Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)"

Transcript

1 Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate QUIZ C (QUIZ ESTRATTO) L'art. 125 del D.Lgs n. 163/2006 presuppone che i lavori in economia sono ammessi fino all'importo di... A) euro. B) euro. C) euro. A norma di quanto dispone l'art. 132 del D.Lgs. n. 163/2006, sono ammesse varianti in corso d'opera per rinvenimenti imprevisti o non prevedibili nella fase progettuale? A) No, a far data dal 1 gennaio 2006 le varianti in corso d'opera non sono più ammesse. B) Si, tra i motivi che ammettono varianti in corso d'opera, è compresa la suddetta motivazione. C) Si, a far data dal 12/4/2006 è in facoltà della stazione appaltante decidere autonomamente in merito alle varianti in corso d'opera. Ai sensi del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, la stazione appaltante ha il diritto di recedere in qualunque tempo dal contratto previo il pagamento dei lavori eseguiti e del valore dei materiali utili esistenti in cantiere, oltre al decimo delle opere non eseguite? A) Si, in qualunque tempo. B) Solo entro novanta giorni dall'inizio dei lavori. C) Solo entro trenta giorni dalla stipula del contratto di affidamento dei lavori. Dispone l'art. 48 del D.Lgs. n. 267/2000 che la giunta comunale... A) Collabora con il Sindaco nell'attuazione degli indirizzi generali del consiglio. B) Approva i bilanci annuali e pluriennali. C) Approva i piani territoriali ed urbanistici, i programmi annuali e pluriennali per la loro attuazione e le eventuali deroghe ad essi. Ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006, le varianti in corso d'opera... A) Sono ammesse, tra l'altro, qualora si manifesti un errore od omissione del progetto esecutivo che pregiudichi, in tutto o in parte, la realizzazione dell'opera. B) Sono sempre ammesse quando ve ne sia necessità. C) Non sono più ammesse in nessun caso. 1

2 Per l'esecuzione di lavori pubblici affidati in appalto, le amministrazioni aggiudicatrici sono obbligate ad istituire l'ufficio di direzione dei lavori? A) No, non sussiste obbligo. B) Si, ma solo se richiesto dal responsabile del procedimento. C) Si, lo dispone il D.Lgs. n. 163/2006. Ai sensi del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, per tutti i lavori oggetto del codice è redatto un certificato di collaudo secondo le modalità previste dal regolamento. Nel caso di lavori di importo sino a euro il certificato di collaudo è sostituito... A) Dal certificato di regolare esecuzione. B) Direttamente dal certificato di collaudo definitivo. C) Da un certificato sostitutivo firmato dal progettista. Ai sensi dell'art. 131 del D.Lgs. n. 163/2006, il piano di sicurezza e di coordinamento... A) Viene redatto solo dopo la consegna dei lavori. B) Quando previsto dalla normativa vigente forma parte integrante del contratto d'appalto C) Fa parte della documentazione allegata al progetto preliminare. Ai sensi del D.P.R. n. 207/2010, il piano di manutenzione dell'opera e delle sue parti è a corredo: A) Del progetto preliminare. B) Del progetto esecutivo. C) Del progetto definitivo. Secondo l'art. 132 del D.Lgs. n. 163/2006 il soggetto aggiudicatore procede alla risoluzione del contratto e indice nuova gara alla quale è invitato l'aggiudicatario iniziale, ove le varianti eccedano: A) Un quarto dell'importo originario del contratto. B) Un terzo dell'importo originario del contratto. C) Un quinto dell'importo originario del contratto. Ai sensi dell art. 141 del D.P.R. n. 207/2010, nel caso di sospensione dei lavori di durata superiore a 45 giorni la stazione appaltante: A) Sospende ogni pagamento in acconto fino alla ripresa dei lavori. B) Dispone il pagamento in acconto degli importi maturati fino alla data di sospensione. C) Ordina la ripresa immediata dei lavori. Ai sensi dell art. 152 del D.P.R. n. 207/2010, nella fase esecutiva dei lavori l ordine di servizio nei confronti dell esecutore: A) E impartito esclusivamente dal responsabile del procedimento. B) Può essere impartito da un direttore operativo o da un ispettore di cantiere. C) Può essere impartito dal direttore dei lavori, ma deve essere vistato dal responsabile del procedimento. Ai sensi dell art. 159 del D.P.R. n. 207/2010, nel caso di sospensione dei lavori: 2

3 A) Qualunque sia la causa deve essere riconosciuto all esecutore un appropriato indennizzo. B) La sua durata non è calcolata nel tempo fissato dal contratto per l esecuzione dei lavori, salvo cause attribuibili all esecutore. C) Il responsabile del procedimento avvia la procedura di risoluzione del contratto Ai sensi dell art. 190 del D.P.R. n. 207/2010, nel caso in cui l esecutore abbia firmato il registro di contabilità con riserva: A) Il direttore dei lavori, nei successivi 15 giorni, espone sul registro le sue motivate deduzioni. B) Il responsabile unico del procedimento può avviare le procedure per la risoluzione del contratto. C) Il direttore dei lavori ordina immediatamente la sospensione dei lavori. Ai sensi dell art. 194 del D.P.R. n. 207/2010, il direttore dei lavori redige uno stato d avanzamento dei lavori: A) Nei termini e alle modalità specificate nel contratto. B) Ogni settimana, in base alle liste settimanali delle somministrazioni. C) In base all andamento dei lavori, a suo insindacabile giudizio. Ai sensi dell art. 199 del D.P.R. n. 207/2010, nel caso in cui l esecutore comunichi l intervenuta ultimazione di lavori, pur rimanendo da eseguire lavorazioni di piccola entità del tutto marginali e non incidenti sull uso e la funzionalità dell opera eseguita: A) Il direttore dei lavori applica le penali previste dal contratto per la ritardata ultimazione dei lavori. B) Il responsabile del procedimento affida le lavorazioni mancanti ad altro esecutore di fiducia. C) Il direttore dei lavori emette comunque il certificato di ultimazione, assegnando all esecutore un termine perentorio per la realizzazione delle lavorazioni mancanti. Ai sensi dell'art. 37 del D.Lgs. n. 163/2006, i calcoli esecutivi degli impianti, facenti parte dei documenti del progetto esecutivo,... A) Sono eseguiti con riferimento alle condizioni di esercizio e consentono la definizione di tutti gli elementi e di determinarne il prezzo. B) Sono eseguiti in modo sommario, per essere perfezionati durante l esecuzione dei lavori. C) Non possono essere eseguiti mediante utilizzo di programmi informatici. Il costo della manodopera viene determinato: A) Dall'appaltatore in accordo con l'amministrazione appaltante B) Dal direttore dei lavori C) Dai contratti collettivi di lavoro Chi dispone il pagamento della rata in acconto? A) Il direttore dei lavori con la compilazione dello stato di avanzamento B) Il responsabile del procedimento con l emissione dell apposito certificato C) L'assessore di riferimento In un Piano Regolatore Generale le zone definite come F ai sensi del Decreto interministeriale 2 aprile 1968 n sono quelle parti del territorio destinate a : 3

4 A) Nuovi insediamenti per impianti industriali o ad essi assimilati B) Usi agricoli C) Attrezzature ed impianti di interesse generale Il committente dei lavori può svolgere la funzione di coordinatore in fase di progettazione e esecuzione dei lavori: A) No, mai B) Si, ma solo se in possesso dei requisiti di cui al Dlgs 81/2008 C) Si, ma solo se iscritto all'albo o ordine professionale Nel procedimento di collaudo, sono stati riscontrati difetti di lieve entità dell'opera che non pregiudicano comunque la funzionalità della stessa, in tal caso il collaudatore: A) Dichiara la non collaudabilità dell'opera B) Rimanda a data successiva la visita di collaudo C) Prescrive all'appaltatore i lavori di ripristino da farsi in un tempo prestabilito Il Cronoprogramma di un progetto: A) Contiene un diagramma che rappresenta graficamente la pianificazione delle lavorazioni B) Consiste in una perizia sommaria dei lavori C) Indica i tempi necessari per l approvazione del progetto Con l'acronimo D.U.R.C. si intende... A) Documento unico di regolarità contributiva e serve ad accertare la regolarità contributiva dell esecutore dei lavori B) Dichiarazione Ultimazione di Regolari Contribuzioni ed è relativa ai dipendenti della ditta esecutrice dei lavori C) Dichiarazione di uniformità del regolamento comunale e serve ad accertare che non vi siano norme contraddittorie in un regolamento comunale Il Coulomb è l unità di misura... A) Della differenza di potenziale elettrico B) Della carica elettrica C) Della capacità elettrica di un condensatore Un Chilowattora corrisponde a A) 0,10 Joule B) 1,00 Joule C) Joule Il Giornale dei lavori: A) E il principale documento per accertare l entità dei lavori eseguiti B) E un notiziario dell Autorità dei lavori pubblici C) E un registro che va tenuto in cantiere Il Libretto delle misure: A) E un documento di contabilità dove vengono riportati gli accertamenti e le registrazioni dei lavori eseguiti B) E un elaborato di progetto da predisporre nella fase esecutiva 4

5 C) E un elaborato di progetto da predisporre nella fase definitiva Il Sommario del registro di contabilità A) E l ultima riga del Registro di contabilità B) E un documento sul quale vengono raggruppate per articoli le varie partite delle opere eseguite C) E un documento di cantiere contenente la somma delle opere eseguite giornalmente Il Registro di contabilità: A) E un documento in cui si annotano le presenze di manodopera in cantiere B) Riporta le partite dei lavori eseguiti in ordine rigorosamente cronologico C) E il principale elaborato di progettazione, in quanto determina l importo complessivo dei lavori QUIZ A A quale soggetto l'art. 10 del D.Lgs. n. 163/2006 affida il compito di curare, in ciascuna fase di attuazione degli interventi il controllo sui livelli di prestazione, di qualità e di prezzo determinati in coerenza alla copertura finanziaria e ai tempi di realizzazione dei programmi e di curare il corretto e razionale svolgimento delle procedure di affidamento e di esecuzione dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture? A) Responsabile Unico del Procedimento. B) Direttore dei lavori. C) Progettista. "Il committente o il responsabile dei lavori, prima dell'inizio dei lavori, trasmette all'ausl e alla direzione provinciale del lavoro territorialmente competenti la notifica preliminare elaborata conformemente all'allegato XII, nonché gli eventuali aggiornamenti". L'obbligo, previsto dall'art. 99 del D.Lgs. 81/2008, riguarda, tra l'altro... A) I cantieri che, inizialmente non soggetti all'obbligo di notifica, per effetto di varianti sopravvenute in corso d'opera prevedono la presenza di più imprese esecutrici, anche non contemporanea. B) I cantieri in cui opera un'unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a 120 uomini-giorno. C) I cantieri ove le lavorazioni si svolgono in più turni. Ai sensi dell'art. 141 del D.Lgs. n. 163/2006, il pagamento della rata di saldo dei lavori pubblici costituisce presunzione di accettazione dell'opera? A) Si, in ogni caso. B) Si, ma solo se indicato nel contratto d'appalto. C) No. Secondo l'art. 155 del D.P.R. n. 207/2010, se sono riscontrate differenze fra le condizioni locali ed il progetto esecutivo,... 5

6 A) Non si procede alla consegna, e il direttore dei lavori ne riferisce immediatamente al responsabile del procedimento proponendo i provvedimenti da adottare. B) Non si procede alla consegna, e il direttore dei lavori nomina un ispettore di cantiere. C) Il direttore dei lavori procede comunque alla consegna dei lavori. A norma di quanto dispone l'art. 132 del D.Lgs. n. 163/2006, sono ammesse varianti in corso d'opera per rinvenimenti imprevisti o non prevedibili nella fase progettuale? A) No, a far data dal 1 gennaio 2006 le varianti in corso d'opera non sono più ammesse. B) Si, tra i motivi che ammettono varianti in corso d'opera, è compresa la suddetta motivazione. C) Si, a far data dal 12/4/2006 è in facoltà della stazione appaltante decidere autonomamente in merito alle varianti in corso d'opera. A norma di quanto dispone il T.U. in materia di attività edilizia (D.P.R. n. 380/2001), rientrano nel novero delle opere di urbanizzazione primaria... A) Scuole dell'obbligo. B) Rete idrica. C) Centri sociali. Qual è, nell'ambito dell'amministrazione comunale, l'organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo? A) Il Consiglio. B) La Giunta. C) Il Presidente della Provincia. Ai sensi dell'art. 153 del D.P.R. n. 207/2010, se l'esecutore non si presenta nel giorno stabilito per la consegna dei lavori, il direttore dei lavori fissa una nuova data? A) No, in tal caso il direttore dei lavori risolve immediatamente il contratto. B) Si, ma la decorrenza del termine contrattuale resta comunque quella della data della prima convocazione. C) No, in tal caso il direttore dei lavori incamera la cauzione. In materia di garanzie a corredo dell'offerta, l'art. 75 del D.Lgs. n. 163/2006 dispone che... A) La garanzia copre la mancata sottoscrizione del contratto per volontà dell'affidatario, ed è trattenuta dall'amministrazione aggiudicante in aggiunta alla cauzione definitiva. B) La garanzia copre la mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell'affidatario, ed è svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo. C) La garanzia non può essere prestata mediante fideiussione assicurativa. Per l'esecuzione di lavori pubblici affidati in appalto, le amministrazioni aggiudicatrici sono obbligate ad istituire l'ufficio di direzione dei lavori? A) No, non sussiste obbligo. B) Si, ma solo se richiesto dal responsabile del procedimento. C) Si, lo dispone il D.Lgs. n. 163/

7 Ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006, gli interventi disposti dal direttore dei lavori per risolvere aspetti di dettaglio... A) Sono a tutti gli effetti considerati varianti in corso d'opera. B) Servono a risolvere errori progettuali che potrebbero pregiudicare la funzionalità dell'opera. C) Non sono considerati varianti in corso d'opera. Ai sensi dell'art. 89 del D.Lgs. 81/2008, il Piano Operativo di Sicurezza è un documento redatto: A) Dal datore di lavoro dell'impresa esecutrice. B) Dal coordinatore per la progettazione. C) Dal coordinatore per l'esecuzione. Ai sensi dell art. 152 del D.P.R. n. 207/2010, nella fase esecutiva dei lavori l ordine di servizio nei confronti dell esecutore: A) E impartito esclusivamente dal responsabile del procedimento. B) Può essere impartito da un direttore operativo o da un ispettore di cantiere. C) Può essere impartito dal direttore dei lavori, ma deve essere vistato dal responsabile del procedimento. Ai sensi dell art. 153 del D.P.R. n. 207/2010, il termine utile per il compimento dei lavori: A) Decorre dall inizio effettivo dei lavori. B) Decorre dalla data di stipula del contratto. C) Decorre dalla data del verbale di consegna dei lavori. Ai sensi dell art. 190 del D.P.R. n. 207/2010, nel caso in cui l esecutore abbia firmato il registro di contabilità con riserva: A) Il direttore dei lavori, nei successivi 15 giorni, espone sul registro le sue motivate deduzioni. B) Il responsabile unico del procedimento può avviare le procedure per la risoluzione del contratto. C) Il direttore dei lavori ordina immediatamente la sospensione dei lavori. Ai sensi dell art. 191 del D.P.R. n. 207/2010, relativamente all ammissibilità delle riserve formulate dall esecutore, quale di queste affermazioni non è vera: A) Devono essere iscritte nel primo atto dell appalto idoneo a riceverlo. B) Devono essere iscritte nel registro di contabilità. C) Devono essere iscritte sul giornale dei lavori, con specifica motivazione. Ai sensi dell art. 199 del D.P.R. n. 207/2010, nel caso in cui l esecutore comunichi l intervenuta ultimazione di lavori, pur rimanendo da eseguire lavorazioni di piccola entità del tutto marginali e non incidenti sull uso e la funzionalità dell opera eseguita: A) Il direttore dei lavori applica le penali previste dal contratto per la ritardata ultimazione dei lavori. B) Il responsabile del procedimento affida le lavorazioni mancanti ad altro esecutore di fiducia. C) Il direttore dei lavori emette comunque il certificato di ultimazione, assegnando all esecutore un termine perentorio per la realizzazione delle lavorazioni mancanti. 7

8 Ai sensi dell art. 200 del D.P.R. n. 207/2010, relativamente al conto finale dei lavori, quale di queste affermazioni non è vera: A) Il direttore dei lavori compila il conto finale e lo trasmette il conto finale al responsabile del procedimento accompagnato da una relazione e allegando la relativa documentazione. B) Il conto finale attesta l avvenuta ultimazione dei lavori e la loro regolarità esecutiva secondo il progetto approvato. C) Il conto finale è compilato secondo le stesse modalità previste per lo stato d avanzamento dei lavori. Ai sensi dell'art. 37 del D.Lgs. n. 163/2006, i calcoli esecutivi degli impianti, facenti parte dei documenti del progetto esecutivo,... A) Sono eseguiti in modo sommario, per essere perfezionati durante l esecuzione dei lavori. B) Sono eseguiti con riferimento alle condizioni di esercizio e consentono la definizione di tutti gli elementi e di determinarne il prezzo. C) Non possono essere eseguiti mediante utilizzo di programmi informatici. Nell'attività di contabilizzazione non rientra: A) L'individuazione e la classificazione delle opere eseguite B) La descrizione delle opere eseguite C) La liquidazione del credito Il lavoratore autonomo che esercita direttamente la propria attività nel cantiere deve: A) Utilizzare i dispositivi di protezione individuale conformemente alle disposizioni in materia B) Redigere il piano di sicurezza e coordinamento C) Utilizzare le attrezzature di lavoro presenti in cantiere dopo l'autorizzazione del direttore dei lavori Che cos è l'attestazione SOA? A) Il certificato di collaudo tecnico-amministrativo di un opera pubblica B) Una certificazione di efficienza energetica di un edificio C) Un certificato circa l idoneità tecnica-finanziaria di un impresa necessaria per partecipare a gare di appalto di opere pubbliche Che cos è l atto di sottomissione? A) Un patto tra due soggetti posti in posizioni gerarchiche diverse B) L accettazione di clausole penalizzanti per una delle due parti in un accordo extragiudiziale C) Un atto unilaterale con cui l impresa appaltatrice si assume l onere di realizzare ulteriori lavori nell ambito del medesimo appalto Quando un'offerta presenta un ribasso talmente eccessivo da far dubitare dell'affidabilita della stessa, ci troviamo di fronte ad: A) Un'offerta anomala. B) Un'offerta illegittima. C) Un'offerta atipica. Il Lumen è l unità di misura... A) Dell illuminamento di una superficie B) Del flusso luminoso emesso da una sorgente puntiforme 8

9 C) Della carica elettrica Un Chilogrammo peso corrisponde a A) Circa 0,10 Newton B) 1,00 Newton C) 9,806 Newton Il Giornale dei lavori: A) E il principale documento per accertare l entità dei lavori eseguiti B) E un notiziario dell Autorità dei lavori pubblici C) E un registro che va tenuto in cantiere Il Libretto delle misure: A) E un documento di contabilità dove vengono riportati gli accertamenti e le registrazioni dei lavori eseguiti B) E un elaborato di progetto da predisporre nella fase esecutiva C) E un elaborato di progetto da predisporre nella fase definitiva Il Sommario del registro di contabilità A) E l ultima riga del Registro di contabilità B) E un documento sul quale vengono raggruppate per articoli le varie partite delle opere eseguite C) E un documento di cantiere contenente la somma delle opere eseguite giornalmente Il Registro di contabilità: A) E un documento in cui si annotano le presenze di manodopera in cantiere B) Riporta le partite dei lavori eseguiti in ordine rigorosamente cronologico C) E il principale elaborato di progettazione, in quanto determina l importo complessivo dei lavori QUIZ B A norma di quanto dispone il D.Lgs. n. 163/2006 l'esecuzione del contratto può avere inizio prima che lo stesso sia divenuto efficace? A) No, in nessun caso l'esecuzione del contratto può avvenire prima che lo stesso sia divenuto efficace. B) No, salvo che, in casi di urgenza, la stazione appaltante o l'ente aggiudicatore ne chieda l'esecuzione anticipata, nei modi e alle condizioni previste dal regolamento. C) Si, di prassi l'esecuzione del contratto può avere inizio prima che lo stesso sia divenuto efficace. In materia di garanzie a corredo dell'offerta, l'art. 75 del D.Lgs. n. 163/2006 dispone che... 9

10 A) La garanzia dell'offerente, pari al 2% del prezzo base indicato nel bando o nell'invito, non può essere prestata mediante fideiussione bancaria. B) L'offerta da presentare per l'affidamento dell'esecuzione dei contratti pubblici è corredata da una garanzia pari al 2% del prezzo base indicato nel bando o nell'invito. C) L'offerta da presentare per l'affidamento dell'esecuzione dei contratti pubblici non va corredata da alcun tipo di cauzione Ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006, entro quando deve essere effettuato il collaudo finale di un'opera? A) Non oltre 3 mesi dall'ultimazione dei lavori. B) Non oltre 60 giorni dall'ultimazione dei lavori. C) Non oltre 6 mesi dall'ultimazione dei lavori. Sono organi di «governo» del comune: la giunta,... A) Il consiglio, il Sindaco e il Segretario comunale. B) Il consiglio, il Sindaco e il Collegio dei revisori. C) Il consiglio e il Sindaco. Ai sensi dell'art. 153 del D.P.R. n. 207/2010, se l'esecutore non si presenta nel giorno stabilito per la consegna dei lavori, il direttore dei lavori fissa una nuova data? A) No, in tal caso il direttore dei lavori risolve immediatamente il contratto. B) Si, ma la decorrenza del termine contrattuale resta comunque quella della data della prima convocazione. C) No, in tal caso il direttore dei lavori incamera la cauzione. Ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006, le varianti in corso d'opera... A) Sono ammesse, tra l'altro, qualora si manifesti un errore od omissione del progetto esecutivo che pregiudichi, in tutto o in parte, la realizzazione dell'opera. B) Sono sempre ammesse quando ve ne sia necessità. C) Non sono più ammesse in nessun caso. Ai sensi dell'art. 10 del D.Lgs. n. 163/2006, per i lavori, le funzioni di responsabile del procedimento possono coincidere con quelle di progettista? A) Si, la legge non prevede alcuna incompatibilità al riguardo. B) Si, entro limiti di importo massimo e di tipologia di lavoro stabiliti con apposito Regolamento di esecuzione e attuazione del Codice. C) No, tali funzioni sono assolutamente incompatibili. In quale dei seguenti casi, a norma delle disposizioni contenute all'art. 99 del D.Lgs. 81/2008, il committente o il responsabile dei lavori prima dell'inizio dei lavori deve trasmettere la notifica preliminare all'ausl e alla direzione provinciale del lavoro territorialmente competenti? A) Solo nei cantieri nei quali l'entità presunta di lavoro non sia inferiore a 100 uomini-giorno. B) Nei cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese esecutrici, anche non contemporanea. C) Solo nei cantieri nei quali si lavora su più turni. 10

11 Ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006, gli interventi disposti dal direttore dei lavori per risolvere aspetti di dettaglio... A) Sono a tutti gli effetti considerati varianti in corso d'opera. B) Servono a risolvere errori progettuali che potrebbero pregiudicare la funzionalità dell'opera. C) Non sono considerati varianti in corso d'opera. Ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006, la progettazione dei lavori pubblici si articola secondo tre livelli di successivi approfondimenti tecnici: preliminare, definitiva ed esecutiva. Il progetto esecutivo... A) É redatto in conformità al progetto definitivo. B) Individua in via generale le caratteristiche qualitative e funzionali dei lavori. C) Definisce il quadro delle esigenze da soddisfare e delle specifiche prestazioni da fornire. Indicare quale tra le seguenti affermazioni riferite all'art. 131 (Piani di sicurezza) è conforme a quanto dispone il D.Lgs. n. 163/2006. A) Gli oneri relativi ai piani di sicurezza e di coordinamento vanno evidenziati nei bandi di gara e non sono soggetti a ribasso d'asta. B) Il piano operativo di sicurezza non è parte integrante del contratto di appalto o di concessione. C) Le gravi o ripetute violazioni dei piani di sicurezza e di coordinamento da parte dell'appaltatore o del concessionario, possono dar luogo solo all'applicazione di penali ma in nessun caso possono essere causa di risoluzione del contratto. Ai sensi dell art. 141 del D.P.R. n. 207/2010, nel caso di sospensione dei lavori di durata superiore a 45 giorni la stazione appaltante: A) Sospende ogni pagamento in acconto fino alla ripresa dei lavori. B) Dispone il pagamento in acconto degli importi maturati fino alla data di sospensione. C) Ordina la ripresa immediata dei lavori. Ai sensi dell art. 153 del D.P.R. n. 207/2010, il termine utile per il compimento dei lavori: A) Decorre dall inizio effettivo dei lavori. B) Decorre dalla data di stipula del contratto. C) Decorre dalla data del verbale di consegna dei lavori. Ai sensi dell art. 159 del D.P.R. n. 207/2010, nel caso di sospensione dei lavori: A) Qualunque sia la causa deve essere riconosciuto all esecutore un appropriato indennizzo. B) La sua durata non è calcolata nel tempo fissato dal contratto per l esecuzione dei lavori, salvo cause attribuibili all esecutore. C) Il responsabile del procedimento avvia la procedura di risoluzione del contratto Ai sensi dell art. 191 del D.P.R. n. 207/2010, relativamente all ammissibilità delle riserve formulate dall esecutore, quale di queste affermazioni non è vera: A) Devono essere iscritte nel primo atto dell appalto idoneo a riceverlo. B) Devono essere iscritte nel registro di contabilità. C) Devono essere iscritte sul giornale dei lavori, con specifica motivazione. Ai sensi dell art. 194 del D.P.R. n. 207/2010, il direttore dei lavori redige uno stato d avanzamento dei lavori: 11

12 A) Nei termini e alle modalità specificate nel contratto. B) Ogni settimana, in base alle liste settimanali delle somministrazioni. C) In base all andamento dei lavori, a suo insindacabile giudizio. Ai sensi dell'art. 37 del D.Lgs. n. 163/2006, i calcoli esecutivi degli impianti, facenti parte dei documenti del progetto esecutivo,... A) Sono eseguiti con riferimento alle condizioni di esercizio e consentono la definizione di tutti gli elementi e di determinarne il prezzo. B) Sono eseguiti in modo sommario, per essere perfezionati durante l esecuzione dei lavori. C) Non possono essere eseguiti mediante utilizzo di programmi informatici. Nell'attività di contabilizzazione non rientra: A) La descrizione delle opere eseguite B) L'individuazione e la classificazione delle opere eseguite C) La liquidazione del credito Chi dispone il pagamento della rata in acconto? A) Il direttore dei lavori con la compilazione dello stato di avanzamento B) Il responsabile del procedimento con l emissione dell apposito certificato C) L'assessore di riferimento Da chi deve essere predisposto il fascicolo dell'opera? A) Dal coordinatore in fase di progettazione B) Dal coordinatore in fase di esecuzione C) Dal direttore dei lavori In una procedura espropriativa comunale chi emette il decreto di esproprio? A) Il Sindaco B) La Giunta Comunale C) Il Dirigente del Servizio Espropri La relazione separata e riservata viene redatta: A) Per l'emissione del conto finale B) Per lo svincolo della cauzione a garanzia dei lavori C) Nel caso di iscrizione di riserve da parte dell'appaltatore Il Quadro economico di un progetto: A) Contiene le specifiche tecniche e funzionali dell opera B) Fornisce gli elementi atti a dimostrare la rispondenza del progetto alle finalità dell intervento C) Comprende le ulteriori somme a disposizione della stazione appaltante La Conferenza di Servizi è : A) Un istituto di semplificazione amministrativa dell'attività della pubblica amministrazione, volta ad acquisire autorizzazione, atti, licenze, permessi e nulla-osta comunque denominati mediante convocazione di apposite riunioni collegiali, i cui termini sono espressamente disposti dalla normativa vigente B) E un organo specificatamente autorizzato e abilitato dalla regione per garantire i Servizi 12

13 nella Pubblica Amministrazione C) E un organo specificatamente autorizzato al controllo al fine di garantire il rispetto dei principi di correttezza e trasparenza delle procedure Il Farad è l unità di misura... A) Della differenza di potenziale elettrico B) Della capacità elettrica di un condensatore C) Della carica elettrica Un Joule corrisponde a A) 0,10 Newtonmetro B) 10,00 Newtonmetro C) 1,00 Newtonmetro Il Giornale dei lavori: A) E il principale documento per accertare l entità dei lavori eseguiti B) E un notiziario dell Autorità dei lavori pubblici C) E un registro che va tenuto in cantiere Il Libretto delle misure: A) E un documento di contabilità dove vengono riportati gli accertamenti e le registrazioni dei lavori eseguiti B) E un elaborato di progetto da predisporre nella fase esecutiva C) E un elaborato di progetto da predisporre nella fase definitiva Il Sommario del registro di contabilità A) E l ultima riga del Registro di contabilità B) E un documento sul quale vengono raggruppate per articoli le varie partite delle opere eseguite C) E un documento di cantiere contenente la somma delle opere eseguite giornalmente Il Registro di contabilità: A) E un documento in cui si annotano le presenze di manodopera in cantiere B) Riporta le partite dei lavori eseguiti in ordine rigorosamente cronologico C) E il principale elaborato di progettazione, in quanto determina l importo complessivo dei lavori 13

Prof. Ing. Paolo Pizzo

Prof. Ing. Paolo Pizzo Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli CORSO BREVE sulla normativa inerente la PROGETTAZIONE e la REALIZZAZIONE di OPERE PUBBLICHE

Dettagli

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO SCHEMA DI CONTRATTO N. Rep.... LAVORI PER LA NUOVA PAVIMENTAZIONE IN CALCESTRUZZO STAMPATO COME ESISTENTE NEL CORTILE INTERNO DELLA SEDE DI PIAZZA CARDINAL FERRARI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTO ORTOPEDICO

Dettagli

IL COLLAUDO NEI LAVORI PUBBLICI

IL COLLAUDO NEI LAVORI PUBBLICI IL COLLAUDO NEI LAVORI PUBBLICI Oggetto del collaudo Il collaudo rappresenta l atto conclusivo della realizzazione di un opera pubblica, mediante il quale viene verificato e certificato che l opera pubblica

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI CATANIA. Seminario per candidati agli esami di abilitazione alla professione di ingegnere LAVORI PUBBLICI

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI CATANIA. Seminario per candidati agli esami di abilitazione alla professione di ingegnere LAVORI PUBBLICI ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI CATANIA Seminario per candidati agli esami di abilitazione alla professione di ingegnere LAVORI PUBBLICI Progetto, approvazione, affidamento dott. ing. Orazio

Dettagli

Focus group Sicurezza Articoli tematici Brevi note sulle interconnessioni tra il RUP ed i soggetti di cui al Titolo IV del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

Focus group Sicurezza Articoli tematici Brevi note sulle interconnessioni tra il RUP ed i soggetti di cui al Titolo IV del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Come previsto dalle vigenti normative in materia di contratti pubblici: D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. e D.P.R. 207/2010 e s.m.i., il Responsabile Unico del Procedimento è il soggetto responsabile incaricato

Dettagli

Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 27 marzo 2002

Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 27 marzo 2002 Risoluzione n. 97/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 27 marzo 2002 Oggetto: Interpello./2001 Articolo11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Ministero della Difesa Direzione generale del Demanio

Dettagli

Direzione dei lavori e collaudo di opere pubbliche

Direzione dei lavori e collaudo di opere pubbliche Direzione dei lavori e collaudo di opere pubbliche Ing. Francesco Pecorella Evoluzione tecnologica e normativa in materia di lavori pubblici dal D.M. 29.05.1895 alla Legge Merloni (11.02.94 n. 109) 05.07.2005

Dettagli

Allegato al D.R. n.1482/04 del 1 dicembre 2004 REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA E DELLE FORNITURE AD ESSI CONNESSE

Allegato al D.R. n.1482/04 del 1 dicembre 2004 REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA E DELLE FORNITURE AD ESSI CONNESSE REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA E DELLE FORNITURE AD ESSI CONNESSE INDICE Art.1 - Oggetto del Regolamento Art.2 - Responsabile del procedimento dei lavori in economia Art.3 - Forma

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Provincia di Padova VIABILITA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Proposta n. 2144/2014 Determina n. 1927 del 27/06/2014 Oggetto: DETERMINAZIONE A CONTRARRE LAVORI E FORNITURE DESTINATE AL MANTENIMENTO IN EFFICIENZA

Dettagli

CONTABILITA DEI LAVORI

CONTABILITA DEI LAVORI CONTABILITA DEI LAVORI E un attività che viene svolta, nel processo di realizzazione di ogni opera, in due fasi ben distinte e con due diverse finalità: In fase preventiva: all atto della redazione del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA Articolo 1 - Ambito di applicazione e fonti Il presente Regolamento disciplina l'esecuzione dei lavori

Dettagli

La Committenza, il RUP, il Progettista, il Verificatore, il DL, il Coordinatore per la Sicurezza

La Committenza, il RUP, il Progettista, il Verificatore, il DL, il Coordinatore per la Sicurezza Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma Corso articolato in 4 Moduli Formativi su La Committenza, il RUP, il Progettista, il Verificatore, il DL, il Coordinatore per la Sicurezza prof. ing. Fabio

Dettagli

Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 256 di data 07.10.2014 S C H E M A D I C O N V E N Z I O N E

Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 256 di data 07.10.2014 S C H E M A D I C O N V E N Z I O N E Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 256 di data 07.10.2014 IL SINDACO F.F. F.to Lucia Vicentini IL SEGRETARIO COMUNALE F.to dott.ssa Tiziana Angeli S C H E M A D I C O N V E N Z I O N

Dettagli

CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO. Segreteria Tecnica Dirigente Programma triennale. Proposta di decreto caso di

CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO. Segreteria Tecnica Dirigente Programma triennale. Proposta di decreto caso di Segreteria Tecnica Art. 128 D. Lgs. Proposta Art. 128 D. Lgs. Programmazione e 163/2006 s.m.i. D.M. Programma triennale Pubblicazione Piano Programmazione dei 163/2006 s.m.i. Sviluppo Ufficio Ministero

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 3: Contabilità dei lavori

Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 3: Contabilità dei lavori Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 3: Contabilità dei lavori Premessa Il presente documento è stato elaborato dal Gruppo di Lavoro Standard di qualità ai fini della qualificazione professionale della

Dettagli

Capo Primo: OGGETTO E MODALITA DI APPALTO

Capo Primo: OGGETTO E MODALITA DI APPALTO Capo Primo: OGGETTO E MODALITA DI APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL'APPALTO L appalto ha per oggetto l esecuzione di opere e provviste occorrenti per la realizzazione di N 1 Impianto Fotovoltaico Collegato Alla

Dettagli

QUESTIONARIO. NB: Deve essere indicata un unica risposta e segnandola con una X.

QUESTIONARIO. NB: Deve essere indicata un unica risposta e segnandola con una X. QUESTIONARIO NB: Deve essere indicata un unica risposta e segnandola con una X. 1. L accesso civico di cui all art. 5 del D.Lgs. 33/2013 e il diritto di accesso agli atti di cui alla Legge 241/90 e s.m.i.

Dettagli

Collaudo e pagamenti nell appalto pubblico. www.studiolaplaca.it

Collaudo e pagamenti nell appalto pubblico. www.studiolaplaca.it Collaudo e pagamenti nell appalto pubblico. Norme di riferimento Codice dei contratti pubblici: artt. 120, 141 (collaudo) Regolamento: artt. 112, 114, 116 (pagamenti) - 187 e ss. + 208 (collaudo) CGA:

Dettagli

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI DI Manutenzione della rete idrica e fognaria a servizio dell intero territorio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DI LAVORI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DI LAVORI IN ECONOMIA REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DI LAVORI IN ECONOMIA ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente regolamento, in conformità alle leggi e regolamenti vigenti, disciplina le modalità, i limiti e le procedure

Dettagli

Le Specifiche sono state elaborate da CNGeGL per la definizione degli Standard di

Le Specifiche sono state elaborate da CNGeGL per la definizione degli Standard di Standard di qualità ai fini della qualificazione professionale della categoria dei geometri Specifica E03 Edilizia, urbanistica e ambiente Contabilità dei lavori Sommario Il presente documento specifica

Dettagli

COMPITI E RESPONSABILITÀ DEL DIRETTORE DEI LAVORI

COMPITI E RESPONSABILITÀ DEL DIRETTORE DEI LAVORI ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI NAPOLI 10 DICEMBRE 2010 COMPITI E RESPONSABILITÀ DEL DIRETTORE DEI LAVORI DECRETO LEGISLATIVO 12 APRILE 2006, N. 163 CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI,

Dettagli

Dichiarazione Committente/Responsabile lavori AL COMUNE DI RAGUSA. Sportello Unico per l Edilizia S.U.E.

Dichiarazione Committente/Responsabile lavori AL COMUNE DI RAGUSA. Sportello Unico per l Edilizia S.U.E. AL COMUNE DI RAGUSA Sportello Unico per l Edilizia S.U.E. DICHIARAZIONE DEL COMMITTENTE O RESPONSABILE DEI LAVORI (art.90 D.Lgs. n. 81 del 09.04 08 come modificato dall art 59 del D.Lgs n. 106 del 03.08.09)

Dettagli

STRUTTURA PROPONENTE INTERVENTI COSTRUTTIVI, MANUTENZIONE,RECUPERO,ESPROPRI

STRUTTURA PROPONENTE INTERVENTI COSTRUTTIVI, MANUTENZIONE,RECUPERO,ESPROPRI AZIEND A TERRI TORI ALE PER L EDILIZI A RESIDE NZI ALE DI POTENZ A Via Manhes, 33 85100 POTENZA tel. 0971413111 fax. 0971410493 www.aterpotenza.it URP NUMERO VERDE 800291622 fax 0971 413201 STRUTTURA PROPONENTE

Dettagli

Appunti sugli strumenti per la contabilità del cantiere

Appunti sugli strumenti per la contabilità del cantiere Università degli Studi di Trento Programmazione Costi e Contabilità lavori a.a. 2004-5 Appunti sugli strumenti per la contabilità del cantiere Marco Masera, prof. marco.masera@ing.unitn.it Definizione

Dettagli

GLI ELABORATI DI CONTABILITA' Prof. Domenico Natale

GLI ELABORATI DI CONTABILITA' Prof. Domenico Natale GLI ELABORATI DI CONTABILITA' Prof. Domenico Natale Le norme per la contabilizzazione Il riferimento normativo per la redazione della contabilità dei lavori è il Capo III del Regolamento 350/1895 (art.

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI CUP : E47H08000780002 CIG : 5820909E0D

CAPITOLATO D ONERI CUP : E47H08000780002 CIG : 5820909E0D CAPITOLATO D ONERI affidamento del servizio di direzione lavori, misurazione e contabilità, assistenza al collaudo, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dei lavori di realizzazione del LAVORI

Dettagli

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve)

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) Tel. 0433 87025 AREA TECNICO MANUTENTIVA Comune capofila: Forni di Sotto via Tredolo, 1 33020

Dettagli

La normativa sui Lavori Pubblici. Relatore: Ing. Stefano Boninsegna

La normativa sui Lavori Pubblici. Relatore: Ing. Stefano Boninsegna La normativa sui Lavori Pubblici Settembre 2014 Relatore: Ing. Stefano Boninsegna Il Codice degli appalti (ex Legge Merloni) Scopo: disciplina il processo attuativo che porta alla realizzazione di un opera

Dettagli

IMMOBILE DI VIA MANZONI CREMONA (EX ISTITUTO SUORE M. DI S. DOROTEA) LAVORI DI RIMOZIONE DI MATERALI CONTENENTI AMIANTO

IMMOBILE DI VIA MANZONI CREMONA (EX ISTITUTO SUORE M. DI S. DOROTEA) LAVORI DI RIMOZIONE DI MATERALI CONTENENTI AMIANTO Corso Vittorio Emanuele II, 17 - C.F.80002130195 AREA INFRASTRUTTURE E PATRIMONIO SETTORE PATRIMONIO e PROVVEDITORATO Dirigente: Ing. Rossano Ghizzoni e-mail: patrimonio@provincia.cremona.it IMMOBILE DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI IN ECONOMIA Ente Zona Industriale di Trieste REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI IN ECONOMIA Limite di valore 200.000 Euro (IVA esclusa) Art. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina l affidamento di lavori

Dettagli

PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI PRESCRIZIONI LEGISLATIVE

PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI PRESCRIZIONI LEGISLATIVE PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI PRESCRIZIONI LEGISLATIVE IL DATORE DI LAVORO OBBLIGHI FONDAMENTALI DEL DATORE DI LAVORO: effettuare la valutazione dei rischi, redigere

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Settore 2 Area P.O. N. 744 DEL 26/10/2015 DRAGAGGIO FONDALI PORTO CANALE DI CATTOLICA - PROGRAMMA OPERE PORTUALI EX

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE EDILIZIA E APPALTI Gestione Amministrativa Lavori Pubblici

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE EDILIZIA E APPALTI Gestione Amministrativa Lavori Pubblici REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE EDILIZIA E APPALTI Gestione Amministrativa Lavori Pubblici Proposta nr. 27 del 22/05/2014 - Determinazione nr. 1265 del 22/05/2014 OGGETTO: lavori di

Dettagli

PROVINCIA DI COMO. Capitolato d'appalto

PROVINCIA DI COMO. Capitolato d'appalto 1 PROVINCIA DI COMO Capitolato d'appalto Affidamento della realizzazione ed implementazione di un Sistema di Gestione - Certificabile secondo UNI EN ISO 9001 :2008 nella PROVINCIA DI COMO 2 INDICE 1. PREMESSE

Dettagli

RELAZIONE SUL CONTO FINALE E CERTIFICATO DI REGOLARE ESECUZIONE

RELAZIONE SUL CONTO FINALE E CERTIFICATO DI REGOLARE ESECUZIONE RELAZIONE SUL CONTO FINALE E CERTIFICATO DI REGOLARE ESECUZIONE (art. 200 del Regolamento di cui al D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207) LAVORI:... IMPRESA:... CONTRATTO:... ISTITUTO SCOLASTICO... (Provincia

Dettagli

Allegati: Si allegano i seguenti documenti:

Allegati: Si allegano i seguenti documenti: Mod. 4AE AL DIRIGENTE DEL SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA E GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI AGRIGENTO (da presentarsi a mano all'uff. protocollo o mediante Raccomandata RR) OGGETTO: Comunicazione

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza Rep. N. in data Contratto di appalto per lavori relativi ad interventi di adeguamento alle norme di prevenzione incendi e potenziamento uscite di sicurezza della

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

Il Collaudo. Il Collaudo. Elementi generali

Il Collaudo. Il Collaudo. Elementi generali Il Collaudo Elementi generali La fase conclusiva del procedimento riguardante l'esecuzione dei lavori pubblici attiene al collaudo degli stessi. Finalità del collaudo è quella di verificare che i lavori

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE ALLEGATO 6 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente Capitolato, alle seguenti espressioni sono

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

La normativa in corso dal 01.07.2006 per le coperture assicurative (D.lgs 12 aprile 2006 n. 163)

La normativa in corso dal 01.07.2006 per le coperture assicurative (D.lgs 12 aprile 2006 n. 163) L entrata in vigore del Codice dei Contratti Pubblici Codice de Lise D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 Il nuovo testo unitario sugli appalti pubblici (anche denominato "Codice de Lise", dal nome del presidente

Dettagli

avente ad oggetto l intervento edilizio di nell immobile posto a Reggio E. in via: n. int. DICHIARA

avente ad oggetto l intervento edilizio di nell immobile posto a Reggio E. in via: n. int. DICHIARA ZIONE DEL COMMITTENTE O DEL RESPONSABILE DEI LAVORI (D.lgs. 9 aprile 2008 N.81 art.90 aggiornato con DL 3 agosto 2009 n.106 e L.R. 26 novembre 2010 n.11 art.12 ) DA TRASMETTERE: con la Segnalazione Certificata

Dettagli

7. SOGGETTI AMMESSI ALL APERTURA DELLE OFFERTE: i legali rappresentanti dei concorrenti o delegati muniti di atto formale di delega.

7. SOGGETTI AMMESSI ALL APERTURA DELLE OFFERTE: i legali rappresentanti dei concorrenti o delegati muniti di atto formale di delega. 71037 Monte Sant Angelo Piazza Municipio n. 2 Telefono 0884/561215 Telefax 0884/561016 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed 82 del D.lgs. 12.04.2006

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO CONTRATTO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE RELATIVE A IMMOBILI CIVILI Tra... d ora in avanti denominato il committente residente in. C.F... P. IVA - da una parte e.. d ora in avanti

Dettagli

COMUNE DI PALAGIANO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE DEL

COMUNE DI PALAGIANO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE DEL COMUNE DI PALAGIANO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE DEL PATRIMONIO LIBRARIO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE, PRESTITO E TESSERAMENTO AUTOMATIZZATO,

Dettagli

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-244 Telefax 0884/566212

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-244 Telefax 0884/566212 71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-244 Telefax 0884/566212 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed 82 del D.lgs. 12.04.2006

Dettagli

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Determinazione Settore UFFICIO TECNICO COMUNALE n. 28 del 10.04.2015 Oggetto: LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DI VIA ROMA : DETERMINA A CONTRARRE AI SENSI DELL'ART.

Dettagli

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL COMUNE DI MONTALE Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL GIARDINO DEL XXI SEC VILLA CASTELLO SMILEA MONTALE CAPOLUOGO. REP. 2/2015

Dettagli

Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza

Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza TITOLO IV "Ruoli, responsabilità e sanzioni nel settore pubblico e privato Argomenti: - Principi contenuti nel «Codice degli appalti D.lgs 12 aprile

Dettagli

CORSO BREVE. Il Collaudo

CORSO BREVE. Il Collaudo Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli CORSO BREVE sulla normativa inerente la PROGETTAZIONE e la REALIZZAZIONE di OPERE PUBBLICHE

Dettagli

CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO

CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO AREA TECNICA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA PERIODICA A NORMA DEL DPR 22 OTTOBRE 2001, N 462 E ART. 13 DPR 162 DEL

Dettagli

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve)

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) Tel. 0433 87025 AREA TECNICO MANUTENTIVA Comune capofila: Forni di Sotto via Tredolo, 1 33020

Dettagli

D. Lgs. 9 Aprile 2008 n. 81

D. Lgs. 9 Aprile 2008 n. 81 D. Lgs. 9 Aprile 2008 n. 81 TITOLO IV CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI QUADRO GENERALE e CAPO I DIVO PIOLI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Attuazione art. 1 L. 123/2007 D.Lgs. 81/08

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993 AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993 GS/pf DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Deli15/deli03 N....180... DEL 26 marzo 2015...

Dettagli

Al Comune di Scandiano Sportello per l edilizia

Al Comune di Scandiano Sportello per l edilizia Al Comune di Scandiano Sportello per l edilizia agg. gen. 2014 DICHIARAZIONE DEL COMMITTENTE O DEL RESPONSABILE DEI LAVORI (D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, art. 90 aggiornato con D.L. 3 agosto 2009 n.106 e

Dettagli

PROVINCIA DI SIENA Servizio Lavori Pubblici Difesa del Suolo Assetto del Territorio

PROVINCIA DI SIENA Servizio Lavori Pubblici Difesa del Suolo Assetto del Territorio PROVINCIA DI SIENA Servizio Lavori Pubblici Difesa del Suolo Assetto del Territorio Provincia di Siena (C.F. 80001130527 P.I. 00166340521) Ing. Federico Cometti P.I. 01731850515 con sede in Bucine ( Arezzo)

Dettagli

Evoluzione del settore delle costruzioni

Evoluzione del settore delle costruzioni Il Progetto normativo Evoluzione del settore delle costruzioni Nell ultimo ventennio profonde mutazioni della struttura del processo edilizio dovute a: evoluzione del quadro normativo (naz. ed intern.)

Dettagli

Obblighieadempimenti. TDP:Giuseppe Maiolani MarcoFrabeti MarioBogliari

Obblighieadempimenti. TDP:Giuseppe Maiolani MarcoFrabeti MarioBogliari Obblighieadempimenti TDP:Giuseppe Maiolani MarcoFrabeti MarioBogliari Il Committente Privato in edilizia obblighi ed adempimenti Il Committente Privato è il soggetto fondamentale per garantire regolarità

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno Determinazione n 228 del 26/08/2011 Oggetto: CONSERVAZIONE DEL PATRIMONIO PUBBLICO - MEDIANTE INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDIANRIA ALLA CUCINA CENTRALIZZATA DELLA SCUOLA MATERNA DI DONORATICO IL PARCO

Dettagli

Regolamento dei pagamenti a favore dei fornitori di ER.GO

Regolamento dei pagamenti a favore dei fornitori di ER.GO Allegato odg 47 del 26/06/2013 Regolamento dei pagamenti a favore dei fornitori di ER.GO Fonti normative - Art. 9, comma 1, del D.L. n. 78 del 1 luglio 2009, convertito in L. 3 agosto 2009 n. 102, in materia

Dettagli

BANDO DI GARA. C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc

BANDO DI GARA. C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc BANDO DI GARA C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc 1) Stazione appaltante: INPS Direzione Regionale UMBRIA UTR Via Mario Angeloni, 90-06124 Perugia Telefono: 075

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Definizioni

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Definizioni REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI ACQUISTO IN ECONOMIA, AI SENSI DELL ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/2006 E SS.MM.II. DELL AGENZIA REGIONALE PER LA TECNOLOGIA E L INNOVAZIONE Art. 1 Oggetto

Dettagli

Inoltre tale documento di regolarità contributiva deve essere richiesto:

Inoltre tale documento di regolarità contributiva deve essere richiesto: Internet:www.cassaedilesavona.it E-mail: info@cassaedilesavona.it - Codice Fiscale:80005350097 ALLE IMPRESE ISCRITTE Savona, 20/12/2005 Prot. n. 25241/Dir Circolare n.17/2005 Oggetto: DURC Dichiarazione

Dettagli

COMUNE DI VARESE LIGURE PROVINCIA DI LA SPEZIA

COMUNE DI VARESE LIGURE PROVINCIA DI LA SPEZIA COMUNE DI VARESE LIGURE PROVINCIA DI LA SPEZIA REGOLAMENTO PER L INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO DI CUI ALL ART. 18, COMMA 1 DELLA LEGGE 11.02.1994, N. 109 E SEGUENTI MODIFICHE.

Dettagli

Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari Dipartimento degli Interventi per la Pesca

Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari Dipartimento degli Interventi per la Pesca Regione Siciliana Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari Dipartimento degli Interventi per la Pesca Linee guida per la Presentazione dei Progetti da allegare alle istanze e per la contabilità

Dettagli

Una delle attività che la Direzione Lavori. Giacomo Moretti

Una delle attività che la Direzione Lavori. Giacomo Moretti 8 contabilità lavori parte III Giacomo Moretti L analisi degli standard di qualità, le cui prime due puntate apparse sui numeri 53 e 54 della rivista erano dedicate all E02 Direzione Lavori, affronta ora

Dettagli

Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo. Sede Legale: Via Pio II, N. 3 20153 Milano IT. Codice Fiscale e/o Partita IVA: 11385730152

Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo. Sede Legale: Via Pio II, N. 3 20153 Milano IT. Codice Fiscale e/o Partita IVA: 11385730152 ************************************************************************************************* *!!! ATTENZIONE : Le informazioni incluse in questa cornice non saranno stampate sulla G.U.!!! *!!! Quindi

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART. 54 E SEGG. DEL D.LGS N. 163/2006)

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART. 54 E SEGG. DEL D.LGS N. 163/2006) Citta di Lomazzo P.zza IV Novembre, 4 22074 Lomazzo (Como) Tel. 029694121 fax 0296779146 info@comune.lomazzo.co.it www.comune.lomazzo.co.it C.F. e P. Iva 00566590139 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART.

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Città di Marigliano Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE SETTORE III RESPONSABILE DEL SETTORE III: ing. A. Ciccarelli Registro Generale n. 1689 del 29.12.2014 Registro Settore n. 25

Dettagli

Università degli Studi di Udine RIPARTIZIONE TECNICA

Università degli Studi di Udine RIPARTIZIONE TECNICA Università degli Studi di Udine RIPARTIZIONE TECNICA Oggetto: "pubblico incanto per la costruzione di un impianto fotovoltaico al polo scientifico dei Rizzi " Stazione Appaltante: Università degli Studi

Dettagli

CANTIERI TITOLO IV (ARTT. 88-160)

CANTIERI TITOLO IV (ARTT. 88-160) CANTIERI TITOLO IV (ARTT. 88-160) All interno di un cantiere già avviato deve entrare un impresa di due soci, chiamati dal committente per la realizzazione di un soppalco in ferro, e quindi non in subappalto.

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO COMUNE DI MALCESINE STRAORDINARIA DELLA SCUOLA ELEMENTARE IN MALCESINE

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO COMUNE DI MALCESINE STRAORDINARIA DELLA SCUOLA ELEMENTARE IN MALCESINE SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO COMUNE DI MALCESINE Provincia di Verona Repertorio n. / del REPUBBLICA ITALIANA CONTRATTO DI APPALTO RELATIVO AD OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA SCUOLA ELEMENTARE

Dettagli

DOCUMENTI DI CANTIERE

DOCUMENTI DI CANTIERE DOCUMENTI DI CANTIERE DOCUMENTI AMMINISTRATIVI E CONTABILI - GIORNALE DEI LAVORI - LIBRETTI DELLE MISURE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE - LISTE SETTIMANALI - REGISTRO DI CONTABILITA - SOMMARIO DEL

Dettagli

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve)

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) Tel. 0433 87025 AREA TECNICO MANUTENTIVA Comune capofila: Forni di Sotto via Tredolo, 1 33020

Dettagli

L ufficio della direzione dei lavori. dott. ing. Antonino Ughettini

L ufficio della direzione dei lavori. dott. ing. Antonino Ughettini L ufficio della direzione dei lavori dott. ing. Antonino Ughettini La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento per la direzione,

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZI A RESIDENZI ALE DI POTENZA

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZI A RESIDENZI ALE DI POTENZA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZI A RESIDENZI ALE DI POTENZA Via Manhes, 33 85100 POTENZA tel. 0971413111 fax. 0971410493 www.aterpotenza.it U.R.P. - Numero Verde 800291622 fax 0971 413201 STRUTTURA PROPONENTE

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 13/04/2012

Direzione Centrale Entrate. Roma, 13/04/2012 Direzione Centrale Entrate Roma, 13/04/2012 Circolare n. 54 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Italia-Potenza: Erogazione di energia elettrica 2015/S 012-016800. Bando di gara. Forniture

Italia-Potenza: Erogazione di energia elettrica 2015/S 012-016800. Bando di gara. Forniture 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:16800-2015:text:it:html Italia-Potenza: Erogazione di energia elettrica 2015/S 012-016800 Bando di gara Forniture Direttiva 2004/18/CE

Dettagli

PROFESSIONI dalla a alla Z VADEMECUM

PROFESSIONI dalla a alla Z VADEMECUM PROFESSIONI dalla a alla Z Renzo Busonera VADEMECUM del direttore dei lavori Aspetti tecnici, operativi e procedurali in riferimento al Codice dei contratti pubblici, NTC, e Testo Unico di sicurezza sul

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione FOODI P,9!J JTAUTTUAALI EUROPEI 2007-2013 TRINllY COLLEGE LONDON ~EMmNtkloQinfr(' Prot. n. 2267 4488S Ministero della Pubblica Istruzione 35 Distretto Scolastico Istituto Comprensivo L. DA VINCI - COMES

Dettagli

Messa in sicurezza coperture edifici extra Campus Universitario CAPITOLATO GENERALE DI APPALTO PARTE GENERALE

Messa in sicurezza coperture edifici extra Campus Universitario CAPITOLATO GENERALE DI APPALTO PARTE GENERALE AREA EDILIZIA - INFRASTRUTTURE PARCO AREA DELLE SCIENZE 31/A 43124 Parma Italia Tel 0521.905500 Fax 0521.347020 e-mail: settec@unipr.it Messa in sicurezza coperture edifici extra Campus Universitario CAPITOLATO

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL FUNZIONAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI PER L'UTILIZZAZIONE DEL FONDO DI CUI ALL'ART. 93, COMMA 7 bis, DEL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

I-Milano: Lavori di completamento degli edifici 2012/S 41-066430. Bando di gara. Lavori

I-Milano: Lavori di completamento degli edifici 2012/S 41-066430. Bando di gara. Lavori 1/7 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:66430-2012:text:it:html I-Milano: Lavori di completamento degli edifici 2012/S 41-066430 Bando di gara Lavori Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

I CIRCOLO DIDATTICO GENNARO SEQUINO

I CIRCOLO DIDATTICO GENNARO SEQUINO I CIRCOLO DIDATTICO GENNARO SEQUINO Via Roma, 80 80018 MUGNANO DI NAPOLI Telefono 081-5710410/Fax 081-7451142 Distretto 26 Codice NAEE15100R Codice fiscale 80101770636 E-mail: naee15100r@istruzione.it

Dettagli

IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario. Milano, 9 giugno 2011. Ing. Luciano Brusaferro

IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario. Milano, 9 giugno 2011. Ing. Luciano Brusaferro Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 Ing. Luciano Brusaferro 1 RIFERIMENTI LEGISLATIVI Codice Contratti Pubblici D. Lgs. 12 Aprile 2006

Dettagli

Amministrazione Provinciale Dell Aquila Settore Viabilità - Mobilità

Amministrazione Provinciale Dell Aquila Settore Viabilità - Mobilità Amministrazione Provinciale Dell Aquila Settore Viabilità - Mobilità STRADA REGIONALE: N 479 SANNITE LAVORI URGENTI PER IL RIPRISTINO DEL MURO DI SOSTEGNO PARZIALMENTE CROLLATO DAL KM 19+600 AL KM 19+660

Dettagli

Determina Lavori pubblici/0000168 del 14/10/2015

Determina Lavori pubblici/0000168 del 14/10/2015 Comune di Novara Determina Lavori pubblici/0000168 del 14/10/2015 Area / Servizio Servizio Edilizia Pubblica (21.UdO) Proposta Istruttoria Unità Servizio Edilizia Pubblica (21.UdO) Proponente SCastellani

Dettagli

La Contabilità. a) di rilasciare prontamente gli stati d avanzamento dei lavori ed i certificati per il pagamento degli acconti;

La Contabilità. a) di rilasciare prontamente gli stati d avanzamento dei lavori ed i certificati per il pagamento degli acconti; La Contabilità Gli atti contabili Al direttore dei lavori compete la redazione degli atti contabili che hanno ad oggetto l accertamento e la registrazione di tutti i fatti producenti spesa, tali documenti

Dettagli

COMUNE DI PRATOLA SERRA Provincia di Avellino

COMUNE DI PRATOLA SERRA Provincia di Avellino COMUNE DI PRATOLA Provincia di Avellino Registro Generale n. 132 del 30-04-2015 DETERMINAZIONE SETTORE URBANISTICA LL.PP. E MANUTENZIONE N. 70 DEL 30-04-2015 Ufficio: UFFICIO TECNICO Oggetto: lavori di

Dettagli

COMUNE DI ACCADIA PROVINCIA DI FOGGIA PROGETTO PER LA COSTRUZIONE DI UN MICRONIDO INTERCOMUNALE

COMUNE DI ACCADIA PROVINCIA DI FOGGIA PROGETTO PER LA COSTRUZIONE DI UN MICRONIDO INTERCOMUNALE COMUNE DI ACCADIA PROVINCIA DI FOGGIA P.O. FESR PUGLIA 2007/2013 ASSE III Inclusione sociale e servizi per la qualità della vita e l attrattività territoriale Linea d intervento 3.2 - Programma di interventi

Dettagli

INPS DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA

INPS DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA INPS DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA 1. stazione appaltante: Istituto Nazionale della Previdenza Sociale - Direzione regionale Lombardia - via M. Gonzaga 6, 20123 Milano; tel. 0288931, fax 028893200. 2.

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD. N. atto DN-15 / 77 del 14/01/2014 Codice identificativo 971095

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD. N. atto DN-15 / 77 del 14/01/2014 Codice identificativo 971095 COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-15 / 77 del 14/01/2014 Codice identificativo 971095 PROPONENTE Coordinatore lavori pubblici - Edilizia pubblica OGGETTO PROCEDURA NEGOZIATA

Dettagli

RELAZIONE SIJL CONTO FINALE

RELAZIONE SIJL CONTO FINALE Allegato alla Determin3zlone d;l R".p"r*bil. d-l s**i"ioeii* co-.,our., settore Lavori Pubbtici e Manutenzione n. 97 in data 16/12/2013 COMUNE DI S. STEFANO BELBO Via Cavour I - 12058 S. Stefano Belbo

Dettagli

COMUNE DI GEMMANO PROVINCIA DI RIMINI

COMUNE DI GEMMANO PROVINCIA DI RIMINI COMUNE DI GEMMANO PROVINCIA DI RIMINI DETERMINAZIONE N. 14 DEL 04.04.2013 DEL RESPONSABILE AREA TECNICA Ufficio Tecnico Comunale N. 33 del Reg. Gen. Data 04.04.2013 OGGETTO: Realizzazione campo da bocce.

Dettagli