Colori, suoni e oggetti: all'ospedale al Mare nasce la stanza sensoriale per i bimbi disabili

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Colori, suoni e oggetti: all'ospedale al Mare nasce la stanza sensoriale per i bimbi disabili"

Transcript

1 Colori, suoni e oggetti: all'ospedale al Mare nasce la stanza sensoriale per i bimbi disabili Inaugurato al Lido il nuovo ambiente sul modello delle oltre cento Snoezelen Room" realizzate in Italia dalla società specializzata HC. EngiLab & safe Una struttura che aiuta i bambini con vari problemi di disabilità fisica e intellettiva a stimolare le proprie capacità attraverso i cinque sensi. È l'idea che ha portato alla realizzazione della "Snoezelen Room", presentata il 24 novembre 2016 all'ospedale monoblocco del Lido di Venezia e nata da un confronto tra i genitori dei piccoli ospiti del centro di neuropsichiatria infantile dell'ospedale al Mare. "L'obiettivo - spiega l' Ing. Arch. Enrico Orofino esperto di spazi plurisensoriali/ snoezelen- era realizzare un ambiente dove aiutare i diversamente abili a raggiungere nuovi traguardi e sviluppare al meglio le loro potenzialità individuali; ma anche sostenere le famiglie che si occupano di persone disabili nel comune di Venezia". Ne è uscita una stanza multi-sensoriale, denominata "Snoezelen Room", progettata specificatamente per sviluppare i sensi attraverso illuminazione speciale, musica e oggetti. La metodologia Snoezelen si rivolge anche a soggetti, adulti e bambini, con patologie psichiatriche, affetti da autismo e con deficit sensoriali di varia entità, e può essere usata anche per il recupero post trauma, nel periodo post comatoso e nella terapia del dolore acuto e cronico. È già molto diffusa all'estero, soprattutto nell'europa del Nord, ma anche in Italia sta prendendo piede. Il progetto è stato finanziato da Tori Herrett (mamma di Leonardo), che si è lanciata in uno skydive (salto con paracadute) il 7 agosto 2015, raccogliendo donazioni per 10mila euro tramite il sito Gofundme. La Ulss 12 veneziana e l'associazione Leonardo Onlus hanno stipulato una convenzione che regola la gestione della sala. Il progetto è stato anche discusso con gli operatori del centro di neuropsichiatria infantile. Il termine Snoezelen è un neologismo e deriva da due verbi olandesi: Snuffelen, cioè "cercare fuori" o "esplorare", e Doezelen, ovvero "rilassare" o "sonnecchiare". La tecnica è stata concepita per persone con disabilità intellettive sulla base di ricerche che indicavano reazioni positive quando queste erano inserite in un ambiente di stimolazione plurisensoriale. Vengono impiegati effetti luminosi, colori, suoni, musiche, profumi e altro ancora: tubo a bolle, proiettore di immagini, fibre ottiche, musica rilassante e/o intermittente, pavimento e/o soffitto multicolore o con fibre ottiche; pannelli "vibranti"o interattivi; superfici "tattili"; poltrone oscillanti e letti vibranti; diffusore di essenze profumate. L'applicazione della Snoezelen ha determinato benefici nelle persone con disabilità cognitive, autismo, esiti da ictus e trauma cranico, turbe psichiatriche, disturbo da stress post-traumatico, demenza/parkinson, controllo del dolore acuto e cronico. Rif principale nota apparsa in Ulteriori informazioni a e

Camera Snoezelen. La nostra Stanza Multisensoriale Animatrice Erica Villa Atelierista Animatrice Alessandra Fossi

Camera Snoezelen. La nostra Stanza Multisensoriale Animatrice Erica Villa Atelierista Animatrice Alessandra Fossi Camera Snoezelen La nostra Stanza Multisensoriale Animatrice Erica Villa Atelierista Animatrice Alessandra Fossi Risalgono agli anni 70, i primi casi pratici di utilizzo di un ambiente multisensoriale

Dettagli

ASP CARLO SARTORI PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA CAMERA MULTISENSORIALE PRESSO LA CASA RESIDENZA ANZIANI

ASP CARLO SARTORI PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA CAMERA MULTISENSORIALE PRESSO LA CASA RESIDENZA ANZIANI ASP CARLO SARTORI PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA CAMERA MULTISENSORIALE PRESSO LA CASA RESIDENZA ANZIANI L ASP Carlo Sartori ha come fnalità l organizzazione ed erogazione di servizi socio-assistenziali,

Dettagli

ASP dei Comuni Modenesi Area Nord: Azienda dei Servizi alla Persona. Il nucleo Alzheimer del CISA di Mirandola:

ASP dei Comuni Modenesi Area Nord: Azienda dei Servizi alla Persona. Il nucleo Alzheimer del CISA di Mirandola: ASP dei Comuni Modenesi Area Nord: Azienda dei Servizi alla Persona Il nucleo Alzheimer del CISA di Mirandola: l innovazione nell assistenza alla persona con demenza tramite la stimolazione multisensoriale

Dettagli

Utilizzo della stimolazione multisensoriale all interno di una Snoezelen. Room per anziani con. Alzheimer

Utilizzo della stimolazione multisensoriale all interno di una Snoezelen. Room per anziani con. Alzheimer Utilizzo della stimolazione multisensoriale all interno di una Snoezelen Room per anziani con BPSD: l esperienza l di un Nucleo Alzheimer Andrea Fabbo U.O. Salute Anziani / Consultorio Psicogeriatrico

Dettagli

Stimolazione multisensoriale passiva. L esperienza fiorentina Snoezelen

Stimolazione multisensoriale passiva. L esperienza fiorentina Snoezelen Stimolazione multisensoriale passiva. L esperienza fiorentina Snoezelen G. Gori N.Zini D.Anziani G.Stefani CD Alzheimer Le Civette, FI Pistoia 4 Ottobre 2011 Snoezelen Neologismo che deriva da due verbi

Dettagli

Comunicare senza le parole di Piana Sonia Rita psicologa e psicoterapeuta pubblicato su Vero salute, agosto 2011

Comunicare senza le parole di Piana Sonia Rita psicologa e psicoterapeuta pubblicato su Vero salute, agosto 2011 Comunicare senza le parole di Piana Sonia Rita psicologa e psicoterapeuta pubblicato su Vero salute, agosto 2011 Un incidente improvviso; un ictus che coglie di sorpresa il paziente e l intero nucleo familiare.

Dettagli

Ter o Sic Musicoterapia Doll Therapy Ther

Ter o Sic Musicoterapia Doll Therapy Ther Le Demenze rappresentano oggi una vera e propria emergenza sanitaria in costante crescita epidemiologica, anche perché non esiste ancora una terapia farmacologica in grado di trattare efficacemente questo

Dettagli

Centro per la diagnosi, la cura e lo studio. dei disturbi. della comunicazione e della socializzazione

Centro per la diagnosi, la cura e lo studio. dei disturbi. della comunicazione e della socializzazione INAUGURAZIONE Centro per la diagnosi, la cura e lo studio dei disturbi della comunicazione e della socializzazione Parma, 23 dicembre 2010 Via La Spezia n. 147, ore 11,30 Intervengono Pietro Vignali, Sindaco

Dettagli

AL MEYER IL GIOCO FA PARTE DELLA CURA. Dott.ssa Maria Baiada Referente Progetti Accoglienza

AL MEYER IL GIOCO FA PARTE DELLA CURA. Dott.ssa Maria Baiada Referente Progetti Accoglienza AL MEYER IL GIOCO FA PARTE DELLA CURA Dott.ssa Maria Baiada Referente Progetti Accoglienza Il Meyer, l Ospedale dei bambini Il bambino resta bambino, anche in ospedale E la filosofia che ispira l Ospedale

Dettagli

Il percorso riabilitativo educativo nella Regione Abruzzo Chieti, 12 Marzo 2016

Il percorso riabilitativo educativo nella Regione Abruzzo Chieti, 12 Marzo 2016 Il percorso riabilitativo educativo nella Regione Abruzzo Chieti, 12 Marzo 2016 D O T T. S S A D A M B R O G I O T AT I A N A N E U R O P S I C H I AT R A I N FA N T I L E D I R E T T O R E S A N I TA

Dettagli

Modelli e terapie psicosociali. Di Ivo Cilesi

Modelli e terapie psicosociali. Di Ivo Cilesi Modelli e terapie psicosociali Di Ivo Cilesi FLESSIBILITA DEL MODELLO DI CURA RISVEGLIO NATURALE EQUILIBRIO NELLA SOMMINISTRAZIONE DEL CARICO FARMACOLOGICO IN OGNI CASO A DOSAGGI MINIMI NO CONTENZIONI

Dettagli

Dichiarazione di Identità e missione

Dichiarazione di Identità e missione A S S O C I A Z I O N E d i V O L O N T A R I A T O Dichiarazione di Identità e missione Il gruppo di lavoro Il presente documento è stato redatto con la partecipazione di un gruppo di lavoro composto

Dettagli

Istituto Magistrale Statale R. Salvo di Trapani. Diploma di maturità magistrale + anno integrativo

Istituto Magistrale Statale R. Salvo di Trapani. Diploma di maturità magistrale + anno integrativo C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome e cognome Residente Nazionalità MARIA MARCIANTE MORBEGNO (SO) ITALIANA ISTRUZIONE E FORMAZIONE Anno scolastico 1994/1995 (diploma) 1995/1996 (anno

Dettagli

Report Progetto Accoglienza e Gioco Terapeutico Febbraio Maggio 2017

Report Progetto Accoglienza e Gioco Terapeutico Febbraio Maggio 2017 Report Progetto Accoglienza e Gioco Terapeutico Febbraio Maggio 2017 L accoglienza in Ospedale del bambino e della sua famiglia diviene un aspetto molto importante che può collocarsi all interno del percorso

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTO STRUTTURA: RSD LAINATE. PROMOTORI DEL PROGETTO: Marta Pirino (Educatrice professionale) e Silvia Montinaro (Psicologa)

SCHEDA DI PROGETTO STRUTTURA: RSD LAINATE. PROMOTORI DEL PROGETTO: Marta Pirino (Educatrice professionale) e Silvia Montinaro (Psicologa) SCHEDA DI PROGETTO STRUTTURA: RSD LAINATE PROMOTORI DEL PROGETTO: Marta Pirino (Educatrice professionale) e Silvia Montinaro (Psicologa) AREA DEL PROGETTO: AREA RICERCA E SVILUPPO- GENERAZIONI A CONFRONTO

Dettagli

AREA ANZIANI - costi di gestione. sociale

AREA ANZIANI - costi di gestione. sociale allegato b) AREA ANZIANI - costi di gestione patologie - 1. pluripatologie n. 1 psicologo per nucleo cure palliative 2008 37.716,22 0,16 0,00 0,00 0,00 0,00 37.716,22 2009 75.432,43 0,31 0,00 0,00 0,00

Dettagli

PROGETTO ORTOTERAPIA. Progetto in essere PREMESSA

PROGETTO ORTOTERAPIA. Progetto in essere PREMESSA PROGETTO ORTOTERAPIA Progetto in essere PREMESSA Nella nostra società i giardini e gli ambienti naturali esprimono una sensazione di benessere psico- fisico; numerosi studi, infatti, hanno dimostrato che

Dettagli

LA LEGGE 68/99. Una rete di servizi per favorire l inserimento al lavoro dei soggetti con disabilità

LA LEGGE 68/99. Una rete di servizi per favorire l inserimento al lavoro dei soggetti con disabilità LA LEGGE 68/99 Una rete di servizi per favorire l inserimento al lavoro dei soggetti con disabilità LA LEGGE 68 Che cos è La normativa si propone come finalità di attuare una rete di servizi di sostegno

Dettagli

MODELLI DI PRESA IN CARICO DEI GENITORI E LA LORO INTEGRAZIONE NEL PROGETTO RIABILITATIVO DOTT.SSA KATIA DE GAETANO

MODELLI DI PRESA IN CARICO DEI GENITORI E LA LORO INTEGRAZIONE NEL PROGETTO RIABILITATIVO DOTT.SSA KATIA DE GAETANO MODELLI DI PRESA IN CARICO DEI GENITORI E LA LORO INTEGRAZIONE NEL PROGETTO RIABILITATIVO DOTT.SSA KATIA DE GAETANO LA FAMIGLIA DIFRONTE ALLA GARGIULO (1987) DISABILITA PRIMA FASE : SHOCK, RIFIUTO, DOLORE

Dettagli

Il monte ore totale che la Cooperativa ha impiegato per la formazione nell Anno Scolastico 2009/10 è stato di 3063 ore.

Il monte ore totale che la Cooperativa ha impiegato per la formazione nell Anno Scolastico 2009/10 è stato di 3063 ore. Formazione Teorema cooperativa sociale Per l'anno scolastico 20092010 la Cooperativa Civitas ha progettato e realizzato per tutto il personale in servizio nella sede di La Spezia un adeguato aggiornamento

Dettagli

Istituto dei Ciechi di Milano

Istituto dei Ciechi di Milano Prot FL/rp Milano, 21 giugno 2017 PREMESSA SETTIMANA INSIEME PER. 2017 INSIEME PER IMPARARE GIOCARE CRESCERE - 2017 L Istituto dei Ciechi di Milano propone attività di Laboratori denominati Insieme per

Dettagli

l Asino in aiuto all Uomo ovvero L ASINO COME PARTNER DI MEDIAZIONE NELLA RELAZIONE IN AFFIANCAMENTO ALLE AAA-TAA

l Asino in aiuto all Uomo ovvero L ASINO COME PARTNER DI MEDIAZIONE NELLA RELAZIONE IN AFFIANCAMENTO ALLE AAA-TAA UN ASINO PER AMICO l Asino in aiuto all Uomo ovvero L ASINO COME PARTNER DI MEDIAZIONE NELLA RELAZIONE IN AFFIANCAMENTO ALLE AAA-TAA TUTTI I DIRITTI RISERVATI - COPYRIGHT 2002 - PRIMA EDIZIONE FEBBRAIO

Dettagli

FISIOTERAPIA ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA. Percorso degli studi per gli immatricolati nell a.a.

FISIOTERAPIA ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA. Percorso degli studi per gli immatricolati nell a.a. Laurea in Fisioterapia Medicina Nell anno accademico 2016/2017 sono attivati il 1, 2 e 3 anno di corso secondo il D.M. 270/04. Il Corso di Laurea è parte attiva di una rete internazionale di cooperazione

Dettagli

Scaricare Disturbo post-traumatico da stress. Aspetti clinici e terapia - William Yule SCARICARE

Scaricare Disturbo post-traumatico da stress. Aspetti clinici e terapia - William Yule SCARICARE Scaricare Disturbo post-traumatico da stress. Aspetti clinici e terapia - William Yule SCARICARE Autore: William Yule ISBN: 8838627355 Formati: PDF Peso: 21.10 Mb Descrizione del libroil PTSD (disturbo

Dettagli

IN VIAGGIO SENZA VALIGIE

IN VIAGGIO SENZA VALIGIE Ogni giorno l abilità costruisce una valigia che contiene risposte concrete ai bisogni dei bambini e dei loro genitori. Perché essere genitori di un bambino con disabilità vuol dire intraprendere un viaggio

Dettagli

La Musicoterapia. di Cristina Vieri Dott.ssa in Scienze dell Educazione e Musicoterapista

La Musicoterapia. di Cristina Vieri Dott.ssa in Scienze dell Educazione e Musicoterapista La Musicoterapia di Cristina Vieri Dott.ssa in Scienze dell Educazione e Musicoterapista Se parliamo della musica come arte dei suoni, possiamo allora parlare della musicoterapia come arte della comunicazione.

Dettagli

IN VIAGGIO SENZA VALIGIE

IN VIAGGIO SENZA VALIGIE Ogni giorno l abilità costruisce una valigia che contiene risposte concrete ai bisogni dei bambini e dei loro genitori. Perché essere genitori di un bambino con disabilità vuol dire intraprendere un viaggio

Dettagli

Heart. Made REGALI FATTI CON IL CUORE

Heart. Made REGALI FATTI CON IL CUORE Heart Made REGALI FATTI CON IL CUORE Natale Aziende 2016 CHI SIAMO Fondazione Paideia opera da oltre vent anni per sostenere bambini e famiglie in difficoltà. Ogni giorno gli operatori di Paideia accolgono

Dettagli

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Delibera n. 987 del 03/09/2015 REGIONE DEL VENETO UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 PIEVE DI SOLIGO DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE L`anno duemilaquindici, il giorno tre del mese di Settembre Il Direttore

Dettagli

Terapia Occupazionale: Aspetti pediatrici

Terapia Occupazionale: Aspetti pediatrici UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CHIETI SCUOLA DI MEDICINA E SCIENZE DELLA SALUTE Terapia Occupazionale: Aspetti pediatrici Dr Cosimo Giannini Clinica Pediatrica, Università di Chieti, Italia PROGRAMMA Operatori

Dettagli

L associazione l abilità missione promuovere la crescita difendere i suoi diritti sostenere la sua famiglia L abilità

L associazione l abilità missione promuovere la crescita difendere i suoi diritti sostenere la sua famiglia L abilità CHI SIAMO L associazione l abilità nasce nel 1998 a Milano dall iniziativa di un gruppo di genitori di bambini con disabilità e di operatori, con la missione di promuovere la crescita del bambino con disabilità,

Dettagli

Curriculum Vitae Fabrizio Giorgeschi

Curriculum Vitae Fabrizio Giorgeschi Curriculum Vitae Fabrizio Giorgeschi GIORGESCHI FABRIZIO VIA CAPPONI 7 52100 AREZZO CELL 335-6206925 FAX 0575-9151223 E-MAIL fgiorgeschi@hotmail.it fgiorgeschi@istitutoagazzi.it ISTRUZIONE ANNO 1984: DIPLOMA

Dettagli

Rev.01-01/02/ /02/2015 UNITA EDUCATIVA RESIDENZIALE il VELIERO

Rev.01-01/02/ /02/2015 UNITA EDUCATIVA RESIDENZIALE il VELIERO 05/02/2015 UNITA EDUCATIVA RESIDENZIALE il VELIERO Rev.01-01/02/2015 UNITA EDUCATIVA RESIDENZIALE IL VELIERO ASSOCIAZIONE NAZIONALE IL VELIERO ONLUS VIALE MURANO 22, RICCIONE TEL./FAX 0541-648738 MAIL:

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE FINANZIATI CON IL POR FSE 2014/2020 NELLA REGIONE TOSCANA (Asse A

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE FINANZIATI CON IL POR FSE 2014/2020 NELLA REGIONE TOSCANA (Asse A Allegato A) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE FINANZIATI CON IL POR FSE 2014/2020 NELLA REGIONE TOSCANA (Asse A.2.1.3.B) ENTE 1) Ente proponente il progetto: Associazione

Dettagli

IL CANE: terapeutico? terapeuta? co-terapeuta?

IL CANE: terapeutico? terapeuta? co-terapeuta? IL CANE: terapeutico? terapeuta? Oppure co-terapeuta? 1 GLI EFFETTI TERAPEUTICI DEL CANE pressione arteriosa ritmo cardiaco e respiratorio tono muscolare e distensione dei muscoli del viso sopravvivenza

Dettagli

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO Nico Pinna Parpaglia POZZOMAGGIORE Via San Pietro, 37/a - 07018 (SS) - tel. 079/801093 - fax 079/800157 C.F. 80008250906 - e-mail ssic80200l@istruzione.it PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

Dettagli

FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA) ATTIVITÀ FORMATIVE CFU S.S.D. DIDATTICO

FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA) ATTIVITÀ FORMATIVE CFU S.S.D. DIDATTICO Medicina Laurea in Fisioterapia 49 FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA) 1 anno Basi fisiche e biologiche della vita 6 01.10.2014 - Fisica e Biofisica 2 FIS/07 - Biologia

Dettagli

Autismo e riabilitazione Linea Guida Società Italiana di Neuropsichiatria della Infanzia e dell Adolescenza

Autismo e riabilitazione Linea Guida Società Italiana di Neuropsichiatria della Infanzia e dell Adolescenza Autismo e riabilitazione Linea Guida Società Italiana di Neuropsichiatria della Infanzia e dell Adolescenza Nel trattamento riabilitativo le disabilità devono essere considerate problemi dello sviluppo

Dettagli

IL WELFARE E I SERVIZI AI CITTADINI

IL WELFARE E I SERVIZI AI CITTADINI IL WELFARE E I SERVIZI AI CITTADINI 92 IL SISTEMA EDUCATIVO 93 94 Linee programmatiche o Mantenere l'eccellenza nei servizi per l'infanzia aumentandone la quantità. Potenziare i servizi esistenti riducendo

Dettagli

Provincia di Reggio Emilia

Provincia di Reggio Emilia Primi passi Tartaruga Calicanto Integrabili Provincia di Reggio Emilia sta finendo la scuola, e dopo? PROGETTO INTEGRABILI realizzato a Castelnovo Monti e a Correggio da Enaip finanziato da Provincia di

Dettagli

L ASP MILANESI E FROSI

L ASP MILANESI E FROSI L ASP MILANESI E FROSI L Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Luigina Milanesi e Paolo Frosi si trova a Trigolo (CR) in Via Canevari, 85 e gestisce una Residenza sanitaria Assistenziale e una Comunità

Dettagli

Allegato 1 al Bando Rep. 65/2016

Allegato 1 al Bando Rep. 65/2016 . 1 8903 80161 ANESTESIOLOGIA I - 80161 denominazione Modulo didattico SSD Ins ANESTESIOLOGIA I - DIDATTICA modulo base di anestesia generale : gestione vie aeree, accessi venosi e arteriosi, ventilazione

Dettagli

SPORTELLO AUTISMO CTS - SCIACCA

SPORTELLO AUTISMO CTS - SCIACCA UNIONE EUROPEA * MINISTERO ISTRUZIONE UNIVERSITÀ RICERCA * REGIONE SICI LIA * DISTRETTO SCOLASTICO N. 1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE STATALE DON MICHELE ARENA SPORTELLO AUTISMO CTS - SCIACCA

Dettagli

Scaricare Allenamento cognitivo a circuito. Training per il potenziamento delle abilità intellettive in adulti e anziani - Laura Pedrinelli Carrara

Scaricare Allenamento cognitivo a circuito. Training per il potenziamento delle abilità intellettive in adulti e anziani - Laura Pedrinelli Carrara Scaricare Allenamento cognitivo a circuito. Training per il potenziamento delle abilità intellettive in adulti e anziani - Laura Pedrinelli Carrara SCARICARE Autore: Laura Pedrinelli Carrara ISBN: 8859015014

Dettagli

Costruiamolo Insieme!

Costruiamolo Insieme! Costruiamolo Insieme! Centro Maria Letizia Verga per lo studio e la cura della leucemia del bambino Un progetto del Comitato Maria Letizia Verga e della Fondazione Tettamanti Un progetto Irrinunciabile

Dettagli

Il Progetto Tartaruga

Il Progetto Tartaruga Il Progetto Tartaruga PROSPETTIVA PSICODINAMICA EMOZIONE AUTISMO PROSPETTIVA COGNITIVISTA COGNIZIONE ELEMENTI DI INTEGRAZIONE ATTENZIONE CONGIUNTA STATI MENTALI FORME E STEREOTIPIE VISIONE GLOBALE DEL

Dettagli

POSA DELLA PRIMA PIETRA DEL CENTRO SEBASTIANO A COREDO (TN). - COMUNICATO 1-

POSA DELLA PRIMA PIETRA DEL CENTRO SEBASTIANO A COREDO (TN). - COMUNICATO 1- POSA DELLA PRIMA PIETRA DEL CENTRO SEBASTIANO A COREDO (TN). - COMUNICATO 1- «Con grande soddisfazione, dopo anni di duro lavoro, di confronto con la nostra Provincia e l Assessorato alla Salute, ho il

Dettagli

proposta di legge n. 471

proposta di legge n. 471 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 471 a iniziativa del Consigliere Ciriaci presentata in data 2 febbraio 2015 NORME PER LA PREVENZIONE, DIAGNOSI E CURA DELL ANORESSIA, DELLA BULIMIA

Dettagli

4.4. ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

4.4. ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI 4.4. ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Pensare al bambino e al ragazzo disabile all interno della scuola significa: - accogliere e valorizzare ogni soggetto nella sua unicità; - stimolare un atteggiamento positivo

Dettagli

DANIELA SANTON. danielasanton@libero.it SETTORE PROFESSIONALE LOGOPEDISTA TERAPISTA DELLA RIABILITAZIONE NEUROVISIVA ESPERIENZA LAVORATIVA

DANIELA SANTON. danielasanton@libero.it SETTORE PROFESSIONALE LOGOPEDISTA TERAPISTA DELLA RIABILITAZIONE NEUROVISIVA ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo DANIELA SANTON VIA MARIO TABARRINI,9 FRAZ. LA BRUNA, 06044 CASTEL RITALDI (PG) - ITALIA Telefono 338/7494048 Fax E-mail danielasanton@libero.it

Dettagli

Definizione di PET THERAPY, che cos è e a che cosa serve

Definizione di PET THERAPY, che cos è e a che cosa serve PET THERAPY Definizione di PET THERAPY, che cos è e a che cosa serve PET THERAPY Ricerca su Google PET THERAPY - Definizione pet therapy pèt tħèrëpi locuz. ingl. (propr. «terapia dell animale domestico»;

Dettagli

PIANO - PATTO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

PIANO - PATTO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Logo, nome dell istituzione scolastica, indirizzo, area socio sanitaria coinvolta PIANO - PATTO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO (ai sensi Legge 104/92, Legge Quadro 328/2000 e Intesa Conferenza Stato regioni

Dettagli

Centro Samarotto. Guida ai Servizi

Centro Samarotto. Guida ai Servizi Centro Samarotto Centro per lo sviluppo della Comunicazione e della Relazione per l Autismo e i Disturbi Generalizzati dello Sviluppo Guida ai Servizi Il Centro Samarotto è una Struttura di riferimento

Dettagli

Scaricare Educare il bambino con disabilità vol.2 - Luisa Coduri SCARICARE

Scaricare Educare il bambino con disabilità vol.2 - Luisa Coduri SCARICARE Scaricare Educare il bambino con disabilità vol.2 - Luisa Coduri SCARICARE Autore: Luisa Coduri ISBN: 8861377823 Formati: PDF Peso: 16.13 Mb Descrizione del librorivolto a genitori, insegnanti, educatori

Dettagli

Pagina 1 di 7 ARGOMENTO DEL MESE ARCHIVIO ARGOMENTI ARGOMENTI 2007 > ARGOMENTI 2008 > ARGOMENTI 2009 > ----------------------------------------------------------- Articolazioni che soffrono Le malattie

Dettagli

INTERVENTI NEL CONTESTO SCOLASTICO

INTERVENTI NEL CONTESTO SCOLASTICO Master in Metodologie di intervento educativo per soggetti con disturbi dello spettro autistico Interventi cognitivi comportamentali per soggetti con disturbi dello spettro autistico - Approccio TEACCH

Dettagli

AUTISMO Un percorso di fede possibile A cura della do+.ssa Daniela Bertozzi

AUTISMO Un percorso di fede possibile A cura della do+.ssa Daniela Bertozzi AUTISMO Un percorso di fede possibile A cura della do+.ssa Daniela Bertozzi Psicologa Assistente educa1vo-culturale Specializzanda in Psicoterapia cogni1va autismo L autismo è una sindrome cerebrale complessa

Dettagli

OPERATORE SPORTIVO PER LA DISABILITÀ

OPERATORE SPORTIVO PER LA DISABILITÀ TEL 3202625279 Sede Operativa Territoriale PALESTRA L'ESPERIENZA È CIÒ CHE FORMA AULA IL SAPERE PER POI SAPER FARE SAPER ESSERE ALBO PER UNA FORMAZIONE DI QUALITÀ OPERATORE SPORTIVO PER LA DISABILITÀ A

Dettagli

La Pratica Psicomotoria nella Scuola dell Infanzia

La Pratica Psicomotoria nella Scuola dell Infanzia La Pratica Psicomotoria nella Scuola dell Infanzia Progetto Finalità Dispositivi Ruolo dell insegnante A cura di Lucia Garagnani Piera Bettin, I.C.1, San Lazzaro di Savena Il Progetto Contesto Si realizza

Dettagli

U.O. di Medicina Riabilitativa: la generosa donazione dei dipendenti. dell OCME di Parma. per il progetto Assistive technology

U.O. di Medicina Riabilitativa: la generosa donazione dei dipendenti. dell OCME di Parma. per il progetto Assistive technology Conferenza Stampa U.O. di Medicina Riabilitativa: la generosa donazione dei dipendenti dell OCME di Parma per il progetto Assistive technology Sabato 28 luglio 2012 ore 10.30 Polo sanitario di Via Carmigani

Dettagli

ANFFAS. Nasce il 28 marzo 1958 a Roma ed è stata fondata da un gruppo di genitori di persone con disabilità

ANFFAS. Nasce il 28 marzo 1958 a Roma ed è stata fondata da un gruppo di genitori di persone con disabilità ANFFAS Nasce il 28 marzo 1958 a Roma ed è stata fondata da un gruppo di genitori di persone con disabilità Cosa significa ANFFAS? "Associazione Nazionale Famiglie di Disabili Intellettivi e Relazionali"

Dettagli

COSTRUIRE IL PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO P.E.I.

COSTRUIRE IL PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO P.E.I. COSTRUIRE IL PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO P.E.I. Istituto Comprensivo "Collodi -Marini " 13 Aprile 2016 Maria Boccia Compiti Funzione Strumentale Collaboro con il Dirigente Scolastico nell organizzazione

Dettagli

1. La Sindrome Influenzale Dott.Maria Cristina Gastaldo - Pediatra di libera Professione di Trento

1. La Sindrome Influenzale Dott.Maria Cristina Gastaldo - Pediatra di libera Professione di Trento La Croce Rossa del Trentino e Radio Dolomiti, la radio locale più ascoltata in Trentino, hanno realizzato un programma radiofonico di servizio, che va in onda ogni mercoledì dalle 14.15 alle 14.45: PIANETA

Dettagli

L APPROCCIO SNOEZELEN INTRODUZIONE

L APPROCCIO SNOEZELEN INTRODUZIONE L APPROCCIO SNOEZELEN INTRODUZIONE Snoezelen: una relazione particolare che si basa sulla sensorialità della persona. La parola Snoezelen, nata in Olanda all inizio del 1970, è un neologismo derivante

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO OTTAVA LEGISLATURA PROGETTO DI LEGGE N. 418 PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa dei Consiglieri Cortelazzo, Bertipaglia, Giorgetti, Donazzan e Fontanella NUOVE NORME IN MATERIA

Dettagli

Piano degli Investimenti Allegato B alla deliberazione Assemblea dei soci n. 1 del

Piano degli Investimenti Allegato B alla deliberazione Assemblea dei soci n. 1 del Piano degli Investimenti 2017-2019 Allegato B alla deliberazione Assemblea dei soci n. 1 del 7.3.2017. Premessa Il Piano degli Investimenti triennale 2017/2019 è stato redatto a seguito di una maggiore

Dettagli

LA RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA NELLA MACRODATTILIA DELLA MANO UN ESEMPIO DIAPPROCCIO MULTIDISCIPLINARE

LA RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA NELLA MACRODATTILIA DELLA MANO UN ESEMPIO DIAPPROCCIO MULTIDISCIPLINARE LA RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA NELLA MACRODATTILIA DELLA MANO UN ESEMPIO DIAPPROCCIO MULTIDISCIPLINARE Dott.ssa OT Rossella Pagliaro Terapista Occupazionale Terapista della Mano E-mail: pagliaro.ros@gmail.com

Dettagli

PIANO FORMATIVO 2015. 28 febbraio 2015: Linee guida. Diagnosi e trattamento dei Disturbi dello Spettro Autistico in età evolutiva

PIANO FORMATIVO 2015. 28 febbraio 2015: Linee guida. Diagnosi e trattamento dei Disturbi dello Spettro Autistico in età evolutiva Cooperativa sociale Provider n 3773 Via Ida Baccini, 80-00137 Roma tel. 06/87201072 Fax 06/87201033 www.ideaprisma.it e-mail: formazione.ecm@ideaprisma.it PIANO FORMATIVO 2015 28 febbraio 2015: Linee guida.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome VISINTIN CHIARA Indirizzo studio LA CASA DI NON SOLO TATA, VIA CALNOVA 113 (DI FRONTE HOTEL CASALTA), NOVENTA

Dettagli

Scheda Casa Ronald McDonald Brescia

Scheda Casa Ronald McDonald Brescia Scheda Casa Ronald McDonald Brescia IL PRIMO PASSO LA STRUTTURA L OSPEDALE Il 1 gennaio 2008 Fondazione Ronald prende in gestione Casa Ronald McDonald Brescia, e la inaugura tre mesi dopo, il 1 aprile,

Dettagli

Unità Didattica1: Regole generali

Unità Didattica1: Regole generali Unità Didattica1: Regole generali Le persone con disabilità acquisita hanno tutto il diritto di fare adeguata attività fisica. Quest attività deve essere appropriata al tipo e al livello di disabilità.

Dettagli

PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE

PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE Anno scolastico 2015 / 2016 Allegato "C" al PTOF 2015 / 2108 Alessandria, 14 gennaio 2016 Approvato dal Gruppo di Lavoro per l Inclusione in data 12 gennaio 2016 Deliberato

Dettagli

PROGRAMMA BASE PER LO SVILUPPO LOGICO E COGNITIVO. Emidio Tribulato. Volume. Livello 1. Centro studi LOGOS - ONLUS - Messina

PROGRAMMA BASE PER LO SVILUPPO LOGICO E COGNITIVO. Emidio Tribulato. Volume. Livello 1. Centro studi LOGOS - ONLUS - Messina PROGRAMMA BASE PER LO SVILUPPO LOGICO E COGNITIVO Emidio Tribulato Volume Centro studi LOGOS - ONLUS - Messina 2 Livello 1 CENTRO STUDI LOGOS ONLUS CENTRO DI RICERCHE PSICOPEDAGOGICHE VIA PRINCIPE TOMMASO

Dettagli

Fondazione Don Gnocchi

Fondazione Don Gnocchi 7//206 qualcosa di mai sperimentato prima. «Non si può fare», "Leggiamo un libro insieme!". E migliora il linguaggio dei bambini con disabilità grave di Sara De Carli 5 ore fa, insieme a Biblioteche di

Dettagli

Circolare Prot. n

Circolare Prot. n Circolare 8.04.2014 - Prot. n. 212522 Direzione regionale Salute e Integrazione sociosanitaria Direzione regionale Formazione, Ricerca e Innovazione, Scuola Direzione regionale Politiche sociali, Autonomie,

Dettagli

LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE

LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE Cardiologia Il servizio di Cardiologia si rivolge ai pazienti che presentano le principali forme di patologia cardiologica e cardiovascolare, attraverso

Dettagli

Sezione di Bari. Sezione di Bari. I Disturbi Specifici dell'apprendimento: Costruiamo insieme un futuro di diritti e informazione

Sezione di Bari. Sezione di Bari. I Disturbi Specifici dell'apprendimento: Costruiamo insieme un futuro di diritti e informazione Sezione di Bari I Disturbi Specifici dell'apprendimento: Costruiamo insieme un futuro di diritti e informazione 1 Sommario I Disturbi Specifici dell'apprendimento 1. Premessa...3 2. Finalità...3 3. Gli

Dettagli

Giornata Europea della Logopedia,6 Marzo 2012 Libera le parole I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA.

Giornata Europea della Logopedia,6 Marzo 2012 Libera le parole I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA. I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA CHI E IL LOGOPEDISTA? Il Logopedista è il Professionista Sanitario che, a seguito di un percorso formativo universitario, acquisisce le competenze necessarie

Dettagli

Indicazioni, obiettivi e limiti della riabilitazione nelle disfunzioni del Pavimento Pelvico

Indicazioni, obiettivi e limiti della riabilitazione nelle disfunzioni del Pavimento Pelvico Indicazioni, obiettivi e limiti della riabilitazione nelle disfunzioni del Pavimento Pelvico Le principali disfunzioni del pavimento pelvico Insufficiente capacità contrattile: Ridotta Forza/ Ridotta endurance

Dettagli

Diagnosi e ruoli dei vari attori coinvolti nell ottica di un lavoro di rete DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Diagnosi e ruoli dei vari attori coinvolti nell ottica di un lavoro di rete DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Diagnosi e ruoli dei vari attori coinvolti nell ottica di un lavoro di rete DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONDIZIONI CLINICHE EVOLUTIVE DISLESSIA/LETTURA (intesa come abilità di decodifica del testo)

Dettagli

HEY, BROTHER! Convegno internazionale sul tema dei siblings, fratelli e sorelle di persone con disabilità

HEY, BROTHER! Convegno internazionale sul tema dei siblings, fratelli e sorelle di persone con disabilità HEY, BROTHER! Convegno internazionale sul tema dei siblings, fratelli e sorelle di persone con disabilità Torino, 23-24-25 Settembre 2016 Con il patrocinio di: Venerdì 23 settembre 2016, ore 21.00 Evento

Dettagli

DISABILITÀ ED INTEGRAZIONE SCOLASTICA IN EMILIA- ROMAGNA: analisi statistica dei dati relativi all anno scolastico

DISABILITÀ ED INTEGRAZIONE SCOLASTICA IN EMILIA- ROMAGNA: analisi statistica dei dati relativi all anno scolastico Convegno "La disabilità intellettiva e la scuola" - Bologna, 13 Dicembre 2014 DISABILITÀ ED INTEGRAZIONE SCOLASTICA IN EMILIA- ROMAGNA: analisi statistica dei dati relativi all anno scolastico 2012-2013

Dettagli

Comune di Pisa INNOVARE PER CRESCERE

Comune di Pisa INNOVARE PER CRESCERE Comune di Pisa INNOVARE PER CRESCERE IL CONTESTO D.P.R. 275/1999 : le istituzioni scolastiche concretizzano gli obiettivi nazionali in percorsi formativi funzionali alla realizzazione del diritto di apprendere

Dettagli

Constant Innovation in Psychotherapy. Training sulla Terapia degli stati dell Io. Milano. Robin Shapiro

Constant Innovation in Psychotherapy. Training sulla Terapia degli stati dell Io. Milano. Robin Shapiro Constant Innovation in Psychotherapy Training sulla Terapia degli stati dell Io Robin Shapiro Milano 10-13 maggio 2018 La Terapia degli Stati dell Io aspetti teorici e applicazioni pratiche Il corso, di

Dettagli

Curriculum Vitae. Informazioni Personali. Titoli di Studio. Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Informazioni Personali. Titoli di Studio. Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Informazioni Personali Nome e Cognome FERRUCCIO PASCALI Data di nascita 28.6.1953 Qualifica DIRIGENTE PSICOLOGO Amministrazione ASL LECCE Incarico attuale -DIRIGENTE PSICOLOGO PRESSO LA

Dettagli

LE DIDASCALIE DELLE FOTO

LE DIDASCALIE DELLE FOTO LE DIDASCALIE DELLE FOTO FOTO 1 Foto del maggio 2003 Locale Lapidario Medievale 3 al piano interrato (ex Capitelli ) prima degli interventi di Riallestimento. FOTO 2 Foto del dicembre 2006 Locale Lapidario

Dettagli

PADOVA, 1-2-3 APRILE 2014! Sala Paladin Palazzo Moroni

PADOVA, 1-2-3 APRILE 2014! Sala Paladin Palazzo Moroni PADOVA, 1-2-3 APRILE 2014 Sala Paladin Palazzo Moroni In occasione della celebrazione della Giornata Mondiale della Consapevolezza sull Autismo (2 aprile 2014), l Associazione Viviautismo Onlus organizza

Dettagli

PROGETTO. per la socializzazione LUDICO-RICREATIVA. IN COLLABORAZIONE con il COMUNE di SOLARO UN SABATO SECONDA EDIZIONE

PROGETTO. per la socializzazione LUDICO-RICREATIVA. IN COLLABORAZIONE con il COMUNE di SOLARO UN SABATO SECONDA EDIZIONE PROGETTO per la socializzazione LUDICO-RICREATIVA IN COLLABORAZIONE con il COMUNE di SOLARO UN SABATO SECONDA EDIZIONE 2017-18 IN x AUT. Integrazione e solidarietà per l Autismo Progetto Un sabato speciale

Dettagli

LE NAZIONI UNITE A DIFESA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON AUTISMO

LE NAZIONI UNITE A DIFESA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON AUTISMO Giornata Mondiale dell autismo 2 aprile 2013 LE NAZIONI UNITE A DIFESA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON AUTISMO Donata Vivanti - Vice-president EDF 2 aprile World Autism Awareness Day Risoluzione 62/139 adottata

Dettagli

Il suicidio nei luoghi di cura e di assistenza

Il suicidio nei luoghi di cura e di assistenza IL SUICIDIO NELL'ANZIANO: CARICO DI DOLORE ANGOSCIA E FRAGILITA' Sala Madrid 29 Novembre 2013 Il suicidio nei luoghi di cura e di assistenza Franco Romagnoni f.romagnoni@ausl.fe.it DEFINIZIONI Nel 1737

Dettagli

SCHEDE DI INSEGNAMENTO a.a. 2013/2014

SCHEDE DI INSEGNAMENTO a.a. 2013/2014 SCHEDE DI INSEGNAMENTO a.a. 2013/2014 Anno/Semestre Codice C.I. 2/I 72250 Corso Integrato Pedagogia speciale delle attività motorie adattate CFU C.I. Disciplina CFU Disciplin a SSD Docente Esame 5 M-PED/03

Dettagli

Normativa DSA e BES il ruolo della Scuola dell Infanzia. Elena Dal Pio Luogo

Normativa DSA e BES il ruolo della Scuola dell Infanzia. Elena Dal Pio Luogo Normativa DSA e BES il ruolo della Scuola dell Infanzia Elena Dal Pio Luogo LEGGE 170 8 ottobre 2010 Art. 1 Riconoscimento e definizione di: Dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia. Garantire

Dettagli

PARTE PRIMA. Leggi e regolamenti regionali IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

PARTE PRIMA. Leggi e regolamenti regionali IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: 50446 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 119 del 19-10-2016 PARTE PRIMA LEGGE REGIONALE 18 ottobre 2016, n. 24 Interventi assistiti con gli animali. Leggi e regolamenti regionali IL CONSIGLIO

Dettagli

Disturbi del Comportamento Alimentare a Fermo 200 pazienti in cura

Disturbi del Comportamento Alimentare a Fermo 200 pazienti in cura Disturbi del Comportamento Alimentare a Fermo 200 pazienti in cura In aumento minori e over 40. Trattamenti diversificati a seconda del disturbo Fermo, 2017-10-04 Sono attualmente 200 i pazienti in carico

Dettagli

PROGETTO LETTURA AL NIDO. Asilo nido Airone Anno scolastico

PROGETTO LETTURA AL NIDO. Asilo nido Airone Anno scolastico PROGETTO LETTURA AL NIDO Asilo nido Airone Anno scolastico 2008-2009 Il collegio ha deciso di proporre anche per quest anno educativo 2008-09 il progetto Lettura al nido visto l atteggiamento di interesse

Dettagli

Milano, febbraio 2017

Milano, febbraio 2017 FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE Milano, febbraio 2017 INFORMAZIONI PERSONALI Nome MEDRI SILVIA Indirizzo VIA DONATELLO 17, MILANO Telefono 349/6740333 Fax E-mail silviamedri@yahoo.it silvietta.medri@gmail.com

Dettagli

Casa di Enrica Comunità a bassa protezione per adulti con disagio psichico. via Gozzano n Monza

Casa di Enrica Comunità a bassa protezione per adulti con disagio psichico. via Gozzano n Monza Casa di Enrica Comunità a bassa protezione per adulti con disagio psichico via Gozzano n. 9-20900 Monza lecase@novomillennio.it www.novomillennio.it Chi siamo Casa di Enrica è una casa alloggio per adulti

Dettagli