loro elevata capacità di attuare le competenze specifiche e sul ritardo di attuazione dell adeguamento organizzativo di tante strutture sanitarie, che non sanno ancora cogliere le specificità di queste Professioni e perdono in efficacia ed efficienza nei trattamenti e nei programmi riabilit a t i v i o f f e r t i. La Responsabile dell Ufficio Affari Legali Paola Bongiovanni ha ben illustrato il Codice Deontologico di AIFI. Questo è uno strumento fondamentale per un Associazione come la nostra che, in mancanza di un Ordine o Albo, veste gli abiti di garante delle azioni dei Fisioterapisti italiani. Il Codice è moderno e traccia le linee organizzative ed etiche irrinunciabili per dare credito alle azioni associative. Da segnalare, tra le tante cose, l obbligo di denunciare alle autorità (anche tramite l Associazione) chi e- sercita la professione in maniera abusiva. In una realtà come quella del Pio Albergo Trivulzio il lavoro in Equipe è fondamentale e la Collega Saba Lisiero ha mostrato ai presenti quali dovrebbero essere i presupposti per un lavoro condiviso. La corretta sinergia tra i vari attori dell Equipe è la base per svolgere al meglio i trattamenti sul Paziente e poter creare un clima ideale all interno delle strutture sanitarie (e socio-sanitarie). Lisiero ha anche parlato dell aspetto psicologico nei rapporti tra le persone dell Equipe ponendo l attenzione sulla necessità di ascoltare l altro, sul bisogno di svestirsi del mantello della singolarità per vestire quello del gruppo. Il Tutoraggio degli allievi del CdL in Fisioterapia era l argomento trattato da Daniele Piscitelli. Sviluppato in maniera intensa attraverso vari esempi, anche di scuola straniera, il tema ha colto l attenzione dei presenti in quanto spesso vi sono disparità, tra le varie Università e le varie strutture di tirocinio, su come attuare il tutoraggio. Ribadito con l approvazione di tutti che tale momento formativo è essenziale al fine di formare un Fisioterapista, da subito coerente nelle scelte e capace nella tecnica. Ha chiuso i lavori l intervento dell Avvocato di AIFI Lombardia Mauro Putignano. Con precisione e lessico semplice ha condotto i presenti nel ginepraio della Responsabilità sanitaria del Professionista, campo vastissimo ma che vede poche sentenze con imputati fisioterapisti. Si è parlato di Giustizia Tributaria, Contabile, Penale e Civile. Si sono evidenziate le Responsabilità proprie di chi attua il trattamento che, in regime di dipendenza, possono essere prese in carico dalla Struttura che, però, a l termine del procedimento giuridico può rivalersi sul Professionista. Importante excursus è stato confrontarsi sulla Legge Balduzzi, che porta novità nel mondo sanitario in fatto di Responsabilità.

7 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 7 LA PAGINA DELLA RIFLESSIONE CHI LAVORA CON LE SUE MANI E' UN LAVORATORE CHI LAVORA CON LE SUE MANI E LA SUA TESTA E' UN ARTIGIANO CHI LAVORA CON LE SUE MANI, LA SUA TESTA ED IL SUO CUORE E' UN ARTISTA San Francesco D Assisi

8 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 8 FORMAZIONE: ARTICOLI FREE What Is the Evidence for Physical Therapy Poststroke? A Systematic Review and Meta-Analysis PLoS One. 2014; 9(2): e87987 Janne Marieke Veerbeek et Al. The aim of this systematic review was to provide an update of the evidence for stroke rehabilitation interventions in the domain of PT. Rehabilitation Outcomes of Children with Cerebral Palsy J Phys Ther Sci. Feb 2014; 26(2): Ebru Yilmaz Yalcinkaya et Al. [Purpose] To evaluate the results of Bobath-based rehabilitation performed at a pediatric cerebral palsy (CP) inpatient clinic. AIFI LOMBARDIA: ORGANIGRAMMA PRESIDENTE REGIONALE: Pierangela Torresani UFFICIO SEGRETERIA e UFFICIO COMUNICAZIONE: Alberto Culot UFFICIO TESORERIA e FORMAZIONE UNIVERSITARIA: Gianluca Bazzan UFFICIO FORMAZIONE PERMANENTE: Daniele Piscitelli UFFICIO AFFARI LEGALI : Paola Bongiovanni UFFICIO LIBERA PROFESSIONE: Mario Rottigni PRESIDENTE INTERPROVINCIALE CoLcSoVa: Mario Rottigni PRESIDENTE INTERPROVINCIALE CrLoMnPv: Gianluca Rossi (Responsabile Spending Review Regionale) PRESIDENTE INTERPROVINCIALE BgBsMi: Michele Romano PROBOVIRI: Nives Accorsi, Silvano Ferrari REVISORI DEI CONTI: Saba Lisiero, Camilla Barbieri, Mara Carpaneto STAFF UFF. SEGRETERIA: Daniela Villani COLLABORATORI ESTERNI CONSULENTE COMMERCIALE: Chiara Orsatti CONSULENTE LEGALE: Mauro Putignano

9 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 9 UFFICIO FORMAZIONE : FAD AIFI LOMBARDIA PUOI SCEGLIERE IL TEMPO GIUSTO PER LA TUA FORMAZIONE FAD-RIVISTA SCIENZA RIABILITATIVA 10 crediti ECM CORSO CONVENZIONATO AIFi LOMBARDIA A 15 EURO Scadenza iscrizioni: dal 1 gennaio 2014 al 28 agosto 2014 (con test entro il ) per crediti ECM nel 2014 Provider Sinergia e Sviluppo Per Iscrizioni: SEDE AIFI LOMBARDIA: Via Ponale 6 (entrata in Via Angelo B e l l o n i ), M i l a n o Tel Fax Cell e_mail: LUNEDI, MERCOLEDI, VENERDI DALLE h 11 ALLE h 14

10 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 10 Il FisioMondo articoli tratti dal mondo della fisioterapia (di Alberto Culot) Interventi conservativi per il trattamento di pubalgia muscolo-tendinea, legamentosa e ossea. Autori: Almeida MO, Silva BN, Andriolo RB, Atallah AN, PECCIN MS. BACKGROUND: Pubalgie muscoloscheletriche, legamentose e ossee sono comuni negli atleti e possono provocare un ritardo di diversi mesi nella ripresa dell'attività sportiva. Anche dopo questo periodo, l'atleta potrebbe non tornare al precedente livello nell'attività sportiva. Il trattamento del dolore all'inguine è principalmente conservativo (non chirurgico) mediante interventi quali esercizi, elettroterapia, terapia manuale e iniezioni di steroidi. OBIETTIVI: Valutare gli effetti (benefìci e rischi) di interventi conservativi per il trattamento della pubalgia. METODI DI RICERCA: Abbiamo cercato all'interno del Cochrane Bone, Joint and Muscle Trauma Group Specialised Register (dicembre 2011), il Cochrane Central Register of Controlled Trials (CENTRAL) (The Cochrane Library 2011, Issue 4), MEDLINE (dal 1948 alla settimana 3 del novembre 2011), EMBASE (dal 1980 alla settimana 49, 2011), CINAHL (dal 1982 a dicembre 2011); LILACS (dal 1982 a dicembre 2011), Pedro (dal 1929 al dicembre 2011), SPORTDiscus (dal 1985 al dicembre 2011), OTseeker (a dicembre 2011), elenchi di riferimento di documenti e atti di convegni ( ). CRITERI DI SELEZIONE: Sono stati inclusi studi randomizzati controllati e studi controllati quasirandomizzati che valutano interventi conservativi con esercizi per il trattamento della pubalgia. Sono stati esclusi studi di confronto tra terapia conservativa e trattamento chirurgico. RACCOLTA DATI E ANALISI: Due revisori hanno estratto i dati in modo indipendente ed hanno condotto valutazioni sul rischio di bias. Non c'è stata condivisione di dati. PRINCIPALI RISULTATI: In questa revisione sono stati inclusi due studi nei quali sono stati coinvolti un totale di 122 partecipanti che avevano avuto dolore all'inguine per almeno due mesi. Tutti i partecipanti tranne uno erano atleti di sesso maschile di età compresa tra i 18 e i 50 anni. Entrambi gli studi sono stati valutati come ad alto rischio di bias per almeno una fonte di dominio bias. L'esito trattamento con successo riportato in entrambi gli studi è stato basato principalmente su misure di dolore. Uno studio basato su un'analisi intention-to-treat (ITT: è un'analisi statistica nella quale vengono presi in considerazione tutti i pazienti trattati compresi coloro che non hanno concluso lo studio ndr) ha riscontrato una differenza significativa a favore della terapia attiva (rinforzo degli adduttori e dei muscoli addominali e coordinazione muscolare) rispetto alla fisioterapia convenzionale (esercizi di stretching, elettroterapia e massaggio trasverso) nel trattamento con successo a 16 settimane di follow-up (25/34 (74 %) rispetto a 10/34 (29 %); rapporto di rischio (RR) 2,50, 95% CI 1,43-4,37, p = 0,001). Allo stesso modo, al follow-up più atleti trattati con esercizio fisico sono tornati allo stesso livello dell'attività sportiva (23/29 (79 %) rispetto a 4/30 ( 13 %) ; RR 5,95, 95 % CI 2,34-15,09, p = ). Anche se ancora in favore del gruppo trattato con esercizio fisico, le differenze tra i due gruppi di personale valutazione globale dei pazienti a 16 settimane e il successo del trattamento a 8-12 anni (?nel testo originale è effettivamente scritto anni ndr) di follow-up non erano statisticamente significativi.

11 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 11 Il secondo studio (54 partecipanti) non ha trovato differenze significative a 16 settimane di follow-up tra un trattamento multimodale (calore, terapia manuale e stretching) e terapia di rinforzo attivo (lo stesso intervento, come nello studio precedente) per i risultati con successo di trattamento (14/26 (54 % contro il 12 / 22 ( 55 % ); RR 0,99, 95% CI 0,59-1,66, p = 0,96) ed il ritorno alla piena partecipazione sportiva (13/26 (50 %) rispetto a 12/22 (55 %), RR 0.92, 95% CI 0.53 a 1,58, p = 0,75). Coloro che ritornano alla piena partecipazione sportiva lo fanno in media 4,5 settimane prima dopo aver ricevuto la terapia multimodale (differenza media -4,50 settimane, 95% CI -8,60 a -0,40, p = 0,03) rispetto a quelli del gruppo di terapia con esercizio fisico. Questo studio ha riportato che non ci sono state complicazioni o effetti indesiderati in entrambi i gruppi di intervento. CONCLUSIONI DEGLI AUTORI: I dati disponibili dagli studi clinici randomizzati è sufficiente a dare consigli su qualsiasi modalità conservativa specifica per il trattamento del dolore da pubalgia. Nonostante la bassa qualità della ricerca, la miglior prova è data da uno studio che ha trovato che la terapia di rinforzo attivo (rinforzo del cingolo pelvico e dei muscoli addominali) negli atleti migliora i risultati a breve termine (basata principalmente sulle misure di dolore) ed il ritorno allo sport rispetto alla fisioterapia consistente in modalità passiva. Data la bassa qualità delle prove disponibili in entrambi gli studi, sono necessari ulteriori studi randomizzati per confermarne i risultati. Testo liberamente tratto e tradotto da: Cochrane Database Syst Rev Jun 6;6:CD doi: / CD pub2. PMID: [PubMed - indexed for MEDLINE] DIRETTORE RESPONSABILE:Pierangela Torresani REDATTORI AREA FORMAZIONE: Gianluca Bazzan e Daniele Piscitelli REDATTORI AREA AFFARI LEGALI: Paola Bongiovanni REDATTORE AREA LIBERA PROFESSIONE: Mario Rottigni COLLABORATORE AREA FISCALE: Dott.sa Chiara Orsatti COLLABORATORE AREA LEGALE: Avv. Mauro Putignano SEGRETERIA DI REDAZIONE: Daniela Villani RESPONSABILE REDAZIONE: Alberto Culot e Gianluca Rossi

12 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 12 PILATES FISIOS METODO SILVIA RANERI Docente: Dott.sa Silvia Raneri 29-30/11/ /12/14 SEDE: Milano ECM PREVISTI IN COLLABORAZIONE CON

13 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 13 MANIPOLAZIONE FASCIALE Sec. LUIGI STECCO Mantova 1 livello giugno 2014: 3,14,15, 27,28,29 2 livello novembre/dicembre ,29,30,12,13,14 ACCREDITATO ECM Docenti: Mirco Branchini Marco Morelli

14 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 14 FORMAZIONE: 2 CONVEGNO LIBERA PROFESSIONE 5 APRILE 2014 a BRESCIA SEDE del CONVEGNO Hotel UNA Brescia Viale Europa 45. Brescia Tel Fax (Parcheggio interno a pagamento Con il contributo Parcheggio esterno gratuito) ECM Accreditato per la categoria Fisioterapista CODICE ECM: CREDITI ASSEGNATI: 4 Il corso è a numero chiuso per un massimo di 100 persone. Ai fini dell acquisizione dei crediti formativi è INDISPENSABILE la presenza effettiva al 100% della durata complessiva dei lavori e almeno il 75% delle risposte corrette al questionario di valutazione dell apprendimento RESPONSABILI SCIENTIFICI Dott.ssa Pierangela Torresani Presidente AIFI Lombardia Dott. Mario Rottigni Responsabile Uff. Libera Professione AIFI Lombardia ISCRIZIONE Soci AIFI Lombardia: 25 euro + IVA Non Soci : 35 euro + IVA Neolaureati (con ECM) e studenti 3 anno CdL Fisioterapia: GRATUITO Nella quota è compreso: accesso ai lavori, kit congressuale e coffee break. Per iscriversi bisogna seguire le istruzioni poste sul sito

15 Il Veliero AIFI LOMBARDIA NEWS Pag. 15 E NATO IL GRUPPO CONTRO L ABUSIVISMO LOTTIAMO ASSIEME PER LA NOSTRA PROFESSIONE!! Cristian Pisani non è attualmente un Dirigente AIFI Lombardia ma ha deciso d impegnarsi per una campagna fondamentale come quella contro l abusivismo. In Regione Sicilia AIFI Sicilia ha agito sul territorio per portare alla chiusura di ben 13 studi di abusivi!! Cristian ha dato una spinta importante con le sue richieste e la sua grinta. ha anche trovato una Responsabile dell Ufficio Affari Legali, Paola Bongiovanni, entusiasta del suo ruolo e desiderosa di ottenere quei risultati che da qualche anno sono mancati in Lombardia nella lotta all abusivismo. Si è, quindi, creato il Gruppo contro l Abusivismo che oltre a Paola (Responsabile), a Cristian e a Gianluca Rossi, vede il supporto esterno ma costante di Mario Rottigni (Responsabile dell Ufficio Libera Professione). ASPETTIAMO ORA LE TUE SEGNALAZIONI ATTRAVERSO IL MODULO ON-LINE OPPURE CON- SEGNATE A MANO IN SEGRETERIA. LA SEGNALAZIONE RIMANE ANONIMA PERCHE E AIFI LOMBARDIA CHE PORTA IN ESSERE LA DENUNCIA AI NAS!! UFFICIO AFFARI LEGALI AIFI LOMBARDIA CONTRASTIAMO L ABUSIVISMO AIUTACI A MAPPARE IL NOSTRO TERRITORIO CON LA SEGNALAZIONE DI CHI FA FISIOTERAPIA SENZA L ABILITAZIONE. INVIA ALL UFFICIO AFFARI LEGALI DI AIFI LOMBARDIA LINK, FATTURE, IMMAGINI, PRESCRIZIONI ED ALTRO MA- TERIALE CHE RITIENI UTILE AD INDIVIDUARE UN ABUSI- VO. STIAMO RACCOGLIENDO TANTE SEGNALAZIONI MA SAP- PIAMO CHE SONO SOLAMENTE LA PUNTA DI UN ICEBERG. ANCHE I RACCONTI SCRITTI DI PAZIENTI (FIRMATI IN CALCE) SONO FONDAMENTALI PER QUESTA BATTAGLIA CHE DOBBIAMO PORTARE IN FONDO

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Roma, 4 novembre 2013. Sergio Bovenga - Presidente Co.Ge.A.P.S.

Roma, 4 novembre 2013. Sergio Bovenga - Presidente Co.Ge.A.P.S. Roma, 4 novembre 2013 Sergio Bovenga - Presidente Co.Ge.A.P.S. Attori della governance del sistema ECM Commissione Nazionale per la Formazione Continua Supporto amministrativo regionale Osservatorio Consulta

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE

IL MINISTRO DELLA SALUTE Testo aggiornato al 20 settembre 2013 Decreto ministeriale 26 marzo 2013 Gazzetta Ufficiale 8 agosto 2013, n. 185 Contributo alle spese dovuto dai soggetti pubblici e privati e dalle società scientifiche

Dettagli

100 PERCHE Sull ECM 2011-2013

100 PERCHE Sull ECM 2011-2013 100 PERCHE Sull ECM 2011-2013 LE DOMANDE DEI DISCENTI, DOCENTI(n 43),PROVIDERS(n 46), DEL COGEAPS(n 11) E QUALCHE RISPOSTA PER ORIENTARSI 1 Gennaio 2013 1 1 In Italia il programma di Educazione Continua

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

DETERMINA DELLA CNFC 23 LUGLIO 2014-10 OTTOBRE 2014 IN MATERIA DI CREDITI FORMATIVI ECM. Art. 1 (Obbligo formativo triennio 2014-2016)

DETERMINA DELLA CNFC 23 LUGLIO 2014-10 OTTOBRE 2014 IN MATERIA DI CREDITI FORMATIVI ECM. Art. 1 (Obbligo formativo triennio 2014-2016) DETERMINA DELLA CNFC 23 LUGLIO 2014-10 OTTOBRE 2014 IN MATERIA DI CREDITI FORMATIVI ECM Art. 1 (Obbligo formativo triennio 2014-2016) 1. L obbligo formativo standard per il triennio 2014-2016 è pari a

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

11 Congresso Regionale. 2 Congresso Nazionale SIMG LOMBARDIA SIMG AREA PNEUMOLOGICA. Società Italiana di Medicina Generale

11 Congresso Regionale. 2 Congresso Nazionale SIMG LOMBARDIA SIMG AREA PNEUMOLOGICA. Società Italiana di Medicina Generale MONZA BRIANZA, 6-7 Maggio 2011 Devero Hotel Società Italiana di Medicina Generale 1 11 Congresso Regionale PRESIDENTI DEL CONGRESSO Claudio Cricelli e Aurelio Sessa PRESIDENTE ONORARIO Ovidio Brignoli

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15 Si terrà il 29 e 30 giugno 2015, presso la Sala Magna di Palazzo Chiaramonte Steri, il convegno dal titolo La Rete diabetologica pediatrica in Sicilia. Novità Organizzative e assistenziali: le nuove lineee

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Lunedì 24 Novembre 2014

Lunedì 24 Novembre 2014 DIREZIONE SCIENTIFICA Ministero della Salute Commissione Nazionale Formazione Continua SEGRETERIA ORGANIZZATIVA Sanità Futura Formazione srl 2 4 / 2 5 N o v e m b r e 2 0 1 4 Pa l a z z o d e i c o n g

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE

64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE 64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica MILANO (16) 17-19 Settembre 2015 PROSPETTO SPONSOR INFORMAZIONI GENERALI: Presidente: Prof. Riccardo Mazzola,

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

- MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito

- MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito Pagina 1 di 13 - MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito SOMMARIO MZ GROUP pag. 3 MZ CONGRESSI S.RL. pag. 4 PIANIFICAZIONE 1. Scelta della sede congressuale pag. 5 2. Gestione pratica ECM (Educazione

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Procedura per sottoscrivere la partecipazione Il professionista sanitario che voglia

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c.

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Data e Sede: 1-2 dicembre 2010 - Roma Evento ECM N N. rif. ECM 10033589 crediti 9 Programma e

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE corso di aggiornamento GESTIONE DELLA CARDIOPATIA ISCHEMICA CRONICA STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare Direttore scientifico: 18 aprile 2015 Sala Rosangelo Mazzarino (CL) edizione 1 PROGRAMMA

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE ONLINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO SERVIZIO FRONT OFFICE GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 1 Gruppo di Lavoro Ambiti 5 Iseo Sebino e 13 Vallecamonica Hanno prestato il proprio contributo per questa giornata: Bottichio Federica Calvetti Sara

Dettagli

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011 Monitoraggio dei processi formativi Genova, 2 dicembre 2011 Premessa: un patto!!! Nel Protocollo d Intesa le organizzazioni formative garantiscono un progressivo miglioramento e innalzamento della qualità

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta Regionale. 2 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 16 - Lunedì 16 aprile 2012

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta Regionale. 2 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 16 - Lunedì 16 aprile 2012 2 Bollettino Ufficiale D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta Regionale D.G. Sanità D.d.g. 30 marzo 2012 - n. 2738 Il Sistema lombardo di educazione continua in medicina - Sviluppo professionale continuo (ECM - CPD):

Dettagli

Applicazioni di Realtà

Applicazioni di Realtà Università di Pisa Corso di Laurea in Terapia Occuapazionale Corso di Bioingegneria applicata alla Realtà Virtuale Anno Accademico 2009/2010 Applicazioni di Realtà Virtuale in Riabilitazione i Ing. Stefano

Dettagli

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA UFFICIO FORMAZIONE E ECM IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA Mod. -0701-08 a Rev. 02 Del 10/07/2011 LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: STRATEGIE E STRUMENTI LOW ED HIGH TECH PER LA COMUNICAZIONE,

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli