Settore Amministrativo e Servizi alla Cittadinanza Piazza Eleonora d Arborea, ORISTANO PROTOCOLLO GENERALE CHIEDE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settore Amministrativo e Servizi alla Cittadinanza Piazza Eleonora d Arborea, 44 09170 ORISTANO PROTOCOLLO GENERALE CHIEDE"

Transcript

1 MARCA DA BOLLO 16,00 Al COMUNE di ORISTANO Settore Amministrativo e Servizi alla Cittadinanza Piazza Eleonora d Arborea, ORISTANO RICHIESTA DI CONCESSIONE D USO TEATRO ANTONIO GARAU SALA CONFERENZE SANCTI ANTONI Spazio riservato agli Uffici Comunali Il/La sottoscritt sig. nat a il C.F. PROTOCOLLO GENERALE residente a Via Tel. nella sua qualità di dell Ente/Associazione/Altro (specificare) Con sede in Via Ragione sociale Partita IVA/C.F. Tel Fax DICHIARA che l ente che rappresenta persegue finalità di lucro non persegue finalità di lucro Verifica iter procedurale istanza accoglibile istanza non accoglibile è iscritto all Albo degli operatori culturali e di spettacolo del Comune di Oristano Preso atto delle condizioni previste dal Disciplinare di Concessione d uso temporaneo della Sala Conferenze presso l Hospitalis Sancti Antoni e del Teatro Antonio Garau e a conoscenza che l utilizzo dei locali è soggetto a pagamento del canone secondo il tariffario vigente CHIEDE LA CONCESSIONE D USO TEMPORANEA DI TEATRO COMUNALE ANTONIO GARAU (capienza massima n.400 posti sedere) Motivazioni: SALA CONFERENZE SANCTI ANTONI (capienza massima n.96 posti sedere) Per i_ giorn Dalle ore alle ore Per svolgere la seguente iniziativa 1 : A tale scopo fa presente che la manifestazione per la quale si richiede la concessione è ad ingresso gratuito è ad ingresso a pagamento costo del biglietto e che la presumibile affluenza di pubblico è di n. persone. 1 Prove e/o montaggi; Spettacolo (indicate titolo e tipologia)

2 Si chiede l autorizzazione ad installare nel la seguente apparecchiatura tecnica: Si richiedono inoltre i seguenti ulteriori servizi accessori ed integrativi (per questi dovrà essere concordato un adeguato corrispettivo direttamente con la ditta incaricata dell assistenza tecnica e conduzione degli impianti): Ai sensi del D.P.R. n.445/2000 Dichiara di aver preso visione del Regolamento comunale sulla gestione del patrimonio e del Disciplinare di concessione in uso temporaneo della Sala Conferenze presso l Hospitalis Sancti Antoni e del Teatro comunale Antonio Garau, di conoscere e sottostare a tutte le condizioni contenute e di accettarli in ogni parte; accettare le tariffe previste per la concessione in uso del locale richiesto e di obbligarsi a versare al Comune di Oristano la tariffa comprensiva della cauzione prima del rilascio della concessione d uso e, comunque, almeno 5 giorni prima della data prevista della manifestazione; consegnare agli uffici competenti entro i tempi previsti: una copia del manifesto e/o della locandina e/o del volantino indicante la manifestazione; l attestazione del versamento del deposito cauzionale e della tariffa di concessione entro e non oltre 5 giorni antecedenti la manifestazione; l elenco (con nome, cognome e data di nascita) delle persone che potranno avere libero accesso al palcoscenico ed ai camerini, in quanto a tutti gli altri sarà negato per questioni di sicurezza e decoro; impegnarsi a rispettare la normativa vigente per lo svolgimento di pubblici spettacoli e la normativa in materia di sicurezza ed agibilità dei locali; impegnarsi a contenere rigorosamente l affluenza del pubblico nei locali entro i limiti di capienza prefissati; obbligarsi a utilizzare i locali concessi, gli impianti ed i servizi annessi con la massima cura e diligenza, pena il trattenimento della cauzione e del rimborso degli eventuali danni in base alle spese che l Amministrazione comunale dovrà sostenere per la loro riparazione o, comunque rimessa in ripristino; tenere sollevata e indenne l Amministrazione Comunale da ogni e qualsiasi responsabilità per danni che dovessero derivare a persone e/o cose in conseguenza dell utilizzo dei locali oggetto della concessione, ivi compresi l eventuale spazio esterno e gli accessi; impegnarsi a rispondere di eventuali danni alla struttura, agli arredi, agli impianti e alle attrezzature sopravvenuti in occasione e a causa della manifestazione (compresi allestimento, montaggio, smontaggio) per atti di negligenza, imprudenza, imperizia o per l inosservanza in genere di quanto previsto nel Disciplinare; provvedere direttamente alla comunicazione al Questore, prescritta dall art. 18 T.U. di P.S. nonché ad ottenere eventuali autorizzazioni previste dalle vigenti norme, esonerando l Amministrazione comunale di Oristano da ogni responsabilità civile, penale o amministrativa derivante dalla mancanza dei suddetti adempimenti o da uso dei locali e dei relativi impianti e attrezzature in modo contrario all ordine pubblico, all incolumità pubblica o al buon costume; impegnarsi a non effettuare durante l utilizzo alcuna forma di pubblicità commerciale; essere a conoscenza degli obblighi che gli derivano, in qualità di responsabile Costi: tariffa (IVA inclusa) deposito cauzionale Costo Totale: Il versamento della tariffa e del deposito effettuato a favore di: cauzionale deve essere TESORIERE DEL COMUNE DI ORISTANO c/o UNICREDIT IBAN: IT49T ; oppure TRAMITE C/C POSTALE N INTESTATO AL COMUNE DI ORISTANO. NOTE INFORMATIVE: Si comunica la disponibilità/non disponibilità della struttura nella data richiesta. La scrivente trasmette la presente all attenzione del Dirigente per l adozione dell atto finale. Il Responsabile del Procedimento Qualsiasi variazione di data e/o orario dovrà essere comunicata al Responsabile del Procedimento: Sara CADDEO Tel. 0783/ (per il Teatro Garau) Donatella MAMELI Tel. 0783/ (per la Sala Sancti Antoni)

3 dell organismo che ha promosso l incontro, dall art. 2 della L. n. 584 del 11/11/1975 Divieto di fumare in determinati locali e sui mezzi di trasporto pubblico per i quali deve curare l osservanza del divieto, richiamando, a mezzo del proprio personale, le persone che trasgrediscono al divieto e sollecitando, ove del caso, l intervento dei soggetti legittimati ad accertare le infrazioni, cioè coloro che rivestono la qualità di ufficiali o agenti di P.S. o equiparati per legge; provvedere, sotto la propria responsabilità, a regolarizzare i rapporti con la S.I.A.E. e l E.N.P.A.L.S. e gli enti preposti nei modi e nelle forme previste dalla normativa vigente e dai regolamenti in materia di pubblico spettacolo, sollevando il Comune di Oristano da ogni responsabilità e facendo pervenire copia della documentazione suddetta all Ufficio Cultura; impegnarsi a rispettare ogni adempimento in materia di sicurezza in relazione al personale impiegato e, in particolare, alle attrezzature tecniche e agli elementi scenici utilizzati i quali devono essere accompagnati da regolare certificazione, obbligatoria ai sensi del D.lgs. 81/08 e successive modificazioni; impegnarsi ad osservare scrupolosamente periodo ed orari di concessione ed a non cedere ad altri l uso dei locali concessi; obbligarsi a non effettuare spostamenti delle poltroncine e di altri arredi senza preventiva autorizzazione dell Amministrazione comunale e dei suoi incaricati e a rispettare quanto previsto all art. 9 Utilizzo del Disciplinare d uso; Dichiara, inoltre, di obbligarsi a corrispondere direttamente alla ditta incaricata il corrispettivo concordato per i servizi accessori. Luogo e data, In fede Firma leggibile e timbro Si allega Fotocopia del documento di identità Copia Statuto Sociale (se previsto) Relazione illustrativa della manifestazione Altro (specificare)

4 Al Comune di ORISTANO Settore Programmazione e Gestione delle Risorse Piazza Eleonora d Arborea, ORISTANO Richiesta di restituzione deposito cauzionale per utilizzo struttura comunale Il/La sottocritt nat_ a il residente a Via _ n codice fiscale, in qualità di _ dell Ente, Associazione, altro con sede in Via _ n P. IVA/Cod. Fisc Tel., Fax, Consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere e falsità negli atti, richiamate dall art.76 D.P.R. 445 del CHIEDE La restituzione del deposito cauzionale di versato in data presso relativo all utilizzo di: Teatro Antonio Garau Sala Conferenze Sancti Antoni Il sottoscritto chiede l accredito della cifra sul conto corrente bancario e/o postale n. presso _ IBAN data Il Dichiarante

5 Allegato delibera Commissario Straordinario nr. 063 del TARIFFE GIORNALIERE PER L'USO TEATRO "A. GARAU" ORD TIPOLOGIA DI UTENZA ORARIO DI UTILIZZO DEPOSITO CAUZIONALE TARIFFA GIORNALIERA A SCUOLE STATALI DI OGNI ORDINE E GRADO CHE PREVEDONO NEI P.E.I. ATTIVITÀ DIDATTICO-CULTURALI DA INSERIRE NELLA PROGRAM.NE ANNUALE DEL TEATRO 8,00-14,00 e 15,00-20,00 500,00 360,00+ IVA B SCUOLE STATALI DI OGNI ORDINE E GRADO CHE ORGANIZZANO MANIFESTAZIONI CULTURALI OLTRE L'ORARIO SUINDICATO 8,00-24,00 500,00 620,00+ IVA C ASSOCIAZIONI, GRUPPI, COMPAGNIE CHE PRODUCONO ATTIVITA' CULTURALI A FAVORE DELLE SCUOLE 8,00-14,00 500,00 310,00 + IVA D SOCIETA', ENTI, ASSOCIAZIONI, COMPAGNIE CHE ORGANIZZANO ATTIVITA' CULTURALI A FAVORE DELLE SCUOLE 8,00-13,00 e 15,00-24,00 500,00 620,00+ IVA E ASSOCIAZIONI CULTURALI SENZA SCOPO DI LUCRO 8,00-24,00 500,00 620,00+ IVA F SOCIETA' E PERSONE FISICHE CON SCOPO DI LUCRO 8,00-24,00 500,00 830,00+ IVA G SCUOLE, ASSOCIAZIONI, ENTI,SOCIETA' O PERSONE FISICHE CHE ORGANIZZANO INCONTRI, CONGRESSI O CONFERENZE 8,00-24,00 500,00 620,00+ IVA H INIZIATIVE DI CUI AL PUNTO E DA REALIZZARSI NELL'ARCO DELLA MEZZA GIORNATA 8,30-13,30 Oppure 15,30-20,00 500,00 360,00+ IVA I INIZIATIVE DI CUI AL PUNTO F DA REALIZZARSI NELL'ARCO DELLA MEZZA GIORNATA 8,30-13,30 Oppure 15,30-20,00 500,00 415,00+ IVA L GIORNATA PRE ALLESTIMENTO, PROVE E POST ALLESTIMENTO AI PUNTI A - F 8,30-14,00 e 15,30-20,00 260,00+ IVA M GIORNATA PRE ALLESTIMENTO, PROVE E POST ALLESTIMENTO AI PUNTI B - C 8,00-24,00 520,00+ IVA N GIORNATA PRE ALLESTIMENTO, PROVE E POST ALLESTIMENTO AL PUNTO D 8,00-24,00 730,00+ IVA O GIORNATA PRE ALLESTIMENTO, PROVE E POST ALLESTIMENTO AL PUNTO E 8,00-24,00 520,00+ IVA All.B

6 Tariffe Sala Conferenze presso l Hospitalis Sancti Antoni Tariffa per mezza giornata: Euro 250,00 + iva Tariffa per intera giornata: Euro 350,00 + iva La tariffa è comprensiva di noleggio sala, impianto di amplificazione, costi di riscaldamento e/o condizionamento, illuminazione, custodia di impianti e attrezzature, pulizie e assistenza tecnica per la conduzione degli impianti tecnologici (audio, video e luci). Su preventiva richiesta, e senza costi aggiuntivi, è possibile avere copia della registrazione audio/video su supporto DVD o VHS. I locali vengono concessi per una durata minima di quattro ore (1/2 giornata) La concessione per una giornata comporta la disponibilità della stessa per una durata non superiore ad otto ore complessive, salvo necessità da valutarsi caso per caso. Nel caso in cui sia richiesta un apertura per un numero di ore superiore alle 8 ore concesse sarà applicata la tariffa oraria straordinaria di Euro 62,00 + iva da decurtarsi dal deposito cauzionale. Per iniziative annullate o rinviate senza aver dato alcun preavviso all Amministrazione verrà applicata una penale di Euro 260,00 + iva da decurtarsi dal deposito cauzionale. Servizio a richiesta (da richiedere almeno 7 giorni prima della manifestazione) - N. 2 Cabine per traduzione simultanea (comprese n. 50 cuffie) e assistenza: Euro 500,00 + iva 20% Il richiedente deve provvedere al versamento della tariffa e del deposito cauzionale di Euro 350,00 a favore del Tesoriere del Comune di Oristano c/o il Banco di Sardegna di Oristano IBAN IT05P L attestazione del versamento del deposito cauzionale e della tariffa di concessione dovrà pervenire all Ufficio Cultura entro e non oltre 5 giorni antecedenti la manifestazione. Il deposito cauzionale verrà restituito esclusivamente dopo la conclusione della manifestazione, a seguito di richiesta scritta da parte dell interessato e previo accertamento da parte dell amministrazione che i locali siano stati restituiti nelle condizioni ex ante. Nota: Gli eventuali costi SIAE sono a carico del richiedente.

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art.

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art. - REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1 Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006 Art. 1 La Sala Conferenze dell Ordine dei Medici chirurghi e Odontoiatri

Dettagli

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI SALE E LOCALI APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 38 DEL 29 LUGLIO 2002 \\Srv2\Ufficio\REGOLAMENTI E CONVENZIONI\regolamenti per sito\reg. USO

Dettagli

Città di Novi Ligure

Città di Novi Ligure Città di Novi Ligure REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL TEATRO CIVICO PAOLO GIACOMETTI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37 in data 5/6/2006. Articolo 1 Finalità Il Comune si avvale

Dettagli

FOGLIO DELLE CONDIZIONI PER L UTILIZZO DI VILLA DEI LEONI A MIRA

FOGLIO DELLE CONDIZIONI PER L UTILIZZO DI VILLA DEI LEONI A MIRA FOGLIO DELLE CONDIZIONI PER L UTILIZZO DI VILLA DEI LEONI A MIRA PREMESSO CHE: con determinazione dirigenziale n. 614 del 07.04.2011 si stabilivano i criteri di seguito riportati per l uso di Villa dei

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI 1 INDICE GENERALE: Art. 1 OGGETTO DEL DISCIPLINARE Art. 2 STRUTTURE Art. 3 SOGGETTI Art. 4 RICHIESTA

Dettagli

MODULO RICHIESTA UTILIZZO LOCALI COMPLESSO DI VIA PALU EVENTUALI RICHIESTE ACCESSORIE

MODULO RICHIESTA UTILIZZO LOCALI COMPLESSO DI VIA PALU EVENTUALI RICHIESTE ACCESSORIE Pag. 1 di 5 AL CAPO AREA SERVIZI SOCIO CULTURALI del Comune di 35030 RUBANO PD Il/la sottoscritto/a, legale rappresentante (o delegato dal legale rappresentante, con delega scritta come da pag. 5) di:,

Dettagli

i prezzi minimo e massimo di ingresso sono fissati nella misura di, ;

i prezzi minimo e massimo di ingresso sono fissati nella misura di, ; MOD 13 O.P. Domanda di contributo per l'attuazione di interventi a tutela della Cultura e della lingua sarda, ai sensi della Legge 15/10/1997, n. 26, art. 13 Organismi Privati Marca da Bollo 14,62 Provincia

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA.

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA. DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA. Art. 1 Oggetto del Disciplinare Il presente disciplinare regola l uso dei locali di proprietà

Dettagli

COMUNE DI GROTTAMMARE

COMUNE DI GROTTAMMARE COMUNE DI GROTTAMMARE 44023 PROVINCIA DI ASCOLI PICENO Regolamento per la concessione in uso a terzi dei teatri comunali di Grottammare Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 51 del 26.11.2008

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Prot. n. 28315/I/3 del 30.9.2014 GG/AA REGOLAMENTAZIONE PER LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI UNIVERSITARI A SOGGETTI ESTERNI ALL ATENEO (Delibera Senato Accademico del 29.9.2014

Dettagli

2 - Il carattere della mobilità dell attrezzatura non è escluso dalla circostanza che la medesima sia collegata al suolo in modo non precario.

2 - Il carattere della mobilità dell attrezzatura non è escluso dalla circostanza che la medesima sia collegata al suolo in modo non precario. 1 Regolamento per la concessione delle aree disponibili per l installazione dei Circhi, delle Attività dello spettacolo viaggiante e dei Parchi di divertimento. ART. 1 - SCOPO DEL REGOLAMENTO 1- Il presente

Dettagli

Oggetto: Domanda di utilizzo palestre scolastiche comunali anno scolastico 201-201. Il sottoscritto Codice Fiscale. nato a il

Oggetto: Domanda di utilizzo palestre scolastiche comunali anno scolastico 201-201. Il sottoscritto Codice Fiscale. nato a il Alla domanda deve essere applicata una marca da bollo da. 14,62 Sono esenti dall imposta di bollo: le O.N.L.U.S. iscritte all anagrafe unica delle O.N.L.U.S., le Federazioni Sportive, le Discipline Sportive

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA RIUNIONI DENOMINATA CINEMA TIRRENO SITA NELLA FRAZIONE DI BORGO CARIGE PER SCOPI DIVERSI.

REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA RIUNIONI DENOMINATA CINEMA TIRRENO SITA NELLA FRAZIONE DI BORGO CARIGE PER SCOPI DIVERSI. REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA RIUNIONI DENOMINATA CINEMA TIRRENO SITA NELLA FRAZIONE DI BORGO CARIGE PER SCOPI DIVERSI. ARTICOLO 1 1. Il Comune di Capalbio ha a disposizione una sala denominata Cinema

Dettagli

SALA CONFERENZE CENTRO DIDATTICO DOMENICO MALMERENDI

SALA CONFERENZE CENTRO DIDATTICO DOMENICO MALMERENDI Allegato A COMUNE DI FAENZA Assessorato alla Cultura SALA CONFERENZE CENTRO DIDATTICO DOMENICO MALMERENDI DISCIPLINARE D USO SERVIZIO CULTURA ART. 1 DESTINAZIONE D'USO 1. La Sala Conferenze, ubicata all

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA CONVEGNI DEL MUSEO D ARTE MODERNA VITTORIA COLONNA (CON PROSPETTO TARIFFE E MODULISTICA)

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA CONVEGNI DEL MUSEO D ARTE MODERNA VITTORIA COLONNA (CON PROSPETTO TARIFFE E MODULISTICA) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA CONVEGNI DEL MUSEO D ARTE MODERNA VITTORIA COLONNA (CON PROSPETTO TARIFFE E MODULISTICA) AGGIORNATO AL 12 OTTOBRE 2009 1 Art. 1 - Oggetto Il presente regolamento ha

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DELLE SALE DI RIUNIONE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DELLE SALE DI RIUNIONE COMUNITÀ MONTANA DEL PINEROLESE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DELLE SALE DI RIUNIONE Approvato con deliberazione di Giunta Esecutiva n. 144 del 28 novembre 2011 Articolo 1 Oggetto 1. Il

Dettagli

COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia

COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia COMUNE DI LUCERA Provincia di Foggia Settore II Servizio Pubblica Istruzione Ufficio Pubblica Istruzione - Cultura OBBLIGO DI PUBBLICITÀ DELLE INFORMAZIONI (art. 35 del D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33) DEFINIZIONE

Dettagli

FONDAZIONE TEATRO DELLA CITTA DI LIVORNO C. GOLDONI DISCIPLINARE D USO DEL TEATRO GOLDONI E DEL RIDOTTO LA GOLDONETTA

FONDAZIONE TEATRO DELLA CITTA DI LIVORNO C. GOLDONI DISCIPLINARE D USO DEL TEATRO GOLDONI E DEL RIDOTTO LA GOLDONETTA FONDAZIONE TEATRO DELLA CITTA DI LIVORNO C. GOLDONI DISCIPLINARE D USO DEL TEATRO GOLDONI E DEL RIDOTTO LA GOLDONETTA Livorno, aprile 2005 e successiva modifica marzo 2006 TEATRO GOLDONI E RIDOTTO LA GOLDONETTA

Dettagli

MODALITA E CRITERI PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE DELL ISTITUZIONE BIBLIOTECHE

MODALITA E CRITERI PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE DELL ISTITUZIONE BIBLIOTECHE MODALITA E CRITERI PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE DELL ISTITUZIONE BIBLIOTECHE Adottata con Deliberazione del Consiglio di Amministrazione dell Istituzione Biblioteche nr. 40 del 03/09/2007 Art.

Dettagli

Regolamento e norme di utilizzo sala Cinema Teatro S. Giovanni Bosco

Regolamento e norme di utilizzo sala Cinema Teatro S. Giovanni Bosco Regolamento e norme di utilizzo sala Cinema Teatro S. Giovanni Bosco Il presente regolamento ha lo scopo di disciplinare i rapporti fra il Cinema Teatro S. Giovanni Bosco (Teatro) e le Compagnie, i gruppi

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle sale dell Unione Valdera da parte di Enti Terzi

Regolamento per l utilizzo delle sale dell Unione Valdera da parte di Enti Terzi Regolamento per l utilizzo delle sale dell Unione Valdera da parte di Enti Terzi ARTICOLO 1: Oggetto 1. Il presente regolamento individua i criteri generali per la in uso temporaneo degli ambienti a disposizione

Dettagli

C O M U N E DI M A L FA PROV. DI MESSINA ISOLA DI SALINA - EOLIE

C O M U N E DI M A L FA PROV. DI MESSINA ISOLA DI SALINA - EOLIE C O M U N E DI M A L FA PROV. DI MESSINA ISOLA DI SALINA - EOLIE REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA DENOMINATA STRUTTURA POLIFUNZIONALE SITA A MALFA IN VIA ROMA PIAZZA IMMACOLATA - PER SCOPI DIVERSI. C O

Dettagli

organizza il 2 CONCORSO NAZIONALE DI TEATRO AMATORIALE IL CEDRO D ARGENTO

organizza il 2 CONCORSO NAZIONALE DI TEATRO AMATORIALE IL CEDRO D ARGENTO La Compagnia teatrale LA COMBRICCOLA DEL BAFFO di Milano organizza il 2 CONCORSO NAZIONALE DI TEATRO AMATORIALE IL CEDRO D ARGENTO rivolto alle Compagnie di teatro amatoriale operanti su territorio nazionale.

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI DEL CENTRO ESPOSITIVO DI SAN MICHELE DEGLI SCALZI

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI DEL CENTRO ESPOSITIVO DI SAN MICHELE DEGLI SCALZI ALLEGATO A DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI DEL CENTRO ESPOSITIVO DI SAN MICHELE DEGLI SCALZI Art. 1) Ambito di applicazione Il presente disciplinare individua e regola i criteri

Dettagli

DOMANDA DI CONCESSIONE SALE ISTITUZIONALI ESTERNI

DOMANDA DI CONCESSIONE SALE ISTITUZIONALI ESTERNI DOMANDA DI CONCESSIONE SALE ISTITUZIONALI ESTERNI AREA CERIMONIALE salecerimoniale@regione.lazio.it 065168.4882 (PALMIERI - RUSTICI) ( barrare con una crocetta la sala di cui si richiede l utilizzo) sala

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione consiliare n. 31 del 28/04/2011 INDICE Pag. Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento 2 Art. 2 Luogo della celebrazione

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ART. 1 - OGGETTO E FINALITA 1. Il presente Regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL INDAGINE CON OFFERTA ECONOMICA

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL INDAGINE CON OFFERTA ECONOMICA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL INDAGINE CON OFFERTA ECONOMICA Il/La Sottoscritto/a (cognome) (nome) nato/a a ( ) il (luogo) (prov) (data) residente a ( ) via (luogo) (prov) (indirizzo) Cod.Fisc. In qualità

Dettagli

Il sottoscritto residente in via tel. e-mail in qualità di dell Ente/Associazione/Organismo con sede in via partita IVA n. CHIEDE

Il sottoscritto residente in via tel. e-mail in qualità di dell Ente/Associazione/Organismo con sede in via partita IVA n. CHIEDE Alla Camera di Commercio I.A.A. Ufficio Segreteria, Affari generali e Relazioni con il Pubblico Via Avogadro, 4 28100 NOVARA Oggetto: Richiesta uso temporaneo sale camerali. Il sottoscritto residente in

Dettagli

COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115

COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115 COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115 Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. del 1 ART. 1 Oggetto 1.1. II presente

Dettagli

Città di Gardone Val Trompia. CRITERI PER L UTILIZZO DEI LOCALI POLIFUNZIONALI PRESSO I CAPANNONCINI PARCO DEL MELLA Via Grazioli n 23

Città di Gardone Val Trompia. CRITERI PER L UTILIZZO DEI LOCALI POLIFUNZIONALI PRESSO I CAPANNONCINI PARCO DEL MELLA Via Grazioli n 23 Città di Gardone Val Trompia CRITERI PER L UTILIZZO DEI LOCALI POLIFUNZIONALI PRESSO I CAPANNONCINI PARCO DEL MELLA Via Grazioli n 23 Documento approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n.151 del

Dettagli

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Città di Lecce Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 72 del 7 settembre 2009 PRINCIPI GENERALI Art. 1. FINALITA

Dettagli

RICHIESTA DI CONTRIBUTI, FINANZIAMENTI, PATROCINIO

RICHIESTA DI CONTRIBUTI, FINANZIAMENTI, PATROCINIO RICHIESTA DI CONTRIBUTI, FINANZIAMENTI, PATROCINIO SOGGETTO RICHIEDENTE: (Generalità complete e qualifica) All Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano Piazza S. Caterina, 8 84078 Vallo della

Dettagli

Regolamento per l uso delle Sale Conferenze, Multimediale ed Espositiva-Museale Virtual Reality della sede Sociale di Via Libertini, 15/A.

Regolamento per l uso delle Sale Conferenze, Multimediale ed Espositiva-Museale Virtual Reality della sede Sociale di Via Libertini, 15/A. Regolamento per l uso delle Sale Conferenze, Multimediale ed Espositiva-Museale Virtual Reality della sede Sociale di Via Libertini, 15/A. Premessa: Il presente regolamento, approvato dal Consiglio Direttivo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE Rivalta di Torino, 24 marzo 2015 AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DELLE DITTE DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA MEDIANTE COTTIMO FIDUCIARIO PER

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA Il presente regolamento riguarda le norme e le condizioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI CASARGO PROVINCIA DI LECCO Via Roma N.1/A 23831 Casargo (LC) Tel. N.0341/840.123 Fax N.0341/840.673 segreteria@comune.casargo.lc.it www.comune.casargo.lc.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLA SALA CONFERENZE DEL PLANETARIO DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLA SALA CONFERENZE DEL PLANETARIO DI RAVENNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLA SALA CONFERENZE DEL PLANETARIO DI RAVENNA CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1 La Sala conferenze del Planetario di Ravenna ivi ubicata al viale Santi Baldini

Dettagli

C O M U N E D I C A L O S S O

C O M U N E D I C A L O S S O C O M U N E D I C A L O S S O Provincia di Asti Regolamento generale per l utilizzo del salone del Teatro Comunale e della sala del Centro Culturale S. Martino INDICE Articolo 1 - Proprietà e responsabilità

Dettagli

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Rep. n. - Atti Privati soggetti a registrazione schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 omissis Tutto ciò premesso

Dettagli

COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina)

COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina) COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI SALE COMUNALI Articolo 1 (Oggetto del regolamento) Il presente regolamento individua i criteri generali per la

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 16

Dettagli

COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DEL PARCO ANGELO DELLA TORRE E DELLE RELATIVE STRUTTURE. ART.1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina l uso del Parco della Villa

Dettagli

Comune di Dolceacqua

Comune di Dolceacqua Comune di Dolceacqua PROVINCIA DI IMPERIA Via Roma, 50-18035 Dolceacqua (IM) tel 0184 206444-5 fax 0184 206433 REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE IN USO DEI LOCALI COMUNALI Premesso che

Dettagli

Modello concessione utilizzo palestra

Modello concessione utilizzo palestra q Modello concessione utilizzo palestra Concessione per l utilizzo della palestra dell Istituto, di proprietà provinciale e trasferta in uso ai sensi della L. 23/96 e delle relative attrezzature sportive,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI ATTREZZATURE DI PROPRIETA COMUNALE A TERZI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI ATTREZZATURE DI PROPRIETA COMUNALE A TERZI COMUNE DI MELE Provincia di Genova REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI ATTREZZATURE DI PROPRIETA COMUNALE A TERZI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.33 del 28

Dettagli

BANDO DI GARA UFFICIOSA PER LA LOCAZIONE DI N. 6 UNITA ABITATIVE.

BANDO DI GARA UFFICIOSA PER LA LOCAZIONE DI N. 6 UNITA ABITATIVE. Allegato alla deliberazione n. 58 del 25/07/2011 BANDO DI GARA UFFICIOSA PER LA LOCAZIONE DI N. 6 UNITA ABITATIVE. L I.P.A.B. di Vicenza con sede amministrativa in Contrà San Pietro n. 60, - ai sensi della

Dettagli

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DI SALE E STRUTTURE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA 1. Oggetto e finalità utilizzo palestra scolastica. a)

Dettagli

C O M U N E D I C I V I T A V E C C H I A

C O M U N E D I C I V I T A V E C C H I A C O M U N E D I C I V I T A V E C C H I A (Provincia di Roma) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Indice generale Art. 1 - (Oggetto e finalità del regolamento) Art. 2 - (Funzioni)

Dettagli

DISPOSIZIONI PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE AULE E DEL SALONE CONGRESSI DELL'E.O. OSPEDALI GALLIERA

DISPOSIZIONI PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE AULE E DEL SALONE CONGRESSI DELL'E.O. OSPEDALI GALLIERA DISPOSIZIONI PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE AULE E DEL SALONE CONGRESSI DELL'E.O. OSPEDALI GALLIERA 2 INDICE 1) FINALITÀ... pag. 3 2) UTILIZZO DELLE AULE... pag. 3 3) TUTELA DEL PATRIMONIO AZIENDALE...

Dettagli

COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza)

COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza) COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza) Arrea Tecnica Via Roma, 126 87050 Serra Pedace ( CS) REGOLAMENTO Per la locazione e la concessione in uso degli immobili comunali.- (Approvato con deliberazione

Dettagli

SCHEDA RENDICONTO. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA (Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

SCHEDA RENDICONTO. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA (Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) SCHEDA RENDICONTO Oggetto: Contributo di Euro concesso per l'organizzazione dell'iniziativa Alla Provincia di Treviso U.O. Programmazione Turistica Via Cal di Breda, 116 31100 Treviso DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

Dettagli

COMUNE DI MONZA CRITERI E MODALITA DI UTILIZZO DELLO SPAZIO ESPOSITIVO DENOMINATO PUNTO ARTE DI VIA BERGAMO

COMUNE DI MONZA CRITERI E MODALITA DI UTILIZZO DELLO SPAZIO ESPOSITIVO DENOMINATO PUNTO ARTE DI VIA BERGAMO COMUNE DI MONZA CRITERI E MODALITA DI UTILIZZO DELLO SPAZIO ESPOSITIVO DENOMINATO PUNTO ARTE DI VIA BERGAMO Approvato con Delibera G.C. n. 750 del 23/11/2007 e integrato con Delibera G.C. n. 398 del 3/7/2012

Dettagli

Cognome Nome. Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Residenza: Comune di CAP (Prov. ) Eventuale recapito postale diverso dalla residenza

Cognome Nome. Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Residenza: Comune di CAP (Prov. ) Eventuale recapito postale diverso dalla residenza BOLLO DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PER GESTIONE DI ATTRAZIONI DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE DURANTE LO SVOLGIMENTO DEL LUNA PARK INVERNALE (ART. 68 E 69 TULPS) DA PRESENTARE ENTRO E NON OLTRE IL 7 GENNAIO 2014

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE 82 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 179/75 PROP.DEL. NELLA SEDUTA DEL 09/10/2006 CRITERI DI UTILIZZO

Dettagli

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA POLIVALENTE PALAINCONTRO IN VIA A. MORO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 16 del 21.06.2007

Dettagli

SEGNALAZIONE UNICA PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ NELL AMBITO DI SAGRE, FIERE, FESTE E ALTRE MANIFESTAZIONI A CARATTERE TEMPORANEO

SEGNALAZIONE UNICA PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ NELL AMBITO DI SAGRE, FIERE, FESTE E ALTRE MANIFESTAZIONI A CARATTERE TEMPORANEO SEGNALAZIONE UNICA PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ NELL AMBITO DI SAGRE, FIERE, FESTE E ALTRE MANIFESTAZIONI A CARATTERE TEMPORANEO Il sottoscritto Cognome Nome Nato a il Residente a via n. CAP Tel. C.

Dettagli

La/il sottoscritta/o: e mail: @ iscritta/o all Albo dei Medici Chirurghi/Odontoiatri della provincia di L Aquila. e/o

La/il sottoscritta/o: e mail: @ iscritta/o all Albo dei Medici Chirurghi/Odontoiatri della provincia di L Aquila. e/o Oggetto: richiesta utilizzo Centro di Formazione Dante Vecchioni Al Presidente dell Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri L AQUILA E mail: segreteria@ordinemediciaq.it PEC: segreteria.aq@pec.omceo.it

Dettagli

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE: Ristrutturazione prima casa

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE: Ristrutturazione prima casa da inviare, tramite raccomandata r.r., a: Eurofer - via Bari, 20-00161 - Roma Modulo RA-2 MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE: Ristrutturazione prima casa Il Sig...C.F. Nato/a a.. il / /, Residente a. Cap,

Dettagli

Fac simile della domanda di ammissione alla Sagra del Pesce ALLEGATO A. Il/la sottoscritto/a. nato/a a (prov. ), il. Via/Piazza n. Tel.

Fac simile della domanda di ammissione alla Sagra del Pesce ALLEGATO A. Il/la sottoscritto/a. nato/a a (prov. ), il. Via/Piazza n. Tel. Fac simile della domanda di ammissione alla Sagra del Pesce ALLEGATO A Al Sindaco del Comune di Chioggia Corso del Popolo 1193 30015 CHIOGGIA (VE) OGGETTO: istanza di partecipazione alla manifestazione

Dettagli

INFORMAZIONI e PRESCRIZIONI PER L UTILIZZO DEL TEATRO SOCIALE

INFORMAZIONI e PRESCRIZIONI PER L UTILIZZO DEL TEATRO SOCIALE INFORMAZIONI e PRESCRIZIONI PER L UTILIZZO DEL TEATRO SOCIALE Il Teatro Sociale, sito in Piazza Vittorio Veneto n. 24, ha una capienza di 560 posti così suddivisi: - platea (suddivisa in una parte piana

Dettagli

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede CONTRATTO DI LOCAZIONE L anno duemila e questo dì del mese di in Firenze CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA FATTA IN TRE ORIGINALI TRA - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice

Dettagli

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI delibera di C.C. n. 37 del 27/11/2013 INDICE Regolamento per l'organizzazione del servizio

Dettagli

4) Polizza fidejussoria bancaria e/o assicurativa emessa da istituti all uopo autorizzati per un importo pari al contributo erogabile.

4) Polizza fidejussoria bancaria e/o assicurativa emessa da istituti all uopo autorizzati per un importo pari al contributo erogabile. Allegato n. 1 ELENCO DOCUMENTI OCCORRENTI PER L EROGAZIONE DELL ANTICIPO 1) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ex art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, conforme al facsimile A allegato,

Dettagli

COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione C.C. n. 50 del 20/10/2011 Modificato con deliberazione C.C. n.57 del 29/11/2013 1 INDICE

Dettagli

COMUNE DI BORGOFRANCO D IVREA (Provincia di TORINO) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI BORGOFRANCO D IVREA (Provincia di TORINO) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (Provincia di TORINO) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione Giunta Comunale n. 119 del 10 agosto 2011 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI

Dettagli

Comune di Pozzuolo del Friuli

Comune di Pozzuolo del Friuli Comune di Pozzuolo del Friuli INTERNET sito web: www.comune.pozzuolo.udine.it e-mail: protocollo@com-pozzuolo-del-friuli.regione.fvg.it Via XX Settembre, 31 33050 POZZUOLO DEL FRIULI (UD) C.F.: 80010530303

Dettagli

Il sottoscritto nato a prov. il, Codice fiscale residente in Via n. C.A.P, in qualità di titolare/legale rappresentante dell impresa -

Il sottoscritto nato a prov. il, Codice fiscale residente in Via n. C.A.P, in qualità di titolare/legale rappresentante dell impresa - Alla Comunità Montana Valtellina di Tirano Via M. Quadrio, 11 23037 - T I R A N O OGGETTO:CONTRIBUTI ALLE IMPRESE COMMERCIALI -(L.r. 13/2000, art. 4, comma 3-ter) - Richiesta di contributi per interventi

Dettagli

ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA

ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA La domanda deve essere consegnata, compilata in ogni sua parte e corredata della documentazione richiesta, almeno 60 gg. prima della manifestazione.

Dettagli

Richiesta liquidazione a saldo finanziamento Piano Giovani di Zona 2013

Richiesta liquidazione a saldo finanziamento Piano Giovani di Zona 2013 Marca da bollo 14,62 Richiesta liquidazione a saldo finanziamento Piano Giovani di Zona 2013 (da compilare al termine della realizzazione del progetto, per la liquidazione del finanziamento COMUNQUE NON

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI ESPOSITIVI E DI RIUNIONE DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI ESPOSITIVI E DI RIUNIONE DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI ESPOSITIVI E DI RIUNIONE DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE L Amministrazione Provinciale dell Aquila, nell intento di promuovere e favorire

Dettagli

Regolamento per la concessione in uso dei locali comunali

Regolamento per la concessione in uso dei locali comunali Regolamento per la concessione in uso dei locali comunali Parte I: Disposizioni generali 1. Finalità L Amministrazione Comunale intende, con il presente regolamento, valorizzare l utilizzo delle sale comunali

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 14.9.2006 INDICE DEGLI

Dettagli

INIZIATIVA - MANIFESTAZIONE

INIZIATIVA - MANIFESTAZIONE Data Al Presidente del Municipio VIII Genova Medio Levante Via Mascherpa, 34 r 16129 Genova Il/la sottoscritto/a nato/a il in qualità di legale rappresentante (Associazione/Ente/Società/Cooperativa) Indirizzo

Dettagli

Art. 1 Destinazione d'uso della sala

Art. 1 Destinazione d'uso della sala REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D'USO DELLA "SALA CRESPI" Art. 1 Destinazione d'uso della sala La Sala Polivalente denominata Giovan Battista Crespi detto IL CERANO ("Sala Crespi ) situata in Piazza dei

Dettagli

CITTA DI FINALE LIGURE. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.114 del 08/10/2015

CITTA DI FINALE LIGURE. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.114 del 08/10/2015 Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.114 del 08/10/2015 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE SALE E DEGLI SPAZI COMUNALI Art. 1 Oggetto del Regolamento Pag. 2 Art. 2 Individuazione Immobili

Dettagli

02.2012 DOMANDA DI FINANZIAMENTO ai sensi della L.R. n.32 del 23/12/2000 art. 60 comma 1 punto 4 TER 1

02.2012 DOMANDA DI FINANZIAMENTO ai sensi della L.R. n.32 del 23/12/2000 art. 60 comma 1 punto 4 TER 1 FONDI REGIONALI DOMANDA DI FINANZIAMENTO ai sensi della L.R. 23/12/2000 n. 32 art. 60 comma 1 punto 4 TER FINANZIAMENTO DIRETTO A TASSO AGEVOLATO (DA PRODURRE IN DUPLICE COPIA) Protocollo Nr. Alla Banca

Dettagli

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011 Filiale Emilia Romagna ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO Rep. n /Atti Privati del 2011 L anno 2011 addì del mese di, presso la sede dell Agenzia del Demanio Filiale Emilia Romagna

Dettagli

Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili

Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili approvato con deliberazione della Commissione Straordinaria n.11 del 08/05/2014 Pubblicato all'albo Pretorio dal 12/05/2014 al 27/05/2014 Esecutiva

Dettagli

CENTRO SOCIALE TAROZZI BANDO PER GESTIONE BAR

CENTRO SOCIALE TAROZZI BANDO PER GESTIONE BAR CENTRO SOCIALE TAROZZI BANDO PER GESTIONE BAR Il Centro Sociale C.A.TAROZZI sito in Sesto Imolese (BO) in Via Balducci n 6, è interessato ad esaminare domande di persone che intendano assumere la gestione

Dettagli

COMUNE DI SONCINO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI SONCINO PROVINCIA DI CREMONA BANDO COMUNALE PER ASSEGNAZIONE POSTEGGIO ALIMENTARE NEL MERCATO SETTIMANALE IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Visto l art. 23 della legge regionale n. 6/2010; Visto il Regolamento comunale per la disciplina

Dettagli

FACSIMILE DI RICHIESTA LIQUIDAZIONE FINANZIAMENTO

FACSIMILE DI RICHIESTA LIQUIDAZIONE FINANZIAMENTO Allegato n. 1 FACSIMILE DI RICHIESTA LIQUIDAZIONE FINANZIAMENTO Il/La sottoscritto/a Presidente dell Associazione/Circolo Alla Provincia Autonoma di Bolzano Ripartizione Cultura Italiana UFFICIO CULTURA

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA COMUNALE PARCO DEL GAGGIO

REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA COMUNALE PARCO DEL GAGGIO COMUNE DI PODENZANA REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA COMUNALE PARCO DEL GAGGIO APPROVAZIONE DELIBERA C.C. N. 3 DEL 09/04/2014 Il Parco del Gaggio è dotato di una struttura polivalente composta da n. 6 immobili,

Dettagli

! "# & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7. Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5

! # & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7. Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5 ! "# $ %&!! "'(() & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7 Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5 - Articolo 1 - Oggetto del regolamento e destinazione d uso della Sala Parrocchiale 1. La Parrocchia

Dettagli

COMUNE DI PALAIA. Eccezionalmente l uso può essere concesso per manifestazioni che si tengono al di fuori del territorio comunale.

COMUNE DI PALAIA. Eccezionalmente l uso può essere concesso per manifestazioni che si tengono al di fuori del territorio comunale. COMUNE DI PALAIA DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DI ATTREZZATURE COMUNALI (SEDIE E TAVOLI) PER L ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI E SPETTACOLI INDICE Art. 1 Oggetto. Art. 2 Modalità di concessione

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO SALE CONVEGNI

REGOLAMENTO UTILIZZO SALE CONVEGNI REGOLAMENTO UTILIZZO SALE CONVEGNI DOCUMENTO APPROVATO DAL CDA IN DATA 27 GENNAIO 2014 PROT. N 459 REGOLAMENTO UTILIZZO SALE CONVEGNI INDICE Pag. 3 Articolo 1 Oggetto del regolamento Pag. 3 Articolo 2

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI LEONFORTE Provincia di Enna REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n.125 del 28/11/2011 Allegato A alla deliberazione di C.C.

Dettagli

AUDITORIUM DI GAGGIANO REGOLAMENTO D USO AUDITORIUM COMUNALE

AUDITORIUM DI GAGGIANO REGOLAMENTO D USO AUDITORIUM COMUNALE AUDITORIUM DI GAGGIANO REGOLAMENTO D USO AUDITORIUM COMUNALE PREMESSA L Auditorium Comunale di Gaggiano, di seguitò per brevità detto Auditorium, è situato in Via Dante Alighieri ed è gestito dalla Compagnia

Dettagli

il/i giorno/i/periodo, dalle ore alle ore consistente in (allegare programma oppure descrivere dettagliatamente nello spazio di seguito

il/i giorno/i/periodo, dalle ore alle ore consistente in (allegare programma oppure descrivere dettagliatamente nello spazio di seguito COMUNE DI GALLIATE C.A.P. 28066 PROVINCIA DI NOVARA Piazza Martiri della Libertà, 24 Tel. 0321/800700 Fax 0321/800725 Sito internet:www.comune.galliate.no.it SETTORE POLIZIA LOCALE Piazza Vittorio Veneto,

Dettagli

Santi Pietro e Paolo Patroni di Roma - Formazione Srl Capitale Sociale 100.000,00 i. v. Sede Legale: viale Agosta, 22 00171 Roma

Santi Pietro e Paolo Patroni di Roma - Formazione Srl Capitale Sociale 100.000,00 i. v. Sede Legale: viale Agosta, 22 00171 Roma DOMANDA DI ISCRIZIONE Il/la sottoscritto/a cognome, nome nato a ( ) il / / residente in ( ) C. A. P. indirizzo n. domiciliato in ( ) C. A. P. indirizzo n. e-mail Codice Fiscale CHIEDE di poter partecipare

Dettagli

Fac-simile di istanza per utilizzo PISCINA TERRAMAINI per allenamenti e corsi di avviamento all attività natatoria STAGIONE 2013/2014

Fac-simile di istanza per utilizzo PISCINA TERRAMAINI per allenamenti e corsi di avviamento all attività natatoria STAGIONE 2013/2014 Alla domanda deve essere applicata una marca da bollo da. 14,62 Sono esenti dall imposta di bollo: le O.N.L.U.S. iscritte all anagrafe unica delle O.N.L.U.S., le Federazioni Sportive, le Discipline Sportive

Dettagli

COMUNE DI CALUSCO D ADDA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI CALUSCO D ADDA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CALUSCO D ADDA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI INDICE Art. 1 Oggetto e finalità Art. 2 Funzioni e deleghe

Dettagli

COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA Unità Cultura AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE BENEFICI ECONOMICI PER ATTIVITA CULTURALI ANNO 2011

COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA Unità Cultura AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE BENEFICI ECONOMICI PER ATTIVITA CULTURALI ANNO 2011 COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA Unità Cultura AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE BENEFICI ECONOMICI PER ATTIVITA CULTURALI ANNO 2011 ART. 1 Il Comune di Villafranca di Verona, in attuazione della deliberazione

Dettagli

Modulo richiesta di patrocinio

Modulo richiesta di patrocinio Modulo richiesta di patrocinio da presentare almeno 30 giorni prima dell iniziativa Al Comune di Sesto San Giovanni Al Sindaco e per conoscenza Dati anagrafici Chi richiede nome telefono cognome email

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5. ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina la concessione in uso della sala

Dettagli

GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA ASSESSORATO DEMANIO E PATRIMONIO A.G.C. DEMANIO E PATRIMONIO DISCIPLINARE D USO PER LE SALE CONVEGNI. Art.

GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA ASSESSORATO DEMANIO E PATRIMONIO A.G.C. DEMANIO E PATRIMONIO DISCIPLINARE D USO PER LE SALE CONVEGNI. Art. DISCIPLINARE D USO PER LE SALE CONVEGNI Art. 1 La Regione Campania, compatibilmente con le esigenze dell amministrazione regionale, concede l'uso temporaneo delle Sale Convegni ad Enti, Associazioni, Istituti,

Dettagli