CONTROLLO DI GESTIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTROLLO DI GESTIONE"

Transcript

1 Release 5.20 Manuale Operativo CONTROLLO DI GESTIONE Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Modulo che integra la contabilità analitico (di base) con il controllo di gestione dell aspetto economico, attraverso la misurazione, la rilevazione, la destinazione e l analisi dei costi e dei ricavi. Il controllo di gestione ha per oggetto l analisi dei fatti interni di gestione, e lo scopo di misurare costantemente il conseguimento degli obiettivi stabiliti in sede di pianificazione operativa, rilevando l eventuale scostamento tra obiettivi pianificati e risultati conseguiti.

2 2 Manuale Operativo Indice degli argomenti 1 CONTROLLO DI GESTIONE Funzione Riepilogo Analitica per conto Indicazione degli importi non abbinati a centri di costo Estrazione opzionale delle scritture extracontabili CDC preferenziale (disponibile anche in ANALITICA PLUS) Tabella Causali contabili (richiamo) Anagrafica Piano dei conti Assegnazione Centri di Costo (a conto contabile, in modalità massiva) Ripartizione dei centri di costo Competenze di contabilità analitica Riepilogo analitica per conto con elaborazione competenze Stampa rapporto di gestione per centro di costo con gestione competenze Visualizzazione Movimenti di Analitica con elaborazione competenze Stampa Rendiconto Analitico con Competenze Stampa Bilancio per Centri di Costo con elaborazione competenze Stampa bilancio di verifica per centro di costo con gestione competenze Budget per centro di costo con elaborazione competenze Stampa comparativa del budget per centro di costo con competenze GESTIONE DEI BUDGET Gestione BUDGET COMMESSA Voci Budget per commessa Budget per commessa Pulsante Conferma Revisione Pulsante Duplica budget commessa Pulsante Elabora Consuntivo e Visualizza Dettagli Stampa comparativo del budget per commessa Gestione BUDGET CENTRO DI COSTO Voci budget per centro di costo Budget per centro di costo Stampa comparativo del budget per centro di costo GESTIONE DIPENDENTI Tabelle di riferimento Tabella Commesse di Analitica Tabella Qualifiche del personale Tabella Macrovoci Paghe Tabella Tipologie Trasferte Tabella Tecnici Tabella Causali di manodopera Parametri procedura Controllo di Gestione Gestione DIPENDENTI (1) Calendario Compilazione foglio manodopera Stampa riepilogo ore per causale Stampa foglio presenze Generazione movimento contabile per distribuzione ore Gestione DIPENDENTI (2) Voci delle retribuzioni... 61

3 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Inserimento cedolino paghe Generazione movimento contabile delle retribuzioni RAPPORTO DI GESTIONE Voci Rapporto di gestione (per centro di costo) Riclassificazione del bilancio Stampa del rapporto di gestione... 71

4 4 Manuale Operativo 1 CONTROLLO DI GESTIONE Modulo che integra la contabilità analitico (di base) con il controllo di gestione 1 dell aspetto economico, attraverso la misurazione, la rilevazione, la destinazione e l analisi dei costi e dei ricavi. Il controllo di gestione ha per oggetto l analisi dei fatti interni di gestione, e lo scopo di misurare costantemente il conseguimento degli obiettivi stabiliti in sede di pianificazione operativa, rilevando l eventuale scostamento tra obiettivi pianificati e risultati conseguiti. L obiettivo del controllo di gestione è quindi rilevare l entità di eventuali scostamenti, così da attuare le opportune azioni correttive, e per questo motivo il sistema è strettamente interrelato a strutture aziendali quali: La contabilità analitica (per ripartire i costi aziendali tra i singoli centri di responsabilità e i singoli obiettivi aziendali) La pianificazione (spesso in ambito teorico si parla di "sistema di pianificazione e controllo") La valutazione del personale Il modulo controllo di gestione integra quindi la contabilità aziendale di informazioni strategiche, ed aggiunge al modulo di contabilità analitica alcuni plus operativi quali. Gestione dei BUDGET Gestione dei DIPENDENTI Gestione dei RAPPORTO DI GESTIONE Gestione dei BUDGET E prevista la gestione del budget contabile delle commesse e dei centri di costo. Entrambe le gestioni sono parametrizzabili sulla base delle specifiche esigenze aziendali, e permettono la creazione di un budget dei costi disegnato secondo le logiche di business. Impostato il budget di costi per commessa (o centro di costo) e inserita la previsione di ricavo, il sistema effettua un controllo parallelamente alla gestione quotidiana, che consiste nella rilevazione dei costi e dei risultati e nell elaborazione di report di sintesi. Il sistema di reporting può essere personalizzato e integrato (secondo lo standard del pacchetto gestionale) sulle esigenze aziendali del singolo utente, al fine di estrapolare le informazioni in modo efficace. Il flusso informativo contabile relativo alla gestione operativa dell azienda si completa così: Contabilità Generale COGE e Bilancio d esercizio Rilevazioni Extracontabili (se prevista e gestita) Sistema di Reporting (Informazione aziendale) Contabilità Analitica Ripartizione per Cdc e Commesse Budget Per Cdc e\o Commessa 1 Funzioni collegate al modulo di licenza CONT_AGEST (Modulo controllo di gestione) dipendente comunque dal modulo base CONT_ANA). Certificato solo per archivi in formato Sql

5 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione - 5 Gestione dei DIPENDENTI Il modulo prevede sia la rilevazione puntuale delle attività svolte dal personale aziendale (tramite il time sheet) sia la possibilità di inserire i dati del cedolino paghe cui associare i dettagli delle commesse e dei centri di costo. L output previsto dalla gestione riguarda quindi sia il foglio presenze per l ufficio paghe, sia la generazione automatica dei movimenti contabili ripartiti in modo analitico. Redazione del RAPPORTO DI GESTIONE Tramite una funzione di riclassificazione, è possibile strutturare un modello di bilancio che partendo dai conti contabili - dettaglia il conto economico aziendale su 3 nuovi livelli (liberamente impostabili dall utente) a loro volta ulteriormente ripartiti sui centri di costo di attribuzione. L output prevede la compilazione di una griglia dinamica, esportabile in excel per successive modificazioni e\o integrazioni in documenti esterni. I menù interessati dalla gestione sono i seguenti: Menù Contabilità CONTROLLO DI GESTIONE Posizionata in un nuovo sottomenù della Contabilità, raggruppa le funzioni per gestire il budget, la relative consuntivazioni e le funzioni per l inserimento dei cedolini paghe. Voci Budget Voci Retribuzioni Voci Rapporto di gestione Menù DIPENDENTI Contiene le funzioni per gestire la compilazione del foglio di manodopera.

6 6 Manuale Operativo 1.1 Funzione Riepilogo Analitica per conto Per visualizzare la situazione dei centri di costo e delle commesse movimentati, estraendo i dati in una griglia esportabile direttamente in MS Excel. Si accede alla funzione da Contabilità Controllo di gestione Riepilogo analitica per conto: L utente può scegliere di estrarre i dati raggruppandoli per Centro di Costo oppure per Commessa: scegliendo la seconda opzione, sarà visualizzato anche il flag per estrarre le commesse senza data chiusura in Tabella Commesse. L utente ha a disposizione altri filtri quali: Da\A Data Da\A Centro di Costo Da\A Conto con il relativo parametro \ per estrarre solo i conti che hanno (per il CDC\Commessa in esame) un valore diverso da 0 oppure tutti i conti economici. Cliccando su Estrai la griglia viene compilata:

7 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione - 7 Esempio di maschera compilata (1) estrazione per Centro di Costo Esempio di maschera compilata (2) estrazione per Commessa Cliccando sul pulsante Esporta viene generato un file di estensione.xls e viene richiesto all utente in quale percorso desidera salvare il file. In fondo alla maschera sono presenti i pulsanti Pulisci ed Esci. La funzione è richiamabile anche eseguendo un doppio click sulla riga del conto con i relativi movimenti, per il periodo indicato.

8 8 Manuale Operativo Indicazione degli importi non abbinati a centri di costo Oltre agli importi suddivisi per centro di costo, nella colonna Senza CdC viene rappresentato l importo movimentato di un determinato conto non abbinato al centro di costo. La colonna Senza CdC è utile in particolare quando il centro di costo è impostato come facoltativo a livello di conto o di causale, poiché vengono evidenziati i conti senza centro di costo, consentendo così una quadratura del saldo analitico con quello contabile. Se l indicazione del centro di costo è obbligatoria, durante la movimentazione ne viene richiesta l impostazione, pertanto esisteranno movimenti senza centro di costo. Le colonne Senza Cdc (valore centri di costo non assegnati) e Totale per la quadratura vengono visualizzate solo se esistono dei centri di costo non assegnati. Esempio di estrazione con valori non attribuiti a nessun cdc Esempio di estrazione con tutti i valori contabili attribuiti ai cdc

9 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Estrazione opzionale delle scritture extracontabili Se la data di fine periodo coincide con la fine del mese è possibile aggiungere ai dati estratti anche i movimenti extracontabili, abilitando il flag Considera extracontabili. Esempio Inseriamo un movimento extracontabile al 30/11/2010 Senza flag verranno estratti solo i movimenti contabili Attivando il flag vengono estratti anche i movimenti extracontabili

10 10 Manuale Operativo 1.2 CDC preferenziale (disponibile anche in ANALITICA PLUS) 2 Il sistema prevede l impostazione - per singolo conto contabile di un Centro di costo preferenziale cui attribuire automaticamente i valori registrati in contabilità: per ogni conto, è anche possibile definire delle percentuali di ripartizione al fine di distribuire il valore registrato sul centro di costo preferenziale verso più centri di costo specifici. Per fare ciò, oltre ad impostare il centro di costo preferenziale e le percentuali d incidenza, sarà necessario eseguire periodicamente la funzione Ripartizione dei centri di costo che provvederà ad effettuare un automatica ripartizione dei valori economici in base alla % d incidenza indicata sul piano dei conti Tabella Causali contabili (richiamo) Nei parametri delle causali contabili è possibile definire nei campi Centro di costo, Commessa e Dettaglio la modalità di gestione della contabilità analitica: in particolare, i primi 2 campi sono collegati a tabelle mentre Dettaglio è un campo libero. Per ogni campo è possibile sceglierne la modalità di gestione. 2 Le funzionalità descritte in questo paragrafo sono disponibili anche con il modulo ANALITICA PLUS

11 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Anagrafica Piano dei conti Per ogni conto contabile è possibile indicare se i dati della contabilità Analitica debbano essere richiesti obbligatoriamente: tale parametro avrà valore se anche la causale contabile utilizzata (al momento della registrazione contabile) prevede la gestione dell analitica facoltativa (nel caso di richiesta obbligatoria già da parte della causale contabile tali dati saranno obbligatori comunque, mentre non saranno richiesti nel caso di analitica non prevista). In questa sede, è possibile inoltre specificare un centro di costo preferenziale da assegnare al singolo conto, così da evitarne l inserimento ripetitivo da parte dell utente: questa particolarità trova applicazione sia nel caso in cui si definiscano conti contabili specifici per ogni centro di costo, sia nel caso in cui non sia possibile attribuire un centro di costo preciso al singolo costo\ricavo in fase di registrazione ma sia necessaria una ripartizione su più centri. In quest ultima ipotesi, dove il valore contabile di uno specifico conto ricopre più settori aziendali, l utente ha a disposizione un automatismo che distribuisce il valore registrato in contabilità su un unico centro di costo (a questo punto provvisorio ) in percentuale su più centri di costo. L automatismo di ripartizione in percentuale è attivabile cliccando sul pulsante Ripartizione Centro di Costo : indicato un centro di costo di default (ad esempio, un centro di costo generico per le spese di cancelleria) agendo sul pulsante viene proposta la seguente maschera:

12 12 Manuale Operativo Vengono proposti tutti i centri di costi codificati nella tabella Centri di Costo: per ognuno di questi, è possibile quindi impostare un valore percentuale, che rappresenterà l incidenza che ogni valore contabile registrato nel conto in esame (nell esempio, relativo a spese di cancelleria) avrà sui diversi settori aziendali. Impostate le percentuali, il centro di costo predefinito diventerà di fatto un centro di costo provvisorio che verrà utilizzato solo in fase di registrazione contabile: successivamente, tramite la funzione Ripartizione dei centri di costo i movimenti analitici saranno automaticamente ri-processati ed ri-assegnati secondo il criterio scelto. In fondo alla maschera sono presenti i pulsanti Conferma, Esci ed Annulla Ripartizioni (per cancellare le eventuali percentuali già impostate e salvate).

13 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Assegnazione Centri di Costo (a conto contabile, in modalità massiva) Per assegnare in modo massivo i centri di costo ai singoli conti, in alternativa all inserimento singolo nella maschera del Piano dei conti. Si accede alla funzione dal menù Contabilità Controllo di Gestione Assegnazione Centri di Costo All apertura della maschera vengono visualizzati solo i conti di tipo Cespite, i Costi e i Ricavi. È possibile quindi abbinare il centro di costo e l eventuale ripartizione nei centri di costo, in base alle percentuali impostate nella maschera di Ripartizione Centri di Costo, che si attiva con un doppio click sulla colonna Rip, in corrispondenza della riga del conto da abbinare. Esempio di abbinamento a centri di costo

14 14 Manuale Operativo Esempio di ripartizione percentuale tra i centri di costo Alla conferma dei dati, nel Piano dei conti verrà salvato nei singoli conti il centro di costo abbinato ad essi e attivato il relativo flag di Centro di costo obbligatorio

15 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Ripartizione dei centri di costo Per ripartire i centri di costo, sulle registrazioni del mese dove è presente il centro di costo provvisorio: prospetta la suddivisione dell importo nei centri di costo di destinazione in base alle percentuali definite nella Anagrafica Piano dei conti. Si accede alla funzione da Contabilità Controllo di Gestione Ripartizione centri di costo in contabilità analitica: Scegliere innanzitutto il Mese da Elaborare: cliccando su Estrai vengono estratti i movimenti contabili presenti nel periodo indicato, assegnati ai centri di costo provvisori, e viene visualizzata la ripartizione teorica, sulla base di quanto è impostato nell Anagrafica Piano dei conti Se non fossero presenti movimenti da ripartire, verrà visualizzato un apposito messaggio di avviso. Estratti i dati in griglia, è possibile visualizzare quindi l anteprima della ripartizione: cliccando su Stampa si ottiene la stampa degli stessi dati proposti in griglia. Cliccando su Conferma Ripartizione vengono aggiornate le registrazioni contabili originali inserendo il nuovo dettaglio della contabilità analitica: viene visualizzato un ulteriore messaggio di richiesta di conferma, e nel caso di risposta affermativa viene infine visualizzato un messaggio che conferma il completamento delle operazioni.

16 16 Manuale Operativo Esempio pratico: Ipotizziamo 2 conti contabili con la seguente impostazione: Inseriamo in Prima Nota Diversi a Diversi un movimento tipo:

17 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione - 17 Eseguiamo la funzione di ripartizione e confermiamo i dati proposti: Il dettaglio del movimento originale viene conseguentemente aggiornato:

18 18 Manuale Operativo 1.3 Competenze di contabilità analitica Per gestire opzionalmente le competenze di contabilità analitica nell ambito del Controllo di Gestione, attivare l opzione dal menù Archivi Parametri Parametri della Procedura, tabella Controllo di Gestione, attivando il flag Gestione competenze e accedere alla funzione dal menù Contabilità Controllo di Gestione Elaborazione competenze contabilità analitica Successivamente alla prima elaborazione, nella maschera viene visualizzata la data dell ultima estrazione effettuata. Attivando il flag Rielabora tutto viene forzato il ricalcolo su tutti i movimenti analitici presenti in contabilità, senza verificare se sono stati elaborati precedentemente. Premendo il pulsante Elabora viene avviata la ripartizione degli importi.

19 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione - 19 L esempio seguente aiuterà meglio a comprendere la funzione. Partiamo dalla seguente situazione: - il primo movimento con competenza dell anno precedente (dall 1/01/08 al 31/12/08); - il secondo movimento con competenza nell esercizio in corso (quindi, tabelle relative alla competenza non compilate) - il terzo movimento con competenza nell anno in corso e in quello successivo (dall 1/02/09 al 31/01/10): Il primo movimento è stato diviso nei mesi del Il secondo movimento, con competenza solo nell esercizio in corso, è stato attribuito al mese al quale è stato emesso il documento (quindi da febbraio), e non alla data di registrazione, come normalmente avviene per la contabilità analitica. Per il terzo movimento è stata attribuita all esercizio in corso la parte di competenza del 2009; la parte di competenza dell esercizio successivo verrà attribuita sul movimento di risconto da esercizio precedente all interno del Se la percentuale del prorata è diversa dal 100%, gli importi della contabilità analitica vengono rideterminati aggiungendo al costo la parte di iva indetraibile Riepilogo analitica per conto con elaborazione competenze Dalla funzione Contabilità Controllo di gestione Riepilogo analitica per conto è possibile gestire l estrazione dei movimenti impostando o meno le competenze. Nel caso sia stata attivata la Gestione competenze nei Parametri della Procedura, nella maschera di visualizzazione del riepilogo per conto della contabilità analitica viene riportata la dicitura GESTIONE COMPETENZE ATTIVA Attivando la gestione delle competenze è possibile selezionare periodi da inizio di mese a fine mese, in quanto la distribuzione analitica è effettuata a livello di mese.

20 20 Manuale Operativo Riprendendo l esempio precedente, se estraiamo il 2008 viene estratto solo il primo movimento: Se estraiamo il 2009, viene estratto il secondo movimento (1200), interamente di competenza del 2009, e la parte del terzo movimento relativa al 2009 (11 mesi * 100 = 1100) Stampa rapporto di gestione per centro di costo con gestione competenze Se è attiva la modalità con competenze viene visualizzata la dicitura GESTIONE COMPETENZE ATTIVA nella maschera di Stampa rapporto di gestione per centro di costo Esempio di Stampa rapporto di gestione per centro di costo con gestione delle competenze in analitica. Con riferimento all esempio precedente, se si effettua la stampa per dicembre 2009, l importo di periodo sarà pari a 100, corrispondente alla quota del terzo movimento, mentre l importo cumulato complessivo sarà di 2.300, che corrisponde al secondo movimento compresa la parte del terzo movimento relativa al 2009.

21 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Visualizzazione Movimenti di Analitica con elaborazione competenze Se è attiva la modalità con competenze viene visualizzata la dicitura GESTIONE COMPETENZE ATTIVA sulla maschera di Visualizzazione Movimenti di Analitica: Esempio di Visualizzazione Movimenti di Analitica con gestione delle competenze in analitica. Con riferimento all esempio precedente, se viene estratta la situazione del 2009 verrà visualizzato il secondo movimento e la parte di competenza del 2009 del terzo movimento Stampa Rendiconto Analitico con Competenze Per stampare il brogliaccio dei movimenti analitici per competenza, accedere alla funzione Contabilità Contabilità Analitica Stampa Rendiconto Analit. con Competenze La stampa consente di elaborare i movimenti per un periodo impostato e per tutti i centri di costo oppure per uno o alcuni selezionati da multi lista allegata.

22 22 Manuale Operativo Stampa Bilancio per Centri di Costo con elaborazione competenze Se è attiva la modalità con competenze viene visualizzata la dicitura GESTIONE COMPETENZE ATTIVA sulla maschera d impostazione dei parametri di Stampa Bilancio per Centri di Costo Esempio di stampa del Bilancio per Centri di Costo con la gestione delle competenze Effettuando la stampa del 2009, viene estratto il secondo movimento e la parte di competenza del 2009 del terzo movimento.

23 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Stampa bilancio di verifica per centro di costo con gestione competenze Se è attiva la modalità con competenze viene visualizzata la dicitura GESTIONE COMPETENZE ATTIVA nella maschera d impostazione della Stampa bilancio di verifica per centro di costo Esempio di stampa del Bilancio di Verifica per Centri di Costo con la gestione delle competenze Effettuando la stampa del 2009, viene estratto il secondo movimento e la parte di competenza del 2009 del terzo movimento.

24 24 Manuale Operativo Budget per centro di costo con elaborazione competenze Se è attiva la modalità con competenze viene visualizzata la dicitura GESTIONE COMPETENZE ATTIVA sulla maschera del Budget centro di costo L elaborazione del consuntivo si baserà quindi sulle quote di competenza calcolate nella contabilità analitica. Con riferimento all esempio precedente, se si elabora il consuntivo sul budget definito per il 2009, verrà estratto il secondo movimento e la parte di competenza del 2009 del terzo movimento.

25 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Stampa comparativa del budget per centro di costo con competenze Dalla funzione Contabilità Controllo di Gestione Stampa Comparativo del budget per commessa é possibile calcolare le quote di competenza relative al periodo di consuntivo:

26 26 Manuale Operativo 2 GESTIONE DEI BUDGET La procedura di gestione del budget è stata studiata per creare una struttura personalizzata, sia per il BUDGET PER COMMESSA sia per il BUDGET PER CENTRO DI COSTO, sulla base della tipologia di business dell azienda e delle informazioni che si vuole sintetizzare. A tal fine, il budget è strutturato su due livelli, dove il primo livello raggruppa i successivi: Il primo livello è costituito dal il secondo livello è costituito dalle Gruppo Voci I codici di gruppo e voci sono alfanumerici e possono essere definiti liberamente dall utente, così come la loro sequenza di visualizzazione (a tale proposito, come meglio descritto in seguito, non è necessario definire una particolare modalità di codifica in quanto l esposizione dei gruppi nel budget può essere poi definita in base ad una sequenza personalizzata). Nell esposizione del budget inoltre è possibile definire dei subtotali che corrispondo alla somma di totali di singoli gruppi Definita la struttura del budget e la sequenza di visualizzazione dei gruppi, ad ogni gruppo possono essere quindi assegnate delle voci di dettaglio, a loro volta collegate ai conti contabili per la successiva elaborazione automatica dei consuntivi. Possiamo schematizzare così i passaggi necessari alla gestione: **** Impostazioni Voci per Budget Rappresenta il passo iniziale, per impostare la struttura di budget personalizzata secondo gli obiettivi di business dell azienda Inserimento Budget Per inserire i dati previsionali, ed aggiornali nel tempo grazie al meccanismo delle revisioni Stampa Comparativa Per stampare i dati previsionali (aggiornati all ultima revisione) e confrontarli con i valori consuntivi estratti dalla contabilità generale e/o delle procedure speciali come rilevazione ore per commessa.

27 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Gestione BUDGET COMMESSA Voci Budget per commessa Funzione per definire la struttura delle voci che andranno a comporre il BUDGET DELLE COMMESSE: l impostazione è parametrica, viene impostata una volta sola e vale come schema di base da applicare a tutte le commesse che verranno gestite dall azienda, così da adattare il sistema alle specifiche tecniche del business aziendale. Nella definizione delle voci è possibile definire anche i conti contabili che appartengono alla voce stessa, per ottenere quindi un trattamento specifico ed automatico nella fase di calcolo del consuntivo. Si accede alla funzione da Contabilità Controllo di Gestione Voci Budget per commessa: La maschera è suddivisa in 3 sezioni: Gruppo Sequenza visualizzazione Griglia di dettaglio primo campo editabile, permette di indicare (inseriendolo direttamente oppure richiamando un codice già presente nella Tabella Voci Budget ) su quale gruppo lavorare griglia che riepiloga tutti i gruppi presenti nella Tabella Voci Budget : oltre al gruppo singolo scelto al campo precedente, vengono visualizzati anche gli altri gruppi nella stessa sequenza con la quale vengono trattati nel budget stesso. Operando su questa griglia, è possibile anche definire i subtotali. per impostare le voci di dettaglio associate al gruppo, e i relativi conti contabili collegati.

28 28 Manuale Operativo Per comprendere la modalità di funzionamento del programma, procediamo utilizzando dei dati di esempio: ipotizziamo di aver precedentemente definito nella tabella delle voci di Budget 3 gruppi di attività quali: Materiali, Trasporti e Montaggio. Dal campo Gruppo è possibile richiamare la lista con l elenco dei gruppi: Selezioniamo e richiamiamo in maschera il gruppo dei materiali, così da entrare in fase di variazione dello stesso: selezionato il gruppo, la griglia Sequenza di visualizzazione estrae tutti i gruppi nella sequenza con la quale vengono trattati nelle fasi successive di stampa e gestione. Nell esempio, è stata utilizzata una codifica del Gruppo numerica coincidente con la sequenza di visualizzazione: in realtà la codifica è libera ed alfanumerica fino a 6 caratteri, e la stessa non incide sulla reale sequenza di visualizzazione. In questo esempio, quindi, la corrispondenza è puramente casuale. Dalla prima griglia possiamo cambiare l ordine di visualizzazione dei gruppi, selezionando con il mouse e trascinando la riga nella posizione desiderata. Inoltre, sempre operando su questa griglia è possibile anche impostare i subtotali operando sul campo Numero gruppi da totalizzare ed indicando quanti dei gruppi precedenti devono essere inclusi nel totale del gruppo. Per esempio: per indicare prima i Trasporti dei Materiali, selezionare con il tasto sx del mouse la riga Trasporti : Quindi mantenendo premuto il tasti sx del mouse, trasciniamo la riga. nella posizione desiderata:

29 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione - 29 Se volessimo inoltre definire un subtotale che comprende i trasporti e i materiali, è sufficiente impostare nel gruppo dei Materiali (che in sequenza è diventato il secondo) il campo Numero gruppi precedenti da totalizzare con il valore 1. Nella griglia successiva è possibile inserire i dettagli delle voci che andranno a comporre il gruppo: ogni voce può a sua volta essere collegata a più conti contabili, così da raggrupparne i valori; le righe possono essere inserite quindi cancellate utilizzando la combinazione di tasti SHIFT+CANC. Sono presenti le colonne: Voce (libero 6 caratteri): ad inserimento manuale, permette di indicare il codice della voce Descrizione: per indicare la descrizione corrispondente la voce indicata. Seleziona Conti: contiene un pulsante per attivare la multilista nella quale sono presenti i codici conto ammissibili (tipicamente i conti di tipo costo, i cespiti e anche i conti vendita per quei casi dove si voglia considerare tali conti come costi). Grazie alla multilista è possibile selezionare più conti, e i conti selezionati verranno poi riportati a scopo descrittivo in sequenza nella colonna Elenco conti. I conti selezionati per un gruppo non potranno essere selezionati in altri (per evitare dati consuntivi duplicati). Il pulsante Stampa (posto in fondo) permette di elaborare un report con la completa struttura dei gruppi.

30 30 Manuale Operativo In fondo alla maschera sono presenti i pulsanti Conferma, Pulisci, Elimina, Esci.

31 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Budget per commessa La funzione permette di inserire il budget della singola commessa in base allo schema parametrizzato delle Voci Budget per commessa : per ogni gruppo vengono calcolati i totali delle voci e la percentuale di incidenza del gruppo sul totale. è possibile inoltre gestire le revisioni del budget al fine di conservare la storia delle variazioni apportate, conservando la situazione storica delle modifiche apportate sulla singola commessa. Si accede alla funzione da Contabilità Controllo di Gestione Budget per commessa: Il campo Codice commessa permette la selezione (tramite lista della Tabella Commesse ) della commessa sulla quale si desidera operare. I campi successivi: Revisione: indica l ultimo numero di revisione del budget. Richiamando la commessa, vengono visualizzati i dati correnti (ovvero l ultima versione): è possibile visualizzare le versioni precedenti scorrendo i pulsanti + e a lato del campo. L incremento del numero di revisione avviene a seguito della pressione del pulsante Conferma revisione. Data Revisione: per indicare la data da assegnare alla versione modificata Data Registrazione (obbligatorio): rappresenta la data in cui è stata inserito il budget originale I campi Data Apertura, Data Chiusura e i Dati Cliente vengono visualizzati in base ai valori definiti nell anagrafica della commessa ( Tabella Commesse ). Nella griglia invece viene visualizzata la struttura del budget in base alle impostazioni dei gruppi e voci definite dall utente Voci Budget per commessa.

32 32 Manuale Operativo Riportiamo una maschera di esempio con i dati inseriti: La griglia viene quindi strutturata in base alle impostazioni fornite nella Voci Budget per commessa, e l utente potrà compilare i valori richiesti nei campi: Previsione (colonna in griglia): per ogni voce di dettaglio, indicare il valore previsionale. In automatico, ogni valore inserito viene sommato al Totale costi e nella colonna % Prev. viene progressivamente calcolata la percentuale di incidenza del gruppo sul totale dei costi stesso. Prezzo di vendita (campo editabile nel piede): indicare il valore di vendita complessivo. Inserito il prezzo, verrà calcolato in automatico il valore del Margine = Prezzo Di Vendita Totale Costi e la relativa percentuale (% Margine). Note: per inserire note descrittive inerenti il budget della commessa. Nella parte alta della maschera è presente il pulsante Duplica Budget Commessa (i dettagli sono descritti in seguito). In fondo alla maschera sono attivi i pulsanti Conferma Revisione, Elabora Consuntivo (i cui dettagli sono descritti in seguito) ed il pulsante: Stampa : elabora, per la commessa in visualizzazione, il report ottenibile anche dalla funzione Stampa comparativo del budget per commessa In fondo alla maschera sono attivi i pulsanti Conferma, Pulisci, Esci.

33 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Pulsante Conferma Revisione Può essere utilizzato in alternativa al pulsante Conferma per storicizzare la versione di budget immediatamente precedente l ultima variazione effettuata, e l incremento unitario del n di revisione. Per procedere con la revisione, indicare nel campo Data revisione la data cui attribuire la revisione: Fatto ciò, l utente potrà apportare le modifiche nei costi o nel valore di vendita, e salvare tali modifiche premendo il pulsante Conferma revisione ; viene chiesta ulteriore conferma: Creare una nuova revisione? SI No. Cliccare su SI per salvare la revisione: salvata la revisione e richiamata la commessa, vediamo che il numero Revisione è aumentato di uno ( in quanto per revisione 1 si intende la versione originale ). Su questa versione è possibile apportare altre modifiche e generare quindi altre revisioni, mentre per visualizzare la revisione precedente cliccare con il mouse nel pulsante posto a fianco al campo. La versione precedente è visualizzata ma non modificabile (i pulsanti di conferma sono disabilitati): da qui è possibile solo elaborare il consuntivo o stampare il budget.

34 34 Manuale Operativo Pulsante Duplica budget commessa Per duplicare i valori del budget inserito per una commessa in un altra commessa: Premuto il pulsante, selezionare tramite lista la nuova commessa alla quale associare i dati di budget. La maschera viene quindi caricata con i dati richiesti: l utente può apportare eventuali modifiche sulla data di registrazione e sui valori, quindi confermare la registrazione.

35 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Pulsante Elabora Consuntivo e Visualizza Dettagli Premendo il pulsante, viene avviato il calcolo del consuntivo per i costi ed i ricavi in base ai movimenti di analitica associati alla commessa per i conti presenti nell impostazione delle Voci Budget per commessa 3. E possibile calcolare il consuntivo per un determinato periodo (per un analisi periodica) oppure su tutti gli esercizi (la commessa può essere sviluppata su esercizi diversi): si apre una maschera che richiede il periodo di elaborazione: non impostando nessuna data, verranno considerati tutti gli esercizi fino alla data di lavoro. Cliccando su Conferma viene avviata l elaborazione al termine della quale vengono compilate le colonne della griglia Consuntivo e %Cons per l incidenza del valore del gruppo sul totale costi consuntivati. 3 Nel caso dei costi viene considerato il segno naturale della registrazione, mentre per quanto riguarda i ricavi (inseriti nelle impostazione del budget) viene invertito il segno.

36 36 Manuale Operativo Nel piede vengono compilati i campi nelle colonne Consuntivo e Differenze: queste ultime in particolare - evidenziano le differenze tra la previsione ed il consuntivo. I valori vengono espressi con i colori differenti: rosso = scostamenti negativi (rispetto al budget) Ho avuto più costi oppure meno ricavi verde = scostamenti positivi (rispetto al budget) Ho avuto meno costi oppure più ricavi nero = dati che non hanno subito variazioni Nota: uno scostamento positivo potrebbe comunque avere un segno negativo nel caso dei costi. Ciò significa che ho avuto meno costo (es. -100,00 ) quindi il risultato è positivo. Con il pulsante Visualizza dettagli è possibile visualizzare il dettaglio dei movimenti contabili (con i relativi estremi) che sono stati considerati per il calcolo del consuntivo: si apre una maschera, dove nel piede viene indicato il saldo della commessa.

37 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Stampa comparativo del budget per commessa Per elaborare il report comparativo tra Previsionale e Consuntivo di una singola commessa oppure di un gruppo di commesse definite dall utente; i dati di Consuntivo sono visualizzati solo se è stata precedentemente effettuata l Elaborazione Del Consuntivo, in alternativa la stampa agevola il controllo dell impostazione iniziale del budget. Elaborando il report su un gruppo di commesse, vengono calcolati i totali delle voci e i margini di tutte le commesse estratte. Si accede alla funzione da Contabilità Controllo di Gestione Stampa comparativo del budget per commessa: E possibile scegliere : Stato Commessa: per scegliere (in base alle date presenti nell anagrafica della commessa) su quali commesse elaborare la stampa: Aperte, Chiuse o Tutte. Commesse: per scegliere singolarmente (tramite multi lista) le commesse da stampare. Selezionando le commesse, nella finestra bianca (in basso) ne viene riportato l elenco Il meccanismo ella multi lista permette di estrapolare i dati in modo flessibile: nel caso specifico, può essere utilizzato per filtrare prima con List manager le commesse di un certo cliente, quindi estrapolarle selezionandole in modalità multipla. Da\A data apertura della commessa: per indicare un periodo di date in base alla data di apertura della commessa.

38 38 Manuale Operativo Con Conferma si visualizza l anteprima di stampa, con Esci si annulla il processo. La stampa riporta lo schema del budget con i valori delle Previsioni e del Consuntivo:

39 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Gestione BUDGET CENTRO DI COSTO Le modalità di gestione del Budget per centro di costo è sostanzialmente identica alla Gestione BUDGET COMMESSA : in questo ambito, viene tuttavia gestito il periodo di validità, al fine di elaborare i budget per anno o trimestre oppure (in generale) in base alle specifiche esigenze gestionali Voci budget per centro di costo La modalità di impostazione del budget è operativamente simile a quella già descritta per la commessa in Voci Budget per commessa : la struttura è organizzata sui 2 livelli che corrispondono ai gruppi e alle voci Budget per centro di costo La modalità di inserimento del budget è operativamente simile a quella già descritta per la commessa in Budget per commessa : sono presenti anche tutti i tasti funzione già descritti. L impostazione si differenzia dal fatto che per il centro di costo il budget viene definito per un determinato periodo all interno dell esercizio. Inserito il codice del centro di costo, viene quindi richiesto il Periodo e l impostazione della data di inizio e della data di fine. E quindi possibile definire il budget dell intero esercizio oppure quello di singoli periodi che potrebbero essere ad esempio trimestrali ( si devono quindi completare tutti i trimestri ) in base alle esigenze societarie. In variazione, se è stato precedentemente inserito un unico periodo che verrà caricato in automatico; se sono stati invece inseriti più budget per più periodi, nel combo box associato al campo Periodo si potrà richiamare il periodo desiderato Stampa comparativo del budget per centro di costo La stampa per raggruppare più periodi e ottenere (ad esempio) un comparativo completo per tutto l esercizio anche se era stato definito il budget per i singoli trimestri. E possibile selezionare uno o più codici di centro di costo attraverso una multi lista: se eseguito all interno della funzione Voci budget per centro di costo elabora il singolo centro di costo per il periodo specificato.

40 40 Manuale Operativo 3 GESTIONE DIPENDENTI Il modulo CONTROLO DI GESTIONE permette di monitorare i costi del personale generando automaticamente dei movimenti contabili, in due fasi distinte: (1) Generazione movimento contabile per distribuzione ore: a seguito della prima fase di inserimento dei time sheet, che permette anche la preparazione dei dati per l ufficio paghe (2) Generazione movimento contabile delle retribuzioni : generato dopo aver inserito i dettagli delle buste paga. I movimenti contabili automatici permettono quindi di aggiornare sia la situazione analitica che contabile legate anche ai budget. In particolare, la prima funzione (1) ha come fine la creazione di un movimento contabile anticipato per rilevare le informazioni relative al costo delle ore del personale lavorato su commesse e attribuibile ai diversi centri di costo. Tuttavia, contabilmente il movimento generato dalla funzione (1) è creato per avere un saldo complessivo pari a 0 in quanto ha come unico obiettivo quello di movimentare i costi per Commessa ed avere dei dati anticipati per i bilanci mensili. Il costo standard rilevato in (1) viene successivamente ri-calcolato sulla base dei cedolini paga e rilevato in modalità definitiva con la funzione (2). Facciamo un esempio pratico: supponiamo che a gennaio rileviamo tutte le ore del personale (entro la fine del mese); gli stipendi però vengono inseriti nel mese successivo, ovvero a febbraio. Per le società che necessitano di un bilancio mensile, è quindi necessario creare una situazione analitica provvisoria, e a tal fine, la funzione (1) genera una registrazione contabile apposita così strutturata: in avere inserisce un conto particolare di costo (conto distribuzione ore) che movimenta l analitica solo per i centri di costo in dare invece vengono riportati i conti legati alle causali di manodopera che movimentano l analitica sia per i centri di costo sia per le commesse L attribuzione ai movimenti contabili generati in (1) di centri di costo e commesse avviene utilizzando il centro di costo associato alla commessa (sulla quale la risorsa ha lavorato e inserito ore) oppure se mancante - solo sul centro di costo attribuito alla risorsa nella Tabella Tecnici (che potrebbe essere anche un centro da ripartire nel caso ad esempio del personale amministrativo). In questo modo, a livello di bilancio i costi si annullano, mentre a livello di analitica abbiamo la corretta movimentazione per i centri di costo e per le commesse sui singoli conti, ottenendo: 1. il budget delle commesse risulterà corretto nella parte di costi 2. Il saldo del centro di costo si annulla (in quanto il Cdc appare sia in dare nei conti di costo associati alle causali di manodopera, sia in avere compensato dal conto distribuzione ore) 3. i conti di costo associati alle causali di manodopera risulteranno tuttavia movimentati (nelle loro schede contabili) per i valori mensili, divisi per centro di costo A febbraio, quando si inseriscono gli stipendi verrà generato il movimento (2) con i costi veri (associati al cedolino paga) e con la relativa analitica per il centro di costo, ottenendo che: 4. il budget dei centri di costo risulterà corretto nella parte di costi L attribuzione ai movimenti contabili generati in (2) di centri di costo avviene utilizzando il centro di costo attribuito alla risorsa nella Tabella Tecnici (anche da ripartire ) oppure direttamente dal cedolino (se inserito come Qualifica \ Centro di costo ).

41 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Tabelle di riferimento Tabella Commesse di Analitica Nella tabella Commesse è presente il campo Centro di Costo che permette di attribuire un centro di costo di riferimento per i movimenti contabili associati ad una commessa ma a nessun centro di costo (ved. dettagli paragrafo GESTIONE DIPENDENTI ): Nota funzionale L intero modulo CONTROLLO DI GESTIONE come accennato nella parte introduttiva del manuale è studiato per rispondere ad esigenze di aziende diverse, con la massima flessibilità.pertanto, le funzioni descritte rappresentano la base standard sulla quale è possibile realizzare strutture personalizzate e adeguate alla specifica realtà aziendale. Così, ad esempio, la tabella delle Commesse (in esame) potrebbe essere compilata manualmente dall utente oppure (in un panorama applicativo personalizzato) potrebbe essere creata automaticamente dalla procedura ordini. Infatti, in molti impianti e secondo le varie logiche aziendali, potrebbe essere utile generare le commesse direttamente dall ordine cliente (oppure dalla varie righe di ordine o dalla combinazione di queste, oppure ancora da altre informazioni) attraverso la realizzazione di una procedura personalizzata - realizzabile grazie alla tecnologia KngCust - sviluppata sulle esigenze dell azienda. Le procedure customizzate KngCust, una volta create, si attivano automaticamente al verificarsi di un certo evento, in modo del tutto trasparente per l utente.

42 42 Manuale Operativo Tabella Qualifiche del personale Per codificare le tipologie di personale, che potranno essere assegnate alle risorse nella tabella Tecnici e che verranno richiamate dalla funzione Voci delle retribuzioni. Si accede alla funzione da Archivi Tabelle Qualifiche del personale: La tabella è composta dai campi Codice (4 caratteri) e Descrizione. Un esempio di compilazione è il seguente: 0000 Amministrativo 0001 Impiegato 0002 Collaboratore 0003 Consulente 0004 Capo Progetto 0005 Resp. Reparto 0006 Dirigente 1000 Operaio Generico 1001 Operaio Specializzato Tabella Macrovoci Paghe Per codificare le macrovoci paghe, che potranno essere parametrizzate e adeguatamente collegate ai conti contabili dalla funzione Voci delle retribuzioni. Si accede alla funzione da Archivi Tabelle Macrovoci Paghe: La tabella è composta dai campi Codice (4 caratteri) e Descrizione. Un esempio di compilazione è il seguente: 0001 Liquidazione Mensile 0002 Contributi 0003 Ferie, ex-festività, rol 0004 Gratifica natalizia 0005 Premio Risultato 0006 TFR e Fondi Pensione 0007 Prestiti e dipendenti 0008 Viaggi e trasferte 0009 Altre diverse

43 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Tabella Tipologie Trasferte Per codificare le tipologie di trasferta riconoscibili ad ogni tecnico. Si accede alla funzione da Archivi Tabelle Trasferte: La tabella è composta dai campi Codice (4 caratteri) Descrizione Esente: flag che permette di specificare se la trasferta è esente da imposta. Questa informazione viene riportata nel cedolino paga per suddividere i tipi di trasferta Un esempio di compilazione è il seguente: 0000 Trasferta interna 0001 Un pasto 0002 Due pasti

44 44 Manuale Operativo Tabella Tecnici Per codificare i tecnici gestibili da diverse procedure quali la Gestione Dipendenti. Si accede alla funzione da Archivi Tabelle Tecnici: Ai fini della Gestione Dipendenti saranno considerati i campi: Qualifica: per specificare la tipologia di risorsa Numero Ore lavorate (giornaliere): intese come ore ordinarie (le ore inserite nelle procedure del time sheet come ordinarie non potranno superare questo valore) Centro di Costo: che sarà automaticamente assegnato durante la generazione dell analitica Tipo Operativo: per indicare la tipologia di attività svolta Tecnico Esterno: per il quale vengono inserite le ore ma non avviene la contabilizzazione dell analitica (in quanto si riceve solitamente la fattura esterna). Mansione: per indicare in modo descrittivo la mansione del dipendente; Rimborso chilometrico: per impostare il costo per singolo chilometro percorso dal dipendente con la propria auto e di cui viene richiesto il rimborso. In alternativa è possibile definire un importo unico a livello di codice di spesa, valido per tutti i dipendenti. Articolo movimentazione ore: 4 per definire il codice articolo a cui assegnare la movimentazione del tecnico. E possibile definire un articolo generico per tutti i tecnici oppure definire un articolo per ogni tecnico (dal punto di vista operativo è sufficiente definire un unico codice). 4 Campo visibile solo se nella licenza d uso è presente il modulo COMMESSE E CANTIERI per la descrizione si veda il relativo manuale.

45 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione - 45 Il pulsante Tariffe permette di accedere alla seguente maschera: La maschera Tariffe consente di inserire, per ogni tecnico, i dati relativi a Tariffa Oraria * tariffa dell eventuale prestazione professionale Tariffa Straordinaria * tariffa oraria straordinaria Tariffa Trasferta * tariffa oraria dell eventuale prestazione professionale nel caso di trasferta Costo Standard è il costo aziendale per la risorsa in esame, valutato a costo standard, utilizzato per valorizzare il movimento contabile automaticamente creato dalla Generazione movimento contabile per distribuzione ore. Il campo Data Inizio consente di definire la data di inizio validità dei valori tariffari nel seguito indicati: in questo modo, sarà possibile indicare più righe con Data Inizio differente ognuna riportante l aggiornamento dei valori di costo successivi, per il calcolo del valore corretto in base alla data dei movimenti considerati nell elaborazione stessa. * i dati delle tariffe attualmente sono puramente informativi, e possono essere utilizzati dall utente per elaborazioni e\o query personalizzate. Per cancellare la singola riga, posizionarsi e premere SHIFT + CANC. La funzione di inserimento delle tariffe può essere richiamata dopo aver scelto un tecnico dalla Tabella Tecnici. In fondo alla maschera sono presenti i pulsanti Conferma, Esci ed Elimina: quest ultimo, in particolare, permette di eliminare tutti i dettagli inseriti (viene a tale proposito visualizzato un ulteriore messaggio di conferma dell operazione).

46 46 Manuale Operativo Tabella Causali di manodopera Per codificare le causali di manodopera, che saranno utilizzate per la Compilazione foglio manodopera. Si accede alla funzione da Archivi Tabelle Causali di Manodopera: Sono richiesti i seguenti campi: Causale e Descrizione Tipo: per indicare la tipologia di manodopera, scegliendo un valore tra: Flag: permettono di specificare le proprietà della causale: o Flag Commessa: per collegare le ore di questa tipologia a commesse. Attinvando il parametro, sarà richiesto obbligatoriamente il riferimento alla commessa in fase di Compilazione foglio manodopera o Per esporre in modo raggruppato i dati nel Stampa foglio presenze Flag Retribuita: per le ore di ferie e\o permessi retribuiti Flag Ferie: specifica che si tratta di ferie Flag Festività: specifica che si tratta di festività Flag Malattia: specifica che si tratta di malattia Flag Infortuni: specifica che si tratta di infortuni Flag Reperibilità: per le chiamate in reperibilità (trattate in modo particolare dell ufficio paghe) Flag Altre: indicando questa specifica, nel foglio presenze il valore non sarà raggruppato in una delle categorie precedenti, ma verrà esposto con lo stesso codice assegnato alla Causale di Manodopera in esame.

47 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione - 47 o Flag Ordini: per specificare il numero d ordine cliente (parametro attualmente solo informatico, di futura implementazione) Conto: conto contabile per la contabilizzazione delle ore automaticamente effettuata dalla Generazione movimento contabile per distribuzione ore. Centro di Costo: di riferimento durante la contabilizzazione automatica da Generazione movimento contabile per distribuzione ore Alcuni esempi di Causali: [1] [2]

48 48 Manuale Operativo [3] [4] [5] [6]

49 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Parametri procedura Controllo di Gestione Per impostare le causali e il centro conto contabile per la rilevazione automatica dei dati di contabilità analitica sia in fase di (1) Generazione movimento contabile per distribuzione ore sia in fase di (2) Generazione movimento contabile delle retribuzioni. Si accede alla funzione da Archivi Parametri Parametri della procedura cartella Controllo di Gestione: Sono richiesti i dati: Causale distribuzione ore: indicare una causale di tipo DD che sarà utilizzata per il movimento contabile automaticamente creato dalla Generazione movimento contabile per distribuzione ore Conto distribuzione ore: è il conto contabile che sarà utilizzato per la rilevazione del movimento contabile (di tipo Costo ) dalla Generazione movimento contabile per distribuzione ore Causale retribuzione: indicare una causale di tipo DD che sarà utilizzata per la Generazione movimento contabile delle retribuzioni creato in seguito a Inserimento cedolino paghe. Il movimento generato utilizza i conti contabili assegnati in modo dettagliato alle singole Voci delle retribuzioni.

50 50 Manuale Operativo 3.2 Gestione DIPENDENTI (1) Le Funzioni presenti nel Menù Dipendenti hanno come obiettivo la rilevazione delle ore del personale (Time Sheet) al fine di ottenere sia la Stampa foglio presenze sia la Generazione movimento contabile per distribuzione ore Calendario Per caricare le festività, che saranno considerate nella Stampa foglio presenze. Si accede alla funzione da Dipendenti Calendario Assistenze: Al primo accesso nella funzione, appare il seguente messaggio: Per quest anno non ci sono ancora festività caricate. Vuoi importare le festività nazionali dell Anno precedente? Se l anno precedente esistono festività caricate, le stesse saranno riproposte. Per selezionare le festività, è sufficiente cliccare sul giorno corrispondente (nei calendari presenti nella parte sinistra della maschera): automaticamente nella griglia di destra la data selezionata viene riportata nella colonna Festività ed è possibile procedere indicando il nome della festività (Descrizione) e se si tratta di una festività nazionale (Fest.Naz.). Il pulsante Seleziona Sab\Dom. permette di selezionare simultaneamente tutti i sabati e tutte le domeniche, e riportarli nella griglia come festività.

51 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Compilazione foglio manodopera Per la rilevazione dei costi interni del personale sulla commessa (Time Sheet): il foglio manodopera memorizza le ore dei tecnici attribuendogli il tempo dedicato alle singole commesse. I dati vengono attribuiti a causali parametrizzate ( Tabella Causali di manodopera ) che condizionano l impostazione delle righe richiedendo i dati obbligatori ;. Si accede alla funzione da Dipendenti Compilazione foglio di manodopera: Inserire innanzitutto il codice del Tecnico, in base al quale saranno automaticamente ripresi il codice Matricola e la Qualifica. I campi Mese e l Anno vengono proposti precompilati (in base alla data lavoro) eventualmente modificabili. Nella griglia di dettaglio vengono visualizzati i dati giornalieri (riepilogativi) per il mese\anno di riferimento precedentemente indicato: Giorno, totale ore Ordinarie, totale ore Straordinarie, Totale ore complessivo, totale ore di Viaggio.

52 52 Manuale Operativo I sabati vengono visualizzati in colore arancione e le domeniche in colore rosa, al fine di agevolarne la distinzione. Il flag Visualizza giorni senza ore permette di visualizzare solo i giorni per i quali non si è ancora provveduto ad inserire i dati del rapportino. Per inserire i dati di dettaglio del rapportino, selezionare uno dei giorni presenti nell elenco (con il tasto sx del mouse) e cliccare il pulsante Dati Giornalieri ; viene aperta una maschera che richiede i dati di dettaglio giornalieri: Causale Manodopera (e relativa Descrizione): per indicare la tipologia di attività Ordinarie: indicare il numero di ore ordinarie lavorate. Viene controllato che il valore inserito sia < o = al Numero Ore lavorate della Tabella Tecnici. Straordinarie: indicare il numero di ore straordinarie Totale: somma dei campi precedenti Viaggio: ore di viaggio Commessa (e relativa Descrizione): commessa cui attribuire le ore lavorate Reperibilità: riporta il valore dell omonimo flag presente in Tabella Causali di manodopera Trasferta (e relativa Descrizione): per indicare la trasferta (Tabella Tipologie Trasferte ) Luogo di Lavoro: campo descrittivo per eventuali informazioni circa il luogo di lavoro Note: campo descrittivo In fondo alla maschera vengono riepilogati i totali dei campi ore. Il flag Festivo (in alto) viene riportato automatico: il valore del campo può essere tuttavia modificato manualmente. Il pulsante Copia da giorno precedente permette di copiare i dati già caricati il giorno precedente (utile nei casi di attività consecutiva sullo stesso progetto). I pulsanti Imputazione ore su commesse, Rimborsi spese e Note mensili consentono di inserire nel cedolino paga le ore di manodopera da imputare a singole commesse, in modo separato dalle ore per altre lavorazioni. Vengono descritte in dettaglio le operazioni da effettuare per eseguire l inserimento delle ore di manodopera: 1) nella griglia principale inserire le ore di manodopera del giorno, attraverso le apposite causali;

53 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione ) premere il pulsante Imputazione ore su commesse e indicare nella maschera i seguenti campi: Commessa: inserire il codice della commessa, prelevato dalla tabella delle commesse; Lavorazione: inserire il codice del tipo di lavorazione svolta dal dipendente prelevato dalla tabella delle lavorazioni (la descrizione che viene visualizzata dopo la selezione del codice può essere modificata dall utente); Ore: numero di ore espresse in centesimi di ore (ad esempio, un ora e mezza sarà 1,5); Prezzo ora: campo calcolato (modificabile dall utente) in base all impostazione dei Parametri della Procedura e alla tariffa attuale definita sul tecnico; Importo totale: campo calcolato; Note: campo in cui inserire eventualmente delle note descrittive sulla lavorazione effettuata: 3) premere il pulsante Rimborso spese per visualizzare la maschera di inserimento delle voci di rimborso, che devono essere impostate per tutto il mese di riferimento (non giornalmente). Sono richiesti i seguenti campi: Data: indicare la data relativa alla spesa, compresa nel mese/anno in elaborazione; Tipo spesa: indicare il codice della spesa inserito nella tabella delle spese; Descrizione spesa: campo automatico in cui viene riportata la descrizione della voce di spesa; Quantità: indicare la quantità movimentata; Valore: indicare il prezzo singolo della spesa; Importo: campo calcolato; Note: campo in cui inserire eventualmente dettagli relativi alla spesa: 4) premere il pulsante Note mensili per scrivere le note, relative al mese selezionato, che verranno riportate nella stampa del cedolino paga: Alla conferma del giorno vengono generati i movimenti di commessa con la causale impostata nei Parametri della Procedura).

54 54 Manuale Operativo Vengono generati tanti movimenti quante sono le commesse indicate nel giorno: Le righe invece corrispondono alle singole righe movimentate nelle quali è indicato il codice della lavorazione. I pulsanti Precedente Successivo permettono di scorrere i giorni, visualizzandone rapidamente i dati di dettaglio: la pressione del tasto esegue anche la conferma, così da salvare direttamente eventuali modifiche apportate. In fondo alla maschera sono presenti i pulsanti Conferma, Elimina ed Esci: alla conferma della maschera, il programma ritorna nella maschera precedente dove visualizza i totali riepilogativi per giorno.

55 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione - 55 Il pulsante Compilazione rapida avvia una maschera nella quale è possibile inserire dati da riportare automaticamente in più giorni del mese: Causale di manodopera da attribuire Nr. Ore (Ordinarie) Da \ A Data: intervallo di date, che devono essere include nel mese in elaborazione Alla pressione del pulsante Conferma i dati indicati saranno riportati direttamente su tutti i giorni indicati. Alla pressione del pulsante Stampa si ottiene la stampa del Foglio di Manodopera con tutti i dati indicati per il mese in esame: In fondo alla maschera sono presenti i pulsanti Pulisci ed Esci.

56 56 Manuale Operativo Stampa riepilogo ore per causale Stampa di controllo per verificare che siano stati caricati i dati da parte di tutti gli utenti, raggruppati per causale di manodopera. Si accede alla funzione da Dipendenti Stampa riepilogo ore per causale: Sono richiesti: Da\A Periodo: Anno e Mese di riferimento per individuare il periodo da stampare Da\A Codice Causale: per scegliere le causali di manodopera Con dettaglio commessa: per scegliere se stampare o meno i dettagli delle commesse collegate al foglio manodopera Con Conferma si visualizza l anteprima di stampa, con Esci si annulla il processo. Esempio di stampa senza dettaglio commesse Esempio di stampa con dettaglio commesse Dall anteprima, cliccando sul pulsante si procede alla Stampa

57 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Stampa foglio presenze Per produrre la stampa del foglio presenze da consegnare all ufficio paghe. Si accede alla funzione da Dipendenti Stampa foglio presenze: Sono richiesti: Anno e Mese di riferimento per individuare il periodo da stampare Da\A Tecnico: viene elaborato un prospetto per ogni tecnico selezionato Con Conferma si visualizza l anteprima di stampa, con Esci si annulla il processo. zoom Il foglio presenze elenca i dati necessari per calcolare il cedolino paghe. Le righe bianche sono riservate per le causali manodopera con Flag Altre (manuali).

58 58 Manuale Operativo La stampa riporta tutti i giorni del mese. Nella terza colonna viene indicato se il giorno è lavorativo (LV) o festivo (FE). Sulla stampa sono riportate le seguenti colonne: Totale giorno: è la somma delle ore giornaliere (ordinarie + straordinarie + ore viaggio); Ordin.: numero di ore ordinarie; Straord.: numero di ore straordinarie; Viaggio: numero di ore di viaggio; Trasferta Esente: viene riportato l importo della trasferta in base a quanto indicato nella griglia delle tariffe relative al tecnico; Trasferta Soggetta: viene riportato l importo della trasferta soggetta a tassazione, in base a quanto indicato nelle tariffe del tecnico; FE: sono riportate le ore in base alle casuali di festività; PE: nella colonna vengono riportate le ore per casuali di permesso; MA: nella colonna vengono riportate le ore per casuali di malattia; IN: nella colonna vengono riportate le ore per casuali di infortunio; Altro: per gli altri tipi di causali vengono indicate le ore e le relative descrizioni; Rimb. Docum.: viene riportato l importo delle spese sostenute per le causali di spese di particolare tipologia (autostrada, ristoranti, soste e parcheggi e spese varie); Rimb. KM: viene calcolato il rimborso kilometrico. Dopo aver stampato tutti i giorni vengono calcolati i totali delle colonne descritte e alla fine viene stampata una sezione che riporta: - Totale trasferte esenti - Totale Trasferte soggette - Totale spese documentate - Totale rimborso km - Totale giorni lavorati Nell ultima sezione vengono riportate le note da comunicare al consulente delle paghe: Dall anteprima, cliccando sul pulsante si procede alla Stampa

59 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Generazione movimento contabile per distribuzione ore La funzionalità in esame serve per chiudere il foglio manodopera. E necessario aver completato i parametri richiesti nel paragrafo Parametri procedura Controllo di Gestione ed aver assegnato ai tecnici il Centro di costo nella Tabella Tecnici (senza il quale il programma non è in grado di estrarre i dati da questa funzione ed effettuare la ripartizione corretta). Si accede alla funzione da Contabilità Controllo di gestione Generazione Movimento contabile per distribuzione ore: Indicato il Mese in elaborazione, cliccare su Estrai : vengono estratti in griglia i dati di riepilogo. Cliccando su stampa si ottiene un anteprima di stampa dei dati appena estratti: Cliccando su Conferma Movimento viene generato il movimento contabile che movimenta la contabilità analitica per i centri di costo e per le commesse, in base ai dati inseriti nel foglio di manodopera (viene visualizzato un messaggio di ulteriore avviso, ed un messaggio che conferma che la procedura è andata a buon fine). Viene utilizzata la Data di contabilizzazione indicata nel campo in altro a destra: il movimento utilizza sia in dare che in avere conti di costo per cui non ha effetto sul bilancio. Nel campo dettaglio vengono riportate le ore rilevate per la commessa che successivamente verranno utilizzate nel calcolo del consuntivo della commessa.

60 60 Manuale Operativo 3.3 Gestione DIPENDENTI (2) Le Funzioni presenti nel Menù Controllo di Gestione relative alle retribuzioni hanno come obiettivo l inserimento dei dati presenti sul Cedolino paghe, e la conseguente Generazione movimento contabile delle retribuzioni che movimenta la contabilità analitica, così da ottenere una ripartizione corretta dei costi del personale per centro di costo. I dati dei cedolini permettono quindi di generare definitivamente le registrazioni contabili che movimentano la contabilità analitica in base ai centri di costo definiti di default nella tabella dei dipendenti (Tabella Tecnici ): Per i dipendenti che operano su più centri di costo, sarà possibile assegnare al dipendente in Tabella Tecnici il codice del centro di costo generico DA RIPARTIRE : quindi sarà necessario creare i conti contabili da assegnare alla relativa qualifica in fase di definizione delle Voci delle retribuzioni collegati allo stesso centro di costo generico DA RIPARTIRE : Fatto ciò, creata la registrazione contabile automatica dalla funzione Generazione movimento contabile delle retribuzioni sarà possibile eseguire la Ripartizione dei centri di costo e distribuire così i costi analitici in base alla % definita nella impostazione della Anagrafica Piano dei conti.

61 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Voci delle retribuzioni Per impostare le voci che comporranno lo schema d inserimento delle retribuzioni, e collegare i conti contabili necessari per l automatica Generazione movimento contabile delle retribuzioni in base alle qualifiche inserite nella Tabella Qualifiche del personale Si accede alla funzione da Contabilità Controllo di gestione Voci Retribuzioni: La logica d inserimento è simile a quella vista per la funzione Voci Budget per commessa ; la maschera è suddivisa in 3 sezioni: Codice standard primo campo editabile, permette di indicare (inserendolo direttamente oppure richiamandolo dalla lista) il codice sul quale lavorare. Successivamente sono richiesti i campi: Codice paga locale: riferimento utilizzato nel sistema Paghe che appare nel cedolino (nel caso fosse diverso dal Codice standard). Macrovoce: riferimento ai dati inseriti in Tabella Macrovoci Paghe Tipo: indica la tipologia di retribuzione (prevista dal cedolino paghe) e vincola l inserimento dei dati da parte dell utente nella rispettiva colonna: (per inserire valori nella colonna Trattenute ) (per inserire valori nella colonna Competenze ) (per inserire valori nella colonna Altro ) (per inserire valori in una delle colonne precedenti, liberamente a scelta dell utente)

62 62 Manuale Operativo Sequenza visualizzazione Griglia di dettaglio griglia che riepiloga tutti i codici presenti nella Tabella Voci Retribuzioni: oltre al codice scelto al campo precedente, vengono visualizzati anche gli altri codici nella stessa sequenza con la quale saranno visualizzati nel cedolino. Operando sulla griglia, è possibile cambiare l ordinamento trascinando le righe con il mouse nella posizione desiderata. per assegnare ad ogni qualifica i relativi conti contabili. Sono richiesti i seguenti campi: Codice qualifica (e relativa Descrizione) - Tabella Qualifiche del personale Conto DARE \ AVERE (e relativa Descrizione): che saranno utilizzati per la Generazione movimento contabile delle retribuzioni Cliccando sul pulsante Stampa si ottiene il report dei dati in visualizzazione: In fondo alla maschera sono presenti i pulsanti Conferma, Pulisci, Elimina ed Esci.

63 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Inserimento cedolino paghe I cedolini (elaborate dall ufficio paghe, a seguito dell invio della Stampa foglio presenze ) possono essere inseriti per il singolo dipendente oppure in modo riepilogativo per categoria di dipendente e per centro di costo. Si accede alla funzione da Contabilità Controllo di gestione Voci Retribuzioni: L ufficio paghe fornisce solitamente sia i cedolini per Dipendente che situazioni riepilogative per qualifica del personale e centro di costo. Scegliere la modalità d inserimento tra : Scegliendo questa opzione, viene richiesto: Dipendente: Numero Dipendenti: 1 (non modificabile) Ore Ordinarie Ore Straordinarie Scegliendo questa opzione, viene richiesto: Categoria Centro di costo Ore Ordinarie Ore Straordinarie Nel campo Mese indicare il mese di riferimento. I dati relativi alle Ore Ordinarie e Ore Straordinarie possono essere inserite manualmente: tramite il pulsante Controllo Ore viene rilevato quanto già precedentemente inserito nella Compilazione foglio manodopera e confrontato con i dati in fase di inserimento. Il calcolo viene fatto sulla base della scelta iniziale (per Dipendete o Categoria); alla pressione del pulsante appare quindi la maschera :

64 64 Manuale Operativo Esempio di griglia compilata: Nella griglia di dettaglio sono presenti le seguenti colonne (il cui significato è lo stesso già descritto nel paragrafo Voci delle retribuzioni ): Codice paga Locale Voce (e relativa Descrizione) Trattenute, Competenze o Altro: solo i singoli campi evidenziati in colore giallo sono editabili (secondo la struttura definita per ogni singola voce). In fondo alla maschera vengono totalizzati i valori inseriti: il valore del Netto a Pagare è la differenza tra la colonna Competenze (+) e Trattenute (-).

65 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Generazione movimento contabile delle retribuzioni La funzione procede alla generazione del movimento contabile, estraendo dapprima i dati presenti nel cedolino paghe, raggruppandoli per macrovoci, voci e categorie, quindi creando al registrazione contabile con tutti i dettagli analitici. Si accede alla funzione da Contabilità Controllo di gestione Voci Retribuzioni: Sono richiesti: Mese in elaborazione: mese per cedolino in inserimento Data di contabilizzazione: viene proposto l ultimo giorno del mese successivo a quello del cedolino (eccetto a Dicembre, dove viene proposto il 31/12). Causale contabile: definita nei Parametri procedura Controllo di Gestione (non modificabile) Cliccando su Estrai vengono estratti in griglia i dati che saranno successivamente utilizzati per la generazione del movimento contabile: Cliccando su Conferma Movimento viene generato il movimento in contabilità.

66 66 Manuale Operativo 4 RAPPORTO DI GESTIONE Il sistema permette di elaborare un Rapporto di gestione personalizzato per centro di costo, consentendo dapprima la creazione delle voci che andranno a comporre il prospetto di bilancio, quindi permettendo all utente l associazione tra il conto contabile e la specifica voce dall apposita funzione di Riclassificazione del piano dei conti. 4.1 Voci Rapporto di gestione (per centro di costo) Per creare le voci e la struttura del rapporto di gestione. Si accede alla funzione dal Menù Contabilità Controllo di Gestione Voci Rapporto di gestione: Nel campo Codice Riga di Bilancio inserire il codice della singole voce (codifica libera), che successivamente sarà collegata al conto contabile e stampata sul rapporto di gestione: ogni riga\voce va collegata ad una specificat Sezione tra quelle presenti:

67 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione - 67 Nella griglia sottostante è possibile impostare ulteriori dettagli collegati alla riga\voce principale: la compilazione della griglia è quindi opzionale, e consente l inserimento di ulteriori Macrovoci dettagliano ulteriormente la riga di bilancio. La struttura è sintetizzabile quindi in: 1 livello: Sezione 2 livello: Riga\voce 3 livello: Macrovoce (opzionale) Un esempio di compilazione potrebbe essere il seguente: La voce RE53T raggruppa diverse voci (elencate nella griglia di dettaglio) che in fase di stampa del rapporto di gestione potranno essere ulteriormente esplicitate. Prendendo come esempio la voce RE53T il risultato nelle diverse stampe\elaborazioni sarà rappresentato come: 1 livello: Risultato Operativo 2 livello: RE53T Spese generali e amministrative 3 livello: 001 Perdite 002 Spese per corsi e addestramento 003 Altre spese del personale

68 68 Manuale Operativo Altri esempi di compilazione:

69 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Riclassificazione del bilancio La funzione permette di impostare i criteri di riclassificazione, associando le voci e le eventuali macrovoci (create in precedenza nella funzione Voci Rapporto di gestione (per centro di costo) ) ai singoli conti. Da questa funzione è inoltre possibile modificare i parametri relativi al CDC preferenziale impostabili per singolo conto anche dalla Anagrafica Piano dei conti. Si accede alla funzione dal Menù Contabilità Controllo di Gestione Riclassificazione piano dei conti: Le prime colonne richieste sono: Conto (e relativi Gruppo e Descrizione): elenco dei conti presenti nel piano conti Codice Riga (e relativa Descrizione): per indicare la voce (tra quelle inserite nella funzione Voci Rapporto di gestione (per centro di costo) ) da associare al singolo conto contabile Macro Voce (e relativa Descrizione): per indicare la macrovoce eventualmente collegata alla voce indicata al campo precedente. E possibile così collegare ad ogni conto del piano conti la voce\macrovoce di riferimento. I campi in fondo permettono di effettuare una ricerca testuale sui conti presenti in griglia: scritto un testo nel primo campo, e scelto dove effettuare le ricerca della stringa indicata, cliccando su si avvia la ricerca. In griglia il programma si posiziona sul primo conto che include il testo indicato: premendo nuovamente su la ricerca continua sul successivo, etc

70 70 Manuale Operativo Dalla stessa funzione è anche possibile consultare e modificare l attribuzione del centro di costo preferenziale, con la possibilità di aggiungerne altre specifiche e automatismi. Così, le colonne: Centro di Costo: indica il centro di costo preferenziale per il conto contabile Rip (e relativo Gest. Rip): indica se per il centro di costo (indicato nel campo precedente) esiste una ripartizione. Cliccando sul campo, viene aperta la maschera che richiede le percentuali di ripartizione tra i vari centri di costo: il totale dei valori inseriti nel campo Percentuale deve essere uguale a 100. Permettono di visualizzare e\o modificare le stesse informazioni relative al centro di costo preferenziale, modificabili anche dalla Anagrafica Piano dei conti.

71 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione Stampa del rapporto di gestione La stampa riporta le sezioni di bilancio dettagliando le voci con i seguenti importi: Movimenti del periodo Movimenti cumulati da inizio anno (compreso il periodo in stampa ) divisi per centro di costo e relativo totale Cumulato dell anno precedente allo stesso periodo Si accede alla funzione dal Menù Contabilità Controllo di Gestione Stampa del rapporto di Gestione: Sono richiesti i campi: Mese di stampa Considera movimenti Extracontabili (se previsto il modulo in licenza) Stampa Dettaglio dei conti: per indicare i conti assegnati alle voci\macrovoci. se selezionato, viene accesso anche il campo successivo Stampa solo dettaglio conti significativi per scegliere di estrarre solo i conti movimentati o meno. Cliccando su Estrai, vengono estratti i dati in griglia: vengono presi in considerazioni i movimenti contabili del periodo in base ai movimenti analitici (i movimenti che non gestiscono l analitica vengono attribuiti alla colonna al centro di costo virtuale non ripartito) e i movimenti extracontabili per i quali viene assegnata la contabilità analitica in base alle impostazioni definite nel conto.

72 72 Manuale Operativo Esempio di maschera compilata (1) Prime colonne Esempio di maschera compilata (2) Colonne dinamiche dei centri di costo La colonna Totale periodo evidenzia il totale per il mese selezionato in precedenza. Vengono poi create tante colonne quanti sono i centri di costo, in modo dinamico, con il valore complessivo da inizio dell anno. La colonna Non rip. Totalizza i valori che non hanno un cdc di riferimento, mentre la colonna Totale Cumul. rappresenta il valore complessivo progressivo al mese di stampa (sempre da inizio anno). Cumul anno prec. rappresenta invece il valore totale dell anno precedente, cumulato allo stesso mese di stampa.

73 CONTROLLO DI GESTIONE: Budget, Dipendenti e Rapporto di Gestione - 73 Esempio di maschera compilata (3) voci con macrovoci Cliccando sul pulsante Genera File Excel è possibile esportare i dati in Excel (soluzione adottata in considerazione del fatto che le colone sono dinamiche): alla pressione del pulsante, è possibile salvare il file nella posizione desiderata.

CONTROLLO DI GESTIONE

CONTROLLO DI GESTIONE KING Manuale Operativo CONTROLLO DI GESTIONE Rel. 4.90 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale Operativo Sommario 1 CONTROLLO DI GESTIONE... 3 1.1 Funzione Riepilogo Analitica per conto... 5

Dettagli

5.2 [5.00\ 18] Controllo di gestione: competenze di contabilità analitica

5.2 [5.00\ 18] Controllo di gestione: competenze di contabilità analitica - 152 - Manuale di Aggiornamento 5.2 [5.00\ 18] Controllo di gestione: competenze di contabilità analitica Dall attuale release è possibile gestire opzionalmente le competenze di contabilità analitica

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Bollettino 5.00-229 5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Per risolvere l esigenza delle aziende di manutenzione (che operano su impianti), che richiedono la fatturazione

Dettagli

9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa

9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa Bollettino 5.00-335 9 VERTICALI 9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa Con l attuale release è ora possibile rilevare in modo più dettagliato i costi a carico della commessa

Dettagli

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2B DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Bollettino 5.10.2B - 15 2.3 Contabilità Analitica Plus: Nuove funzioni Con l attuale release sono state aggiunte

Dettagli

CONTABILITA ANALITICA

CONTABILITA ANALITICA CONTABILITA ANALITICA Operazioni da svolgere per gestire Movimentazioni di Contabilità Analitica. Il documento che segue ha lo scopo di illustrare le operazioni che devono essere eseguite per: Predisporre

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

King Commesse e Cantieri. Gestione Impiantisti

King Commesse e Cantieri. Gestione Impiantisti King Commesse e Cantieri Gestione Impiantisti Gestione Commesse e Cantieri per Impiantisti... 3 Controllo dei Materiali... 4 Movimentazioni di magazzino... 5 Valorizzazioni... 8 Gestione del personale...

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2D DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 14 - Manuale di Aggiornamento 4 VENDITE ORDINI MAGAZZINO 4.1 Definizione e Destinazione Copie: Controllo in stampa

Dettagli

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1 Tibet Manuale Centri di Costo Tibet R 1 Che cosa è la gestione dei Centri di Costo La gestione dei Centri di Costo consente alle aziende di controllare in modo analitico l'aspetto economico della gestione

Dettagli

Gestione e allineamento delle Giacenze

Gestione e allineamento delle Giacenze Release 5.20 Manuale Operativo INVENTARIO Gestione e allineamento delle Giacenze Il modulo permette la contemporanea gestione di più inventari, associando liberamente ad ognuno un nome differente; può

Dettagli

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo COLLI Gestione dei Colli di Spedizione La funzione Gestione Colli consente di generare i colli di spedizione in cui imballare gli articoli presenti negli Ordini Clienti;

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Multipunto. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Multipunto. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Multipunto L art. 10, Legge 8 maggio 1998, n. 146 ha previsto l obbligo di annotazione separata dei costi e dei ricavi relativi alle diverse

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Release 5.20 Manuale Operativo CLIENTI PLUS Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Il modulo Clienti Plus è stato studiato per ottimizzare la gestione amministrativa dei clienti, abilitando la gestione

Dettagli

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10]

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] - 88 - Manuale di Aggiornamento 4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] È ora possibile importare i listini fornitori elencati in un file Excel. Si accede alla funzione dal menù Magazzino

Dettagli

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E]

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] Bollettino 5.2.0-27 2 CONTABILITA 2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] L implementazione permette di visualizzare nella consultazione e nella stampa dei mastrini solo le causali

Dettagli

ASCENSORI. Gestione Aziende Ascensoriste. Release 5.20 Manuale Operativo

ASCENSORI. Gestione Aziende Ascensoriste. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo ASCENSORI Gestione Aziende Ascensoriste La GESTIONE ASCENSORISTI è pensata per soddisfare le esigenze delle aziende che gestiscono Contratti di manutenzione su impianti di

Dettagli

Stampe Contabili, Registri IVA e Bollati

Stampe Contabili, Registri IVA e Bollati Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITA' Stampe Contabili, Registri IVA e Bollati Nel presente manuale verranno analizzate tutte le stampe contabili, quali ad esempio la stampa del bilancio, quella

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2C DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 4 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEI SALDI CONTABILI CON MICROSOFT ACCESS 2007

LA RICLASSIFICAZIONE DEI SALDI CONTABILI CON MICROSOFT ACCESS 2007 LA RICLASSIFICAZIONE DEI SALDI CONTABILI CON MICROSOFT ACCESS 2007 La fase di riclassificazione del bilancio riveste un ruolo molto importante al fine di comprendere l andamento aziendale; essa consiste,

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Separate ai fini IVA L art. 36 del DPR 633/72 disciplina la tenuta di contabilità separate per le diverse attività esercitate da parte dei soggetti

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Il presente manuale fornisce le informazioni necessarie al fine di ottenere le stampe delle statistiche annuali

Dettagli

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Gestione Prezzi Sconti e Listini La gestione dei prezzi può essere personalizzata, grazie ad una serie di funzioni apposite per l impostazione di diversi

Dettagli

Manuale Operativo ESTRATTO CONTO. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale Operativo ESTRATTO CONTO. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale Operativo ESTRATTO CONTO Rel. 4.90 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale Operativo Sommario 1 NUOVI PROGRAMMI 2009... 3 1.1 ESTRATTI CONTO BANCARI... 3 1.1.1 Scomposizione di

Dettagli

Mon Ami 3000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività

Mon Ami 3000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività Prerequisiti Mon Ami 000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività L opzione Centri di costo è disponibile per le versioni Contabilità o Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA GESTIONE BUDGET

ISTRUZIONI PER LA GESTIONE BUDGET ISTRUZIONI PER LA GESTIONE BUDGET 1) OPERAZIONI PRELIMINARI PER LA GESTIONE BUDGET...1 2) INSERIMENTO E GESTIONE BUDGET PER LA PREVISIONE...4 3) STAMPA DIFFERENZE CAPITOLI/BUDGET.10 4) ANNULLAMENTO BUDGET

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi 2 Manuale Operativo Release 4.60 Manuale Operativo ASSISTENZA Gestione Contratti e Interventi GESTIONE ASSISTENZA è il modulo applicativo pensato e realizzato per soddisfare le esigenze delle diverse tipologie

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DI BILANCIO CON MICROSOFT ACCESS

LA RICLASSIFICAZIONE DI BILANCIO CON MICROSOFT ACCESS LA RICLASSIFICAZIONE DI BILANCIO CON MICROSOFT ACCESS PREMESSA La fase di riclassificazione del bilancio riveste un ruolo molto importante al fine di comprendere l andamento aziendale; essa consiste, infatti,

Dettagli

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori.

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. Release 5.20 Manuale Operativo ORDINI PLUS Gestione delle richieste di acquisto In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. La gestione

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Statistiche Release 4.0

Statistiche Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Statistiche Release 4.0 - COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

DENUNCE EDILCONNECT GUIDA COMPILAZIONE

DENUNCE EDILCONNECT GUIDA COMPILAZIONE Cassa Edile Como e Lecco DENUNCE EDILCONNECT GUIDA COMPILAZIONE COMPILAZIONE MANUALE DENUNCIA Guida per i consulenti e le imprese che compilano la denuncia senza utilizzare il file di esportazione dei

Dettagli

Il modulo Commesse è un applicazione pensata per le aziende commerciali e di servizi che lavoran principalmente su commessa. L esigenza principale di

Il modulo Commesse è un applicazione pensata per le aziende commerciali e di servizi che lavoran principalmente su commessa. L esigenza principale di Il modulo Commesse è un applicazione pensata per le aziende commerciali e di servizi che lavoran principalmente su commessa. L esigenza principale di queste aziende solitamente è quella di poter aprire

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 152 - Manuale di Aggiornamento 9.3 COMMESSE E SERVIZI: Consuntivazione ore del rapportino [5.10.2/ 12] Nel modulo

Dettagli

ESTRATTI CONTO BANCARI

ESTRATTI CONTO BANCARI Release 5.20 Manuale Operativo ESTRATTI CONTO BANCARI Caricamento automatico da File Il modulo permette di semplificare ed automatizzare la gestione contabile degli estratti conto bancari su files: con

Dettagli

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 138/2011: Aumento aliquota IVA al 21%... 3 1.1 Tabella Codici Iva... 3 1.1.1

Dettagli

NOVITA FEBBRAIO 2008

NOVITA FEBBRAIO 2008 NOVITA FEBBRAIO 2008 SOMMARIO 1.1 CONTROLLO ANTICIPO TFR... 2 1.2 GESTIONE PRESTITI / CESSIONE 5^... 3 1.2.1 ANAGRAFICA DITTA... 3 1.2.2 ANAGRAFICA DIPENDENTE... 4 1.2.3 CHIUSURE MENSILI...11 1.3 GESTIONE

Dettagli

Gestione modulo Co.An.

Gestione modulo Co.An. Gestione modulo Co.An. I PDC di contabilità analitica (Centri di costo e Voci di Spesa) possono essere creati sfruttando cinque livelli alfanumerici. L elaborazione del pdc sarà guidata dalle esigenze

Dettagli

Sistema Ipsoa Professionista

Sistema Ipsoa Professionista Sistema Ipsoa Professionista CONTABILITA RITENUTE CESPITI Competenza e Innovazione al centro del Sistema Un software innovativo Software nativo Windows Interfaccia intuitiva apprendimento immediato Archivi

Dettagli

1 - Spesometro guida indicativa

1 - Spesometro guida indicativa 1 - Spesometro guida indicativa Il cosiddetto spesometro non è altro che un elenco contenente i dati dei clienti e fornitori con cui si sono intrattenuti dei rapporti commerciali rilevanti ai fini iva.

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/:

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/: il mondo di e/ Il presente documento è da ritenersi valido per i seguenti prodotti: - e/2 ready - e/2 - e/3 - e/ready - e/impresa - e/sigip OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) 1. Introduzione Il presente

Dettagli

L UFFICIO WEB. Modulo online per la gestione del personale. Manuale di utilizzo. Versione 1.0.75.0. Pagina 1 di 33

L UFFICIO WEB. Modulo online per la gestione del personale. Manuale di utilizzo. Versione 1.0.75.0. Pagina 1 di 33 L UFFICIO WEB Modulo online per la gestione del personale Manuale di utilizzo Versione 1.0.75.0 Pagina 1 di 33 1. INTRODUZIONE L applicazione Ufficio Web permette una gestione semplificata e automatizzata

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0.1H3 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 ARCHIVI E GENERALE... 5 2.1 Gestione

Dettagli

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente Prerequisiti Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente L opzione Provvigioni agenti è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

ASCENSORI. Gestione Aziende Ascensoriste. Release 4.90 Manuale Operativo

ASCENSORI. Gestione Aziende Ascensoriste. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo ASCENSORI Gestione Aziende Ascensoriste La GESTIONE ASCENSORISTI è pensata per soddisfare le esigenze delle aziende che gestiscono Contratti di manutenzione su impianti di

Dettagli

AD HOC Servizi alla Persona

AD HOC Servizi alla Persona Software per la gestione dell amministrazione AD HOC Servizi alla Persona GESTIONE PASTI RESIDENZIALE Le principali funzioni del modulo pasti si possono suddividere nei seguenti punti: gestire le prenotazioni

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.30.1E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA... 5 2.1 Definizione

Dettagli

Gestione delle commesse collegate a cantieri

Gestione delle commesse collegate a cantieri Release 5.20 Manuale Operativo COMMESSE \ CANTIERI Gestione delle commesse collegate a cantieri Il modulo COMMESSE/CANTIERI è stato appositamente realizzato per fornire un agile e valido strumento di controllo

Dettagli

GLI INCASSI CON RI.BA

GLI INCASSI CON RI.BA GLI INCASSI CON RI.BA Per riscuotere il pagamento delle fatture emesse ai clienti è possibile utilizzare la modalità Ri.Ba cioè Ricevuta Bancaria Elettronica. OPERAZIONI PRELIMINARI Prima di procedere

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 ARCHIVI E GENERALE... 5 1.1 Gestione Utenti: abilitazione fido cliente ed

Dettagli

Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio

Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio Pillola operativa Integrazione Generazione Dettagli Contabili INFORMAZIONI

Dettagli

elicaweb manuali - Vendite: come iniziare - pagina 1 di 9

elicaweb manuali - Vendite: come iniziare - pagina 1 di 9 elicaweb manuali - Vendite: come iniziare - pagina 1 di 9 Indice Premessa 2 Listini di vendita! 2 Variazioni 2 Nuovo listino 3 Cerca e Query 3 Report 4 Classi di sconto! 5 Nuovo 5 Cerca 5 Report 5 Sconti

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Agenzia Viaggio Il modulo Agenzie Viaggio consente di gestire la contabilità specifica per le agenzie di viaggio: in questo manuale verranno descritte

Dettagli

La gestione della produzione avanzata richiede Mon Ami 3000 Azienda Pro oltre alle opzioni Produzione base e Produzione avanzata.

La gestione della produzione avanzata richiede Mon Ami 3000 Azienda Pro oltre alle opzioni Produzione base e Produzione avanzata. Mon Ami 3000 Produzione avanzata Distinta base multi-livello e lancio di produzione impegno di magazzino, emissione ordini e schede di lavorazione gestione avanzamento di produzione Prerequisiti La gestione

Dettagli

Logistica Magazzino: Distinta base

Logistica Magazzino: Distinta base Logistica Magazzino: Distinta base Premessa 2 Centri di lavoro 2 Cicli di lavorazione 3 Fasi cicli di lavorazione 4 Dettaglio costi 4 Distinta base 5 Archivio distinta base 5 Dettaglio distinta 5 Duplicazione

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2B DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Bollettino 5.10.2B - 47 5 CESPITI 5.1 Proiezione Ammortamento Cespiti E stata implementata la possibilità di visualizzare

Dettagli

BILANCI E ANALISI DEI DATI

BILANCI E ANALISI DEI DATI Release 5.20 Manuale Operativo BILANCI E ANALISI DEI DATI Libro Inventari La gestione del libro inventari consente di effettuare l elaborazione e la stampa del libro inventari. Può essere composto da:

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.20.1D DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA... 5 2.1 Stampa scadenziario

Dettagli

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE Gestione Archivi 2 Configurazioni iniziali 3 Anagrafiche 4 Creazione prestazioni e distinta base 7 Documenti 9 Agenda lavori 12 Statistiche 13 GESTIONE ARCHIVI Nella

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA : IVA PER CASSA...

Dettagli

Manuale. coresuite fixed assets

Manuale. coresuite fixed assets Manuale coresuite fixed assets Type Documentation/User s manual Progetto coresuite fixed assets Data 15.12.09 Verisone 3 Issue Contact Revision Sheet Version Section Date User Description 001 0 15.10.09

Dettagli

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti:

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: GESTIONE INVENTARI La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: 1. CHIUSURA DI MAGAZZINO: il classico inventario di fine anno o cambio gestione.

Dettagli

Archimede ver. 3.0.0. 2013 GUIDA FUNZIONALE ARCHIMEDE VER. 3.0.0.

Archimede ver. 3.0.0. 2013 GUIDA FUNZIONALE ARCHIMEDE VER. 3.0.0. GUIDA FUNZIONALE ARCHIMEDE VER. 3.0.0. 1 Scopo della guida: La presente guida ha lo scopo di fornire una visione globale delle funzionalità del programma. La spiegazione particolareggiata dei campi e del

Dettagli

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Gestione Certificati Malattia

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Gestione Certificati Malattia M.U.T. Modulo Unico Telematico Gestione Certificati Malattia Data Redazione Documento 15/03/2013 Data Pubblicazione Documento Responsabile Nuova Informatica Enrico Biscuola Versione 1.2.0 Indice dei contenuti

Dettagli

Logistica magazzino: Inventari

Logistica magazzino: Inventari Logistica magazzino: Inventari Indice Premessa 2 Scheda rilevazioni 2 Registrazione rilevazioni 3 Filtro 3 Ricerca 3 Cancella 3 Stampa 4 Creazione rettifiche 4 Creazione rettifiche inventario 4 Azzeramento

Dettagli

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015]

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Premessa... 2 Fase di Login... 2 Menù principale... 2 Anagrafica clienti...

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Gestione della vendita al banco

Gestione della vendita al banco Indice degli argomenti Introduzione Operazioni preliminari Inserimento operazioni di vendita al banco Riepiloghi generali Contabilizzazione scontrini Assistenza tecnica Gestionale 1 0371 / 594.2705 loges1@zucchetti.it

Dettagli

King Commesse e Servizi. Redditività delle Commesse

King Commesse e Servizi. Redditività delle Commesse King Commesse e Servizi Redditività delle Commesse Redditività delle Commesse... 3 I moduli scalabili di KING CONTRACT... 3 Preventivi, Commesse e Time sheet... 5 Il caricamento del preventivo / commessa...

Dettagli

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE GUIDA UTENTE Installazione...2 Prima esecuzione...5 Login...7 Registrazione del programma...8 Inserimento clienti...9 Gestione contatti...11 Agenti...15 Archivi di base...16 Installazione in rete...16

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.30.1B DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 CONTABILITA... 5 2.1 Apertura

Dettagli

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo LOTTI DI MAGAZZINO Gestione dei Lotti di Magazzino In questo manuale sono descritte le procedure per gestire correttamente i lotti di magazzino ed i lotti di trasformazione.

Dettagli

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Indice degli argomenti Premessa 1. Scenari di utilizzo 2. Parametri 3. Archivi Collegamento 4. Import Dati 5. Export Dati 6. Saldi di bilancio

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

FONDO IMPOSTE. Gestione Imposte e Studi di Settore. Release 4.90 Manuale Operativo

FONDO IMPOSTE. Gestione Imposte e Studi di Settore. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo FONDO IMPOSTE Gestione Imposte e Studi di Settore In questo manuale verranno descritte le procedure per effettuare una corretta gestione del fondo imposte per determinare

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H6. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H6. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0.1H6 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA... 5 2.1 Ritenuta 10%

Dettagli

Manuale BaccoMagazzino. Installazione. UTILIZZO

Manuale BaccoMagazzino. Installazione. UTILIZZO Manuale BaccoMagazzino Il programma BaccoMagazzino è stato sviluppato dalla VERONA SOFTWARE S.r.l, con lo scopo di realizzare una gestione del magazzino specifica per il settore della ristorazione. La

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLA REDAZIONE DELLE SIMULAZIONI ECONOMIC0-FINANZIARIE DEL. Business Plan

GUIDA OPERATIVA ALLA REDAZIONE DELLE SIMULAZIONI ECONOMIC0-FINANZIARIE DEL. Business Plan GUIDA OPERATIVA ALLA REDAZIONE DELLE SIMULAZIONI ECONOMIC0-FINANZIARIE DEL Business Plan INDICE GENERALE 1. Introduzione 2. Utilizzo dell applicazione 3. Impostazioni di base 4. Copertina impresa 5. Dati

Dettagli

SERVIZIO PAGHE ON-LINE

SERVIZIO PAGHE ON-LINE ACCESSO AD INTERNET SERVIZIO PAGHE ON-LINE PROCEDURA SEGNAORE ON-LINE Per accedere alla procedura aprire internet Explorer e collegarsi al sito www.confartigianatocesena.it ; in basso a sinistra troverete

Dettagli

Manuale operativo - Procedura per la costruzione, la pubblicazione di questionari

Manuale operativo - Procedura per la costruzione, la pubblicazione di questionari Questionari online Questionari online... 1 Ambienti dedicati... 2 Costruzione questionario... 4 Creazione struttura... 4 Gestione del questionario... 15 Condivisione (fase facoltativa)... 16 Autorizzazione

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione dei clienti e dei fornitori. www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione dei clienti e dei fornitori. www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione dei clienti e dei fornitori www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 La gestione dei clienti... 5 Informazioni della scheda generale... 6 Informazioni sulle altre sedi...

Dettagli

DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT

DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT La App Documentale (detta anche Docuvision) permette di attivare il modulo tramite il quale si possono acquisire direttamente i documenti prodotti da Mexal Express

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021 MyDB - Anagrafiche estensioni dei Documenti di Magazzino e delle Parcelle Nella definizione delle anagrafiche MyDB è ora possibile estendere direttamente anche le TESTATE e le RIGHE delle varie tipologie

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: STUDIO GECOM Evolution

Dettagli