CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO"

Transcript

1 CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO

2 Identità DarVoce è un associazione di volontariato di secondo livello in quanto i suoi soci sono associazioni di volontariato; ha personalità giuridica; è una ONLUS di diritto come tutte le associazioni di volontariato Iscritte al registro. è inoltre l associazione che gestisce il Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Reggio Emilia dal 1997; riceve e utilizza il Fondo Speciale del Volontariato, per erogare servizi e progetti per il volontariato nella provincia di Reggio Emilia. Aderisce a CSVnet e CCSVER, coordinamento nazionale e regionale dei Centri di Servizio. La missione di DarVoce, è declinata nell articolo II del suo statuto: sostenere e qualificare le associazioni di volontariato e promuoverne cultura e valori, al fine di favorire la crescita di comunità territoriali in cui il volontariato costituisca uno stile di vita. Le strategie dell associazione si possono riassumere in quattro punti: 1. Favorire il decentramento territoriale delle attività del Csv; 2. Sostenere le associazioni più strutturate attraverso servizi complessi e integrati; 3. Sostenere la crescita e lo sviluppo delle piccole associazioni; 4. Favorire la formazione di reti stabili, in grado di coinvolgere non solo le associazioni di volontariato, ma anche altri soggetti del Terzo Settore, nonchè istituzioni e rappresentanti del sistema economico reggiano, per garantire l esistenza e lo sviluppo del volontariato. 1

3 INTRODUZIONE Il volontariato e il Terzo Settore a Reggio Emilia, sono protagonisti di forte cambiamento. Aumenta il numero delle associazioni di volontariato, delle cooperative sociali e delle associazioni di promozione sociale e si diversificano sempre più i temi di cui si occupano. Il volontariato, e tutto il Terzo settore, stanno interpretando una nuova stagione politica e sociale, dove davvero e concretamente il loro ruolo diventa propulsivo, creativo e operativo. Accanto a questo fenomeno assistiamo anche ad una notevole parcellizzazione delle associazioni, con il rischio della sostanziale dispersione delle risorse. Crediamo che oggi il volontariato debba aumentare la sua capacità di conoscenza rispetto alle normative specifiche, migliorare la sua capacità di raccontare, rendicontare, convogliare energie economiche e umane sulle attività di solidarietà, ma ancor più, fare della collaborazione tra diversi soggetti il proprio normale modus operandi. L intuizione del legislatore che ha preferito istituire Centri di Servizio piuttosto che operare una distribuzione delle risorse ci consente di poter affermare che ciò che è stato costruito in questi anni sul territorio ha un valore molto superiore di quello che sarebbe stato semplicemente erogato. Grazie ai servizi specialistici personalizzati e ai servizi territoriali e di supporto alle reti ed alle partnership, abbiamo generato autonomie, collaborazioni e progettazione che oggi continuano ad operare. DarVoce può contare su un pool di professionisti in grado di muoversi adeguatamente nel mondo del volontariato; essi conoscono gli aspetti da valorizzare e prestano attenzione alle criticità di questo settore offrendo risposte adeguate ad ogni associazione. L associazione DarVoce, che gestisce da più di 10 anni il Centro di Servizio per il volontariato, è divenuta un punto di riferimento: un agente di servizi per rafforzare il volontariato, il suo ruolo nella comunità territoriale e le sue relazioni con associazioni, cooperative, enti locali ed ecclesiali. Questa carta dei servizi intende far emergere un patrimonio di esperienze. E rivolta alle associazioni di volontariato (l.266/91) che possono accedere alla maggior parte dei servizi gratuitamente, ai circuiti cooperativi e dell associazionismo, agli enti locali che intendono approfondire temi legati al volontariato, alle imprese forprofit che vogliono orientarsi in questo contesto e alle associazioni o organizzazioni non-profit che richiedono assistenza generica su temi non trattati dai propri organismi di riferimento. 2

4 SERVIZI per il volontariato L associazione DarVoce, con la gestione del Fondo Speciale del Volontariato, eroga servizi gratuiti alle associazioni di volontariato per sostenerle e qualificarle. L esperienza e le competenze maturate dall associazione DarVoce, permettono inoltre l affiancamento delle associazioni in alcune attività attraverso percorsi individualizzati, questi servizi possono essere forniti dietro compartecipazione alle spese. I servizi sono rivolti a tutte le associazioni di volontariato, iscritte nei registri provinciale e regionale dell Emilia Romagna, o non iscritte, ma con statuto conforme alla legge 266/91 del volontariato. Di seguito sono elencati tutti i servizi offerti dall associazione, accompagnati da un bollino che ne indica la tipologia. LEGENDA servizi gratuiti per tutti i soggetti servizi aperti a tutti, ma gratuiti solo per le associazioni di volontariato (l. 266/91) servizi per i quali anche alle associazioni sarà richiesta una compartecipazione alle spese*. * Per compartecipazione alle spese si intende l accollarsi, da parte dell associazione, di una parte dei costi vivi del prodotto/ servizio, calcolata sulla base del costo del personale e dei prodotti realizzati. L ufficio amministrativo può fornire ulteriori dettagli. 3 ACCOGLIENZA E ORIENTAMENTO Servizi di informazione generale. - Prima informazione sui servizi del Centro e sul mondo del volontariato locale. Accoglienza e orientamento a gruppi che intendono costituire un associazione. - Panoramica generale sul mondo non profit. - Orientamento e accompagnamento alla costituzione di un associazione di volontariato (scrittura dell atto costitutivo e iscrizione al registro del volontariato) o alla forma giuridica più adeguata. Accoglienza e orientamento a cittadini che intendono svolgere attività di volontariato. - Colloquio motivazionale. - Proposte di attività di volontariato. - Accompagnamento presso le associazioni e monitoraggio dell attività. Accoglienza e orientamento a giovani (18-30 anni) che intendono svolgere attività di volontariato europeo. - Selezione dei partecipanti. - Ricerca del partner straniero. - Invio presso l associazione straniera. DarVoce è ente accreditato per l invio dei giovani nell ambito del programma europeo Gioventù in azione.

5 SERVIZI per il volontariato SOSTEGNO ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO Ricerca e accoglienza di nuovi volontari. - Costruzione del profilo del volontario richiesto. - Pubblicazione del profilo sul portale darvoce.org, sezione cerco/offro. - Accompagnamento nell inserimento del volontario nell associazione. - Formazione dei tutor dedicati all accoglienza. Consulenze giuridiche/fiscali/amministrative. Approfondimenti sulla gestione ordinaria dell associazione di volontariato (l. 266/91): - Giuridica - Legale - Fiscale - Amministrativa - Assicurativa 4 Consulenze sull assetto dell associazione - Valutazione dell adeguatezza dell assetto organizzativo. - Definizione e accompagnamento in un progetto di miglioramento. Consulenza alla rendicontazione sociale. Servizio integrato di formazione / consulenza / accompagnamento rivolto alle associazioni di volontariato che permette di capire e acquisire le competenze di rendicontazione sociale. Accompagnamento alla rendicontazione sociale. Percorso personalizzato e affiancamento nella redazione dei documenti di rendicontazione sociale (bilancio sociale, bilancio di missione, relazione di attività, relazione di missione). Consulenza alla raccolta fondi. - Panoramica sulle diverse forme di reperimento fondi e analisi dei mercati di raccolta fondi verso i quali è possibile indirizzarsi. - Orientamento al servizio specifico per l elaborazione di un piano di fund raising.

6 SERVIZI per il volontariato Accompagnamento alla raccolta fondi. - Progettazione percorsi di raccolta fondi. - Realizzazione campagna di raccolta fondi. Logistica. - Noleggio attrezzature e sale (sala convegni da 50 posti, sala riunioni da 20 posti). - Servizio di prestito materiali e attrezzature (videoproiettore, microfoni, computer portatili, generatore di corrente elettrica, gazebo). - Servizio di fotocopie (fino a 2500 copie annuali). Segreteria. Assistenza e accompagnamento per attività quali: - Elaborazione e stampa etichette. - Tenuta libri sociali. - Stampa su bollati. - Ricerca materiale bibliografico. Check-up amministrativo e contabile. Analisi delle attività amministrative e contabili della associazione e allineamento alle normative vigenti. Assistenza personalizzata alle rendicontazioni. - Controlli e verifiche di rendicontazione. - Compilazione bilancio. DarVoce si avvale anche della consulenza di commercialisti accreditati. Modelli amministrativi. Le associazioni possono ricevere da DarVoce modelli amministrativi tra cui: - Rendiconto di cassa. - Rendicontazione 5x F24. - Certificazione di versamento ritenute. - Nota spese. 5

7 SERVIZI per il volontariato Economato. - Informazione e orientamento sulle opportunità di risparmio e sui fornitori. - Stipula di convenzioni a favore di tutto il volontariato e pubblicazione mediante sito e newsletter delle opportunità di risparmio (es. assicurazione dei volontari, cancelleria, acquisto energia elettrica e gas, servizi bancari, utenze telefoniche, acquisto carburante). - Sostegno alle associazioni nella scelta dei fornitori. Indagini personalizzate di mercato. - Indagini personalizzate di mercato sui fornitori, professionisti, personale. Consulenza al 5 per mille. - Informazioni e pratiche sul 5x1000 (iscrizione, rendicontazione). - Informazione sulle scadenze relative e la pubblicazione degli albi. - Formazione sull accesso, sulla regolamentazione e la rendicontazione. - Assistenza alla compilazione. 6 Servizio di invio telematico modulo 5 per mille. - Invio telematico tramite commercialisti accreditati Progetti Sociali / sovra provinciali / Progetti di sviluppo. - Supporto nella realizzazione di progetti promossi ed attuati dalle organizzazioni di volontariato, in forma singola, o in rete tra loro, o con altri soggetti istituzionali. - Individuazione delle priorità, delle finalità, degli obiettivi, e delle azioni progettuali. - Accompagnamento nello sviluppo di ogni progetto attraverso coordinamento dedicato. - Accompagnamento nel percorso di valutazione.

8 SERVIZI per il volontariato COMUNICAZIONE E PROMOZIONE Consulenza Bandi e finanziamenti pubblici e privati a livello locale, nazionale ed europeo. - Monitoraggio delle opportunità e pubblicazione sui canali informativi del Centro (sito, newsletter, ecc.). - Ricerca di finanziamenti su specifica richiesta. - Analisi della documentazione (es. formulario, parte economica, modalità di presentazione). - Sostegno alla progettazione. Assistenza alla progettazione su Bandi e finanziamenti pubblici e privati a livello locale, nazionale ed europeo. - Scrittura del formulario su specifica richiesta. - Supporto nella gestione del progetto (es. coordinamento attività, rendicontazione). Servizi di comunicazione per le associazioni di volontariato Diffusione delle notizie delle associazioni di volontariato tramite: - Newsletter. - Pagina settimanale del volontariato su Gazzetta di Reggio. - News e primo piano sul sito darvoce.org. - Altri strumenti integrati con soggetti del territorio. Abbonamento DarVoce Informa. Periodico di approfondimento sui temi di attualità del III settore, del mondo sociale e solidale. DarVoce Informa è distribuito presso le sedi di tutte le associazioni di volontariato; tramite la sottoscrizione dell abbonamento è possibile inoltre ricevere il periodico presso il proprio domicilio. Consulenza alla comunicazione e ufficio stampa. 7 - Consulenza per la pianificazione comunicativa. - Invio di comunicati stampa. - Consulenza all organizzazione di conferenze stampa. - Consulenza nella redazione di rassegna stampa.

9 SERVIZI per il volontariato Allestimento di strumenti per comunicare l associazione. - Redazione di comunicati stampa. - Organizzazione di conferenze stampa. Check-up comunicativo. - Analisi delle attività di comunicazione dell associazione. - Individuazione degli strumenti comunicativi più idonei. Prodotti comunicativi per l associazione. - Logo e volantino istituzionale o prodotti grafici in occasione di eventi (servizio soggetto a vincoli). - Consulenza alla realizzazione del sito istituzionale (su piattaforma libera). - Consulenza all utilizzo di strumenti web e social network. - Consulenza al miglioramento degli strumenti utilizzati dall associazione. Allestimento di altri prodotti comunicativi specifici. Servizi professionali di: - Grafica. - Web design e sviluppo web. - Video. - Servizi fotografici. Volontariato e Scuola. - Allestimento di percorsi educativi e di sensibilizzazione al volontariato. - Percorsi di avvicinamento e di sensibilizzazione al volontariato nelle scuole. 8

10 SERVIZI per il volontariato FORMAZIONE VOLONTARIATO E ALTRI SOGGETTI Servizi di formazione. Allestimento semestrale di un catalogo corsi che spaziano da seminari giuridico-fiscali a percorsi più strutturati su argomenti relazionali / motivazionali o comunicativi. Servizi di formazione co-progettata. Costruzione di percorsi formativi proposti direttamente dalle associazioni di volontariato che possono essere estesi ad altre associazioni interessate. Responsabilità Sociale d Impresa. - Orientamento alle opportunità di collaborazione tra soggetti non profit e imprese. - Consulenza per lo sviluppo di progetti in partenariato profit non profit. Progettazione di percorsi di Responsabilità Sociale d Impresa. - Stesura progetti di partnership con le imprese. - Rendicontazione dei progetti. Animazione sociale Territoriale. - Incontri conoscitivi territoriali. - Momenti di programmazione partecipata su obiettivi comuni. - Spazi di dialogo e confronto sui temi di attualità sociale. - Processi di costruzione di reti tra volontariato e altri attori sociali ed economici. - Sostegno a reti e collaborazioni esistenti. 9

11 opportunità Cittadino INCONTRARE IL VOLONTARIATO L associazione DarVoce promuove il volontariato e la cultura della solidarietà favorendo il rapporto tra cittadinanza e volontariato. DarVoce svolge attività di Gruppo orientamento di per cittadini, enti pubblici, cittadini Terzo Settore, e aziende. Per facilitare il dialogo tra questi soggetti DarVoce fornisce informazioni su servizi e attività che il volontariato offre per rispondere al meglio alle necessità della comunità locale. Cittadino Gruppo di cittadini Favorire l incontro tra cittadini e volontari M as co pi Sono sempre più numerosi coloro che desiderano mettere a disposizione il proprio tempo e le proprie competenze per costituire nuove associazioni e contribuire personalmente alle proposte del volontariato. Aspirante volontario Aspirante volontario Enti/Aziende 10

12 Favorire l incontro tra cittadini e volontari Mettere in contatto aspiranti volontari con le associazioni più idonee Far crescere la nuova associazione insieme ad altre associazioni Enti/Aziende 11

13 opportunità ESSERE ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO Sempre di più i cittadini si sentono coinvolti nell impegno civile e sociale del loro territorio ed esprimono questa necessità attraverso la costituzione di associazioni di volontariato che possano agire in risposta a bisogni della comunità. DarVoce sostiene i cittadini e le loro associazioni supportandone la crescita e lo sviluppo attraverso il trasferimento di conoscenze, competenze e sostegno tecnico. Attraverso consulenze, progetti personalizzati e la partecipazione a percorsi, l associazione può incrementare l efficacia della sua azione nei vari contesti in cui offre Gruppo il suo servizio. di cittadini Gruppo di cittadini Associazione 12

14 Sostegno tecnico Consulenze personalizzate Crescita di competenze Associazione 13

15 opportunità VOLONTARIATO E TERRITORIO Le associazioni di volontariato sono chiamate ad essere parte attiva di una comunità locale formata da tanti attori: cittadini, Istituzioni, Terzo settore, realtà educative ed economiche. DarVoce allena alla pratica della collaborazione fornendo strumenti e competenze per lavorare in rete; riceve e fornisce spunti, idee e suggerimenti per una programmazione concordata e armonica sul territorio e per il territorio; facilita la proposta di iniziative progettuali promosse dalle reti di associazioni, enti pubblici e altri soggetti del Terzo settore. Creazione Rete Maggior efficacia d azione Ampliam delle co profess 14

16 Cittadinanza attiva Animazione territoriale Reti territoriali Reti con istituzioni Reti tematiche 15

17 Vieni a conoscere le opportunità che offre l associazione DarVoce nella sede di Via Gorizia 49 a Reggio Emilia; oppure chiama il numero Visita il sito il portale ricco di news e di risorse per il mondo del volontariato, contattaci con una scrivendo a

Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio

Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio I CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Istituiti con la legge 266/91, i Centri di Servizio per il Volontariato sono strutture operative gestite dal volontariato

Dettagli

Portafoglio. prodotti

Portafoglio. prodotti Portafoglio prodotti 2015 Introduzione La crisi ha profondamente modificato la società: oggi non siamo più in un paese di benessere in cui il volontariato si occupava di alcune nicchie di svantaggio e

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

Renken, Chi siamo? migliorare la qualità di vita delle popolazioni Renken Senegal sull'ʹautofinanziamento

Renken, Chi siamo? migliorare la qualità di vita delle popolazioni Renken Senegal sull'ʹautofinanziamento ASSOCIAZIONE RENKEN Renken, Chi siamo? Renken nasce nell estate del 2006 quando Lara e Claudia, le due co- fondatrici, decisero di riunire in un progetto associativo le loro esperienze e relazioni costruite

Dettagli

IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE

IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE I SERVIZI DI ACCOMPAGNAMENTO ALLE IMPRESE PER LA PARTECIPAZIONE AI BANDI Ludovico Monforte EURODESK Brussels

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto AXIA FAMIGLIA - RETE INFORMATIVA Ambito/settore di intervento Settore E: Educazione e promozione culturale Area d intervento:

Dettagli

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 Articolo 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina, in attuazione di quanto previsto all articolo 13, lettera g), dello Statuto della

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia) ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia) SETTORE e Area di Intervento: Codifica: A12 Settore: ASSISTENZA

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA

PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA 2016 PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA LA FORMAZIONE...Una formazione che accolga la persona nella sua unicità ed unitarietà, formazione di uomini e donne solidali, una

Dettagli

Linee guida e Raccomandazioni per la II Fase - Studi di Fattibilità - II Edizione

Linee guida e Raccomandazioni per la II Fase - Studi di Fattibilità - II Edizione Linee guida e Raccomandazioni per la II Fase - Studi di Fattibilità - II Edizione RUOLI NELLA RETE Quali sono i ruoli che un ente può interpretare nell ambito del progetto? Un ente può essere partner oppure

Dettagli

PROGETTO AVELLINO CITTA SOLIDALE-GARANZIA GIOVANI-AVELLINO

PROGETTO AVELLINO CITTA SOLIDALE-GARANZIA GIOVANI-AVELLINO PROGETTO AVELLINO CITTA SOLIDALE-GARANZIA GIOVANI-AVELLINO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Avellino 11 Via Tagliamento 86/A 83100 progetto: Numero di volontari richiesti:

Dettagli

www.progettisociali.it

www.progettisociali.it CONSULENZA, PROGETTAZIONE, ASSISTENZA TECNICA ED INFORMAZIONE PER LA PROGRAMMAZIONE E L INNOVAZIONE SOCIALE, A FAVORE DI ENTI PUBBLICI, TERZO SETTORE, IMPRESE E CITTADINI www.progettisociali.it COSA È

Dettagli

100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza

100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza 100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza 1. PREMESSA Per la prima volta nella storia delle Esposizioni Universali, Milano ha ospitato un padiglione

Dettagli

PROPOSTE CORSI FORMAZIONE VOLONTARI

PROPOSTE CORSI FORMAZIONE VOLONTARI PROPOSTE CORSI FORMAZIONE VOLONTARI 2012 2013 LA FORMAZIONE L attività di formazione rappresenta un settore nel quale il CSV Sardegna Solidale ha da sempre concentrato molte delle sue energie e risorse,

Dettagli

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 BANDO per le associazioni socie del Cesvot per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 volontariato ANNO 2015 Pagina 1 1. Chi può presentare Hanno diritto a presentare

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

ALLEGATO 6. TITOLO DEL PROGETTO L'elefante Imprigionato

ALLEGATO 6. TITOLO DEL PROGETTO L'elefante Imprigionato ALLEGATO 6 SEDE DI SVOLGIMENTO E POSTI DISPONIBILI ENTE Coordinamento Associazioni di Volontariato della provincia dell'aquila - Centro di Servizio per il Volontariato della provincia dell Aquila SEDE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO PRESENTAZIONE OPERATORE CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO La Cooperativa Sociale Conedia è stata costituita a maggio 2011, come emanazione dell Associazione F.L.E.G. Formazione Lavoro e Gioventù. Ha come oggetto

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

Trieste. 30 giugno 2014

Trieste. 30 giugno 2014 Per un volontariato moltiplicatore di risorse relazionali ed economiche, orientato ad un benessere equo e sostenibile: capire il cambiamento, partecipare al cambiamento, contribuire al cambiamento Trieste

Dettagli

Servizi, Iniziative ed Opportunità per il Volontariato della Provincia di Vibo Valentia

Servizi, Iniziative ed Opportunità per il Volontariato della Provincia di Vibo Valentia 2015 Servizi, Iniziative ed Opportunità per il Volontariato della Provincia di Vibo Valentia Via Angelo Savelli n. 2 89900 Vibo Valentia Tel. 0963.41471 Fax 0963.4510 Cell. Direttore: 345 0864333 www.csvvibovalentia.it

Dettagli

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato BANDO Progetti di formazione per il volontariato Anno 2016 1. Chi può presentare I progetti possono essere presentati da tutte le associazioni di volontariato con sede legale nel territorio della regione

Dettagli

PROVINCIA DI MATERA. Regolamento per il funzionamento. dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera

PROVINCIA DI MATERA. Regolamento per il funzionamento. dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera PROVINCIA DI MATERA Regolamento per il funzionamento dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera SOMMARIO Art. 1 Principi generali Art. 2 Finalità e funzioni dell Ufficio Relazioni

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITÀ 2014

PIANO DELLE ATTIVITÀ 2014 PIANO DELLE ATTIVITÀ 2014 PREMESSA: L Associazione Non Profit Network ha avviato già da tempo un percorso di ridefinizione della propria missione, strategie, modalità di programmazione e rendicontazione,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti di Ricerca e Imprese Bando di selezione imprese We Tech Off

Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti di Ricerca e Imprese Bando di selezione imprese We Tech Off Scadenza 31 dicembre 2011 Scadenza intermedia: 30.04.2010 per servizi pre-incubazione Scadenza intermedia: 16.07.2010 per servizi incubazione Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO D I R E Z I O N E G E N E R L E P E R L O S T A T U S D E L L O S T U D E N T E, L E P O L I T I C H E G I O V A N I L I E L E A T T I V I T A M O T O R I E

Dettagli

Sommario. Premessa... 3. 1. Obiettivi... 4. 2. Soggetti coinvolti... 6. 3. Erogazione del servizio informativo... 7

Sommario. Premessa... 3. 1. Obiettivi... 4. 2. Soggetti coinvolti... 6. 3. Erogazione del servizio informativo... 7 Carta dei Servizi Sommario Premessa... 3 1. Obiettivi... 4 2. Soggetti coinvolti... 6 3. Erogazione del servizio informativo... 7 4. Descrizione operativa del servizio... 9 5. Compiti e responsabilità

Dettagli

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione Carta dei Servizi Chi Siamo Che cosa facciamo Come Lavoriamo Dove Siamo Cooperazione allo Sviluppo Centro Studi e Formazione Adozione Internazionale Emissione Gennaio 2013 Sez.III - 1 /9 Indice Indice...

Dettagli

Per informazioni: Cesvov Centro di Servizi per il Volontariato della provincia di Varese Area Consulenza Formazione Via Brambilla, 15 21100 Varese

Per informazioni: Cesvov Centro di Servizi per il Volontariato della provincia di Varese Area Consulenza Formazione Via Brambilla, 15 21100 Varese 1 semestre 2012 Per informazioni: Cesvov Centro di Servizi per il Volontariato della provincia di Varese Area Consulenza Formazione Via Brambilla, 15 21100 Varese tel 0332-293001 - fax 0332-293020 formazione@cesvov.it

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: BIO-logica-MENTE ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: SETTORE: Educazione e Promozione Culturale [E] 04- Educazione al cibo OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PIAZZA MARCONI - VETRALLA P.

Dettagli

Regolamento ANPAS Servizio Civile

Regolamento ANPAS Servizio Civile Regolamento ANPAS Servizio Civile Approvato dal Consiglio Nazionale ANPAS il 22 novembre 2003 e successivamente modificato nelle date 1 aprile 2006 e 12 aprile 2008 Premessa La realizzazione di una struttura

Dettagli

MANUALE DI PROGETTAZIONE SOCIALE E MARKETING DELL'IMPRESA NONPROFIT

MANUALE DI PROGETTAZIONE SOCIALE E MARKETING DELL'IMPRESA NONPROFIT MANUALE DI PROGETTAZIONE SOCIALE E MARKETING DELL'IMPRESA NONPROFIT Ad uso degli operatori sociali, è ora disponibile il MANUALE DI PROGETTAZIONE SOCIALE E MARKETING DELL'IMPRESA NON PROFIT, Edizioni Ebook

Dettagli

DATA: 05 Luglio 2014 PAGINA: 4

DATA: 05 Luglio 2014 PAGINA: 4 DATA: 05 Luglio 2014 PAGINA: 4 DATA: 05 Luglio 2014 pag. 22 DATA: 05 Luglio 2014 pag. 11 ANSA DATA: 04 Luglio (ANSA) - TREVISO, 4 LUG - E' stato presentato oggi, a Treviso, un progetto di formazione pilota

Dettagli

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 NOME PROGETTO: DECISAMENTE ABILI 2014 AMBITO D INTERVENTO: affiancamento alle persone diversamente abili nelle attività di socializzazione a domicilio e nelle

Dettagli

Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia

Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia Sala Manzoni Palazzo delle Stelline Milano aprile ore 14.30.30 ATTI DEL SEMINARIO Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia L Ufficio Servizio

Dettagli

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012 COMUNE DI LONGOBARDI ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Con delibera di giunta n. 25 del 29 marzo 2012, il comune di Longobardi, di cui è sindaco Giacinto Mannarino, ha presentato istanza alla Regione,

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Cooperativa Sociale Lo Spazio delle idee scsarl 2) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie Prot. n. 20905 del 07/03/2007 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI PROMOSSE DA CITTADINI STRANIERI PER LA REALIZZAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE LE SETTIMANE DEL MIGRANTE ATTO DI G.P.117

Dettagli

8) Descrizione del progetto e tipologia dell intervento che definisca in modo puntuale le attività previste dal progetto con particolare riferimento

8) Descrizione del progetto e tipologia dell intervento che definisca in modo puntuale le attività previste dal progetto con particolare riferimento 8) Descrizione del progetto e tipologia dell intervento che definisca in modo puntuale le attività previste dal progetto con particolare riferimento a quelle dei volontari in servizio civile nazionale,

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE Ente proponente il progetto: Società Cooperativa Sociale ACTL Cooprogettista: Comune di Narni Enti partner: Comune di Avigliano

Dettagli

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Il corso di formazione Associazioni Migranti per il Co-sviluppo, promosso dall Organizzazione Internazionale

Dettagli

PROGETTO QUALITA PIANO FINANZIARIO

PROGETTO QUALITA PIANO FINANZIARIO PROGETTO QUALITA PIANO FINANZIARIO Progetto Qualità INTESA-CCA 2014-2016 Pagina 1 PROGETTO QUALITA 2014-2016 PREMESSA: Il progetto dopo il periodo di avvio e consolidamento, in base alle osservazioni poste

Dettagli

SCHEDA PSL GAC NORD SARDEGNA

SCHEDA PSL GAC NORD SARDEGNA SCHEDA DESCRITTIVA DELL AZIONE GAC Gruppo di Azione Costiera GAC Nord Sardegna PSL Pesca e sviluppo sostenibile nel Nord Sardegna CUP H86D13000190007 Numero Azione (riferimento PSL) 4.3.2 Titolo Azione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR)

PROTOCOLLO D INTESA. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) PROTOCOLLO D INTESA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) Associazione Volontari Italiani del Sangue (di seguito denominato AVIS) VISTI gli articoli 2-3-13-19-32

Dettagli

Regione Emilia Romagna. AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI PARMA Strada del Quartiere n. 2/a Parma

Regione Emilia Romagna. AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI PARMA Strada del Quartiere n. 2/a Parma Regione Emilia Romagna AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI PARMA Strada del Quartiere n. 2/a Parma * * * * * VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DEL DIRETTORE GENERALE Deliberazione assunta il 30/04/2008 N.225

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste Vita di casa Ambito/settore di intervento

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste Vita di casa Ambito/settore di intervento UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste Vita di casa Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari N. giovani in servizio civile richiesti Descrizione

Dettagli

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

ELEMENTI DI SINTESI DEL PROGETTO

ELEMENTI DI SINTESI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO ALTINATE SETTANTUNO SETTORE E AREA DI INTERVENTO ELEMENTI DI SINTESI DEL PROGETTO E 03 Educazione e promozione culturale/animazione culturale verso i giovani OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

MASTER : ESPERTO IN PROGETTAZIONE PER LO SVILUPPO LOCALE E LA COOPERAZIONE INTERNAZI NALE

MASTER : ESPERTO IN PROGETTAZIONE PER LO SVILUPPO LOCALE E LA COOPERAZIONE INTERNAZI NALE C O N S O R Z I O P E R I L L A V O R O E L E A T T I V I T A I N N O V A T I V E E F O R M A T I V E MASTER : ESPERTO IN PROGETTAZIONE PER LO SVILUPPO LOCALE E LA COOPERAZIONE INTERNAZI NALE Con il patrocinio

Dettagli

1. DISABILI E FAMIGLIA

1. DISABILI E FAMIGLIA 1. DISABILI E FAMIGLIA COSA FA IL CISS OSSOLA PER LE PERSONE CON DISABILITA E LE LORO FAMIGLIE Contribuisce a garantire condizioni di benessere relazionale, ambientale e sociale che valorizzino le risorse

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO della CASA delle ASSOCIAZIONI e del VOLONTARIATO di ZONA 2

MODALITA DI FUNZIONAMENTO della CASA delle ASSOCIAZIONI e del VOLONTARIATO di ZONA 2 Allegato A alla Determinazione Dirigenziale n. 63/2013 MODALITA DI FUNZIONAMENTO della CASA delle ASSOCIAZIONI e del VOLONTARIATO di ZONA 2 I N D I C E PREMESSA Art. 1 La Casa delle Associazioni e del

Dettagli

Chi siamo. La nostra vision. La nostra mission

Chi siamo. La nostra vision. La nostra mission CARTA DEI SERVIZI Sommario Chi siamo... 3 Il nostro impegno per la comunità nel tempo... 4 I nostri valori... 6 I Servizi del CSV... 7 Le sedi della ASVM... 22 I nostri servizi per le imprese... 13 Servizi

Dettagli

buoni motivi per diventare

buoni motivi per diventare buoni motivi per diventare CHI SIAMO Symbolic: da più di 10 anni protagonista della Network Security Symbolic è una azienda focalizzata nell'ambito della Network Security. Da oltre 10 anni, e tra i primi

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF):

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF): CONVENZIONE PER L ADESIONE AL SISTEMA DI E-LEARNING FEDERATO DELL EMILIA-ROMAGNA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L UTILIZZO DEI SERVIZI PER LA FORMAZIONE Premesso che il Sistema di e-learning federato

Dettagli

Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile

Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile Il Comitato d Intesa tra le associazioni volontaristiche della provincia di Belluno ha ottenuto dalla Regione del Veneto l approvazione del progetto

Dettagli

Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO.

Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Il corso di formazione Associazioni Migranti per il Co-sviluppo, promosso dall Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

Dettagli

Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo

Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo PRESENTAZIONE CORSI PER LE ORGANIZZAZIONI DEL TERZO SETTORE Strategie di marketing, Comunicazione e Fund Raising: Una sfida e una necessita per le organizzazioni

Dettagli

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Azioni positive per lo sviluppo dei diritti di cittadinanza delle bambine e dei bambini e loro partecipazione attiva alla vita della comunità. OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI

NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI Master Universitario di II Livello, Anno Accademico 2014/2015 PERCHÉ QUESTO MASTER Le trasformazioni dei sistemi di welfare locale Nel corso degli ultimi

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. 1)ENTE PROPONENTE IL PROGETTO: Arci Servizio Civile Nazionale

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. 1)ENTE PROPONENTE IL PROGETTO: Arci Servizio Civile Nazionale SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1)ENTE PROPONENTE IL PROGETTO: Arci Servizio Civile Nazionale Informazioni aggiuntive per i cittadini: Sede centrale: Indirizzo:

Dettagli

Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor. 19 settembre 4 ottobre

Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor. 19 settembre 4 ottobre Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor 19 settembre 4 ottobre Patrocinato da L associazione Les Cultures Il progetto Immagimondo I numeri del

Dettagli

Criteri e requisiti per la valutazione di progetti sperimentali di servizio civile all estero nell ambito della DCNAN PARTE PRIMA

Criteri e requisiti per la valutazione di progetti sperimentali di servizio civile all estero nell ambito della DCNAN PARTE PRIMA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Comitato di consulenza per la difesa civile non armata e nonviolenta Criteri e requisiti per la valutazione di progetti sperimentali di servizio civile all estero

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014 Allegato alla determinazione dirigenziale n. del Settore Cultura, Beni Culturali, Identità e Tradizioni Corso Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295487 Fax 0341.295463 e-mail segreteria.cultura@provincia.lecco.it

Dettagli

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio CoMoDo. Comunicare Moltiplica Doveri (art direction, grafica, fotografia Marco Tortoioli Ricci) Provincia di Terni in collaborazione con i Comuni della provincia Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21

Dettagli

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2009

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2009 SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2009 NOME PROGETTO: COMUNE DI FORMIA IMPARO A VOLARE - 2009 AMBITO D INTERVENTO: assistenza educativa domiciliare sociale, scolastico a favore di minori con disagio

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2008

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2008 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2008 Titolo progetto Bimbinsieme Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari Minori di età compresa tra 8 e 17 anni. Famiglie dei minori.

Dettagli

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA PROGRAMMAZIONE REGIONALE UNITARIA 2007 2013 PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROGETTAZIONE

Dettagli

Carta dei Servizi e delle Opportunità

Carta dei Servizi e delle Opportunità Carta dei Servizi e delle Opportunità Centro Servizi per il Volontariato del Lazio 2013 CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITÀ Sede Regionale: Via Liberiana, 17-00185 Roma Tel. 06.491340 e-mail info@volontariato.lazio.it

Dettagli

IL PUNTO NUOVA IMPRESA

IL PUNTO NUOVA IMPRESA 1 IL PUNTO NUOVA IMPRESA Aree di competenza Lo Sportello Punto Nuova Impresa offre informazione sulla costituzione di nuove imprese; eroga informazioni sulle procedure burocratiche, amministrative e legislative

Dettagli

GUIDA AL TIROCINIO INTRODUZIONE

GUIDA AL TIROCINIO INTRODUZIONE Corso di Studio in Servizio sociale e Sociologia Laurea in Servizio Sociale L39 GUIDA AL TIROCINIO INTRODUZIONE Profilo professionale di riferimento L assistente sociale è un professionista chiamato ad

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE S.M.O.M.

REGOLAMENTO GENERALE S.M.O.M. PREFAZIONE L associazione SMOM è un luogo, un punto d incontro di sensibilità e progettualità comuni, a sostegno della riduzione delle disparità sociali esistenti fra i popoli. Quindi per il diritto alla

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE Le linee guida di seguito illustrate rappresentano un primo risultato dell

Dettagli

PERCHÉ LA FORMAZIONE AZIENDALE CON ERGON PERCHÉ RIVOLGERSI AD ERGON PERCHÉ FACCIAMO AL CASO TUO

PERCHÉ LA FORMAZIONE AZIENDALE CON ERGON PERCHÉ RIVOLGERSI AD ERGON PERCHÉ FACCIAMO AL CASO TUO Formazione2015 PERCHÉ LA FORMAZIONE AZIENDALE CON ERGON La formazione le è una fattore di crescita perché rappresenta un investimento sulle persone, sul loro potenziale e sulle loro competenze. Diventa

Dettagli

REPORT 2008-2009. Resoconto delle attività 2008 2009 dei Centri di Servizio per il Volontariato

REPORT 2008-2009. Resoconto delle attività 2008 2009 dei Centri di Servizio per il Volontariato REPORT 2008-2009 Resoconto delle attività 2008 2009 dei Centri di Servizio per il Volontariato Sintesi INDICE Introduzione... 2 1. Enti gestori, soci e organi statutari dei Centri di Servizio per il Volontariato

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

Area Servizi al lavoro Carta dei Servizi Padova, Aprile 2015

Area Servizi al lavoro Carta dei Servizi Padova, Aprile 2015 Area Servizi al lavoro Carta dei Servizi Padova, Aprile 2015 PRESENTAZIONE Gruppo R è una cooperativa sociale di tipo A, costituita ai sensi della legge 381/91. Come tale è quindi un soggetto in continua

Dettagli

IL CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO della Provincia di Rovigo

IL CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO della Provincia di Rovigo IL CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO della Provincia di Rovigo Consulta provinciale del volontariato, Mercoledì 16 Novembre 2005 COS E IL CSV Il Centro di servizio per il volontariato nasce nel 1997

Dettagli

Il Servizio Socio-Occupazionale Ce.Se.A. La Carta dei Servizi. Gli orientamenti culturali di riferimento

Il Servizio Socio-Occupazionale Ce.Se.A. La Carta dei Servizi. Gli orientamenti culturali di riferimento Il Servizio Socio-Occupazionale Ce.Se.A. Ce.Se.A. nasce nel 1999, presso il Centro Servizi Formativi del Comune di Lecco e sullo stimolo dell allora Centro Servizio Adulti (da cui l acronimo Ce.Se.A.)

Dettagli

Marketing / Orientamento (Processo Principale) INDICE

Marketing / Orientamento (Processo Principale) INDICE INDICE 1 di 1 Istituto di Istruzione Superiore J.C. Maxwell Marketing / Orientamento (Processo Principale) Codice PQ 010 MARKETING / ORIENTAMENTO INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE 1.3 RESPONSABILITÀ

Dettagli

SINTESI FATTI NON FOSTE 5 Prov. ANCONA

SINTESI FATTI NON FOSTE 5 Prov. ANCONA SINTESI FATTI NON FOSTE 5 Prov. ANCONA CARATTERISTICHE PROGETTO 1) Titolo del progetto: FATTI NON FOSTE 5 Prov. Ancona 2) Descrizione dell area di intervento: Il progetto nasce da un accordo di partnerariato

Dettagli

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. TRA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI BELLUNO (da ora in avanti U.S.P.)

PROTOCOLLO D INTESA. TRA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI BELLUNO (da ora in avanti U.S.P.) PROTOCOLLO D INTESA TRA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI BELLUNO (da ora in avanti U.S.P.) e CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BELLUNO (da ora in avanti C.S.V. ) Protocollo d intesa

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: A SCUOLA CON EMMANUEL GARANZIA GIOVANI SETTORE e Area di Intervento: Settore E - EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE; Area d intervento: 06.

Dettagli

CSV.net Gruppo Europa Programma esecutivo 2008

CSV.net Gruppo Europa Programma esecutivo 2008 CSV.net Gruppo Europa Programma esecutivo 2008 OBIETTIVI STRATEGICI Nel corso del 2007 si è venuto precisando ed arricchendo il ruolo ed il potenziale del Gruppo Europa che ha superato la fase sperimentale

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Educazione e promozione culturale - Sportelli informa

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Educazione e promozione culturale - Sportelli informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: GIOVANI INFORMATI 7 SETTORE e Area di Intervento: Educazione e promozione culturale - Sportelli informa OBIETTIVI DEL PROGETTO Obiettivo

Dettagli

SOMMARIO. Art. 8 Conoscenza dei bisogni e valutazione del gradimento dei servizi

SOMMARIO. Art. 8 Conoscenza dei bisogni e valutazione del gradimento dei servizi Regolamento per il funzionamento dell Ufficio relazioni con il Pubblico Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale N.128 del 15.09.2005 SOMMARIO Art. 1 Principi generali Art. 2 Finalità e funzioni

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO della CASA delle ASSOCIAZIONI e del VOLONTARIATO DI ZONA 1

MODALITA DI FUNZIONAMENTO della CASA delle ASSOCIAZIONI e del VOLONTARIATO DI ZONA 1 MODALITA DI FUNZIONAMENTO della CASA delle ASSOCIAZIONI e del VOLONTARIATO DI ZONA 1 I N D I C E Art. 1 Le Case delle Associazioni e del Volontariato Art. 2 Soggetti fruitori Art. 3 Procedura di iscrizione

Dettagli

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO PROTOCOLLO D INTESA tra PROVINCIA di Cuneo e ENTI LOCALI, CONSORZI, SOGGETTI PUBBLICI, ENTI DEL PRIVATO SOCIALE, PARTI SOCIALI PER LA PROMOZIONE, L ELABORAZIONE, LA GESTIONE DI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO

REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO ART. 1 OBIETTIVI DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento è volto a sostenere le iniziative di promozione del volontariato organizzate

Dettagli

3 La Struttura Organizzativa per l erogazione dei Servizi del Polo

3 La Struttura Organizzativa per l erogazione dei Servizi del Polo 3 La Struttura Organizzativa per l erogazione dei Servizi del L articolazione gestionale dei servizi del è esplicitata in dettaglio nella tabella di seguito riportata, nella quale si specificano anche

Dettagli

MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE. La sfida di un progetto operativo interistituzionale

MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE. La sfida di un progetto operativo interistituzionale MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE La sfida di un progetto operativo interistituzionale CHI SIAMO Il Centro Interculturale Millevoci è una risorsa che opera

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Codice fiscale Di Dio Giovanni DDIGNN77H25F205R ESPERIENZA LAVORATIVA 11/2011 - in corso ITALIA LAVORO SPA - Via Guidubaldo del Monte,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZI AI BAMBINI DI 0-6 ANNI COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016

CARTA DEI SERVIZI SERVIZI AI BAMBINI DI 0-6 ANNI COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 CARTA DEI SERVIZI SERVIZI AI BAMBINI DI 0-6 ANNI COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Direzione Scuola e Politiche Giovanili Settore Gestione Servizi per l Infanzia e le Scuole dell Obbligo Via di Francia

Dettagli

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità.

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. DIREZIONE QUALITÀ La carta servizi di Verona Innovazione Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. 1 Verona Innovazione 5 servizio nuova impresa 10 sportello comunica

Dettagli