Server-side Programming: Java servlets Parte II

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Server-side Programming: Java servlets Parte II"

Transcript

1 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria delle Telecomunicazioni Corso di Reti di Applicazioni Telematiche a.a Server-side Programming: Java servlets Parte II Simon Pietro Romano

2 Agenda Servlet: Concetti introduttivi Ciclo di vita delle servlet; servlet request, servlet response, servlet config, servlet context Learn by Example Esempi di servlet generiche Configurazione delle web application Introspezione della richiesta HttpServlet: HttpServletRequest, HttpServletResponse Learn by Example Un esempio di servlet HTTP Introspezione della richiesta HTTP Parte II

3 Applicazione Web (web app) Una raccolta di: servlet Java Server Page (JSP) documenti HTML immagini template altre risorse web Concepita per permettere un deployment portabile su qualunque server web che supporti le servlet

4 Web apps: motivazioni Garantire la portabilità delle applicazioni basate sul web, grazie a specifici accordi su: Localizzazione dei file dell applicazione sul server Formato dei file di configurazione del server Archivi war Web Application Archive: Un archivio contenente tutti i file di un applicazione web Costruito mediante l utility di compressione jar (Java ARchive) Memorizzato in una specifica cartella del web server

5 Archivi war in Tomcat Tutti i file.war sono contenuti nella directory webapps del server Tomcat

6 Contenuto di un archivio war L archivio evidenziato nella slide precedente (visualizzato mediante Winrar )

7 La directory WEB-INF Una directory speciale: I file al suo interno non vengono inviati direttamente al client, dato che contengono: Classi java Informazioni di configurazione per la web app La cartella WEB-INF/classes contiene: i file di classe per le servlet della web app Le classi di supporto La cartella WEB-INF/lib contiene le classi memorizzate, per comodità, in archivi jar I caricatori di classi del server cercano automaticamente nelle suddette directory per caricare le classi invocate

8 Il descrittore di deployment Il file web.xml nella directory WEB-INF contiene informazioni di configurazione relative alla web app nella quale risiede: Registrazione delle servlet Mapping delle URL Tipi MIME Caratteristiche avanzate: Vincoli di protezione a livello di pagina Comportamento delle servlet in ambiente distribuito

9 Il file web.xml Nome simbolico dato alla servlet Classe della servlet

10 Invocazione della servlet pippozzo La servlet è stata invocata tramite il nome simbolico prescelto!

11 Mapping di servlet Consente di impostare pattern di URL che richiamano una determinata servlet registrata nel container Utile per: Nascondere l uso di servlet da parte di un sito web Sostituire in maniera indolore una pagina preesistente, corrispondente ad una determinata URL

12 Un esempio di mapping Qualsiasi richiesta della risorsa sarà gestita dalla servlet il cui nome simbolico è pippozzo

13 Invocazione della pagina ciao.html L invocazione della servlet è mascherata dalla pagina statica ciao.html

14 Regole di mapping Mapping esplicito: Tipo esempio precedente: Utile per sostituire una singola pagina esistente Mapping con prefisso di percorso: Es: /prefisso/* : Gestisce tutte le richieste che iniziano con il prefisso specificato Mapping di estensione: Es: *.jsp, *.do : Gestisce tutte le richieste che terminano con una particolare estensione Mapping predefinito: / : Specifica la servlet predefinita per la web app: Da utilizzare nel caso non si verifichi nessun altra corrispondenza Identico al mapping con prefisso: /*

15 Esempi di mapping Tutte le richieste aventi AT-Samples come prefisso devono essere gestite dalla servlet avente nome simbolico pippozzo Tutte le richieste aventi comestai come estensione devono essere gestite dalla servlet avente nome simbolico pippozzo

16 Effetti del mapping (1/2) Qualsiasi richiesta avente AT-Samples come prefisso viene servita dalla servlet avente nome simbolico pippozzo Mod ulo

17 Effetti del mapping (2/2) Qualsiasi richiesta avente comestai come estensione viene Qualsiasi richiesta avente comestai come estensione viene servita dalla servlet avente nome simbolico pippozzo

18 La comunicazione tra servlet e container All attivazione di una servlet, il container: Passa alla servlet un oggetto, chiamato ServletConfig,contenente informazioni necessarie per una corretta inizializzazione ServletConfig consente di accedere ad un ulteriore oggetto, chiamato ServletContext, che viene utilizzato dalla servlet per gestire eventuali successive comunicazioni con il container: Determinare il tipo MIME di un file; Inoltrare le richieste (dispatching); Scrivere informazioni in un file di logging; Ecc NB: Esiste un context per ogni web application e per ogni Java Virtual Machine!

19 L interfaccia ServletConfig E implementata dalla classe GenericServlet: In tal modo, è possibile gestire le informazioni di configurazione in maniera semplice ed immediata

20 Un occhio alla documentazione

21 Inizializzazione: l oggetto ServletConfig Quando la servlet viene attivata dal container: Viene invocato il metodo init(), il quale ha, come parametro, l oggetto ServletConfig E compito della servlet salvare tale oggetto come propria variabile di istanza La classe GenericServlet effettua tale operazione nell implementazione del metodo init()

22 Esempio di inizializzazione La servlet è dotata di una variabile di istanza, di tipo ServletConfig Nel metodo init(), tale variabile è settata al valore passato dal container

23 Informazioni di contesto: un esempio

24 Esecuzione della servlet NB: Non compare alcun parametro di inizializzazione, né per la servlet, né per il contesto

25 Passaggio dei parametri di inizializzazione in Tomcat Si può utilizzare il descrittore di deployment web.xml: Per il context: <context-param> <param-name> nome_del_parametro </param-name> <param-value> valore_del_parametro </param-value> <description> descrizione_del_parametro </description> </context-param> Per le servlet: <init-param> <param-name> nome_del_parametro </param-name> <param-value> valore_del_parametro <description> descrizione_del_parametro </description> </param-value> </init-param>

26 Un esempio

27 Esecuzione della servlet NB: In tal caso, i parametri di inizializzazione del contesto e della servlet vengono stampati nella risposta

28 Introspezione della request L oggetto ServletRequest mette a disposizione tutta una serie di metodi per reperire informazioni sulla richiesta effettuata dal client: Protocollo; Nome del server; Porto del server; Indirizzo dell host client; Nome dell host client;

29 Un esempio Un frammento di codice che effettua introspezione della richiesta NB: Si provi ad aggiungere tale frammento al codice della precedente servlet

30 Esecuzione della servlet Risultato dell introspezione Mod ulo

31 HttpServlet Molto spesso, le servlet utilizzano il protocollo HTTP: Il package javax.servlet.http è stato concepito proprio per fornire un ulteriore supporto agli sviluppatori di questo tipo di servlet Tale package semplifica la gestione dei principali messaggi HTTP: GET POST HEAD TRACE

32 Il metodo HTTP GET Il metodo HTTP GET è utilizzato per ricevere informazioni da un web server, sotto forma di: File: Testo, html, ecc. Output proveniente da un particolare dispositivo presente sul server: Es: telecamera, ecc. Output proveniente da un particolare programma in esecuzione sul server: Una servlet, uno script CGI, ecc.

33 HTTP GET: passaggio dei parametri Un esempio: L URL in questa richiesta GET invoca la servlet MiaServlet e contiene due parametri, chiamati, rispettivamente, parametro1 e parametro2: Ogni parametro è costituito da una coppia nome/valore, secondo il formato: Nome=valore I parametri seguono il nome della servlet e sono preceduti da un punto interrogativo ('?') Ogni parametro è separato dai precedenti tramite un ampersand ('&').

34 HTTP GET: limitazioni La maggior parte dei server Web limita la quantità massima di dati che possono essere scambiati all interno di una URL (solitamente il limite è pari a qualche centinaio di byte ) Nel caso in cui si presenti la necessità di Nel caso in cui si presenti la necessità di passare molti dati al server all interno della richiesta, bisogna ricorrere al metodo HTTP POST

35 HTTP GET: particolarità E importante notare che ci si aspetta che l implementazione del metodo GET da parte di qualsiasi server sia: Sicura (safe): Vale a dire, priva di effetti collaterali (side effects) Idempotente: Cioè, capace di produrre il medesimo output in seguito ad invocazioni successive

36 Il metodo HTTP POST Con il metodo POST, tutti i parametri di input per il server web sono passati all interno di un input stream: Non esiste più, dunque, la limitazione sulla dimensione massima delle informazioni scambiate tra client e server I parametri si trovano all interno della richiesta, subito dopo l header A differenza del metodo GET, il metodo POST non è concepito per essere né sicuro, né idempotente: Sono ammesse modifiche ai dati Non è richiesto il requisito di ripetibilità delle transazioni tra client e server

37 Il metodo HTTP HEAD E molto simile al metodo GET La richiesta è identica, eccezion fatta per la parola chiave HEAD al posto di GET Nella risposta, il server restituisce solo le informazioni relative all header HEAD è spesso utilizzato per controllare: La data di ultima modifica di un documento presente sul server: utile per gestire il caching La dimensione di un documento prima di scaricarlo dal server: Per consentire al browser di mostrare, successivamente, una barra relativa allo stato di avanzamento della procedura Il tipo di server: Per consentire al client di customizzare le richieste inviate ad un particolare server Web Il tipo di documento richiesto: Per consentire al client di verificare se per esso sia disponibile il necessario supporto

38 Le classi di supporto per HTTP Il package javax.servlet.http semplifica notevolmente la scrittura di servlet HTTP: La classe astratta HttpServlet eredita tutte le caratteristiche della classe GenericServlet ed include funzionalità specifiche del protocollo HTTP: L implementazione del metodo service() si occupa di gestire in maniera opportuna il dispatching (cioè la consegna) dei messaggi HTTP ad uno dei metodi speciali disponibili per tale protocollo Per tale motivo, non è necessario (anzi, è sconsigliato!) reimplementare il metodo service()

39 I metodi speciali per HTTP doget() Per gestire richieste di tipo GET dohead() Per gestire richieste di tipo HEAD dodelete() Permette ad un client di eliminare un documento da un Web server dooptions() Restituisce informazioni relative ai metodi supportati dal server dopost() Per gestire richieste di tipo POST doput() Permette ad un client di salvare un documento su un Web server (simile al trasferimento di file mediante FTP ) dotrace() Utilizzato per il debugging

40 HttpServlet: gestione delle richieste Web server Sottoclasse HttpServlet richiesta GET risposta richiesta POST risposta richiesta TRACE risposta service() doget() dopost().. dotrace()

41 Utilizzo delle classi di supporto Quando si usano le classi di supporto per HTTP, generalmente occorre creare una nuova servlet che estende HttpServlet e sovrascrivere : o il metodo doget() o il metodo dopost() o entrambi. I metodi di elaborazione dei messaggi HTTP ricevono in ingresso due parametri: Un oggetto HttpServletRequest: Contenente numerosi metodi di ausilio nell analisi della richiesta Un oggetto HttpServletResponse: Contenente numerosi metodi di ausilio nella preparazione della risposta

42 Introspezione della richiesta HTTP Utilizzando l oggetto HttpServletRequest è possibile accedere in maniera semplice ed efficace ai campi dell header HTTP:

43 Esecuzione della servlet

Programmazione server-side: Java Servlet

Programmazione server-side: Java Servlet Programmazione server-side: Java Servlet Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2006-07 Lezione n.11 parte II Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Cos

Dettagli

Servlet API. Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04

Servlet API. Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04 Servlet API Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04 Servlet Interfaccia Java che modella il paradigma richiesta/elaborazione/risposta tipico delle applicazioni lato server Presuppone l esistenza

Dettagli

Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I)

Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I) Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I) Nel caso in cui sulla macchina locale (PC in laboratorio/pc a casa/portatile) ci sia a disposizione un ambiente Java (con compilatore) e un editor/ambiente di

Dettagli

Tomcat & Servlet. Contenuti. Programmazione in Ambienti Distribuiti. Tomcat Applicazioni Web. Servlet JSP Uso delle sessioni

Tomcat & Servlet. Contenuti. Programmazione in Ambienti Distribuiti. Tomcat Applicazioni Web. Servlet JSP Uso delle sessioni Tomcat & Servlet Programmazione in Ambienti Distribuiti V 1.2 Marco Torchiano 2005 Contenuti Tomcat Applicazioni Web Struttura Sviluppo Deployment Servlet JSP Uso delle sessioni 1 Tomcat Tomcat è un contenitore

Dettagli

Applicazioni web. Sommario. Parte 6 Servlet Java. Applicazioni web - Servlet. Alberto Ferrari 1. Servlet Introduzione alle API ed esempi

Applicazioni web. Sommario. Parte 6 Servlet Java. Applicazioni web - Servlet. Alberto Ferrari 1. Servlet Introduzione alle API ed esempi Applicazioni web Parte 6 Java Alberto Ferrari 1 Sommario Introduzione alle API ed esempi Tomcat Server per applicazioni web Alberto Ferrari 2 Alberto Ferrari 1 Java: da applet a servlet In origine Java

Dettagli

Introduzione alla programmazione Http lato server in Java

Introduzione alla programmazione Http lato server in Java Introduzione alla programmazione Http lato server in Java Tito Flagella Laboratorio Applicazioni Internet - Università di Pisa Slide API Java Titleper il Protocollo Http Programmazione Client java.net.url

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Applicazioni Web J2EE: Struttura dell Applicazione versione 2.4 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina)

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Applicazioni Web J2EE: Struttura dell Applicazione versione 3.1 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina)

Dettagli

Il Protocollo HTTP e la programmazione di estensioni Web

Il Protocollo HTTP e la programmazione di estensioni Web Il Protocollo HTTP e la programmazione di estensioni Web 1 Il protocollo HTTP È il protocollo standard inizialmente ramite il quale i server Web rispondono alle richieste dei client (prevalentemente browser);

Dettagli

Framework di Middleware. per Architetture Enterprise

Framework di Middleware. per Architetture Enterprise Framework di Middleware per Architetture Enterprise Corso di Ingegneria del Software A.A.2011-2012 Un po di storia 1998: Sun Microsystem comprende l importanza del World Wide Web come possibile interfaccia

Dettagli

Tutorial web Application

Tutorial web Application Tutorial web Application Installazione della JDK: Java viene distribuito con la jdk e il jre acronimi di Java Development Kit e Java Runtime Environment rispettivamente. La jdk è l'ambiente di sviluppo

Dettagli

Introduzione al linguaggio Java: Servlet e JSP

Introduzione al linguaggio Java: Servlet e JSP Introduzione al linguaggio Java: Servlet e JSP Corso di Gestione della Conoscenza d Impresa A. A. 2006/2007 Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Bari 1 Servlet e JSP: il contesto Un applicazione

Dettagli

Programmazione Java Avanzata

Programmazione Java Avanzata Programmazione Java Avanzata Introduzione a Servlet e Struts 2 Ing. Giuseppe D'Aquì 1 Testi Consigliati Java Enterprise in a nutshell, 3 rd edition (O'Reilly) Struts 2 in Action Brown, Davis, Stanlick

Dettagli

SERVLET & JSP DISPENSE

SERVLET & JSP DISPENSE SERVLET & JSP DISPENSE PROGRAMMAZIONE LATO SERVER Un server deve rispondere alle richieste del client e permettere di visualizzare le pagine Web. Questo compito è svolto da un software ben definito, il

Dettagli

3 ServletContext. Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico 2004-2005

3 ServletContext. Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico 2004-2005 3 ServletContext Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico 2004-2005 ServletContext I interfaccia ServletContext fornisce alla web application (ed i suoi servlet) una serie di funzionalità

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Applicazioni Web J2EE: Java Servlet Parte a versione 3.1 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina) G. Mecca

Dettagli

APPENDICE A Servlet e Java Server Page

APPENDICE A Servlet e Java Server Page APPENDICE A Servlet e Java Server Page A.1 Cosa è una Servlet e come funziona Una servlet è un particolare tipo di applicazione Java, in grado di essere eseguita all'interno di un web server e di estenderne

Dettagli

Architetture Web: un ripasso

Architetture Web: un ripasso Architetture Web: un ripasso Pubblicazione dinamica di contenuti. Come si fa? CGI Java Servlet Server-side scripting e librerie di tag JSP Tag eseguiti lato server Revisione critica di HTTP HTTP non prevede

Dettagli

Componenti Web: client-side e server-side

Componenti Web: client-side e server-side Componenti Web: client-side e server-side side Attività di applicazioni web Applicazioni web: un insieme di componenti che interagiscono attraverso una rete (geografica) Sono applicazioni distribuite logicamente

Dettagli

Programmazione dei socket con TCP #2

Programmazione dei socket con TCP #2 I Il Server e il Client si scambiano messaggi attraverso la rete mediante un dell API (Application Programming Interface) Telematica II 10. Esercitazione/Laboratorio 3 Server ports Clients user space Socket

Dettagli

31/05/2013. Sistemi Web Distribuiti (parte 2) - Indice dei Contenuti - Naming. Corso Sistemi Distribuiti 6 cfu Docente: Prof. Marcello Castellano

31/05/2013. Sistemi Web Distribuiti (parte 2) - Indice dei Contenuti - Naming. Corso Sistemi Distribuiti 6 cfu Docente: Prof. Marcello Castellano Corso Sistemi Distribuiti 6 cfu Docente: Prof. Marcello Castellano /28 Sistemi Web Distribuiti (parte 2) - Indice dei Contenuti - Naming 3 Sincronizzazione 4 Consistenza e Replica 5 Replica di sistemi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA. Elaborato di Tecnologie del Software per Internet

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA. Elaborato di Tecnologie del Software per Internet UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI SISTEMI E INFORMATICA Elaborato di Tecnologie del Software per Internet JMSWEB 2 SISTEMA PER LO SCAMBIO DI MESSAGGI TRA APPLICAZIONI

Dettagli

Protocolli e architetture per WIS

Protocolli e architetture per WIS Protocolli e architetture per WIS Web Information Systems (WIS) Un Web Information System (WIS) usa le tecnologie Web per permettere la fruizione di informazioni e servizi Le architetture moderne dei WIS

Dettagli

Corso di Applicazioni Telematiche

Corso di Applicazioni Telematiche Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2008-09 Lezione n.12 Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Una Servlet è un componente software scritto in Java,

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati

Laboratorio di Basi di Dati Laboratorio di Basi di Dati Docente: Alberto Belussi Lezione 9 Architettura Model-View-Controller (MVC) Adottando l'architettura MVC e la tecnologia Servlet-JSP, un'applicazione web può essere realizzata

Dettagli

Tomcat struttura delle directory

Tomcat struttura delle directory Tomcat struttura delle directory $CATALINA_HOME (oppure $TOMCAT_HOME): rappresenta la directory radice dell installazione di Tomcat e contiene le seguenti directory: bin common (lib nelle versioni più

Dettagli

Il Web, HTML e Java Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Progetto S.C.E.L.T.E.

Il Web, HTML e Java Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Progetto S.C.E.L.T.E. Il Web, HTML e Java Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Progetto S.C.E.L.T.E. Università di Bologna Facoltà di Ingegneria Bologna, 08/02/2010 Outline Da applicazioni concentrate a distribuite Modello

Dettagli

Svantaggi delle servlet

Svantaggi delle servlet Svantaggi delle servlet Le servlet sono la tecnologia principale di J2EE per comunicare con i browser dei client. Tuttavia ci sono degli inconvenienti per gli sviluppatori di applicazioni web: le servlet

Dettagli

Introduzione all elaborazione di database nel Web

Introduzione all elaborazione di database nel Web Introduzione all elaborazione di database nel Web Prof.ssa M. Cesa 1 Concetti base del Web Il Web è formato da computer nella rete Internet connessi fra loro in una modalità particolare che consente un

Dettagli

Laboratorio di Programmazione di Rete

Laboratorio di Programmazione di Rete Laboratorio di Programmazione di Rete Lezione del 15 Marzo 2010 Docente: Novella Bartolini Ricevimento: Mercoledì ore 12:30-14:00 Via Salaria 113, terzo piano, stanza 309 Email: bartolini@di.uniroma1.it

Dettagli

Laboratorio di reti II: Java Server Pages

Laboratorio di reti II: Java Server Pages Laboratorio di reti II: Java Server Pages Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 6 aprile, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: Java Server Pages 6 aprile, 2009 1 / 34 JSP - Java Server Pages Le

Dettagli

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER L architettura CLIENT SERVER è l architettura standard dei sistemi di rete, dove i computer detti SERVER forniscono servizi, e computer detti CLIENT, richiedono

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati e Web

Laboratorio di Basi di Dati e Web Laboratorio di Basi di Dati e Web Docente: Alberto Belussi Lezione 6 Servlet Servlet: classi java che estendono le funzionalità di un server Web generando dinamicamente le pagine Web. Riferimento: http://java.sun.com/products/servlets

Dettagli

Laboratorio di Basi di dati

Laboratorio di Basi di dati Laboratorio di Basi di dati Docente: Alberto Belussi Lezione 6 Servlet Servlet: classi java che estendono le funzionalità di un server Web generando dinamicamente le pagine Web. Riferimento: http://www.oracle.com/technetwork/java/javaee/servlet/index.html

Dettagli

Tener traccia del client

Tener traccia del client Tener traccia del client Raramente un applicazione web è costituita da una singola pagina (risorsa). E utile quindi tener traccia dei client che si collegano per rendere più semplice lo sviluppo dell applicazione.

Dettagli

Corso di Informatica Modulo T3 B1 Programmazione web

Corso di Informatica Modulo T3 B1 Programmazione web Corso di Informatica Modulo T3 B1 Programmazione web 1 Prerequisiti Architettura client/server Elementi del linguaggio HTML web server SQL server Concetti generali sulle basi di dati 2 1 Introduzione Lo

Dettagli

Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications)

Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications) Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications) 1 A L B E R T O B E L U S S I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 2 / 2 0 1 3 WEB La tecnologia del World Wide Web (WWW) costituisce attualmente

Dettagli

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA Salerno Formazione, società operante nel settore della didattica, della formazione professionale e certificata

Dettagli

Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition

Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition Ivan Scagnetto Dipartimento di Matematica e Informatica http://www.dimi.uniud.it/scagnett scagnett@dimi.uniud.it Laboratorio di Tecnologie Lato

Dettagli

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER 19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER Introduciamo uno pseudocodice lato server che chiameremo Pserv che utilizzeremo come al solito per introdurre le problematiche da affrontare, indipendentemente dagli specifici

Dettagli

Scaletta. Estensioni UML per il Web. Applicazioni web - 2. Applicazioni web. WAE: Web Application Extension for UML. «Client page»

Scaletta. Estensioni UML per il Web. Applicazioni web - 2. Applicazioni web. WAE: Web Application Extension for UML. «Client page» Scaletta Estensioni UML per il Web Michele Zennaro 14-05-2004 Le applicazioni web Scopo di un estensione UML per il web Due punti di vista Uno più astratto Uno più vicino ai file fisici conclusivo Commenti

Dettagli

Tipi fondamentali di documenti web

Tipi fondamentali di documenti web Tipi fondamentali di documenti web Statici. File associati al web server il cui contenuto non cambia. Tutte le richieste di accesso conducano alla visualizzazione della stessa informazione. Dinamici. Non

Dettagli

Tecnologie per il Web. Il web: Architettura HTTP HTTP. SSL: Secure Socket Layer

Tecnologie per il Web. Il web: Architettura HTTP HTTP. SSL: Secure Socket Layer Tecnologie per il Web Il web: architettura e tecnologie principali Una analisi delle principali tecnologie per il web Tecnologie di base http, ssl, browser, server, firewall e proxy Tecnologie lato client

Dettagli

Concetti base. Impianti Informatici. Web application

Concetti base. Impianti Informatici. Web application Concetti base Web application La diffusione del World Wide Web 2 Supporto ai ricercatori Organizzazione documentazione Condivisione informazioni Scambio di informazioni di qualsiasi natura Chat Forum Intranet

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati e Web

Laboratorio di Basi di Dati e Web Laboratorio di Basi di Dati e Web Docente: Alberto Belussi Lezione 8 Java Server Pages Java Server Pages è essenzialmente un modo più comodo per il programmatore dell applicazione web di scrivere una Servlet.

Dettagli

Esempio di esecuzione di una pagina JSP: Il client chiede la pagina: http:// sdfonline.unimc.it/info/modulo.jsp;

Esempio di esecuzione di una pagina JSP: Il client chiede la pagina: http:// sdfonline.unimc.it/info/modulo.jsp; JAVA SERVER PAGES Una pagina JSP (Java Server Pages), richiesta da un utente (client), viene eseguita dal server web nella propria memoria; generalmente il prodotto dell elaborazione è una pagina html

Dettagli

Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it

Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it 1 Il web come architettura di riferimento Architettura di una applicazione web Tecnologie lato server: Script (PHP, Pyton, Perl), Servlet/JSP, ASP Tecnologie lato

Dettagli

Laboratorio di reti II: Servlet

Laboratorio di reti II: Servlet Laboratorio di reti II: Servlet Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 16 marzo, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: Servlet 16 marzo, 2009 1 / 34 Le servlet Una servlet è una classe Java eseguita

Dettagli

Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition

Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition Ivan Scagnetto Dipartimento di Matematica e Informatica http://www.dimi.uniud.it/scagnett scagnett@dimi.uniud.it Laboratorio di Tecnologie Lato

Dettagli

Database & WWW. Basi di dati Architetture e linee di evoluzione P. Atzeni, S. Ceri, P. Fraternali, S. Paraboschi, R. Torlone

Database & WWW. Basi di dati Architetture e linee di evoluzione P. Atzeni, S. Ceri, P. Fraternali, S. Paraboschi, R. Torlone Database & WWW Capitolo 4 Basi di dati Architetture e linee di evoluzione P. Atzeni, S. Ceri, P. Fraternali, S. Paraboschi, R. Torlone 1 Sommario Protocollo HTTP CGI Java Servlet Server-side scripting

Dettagli

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB.

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB Web Server TOMCAT Ing. Marco Mamei Anno Accademico 2004-2005 M. Mamei - Tecnologie

Dettagli

JAVA SERVLET: I filtri

JAVA SERVLET: I filtri JAVA SERVLET: I filtri INTRODUZIONE Quest oggi vedremo una particolarità delle servlet che è stata introdotta nelle servlet API versione 2.3. I filtri sono un potente meccanismo che è in grado di fare

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Applicazioni Web J2EE Framework per il Modello 2 it.unibas.pinco versione 3.2 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima

Dettagli

Lezione di Basi di Dati 1 18/11/2008 - TECNOLOGIE PER IL WEB: CGI - AJAX SERVLETS & JSP

Lezione di Basi di Dati 1 18/11/2008 - TECNOLOGIE PER IL WEB: CGI - AJAX SERVLETS & JSP EVOLUZIONE DEL WEB: PAGINE STATICHE vs PAGINE DINAMICHE Il Web è nato a supporto dei fisici, perché potessero scambiare tra loro le informazioni inerenti le loro sperimentazioni. L HTTP è nato inizialmente

Dettagli

Architettura MVC-2 A L B E R T O B E L U S S I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 2 / 2 0 1 3

Architettura MVC-2 A L B E R T O B E L U S S I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 2 / 2 0 1 3 Architettura MVC-2 A L B E R T O B E L U S S I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 2 / 2 0 1 3 Verso l architettura MVC-2 2 Il secondo passo verso l architettura MVC-2 è quello di separare il controllo dell

Dettagli

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28 Indice 25 184 Introduzione XI Capitolo 1 Impostazione dell ambiente di sviluppo 2 1.1 Introduzione ai siti Web dinamici 2 1.2 Impostazione dell ambiente di sviluppo 4 1.3 Scaricamento di Apache 6 1.4 Installazione

Dettagli

Architetture Web. parte 1. Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04

Architetture Web. parte 1. Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04 Architetture Web parte 1 Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04 Architetture Web (1) Modello a tre livelli in cui le interazioni tra livello presentazione e livello applicazione sono mediate

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

Primi passi con Apache Tomcat. L application server dell Apache group

Primi passi con Apache Tomcat. L application server dell Apache group Primi passi con Apache Tomcat L application server dell Apache group 2 J2EE Direttive Sun Microsystem Che cos è un application server EJB Maggiori application server open source 3 Tomcat Open Source e

Dettagli

Estensione di un sistema per la gestione semi-automatica di siti didattici con XML

Estensione di un sistema per la gestione semi-automatica di siti didattici con XML Università degli Studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Estensione di un sistema per la gestione semi-automatica di siti didattici con

Dettagli

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine Siti interattivi e dinamici in poche pagine 1 Siti Web interattivi Pagine Web codificate esclusivamente per mezzo dell HTML non permettono alcun tipo di interazione con l utente, se non quella rappresentata

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

Architetture per la comunicazione nel Web

Architetture per la comunicazione nel Web 1 Architetture per la comunicazione nel Web 1.1 Principi di base Su Web, le comunicazioni si caratterizzano per un paradigma di funzionamento dell interazione noto con il nome di client-server. A ciò si

Dettagli

JavaServer Pages: Introduzione

JavaServer Pages: Introduzione JavaServer Pages: Introduzione Gianluca Moro gianluca.moro@unibo.it Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemistica Università di Bologna Sistemi reali in JSP!! ofoto.com: stampa e gestisce foto

Dettagli

Come funziona internet

Come funziona internet Come funziona internet Architettura client server URL/URI Richiesta (Request) Risposta (Response) Pagina url e uri Uno Uniform Resource Identifier (URI, acronimo più generico rispetto ad "URL") è una stringa

Dettagli

SWIM v2 Design Document

SWIM v2 Design Document PROGETTO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE 2 SWIM v2 DD Design Document Matteo Danelli Daniel Cantoni 22 Dicembre 2012 1 Indice Progettazione concettuale Modello ER Entità e relazioni nel dettaglio User Feedback

Dettagli

Gestire le sessioni con le Servlet

Gestire le sessioni con le Servlet PROGETTO Gestire le sessioni con le Servlet Con il termine sessione si intende un insieme di attività correlate, con una o alcune di queste che sono preliminari ad altre. Si pensi, per esempio, a un qualsiasi

Dettagli

Web Application model. Servlet. Servlet e Servlet Container. Introduzione alle Servlet

Web Application model. Servlet. Servlet e Servlet Container. Introduzione alle Servlet Web Application model Client Tier Middle Tier Enterprise Information System (EIS) Tier Introduzione alle Servlet application Web Container browser Servlet Servlet JSP JDBC Database 2 Servlet Programma

Dettagli

Java Enterprise Edi.on. Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia

Java Enterprise Edi.on. Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia Java Enterprise Edi.on Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia Java Web Services Web Services: SOAP vs. RESTful 2 diversi.pi di Web Services I Web Services SOAP sono quelli classici Si basano

Dettagli

Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications)

Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications) Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications) 1 ALBERTO BELUSSI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 WEB La tecnologia del World Wide Web (WWW) costituisce attualmente lo strumento di riferimento

Dettagli

Il sistema operativo

Il sistema operativo Il sistema operativo Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Cos è un Sistema Operativo? Per capirlo, immaginiamo inizialmente

Dettagli

Argomenti Percorso 7 Apache HTTP

Argomenti Percorso 7 Apache HTTP Apache httpd Directory importanti File di configurazione Permessi d accesso Virtual Host Moduli ed estensioni SSL e https PHP Argomenti Percorso 7 Apache HTTP 2 httpd.apache.org Percorso 7 Apache HTTP

Dettagli

Java Server Pages. Corso di Applicazioni Telematiche. A.A. 2006-07 Lezione n.18 Prof. Roberto Canonico

Java Server Pages. Corso di Applicazioni Telematiche. A.A. 2006-07 Lezione n.18 Prof. Roberto Canonico Java Server Pages Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2006-07 Lezione n.18 Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Java Server Pages (JSP) Java Server

Dettagli

Strutture di accesso ai dati

Strutture di accesso ai dati Strutture di accesso ai dati 1 A L B E R T O B E L U S S I P A R T E I I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 0-2 0 1 1 Gestore dei metodi di accesso 2 E il modulo del DBMS che trasforma il piano di esecuzione

Dettagli

Applicazioni Web: meccanismi per il passaggio di informazioni tramite HTTP Corso di Applicazioni Telematiche

Applicazioni Web: meccanismi per il passaggio di informazioni tramite HTTP Corso di Applicazioni Telematiche Applicazioni Web: meccanismi per il passaggio di informazioni tramite HTTP Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2006-07 Lezione n.10 parte II Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico

Dettagli

Laboratorio di sistemi Prima Web Application JSP [Java]

Laboratorio di sistemi Prima Web Application JSP [Java] Vogliamo scrivere la nostra prima web application che legga da tastiera il nostro nome e fornisca un messaggio di saluto. Per costruire la nostra applicazione creiamo con NetBeans un nuovo progetto. File

Dettagli

Tomcat. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2004/05-1

Tomcat. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2004/05-1 Tomcat E uno dei servlet engine più diffusi. Può funzionare sia come prodotto standalone, sia come modulo del web server Apache. Disponibile gratuitamente (per molti sistemi operativi tra cui Linux e Windows)

Dettagli

Osservazioni. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2005/06-1

Osservazioni. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2005/06-1 Osservazioni Nell esempio della precedente lezione del contatore di accessi persistente il nome del file in cui memorizzare il numero di hit ed il valore iniziale del contatore sono codificati direttamente

Dettagli

Sommario. Introduzione Architettura Client-Server. Server Web Browser Web. Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli

Sommario. Introduzione Architettura Client-Server. Server Web Browser Web. Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli Sommario Introduzione Architettura Client-Server Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli Server Web Browser Web Introduzione La storia inizia nel 1989 Tim Berners-Lee al CERN, progetto WWW

Dettagli

CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA

CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA Corso di Programmazione Java Standard Edition ( MODULO A) OBIETTIVI ll corso ha come obiettivo quello di introdurre la programmazione a oggetti (OOP) e di fornire solide basi

Dettagli

Web-TV Manuale per l Amministratore

Web-TV Manuale per l Amministratore Web-TV Manuale per l Amministratore Via Trebbo, 88 41053 Maranello (MO) Part. IVA 02707260366 Tel. 0536/944949 Fax. 0536/933156 E-mail: info@leonardomultimedia.com Web: http://www.leonardomultimedia.com

Dettagli

Server Web. Apache Tomcat. Modalità di funzionamento. Autore: Roberto Fabbrica rfabbrica@libero.it. Diapo 1. Diapo 2. Diapo 3

Server Web. Apache Tomcat. Modalità di funzionamento. Autore: Roberto Fabbrica rfabbrica@libero.it. Diapo 1. Diapo 2. Diapo 3 1 Server Web In questo modulo verrà analizzato Tomcat, l application server di Apache che supporta JSP. Viste le caratteristiche di stabilità, aderenza alle specifiche JSP, configurabilità e supporto,

Dettagli

WEBsfa: l automazione della forza vendita via Web

WEBsfa: l automazione della forza vendita via Web WEBsfa: l automazione della forza vendita via Web White Paper 1 Gennaio 2005 White Paper Pag. 1 1/1/2005 L automazione della Forza Vendita Le aziende commerciali che che sviluppano e alimentano il proprio

Dettagli

Server web e protocollo HTTP

Server web e protocollo HTTP Server web e protocollo HTTP Dott. Emiliano Bruni (info@ebruni.it) Argomenti del corso Cenni generali sul web IIS e Apache Il server web Micsosoft Internet Information Server 5.0 Il server web Apache 2.0

Dettagli

Le tecnologie software Internet

Le tecnologie software Internet Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B B2_1 V1.7 Le tecnologie software Internet Standard aperti / Sun Java Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Application Server per sviluppare applicazioni Java Enterprise

Application Server per sviluppare applicazioni Java Enterprise Application Server per sviluppare applicazioni Java Enterprise Con il termine Application Server si fa riferimento ad un contenitore, composto da diversi moduli, che offre alle applicazioni Web un ambiente

Dettagli

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB. Http con java, URL

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB. Http con java, URL Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB Http con java, URL Ing. Marco Mamei Anno Accademico 2004-2005 M. Mamei - Tecnologie

Dettagli

Corso di Informatica. Prerequisiti. Modulo T3 B3 Programmazione lato server. Architettura client/server Conoscenze generali sui database

Corso di Informatica. Prerequisiti. Modulo T3 B3 Programmazione lato server. Architettura client/server Conoscenze generali sui database Corso di Informatica Modulo T3 B3 Programmazione lato server 1 Prerequisiti Architettura client/server Conoscenze generali sui database 2 1 Introduzione Lo scopo di questa Unità è descrivere gli strumenti

Dettagli

RMI Remote Method Invocation

RMI Remote Method Invocation RMI Remote Method Invocation [Pagina intenzionalmente vuota] (1 12 2004) slide 4:1/18 (p.106) Un applicazione RMI è un applicazione distribuita ad oggetti. Applicazione RMI tipica, strutturata in: server:

Dettagli

Java Web Services. Uso di Eclipse e Apache Axis

Java Web Services. Uso di Eclipse e Apache Axis Java Web Services Uso di Eclipse e Apache Axis 1 Gli strumenti utili per iniziare Axis (Web Service tool) Eclipse (IDE di sviluppo) Tomcat (servlet/jsp container) N.B. Eclipse e Tomcat possono essere sostituiti

Dettagli

Session tracking Session tracking HTTP: è stateless, cioè non permette di associare una sequenza di richieste ad un dato utente. Ciò vuol dire che, in generale, se un browser richiede una specifica pagina

Dettagli

Università degli studi dell Aquila. Sistemi di elaborazione delle informazioni

Università degli studi dell Aquila. Sistemi di elaborazione delle informazioni Università degli studi dell Aquila Corsi di studio: I2E, I2I Sistemi di elaborazione delle informazioni 9 C.F.U. Prof. Eliseo Clementini Ing. Gaetanino Paolone Tecnologie per lo sviluppo di Sistemi sul

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 10 -

Informatica per la comunicazione - lezione 10 - Informatica per la comunicazione" - lezione 10 - Evoluzione del Web" Nell evoluzione del Web si distinguono oggi diverse fasi:" Web 1.0: la fase iniziale, dal 1991 ai primi anni del 2000" Web 2.0: dai

Dettagli

Gestione di database lato server, appunti di configurazione

Gestione di database lato server, appunti di configurazione Gestione di database lato server, appunti di configurazione Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 9 maggio, 2008 Stefano Brocchi Configurazione DB lato server 9 maggio, 2008 1 / 13 Installare MySql Distribuzione

Dettagli

FileMaker Server 14. Guida alla configurazione dell installazione in rete

FileMaker Server 14. Guida alla configurazione dell installazione in rete FileMaker Server 14 Guida alla configurazione dell installazione in rete 2007 2015 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Le tecnologie software Internet

Le tecnologie software Internet Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi B2_1 V1.7 Le tecnologie software Internet Standard aperti / Sun Java Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile

Dettagli

Applicazioni web. Parte 2 JSP. Michele Tomaiuolo tomamic@ce.unipr.it

Applicazioni web. Parte 2 JSP. Michele Tomaiuolo tomamic@ce.unipr.it Agent and Object Technology Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Applicazioni web Parte 2 JSP Michele Tomaiuolo tomamic@ce.unipr.it Sommario JSP: sintassi di

Dettagli

Servlet e JDBC. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Richieste. Servlet. Servlet:

Servlet e JDBC. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Richieste. Servlet. Servlet: e JDBC Programmazione in Rete e Laboratorio Matteo Baldoni Dipartimento di Informatica Universita` degli Studi di Torino C.so Svizzera, 185 I-10149 Torino e : estensioni del Java API permettono di scrivere

Dettagli

Java J2EE JSP e Servlets

Java J2EE JSP e Servlets Java J2EE JSP e Servlets Relatore Dott.ssa Lucrezia Macchia Ph.D Student in Computer Science Dipartimento DI INFORMATICA Piattaforme JAVA Ambienti di sviluppo: JDK L' edizione SDK si distingue in: Java

Dettagli