A E F S SIF I C A Z I O N E E C LI N R L A

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A E F S SIF I C A Z I O N E E C LI N R L A"

Transcript

1 C A L C IC A IE E P R E I M E L A A F S SIF I C A Z I O N E E C LI N R A Cura di Rossana Terlizzi e Pietro Cortelli Centro per lo Studio delle Cefalee e Algie Facciali Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie (DIBINEM) Università Di Bologna

2 INTERNATIONAL HEADACHE CLASSIFICATION 3RD EDITION (2013) - ICHD-3 BETA Cefalee primarie Emicrania con e senz aura Emicrania mestruale e correlata al ciclo mestruale Cefalea tensiva Cefalee autonomico trigeminali (cefalea a grappolo, Hemicrania parossistica e SUNCT) Altre cefalee primarie : New Daily Persistent Headache; cefalea a rombo di tuono, cefalea ipnica. Complicanze dell emicrania Principali Misdiagnosi e diagnosi differenziali: Cefalee secondarie o algie facciali Emicrania cronica Cefalea tensiva cronica Cefalea da iperuso di farmaci Nevralgia del trigemino Cephalalgia, 2013: 33(9)

3 EMICRANIA VS CEFALEA TENSIVA Emicrania Cefalea tensiva Numero di attacchi Almeno 5 Almeno 10/anno Durata dolore 4-72 ore 30 min 7 giorni Qualità del dolore (almeno 2) Gravativo Bilaterale Lieve moderato Non aggravato da esercizio fisico Fenomeni associati (almeno 1) Nausea e/o vomito Foto e fonofobia Pulsante Unilaterale moderato-severo Aggravato da esercizio fisico NO Nausea o vomito Foto Oppure Fonofobia

4 EMICRANIA CON AURA Difetto neurologico focale del tutto reversibile che può manifestarsi con sintomi visivi, sensitivi, a carico del linguaggio, motori o retinici. Si sviluppa in genere gradualmente e si associa a sintomi emicranici Almeno 2 attacchi con le seguenti caratteristiche: Sviluppo graduale in 5 minuti e/o 2 o più sintomi che si verificano in successione. Evidenza di progressione (marcia dei sintomi) Durata 5-60 min (in alcuni casi può essere > 60 min) Almeno un sintomo dell aura è unilaterale L aura è accompagnata o seguita entro 60 min dalla cefalea (che può essere francamente emicranica, ma anche di tipo tensivo)

5 EMICRANIA CON AURA TIPICA E ATIPICA Durata EMICRANIA CON AURA TIPICA AURA SENZA EMICRANIA EMICRANIA EMIPLEGICA 5-60 min 5-60 min 5-60 min EMICRANIA BASILARE 72 ore EMICRANIA RETINICA 5-60 min Disartria Vertigine ipoacusia Diplopia Atassia Ridotta vigilanza (Almeno 1) Fenomeni oculari reversibili MONOCULARI (es fosfeni, scotomi, cecità reversibile) Sintomi Visivi Sensitivi linguaggio Visivi Sensitivi linguaggio Visivi Sensitivi linguaggio Sede Unilaterale (almeno 1 sintomo) Unilaterale (almeno 1 sintomo) Unilaterale (almeno 1 sintomo) Unilaterale (almeno 1 sintomo) Unilaterale Cefalea Entro 60 min Assente Entro 60 min Entro 60 min Entro 60 min Familiarità No No Possibile No No Motori Visivi Sensitivi linguaggio 5-60 min

6 EMICRANIA ALTRE FORME EMICRANIA MESTRUALE PURA: attacchi emicranici che si presentano sempre e solo nella finestra perimestruale, in almeno 2 cicli mestruali su 3 EMICRANIA CORRELATA AL CICLO MESTRUALE: gli attacchi si presentano sempre con la cadenza catameniale, nella finestra peri- mestruale, ma anche in altri momenti, per effetto di diversi fattori trigger o anche in apparenza senza alcun evento scatenante.

7 EMICRANIA: COMPLICANZE STATO EMICRANICO: attacco di cefalea classificabile come emicrania, in un paziente con storia pregressa di Emicrania con o senz aura in cui si verifichino 2 condizioni: dolore > 72 ore Dolore a sintomi associati debilitanti INFARTO EMICRANICO: Uno o più sintomi dell aura emicranica associati ad una lesione cerebrale ischemica in territorio congruo verificata con metodiche di neuroimaging.

8 CEFALEA CRONICA EMICRANIA CRONICA Cefalea con caratteristiche miste (cefalea tensiva ed emicranica), con frequenza > 15 giorni/mese per 3 mesi, in cui ALMENO 8 giorni/mese sia riconoscibile una cefalea di tipo emicranico CEFALEA TENSIVA CRONICA Cefalea tensiva con frequenza > 15 giorni/mese per 3 mesi CEFALEA DA IPERUSO DI FARMACI Cefalea che si verifica per 15 o più giorni al mese (quindi cronica) come conseguenza di un regolare uso eccessivo farmaci analgesici sintomatici (per 10 o 15 o più giorni al mese, a seconda del farmaco) per più di 3 mesi. Secondo la classificazione si parla di iperuso se il consumo di analgesici supera i 10 giorni per i triptani, gli oppiacei o gli analgesici combinati, e i 15 giorni per FANS e paracetamolo.

9 EMICRANIA: Terapia attacco Analgesici/FANS Triptani Associazioni Diclofenac mg per os; 75 mg i.m. Sumatriptan: compresse 50 e 100 mg, supposte 25 mg, fiale sottocute 6 mg, spray nasale 10 e 20 mg Acido acetilsalicilico 900 mg + Metoclopramide 10 mg Acetilsalicilato di lisina 1000 mg i.m. Zolmitriptan: compresse 2.5 mg, compresse orodispersibili 2.5 mg Metoclopramide + analgesico Paracetamolo 1000 mg per os o per via rettale Rizatriptan: compresse 5 e 10 mg, compresse orodispersibili 10 mg ASA mg per os Eletriptan: compresse 20 e 40 mg Diclofenac per os; 75 mg i.m. Almotriptan: compresse 12.5 mg Ketorolac 10 mg per os o i.m Frovatriptan: compresse 2.5 mg Ketoprofene 100 mg per os, per via rettale o i.m. Naprossene mg per os Ibuprofene mg per os

10 TERAPIA DELL EMICRANIA MESTRUALE EMICRANIA CRONICA Il sumatriptan, sia 50 che 100 mg e in fiale sc. da 6 mg, è risultato efficace nel trattamento acuto di entrambe le forme di emicrania mestruale. Il rizatriptan 10 mg è risultato efficace nel trattamento acuto dell emicrania mestruale sia pura che associata al ciclo mestruale. L almotriptan 12,5 mg si è dimostrato efficace nella terapia dell emicrania associata al ciclo mestruale. PROFILASSI BREVE DELLA EMICRANIA MESTRUALE: Frovatriptan (2.5 mg x 1/die e 2.5 mg x 2/die) è raccomandato per la profilassi dell emicrania mestruale Zolmitriptan (2.5 mg x 2/die e 2.5 mg x 3/die): è raccomandato per la profilassi dell emicrania mestruale.

11 EMICRANIA EPISODICA: Terapia profilassi (consigliati) Nome (dosaggio) Controindicazioni Effetti collaterali Beta bloccanti Propranololo ( mg) Metoprololo ( mg) Nebivololo ( mg) Asma, scompenso cardiaco non con-trollato, blocco AV di II o III grado, arteriopatia periferica, m. di Raynaud, diabete mellito in trattamento Bradicardia, ipotensione, broncospasmo, vasocostrizione periferica, disturbi del sonno, depressione Calcio antagonisti Flunarizina (5-10 mg) Depressione, Sindrome Parkinsoniana Sonnolenza, aumento di peso, depressione Amitriptilina (10-50 mg) Glaucoma, ipertrofia prostatica, gravi malattie cardiache, aritmie, epilessia, uso di IMAO Sonnolenza, secchezza delle fauci, stipsi, ritenzione urinaria, tachicardia, aritmie, aumento di peso Epatopatie, policistosi ovarica, trattamenti anticoagulanti Disturbi gastrointestinali, aumento di peso, alopecia, irritabilità iperammoniemia, policistosi ovarica, sonnolenza, tremori Calcolosi renale Parestesie, confusione, rallentamento eloquio, calo ponderale (rari: turbe visive, acidosi metabolica) Classe Triciclici Antiepilettici Antiepilettici Acido valproico ( mg) Topiramato ( mg)

12 EMICRANIA CRONICA : Terapia profilassi (farmaci per cui esiste livello di evidenza di efficacia nella profilassi di emicrania cornica) Classe Nome farmaco Dosaggio Antiepilettici Valproato mg Topiramato mg Antidepressivi Amitriptilina mg Tossina Botulinica OnabotulinumToxin A U (sec. Procollo PR EMPT) 1414 October 2010 Siti di Iniezione di OnaBotulinum Toxin A secondo protocollo PREEMPT Tratto da Andrew Blumenfeld et al. Headache 2010 Oct;50(9): Fig 1. Fixed-site, fixed-dose injection site locations: the (A) corrugators, (B) procerus, (C) frontalis, (D) temporalis, (E) occipitalis, (F) cervical paraspinal, and (G) trapezius muscle injection sites.

13 CEFALEE AUTONOMICO TRIGEMINALI Includono forme accomunate da dolore localizzato prevalentemente a livello della prima branca trigeminale e dalla presenza di fenomeni vegetativi locali, tra cui iniezione congiuntivale, sudorazione facciale, lacrimazione, miosi, ostruzione nasale, ptosi palpebrale, rinorrea ed edema palpebrale. Cefalea a grappolo Hemicrania Parossistica SUNCT (Short-lasting Unilateral Neuralgiform pain with Conjunctival injection and Tearing)

14 CEFALEE AUTONOMICO TRIGEMINALI CEFALEA A GRAPPOLO HEMICRANIA PAROSSISTICA SUNCT Prevalenza M>F F>M Dolore Orbitario, sovra-orbitario,temporale Orbitario, sovra-orbitario,temporale Orbitario, sovra-orbitario Durata min 2-30 min 5-24 sec Frequenza 1 attacco ogni 2 giorni 8 attacchi/die > 5 die Fenomeni vegetativi (almeno 1) iniezione congiuntivale sudorazione facciale lacrimazione miosi ostruzione nasale ptosi palpebrale rinorrea edema palpebrale iniezione congiuntivale sudorazione facciale lacrimazione miosi ostruzione nasale ptosi palpebrale rinorrea edema palpebrale iniezione congiuntivale sudorazione facciale lacrimazione miosi ostruzione nasale ptosi palpebrale rinorrea edema palpebrale Risposta Indometacina

15 Diagnosi differenziale NEVRALGIA DEL TRIGEMINO Almeno tre attacchi di dolore facciale unilaterale che soddisfi I criteri A - B A. Dolore in una o più branche del nervo trigemino, senza diffusione oltre la distribuzione trigeminale [localizzate più spesso alla II o III branca del trigemino (cioè a livello guancia-ala del naso, oppure al labbro inferiore-mento e solo nel 5% alla I branca (occhio-fronte)]. B. Il dolore ha almeno tre delle seguenti caratteristiche: crisi parossistiche ricorrenti di durata variabile da una frazione di secondo a 2 minuti Intensità severa Dolore trafittivo, tagliente, simil scossa elettrica Dolore precipitato da aree grilletto ( trigger ) o da fattori scatenanti Eventuali ulteriori deficit neurologici vanno esclusi o correlati a cause secondarie

16 TERAPIA: TACs vs Nevralgia del trigemino CEFALEA A GRAPPOLO HEMICRANIA PAROSSISTICA NEVRALGIA DEL TRIGEMINO Indometacina mg Carbamazepina mg Oxcarbazepina mg/kg/die Gabapentin mg Lamotrigina mg Topiramato mg Valproato mg Imigran 6 mg fl sc Terapia dell attacco Ossigeno al 100% tramite maschera rispetto ad aria ambiente a 6 l/ min per 15 min Terapia di profilassi Verapamil mg Litio carbonato 900 mg Deltacortene 50 mg Terapie chirurgiche Stimolazione cerebrale profonda dell ipotalamo (DBS) Tecniche percutanee Decompressione microvascolare

17 ALTRE FORME DI CEFALEE PRIMARIE NEW DAILY PERSISTENT HEADACHE : Esistono casi di cefalea primaria ad esordio direttamente cronico. La tipologia dolorosa rispecchia pienamente i criteri per cefalea di tipo tensivo cronica. La cefalea A ROMBO DI TUONO sta ad indicare un dolore intensissimo e ad esordio acuto, che può durare pochi minuti o alcuni giorni. Pur potendosi trattare di una forma primaria, impone una diagnosi differenziale con una cefalea secondaria: la cefalea a rombo di tuono può nascondere cause secondarie anche severe (es un emorragia sub aracnoidea); lo stesso può dirsi per una cefalea improvvisa che compare durante o dopo un rapporto sessuale o scatenata da colpi di tosse (cefalea da tosse ). CEFALEA IPNICA : Attacchi di cefalea che insorgono solo di notte e risvegliano il soggetto, si verificano almeno 10 giorni al mese. Il dolore è più spesso bilaterale, di durata variabile da 15 min a 4 ore. Non accompagnati a fenomeni vegetativi. In genere l esordio è oltre i 50 anni.

18 CEFALEA CRITICA Campanelli d allarme cefalea di nuova insorgenza o con caratteristiche differenti rispetto alle solite aumento della frequenza e della gravità della cefalea cefalea sempre dallo stesso lato cefalea ad insorgenza improvvisa cefalea che insorge dopo i 50 anni cefalea di recente esordio in pazienti oncologici o HIV positivi cefalea associata a crisi epilettiche cefalea esordita in gravidanza o dopo il parto cefalea associata a sforzi fisici (incluso tossire, defecare, sollevare anche piccoli pesi, attività sessuale) cefalea associata sintomi o segni neurologici focali (es. perdita di forza ad un arto) o altri sintomi/ segni sistemici (febbre, nausea e vomito)

19 CONCLUSIONI Le diagnosi differenziali tra le varie forme di emicrania e sindromi dolorose cranio facciali rappresentano il cardine di un corretto approccio prognostico e terapeutico. I presenti criteri di classificazione delle cafalee possono aiutare il clinico nel giusto inquadramento del paziente

20 Prima della prescrizione, consultare il riassunto delle caratteristiche del prodotto. NEUR MXT-SS-05/2018

CORSO AVANZATO: LA CEFALEA. Questionario di apprendimento

CORSO AVANZATO: LA CEFALEA. Questionario di apprendimento CORSO AVANZATO: LA CEFALEA Questionario di apprendimento 1 1. Quale tipo di emicrania si associa in modo consistente ad un aumentato rischio vascolare in base ai risultati degli studi epidemiologici sull

Dettagli

Le cefalee croniche e abuso di farmaci sintomatici

Le cefalee croniche e abuso di farmaci sintomatici Università degli Studi di Perugia Clinica Neurologica Centro Cefalee Ordine Farmacisti Provincia Perugia Trattamento delle cefalee basato sulle prove di efficacia Le cefalee croniche e abuso di farmaci

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE CEFALEE

CLASSIFICAZIONE DELLE CEFALEE CLASSIFICAZIONE DELLE CEFALEE CEFALEE PRIMARIE EMICRANIA CEFALEA DI TIPO TENSIVO CEFALEA A GRAPPOLO CEFALEE RARE CEFALEE SECONDARIE CRITERI DIAGNOSTICI PER L EMICRANIA SENZA AURA Malattia giovanile (50%

Dettagli

Il Trattamento acuto e di profilassi dell emicrania

Il Trattamento acuto e di profilassi dell emicrania Il Trattamento acuto e di profilassi dell emicrania Roberto Biancotti Dipartimento di Neuroscienze Centro per lo Studio e la Terapia delle Cefalee Azienda Ospedaliera Universitaria Senese Siena 14 gennaio

Dettagli

Presentazione dati Health Search

Presentazione dati Health Search Ernesto Fumagalli "Le novità nell'ambito delle cefalee: la gestione del paziente cefalalgico cronico Presentazione dati Health Search IHS - Classificazione delle Cefalee ICHD 3 beta Parte I: Cefalee primarie

Dettagli

Cefalalgia dell adulto

Cefalalgia dell adulto Cefalalgia dell adulto Evidenza di partenza La cefalalgia è una condizione clinica caratterizzata da dolori avvertiti a livello del capo e della faccia che insorgono a causa dell'irritazione di strutture

Dettagli

Patogenesi, e principali quadri diagnostici 3^ parte

Patogenesi, e principali quadri diagnostici 3^ parte Le Cefalee Patogenesi, e principali quadri diagnostici 3^ parte Giuseppe Serafini Università degli Studi di Roma Tor Vergata Scuola di Specializzazione in Anestesia e Rianimazione (Dir. Prof. G. Leonardis)

Dettagli

Classificazione Internazionale delle Cefalee

Classificazione Internazionale delle Cefalee Classificazione Internazionale delle Cefalee Al fine di agevolare la comprensione delle dizioni diagnostiche utilizzate, si riporta di seguito la forma ridotta della versione italiana della Classificazione

Dettagli

1. EMICRANIA 2. CEFALEA DI TIPO TENSIVO 3. CEFALEA A GRAPPOLO E ALTRE TACs 4. ALTRE CEFALEE PRIMARIE 5. CEFALEA ATTRIBUITA A TRAUMA CRANICO O DEL

1. EMICRANIA 2. CEFALEA DI TIPO TENSIVO 3. CEFALEA A GRAPPOLO E ALTRE TACs 4. ALTRE CEFALEE PRIMARIE 5. CEFALEA ATTRIBUITA A TRAUMA CRANICO O DEL 1. EMICRANIA 2. CEFALEA DI TIPO TENSIVO 3. CEFALEA A GRAPPOLO E ALTRE TACs 4. ALTRE CEFALEE PRIMARIE 5. CEFALEA ATTRIBUITA A TRAUMA CRANICO O DEL COLLO 6. CEFALEA ATTRIBUITA A MALATTIE VASCOLARI INTRACRANICHE

Dettagli

LE CEFALEE in farmacia

LE CEFALEE in farmacia MANNO 12.11.2015 LE CEFALEE in farmacia Lidia BERNASCONI-SAVI CENTRO CEFALEE LBS - LUGANO RESPONSABILE CENTRO CEFALEE Università degli Studi - TORINO CEFALEE Ruolo del farmacista importante Molte volte

Dettagli

La cefalea in pediatria. Epidemiologia, classificazione. C. Cavestro SS Centro Cefalee, Alba (CN)

La cefalea in pediatria. Epidemiologia, classificazione. C. Cavestro SS Centro Cefalee, Alba (CN) La cefalea in pediatria. Epidemiologia, classificazione C. Cavestro SS Centro Cefalee, Alba (CN) La cefalea in pediatria: Epidemiologia Prevalenza media al di sotto dei 20 aa di età: Cefalea 55% Emicrania

Dettagli

Valutazione Clinica. A Frequenti, non gravi. Vedi classi farmacologiche. A Occasionali, non gravi. Vedi classi farmacologiche.

Valutazione Clinica. A Frequenti, non gravi. Vedi classi farmacologiche. A Occasionali, non gravi. Vedi classi farmacologiche. TABELLA 5: evidenza, forza scientifica dell evidenza, la valutazione clinica, eventi avversi ed osservazioni relativi ai farmaci sintomatici dell emicrania Farmaco AGONISTI 5-HT 1B/1D Per le controindicazioni

Dettagli

Scritto da Ale Venerdì 16 Settembre 2011 00:00 - Ultimo aggiornamento Domenica 25 Marzo 2012 14:36

Scritto da Ale Venerdì 16 Settembre 2011 00:00 - Ultimo aggiornamento Domenica 25 Marzo 2012 14:36 La cefalea è un disturbo doloroso della testa (talora associato a dolorabilità di faccia e/o collo). È la più comune tra le sindromi dolorose. In Italia colpisce circa dieci milioni di persone in modo

Dettagli

La cefalea in pediatria. Epidemiologia, classificazione. C. Cavestro SS Centro Cefalee, Alba (CN)

La cefalea in pediatria. Epidemiologia, classificazione. C. Cavestro SS Centro Cefalee, Alba (CN) La cefalea in pediatria. Epidemiologia, classificazione C. Cavestro SS Centro Cefalee, Alba (CN) La cefalea in pediatria: Epidemiologia Prevalenza media al di sotto dei 20 aa di età: Cefalea 55% Emicrania

Dettagli

Farmaci Antiemicranici ed Antiemetici

Farmaci Antiemicranici ed Antiemetici Farmaci Antiemicranici ed Antiemetici Il Mal Di Testa Per mal di testa o cefalea si intende il disturbo doloroso provato in qualsiasi parte della zona della testa o del collo La cefalea è un sintomo aspecifico,

Dettagli

Trigemino Nevralgia Cefalea. Dipartimento Scienze Neurologiche Università La Sapienza

Trigemino Nevralgia Cefalea. Dipartimento Scienze Neurologiche Università La Sapienza Trigemino Nevralgia Cefalea Dipartimento Scienze Neurologiche Università La Sapienza Sistema Trigeminale 1 Sistema Trigeminale 2 Nevralgia Trigeminale Diagnosi e fisiopatologia La nevralgia trigeminale

Dettagli

Le cefalee nell infanzia

Le cefalee nell infanzia Le cefalee nell infanzia Meccanismi che stimolano il dolore dai vasi sanguigni Vasodilatazione Infiammazione Trazione-dislocazione Patogenesi dell emicrania Vasocostrizione e successiva vasodilatazione

Dettagli

Il medico dell emergenza e il paziente con cefalea. Paola Caporaletti. Napoli 18 novembre 2016

Il medico dell emergenza e il paziente con cefalea. Paola Caporaletti. Napoli 18 novembre 2016 Il medico dell emergenza e il paziente con cefalea Paola Caporaletti Napoli 18 novembre 2016 Purtroppo la stragrande maggioranza dei medici di Pronto Soccorso non solo non è esperta di cefalee, ma è giustamente

Dettagli

Sintomi associati alla cefalea. In precedenza MOTIVO DELLA VISITA

Sintomi associati alla cefalea. In precedenza MOTIVO DELLA VISITA Ilaria De Cillis Scuola di Specializzazione in Neurofisiopatologia Università degli Studi di Pavia MOTIVO DELLA VISITA 60 anni, maschio Da 3 settimane cefalea quotidiana Dolore in sede occipitale con diffusione

Dettagli

CLASSIFICAZIONE IHS (2004) Parte prima: Cefalee primarie 1. Emicrania 2. Cefalea di tipo tensivo 3. Cefalea a grappolo ed altre cefalee autonomico-trigeminali 4. Altre cefalee primarie Parte seconda: Cefalee

Dettagli

La Vestibolopatia Emicranica

La Vestibolopatia Emicranica Sapienza Università di Roma Dipartimento Organi di Senso Servizio di vestibologia Prof M. Patrizi La Vestibolopatia Emicranica Prof. Mario Patrizi I rapporti fra cefalea e vertigine sono conosciuti da

Dettagli

Ai Responsabili dei Servizi di Medicina Legale delle ASL LORO SEDI

Ai Responsabili dei Servizi di Medicina Legale delle ASL LORO SEDI Prot.G1.2006.0019089 del 14.12.2006 Giunta regionale Direzione Generale Famiglia e Solidarietà sociale Direzione Generale Sanità Ai Direttori Generali delle ASL Ai Responsabili dei Servizi di Medicina

Dettagli

CEFALEA A GRAPPOLO Criteri diagnostici dell International Headache Society per l attacco doloroso di cefalea a grappolo

CEFALEA A GRAPPOLO Criteri diagnostici dell International Headache Society per l attacco doloroso di cefalea a grappolo GESTIONE RAGIONATA DELLA CEFALEA A GAPPOLO CRONICA La diagnosi di cefalea a grappolo Nella cefalea a grappolo le crisi dolorose sono molto intense, strettamente unilaterali, in sede orbitaria, sovraorbitaria,

Dettagli

Le cefalee in ambulatorio. Filippo Lanaia

Le cefalee in ambulatorio. Filippo Lanaia Le cefalee in ambulatorio Filippo Lanaia Razionalizzazione della spesa della Sanità Pubblica e rifunzionalizzazione del settore sanitario, sono il Tema di questo 1 Congresso AINAT. Obiettivo primo, di

Dettagli

Indice analitico. persistente 10, 11, 120 prolungata 24 tipica 10, 24-27, 171, 239 tipica senza cefalea 10, 24, 27, 171, 239

Indice analitico. persistente 10, 11, 120 prolungata 24 tipica 10, 24-27, 171, 239 tipica senza cefalea 10, 24, 27, 171, 239 Indice analitico A Abuso 5, 36, 68, 77, 87, 95, 119, 121-129, 166, 172, 179, 180, 254, 286, 291, 303 Acetaminofene 53, 92 Acetazolamide 43, 44, 46, 47, 105, 205, 212, 261 Acido nalidixico 212 Acido valproico

Dettagli

Cefalea nell anziano: forme primitive e secondarie

Cefalea nell anziano: forme primitive e secondarie Ferrara, 9-10 ottobre 2015 Cefalea nell anziano: forme primitive e secondarie Ennio Pucci Headache Centre, University Consortium for the Study of Adaptive Disorders and Headache (UCADH). University of

Dettagli

Oggetto: indicazioni operative per la valutazione delle cefalee nell ambito dell invalidità civile.

Oggetto: indicazioni operative per la valutazione delle cefalee nell ambito dell invalidità civile. PUBBLICATO SUL BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LOMBARDIA SEDE ORDINARIA N. 3 15 GENNAIO 2007 Prot.G1.2006.0019089 del 14.12.2006 Giunta regionale Direzione Generale Famiglia e Solidarietà sociale Direzione

Dettagli

ALLEGATOB1 alla Dgr n del 01 luglio 2014 pag. 1/5

ALLEGATOB1 alla Dgr n del 01 luglio 2014 pag. 1/5 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOB1 alla Dgr n. 1098 del 01 luglio 2014 pag. 1/5 SCHEDA RACCOLTA DATI EMICRANIA CRONICA REFRATTARIA PARTE I- SELEZIONE DEI PAZIENTI CANDIDATI A NEUROSTIMOLAZIONE

Dettagli

L EMICRANIA Diagnosi e Terapia. Grazia Sances. IRCCS Fondazione Istituto Neurologico Nazionale C. Mondino, Pavia

L EMICRANIA Diagnosi e Terapia. Grazia Sances. IRCCS Fondazione Istituto Neurologico Nazionale C. Mondino, Pavia L EMICRANIA Diagnosi e Terapia Grazia Sances IRCCS Fondazione Istituto Neurologico Nazionale C. Mondino, Pavia U.O.S. Diagnosi e Cura delle Cefalee Centro di Riferimento Regionale Headache Science Centre

Dettagli

LA SINCOPE IN PEDIATRIA INQUADRAMENTO E CASI CLINICI

LA SINCOPE IN PEDIATRIA INQUADRAMENTO E CASI CLINICI LA SINCOPE IN PEDIATRIA INQUADRAMENTO E CASI CLINICI Paola Pecco 1 Sincope in Età Pediatrica Definizione Transitoria perdita di coscienza e tono posturale Insorgenza rapida e durata breve Recupero spontaneo

Dettagli

Convegno Regionale SISC Sicilia Le cefalee fra i dolori del corpo e

Convegno Regionale SISC Sicilia Le cefalee fra i dolori del corpo e Convegno Regionale SISC Sicilia Le cefalee fra i dolori del corpo e della mente La terapia della cefalea a grappolo: un caso clinico Real Cantina Borbonica Partinico 2/3 Dicembre 2011 Rossana Morana U.O.C.

Dettagli

PRESENTAZIONI ATIPICHE DELLE MALATTIE NELL ANZIANO. Prof. Giampaolo Bianchi Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Università di Bologna

PRESENTAZIONI ATIPICHE DELLE MALATTIE NELL ANZIANO. Prof. Giampaolo Bianchi Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Università di Bologna PRESENTAZIONI ATIPICHE DELLE MALATTIE NELL ANZIANO Prof. Giampaolo Bianchi Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Università di Bologna CAUSE PRINCIPALI: Alterata/diminuita risposta immunitaria

Dettagli

Il dolore intenso emicranico: confronto tra il MMG e il Neurologo

Il dolore intenso emicranico: confronto tra il MMG e il Neurologo Impossibile visualizzare l'immagine. La memoria del computer potrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine oppure l'immagine potrebbe essere danneggiata. Riavviare il computer e aprire di nuovo il

Dettagli

Dott. Angela Piperni. Terapia sintomatica in funzione dei criteri EBM: Gestione corretta del paziente cefalalgico

Dott. Angela Piperni. Terapia sintomatica in funzione dei criteri EBM: Gestione corretta del paziente cefalalgico Dott. Angela Piperni Terapia sintomatica in funzione dei criteri EBM: Gestione corretta del paziente cefalalgico nformare il paziente n ospedale n farmacia al pubblico Negli ambulatori Far compilare al

Dettagli

DIAGNOSI DIFFERENZIALE IN DCM. Dott.Pasquale Cozzolino Laser in DisordiniCranioMandibolari

DIAGNOSI DIFFERENZIALE IN DCM. Dott.Pasquale Cozzolino Laser in DisordiniCranioMandibolari DIAGNOSI DIFFERENZIALE IN DCM Dott.Pasquale Cozzolino Laser in DisordiniCranioMandibolari NELL AMBITO DELLE SINDROMI DA DOLORE OROFACCIALE LA NEVRALGIA DEL DEL NERVO TRIGEMINO E UNA SINDROME NEUROOGICA

Dettagli

Diagnosi e Terapia delle CEFALEE. Dr. Prof. Vincenzo MANNA

Diagnosi e Terapia delle CEFALEE. Dr. Prof. Vincenzo MANNA Diagnosi e Terapia delle CEFALEE Dr. Prof. Vincenzo MANNA Medico-Chirurgo Specialista in Neurologia Active Member of International Headache Society Docente di Neurologia e Neuropsicologia nel Corso di

Dettagli

Dr.Massimiliano Etteri ASST-Lariana Como

Dr.Massimiliano Etteri ASST-Lariana Como Dr.Massimiliano Etteri ASST-Lariana Como Massimiliano.etteri@asst-lariana.it SI STIMA DAL 50 AL 70% ACCESSI IN PS ASST LARIANA 70000 ACCESSI /ANNO 35.000-50.000 PAZIENTI Giovane uomo Lombosciatalgia sx

Dettagli

LE CEFALEE SECONDARIE: COME RICONOSCERLE?

LE CEFALEE SECONDARIE: COME RICONOSCERLE? MEETING DELLE NEUROSCIENZE TOSCANE GROSSETO, 6-8 APRILE 2017 LE CEFALEE SECONDARIE: COME RICONOSCERLE? Andrea Mignarri AOU Senese ASL7 Siena Diagnosi di Cefalea: una sfida quotidiana Anamnesi accurata

Dettagli

Alterazioni del tono muscolare

Alterazioni del tono muscolare Convulsioni Alterazioni del tono muscolare Cefalea Ritardo del linguaggio 1 CRISI CONVULSIVE Epidemiologia Prevalenza 0,5-0,8 % 1/200 soggetti Maggiore prevalenza nei primi due anni di vita Ricoveri in

Dettagli

RICETTARIO SSN MODULO M TIMBRO PENNA CON INCHIOSTRO NERO

RICETTARIO SSN MODULO M TIMBRO PENNA CON INCHIOSTRO NERO RICETTARIO SSN MODULO M TIMBRO PENNA CON INCHIOSTRO NERO Farmaci utili e/o necessari Adrenalina fiale: nonostante i problemi di conservazione, è bene averla non tanto per l arresto cardiaco, quanto per

Dettagli

TRATTAMENTO DELLA DIPENDENZA E DEI DISTURBI CORRELATI AGLI OPPIOIDI

TRATTAMENTO DELLA DIPENDENZA E DEI DISTURBI CORRELATI AGLI OPPIOIDI Dipartimento delle Dipendenze TRATTAMENTO DELLA DIPENDENZA E DEI DISTURBI CORRELATI AGLI OPPIOIDI Ambiti di Intervento Trattamenti in fase acuta Intossicazione Acuta Sindrome di Astinenza Trattamenti in

Dettagli

Emicrania. Una delle forme più comuni di cefalea che si manifesta in modo localizzato da un solo lato della testa e, raramente compare bilateralmente.

Emicrania. Una delle forme più comuni di cefalea che si manifesta in modo localizzato da un solo lato della testa e, raramente compare bilateralmente. Emicrania Una delle forme più comuni di cefalea che si manifesta in modo localizzato da un solo lato della testa e, raramente compare bilateralmente. L attacco emicranico si manifesta come dolore pulsante

Dettagli

BOZZA PERCORSO CEFALEA DOCUMENTO DI INDIRIZZO REGIONALE (EMILIA-ROMAGNA) PER L ASSISTENZA INTEGRATA AL PAZIENTE CON CEFALEA

BOZZA PERCORSO CEFALEA DOCUMENTO DI INDIRIZZO REGIONALE (EMILIA-ROMAGNA) PER L ASSISTENZA INTEGRATA AL PAZIENTE CON CEFALEA BOZZA PERCORSO CEFALEA DOCUMENTO DI INDIRIZZO REGIONALE (EMILIA-ROMAGNA) PER L ASSISTENZA INTEGRATA AL PAZIENTE CON CEFALEA A cura del Gruppo di lavoro Regionale Cefalee - Sabina Cevoli, Neurologo Istituto

Dettagli

! " # $ # % &' (' ) * $

!  # $ # % &' (' ) * $ ! " # $ # % &' (' ) * $ + + , -*$. %/) -*$ %/!!) -*$0 %!1) -*$/%1) -*$2 %!!!!!) + 3 + 45 Nervo trigemino -,*$. -,*$!11 2 6 / 7 8 7 N. trigemino VII, IX, X C2-C3 !. 5. 2 9! "#$""%&!$&"'()*+ * "#$""",$&"'-)*+

Dettagli

SOCIETà ITALIANA PER LO STUDIO DELLE CEFALEE LINEE GUIDA PER LA TERAPIA DELLE CEFALEE PRIMARIE

SOCIETà ITALIANA PER LO STUDIO DELLE CEFALEE LINEE GUIDA PER LA TERAPIA DELLE CEFALEE PRIMARIE SOCIETà ITALIANA PER LO STUDIO DELLE CEFALEE LINEE GUIDA PER LA TERAPIA DELLE CEFALEE PRIMARIE 2011 ------------------------------------------------------------------ COPYRIGHT 2011 Roberto Calzetti Editore

Dettagli

Prof. Edoardo Raposio. ssd Chirurgia della Cute ed Annessi Mininvasiva, Rigenerativa e Plastica, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Prof. Edoardo Raposio. ssd Chirurgia della Cute ed Annessi Mininvasiva, Rigenerativa e Plastica, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Prof. Edoardo Raposio ssd Chirurgia della Cute ed Annessi Mininvasiva, Rigenerativa e Plastica, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma EMICRANIA e CEFALEE DAL SINTOMO ALLA TERAPIA 2 Classificazione

Dettagli

Modulo 4. Manifestazioni cliniche e possibili complicanze dell'asma allergico

Modulo 4. Manifestazioni cliniche e possibili complicanze dell'asma allergico Modulo 4 Manifestazioni cliniche e possibili complicanze dell'asma allergico Classificazione di gravità prima dell inizio del trattamento STEP 4 Grave persistente STEP 3 Moderato persistente STEP 2 Lieve

Dettagli

Un caso clinico di difficile diagnosi. Neurologia Pediatrica Dipartimento di Pediatria Policlinico Umberto I, Roma

Un caso clinico di difficile diagnosi. Neurologia Pediatrica Dipartimento di Pediatria Policlinico Umberto I, Roma Un caso clinico di difficile diagnosi Neurologia Pediatrica Dipartimento di Pediatria Policlinico Umberto I, Roma Anamnesi familiare: ndd Anamnesi fisiologica e patologica: Nato da TC alla 36 EG per oligoidramnios,

Dettagli

SIMPATICOMIMETICI DIRETTI NON SELETTIVI. sia α che β Uso: anestesia locale gravi reazioni allergiche arresto cardiaco. Adrenalina.

SIMPATICOMIMETICI DIRETTI NON SELETTIVI. sia α che β Uso: anestesia locale gravi reazioni allergiche arresto cardiaco. Adrenalina. SIMPATICOMIMETICI DIRETTI NON SELETTIVI Adrenalina Noradrenalina Dopamina sia α che β Uso: anestesia locale gravi reazioni allergiche arresto cardiaco prevalentemente α Uso: nessuno a basse concentrazioni:

Dettagli

ESTRATTO DA: LA CEFALEA CONOSCERLA PER CURARLA

ESTRATTO DA: LA CEFALEA CONOSCERLA PER CURARLA ESTRATTO DA: LA CEFALEA CONOSCERLA PER CURARLA Volume informativo realizzato nel contesto di PROGETTO CEFALEE LOMBARDIA COME CURARE LA CEFALEA Ancor prima di iniziare una cura, è importante saper identificare

Dettagli

DIAGNOSI DIFFERENZIALE INTEGRATA

DIAGNOSI DIFFERENZIALE INTEGRATA DIAGNOSI DIFFERENZIALE INTEGRATA SINTOMI GENERALI Variazioni ponderali Affaticamento e debolezza Sudorazioni e variazioni termiche Dolore VARIAZIONI PONDERALI Chiedere se ha seguito una dieta specifica,

Dettagli

LINEE GUIDA DIAGNOSTICO-TERAPEUTICHE DELL'EMICRANIA METODOLOGIA

LINEE GUIDA DIAGNOSTICO-TERAPEUTICHE DELL'EMICRANIA METODOLOGIA LINEE GUIDA DIAGNOSTICO-TERAPEUTICHE DELL'EMICRANIA Le linee guida italiane per la diagnosi e la terapia della emicrania attualmente vigenti sono pubblicate su J Headache Pain (2001) 2:105 190. Per una

Dettagli

LE CEFALEE PRIMARIE. Cefalee primarie. Emicrania Cefalea tensiva. Cefalee trigemino autonomiche (es. cefalea a grappolo)

LE CEFALEE PRIMARIE. Cefalee primarie. Emicrania Cefalea tensiva. Cefalee trigemino autonomiche (es. cefalea a grappolo) LE CEFALEE PRIMARIE Cefalee primarie Emicrania Cefalea tensiva Cefalee trigemino autonomiche (es. cefalea a grappolo) CEFALEE PRIMARIE: CRITERI DIAGNOSTICI IHS Emicrania Cefalea Tensiva Cefalea a grappolo

Dettagli

PDTA CALCOLOSI RENO-URETERALE DELL ADULTO E DEL BAMBINO GESTIONE IN PRONTO SOCCORSO DELLA CALCOLOSI URINARIA

PDTA CALCOLOSI RENO-URETERALE DELL ADULTO E DEL BAMBINO GESTIONE IN PRONTO SOCCORSO DELLA CALCOLOSI URINARIA GESTIONE IN PRONTO SOCCORSO DELLA CALCOLOSI URINARIA CASISTICA 1.322 ACCESSI PER DOLORE COLICO NEL 2014. 1,5% DEGLI ACCESSI TOTALI CODICI DI TRIAGE: 0,8% BIANCO 37% VERDE 62% GIALLO, 0,2% ROSSO DEFINIZIONE

Dettagli

CE FA LE E. www.fisiokinesiterapia.biz

CE FA LE E. www.fisiokinesiterapia.biz CE FA LE E www.fisiokinesiterapia.biz CLASSIFICAZIONE IHS (2004) Parte prima: Cefalee primarie 1. Emicrania 2. Cefalea di tipo tensivo 3. Cefalea a grappolo ed altre cefalee autonomico-trigeminali 4. Altre

Dettagli

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Preparato antivertigine. TITOLARE AIC Italfarmaco S.p.A. - Viale Fulvio Testi, Milano

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Preparato antivertigine. TITOLARE AIC Italfarmaco S.p.A. - Viale Fulvio Testi, Milano FLUGERAL 5 mg capsule rigide 20 capsule FLUGERAL 5 mg capsule rigide 30 capsule FLUGERAL 5 mg capsule rigide 50 capsule FLUGERAL 10 mg capsule rigide 20 capsule FLUGERAL 10 mg capsule rigide 30 capsule

Dettagli

COMPLICANZE DEL DIABETE

COMPLICANZE DEL DIABETE COMPLICANZE DEL DIABETE Prof. Alfonso Bellia ACUTE (prevalentemente metaboliche) Ipoglicemia acuta (

Dettagli

www.fisiokinesiterapia.biz DIABETE MELLITO Ne sono affetti 14 milioni di americani Ogni anno 8.000 individui vanno incontro a cecità da retinopatia Patogenesi Elevati livelli glicemici potrebbero danneggiare

Dettagli

IN UNA POPOLAZIONE DI

IN UNA POPOLAZIONE DI Le Cefalee Patogenesi, e principali quadri diagnostici 1^ parte Giuseppe Serafini Università degli Studi di Roma Tor Vergata Scuola di Specializzazione in Anestesia e Rianimazione (Dir. Prof. G. Leonardis)

Dettagli

Epilessia nelle anomalie del cromosoma 18

Epilessia nelle anomalie del cromosoma 18 Epilessia nelle anomalie del cromosoma 18 Robertino Dilena Servizio di Epilettologia e Neurofisiologia Pediatrica UOC Neurofisiopatologia Fondazione IRCCS Ca Granda Ospedale Maggiore Policlinico - Milano

Dettagli

La cefalea nel ciclo della vita. 9 Maggio 2015 GIORNATA NAZIONALE DELLA CEFALEA. Umberto Cannistrà

La cefalea nel ciclo della vita. 9 Maggio 2015 GIORNATA NAZIONALE DELLA CEFALEA. Umberto Cannistrà La cefalea nel ciclo della vita 9 Maggio 2015 GIORNATA NAZIONALE DELLA CEFALEA Umberto Cannistrà CLASSIFICAZIONE IHS 2004 I livello 1. EMICRANIA 2. CEFALEA DI TIPO TENSIVO 3. CEFALEA A GRAPPOLO E ALTRE

Dettagli

GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale n. 115

GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale n. 115 AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO DETERMINAZIONE 9 Maggio 2007 Modifica degli stampati dei medicinali contenenti farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) non selettivi per uso sistemico - ATC M01A. omissis

Dettagli

Patologie Neuromotorie

Patologie Neuromotorie La disabilità in età evolutiva Patologie Neuromotorie Antonella Pini Malattie Neuromuscolari dell Età Evolutiva U.O.C. di Neuropsichiatria Infantile, Direttore Dr. Giuseppe Gobbi Dipartimento di Neuroscienze

Dettagli

SINDROME DA ANTICORPI ANTI-FOSFOLIPIDI

SINDROME DA ANTICORPI ANTI-FOSFOLIPIDI SINDROME DA ANTICORPI ANTI-FOSFOLIPIDI Malattia caratterizzata da trombosi arteriose e/o venose ricorrenti, aborti ripetuti, trombocitopenia,, in associazione a titoli medio-alti di anticorpi anti-fosfolipidi

Dettagli

La corretta gestione del dolore acuto non oncologico e dolore episodico intenso. territorio della ASL 2

La corretta gestione del dolore acuto non oncologico e dolore episodico intenso. territorio della ASL 2 La corretta gestione del dolore acuto non oncologico e dolore episodico intenso Utilizzo degli antidolorifici sul territorio della ASL 2 Dr.ssa Danila Garibaldi Dipartimento del Farmaco ASL 2 Lucca Camigliano,

Dettagli

Il dolore emicranico. Dott. Bruno Colombo Unità di ricerca cefalee Istituto di Neurologia Sperimentale Università Vita-Salute San Raffaele - Milano

Il dolore emicranico. Dott. Bruno Colombo Unità di ricerca cefalee Istituto di Neurologia Sperimentale Università Vita-Salute San Raffaele - Milano Il dolore emicranico Dott. Bruno Colombo Unità di ricerca cefalee Istituto di Neurologia Sperimentale Università Vita-Salute San Raffaele - Milano 1 Cos è l emicrania? L emicrania è una sindrome neurologica

Dettagli

L AGOPUNTURA AURICOLARE DEL LOBO NEI DISTURBI NEUROLOGICI, ODONTO- STOMATOLOGICI, ORL E DELL OCCHIO

L AGOPUNTURA AURICOLARE DEL LOBO NEI DISTURBI NEUROLOGICI, ODONTO- STOMATOLOGICI, ORL E DELL OCCHIO A.M.A.B. ASSOCIAZIONE MEDICI AGOPUNTORI BOLOGNESI Fondata nel 1986 SCUOLA ITALO CINESE DI AGOPUNTURA L AGOPUNTURA AURICOLARE DEL LOBO NEI DISTURBI NEUROLOGICI, ODONTO- STOMATOLOGICI, ORL E DELL OCCHIO

Dettagli

QUADERNI. of Medicine. Management del paziente con cefalea, vertigine e sincope: dalle evidenze alla pratica clinica

QUADERNI. of Medicine.  Management del paziente con cefalea, vertigine e sincope: dalle evidenze alla pratica clinica volume 4 ISSUE 2 ISSUE 2 2016 May ly se on VOLUME 4 dell Italian on N Editor in Chief Roberto Nardi -c o m m er ci a lu 2016 ITALIAN JOURNAL OF MEDICINE QUADERNI Q QUADERNI Journal of Medicine A Journal

Dettagli

La cefalea. Padova 14 febbraio 2014. Paola Mattiazzo

La cefalea. Padova 14 febbraio 2014. Paola Mattiazzo La cefalea Padova 14 febbraio 2014 Paola Mattiazzo LA CEFALEA NELL AMBULATORIO DEL PEDIATRA DI BASE ANAMNESI APPROFONDITA E MIRATA ANAMNESI FAMILIARE FAMILIARITA PER CEFALEA FAMILIARITA PER ALTRE PATOLOGIE

Dettagli

Donne ed epilessia: gravidanza. Ciclo mestruale. Salute fetale. fertilità. Contraccezione allattamento

Donne ed epilessia: gravidanza. Ciclo mestruale. Salute fetale. fertilità. Contraccezione allattamento Le donne EPILESSIA Donne ed epilessia: gravidanza Ciclo mestruale fertilità Salute fetale Contraccezione allattamento 3 Fertilità Rispetto alla popolazione generale, il tasso di fertilità sembra lievemente

Dettagli

Approccio al paziente con fibrillazione atriale. Clinica Medica

Approccio al paziente con fibrillazione atriale. Clinica Medica Approccio al paziente con fibrillazione atriale Clinica Medica Elementi essenziali Irregolarmente irregolare Frequenza cardiaca di solito elevata Spesso associata con cardiopalmo (esordio acuto) o facile

Dettagli

Terapia farmacologica e non dell emicrania in età pediatrica

Terapia farmacologica e non dell emicrania in età pediatrica Terapia farmacologica e non dell emicrania in età pediatrica Massimiliano Valeriani Centro per lo Studio e la Cura delle Cefalee in Età Evolutiva, Divisione di Neurologia, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù,

Dettagli

MEDICO E BAMBINO PAGINE ELETTRONICHE

MEDICO E BAMBINO PAGINE ELETTRONICHE Aprile 2009 http://www.medicoebambino.com/?id=ap0904_20.html MEDICO E BAMBINO PAGINE ELETTRONICHE Il topiramato nell'emicrania dell'adolescente GIORGIO BARTOLOZZI Membro della Commissione Nazionale Vaccini

Dettagli

TRATTAMENTO DOLORE ACUTO POST-OPERATORIO. Cognome..nome età. Intervento.

TRATTAMENTO DOLORE ACUTO POST-OPERATORIO. Cognome..nome età. Intervento. Arcispedale S. Maria Nuova Progetto 100 ospedali senza dolore TRATTAMENTO DOLORE ACUTO POST-OPERATORIO RELAZIONE INTRA-OPERATORIA ANESTESISTA.. Data Cognome..nome età. ASA I II III IV V UROLOGIA DOLORE

Dettagli

Classificazioni dell ictus. Carmelo Labate SC Neurologia AO Ordine Mauriziano Torino

Classificazioni dell ictus. Carmelo Labate SC Neurologia AO Ordine Mauriziano Torino Classificazioni dell ictus Carmelo Labate SC Neurologia AO Ordine Mauriziano Torino Classificazioni dell ictus Ictus ischemico (80%) Ictus emorragico (20 %) Emorragia cerebrale Ematoma intracerebrale ESA

Dettagli

La refertazione del tracciato cardiotocografico

La refertazione del tracciato cardiotocografico La refertazione del tracciato cardiotocografico Refertazione Valutazione del tracciato cardiotocografico Valutazione parametri di salute fetale Attività contrattile Inquadramento clinico della gravidanza

Dettagli

Insufficienza cardiaca cronica (ICC)

Insufficienza cardiaca cronica (ICC) Insufficienza cardiaca cronica (ICC) Dr. med Nicola Ferrari Medico capoclinica CCT 19 novembre 2011 Classi funzionali NYHA (New York Heart Association) Parametro di giudizio: sintomo Dispnea 1 2 3 4 Nessuna

Dettagli

La terapia medica del dolore nelle metastasi ossee

La terapia medica del dolore nelle metastasi ossee La terapia medica del dolore nelle metastasi ossee Leonardo Trentin SC Terapia del Dolore e Cure Palliative Istituto Oncologico Veneto(I.R.C.C.S.) Padova Metastasi ossee: sono la causa più frequente di

Dettagli

Beta- bloccanti - dott. G. Begliuomini

Beta- bloccanti - dott. G. Begliuomini Beta- bloccanti - dott. G. Begliuomini Controllate sempre le informazioni sulle fonti originali LINEE GUIDA www.escardio.org In italiano su www.federcardio.it 1973 : prima crisi petrolifera Dopo la guerra

Dettagli

OBIETTIVI DEL TRATTAMENTO depressione. GUARIGIONE RECUPERO PIENO DELLA FUNZIONE REMISSIONE RIDUZIONE DEI SINTOMI Dr.M.Capriotti

OBIETTIVI DEL TRATTAMENTO depressione. GUARIGIONE RECUPERO PIENO DELLA FUNZIONE REMISSIONE RIDUZIONE DEI SINTOMI Dr.M.Capriotti OBIETTIVI DEL TRATTAMENTO depressione GUARIGIONE RECUPERO PIENO DELLA FUNZIONE REMISSIONE RIDUZIONE DEI SINTOMI Dr.M.Capriotti Farmaci antidepressivi Fasi del trattamento Normalità Ricaduta Remissione

Dettagli

Dott. Ferrari Giuliana. Scuola di Regionale di Formazione Specifica in Medicina Generale. 8 maggio 2013

Dott. Ferrari Giuliana. Scuola di Regionale di Formazione Specifica in Medicina Generale. 8 maggio 2013 Dott. Ferrari Giuliana Scuola di Regionale di Formazione Specifica in Medicina Generale 8 maggio 2013 Il mal di testa è,per frequenza, la nona causa di richiesta di visita medica nell ambulatorio del MMG

Dettagli

Sostanze d abuso EDUARDO PONTICIELLO

Sostanze d abuso EDUARDO PONTICIELLO Sostanze d abuso EDUARDO PONTICIELLO Cocaina L esposizione accidentale si può realizzare in diversi modi: 1. Attraverso il latte materno 2. Inalazione di vapori di droghe 3. Ingestione o contatto della

Dettagli

Università degli studi di Genova Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia

Università degli studi di Genova Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Università degli studi di Genova Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Relatori: Chiar.ma Prof.ssa Antonietta Piana Chiar.mo Dott. Andrea Stimamiglio Candidata: Oliveri

Dettagli

Patologia del linguaggio in età evolutiva

Patologia del linguaggio in età evolutiva Patologia del linguaggio in età evolutiva U.O. e Cattedra di Neuropsichiatria Infantile Dipartimento di Scienze Neurologiche e della Visione Sezione di Neuroscienze dello Sviluppo IRCCS G. Gaslini Disturbi

Dettagli

Additions appear in italics and underlined deletions in italics and strikethrough

Additions appear in italics and underlined deletions in italics and strikethrough ALLEGATO III 1 AMENDMENTS TO BE INCLUDED IN THE RELEVANT SECTIONS OF THE SUMMARY OF PRODUCT CHARACTERISTICS OF NIMESULIDE CONTAINING MEDICINAL PRODUCTS (SYSTEMIC FORMULATIONS) Additions appear in italics

Dettagli

ANALGESIA E SEDAZIONE IN EMERGENZA

ANALGESIA E SEDAZIONE IN EMERGENZA ANALGESIA E SEDAZIONE IN EMERGENZA Definizione emergenza Approccio al paziente Peculiarità del dolore Patologie più frequenti Terapia: farmaci e vie di somministrazione DEFINIZIONE EMERGENZA Qualunque

Dettagli

DOSSIER NUMERO ARTICOLI

DOSSIER NUMERO ARTICOLI DOSSIER PPA n. 94/10 di iniziativa del Consigliere G. GIUDICEANDREA recante: "Proposta di legge al Parlamento - Disposizioni per il riconoscimento della rilevanza sociale della Cefalea primaria cronica

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2611 del 07 agosto 2007 pag. 1/9

ALLEGATOA alla Dgr n. 2611 del 07 agosto 2007 pag. 1/9 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2611 del 07 agosto 2007 pag. 1/9 Da valutare in Pronto Soccorso Dolore toracico di recente insorgenza e di probabile origine

Dettagli

Indice. pag. Presentazione (V. Gai)... III Prefazione... V Ringraziamenti... VII

Indice. pag. Presentazione (V. Gai)... III Prefazione... V Ringraziamenti... VII Presentazione (V. Gai)................................................ III Prefazione......................................................... V Ringraziamenti......................................................

Dettagli

Meeting Delle Neuroscienze Toscane SNO-SIN Disturbi parossistici di coscienza. Dott.ssa Silvia Pradella

Meeting Delle Neuroscienze Toscane SNO-SIN Disturbi parossistici di coscienza. Dott.ssa Silvia Pradella Meeting Delle Neuroscienze Toscane SNO-SIN Disturbi parossistici di coscienza Dott.ssa Silvia Pradella Disturbi parossistici di coscienza Perdita di coscienza ad esordio acuto, di breve durata con ripresa

Dettagli

FIBRILLAZIONE ATRIALE

FIBRILLAZIONE ATRIALE FIBRILLAZIONE ATRIALE DEFINIZIONE La fibrillazione atriale è un aritmia sopraventricolare caratterizzata da desincronizzazione elettrica completa Vi corrisponde la perdita della funzione emodinamica (compromissione

Dettagli

Diario dell Emicrania

Diario dell Emicrania Diario dell Emicrania Diario Come compilare il Diario? Perché il suo medico l ha invitata a compilare il diario? Per valutare la necessità di un trattamento di profilassi Per terapia di profilassi si intende

Dettagli

LE NEVRALGIE CRANICHE

LE NEVRALGIE CRANICHE Carmignano San Gemma, (Lucca) 24 ottobre 2015 LE NEVRALGIE CRANICHE PERCORSI PROFESSIONALIZZANTI IN MEDICINA GENERALE-II MODULO Zakrzewska JM, British Journal of Anaesthesia 2013 Cause di dolore cronico

Dettagli

*Gliomi, meningiomi (extracerebrali), adenomi ipofisari, neurinomi **piu del 10% dei tumori cerebrali originano da Ca polmonari.

*Gliomi, meningiomi (extracerebrali), adenomi ipofisari, neurinomi **piu del 10% dei tumori cerebrali originano da Ca polmonari. CAUSE DI LESIONI CEREBRALI 1. tumori 2. malattie cerebro-vascolari 3. traumi cranici 4. infezioni 5. malattie degenerative 6. intossicazioni 7. fattori genetici/congeniti TUMORI Neoplasia= massa di cellule

Dettagli

non considera la VE come entità clinica

non considera la VE come entità clinica Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli studi di Pisa Tesi di Laurea REPERTI OTONEUROLOGICI NELLA VERTIGINE EMICRANICA Relatore: Chiar.mo Prof. Stefano SELLARI FRANCESCHINI Candidato: Salvatore

Dettagli

Diario della Cefalea ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE. Cognome e Nome Data di nascita: Indirizzo: Recapito telefonico:

Diario della Cefalea ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE. Cognome e Nome Data di nascita: Indirizzo: Recapito telefonico: ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE U.O. CENTRO REGIONALE DI DIAGNOSI E CURA DELLE CEFALEE IRCCS FONDAZIONE ISTITUTO NEUROLOGICO C. MONDINO DI PAVIA (Responsabile Dott.ssa G. Sances) CENTRO INTERUNIVERSITARIO

Dettagli

LO SCOMPENSO (insufficienza) CARDIACO (IC)

LO SCOMPENSO (insufficienza) CARDIACO (IC) LO SCOMPENSO (insufficienza) CARDIACO (IC) Cause e origine Lo scompenso origina da una disfunzione sistolica e/o diastolica ed è tra le cause più comuni di invalidità e di morte nelle nazioni industrializzate

Dettagli

Che cos è Flector EP granulare e quando si usa?

Che cos è Flector EP granulare e quando si usa? Flector EP Granulare Che cos è Flector EP granulare e quando si usa? Flector EP granulare contiene il sale epolamina del diclofenac, un antiinfiammatorio non steroideo, che allevia efficacemente il dolore

Dettagli