ISTITUTO COMPRENSIVO DI BELGIOIOSO SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I^ GRADO A.S.2011/2012. al mondo INDICE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO COMPRENSIVO DI BELGIOIOSO SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I^ GRADO A.S.2011/2012. colleg@ti al mondo INDICE"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO DI BELGIOIOSO SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I^ GRADO A.S.2011/2012 al mondo INDICE

2 Premessa 1.L Istituto Comprensivo e il territorio 1.1 Il contesto 1.2 Le risorse 2. La mission 3. Le finalità 4.La progettazione e le pratiche didattiche 5.La Programmazione educativa 6. Il curricolo 7. La valutazione 8. Orario delle attività didattiche 9. Rapporti con le famiglie 10. Visite guidate e viaggi di istruzione 11. Progetti 12. Organigramma 2

3 PREMESSA Dall art.3 del Regolamento in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche D.P.R. 275/99: Il Piano dell Offerta Formativa è il documento fondamentale costitutivo dell'identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che le singole scuole adottano nell'ambito della loro autonomia Non è la somma di diversi progetti eterogenei, bensì il tentativo di individuare il filo conduttore del percorso educativo con finalità di orientamento e di cittadinanza attiva mediante un offerta formativa continua e strategica. Il documento, elaborato e condiviso collegialmente dagli insegnanti delle scuole dell Istituto Comprensivo nell ambito della loro autonomia culturale e progettuale, è adottato dal Consiglio di Istituto. Per la stesura del Pof si fa riferimento a: *criteri stabiliti dal consiglio di Istituto * Dlgs. n. 275 del 1999, Regolamento sull autonomia delle Istituzioni scolastiche * CM n 28/07 e ulteriori precisazioni * DM 31/7/2007 e relativi documenti allegati * Direttiva 68 del 3/8/2007 * Direttiva 113/2007 * L. 169/2008 *DPR n 122/2009 ( regolamento sulla valutazione) Costituiscono parte integrante del pof: a) la Programmazione educativa b) la programmazione curricolare didattica, che si svolge attraverso Unità di Apprendimento (UDA) e Unità Disciplinari (UD) c) i progetti d) i criteri di verifica, misurazione e valutazione degli apprendimenti 1- L ISTITUTO COMPRENSIVO E IL TERRITORIO 1.1 IL CONTESTO L Istituto Comprensivo di Belgioioso aggrega le Scuole Statali dell Infanzia e le scuole del Primo Ciclo di Istruzione (primaria e secondaria di primo grado) nei seguenti Comuni: ALBUZZANO SCUOLA DELL INFANZIA Alunni:84, SCUOLA PRIMARIA Alunni:136 BELGIOIOSO SCUOLA DELL INFANZIA Alunni:109 Spazi: aule mensa palestra SCUOLA PRIMARIA Alunni:330 SCUOLA SECONDARIA DI I^GRADO Alunni: 278 3

4 LINAROLO SCUOLA DELL INFANZIA Alunni:49 Spazi:100 SCUOLA PRIMARIA Alunni:100 SCUOLA SECONDARIA DI I^GRADO Alunni:72 VALLESALIMBENE SCUOLA DELL INFANZIA Alunni:47 Spazi: aule mensa palestra SCUOLA PRIMARIA Alunni:11 S.ZENONE SCUOLA DELL INFANZIA Alunni:29 Spazi: SCUOLA PRIMARIA Alunni:24 I plessi scolastici sono ubicati in paesi distribuiti su un ampio territorio. Il settore agricolo, anche se ben sviluppato, assorbe poca manodopera; la popolazione è prevalentemente occupata nella piccola e media industria e nel settore terziario. Elevato è il numero dei pendolari impiegati a Pavia e a Milano. Nella maggior parte dei casi l utenza beneficia di condizioni economiche dignitose, non sono presenti gravi situazioni di deprivazione materiale, ad eccezione di alcuni casi che fanno capo a situazioni di nomadismo o di recente immigrazione. Un attenta ricognizione della realtà scolastica dell Istituto evidenzia tuttavia crescenti segnali di disagio, che si manifestano sotto diverse forme di difficoltà di apprendimento e di integrazione. Gli alunni stranieri nelle scuole dell IC rappresentano circa il 20% della popolazione scolastica: si tratta perlopiù di romeni, cinesi, nordafricani e latini. Le scuole di ogni ordine e grado di Belgioioso accolgono inoltre alunni affidati alla Casa dell Accoglienza LE RISORSE Nel territorio, soprattutto a Belgioioso, sono presenti società sportive, associazioni, biblioteche comunali e spazi messi a disposizione dalle parrocchie (oratori), che offrono buone opportunità di integrazione con la scuola. Costituiscono altresì risorse del territorio, significative ai fini della rielaborazione e dell integrazione nel piano dell offerta formativa della scuola: - l insieme di proposte inerenti la valorizzazione della realtà ambientale formulate dai comuni afferenti le scuole dell IC - la collaborazione realizzata attraverso il Piano di zona inerente l educazione alla legalità e l integrazione degli alunni stranieri - la collaborazione, con associazioni ed Enti, finalizzata ad introdurre condizioni di eccellenza nelle scuole del territorio 4

5 - il contributo (volontario) delle famiglie per la realizzazione di progetti finalizzati al miglioramento e all arricchimento dell offerta formativa. - il partenariato con il CSF di Pavia e l ASL per la realizzazione di progetti di prevenzione della dispersione scolastica (orientamento, sportello di ascolto per studenti, docenti, genitori) e attività di supporto a minori con difficoltà. 2- LA MISSION DELLA SCUOLA garantire il successo formativo per tutti gli alunni favorendo l acquisizione delle competenze chiave favorire l integrazione delle diversità rispettare la molteplicità delle intelligenze valorizzando le eccellenze favorire il benessere inteso come orientamento consapevole verso un proprio progetto di vita formare gli alunni alla cittadinanza responsabile nel quadro delle competenze sociali e civiche raccomandate dall UE al fine di potenziare la consapevolezza di essere cittadini del mondo promuovere il senso di appartenenza e l aiuto alle persone in difficoltà In particolare l IC di Belgioioso si propone di : - Finalizzare tutte le risorse disponibili (finanziarie e umane) ad attività di recupero/potenziamento in modo da ridurre di anno in anno le situazioni di insuccesso (bocciature) e valorizzare le eccellenze -attuare pratiche didattiche innovative; - incoraggiare e sostenere l innovazione educativa orientata alla promozione della salute, in particolare: a) incrementare comportamenti corretti e rispettosi delle norme sociali e civiche a scuola e nell extrascuola b) ridurre sensibilmente fenomeni di bullismo e cyberbullismo c) favorire l ascolto e l accoglienza - operare in continuità verticale (scuola dell infanzia, primaria, secondaria) - ampliare la dimensione del confronto e della condivisione di progetti e attività all ambito dell UE 3. LE FINALITA DELL ISTITUTO Il piano dell offerta formativa del nostro istituto si propone di migliorare l apprendimento attraverso l orientamento alla cittadinanza attiva e l innovazione metodologica con la collaborazione dell intera comunità educante. L elaborazione del piano dell offerta formativa parte da un attività di autoanalisi che attiva processi di miglioramento continuo. finalità prioritaria e la formazione della persona negli aspetti di identità-autonomia e competenza Puntando l attenzione sulle esigenze degli alunni che presentano stili di apprendimento sempre meno lineari ed organici, la scuola non può prescindere dalla riflessione sulle strategie didattiche per rendere più efficace l insegnamento, adeguandolo alle nuove esigenze culturali e ai nuovi strumenti tecnologici, di conseguenza la scuola assume la metodologia della ricerca azione per fornire ai ragazzi gli strumenti indispensabili alla conoscenza ed interpretazione della realtà e diventare futuri cittadini attivi e responsabili. 4. LA PROGETTAZIONE E LE PRATICHE DIDATTICHE Il Pof è coerente con gli obiettivi generali ed educativi dei diversi ordini di scuola determinati a livello nazionale. Il tema della Costituzione è l elemento centrale delle linee guida poiché rispondente alle richieste del territorio inserite in un contesto nazionale ed europeo. La legalità e l orientamento sono quindi la piattaforma indispensabile ed attuale per lo sviluppo dei percorsi educativi della scuola. In coerenza con i valori della Costituzione italiana la scuola promuove la conoscenza: -della convenzione internazionale sui diritti dell infanzia (Assemblea generale delle Nazioni Unite, 1989), 5

6 - della dichiarazione Universale dei diritti dell Uomo (Assemblea generale delle nazioni Unite,1948), - della carta dei diritti fondamentali dell Unione Europea (Nizza 2000). Le scelte progettuali e metodologiche mirano a: - fornire a tutti uguale opportunità di apprendimento e di successo scolastico, attraverso la pianificazione di processi e progetti che prevedano una molteplicità di esperienze sistematiche; - elevare gli standard di apprendimento nel perseguire l eccellenza; - riflettere sui risultati prodotti dalle prove INVALSI, sia a livello nazionale che di istituto, al fine di una più coerente valutazione ed autovalutazione; - trasmettere in modo sempre più coerente e consapevole il rispetto delle regole e del vivere comune; - ridurre sensibilmente il rischio di insuccesso scolastico; - contrastare e prevenire i fenomeni di bullismo, favorendo le abilità sociali; - utilizzare approcci metodologici attivi che sviluppino competenze alla vita. L offerta formativa è qualificata ed arricchita da pratiche didattiche diversificate per ordine di scuola. A tal fine si avvale di: LIM - Lavagne Interattive Multimediali E lo strumento che favorisce l integrazione delle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione nei processi di apprendimento in classe. Questo strumento permette a docenti e studenti una partecipazione interattiva alle attività didattiche ed al processo di insegnamento e apprendimento. METODO CLIL (http://www.progettolingue.net/aliclil/?page_id=6) Content and Language Integrated Learning (CLIL) o apprendimento integrato di lingua e contenuto, è un metodo innovativo che ha come obiettivo la costruzione della competenza linguistica e comunicativa contestualmente allo sviluppo e all acquisizione di conoscenze e abilità disciplinari. Non è solo apprendimento di una lingua o di una materia, bensì una fusione di entrambe. L'approccio CLIL si pone come obiettivo l attenzione sia alla disciplina sia alla lingua straniera veicolare. L approccio metodologico CLIL, adeguato ai campi di esperienza, viene attivato a partire dalla scuola dell infanzia. INFORMATICA L impiego degli strumenti multimediali, oltre che essere estremamente motivante, consente di disporre di ulteriori risorse per la formazione in modo da valorizzare, le diverse forme di intelligenza. L istituto è sede di test center ed offre la possibilità di accedere ai diversi moduli della patente ECDL E-TWINNING (http://etwinning.indire.it/) L istituto partecipa al progetto dell Unione Europea e-twining attraverso un gemellaggio che si avvale delle tecnologie della comunicazione e dell informazione per la condivisione di progetti e materiali didattici. L obiettivo è quello di avvicinare alunni ed insegnanti alla dimensione europea contribuendo alla formazione di un identità comune con un metodo di scambio e collaborazione, poiché è con l arricchimento culturale e linguistico che si può rafforzare la consapevolezza di un Europa unita, multilinguistica e multiculturale. PERCORSI DI CONSAPEVOLEZZA per favorire il benessere di : 6

7 studenti, docenti, personale ATA, famiglie: -attività di accoglienza per alunni disabili e stranieri ( ogni scuola attua i protocolli d accoglienza elaborati ed approvati dal Collegio Docenti) -sportelli di ascolto con psicologi per docenti, studenti, genitori (il progetto è realizzato con la collaborazione di esperti del CSF di Pavia) -attività di monitoraggio e ricerca per alunni con DSA (l obiettivo è di riconoscere gli indicatori relativi ai DSA ed utilizzare gli strumenti compensativi per migliorare l apprendimento) -attività di Orientamento (autovalutazione e orientamento in uscita) 5. LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA (vedi allegato) La Programmazione Educativa d Istituto esplicita i principi fondamentali ispiratori dell azione educativa: è il documento di riferimento per l elaborazione del piano d intervento a medio e lungo termine 6. IL CURRICOLO (http://icbelgioioso.altervista.org/pof/pof.htm) è la sintesi delle condizioni pedagogiche, organizzative e didattiche che consentono di realizzare efficaci forme di insegnamento, nel rispetto degli obiettivi stabiliti dal quadro di riferimento nazionale. (MPI 2007) Il collegio dei docenti quindi si impegna ad elaborare un curricolo in cui si fondano insieme le scelte della scuola e le indicazioni nazionali. L elaborazione di curricoli verticali nasce da due principali esigenze: - avere una visione olistica dei contenuti - proporre le discipline non fini a se stesse ma come strumento di quella avventura della conoscenza, che è un dialogo con l universo (E. Morin) Il curricolo, elaborato ed approvato dal collegio docenti, contiene: - curricolo di Cittadinanza e Costituzione dei tre ordini di scuola( infanzia, primaria e secondaria in ottica verticale) - curricolo di Orientamento verticale -obiettivi trasversali delle discipline elaborati nell ottica dei quadri di riferimento delle prove INVALSI e della certificazione delle competenze intermedia e di fine ciclo. 7. LA VALUTAZIONE (in Curricolo, ) La valutazione è parte integrante della progettazione ed ha prioritariamente valore formativo. Accompagna i processi di insegnamento/apprendimento e consente l adeguamento della progettazione. Si articola su più livelli: a) valutazione degli alunni, b) valutazione dei progetti, c) la valutazione della classe, d) valutazione dell Istituto e del Pof a) la valutazione degli alunni è rivolta: ai processi compiuti nell area cognitiva alla valorizzazione delle potenzialità di ognuno alla promozione delle capacità cognitive, affettive e relazionali dell alunno per orientarlo alla vita futura a rendere l alunno consapevole delle proprie capacità al processo di maturazione della personalità nel comportamento, nella partecipazione, nel senso di responsabilità e nell impegno. Per la valutazione del comportamento ogni ordine di scuola ha individuato criteri ed indicatori. Studenti e famiglie sono vengono informati degli strumenti di cui è dotata la scuola (regolamento d istituto) per condividere e raggiungere il comune obiettivo riguardante lo sviluppo di una cittadinanza consapevole e solidale. b) per l analisi dell efficacia dei progetti ogni docente referente compila il modulo finale richiedente: 7

8 - la diagnosi per individuare eventuali errori di impostazione -la prognosi per prevedere opportunità e possibilità di miglioramento -la coerenza tra il dichiarato e l agito c) i questionari INVALSI testano e livello nazionale l apprendimento degli alunni(per le classi 2^ e 5^ della primaria-1^ secondaria) in italiano e matematica. E offerta la possibilità di una comparazione con i dati provinciali, regionali e nazionali. E prevista una prova INVALSI anche durante l esame di Stato della classe terza della secondaria. d)per evitare una valutazione autoreferenziale la scuola ha aderito al progetto VSQ IL VSQ cos è? Il progetto Valutazione per lo sviluppo della Qualità delle scuole promosso dal MIUR (DM 29 marzo 2011) ha durata triennale e persegue i seguenti scopi: - individuare i punti forza e le criticità del sistema scolastico - riconoscere le eccellenze - individuare le azioni di sostegno e di miglioramento in linea con le migliori esperienze europee ed internazionali 7.1. COMPETENZE DEGLI ALUNNI AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE Il collegio docenti ha adottato per le classi conclusive della scuola primaria e della secondaria (quinta e terza media), un modello di certificazione delle competenze in linea con le indicazioni dell Unione europea e rappresentativo delle otto competenze chiave di cittadinanza. La certificazione delle competenze consente ai docenti di certificare in modo analitico, i traguardi delle competenze e del livello globale di maturazione raggiunto. Contemporaneamente offre agli studenti la possibilità concreta di conoscere la propria posizione rispetto ai livelli di apprendimento. 8. ORARIO DELLE ATTIVITA DIDATTICHE In tutte le scuole dell IC l orario settimanale è articolato su cinque giorni lavorativi. Le Scuole dell Infanzia di Albuzzano, Belgioioso, Linarolo e Valle Salimbene funzionano dalle 8,30 alle 16,30, mentre San Zenone Po dalle 8,15 alle 16,15. Tutti i plessi coprono un orario complessivo di otto ore giornaliere dal lunedì al venerdì; dove sorge la necessità i diversi Comuni offrono un servizio di pre e post-scuola. Nelle Scuole Primarie (Albuzzano, Belgioioso, Linarolo, San Zenone, Valle Salimbene) l articolazione oraria settimanale del tempo scuola di 27/30 ore settimanali è sviluppata su cinque giorni con due/tre rientri pomeridiani obbligatori (lunedì e giovedì; lunedì, mercoledì e giovedì). Nei plessi di Albuzzano e Belgioioso funzionano classi a 40 ore settimanali. Nelle Scuole Secondarie di Primo Grado (Belgioioso, Linarolo), l articolazione oraria settimanale di 30 ore è suddivisa in spazi orari di 55 minuti e prevede il seguente orario giornaliero: - da lunedì a venerdì ore , 30 - a completamento dell orario sono stabiliti 4 rientri il sabato mattina, da settembre a dicembre Sono previsti rientri facoltativi per attività sportive, corsi ECDL, potenziamento della lingua inglese (Trinity), attività di recupero/approfondimento. 8

9 9. RAPPORTI CON LE FAMIGLIE La scuola e la famiglia, entrambe coinvolte nel processo educativo e formativo dell alunno, comunicano e collaborano con modalità e scadenze concordate, secondo quanto previsto dagli Organi Collegiali della Scuola nell ambito della normativa vigente, al fine di favorire il processo di sviluppo e di maturazione dell alunno. Nel corso dell anno scolastico, i rapporti con le famiglie nelle scuole dell IC sono articolati in: *colloqui di prima accoglienza e di presentazione delle attività; * assemblea di presentazione del Pof e dei progetti della scuola; * incontri per consigli di intersezione/interclasse/classe; * colloqui individuali periodici sull andamento educativo e didattico; *coinvolgimento delle famiglie al momento dell ingresso nella Scuola dell Infanzia, primaria e secondaria e nell attuazione del progetto di orientamento nella scuola secondaria. * riunioni periodiche con i genitori rappresentanti di classe Al fine di creare ulteriori momenti di integrazione, la scuola coinvolge le famiglie, gli Enti e le associazioni del territorio in attività e progetti attuati in particolari momenti dell anno, quali feste, laboratori, esposizione di lavori a conclusione di un percorso formativo di cui gli alunni sono stati protagonisti. 10. VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE Allo scopo di integrare e completare progetti e UDA, in ogni ordine di scuola vengono organizzati visite guidate, uscite didattiche e, per le classi terze della Scuola Secondaria di Primo Grado, viaggi di istruzione di più giorni. La scelta delle mete si pone i seguenti obiettivi: *Conoscenza di ambienti di lavoro; *Conoscenza di luoghi ed ambienti di rilevanza storica, artistica e naturale; *Conoscenza del territorio circostante. 11.PROGETTI Con riferimento agli obiettivi individuati nei documenti orientativi, alle finalità e agli obiettivi generali del processo formativo, il Collegio dei Docenti ha identificato alcune aree progettuali da sviluppare, quale arricchimento dell offerta, in ragione delle risorse presenti nella scuola, nel territorio e dei bisogni rilevati. Molti progetti si avvalgono di collaborazioni esterne con Associazioni o Enti territoriali (Comuni, Provincia, ASL, Università, Lions club dei Longobardi.), altri si avvalgono di collaborazioni con esperti esterni, altri ancora di sinergie con organi dell amministrazione scolastica (MPI, USR, Invalsi, USP). Alcuni progetti sono condivisi da reti di scuole. Le finalità dei progetti inglobano e trascendono quelle delle singole aree progettuali infatti le nuove tecnologie informatiche rappresentano il filo conduttore presente in ogni ordine di scuola Lo sviluppo dei singoli progetti è riportato sulle schede Sintesi progetto/attività elaborata da ogni docente referente Le macro aree progettuali 1)AREA DELL INTEGRAZIONE -integrazione disabili -Integrazione alunni stranieri -protocolli di accoglienza -italiano L2 -progetto Cibo, identità, cultura -integrazione a livello europeo:e-twinning 9

10 2)AREA UOMO E TERRITORIO -progetto Rete lombarda di promozione alla salute - progetto Cibo, identità, cultura - educazione stradale - rapporti con biblioteche e progetto lettura - tema della sostenibilità 3) AREA VALUTAZIONE POTENZIAMENTO/RECUPERO -monitoraggio recupero e potenziamento -analisi prove INVALSI -monitoraggio delle competenze intermedie rispetto ai modelli finali -collaborazione CSF per interventi di recupero 4)AREA CONTINUITA E CURRICOLO -Raccordo tra ordini di scuola -Elaborazione curricolo verticale 5)AREA ORIENTAMENTO E CITTADINANZA -Progetto di educazione alla cittadinanza -progetto orientamento -sportello d ascolto -prevenzione bullismo e atti di vandalismo 6)AREA LINGUAGGI - collaborazione con esperti: a) di musica b)di attività motoria (progetto di Alfabetizzazione motoria MIUR/CONI) c) di psicomotricità (infanzia/prime classi primaria) - potenziamento inglese L2 a) moduli CLIL b)lettorato madrelingua (secondaria) c) Progetto TRinity (secondaria) - attività di sviluppo abilità espressive/comunicative - sviluppo della capacità di ascolto e delle competenze linguistiche e comunicative 7)AREA RICERCA/AZIONE -progetto salute sicurezza -progetto ICF -produzione materiali multimediali e valutazione competenze informatiche - produzione percorsi didattici brevi (pdb) disciplinari e interdisciplinari - percorsi didattici educativi secondo la valutazione AVSI nelle scuole dell infnazia 8)AREA INFORMATICA - informatica - LIM - ECDL 10

11 12. ORGANIGRAMMA ISTITUTO COMPRENSIVO DI BELGIOIOSO ANNO SCOLSTICO 2011/2012 DIRIGENTE SCOLASTICO: DOCENTI COLLABORATORI: dott.ssa Loredana Lanati Luisella Brunelli M.Grazia Casagrande DOCENTI FUNZIONI STRUMENTALI: Centi Pizzutilli Arianna/ Marozzi Giuseppina: POF e curricolo Rotta Gentile Elisabetta/, Maga Claudia: inclusione stranieri e disabili Ottolenghi Silvia: Orientamento e Cittadinanza/ Scuole che promuovono salute (condiviso con le altre FS) Verri Milena/ Pennati Giuseppe: Invalsi, VSQ, continuità: Calegari Katia (con Pennati): multimedialità e TIC COMITATO DI VALUTAZIONE: Membri effettivi: Brunelli Luisella, Rotta Gentile Elisabetta, Betta Fausta, Finardi Giuseppina. Membri supplenti: Bassi Patrizia, Verri Milena. COLLABORATORI DI PLESSO: PLESSI INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA Albuzzano Malinverni Florenzio Belgioioso Tornielli Bertorelli Brunelli Linarolo Vanetta Penna Ottolenghi S.Zenone Betta Bollani ValleSalimbene Sandulli Orsolini SUPPORTO ORGANIZZATIVO E DIDATTICO RESPONSABILI DI PROGETTI D ISTITUTO: Baroni: educazione Motoria/psicomotoria Brengola: educazione alla Salute: Giri,Brambilla, Burelli, Crosia: CLIL Casagrande: Sportello di ascolto: Calegari Katia: e-twinning: Centi Pizzutilli Arianna monitoraggio attività di recupero/potenziamento Fossati Chiara: tutti i progetti di scuola dell infanzia secondaria REFERENTI UDA SCUOLA PRIMARIA E DISCIPLINE: PRIMARIA SECONDARIA Fascia I^ Greggio coordinatori e docenti di materia Fascia II^ Montagna Fascia III^ Marchetti Fascia IV^ Tripodi Fascia V^ Lodigiani RESPONSABILI LABORATORI: PLESSI PRIMARIA SECONDARIA Albuzzano Florenzio Belgioioso Rotta Pennati/Delle Donne Linarolo Caruso 11

12 S.Zenone ValleSalimbene Calegari Orsolini REFERENTI BIBLIOTECA: PLESSI PRIMARIA SECONDARIA BIBLIOTECA MAGISTRALE Belgioioso Masnata Burelli/Finardi Fossati Chiara REFERENTI MENSA: PLESSI INFANZIA PRIMARIA Albuzzano Malinverni Manno Belgioioso Stilo/Marozzi Baroni/Bertorelli Linarolo Boldizzoni Penna S.Zenone Locati Bollani ValleSalimbene Borra Beretta RAPPRESENTANTI DEI SINDACATI RSU: Bertorelli, Brunelli, Tinfena ROS:Tornielli ORGANI COLLEGIALI COLLEGIO DOCENTI: presidente: dott.ssa Loredana Lanati CONSIGLIO D ISTITUTO: presidente sig. Claudio Rognoni GIUNTA ESECUTIVA: presidente: dott.ssa Loredana Lanati ORGANI CHE FORMULANO PROPOSTE AL COLLEGIO DOCENTI E ALCONSIGLIO D ISTITUTO Consigli d intersezione infanzia Consigli d interclasse primaria Consigli di classe secondaria SERVIZI AMMINISTRATIVI Mandrini Luisa: DSGA Direttore Servizi Generali e Amministrativi Coordinamento/ gestione dei servizi amministrativi e del personale Ata, sulla base delle direttive ricevute dal DS. Gestione Bilancio. Trua Giuseppe: Alunni: iscrizioni alunni scuola infanzia e primaria, organico, pratiche giuridiche, libri di testo, assicurazione e infortuni, pratiche sportive, pratiche H, statistiche, esami di licenza, diplomi Progetto Qualità, tenuta del sito web dell IC di Belgioioso. Protocollo e posta elettronica Trua Cristina: Alunni: iscrizioni alunni scuola media, registrazioni, pratiche giuridiche,libri di testo, assicurazione e infortuni, pratiche sportive, pratiche H, statistiche, progetto Trinity esami di licenza media diplomi circolari interne, mensa. Protocollo, posta elettronica 12

13 : Gestione personale Ata- Collaboratori Scolastici-(permessi, assenze, sostituzioni, convocazioni, comunicazioni) Rapporti con enti esterni (Comuni) Viaggi d Istruzione Organi Collegiali (elezioni-convocazioni)posta elettronica Protocollo Archivio : Gestione personale Ata- Collaboratori Scolastici-(permessi, assenze, sostituzioni, convocazioni, comunicazioni) Rapporti con enti esterni (Comuni) Organi Collegiali (elezioni-convocazioni) Posta elettronica Protocollo Archivio Ruggiero Lella: Paderni Daniela: Mariani Lorenza: Retribuzioni fisse ed accessorie personale docente-ata-f.i.s..-ore ecc. funzioni miste-ferie non godute- -Cud-TFRdichiarazioni Irap- 770 Contratti con esperti esterni dei progetti Graduatorie e Nomine supplenti scuola primarie e infanzia Ricostruzioni di carriera Anagrafe delle prestazioni Protocollo-posta elettronica Personale docente media: gestione assenze, congedi, pratiche giuridiche, graduatorie Certificati- Invalsi Protocollo-posta elettronica Graduatorie e Nomine Scuola Media-sostituzioni Ordini di materiale e collaborazione con D.S.G.A Tenuta del sito Web dell I.C. di Belgioioso Personale docente scuola infanzia e primaria: gestione assenze, congedi, pratiche giuridiche, graduatorie Certificati.Organici Gestione Sidi Posta elettronica-protocollo Assemblee-scioperi-r.s.u VIGILANZA NEI PLESSI E CURA DEGLI SPAZI Belgioioso secondaria e uffici: Agostino Maria, Franco Maria, Lamonica Fernando, LO Balbo Luigi, Macis Giuliana, Bagnasco Gabriella (18 ore) Belgioioso primaria: Pagani Rita, Gariani Giuliana Belgioioso Infanzia: Zingrini Patrizia, Lo Balbo Maria Albuzzano primaria: Perversi Lorena Albuzzano infanzia: Mazzolino Teresa Linarolo primaria: Garofalo Marianna Linarolo infanzia: Zorzetto Carla Linarolo secondaria: Dalmiani Laura Valle Salimbene primaria: Ghiadoni Roberto Valle Salimbene infanzia: operatrice Dussmann San Zenone al Po infanzia e primaria: Zapparoli Anna 13

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

INDICE. 1. L Istituto Comprensivo 3. 1.1 Il Piano dell Offerta Formativa 1.2 Il contesto territoriale 1.3 Le risorse

INDICE. 1. L Istituto Comprensivo 3. 1.1 Il Piano dell Offerta Formativa 1.2 Il contesto territoriale 1.3 Le risorse INDICE 1. L Istituto Comprensivo 3 1.1 Il Piano dell Offerta Formativa 1.2 Il contesto territoriale 1.3 Le risorse Pag. 2. Finalità e obiettivi formativi 4 2.1 La Mission della scuola 2.2 La Mission dell

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR)

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR) Prot. n. 4723/A01 Cassino 19 settembre2015 Ai docenti dell istituto comprensivo Loro sedi Atti Oggetto: indicazioni e chiarimenti in merito al POF 2015/16 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Vista la L. n.107/2015

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bruino Piano triennale dell offerta formativa A.S. 2016/2017 2017/2018 2018/2019

Istituto Comprensivo di Bruino Piano triennale dell offerta formativa A.S. 2016/2017 2017/2018 2018/2019 Istituto Comprensivo di Bruino Piano triennale dell offerta formativa A.S. 2016/2017 2017/2018 2018/2019 PREMESSA E MISSIONE Il piano si basa su criteri educativi-formativi di: Flessibilità Programmazione

Dettagli

PROGETTO "Diversità e inclusione"

PROGETTO Diversità e inclusione MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO CERVARO Corso della Repubblica, 23 (Fr) Tel. 0776/367013 - Fax 0776366759 - e-mail:fric843003@istruzione.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ALFREDO FIORINI S c u o l a d e l l I n f a n z i a, S c u o l a P r i m a r i a e S c u o

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA Anno scolastico 2014-2015 LE NOSTRE SCUOLE scuola dell infanzia FUTURA scuola primaria GIOVANNI XXIII scuola secondaria 1^ grado GIUSEPPE

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre

SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre 11 classi 40 ore settimanali INSEGNANTI: n 20 per il tempo pieno n 1 specialista per religione cattolica n 1 specialista di lingua inglese n 2 di sostegno PERSONALE

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Scuola _I.C. NOLE CAN.SE (TO) a.s._2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO. Sintesi del Piano dell offerta formativa. Scuola Secondaria di Primo Grado

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO. Sintesi del Piano dell offerta formativa. Scuola Secondaria di Primo Grado ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO Sintesi del Piano dell offerta formativa Scuola Secondaria di Primo Grado ANNO SCOLASTICO 2014-2015 SEDI ED INDIRIZZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE L Istituto

Dettagli

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro RAV Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro fotografia); individuazione dei punti di forza e di

Dettagli

Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini"

Istituto Scolastico Comprensivo Statale R. Fucini Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini" Scuola Infanzia Primaria e Secondaria di I di Monteroni d Arbia e Murlo Viale Rimembranze,127 Tel 0577375118 53014 - MONTERONI D'ARBIA (SI) e. mail siic80800q@istruzione.it

Dettagli

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità Istituto Comprensivo Statale Lorenzo Bartolini di Vaiano Piano dell Offerta Formativa Scheda di progetto Progetto 5 Formazione, discipline e continuità I momenti dedicati all aggiornamento e all autoaggiornamento

Dettagli

A. MORO CERRO AL LAMBRO

A. MORO CERRO AL LAMBRO ISTITUTO COMPRENSIVO P. FRISI MELEGNANO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO A. MORO CERRO AL LAMBRO Iscrizioni a.s. 2015/2016 1 La proposta didattica e formativa della Scuola Secondaria di Primo Grado per le

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA A. MORO BUCCINASCO SCUOLA PRIMARIA ROBBIOLO via A.Moro SCUOLA PRIMARIA ROBARELLO via degli Alpini

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA A. MORO BUCCINASCO SCUOLA PRIMARIA ROBBIOLO via A.Moro SCUOLA PRIMARIA ROBARELLO via degli Alpini www.icsaldomorobuccinasco.gov.it ISTITUTO COMPRENSIVO VIA A. MORO BUCCINASCO SCUOLA PRIMARIA ROBBIOLO via A.Moro SCUOLA PRIMARIA ROBARELLO via degli Alpini Anno Scolastico 2015-2016 Iscrizioni 2016-2017

Dettagli

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 L alunno al centro RISPETTO DELLE INDIVIDUALITA ATTENZIONE ALLE SPECIFICITA PERSONALI ATTENZIONE AI DIVERSI STILI DI APPRENDIMENTO CURA DELLE RELAZIONI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA Scuola Primaria Anno scolastico 2013/2014 Il Collegio dei Docenti della Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo di Balangero condivide

Dettagli

Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo. Piano dell offerta formativa

Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo. Piano dell offerta formativa Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo Piano dell offerta formativa Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo I PROGETTI DIDATTICI INDIRIZZI GENERALI DELLA SCUOLA LE STRUTTURE IL CURRICOLO P.O.F

Dettagli

Prot. n. 3511/B15 Genova, 16 ottobre 2015

Prot. n. 3511/B15 Genova, 16 ottobre 2015 Prot. n. 3511/B15 Genova, 16 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016-19 PREMESSA

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016-19 PREMESSA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazza Volta 4/a 22077 OLGIATE COMASCO (CO) tel. 031-944033 / 947207 cod.min. COIC80700A - cod.fisc. 80013700135 e.mail

Dettagli

ISCRIZIONI a.s. 2015/16. Istituto Comprensivo Statale di Poppi www.poppi-scuola.it

ISCRIZIONI a.s. 2015/16. Istituto Comprensivo Statale di Poppi www.poppi-scuola.it ISCRIZIONI a.s. 2015/16 Istituto Comprensivo Statale di Poppi www.poppi-scuola.it UGUAGLIANZA INCLUSIONE-ACCOGLIENZA BISOGNI EDUCATIVI STAR BENE CON SE E GLI ALTRI Il nostro istituto unisce infanzia, primaria

Dettagli

Compiti e funzioni delle Funzioni Strumentali

Compiti e funzioni delle Funzioni Strumentali AREA 1: Gestione del piano dell Offerta Formativa e delle azioni di Autovalutazione* Coordinamento, monitoraggio e valutazione delle attività del POF Coordina la stesura, la gestione, l aggiornamento,

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16 Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 Staff del Dirigente e Funzioni strumentali al POF 2 FS1 - Qualità e valutazione di sistema Gestisce la documentazione relativa

Dettagli

P i a n A n n u a l e

P i a n A n n u a l e ISTITUTO COMPRENSIVO VADO - MONZUNO P i a n o A n n u a l e dell Inclusività ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Quadro di sintesi delle risorse a disposizione della scuola : Risorse di personale : Dirigente Scolastico,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G.Rodari Via Aquileia, 1 20021 Baranzate (MI) Tel/fax 02-3561839 Cod. Fiscale 80126410150 Cod. meccanografico MIIC8A900C

Dettagli

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2012. predisposta dalla Giunta Esecutiva del 2 FEBBRAIO 2012. Dati strutturali dell Istituto e contesto territoriale

RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2012. predisposta dalla Giunta Esecutiva del 2 FEBBRAIO 2012. Dati strutturali dell Istituto e contesto territoriale RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2012 predisposta dalla Giunta Esecutiva del 2 FEBBRAIO 2012 Dati strutturali dell Istituto e contesto territoriale L Istituto di Belgioioso aggrega in un unica Istituzione

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale ADELAIDE RISTORI Via L. D Alagno, 16-80138 Napoli

Istituto Comprensivo Statale ADELAIDE RISTORI Via L. D Alagno, 16-80138 Napoli Prot.2429/O Napoli 28.09.2015 Al Collegio Docenti Alla DSGA All Albo AL SITO WEB IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTI il D.P.R. n.297/94 ; il D.P.R. n. 275/99; il D.P.R. 20 MARZO 2009, N.89, recante Revisione

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA PROGETTO DI FORMAZIONE PER DOCENTI E DIRIGENTI - A.S. 2012-2013 Curricolo,apprendimenti e valutazione nelle nuove indicazioni nazionali per il primo ciclo dell

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E.FALCETTI

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E.FALCETTI Prot. N. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E.FALCETTI Scuola dell Infanzia - Primaria e Secondaria di 1 Grado Piazza della Sapienza - 82021 APICE (BN) Tel. & Fax 0824-922063 C.F. 92028910625 Apice 19/09/09

Dettagli

Mini P.O.F. scuole dell infanzia 2012-2013

Mini P.O.F. scuole dell infanzia 2012-2013 Mini P.O.F. scuole dell infanzia 2012-2013 Il Piano dell Offerta Formativa Esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che una scuola adotta nell ambito della sua

Dettagli

1.3 Sportello Psicologico pag. 8 1.4 Accogliamo gli alunni stranieri pag. 7 1.5 Formazione, Ricerca e Sperimentazione pag. 9

1.3 Sportello Psicologico pag. 8 1.4 Accogliamo gli alunni stranieri pag. 7 1.5 Formazione, Ricerca e Sperimentazione pag. 9 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia C.P.I.A. RAGUSA

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia C.P.I.A. RAGUSA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia C.P.I.A. RAGUSA Centro Provinciale per l Istruzione degli Adulti Via Giordano Bruno sn 97100 RAGUSA

Dettagli

IMPARIAMO A CONOSCERCI

IMPARIAMO A CONOSCERCI Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria I grado ISTITUTO COMPRENSIVO CESARE CANTÙ Via Dei Braschi 12 Milano 0288448318 026468664 Codice fiscale 80124430150 Codice meccanografico MIIC8CF006

Dettagli

PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016. Bisogni. Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione

PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016. Bisogni. Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016 Bisogni 1 Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione 4 Riflettere sugli esiti degli apprendimenti, sulla valutazione e certificazione

Dettagli

ISCRIZIONI a.s. 2014/15

ISCRIZIONI a.s. 2014/15 - 0652209322 ISCRIZIONI a.s. 2014/15 27/01/2014 ISCRIZIONI entro il 28 febbraio SCUOLA SECONDARIA I grado: on line 27/01/2014 Adempimenti delle famiglie - individuare la scuola d interesse (anche attraverso

Dettagli

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga,

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze.... Sempre devi avere in mente Itaca raggiungerla

Dettagli

Rapporto di AutoValutazione dell I.C. Spinea 1 a.s. 2014/2015

Rapporto di AutoValutazione dell I.C. Spinea 1 a.s. 2014/2015 Rapporto di AutoValutazione dell I.C. Spinea 1 a.s. 2014/2015 a cura del nucleo di autovalutazione guidato dalla FS prof. Busatto Il percorso di formazione In vista della compilazione del RAV (Rapporto

Dettagli

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2013/2014

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2013/2014 PRESENTAZIONE Il Programma Annuale rappresenta lo strumento esecutivo fondamentale per il passaggio dalla fase programmatica all attuazione del Piano dell Offerta Formativa, attraverso l individuazione

Dettagli

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico Prot. 4828/A22 Surbo, 25/09/2015 LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2015/2018 PREMESSA La Legge 107/2015 di Riforma del sistema nazionale di istruzione e

Dettagli

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Sintesi del Piano Dell offerta Formativa A.S. 2014-2015 16 gennaio 2015: presentazione delle scelte educativo-didattiche ai genitori (ore 18.00) 17 gennaio 2015: scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO RESPONSABILE DEL PIANO La Dirigente scolastica Grassi Grazia RIELABORAZIONE DEL PIANO Dall Osso Silvia

Dettagli

Prot. n. 4273 / A 2 Andria, 12 ottobre 2015

Prot. n. 4273 / A 2 Andria, 12 ottobre 2015 8 CIRCOLO DIDATTICO "A. ROSMINI" Corso Italia, 7-76123 ANDRIA C.F. 90000300724 Tel 0883/246459 - Fax 0883/292770 email: baee05600t@istruzione.it Sito web: www.circolodidatticorosmini.gov.it pec baee05600t@pec.istruzione.it

Dettagli

Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT)

Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT) Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT) La Scuola Primaria di Valchiusa è situata in una zona verdeggiante meglio conosciuta come Valchiusa e occupa parte della sede centrale dell Istituto

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale è direttamente raccordato al Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce, in

Dettagli

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico OPEN DAY Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it 1 Sede Operativa per la Formazione Continua e Superiore Attività conformi

Dettagli

Scuola I. I. S P. Artusi FORLIMPOPOLI a.s. 2014/2015. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola I. I. S P. Artusi FORLIMPOPOLI a.s. 2014/2015. Piano Annuale per l Inclusione Scuola I. I. S P. Artusi FORLIMPOPOLI a.s. 2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

Rete Scuola che promuove salute. Referente coordinatore dei progetti salute. AZIONI INDICATORI ATTIVITA PREVISTE Comuni all IC Primaria Secondaria

Rete Scuola che promuove salute. Referente coordinatore dei progetti salute. AZIONI INDICATORI ATTIVITA PREVISTE Comuni all IC Primaria Secondaria ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI PROGETTO DI PROMOZIONE DELLA SALUTE Il Progetto di Promozione della Salute dell Istituto Comprensivo E. Fermi di Porto Ceresio si ispira al Progetto della Rete delle scuole

Dettagli

Questionario scuola 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15

Questionario scuola 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 Questionario scuola 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Via Borromini, 5 Villa Falconieri 00044

Dettagli

Questionario scuola. 1 ciclo di istruzione. Anno Scolastico 2014/15

Questionario scuola. 1 ciclo di istruzione. Anno Scolastico 2014/15 Questionario scuola 1 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 PROPOSTE DI INTEGRAZIONE del gruppo di lavoro sul RAV riunitosi il 2 ottobre 2015 presso il Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II di

Dettagli

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO Castiglione delle Stiviere, 05/10/2015 Prot. n. 9298/C6 Al Collegio dei Docenti Alla DSGA All albo E p.c. al Consiglio di Istituto Oggetto: ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Istituto Comprensivo Kennedy Ovest 3 Brescia 2015-2016

Istituto Comprensivo Kennedy Ovest 3 Brescia 2015-2016 Brescia 2015-2016 LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE definiscono nel POF le articolazioni del tempo-scuola le Famiglie potranno RICHIEDERE Uno dei modelli a richiesta IL TEMPO SCUOLA ORDINARIO 30 ORE SETTIMANALI

Dettagli

Questionario scuola 1 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15

Questionario scuola 1 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 Questionario scuola 1 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Via Borromini, 5 Villa Falconieri 00044

Dettagli

LA SCUOLA MEDIA DI PAINA

LA SCUOLA MEDIA DI PAINA 1 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto comprensivo don Rinaldo Beretta" Scuola secondaria di primo grado Salvo D Acquisto 20030 PAINA DI GIUSSANO - VIA A. MANZONI, 50 TEL.

Dettagli

1. Titolo del progetto No LIMits L approccio tecnologico come modalità di integrazione delle diversità

1. Titolo del progetto No LIMits L approccio tecnologico come modalità di integrazione delle diversità Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo GROSSETO 2 Giovanni Pascoli Piazza F.lli Rosselli, n. 14-58100 Grosseto Centralino: tel. 0564/22132 - Fax 0564/21871 E-mail:

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

Scuola Istituto Comprensivo via A.Moro Buccinasco a.s.2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione

Scuola Istituto Comprensivo via A.Moro Buccinasco a.s.2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione Scuola Istituto Comprensivo via A.Moro Buccinasco a.s.2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti 2014/2015: n 1. disabilità

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO F.MASCI Francavilla al mare SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO

ISTITUTO COMPRENSIVO F.MASCI Francavilla al mare SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO F.MASCI Francavilla al mare SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO Prot. 56 /A2 Francavilla al mare 03 settembre 204 Ai Docenti LORO SEDI Al DSGA. All Albo- sito web

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EVANGELISTA TORRICELLI

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EVANGELISTA TORRICELLI Albo d Istituto Prot. n. 6198/C23 Milano, 13 novembre 2015 Oggetto: atto d indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione del Piano Triennale dell Offerta Formativa ai sensi dell art. 1, comma

Dettagli

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI DI CARVICO SCUOLA SECONDARIA di CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA Estratto Piano dell Offerta Formativa Anno Scolastico 2015-2016 L OFFERTA FORMATIVA comune a tutti

Dettagli

Sintesi del Piano dell Offerta Formativa

Sintesi del Piano dell Offerta Formativa Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale «ALESSANDRO VOLTA» Sintesi del Piano dell Offerta Formativa SCUOLA PRIMARIA Dirigente Scolastico Prof. Incoronata

Dettagli

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO P.SENTATI CASTELLEONE a.s. 2015-16. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO P.SENTATI CASTELLEONE a.s. 2015-16. Piano Annuale per l Inclusione Scuola ISTITUTO COMPRENVO P.SENTATI CASTELLEONE a.s. 2015-16 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate

Dettagli

1. LINEE D INDIRIZZO

1. LINEE D INDIRIZZO Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F. 80006880308 anno scolastico 2015/16 1. LINEE D INDIRIZZO 1.1 Indirizzi generali

Dettagli

B. Risorse professionali specifiche Prevalentemente utilizzate in Sì / No Insegnanti di sostegno Attività individualizzate e di.

B. Risorse professionali specifiche Prevalentemente utilizzate in Sì / No Insegnanti di sostegno Attività individualizzate e di. Istituto Comprensivo Statale di Gavirate a.s._2013/14 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI

AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASALE SUL SILE Piazza All arma dei Carabinieri, 7/a 31032 Casale sul Sile (TV) AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI Tutti i servizi di segreteria sono informatizzati. Gli uffici di segreteria,

Dettagli

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22 Al Collegio dei Docenti E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Oggetto : Pubblicazione Atto di Indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

Prot n.4230/a22 Brembate, 23/09/2015. e p.c. Al Consiglio d Istituto Ai genitori al DSGA al personale ATA Atti Sito web

Prot n.4230/a22 Brembate, 23/09/2015. e p.c. Al Consiglio d Istituto Ai genitori al DSGA al personale ATA Atti Sito web Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo di Brembate Sotto Via Oratorio n. 14 24041 BREMBATE (BG) Tel: 035 801047 035 801447 - Fax: 035 4874731 info@icbrembate.it

Dettagli

COSTRUIAMO INSIEME IL BENESSERE A SCUOLA

COSTRUIAMO INSIEME IL BENESSERE A SCUOLA ISTITUTO COMPRENSIVO Luigi Pirandello Fonte Nuova (RM) Progetti in materia di didattica integrativa e innovativa, anche attraverso il prolungamento dell orario scolastico, finalizzati alla prevenzione

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

2.1 Conosciamo le lingue straniere pag. 2 2.2 Ampliamo le opportunità di formazione pag. 4 2.3 Salute, benessere, sicurezza pag. 6

2.1 Conosciamo le lingue straniere pag. 2 2.2 Ampliamo le opportunità di formazione pag. 4 2.3 Salute, benessere, sicurezza pag. 6 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA

ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA VISTO l art. 3 comma 4 del D.P.R. 275/1999 come modificato dall art. 1, comma 14, della Legge

Dettagli

Scuola I.I.S. DON MILANI MONTICHIARI a.s. 2015 2016. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola I.I.S. DON MILANI MONTICHIARI a.s. 2015 2016. Piano Annuale per l Inclusione Scuola I.I.S. DON MILANI MONTICHIARI a.s. 2015 2016 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO OFFERTA FORMATIVA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO OFFERTA FORMATIVA 2015/2016 1 PREMESSA Come specificato nelle Nuove Indicazioni, la scuola primaria, insieme alla scuola secondaria

Dettagli

Parte 1 : Analisi dei punti di forza e di criticità a.s. 2014-15

Parte 1 : Analisi dei punti di forza e di criticità a.s. 2014-15 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA D M 27/12/2012 e CM n. 8 del 6/3/2013 per l anno scolastico 2015-16 Proposta dal GLI d istituto in data 26-05-2015 Deliberato dal collegio dei docenti in data 04-06-2015

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Istituzione scolastica dotata di personalità giuridica Decreto del Direttore Generale dell Ufficio Scolastico Regionale del F.V.G. del 25 gennaio 2012 - prot. n.

Dettagli

alunni stranieri speciali sostegni servizi al suo interno laboratori didattici Situazione della scuola 3 Finalità del progetto 4.

alunni stranieri speciali sostegni servizi al suo interno laboratori didattici Situazione della scuola 3 Finalità del progetto 4. Istituto Omnicomprensivo Statale Beato Simone Fidati Scuola d Infanzia, Primaria, Secondaria primo grado e Secondaria Superiore (IPSIA) Località La Stella - 06043 Cascia (PG) 074376203 0743751017 074376180

Dettagli

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2014/2015

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2014/2015 PRESENTAZIONE Il Programma Annuale rappresenta lo strumento esecutivo fondamentale per il passaggio dalla fase programmatica all attuazione del Piano dell Offerta Formativa, attraverso l individuazione

Dettagli

1. Sintetica descrizione del Progetto

1. Sintetica descrizione del Progetto Protocollo di Intesa per l Accoglienza degli Alunni Stranieri e lo Sviluppo Interculturale del Territorio Pratese PROGETTO RETE : COMUNI MEDICEI -Poggio a Caiano e Carmignano A.S. Istituto_capofila -ISTITUTO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA

ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA Codice fiscale : 98156990172 SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013/2014 SINTESI PROGETTO / ATTIVITA Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare codice

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA (PTOF) per gli Anni Scolastici 2016-17, 2017-18 e 2018-19

PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA (PTOF) per gli Anni Scolastici 2016-17, 2017-18 e 2018-19 LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B. Quadri Via Carducci, 17-36100 Vicenza - Tel. 0039 0444928877 - www.liceoquadri.gov.it vips05000n@istruzione.it vips05000n@pec.istruzione.it - C. F. 80014650248 PIANO TRIENNALE

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO IC SAN SPERATO CARDETO ISTITUTO COMPRENSIVO San Sperato - Cardeto Via Riparo Cannavò, 24-89133 Reggio Calabria Telefono 0965/672052-683088 - 673553 - Fax 0965/673650 COD. MEC. RCIC875006- Cod. Fisc. 92081250802

Dettagli

COSA OFFRE IL PASCAL?

COSA OFFRE IL PASCAL? I. INDICE RAGIONATO COS E IL PASCAL? UN ISTITUTO ORGANIZZATO IN: 4 indirizzi sperimentali: - Informatico (Indirizzo Tecnico) - Linguistico (Indirizzo Tecnico) - Grafico-Beni Culturali (Liceo artistico)

Dettagli

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE Gallarate (VA) - Via Bonomi, 4 Tel. 0331.795141 - Fax 0331.784134 sacrocuoregallarate@fastwebnet.it www.sacrocuoregallarate.it Scuola Secondaria di I grado PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE DEGLI ALUNNI CON

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Questionario scuola Scuole paritarie 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15

Questionario scuola Scuole paritarie 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 Questionario scuola Scuole paritarie 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Via Borromini, 5 Villa

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO L ISTITUZIONE SCOLASTICA E IL NUOVO SISTEMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE L Istituzione Scolastica ha proceduto alla definizione del proprio Curricolo operando l essenzializzazione

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016/2019

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016/2019 I.C. 6 QUASIMODO DICEARCHIA 80078 POZZUOLI (NA)-Via Caio Vestorio,3 Tel e Fax 081/8042620 Cod. Fisc. 96029330634 Cod.Mecc. NAIC8DY002 http://www.ic6quasimododicearchia.gov.it e-mail: NAIC8DY002@istruzione.it

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA. PLESSO ARTICOLAZIONE h N SEZIONI. Via Loreto 40 4. Centrale 40 5. De Amicis 40 4 TOTALE ALUNNI N 299 TOTALE INSEGNANTI N 30

SCUOLA DELL INFANZIA. PLESSO ARTICOLAZIONE h N SEZIONI. Via Loreto 40 4. Centrale 40 5. De Amicis 40 4 TOTALE ALUNNI N 299 TOTALE INSEGNANTI N 30 SCUOLA DELL INFANZIA PLESSO ARTICOLAZIONE h N SEZIONI Via Loreto 40 4 Centrale 40 5 De Amicis 40 4 TOTALE ALUNNI N 299 TOTALE INSEGNANTI N 30 di cui N 3 INSEGNANTE DI SOSTEGNO N 1 INSEGNANTE DI RELIGIONE

Dettagli

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività)

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) I dati si riferiscono all anno scolastico 2014/2015 Approvato nel Collegio dei Docenti del 12 giugno 2015 Gli alunni certificati in base alla Legge 104/1992 Tabella

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014

Anno scolastico 2013/2014 L Istituto Comprensivo ha la sua sede in AZZANO SAN PAOLO Via Don Gonella, 4 Tel.: 035/530078 Fax: 035/530791 e-mail: BGIC82300D@istruzione.it sito internet : www.azzanoscuole.it I. C. - AZZANO S. PAOLO

Dettagli

TEL. 0781/670230. Gruppo Folk della Scuola - Processione di S.Ponziano

TEL. 0781/670230. Gruppo Folk della Scuola - Processione di S.Ponziano Gruppo Folk della Scuola - Processione di S.Ponziano ISCRIZIONI Le iscrizioni alla Scuola Primaria F. Ciusa per l A.S. 2016-2017, si effettueranno in modalità on-line o presso gli Uffici della Segreteria

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola)

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) Docente di: scuola infanzia scuola primaria scuola secondaria I Professionalità dei docenti Programmazione e valutazione

Dettagli

Protocollo Accoglienza Alunni Stranieri

Protocollo Accoglienza Alunni Stranieri Protocollo Accoglienza Alunni Stranieri Proposta di lavoro ed intervento a cura del Gruppo Provinciale dei Referenti per Intecultura e l Integrazione degli Alunni Stranieri Scuola Secondaria di 2 grado

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ALLEGATO N. 3 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio SCHEDA DI PRESENTAZIONE PROGETTO Area a rischio e lotta contro l emarginazione scolastica

Dettagli

Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione

Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione Denominazione Scuola PSAUMIDE CAMARINENSE Data invio 27/02/2015 21:05:40 Codice Meccanografico RGIC81400E URL di riferimento http://ext.pubblica.istruzione.it/invalsi/index.php/534466

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "GIUSEPPE SCELSA" CODICE FISCALE 80019800822 - Sito Web www.icscelsa.gov.it

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIUSEPPE SCELSA CODICE FISCALE 80019800822 - Sito Web www.icscelsa.gov.it ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "GIUSEPPE SCELSA" CODICE FISCALE 80019800822 - Sito Web www.icscelsa.gov.it E-mail paic8ar00v@istruzione.it E-mail certificata paic8ar00v@pec.istruzione.it Via Villani, 40

Dettagli

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. "Ma qual è la pietra che sostiene il ponte?" - chiede Kublai Kan. "Il ponte non è sostenuto da

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. Ma qual è la pietra che sostiene il ponte? - chiede Kublai Kan. Il ponte non è sostenuto da LA CONCRETEZZA DELL'INVISIBILE Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. "Ma qual è la pietra che sostiene il ponte?" - chiede Kublai Kan. "Il ponte non è sostenuto da questa o quella pietra, -

Dettagli