GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA ASSESSORATO DEMANIO E PATRIMONIO A.G.C. DEMANIO E PATRIMONIO DISCIPLINARE D USO PER LE SALE CONVEGNI. Art.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA ASSESSORATO DEMANIO E PATRIMONIO A.G.C. DEMANIO E PATRIMONIO DISCIPLINARE D USO PER LE SALE CONVEGNI. Art."

Transcript

1 DISCIPLINARE D USO PER LE SALE CONVEGNI Art. 1 La Regione Campania, compatibilmente con le esigenze dell amministrazione regionale, concede l'uso temporaneo delle Sale Convegni ad Enti, Associazioni, Istituti, Organismi di varia natura, senza finalità di lucro, per lo svolgimento di convegni, conferenze, dibattiti e riunioni, aventi ad oggetto la trattazione di argomenti di carattere economico, sociale, culturale, scientifico e turistico e, comunque, pertinenti con le finalità istituzionali. Art. 2 La Regione Campania si riserva, comunque, la facoltà di negare, l'uso della Sala quando lo ritenga opportuno, in particolare quando gli scopi per i quali viene richiesta non siano ritenuti conformi alle finalità istituzionali. Art. 3 La richiesta per l'uso della Sala, sottoscritta dal legale rappresentate degli Enti, Associazioni, Istituti e gli altri Organismi di varia natura, dovrà pervenire al Settore Demanio e Patrimonio dell AGC Demanio e Patrimonio almeno 30 giorni prima della data stabilita per l'iniziativa e dovrà indicare, fra l'altro, il nominativo di un Responsabile al quale potrà essere fatto riferimento per quanto previsto dal presente Disciplinare o suggerito dalle circostanze. Nella richiesta dovranno essere specificati il giorno od i giorni di impegno dei locali (orario compreso), l'oggetto dell'iniziativa, particolari necessità di utilizzo della struttura e degli impianti in essa ubicati, nonché i servizi tecnici di cui, eventualmente, necessita il richiedente. Alla richiesta delle sale gli Enti, le Associazioni, gli Istituti, e gli altri Organismi di varia natura dovranno allegare copia dello Statuto o dell Atto Costitutivo. 1

2 Art. 4 Il concessionario dovrà trasmettere l elenco delle ditte e/o dei lavoratori autonomi incaricati di effettuare lavori o prestare servizi per l allestimento e lo svolgimento della manifestazione. Il concessionario dovrà garantire l idoneità tecnico-professionale dei predetti soggetti. A tal fine il concessionario dovrà trasmettere al Settore Demanio e Patrimonio la certificazione camerale delle ditte e/o dei lavoratori autonomi unitamente ed una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti tecnici e professionali necessari. Il Settore Demanio e Patrimonio potrà effettuare la verifica di quanto dichiarato. Il Datore di Lavoro delle ditte e/o i lavoratori autonomi, prima dell inizio delle eventuali lavorazioni o servizi, dovranno prendere visione del Documento di Valutazione del Rischio relativo alla struttura regionale interessata alla manifestazione. Le Ditte, se obbligate dalla vigente legislazione, dovranno fornire copia del proprio Documento di Valutazione del Rischio relativo alle attività lavorative da svolgere. Il Dirigente regionale interessato all evento, il Datore di Lavoro delle ditte suddette e/o i lavoratori autonomi dovranno stabilire le eventuali misure organizzative e tecniche da adottare per evitare le possibili interferenze tra i propri dipendenti durante lo svolgimento delle rispettive attività lavorative. E fatta salva la possibilità, per il Dirigente regionale, di richiedete il supporto dell ufficio del Datore di Lavoro. Le ditte di cui sopra dovranno comunicare i nominativi dei propri dipendenti incaricati di prestare servizio o eseguire lavori. Art. 5 Allestimenti particolari, quali stands, vetrine, pannelli espositivi, potranno essere ammessi previa particolareggiata richiesta scritta e con la dichiarazione da parte del concessionario che l allestimento verrà realizzato con tecniche di assoluta sicurezza sia relativamente alla salvaguardia delle strutture che per quanto concerne l'incolumità delle persone che accederanno ai locali interessati; i relativi oneri restano a carico degli utilizzatori. La Regione Campania non risponde di danni a cose o attrezzature di proprietà o comunque fornite dagli utenti, nonché furti di prodotti o opere esposte. 2

3 Art. 6 Sarà cura del Settore Demanio e Patrimonio comunicare al/i Dirigente della Giunta Regionale tutte le informazioni relative allo svolgimento della manifestazione. Il Dirigente/i dovranno garantire, nel giorni e negli orari previsti, la presenza in servizio dei propri addetti alle Emergenze. Sarà cura dell ufficio Datore di Lavoro redigere una particolar procedura di emergenza da inserire nel relativo P.E.O. in dotazione a ciascuna struttura regionale. A tale procedura dovranno attenersi gli addetti alle emergenza della Giunta Regionale. Sarà cura del Settore Demanio e Patrimonio promuovere un attività di coordinamento, per ciascuna delle manifestazioni allestite, tra il personale della Ditta che garantisca il servizio antincendio di cui all art.8 e gli addetti sopra menzionati. Nei casi particolarmente complessi potrà essere richiesto l ausilio dell Ufficio del Datore di Lavoro. Art. 7 Il Settore Demanio e Patrimonio trasmetterà al richiedente lettera formale di concessione, recante in allegato copia del presente Disciplinare, che dovrà essere sottoscritto per accettazione dal concessionario e, successivamente, trasmesso, unitamente alla copia dell avvenuto versamento del canone e della cauzione, almeno 15 giorni prima dell'inizio dell'iniziativa, al Settore Demanio e Patrimonio, Via Pietro Metastasio,25/ Napoli. Art. 8 L'uso della Sala Convegni è concesso previo pagamento della somma sotto indicata quale rimborso delle spese sostenute dalla Regione relativamente alle sole sale convegni. Dal Lunedì al Venerdì Mattino: Pomeriggio: Intera giornata: ,51 206,60 568,11 Alle somme di cui sopra vanno aggiunti i costi per la fornitura dei servizi obbligatori previsti nel successivo articolo 10 e riportati negli allegati 1 e 2. 3

4 Nei giorni di sabato, domenica e nelle festività infrasettimanali di norma le Sale non sono concesse., tuttavia, in tale giorni il rimborso delle spese sarà preventivamente concordato in relazione alle maggiori spese sostenute dalla Regione per la messa in funzione degli impianti tecnologici nonché ai servizi forniti obbligatoriamente. Sabato, domenica e giorni festivi Mattino: Pomeriggio: Intera giornata: ,45 529, ,85 Alle somme di cui sopra vanno aggiunti i costi per la fornitura dei servizi obbligatori previsti nel successivo articolo 10 e riportati negli allegati 1 e 2. E' prevista, inoltre, la possibilità di utilizzare gli impianti di conference system e di amplificazione, di registrazione, di videoproiezione, qualora ubicati all'interno dei locali, previo pagamento delle spese per l assistenza tecnica fornita. L utilizzo dei locali, nei giorni immediatamente antecedenti lo svolgimento dell iniziativa, in orario pomeridiano, potrà essere concesso, per particolari esigenze di allestimento dei locali o per l eventuale necessità di effettuare di prove tecniche sugli impianti in essi ubicati, previa richiesta scritta nella quale dovranno essere specificati il giorno od i giorni di impegno dei locali (orario compreso). Per tale utilizzo è prevista la corresponsione di una tariffa supplementare pari a 170,00 al giorno, Iva compresa, a titolo di rimborso spese per oneri di gestione, fermo restando il versamento delle somme sopraspecificate. I suddetti importi comprendono il rimborso delle spese di vigilanza e custodia, (esclusa l'assistenza tecnica agli impianti), delle spese generali di funzionamento, assistenza del personale regionale. Eventuali rischi non coperti da assicurazione restano a carico dei concessionari. 4

5 Art. 9 A garanzia di eventuali danni non coperti da assicurazione, di cui l'utilizzatore dovesse rendersi responsabile, è prescritto un deposito cauzionale di Euro 258,00 per l'uso dei locali. Tale deposito verrà restituito immediatamente dopo la riconsegna e l'accertamento, da parte dell'ufficio, di assenza di danno, come da Art. 12. Il pagamento dei canoni sopra indicati, dovuti dal concessionario, dovrà essere eseguito, almeno 15 giorni prima dell'inizio dell'iniziativa, mediante bonifico intestato a: Regione Campania Servizio di Tesoreria Banco Napoli Ufficio Enti Diversi (NA) C.C. 40/5 Cod. ABI 1010 CAB 3593, Il mancato pagamento nei termini indicati sarà considerato rinuncia alla concessione richiesta. La rinuncia all'uso della Sala, successiva alla trasmissione, da parte del concessionario, del presente Disciplinare, sottoscritto per accettazione come da Art. 7, nonché al pagamento dei canoni e della cauzione sopraindicati, dovrà essere comunicata per iscritto al Settore Demanio e Patrimonio. In tal caso, lo stesso restituirà al richiedente le somme versate, depurate di quanto si renderà necessario corrispondere, a titolo di risarcimento danni, alle Ditte fornitrici dei servizi, come da Art. 8; non sarà, comunque, restituito il suddetto deposito cauzionale. Art. 10 Per l'utilizzo degli impianti di amplificazione, registrazione, di videoproiezione è obbligatoria la presenza di quattro tecnici forniti da Ditta specializzata, fatto salvo quanto previsto all art. 8 del presente Disciplinare. Sarà cura della Regione comunicare al concessionario la spesa complessiva per i servizi prestati dai tecnici nonché il nome della Ditta cui è affidato tale incarico, la quale provvederà a fatturare i servizi prestati direttamente all'utilizzatore dei locali. Per eventuali ulteriori necessità non previste nel presente Disciplinare, il concessionario dovrà rivolgersi direttamente alla Ditta convenzionata che, previa dettagliata richiesta, produrrà il relativo preventivo di spesa. I costi relativi alla fornitura del servizio di assistenza tecnica per i suddetti impianti, Iva esclusa, sono indicati nell'allegato 1 del presente Regolamento. 5

6 Sarà cura del Settore Demanio e Patrimonio comunicare al concessionario la spesa complessiva per i servizi richiesti nonché il nome della Ditta cui è affidato tale incarico, la fornitura dei servizi tecnici e di dovrà essere oggetto di una specifica richiesta da rivolgere direttamente alla Ditta convenzionata la quale provvederà a fatturare i servizi prestati direttamente all'utilizzatore dei locali. I costi relativi alla fornitura dei suddetti servizi, Iva esclusa, sono indicati nell' allegato 2 del presente Regolamento. I servizi di vigilanza (numero due unità), antincendio (numero due unità) e pulizia (numero due unità) sono obbligatori. Inoltre per l utilizzo delle sale convegni è obbligatoria la presenza di personale regionale. Art. 11 L'uso della Sala Convegni potrà essere concesso gratuitamente soltanto nei casi in cui la Regione Campania sia direttamente interessata all'iniziativa. Art. 12 Il concessionario si impegna ad usare la Sala ed i servizi annessi con la massima diligenza ed a rimborsare gli eventuali danni in base alle spese che la Regione, unico autorizzato a provvedervi, dovrà sostenere per la loro riparazione o rimessa in ripristino. A tale scopo un incaricato del Settore Demanio e Patrimonio, unitamente ad un incaricato o rappresentante del richiedente, visiteranno la Sala concessa prima dell'iniziativa, onde accertare la perfetta funzionalità e l'inesistenza di danni. Ad iniziativa ultimata essi dovranno controllare se la Sala viene restituita nelle stesse condizioni in cui fu consegnata, redigendo, in caso di danni, un apposito verbale nel quale sarà dato atto della constatazione degli stessi. 6

7 Il Concessionario è responsabile direttamente degli eventuali danni sia alle persone che alle cose comunque provocati nell occasione dello svolgimento della manifestazione, restando a suo completo ed esclusivo carico qualsiasi conseguente risarcimento. Art. 13 Il richiedente, avuta la concessione circa l'uso della Sala, dovrà provvedere direttamente alla richiesta di eventuali autorizzazioni previste dalle vigenti norme di P.S., con esonero della Regione Campania da ogni responsabilità civile, penale od amministrativa derivante dalla mancanza delle suddette autorizzazioni. Art. 14 Il concessionario si obbliga a far sì che il numero dei partecipanti sia contenuto nei limiti di capienza dei locali con esonero della Regione Campania da ogni responsabilità civile, penale od amministrativa derivante dal superamento dei sopraindicati limiti di capienza. Art. 15 Le sale convegni verranno usate a titolo gratuito per esigenze istituzionali. Le richieste di concessione delle sale convegni da parte di Enti, Associazioni, Istituti ed Organismi di varia natura, senza finalità di lucro, per lo svolgimento di iniziative di particolare interesse sociale o di rilevante interesse culturale, sarà applicata una riduzione del 20% sui costi indicati all articolo 8 fatto salvo quanto previsto dall articolo 10. Art. 16 In caso di contestuale presentazione di più istanze, si darà priorità a quella pervenuta per prima al protocollo del Settore Demanio e Patrimonio. 7

8 Art. 17 Il Settore Demanio e Patrimonio ha facoltà di revocare la concessione già assegnata, di sospenderla temporaneamente oppure di modificare gli orari, quando ciò sia richiesto da sopravvenuti motivi di pubblico interesse, senza che in tale ipotesi il concessionario possa pretendere alcun diritto. Art. 18 Nei trenta giorni precedenti le consultazioni elettorali e referendarie, le sale convegni non potranno essere concesse a Gruppi, Enti, Associazioni, Istituti ed Organismi di varia natura al fine di garantire la massima trasparenza del servizio pubblico. 8

9 Allegato A Auditorium Sala Convegni Sala Riunioni Attività Ludica Napoli Sede Giunta Regionale Immobile Via S. Lucia, 81 Primo piano Posti n. 40 Centro Direzionale Isola A/6 Piano terra Posti n. 60 Torre C/3 - Auditorium Piano terra Posti n. 360 Torre C/5 Piano terra Posti n. 50 Palazzo Armieri Sala Formazione Primo piano Posti n. 35 Sala Convegno Primo piano Posti n. 90 Sala "1" Riunione Primo piano Posti n. 20 Sala "2" Riunione Primo piano Posti n. 20 San Nicola La Strada (CE) CFPR Marino (ex CIAPI) Sala ristorante Piano terra Posti n. 350* Auditorium Petrucci Piano terra Posti n. 750* Sala Perna Piano terra Posti n. 350* Palestra Piano terra Posti n. 1000* Sala Marino Piano terra Posti n. 350* * In Comodato Università Avellino Centro Direzionale Collina Liguorini Piano terra Posti n. 100 Benevento Palazzo Genio Civile ViaTraiano n. 42 Sala Riunione Piano terra Posti n. 40 Salerno CFPR "Gallottta" - Via Generale Clarck, 103 Sala Convegno Piano Terra Posti n. 250 Aula Magna Piano Terra Posti n. 50 Summonte (AV) CFPR "Campania" Scuola Alberghiera Sala pranzo Posti n. 150 Sala convegni Posti n

10 Allegato 1 FUNZIONAMENTO IMPIANTI TECNOLOGICI Addetti: n. 2 operai specializzati costo/ora 22,40* n. 2 operai qualificati costo/ora 20,40* * Maggiorazione del 35% nei giorni di sabato, domenica e festivi come da CNL. Il costo/ora sarà aggiornato automaticamente in base alle tabelle retributive fissate dal CNL. 10

11 ATTIVITÀ DI VIGILANZA E SICUREZZA (Obbligatorio) Allegato 2 Addetti: Servizio di vigilanza n. 2 Unità costo/ora 19,99* Servizio antincendio n. 2 Unità costo/ora 19,99* * Maggiorazione del 25% nei giorni di sabato, domenica e festivi come da CNL. Il costo/ora sarà aggiornato automaticamente in base alle tabelle retributive fissate dal CNL. ATTIVITÀ DI PULIZIA (Obbligatorio) Addetti: operai qualificati n. 2 unità costo/ora 17,20* operaio specializzato n. 1 unità costo/ora 19,27* * Maggiorazione del 25% nei giorni di sabato, domenica e festivi come da CNL. Il costo/ora sarà aggiornato automaticamente in base alle tabelle retributive fissate dal CNL. ATTIVITÀ DI SUPPORTO PERSONALE REGIONALE A G C DEMANIO E PATRIMONIO (Obbligatorio) Dal Lunedì al Venerdì Addetti: Addetti n. 2 unità costo 154,00 (n. 2 x 77,00) Sabato, Domenica e giorni festivi Addetti: Addetti n. 4 unità costo 616,00 (n. 4 x 154,00) *Il costo è calcolato in analogia a quanto previsto per attività di commissioni, comitati ecc. 11

12 Segue allegato 2 ASSISTENZA AUDIO/VIDEO RIPRESE VIDEO RILIEVI FOTOGRAFICI PERSONALE REGIONALE Dal Lunedì al Venerdì Addetti: Addetti n. 3 unità costo 77,00* Addetti: Responsabile n. 1 unità costo 77,00* Sabato, Domenica e giorni festivi Addetti: Addetti n. 4 unità costo 616,00 (n. 4 x 154,00) *Il costo è calcolato in analogia a quanto previsto per attività di commissioni, comitati ecc. 12

Aut orit à. Regolamento richiesta di utilizzo temporaneo della sala conferenze Autorità Portuale

Aut orit à. Regolamento richiesta di utilizzo temporaneo della sala conferenze Autorità Portuale Regolamento richiesta di utilizzo temporaneo della sala conferenze Autorità Portuale L autorità Portuale autorizza l'utilizzo temporaneo della sala convegni posta al piano terra della propria sede per

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle sale dell Unione Valdera da parte di Enti Terzi

Regolamento per l utilizzo delle sale dell Unione Valdera da parte di Enti Terzi Regolamento per l utilizzo delle sale dell Unione Valdera da parte di Enti Terzi ARTICOLO 1: Oggetto 1. Il presente regolamento individua i criteri generali per la in uso temporaneo degli ambienti a disposizione

Dettagli

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art.

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art. - REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1 Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006 Art. 1 La Sala Conferenze dell Ordine dei Medici chirurghi e Odontoiatri

Dettagli

COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115

COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115 COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115 Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. del 1 ART. 1 Oggetto 1.1. II presente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DELLE SALE DI RIUNIONE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DELLE SALE DI RIUNIONE COMUNITÀ MONTANA DEL PINEROLESE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DELLE SALE DI RIUNIONE Approvato con deliberazione di Giunta Esecutiva n. 144 del 28 novembre 2011 Articolo 1 Oggetto 1. Il

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI DEL CENTRO ESPOSITIVO DI SAN MICHELE DEGLI SCALZI

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI DEL CENTRO ESPOSITIVO DI SAN MICHELE DEGLI SCALZI ALLEGATO A DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI DEL CENTRO ESPOSITIVO DI SAN MICHELE DEGLI SCALZI Art. 1) Ambito di applicazione Il presente disciplinare individua e regola i criteri

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA.

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA. DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA. Art. 1 Oggetto del Disciplinare Il presente disciplinare regola l uso dei locali di proprietà

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ART. 1 - OGGETTO E FINALITA 1. Il presente Regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA CONVEGNI DEL MUSEO D ARTE MODERNA VITTORIA COLONNA (CON PROSPETTO TARIFFE E MODULISTICA)

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA CONVEGNI DEL MUSEO D ARTE MODERNA VITTORIA COLONNA (CON PROSPETTO TARIFFE E MODULISTICA) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA CONVEGNI DEL MUSEO D ARTE MODERNA VITTORIA COLONNA (CON PROSPETTO TARIFFE E MODULISTICA) AGGIORNATO AL 12 OTTOBRE 2009 1 Art. 1 - Oggetto Il presente regolamento ha

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO

AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza - Tel. 0971-61 11 11 Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA DI RAPPRESENTANZA, PER I CONVEGNI E PER LA CONCESSIONE

Dettagli

COMUNE DI MARRADI. Provincia di Firenze REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA CONSILIARE S O M M A R I O

COMUNE DI MARRADI. Provincia di Firenze REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA CONSILIARE S O M M A R I O COMUNE DI MARRADI Provincia di Firenze REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA CONSILIARE S O M M A R I O Art. 1 Oggetto Art. 2 Utilizzo della Sala Consiliare Art. 3 Rimborso spese Art. 4 - Modalità di presentazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLA SALA CONFERENZE DEL PLANETARIO DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLA SALA CONFERENZE DEL PLANETARIO DI RAVENNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLA SALA CONFERENZE DEL PLANETARIO DI RAVENNA CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1 La Sala conferenze del Planetario di Ravenna ivi ubicata al viale Santi Baldini

Dettagli

Città di Novi Ligure

Città di Novi Ligure Città di Novi Ligure REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL TEATRO CIVICO PAOLO GIACOMETTI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37 in data 5/6/2006. Articolo 1 Finalità Il Comune si avvale

Dettagli

U.S.R. Decreto n. 3149 IL RETTORE

U.S.R. Decreto n. 3149 IL RETTORE U.S.R. Decreto n. 3149 IL RETTORE VISTO VISTO VISTA lo Statuto di Ateneo; il Regolamento per lo svolgimento di convegni, concerti, mostre e manifestazioni di particolare rilievo, organizzate da parte di

Dettagli

CITTA DI FINALE LIGURE. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.114 del 08/10/2015

CITTA DI FINALE LIGURE. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.114 del 08/10/2015 Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.114 del 08/10/2015 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE SALE E DEGLI SPAZI COMUNALI Art. 1 Oggetto del Regolamento Pag. 2 Art. 2 Individuazione Immobili

Dettagli

Regolamento per l uso delle Sale Conferenze, Multimediale ed Espositiva-Museale Virtual Reality della sede Sociale di Via Libertini, 15/A.

Regolamento per l uso delle Sale Conferenze, Multimediale ed Espositiva-Museale Virtual Reality della sede Sociale di Via Libertini, 15/A. Regolamento per l uso delle Sale Conferenze, Multimediale ed Espositiva-Museale Virtual Reality della sede Sociale di Via Libertini, 15/A. Premessa: Il presente regolamento, approvato dal Consiglio Direttivo

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI 1 INDICE GENERALE: Art. 1 OGGETTO DEL DISCIPLINARE Art. 2 STRUTTURE Art. 3 SOGGETTI Art. 4 RICHIESTA

Dettagli

COMUNE DI COLONNA REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DELLA SALA CONFERENZE DELLA BIBLIOTECA ELSA MORANTE

COMUNE DI COLONNA REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DELLA SALA CONFERENZE DELLA BIBLIOTECA ELSA MORANTE COMUNE DI COLONNA REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DELLA SALA CONFERENZE DELLA BIBLIOTECA ELSA MORANTE Art. 1 Oggetto e scopo del regolamento Il presente regolamento disciplina la concessione in uso terzi

Dettagli

COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina)

COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina) COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI SALE COMUNALI Articolo 1 (Oggetto del regolamento) Il presente regolamento individua i criteri generali per la

Dettagli

PROVINCIA DI TARANTO

PROVINCIA DI TARANTO PROVINCIA DI TARANTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE DI COMPETENZA DELLA PROVINCIA DI TARANTO Art. 1 I Consigli d istituto sono tenuti, per legge, alla programmazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO DELLA SALA CONFERENZE DI PALAZZO DEL MONFERRATO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO DELLA SALA CONFERENZE DI PALAZZO DEL MONFERRATO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO DELLA SALA CONFERENZE DI PALAZZO DEL MONFERRATO ART. 1 DESTINAZIONE D'USO Il presente Regolamento disciplina l utilizzo temporaneo della Sala Conferenze sita al piano

Dettagli

SALA CONFERENZE CENTRO DIDATTICO DOMENICO MALMERENDI

SALA CONFERENZE CENTRO DIDATTICO DOMENICO MALMERENDI Allegato A COMUNE DI FAENZA Assessorato alla Cultura SALA CONFERENZE CENTRO DIDATTICO DOMENICO MALMERENDI DISCIPLINARE D USO SERVIZIO CULTURA ART. 1 DESTINAZIONE D'USO 1. La Sala Conferenze, ubicata all

Dettagli

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DI SALE E STRUTTURE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

Città di Gardone Val Trompia. CRITERI PER L UTILIZZO DEI LOCALI POLIFUNZIONALI PRESSO I CAPANNONCINI PARCO DEL MELLA Via Grazioli n 23

Città di Gardone Val Trompia. CRITERI PER L UTILIZZO DEI LOCALI POLIFUNZIONALI PRESSO I CAPANNONCINI PARCO DEL MELLA Via Grazioli n 23 Città di Gardone Val Trompia CRITERI PER L UTILIZZO DEI LOCALI POLIFUNZIONALI PRESSO I CAPANNONCINI PARCO DEL MELLA Via Grazioli n 23 Documento approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n.151 del

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO. Regolamento per la concessione a terzi del CENTRO CONGRESSI della PORTA DEL PARCO

COMUNE DI GAVORRANO. Regolamento per la concessione a terzi del CENTRO CONGRESSI della PORTA DEL PARCO COMUNE DI GAVORRANO Regolamento per la concessione a terzi del CENTRO CONGRESSI della PORTA DEL PARCO Adottato con deliberazione consiliare n. 17 del 22/04/2009 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento

Dettagli

! "# & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7. Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5

! # & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7. Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5 ! "# $ %&!! "'(() & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7 Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5 - Articolo 1 - Oggetto del regolamento e destinazione d uso della Sala Parrocchiale 1. La Parrocchia

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. ART. 1 - CAMPO DI APPLICAZIONE - Il presente regolamento disciplina l uso dei seguenti immobili di proprietà comunale:

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza Regolamento per la concessione in uso di beni mobili comunali Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 23 del 21.05.2003 Integrato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE

REGOLAMENTO AZIENDALE REGOLAMENTO AZIENDALE Utilizzo Sale Convegni e Riunioni Approvato con delibera N. del Articolo 1-Scopi e ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina la concessione in uso e l utilizzazione

Dettagli

COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DEL PARCO ANGELO DELLA TORRE E DELLE RELATIVE STRUTTURE. ART.1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina l uso del Parco della Villa

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Comune di Sanluri Provincia del Medio Campidano Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 66 del 26.11.2004. Sommario Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI Premessa La Camera di Commercio di Cagliari, compatibilmente con le proprie esigenze, mette a disposizione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI AULE E DI SPAZI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Art. 1 Finalità Il presente regolamento si propone di disciplinare e uniformare la concessione di aule e di spazi dell

Dettagli

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI SALE E LOCALI APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 38 DEL 29 LUGLIO 2002 \\Srv2\Ufficio\REGOLAMENTI E CONVENZIONI\regolamenti per sito\reg. USO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA Il presente regolamento riguarda le norme e le condizioni

Dettagli

MODULO RICHIESTA UTILIZZO LOCALI COMPLESSO DI VIA PALU EVENTUALI RICHIESTE ACCESSORIE

MODULO RICHIESTA UTILIZZO LOCALI COMPLESSO DI VIA PALU EVENTUALI RICHIESTE ACCESSORIE Pag. 1 di 5 AL CAPO AREA SERVIZI SOCIO CULTURALI del Comune di 35030 RUBANO PD Il/la sottoscritto/a, legale rappresentante (o delegato dal legale rappresentante, con delega scritta come da pag. 5) di:,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELLA BIBLIOTECA CIVICA ARCHIMEDE PRIMO LEVI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELLA BIBLIOTECA CIVICA ARCHIMEDE PRIMO LEVI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELLA BIBLIOTECA CIVICA ARCHIMEDE PRIMO LEVI ART. 1 La Fondazione Esperienze di Cultura Metropolitana (qui di seguito Fondazione),compatibilmente

Dettagli

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 16

Dettagli

COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza)

COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza) COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza) Arrea Tecnica Via Roma, 126 87050 Serra Pedace ( CS) REGOLAMENTO Per la locazione e la concessione in uso degli immobili comunali.- (Approvato con deliberazione

Dettagli

FONDAZIONE TEATRO DELLA CITTA DI LIVORNO C. GOLDONI DISCIPLINARE D USO DEL TEATRO GOLDONI E DEL RIDOTTO LA GOLDONETTA

FONDAZIONE TEATRO DELLA CITTA DI LIVORNO C. GOLDONI DISCIPLINARE D USO DEL TEATRO GOLDONI E DEL RIDOTTO LA GOLDONETTA FONDAZIONE TEATRO DELLA CITTA DI LIVORNO C. GOLDONI DISCIPLINARE D USO DEL TEATRO GOLDONI E DEL RIDOTTO LA GOLDONETTA Livorno, aprile 2005 e successiva modifica marzo 2006 TEATRO GOLDONI E RIDOTTO LA GOLDONETTA

Dettagli

Comune di Troia ( P r o v incia di F o g g ia) REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO E GESTIONE DEL CINE-TEATRO COMUNALE PIDOCCHIETTO

Comune di Troia ( P r o v incia di F o g g ia) REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO E GESTIONE DEL CINE-TEATRO COMUNALE PIDOCCHIETTO Comune di Troia ( P r o v incia di F o g g ia) REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO E GESTIONE DEL CINE-TEATRO COMUNALE PIDOCCHIETTO Approvato con delibera C.C. n. 23 del 16 ottobre 2013 1 Art. 1 Oggetto 1. Il cinema

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Approvato con Deliberazione C.C. n. 16 del 22/04/2009 Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina

Dettagli

CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA

CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA Regolamento per la concessione in uso delle palestre coperte e degli spazi aperti adibiti ad attività sportive annessi alle scuole cittadine di proprietà comunale CITTA

Dettagli

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA POLIVALENTE PALAINCONTRO IN VIA A. MORO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 16 del 21.06.2007

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 14.9.2006 INDICE DEGLI

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI ESPOSITIVI E DI RIUNIONE DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI ESPOSITIVI E DI RIUNIONE DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEI LOCALI ESPOSITIVI E DI RIUNIONE DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE L Amministrazione Provinciale dell Aquila, nell intento di promuovere e favorire

Dettagli

COMUNE DI TRESANA PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE

COMUNE DI TRESANA PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI TRESANA PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE Allegato alla deliberazione C.C. n 62 del 19.12.2014 INDICE Art. 1 - Disciplina regolamentare

Dettagli

Regolamento e norme di utilizzo sala Cinema Teatro S. Giovanni Bosco

Regolamento e norme di utilizzo sala Cinema Teatro S. Giovanni Bosco Regolamento e norme di utilizzo sala Cinema Teatro S. Giovanni Bosco Il presente regolamento ha lo scopo di disciplinare i rapporti fra il Cinema Teatro S. Giovanni Bosco (Teatro) e le Compagnie, i gruppi

Dettagli

Comune di Sirolo Provincia di Ancona R E G O L A M E N T O

Comune di Sirolo Provincia di Ancona R E G O L A M E N T O R E G O L A M E N T O CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 22 del 29.04.2010 Il presente regolamento è composto da n. 12 articoli. REGOLAMENTO CELEBRAZIONE

Dettagli

(approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010)

(approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010) COMUNE DI CASTELLINA MARITTIMA PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DEI LOCALI E DELLE STRUTTURE COMUNALI (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010)

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO

BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO Art. 1 SOGGETTI AMMESSI a) Fatto salvo il diritto di priorità all utilizzo della Palestra

Dettagli

ART. 1 - CASI DI POSSIBILE UTILIZZO

ART. 1 - CASI DI POSSIBILE UTILIZZO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE SALE RIUNIONI DI PROPRIETA' DELL'ENTE ART. 1 - CASI DI POSSIBILE UTILIZZO 1. La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Campobasso, compatibilmente

Dettagli

COMUNE DI OLIVETO LARIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DELLE SALE, DEI LOCALI E DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE

COMUNE DI OLIVETO LARIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DELLE SALE, DEI LOCALI E DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI OLIVETO LARIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DELLE SALE, DEI LOCALI E DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 5 del 05/03/2010 ART.

Dettagli

DISPOSIZIONI PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE AULE E DEL SALONE CONGRESSI DELL'E.O. OSPEDALI GALLIERA

DISPOSIZIONI PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE AULE E DEL SALONE CONGRESSI DELL'E.O. OSPEDALI GALLIERA DISPOSIZIONI PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE AULE E DEL SALONE CONGRESSI DELL'E.O. OSPEDALI GALLIERA 2 INDICE 1) FINALITÀ... pag. 3 2) UTILIZZO DELLE AULE... pag. 3 3) TUTELA DEL PATRIMONIO AZIENDALE...

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE 82 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 179/75 PROP.DEL. NELLA SEDUTA DEL 09/10/2006 CRITERI DI UTILIZZO

Dettagli

Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili

Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili approvato con deliberazione della Commissione Straordinaria n.11 del 08/05/2014 Pubblicato all'albo Pretorio dal 12/05/2014 al 27/05/2014 Esecutiva

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari Tel.080/5548739 Fax 080/5548742 E-Mail: baps060001@istruzione.it - C.F.80016760722 PREMESSO Che l art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA RIUNIONI DENOMINATA CINEMA TIRRENO SITA NELLA FRAZIONE DI BORGO CARIGE PER SCOPI DIVERSI.

REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA RIUNIONI DENOMINATA CINEMA TIRRENO SITA NELLA FRAZIONE DI BORGO CARIGE PER SCOPI DIVERSI. REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA RIUNIONI DENOMINATA CINEMA TIRRENO SITA NELLA FRAZIONE DI BORGO CARIGE PER SCOPI DIVERSI. ARTICOLO 1 1. Il Comune di Capalbio ha a disposizione una sala denominata Cinema

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE Art. 1. PRINCIPI GENERALI E FINALITA 1) Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare le strutture e identificare chiaramente le modalità per l utilizzo

Dettagli

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Città di Lecce Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 72 del 7 settembre 2009 PRINCIPI GENERALI Art. 1. FINALITA

Dettagli

Art. 1 Destinazione d'uso della sala

Art. 1 Destinazione d'uso della sala REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D'USO DELLA "SALA CRESPI" Art. 1 Destinazione d'uso della sala La Sala Polivalente denominata Giovan Battista Crespi detto IL CERANO ("Sala Crespi ) situata in Piazza dei

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI SPAZI ALLE ASSOCIAZIONI PER SEDI O PER LO SVOLGIMENTO DELLA PROPRIA ATTIVITA Approvato con Deliberazione

Dettagli

COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI DI PROPRIETÀ COMUNALE

COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI DI PROPRIETÀ COMUNALE COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI DI PROPRIETÀ COMUNALE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI DI PROPRIETÀ COMUNALE ART. 1 - Ambito di applicazione 1. Il presente

Dettagli

il seguente Regolamento contenente le modalità e criteri per la concessione in uso temporaneo e precario delle palestre scolastiche.

il seguente Regolamento contenente le modalità e criteri per la concessione in uso temporaneo e precario delle palestre scolastiche. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 Grado "Pascoli - Giovinazzi " Via Mazzini n. 25 - Tel. 099.849.11.43

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE SCOLASTICHE PER ATTIVITA SPORTIVE, IN ORARIO EXTRASCOLASTICO.

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE SCOLASTICHE PER ATTIVITA SPORTIVE, IN ORARIO EXTRASCOLASTICO. Comune di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE SCOLASTICHE PER ATTIVITA SPORTIVE, IN ORARIO EXTRASCOLASTICO. A) CRITERI PER LA CONCESSIONE 1) Gli edifici e le attrezzature scolastiche

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER LA CONCESSIONE IN USO DEI LOCALI COMUNALI

R E G O L A M E N T O PER LA CONCESSIONE IN USO DEI LOCALI COMUNALI COMUNE DI REANA DEL ROJALE P R O V I N C I A D I U D I N E www.comune.reanadelrojale.ud.it R E G O L A M E N T O PER LA CONCESSIONE IN USO DEI LOCALI COMUNALI I N D I C E Art. 1 Oggetto del Regolamento

Dettagli

ASPERIA AZIENDA SPECIALE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ALESSANDRIA PER LA PROMOZIONE ECONOMICA

ASPERIA AZIENDA SPECIALE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ALESSANDRIA PER LA PROMOZIONE ECONOMICA ASPERIA AZIENDA SPECIALE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ALESSANDRIA PER LA PROMOZIONE ECONOMICA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO DELLA SALA CONFERENZE DI PALAZZO DEL MONFERRATO ART. 1 DESTINAZIONE D'USO

Dettagli

FOGLIO DELLE CONDIZIONI PER L UTILIZZO DI VILLA DEI LEONI A MIRA

FOGLIO DELLE CONDIZIONI PER L UTILIZZO DI VILLA DEI LEONI A MIRA FOGLIO DELLE CONDIZIONI PER L UTILIZZO DI VILLA DEI LEONI A MIRA PREMESSO CHE: con determinazione dirigenziale n. 614 del 07.04.2011 si stabilivano i criteri di seguito riportati per l uso di Villa dei

Dettagli

Settore Amministrativo e Servizi alla Cittadinanza Piazza Eleonora d Arborea, 44 09170 ORISTANO PROTOCOLLO GENERALE CHIEDE

Settore Amministrativo e Servizi alla Cittadinanza Piazza Eleonora d Arborea, 44 09170 ORISTANO PROTOCOLLO GENERALE CHIEDE MARCA DA BOLLO 16,00 Al COMUNE di ORISTANO Settore Amministrativo e Servizi alla Cittadinanza Piazza Eleonora d Arborea, 44 09170 ORISTANO RICHIESTA DI CONCESSIONE D USO TEATRO ANTONIO GARAU SALA CONFERENZE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL CENTRO CONGRESSI PALAZZO COELLI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL CENTRO CONGRESSI PALAZZO COELLI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL CENTRO CONGRESSI PALAZZO COELLI CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO AD UTENTI ESTERNI DELLE SALE DI PALAZZO COELLI DI PROPRIETA DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI ORVIETO E

Dettagli

C O M U N E D I C A L O S S O

C O M U N E D I C A L O S S O C O M U N E D I C A L O S S O Provincia di Asti Regolamento generale per l utilizzo del salone del Teatro Comunale e della sala del Centro Culturale S. Martino INDICE Articolo 1 - Proprietà e responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 67 del 28/05/2010 I ND I C E art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento art. 2 - Funzioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO PARZIALE O TOTALE DEI LOCALI POSTI AL PIANO TERRENO ED ALA SUD-EST DI VILLA VISCONTI BORROMEO LITTA.

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO PARZIALE O TOTALE DEI LOCALI POSTI AL PIANO TERRENO ED ALA SUD-EST DI VILLA VISCONTI BORROMEO LITTA. REGOLAMENTO PER L UTILIZZO PARZIALE O TOTALE DEI LOCALI POSTI AL PIANO TERRENO ED ALA SUD-EST DI VILLA VISCONTI BORROMEO LITTA. Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento disciplina l uso temporaneo

Dettagli

Comune di Pizzale Provincia di Pavia

Comune di Pizzale Provincia di Pavia Comune di Pizzale Provincia di Pavia Regolamento : MODALITA OPERATIVE PER L UTILIZZO DI BENI COMUNALI DA PARTE DI TERZI Approvato con delibera Giunta comunale n. 42 del 28 Settembre 2004 Modificato con

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI LENDINARESI DI PROPRIETA COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI LENDINARESI DI PROPRIETA COMUNALE REGOLAMENTO PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI LENDINARESI DI PROPRIETA COMUNALE Adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 28 GIUGNO 2010 Esecutivo il 16.07.2010 REGOLAMENTO PER L USO DEGLI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Prot. n. 28315/I/3 del 30.9.2014 GG/AA REGOLAMENTAZIONE PER LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI UNIVERSITARI A SOGGETTI ESTERNI ALL ATENEO (Delibera Senato Accademico del 29.9.2014

Dettagli

1 25.11.10 1a emissione - Approvato con deliberazione G.C. 15/12/2010 n. 261 esecutiva in data 1 febbraio 2011 - Entrato in vigore il 02/02/2011

1 25.11.10 1a emissione - Approvato con deliberazione G.C. 15/12/2010 n. 261 esecutiva in data 1 febbraio 2011 - Entrato in vigore il 02/02/2011 Pagina 1 di 6 Documento COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Rev. Data Oggetto della revisione 1 25.11.10 1a emissione - Approvato con deliberazione G.C. 15/12/2010 n. 261 esecutiva in data

Dettagli

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO.pag 3 Art. 2 INDIVIDUAZIONE DEGLI IMMOBILI.. pag. 3 Art. 3 UTILIZZO DEGLI

Dettagli

COMUNE DI PORTOSCUSO PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS CONCESSIONE IN USO LOCALI E ATTREZZATURE DI PROPRIETÀ' DEL COMUNE DISCIPLINARE

COMUNE DI PORTOSCUSO PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS CONCESSIONE IN USO LOCALI E ATTREZZATURE DI PROPRIETÀ' DEL COMUNE DISCIPLINARE COMUNE DI PORTOSCUSO PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS CONCESSIONE IN USO LOCALI E ATTREZZATURE DI PROPRIETÀ' DEL COMUNE DISCIPLINARE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 59 del 28.09.2012

Dettagli

PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART.

PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART. PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART. 1 Il presente Regolamento disciplina l uso temporaneo da parte di soggetti

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO PUBBLICO DEL PALCO MODULARE DA ESTERNO DI PROPRIETA COMUNALE

COMUNE DI GAVORRANO REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO PUBBLICO DEL PALCO MODULARE DA ESTERNO DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI GAVORRANO REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO PUBBLICO DEL PALCO MODULARE DA ESTERNO DI PROPRIETA COMUNALE INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 OGGETTO CRITERI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE PRESENTI PRESSO LA FONDAZIONE CASOLO. allegato GC 144/10

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE PRESENTI PRESSO LA FONDAZIONE CASOLO. allegato GC 144/10 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PRESENTI PRESSO LA FONDAZIONE CASOLO allegato GC 144/10 2 ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE Possono essere concesse in uso le sale ubicate nell immobile comunale

Dettagli

C O M U N E DI M A L FA PROV. DI MESSINA ISOLA DI SALINA - EOLIE

C O M U N E DI M A L FA PROV. DI MESSINA ISOLA DI SALINA - EOLIE C O M U N E DI M A L FA PROV. DI MESSINA ISOLA DI SALINA - EOLIE REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA DENOMINATA STRUTTURA POLIFUNZIONALE SITA A MALFA IN VIA ROMA PIAZZA IMMACOLATA - PER SCOPI DIVERSI. C O

Dettagli

COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (Provincia di Padova)

COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (Provincia di Padova) COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (Provincia di Padova) REGOLAMENTO D USO DELLE SALE PUBBLICHE COMUNALI Premesso che il Comune di SANTA GIUSTINA IN COLLE dispone attualmente delle seguenti sale e/o spazi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI (Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 20/05/2015) Art. 1 Individuazione dei locali L Amministrazione Comunale,

Dettagli

REGOLAMENTO CONCESSIONE LOCALI SCOLASTICI

REGOLAMENTO CONCESSIONE LOCALI SCOLASTICI REGOLAMENTO CONCESSIONE LOCALI SCOLASTICI Considerato che sempre più di frequente pervengono richieste di utilizzo di locali scolastici da parte di terzi, il dirigente scolastico informa i presenti circa

Dettagli

REGOLAMENTO. PER L UTILIZZO DELLE SALE DI PERTINENZA COMUNALE (SALA Consiliare e SALA Cav. F.Fontana)

REGOLAMENTO. PER L UTILIZZO DELLE SALE DI PERTINENZA COMUNALE (SALA Consiliare e SALA Cav. F.Fontana) C O M U N E D I A Z Z A T E Provincia di Varese REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE SALE DI PERTINENZA COMUNALE (SALA Consiliare e SALA Cav. F.Fontana) Approvato con delib. C.C. n. 18 del 10.03.2006 Pubblicato

Dettagli

UTILIZZO DELL AUDITORIUM DI CORSO INGHILTERRA. INDIRIZZI OPERATIVI SPERIMENTALI

UTILIZZO DELL AUDITORIUM DI CORSO INGHILTERRA. INDIRIZZI OPERATIVI SPERIMENTALI UTILIZZO DELL AUDITORIUM DI CORSO INGHILTERRA. INDIRIZZI OPERATIVI SPERIMENTALI INDICE Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Principi Generali Art. 3 - Modalità di richiesta di utilizzo Art. 4 - Capienza Art. 5 -

Dettagli

COMUNE DI MASER PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MASER PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MASER PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 48 in data 30 settembre 2004 INDICE ART. 1 Oggetto ART. 2 -

Dettagli

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE AULE UNIVERSITARIE

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE AULE UNIVERSITARIE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE AULE UNIVERSITARIE (emanato con D.R. n. 907 2015, prot. n. 18915 - I/3 del 27.07.2015) I termini relativi a persone che, nel presente Regolamento, compaiono solo al maschile

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI SPAZI COMUNALI ALLE ASSOCIAZIONI PER SEDI O PER LO SVOLGIMENTO DELLA PROPRIA ATTIVITA

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI SPAZI COMUNALI ALLE ASSOCIAZIONI PER SEDI O PER LO SVOLGIMENTO DELLA PROPRIA ATTIVITA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI SPAZI COMUNALI ALLE ASSOCIAZIONI PER SEDI O PER LO SVOLGIMENTO DELLA PROPRIA ATTIVITA Art. 1 Finalità 1. Le Associazioni svolgono una funzione sociale,

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (Provincia di Monza e della Brianza)

COMUNE DI BRUGHERIO (Provincia di Monza e della Brianza) COMUNE DI BRUGHERIO (Provincia di Monza e della Brianza) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DELL AREA ATTREZZATA SITA IN VIA S.GIOVANNI BOSCO ANGOLO VIA ALDO MORO Approvato con Deliberazione

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE.

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE. COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE. PREMESSA Scopo del presente regolamento è di favorire e promuovere l apertura delle

Dettagli

MODALITA' E CRITERI PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DELLA REGGIA DI PORTICI: DETERMINAZIONE TARIFFE. Art.

MODALITA' E CRITERI PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DELLA REGGIA DI PORTICI: DETERMINAZIONE TARIFFE. Art. MODALITA' E CRITERI PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DEGLI SPAZI DELLA REGGIA DI PORTICI: DETERMINAZIONE TARIFFE Art. 1 Oggetto Il presente atto determina modalità e criteri per la concessione in uso

Dettagli

DISPOSIZIONI PER L UTILIZZO DA PARTE DI TERZI DELLE SALE COMUNALI PUBBLICHE

DISPOSIZIONI PER L UTILIZZO DA PARTE DI TERZI DELLE SALE COMUNALI PUBBLICHE DISPOSIZIONI PER L UTILIZZO DA PARTE DI TERZI DELLE SALE COMUNALI PUBBLICHE Adottate con Delibera di Giunta Comunale n. 33 del 16 febbraio 2009 Modificate con Delibera di Giunta Comunale n. 91 del 27giugno

Dettagli

residente a in via n.

residente a in via n. COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia Settore Servizi al cittadino Servizi educativi e culturali Ufficio servizi bibliotecari - piazza San Nicolò 11/1-30034 Mira (Ve) Tel. 0414265787 e-mail bibliomira@libero.it

Dettagli

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA 1. Oggetto e finalità utilizzo palestra scolastica. a)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE. ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento.

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE. ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento. REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento Il Centro socio-culturale di Azzanello di Pasiano di Pordenone (di seguito nominato

Dettagli