APPROFONDIMENTI NORMATIVI ED ESPERIENZE OPERATIVE.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "APPROFONDIMENTI NORMATIVI ED ESPERIENZE OPERATIVE."

Transcript

1 APPROFONDIMENTI NORMATIVI ED ESPERIENZE OPERATIVE. Approfondimento. LE TAGLIE MINIME. Modifiche al regime sanzionatorio italiano sono state apportate dall'art. 6 del D.Lgs. n. 153/2004 (come mod. dall'art. 8, comma 1, della Legge , n. 101). Ciò posto, con l'analisi della normativa, in particolare, si rendono necessarie delle riflessioni. - Comma 1. "Sono vietati lo sbarco, il trasporto, il trasbordo e la commercializzazione di esemplari di specie ittiche al di sotto della taglia minima prevista dai regolamenti comunitari e dalle norme nazionali applicabili". Con tale enunciazione, si ha la conseguenza di avere una implicita abrogazione dell'art. 91 del DPR 1639/68 che prevedeva una tolleranza del 10% di novellame sul totale catturato, anche se si tratta di specie la cui taglia minima è stabilita con norma nazionale. - Comma 2. "Non è sanzionabile la cattura accidentale o accessoria degli esemplari di cui al comma 1, realizzata con attrezzi conformi alle norme comunitarie e nazionali, autorizzati dalla licenza di pesca. Gli esemplari eventualmente catturati di dimensioni inferiori alla taglia minima devono essere rigettati in mare". Di contro, se il prodotto sottomisura viene trovato a bordo all'atto dello sbarco, ovvero in navigazione, già confezionato all'interno delle cassette o appositi contenitori, non può essere considerato come cattura accidentale. - Comma 3. "La commercializzazione e la somministrazione di esemplari di specie di cui al comma 1, ovvero di cui è vietata la cattura, è sanzionata con la sospensione dell'esercizio commerciale da 5 a 10 giorni". Per cui, oltre alla prevista notizia di reato, ai sensi della Legge 963/65 e succ. mod., del sequestro del pescato e degli attrezzi da pesca e la sospensione della validità della licenza di pesca, il giudice può disporre anche la sospensione dell'esercizio commerciale.

2 IL GIORNALE DI PESCA E LA DICHIARAZIONE DI SBARCO. A) Giornale di Pesca. Le norme di riferimento sono il Regolamento (CE) n. 1077/2008, mentre per la registrazione e trasmissione elettronica dei dati, dal 01/01/2011, il Regolamento (CE) n. 1224/2009 (art. 15); il Regolamento (CE) n. 2847/1993 (art. 6), modificato dal Regolamento (CE) n. 1967/2006 (art. 23) (fino all'entrata in vigore delle modalità di applicazione dell'art. 14 del Regolamento (CE) n. 1224/2009). Devono rispettare tali norme: - pescherecci con LFT > 24 mt: dal 01/01/ pescherecci con LFT > 15 mt: dal 01/01/ pescherecci con 12 < LFT < 15 mt: dal 01/01/2012 E' possibile una esenzione per pescherecci con LFT < 15 mt e bordate < 24h o pesca solo in acque territoriali. Nel dettaglio, la trasmissione deve essere effettuata: a) ogni giorno, entro le 24 ore, anche in caso di cattura nulla b) subito dopo l'ultima operazione di pesca c) prima di entrare in porto d) ad ogni ispezione in mare e) su richiesta della Autorità competente Vige l'obbligo di conservare le informazioni fino alla presentazione della dichiarazione di sbarco. Il giornale di pesca deve essere compilato dai comandanti dei pescherecci con lunghezza > 10 mt LFT: 1) in caso di ispezione in mare 2) ogni giorno non oltre le ore 24 e/o all'arrivo in porto, anche in caso di cattura nulla. Deve essere presentato negli uffici della Capitaneria di Porto dopo ogni viaggio ed entro 48 ore dallo sbarco. Il giornale di pesca è approvato con modello standard (utilizzato per la pesca in acque comunitarie, acque di Paesi terzi) e semplificato (in Mediterraneo con pescherecci con lunghezza > 18 mt. e che effettuano bordate giornaliere in una sola zona di pesca). Sul giornale di pesca vanno annotate solo le specie presenti nella tabella e conservate a bordo in quantitativi superiori a 15 kg. di equivalente peso vivo (50 kg per grandi e piccoli pelagici).

3 B) Dichiarazione di sbarco. Le norme di riferimento sono il Regolamento (CE) n. 2847/1993 (art. 8). Deve essere compilata dai comandanti di pescherecci con LFT > 10 mt. e presentata in Capitaneria entro 48 h dallo sbarco. Deve contenere: a) nome e matricola del peschereccio b) porto di sbarco c) zona di cattura d) nome della specie e) quantitativo Dall'entrata in vigore delle norme di attuazione dell'art. 23 del Regolamento (CE) n. 1224/2009 devono essere indicati per ogni specie sbarcata anche il nome della specie (codice FAO alfa 3), il quantitativo e la presentazione. Le sanzioni sono previste dall'art. 11 del D.Lgs. n. 154/2004 (come mod. dall'art. 8, comma 2, della Legge , n. 101). Comma 2. L'imprenditore ittico di cui all'articolo 6, titolare di licenza di pesca in qualità di armatore, è tenuto a presentare, nei tempi e nei modi previsti dalle pertinenti norme comunitarie e nazionali, le dichiarazioni concernenti le catture e gli sbarchi. Comma 2 bis. L'imprenditore ittico che viola le disposizioni di cui al comma 2 è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 500 euro a euro. Tale sanzione è triplicata nel caso di violazione di dichiarazione concernente le catture e gli sbarchi di specie ittiche tutelate dai piani di protezione degli stock ittici o pescate fuori dalle acque mediterranee.

4 IL BLUE BOX. Le norme di riferimento per i Blue Box sono il Regolamento (CE) n. 2244/2003 e, dal , il Regolamento (CE) n. 1224/2009). Esse sono rivolte ai pescherecci con 12 < LFT < 15 mt. (dal 01/01/2012). Una possibile esenzione è per pescherecci con LFT <15 mt e bordate <24 h o pesca solo in acque territoriali. Gli aspetti rilevanti della materia sono sicuramente il controllo satellitare sui pescherecci non comunitari che operano nelle acque comunitarie, e l'individuazione puntuale di condotte illecite commesse dai comandanti dei pescherecci. Il Regolamento (CE) n. 2244/2003 prevede, infatti: 1) la responsabilità del comandante del peschereccio, che deve: - provvedere affinchè gli impianti di localizzazione via satellite siano perfettamente funzionanti in qualsiasi momento e trasmettano i dati specificati. - provvedere affinchè: a) i dati non siano alterati in alcun modo; b) le antenne collegate all'impianto di localizzazione via satellite non siano ostruite in alcun modo; c) l'alimentazione elettrica dell'impianto di localizzazione via satellite non sia mai interrotta; d) l'impianto di localizzazione via satellite non sia asportato dal peschereccio; 2) è vietato distruggere, danneggiare, disattivare o comunque manomettere l'impianto di localizzazione via satellite; 3) ogni 2 ore, l'impianto registra: l'identificativo, la posizione, la data e l'ora UTC, la velocità e rotta. In caso di guasti: in porto, vi deve essere la comunicazione in Capitaneria, la riparazione o l'autorizzazione prima di partire; in mare, la comunicazione della posizione al CCNP con qualsiasi altro mezzo almeno ogni 4 ore. Le sanzioni della materia sono previste dal decreto 1 luglio 2006 che trasferisce agli armatori gli oneri sui Blue Box (Art. 3. Agli armatori che non ottemperino agli obblighi previsti dal presente decreto è sospesa temporaneamente la licenza di pesca fino alla eliminazione delle inadempienze). L'art. 8, comma 3, della Legge , n. 101 ha riformulato l'art. 26, comma 7, della Legge 963/65.

5 PESCA A STRASCICO E DISTANZE DALLA COSTA. IL REGOLAMENTO (CE) NR. 1967/2006. A decorrere dal 1 giugno 2010, tutte le prescrizioni contenute nell'art. 13 del Regolamento (CE) n. 1967/2006 del Consiglio del 21 dicembre 2006, relativo alle misure di gestione per lo sfruttamento sostenibile delle risorse della pesca nel mar Mediterraneo e recante modifica del regolamento (CEE) n. 2847/93 e che abroga il regolamento (CE) n. 1626/94, sono entrate in vigore. Per quanto concerne le distanze dalla costa, pertanto, la norma distingue tra "attrezzi trainati" (praticamente le reti trainate e le draghe, ad eccezione dei parangali), non utilizzabili entro le 3 miglia o all'interno dell'isobata dei 50 metri, e le "reti da traino", per le quali l'impiego è vietato entro un miglio e mezzo, senza richiami alla profondità. A sua volta, quest'ultimi attrezzi possono essere trainati sul fondo ("reti a strascico") o a mezz'acqua ("reti da traino pelagiche"). Per semplificare, pertanto, il paragrafo 1 dell'art. 13 del Regolamento CE stabilisce il divieto generico di utilizzare attrezzi trainati entro una distanza di 3 miglia nautiche dalla costa o all'interno dell'isobata di 50 metri, quanto tale profondità è raggiunta ad una distanza inferiore. Il paragrafo 2 dell'art. 13 del Regolamento CE pone un'ulteriore restrizione all'impiego di reti da traino, comprese, quindi, quelle a strascico, che viene ad essere vietato entro una distanza di 1,5 miglia nautiche dalla costa, a prescindere dalla profondità del fondale. Inoltre, ai sensi dell'art. 9, terzo paragrafo del Regolamento CE, a partire dal 1 giugno 2010 gli attrezzi trainati dovranno avere una pezza di rete a maglia quadrata da 40 millimetri nel sacco o, su richiesta debitamente motivata da parte del proprietario del peschereccio, una rete a maglia romboidale da 50 millimetri. I pescherecci potranno utilizzare e tenere a bordo solo una delle tipologie di rete.

Il Regolamento sui Controlli nella pesca (Reg. 1224/09; Reg.404/11)

Il Regolamento sui Controlli nella pesca (Reg. 1224/09; Reg.404/11) Il Regolamento sui Controlli nella pesca (Reg. 1224/09; Reg.404/11) Obiettivi La PCP ha l obiettivo di garantire lo sfruttamento delle risorse acquatiche viventi in condizioni sostenibili dal punto di

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300, recante Riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997 n. 59 e successive modifiche ed integrazioni ; VISTO il D.Lgs. 30

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO PESCARA ORDINANZA N. 18/2009 DISCIPLINA della pesca e dello sbarco DEL TONNO ROSSO Il Capitano di Vascello (CP) sottoscritto, Capo del

Dettagli

Cosa si intende per pesca diretta del tonno rosso? Quella praticata da coloro che sono forniti di quota

Cosa si intende per pesca diretta del tonno rosso? Quella praticata da coloro che sono forniti di quota Cosa si intende per pesca diretta del tonno rosso? Quella praticata da coloro che sono forniti di quota Che cosa si intende per pesca accessoria/accidentale di tonno rosso e qual è il limite? Si intende

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300, recante Riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 e successive modifiche ed integrazioni ; VISTO il D.Lgs. 30

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 1 febbraio 2016. Disciplina per l accesso e l esercizio delle attività di pesca nelle acque soggette alla giurisdizione di Paesi Terzi.

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 20 luglio 2017 Modalita' attuative relative alle attivita' di controllo e sanzioni in materia di pesca marittima. (17A06365) (GU n.219

Dettagli

Federazione Unitaria Lavoratori pag.1

Federazione Unitaria Lavoratori pag.1 Federazione Unitaria Lavoratori pag.1 QUADRO SINOTTICO RIEPILOGATIVO DEI REATI E DEGLI IELLECITI AMMINISTRATIVI PER VIOLAZIONI ALLA LEGGE N 963/1965 E REGOLAMENTO N 1639/1968 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI

Dettagli

PCP NUOVA POLITICA COMUNE DELLA PESCA (Reg. UE 1380/2013)

PCP NUOVA POLITICA COMUNE DELLA PESCA (Reg. UE 1380/2013) PCP NUOVA POLITICA COMUNE DELLA PESCA (Reg. UE 1380/2013) Obiettivi Ha l'obiettivo di garantire la sostenibilità ambientale, economica, sociale ed occupazionale delle attività di pesca ed acquacoltura

Dettagli

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Vista la legge 14 luglio 1965, n.963 e successive modificazioni, recante la disciplina della pesca

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Vista la legge 14 luglio 1965, n.963 e successive modificazioni, recante la disciplina della pesca IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Vista la legge 14 luglio 1965, n.963 e successive modificazioni, recante la disciplina della pesca marittima; Vista la legge 17 febbraio 1982, n.41, recante

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO LA MADDALENA SERVIZIO PERSONALE MARITTIMO-ATTIVITA MARITTIME-CONTENZIOSO SEZIONE PESCA O R D I N A N Z A N 0 4 8 / 1 0 DISCIPLINA SBARCO

Dettagli

DECRETO N. 1580/DecA/30 del

DECRETO N. 1580/DecA/30 del L Assessore DECRETO N. 1580/DecA/30 del 14.06.2017 Oggetto: Disposizioni di attuazione della Deliberazione di Giunta n. 13/7 del 14.03.2017 in merito al giornale di pesca del corallo rosso e linee guida

Dettagli

Il Sottosegretario di Stato delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Sottosegretario di Stato delle politiche agricole alimentari e forestali Misure per la pesca dei piccoli pelagici nel Mar Mediterraneo e misure specifiche per il Mare Adriatico VISTO il decreto legislativo 9 gennaio 2012, n. 4, recante misure per il riassetto della normativa

Dettagli

La nuova disciplina dell obbligo di sbarco

La nuova disciplina dell obbligo di sbarco La nuova disciplina dell obbligo di sbarco Focal Point MEDAC Italia WG1 Barcellona, 4 marzo 2014 La situazione attuale in Italia D.LGS.4/2012 Art.7, comma 1 VIETATO detenere, sbarcare e trasbordare esemplari

Dettagli

DECRETO N. 1402/DecA/28 del 13 giugno 2016

DECRETO N. 1402/DecA/28 del 13 giugno 2016 L Assessore DECRETO N. 1402/DecA/28 del 13 giugno 2016 Oggetto: Disposizioni di attuazione della Deliberazione di Giunta n 22/8 del 19.04.206 in merito al giornale di pesca del corallo rosso e linee guida

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 10 novembre 2011 Controllo della Commercializzazione ai sensi del Regolamento (CE) n. 1224/09. (11A16540) IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO IL RUOLO DELLE CAPITANERIE DI PORTO NELLA FILIERA ITTICA Torino, 17 Giugno 2013 C.V. (CP) Enrico MORETTI NORMATIVA DI RIFERIMENTO REGOLAMENTO (CE) N. 1224/2009 che istituisce un regime di controllo comunitario

Dettagli

SEMINARIO. Il Reg. 1224/2009 e la sua applicazione in Italia: stato di attuazione. Cagliari, 24 aprile Sistema di punti per infrazioni gravi

SEMINARIO. Il Reg. 1224/2009 e la sua applicazione in Italia: stato di attuazione. Cagliari, 24 aprile Sistema di punti per infrazioni gravi Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali SEMINARIO Il Reg. 1224/2009 e la sua applicazione in Italia: stato di attuazione. Cagliari, 24 aprile 2012 Sistema di punti per infrazioni gravi

Dettagli

DECRETO N. 2008/DecA/40 DEL

DECRETO N. 2008/DecA/40 DEL DECRETO N. 2008/DecA/40 Oggetto: Misure per migliorare la sostenibilità della pesca marittima nelle acque prospicienti il territorio della Sardegna: arresto temporaneo per le unità abilitate ai sistemi

Dettagli

DECRETO N. 1031/DecA/24 DEL

DECRETO N. 1031/DecA/24 DEL DECRETO N. 1031/DecA/24 Oggetto: Misure per migliorare la sostenibilità della pesca marittima nelle acque prospicienti il territorio della Sardegna: decorrenza arresto temporaneo per le unità abilitate

Dettagli

DECRETO 28 luglio 2016

DECRETO 28 luglio 2016 MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 28 luglio 2016 Misure tecniche per prevenire, scoraggiare ed eliminare la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata. (16A06590)

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 28 luglio 2016 Misure tecniche per prevenire, scoraggiare ed eliminare la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata. (16A06590)

Dettagli

AUDIZIONE Senato

AUDIZIONE Senato AUDIZIONE Senato 17.06.2014 NUMERO ATTO PRPOSTA REG. CE COM(2014) 265 DEF Atto comunitario n. 36: Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce un divieto di pesca con reti

Dettagli

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 3 giugno 2015 Attuazione delle misure 14, 15 e 16 del «Piano di Azione», in materia di gestione della pesca del pesce spada nel Mediterraneo.

Dettagli

DECRETO N. 1786/DecA/40 DEL

DECRETO N. 1786/DecA/40 DEL DECRETO N. 1786/DecA/40 Oggetto: Misure per migliorare la sostenibilità della pesca marittima nelle acque prospicienti il territorio della Sardegna: arresto temporaneo per le unità abilitate ai sistemi

Dettagli

ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE. DECRETO N. 3122/Dec.A/111 DEL 23/12/2010

ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE. DECRETO N. 3122/Dec.A/111 DEL 23/12/2010 ASSESSORATO L AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE L Assessore DECRETO N. 3122/Dec.A/111 23/12/2010 Oggetto: regolamentazione della pesca con le nasse nelle acque territoriali della Sardegna modifiche

Dettagli

Art. 39. Modificazioni al decreto legislativo 9 gennaio 2012, n. 4, recante. misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e

Art. 39. Modificazioni al decreto legislativo 9 gennaio 2012, n. 4, recante. misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e Capo VIII DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PESCA E ACQUACOLTURA Art. 39 Modificazioni al decreto legislativo 9 gennaio 2012, n. 4, recante misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura

Dettagli

DIREZIONE MARITTIMA PESCARA CONTROLLO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI

DIREZIONE MARITTIMA PESCARA CONTROLLO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI DIREZIONE MARITTIMA PESCARA CONTROLLO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI C 1^Cl. Np Pasquale Fuggetta Ispettore Pesca Nazionale U.E. ICCAT 1 Obblighi in capo agli operatori commerciali nella

Dettagli

Pescara, 13 aprile Capitano di Corvetta Giuseppe BARRETTA Capo di 2 cl. Filomena BATTISTA

Pescara, 13 aprile Capitano di Corvetta Giuseppe BARRETTA Capo di 2 cl. Filomena BATTISTA DIREZIONE MARITTIMA DI PESCARA Le violazioni più diffuse nella commercializzazione di prodotti ittici Pescara, 13 aprile 2015 Capitano di Corvetta Giuseppe BARRETTA Capo di 2 cl. Filomena BATTISTA 1 Il

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 3/2006, ART. 6 DECRETO N. 1205/Dec/84 del 08/08/2012

LEGGE REGIONALE N. 3/2006, ART. 6 DECRETO N. 1205/Dec/84 del 08/08/2012 Allegato 1 alla Determinazione n 0004052 del 12.09.2013 LEGGE REGIONALE N. 3/2006, ART. 6 DECRETO N. 1205/Dec/84 del 08/08/2012 Misure per migliorare la sostenibilità della pesca marittima nelle acque

Dettagli

DECRETO N.980/DecA/56 DEL

DECRETO N.980/DecA/56 DEL DECRETO N.980/DecA/56 DEL 26.06.2012 Oggetto: Disposizioni urgenti relative all utilizzo del sistema di pesca denominato circuizione nel mare territoriale della Sardegna lo Statuto Speciale per la Sardegna

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963 e successive modifiche concernente la disciplina della pesca marittima ed, in particolare, l art. 32 che attribuisce al Ministro la possibilità di emanare norme per

Dettagli

Decreto 25 gennaio 2016

Decreto 25 gennaio 2016 Decreto 25 gennaio 2016 Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Misure per la pesca dei piccoli pelagici nel Mar Mediterraneo e misure specifiche per il Mare Adriatico. (GU n.122 del

Dettagli

DECRETO N. 2763/DecA/117 DEL

DECRETO N. 2763/DecA/117 DEL L Assessore DECRETO N. 2763/DecA/117 DEL 29.10.2009 ---------------------------- Oggetto: Calendario della pesca del riccio di mare (Paracentrotus lividus) per la stagione 2009/2010. lo Statuto Speciale

Dettagli

DECRETO N. 2102/DecA/87 DEL

DECRETO N. 2102/DecA/87 DEL L Assessore DECRETO N. 2102/DecA/87 11.08.2010 Oggetto: disciplina della pesca dell aragosta (Palinurus elephas), dell aragosta di fondale (Palinurus mauritanicus), dell astice (Homarus gammarus) e della

Dettagli

Proposta di REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO. che modifica il regolamento (UE) 2015/104 per quanto riguarda determinate possibilità di pesca

Proposta di REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO. che modifica il regolamento (UE) 2015/104 per quanto riguarda determinate possibilità di pesca COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 20.5.2015 COM(2015) 212 final 2015/0108 (NLE) Proposta di REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO che modifica il regolamento (UE) 2015/104 per quanto riguarda determinate possibilità

Dettagli

1. ANALISI GENERALE ANNO 2015

1. ANALISI GENERALE ANNO 2015 1. ANALISI GENERALE ANNO 2015 L attività svolta sul territorio e lungo la filiera nell anno 2015 ha permesso di rilevare diverse situazioni di illegalità, riassunte nello schema seguente: LUOGO Controlli

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 29 settembre 2016

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 29 settembre 2016 MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 29 settembre 2016 Misure tecniche per garantire il rispetto dei periodi di chiusura delle catture di pesce spada. (16A08089) (GU n.266

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DISCIPLINA DELLA PESCA SPORTIVA E RICREATIVA

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DISCIPLINA DELLA PESCA SPORTIVA E RICREATIVA Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Capitaneria di Porto Guardia Costiera TARANTO Largo Arcivescovado, n 17 tel. 099/4713611 fax 0994718288 taranto@guardiacostiera.it - www.taranto.guardiacostiera.it/

Dettagli

L 340/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 340/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 340/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 22.12.2007 REGOLAMENTO (CE) N. 1559/2007 DEL CONSIGLIO del 17 dicembre 2007 che istituisce un piano pluriennale di ricostituzione del tonno rosso nell Atlantico

Dettagli

UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI TERRASINI G U A R D I A C O S T I E R A

UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI TERRASINI G U A R D I A C O S T I E R A UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI TERRASINI G U A R D I A C O S T I E R A ORDINANZA N 22/2013 DISCIPLINA DELLA PESCA SPORTIVA E RICREATIVA, E DELLO SBARCO E DELLA REGISTRAZIONE STATISTICA DEL TONNO ROSSO

Dettagli

PARLAMENTO EUROPEO. Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la politica dei consumatori PROGETTO DI PARERE

PARLAMENTO EUROPEO. Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la politica dei consumatori PROGETTO DI PARERE PARLAMENTO EUROPEO 1999 2004 Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la politica dei consumatori 20 novembre 2002 PROVVISORIO 2002/0198(CNS) PROGETTO DI PARERE della commissione per l'ambiente,

Dettagli

IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA. (Reg. CE 1224/09)

IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA. (Reg. CE 1224/09) IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA (Reg. CE 1224/09) Partita il quantitativo di prodotti della pesca e dell acquacoltura di una determinata specie della stessa presentazione proveniente dalla stessa pertinente

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISCIPLINA SANZIONATORIA PER LE VIOLAZIONI DELLE DISPOSIZIONI DI CUI AL REGOLAMENTO (CE) N. 767/2009 DEL 13 LUGLIO 2009 SULL IMMISSIONE SUL MERCATO E SULL USO DEI

Dettagli

DISCIPLINA DELLA PESCA PROFESSIONALE. Anno 2015

DISCIPLINA DELLA PESCA PROFESSIONALE. Anno 2015 AREA MARINA PROTETTA COSTA DEGLI INFRESCHI E DELLA MASSETA (Regolamento di esecuzione ed organizzazione approvato con D.M. del 09/04/2015 pubblicato sulla G. U. n. 98 del 29/04/2015) DISCIPLINA DELLA PESCA

Dettagli

Patente a punti anche per l attività di pesca professionale

Patente a punti anche per l attività di pesca professionale CIRCOLARE A.F. N. 81 del 31 Maggio 212 Ai gentili clienti Loro sedi Patente a punti anche per l attività di pesca professionale Premessa Con il D.Lgs. del 9 gennaio 212 n. 4, il legislatore ha provveduto,

Dettagli

ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE. DECRETO N. 1242/Dec.A/50 DEL 07/05/2010

ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE. DECRETO N. 1242/Dec.A/50 DEL 07/05/2010 ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE L Assessore DECRETO N. 1242/Dec.A/50 Oggetto: Programma di ripopolamento attivo dell aragosta rossa (Palinurus elephas) Legge regionale 14 aprile 2006,

Dettagli

Misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura.

Misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura. Misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura. Al fine di tutelare le risorse biologiche il cui ambiente abituale o naturale di vita sono le acque marine, nonché di prevenire,

Dettagli

L 16/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 16/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 16/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 20.1.2006 REGOLAMENTO (CE) N. 52/2006 DEL CONSIGLIO del 22 dicembre 2005 che stabilisce, per il 2006, le possibilità di pesca e le condizioni ad esse

Dettagli

Autorizzazione alla pesca del rossetto (Aphia minuta) e del cicarello. (Gymnammodites cicerelus) con la sciabica da natante e la rete a

Autorizzazione alla pesca del rossetto (Aphia minuta) e del cicarello. (Gymnammodites cicerelus) con la sciabica da natante e la rete a MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 28 dicembre 2015 Autorizzazione alla pesca del rossetto (Aphia minuta) e del cicarello (Gymnammodites cicerelus) con la sciabica da natante

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963, e successive modifiche, concernente la disciplina della pesca marittima ed, in particolare, l'art. 32 che attribuisce al Ministro la possibilità di emanare norme

Dettagli

QUADRO DELLE INFRAZIONI E RELATIVE SANZIONI (Artt.7-13 Titolo II D.Lgs. 9 gennaio 2012, n. 4)

QUADRO DELLE INFRAZIONI E RELATIVE SANZIONI (Artt.7-13 Titolo II D.Lgs. 9 gennaio 2012, n. 4) CONTRAVVENZIONI PENE PRINCIPALI (A CARICO DELL'ARMATORE) PENE ACCESSORIE PUNTI COMMINATI IN LICENZA PER INFRAZIONI GRAVI* SOTTOTAGLIA* a) detenere, sbarcare e trasbordare esemplari di specie ittiche di

Dettagli

DECRETO 23 luglio 2014 Arresto temporaneo obbligatorio delle attivita' di pesca - annualita' (14A06585) (GU n.

DECRETO 23 luglio 2014 Arresto temporaneo obbligatorio delle attivita' di pesca - annualita' (14A06585) (GU n. MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 23 luglio 2014 Arresto temporaneo obbligatorio delle attivita' di pesca - annualita' 2014. (14A06585) (GU n.193 del 21-8-2014) IL MINISTRO

Dettagli

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; ASSESSORATO L AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE L Assessore DECRETO N. 2209/Dec.A/87 08.09.2009 Oggetto: Misure di gestione e tutela della pesca del polpo comune (Octopus vulgaris) nel Mare territoriale

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea REGOLAMENTI

Gazzetta ufficiale dell'unione europea REGOLAMENTI L 14/4 REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) 2017/86 DELLA COMMISSIONE del 20 ottobre 2016 che istituisce un piano in materia di rigetti per alcune attività di pesca demersale nel Mar Mediterraneo LA COMMISSIONE

Dettagli

Note sulla taglia minima su prodotti di acquacoltura

Note sulla taglia minima su prodotti di acquacoltura Note sulla taglia minima su prodotti di acquacoltura Sovente da parte delle autorità di controllo vengono sollevate osservazioni in merito la detenzione di animali con taglia inferiore alla taglia minima

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 1343/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO. del 13 dicembre 2011.

REGOLAMENTO (UE) N. 1343/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO. del 13 dicembre 2011. L 347/44 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 30.12.2011 REGOLAMENTO (UE) N. 1343/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 13 dicembre 2011 relativo a talune disposizioni per la pesca nella zona

Dettagli

DECRETO N.992/DecA/57 DEL

DECRETO N.992/DecA/57 DEL DECRETO N.992/DecA/57 DEL 27.06.2012 Oggetto: Misure di gestione delle attività di pesca nelle acque del mare territoriale prospicienti il Golfo di Oristano finalizzate alla tutela delle risorse alieutiche:

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il Decreto Legislativo 9 gennaio 2012, n. 4, recante misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura, a norma

Dettagli

Circolare N.81 del 31 Maggio Patente a punti anche per l attività di pesca professionale

Circolare N.81 del 31 Maggio Patente a punti anche per l attività di pesca professionale Circolare N.81 del 31 Maggio 2012 Patente a punti anche per l attività di pesca professionale Patente a punti anche per l attività di pesca professionale Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 25 luglio 2013 Modalita' applicative ai fini della definizione dell'attestazione di origine dei prodotti della pesca, ai sensi dell'art.

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti legislativi) REGOLAMENTI

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti legislativi) REGOLAMENTI 29.5.2015 L 133/1 I (Atti legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) 2015/812 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 20 maggio 2015 che modifica i regolamenti (CE) n. 850/98, (CE) n. 2187/2005, (CE)

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300, recante Riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 e successive modifiche ed integrazioni ; VISTO il D.Lgs. 30

Dettagli

Corpo delle Capitanerie di Porto e della Guardia Costiera

Corpo delle Capitanerie di Porto e della Guardia Costiera Corpo delle Capitanerie di Porto e della Guardia Costiera Uso dei Codici FAO ASFIS ALFA 3 nella filiera commerciale della pesca C 1^ Cl NP/PES Andrea BUCCIOLI Ispettore Pesca Comandante MV CP 540 Ufficio

Dettagli

IL REGIME AMMINISTRATIVO DELLA NAVE

IL REGIME AMMINISTRATIVO DELLA NAVE IL REGIME AMMINISTRATIVO DELLA NAVE 2 dicembre 2010 Cattedra di diritto della navigazione Definizione di nave Art. 136 cod. nav.: Per nave si intende qualsiasi costruzione destinata al trasporto per acqua,

Dettagli

CAMPAGNA DI PESCA DEL TONNO ROSSO ANNO 2011 Disposizioni applicative

CAMPAGNA DI PESCA DEL TONNO ROSSO ANNO 2011 Disposizioni applicative CAMPAGNA DI PESCA DEL TONNO ROSSO ANNO 2011 Disposizioni applicative 1. PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI La campagna di pesca del tonno rosso, per l annualità 2011, è regolata dalle disposizioni di cui

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 7 luglio 2016 Modalità di esecuzione dell'arresto temporaneo obbligatorio dell attività di pesca delle unità autorizzate all'esercizio

Dettagli

Art. 2 Siti di immersione per le visite guidate subacquee 1. I siti di immersione individuati dall ente gestore sono i seguenti:

Art. 2 Siti di immersione per le visite guidate subacquee 1. I siti di immersione individuati dall ente gestore sono i seguenti: SECONDO DISCIPLINARE INTEGRATIVO AL REGOLAMENTO DELL AREA MARINA PROTETTA ISOLE EGADI (D.M. 1 giugno 2010 pubblicato sulla G. U. n. 145 del 23 giugno 2010) ANNO 2010 Art. 1 Validità Il presente Disciplinare,

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DIREZIONE GENERALE DELL ORGANIZZAZIONE E METODO E DEL PERSONALE

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DIREZIONE GENERALE DELL ORGANIZZAZIONE E METODO E DEL PERSONALE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DIREZIONE GENERALE DELL ORGANIZZAZIONE E METODO E DEL PERSONALE ANNO XLI Numero 2/2004 NOTIZIARIO UFFICIALE DEL PERSONALE REGIONALE EDIZIONE STRAORDINARIA PARTE QUARTA ERRATA

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 20 luglio 2017 Modalita', termini e procedure per l'applicazione del sistema di punti per infrazioni gravi del comandante del peschereccio.

Dettagli

Art. 8. ( Disposizioni finali) 1. In relazione a quanto disposto dall'articolo 117, quinto comma, della Costituzione il presente decreto legislativo

Art. 8. ( Disposizioni finali) 1. In relazione a quanto disposto dall'articolo 117, quinto comma, della Costituzione il presente decreto legislativo D.L.vo 29 luglio 2003, n.267 Attuazione delle direttive 1999/74/CE e 2002/4/CE, per la protezione delle galline ovaiole e la registrazione dei relativi stabilimenti di allevamento. (Gazzetta Ufficiale

Dettagli

Mancata o tardiva conservazione dei dati, dei documenti e delle informazioni previste dalla legge (art. 57)

Mancata o tardiva conservazione dei dati, dei documenti e delle informazioni previste dalla legge (art. 57) Mancata verifica dei dati identificativi e delle informazioni sul cliente, sul titolare effettivo, sull esecutore, sullo scopo e sulla natura del rapporto o della prestazione (art. 56, commi 1 e 3) Mancata

Dettagli

DECRETO N. 1597/DecA/53 DEL

DECRETO N. 1597/DecA/53 DEL DECRETO N. 1597/DecA/53 DEL 18.08.2011 Oggetto: Arresto temporaneo obbligatorio per le unità abilitate ai sistemi di pesca a strascico e/o volante nelle acque del mare territoriale prospicienti il territorio

Dettagli

Art. 8 Violazioni riguardanti la configurazione, la costruzione e l'attrezzatura dei macelli

Art. 8 Violazioni riguardanti la configurazione, la costruzione e l'attrezzatura dei macelli D.Lgs. 6-11-2013 n. 131 Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al Regolamento (CE) n. 1099/2009 relativo alle cautele da adottare durante la macellazione o l'abbattimento

Dettagli

Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto

Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto ----------------------------------------- AUDIZIONE DEL CONTRAMMIRAGLIO (CP) PIETRO VERNA PRESSO LA IX COMMISSIONE AGRICOLTURA E PRODUZIONE AGROALIMENTARE

Dettagli

Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra.

Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. D.Lgs. 5 marzo 2013, n. 26. Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. (G.U. 28 marzo 2013, n. 74) IL

Dettagli

Art.7 Pesca mediante sbarramento, prosciugamento, sommovimento del fondo, durante l asciuttal. occupazione di più della metà del bacino o della metà

Art.7 Pesca mediante sbarramento, prosciugamento, sommovimento del fondo, durante l asciuttal. occupazione di più della metà del bacino o della metà R.D. n. 1486 del 1914 e SANZIONI Art.7 Pesca mediante sbarramento, prosciugamento, sommovimento del fondo, durante l asciuttal occupazione di più della metà del bacino o della metà del corso d acqua d

Dettagli

Art. 39. Modificazioni al decreto legislativo 9 gennaio 2012, n. 4, recante misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura

Art. 39. Modificazioni al decreto legislativo 9 gennaio 2012, n. 4, recante misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura LEGGE 28 luglio 2016, n. 154 Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitivita' dei settori agricolo e agroalimentare, nonche' sanzioni in materia

Dettagli

A S S I S T E N Z A A D E M P I M E N T I TRACCIABILITÀ

A S S I S T E N Z A A D E M P I M E N T I TRACCIABILITÀ A S S I S T E N Z A A D E M P I M E N T I TRACCIABILITÀ Guida pratica per gli operatori della pesca e acquacoltura Premessa Secondo la legislazione attuale, i prodotti della pesca e della acquacoltura

Dettagli

COMUNE DI REZZO PROV. DI IMPERIA

COMUNE DI REZZO PROV. DI IMPERIA COMUNE DI REZZO PROV. DI IMPERIA REGOLAMENTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI (Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 18

Dettagli

Si trasmette in allegato, per le delegazioni, il documento della Commissione D008677/02.

Si trasmette in allegato, per le delegazioni, il documento della Commissione D008677/02. CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA Bruxelles, 17 marzo 2010 (OR. fr) 7637/10 AGRILEG 28 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Commissione europea Data: 15 marzo 2010 Destinatario: Segretariato Generale del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1928/2004 DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (CE) N. 1928/2004 DEL CONSIGLIO 6.11.2004 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 332/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1928/2004 DEL CONSIGLIO del 25 ottobre 2004 recante modifica del regolamento (CE) n. 2287/2003 che stabilisce, per il 2004,

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI DECRETO 27 marzo Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo.

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI DECRETO 27 marzo Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo. MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI DECRETO 27 marzo 2002 Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo. IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALE Vista la legge 14 luglio

Dettagli

Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 2 dicembre 2014 (OR. en)

Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 2 dicembre 2014 (OR. en) Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 2 dicembre 2014 (OR. en) Fascicolo interistituzionale: 2014/0295 (NLE) 15295/14 PECHE 526 ATTI LEGISLATIVI ED ALTRI STRUMENTI Oggetto: DECISIONE DI ESECUZIONE DEL

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.P.R. 2 ottobre 1968, n. 1639, recante il Regolamento per l'esecuzione della legge 14 luglio 1965, n. 963, concernente la disciplina della pesca marittima ; VISTO il Decreto del Ministero delle

Dettagli

MOD. 04/2017 DOMANDA AUTORIZZAZIONE ATTIVITÀ DI PESCA SPORTIVA

MOD. 04/2017 DOMANDA AUTORIZZAZIONE ATTIVITÀ DI PESCA SPORTIVA MOD. 04/2017 DOMANDA AUTORIZZAZIONE ATTIVITÀ DI PESCA SPORTIVA Articolo 19 - Disciplina dell attività di pesca sportiva MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 26 gennaio

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Roma, 13 aprile 2006 Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato

Ministero dell Economia e delle Finanze Roma, 13 aprile 2006 Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato Ministero dell Economia e delle Finanze Roma, 13 aprile 2006 Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato DIREZIONE GENERALE Direzione per i giochi CIRCOLARE N. 2006/12680/GIOCHI/ADI Agli Uffici regionali

Dettagli

Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto

Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto Concorso Interno, per titoli ed esami, a 40 posti per l ammissione al 21 corso di aggiornamento e formazione professionale

Dettagli

ART. 1 (Campo di applicazione) 1. Il presente decreto reca la disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento

ART. 1 (Campo di applicazione) 1. Il presente decreto reca la disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento ART. 1 (Campo di applicazione) 1. Il presente decreto reca la disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 1223/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio,

Dettagli

PO FEAMP ITALIA 2014/2020 DISPOSIZIONI ATTUATIVE DI MISURA. Parte B - SPECIFICHE

PO FEAMP ITALIA 2014/2020 DISPOSIZIONI ATTUATIVE DI MISURA. Parte B - SPECIFICHE UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA PO FEAMP ITALIA 2014/2020 DISPOSIZIONI ATTUATIVE DI MISURA Parte B - SPECIFICHE Priorità n. 1 - Promuovere la pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente

Dettagli

ATTO GOVERNO N SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE MISURE PER IL RIASSETTO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI PESCA E ACQUACOLTURA

ATTO GOVERNO N SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE MISURE PER IL RIASSETTO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI PESCA E ACQUACOLTURA ATTO GOVERNO N. 426 - SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE MISURE PER IL RIASSETTO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI PESCA E ACQUACOLTURA Osservazioni Il Decreto legislativo A.G. n 426 in oggetto nasce come

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 26 luglio 2017 Modalita' di esecuzione dell'arresto temporaneo obbligatorio dell'attivita' di pesca delle unita' autorizzate all'esercizio

Dettagli

N. Quesito Possibilità di risposta Risposta esatta. - in apposite matricole - in appositi registri - in appositi ruoli

N. Quesito Possibilità di risposta Risposta esatta. - in apposite matricole - in appositi registri - in appositi ruoli N. Quesito Possibilità di risposta Risposta esatta 1 Come si suddivide il personale addetto alla navigazione interna? 2 Quante sono le categorie del personale navigante addetto alla navigazione interna?

Dettagli

RISOLUZIONE N. 97/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 97/E QUESITO RISOLUZIONE N. 97/E Direzione Centrale Normativa Roma, 24 ottobre 2012 OGGETTO: Istanza di interpello. Regime di non imponibilità IVA applicabile alle navi adibite ad operazioni di salvataggio o di assistenza

Dettagli

EMANA Il seguente decreto legislativo: TITOLO I (CAMPO DI APPLICAZIONE E REQUISITI GENERALI)

EMANA Il seguente decreto legislativo: TITOLO I (CAMPO DI APPLICAZIONE E REQUISITI GENERALI) SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE LA DISCIPLINA SANZIONATORIA PER LA VIOLAZIONE DI DISPOSIZIONI DI CUI AL REGOLAMENTO (CE) N. 1935/2004 RIGUARDANTE I MATERIALI E GLI OGGETTI DESTINATI A VENIRE A CONTATTO

Dettagli

Gli ami circolari per la riduzione del Bycatch

Gli ami circolari per la riduzione del Bycatch 30 giugno 2015 Roma, Italia Gli ami circolari per la riduzione del Bycatch Sergio Bizzarri AGCI Agrital introduzione Nel Mediterraneo la sperimentazione degli ami circolari è iniziata nel 2005 nell ambito

Dettagli

DISCIPLINA DELLA PESCA SPORTIVA E RICREATIVA

DISCIPLINA DELLA PESCA SPORTIVA E RICREATIVA AREA MARINA PROTETTA COSTA DEGLI INFRESCHI E DELLA MASSETA (Regolamento di esecuzione ed organizzazione approvato con D.M. del 09/04/2015 pubblicato sulla G. U. n. 98 del 29/04/2015) DISCIPLINA DELLA PESCA

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI LIQUIDAZIONE PER SOCIETÀ O COOPERATIVE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI LIQUIDAZIONE PER SOCIETÀ O COOPERATIVE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI LIQUIDAZIONE PER SOCIETÀ O COOPERATIVE 1. Informativa Chi può presentare la Domanda di Liquidazione: - Possono presentare la domanda di indennizzo per gli sgomberi

Dettagli

Il ruolo della Guardia Costiera nell attivit. attività di monitoraggio e tutela delle Tartarughe Marine

Il ruolo della Guardia Costiera nell attivit. attività di monitoraggio e tutela delle Tartarughe Marine Il ruolo della Guardia Costiera nell attivit attività di monitoraggio e tutela delle Tartarughe Marine C.C. (CP) Giuseppe MARZANO Capo Servizio Personale Marittimo, Attività Marittime e Contenzioso Capitaneria

Dettagli

Info Mese Aprile Contratto Repertorio NOTA MENSILE APRILE 2011

Info Mese Aprile Contratto Repertorio NOTA MENSILE APRILE 2011 Info Mese Aprile Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE ED INTERNAZIONALI DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL ACQUACOLTURA Servizio Monitoraggio

Dettagli