Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN /2014/EW-IT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT"

Transcript

1 Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN /2014/EW-IT

2 Introduzione Per eseguire un attenta dissezione nella maggior parte delle fasi operative in laparoscopia, si utilizza una pinza da presa sottile e tagliente. Anche per l emostasi mediante elettrocoagulazione è necessaria una pinza da presa, mentre per recidere occorre una lama di forbici. Tuttavia, in chirurgia laparoscopica è disponibile solo un numero limitato di aperture di accesso per l introduzione degli strumenti, nella maggior parte dei casi un massimo di due o tre oltre al trocar principale. Pertanto, i chirurghi che operano in laparoscopia sono costretti a estrarre più volte gli strumenti e a reintrodurli nuovamente per eseguire la dissezione, l emostasi e la resezione. La frequente sostituzione degli strumenti per passare dalla pinza da presa alle forbici è un operazione scomoda e sgradevole che richiede grande dispendio di tempo. Inoltre, la sostituzione degli strumenti disturba la visione del campo operatorio e richiede continue correzioni dell orientamento della telecamera. A questi inconvenienti si aggiunge la perdita temporanea di gas d insufflazione (CO 2 ) durante la sostituzione degli strumenti. Durante la dissezione dei tessuti con le forbici possono verificarsi emorragie impreviste da vasi nascosti che necessitano di emostasi immediata mediante pinza da presa. Anche durante la sostituzione degli strumenti può svilupparsi un emorragia che rende difficilmente identificabile il campo operatorio. Di conseguenza, la presenza di un morso di pinza all interno della lama delle forbici consente di controllare immediatamente l emorragia senza dover sostituire gli strumenti o utilizzare un ulteriore strumento attraverso un apertura d accesso supplementare. Questa multifunzionalità facilita il lavoro del chirurgo, riduce al minimo il dispendio di tempo e di lavoro e amplia i confini della chirurgia chiusa. Introducendo due pinze da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI, il chirurgo può già disporre di quattro efficienti ganasce nell addome due pinze da presa e due forbici. In questo modo il chirurgo potrà concentrarsi interamente sulle fasi dell intervento senza dover sostituire gli strumenti. Prof. Dr. Osama Shawki, M. D. Dipartimento di Ginecologia, Università del Cairo Autore di pubblicazioni nello European Journal of Gynecologic Surgery Professore universitario alla Gießen School of Endoscopy, Germania Membro della International Society Gynecologic Endoscopy (ISGE) Direttore dell Ebtesama Center for Advanced Endoscopic Surgery Direttore della H.A.R.T., Hysteroscopy Academy for Research and Training Al Ebtesama Hospital, Golf Area 11341, Heliopolis, Il Cairo, Egitto

3 2 3 Descrizione dello strumento Il morso delle pinze da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI è costituito da due parti: forbici prossimali e pinza da presa distale. Pinza da presa La pinza da presa si trova in posizione distale sul morso, è dritta oppure curva, con ganasce da presa scanalate e robuste e punta sottile. Essendo di piccole dimensioni, la pinza da presa consente di eseguire la dissezione in aree ristrette e difficilmente accessibili. Inoltre favorisce una presa particolarmente forte per i tessuti fibrosi e rigidi. Quando la pinza è chiusa, la sottile estremità appuntita può essere utilizzata come bisturi monopolare (ad esempio per la resezione dell utero dalla cervice in caso di isterectomia subtotale o per il taglio delle masse tumorali fibrose). Forbici Si trovano sulla parte prossimale dello strumento e sono provviste di una lama robusta e affilata, adatta all escissione dei tessuti fibrosi. Se durante l operazione di taglio le ganasce delle forbici si chiudono parzialmente, le ganasce della pinza si aprono. Questa funzionalità serve a garantire un taglio sicuro e a evitare che le ganasce della pinza causino traumi ai tessuti circostanti. Se le forbici si chiudono completamente, si chiudono anche le ganasce della pinza.

4 Campi di applicazione della pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI: 1. Adesiolisi Dissezione di aderenze lunghe o molteplici in luogo dell impiego ripetuto di pinze diatermiche per la coagulazione. Le pinze da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI possiedono una parte adibita a pinza da presa, che consente di tirare e dissecare il tessuto in modo accurato e preciso nonché di afferrare i tessuti per l elettrocoagulazione. Una volta eseguita l elettrocoagulazione, la parte adibita a forbici recide i lembi di tessuto già assicurati e coagulati, mentre la parte adibita a pinza afferra il successivo lembo di tessuto per consentire l emostasi. 2. Sterilizzazione tubarica Nell intervento di sterilizzazione tubarica la pinza afferra dapprima la tuba per coagularla. Non appena il tessuto diventa bianco, segno di una coagulazione sicura, lo strumento può essere introdotto ulteriormente per recidere la tuba nel punto di coagulazione. Mentre le forbici recidono la tuba, la pinza da presa afferra il mesosalpinge per coagulare il tessuto in quest area vascolarizzata ed evitare così emorragie indesiderate. 3. Emostasi Se durante la resezione del tessuto coagulato si verificano emorragie impreviste a causa di una coagulazione insufficiente, non è comunque necessario sostituire lo strumento. La parte adibita a pinza da presa delle pinze da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI può essere direttamente utilizzata per un emostasi immediata.

5 SA Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI, a muso di delfino, girevole, scomponibile, isolata, con attacco per coagulazione unipolare, con attacco di irrigazione LUER-Lock per pulizia, entrambe le ganasce mobili, misura 5 mm, lunghezza 36 cm incluso: Impugnatura in materiale sintetico, senza dispositivo di arresto, maggiore superficie di appoggio Camicia esterna in metallo, isolata Inserto pinza SO Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI, girevole, scomponibile, isolata, con attacco per coagulazione unipolare, con attacco di irrigazione LUER-Lock per pulizia, entrambe le ganasce mobili, ganasce curve ad angolo retto, misura 5 mm, lunghezza 36 cm incluso: Impugnatura in materiale sintetico, senza dispositivo di arresto, maggiore superficie di appoggio Camicia esterna in metallo, isolata Inserto pinza

6 Annotazioni

7 6 7 Annotazioni Si consiglia di verificare l idoneità dei prodotti prima dell intervento stabilito. Consenso all invio di informazioni in formato elettronico q Sì, desidero ricevere in futuro informazioni per posta elettronica. Il mio indirizzo è il seguente: Nome Clinica / Studio Indirizzo e numero civico CAP, località Firma Con la presente acconsento al trattamento dei miei dati da parte di KARL STORZ per scopi informativi. Posso revocare il consenso a KARL STORZ in qualsiasi momento inviando un messaggio a senza obbligo di specificarne le motivazioni. KARL STORZ si impegna a non inoltrare i suddetti dati a terzi.

8 KARL STORZ GmbH & Co. KG Mittelstraße 8, Tuttlingen, Germania Postbox 230, Tuttlingen, Germania Telefono: +49 (0) Telefax: +49 (0) KARL STORZ Endoscopia Italia S.r.l. Via dell Artigianato, Verona, Italia Telefono: Telefax: GYN /2014/EW-IT

Semplice, veloce ed economica:

Semplice, veloce ed economica: GYN 30-6 05/2013-IT Semplice, veloce ed economica: ansa unipolare SupraLoop sec. BRUCKER/MESSROGHLI per l isterectomia laparoscopica sopracervicale (LASH) Ansa unipolare SupraLoop sec. BRUCKER/MESSROGHLI

Dettagli

Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT

Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 L unità AUTOCON II 80 è un elettrobisturi ad alta frequenza compatto e potente che convince

Dettagli

Cadute dall alto nei lavori in quota

Cadute dall alto nei lavori in quota COLLANA SICUREZZA n. 3 Cadute dall alto nei lavori in quota Cadute dall alto nei lavori in quota Testi a cura di EBAT Ente Bilaterale Artigianato Trentino, OSA Organismo Sicurezza Artigianato Coordinamento

Dettagli

Guida agli Oblo e Osteriggi

Guida agli Oblo e Osteriggi Guida agli Oblo e Osteriggi www.lewmar.com Introduzione L installazione o la sostituzione di un boccaporto o oblò può rivelarsi una procedura semplice e gratificante. Seguendo queste chiare istruzioni,

Dettagli

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi

Dettagli

LA PREVENZIONE INCENDI NEI LUOGHI DI LAVORO

LA PREVENZIONE INCENDI NEI LUOGHI DI LAVORO LA PREVENZIONE INCENDI NEI LUOGHI DI LAVORO OBBLIGHI, CONTROLLI E PROCEDURE GIUGNO 2004 A cura del settore Qualità, Ambiente e Sicurezza sul lavoro Dott. Maurizio Santonocito 2 Indice Premessa Pag. 5 Parte

Dettagli

PARCHEGGI E DEPOSITI PER BICICLETTE

PARCHEGGI E DEPOSITI PER BICICLETTE Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / PARCHEGGI PARCHEGGI E DEPOSITI PER BICICLETTE Visione d insieme Piccoli parcheggi per biciclette distribuiti in modo capillare - per esempio supporti

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO E TUTELA DELL AMBIENTE NELLE ATTIVITÀ DI UFFICIO

SICUREZZA SUL LAVORO E TUTELA DELL AMBIENTE NELLE ATTIVITÀ DI UFFICIO Area Ambiente e Sicurezza Strada Nuova 65 27100 Pavia - Uffici: via S. Epifanio 12-27100 Pavia Tel: 0382-98.4827/8/9 Fax 0382-21020 Email: fisanit@unipv.it SICUREZZA SUL LAVORO E TUTELA DELL AMBIENTE NELLE

Dettagli

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici HFX-Mag HFX-Mag Plus HFX-9 HFX-9 HD Informazioni sulla sicurezza Questo tipo di freno è stato progettato per l uso su mountain

Dettagli

LINEA GUIDA PER L ESECUZIONE DI LAVORI TEMPORANEI IN QUOTA CON L IMPIEGO DI SISTEMI DI ACCESSO E POSIZIONAMENTO MEDIANTE FUNI

LINEA GUIDA PER L ESECUZIONE DI LAVORI TEMPORANEI IN QUOTA CON L IMPIEGO DI SISTEMI DI ACCESSO E POSIZIONAMENTO MEDIANTE FUNI MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Dipartimento per le Politiche del Lavoro e dell Occupazione e Tutela dei Lavoratori DIREZIONE GENERALE DELLA TUTELA DELLE CONDIZIONI DI LAVORO DIV. VII -

Dettagli

Posizionamento del Simbolo

Posizionamento del Simbolo , 6 Versione 15, Gennaio 2015 Sezione 6. Linee Guida sul Posizionamento del Simbolo 6.1. Introduzione... 2 6.2. Principi Generali sul Posizionamento... 2 6.3. Linee Guida sul Posizionamento Generale per

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA

REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA Pag. 1 di 16 REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione

Dettagli

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni 3M Italia, Gennaio 2011 Bollettino Istruzioni Applicazione pellicole su vetro Bollettino Istruzioni 3M Italia Spa Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello (MI) Fax: 02 93664033 E-mail 3mitalyamd@mmm.com

Dettagli

La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti

La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti La radiochirurgia tramite Gamma Knife è un metodo ampiamente diffuso per il trattamento di un area selezionata del cervello, detta bersaglio.

Dettagli

Guida non vincolante alla buona prassi nell attuazione della direttiva 2006/25/CE «Radiazioni ottiche artificiali»

Guida non vincolante alla buona prassi nell attuazione della direttiva 2006/25/CE «Radiazioni ottiche artificiali» Guida non vincolante alla buona prassi nell attuazione della direttiva 2006/25/CE «Radiazioni ottiche artificiali» Questa pubblicazione è sostenuta dal programma dell Unione europea per l occupazione e

Dettagli

PLACEMENT OFFICE GUIDA ALLA RICERCA ATTIVA DEL LAVORO

PLACEMENT OFFICE GUIDA ALLA RICERCA ATTIVA DEL LAVORO PLACEMENT OFFICE GUIDA ALLA RICERCA ATTIVA DEL LAVORO 2 Gentili Dottoresse e Dottori, gentili Studentesse e Studenti, l Università degli Studi di Siena è da molti anni fortemente impegnata nelle attività

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE DELLA DGR n 896 del 24/06/2003 Pubblicata sul Bur n 62 del 11/07/2003 2 OGGETTO: Legge n.447/1995 Legge quadro sull inquinamento acustico e legge regionale 14 novembre 2001, n.28 Norme per

Dettagli

Adeguamento dei trattori agricoli o forestali

Adeguamento dei trattori agricoli o forestali Adeguamento dei trattori agricoli o forestali Adeguamento dei trattori agricoli o forestali Adeguamento dei trattori agricoli o forestali ai requisiti minimi di sicurezza per l uso delle attrezzature

Dettagli

INCROCI CON ROTATORIA

INCROCI CON ROTATORIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / INCROCI E ATTRAVERSAMENTI INCROCI CON ROTATORIA Visione d insieme Le rotatorie semplici a una sola corsia costituiscono il tipo di incrocio più sicuro

Dettagli

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale Aggiornamento 2010 Disposizioni UE sulla sicurezza sociale I diritti di coloro che si spostano nell Unione europea ANNI di coordinamento UE in materia di sicurezza sociale Commissione europea Disposizioni

Dettagli

Linea Guida per l Organizzazione di un Sistema Prevenzionale nelle Piccole e Medie Imprese

Linea Guida per l Organizzazione di un Sistema Prevenzionale nelle Piccole e Medie Imprese Linea Guida per l Organizzazione di un Sistema Prevenzionale nelle Piccole e Medie Imprese PRESENTAZIONE Il presente lavoro si propone l obiettivo di fornire un modello organizzativo ispirato ai Sistemi

Dettagli

REGOLAMENTI NAZIONALI DELLE PROVE DI LAVORO SU OVINI. Regolamento Nazionale Generale per le Prove di Lavoro su Ovini

REGOLAMENTI NAZIONALI DELLE PROVE DI LAVORO SU OVINI. Regolamento Nazionale Generale per le Prove di Lavoro su Ovini REGOLAMENTI NAZIONALI DELLE PROVE DI LAVORO SU OVINI Regolamento Nazionale Generale per le Prove di Lavoro su Ovini Regolamento Nazionale per Prove di Lavoro tipo Collecting Style (all inglese) Regolamento

Dettagli

La posta elettronica certificata

La posta elettronica certificata La posta elettronica certificata Redazione a cura di Claudio Petrucci Marco Orazi Francesco Tortorelli Con la collaborazione di Progetto Europa Consulting Supplemento al n. 1/2007 del periodico Innovazione,

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

BREVETTI INTRODUZIONE ALL UTILIZZO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

BREVETTI INTRODUZIONE ALL UTILIZZO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE UIBM_Copertine_080410.qxp:Layout 1 15-04-2010 16:33 Pagina 9 Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la lotta alla contraffazione - UIBM Via Molise, 19-00187 Roma Call

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli