L OPERATORE SOCIALE ALL INTERNO DI UN PUBBLICO SERVIZIO: VESTE GIURIDICA, RUOLO, RESPONSABILITA, DOVERI. A cura di Adriana Gervasoni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L OPERATORE SOCIALE ALL INTERNO DI UN PUBBLICO SERVIZIO: VESTE GIURIDICA, RUOLO, RESPONSABILITA, DOVERI. A cura di Adriana Gervasoni"

Transcript

1 1 L OPERATORE SOCIALE ALL INTERNO DI UN PUBBLICO SERVIZIO: VESTE GIURIDICA, RUOLO, RESPONSABILITA, DOVERI. A cura di Adriana Gervasoni Pubblico ufficiale Colui che esercita (con o senza rapporto di impiego, permanentemente o temporaneamente, con retribuzione o gratuitamente, per obbligo o volontariamente) una funzione propria dell ente cui appartiene o con cui collabora istituzionalmente. E pubblico ufficiale quindi colui che forma o concorre a formare la volontà dell ente pubblico, che lo rappresenta nei rapporti con i terzi, che è munito di poteri autoritativi o certificativi. (Da C.P. art. 357) Incaricato di pubblico servizio. Colui che esercita funzione di interesse pubblico senza avere i poteri autoritativi del pubblico ufficiale. (Da C.P. art.358) La differenza tra le due figure può individuarsi nella... qualità del potere del primo che è fornito di un attributo di autorità che difetta nelle facoltà inerenti al secondo ( sentenza della Cassazione: 1961) Tutti i dipendenti pubblici, ove non esercitino pubbliche funzioni, sono incaricati di un pubblico servizio, con la sola eccezione di coloro cui sono affidate mansioni puramente manuali e di fatica (Cassazione 1958) Esercente un servizio di pubblica necessità. Un privato che svolge una libera professione il cui esercizio sia vietato senza una speciale abilitazione dello stato, quando della sua opera il pubblico sia per legge obbligato a valersi.(da C.P. 359) Segreto professionale: Art.622 C.P. Chiunque, avendo notizia, per ragioni del proprio stato o ufficio, o della propria professione o arte, di un segreto, lo rivela, senza giusta causa, ovvero lo impiega a proprio o altrui profitto, è punito, se dal fatto può derivare nocumento, con la reclusione fino ad un anno o con la multa da lire sessantamila a un milione. Il delitto è punibile a querela della persona offesa. Segreto d ufficio: Art. 326 C.P. Il pubblico ufficiale o l incaricato di un pubblico servizio, che, violando i doveri inerenti alle funzioni o al servizio, o comunque abusando delle sue qualità, notizie d ufficio, le quali debbano rimanere segrete, o ne agevola in qualsiasi modo la conoscenza, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni. Se l agevolazione è soltanto colposa, si applica la reclusione sino ad un anno... 1

2 2 CONFLITTO DI DOVERI: OBBLIGO SEGRETO/OBBLIGO DENUNCIA. Omessa denuncia di reato da parte del pubblico ufficiale: Art. 361 C.P. Il pubblico ufficiale, il quale omette o ritarda di denunciare all autorità giudiziaria o ad altra autorità che a quella abbia obbligo di riferirne, un reato di cui ha avuto notizia nell esercizio o a causa delle sue funzioni, è punito... Le disposizioni precedenti non si applicano se si tratta di un delitto punibile a querela della persona offesa. Omessa denuncia da parte di un incaricato di pubblico servizio: Art. 362 C.P. L incaricato di un pubblico servizio che omette o ritarda di denunciare all autorità indicata nell articolo precedente un reato del quale abbia avuto notizia nell esercizio o a causa del servizio è punito... Tale disposizione non si applica se si tratta di un reato punibile a querela della persona offesa né si applica ai responsabili delle comunità terapeutiche socio-riabilitative per fatti commessi da persone tossicodipendenti affidate per l esecuzione del programma definito da un servizio pubblico Omissione di referto: Art 365 C.P. Chiunque, avendo nell esercizio di una professione sanitaria prestato la propria assistenza od opera in casi che possono presentare i caratteri di un delitto nel quale si debba procedere d ufficio, omette o ritarda di riferirne all autorità...è punito... Questa disposizione non si applica quando il referto esporrebbe la persona assistita a procedimento penale. Rifiuto di uffici legalmente dovuti: Art. 366 C.P. Chiunque, nominato dall autorità giudiziaria perito, interprete... ottiene con mezzi fraudolenti l esenzione dall obbligo di comparire o di prestare il suo ufficio, e punito... Le stesse pene si applicano alla persona chiamata a deporre come testimone... Falsa testimonianza: Art. 372 C.P. Chiunque, deponendo come testimone... afferma il falso o nega il vero, ovvero tace in tutto o in parte, ciò che sa intorno ai fatti sui quali è interrogato, è punito.con la reclusione da due a sei anni. Categorie esentate dall obbligo di testimonianza Segreto professionale: Art 200 C.P.P. Non possono essere obbligati a deporre su quanto hanno conosciuto per ragione del proprio ministero, ufficio o professione, salvi i casi in cui hanno l obbligo di riferirne all autorità giudiziaria: 1. i ministri di confessioni religiose gli avvocati, i procuratori legali, i consulenti tecnici e i notai 3. i medici e i chirurghi, i farmacisti, le ostetriche e ogni altro esercente una professione sanitaria 4. gli esercenti altri uffici o professioni ai quali la legge riconosce la facoltà di astenersi dal deporre determinata dal segreto professionale 2

3 3 Segreto d ufficio: Art.201 C.P.P. Salvo i casi in cui hanno l obbligo di riferire all autorità giudiziaria, i pubblici ufficiali, i pubblici impiegati e gli incaricati di un pubblico servizio hanno l obbligo di astenersi dal deporre su fatti conosciuti per ragioni del loro ufficio che devono rimanere segreti Materia regolata da più leggi o da più disposizioni della medesima legge penale: Art.15 C.P. Quando più leggi o più.disposizione della medesima legge penale regolano la stessa materia, la legge o la disposizione di legge speciale deroga alla legge. disposizione di legge generale, salvo che sia altrimenti stabilito. Denuncia (Art. 333C.P.P.e 364 C.P.) Ogni persona che ha notizia di un reato perseguibile d ufficio può farne denuncia. La legge determina i casi in cui la denuncia è obbligatoria... Dei documenti anonimi non può essere fatto alcun uso salvo che costituiscano corpo del reato o provengano comunque dall imputato ( Art.240 C.P.P.) Denuncia da parte di pubblici ufficiali e incaricati di un pubblico servizio Art.331 C.P.P:...devono farne denuncia per iscritto senza ritardo Quando più persone sono obbligate alla denuncia per il medesimo fatto, esse possono redigere e sottoscrivere un unico atto. Referto (Art. 334 C.P.P. e 365C.P.) Denuncia che deve essere redatta da chi, nell esercizio di una professione sanitaria, presta la propria assistenza od opera in casi che possono presentare i caratteri di un delitto perseguibile d ufficio... Non esiste obbligo quando il referto esporrebbe la persona assistita a procedimento penale. Perizia (Art.220 C.P.P.) Attività disposta d ufficio quando sia necessaria un indagine che richiede particolari cognizioni o competenze tecniche. Se la relazione è presentata dalle parti, in ambito penale, si chiama consulenza tecnica. Consulenza tecnica (Art. 61 C.P.C.) In ambito civile, attività demandata, sia d ufficio che dalle parti, al consulente tecnico che abbia particolari cognizioni in determinate scienze o arti o particolari competenze tecniche. Querela Art. 336 C.P.P.: dichiarazione nella quale la persona offesa manifesta la volontà che si proceda in ordine a un fatto previsto dalla legge come reato. Istanza di procedimento è una manifestazione di volontà della persona offesa cui viene subordinata l azione penale per i delitti commessi all estero da cittadino italiano. 3

4 4 L.26/5/1990 N. 86 DELITTI DEI PUBBLICI UFFICIALI ED INCARICATI DI UN PUBBLICO SERVIZIO C.P. ART. 314 PECULATO 316 BIS MALVERSAZIONE 317 CONCUSSIONE 318 CORRUZIONE 323 ABUSO DI UFFICIO 326 RIVELAZIONE ED UTILIZZAZIONE DI SEGRETO DI UFFICIO 328 RIFIUTO, OMISSIONE ATTI DI UFFICIO 4

5 5 REATI NEI CONFRONTI DI PERSONA INCAPACE C.P ART. 571 ABUSO MEZZI DI CORREZIONE 572 MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA O VERSO FANCIULLI 574 SOTTRAZIONE PERSONA INCAPACE 591 ABBANDONO DI PERSONA INCAPACE O DI MINORI omicidio (ART. 575) lesioni personali (ART.582) omicidio colposo (ART. 589) 593 OMISSIONE DI SOCCORSO 605 SEQUESTRO DI PERSONA 610 VIOLENZA PRIVATA 622 VIOLAZIONE SEGRETO PROFESSIONALE 328 OMISSIONE E RIFIURO ATTI DI UFFICIO 5

6 This document was created with Win2PDF available at The unregistered version of Win2PDF is for evaluation or non-commercial use only. This page will not be added after purchasing Win2PDF.

Art. 331 c.p.p. Denuncia da parte di pubblici ufficiali e incaricati di un pubblico servizio.

Art. 331 c.p.p. Denuncia da parte di pubblici ufficiali e incaricati di un pubblico servizio. Art. 331 c.p.p. Denuncia da parte di pubblici ufficiali e incaricati di un pubblico servizio. Salvo quanto stabilito dall'articolo 347, i pubblici ufficiali e gli incaricati di un pubblico servizio che,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale. Diritto privato e di famiglia

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale. Diritto privato e di famiglia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale Diritto privato e di famiglia A.A. 2016/17 prof. Luca VILLA 1 1 Art. 357. Nozione del pubblico ufficiale. Agli effetti della

Dettagli

This document was created with Win2PDF available at http://www.win2pdf.com. The unregistered version of Win2PDF is for evaluation or non-commercial use only. This page will not be added after purchasing

Dettagli

Segreto Professionale

Segreto Professionale Segreto Professionale SEGRETO PROFESSIONALE Art. 622 C.P. (Rivelazione di un segreto professionale) Chiunque, avendo notizia, per ragione del proprio stato od ufficio, o della propria professione, od arte,

Dettagli

Responsabilità penale del veterinario ufficiale

Responsabilità penale del veterinario ufficiale Responsabilità penale del veterinario ufficiale Art. 314 c.p. (peculato) Il pubblico ufficiale [c.p. 357] o l'incaricato di un pubblico servizio [c.p. 358], che, avendo per ragione del suo ufficio o servizio

Dettagli

Certificazioni in Pronto Soccorso : il Referto per l Autorità Giudiziaria

Certificazioni in Pronto Soccorso : il Referto per l Autorità Giudiziaria Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Terni Programma di aggiornamento professionale Potestà certificativa del Medico Certificazioni in Pronto Soccorso : il Referto per l Autorità Giudiziaria

Dettagli

Relatore: Laura Riccio

Relatore: Laura Riccio Relatore: Laura Riccio La responsabilità penale dell assistente sociale nell ambito del mandato istituzionale I confini argomentativi: - I profili penali del segreto professionale degli assistenti sociali

Dettagli

ASPETTI LEGISLATIVI E TECNICO APPLICATIVI IN TEMA DI MALTRATTAMENTO ANIMALE. Roma, settembre 2007

ASPETTI LEGISLATIVI E TECNICO APPLICATIVI IN TEMA DI MALTRATTAMENTO ANIMALE. Roma, settembre 2007 ASPETTI LEGISLATIVI E TECNICO APPLICATIVI IN TEMA DI MALTRATTAMENTO ANIMALE Roma, 28 29 settembre 2007 PROTOCOLLI OPERATIVI D INTERVENTO IN CASO DI MALTRATTAMENTO Vice Questore Aggiunto Forestale Maria

Dettagli

IL REFERTO e LA DENUNCIA. Dott. Mariano Di Meo

IL REFERTO e LA DENUNCIA. Dott. Mariano Di Meo IL REFERTO e LA DENUNCIA Il referto è quell atto obbligatorio con il quale l esercente una professione sanitaria comunica all Autorità Giudiziaria quei casi in cui ha prestato la propria opera o assistenza

Dettagli

Se il colpevole è un perito o un interprete, la condanna importa l interdizione [30] dalla professione o dall arte.

Se il colpevole è un perito o un interprete, la condanna importa l interdizione [30] dalla professione o dall arte. 66 65. Omissione di referto. Chiunque, avendo nell esercizio di una professione sanitaria prestato la propria assistenza od opera in casi che possono presentare i caratteri di un delitto pel quale si debba

Dettagli

Art. 315 Abrogato dalla L. 26 aprile 1990, n. 86.

Art. 315 Abrogato dalla L. 26 aprile 1990, n. 86. Codice Penale Libro II Titolo II: Dei Delitti Contro La Pubblica Amministrazione Capo I: Dei Delitti Dei Pubblici Ufficiali Contro La Pubblica Amministrazione Art. 314 Peculato Il pubblico ufficiale o

Dettagli

Bologna, 15 aprile .

Bologna, 15 aprile <L obbligo di testimonianza e il segreto professionale nei giudizi civili>. Bologna, 15 aprile 2016 1 . Una prima riflessione sul rapporto tra segreto professionale e obbligo di testimonianza. 2 Si tratta

Dettagli

Esercente un attività di pubblica necessità (art. 359 C.P) Incaricato di pubblico servizio (art. 358 C.P.)

Esercente un attività di pubblica necessità (art. 359 C.P) Incaricato di pubblico servizio (art. 358 C.P.) Esercente un attività di pubblica necessità (art. 359 C.P) Pubblico ufficiale (art. 357 C.P.) Incaricato di pubblico servizio (art. 358 C.P.) Ufficiale di Polizia giudiziaria (art.55 C.p.p.) Qualifica

Dettagli

DIRE E NON DIRE. CHE FARE?

DIRE E NON DIRE. CHE FARE? Milano 17 novembre 2010 DIRE E NON DIRE. CHE FARE? Prof. Andrea Gentilomo Dipartimento C. Beccaria, Facoltà di Giurisprudenza Università degli Studi di Milano BREVI PREMESSE La denuncia di reato, il referto

Dettagli

REATO E ORGANO DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI P.G. DI INFORMAZIONE. REATO E PUBBLICO UFFICIALE

REATO E ORGANO DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI P.G. DI INFORMAZIONE. REATO E PUBBLICO UFFICIALE REATO E ORGANO DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI P.G. DI INFORMAZIONE. REATO E PUBBLICO UFFICIALE AUTORE: MAGG. GIOVANNI PARIS ART. 56 C.P.P. ART. 56 C.P.P. Servizi e sezioni di polizia giudiziaria.

Dettagli

Capitolo Primo VIOLAZIONE DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLE NOTITIAE CRIMINIS (Elisabetta Calcagno)

Capitolo Primo VIOLAZIONE DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLE NOTITIAE CRIMINIS (Elisabetta Calcagno) INDICE Capitolo Primo VIOLAZIONE DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLE NOTITIAE CRIMINIS L OMISSIONE DI DENUNCIA DI SOGGETTI QUALIFICATI E PRIVATI 1. Il contenuto offensivo dei reati di omessa denuncia....

Dettagli

I delitti di corruzione e concussione dopo la riforma del 2012

I delitti di corruzione e concussione dopo la riforma del 2012 I delitti di corruzione e concussione dopo la riforma del 2012 La corruzione pre-riforma Art. 318, Corruzione per un atto d ufficio. Co. 1, cd. corruzione impropria antecedente Il pubblico ufficiale, che,

Dettagli

ALLEGATO N. 1 REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CODICE PENALE

ALLEGATO N. 1 REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CODICE PENALE ALLEGATO N. 1 REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CODICE PENALE TITOLO II Dei delitti contro la Pubblica Amministrazione Capo I Dei delitti dei pubblici ufficiali contro la Pubblica Amministrazione

Dettagli

IL SEGRETO PROFESSIONALE

IL SEGRETO PROFESSIONALE Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Medicina Pubblica, Clinica e Preventiva, Sezione di Medicina Legale IL SEGRETO PROFESSIONALE Prof. Bruno Della Pietra SEGRETO: ciò che non deve

Dettagli

ASPETTI MEDICO-LEGALI DELLA DOCUMENTAZIONE SANITARIA

ASPETTI MEDICO-LEGALI DELLA DOCUMENTAZIONE SANITARIA ASPETTI MEDICO-LEGALI DELLA DOCUMENTAZIONE SANITARIA CARTELLA CLINICA E CARTELLA CLINICA INFORMATIZZATA, ASPETTI ETICO GIURIDICI RELATIVE AD ALTRE TEMATICHE CONNESSE ROSA MARIA GAUDIO Professore in Medicina

Dettagli

FALSE INFORMAZIONI AL PUBBLICO MINISTERO (ART. 371 BIS C.P.)

FALSE INFORMAZIONI AL PUBBLICO MINISTERO (ART. 371 BIS C.P.) I DELITTI CONTRO L AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA PROF. FABIO FOGLIA MANZILLO Indice 1 FALSE INFORMAZIONI AL PUBBLICO MINISTERO (ART. 371 BIS C.P.) ---------------------------------- 3 2 FALSE DICHIARAZIONI

Dettagli

Catalogo Reati L. 190/2012 PTPC

Catalogo Reati L. 190/2012 PTPC Pagina 1 di 6 I REATI RILEVANTI AI SENSI DELLA INGM, recependo la proposta di Piano Nazionale Anticorruzione elaborata dal Dipartimento della funzione pubblica in base alla legge n. 190 del 2012., ha adottato

Dettagli

Delitti contro l attività giudiziaria

Delitti contro l attività giudiziaria Capitolo II Delitti contro l attività giudiziaria SOMMARIO: 2.1. Generalità. 2.2. Nozione di pubblico ufficiale. 2.3. Nozione di incaricato di pubblico servizio. 2.4. Nozione di esercente un servizio di

Dettagli

REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLEGATO 2 REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1) CORRUZIONE La corruzione consiste in un accordo tra un privato ed un pubblico ufficiale o un incaricato di pubblico servizio mediante il quale il

Dettagli

OBBLIGO DELLA SEGNALAZIONE (DENUNCIA DI REATO) ALL AUTORITÀ GIUDIZIARIA DA PARTE DEGLI OPERATORI SANITARI DIPENDENTI O CONVENZIONATI

OBBLIGO DELLA SEGNALAZIONE (DENUNCIA DI REATO) ALL AUTORITÀ GIUDIZIARIA DA PARTE DEGLI OPERATORI SANITARI DIPENDENTI O CONVENZIONATI OBBLIGO DELLA SEGNALAZIONE (DENUNCIA DI REATO) ALL AUTORITÀ GIUDIZIARIA DA PARTE DEGLI OPERATORI SANITARI DIPENDENTI O CONVENZIONATI INDICAZIONI OPERATIVE In tutte le situazioni in cui, nell'esercizio

Dettagli

ASPETTI LEGALI DEL SOCCORSO

ASPETTI LEGALI DEL SOCCORSO ASPETTI LEGALI DEL SOCCORSO Definire: Il soccorritore e la legge L incaricato di pubblico servizio Il ruolo del Volontario nel soccorso sanitario Le cause di non punibilità Il principio del consenso alle

Dettagli

ELENCO DELLE FATTISPECIE PRESUPPOSTO (AI SENSI DELLA L. 190/2012 E AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001)

ELENCO DELLE FATTISPECIE PRESUPPOSTO (AI SENSI DELLA L. 190/2012 E AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001) APPROFONDIMENTO SUI REATI ELENCO DELLE FATTISPECIE PRESUPPOSTO (AI SENSI DELLA L. 190/2012 E AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001) LATINA AMBIENTE S.p.A. 1 REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E IL PATRIMONIO

Dettagli

INDICE SOMMARIO RASSEGNA PENALE

INDICE SOMMARIO RASSEGNA PENALE Presentazione... Collaboratori... VII IX RASSEGNA PENALE Art. 1 Reati e pene: disposizione espressa di legge... 3 Art. 2 Successione di leggi penali... 11 Art. 5 Ignoranza della legge penale... 24 Art.

Dettagli

LEZIONE 5 TEST A RISPOSTA MULTIPLA. di Vittorio De Chiara. Giugno Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale

LEZIONE 5 TEST A RISPOSTA MULTIPLA. di Vittorio De Chiara. Giugno Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 5 NOZIONI DI DIRITTO PENALE CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI REATI CONTRO LA PA; LIMITATAMENTE AL TITOLO II CAP. I DEI DELITTI DEI PUBBLICI

Dettagli

Libertà e diritti dei cittadini

Libertà e diritti dei cittadini Libertà e diritti dei cittadini Aspetti giuridici della vita quotidiana dal condominio a internet Fondazione Università Popolare di Torino, 31 Ottobre 2013 Avv. Alessia Boario Avv. Daniele Beneventi 1

Dettagli

scaricato da FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Corso di Bioetica II ANNO II semestre A.A. 2007/2008

scaricato da  FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Corso di Bioetica II ANNO II semestre A.A. 2007/2008 FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Corso di Bioetica II ANNO II semestre A.A. 2007/2008 SEGRETO NATURALE E SEGRETO PROFESSIONALE Prof. Pierluca Zangani SEGRETO NATURALE E SEGRETO PROFESSIONALE Costituisce

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (ART. 47 D.P.R. 28 DICEMBRE 2000 N 445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (ART. 47 D.P.R. 28 DICEMBRE 2000 N 445) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (ART. 47 D.P.R. 28 DICEMBRE 2000 N 445) Oggetto: AMMINISTRATORI DI ENTI PUBBLICI E DI ENTI PRIVATI IN CONTROLLO PUBBLICO Dichiarazione di insussistenza

Dettagli

Tema Articolo Commento Incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione conseguente alla condanna penale

Tema Articolo Commento Incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione conseguente alla condanna penale Www.carelladarcangelo.com L. n. 190/12 - Le modifiche al codice penale. Tema Articolo Commento Incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione conseguente alla condanna penale Estinzione del

Dettagli

DEONTOLOGIA PROFESSIONALE

DEONTOLOGIA PROFESSIONALE . DEONTOLOGIA PROFESSIONALE Moderna definizione della DEONTOLOGIA Strumento di informazione e guida permanente nell esercizio professionale, diretto sin dalla preparazione universitaria a realizzare una

Dettagli

IL SEGRETARIO GENERALE

IL SEGRETARIO GENERALE Protocollo n. 1722 del 07/03/2014 IL SEGRETARIO GENERALE nella sua veste di responasbile della prevenzione della corruzione / trasparenza / controlli interni ecc. AI RESPONSABILI DI P. ORGANIZZATIVA AI

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Prefazione... Autori... Art. 1 Reati e pene: disposizione espressa di legge... 1

INDICE SOMMARIO. Prefazione... Autori... Art. 1 Reati e pene: disposizione espressa di legge... 1 Prefazione... Autori... VII IX Art. 1 Reati e pene: disposizione espressa di legge... 1 Art. 2 Successione di leggi penali..... 14 Art. 5 Ignoranza della legge penale... 33 Art. 10 Delitto comune dello

Dettagli

ELIMINARE LA CONTENZIONE NELLE RESIDENZE SANITARIE: UN PROCESSO POSSIBILE: ASPETTI PROFESSIONALI, ETICI E

ELIMINARE LA CONTENZIONE NELLE RESIDENZE SANITARIE: UN PROCESSO POSSIBILE: ASPETTI PROFESSIONALI, ETICI E ELIMINARE LA CONTENZIONE NELLE RESIDENZE SANITARIE: UN PROCESSO POSSIBILE: ASPETTI PROFESSIONALI, ETICI E GIURIDICI LA RESPONSABILITA DELL INFERMIERE Collegio Ipasvi di CUNEO Via Bassignano, 65 1 edizione:

Dettagli

di Alice Grasso Avvocato in Padova Dottoranda di ricerca in diritto penale presso l Università degli

di Alice Grasso Avvocato in Padova Dottoranda di ricerca in diritto penale presso l Università degli L ANZIANO MALTRATTATO NEL CONTESTO FAMILIARE. OBBLIGHI E DOVERI DELL ASSISTENTE SOCIALE di Alice Grasso Avvocato in Padova Dottoranda di ricerca in diritto penale presso l Università degli Studi didip

Dettagli

Allegato 6 Reati contro la Pubblica Amministrazione. Reati contro la Pubblica Amministrazione

Allegato 6 Reati contro la Pubblica Amministrazione. Reati contro la Pubblica Amministrazione Allegato 6 Reati contro la Pubblica Amministrazione Reati contro la Pubblica Amministrazione 75 Di seguito si riportano le fattispecie di reato contro la Pubblica Amministrazione richiamate dal Titolo

Dettagli

Quadro sinottico degli articoli del c.p., del c.p.p., delle disp. att. c.p.p. e del c.c. modificati dalla legge anticorruzione

Quadro sinottico degli articoli del c.p., del c.p.p., delle disp. att. c.p.p. e del c.c. modificati dalla legge anticorruzione Quadro sinottico degli articoli del c.p., del c.p.p., delle disp. att. c.p.p. e del c.c. modificati dalla legge anticorruzione (In carattere corsivo le modifiche approvate) C O D I C E P E N A L E Art.

Dettagli

Professione infermieristica e recenti innovazioni giurisprudenziali Seminario di formazione. Senigallia Marzo 2011

Professione infermieristica e recenti innovazioni giurisprudenziali Seminario di formazione. Senigallia Marzo 2011 Professione infermieristica e recenti innovazioni giurisprudenziali Seminario di formazione Senigallia 11-12 Marzo 2011 Senigallia 12 marzo 2011 Il referto e la denuncia Daniele Rodriguez P.O. di Medicina

Dettagli

Oggetto: partecipazione a procedura aperta n. (indicare il numero della procedura) Il sottoscritto Cognome e nome (1) Nato a Il

Oggetto: partecipazione a procedura aperta n. (indicare il numero della procedura) Il sottoscritto Cognome e nome (1) Nato a Il All Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d Aosta via Bologna, 148 10154 TORINO Oggetto: partecipazione a procedura aperta n. (indicare il numero della procedura) Il sottoscritto

Dettagli

FACOLTA DI GIURISPRUDENZA. CORSO DI LAUREA in GIURISPRUDENZA. Classe LMG/01. Insegnamento di Diritto Penale A-Z CFU 1-5 / 6-10/ 1-15

FACOLTA DI GIURISPRUDENZA. CORSO DI LAUREA in GIURISPRUDENZA. Classe LMG/01. Insegnamento di Diritto Penale A-Z CFU 1-5 / 6-10/ 1-15 FACOLTA DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA in GIURISPRUDENZA Classe LMG/01 Insegnamento di Diritto Penale A-Z CFU 1-5 / 6-10/ 1-15 Docente: Prof. Alì Abukar Hayo E-mail: ali.abukar@unicusano.it Obiettivi

Dettagli

NUOVO TESTO in vigore dal 27 maggio 2008 Codice penale, articolo 61 Circostanze aggravanti comuni. altro reato; reato;

NUOVO TESTO in vigore dal 27 maggio 2008 Codice penale, articolo 61 Circostanze aggravanti comuni. altro reato; reato; WORLD S VEHICLE DOCUMENTS MODIFICA AL C.P. Dl 92/ CODICE PENALE Gli articoli modificati dal Dl 92/: Articolo 61 - Circostanze aggravanti comuni Articolo 235 - Espulsione od allontanamento dello straniero

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte I REATI CONTRO L INDIVIDUO REATI CONTRO LA PERSONA. Premessa. Sez. I. Reati contro la vita e l incolumità personale

INDICE SOMMARIO. Parte I REATI CONTRO L INDIVIDUO REATI CONTRO LA PERSONA. Premessa. Sez. I. Reati contro la vita e l incolumità personale INDICE SOMMARIO Avvertenza alla sedicesima edizione (C.F. Grosso)... Autori... Introduzione... V XIII XV Parte I REATI CONTRO L INDIVIDUO CAPITOLO I REATI CONTRO LA PERSONA Premessa 1. Contenuto della

Dettagli

Applicazione delle norme in materia di violenza e maltrattamento. Dott.ssa Francesca Pidone Associazione Casa della donna Centro antiviolenza

Applicazione delle norme in materia di violenza e maltrattamento. Dott.ssa Francesca Pidone Associazione Casa della donna Centro antiviolenza Applicazione delle norme in materia di violenza e maltrattamento Dott.ssa Francesca Pidone Associazione Casa della donna Centro antiviolenza Manca una legge organica sulla violenza contro le donne. La

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BOLOGNESI, DE MARIA, BERRETTA, BARUFFI, GHIZZONI, FABBRI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BOLOGNESI, DE MARIA, BERRETTA, BARUFFI, GHIZZONI, FABBRI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 559-A PROPOSTA DI LEGGE n. 559, D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BOLOGNESI, DE MARIA, BERRETTA, BARUFFI, GHIZZONI, FABBRI Introduzione dell articolo

Dettagli

LA SICUREZZA LA SICUREZZA. note giuridiche. LICEO SCIENTIFICO Leonardo da Vinci JESI NOTE GIURIDICHE

LA SICUREZZA LA SICUREZZA. note giuridiche. LICEO SCIENTIFICO Leonardo da Vinci JESI NOTE GIURIDICHE note giuridiche LICEO SCIENTIFICO Leonardo da Vinci JESI 2 NOTE GIURIDICHE note giuridiche Art.2 D.lgs. 626/94 IL LAVORATORE la persona che presta il proprio lavoro alle dipendenze di un datore di lavoro

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Parte II REATI CONTRO LA SOCIETÀ CAPITOLO III REATI CONTRO L INCOLUMITÀ PUBBLICA. Premessa

INDICE-SOMMARIO. Parte II REATI CONTRO LA SOCIETÀ CAPITOLO III REATI CONTRO L INCOLUMITÀ PUBBLICA. Premessa INDICE-SOMMARIO Parte II REATI CONTRO LA SOCIETÀ CAPITOLO III REATI CONTRO L INCOLUMITÀ PUBBLICA Premessa PAG. 98. La nozione di incolumità pubblica... 3 99. La classificazione del codice... 6 Sez. I.

Dettagli

Indice Generale. Introduzione...» 7. Forme di tutela e strumenti sanzionatori nell ordinamento penale I DELITTI CONTRO IL MATRIMONIO.

Indice Generale. Introduzione...» 7. Forme di tutela e strumenti sanzionatori nell ordinamento penale I DELITTI CONTRO IL MATRIMONIO. 579 Indice Generale Introduzione...» 7 Parte Prima Forme di tutela e strumenti sanzionatori nell ordinamento penale Capitolo I I DELITTI CONTRO IL MATRIMONIO Sezione I IL REATO DI BIGAMIA 1.1. Le origini

Dettagli

I REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

I REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Cendon / Book Collana diretta da Dario Primo Triolo CENACOLO GIURIDICO: CASI E LEZIONI PENALE 8 I REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Dario Primo Triolo Edizione GIUGNO 2015 Copyright MMXV KEY SRL

Dettagli

Riferimenti giuridici

Riferimenti giuridici SCHEDA PROCEDIBILITA REATI Riferimenti giuridici Riferimenti giuridici Procedibilità Obbligo di Obbligo di referto denuncia Violenza fisica Maltrattamenti in famiglia (Art: 572 c.p.) Si Si Violenza privata

Dettagli

Codice Penale Militare di Pace Titolo I DEI REATI CONTRO LA FEDELTÀ E LA DIFESA MILITARE.

Codice Penale Militare di Pace Titolo I DEI REATI CONTRO LA FEDELTÀ E LA DIFESA MILITARE. Codice Penale Militare di Pace Titolo I DEI REATI CONTRO LA FEDELTÀ E LA DIFESA MILITARE. Capo I DEL TRADIMENTO. Art. 77. Alto tradimento. (1) Il militare, che commette alcuno dei delitti contro la personalità

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

Volontariato e Responsabilità giuridica dei soccorritori volontari

Volontariato e Responsabilità giuridica dei soccorritori volontari Volontariato e Responsabilità giuridica dei soccorritori volontari VOLONTARIATO Il volontariato è un'attività libera e gratuita svolta per ragioni di solidarietà e di giustizia sociale. Legge-quadro sul

Dettagli

Suicidio Deontologia Professionale

Suicidio Deontologia Professionale Suicidio Deontologia Professionale FEDERICO ZANON Commissione Deontologia Ordine Psicologi Veneto nasce come codice di condotta professionale per gli psicologi, ispirato ai codici deontologici europei

Dettagli

IL SISTEMA SANZIONATORIO

IL SISTEMA SANZIONATORIO IL SISTEMA SANZIONATORIO Fattispecie che danno luogo all applicazione di sanzioni. Il decreto elenca tutte le ipotesi di reato in relazione alle quali sono previste sanzioni amministrative per gli enti

Dettagli

INDICE. Francesco Saverio Fortuna L OGGETTO DELLA TUTELA PENALE NEI DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

INDICE. Francesco Saverio Fortuna L OGGETTO DELLA TUTELA PENALE NEI DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE INDICE Introduzione alla seconda edizione... Presentazione alla prima edizione... Gli autori... XIII XV XVII Francesco Saverio Fortuna L OGGETTO DELLA TUTELA PENALE NEI DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Codice Penale Libro II - Titolo II Dei delitti contro la Pubblica Amministrazione

Codice Penale Libro II - Titolo II Dei delitti contro la Pubblica Amministrazione Allegato 2 I PRINCIPALI REATI DEI DIPENDENTI PUBBLICI E DEI PRIVATI ESERCENTI UN SERVIZIO DI PUBBLICA NECESSITÀ A DANNO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Codice Penale Libro II - Titolo II Dei delitti contro

Dettagli

Diritti dei cittadini e dei consumatori

Diritti dei cittadini e dei consumatori Diritti dei cittadini e dei consumatori Aspetti giuridici della vita quotidiana dal condominio a internet Fondazione Università Popolare di Torino, Torino, 03.11.2011 Diritti e doveri dei cittadini Rapporti

Dettagli

Codice penale militare e Procedura penale militare

Codice penale militare e Procedura penale militare Codice penale militare e Procedura penale militare (Modifiche in seguito alla revisione della parte generale del CPM e altri adeguamenti) Modifica del Disegno L Assemblea federale della Confederazione

Dettagli

Corso futuri soccorritori C.R.I. Pergine 05 marzo S.lla Mara Lucian Consigliere Giuridico D.I.U.

Corso futuri soccorritori C.R.I. Pergine 05 marzo S.lla Mara Lucian Consigliere Giuridico D.I.U. Corso futuri soccorritori C.R.I. Pergine 05 marzo 2015 Consigliere Giuridico D.I.U. Argomenti lezione Etica Comportamentale Figura giuridica dell Incaricato di Pubblico Servizio Responsabilità soccorritore

Dettagli

Pratica n.(omissis) Avv. (omissis)

Pratica n.(omissis) Avv. (omissis) Pratica n.(omissis) Avv. (omissis) - L'Avv. (omissis) ha formulato richiesta di parere deontologico, pervenuta in data (omissis), avente ad oggetto il segreto professionale in ambito di associazione di

Dettagli

Dott.ssa Barbara Chiapusso Avv. Dott. Vladimiro Dario Gamba

Dott.ssa Barbara Chiapusso Avv. Dott. Vladimiro Dario Gamba Dott.ssa Barbara Chiapusso Avv. Dott. Vladimiro Dario Gamba CONFLITTO PERENNE PER IL SANITARIO PUBBLICO tra Principio di AUTONOMIA e Principio di GERARCHIA Siamo tutti delatori? CODICE PENALE: Artt. 361

Dettagli

Legge del 15 febbraio 1996, n. 66

Legge del 15 febbraio 1996, n. 66 Legge del 15 febbraio 1996, n. 66 Gazzetta Ufficiale del 20 febbraio 1996, n. 42 Norme contro la violenza sessuale. Preambolo La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; Il Presidente

Dettagli

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL LAVORO DI PUBBLICA UTILITA AI SENSI DELL ART.54 D. L.vo. 29 AGOSTO 2000 N 274 E DELL ART.2 DEL D.M. 26 MARZO 2001.

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL LAVORO DI PUBBLICA UTILITA AI SENSI DELL ART.54 D. L.vo. 29 AGOSTO 2000 N 274 E DELL ART.2 DEL D.M. 26 MARZO 2001. CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL LAVORO DI PUBBLICA UTILITA AI SENSI DELL ART.54 D. L.vo. 29 AGOSTO 2000 N 274 E DELL ART.2 DEL D.M. 26 MARZO 2001. Approvata con Deliberazione Giunta Comunale n. 43 del

Dettagli

DEI DELITTI CONTRO LA PERSONA CODICE PENALE, LIBRO II, TITOLO XII, AGG. AL bis. Violenza sessuale.

DEI DELITTI CONTRO LA PERSONA CODICE PENALE, LIBRO II, TITOLO XII, AGG. AL bis. Violenza sessuale. DEI DELITTI CONTRO LA PERSONA CODICE PENALE, LIBRO II, TITOLO XII, AGG. AL 16.09.2010 609-bis. Violenza sessuale. Chiunque, con violenza o minaccia o mediante abuso di autorità, costringe taluno a compiere

Dettagli

INDICE. 4 Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice Descrizione della norma, bene giuridico tutelato e presupposto...

INDICE. 4 Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice Descrizione della norma, bene giuridico tutelato e presupposto... INDICE Prefazione... XVII 1 Analisi del fenomeno... 1 1.1 Dati sulla diffusione e rilevanza sociale delle violenze in famiglia... 1 1.2 Violenza domestica e tipologie di maltrattamenti... 4 2 Famiglia,

Dettagli

Art. 323 c.p. Abuso d ufficio. Art. 343 c.p. Oltraggio a un magistrato in udienza

Art. 323 c.p. Abuso d ufficio. Art. 343 c.p. Oltraggio a un magistrato in udienza 1. Principi generali Principali norme richiamate Art. 323 c.p. Abuso d ufficio Il pubblico ufficiale o l incaricato di un pubblico servizio, che, al fine di procurare a sé o ad altri un ingiusto vantaggio

Dettagli

Il nuovo quadro normativo dopo l entrata in vigore della L. 190/2012.

Il nuovo quadro normativo dopo l entrata in vigore della L. 190/2012. Il nuovo quadro normativo dopo l entrata in vigore della L. Dott. Fabrizio D Arcangelo Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Milano Con la legge 6 novembre 2012, n. 190 il Parlamento

Dettagli

Segnalazioni obbligatorie all Autorità Giudiziaria

Segnalazioni obbligatorie all Autorità Giudiziaria Segnalazioni obbligatorie all Autorità Giudiziaria 1. Referto 2. Denuncia di reato REFERTO IL REFERTO E L ATTO SCRITTO CON IL QUALE L ESERCENTE UNA PROFESSIONE SANITARIA RIFERISCE ALL AUTORITA GIUDIZIARIA

Dettagli

HTINTERUNIVERSITÄRE TAGUNG. Brixen - 6. Februar 2010 Casa della Gioventù Außenstelle der Universität Padua - Weißlahnstr. 6AI

HTINTERUNIVERSITÄRE TAGUNG. Brixen - 6. Februar 2010 Casa della Gioventù Außenstelle der Universität Padua - Weißlahnstr. 6AI SCUOLA EUROPEA DI SCIENZE DELLA SALUTE INTEGRAZIONE TRA A CCREDITAMENTO, RISK MANAGEMENT E HTA PER GARANTIRE QUALITÀ E SICUREZZA AL PAZIENTE CONVEGNO INTERUNIVERSITARIO Bressanone - 6 febbraio 2010 Casa

Dettagli

Aspetti specifici della deontologia. Valeria La Via- coordinatrice commissione Etica e Deontologia Lecco- 3 ottobre 2012

Aspetti specifici della deontologia. Valeria La Via- coordinatrice commissione Etica e Deontologia Lecco- 3 ottobre 2012 + Aspetti specifici della deontologia Valeria La Via- coordinatrice commissione Etica e Deontologia Lecco- 3 ottobre 2012 + Programma Il segreto professionale, la testimonianza, l obbligo di denuncia/referto

Dettagli

Art. 365 Codice Penale

Art. 365 Codice Penale Obblighi del Medico in caso di malattia professionale ADEMPIMENTI Presupposti giuridici Certificato medico di malattia professionale Artt. 52-53 D.P.R. 1124/65 (Testo Unico delle disposizioni per l'assicurazione

Dettagli

LIBRO II. Titolo II: DEI DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Capo I: DEI DELITTI DEI PUBBLICI UFFICIALI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LIBRO II. Titolo II: DEI DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Capo I: DEI DELITTI DEI PUBBLICI UFFICIALI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LIBRO II Titolo II: DEI DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Capo I: DEI DELITTI DEI PUBBLICI UFFICIALI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Art. 314 Peculato Il pubblico ufficiale o l'incaricato di

Dettagli

INDICE GENERALE PRESENTAZIONE

INDICE GENERALE PRESENTAZIONE INDICE GENERALE PRESENTAZIONE PARERI 1. Le Sezioni Unite sulla competenza territoriale in tema di accesso abusivo ad un sistema informatico e telematico: il server che custodisce i dati si trova in luogo

Dettagli

CODICE ETICO DI ITALIA UNICA

CODICE ETICO DI ITALIA UNICA CODICE ETICO DI ITALIA UNICA Premessa ARTICOLO 1 Valori e ideali ARTICOLO 2 Carta d Identità di Italia Unica ARTICOLO 3 Requisiti di onorabilità degli Iscritti ARTICOLO 4 Requisiti di onorabilità degli

Dettagli

ENTRATO IN VIGORE: 1 LUGLIO 2015

ENTRATO IN VIGORE: 1 LUGLIO 2015 RIFORMA DEL CODICE PENALE NELL AMBITO DEI REATI SOCIETARI. ENTRATO IN VIGORE: 1 LUGLIO 2015 23 luglio 2015 RIFORMA DEL CODICE PENALE NELL AMBITO DEI REATI SOCIETARI. Entrato in vigore: 1 luglio 2015 Concretizzazione

Dettagli

II COMMISSIONE PERMANENTE

II COMMISSIONE PERMANENTE Martedì 2 maggio 2017 26 Commissione II II COMMISSIONE PERMANENTE (Giustizia) S O M M A R I O INDAGINE CONOSCITIVA: Indagine conoscitiva in merito all esame del disegno di legge C. 4220 Governo, recante

Dettagli

I REATI IN AMBITO FAMILIARE: PRINCIPALI FATTISPECIE ED ASPETTI PROBLEMATICI. Chiara MAINA. Aula Magna Palagiustizia TORINO

I REATI IN AMBITO FAMILIARE: PRINCIPALI FATTISPECIE ED ASPETTI PROBLEMATICI. Chiara MAINA. Aula Magna Palagiustizia TORINO I REATI IN AMBITO FAMILIARE: PRINCIPALI FATTISPECIE ED ASPETTI PROBLEMATICI Chiara MAINA Aula Magna Palagiustizia TORINO 14.10.2015 REATI CONTRO L AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA ART. 388 C.P. REATI CONTRO

Dettagli

CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO - PART-TIME AL 33% DI N. 13 ISTRUTTORI DI VIGILANZA CAT.

CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO - PART-TIME AL 33% DI N. 13 ISTRUTTORI DI VIGILANZA CAT. 1 Ai sensi dell art. 316 c.p., si verifica peculato mediante profitto dell'errore altrui quando: servizio, il quale, nell'esercizio delle funzioni o del servizio, giovandosi dell'errore altrui, riceve

Dettagli

MODULO VERIFICA MACCHINA versione per CARRELLO

MODULO VERIFICA MACCHINA versione per CARRELLO 1) IDENTIFICAZIONE MACCHINA MODULO VERIFICA MACCHINA versione per CARRELLO COMPONENTE MODELLO S/N MACCHINA IN VERSIONE ORIGINALE ANNO DI PRODUZIONE TELAIO F-42 26013 2005 Disegno N. Note MONTANTE CVS H10000

Dettagli

L intervento dopo la rivelazione. Cosa succede quando un bambino o un adulto protettivo raccontano fatti compatibili con un abuso o una violenza

L intervento dopo la rivelazione. Cosa succede quando un bambino o un adulto protettivo raccontano fatti compatibili con un abuso o una violenza L intervento dopo la rivelazione Cosa succede quando un bambino o un adulto protettivo raccontano fatti compatibili con un abuso o una violenza Coinvolgimento della famiglia? L opportunità di coinvolgere

Dettagli

Nicola Lugaresi - Diritto di Internet 9. L uso di Internet sul luogo di lavoro

Nicola Lugaresi - Diritto di Internet 9. L uso di Internet sul luogo di lavoro Nicola Lugaresi - Diritto di Internet 9. L uso di Internet sul luogo di lavoro Nicola Lugaresi - Diritto di Internet 1 CRITICITA Conflitto lavoratore datore di lavoro Mutamento tecnologico Diversità tra

Dettagli

LE INDAGINI PRELIMINARI. Introduzione

LE INDAGINI PRELIMINARI. Introduzione LE INDAGINI PRELIMINARI Introduzione Libro V «Indagini preliminari e udienza preliminare» Disposizioni generali (326-329) Indagini preliminari Notizia di reato e condizioni di procedibilità (330-346) Attività

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa alla seconda edizione... Presentazione... PARTE PRIMA DELITTO PENALE - PARTE SPECIALE DELITTI

INDICE SOMMARIO. Premessa alla seconda edizione... Presentazione... PARTE PRIMA DELITTO PENALE - PARTE SPECIALE DELITTI XIII Premessa alla seconda edizione... Presentazione... IX XI PARTE PRIMA DELITTO PENALE - PARTE SPECIALE DELITTI TITOLO PRIMO I DELITTI CONTRO LA PERSONALITAv DELLO STATO 1. Profili principali... 5 1.1.

Dettagli

UNITA' DIDATTICA IV Incriminazioni di parte speciale, reati contro la persona, reati contro il patrimonio, reati contro la pubblica amministrazione.

UNITA' DIDATTICA IV Incriminazioni di parte speciale, reati contro la persona, reati contro il patrimonio, reati contro la pubblica amministrazione. Università degli Studi di Teramo Sede di Avezzano Cattedra Diritto Penale Prof. Giuseppe Montanara ***** Patto con lo studente Unità didattica 4 Autovalutazione UNITA' DIDATTICA IV Incriminazioni di parte

Dettagli

LEGGE 5 GIUGNO 1989, N Artt. 1-4 (...) (2) Art. 5

LEGGE 5 GIUGNO 1989, N Artt. 1-4 (...) (2) Art. 5 LEGGE 5 GIUGNO 1989, N. 219 Nuove norme in tema di reati ministeriali e di reati previsti dall'articolo 90 della Costituzione (1) CAPO I Norme in materia di reati ministeriali Artt. 1-4 (...) (2) CAPO

Dettagli

TESTO PROPOSTO DALLA 2ª COMMISSIONE PERMANENTE. Introduzione nel codice penale del reato di inquinamento processuale e depistaggio (n.

TESTO PROPOSTO DALLA 2ª COMMISSIONE PERMANENTE. Introduzione nel codice penale del reato di inquinamento processuale e depistaggio (n. Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA Nn. 1627 e 984-A Relazione orale Relatore CASSON TESTO PROPOSTO DALLA 2ª COMMISSIONE PERMANENTE (GIUSTIZIA) Comunicato alla Presidenza il 12 maggio 2016 PER IL

Dettagli

CORSO PER ATTIVISTI DEL M5S E CITTADINI

CORSO PER ATTIVISTI DEL M5S E CITTADINI CORSO PER ATTIVISTI DEL M5S E CITTADINI LEZIONE SU: - ARTICOLO 21 COSTITUZIONE - DIRITTO DI CRITICA POLITICA E I REATI DI INGIURIA E DIFFAMAZIONE - QUERELA 3 dicembre 2011 Teatro Barbazza di Spinea 1 ARTICOLO

Dettagli

Lineamenti di diritto penale. Grosseto, 4 ottobre 2010

Lineamenti di diritto penale. Grosseto, 4 ottobre 2010 Lineamenti di diritto penale Grosseto, 4 ottobre 2010 Grande Bipartizione DIRITTO PUBBLICO DIRITTO PRIVATO Diritto costituzionale Diritto amministrativo Diritto penale Diritto civile Diritto commerciale

Dettagli

Denuncia omessa del reato da parte di un pubblico ufficiale. Capo I dei delitti contro l'attività giudiziaria

Denuncia omessa del reato da parte di un pubblico ufficiale. Capo I dei delitti contro l'attività giudiziaria 1 di 9 361. - Denuncia omessa del reato da parte di un pubblico ufficiale. Il pubblico ufficiale statale, che omette o ritarda di una denunciare all'autorità giudiziaria un reato di cui egli ha avuto la

Dettagli

LA RESPONSABILITÀ GIURIDICA DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE. Dr. Guido Rispoli, Procuratore della Repubblica Bolzano, Italia

LA RESPONSABILITÀ GIURIDICA DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE. Dr. Guido Rispoli, Procuratore della Repubblica Bolzano, Italia LA RESPONSABILITÀ GIURIDICA DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE 1 TIPI DI RESPONSABILITA Responsabilità penale Responsabilità civile Responsabilità erariale 2 Veste pubblicistica, anche se non esclusiva, del

Dettagli

Corso: Prof.ssa Julita Sansoni. Lezione n 4: Il consenso informato e segreto professionale

Corso: Prof.ssa Julita Sansoni. Lezione n 4: Il consenso informato e segreto professionale Corso: Prof.ssa Julita Sansoni Lezione n 4: Il consenso informato e segreto professionale Definizione di Consenso informato Il consenso informato e' la manifestazione di volonta' che il paziente, previamente

Dettagli

COMUNE DI CORNEDO VICENTINO. Prot Cornedo Vicentino, 03/10/2014

COMUNE DI CORNEDO VICENTINO. Prot Cornedo Vicentino, 03/10/2014 UFFICIO SEGRETERIA Telefono 0445/450411 Telefax 0445/446098 segreteria@comune.cornedo-vicentino.vi.it COMUNE DI CORNEDO VICENTINO Prot. 16.136 Cornedo Vicentino, 03/10/2014 Ai Responsabili di Area All

Dettagli

I Compendi Superiori. diretti da Roberto GAROFOLI

I Compendi Superiori. diretti da Roberto GAROFOLI I Compendi Superiori diretti da Roberto GAROFOLI propone: I COMPENDI SUPERIORI : DIRITTO CIVILE DIRITTO PENALE PARTE GENERALE DIRITTO PENALE PARTE SPECIALE DIRITTO AMMINISTRATIVO Roberto GAROFOLI DIRITTO

Dettagli

CODICE PENALE CODICE DI PROCEDURA PENALE Legge 15 febbraio 1996, n. 66 (in Gazz. Uff., 20 febbraio, n. 42). -- Norme contro la violenza sessuale.

CODICE PENALE CODICE DI PROCEDURA PENALE Legge 15 febbraio 1996, n. 66 (in Gazz. Uff., 20 febbraio, n. 42). -- Norme contro la violenza sessuale. l 15/02/1996 n. 00000066 Legge 15 febbraio 1996, n. 66 (in Gazz. Uff., 20 febbraio, n. 42). -- Norme contro la violenza sessuale. La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; Il

Dettagli

OGGETTO: Riformato il reato di falso in bilancio

OGGETTO: Riformato il reato di falso in bilancio Informativa per la clientela di studio N. 79 del 27.05.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Riformato il reato di falso in bilancio L Aula della Camera ha definitivamente approvato il D.D.L. anticorruzione,

Dettagli

INDICE. Prefazione...p.

INDICE. Prefazione...p. INDICE Prefazione...p. XIII I REATI PREVISTI DAL CODICE DELLA STRADA 1 Gare clandestine. Riti alternativi e giudizio immediato (art. 9-bis c.d.s.) 3 Introduzione.... 3 Ordinanza di convalida dell arresto...

Dettagli