Pierluca Bruna Marketing Sicurezza Macchine e Atex Schneider Electric Membro CEI CT 44 e UNI TC 114

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pierluca Bruna Marketing Sicurezza Macchine e Atex Schneider Electric Membro CEI CT 44 e UNI TC 114"

Transcript

1 Pierluca Bruna Marketing Sicurezza Macchine e Atex Schneider Electric Membro CEI CT 44 e UNI TC 114

2 La Direttiva ATEX 99/92/CE tutela la sicurezza e la salute dei lavoratori che possono essere esposti al rischio di atmosfere esplosive. Riferimento italiano D.Lgs. N.233 del

3 La Direttiva ATEX 94/9/CE regolamenta gli apparecchi e sistemi destinati ad essere utilizzati nei luoghi con pericolo d esplosione. Riferimento italiano DPR n.126 del

4 ATEX 94/9/CE e ATEX 99/92/CE Sono entrate in vigore il 1 luglio

5 ATEX 94/9/CE ATEX 99/92/CE Anche per i luoghi esistenti, in cu c e il rischio d esplosione per la presenza di gas o polveri potenzialmente esplosive, è indispensabile l analisi dei rischi Entro il 30 giugno 2006 il datore di lavoro ha dovuto ripartire le aree con pericolo d esplosione ed applicare le prescrizioni di sicurezza in base alla Direttiva Atex 99/92/CE 5

6 Quali sono i principali settori coinvolti? Alimentari e mangimi: Sostanze: Cereali, zucchero, riso, cacao,tabacco 6

7 Vediamo i principali settori coinvolti Lavorazione carta: Sostanze: Cellulosa 7

8 Vediamo i principali settori coinvolti Lavorazione legno: Sostanze: Polvere di legno, sughero 8

9 Vediamo i principali settori coinvolti Lavorazione metalli: Sostanze: Alluminio, Ferro, grafite 9

10 Vediamo i principali settori coinvolti Altri: Impianti per la lavorazione della gomma, plastica e cotone 10

11 La Direttiva 94/9 è stata recepita in Italia come DPR 126 del 23 marzo 1998 Si applica ai seguenti prodotti destinati ad essere utilizzati in atmosfera esplosiva: Tutti gli apparecchi (elettrici e non elettrici) che nel funzionamento ordinario o anomalo potrebbero produrre sorgenti di accensione quali scintille, superfici calde, archi, fiamme, gas caldi, ecc.ricadono nel campo di applicazione della direttiva 94/9/CE. 11

12 La Direttiva 94/9 è stata recepita in Italia come DPR 126 del 23 marzo 1998 Classificazione delle apparecchiature: Gruppo I: prodotti da utilizzarsi in miniere grisutose Gruppo II: apparecchiature destinate all'utilizzo in superficie. Per gli apparecchi in superficie esistono tre categorie, in funzione del livello di protezione (zona di utilizzo). Le categorie sono individuate dal numero 1,2,3 seguito dalla lettera G (Gas) e D (Dust/polveri): 12

13 La Direttiva 94/9 è stata recepita in Italia come DPR 126 del 23 marzo 1998 Classificazione delle apparecchiature: Le apparecchiature di categoria 1 e 2 devono essere certificate con esame CE di tipo da parte di un organismo notificato Le apparecchiature di categoria 3 non è obbligatorio la certificazione da parte dell'organismo notificato, è sufficiente una dichiarazione scritta di conformità alla Direttiva 13

14 La Direttiva 94/9 è stata recepita in Italia come DPR 126 del 23 marzo 1998 Classificazione delle aree Nella zona 20 bisogna installare la Categoria 1 Apparecchi o sistemi di protezione che garantiscono un livello di protezione molto elevato Nella zona 21 bisogna installare la Categoria 2 Apparecchi o sistemi di protezione che garantiscono un livello di protezione elevato Nella zona 22 bisogna installare la Categoria 3 Apparecchi o sistemi di protezione che garantiscono un livello di protezione normale 14

15 Le norme armonizzate alla Direttiva Atex 94/9 EN CEI Costruzioni protette da custodie - Costruzioni e prove - Si applica alle costruzioni elettriche protette da custodie e con limiti di temperatura per uso in aree ATEX D - Vengono elencate le prescrizioni e le prove per le costruzioni in categoria 1, 2 e 3: le tipologie di custodia, le entratate cavo, i fusibili, le prese-spine, i collegamenti equipotenziali, le lampade ecc. 15

16 Le norme armonizzate alla Direttiva Atex 94/9 EN CEI Costruzioni protette da custodie. Scelta, installazione e manutenzione - Vengono elencate le prescrizioni relative all installazione e al cablaggio: tipo di cavo, connessioni e tubi di protezione; l ispezione e la manutenzione - Scelta delle apparecchiature irradianti e ad ultrasuoni. 16

17 Le norme armonizzate alla Direttiva Atex 94/9 EN CEI Classificazione delle aree - Elenca la procedura da attuarsi nella classificazione, esamina i tipi di emissione (continuo, primo e secondo grado) - Definisce le tre zone: 20, 21 e 22 17

18 EN Classificazione dei luoghi dove possono essere presenti polveri combustibili Esempio A1. Un'unità di svuotamento sacchi all'interno di un edificio senza estrazione aria 18

19 EN Esempio A1 Nella zona 21, il finecorsa XCMD4116L5EX controlla la protezione mobile; le pulsantiere di comando XAWF310EX e XAWF198EX per il comando macchina 19

20 EN Esempio A4. Sistema ribaltamento bidoni posto all interno di un edificio senza estrazione aria 20

21 EN Esempio A4. Sistema ribaltamento bidoni posto all interno di un edificio senza estrazione aria 21

22 EN Esempio A4. Sistema ribaltamento bidoni posto all interno di un edificio senza estrazione aria N.2 finecorsa XCKJ390513H29EX controllano le protezioni, la presenza del bidone è rilevata dal Namur XSDN401229EX. L arresto d'emergenza XY2CE2A250EX e la pulsantiera di comando XAWF310EX 22

23 Nuova gamma Schneider Electric Atex D - Componenti di Rilevamento - Unità di comando e segnalazione -Sicurezza macchine - Automazione - Carpenterie per quadri 23

24 Tutti i componenti Schneider Electric Atex D sono certificati in categoria 2, per applicazione nelle zone classificate 21 o 22 24

25 La Direttiva 94/9 è stata recepita in Italia come DPR 126 del 23 marzo 1998 Marcatura prodotto e caratteristiche Certificato INERIS Viti di sicurezza Morsetto di terra Pressacavo certificato ISO M20 Numero serie prodotto 25

26 La Direttiva 94/9 è stata recepita in Italia come DPR 126 del 23 marzo 1998 Marcatura prodotto II 2 D td A21 IP67 T85 C INERIS

27 Documenti richiesti di accompagnamento Dichiarazione di conformità Istruzioni di servizio 27

28 LA DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE Guida alla scelta Componenti per applicazione in zone a rischio d esplosione Catalogo Essenziale Automazione e Controllo Sito internet Disponibile un sito dedicato ad Atex con la Direttiva, la Guida ed i documenti prodotto: certificazioni, istruzioni di servizio 28

29 Grazie per l attenzione. 29

Impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione 5 INDICE

Impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione 5 INDICE Impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione 5 INDICE Capitolo 1 - La direttiva 99/92/CE (DLgs 81/08, Titolo XI) 11 1.1 Introduzione 11 1.2 Ambito di applicazione 11 1.3 Obblighi generali di

Dettagli

Valutazione del rischio esplosione

Valutazione del rischio esplosione Anno 2008 Valutazione del Rischio Esplosione v.02 1 Definizione di AT.EX.=Atmosphere Explosive Si ha esplosione in presenza contemporanea di combustibile, comburente, sorgente d innesco e condizioni di

Dettagli

ATEX 94/9/CE -Tutti i rischi di esplosione Qualsiasi Qualsiasi componente componente con con potenziale potenziale sorgente sorgente di di innesco inn

ATEX 94/9/CE -Tutti i rischi di esplosione Qualsiasi Qualsiasi componente componente con con potenziale potenziale sorgente sorgente di di innesco inn La marcatura CE secondo la Direttiva ATEX 94/9/CE (DPR 126/98) di apparecchiature in atmosfere esplosive. INTEL, 19.05.2005 Ing. Ing. Maurizio Toninelli info@ @atexsafetyservice. info atexsafetyservice.it

Dettagli

La certificazione ATEX. Nota informativa

La certificazione ATEX. Nota informativa La certificazione ATEX Nota informativa PRINCIPI DI SICUREZZA Gli impianti dove vengono lavorate e depositate sostanze infiammabili devono essere progettati, eserciti e mantenuti in modo da ridurre al

Dettagli

Direttiva Europea ATEX 99/92/CE

Direttiva Europea ATEX 99/92/CE Direttiva Europea ATEX 99/92/CE Gas, vapori, nebbie infiammabili e polveri combustibili: il rischio di esplosione e la tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori 1 Direttiva Europea ATEX 99/92/CE

Dettagli

ASPETTI GENERALI DELLA DIRETTIVA ATEX

ASPETTI GENERALI DELLA DIRETTIVA ATEX ASPETTI GENERALI DELLA DIRETTIVA ATEX La direttiva 94/9/CE, nota come ATEX (acronimo delle parole francesi ATmosphères EXplosibles), è una direttiva comunitaria che definisce i requisiti minimi in materia

Dettagli

ELENCO NOMRATIVE VIGENTI SULLA DIRETTIVA ATEX

ELENCO NOMRATIVE VIGENTI SULLA DIRETTIVA ATEX PUBBLICAZIONE IDENTIFICATIVO ITALIA TITOLO NOTE 12/06/2003 d. lgs. N. 233 23/03/1998 D.P.R. N. 126 Direttiva 94/9/CE Attuazione della direttiva 1999/92/CE relativa alle prescrizioni minime per il miglioramento

Dettagli

ATEX 94/9/CE in materia di prodotti destinati ad essere utilizzati in atmosfere potenzialmente esplosive

ATEX 94/9/CE in materia di prodotti destinati ad essere utilizzati in atmosfere potenzialmente esplosive ATEX 94/9/CE in materia di prodotti destinati ad essere utilizzati in atmosfere potenzialmente esplosive Direttiva 94/9/ CE A partire dal 30/06/2003 i prodotti immessi sul mercato, o messi in servizio,

Dettagli

ATEX CERTIFICATI DI CONFORMITA

ATEX CERTIFICATI DI CONFORMITA ATEX CERTIFICATI DI CONFORMITA 1999/9/CE 014/34/UE 1999/9/CE Luoghi con pericolo di esplosione, classificazione aree, misura di prevenzione e protezione contro le esplosioni. Valutazione a carico di chi

Dettagli

REV motive power transmission. addendum delphi Ex

REV motive power transmission. addendum delphi Ex REV04 1.1.16 motive power transmission addendum delphi Ex II 3G Ex na IIB T4 Gc (gas) II 3D Ex tc IIIB T125 C Dc (polveri) (-15 C Ta +40 C) Riferimenti normativi: Norm a (ult. ediz.) titolo Dir.2014/34/UE

Dettagli

DPR 462/01. Pasquale Fattore ATEX DAY Bologna, 23 ottobre 2014

DPR 462/01. Pasquale Fattore ATEX DAY Bologna, 23 ottobre 2014 DPR 462/01 Pasquale Fattore ATEX DAY Bologna, 23 ottobre 2014 DPR 462 del 22 Ottobre 2001 Il decreto 462/01 DPR 462 del 22 Ottobre 2001 Regolamento di semplificazione del procedimento per la denuncia d

Dettagli

Direttiva di Prodotto - 94/9 CE

Direttiva di Prodotto - 94/9 CE Direttiva di Prodotto - 94/9 CE D.P.R. n 126 28 marzo 1998 Regolamento in materia di apparecchi e sistemi di protezione destinati ad essere utilizzati in atmosfere potenzialmente esplosive Atmosfere Esplosive.

Dettagli

NORME CEI ARMONIZZATE RECEPIMENTO DELLE NORMATIVE EN

NORME CEI ARMONIZZATE RECEPIMENTO DELLE NORMATIVE EN RISCHIO ESPLOSIONE Convegno ATEX 3. Recepimento Normative EN 1 Mantova 2 Aprile 2008 NORME CEI ARMONIZZATE RECEPIMENTO DELLE NORMATIVE EN Valdisolo Paolo - ASL Mantova D.Lgs. 233/03 Art. 88-octies. Aree

Dettagli

D. Lgs. 81/08 Titolo XI

D. Lgs. 81/08 Titolo XI D. Lgs. 81/08 Titolo XI PROTEZIONE DA ATMOSFERE ESPLOSIVE Il presente titolo prescrive le misure per la tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori esposti al rischio di Atmosfere Esplosive. Tecnico

Dettagli

Sistemi Atex, Tubi Rigidi e Accessori

Sistemi Atex, Tubi Rigidi e Accessori SISTEMI PER LA DISTRIBUZIONE - RTA Sistemi Atex, Tubi Rigidi e Accessori Sistema di derivazione Atex Sistemi di tubi rigidi P. 358 Introduzione P. 366 Introduzione P. 374 Raccordi meccanici P. 378 Guidacavi

Dettagli

Prevenzione e Sicurezza - Rischio Atex in ambiente di lavoro Lista di controllo per la verifica dell applicazione del Titolo XI del D.Lgs.

Prevenzione e Sicurezza - Rischio Atex in ambiente di lavoro Lista di controllo per la verifica dell applicazione del Titolo XI del D.Lgs. Prevenzione e Sicurezza - Rischio Atex in ambiente di lavoro Lista di controllo per la verifica dell applicazione del Titolo XI del D.Lgs. 81/08 data operatore/i Ragione Sociale, Indirizzo, timbro dell

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LE ATTIVITÀ DI ISPEZIONE AI SENSI DEL D.P.R. 462/01

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LE ATTIVITÀ DI ISPEZIONE AI SENSI DEL D.P.R. 462/01 Titolo Riferimento Revisione e data entrata in vigore Approvato da PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LE ATTIVITÀ DI ISPEZIONE AI SENSI DEL D.P.R. 462/01 PR. PART. ISP/TERRE Rev. 0 del 02/01/2017 IMQ S.p.A.

Dettagli

MiKe-X. hazardous areas pulsantiera pensile. opzioni. caratteristiche. certificazioni

MiKe-X. hazardous areas pulsantiera pensile. opzioni. caratteristiche. certificazioni hazardous areas pulsantiera pensile MiKe-X Pulsantiera pensile explosion proof per comando ausiliario, robusta, afidabile e maneggevole, progettata per l impiego nell industria pesante in aree potenzialmente

Dettagli

EUROFINS PRODUCT TESTING ITALY

EUROFINS PRODUCT TESTING ITALY EUROFINS PRODUCT TESTING ITALY Direttive Europee per la certificazione dei prodotti La nuova Direttiva 2014/34/UE ATEX Global Overview 2016.v01 Ambito di applicazione La direttiva 2014/34/UE stabilisce,

Dettagli

Pericolo di esplosione: nuove norme

Pericolo di esplosione: nuove norme Pericolo di esplosione: nuove norme Pubblicato il: 03/06/2003 Aggiornato al: 03/06/2003 di Gianfranco Ceresini Una panoramica completa sulle nuove direttive comunitarie per i luoghi con pericolo di esplosione.

Dettagli

Serie ALUBOX Cassette di derivazione in lega di alluminio IP66

Serie ALUBOX Cassette di derivazione in lega di alluminio IP66 Serie UBOX Cassette di derivazione in lega di alluminio IP > CASSETTE - IP Serie UBOX Serie UBOX-EX Dimensioni () Viti per fissaggio coperchio Viti per messa a terra Peso (Kg) 00 x 00 x 59 n 2 M5x0 n M4x

Dettagli

Le direttive ATEX Il controllo delle atmosfere esplosive tramite inertizzazione

Le direttive ATEX Il controllo delle atmosfere esplosive tramite inertizzazione Le direttive ATEX Il controllo delle atmosfere esplosive tramite inertizzazione ATS della Città Metropolitana di Milano SC PSAL SS Sicurezza Elettrica dott. Mauro Baldissin Tecnico della prevenzione 17.05.2016

Dettagli

Armatura di segnalazione ostacoli serie XLFE-4

Armatura di segnalazione ostacoli serie XLFE-4 SCHEDA TECNICA NUOVO PRODOTTO Rev. 0 10/2011 Armatura di segnalazione ostacoli serie XLFE-4 1 - Scheda Tecnica Prodotto - Armatura di segnalazione ostacoli XLFE-4 MARCATURA 1. Il simbolo CE significa "Conformité

Dettagli

ATEX, tutto quello che bisogna sapere

ATEX, tutto quello che bisogna sapere ATEX, tutto quello che bisogna sapere Con l avvento delle Direttive ATEX, non sono più ammessi prodotti ornari ove è possibile la formazione atmosfere esplosive: si specializza la progettazione e nascono

Dettagli

Settori principalmente coinvolti dalla valutazione ATEX

Settori principalmente coinvolti dalla valutazione ATEX Settori principalmente coinvolti dalla valutazione ATEX Distributori di carburanti Luoghi agricoli o zootecnici Cantine vinicole e distillerie Deposito bombole di gas infiammabili Processi di verniciatura

Dettagli

Atex. Leggi e norme di riferimento. Legenda dei simboli II =

Atex. Leggi e norme di riferimento. Legenda dei simboli II = Serie 119 Leggi e norme di riferimento Direttiva TEX 94/9/CE pparecchi e sistemi di protezione destinati a essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva. linee guida TEX 94/9/CE Guida all'applicazione

Dettagli

Direttiva ATEX. Normative per Ambienti con Pericolo di Esplosione

Direttiva ATEX. Normative per Ambienti con Pericolo di Esplosione Direttiva ATEX Normative per Ambienti con Pericolo di Esplosione DIRETTIVE EUROPEE A partire dal 1 luglio 2003 sono entrate definitivamente in vigore: Direttiva ATEX 94/9/CE (direttiva di prodotto) recepita

Dettagli

S016 Raccolta di Norme fondamentali per impianti elettrici

S016 Raccolta di Norme fondamentali per impianti elettrici 6578 CEI 0-2 0 120 Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici 6366 CEI 0-10 0 110 Guida alla manutenzione degli impianti elettrici 6613 CEI 0-11 0 75 Guida alla

Dettagli

Zone a rischio di esplosione e incendio: le falegnamerie

Zone a rischio di esplosione e incendio: le falegnamerie Dicembre 2016 Zone a rischio di esplosione e incendio: le falegnamerie Le falegnamerie sono impianti di lavorazione del legno, solitamente rappresentati da capannoni industriali, nei quali una serie di

Dettagli

MODELLI DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

MODELLI DI VALUTAZIONE DEI RISCHI I PRODOTTI DI Modelli per la valutazione dei rischi, Kit, Linee guida, Modello di DVR rischio esplosione (cod. 300.08) DIMOSTRATIVO MODELLI DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Modello di documento di valutazione

Dettagli

Classificazione delle aree

Classificazione delle aree Classificazione delle aree con pericolo di esplosione Ing. Maurizio Toninelli Classificazione delle aree Metodo di analisi e di suddivisione convenzionale dei luoghi in ZONE PERICOLOSE e ZONE NON PERICOLOSE

Dettagli

Atex. Serie. Serie Atex

Atex. Serie. Serie Atex 123 Serie Serie Leggi e norme di riferimento Direttiva TEX 94/9/CE Linee guida TEX 94/9/CE EN 60079-0:2012 EN 60079-7:2007 EN 60079-31:2009 pparecchi e sistemi di protezione destinati a essere utilizzati

Dettagli

Proiettore SLFE- 40. Scheda Tecnica Nuovo Prodotto. Scheda N : 0002/2008 rev.01 del 27/02/2009. Nuovo prodotto: Marcatura

Proiettore SLFE- 40. Scheda Tecnica Nuovo Prodotto. Scheda N : 0002/2008 rev.01 del 27/02/2009. Nuovo prodotto: Marcatura Pag. 1 di 5 Scheda N : 0002/2008 rev.01 del 27/02/2009 Nuovo prodotto: Proiettore SLFE- 40 Marcatura CE 0722: II 2 GD Ex de IIB Ex td A21 IP66 T2/T3 T148 C T221 C Ta -25 C +55 C 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

Dettagli

LA CONFORMITA ALLE DIRETTIVE TECNICHE COMUNITARIE

LA CONFORMITA ALLE DIRETTIVE TECNICHE COMUNITARIE LA CONFORMITA ALLE DIRETTIVE TECNICHE COMUNITARIE ALCUNE DIRETTIVE TECNICHE PORTANO ALL APPOSIZIONE DEL MARCHIO CE (CONFORMITA EUROPEA ) PRIMA DI APPORRE IL MARCHIO CE IL FABBRICANTE O PRODUTTORE O IMPORTATORE

Dettagli

S016 Raccolta di Norme fondamentali per impianti elettrici

S016 Raccolta di Norme fondamentali per impianti elettrici 6578 CEI 0-2 0 120 Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici 6366 CEI 0-10 0 110 Guida alla manutenzione degli impianti elettrici 6613 CEI 0-11 0 75 Guida alla

Dettagli

Istruzioni per l'uso (parte rilevante per la sicurezza ATEX e IEC Ex) Sensori induttivi NAMUR NN504A NN505A /00 02/2014

Istruzioni per l'uso (parte rilevante per la sicurezza ATEX e IEC Ex) Sensori induttivi NAMUR NN504A NN505A /00 02/2014 Istruzioni per l'uso (parte rilevante per la sicurezza ATEX e IEC Ex) Sensori induttivi NAMUR NN504A NN505A 80001940/00 02/2014 Indicazioni per l impiego sicuro in zone potenzialmente esplosive Uso conforme

Dettagli

EVF-18X. Ex d. Pittogrammi di segnalazione Vetro borosilicato. Led monitoraggio batteria. Coperchio lampada per sostituzione tubo fluorescente

EVF-18X. Ex d. Pittogrammi di segnalazione Vetro borosilicato. Led monitoraggio batteria. Coperchio lampada per sostituzione tubo fluorescente Ex d EVF-18X - Adatta per l illuminazione di vie di fuga e uscite di sicurezza - Monitoraggio led funzionamento batteria - P er lampade fluorescenti da 8W Pittogrammi di segnalazione Vetro borosilicato

Dettagli

CORSI Formazione professionale in materia di: sicurezza, normativa tecnica, tecnologie impiantistiche e tecniche di visualizzazione

CORSI Formazione professionale in materia di: sicurezza, normativa tecnica, tecnologie impiantistiche e tecniche di visualizzazione CORSI 2013 Formazione professionale in materia di: sicurezza, normativa tecnica, tecnologie impiantistiche e tecniche di visualizzazione I corsi dello Studio Zaghi relativi al settore TECNICO sono nati

Dettagli

DIN. Finecorsa di posizione. opzioni. CaratterIstIChe. CertIFICazIoNI

DIN. Finecorsa di posizione. opzioni. CaratterIstIChe. CertIFICazIoNI Finecorsa di posizione DIN Finecorsa di posizione progettato per il controllo del movimento di carriponte, paranchi e macchine operatrici industriali. Din è utilizzato nei settori del sollevamento edile

Dettagli

DAL D.P.R. 547/55. AL NUOVO DLgs 81/08

DAL D.P.R. 547/55. AL NUOVO DLgs 81/08 DAL D.P.R. 547/55 AL NUOVO DLgs 81/08 DLgs del 9 / 4 / 08 n. 81 TESTO UNICO SULLA SICUREZZA ART. 80. OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO 1) Il datore di lavoro prende le misure necessarie affinché i materiali,

Dettagli

La valutazione ATEX e RAMSES 4 Un approccio integrato

La valutazione ATEX e RAMSES 4 Un approccio integrato La valutazione ATEX e RAMSES 4 Un approccio integrato Sergio Colombo, Sindar srl, Lodi Sindar srl, Milano, Corso5-7 Archinti novembre 35, 2002 26900 Lodi www.sindar.it 1 Introduzione Negli ultimi 12 anni

Dettagli

TRENTO 01 GIUGNO 06. Prospettive e nuove opportunità. Novità legislative e normative

TRENTO 01 GIUGNO 06. Prospettive e nuove opportunità. Novità legislative e normative TRENTO 01 GIUGNO 06 Prospettive e nuove opportunità Novità legislative e normative Studio Tecnico Zecchini Via Rivedele 24 fraz.ischia 38057 Pergine Valsugana TN Telefono 0461-531756 Fax 0461-7431151Cellulare

Dettagli

/ 2014

/ 2014 Istruzioni per l'uso (parte rilevante per la protezione antideflagrante) per sonda di livello PS3xxA ai sensi della direttiva UE 94/9/CE Appendice VIII (ATEX), gruppo II, categoria di apparecchi 1D/1G

Dettagli

Tarature sicure e accurate in aree pericolose con i calibratori portatili a sicurezza intrinseca

Tarature sicure e accurate in aree pericolose con i calibratori portatili a sicurezza intrinseca Tarature sicure e accurate in aree pericolose con i calibratori portatili a sicurezza intrinseca Gli impianti industriali costituiscono frequentemente una zona pericolosa. Molti materiali essenziali per

Dettagli

Fonte:

Fonte: Fonte: www.ciemmeci.org Rischio meccanico Definizione Il rischio principale connesso rischio meccanico legato principalmente: alla presenza di elementi di diversa natura in movimento relativo fra loro

Dettagli

Supplemento al Manuale d istruzione, messa in servizio, uso e manutenzione

Supplemento al Manuale d istruzione, messa in servizio, uso e manutenzione Supplemento al Manuale d istruzione, messa in servizio, uso e manutenzione Prescrizioni particolari per l installazione e l uso in ambienti potenzialmente esplosivi con presenza di gas o polveri combustibili

Dettagli

Analisi di Rischio Semiquantitativa in Supporto alle Valutazioni in Presenza di Atmosfere Esplosive (ATEX)

Analisi di Rischio Semiquantitativa in Supporto alle Valutazioni in Presenza di Atmosfere Esplosive (ATEX) XXI Convegno 3ASI Roma, 22-23 Novembre 2005 Analisi di Rischio Semiquantitativa in Supporto alle Valutazioni in Presenza di Atmosfere Esplosive (ATEX) T. Pezzo*, D. Vannucci, G.Uguccioni D Appolonia S.p.A.

Dettagli

I SERVIZI IMQ PER LA DIRETTIVA ATEX - Apparecchi, componen

I SERVIZI IMQ PER LA DIRETTIVA ATEX - Apparecchi, componen I SERVIZI IMQ PER LA DIRETTIVA ATEX Apparecchi, componenti, dispositivi di sicurezza e sistemi I SERVIZI IMQ PER LA DIRETTIVA ATEX - Apparecchi, componen IMQ È ORGANISMO NOTIFICATO (NUMERO IDENTIFICATIVO

Dettagli

Omologazione e verifiche periodiche degli impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione, secondo DPR 462/01.

Omologazione e verifiche periodiche degli impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione, secondo DPR 462/01. Omologazione e verifiche periodiche degli impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione, secondo DPR 462/01. Giovanni Michele Sai ARPA Piemonte Verifiche impiantistiche g.sai@arpa.piemonte.it

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CLASSIFICAZIONE DEI LUOGHI CON PERICOLO DI ESPLOSIONE PER LA PRESENZA DI GAS, VAPORI O NEBBIE INFIAMMABILI

RELAZIONE TECNICA DI CLASSIFICAZIONE DEI LUOGHI CON PERICOLO DI ESPLOSIONE PER LA PRESENZA DI GAS, VAPORI O NEBBIE INFIAMMABILI Via Milano, 12/B 24040 Bonate Sopra (BG) TEL 035/6010028 FAX 035/992035 Web: www.cs-progetti.it @mail: studio@cs-progetti.it - per. ind. Claudio Boschini - per. ind. Simone Plebani - RELAZIONE TECNICA

Dettagli

CHARLIE. Pulsantiera pensile. opzioni. CARAttERIstICHE. CERtIFICAzIonI

CHARLIE. Pulsantiera pensile. opzioni. CARAttERIstICHE. CERtIFICAzIonI Pulsantiera pensile CHARLIE Pulsantiera pensile per comando ausiliario di dimensioni compatte. Design moderno ed intuitivo, sviluppato da uno studio di design industriale in base a speciiche quali tecnicismo,

Dettagli

Scheda Tecnica Nuovo Prodotto

Scheda Tecnica Nuovo Prodotto Pag. 1 di 5 Scheda N : 0003/2008 rev.02 del 10/05/2011 Armature illuminanti FLFE FLFE-218 Nuovo prodotto: FLFE-236 FLFE-258 Marcatura CE 0722: II 2 GD Ex de IIC Ex td A21 IP66 T6 T70 C T80 C Ta -20 C +45

Dettagli

ELENCO NORME PER SELEZIONE al: 30/06/02

ELENCO NORME PER SELEZIONE al: 30/06/02 UNI 10779:22 01/05/02 51,50 25,75 01 Impianti di estinzione incendi - Reti di idranti - Progettazione, installazione ed esercizio UNI 10988:22 01/04/02 32, 16, Arredamento per esercizi commerciali - Scaffalature

Dettagli

Aspirazione ad alta pressione di materiale esplodibile

Aspirazione ad alta pressione di materiale esplodibile Aspirazione ad alta pressione di materiale esplodibile Recupero di polvere fine metallica Le proprietà principali da analizzare delle polveri combustibili/conduttive sono: Granulometria; Il punto d infiammabilità;

Dettagli

Istruzioni per l'uso ATEX Ripartitore in inox E7354A

Istruzioni per l'uso ATEX Ripartitore in inox E7354A Istruzioni per l'uso ATEX Ripartitore in inox E7354A 7390937/00 07/2012 Indicazioni per l impiego sicuro in zone potenzialmente esplosive Uso conforme Impiego in zone potenzialmente esplosive ai sensi

Dettagli

SCHEDA TECNICA /061005

SCHEDA TECNICA /061005 SCHEDA TECNICA 2154645/061005 INTERRUTTORE DI MANOVRA SEZIONA- TORE 3 x 400 A 400 V c.a. COMBINATO CON PORTAFUSIBILE ED ASSEMBLATO SU PIA- STRA DI SUPPORTO (QUADRI B.T.) (Immagine puramente illustrativa)

Dettagli

SLEE. - Adatto alle basse -50 C e alle alte temperature +55 C - Elevato grado di protezione IP67 - Esecuzione IIB + H2 (idrogeno) - Zona 1, 2, 21, 22

SLEE. - Adatto alle basse -50 C e alle alte temperature +55 C - Elevato grado di protezione IP67 - Esecuzione IIB + H2 (idrogeno) - Zona 1, 2, 21, 22 SLEE - Adatto alle basse -50 C e alle alte temperature +55 C - Elevato grado di protezione IP67 - Esecuzione IIB + H2 (idrogeno) - Zona 1, 2, 21, 22 Staffa di fiss aggio Cerniere per aper tura vano portalampa

Dettagli

Accessori e componenti per impianti elettrici in zone Ex

Accessori e componenti per impianti elettrici in zone Ex Accessori e componenti per impianti elettrici in zone Ex Via dei Mille, 12-20061 - Carugate (MI) - Italy Tel. +39 02 25060297 - Fax +39 02 25060298 mail: info@ribco.it PRESSACAVI PRESSACAVO PAGINE CATALOGO

Dettagli

MANUTENZIONE ATE A X 1

MANUTENZIONE ATE A X 1 MANUTENZIONE ATEX 1 2 3 4 Aspetti tecnici riguardo l esplosione da polvere e da gas 5 6 7 8 9 LEL e UEL 10 LEL e UEL 100 90 80 70 60 50 LEL UEL 40 30 20 10 0 BENZINA ACETONE ALCOL ETILICO ETERE ETILICO

Dettagli

Interruttori di sicurezza

Interruttori di sicurezza Interruttori di sicurezza Area critica dell impianto La protezione mobile L allegato I della direttiva macchine punto 1.4.2.2 stabilisce i requisiti: - Un ostacolo di natura adeguata garantisca una protezione

Dettagli

Istruzioni per l'uso ATEX Ripartitore per cavo piatto E7377A

Istruzioni per l'uso ATEX Ripartitore per cavo piatto E7377A Istruzioni per l'uso ATEX Ripartitore per cavo piatto E7377A IT 7390938/00 07/2012 Indicazioni per l impiego sicuro in zone potenzialmente esplosive Uso conforme Impiego in zone potenzialmente esplosive

Dettagli

SISTEMA DI PROTEZIONE PER CAVI ELETTRICI RACCORDI ANACONDA ATEX

SISTEMA DI PROTEZIONE PER CAVI ELETTRICI RACCORDI ANACONDA ATEX SISTM DI PROTZION PR VI LTTRII RORDI NOND TX Descrizione raccordi-pressacavo tex naconda I raccordi-pressacavo naconda, certificati TX xd e xe, in combinazione con le guaine naconda Sealtite, rappresentano

Dettagli

PRODOTTI ANTI ESPLOSIONE. Per applicazioni in ambienti a rischio d esplosione ATEX-IECEx

PRODOTTI ANTI ESPLOSIONE. Per applicazioni in ambienti a rischio d esplosione ATEX-IECEx PRODOTTI ANTI ESPLOSIONE Per applicazioni in ambienti a rischio d esplosione ATEX-IECEx Azienda Il GRUPPO SCAME, fondato nel 1963 con la nascita della capogruppo Scame Parre S.p.A., comprende oggi 19 aziende

Dettagli

Pedaliera. CaratteristiChe. opzioni. CertiFiCazioni

Pedaliera. CaratteristiChe. opzioni. CertiFiCazioni 6200 Pedaliera 6200 Pedaliera per comando ausiliario di macchine industriali. Interviene sul motore della macchina agendo su un interfaccia di potenza, come un contattore. CaratteristiChe Pulsante a fungo

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO PREMESSE La presente relazione ha lo scopo di definire l intervento dal punto di vista elettrico in quanto si hanno le seguenti lavorazioni: adeguamento del quadro elettrico

Dettagli

/ AC528A / AC542A / AC546A / AC551A / AC570A

/ AC528A / AC542A / AC546A / AC551A / AC570A Istruzioni per l'uso (parte rilevante per la sicurezza ATEX) Moduli AS-i (AirBox) AC246A / AC528A / AC542A / AC546A / AC551A / AC570A IT 80008907/00 12/2014 2 Istruzioni per l'uso (parte rilevante per

Dettagli

Pagina 1 di 11 CHECK LIST DELLE APPARECCHIATURE ATEX. Verifica Visiva (V) Verifica Ravvicinata (R) Verifica Dettagliata (D) COSTRUZIONI ELETTRICHE

Pagina 1 di 11 CHECK LIST DELLE APPARECCHIATURE ATEX. Verifica Visiva (V) Verifica Ravvicinata (R) Verifica Dettagliata (D) COSTRUZIONI ELETTRICHE Pagina 1 di 11 Verifica Visiva (V) Verifica Ravvicinata (R) Verifica Dettagliata (D) APPARECCHIATURE ELETTRICHE EX_d L apparecchiatura elettrica è idonea alle prescrizioni della zona - EPL del luogo Il

Dettagli

S016 Raccolta di Norme fondamentali per impianti elettrici

S016 Raccolta di Norme fondamentali per impianti elettrici 6578 CEI 0-2 0 120 Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici 6366 CEI 0-10 0 110 Guida alla manutenzione degli impianti elettrici 6613 CEI 0-11 0 75 Guida alla

Dettagli

Rischi da atmosfere esplosive. Copyright Diritti riservati

Rischi da atmosfere esplosive. Copyright Diritti riservati Rischi da atmosfere esplosive Copyright Diritti riservati ATEX = ATmosphères EXplosibles Definizione (art. 288 - D. Lgs. 81/2008 s.m.i.) Atmosfera esplosiva: una miscela con l aria, a condizioni atmosferiche,

Dettagli

Istruzioni per l'uso ATEX Ripartitore per cavo piatto E7377A

Istruzioni per l'uso ATEX Ripartitore per cavo piatto E7377A Istruzioni per l'uso ATEX Ripartitore per cavo piatto E7377A 80008909/00 08/2014 Indicazioni per l impiego sicuro in zone potenzialmente esplosive Uso conforme Impiego in zone potenzialmente esplosive

Dettagli

INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DI PROVA CEI EN 50191

INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DI PROVA CEI EN 50191 INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DI PROVA CEI EN 50191 Introduzione La norma EN 50191 definisce in p a r t i c o l a r e i r e q u i s i t i p e r i l f u n z i o n a m e n t o s i c

Dettagli

Fupact 2012-2013. Catalogo. Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A

Fupact 2012-2013. Catalogo. Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A Fupact Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A Catalogo 2012-2013 TM Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili Un nuovo approccio alla protezione elettrica Fupact INF da 32

Dettagli

Rischio da atmosfere esplosive (ATEX) Premessa Obiettivi

Rischio da atmosfere esplosive (ATEX) Premessa Obiettivi Risschi io da attmossfferre esspl lossi ive ((ATTEX)) Premessa Nonostante i continui miglioramenti delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro che hanno caratterizzato gli ultimi decenni,

Dettagli

CORSO PER RSPP - ASPP MODULO B

CORSO PER RSPP - ASPP MODULO B CORSO PER RSPP - ASPP MODULO B Il modulo B di specializzazione è relativo al corso di formazione che tratta la natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative.

Dettagli

Documentazione attestante l adeguatezza dell impianto elettrico e dell impianto di protezione contro i fulmini. Alba, 10 dicembre 2015

Documentazione attestante l adeguatezza dell impianto elettrico e dell impianto di protezione contro i fulmini. Alba, 10 dicembre 2015 Documentazione attestante l adeguatezza dell impianto elettrico e dell impianto di protezione contro i fulmini Alba, 10 dicembre 2015 La è uno strumento necessario al datore di lavoro per: La valutazione

Dettagli

Manuale d'istruzioni Custodia di montaggio. Ex-EBG ➀.O. 1. Informazioni sul presente documento. Sommario

Manuale d'istruzioni Custodia di montaggio. Ex-EBG ➀.O. 1. Informazioni sul presente documento. Sommario 1. Informazioni sul presente documento Manuale d'istruzioni........... Pagine da 1 a 6 Traduzione del manuale d'istruzioni originale 1.1 Funzione Il presente manuale d'istruzioni fornisce le informazioni

Dettagli

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica (Prima parte) Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI L articolo 7 del Decreto Ministeriale 22/01/2008,

Dettagli

Apparecchi per illuminazione e segnalazione di sicurezza antideflagranti

Apparecchi per illuminazione e segnalazione di sicurezza antideflagranti Apparecchi per illuminazione e segnalazione di sicurezza antideflagranti mologato per ambienti O a rischio di esplosione delle zone ex-gas 1 e 21 e delle zone ex-polvere 2 e 22 levato grado di protezione

Dettagli

GASD C Foglio 1 di 5

GASD C Foglio 1 di 5 Foglio 1 di 5 ID DESCRIZIONE ID DESCRIZIONE 1 Morsetto per il collegamento alla terra di protezione 10 Contenitore 2 Amperometro da quadro per la misura della corrente drenata 11 Morsettiera per il collegamento

Dettagli

Termoresistenze per misura temperatura ambiente Modello TR60-A, termoresistenza per esterni Modello TR60-B, termoresistenza per interni

Termoresistenze per misura temperatura ambiente Modello TR60-A, termoresistenza per esterni Modello TR60-B, termoresistenza per interni Misura di temperatura elettrica Termoresistenze per misura temperatura ambiente Modello TR60-A, termoresistenza per esterni Modello TR60-B, termoresistenza per interni Scheda tecnica WIKA TE 60.60 per

Dettagli

SV SISTEMI DI SICUREZZA ITALIA EXFIRE360 ZONE DI INSTALLAZIONE SPECIFICA TECNICA REVISIONE 04 DEL 30/01/2012 TM 0011 IT REV04

SV SISTEMI DI SICUREZZA ITALIA EXFIRE360 ZONE DI INSTALLAZIONE SPECIFICA TECNICA REVISIONE 04 DEL 30/01/2012 TM 0011 IT REV04 SV SISTEMI DI SICUREZZA ITALIA EXFIRE360 ZONE DI INSTALLAZIONE SPECIFICA TECNICA REVISIONE 04 DEL 30/01/2012 TM 0011 IT REV04 Riproduzione vietata Pagina 1 of 7 TM 0011 IT REV04 SV Sistemi di Sicurezza

Dettagli

NORMAZIONE ELETTRICA IN LINEA CON LA DIRETTIVA 94/9/CEE

NORMAZIONE ELETTRICA IN LINEA CON LA DIRETTIVA 94/9/CEE NORMAZIONE ELETTRICA IN LINEA CON LA DIRETTIVA 94/9/CEE INTRODUZIONE All inizio del secolo scorso l elettrificazione delle miniere di carbone aveva già raggiunto livelli piuttosto elevati, anche se disomogenei,

Dettagli

SEMINARIO TECNICO MATERIALE DIDATTICO

SEMINARIO TECNICO MATERIALE DIDATTICO ORGANISMO DI FORMAZIONE ACCREDITATO, CERTIFICATO ISO 9001 E BS OHSAS 18001 SEMINARIO TECNICO MATERIALE DIDATTICO SEMINARIO TECNICO RISCHIO ESPLOSIONE E APPLICAZIONE DELLE DIRETTIVE ATEX Intervento: Ing.

Dettagli

Impianti elettrico. Evidenza SI NO NA Riferimenti Note

Impianti elettrico. Evidenza SI NO NA Riferimenti Note Impianti elettrico Per tutti i locali dell'unità Operativa in considerazione, è disponibile la classificazione aggiornata, firmata dal Responsabile Sanitario Norma CEI (ambiente ordinario, locale ad uso

Dettagli

MANUALE DI MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI

MANUALE DI MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI MANUALE DI MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI Premessa Scopo del manuale di manutenzione è quello di fornire le indicazioni necessarie per la corretta manutenzione degli impianti. Livello minimo delle prestazioni

Dettagli

Prodotti e soluzioni per l installatore

Prodotti e soluzioni per l installatore Prodotti e soluzioni per l installatore Guida pratica 2017 schneider-electric.com/it Indice Generale Panoramica prodotti Come leggere la guida Focus Efficienza Energetica Apparecchiature per impianti

Dettagli

I requisiti di sicurezza degli impianti elettrici e le Norme tecniche CEI.

I requisiti di sicurezza degli impianti elettrici e le Norme tecniche CEI. I requisiti di sicurezza degli impianti elettrici e le Norme tecniche CEI. P.I. Luigi Muzzini Membro CT 64 CEI SICUREZZA ACCETTABILE Il livello di sicurezza accettabile evolve con le condizioni sociali

Dettagli

LE LISTE DI CONTROLLO

LE LISTE DI CONTROLLO LA PREVENZIONE DELLE ESPLOSIONI DA POLVERE NELLE ATTIVITA MOLITORIE LE LISTE DI CONTROLLO 0. DATI IDENTIFICATIVI DELL AZIENDA Azienda: Indirizzo: Attiva dal: Tipologia di azienda: impresa familiare di

Dettagli

05/07/2016 Agenzia per la formazione Asl 11 Sovigliana/Vinci (FI) Relatore Roberto Nanni 2

05/07/2016 Agenzia per la formazione Asl 11 Sovigliana/Vinci (FI) Relatore Roberto Nanni 2 05/07/2016 Agenzia per la formazione Asl 11 Sovigliana/Vinci (FI) Relatore Roberto Nanni 1 Il pericolo di esplosione proviene dalla presenza di GAS (vapori o nebbie) infiammabili oppure di polveri combustibili,

Dettagli

DOCUMENTAZIONE TECNICA QUADRO

DOCUMENTAZIONE TECNICA QUADRO - 2/05/206 DOCUMENTAZIONE TECNICA QUADRO QDC_3N_4nIB_4..0 - SP / GW6803N IMPIANTO: COMMITTENTE: COSTRUTTORE: GWENERGY 206.0 - E DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ CE Il costruttore: Indirizzo: sotto la propria

Dettagli

IL RISCHIO DI ESPLOSIONE

IL RISCHIO DI ESPLOSIONE IL RISCHIO DI ESPLOSIONE DIRETTIVE ATEX 1/29 Cosa si intende per Atmosfera esplosiva? ATEX E una miscela in aria a condizioni atmosferiche, con sostanze infiammabili allo stato gassoso vapori, nebbie o

Dettagli

Le verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro

Le verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro Le verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro In generale, le verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro sono attività tecniche specialistiche di prevenzione, finalizzate alla tutela della

Dettagli

La normativa elettrica di riferimento per la progettazione dell impianto

La normativa elettrica di riferimento per la progettazione dell impianto ZeroEmission Rome 2011 Dal progetto alla manutenzione: la road map per realizzare un impianto FV La normativa elettrica di riferimento per la progettazione dell impianto Francesco Groppi Responsabile GDL2

Dettagli

CAPITOLATO FORNITURA CARATTERISTICHE TECNICHE E MODULO OFFERTA PER LA FORNITURA DI CONTATORI PER ACQUE FREDDA AD USO IDROPOTABILE

CAPITOLATO FORNITURA CARATTERISTICHE TECNICHE E MODULO OFFERTA PER LA FORNITURA DI CONTATORI PER ACQUE FREDDA AD USO IDROPOTABILE CAPITOLATO FORNITURA CARATTERISTICHE TECNICHE E MODULO OFFERTA PER LA FORNITURA DI CONTATORI PER ACQUE FREDDA AD USO IDROPOTABILE Al fine di procedere alla fornitura di contatori per acqua fredda per uso

Dettagli

ATEX 2014/34/UE. ATEX è il nome convenzionale che raggruppa due direttive dell'unione europea:

ATEX 2014/34/UE. ATEX è il nome convenzionale che raggruppa due direttive dell'unione europea: ATEX 2014/34/UE ATEX è il nome convenzionale che raggruppa due direttive dell'unione europea: la 2014/34/UE per la regolamentazione di apparecchiature destinate all'impiego in zone a rischio di esplosione;

Dettagli

RLFE. Ex de. - Veloci e semplici nella manutenzione - Adatta per lampade a scarica fino a 400W - Robuste e sicure nel tempo - Zona 1, 2, 21, 22

RLFE. Ex de. - Veloci e semplici nella manutenzione - Adatta per lampade a scarica fino a 400W - Robuste e sicure nel tempo - Zona 1, 2, 21, 22 Staffa di montaggio RLFE - Veloci e semplici nella manutenzione - Adatta per lampade a scarica fino a 400W - Robuste e sicure nel tempo - Zona 1, 2, 21, 22 Pressacavo ingresso/uscita Gabbia di protezione

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 304/2008

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 304/2008 Titolo Riferimento Revisione e data entrata in vigore Approvato da PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 304/2008 PR.PART. PRS/FGAS-304/2008 Rev. 0

Dettagli

ELENCO CORSI DI FORMAZIONE ANNO 2017

ELENCO CORSI DI FORMAZIONE ANNO 2017 STUDIO TECNICO DAL MAS per.ind. ELIO Progettazione e Consulenza Impianti P.IVA 01002750253 C.F. DLMLEI62L30A757Y Studio Tecnico: via S.Francesco n 18 32100 Belluno Tel. e Fax: 0437 33627 e-mail: eliodalmas@libero.it

Dettagli

Supplemento al manuale d uso e manutenzione per ventilatori centrifughi ATEX

Supplemento al manuale d uso e manutenzione per ventilatori centrifughi ATEX 2013 Supplemento al manuale d uso e manutenzione per ventilatori centrifughi ATEX Prescrizioni particolari per l installazione e l uso in ambienti potenzialmente esplosivi con presenza di gas o polveri

Dettagli

Nella newsletter dello scorso mese abbiamo iniziato a parlare della classificazione delle aree per la presenza di gas, vapori e nebbie.

Nella newsletter dello scorso mese abbiamo iniziato a parlare della classificazione delle aree per la presenza di gas, vapori e nebbie. LA VENTILAZIONE DELLE AREE PERICOLOSE PER LA PRESENZA DI GAS Nella newsletter dello scorso mese abbiamo iniziato a parlare della classificazione delle aree per la presenza di gas, vapori e nebbie. In questa

Dettagli