I SERVIZI OFFERTI INFORMAZIONI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I SERVIZI OFFERTI INFORMAZIONI"

Transcript

1 PUNTO NUOVA IMPRESA

2 Punto Nuova Impresa Punto Nuova Impresa è un servizio gratuito mirato e pratico di supporto agli aspiranti imprenditori e lavoratori autonomi nel compiere scelte meditate e consapevoli per avviare attività competitive in grado di reggere sul mercato. I SERVIZI OFFERTI Punto Nuova Impresa offre INFORMAZIONI su: PROCEDURE si forniscono tutte le informazioni burocratiche e amministrative e sulle spese da sostenere necessarie per avviare una nuova iniziativa imprenditoriale o di lavoro autonomo, indicando tutti gli adempimenti da soddisfare per ogni tipo di attività, gli atti autorizzativi richiesti, gli enti abilitati al rilascio, i riferimenti di legge. FINANZIAMENTI si forniscono informazioni sulle possibilità di finanziamento a livello nazionale e regionale per avviare nuove attività in proprio SCELTA DELLA FORMA GIURIDICA si illustrano vantaggi e svantaggi delle varie tipologie giuridiche al fine di orientare l aspirante imprenditore nella scelta della forma giuridica più adatta all attività che si intende avviare PIANO D IMPRESA (BUSINESS PLAN) si forniscono le prime essenziale indicazioni utili per la redazione del proprio piano d impresa, strumento indispensabile per accedere alle agevolazioni finanziarie, ma soprattutto per pianificare adeguatamente una nuova attività che possa nascere e crescere sana e competitiva. Gli sportelli Punto Nuova Impresa sono presso le sedi Formaper di: MILANO Via Santa Marta, 18 Tel. 02/ Fax 02/ MONZA Piazza Cambiaghi, 5 Tel. 039/ Fax 039/

3 Colloquio di gruppo Business Plan Cenni su forme giuridiche Cenni su burocrazia Finanziamenti (come funzionano) Colloquio individuale Approfondimento Business Idea Forme giuridiche Passi burocratici Finanziamenti disponibili Assistenza personalizzata Consulenza a pagamento su aspetti specifici legati alla Business-idea Catalogo Corsi Formaper 3

4 finanziamenti concorrenti soci l imprenditore e l Idea mercato VOGLIO METTERMI IN PROPRIO! profitto COSA DEVO FARE?? organizzazione clienti capitali

5 Demografia delle imprese, qualche dato. 5

6 Demografia delle imprese, qualche dato. 6

7 Demografia delle imprese, qualche dato. 7

8 Demografia delle imprese, qualche dato. 8

9 Demografia delle imprese, qualche dato. 9

10 Demografia delle imprese, qualche dato. 10

11 Demografia delle imprese, qualche dato. 11

12 Numero di imprese per forma giuridica in Italia Anno 2013 (1 di 2) 12

13 di cui imprese artigiane (2 di 2) 13

14 Il percorso al mettersi in proprio L IDEA LE PROCEDURE BUROCRATICHE LE FORME GIURIDICHE COME FINANZIARE LO START UP BUSINESS PLAN 14

15 L IDEA Conoscere se stessi è conoscere gli altri - Proverbio cinese Una delle prime attività in qualsiasi esercizio di pianificazione è quella di considerare attentamente la propria situazione attuale. Le core competence: ovvero ciò che si sa far meglio, laddove si possiedono skill, conoscenze ed esperienze specifiche. Identificarle significa focalizzare la forza dominante che guiderà l attività. VISION: Verso cosa si va MISSION: Cosa si cerca di raggiungere adesso. FILOSOFIA: Come ci si comporterà lungo la strada.

16 IL BUSINESS I PLAN Il Business Plan è un documento che: Descrive il progetto imprenditoriale in termini di strategia competitiva e risultati attesi; Descrive in modo efficace le caratteristiche dell impresa; Favorisce l analisi di mercato evidenziando le opportunità e le minacce; Permette di focalizzare al meglio gli obiettivi e le strategie di impresa; Evidenzia i punti di forza e di debolezza dell impresa; Consente una valutazione di fattibilità del piano, componendosi di una parte qualitativa ed una quantitativa. Il Business Plan definisce il metodo per condurre un attività specifica in un determinato periodo di tempo ed è uno strumento di presentazione, analisi ed apprendimento. 16

17 PERCHE REALIZZARE UN BUSINESS PLAN Analizzare e verificare la fattibilità Determinare una strategia Comprendere il rischio Costruire una guida a supporto dell impresa; Creare una documentazione dettagliata da fornire ad un finanziatore sulla realtà aziendale attuale e le prospettive future. Cosa vogliono sapere i finanziatori? 1. La validità del progetto (prodotti/servizi che si intende offrire al mercatotarget); 2. Il rendimento, inteso come remunerazione del capitale di rischio; 3. Il piano di rientro, cioè la capacità dell azienda di rifondare il capitale prestato maggiorato degli interessi in tempi prestabiliti; 4. Eventuali garanzie collaterali che si è in grado di fornire.

18 A chi è rivolto il BUSINESS PLAN Soggetto imprenditore Potenziali clienti e/o fornitori Potenziali finanziatori Banca Finanziamenti pubblici Altri soci 18

19 LA STRUTTURA DEL BUSINESS PLAN PARTE INTRODUTTIVA PARTE ANALISI DEL MERCATO PARTE TECNICO OPERATIVA PARTE MONETARIA Descrizione dell idea Analisi di fattibilità Analisi organizzazione Previsione economico finanziaria Attitudini Aspirazioni Motivazioni Creatività Studi esperienze Macroambiente Mercato Settore Concorrenza Clienti Prodotti Punti di forza e debolezza Attività organizzativa Logistica Localizzazione Procedure burocratiche Forma giuridica Contabilità Bilancio preventivo Tutte le informazioni su

20 Mettersi in proprio Attività d impresa Attività di lavoro autonomo

21 Attività d impresa, l imprenditore art c.c. 21

22 Le attività economiche art c.c. 22

23 Attività d impresa - art Quindi, affinché ci sia impresa devono ricorrere le seguenti condizioni: 1. esercizio di un attività economica rivolta alla produzione o allo scambio di beni e servizi (ovvero un attività diretta alla creazione di nuova ricchezza, non solo attraverso la produzione di beni, ma anche aumentando il valore di quelli esistenti ad esempio commercializzandoli ) 2. l organizzazione dell attività (quando è svolta attraverso un azienda = insieme di macchinari, impianti, attrezzature, locali, arredi, ma anche attraverso l ausilio di risorse umane) 3. la professionalità, l esercizio abituale e prevalente dell attività.

24 Attività di lavoro autonomo/professionale Lavoratore autonomo (art. 2222) Esercizio arti e professioni Professioni protette Professioni libere

25 Attività di lavoro autonomo art Autonoma è ogni attività lavorativa che prevede: esecuzione, contro corrispettivo, di un opera o di un servizio con lavoro prevalentemente proprio senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente Il lavoro autonomo si differenzia dall impresa principalmente per l assenza di una significativa organizzazione, cioè di un azienda

26 Scegliere la forma giuridica La scelta della forma giuridica dipende da una serie di fattori che devono essere analizzati per effettuare una scelta conveniente: 1. conoscenza delle caratteristiche di ogni specifica forma giuridica; 2. considerazione della dimensione probabile che caratterizzerà l impresa nei suoi primi 3 5 anni di vita (in ogni caso è possibile in qualsiasi momento cambiare ma ciò può comportare spese evitabili se si effettua una opportuna scelta iniziale); 3. considerazione dell effettivo grado di rischio legato all attività imprenditoriale: prevale il rischio di perdere molto denaro o quello di perdere tempo con un limitato impiego di capitali più è alto il rischio di perdere denaro e più è preferibile la forma di società di capitali; 4. considerazione del numero di persone che saranno coinvolte in qualità di socio nel progetto imprenditoriale: in linea di principio più è alto e più è preferibile la forma di società di capitali; 5. considerazione dei costi di costituzione (da sostenere una tantum ) e dei costi di gestione annuale: per entrambe le categorie di costi l ammontare complessivo aumenta col crescere della complessità della forma giuridica e pertanto la ditta individuale è quella più economica mentre le società di capitali sono le più onerose. 26

27 Le forme giuridiche da solo. Ditta individuale S.R.L. unipersonale società a responsabilità limitata S.P.A. unipersonale Società per azioni Impresa familiare con altri S.S. società semplice S.N.C. società in nome collettivo S.A.S. società in accomandita semplice S.R.L. società a responsabilità limitata S.R.L.S. società a responsabilità limitata semplificata S.P.A. Società per azioni S.A.P.A. Società in accomandita per azioni SS.c.a.r.l. Società cooperativa a responsabilità limitata 27

28 Un primo confronto. DITTA INDIVIDUALE SOCIETA Forma più semplice ed economica Fa capo ad una sola persona Tutta la responsabilità è illimitatamente a carico del solo imprenditore Permette di prendere decisioni più rapidamente.. Permette di condividere con altri la responsabilità e il rischio Permette di condividere con altri le decisioni Permette di reperire maggior denaro attraverso i soci..nonché competenze e lavoro.. E più costosa,sia per costituirla sia per gestirla contabilmente

29 Banca Notaio Agenzia delle Entrate SOCIETA DI CAPITALI SOCIETÀ DI PERSONE IMPRESA PERSONE INDIVIDUALE Camera di Commercio INDIVIDUALE Inps e Inail Comune Versamento Versamento capitale 25% capitale sociale sociale Atto costitutivo Apertura Partita Iva Iscrizione Registro Imprese ed eventuale iscrizione agli Albi Apertura posizione SCIA COMUNICAZIONE UNICA UNICA 29

30 PROCEDURE BUROCRATICHE PER L AVVIO ATTIVITA IMPRESA INDIVIDUALE Diritti camerali di iscrizione al Registro Imprese* 18,00 Diritto annuale CCIAA (SEZIONE SPECIALE) 88,00 Diritto annuale CCIAA (SEZIONE ORDINARIA) 200,00 IMPRESA FAMILIARE Diritti camerali di iscrizione al Registro Imprese* 18,00 Diritto annuale CCIAA 88,00 SOCIETA' DI PERSONE Diritti camerali di iscrizione al Registro Imprese* 90,00 Diritto annuale CCIAA 200,00 SOCIETA' DI CAPITALI* Diritti camerali di iscrizione al Registro Imprese 90,00 Diritto annuale CCIAA 200,00 COOPERATIVE E CONSORZI Diritti camerali di iscrizione al Registro Imprese* 90,00 Diritto annuale CCIAA 200,00 ISCRIZIONE ALBO ARTIGIANI Diritti camerali di iscrizione all'albo* 90,00 *All importo bisogna aggiungere l imposta di bollo e l eventuale Tassa di Concessione Governativa Cos'è il diritto annuale? Il diritto annuale è un tributo che tutte le imprese iscritte nel Registro delle Imprese devono versare ogni anno a favore della Camera di Commercio competente (L. 580/93 Art. 18). La misura del diritto annuale è stabilita annualmente con decreto interministeriale. Generalmente, all'avvicinarsi della scadenza, le Camere di Commercio inviano alle imprese una comunicazione con gli importi e le modalità di pagamento.

31 COMUNICAZIONE UNICA Dal 1 Aprile 2010 la Comunicazione Unica è l'unica modalità possibile per creare una nuova impresa o comunicare variazioni di imprese già esistenti. ComUnica permette di ottemperare agli obblighi di legge verso Camere di Commercio, INPS, INAIL e Agenzia delle Entrate, inoltrando la comunicazione unica ad un solo destinatario che si fa carico di trasmettere agli altri Enti le informazioni di competenza di ciascuno. 31

32 Mezzi propri Banca Finanziamenti pubblici/contributi fondo perduto Altro (es. ricerca soci, business angels, ecc.) 32

33 I Finanziamenti pubblici L approccio all aiuto pubblico risulta spesso errato. E diffusa infatti l idea per cui l ente pubblico regala soldi agli aspiranti imprenditori solo per il fatto che questi decidano di avviare un attività. Ma non è così. E bene ricordare che il finanziamento pubblico deve essere considerato come un di più, un aiuto a prescindere dal quale l impresa deve comunque svolgere la propria attività contando solo ed unicamente sulle proprie forze. Subordinare l avvio della propria attività o la realizzazione di un investimento mirato all ottenimento di un contributo pubblico può infatti voler dire attendere diversi mesi prima di poter mettere in pratica il proprio progetto d impresa, se non addirittura non riuscire a partire mai, precludendosi così l opportunità di realizzare la propria business idea nei tempi e nei modi desiderati. 33

34 Un modo semplice per monitorare i bandi di finanziamento e trovare quello più adatto alle nostre esigenze Focalizziamo da subito la nostra attenzione sui seguenti 3 articoli Soggetti beneficiari Spese ammissibili Tipologia di aiuto 34

35 Forme di aiuto Contributi in conto esercizio Contributi in conto capitale Finanziamenti agevolati Contributi in conto interessi Benefici concessi alle imprese a fronte delle spese di gestione/funzionamento dalle stesse sostenute. Finalizzati genericamente all incremento dei mezzi patrimoniali dell impresa. Finanziamenti a medio e lungo termine concessi dall amministrazione competente ad un tasso d interesse agevolato. Beneficio concesso a fronte di un finanziamento stipulato dall impresa richiedente con gli istituti di credito. Garanzie su prestiti Beneficio per l impresa di una maggiore capacità di accesso al credito bancario e/o ad un minor onere finanziario in relazione allo stesso.

36 Procedure di erogazione degli aiuti Procedura automatica Procedura valutativa - a graduatoria - a sportello Procedura negoziale Non è prevista attività istruttoria di ordine tecnico, economico e finanziario. Sono verificate la completezza e regolarità delle domande. Viene rispettato l ordine cronologico di presentazione delle domande. E prevista attività istruttoria di ordine tecnico, economico e finanziario. Nella procedura a graduatoria la selezione delle iniziative ammissibili è effettuata mediante valutazione comparata. Nella procedura a sportello l istruttoria delle domande è effettuata in base all ordine cronologico di presentazione delle stesse. Applicabile alle iniziative complesse di programmazione concertata. L attività istruttoria sarà condotta sulla base delle indicazioni e dei principi applicati per il procedimento valutativo. L iter si conclude con l emissione di un provvedimento di concessione delle agevolazioni o con la sottoscrizione, tra le parti interessate, di un contratto.

37 SITOLOGIA MONITORAGGIO BANDI

38 Bando Start up e Re-start Regione Lombardia Finalità Con questo Bando, Regione Lombardia intende favorire la nascita di nuove imprese e il rilancio di quelle esistenti mediante finanziamenti e contributi a fondo perduto. Dotazione finanziaria di ,00 Soggetti beneficiari Start up Aspiranti imprenditori: che completino l iscrizione al registro delle imprese entro 90 gg dal decreto di approvazione dell elenco dei Business Plan ammessi Start up innovative: iscritte nell apposita sezione speciale del Registro delle Imprese Mpmi: iscritte al Registro delle imprese da non più di 24 mesi dalla data di presentazione on line della domanda 38

39 Soggetti beneficiari Re Start Mpmi: iscritte al Registro delle imprese da non più di 24 mesi dalla data di presentazione on line della domanda : a)impresa preesistente attraverso la costituzione di nuova impresa (Newco) o lo sviluppo di un area aziendale (spin off) b)in forma cooperativa da lavoratori espulsi dal mondo del lavoro e/o da cooperative che rilevano attività in dismissione Impresa sociale: costituita da non più di 24 mesi, con l obiettivo di riconversione totale o parziale di aziende in crisi PMI: che da non più di 24 mesi dalla data di presentazione on line della domanda, hanno attivato o attiveranno un rapporto di collaborazione con un soggetto terzo che assume/assumerà un ruolo di responsabilità all interno dell impresa che ha sottoscritto/sottoscriverà e versato/verserà a titolo di capitale sociale un importo minimo di PMI con un piano di rilancio aziendale - ai sensi del decreto 7623 del 7 agosto 2013 Tutte le tipologie di soggetti beneficiari devono avere almeno una sede operativa in Lombardia. 39

40 Il bando prevede le seguenti fasi d intervento: - Business Plan: presentazione e valutazione dei Business plan - Programmi d investimento: presentazione e valutazione dei programmi d investimento richiesta minimo massimo tasso pari allo 0,5% minimo 3 anni massimo 7 anni, fino ad 1 anno di preammortamento Spese ammissibili: impiantistica generale e costi assimilati all avvio di attività; beni strumentali/attrezzature/macchinari/impianti/arredi finalizzati all avvio o al rilancio di attività; spese di comunicazione compreso il sito internet; spese di personale fino ad un massimo del 50% del totale d investimento ammissibile; acquisto di automezzi necessari al ciclo produttivo (esclusi mezzi per trasporto terzi); acquisto marchi, brevetti, licenze di produzione, licenze di software; costi sostenuti per garanzie nel periodo del programma d investimento. - Servizi di affiancamento presentazione e valutazione della richiesta dei servizi di affiancamento. Ogni impresa può chiedere al massimo a fondo perduto sulle seguenti voci di spesa: Logistica: incubazione, affitto logistica, affitto spazi di laboratorio, affitto di strumentazione. Consulenza per l acquisizione, il consolidamento, l espansione, il rilancio d impresa di natura gestionale, amministrativa e organizzativa. 40

41 Modalità di presentazione La domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente on line a partire dalle ore del 24 ottobre2013 al seguente indirizzo telematico: Per le imprese il cui business plan sarà valutato ammissibile verrà riconosciuto un ulteriore bonus a fondo perduto forfettario di 5.000,00. 41

42 DOTE UNICA LAVORO REGIONE LOMBARDIA Formaper è Ente accreditato da Regione Lombardia per erogare servizi gratuiti attraverso la DOTE UNICA LAVORO. Destinatari: inoccupati con età non superiore ai 29 anni, disoccupati, in mobilità, con attività in proprio in partenza entro 6 mesi. Servizi gratuiti offerti: CREAZIONE D IMPRESA/LAVORO AUTONOMO Orientamento e assistenza specialistica per la definizione del progetto di autoimprenditorialità Supporto nell iter burocratico amministrativo per l avvio dell attività in proprio Informazioni per l individuazione di eventuali forme di finanziamento Corsi di formazione per accrescere le competenze professionali/imprenditoriali. Per informazioni: Tel. Segreteria Dote Formaper Tel. 02/

43 GARANZIA GIOVANI COS E GARANZIA GIOVANI La Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Con questo obiettivo sono stati previsti dei finanziamenti per i Paesi Membri con tassi di disoccupazione superiori al 25%, che saranno investiti in politiche attive di orientamento, istruzione e formazione e inserimento al lavoro, a sostegno dei giovani che non sono impegnati in un'attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo (Neet - Not in Education, Employment or Training). DESTINATARI Giovani tra i 15 e i 29 anni, residente in Italia cittadino comunitario o straniero extra UE, regolarmente soggiornante non impegnato in un attività lavorativa né inserito in un corso scolastico o formativo. 43

44 GARANZIA GIOVANI FORMAPER PER I GIOVANI CHE VOGLIONO METTERSI IN PROPRIO Per i giovani fino a 29 anni, sono previsti servizi gratuiti in grado di rispondere ai diversi bisogni in fase di startup e nelle fasi successive. Dopo le azioni preliminari, informative e di consulenza, sarà proposto un percorso mirato che si svolgerà nelle seguenti fasi: formazione per il business plan (il documento che sintetizza le caratteristiche del progetto imprenditoriale) assistenza personalizzata per la stesura del business plan supporto all'accesso al credito e alla finanziabilità servizi a sostegno della costituzione dell'impresa sostegno allo startup. 44

45 GARANZIA GIOVANI COME ADERIRE Per aderire al programma devi registrarti al portale regionale Ti verrà chiesto di individuare un operatore accreditato (tra cui Formaper) presso cui richiedere di fruire dei servizi Terminata la compilazione, riceverai una mail di conferma alla tua casella di posta; una copia verrà inviata all operatore. In seguito sarà possibile accedere alle misure previste dal Programma e gli interessati saranno ricontattati. Per informazioni: Tel. 02/

46 I SERVIZI FORMAPER PER CREARE IMPRESA Formazione Assistenza personalizzata 46

47 CATALOGO CORSI E SEMINARI 2014 CREARE IMPRESA METTERSI IN PROPRIO 27 gennaio 21 febbraio 7 marzo 10 ottobre 7 novembre Seminario di 8 ore (ore 9,00/18,00) - Euro 100,00 + IVA EXPÒ 2015: OPPORTUNITÀ PER NUOVI BUSINESS 13 febbraio 4 giugno 11 novembre Seminario di 8 ore (ore 9,00/18,00) + 1 ora di assistenza personalizzata on line - Euro 130,00 + IVA COME FARE UN PIANO DI IMPRESA 26, 27, 28* marzo 10, 11, 12* dicembre Seminario di 20 ore (ore 9,00/18,00 - * ore 9,00/13,00) Euro 180,00 + IVA IMPARARE A VENDERE 3, 4 aprile 2, 3 dicembre Seminario di 16 ore (ore 9,00/18,00) - Euro 150,00 + IVA COME VALUTARE LE POTENZIALITÀ DI UN MERCATO 10*, 11 aprile 20*, 21 novembre Seminario di 12 ore (*ore 14,00/18,00 - ore 9,00/18,00) - Euro 120,00 + IVA ASPETTI GIURIDICI, FISCALI E CONTABILI ED I PRINCIPALI CONTRATTI DI LAVORO PER LA CREAZIONE DI IMPRESA 28 *, 29 aprile Seminario di 12 ore (*ore 14,00/18,00 - ore 9,00/18,00) - Euro 120,00 + IVA METTERSI IN PROPRIO NEL FRANCHISING 9 maggio Seminario di 8 ore (ore 9,00/18,00) - Euro 100,00 + IVA OPPORTUNITÀ DI BUSINESS REALE E DIGITALE CON LINKEDIN, FACEBOOK, I SOCIAL NETWORK E L MARKETING 20, 27 maggio 18, 25 novembre Seminario di 16 ore (ore 9,00/18,00) + 1 ora di assistenza personalizzata on line - Euro 180,00 + IVA CREA LA TUA IMPRESA NEL SETTORE SPETTACOLO ED EVENTI CULTURALI 23, 24 ottobre Seminario di 16 ore (ore 9,00/18,00) - Euro 150,00 + IVA 47

48 ASSISTENZA PERSONALIZZATA PER L'ASPIRANTE IMPRENDITORE PERCORSO BUSINESS PLAN N. ore di assistenza personalizzata: 6 ore - Euro 320,00+IVA ISCRIZIONI: CAMERA DI COMMERCIO (COMUNICAZIONE UNICA) N. ore di assistenza personalizzata: 1 ora - Euro 60,00+IVA GLI ADEMPIMENTI BUROCRATICI, AUTORIZZAZIONI, LICENZE PER L'AVVIO DELL'ATTIVITÀ N. ore di assistenza personalizzata: 2 ore - Euro 120,00+IVA VERIFICA DELL'IDEA E DEL PROGETTO DI IMPRESA N. ore di assistenza personalizzata: 2 ore - Euro 120,00+IVA SCELTA DELLA FORMA GIURIDICA E GLI OBBLIGHI CIVILISTICI, CONTABILI, FISCALI E L'EVENTUALE RESPONSABILITÀ DEI SOCI N. ore di assistenza personalizzata: 2 ore - Euro 120,00+IVA RICERCA DI MERCATO: STRUMENTI E METODOLOGIA N. ore di assistenza personalizzata: 4 ore - Euro 220,00+IVA INDIVIDUAZIONE FONTI DI FINANZIAMENTO E SUPPORTO NELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA N. ore di assistenza personalizzata: 6 ore - Euro 320,00+IVA Per richiedere questo servizio, contattare la Segreteria Corsi Formaper Tel. 02/

49 I SERVIZI FORMAPER PER FREE LANCE Formazione Assistenza personalizzata 49

50 CATALOGO SEMINARI 2014 DIVENTA FREE LANCE LA GESTIONE DELL'OFFERTA ED IL RAPPORTO CON I FORNITORI 1 aprile 21 ottobre Seminario di 4 ore (ore 9,00/13,00) - Euro 80,00 + IVA PROFESSIONISTA E FREE LANCE ON LINE 3 aprile 30 settembre Seminario di 4 ore (ore 9,00/13,00) - Euro 80,00 + IVA RAPPORTO CON LE BANCHE E CASH FLOW 8 aprile 28 ottobre Seminario di 4 ore (ore 9,00/13,00) - Euro 80,00 + IVA PRICE MANAGEMENT: VALORIZZAZIONE DELLA PRESTAZIONE E DETERMINAZIONE DEL PREZZO 17 aprile 25 settembre Seminario di 4 ore (ore 9,00/13,00) - Euro 80,00 + IVA TRATTATIVA COMMERCIALE E NEGOZIAZIONE 29 aprile 14 ottobre Seminario di 4 ore (ore 9,00/13,00) - Euro 80,00 + IVA TIME MANAGEMENT 12 giugno 11 dicembre Seminario di 4 ore (ore 9,00/13,00) - Euro 80,00 + IVA FISCALITÀ DEL PROFESSIONISTA 17 giugno 20 novembre Seminario di 4 ore (ore 9,00/13,00) - Euro 80,00 + IVA IL MARKETING DEI SERVIZI E APPROCCIO AL CLIENTE 19 giugno 13 novembre Seminario di 4 ore (ore 9,00/13,00) - Euro 80,00 + IVA 50

51 ASSISTENZA PERSONALIZZATA PER FREE LANCE PERCORSO PIANO PROFESSIONALE N. ore di assistenza personalizzata: 6 ore - Euro 320,00+IVA ISCRIZIONI OBBLIGATORIE: AGENZIA DELLE ENTRATE; INPS, IVA N. ore di assistenza personalizzata: 1 ora - Euro 60,00+IVA VERIFICA DELL'IDEA E DEL PROGETTO DI ATTIVITÀ AUTONOMA N. ore di assistenza personalizzata: 2 ore - Euro 120,00+IVA LAVORO AUTONOMO: OBBLIGHI CIVILISTICI, CONTABILI E FISCALI N. ore di assistenza personalizzata: 2 ore - Euro 120,00+IVA STRATEGIA DI MARKETING PER LA DEFINIZIONE DELL'OFFERTA N. ore di assistenza personalizzata: 4 ore - Euro 220,00+IVA INDIVIDUAZIONE FONTI DI FINANZIAMENTO E SUPPORTO NELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA N. ore di assistenza personalizzata: 4 ore - Euro 220,00+IVA 51

52 SIAMO A VOSTRA DISPOSIZIONE, CONTATTATECI! SEGRETERIA CORSI FORMAPER TELEFONO

IMPRESE IN LOMBARDIA: AGEVOLAZIONE E AIUTI

IMPRESE IN LOMBARDIA: AGEVOLAZIONE E AIUTI DIVIPLUS 2 SRL Via della Vittoria, 47 20025 Legnano (Mi) Telefono 0331.592931 0331.592720 Fax 0331.457504 Pec : diviplus@secmail.it Legnano, Ottobre 2014 Circolare Informativa n. 22/2014 A tutti i gentili

Dettagli

DIFFUSIONE DELLA CULTURA IMPRENDITORIALE E SOSTEGNO ALLO START-UP

DIFFUSIONE DELLA CULTURA IMPRENDITORIALE E SOSTEGNO ALLO START-UP AVVISO START MILANO DIFFUSIONE DELLA CULTURA IMPRENDITORIALE E SOSTEGNO ALLO START-UP 1 INDICE 1. FINALITA DELL INTERVENTO 2. AMBITI DI INTERVENTO 3 DOTAZIONE FINANZIARIA 4. MISURA : SUPPORTO ALLA CREAZIONE

Dettagli

LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE. Start-up e Re-start

LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE. Start-up e Re-start LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE Start-up e Re-start 11 ottobre 2013 30.000.000 per lo start-up e il re-start di impresa 23.000.000 per finanziamenti a tasso agevolato 7.000.000 per contributi a fondo perduto

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START

FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START DOTAZIONE BANDO SOGGETTI BENEFICIARI La dotazione finanziaria iniziale è pari ad 30.000.000,00, così suddivisa:

Dettagli

Bando Start. Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa. www.start.lombardia.it

Bando Start. Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa. www.start.lombardia.it Bando Start Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa www.start.lombardia.it Finalità dell intervento Promuovere e sostenere la diffusione di cultura imprenditoriale per

Dettagli

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE!

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! 2014 FORMAPER SVILUPPO DELL IMPRENDITORIALITÀ Formaper è un azienda speciale della Camera di Commercio di Milano nata nel 1987 con la missione

Dettagli

IL PUNTO NUOVA IMPRESA

IL PUNTO NUOVA IMPRESA 1 IL PUNTO NUOVA IMPRESA Aree di competenza Lo Sportello Punto Nuova Impresa offre informazione sulla costituzione di nuove imprese; eroga informazioni sulle procedure burocratiche, amministrative e legislative

Dettagli

Startup innovative: opportunità fiscali e strumenti di gestione e finanziamento

Startup innovative: opportunità fiscali e strumenti di gestione e finanziamento Università degli Studi di Sassari Sassari, 15 Maggio 2014 Startup innovative: opportunità fiscali e strumenti di gestione e finanziamento Dottore Commercialista- Revisore legale dei conti La fase di start

Dettagli

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI OLBIA - Palazzo Provincia Olbia Tempio 6 novembre 2014 PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI La Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Con questo obiettivo

Dettagli

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE CONFCOMMERCIO MILANO PER GLI ASPIRANTI IMPRENDITORI E LE NEO IMPRESE A cura di Andrea Ventura Direzione Rete Organizzativa/Unità Finanziamenti START UP INNOVATIVA:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE Finalità Gli obiettivi specifici

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI (Approvato dalla Giunta camerale con atto n. 38 del 24/02/2014) Art. 1 Finalità Nel quadro delle proprie iniziative

Dettagli

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 APERTURA DOMANDE SMART ET START ON LINE Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 sono stati definiti gli aspetti rilevanti per l accesso alle agevolazioni ed

Dettagli

Bandi di finanziamento

Bandi di finanziamento Bandi di finanziamento per neo -imprese e aspiranti imprenditori 1Mantova 16 ottobre 2015 DUE INTERVENTI DISTINTI 1) BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE (1508 Bando Neo-Imprese) DOTAZIONE FINANZIARIA:

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce su mandato del Governo

Dettagli

Microimpresa Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Invitalia, l Agenzia nazionale per

Dettagli

IL PROGETTO D IMPRESA

IL PROGETTO D IMPRESA Allegato E IL PROGETTO D IMPRESA (Il presente formulario deve essere compilato dettagliatamente in formato elettronico e successivamente stampato) L IDEA D IMPRESA Denominazione dell impresa. Nuova attività

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START

FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START DOTAZIONE BANDO SOGGETTI BENEFICIARI La dotazione finanziaria iniziale è pari ad 32.400.000,00, così suddivisa:

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

FORMULARIO DI PRESENTAZIONE PROGETTO

FORMULARIO DI PRESENTAZIONE PROGETTO ALLEGATO C COMUNE DI ROMA 9. DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. Autopromozione Sociale Art. 14 Legge 266/97 CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO

Dettagli

Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Catania

Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Catania Dalla pianificazione dell investimento all avvio dell attività imprenditoriale INVENTALAVORO JOB 2011 Catania, Le Ciminiere 14, 15, 16 dicembre 2011 LA PIANIFICAZIONE DELL INVESTIMENTO La creazione di

Dettagli

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature)

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Modello A (traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Ragione sociale dell impresa o Titolo del progetto imprenditoriale BUSINESS PLAN per l accesso

Dettagli

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE I servizi del sistema camerale emiliano romagnolo per il sostegno alla creazione e allo start up di impresa» Bologna, 14 dicembre 2015 L iniziativa Creazione e start-up

Dettagli

Gli strumenti per l Autoimpiego: l esperienza di Invitalia

Gli strumenti per l Autoimpiego: l esperienza di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Gli strumenti per l Autoimpiego: l esperienza di Invitalia Cassino 22/1/2009 Chi siamo Invitalia, l'agenzia nazionale per

Dettagli

BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014

BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014 BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014 PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da oltre 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello sviluppo dell imprenditoria

Dettagli

AVVISO DI ATTIVAZIONE DEL FONDO COMUNALE PER LA CREAZIONE DI IMPRESE GIOVANILI RIAPERTURA TERMINI

AVVISO DI ATTIVAZIONE DEL FONDO COMUNALE PER LA CREAZIONE DI IMPRESE GIOVANILI RIAPERTURA TERMINI Comune di Portici GiovInArt - Un percorso giovanile attraverso l arte, l innovazione e l artigianato AVVISO DI ATTIVAZIONE DEL FONDO COMUNALE PER LA CREAZIONE DI IMPRESE GIOVANILI RIAPERTURA TERMINI Il

Dettagli

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA Bari, 27 ottobre 2014 Lorenzo Minnielli Obiettivi Il Fondo Microcredito d Impresa della Puglia è lo strumento con cui la Regione Puglia offre alle micro imprese

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Soli, ma ben accompagnati Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce

Dettagli

L esperienza del Centro sperimentale di nuova imprenditorialità di Spoleto. Aosta 11 Marzo 2005 Corrado Diotallevi

L esperienza del Centro sperimentale di nuova imprenditorialità di Spoleto. Aosta 11 Marzo 2005 Corrado Diotallevi L esperienza del Centro sperimentale di nuova imprenditorialità di Spoleto Aosta 11 Marzo 2005 Corrado Diotallevi Indice Premessa chi siamo Gli incubatori d impresa modalità di accesso Il Centro sperimentale

Dettagli

START UP DI IMPRESE INNOVATIVE ANNO 2016

START UP DI IMPRESE INNOVATIVE ANNO 2016 START UP DI IMPRESE INNOVATIVE ANNO 2016 Presentazione domande: a sportello dalle ore 10 del 1 marzo 2016 alle ore 17 del 30 settembre 2016 salvo esaurimento fondi TERRITORIO: Regione Emilia Romagna OBIETTIVI

Dettagli

CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO PROGETTO FINANZIAMENTI ALLE PICCOLE IMPRESE IN PERIFERIA 2012

CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO PROGETTO FINANZIAMENTI ALLE PICCOLE IMPRESE IN PERIFERIA 2012 ALLEGATO C DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. Autopromozione Sociale CONTRIBUTI PER PROGETTI IMPRENDITORIALI IN AREE DI DEGRADO URBANO PROGETTO FINANZIAMENTI ALLE PICCOLE

Dettagli

Microcredito Under 35

Microcredito Under 35 Microcredito Under 35 Modello Operativo Mission La Fondazione Welfare Ambrosiano ha sottoscritto una Convenzione con il Comune di Milano per la costituzione di un apposito Fondo di Garanzia per consentire

Dettagli

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro.

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro. AVVISO per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI campane misura Intervento straordinario per la competitività Sul BURC del 2 novembre 2015

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE NEWS IN EVIDENZA AGEVOLAZIONI PER LA RICOLLOCAZIONE DI EX DIRIGENTI E QUADRI, DISOCCUPATI AI SENSI DELLA NORMATIVA VIGENTE Livello Nazionale AGEVOLAZIONI

Dettagli

BUSINESS PLAN. PER IMPRESE START UP (incluse imprese nate da meno di 12 mesi)

BUSINESS PLAN. PER IMPRESE START UP (incluse imprese nate da meno di 12 mesi) BUSINESS PLAN PER IMPRESE START UP (incluse imprese nate da meno di 12 mesi) Sezione da compilare esclusivamente nel caso in cui il business plan sia stato redatto con la collaborazione di un Associazione

Dettagli

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE Scegliere l abito Distinguere le forme giuridiche per svolgere l attività imprenditoriale e individuare la forma più idonea in funzione dell idea d impresa Spesso le persone che intendono orientarsi all

Dettagli

CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI

CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI Bergamo, 8 Novembre 2011 CONVEGNO FRIM LINEA D INTERVENTO N 8 START UP D IMPRESA

Dettagli

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione Il FRI sostiene investimenti realizzati da imprese lombarde in forma diretta o in joint-venture con altre imprese, finalizzati alla creazione di insediamenti

Dettagli

CONCORSO BIG DREAM. per premiare idee imprenditoriali di migranti RIF: ACRA-CCS/ITAIEF/2070/2013-1

CONCORSO BIG DREAM. per premiare idee imprenditoriali di migranti RIF: ACRA-CCS/ITAIEF/2070/2013-1 CONCORSO BIG DREAM per premiare idee imprenditoriali di migranti RIF: ACRA-CCS/ITAIEF/2070/2013-1 La Fondazione ACRA-CCS ha ricevuto dal Fondo Europeo per l Integrazione un cofinanziamento per la realizzazione

Dettagli

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott.

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott. La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale Relatore: dott.ssa Anna Censi Innanzitutto chi sono.. Mi chiamo Anna Censi ed ho collaborato

Dettagli

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it La legge che agevola l Autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all avvio di piccole

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Sostegno alle start-up innovative" SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Psr 2014-2020"

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA Sostegno alle start-up innovative SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA Psr 2014-2020 "Sostegno alle start-up innovative" Il sostegno è finalizzato alla nascita e crescita di start up in grado di generare nuove nicchie di mercato attraverso nuovi prodotti, servizi e sistemi di produzione

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE

BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello sviluppo dell

Dettagli

FORMULARIO DI PROGETTO

FORMULARIO DI PROGETTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI E SERVIZI A SOSTEGNO DELLA NASCITA DI NUOVE REALTÀ IMPRENDITORIALI O DI AUTO IMPIEGO IN FAVORE DI GIOVANI STRANIERI CITTADINI DI PAESI NON APPARTENENTI ALL UNIONE EUROPEA

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA

BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA ANTICIPAZIONI FINANZIAMENTI AGEVOLATI NUOVA SABATINI PER INVESTIMENTI IN MACCHINARI, IMPIANTI, BENI STRUMENTALI, ATTREZZATURE NUOVE

Dettagli

I SERVIZI ALLE IMPRESE: ACCESSO AL CREDITO. Luisa Silvestro ufficio crediti agevolati. Camera di commercio di Cuneo

I SERVIZI ALLE IMPRESE: ACCESSO AL CREDITO. Luisa Silvestro ufficio crediti agevolati. Camera di commercio di Cuneo I SERVIZI ALLE IMPRESE: ACCESSO AL CREDITO Luisa Silvestro ufficio crediti agevolati Camera di commercio di Cuneo La riforma delle Camere di commercio Il D. Lgs. 23/2010 modifica la L. 580/1993 Le camere

Dettagli

Mission e obiettivi Invitalia

Mission e obiettivi Invitalia Una chance per fare impresa: gli strumenti di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Massimo Calzoni Finanza e Impresa Sviluppo, Promozione e Marketing

Dettagli

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Smart & Start. Incentivi ed agevolazioni fino a 500.000 euro per i progetti innovativi al sud Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che Smart & Start

Dettagli

1. Estremi della proposta. Cod. Organismo: 283 ID Proposta: 100244 Imprenditorialità. 2. Identificazione sede

1. Estremi della proposta. Cod. Organismo: 283 ID Proposta: 100244 Imprenditorialità. 2. Identificazione sede Allegato 3 - Schede di pubblicizzazione delle azioni in riferimento a ciascuna sede di erogazione di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 502/2012: APPROVAZIONE DELL'AVVISO PER LA SELEZIONE DI

Dettagli

LAZIO. AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI "Investimenti nel settore dell'autotrasporto"

LAZIO. AGEA OCM Vino Investimenti 2015/2016 SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI Investimenti nel settore dell'autotrasporto AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" Sono previsti finanziamenti a fondo perduto a favore delle imprese attive nel settore vitivinicolo (ad esclusione di quelle di commercializzazione) che effettuano

Dettagli

LINEE GUIDA ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI

LINEE GUIDA ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FONDO ROTATIVO DI FINANZA AGEVOLATA DENOMINATO FONDO ENERGIA INTERVENTO CO-FINANZIATO DAL P.O.R. FESR 2007-2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA, ASSE 3- QUALIFICAZIONE ENERGETICO AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE

Dettagli

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Autoimpiego: le misure agevolative e i territori

Dettagli

Mission e obiettivi Invitalia

Mission e obiettivi Invitalia Fare impresa con gli strumenti di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Massimo Calzoni Business Unit Finanza e Impresa Sviluppo, Promozione e Marketing

Dettagli

GUIDA AL BUSINESS PLAN*

GUIDA AL BUSINESS PLAN* GUIDA AL BUSINESS PLAN* *La guida può essere utilizzata dai partecipanti al Concorso che non richiedono assistenza per la compilazione del businnes plan INDICE Introduzione 1. Quando e perché un business

Dettagli

SCHEDA DI RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE ANNO 2012

SCHEDA DI RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE ANNO 2012 SCHEDA DI RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE ANNO 2012 Corsi e seminari gratuiti per AVVIO E SVILUPPO DI NUOVE IMPRESE E DI LAVORO AUTONOMO Aspiranti, neo imprenditori e lavoratori autonomi Fotocopiare, compilare

Dettagli

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO per il finanziamento di progetti di sviluppo di imprese sociali, associazioni e cooperative culturali e sociali, destinati a creare nuova occupazione REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE L iniziativa

Dettagli

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE ALLEGATO A ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE ACCESSO ALL INCUBATORE DI IMPRESE START FORMULARIO DI PRESENTAZIONE

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI TITOLO IMPRESE BENEFICIARIE AGEVOLAZIONE PREVISTA TERMINI DI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per nuove Start

Dettagli

[GARANZIA GIOVANI] Garanzia Giovani: cos è, i destinatari, l attuazione, le azioni previste e come fare domanda

[GARANZIA GIOVANI] Garanzia Giovani: cos è, i destinatari, l attuazione, le azioni previste e come fare domanda 2014 Imera Sviluppo 2010 Giuseppe Di Gesù [GARANZIA GIOVANI] Garanzia Giovani: cos è, i destinatari, l attuazione, le azioni previste e come fare domanda GARANZIA GIOVANI: CHE COS E La Garanzia Giovani

Dettagli

IL SISTEMA CAMERALE MILANESE

IL SISTEMA CAMERALE MILANESE IL SISTEMA CAMERALE MILANESE L impresa al centro Siamo un istituzione al servizio delle imprese. Oltre alle funzioni anagrafiche e certificative, ci occupiamo di promuovere la crescita del sistema imprenditoriale

Dettagli

NOTE SUGLI ADEMPIMENTI PROPEDEUTICI ALL INSEDIAMENTO NEL CSI (per i vincitori di Vulcanica-Mente)

NOTE SUGLI ADEMPIMENTI PROPEDEUTICI ALL INSEDIAMENTO NEL CSI (per i vincitori di Vulcanica-Mente) NOTE SUGLI ADEMPIMENTI PROPEDEUTICI ALL INSEDIAMENTO NEL CSI (per i vincitori di Vulcanica-Mente) PREMESSA Questo documento fornisce alcune indicazioni generali concernenti gli adempimenti propedeutici

Dettagli

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative

Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative Gli incentivi di Invitalia per le imprese innovative Febbraio 2015 Invitalia: chi siamo Invitalia è l Agenzia nazionale che agisce su mandato del Governo per sostenere i settori strategici per lo sviluppo

Dettagli

Come diventare imprenditore

Come diventare imprenditore REGNI M ODOETIA ITALIÆ SEDES EST M AGNI Come diventare imprenditore 4 Come diventare imprenditore 5 Le imprese sul territorio di Monza e Brianza 6 Le imprese sul territorio di Monza e Brianza 7 Il business

Dettagli

GIOVANI E LAVORO: PROVVEDIMENTI E OPPORTUNITÀ

GIOVANI E LAVORO: PROVVEDIMENTI E OPPORTUNITÀ GIOVANI E LAVORO: PROVVEDIMENTI E OPPORTUNITÀ di Lucia ROSSI APPROFONDIMENTI Nell articolo sono presentate le principali iniziative volte alla promozione dell occupazione giovanile. La crisi economica

Dettagli

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia MicroPrestito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene alcune informazioni sul

Dettagli

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito 2009 per immigrati di Milano e provincia Servizi di - Informazione e orientamento sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese - Formazione - Credito ASIIM - Associazione per lo Sviluppo dell

Dettagli

Le competenze per l autoimprenditorialità nel Fondo Sociale Europeo

Le competenze per l autoimprenditorialità nel Fondo Sociale Europeo Le competenze per l autoimprenditorialità nel Fondo Sociale Europeo Lunedì 26 gennaio Incubatore d impresa Herion Venezia Santo Romano Direttore Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro Programmazione

Dettagli

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 REGIONE LIGURIA Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE ASSE 1 INNOVAZIONE E COMPETITIVITA

Dettagli

BIC_CCIAA_broch2:BIC_CCIAA_broch2 09/07/10 16:57 Pagina 1 AVEVO UN SOGNO E L HO REALIZZATO CON BIC LAZIO E LA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA

BIC_CCIAA_broch2:BIC_CCIAA_broch2 09/07/10 16:57 Pagina 1 AVEVO UN SOGNO E L HO REALIZZATO CON BIC LAZIO E LA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA BIC_CCIAA_broch2:BIC_CCIAA_broch2 09/07/10 16:57 Pagina 1 AVEVO UN SOGNO E L HO REALIZZATO CON BIC LAZIO E LA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA BIC_CCIAA_broch2:BIC_CCIAA_broch2 09/07/10 16:57 Pagina 2 Nuove

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna

Regione Autonoma della Sardegna POR SARDEGNA 2000/2006 MISURA 4.2 Direttive di Attuazione - Servizi reali Art. 1 Oggetto 1. Le presenti Direttive di Attuazione disciplinano l erogazione di aiuti per l acquisizione di servizi reali destinati

Dettagli

Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte

Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte Torino, 20 novembre 2014 L.R. 1/09 - Artigianato 1 FINALITA E RISORSE Sostegno agli investimenti finalizzati allo sviluppo e alla qualificazione

Dettagli

Franchising Mettersi in proprio con le idee vincenti

Franchising Mettersi in proprio con le idee vincenti Mettersi in proprio con le idee vincenti Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Mettersi in proprio con le idee vincenti Invitalia, l Agenzia nazionale per l

Dettagli

APPROFONDIMENTO LE MISURE PREVISTE PER INCENTIVARE PROGETTI IMPRENDITORIALI INNOVATIVI

APPROFONDIMENTO LE MISURE PREVISTE PER INCENTIVARE PROGETTI IMPRENDITORIALI INNOVATIVI APPROFONDIMENTO Cessione BANCHE SMART & START: LE MISURE PREVISTE PER INCENTIVARE PROGETTI IMPRENDITORIALI INNOVATIVI A cura del centro studi economico finanziario della Financial Advisors Business www.fabfinance.eu

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile PROVINCIA DI LIVORNO AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile Premessa La Provincia promuove e finanzia interventi volti allo sviluppo di imprese giovanili

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N.170 del 4 Dicembre 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Debutterà a metà gennaio 2016 il Selfiemployment per l avvio di nuove iniziative di autoimpiego Gentile cliente, con

Dettagli

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE POR FESR SARDEGNA 2007 2013 Asse VI Competitività - Linea di attività 6.2.1.b Programma di aiuti per Nuove Imprese Innovative NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE Giuseppe Serra Sardegna Ricerche Progetto cofinanziato

Dettagli

LAZIO. REGIONE LAZIO "Finanziamenti agevolati per efficienza energetica" SCADENZA: fino ad esaurimento risorse

LAZIO. REGIONE LAZIO Finanziamenti agevolati per efficienza energetica SCADENZA: fino ad esaurimento risorse "Finanziamenti agevolati per efficienza energetica" Pubblicato il bando per la concessione di finanziamenti agevolati alle PMI che investono in efficienza energetica e produzione di energia rinnovabile.

Dettagli

AUTOIMPIEGO. Diventa imprenditore di te stesso.

AUTOIMPIEGO. Diventa imprenditore di te stesso. AUTOIMPIEGO. Diventa imprenditore di te stesso. ASSUMI UNO BRAVO COME TE. Invitalia offre tre differenti opportunità di autoimpiego a chi non ha un lavoro e vuole avviare un attività in proprio: il lavoro

Dettagli

LINEE GUIDA ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI

LINEE GUIDA ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FONDO ROTATIVO DI FINANZA AGEVOLATA DENOMINATO FONDO ENERGIA INTERVENTO CO-FINANZIATO DAL P.O.R. FESR 2007-2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA, ASSE 3- QUALIFICAZIONE ENERGETICO AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE

Dettagli

Conf@reti - Confartigianato crea reti d impresa Programma ERGON Eccellenze Regionali a supporto della Governance e dell Organizzazione dei Network di

Conf@reti - Confartigianato crea reti d impresa Programma ERGON Eccellenze Regionali a supporto della Governance e dell Organizzazione dei Network di Conf@reti - Confartigianato crea reti d impresa Programma ERGON Eccellenze Regionali a supporto della Governance e dell Organizzazione dei Network di imprese - Azione 2 Progetto realizzato da: Con il contributo

Dettagli

Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia

Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene alcune informazioni sul

Dettagli

DALL IDEA ALL IMPRESA

DALL IDEA ALL IMPRESA DALL IDEA ALL IMPRESA Bando Incubatore d impresa 2012 rivolto ad aspiranti imprenditori e imprese start up per la fruizione dei servizi dell Incubatore d impresa di ComoNExT Premessa Per l anno 2012, la

Dettagli

START: PERCORSO PER LA CREAZIONE DI IMPRESA BANDO

START: PERCORSO PER LA CREAZIONE DI IMPRESA BANDO Regione del Veneto Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro Sezione Formazione POR FSE 2007-2013 Fondo Sociale Europeo in sinergia con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Avviso pubblico Imprendiamo?

Dettagli

3. SOGGETTI BENEFICIARI

3. SOGGETTI BENEFICIARI - Contributi per la creazione di start-up nel campo delle biotecnologie e delle scienze per la vita in provincia di Varese. Approvato con determinazione n.314 del 16/07/2014 1. PREMESSA Camera di Commercio

Dettagli

Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV

Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV Le norme nazionali e comunitarie hanno la prevalenza sui contenuti

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. nella Sede Comunale si è adunata la GIUNTA COMUNALE

PROVINCIA DI CAGLIARI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. nella Sede Comunale si è adunata la GIUNTA COMUNALE PROVINCIA DI CAGLIARI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 2 4 8 Del 29 Dicembre 2015 Oggetto Direttive al Responsabile del settore Servizi alle Imprese, Turismo, Cultura e Sport per la stipula

Dettagli

MIUR.AOODGPS.REGISTRO UFFICIALE(U).0000187.14-02-2014

MIUR.AOODGPS.REGISTRO UFFICIALE(U).0000187.14-02-2014 MIUR.AOODGPS.REGISTRO UFFICIALE(U).0000187.14-02-2014 ALLEGATO A RELAZIONE TECNICA CONFAO, in relazione alle richieste provenienti dagli istituti scolastici associati e al fine di promuovere un apprendimento

Dettagli

Smart&Start Italia. Dal 16 febbraio 2015 è aperta la piattaforma online attraverso la quale si possono inviare i business plan smartstart.invitalia.

Smart&Start Italia. Dal 16 febbraio 2015 è aperta la piattaforma online attraverso la quale si possono inviare i business plan smartstart.invitalia. Smart&Start Italia Per favorire la diffusione di nuova imprenditorialità legata all economia digitale, per sostenere le politiche di trasferimento tecnologico e di valorizzazione dei risultati del sistema

Dettagli

Bandi e-commerce e quick-response 2006 F.A.Q. 2) Quali tipologie di iniziative possono rientrare in quelle agevolabili dal bando sull ecommerce?

Bandi e-commerce e quick-response 2006 F.A.Q. 2) Quali tipologie di iniziative possono rientrare in quelle agevolabili dal bando sull ecommerce? Bandi e-commerce e quick-response 2006 F.A.Q. 1) Qual è la definizione di e-commerce? Secondo le indicazioni fornite dalla normativa nazionale e dalla normativa comunitaria per commercio elettronico si

Dettagli

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE I servizi del sistema camerale emiliano romagnolo per il sostegno alla creazione e allo start up di impresa» Bologna, 18 gennaio 2016 L iniziativa Creazione e start-up

Dettagli

BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa

BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa 1. DESCRIZIONE E OBIETTIVO Coopstartup Puglia è un progetto di Legacoop Puglia per la nascita di nuove idee di impresa improntate

Dettagli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Le agevolazioni previste per la microimpresa sono rivolte a società di persone di nuova costituzione che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola

Dettagli

START UP E AVVIO DI NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI: ANALISI OPPORTUNITA, RISCHI E ADEMPIMENTI

START UP E AVVIO DI NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI: ANALISI OPPORTUNITA, RISCHI E ADEMPIMENTI START UP E AVVIO DI NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI: ANALISI OPPORTUNITA, RISCHI E ADEMPIMENTI Dott. Antonio Petruzzi Dottore commercialista Pesaro, Via Nitti 34 1 ARGOMENTI CHE TRATTEREMO Costruzione

Dettagli

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Regione Puglia START UP Scheda informativa sul nuovo bando della Regione Puglia Sostegno allo start up di microimprese di nuova costituzione realizzate da soggetti svantaggiati. COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

Dettagli

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Allegato n. 1 Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Paragrafo. 1 Definizioni Nel presente Documento, l espressione: a) «Autoimpiego» indica lo

Dettagli

Il FAR - Fondo per le Agevolazioni alla Ricerca

Il FAR - Fondo per le Agevolazioni alla Ricerca Il FAR - Fondo per le Agevolazioni alla Ricerca Pisa, 8 febbraio 08 Aula Magna Polo didattico Carmignani, Il nuovo sistema di sostegno alla ricerca industriale dal 2001 è operativo il Decreto Ministeriale

Dettagli

Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati

Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati Premessa L Ateneo svolge attività di diffusione e promozione della ricerca scientifica sostenendo la partecipazione

Dettagli

Guida alla compilazione e all invio della domanda

Guida alla compilazione e all invio della domanda Guida alla compilazione e all invio della domanda Avviso per la Selezione di Progetti da Ammettere al Finanziamento del Fondo Rotativo per lo Sviluppo delle PMI Campane Misura Start up P.O. FESR Campania

Dettagli