I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 9/2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 9/2014"

Transcript

1 I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino Mensile Anno II n. 9/2014 pubblicato il 31 ottobre 2014

2

3 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n. 278/2006 del 14 luglio 2006 Direzione e Redazione presso l Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni Servizio Studi e Gestione Dati via del Quirinale ROMA tel. 06/ fax 06/ Direttore Responsabile: Dr. Roberto NOVELLI

4

5 Indice 1. PROVVEDIMENTI IVASS PROVVEDIMENTI RIGUARDANTI SINGOLE IMPRESE... 5 Provvedimento n del 2 settembre Assicurazioni Generali S.p.A.. Istanza di autorizzazione, ai sensi dell art. 79 del d.lgs. 7 settembre 2005 n. 209 e dell art. 8 del Regolamento Isvap n. 26 del 4 agosto 2008, per l acquisizione della partecipazione di controllo della costituenda società Telco AG S.r.l.. Provvedimento Provvedimento n del 10 settembre AXA Assicurazioni S.p.A.. Istanza di autorizzazione, ai sensi dell art. 79 del d.lgs. 7 settembre 2005 n. 209 e dell art. 8 del Regolamento ISVAP n. 26 del 4 agosto 2008, per l acquisizione della partecipazione di controllo della società AXA Italia Servizi S.c.p.a. Provvedimento Provvedimento n del 23 settembre Assicurazioni Generali S.p.A. - Autorizzazione, ai sensi dell art. 15 del d.lgs. 7 settembre 2005, n. 209 e del Regolamento Isvap 10/2008, ad estendere l esercizio dell attività riassicurativa nel ramo 18 (Assistenza), di cui all art. 2, comma 3, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n Provvedimento Provvedimento n del 23 settembre Allianz S.p.A. - Autorizzazione, ai sensi dell articolo 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, e del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, della fusione per incorporazione di Antoniana Veneta Popolare Assicurazioni S.p.A. in Allianz S.p.A.. Provvedimento Provvedimento n del 30 settembre Assicurazioni Generali S.p.A.. Istanza di autorizzazione, ai sensi dell art. 79 del d.lgs. 7 settembre 2005 n. 209 e dell art. 8 del Regolamento Isvap n. 26 del 4 agosto 2008, per l acquisizione della partecipazione di controllo della costituenda società PT Generali Service Corporation. Provvedimento MODIFICHE STATUTARIE Provvedimento n del 8 settembre Italiana Assicurazioni s.p.a. Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento n del 23 settembre Intesa Sanpaolo Vita S.p.A. - Modifiche statutarie. Provvedimento PROVVEDIMENTI SANZIONATORI SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE PARERI RESI ALL AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO (ART. 20, COMMA 4, L. 287/90 ) Parere del 13 agosto Parere ai sensi dell art. 20, comma 4, della legge n. 287/90, in merito all istanza di SanPaolo s.p.a. di revoca delle misure concernenti il settore assicurativo vita di cui al provvedimento AGCM del 22 dicembre 2010, n Parere del 25 agosto Parere ai sensi dell articolo 20, comma 4, della legge n. 287/90, in merito agli effetti concorrenziali sul mercato assicurativo a seguito dell operazione di acquisizione del controllo della Cassa di Risparmio della Provincia di Teramo s.p.a. da parte della Banca Popolare di Bari S.C.p.A IMPRESE IN LCA INFORMATIVA LIQUIDAZIONI I

6 Progress Assicurazioni s.p.a. con sede in Palermo Suditalia SIA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. con sede in Palermo ATTI COMUNITARI DI INTERESSE PER IL SETTORE ASSICURATIVO SELEZIONE DALLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA STATISTICHE SANZIONI ALTRE NOTIZIE TRASFERIMENTI DI PORTAFOGLIO DI IMPRESE DELLO SPAZIO ECONOMICO EUROPEO Comunicazione del trasferimento del portafoglio assicurativo vita, ivi inclusi contratti per assicurati residenti in Italia, da Credit Life International N.V società con sede nei Paesi Bassi a Credit Life AG società con sede in Germania Comunicazione del trasferimento del portafoglio, ivi inclusi gli eventuali contratti per assicurati residenti in Italia, da Family Assurances Friendly Society Limited a The Ancient Order of Foresters Friendly Society Limited, entrambe con sede nel Regno Unito TASSO DI INTERESSE GARANTIBILE NEI CONTRATTI RELATIVI AI RAMI VITA Determinazione dei tassi massimi di interesse da applicare ai contratti dei rami vita espressi in euro che prevedono una garanzia di tasso di interesse II

7

8

9 1. PROVVEDIMENTI IVASS

10

11 Provvedimenti IVASS 1.1 PROVVEDIMENTI RIGUARDANTI SINGOLE IMPRESE Provvedimento n del 2 settembre 2014 Assicurazioni Generali S.p.A.. Istanza di autorizzazione, ai sensi dell art. 79 del d.lgs. 7 settembre 2005 n. 209 e dell art. 8 del Regolamento Isvap n. 26 del 4 agosto 2008, per l acquisizione della partecipazione di controllo della costituenda società Telco AG S.r.l.. Provvedimento. Con lettera del 21 luglio 2014, Assicurazioni Generali S.p.A. ha presentato istanza di autorizzazione all acquisizione, diretta per il 45,5% del capitale e indiretta, per il tramite delle controllate Generali Italia, Alleanza Assicurazioni, Generali Lebenversicherung A.G. e Generali Vie S.A., per la rimanente quota del 54,5% della partecipazione di controllo nel capitale sociale della costituenda società Telco AG S.r.l.. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria ed accertato che da detta operazione non deriva pericolo per la stabilità né emergono elementi di pregiudizio per la sana e prudente gestione, si autorizza Assicurazioni Generali S.p.A., ai sensi dell articolo 79 del d.lgs. 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento Isvap n. 26 del 4 agosto 2008, all assunzione, diretta e per il tramite delle controllate Generali Italia, Alleanza Assicurazioni, Generali Lebenversicherung A.G. e Generali Vie S.A., della partecipazione di controllo nel capitale sociale della costituenda società Telco AG S.r.l.. Per il Direttorio integrato Il Governatore della Banca d Italia Delibera n. 118 del 2 settembre

12 Bollettino IVASS n. 9/2014 Provvedimento n del 10 settembre 2014 AXA Assicurazioni S.p.A.. Istanza di autorizzazione, ai sensi dell art. 79 del d.lgs. 7 settembre 2005 n. 209 e dell art. 8 del Regolamento ISVAP n. 26 del 4 agosto 2008, per l acquisizione della partecipazione di controllo della società AXA Italia Servizi S.c.p.a. Provvedimento. Con lettera del 16 giugno 2014, AXA Assicurazioni S.p.A. ha presentato istanza di autorizzazione all acquisizione della partecipazione di controllo nel capitale sociale della costituenda società AXA Italia Servizi S.c.p.a.. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria ed accertato che da detta operazione non deriva pericolo per la stabilità né emergono elementi di pregiudizio per la sana e prudente gestione, si autorizza AXA Assicurazioni S.p.A., ai sensi dell articolo 79 del d.lgs. 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 26 del 4 agosto 2008, all assunzione della partecipazione di controllo nel capitale sociale della società AXA Italia Servizi S.c.p.a.. Il Presidente 6

13 Provvedimenti IVASS Provvedimento n del 23 settembre 2014 Assicurazioni Generali S.p.A. - Autorizzazione, ai sensi dell art. 15 del d.lgs. 7 settembre 2005, n. 209 e del Regolamento Isvap 10/2008, ad estendere l esercizio dell attività riassicurativa nel ramo 18 (Assistenza), di cui all art. 2, comma 3, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n Provvedimento. Con lettera del 9 luglio 2014 Assicurazioni Generali S.p.A. ha presentato istanza di autorizzazione ad estendere l esercizio dell attività riassicurativa nel ramo 18 (Assistenza). Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 15 del decreto legislativo n. 209/2005 e del Regolamento Isvap n. 10/2008, la sussistenza dei requisiti per l autorizzazione all estensione dell esercizio dell attività riassicurativa nel ramo richiesto. In relazione a ciò, questo Istituto autorizza, ai sensi dell art. 15 del decreto legislativo n. 209/2005 e del Regolamento Isvap n. 10/2008, Assicurazioni Generali S.p.A. ad estendere l esercizio dell attività riassicurativa nel ramo 18 di cui all art. 2, comma 3, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n Per il Direttorio integrato Il Governatore della Banca d Italia Delibera n. 123 del 23 settembre

14 Bollettino IVASS n. 9/2014 Provvedimento n del 23 settembre 2014 Allianz S.p.A. - Autorizzazione, ai sensi dell articolo 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, e del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, della fusione per incorporazione di Antoniana Veneta Popolare Assicurazioni S.p.A. in Allianz S.p.A.. Provvedimento. Con lettera del 30 maggio 2014 Allianz S.p.A., anche in nome e per conto della società controllata Antoniana Veneta Popolare Assicurazioni S.p.A., ha presentato istanza di autorizzazione, ai sensi dell art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e dell art. 24 del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, alla fusione per incorporazione di Antoniana Veneta Popolare Assicurazioni S.p.A. in Allianz S.p.A.. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dall art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, la sussistenza dei requisiti previsti per l autorizzazione alla fusione in oggetto. In relazione a ciò, questo Istituto autorizza, ai sensi dall art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, la fusione per incorporazione di Antoniana Veneta Popolare Assicurazioni S.p.A. in Allianz S.p.A. Per il Direttorio Integrato Il Governatore della Banca d Italia Delibera n. 124 del 23 settembre

15 Provvedimenti IVASS Provvedimento n del 30 settembre 2014 Assicurazioni Generali S.p.A.. Istanza di autorizzazione, ai sensi dell art. 79 del d.lgs. 7 settembre 2005 n. 209 e dell art. 8 del Regolamento Isvap n. 26 del 4 agosto 2008, per l acquisizione della partecipazione di controllo della costituenda società PT Generali Service Corporation. Provvedimento. Con lettera del 6 agosto 2014, successivamente integrata in data 1 settembre 2014, Assicurazioni Generali S.p.A. ha presentato istanza di autorizzazione all acquisizione indiretta, per il tramite delle controllate Generali Vie S.A. e E-Cie Vie della partecipazione di controllo nel capitale sociale della costituenda società PT Generali Service Corporation. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria ed accertato che da detta operazione non deriva pericolo per la stabilità né emergono elementi di pregiudizio per la sana e prudente gestione, si autorizza Assicurazioni Generali S.p.A., ai sensi dell articolo 79 del d.lgs. 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento Isvap n. 26 del 4 agosto 2008, all assunzione per il tramite delle controllate Generali Vie S.A. e E-Cie Vie, della partecipazione di controllo nel capitale sociale della costituenda società PT Generali Service Corporation. Per il Direttorio integrato Il Governatore della Banca d Italia Delibera n. 133 del 30 settembre

16 Bollettino IVASS n. 9/ MODIFICHE STATUTARIE Provvedimento n del 8 settembre 2014 Italiana Assicurazioni s.p.a. Modifiche statutarie. Provvedimento Con lettera dell 8 luglio 2014, pervenuta a questa Autorità in data 11 luglio 2014, Italiana Assicurazioni s.p.a. ha trasmesso copia del verbale di Assemblea straordinaria e ordinaria degli azionisti del 25 giugno 2014, nel corso della quale sono stati modificati gli articoli 12, 15, 16, e 20 dello statuto sociale. Le modifiche statutarie in oggetto sono apportate al fine di rendere solo eventuale la nomina del Vice Presidente del consiglio di amministrazione Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che le modifiche statutarie proposte non risultano in contrasto con il principio di sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge delle modifiche statutarie in argomento. Per Delegazione del Direttorio Integrato 10

17 Provvedimenti IVASS Provvedimento n del 23 settembre 2014 Intesa Sanpaolo Vita S.p.A. - Modifiche statutarie. Provvedimento Con lettera del 12 settembre 2014, pervenuta in pari data, Intesa Sanpaolo Vita S.p.A. ha trasmesso copia del verbale della riunione dell Assemblea straordinaria del 12 settembre 2014 ed ha chiesto l approvazione della modifica dell articolo 5 (Capitale) dello Statuto sociale. La modifica statutaria è apportata allo scopo di adeguare il contenuto del citato articolo al nuovo importo del capitale sociale a seguito dell aumento deliberato a servizio del conferimento di ramo d azienda da Intesa Sanpaolo Previdenza SIM S.p.A.. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che le modifica statutaria proposta non risulta in contrasto con il principio della sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge della modifica statutaria in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 11

18

19 2. PROVVEDIMENTI SANZIONATORI

20

21 Provvedimenti Sanzionatori 2.1 SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE ORDINANZA N. 2202/14 DEL 4 SETTEMBRE 2014 Generali Italia s.p.a., con sede in Mogliano Veneto (TV). artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 1.260,00 (milleduecentosessanta/00). ORDINANZA N. 2203/14 DEL 4 SETTEMBRE 2014 Generali Italia s.p.a., con sede in Mogliano Veneto (TV). artt. 146 del d.lgs. 209/2005 e 5 del d.m. 191/ mancato accoglimento, entro il termine di 60 giorni, della richiesta di accesso agli atti di un fascicolo di un sinistro r.c. auto. art. 317, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2204/14 DEL 4 SETTEMBRE 2014 Generali Italia s.p.a., con sede in Mogliano Veneto (TV). dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2205/14 DEL 4 SETTEMBRE 2014 Generali Italia s.p.a., con sede in Mogliano Veneto (TV). dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). 15

22 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2206/14 DEL 4 SETTEMBRE 2014 Alpha Insurance A/S - Rappresentanza Generale per l Italia, in persona del dott. Coppitelli Paolo di IFC Insurance and Financial Consultant s.r.l., con sede in Roma. art. 148, comma 6, del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la corresponsione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). ORDINANZA N. 2207/14 DEL 4 SETTEMBRE 2014 Alpha Insurance A/S - Rappresentanza Generale per l Italia, in persona del dott. Coppitelli Paolo di IFC Insurance and Financial Consultant s.r.l., con sede in Roma. dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2208/14 DEL 4 SETTEMBRE 2014 Alpha Insurance A/S - Rappresentanza Generale per l Italia, in persona del dott. Coppitelli Paolo di IFC Insurance and Financial Consultant s.r.l., con sede in Roma. dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2209/14 DEL 4 SETTEMBRE 2014 Sogessur S.A. - Rappresentanza Generale per l Italia, c/o Fiditalia s.p.a. con sede in Milano. dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). 16

23 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2210/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2211/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2212/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 5.400,00 (cinquemilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 2213/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 5.400,00 (cinquemilaquattrocento/00). 17

24 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2214/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). ORDINANZA N. 2215/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2216/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2217/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). 18

25 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2218/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (diecimilaottocento/00). ORDINANZA N. 2219/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2220/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2221/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). 19

26 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2222/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 900,00 (novecento/00). ORDINANZA N. 2223/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.100,00 (duemilacento/00). ORDINANZA N. 2224/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). ORDINANZA N. 2225/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.100,00 (duemilacento/00). 20

27 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2226/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 900,00 (novecento/00). ORDINANZA N. 2227/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2228/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.700,00 (duemilasettecento/00). ORDINANZA N. 2229/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 420,00 (quattrocentoventi/00). 21

28 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2230/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 700,00 (settecento/00). ORDINANZA N. 2231/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2232/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 700,00 (settecento/00). ORDINANZA N. 2233/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.100,00 (duemilacento/00). 22

29 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2234/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.100,00 (duemilacento/00). ORDINANZA N. 2235/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2236/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.700,00 (duemilasettecento/00). ORDINANZA N. 2237/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.700,00 (duemilasettecento/00). 23

30 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2238/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.700,00 (duemilasettecento/00). ORDINANZA N. 2239/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2240/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2241/14 DEL18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.700,00 (duemilasettecento/00). 24

31 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2242/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 900,00 (novecento/00). ORDINANZA N. 2243/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.725,00 (quattromilasettecentoventicinque/00). ORDINANZA N. 2244/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2245/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 9.450,00 (novemilaquattrocentocinquanta/00). 25

32 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2246/14 DEL 18 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2247/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 Di Lella Assicurazioni s.a.s. di Di Lella Angelo e Mariangela, con sede in Carpino (FG) e con domicilio eletto presso lo studio dell avv. Malandrino Luigi, in Roma. combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento ISVAP 5/2006, degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/2006 e degli artt. 120 del d.lgs. 209/2005 e 49 del regolamento ISVAP 5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie: - mancato rispetto dell obbligo di separazione patrimoniale; - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 11 occasioni; - mancato rispetto degli obblighi di informativa precontrattuale. art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (tredicimila/00). ORDINANZA N. 2248/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 Angelinetta Adriana, presso la residenza in Dongo (CO). combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie: - mancato rispetto dell obbligo di separazione patrimoniale; - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 23 occasioni. art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (settantaduemila/00). 26

33 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2249/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 Gobbo s.a.s. di Gobbo geom. Maurizio e C. (già Gobbo e Bizzotto s.a.s.), in persona del legale rappresentante pro tempore, sig. Gobbo Maurizio, presso la residenza in Treviso. combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie: - mancato rispetto dell obbligo di separazione patrimoniale in n. 3 occasioni; - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 17 occasioni. art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ottantunomila/00). ORDINANZA N. 2250/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 New Assi Service s.a.s. di Giani Piera e Reitano Eugenio, con sede in Roma; Rossi Giovanni, presso la residenza in Roma (in concorso). art. 109, comma 4, del d.lgs. 209/2005 e combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie: - ricorso, da parte di New Assi Service s.a.s. di Giani Piera e Reitano Eugenio, nell esercizio dell attività di intermediazione, all opera del sig. Rossi Giovanni in assenza della preventiva iscrizione al RUI quale proprio collaboratore; - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 8 occasioni. art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (diecimila/00) - per New Assi Service s.a.s. di Giani Piera e Reitano Eugenio; euro ,00 (diciassettemila/00) - per Giovanni Rossi. ORDINANZA N. 2251/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 Intesa Sanpaolo Assicura s.p.a., con sede in Torino. artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (quarantamila/00). 27

34 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2252/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 Generali Italia s.p.a. (già Alleanza Toro s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, commi 2 e 3, del d.lgs. 209/2005. euro 7.560,00 (settemilacinquecentosessanta/00). ORDINANZA N. 2253/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 700,00 (settecento/00). ORDINANZA N. 2254/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2255/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). 28

35 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2256/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.100,00 (duemilacento/00). ORDINANZA N. 2257/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2258/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 artt. 127 del d.lgs. 209/2005 e 11 del regolamento ISVAP 13/ mancato rilascio al contraente, entro il termine previsto, del certificato e contrassegno relativi ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 1.500,00 (millecinquecento/00). ORDINANZA N. 2259/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 artt. 127 del d.lgs. 209/2005 e 11 del regolamento ISVAP 13/ mancato rilascio al contraente, entro il termine previsto, del certificato e contrassegno relativi ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 4.500,00 (quattromilacinquecento/00). 29

36 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2260/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 artt. 127 del d.lgs. 209/2005 e 11 del regolamento ISVAP 13/ mancato rilascio al contraente, entro il termine previsto, del certificato e contrassegno relativi ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 4.500,00 (quattromilacinquecento/00). ORDINANZA N. 2261/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 artt. 127 del d.lgs. 209/2005 e 11 del regolamento ISVAP 13/ mancato rilascio al contraente, entro il termine previsto, del certificato e contrassegno relativi ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 1.500,00 (millecinquecento/00). ORDINANZA N. 2262/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 artt. 127 del d.lgs. 209/2005 e 11 del regolamento ISVAP 13/ mancato rilascio al contraente, entro il termine previsto, del certificato e contrassegno relativi ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 1.500,00 (millecinquecento/00). ORDINANZA N. 2263/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 artt. 127 del d.lgs. 209/2005 e 11 del regolamento ISVAP 13/ mancato rilascio al contraente, entro il termine previsto, del certificato e contrassegno relativi ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). 30

37 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2264/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 artt. 127 del d.lgs. 209/2005 e 11 del regolamento ISVAP 13/ mancato rilascio al contraente, entro il termine previsto, del certificato e contrassegno relativi ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 1.500,00 (millecinquecento/00). ORDINANZA N. 2265/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 artt. 127 del d.lgs. 209/2005 e 11 del regolamento ISVAP 13/ mancato rilascio al contraente, entro il termine previsto, del certificato e contrassegno relativi ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 1.500,00 (millecinquecento/00). ORDINANZA N. 2266/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2267/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). 31

38 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2268/14 DEL 23 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2269/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. combinato disposto dell art. 191 del d.lgs. 209/2005 e degli artt. 5 e 8 del regolamento ISVAP 20/2008, dell art. 191 del d.lgs. 209/2005 e degli artt. 7, 15, 21 e 22 del regolamento ISVAP 20/2008, degli artt. 101 del d.lgs. 209/2005 e 8, comma 5, del regolamento ISVAP 27/2008, dell art. 101 del d.lgs. 209/2005 e degli artt. 4, comma 2, 22, 23, 24 e 25 del regolamento ISVAP 27/2008, degli artt. 101 del d.lgs. 209/2005 e 4, comma 8, del regolamento ISVAP 27/2008, art. 89 del d.lgs. 209/2005, dell art. 37 del d.lgs. 209/2005 e degli artt. 26 e 27 del regolamento ISVAP 16/2008, in relazione alle seguenti fattispecie: - mancato assolvimento da parte degli organi sociali di alcune proprie funzioni; - mancato assolvimento da parte dell alta direzione e delle funzioni di controllo interno di alcuni propri compiti; - insufficiente implementazione del diario di trattazione dei sinistri; - irregolare compilazione dei registri assicurativi concernenti il ramo responsabilità civile auto e natanti; - mancato raccordo tra le totalizzazioni dei registri assicurativi del ramo r.c. auto e natanti e gli importi indicati in bilancio; - errata iscrizione in bilancio di partite creditorie (ramo perdite pecuniarie); - anomalie della gestione tecnica e del processo di riservazione dei sinistri del ramo r.c. auto e natanti. art. 310, commi 1 e 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (duecentonovantaquattromila/00). ORDINANZA N. 2270/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 Etikom s.r.l., con sede in Roma. combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/2006 e degli artt. 120 del d.lgs. 209/2005 e 49 del regolamento ISVAP 5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie: - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 3 occasioni; - mancato rispetto degli obblighi di informativa precontrattuale in n. 3 occasioni. art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 6.000,00 (seimila/00). 32

39 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2271/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 Villamajna Diomede, presso la residenza in Capriati al Volturno (CE). combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie: - mancato rispetto dell obbligo di separazione patrimoniale; - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati. art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 2.000,00 (duemila/00). ORDINANZA N. 2272/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2273/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2274/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.700,00 (duemilasettecento/00). 33

40 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2275/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2276/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2277/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). ORDINANZA N. 2278/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 artt. 127 del d.lgs. 209/2005 e 11 del regolamento ISVAP 13/ mancato rilascio al contraente, entro il termine previsto, del certificato e contrassegno relativi ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 4.500,00 (quattromilacinquecento/00). 34

41 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2279/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 artt. 127 del d.lgs. 209/2005 e 11 del regolamento ISVAP 13/ mancato rilascio al contraente, entro il termine previsto, del certificato e contrassegno relativi ad una polizza r.c. auto. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 1.500,00 (millecinquecento/00). ORDINANZA N. 2280/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2281/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2282/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventimilaquattrocento/00). 35

42 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2283/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 9.450,00 (novemilaquattrocentocinquanta/00). ORDINANZA N. 2284/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2285/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2286/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (diecimilaottocento/00). 36

43 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2287/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 Diani Enrico, presso la residenza in Marradi (FI). combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie: - mancato rispetto dell obbligo di separazione patrimoniale; - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 28 occasioni. art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (cinquantottomila/00). ORDINANZA N. 2288/14 DEL 24 SETTEMBRE 2014 Esse Cinque Assicurazioni s.a.s., con sede in Milano, in persona del legale rappresentante pro tempore, sig. Sgarra Francesco. combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie: - mancato rispetto dell obbligo di separazione patrimoniale; - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 6 occasioni. art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 9.000,00 (novemila/00). ORDINANZA N. 2289/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 Tua Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventimilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 2290/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 UnipolSai s.p.a., con sede in Bologna. artt. 146 del d.lgs. 209/2005 e 5 del d.m. 191/ mancato accoglimento, entro il termine di 60 giorni, della richiesta di accesso agli atti di un fascicolo di un sinistro r.c. auto. art. 317, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). 37

44 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2291/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 Generali Italia s.p.a., con sede in Mogliano Veneto (TV). dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, commi 2 e 3, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (quattordicimiladuecentottanta/00). ORDINANZA N. 2292/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2293/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2294/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). 38

45 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2295/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2296/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2297/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). ORDINANZA N. 2298/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). 39

46 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2299/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2300/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 5.400,00 (cinquemilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 2301/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 Zurich Insurance Plc - Rappresentanza Generale dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (diecimilaottocento/00). ORDINANZA N. 2302/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). 40

47 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2303/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2304/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2305/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2306/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). 41

48 Bollettino IVASS n. 9/2014 ORDINANZA N. 2307/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 9.450,00 (novemilaquattrocentocinquanta/00). ORDINANZA N. 2308/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2309/14 DEL 30 SETTEMBRE 2014 dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). 42

49 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZE ANNULLATE/RIDETERMINATE IN SEDE DI AUTOTUTELA NEL MESE DI SETTEMBRE 2014 ORDINANZA N. 2108/14 DEL 21 AGOSTO 2014 Intervento in Autotutela Importo rideterminato Zurich Insurance Plc - Rappresentanza Generale per l Italia, con sede in Milano. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 2.835,00 (duemilaottocentotrentacinque/00). RIDETERMINAZIONE con nota dell Istituto del 23 settembre euro 1.260,00 (milleduecentosessanta/00). 43

50

51 3. PARERI RESI ALL AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO (ART. 20, COMMA 4, L. 287/90)

52

53 Pareri resi all Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato Parere del 13 agosto 2014 Nella versione pubblicata di questo parere sono state omesse alcune informazioni di natura riservata non destinate alla pubblicazione. Parere ai sensi dell art. 20, comma 4, della legge n. 287/90, in merito all istanza di SanPaolo s.p.a. di revoca delle misure concernenti il settore assicurativo vita di cui al provvedimento AGCM del 22 dicembre 2010, n Premessa Il procedimento Si fa riferimento alla nota del 23 luglio 2014, prot , pervenuta a questo Istituto in pari data, e alla documentazione alla stessa allegata, con la quale è stato richiesto il parere di cui all art. 20, comma 4, della legge n. 287/90 nell ambito del procedimento sull istanza, presentata dalla società Intesa SanPaolo s.p.a. (di seguito, ISP ), finalizzata ad ottenere la revoca delle misure relative al settore assicurativo vita disposte con il provvedimento n del 22 dicembre 2010, avente a sua volta ad oggetto la revisione delle precedenti misure prescritte con il provvedimento n del 20 dicembre 2006, di autorizzazione condizionata all operazione di concentrazione Banca Intesa/SanPaolo IMI. In particolare, il citato provvedimento AGCM del 2010 ha integrato/modificato le misure originariamente imposte stabilendo, in sintesi, in capo a ISP obblighi: di ampliamento delle misure di governance volte ad evitare che i membri degli organi sociali di ISP che siano eventualmente espressione del gruppo Generali vengano a conoscenza di informazioni strategiche sul settore vita; di mantenimento di un modello organizzativo captive, tale da garantire che nelle reti distributive di ISP, e, in particolare negli sportelli bancari, possono essere distribuite solo polizze assicurative emesse dalle fabbriche prodotto dello stesso gruppo ISP. L istanza di revoca delle misure sopra descritte avanzata da ISP è motivata dall affermata sussistenza di un radicale mutamento del contesto di riferimento analizzato all epoca di adozione del provvedimento del 2010; ISP ritiene che gli intervenuti mutamenti nel proprio azionariato, della propria governance, del quadro normativo di riferimento, nonché della struttura del mercato interessato abbiano fatto venire meno gli elementi posti a fondamento delle valutazioni a suo tempo svolte da AGCM. Nel dettaglio, tale mutamento del quadro di riferimento sarebbe riconducibile al venir meno dei legami strutturali e personali che AGCM aveva considerato idonei a permettere ed incentivare un coordinamento tra Generali e IntesaSanpaolo Vita s.p.a. nella produzione di ramo I (Generali ha significativamente ridotto la partecipazione del 5% detenuta nel capitale sociale di SP e ha cessato di avere un ruolo nella governance di ISP, circostanza evidenziata dalla mancata presentazione di proprie liste per la nomina del Consiglio di Sorveglianza e dall assenza di propri esponenti negli organi di gestione e controllo di ISP) e all evoluzione dell assetto competitivo dal 2010 ad oggi dei mercati assicurativi vita, in particolare del mercato rappresentato dal ramo vita I. In relazione a detta istanza AGCM ha pertanto aperto il procedimento istruttorio sopra indicato, finalizzato ad accertare se, nel contesto dei mercati assicurativi vita rami I, III e V su cui 47

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 9/2015 pubblicato il 30 ottobre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 10/2015 pubblicato il 30 novembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno II n. 11/2014 pubblicato il 31 dicembre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 8/2015 pubblicato il 30 settembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 11/2015 pubblicato il 31 dicembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE

SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE ORDINANZA N. 1/14 DELL'8 GENNAIO 2014 (già Unipol Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. combinato disposto degli artt. 5, comma 2, 7 e 183, comma 2,

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 10/2014

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 10/2014 I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino Mensile Anno II n. 10/2014 pubblicato il 28 novembre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 2/2015 pubblicato il 31 marzo 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 11. Novembre 2009

Bollettino Anno IV - n. 11. Novembre 2009 Bollettino Anno IV - n. 11 Novembre 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 10. Ottobre 2009

Bollettino Anno IV - n. 10. Ottobre 2009 Bollettino Anno IV - n. 10 Ottobre 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 1/2015 pubblicato il 27 febbraio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 5. Maggio 2009

Bollettino Anno IV - n. 5. Maggio 2009 Bollettino Anno IV - n. 5 Maggio 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 6/2015 pubblicato il 31 luglio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO 40848 05/01/2011 Uniqa Protezione 40850 05/01/2011 Duomo Uni One Assicurazioni 40852 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40853 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40854 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 7/2014 Pubblicato il 29 agosto 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 7/2014 Pubblicato il 29 agosto 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 7/2014 Pubblicato il 29 agosto 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino Anno III - n. 6. Giugno 2008

Bollettino Anno III - n. 6. Giugno 2008 Bollettino Anno III - n. 6 Giugno 2008 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 4/2015 pubblicato il 29 maggio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Bollettino di Vigilanza. Anno V n. 1/2017

Bollettino di Vigilanza. Anno V n. 1/2017 Bollettino di Vigilanza Anno V n. 1/2017 pubblicato il 28 febbraio 2017 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n. 278/2006

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006. SEZIONE A (ex modello 7A)

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006. SEZIONE A (ex modello 7A) MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 5/2015 pubblicato il 30 giugno 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A ALLEGATO N. 7A e 7B del Regolamento ISVAP n. 5/2006 INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A Comunicazione informativa

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A ALLEGATO N. 7A e 7B del Regolamento ISVAP n. 5/2006 INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A Comunicazione informativa

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 8/2014 Pubblicato il 30 settembre 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 8/2014 Pubblicato il 30 settembre 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 8/2014 Pubblicato il 30 settembre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015

PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015 PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015 PROVVEDIMENTO RECANTE MODIFICHE AL REGOLAMENTO ISVAP N. 24 DEL 19 MAGGIO 2008 CONCERNENTE LA PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DEI RECLAMI ALL ISVAP E LA GESTIONE DEI RECLAMI

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11 INDICE SOMMARIO Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11 Il nuovo «codice delle assicurazioni» 1. D.L.vo 7 settembre 2005, n. 209. Codice delle assicurazioni

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006 ALLEGATO 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi delle disposizioni del D.lgs. n. 209/2005 (Codice delle assicurazioni

Dettagli

STATUS BROKER S.R.L. Via E.Masi, 21-40137 Bologna Telefono (051) 344776 (r.a.) - Fax (051) 301013 E-mail: statusbroker@statusgruppo.

STATUS BROKER S.R.L. Via E.Masi, 21-40137 Bologna Telefono (051) 344776 (r.a.) - Fax (051) 301013 E-mail: statusbroker@statusgruppo. MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 SEZIONE A (modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi AGREA Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 194 del 23/03/2011 Proposta: DAG/2011/196 del 21/03/2011 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

GUIDA AI RECLAMI Roma, 2 settembre 2008

GUIDA AI RECLAMI Roma, 2 settembre 2008 GUIDA AI RECLAMI Roma, 2 settembre 2008 Cosa occorre sapere per presentare un reclamo 1. Chi può presentarlo Possono presentare reclamo gli utenti assicurativi (assicurati e/o danneggiati) - sia persone

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A Comunicazione informativa sugli obblighi di comportamento cui gli Intermediari

Dettagli

REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015

REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015 REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DEFINIZIONE DELLE MISURE DI SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE E DEGLI ADEMPIMENTI NEI RAPPORTI CONTRATTUALI TRA IMPRESE DI ASSICURAZIONI, INTERMEDIARI

Dettagli

PROMEMORIA PROVVEDIMENTO N. 2720 DEL 2 LUGLIO 2009 MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006

PROMEMORIA PROVVEDIMENTO N. 2720 DEL 2 LUGLIO 2009 MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006 PROMEMORIA PROVVEDIMENTO N. 2720 DEL 2 LUGLIO 2009 MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006 L'ISVAP ha pubblicato sul proprio sito il Provvedimento 2720 del 2 luglio 2009, che

Dettagli

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

Polizza di Assicurazione RC Professionale per MEDICI DENTISTI E ODONTOIATRI

Polizza di Assicurazione RC Professionale per MEDICI DENTISTI E ODONTOIATRI Polizza di Assicurazione RC Professionale per MEDICI DENTISTI E ODONTOIATRI MODULO DI RACCOLTA DATI da inviare a mezzo fax allo 02.89.78.68.55. Per informazioni tel. 02.89.78.68.11 Contraente Indirizzo

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006 ALLEGATO 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi delle disposizioni del D.lgs. n. 209/2005 (Codice delle assicurazioni

Dettagli

Delibera n. 14015 del 1 aprile 2003

Delibera n. 14015 del 1 aprile 2003 Delibera n. 14015 del 1 aprile 2003 Disposizioni concernenti gli obblighi di comunicazione di dati e notizie e la trasmissione di atti e documenti da parte dei soggetti abilitati e degli agenti di cambio.

Dettagli

DETERMINAZIONE N. G10565 DEL 04 SETTEMBRE 2015

DETERMINAZIONE N. G10565 DEL 04 SETTEMBRE 2015 DETERMINAZIONE N. G10565 DEL 04 SETTEMBRE 2015 OGGETTO: Decreto Legislativo 27 maggio 1999 n. 165 - Decreto Ministeriale 27 marzo 2008 e D.G.R. 17 ottobre 2008 n. 725. Autorizzazione all attività di Centro

Dettagli

G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it

G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it Regolamento ISVAP n 5/2006 ALLEGATO 7B Ai sensi della vigente normativa, l intermediario

Dettagli

D.LGS. 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE

D.LGS. 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE INDICE Avvertenza... Elenco delle abbreviazioni.... V XVII D.LGS. 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE PARTE PRIMA ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA DEI VEICOLI E DEI NATANTI OBBLIGO DI

Dettagli

PARTE I Informazioni generali relative all intermediario che entra in contatto con il contraente

PARTE I Informazioni generali relative all intermediario che entra in contatto con il contraente Ai sensi della vigente normativa, l intermediario assicurativo ha l obbligo di consegnare al contraente il presente documento che contiene notizie sull intermediario stesso, su potenziali situazioni di

Dettagli

Regolamento Isvap n. 24 del 19 maggio 2008

Regolamento Isvap n. 24 del 19 maggio 2008 Regolamento Isvap n. 24 del 19 maggio 2008 1 Oggetto - 1 Il Regolamento disciplina: a) la proposizione e la gestione dei reclami presentati all ISVAP dalle persone fisiche e giuridiche dalle associazioni

Dettagli

AREA SERVIZI E AFFARI GENERALI SERVIZIO AMMINISTRATIVO RELAZIONE TECNICO -ILLUSTRATIVA

AREA SERVIZI E AFFARI GENERALI SERVIZIO AMMINISTRATIVO RELAZIONE TECNICO -ILLUSTRATIVA COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia Piazza Biagio Marin, 4 - cap 34073 Codice Fiscale e Partita IVA 00064240310 tel. 0431 898248 - fax 0431 85212 E-MAIL: servizi.amministrativi@comunegrado.it AREA SERVIZI

Dettagli

INCONTRO CAMERA DI COMMERCIO (Relatore Dott. R. Soldati)

INCONTRO CAMERA DI COMMERCIO (Relatore Dott. R. Soldati) INCONTRO CAMERA DI COMMERCIO (Relatore Dott. R. Soldati) 1. Presentazione: Normativa vigente (Codice delle Assicurazioni) Authorities (ISVAP/IVASS + Antitrust) Registro Unico Intermediari Legge Bersani

Dettagli

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società)

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società) MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE PER L'ATTIVITA' DI ASSISTENZA FISCALE MEDIANTE APPOSIZIONE DEI VISTI DI CONFORMITA' SULLE DICHIARAZIONI AI SENSI DELL'ART.

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 SEZIONE A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 3/2015 pubblicato il 30 aprile 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00 AVVISO AI LETTORI A partire dal numero di Luglio 2006 il Bollettino in forma cartacea, unica con valore legale, è disponibile esclusivamente, singolarmente o in abbonamento, presso l Istituto Poligrafico

Dettagli

Estratto del patto parasociale ai sensi dell art. 122 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 MONCLER S.P.A.

Estratto del patto parasociale ai sensi dell art. 122 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 MONCLER S.P.A. Estratto del patto parasociale ai sensi dell art. 122 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 MONCLER S.P.A. Premesse In data 16 dicembre 2013, Ruffini Partecipazioni S.r.l.( Ruffini Partecipazioni ), ECIP

Dettagli

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE IL MINISTRO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE VISTO il decreto legislativo 23 maggio 2000, n.164, che all articolo 17, comma 1, stabilisce che, a decorrere dal 1 gennaio 2003, le imprese che intendono svolgere

Dettagli

Città di Portogruaro

Città di Portogruaro Città di Portogruaro Provincia di Venezia ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta N 16 Delibera N 47 del 03/04/2013 OGGETTO: Presa d atto del mancato pagamento della rata del mutuo

Dettagli

REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009

REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009 REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLE POLIZZE CON PRESTAZIONI DIRETTAMENTE COLLEGATE AD UN INDICE AZIONARIO O ALTRO VALORE DI RIFERIMENTO DI CUI ALL ARTICOLO 41,

Dettagli

Modello unico per l iscrizione, la reiscrizione e la cancellazione Sezione D

Modello unico per l iscrizione, la reiscrizione e la cancellazione Sezione D SPAZI O RISERVATO ALL IVASS ALLEGATO 4 Modello unico per l iscrizione, la reiscrizione e la cancellazione Sezione D BOLLO (applicare obbligatoriamente una marca dell importo previsto dalla disciplina vigente

Dettagli

REPLY S.p.A. Sede legale in Torino, Corso Francia n. 110. Capitale Sociale versato di 4.863.485,64. Registro delle Imprese di Torino n.

REPLY S.p.A. Sede legale in Torino, Corso Francia n. 110. Capitale Sociale versato di 4.863.485,64. Registro delle Imprese di Torino n. REPLY S.p.A. Sede legale in Torino, Corso Francia n. 110 Capitale Sociale versato di 4.863.485,64 Registro delle Imprese di Torino n. 97579210010 Codice fiscale n. 97579210010 Partita IVA n. 08013390011

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS/ISVAP 5/2006 SEZIONE A

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS/ISVAP 5/2006 SEZIONE A MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS/ISVAP 5/2006 SEZIONE A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI

Dettagli

ALLEGATO 7 A: OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

ALLEGATO 7 A: OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI DAINA FINANCE LTD 130 Shaftesbury Avenue, 2nd Floor London W1D5EU United Kingdom Branch italiana: Viale Filippo Tommaso Marinetti 221, 00143 Roma Regolamento ISVAP N. 5/2006 Modello Unico - Edizione 11/2013

Dettagli

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI (Allegato n.

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI (Allegato n. COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI (Allegato n.7a) Ai sensi delle disposizioni del d.lgs. n. 209/2005 (Codice delle

Dettagli

Alessandro Pierantoni Broker di assicurazioni

Alessandro Pierantoni Broker di assicurazioni MODELLO 7/A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi delle disposizioni del d.lgs n. 209/2005 (Codice delle assicurazioni

Dettagli

POLIZZA INFORTUNI DEI CONSIGLIERI E DEI DIPENDENTI DELL ORDINE Caratteristiche e Prestazioni

POLIZZA INFORTUNI DEI CONSIGLIERI E DEI DIPENDENTI DELL ORDINE Caratteristiche e Prestazioni POLIZZA INFORTUNI DEI CONSIGLIERI E DEI DIPENDENTI DELL ORDINE Caratteristiche e Prestazioni OGGETTO L assicurazione vale per gli infortuni subiti nell espletamento della carica di Componente del Consiglio

Dettagli

mod. 9 SEG BANCA CARIGE

mod. 9 SEG BANCA CARIGE Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea in sede straordinaria convocata per il giorno 13 febbraio 2012 in merito all eliminazione dell indicazione del valore nominale delle azioni della

Dettagli

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti.

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI GRUPPO MUTUIONLINE S.P.A. SULLE PROPOSTE ALL'ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA IN PRIMA CONVOCAZIONE PER IL 23 APRILE 2013

Dettagli

Modello unico per l iscrizione, la reiscrizione e la comunicazione di interruzione del rapporto di collaborazione Sezione C

Modello unico per l iscrizione, la reiscrizione e la comunicazione di interruzione del rapporto di collaborazione Sezione C SPAZIO RISERVATO ALL IVASS ALLEGATO 3 Modello unico per l iscrizione, la reiscrizione e la comunicazione di interruzione del rapporto di collaborazione Sezione C BOLLO (applicare obbligatoriamente una

Dettagli

concernente la proposta di autorizzazione all acquisto e all alienazione di azioni Signori Azionisti,

concernente la proposta di autorizzazione all acquisto e all alienazione di azioni Signori Azionisti, Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea in sede ordinaria convocata per il giorno 29 aprile 2013 in merito al punto n. 4) dell ordine del giorno, concernente la proposta di autorizzazione

Dettagli

ISVAP Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo

ISVAP Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo Roma 4 giugno 2004 Prot. n. 418028 Allegati 1 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI ISVAP Istituto di

Dettagli

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE DELIBERAZIONE del 30 novembre 2006 COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Regolamento recante le procedure relative agli adeguamenti delle forme pensionistiche complementari al decreto legislativo

Dettagli

Fusione transfrontaliera tra società di capitali (Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 108)

Fusione transfrontaliera tra società di capitali (Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 108) Fusione transfrontaliera tra società di capitali (Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 108) Adempimenti presso il Registro delle imprese 1) Iscrizione progetto comune di fusione transfrontaliera (della

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL VOTO MAGGIORATO

REGOLAMENTO PER IL VOTO MAGGIORATO Via Brera 21, 20121 Milano Capitale sociale i.v. Euro 306.612.100 Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Milano n. 07918170015 Soggetta ad attività di direzione e coordinamento

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO SI DICHIARA QUANTO SEGUE

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO SI DICHIARA QUANTO SEGUE ALLEGATO 7B INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO PREMESSO che ai sensi della vigente normativa, l intermediario assicurativo

Dettagli

ROMA, 12 GIUGNO 2014. Gli intermediari iscritti nella sezione B del RUI

ROMA, 12 GIUGNO 2014. Gli intermediari iscritti nella sezione B del RUI ROMA, 12 GIUGNO 2014 1. I reclami concernenti l accertamento dell osservanza delle disposizioni del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 disciplinanti la trasparenza e le modalità di offerta al

Dettagli

DELIBERA. per le ragioni di cui in parte motiva:

DELIBERA. per le ragioni di cui in parte motiva: AZIENDA SANITARIA LOCALE - A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE D.P.G.R. N. 70640 DEL 22.12.1997 Verbale delle deliberazioni dell'anno 2014 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE IN DATA 23/07/2014 N. 398 OGGETTO:

Dettagli

La privatizzazione della Borsa e il nuovo quadro normativo

La privatizzazione della Borsa e il nuovo quadro normativo La Privatizzazione della Borsa e il nuovo Quadro normativo Il processo di riorganizzazione e sviluppo dei mercati finanziari avviato con la legge 1/1991 - relativa alla disciplina dell attività di intermediazione

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri DECRETO 400/2015 VISTA la Legge 23 agosto 1988, n. 400, recante Disciplina dell attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri e successive modificazioni ed integrazioni;

Dettagli

REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO

REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO Vigilanza bancaria e finanziaria REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO MODIFICHE AL REGOLAMENTO SULLA GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO IN MATERIA DI APPROVAZIONE

Dettagli

MODULO DI PROPOSTA PER LA RESPONSABILITA CIVILE

MODULO DI PROPOSTA PER LA RESPONSABILITA CIVILE Assicurato Indirizzo MODULO DI PROPOSTA PER LA RESPONSABILITA CIVILE DIPENDENTI DI AZIENDE SANITARIE E/O LIBERI PROFESSIONISTI da inviare a mezzo fax allo 02.87.18.11.52. Per informazioni tel. 02.91.98.33.11

Dettagli

1. Motivazioni per le quali è richiesta l autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie

1. Motivazioni per le quali è richiesta l autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea in sede ordinaria convocata per il giorno 30 aprile 2014, in unica convocazione, in merito al punto 6) dell ordine del giorno, concernente la proposta

Dettagli

MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMMERCIALISTI, DEI CONSULENTI DEL LAVORO e DEGLI AVVOCATI

MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMMERCIALISTI, DEI CONSULENTI DEL LAVORO e DEGLI AVVOCATI MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMMERCIALISTI, DEI CONSULENTI DEL LAVORO e DEGLI AVVOCATI 1. CONTRAENTE (ASSICURANDO) Nome e Cognome: Codice Fiscale:

Dettagli

ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS

ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS Il presente Fascicolo Informativo contenente la Nota Informativa,

Dettagli

MODULO DI PROPOSTA DI ASSICURAZIONE PER LA. Responsabilità Civile del Medico Laureato in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Biologia

MODULO DI PROPOSTA DI ASSICURAZIONE PER LA. Responsabilità Civile del Medico Laureato in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Biologia MODULO DI PROPOSTA DI ASSICURAZIONE PER LA Responsabilità Civile del Medico Laureato in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Biologia ALLEGATO n. 7A Regolamento ISVAP N. 5/2006 ISVAP Istituto di Diritto

Dettagli

Risposta dell Associazione Bancaria Italiana al documento di consultazione CONSOB

Risposta dell Associazione Bancaria Italiana al documento di consultazione CONSOB Risposta dell Associazione Bancaria Italiana al documento di consultazione CONSOB Comunicazione in materia di informazione da fornire al pubblico in relazione alle indennità e benefici riconosciuti ad

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 650 del 21-9-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 650 del 21-9-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 650 del 21-9-2015 O G G E T T O Accreditamento Istituzionale, ai sensi dell'art. 16 c. 2 della L.R. n. 22/2002, della

Dettagli

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Soggetta all'attività di direzione e coordinamento della Sella Holding Banca SpA (timbro dell intermediario) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

Rep. N. /ATTI PRIVATI CONVENZIONE

Rep. N. /ATTI PRIVATI CONVENZIONE Allegato alla delibera dell Organo esecutivo n. 44 dd. 9 marzo 2015 IL SEGRETARIO GENERALE dott. Roberto Lazzarotto Rep. N. /ATTI PRIVATI CONVENZIONE Affido incarico per la realizzazione di un progetto

Dettagli

DETERMINAZIONE. Determinazione n. 4/2013 Prot. n. 7131. Tit. 1.10.21/447 del. 18/2/2013. Il Comitato Regionale per le Comunicazioni

DETERMINAZIONE. Determinazione n. 4/2013 Prot. n. 7131. Tit. 1.10.21/447 del. 18/2/2013. Il Comitato Regionale per le Comunicazioni DETERMINAZIONE Determinazione n. 4/2013 Prot. n. 7131 Tit. 1.10.21/447 del. 18/2/2013 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLE CONTROVERSIE TRA XXXXX E TELECOM ITALIA Il Comitato Regionale per le Comunicazioni VISTA

Dettagli

Spett.le CONSOB Via G.B. Martini n. 3 00198 ROMA. Alla c.a. Ufficio Consumer Protection. Via PEC all indirizzo consob@pec.consob.

Spett.le CONSOB Via G.B. Martini n. 3 00198 ROMA. Alla c.a. Ufficio Consumer Protection. Via PEC all indirizzo consob@pec.consob. Spett.le CONSOB Via G.B. Martini n. 3 00198 ROMA Alla c.a. Ufficio Consumer Protection Via PEC all indirizzo consob@pec.consob.it OGGETTO: SEGNALAZIONE / ESPOSTO L Associazione Movimento Consumatori (di

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA IN CAMPO ASSICURATIVO. All. 1 CAPITOLATO TECNICO

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA IN CAMPO ASSICURATIVO. All. 1 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA IN CAMPO ASSICURATIVO All. 1 CAPITOLATO TECNICO INDICE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA

Dettagli

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) GIUNTA MUNICIPALE DELIBERAZIONE N. 22 DEL 07/03/2012

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) GIUNTA MUNICIPALE DELIBERAZIONE N. 22 DEL 07/03/2012 COPIA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) GIUNTA MUNICIPALE DELIBERAZIONE N. 22 DEL 07/03/2012 OGGETTO: L.R. 1/05 - ART.41 - COMMI 6 E 9 - L.R. 62/08 - OBBLIGO DI RIMOZIONE ANNESSI L anno duemiladodici,

Dettagli