SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE a cura di Maria Rita Gilardi Roma, 23 gennaio 2006

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE a cura di Maria Rita Gilardi Roma, 23 gennaio 2006"

Transcript

1 DIPARTIMENTO WELFARE Politiche Previdenziali SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE a cura di Maria Rita Gilardi Roma, 23 gennaio 2006 Articolo 1 Totalizzazione ai fini della pensione di vecchiaia e di anzianità La totalizzazione è la facoltà per il lavoratore iscritto a due o più gestioni previdenziali, che non sia già titolare di trattamento pensionistico autonomo presso una delle gestioni previdenziali, di cumulare (sommare) gratuitamente i periodi assicurativi non coincidenti, di durata non inferiore a sei anni, al fine di conseguire un unico trattamento pensionistico. Destinatari: iscritti a due o più forme di assicurazione obbligatoria per l invalidità, la vecchiaia e i superstiti, alle forme sostitutive, esclusive ed esonerative della stessa; iscritti alle forme pensionistiche obbligatorie gestite dagli Enti privatizzati (decreto legislativo 30 giugno 1994 n.509); iscritti alle forme pensionistiche obbligatorie gestite dagli Enti privatizzati dei liberi professionisti (decreto legislativo 10 febbraio 1996 n.103); iscritti alla gestione separata Inps introdotta dall art.2, comma 26, della legge 335/1995; iscritti al Fondo di previdenza del clero secolare e dei ministri di culto delle confessioni religiose diverse dalla cattolica. Condizioni almeno 20 anni di anzianità contributiva e 65 anni di età anagrafica (pensione di vecchiaia), ovvero 40 anni di anzianità contributiva indipendentemente dall età anagrafica (pensione di anzianità); possesso degli altri requisiti richiesti dagli enti previdenziali di appartenenza per il diritto al trattamento pensionistico (ad es. cessazione dell attività lavorativa); la domanda deve riguardare tutti e per intero i periodi assicurativi; N.B. il diritto all esercizio della facoltà di totalizzazione è precluso se successivamente alla data di entrata in vigore del decreto legislativo il lavoratore presenta la richiesta di restituzione dei contributi.

2 Articolo 2 Totalizzazione ai fini della pensione di inabilità e ai superstiti Per la pensione ai superstiti: facoltà riconosciuta ai superstiti dell assicurato qualora sia deceduto prima di avere acquisito il diritto a pensione. Il diritto alla pensione ai superstiti, esercitabile per i decessi avvenuti a decorrere dall entrata in vigore del decreto legislativo, si consegue in base ai requisiti di assicurazione e di contribuzione richiesti dalla gestione previdenziale presso la quale risultava iscritto l assicurato al momento del decesso. Per la pensione di inabilità assoluta e permanente: il diritto alla pensione di inabilità si consegue in base ai requisiti di assicurazione e di contribuzione richiesti dalla gestione previdenziale presso la quale risulta iscritto l assicurato al verificarsi dello stato invalidante. N.B Non è possibile esercitare la facoltà di totalizzare ai fini del diritto all assegno di invalidità. Articolo 3 Esercizio del diritto Presentazione della domanda: la domanda va presentata, dal lavoratore o dal suo avente causa, alla gestione previdenziale della forma assicurativa a cui da ultimo l assicurato risulta iscritto. La gestione previdenziale promuove il procedimento. Presentazione domanda di ricongiunzione: se è stata accettata la ricongiunzione dei periodi assicurativi il diritto all esercizio della facoltà di totalizzazione è precluso. Nel caso in cui la domanda di ricongiunzione sia stata presentata prima dell entrata in vigore del decreto legislativo e il procedimento non sia ancora concluso a seguito del pagamento integrale delle rate è consentito, su richiesta dell interessato, il recesso e la restituzione degli importi versati a titolo di ricongiunzione maggiorati degli interessi legali. Il recesso non può essere esercitato oltre il termine di due anni dall entrata in vigore del decreto legislativo. Articolo 4 Modalità di liquidazione del trattamento Calcolo della quota: ciascuna gestione calcola la quota di pensione relativa alla posizione assicurativa costituita presso la gestione stessa. Enti pubblici di previdenza obbligatoria La misura del trattamento pensionistico a loro carico si determina sulla base delle regole del sistema di calcolo contributivo con rivalutazione delle retribuzioni fino alla data di presentazione della domanda di totalizzazione. Enti privatizzati di previdenza obbligatoria (decreto legislativo 30 giugno 1994, n.509) La misura del trattamento pensionistico a loro carico si determina sulla base delle regole del sistema di calcolo contributivo tenendo conto dei seguenti parametri: per la determinazione del montante contributivo si considerano i contributi soggettivi versati dall iscritto, entro il tetto reddituale, compresi quelli versati a titolo di riscatto; sono escluse le contribuzioni versate a titolo di integrativo e di solidarietà; sul montante contributivo sarà calcolato un tasso annuo di capitalizzazione dei contributi pari al 90% della media quinquennale del tasso di rendimento netto del patrimonio investito nel quinquennio precedente l anno da rivalutare. È garantito un tasso annuo minimo di capitalizzazione pari all 1,5%;

3 moltiplicando, l importo così ottenuto, per il coefficiente di trasformazione relativo all età del soggetto al momento del pensionamento (tabella A, legge 8 agosto 1995, n.335) si ottiene l importo della pensione annua. infine, l importo della pensione annua viene maggiorato in proporzione all anzianità contributiva presso l Ente attraverso l applicazione di una formula matematica (si veda allegato 1 del decreto legislativo). N.B. Tali parametri e la formula di calcolo possono essere modificati a seguito di delibere da parte degli Enti approvate dai Ministeri vigilanti. N.B. Clausola di salvaguardia: per coloro che hanno maturato, presso la gestione pensionistica, un requisito contributivo uguale o superiore a quello minimo richiesto per il conseguimento del diritto alla pensione di vecchiaia si applica, per il periodo contributivo relativo a tale gestione, il sistema di calcolo della pensione previsto dall ordinamento della gestione medesima. Enti privatizzati di previdenza obbligatoria dei liberi professionisti (decreto legislativo 10 febbraio 1996, n.103) La misura del trattamento pensionistico a loro carico si determina secondo il sistema di calcolo vigente nei rispettivi ordinamenti. Le quote di pensione sono a carico delle singole gestioni previdenziali. Sono reversibili ai superstiti con le modalità e nei limiti previsti da ogni singola gestione. Sistema di conversione dei periodi di iscrizione nelle varie gestioni: i periodi di iscrizione si convertono sulla base dei seguenti parametri: 6 giorni = una settimana e viceversa; 26 giorni = un mese e viceversa; 78 giorni = tre mesi e viceversa; 312 giorni = un anno e viceversa. La rivalutazione automatica del trattamento pensionistico è calcolata sull importo complessivo con onere a carico delle gestioni interessate. Articolo 5 Pagamento dei trattamenti L onere del trattamento pensionistico è a carico delle singole gestioni in relazione alla propria quota. Il pagamento del trattamento pensionistico derivante dalla totalizzazione è effettuato dall Inps sulla base di apposite convenzioni stipulate con le gestioni previdenziali interessate. Decorrenza Il diritto alla pensione, per i trattamenti pensionistici derivanti dalla totalizzazione, decorre dal 1 giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda di pensione. Per la pensione ai superstiti dal primo giorno del mese successivo a quello del decesso del dante causa. Articolo 6 Ricongiunzione per gli iscritti agli Enti costituiti ai sensi del decreto legislativo 10 febbraio 1996, n.103 I liberi professionisti possono avvalersi della ricongiunzione. Viene escluso l onere di versamento della riserva matematica a carico del richiedente la ricongiunzione poiché incompatibile con il sistema di calcolo delle prestazioni secondo il metodo contributivo.

4 Articolo 7 Norme finali La facoltà di totalizzare si applica dal 1 gennaio Norme abrogate: articolo 71 della legge 23 dicembre 2000, n.388 e decreto ministeriale, 7 febbraio 2003, n.57. La disciplina rimane in vigore per le domande presentate prima dell entrata in vigore del decreto legislativo se più favorevole. N.B. Restano in vigore la disposizioni vigenti in materia di cumulo dei periodi assicurativi (art.16 legge 233/90 per iscritti al FPLD e alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, DPR n 1420/71 per iscritti INPS e ENPALS, art. 3 legge n 1122/55 per iscritti INPS e INPGI, legge n 523/54 e DPR n 1092/73 per iscritti a più gestioni INPDAP; rimane ferma anche la possibilità di costituire la posizione assicurativa presso l INPS, ai sensi della legge 322/58, per i dipendenti pubblici che cessano dal servizio senza diritto a pensione. Per gli iscritti privi di anzianità contributiva al 1 gennaio 1996 continua a trovare applicazione l art.1 del decreto legislativo 30 aprile 1997, n.184). Articolo 8 Disposizioni finanziarie Copertura finanziaria: valutata in 186 milioni di euro a decorrere dall anno 2006: 160 milioni di euro previsti nell articolo 11, comma 1, legge 2 dicembre 2005, n.248, conversione in legge del decreto legge 30 settembre 2005, n.203; 26 milioni di euro ricavati dalla soppressione dell articolo 71, legge 23 dicembre 2000, n.388 Gli enti previdenziali interessati devono provvedere al monitoraggio degli effetti finanziari derivanti dall applicazione del decreto legislativo (articolo 11, comma 1, legge 2 dicembre 2005, n.248, conversione in legge del decreto legge 30 settembre 2005, n.203)

5 RIFERIMENTI NORMATIVI RICONGIUNZIONE Legge 7 febbraio 1979, n.29 (per i lavoratori dipendenti) Legge 5 marzo 1990, n.45 (per i liberi professionisti) TOTALIZZAZIONE Sentenza della Corte Costituzionale N.61 del 1999: esorta il legislatore a recepire in una normativa il principio della totalizzazione dei periodi assicurativi e a disciplinarne le modalità di attuazione Articolo 71 legge 23 dicembre 2000, n.388 e decreto ministeriale, 7 febbraio 2003, n.57 norme abrogate la cui disciplina rimane in vigore per le domande presentate prima dell entrata in vigore del decreto legislativo se più favorevole Legge 23 agosto 2004, n.243: art.1, comma 1, lettera d (estensione dell operatività della totalizzazione dei periodi assicurativi anche alle ipotesi in cui si raggiungono i requisiti minimi per il diritto alla pensione in uno dei fondi presso cui sono accreditati i contributi) e articolo 1, comma 2, lettera o Articolo 11, comma 1, legge 2 dicembre 2005, n.248, conversione in legge del decreto legge 30 settembre 2005, n.203: copertura finanziaria

6 DISPOSIZIONI VIGENTI IN MATERIA DI CUMULO DEI PERIODI ASSICURATIVI Legge 22 giugno 1954, n.523 e DPR n.1092/1973 (per iscrizioni a più gestioni dell Inpdap) Articolo 3, legge 9 novembre 1955, n.1122, (per gli iscritti Inps e Inpgi) Legge 8 aprile, 1958, n.322 (per i dipendenti pubblici che cessano dal servizio senza diritto a pensione) DPR n.1420/1971 (per gli iscritti Inps ed Enpals) Articolo 16, legge 2 agosto 1990, n.233 (per gli iscritti al FPLD e alle gestioni speciali degli autonomi) Decreto legislativo 30 aprile 1997, n.184 (per gli iscritti privi di anzianità contributiva al 1 gennaio 1996: contributivo. LA PENSIONE SUPPLEMENTARE Articolo 5, legge 2 agosto 1962, n.1338 Articolo 1, comma 2, DM 282/96 (iscritti alla gestione separata)

Articolato legislativo sulla totalizzazione (testo concordato - 1 luglio 2003) Articolo 1 Totalizzazione dei periodi assicurativi

Articolato legislativo sulla totalizzazione (testo concordato - 1 luglio 2003) Articolo 1 Totalizzazione dei periodi assicurativi Articolato legislativo sulla totalizzazione (testo concordato - 1 luglio 2003) Articolo 1 Totalizzazione dei periodi assicurativi 1. Ferme restando le vigenti disposizioni in materia di ricongiunzione

Dettagli

Approvato il decreto legislativo sulla Totalizzazione.

Approvato il decreto legislativo sulla Totalizzazione. Approvato il decreto legislativo sulla Totalizzazione. Giovedì 16 febbraio 2006 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 39 il Decreto Legislativo 2 febbraio 2006 n. 42 in materia di totalizzazione

Dettagli

Disposizioni in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi.

Disposizioni in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi. DECRETO LEGISLATIVO 2 febbraio 2006, n. 42(1). Disposizioni in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi. (1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 16 febbraio 2006, n. 39. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

Disposizioni in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi.

Disposizioni in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi. Disposizioni in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi. 20 febbraio 2006 Articolo 1. Totalizzazione ai fini della pensione di vecchiaia e di anzianita 1. Ferme restando le vigenti disposizioni

Dettagli

LA GARANZIA DELLA MOBILITÀ PENSIONISTICA DEL LAVORATORE IN ITALIA

LA GARANZIA DELLA MOBILITÀ PENSIONISTICA DEL LAVORATORE IN ITALIA LA GARANZIA DELLA MOBILITÀ PENSIONISTICA DEL LAVORATORE IN ITALIA Ricongiunzione gratuita (l. 322/58; art. 1, l. n. 29/79) Ricongiunzione onerosa (art. 2, l. n. 29/79; l. n. 45/90) L eliminazione della

Dettagli

LA GARANZIA DELLA MOBILITÀ PENSIONISTICA DEL LAVORATORE IN ITALIA

LA GARANZIA DELLA MOBILITÀ PENSIONISTICA DEL LAVORATORE IN ITALIA LA GARANZIA DELLA MOBILITÀ PENSIONISTICA DEL LAVORATORE IN ITALIA Ricongiunzione gratuita (l. 322/58; art. 1, l. n. 29/79) Ricongiunzione onerosa (art. 2, l. n. 29/79; l. n. 45/90) L eliminazione della

Dettagli

Sono esclusi dal diritto alla pensione supplementare nell Assicurazione Generale Obbligatoria:

Sono esclusi dal diritto alla pensione supplementare nell Assicurazione Generale Obbligatoria: È una prestazione economica liquidata, a domanda, al lavoratore che può far valere contribuzione versata all Inps non sufficiente a perfezionare il diritto ad un altra pensione (vecchiaia o assegno ordinario

Dettagli

INPS.HERMES.06/03/

INPS.HERMES.06/03/ INPS.HERMES.06/03/2008.0005726 Mittente 0013 /D.C. Prestazioni Ufficio Area Dei Trattamenti Dei Fondi Speciali Messaggio N. 005726 del 06/03/2008 11.20.39 Tipo Messaggio Standard Classificazione Destinatari

Dettagli

Messaggio inps 15738/2013

Messaggio inps 15738/2013 Messaggio inps 15738/2013 Oggetto: Istruzioni operative: circolare n 120/2013 - Nuova disciplina sul Cumulo dei periodi assicurativi non coincidenti ai sensi dell art. 1, commi da 239 a 246, della Legge

Dettagli

Opzione al Sistema Contributivo ( art. 1, comma 23, legge n. 335/1995 e s.m.i.)

Opzione al Sistema Contributivo ( art. 1, comma 23, legge n. 335/1995 e s.m.i.) Opzione al Sistema Contributivo ( art. 1, comma 23, legge n. 335/1995 e s.m.i.) I lavoratori che alla data del 31.12.1995 hanno un anzianità contributiva inferiore a 18 anni possono optare per il sistema

Dettagli

ovvero come si mettono insieme in contributi

ovvero come si mettono insieme in contributi IL CUMULO DELLE POSIZIONI CONTRIBUTIVE ovvero come si mettono insieme in contributi INAPA Direzione Tutela Diritti Sociali e Formazione 1 IL SISTEMA PREVIDENZIALE Assicurazione Generale Obbligatoria Fondo

Dettagli

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE DIPARTIMENTO WELFARE Politiche Previdenziali SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE a cura di Maria Rita Gilardi Roma, 23 gennaio 2006 1 Articolo 1 Totalizzazione

Dettagli

FINALITA DELLA TOTALIZZAZIONE

FINALITA DELLA TOTALIZZAZIONE TOTALIZZAZIONE 1 FINALITA DELLA TOTALIZZAZIONE La totalizzazione consente di cumulare periodi assicurativi non coincidenti tra loro maturati presso gestioni diverse per ottenere un unico trattamento pensionistico.

Dettagli

Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Schema di decreto legislativo recante: TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI

Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Schema di decreto legislativo recante: TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI Schema di decreto legislativo recante: TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI in attuazione della delega conferita dall articolo. 1, comma 1, lettera d), e comma 2, lettera o), della legge 23 agosto 2004,

Dettagli

La soppressione del Fondo degli autoferrotranvieri

La soppressione del Fondo degli autoferrotranvieri decreto che ha sancito il passaggio al Fondo lavoratori dipendenti dell'inps La soppressione del Fondo degli autoferrotranvieri (Dlgs 414/96) Con il DLgs 29 giugno 1996, n. 414, sono state emanate disposizioni,

Dettagli

(art. 1, comma 239 e seguenti della legge n. 228/2012 e Legge Stabilità 2017)

(art. 1, comma 239 e seguenti della legge n. 228/2012 e Legge Stabilità 2017) INPGI Roma, 12 dicembre 2016 IL CUMULO GRATUITO DELLA CONTRIBUZIONE (art. 1, comma 239 e seguenti della legge n. 228/2012 e Legge Stabilità 2017) La legge di stabilità per il 2017 ha introdotto afferma

Dettagli

La posizione contributiva Ricongiunzione, totalizzazione e riscatti

La posizione contributiva Ricongiunzione, totalizzazione e riscatti La posizione contributiva Ricongiunzione, totalizzazione e riscatti per i Delegati Enpacl 16-17-18 marzo 2016 La posizione contributiva Contribuzione ante 1.1.2013 Contribuzione post 1.1.2013 Elementi

Dettagli

INPS. Direzione Centrale delle Prestazioni. (Circolare n. 69)

INPS. Direzione Centrale delle Prestazioni. (Circolare n. 69) Nuova disciplina in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi (Inps, Circolare 9.5.2006 n. 69) La legge 23 agosto 2004, n. 243, recante Norme in materia pensionistica e deleghe al Governo nel

Dettagli

1. COSTITUZIONE DELLA POSIZIONE ASSICURATIVA AI SENSI DELL ARTICOLO 1, COMMA 238, LEGGE N 228/12

1. COSTITUZIONE DELLA POSIZIONE ASSICURATIVA AI SENSI DELL ARTICOLO 1, COMMA 238, LEGGE N 228/12 ISTITUTO TUTELA ASSISTENZA COMMERCIO TURISMO E SERVIZI CONFESERCENTI 1. COSTITUZIONE DELLA POSIZIONE ASSICURATIVA AI SENSI DELL ARTICOLO 1, COMMA 238, LEGGE N 228/12 1.1 DISCIPLINA Nella circolare l Istituto

Dettagli

PRIMI CHIARIMENTI SU COSA CAMBIA DOPO L APPROVAZIONE DEI MINISTERI VIGILANTI DELLA RIFORMA PREVIDENZIALE INPGI

PRIMI CHIARIMENTI SU COSA CAMBIA DOPO L APPROVAZIONE DEI MINISTERI VIGILANTI DELLA RIFORMA PREVIDENZIALE INPGI ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA DEI GIORNALISTI ITALIANI GIOVANNI AMENDOLA Via Nizza n. 35 00198 Roma PRIMI CHIARIMENTI SU COSA CAMBIA DOPO L APPROVAZIONE DEI MINISTERI VIGILANTI DELLA RIFORMA PREVIDENZIALE

Dettagli

I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente

I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente DL 201 DEL 6/12/2011 E N 216/2011 E DELLE PRIME INDICAZIONI AMMINISTRATIVE (circolare INPS 14 marzo 2012, n 35) 1995 - DINI L. 335 (CONTRIBUTIVO/GESTIONE

Dettagli

FfffSAD ALEA SRL. nte: importante. superstiti; parte la. Resta la. attività lavorative. pensione; più gestioni;

FfffSAD ALEA SRL. nte: importante. superstiti; parte la. Resta la. attività lavorative. pensione; più gestioni; FfffSAD ALEA SRL L INFOALEA 57 27/12/2012 Novità nel trattamento pensionistico spettans nte: introduzione della totalizzazione dei contributi, importante sistema di ricongiunzione delle diverse attività

Dettagli

LA NUOVA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA NUOVA PENSIONE DI VECCHIAIA I nuovi trattamenti pensionistici. La disciplina vigente LA NUOVA PENSIONE DI VECCHIAIA 9 LA PENSIONE DI VECCHIAIA PER GLI ASSICURATI ANTE 1996 Requisito Anagrafico Contributivo 10 ASSICURATI ANTE 1996.

Dettagli

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO NAZIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO NAZIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO INPS Direzione Centrale delle Prestazioni Roma, 9 Maggio 2006 Circolare n. 69 Allegati 2 OGGETTO: Decreto legislativo 2 febbraio 2006, n. 42. Nuova disciplina in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi.

Dettagli

Circolare Informativa Confcommercio Imprese per l Italia Settore Politiche Legislative e Welfare

Circolare Informativa Confcommercio Imprese per l Italia Settore Politiche Legislative e Welfare Circolare Informativa Confcommercio Imprese per l Italia Settore Politiche Legislative e Welfare Oggetto: Manovra Finanziaria Novità in materia previdenziale Facciamo seguito alle precedenti comunicazioni

Dettagli

ovvero come si mettono insieme in contributi

ovvero come si mettono insieme in contributi IL CUMULO DELLE POSIZIONI CONTRIBUTIVE ovvero come si mettono insieme in contributi la presentazione è stata elaborata e conclusa in data 20 gennaio 2014 ogni successiva disposizione normativa e amministrativa

Dettagli

a cura di Andrea Ciuti Componente della Commissione Cassa di Previdenza e Welfare UNGDCEC e Delegato per l Ordine di Pisa

a cura di Andrea Ciuti Componente della Commissione Cassa di Previdenza e Welfare UNGDCEC e Delegato per l Ordine di Pisa ADEMPIMENTI CONTRIBUTIVI e PRESTAZIONI PREVIDENZIALI della CNPADC NUOVE MISURE A SOSTEGNO DELL ADEGUATEZZA a cura di Andrea Ciuti Componente della Commissione Cassa di Previdenza e Welfare UNGDCEC e Delegato

Dettagli

La ricongiunzione verso il Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (articolo 1 Legge29/1979)

La ricongiunzione verso il Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (articolo 1 Legge29/1979) LA RICONGIUNZIONE Cos è Nel vocabolario previdenziale, con il termine ricongiunzione si indica l unificazione delle posizioni assicurative esistenti presso i diversi fondi previdenziali obbligatori per

Dettagli

RIFORMA DEL SISTEMA PENSIONISTICO A cura di Fabrizio GOSTI Coordinam. Nazionale Previdenza FALCRI

RIFORMA DEL SISTEMA PENSIONISTICO A cura di Fabrizio GOSTI Coordinam. Nazionale Previdenza FALCRI RIFORMA DEL SISTEMA PENSIONISTICO A cura di Fabrizio GOSTI Coordinam. Nazionale Previdenza FALCRI 1. Premessa Il 29 dicembre 2007 è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale le legge 24 dicembre 2007,

Dettagli

INPS, Messaggio 1 aprile 2014, n. 3795

INPS, Messaggio 1 aprile 2014, n. 3795 INPS, Messaggio 1 aprile 2014, n. 3795 Pensioni in regime di cumulo. Art. 1, dai commi 239 al comma 246, legge 24 dicembre 2012 n. 228. Rilascio delle procedure di liquidazione delle pensioni. L art. 1,

Dettagli

La riforma Tremonti sulla previdenza obbligatoria

La riforma Tremonti sulla previdenza obbligatoria R.S.U. Siae Microelettronica La riforma Tremonti sulla previdenza obbligatoria Decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito in Legge 30 luglio 2010, n. 122, art. 12. In sintesi la riforma prevede: 1

Dettagli

Circolare n. 006 Roma, 8 febbraio Area Prest. Prev. Ass. AG-SG/ A TUTTI GLI UFFICI INAPA. Totalizzazione dei periodi assicurativi

Circolare n. 006 Roma, 8 febbraio Area Prest. Prev. Ass. AG-SG/ A TUTTI GLI UFFICI INAPA. Totalizzazione dei periodi assicurativi Circolare n. 006 Roma, 8 febbraio 2006 Area Prest. Prev. Ass. AG-SG/ A TUTTI GLI UFFICI INAPA Prot. 199 LORO SEDI Oggetto: Totalizzazione dei periodi assicurativi Il 19 gennaio u.s. il Consiglio dei Ministri

Dettagli

REGIME DEL CUMULO DEI CONTRIBUTI

REGIME DEL CUMULO DEI CONTRIBUTI REGIME DEL CUMULO DEI CONTRIBUTI di Daniela CERVELLERA* Cass. civ. Sez. lav. Sentenza del 4 maggio 2016 n. 8887 (Pres. NAPOLETANO Rel. BOGHETICH) Il regime del cumulo dei contributi versati presso diverse

Dettagli

La riforma dei fondi di previdenza nel rispetto delle prescrizioni legislative di stabilità delle gestioni

La riforma dei fondi di previdenza nel rispetto delle prescrizioni legislative di stabilità delle gestioni La riforma dei fondi di previdenza nel rispetto delle prescrizioni legislative di stabilità delle gestioni Bilancio tecnico al 31.12.2006 (ultimo anno positivo) FONDO GENERALE QUOTA A FONDO GENERALE QUOTA

Dettagli

a cura di Teresa Zambon Segretario della Commissione Cassa di Previdenza e Welfare UNGDCEC e Delegato per l Ordine di Bologna

a cura di Teresa Zambon Segretario della Commissione Cassa di Previdenza e Welfare UNGDCEC e Delegato per l Ordine di Bologna ADEMPIMENTI CONTRIBUTIVI e PRESTAZIONI PREVIDENZIALI della CNPADC NUOVE MISURE A SOSTEGNO DELL ADEGUATEZZA a cura di Teresa Zambon Segretario della Commissione Cassa di Previdenza e Welfare UNGDCEC e Delegato

Dettagli

CUMULO DEGLI ASSEGNI DI INVALIDITA CON I REDDITI DEL BENEFICIARIO Articolo 1, comma 42, della legge 8 agosto 1995, n.

CUMULO DEGLI ASSEGNI DI INVALIDITA CON I REDDITI DEL BENEFICIARIO Articolo 1, comma 42, della legge 8 agosto 1995, n. Tabella F CUMULO DEGLI ASSEGNI DI INVALIDITA CON I REDDITI DEL BENEFICIARIO Articolo 1, comma 42, della legge 8 agosto 1995, n. 335 - Tabella G 1 LIMITI DI REDDITO Ammontare dei redditi Reddito superiore

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Messaggio 11 marzo 2016, n Liquidazione delle pensioni con decorrenza nell'anno 2016.

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Messaggio 11 marzo 2016, n Liquidazione delle pensioni con decorrenza nell'anno 2016. Istituto Nazionale Previdenza Sociale Messaggio 11 marzo 2016, n.1130 Liquidazione delle pensioni con decorrenza nell'anno 2016. Coefficienti di rivalutazione delle retribuzioni e dei redditi pensionabili

Dettagli

La Riforma del sistema previdenziale

La Riforma del sistema previdenziale La Riforma del sistema previdenziale Decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 Manovra del governo Monti Dal 1 gennaio 2012: introduzione del metodo contributivo di calcolo delle pensioni, secondo il meccanismo

Dettagli

RICONGIUNZIONE E TOTALIZZAZIONE: ISTRUZIONI PER L'USO

RICONGIUNZIONE E TOTALIZZAZIONE: ISTRUZIONI PER L'USO RICONGIUNZIONE E TOTALIZZAZIONE: ISTRUZIONI PER L'USO PREMESSA Il lavoratore libero professionista che abbia periodi di contribuzione presso altri enti previdenziali non sufficienti a garantire da soli

Dettagli

GLOSSARIO. Patronato INCA CGIL FLC CGIL

GLOSSARIO. Patronato INCA CGIL FLC CGIL GLOSSARIO INCA Sistema a ripartizione I contributi ontributi versati dal lavoratore e dal datore di lavoro agli Enti che erogano le prestazioni pensionistiche vengono utilizzati per pagare le pensioni

Dettagli

NON È GIUSTO! TFS/TFR: BASTA FARE CASSA CON I DIRITTI DEI LAVORATORI PUBBLICI

NON È GIUSTO! TFS/TFR: BASTA FARE CASSA CON I DIRITTI DEI LAVORATORI PUBBLICI TFS/TFR: BASTA FARE CASSA CON I DIRITTI DEI LAVORATORI PUBBLICI La liquidazione è un diritto di ogni lavoratore certo ed esigibile dal momento in cui cessa dal servizio Il datore di lavoro privato è tenuto

Dettagli

Riscatti e ricongiunzioni

Riscatti e ricongiunzioni INARCASSA: RISCATTI E RICONGIUNZIONI Silvia A. V. Fagioli REV 1 23_GENNAIO 2015 1 Riscatti e ricongiunzioni RISCATTO Aumenta l anzianità contributiva e/o la contribuzione utile al calcolo della pensione

Dettagli

Riforma del sistema pensionistico Informativa riepilogativa a seguito delle Istruzioni fornite dall INPS con circolare n.

Riforma del sistema pensionistico Informativa riepilogativa a seguito delle Istruzioni fornite dall INPS con circolare n. N.4/2008 Riforma del sistema pensionistico Informativa riepilogativa a seguito delle Istruzioni fornite dall INPS con circolare n. 60 del 15/5/2008 Il 29 dicembre 2007 è stata pubblicata nella Gazzetta

Dettagli

TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI INPDAP - Circolare n 5

TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI INPDAP - Circolare n 5 Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Centro Studi e Documentazione 00187 ROMA Via Piave 61 sito internet: www.flp.it Email: flp@flp.it tel. 06/42000358 06/42010899 fax. 06/42010628 Segreteria

Dettagli

Versamenti contributivi presso differenti Enti previdenziali in base all attività lavorativa Slide 3

Versamenti contributivi presso differenti Enti previdenziali in base all attività lavorativa Slide 3 Cumulo contributivo INDICE Versamenti contributivi presso differenti Enti previdenziali in base all attività lavorativa Slide 3 Tre istituti: ricongiunzione, totalizzazione e cumulo contributivo Slide

Dettagli

Riscattare la laurea, il servizio militare e il tirocinio professionale

Riscattare la laurea, il servizio militare e il tirocinio professionale Pagina 1 di 5 Pubblicato su CNPADC (http://www.cnpadc.it) Home > Stampa > Stampa Riscattare la laurea, il servizio militare e il tirocinio professionale Il Dottore Commercialista può riscattare periodi

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO LEGISLATIVO 2 febbraio 2006, n.42 Disposizioni in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi. (GU n. 39 del 16-2-2006) testo in vigore dal: 3-3-2006 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti

Dettagli

Riscatto, Ricongiunzione e Totalizzazione

Riscatto, Ricongiunzione e Totalizzazione Riscatto, Ricongiunzione e Totalizzazione Indice 1. La ricostituzione dei periodi assicurativi 2. Il riscatto (art. 12 27 RGP) 3. La Ricongiunzione (Legge n. 45/1990) 4. Efficacia previdenziale 5. La totalizzazione

Dettagli

Regolamento riscatti Art. 1 Art. 2 Art. 3

Regolamento riscatti Art. 1 Art. 2  Art. 3 Regolamento riscatti (art. 45 Statuto Inarcassa) Delibera Inarcassa del 23 aprile 1992, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 266 dell 11 novembre 1992, approvato dal Ministero del Lavoro e della Previdenza

Dettagli

s i l e n t i a n c o r a n o n ci s i a m o di Arvedo Marinelli Presidente Nazionale A.N.CO.T. Associazione Nazionale Consulenti Tributari

s i l e n t i a n c o r a n o n ci s i a m o di Arvedo Marinelli Presidente Nazionale A.N.CO.T. Associazione Nazionale Consulenti Tributari le pagine di ANCOT Contributi s i l e n t i a n c o r a n o n ci s i a m o Come è cambiata la pensione dei professionisti senza Albo nella Gestione Separata INPS. Rimane aperto il problema dei Contributi

Dettagli

Allegato 1 Tabella F

Allegato 1 Tabella F Allegato 1 Tabella F CUMULO DELLE PENSIONI AI SUPERSTITI CON I REDDITI DEL BENEFICIARIO Articolo 1, comma 41, della legge 8 agosto 1995, n. 335 - Tabella F 1 LIMITI DI REDDITO Ammontare dei redditi Reddito

Dettagli

Gli interessati, titolari di pensione, sono invitati a verificare limiti e condizioni; gli eredi dovranno presen

Gli interessati, titolari di pensione, sono invitati a verificare limiti e condizioni; gli eredi dovranno presen Gli interessati, titolari di pensione, sono invitati a verificare limiti e condizioni; gli eredi dovranno presen > 1) Documentazione (sito esterno) INPS, 25 giugno 2015, Circolare 125» Istituto Nazionale

Dettagli

1 - Premessa. Direzione centrale Prestazioni. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e

1 - Premessa. Direzione centrale Prestazioni. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e Direzione centrale Prestazioni Roma, 9 Dicembre 2008 Circolare n. 108 Allegati n. 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

La legge di stabilità 2016

La legge di stabilità 2016 PRIMA e DOPO La legge di stabilità 2016 Art. 24, comma 10, DL 201/2011 Art. 1, comma 113, L. 190 /2014) La pensione anticipata La pensione anticipata si consegue con un requisito contributivo uguale per

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 41 03.03.2016 Amianto, opzione donna e pensione anticipata: istruzioni dall INPS Categoria: Previdenza e Lavoro Sottocategoria:

Dettagli

Le novità del 2010 IL SISTEMA CONTRIBUTIVO

Le novità del 2010 IL SISTEMA CONTRIBUTIVO Le novità del 2010 La legge n. 247 del 23 luglio 2007 ha modificato in parte la disciplina pensionistica introdotta dalla legge n. 243 de 23 agosto 2004 (Legge Maroni); di seguito riportiamo una sintesi

Dettagli

Epigrafe. 1. Facoltà di ricongiunzione. 2. Modalità di ricongiunzione. 3. Esercizio della facoltà.

Epigrafe. 1. Facoltà di ricongiunzione. 2. Modalità di ricongiunzione. 3. Esercizio della facoltà. L. 5-3-1990 n. 45 Norme per la ricongiunzione dei periodi assicurativi ai fini previdenziali per i liberi professionisti. Pubblicata nella Gazz. Uff. 9 marzo 1990, n. 57. Epigrafe 1. Facoltà di ricongiunzione.

Dettagli

452-833. Gente di mare

452-833. Gente di mare 2207 676. - Circ. 18 febbraio 1998 n. 38. L. 27 dicembre 1997 n. 449, art. 59. Riflessi sulla normativa in materia pensionistica dei fondi sostitutivi ed integrativi dell assicurazione generale obbligatoria.

Dettagli

L Allineamento è un versamento contributivo aggiuntivo rispetto a quelli obbligatori che ha un duplice obiettivo:

L Allineamento è un versamento contributivo aggiuntivo rispetto a quelli obbligatori che ha un duplice obiettivo: ALLINEAMENTO L Allineamento è riscatto contributivo non obbligatorio che consente di allineare tutti gli importi corrisposti in precedenza al contributo più elevato L Allineamento è un versamento contributivo

Dettagli

a cura di Teresa Zambon Segretario della Commissione Cassa di Previdenza e Welfare UNGDCEC e Delegato per l Ordine di Bologna

a cura di Teresa Zambon Segretario della Commissione Cassa di Previdenza e Welfare UNGDCEC e Delegato per l Ordine di Bologna a cura di Teresa Zambon Segretario della Commissione Cassa di Previdenza e Welfare UNGDCEC e Delegato per l Ordine di Bologna 12 maggio 2016 Milano FINALITA DEL RISCATTO - ottenere una copertura previdenziale

Dettagli

A cura di Villiam Zanoni

A cura di Villiam Zanoni 1 FONDI SOSTITUTIVI FONDI ESCLUSIVI A.G.O. FONDI ESONERATIVI FONDI INTEGRATIVI Altre Casse 2 Computo Cumulo Totalizzazione Nuovo cumulo 3 4 DM n 282/1996 Norma di legge che regola il computo nella gestione

Dettagli

Documento sul regime fiscale

Documento sul regime fiscale FONDO PENSIONE DEL PERSONALE DOCENTE TECNICO ED AMMINISTRATIVO DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II E DELLA SECONDA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI NAPOLI Iscritto all albo COVIP sezione speciale

Dettagli

LA PREVIDENZA DI BASE (Le modifiche introdotte dal Decreto Monti)

LA PREVIDENZA DI BASE (Le modifiche introdotte dal Decreto Monti) LA PREVIDENZA DI BASE (Le modifiche introdotte dal Decreto Monti) pagina 1 INDICE INDICE: La Previdenza di base Evoluzione storica Iscrizione e contributi Gestione Speciale Commercianti Il procedimento

Dettagli

Decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 184

Decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 184 1 di 8 16/04/2012 15.16 Decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 184 Gazzetta Ufficiale 27 giugno 1997, n. 148 Attuazione della delega conferita dall'articolo 1, comma 39, della legge 8 agosto 1995, n. 335,

Dettagli

PENSIONI BREVE SINTESI RIFORME PENSIONISTICHE PRECEDENTI NOVITA MANOVRA Dlgs. N. 201/2011, Legge n. 214/2011 SALVA ITALIA

PENSIONI BREVE SINTESI RIFORME PENSIONISTICHE PRECEDENTI NOVITA MANOVRA Dlgs. N. 201/2011, Legge n. 214/2011 SALVA ITALIA Dipartimento Diritti PENSIONI 2012 BREVE SINTESI RIFORME PENSIONISTICHE PRECEDENTI NOVITA MANOVRA Dlgs. N. 201/2011, Legge n. 214/2011 SALVA ITALIA A cura del Responsabile Settore Previdenza, Ennio Bischetti

Dettagli

OGGETTO: Confluenza INPDAI - INPS. Pensioni successive al 1 gennaio 2003 per i dirigenti già iscritti all'inpdai. Modalità di calcolo.

OGGETTO: Confluenza INPDAI - INPS. Pensioni successive al 1 gennaio 2003 per i dirigenti già iscritti all'inpdai. Modalità di calcolo. Roma, 15 luglio 2003 Alle Aziende Associate Prot. n. 0114/03/F.2.5. Circ. n. 17572 L o r o S e d i OGGETTO: Confluenza INPDAI - INPS. Pensioni successive al 1 gennaio 2003 per i dirigenti già iscritti

Dettagli

FINALITA SOGGETTI LEGITTIMATI

FINALITA SOGGETTI LEGITTIMATI RICONGIUNZIONE 1 FINALITA Riconoscimento di un unico trattamento di pensione SOGGETTI LEGITTIMATI Iscritti alla Cassa o già iscritti 2 TIPI DI RICONGIUNZIONE - IN ENTRATA Ricongiunzione nella gestione

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile)

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) Anche questo anno qualche frecciata sulle pensioni. Ho quindi cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2014, in modo schematico e il più chiaro possibile.

Dettagli

Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività. Prime istruzioni.

Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività. Prime istruzioni. Direzione centrale delle Prestazioni Roma, 31-12-2007 Messaggio n. 30923 Allegati 2 OGGETTO: Legge 24 dicembre 2007, n. 247 Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e

Dettagli

Da quando ha effetto: 1 gennaio 2006 (sono fatte salve le domande presentata dal 1 gennaio 06).

Da quando ha effetto: 1 gennaio 2006 (sono fatte salve le domande presentata dal 1 gennaio 06). D.Lgs 2 febbraio 2006 n 42 pubblicato nella G.U. 16/2/06 (allegato 1) DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI attuazione della delega di cui all art.1, c.1, lettera d) e comma

Dettagli

CITTÀ DI CARMAGNOLA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 13

CITTÀ DI CARMAGNOLA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 13 COPIA CITTÀ DI CARMAGNOLA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 13 OGGETTO: Dipendente Sig. Gianfranco Curletti - Conservatore Entomologo presso la Ripartizione Agricoltura,

Dettagli

OGGETTO: Articolo 5, commi da 1 a 4, del decreto legge 2 luglio 2007, n.81, convertito con modificazioni nella legge 3 agosto 2007, n.127.

OGGETTO: Articolo 5, commi da 1 a 4, del decreto legge 2 luglio 2007, n.81, convertito con modificazioni nella legge 3 agosto 2007, n.127. Direzione Centrale Prestazioni Roma, 8 Ottobre 2007 Circolare n. 119 Allegati 2 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali

Dettagli

SOMMARIO: Misura delle aliquote contributive e di computo in vigore dal 1 gennaio 2006 per gli iscritti alla Gestione separata.

SOMMARIO: Misura delle aliquote contributive e di computo in vigore dal 1 gennaio 2006 per gli iscritti alla Gestione separata. Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale delle Prestazioni Roma, 1 Febbraio 2006 Circolare n. 11 Allegati 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Riforma Pensioni 2012

Riforma Pensioni 2012 Riforma Pensioni 2012 DL 6 dicembre 2011, n. 201 Articolo 24 convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 Decreto ministero economia e finanze 6 dicembre 2011 DL 29 dicembre 2011, n. 216 convertito

Dettagli

PREMESSA. Direzione Centrale delle Prestazioni. Coordinamento Generale STATISTICO ATTUARIALE

PREMESSA. Direzione Centrale delle Prestazioni. Coordinamento Generale STATISTICO ATTUARIALE Direzione Centrale delle Prestazioni Coordinamento Generale STATISTICO ATTUARIALE Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Roma, 7 Giugno 2002 Circolare n. 108 Allegati 5 Ai Dirigenti

Dettagli

Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS). La previdenza dei Magistrati.

Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS). La previdenza dei Magistrati. In questa sezione pubblichiamo informazioni che chiariscono le regole previste per la composizione e l effettivo funzionamento delle maggiori Gestioni pensionistiche amministrate dall Istituto. Questo

Dettagli

COPIA FINALE PER PRESENTAZIONE EMENDAMENTI STATUTO

COPIA FINALE PER PRESENTAZIONE EMENDAMENTI STATUTO COPIA FINALE PER PRESENTAZIONE EMENDAMENTI STATUTO Testo vigente Bozza finale Emendamenti Art. 22 - Contributo soggettivo Art. 22 - Contributo soggettivo Art. 22 - Contributo soggettivo 22.1 - Il contributo

Dettagli

Roma, 07/10/2008 Prot. n. 0054528 A tutto il Personale SEDE

Roma, 07/10/2008 Prot. n. 0054528 A tutto il Personale SEDE Roma, 07/10/2008 Prot. n. 0054528 A tutto il Personale SEDE Oggetto: L. n. 247/2007 - Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività per favorire l equità e

Dettagli

Roma, 08/01/2008. e, p.c.

Roma, 08/01/2008. e, p.c. istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 08/01/2008

Dettagli

Totalizzazione periodi assicurativi: la circolare dell Inps Giuseppe Rodà Esperto in materia previdenziale

Totalizzazione periodi assicurativi: la circolare dell Inps Giuseppe Rodà Esperto in materia previdenziale Articoli Totalizzazione periodi assicurativi: la circolare dell Inps Giuseppe Rodà Esperto in materia previdenziale 66 Dal 1 gennaio 2008 la totalizzazione gratuita scatta anche con lo scaglione contributivo

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 6 agosto 2013, n.120

Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 6 agosto 2013, n.120 www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 6 agosto 2013, n.120 Legge 24 dicembre 2012, n. 228: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello

Dettagli

Sindacato Padano - SIN. PA.

Sindacato Padano - SIN. PA. Schede informative: PREVIDENZA - La pensione Dopo il Decreto Salva Italia Monti - Legge n. 214/2011 Dal 2012 la riforma previdenziale impone un sistema fondato su due pilastri: la nuova pensione di vecchiaia

Dettagli

La riforma della previdenza obbligatoria

La riforma della previdenza obbligatoria La riforma della previdenza obbligatoria Le novità della legge Monti - Fornero Dott. Marco Sala Milano, 15 aprile 2013 1 Popolazione Italiana 60.626.400 Forza lavoro 25.115.000 2 Pensioni erogate in Italia

Dettagli

Norme per la ricongiunzione dei periodi assicurativi ai fini previdenziali per i liberi professionisti

Norme per la ricongiunzione dei periodi assicurativi ai fini previdenziali per i liberi professionisti CIRCOLARE N. 71/91 - LEGGE N. 45/90 (emanata dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale in data 14.05.1991) Norme per la ricongiunzione dei periodi assicurativi ai fini previdenziali per i liberi

Dettagli

CAMBIANO I REQUISITI DI ACCESSO ALLA PENSIONE DAL 2012

CAMBIANO I REQUISITI DI ACCESSO ALLA PENSIONE DAL 2012 CAMBIANO I REQUISITI DI ACCESSO ALLA PENSIONE DAL 2012 Introduzione del pro-rata contributivo: Le quote di pensione relative alle anzianità contributive maturate a decorrere dal 1 gennaio 2012, saranno

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

Trattamento di Previdenza del clero secolare. Ufficio Sacerdoti I.D.S.C. Milano

Trattamento di Previdenza del clero secolare. Ufficio Sacerdoti I.D.S.C. Milano Trattamento di Previdenza del clero secolare Ufficio Sacerdoti I.D.S.C. Milano Premessa Il trattamento di previdenza del clero secolare e dei ministri di culto delle confessioni religiose diverse dalla

Dettagli

Circolare N. 17 del 7 Febbraio 2017

Circolare N. 17 del 7 Febbraio 2017 Circolare N. 17 del 7 Febbraio 2017 Contributi volontari: modalità di determinazione per il 2017 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la recente circolare n. 12 dell 27.1.2017,

Dettagli

DOCUMENTO SULLE RENDITE

DOCUMENTO SULLE RENDITE DOCUMENTO SULLE RENDITE Aggiornato al 9/12/2015 Per l erogazione della rendita COMETA ha stipulato, al termine della selezione prevista dalla normativa, una convenzione assicurativa, in vigore fino al

Dettagli

REQUISITI DI ETA E DI CONTRIBUZIONE PER LA PENSIONE DI VECCHIAIA:

REQUISITI DI ETA E DI CONTRIBUZIONE PER LA PENSIONE DI VECCHIAIA: 1. L ASSICURAZIONE INVALIDITA VECCHIAIA E SUPERSTITI DEI LAVORATORI DIPENDENTI. I REQUISITI PER IL DIRITTO ALLE PRESTAZIONI PENSIONISTICHE E I PARA- METRI PER IL LORO CALCOLO 1.1. - REQUISITI DI ETA E

Dettagli

Direzione Centrale delle Entrate Contributive. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e

Direzione Centrale delle Entrate Contributive. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e Direzione Centrale delle Entrate Contributive Roma, 7 Marzo 2007 Circolare n. 54 Allegati 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con Visto l articolo 1, comma 284, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, che detta una disciplina intesa ad agevolare il passaggio al lavoro a tempo parziale del personale dipendente del settore privato in

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 9 DEL 19/01/2016. SETTORE Organizzazione Interna

DETERMINAZIONE N. 9 DEL 19/01/2016. SETTORE Organizzazione Interna Citta' Metropolitana di Firenze DETERMINAZIONE N. 9 DEL 19/01/2016 SETTORE Oggetto: COLLOCAMENTO A RIPOSO D'UFFICIO DEL DIPENDNTE FELICE PIETRO PASQUALE, PER SUPERATI LIMITI ORDINAMENTALI Responsabile

Dettagli

Trattamento di Fine servizio e Trattamento di Fine Rapporto

Trattamento di Fine servizio e Trattamento di Fine Rapporto Trattamento di Fine servizio e Trattamento di Fine Rapporto di Alberto Forti A tutti i dipendenti pubblici assunti con contratto a tempo indeterminato prima del 31 dicembre 2000 l INPDAP eroga la cosiddetta

Dettagli

NORMATIVA E DISPOSIZIONI OPERATIVE IN MATERIA PREVIDENZIALE

NORMATIVA E DISPOSIZIONI OPERATIVE IN MATERIA PREVIDENZIALE NORMATIVA E DISPOSIZIONI OPERATIVE IN MATERIA PREVIDENZIALE Considerata la moltitudine di norme e di disposizioni operative in materia previdenziale che hanno sostanzialmente modificato, nel corso del

Dettagli

Vademecum sui requisiti per l'accesso alla pensione di vecchiaia - Archivio News -

Vademecum sui requisiti per l'accesso alla pensione di vecchiaia - Archivio News - 25/03/2011 Precedentemente alla riforma delle pensioni del 1995, i requisiti per l accesso alla pensione di vecchiaia erano stabiliti dall art. 2 l. 503/1992 (c.d. Riforma Amato). Art. 2 l. 503/1992 Riforma

Dettagli

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2011

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2011 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 10 12 FEBBRAIO 2011 Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, Messaggio n OGGETTO: Cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo.

Direzione Centrale Pensioni. Roma, Messaggio n OGGETTO: Cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo. Direzione Centrale Pensioni Roma, 20-07-2009 Messaggio n. 16380 OGGETTO: Cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo. 1 - PREMESSA L'articolo 10 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n.

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile)

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) Anche questo anno ho cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2017, in modo schematico e il più chiaro possibile. Non ho preso in considerazione

Dettagli

Direzione Centrale Entrate

Direzione Centrale Entrate Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Roma, 17/05/2010 Circolare n. 65 Allegati n. 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali

Dettagli