LA RISCOSSA DEL VITA SPECIALE CLASSIFICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA RISCOSSA DEL VITA SPECIALE CLASSIFICA"

Transcript

1 SPECIALE CLASSIFICA LA RISCOSSA DEL VITA Positivi il risultato complessivo d esercizio e la raccolta premi, ma sussistono diversità di performance tra rami danni e vita con un necessario ribilanciamento di questi settori sul totale del mercato. Nelle prossime pagine le Classifiche delle prime 100 compagnie del Paese e l analisi dell evoluzione del settore secondo l Osservatorio sul Mercato Assicurativo Italiano di Scs Consulting Nel 2009 sono tornati ad essere positivi i risultati economici delle compagnie assicurative italiane dopo i deludenti risultati del 2008, fortemente influenzati dalla crisi finanziaria mondiale. Il risultato tecnico del settore Danni è stato appena positivo e in ulteriore calo rispetto allo scorso anno, mentre nel settore Vita le imprese hanno raggiunto un utile complessivo di circa 3,2 miliardi di euro. Il risultato d esercizio è stato positivo per quasi 4 miliardi di euro ed ha determinato un ROE complessivo del settore pari all 8,6% (-4,7% nel 2008). Nel 2009 le imprese di assicurazioni hanno raccolto complessivamente premi lordi di poco al di sotto di 121 miliardi, di cui 37,8 miliardi di euro nei rami Danni e 82,9 miliardi di euro nei rami Vita. Si tratta, senza dubbio, di un risultato pienamente soddisfacente che consente di invertire il trend decrescente dell ultimo biennio (-8,1% 2008 vs 2007, -8,4% 2007 vs 2006) con una crescita annua superiore al 27%. Tale risultato è stato fortemente influenzato dai rami Vita, i cui premi sono aumentati di ben il 46,9% in un solo anno. I premi dei CHI È SCS CONSULTING Scs Consulting è una società di consulenza direzionale operante sull intero territorio nazionale per clienti del settore privato e pubblico. Nel settore assicurativo, oltre agli interventi di natura strategica, la società è impegnata in progettualità relative a: indagini di Mistery Client, efficientamenti operativi e organizzativi, adeguamento al sistema di vigilanza Solvency II, definizione di nuovi modelli operativi e di business, Direct Insurance, Business Continuity e attività di People Management. METODOLOGIA D ANALISI Per garantire omogeneità e completezza, le classifiche sono state stilate sulla base dei dati contenuti nei bilanci civilistici delle compagnie aventi sede legale in Italia. Pertanto, non rientrano nell ambito di analisi le rappresentanze di imprese assicurative estere o con sede legale in paesi terzi. Le classifiche sono ottenute selezionando le prime 100 compagnie operanti in Italia per premi lordi contabilizzati nel mercato complessivo (Vita e Danni), le 78 compagnie attive nel comparto Vita e le prime 100 compagnie operanti in Italia per premi lordi contabilizzati nel comparto Danni. Per le compagnie selezionate in ciascuno dei tre comparti sono state elaborate le classifiche sulla base di una serie di indicatori di efficienza operativa, patrimoniali, dimensionali e di redditività. Le fonti utilizzate sono i bilanci annuali civilistici di ogni singola compagnia. 36 ASSICURA - DICEMBRE 2010

2 SPECIALE I premi complessivi, al netto della quota dei premi ceduti in riassicurazione, hanno superato quota 115 miliardi con un aumento del 29,2% rispetto al 2008 rami Danni, al contrario, mostrano una contrazione ulteriore rispetto all anno 2008 (-1,9% 2009 vs 2008), protraendo così un trend negativo in atto dal Questa diversità di performance tra rami Danni e Vita determina un ribilanciamento dell incidenza di questi settori sul totale del mercato assicurativo. Infatti, i rami Vita vedono salire la loro quota dal 59,4% del 2008 al 68,7% del 2009, recuperando così in un solo anno il divario rispetto al valore registrato nel 2005, anno a partire dal quale la quota dei rami Vita si era progressivamente ridotta. I premi complessivi, al netto della quota dei premi ceduti in riassicurazione, hanno superato quota 115 miliardi con un aumento del 29,2% rispetto all anno precedente. A questo risultato i rami Danni contribuiscono con 33,9 miliardi, mentre i rami Vita apportano 81,4 miliardi di premi. Si delinea pertanto, nel nostro paese, una situazione di crescita generalizzata dei premi, anche se limitata alle compagnie che operano nei rami Vita. È, infatti, una compagnia Vita l impresa che più di tutte le altre ha saputo scalare la classifica tra l anno 2008 e il 2009: in soli dodici mesi L Assicuratrice Italiana Vita vede aumentare la propria raccolta di circa 5 volte (+493,5%) guadagnando ben 50 posizioni (dalla 130 alla 80 ). Spostandoci nella zona alta della classifica, è Mediolanum Vita la compagnia che più delle altre ha saputo approfittare del trend in crescita del comparto Vita: nel 2009 ha aumentato la raccolta premi del 362%, guadagnandosi il podio della classifica generale delle compagnie italiane con una scalata di 11 posizioni. Nel 2009 la voce di costo relativa a oneri sinistri e variazione delle riserve sale fino a 129,5 miliardi di euro. Tale valore è sensibilmente maggiore rispetto all anno precedente (+76,9%), principalmente a causa del considerevole aumento delle riserve tecniche nei rami Vita (+123,8% a 99,8 miliardi di euro) per effetto del positivo andamento dei mercati finanziari e del flusso di raccolta netta. Per il secondo anno consecutivo si rileva un aumento, seppur lieve, delle spese di gestione, ossia dei costi per l acquisizione dei contratti, per la riscossione dei premi, per l organizzazione e il funzionamento della rete LE CLASSIFICHE DEI RAMI VITA Nel comparto Vita, il volume della raccolta premi diretti ottenuto nel pari a milioni di euro - è il risultato di un consistente aumento delle polizze di ramo I (+106%) e della contestuale riduzione avvenuta nella distribuzione delle polizze linked (-47,6%). In altri termini, le polizze legate alla durata della vita hanno particolarmente riscontrato il gradimento degli assicurati, specie per quanto riguarda quei prodotti caratterizzati da un rendimento minimo garantito. L aumento dei premi, il calo delle prestazioni erogate e il risultato positivo degli investimenti sono gli ingredienti che hanno reso possibile raggiungere un risultato tecnico complessivo positivo, in forte miglioramento rispetto all anno precedente. La classifica delle compagnie italiane per raccolta premi nei rami Vita (Tabella 9) è dominata da Mediolanum Vita, che grazie alla performance del 2009 riesce a scalare nove posizioni, sottraendo il primato a Generali, terza classificata alle spalle di Poste Vita. La compagnia milanese ha messo a segno questo risultato principalmente grazie ad una polizza abbinata sistematicamente all apertura di una particolare tipologia di conto corrente. Nelle prime dieci posizioni troviamo quattro nuove entrate, tra cui si segnalano CNP Unicredit Vita che sale di nove posizioni ed Eurizon Vita che, grazie alla distribuzione di un nuovo prodotto di risparmio, ha beneficiato di un tasso di crescita particolarmente sostenuto (+195% di premi raccolti rispetto al 2008). Genertel Life cede la prima posizione tra le compagnie più efficienti a BNL Vita (Tabella 10) che, anche grazie alla possibilità di disporre di una rete bancaria a supporto della distribuzione dei prodotti, riesce a contenere le spese di gestione entro un valore (0,7% dei premi raccolti) decisamente inferiore rispetto al primo posto del 2008 (1,3% di Genertel Life). Al secondo posto troviamo Mediolanum Vita, in salita dall undicesima posizione, grazie ad una riduzione dell incidenza delle spese di circa l 80% (4,7% nel 2008). Per quanto riguarda la remunerazione degli investimenti (Tabella 11), Dialogo Vita risulta essere la compagnia più virtuosa; infatti, il rapporto tra proventi dei patrimoni netti e investimenti è pari a 11,6. Alle spalle di Dialogo Vita troviamo Axa Assicurazioni (6,6) e Milano Assicurazioni sul terzo gradino del podio (6,1). Quadrifoglio Vita si aggiudica nel 2009 il primo posto tra le compagnie con il più alto rapporto tra riserve tecniche nette e premi netti (Tabella 12), grazie ad un valore pari a 74,4, seguita da Antoniana Veneta Popolare Vita (57,4) e L.A. Vita (39,4), meglio conosciuta con il marchio OnLife, entrambe appartenenti al Gruppo Allianz. DICEMBRE ASSICURA 37

3 SPECIALE CLASSIFICA BANCHE E PROMOTORI TRAINANO LA RIPRESA DEL VITA La netta ripresa del mercato Vita osservata nel 2009 è stata primariamente trainata dagli sportelli bancari e i promotori finanziari (Figura 1). In particolare, le filiali bancarie e postali hanno trainato una crescita del 64,3%, tale da riportare la loro quota di mercato (58,1%) ai livelli del biennio Questo risultato incide notevolmente sulla variazione media annua della raccolta premi calcolata sull ultimo quinquennio che torna positiva e pari al 4,1%. Nel corso dell ultimo anno si è inoltre osservato un eccezionale aumento della raccolta premi effettuata dai promotori finanziari (+143,3% rispetto al 2008), tale da renderli ora il secondo canale d intermediazione dopo le banche. Nell ultimo quinquennio l aumento medio annuo è stato del 16,1%. Nonostante il livello della raccolta premi sia analogo a quello del 2008, gli agenti hanno perso diversi punti percentuali in termini di quota di mercato: dopo la costante crescita dell incidenza percentuale sul totale della raccolta vita (salita dal 18,2% nel 2005 al 23,6% nel 2008) l incidenza è scesa al 15,9% nel Il canale diretto ha registrato un volume premi in crescita (+4,2%), che inverte la tendenza negativa osservata nei tre anni precedenti (-11,2% nel 2006, -15,1% nel 2007 e -0,8% nel 2008). Con una quota di mercato molto limitata (in media di poco superiore all 1%) le polizze distribuite dai broker hanno fatto registrare nel 2009 un lieve aumento (2,3%). La netta ripresa del mercato vita osservata nel 2009 è stata trainata dagli sportelli bancari e dai promotori finanziari FIGURA 1 - PESO DEI CANALI DISTRIBUTIVI NEI RAMI VITA (PREMI LORDI CONTABILIZZATI, MLN, %, ) Fonte: rielaborazioni SCS su dati ANIA 2009 (*) Comprende anche gli sportelli postali distributiva e le spese di amministrazione relative alla gestione tecnica, che ammontano a 12,6 miliardi di euro (+0,5% rispetto al 2008). Nonostante tale incremento in valore assoluto, l incidenza di questa voce di costo sui premi è in diminuzione rispetto all anno passato; infatti, nonostante la forte espansione del business, nei rami Vita le spese di gestione non sono aumentate proporzionalmente, soprattutto in virtù del fatto che è aumentata la quota di polizze stipulate a premio unico, aventi un incidenza delle spese inferiore rispetto ai premi periodici e ricorrenti ed è cresciuto sensibilmente l importo del premio unico medio. Osservando il risultato del conto tecnico nel 2009, appare evidente l eccezionalità che ha caratterizzato l andamento del mercato assicurativo nel 2008 (-2,5 miliardi di euro), ma resta confermato il trend decrescente in atto dal 2006: infatti, il conto tecnico si attesta su un valore positivo di circa 3,5 miliardi, ancora sensibilmente inferiore al dato del 2007 (4,5 miliardi). In particolare, nei rami Danni il risultato è di poco positivo e in diminuzione rispetto agli anni precedenti (231 milioni di euro), mentre è nei rami Vita che è maturata la netta inversione di tendenza (3,2 miliardi di euro nel 2009, rispetto a -2,9 miliardi di euro nel 2008). Analogamente a quanto osservato per il conto tecnico, anche il risultato netto degli investimenti torna nuovamente ad essere positivo (28,9 miliardi di euro) dopo la parentesi negativa del 2008 (-9,7 miliardi di euro). Infatti, sono da un lato aumentati i proventi da investimenti e dall altro diminuiti i relativi oneri, principalmente grazie al contributo dei rami Vita. I proventi straordinari sono stati pari a 1,4 miliardi di euro (+4,2% rispetto al 2008) 38 ASSICURA - DICEMBRE 2010

4 Nei rami danni gli agenti hanno registrato per il secondo anno consecutivo una moderata contrazione (-2,8%) nel volume di affari intermediati, mentre i broker si confermano il secondo canale di raccolta FIGURA 2 - PESO DEI CANALI DISTRIBUTIVI NEI RAMI DANNI (PREMI LORDI CONTABILIZZATI, MLN, %, ) Fonte: rielaborazioni SCS su dati ANIA 2009 (*) Comprende anche gli sportelli postali e i relativi oneri sono di poco inferiori a 600 milioni di euro (-5,3% 2009 vs 2008). Grazie al positivo andamento delle voci di ricavo e costo sopra analizzate, il risultato complessivo d esercizio torna ad essere positivo. In particolare, il risultato dell attività ordinaria pari a 4,4 miliardi di euro (-4,1 miliardi di euro nel 2008) e quello dell attività straordinaria in attivo di circa 842 milioni di euro (750 milioni di euro nel 2008) determinano un risultato ante imposte pari a 5,2 miliardi di euro che, tenendo conto del prelievo fiscale, generano un utile netto di circa 3,9 miliardi di euro (contro una perdita di 2,0 miliardi di euro del 2008). La classifica generale delle prime 100 compagnie assicurative italiane (Tabella 1) vede saldamente in testa Generali Assicurazioni seguita da due nuovi ingressi sul podio, Mediolanum Vita e Poste Vita a discapito di Allianz e UGF Assicurazioni. Mediolanum Vita, in particolare, scalando undici posizioni in un solo anno, ar- DANNI: CONTRAZIONE PER GLI AGENTI, CRESCITA PER I BROKER Gli agenti, che da sempre rappresentano il principale canale di raccolta dei premi nei rami danni (Figura 2), hanno registrato nel 2009, per il secondo anno consecutivo, una moderata contrazione nel volume degli affari intermediati (-2,8%). Questa dinamica incide sulla variazione media annua dell ultimo quinquennio che evidenzia una crescita appena positiva (+0,2%). Nel 2009, con una raccolta di quasi l 8% dei premi dell intero settore e un monte premi raccolto in leggera crescita rispetto al 2008 (+2,3%), i broker si confermano essere il secondo canale di raccolta per la distribuzione dei prodotti Danni. Anche nel corso del 2009 la vendita diretta ha registrato una riduzione della raccolta premi (-7,3%), derivante dal calo registrato dalle agenzie in economia; la distribuzione dei prodotti tramite il canale internet e telefonico è invece cresciuta del 3,7%. La raccolta premi realizzata dagli istituti bancari (3% nel 2009) conferma il trend di crescita in essere dal 2007 (+8,6% nel 2007, +18,6 nel 2008 e +33,2% nel 2009). Conseguentemente, la quota di mercato di questo canale è in aumento e ha sfiorato il 3% nel DICEMBRE ASSICURA 39

5 SPECIALE CLASSIFICA Fabio Bertozzi, senior consultant Scs Consulting riva ad insidiare il primato della compagnia di Trieste, che per il secondo anno consecutivo vede ridursi la propria raccolta premi (-4,0% 2009 vs 2008). Il podio della classifica delle compagnie più profittevoli (Tabella 3) ospita i medesimi player del Tuttavia, Allianz scalza Generali dal gradino più alto con un utile netto pari a 886,6 milioni di euro, mentre Alleanza Toro resta stabilmente in terza posizione. Al contrario, ordinando le compagnie per risultato ordinario della gestione (Tabella 5), si ottiene una classifica decisamente mutata rispetto all anno Scendono dal podio Generali, Poste Vita e Credit Ras Vita, per lasciare spazio, rispettivamente, ad Allianz, Eurizon Vita e Alleanza Toro. LE CLASSIFICHE DEI RAMI DANNI La raccolta premi diretti è stata pari nel 2009 a milioni, in diminuzione rispetto al 2008 (-2,0%). L incidenza dei rami danni sul totale dei premi è passata dal 41% al 31% soprattutto per effetto della crescita del settore vita. Nonostante un valore pressoché costante dell expense ratio, l aumento del rapporto tra oneri per sinistri e premi di competenza ha causato un ulteriore peggioramento del combined ratio d esercizio arrivato al 103,3%, tale da determinare un risultato tecnico negativo per circa 70 milioni di euro. L andamento pressoché stabile della raccolta nei premi Danni si riflette nella classifica delle prime cento com- Alfredo De Massis, manager Scs Consulting e professore aggregato Università degli Studi di Bergamo pagnie italiane (Tabella 16). I primi quattro player del mercato restano i medesimi del 2008, scambiandosi tra loro le rispettive posizioni: Generali Assicurazioni assume la guida della classifica a scapito di Allianz, mentre Fondiaria - Sai sottrae il terzo posto ad UGF Assicurazioni. Le rimanenti posizioni della Top-10 restano di fatto immutate rispetto al 2008, ad eccezione di Zurich e Alleanza Toro, le quali si scambiano il settimo ed ottavo posto della classifica. Ordinando le prime cento compagnie dei rami Danni per rapporto Sinistri - Premi (Loss ratio), il primo posto della classifica (Tabella 17) spetta a Elba Assicurazioni con un valore decisamente contenuto (1,8%) e nettamente inferiore rispetto al secondo classificato, Centrovita Assicurazioni (5,4%). Il terzo posto è occupato da Cardif Assicurazioni con un rapporto Sinistri - Premi pari a 5,7%. La classifica delle prime 25 compagnie per valori di Expense ratio (Tabella 18) oscilla tra un valore minimo di 2,8% della prima classificata C.B.A. Vita e il 22,6% di Assicuratrice Milanese. Alle spalle della prima classificata troviamo Novit (5,8%) e Faro Assicurazioni (9,0%). Torna il segno positivo per tutte le compagnie presenti nella classifica per rapporto tra saldo della gestione assicurativa e premi netti (Tabella 20) e aumenta il valore medio, rispetto all anno passato. Infatti, la prima classificata, Creditras Assicurazioni si attesta su valori decisamente sostenuti (54,5), così come le compagnie che la inseguono a ruota (Bipiemme Vita e Global Assistance). Con particolare riferimento al settore Auto, durante il 2009 si è registrata un ulteriore riduzione dei premi contabilizzati (-3,6%). Tale decremento, unito ad un aumento delle spese per sinistri, ha comportato un incremento del combined ratio di 6,7 punti percentuali (dal 101,0% del 2008 al 107,7% del 2009). Il peggioramento dell andamento tecnico di questo settore ha portato, nonostante l apporto positivo dell utile da investimenti, ad una perdita nel conto tecnico complessivo. Resta invece positivo, anche se in ulteriore contrazione rispetto al 2008, il risultato tecnico del ramo corpi veicoli terrestri, per il quale si è registrata per il secondo anno consecutivo anche una diminuzione della raccolta premi. La classifica delle compagnie per raccolta premi Auto (Tabella 24) appare sostanzialmente immutata rispetto all anno precedente, con le prime dieci posizioni occupate dalle medesime compagnie. Tuttavia, vi è stato un cambiamento alla testa della classifica, dove Fondiaria Sai - pur vedendo ridotta la propria raccolta rispetto all anno precedente - ha sottratto il primato ad Allianz, scesa al terzo posto alle spalle di UGF Assicurazioni (in quarta posizione nel 2008). La compagnia con il più alto livello di incidenza dei premi Auto sul totale Danni è Quixa (95,0%), al secondo anno di attività nel mercato diretto e fortemente orientata - in questa prima fase - alla distribuzione dei prodotti Rc Auto e Corpi veicoli terrestri. Anche per la raccolta premi non-auto (Tabella 25) non si rilevano variazioni al vertice della classifica, ad eccezione della discesa di Fondiaria Sai dal podio a causa della fusione tra Unipol e Aurora in UGF Assicurazioni. Al vertice della classifica troviamo nuovamente Generali, che si conferma essere, tra le big del mercato, la compagnia con la più alta incidenza dei premi non-auto sul totale della raccolta nei rami Danni. Fabio Bertozzi, Senior Consultant Scs Consulting Alfredo De Massis, Manager Scs Consulting e professore aggregato Università degli Studi di Bergamo 40 ASSICURA - DICEMBRE 2010

6 TABELLA 1 CLASSIFICA DEL ASSICURATIVE ITALIANE PER RACCOLTA PREMI 2009 (Tab. 1) Fonte: rielaborazioni SCS su dati di bilancio. Il campione delle 100 compagnie rappresenta il 98,8 % del mercato complessivo. TABELLA 2 - CLASSIFICA DELLE COMPAGNIE DEL MERCATO COMPLESSIVO PER EFFICIENZA OPERATIVA Generali in testa, seguita da due nuovi ingressi sul podio, Mediolanum Vita e Poste Vita DICEMBRE ASSICURA 41

7 Allianz, con un utile netto di 886,6 milioni di euro, scalza Generali dal gradino più alto della classifica delle compagnie più profittevoli TABELLA 3, 4, 5 CLASSIFICA DELLE COMPAGNIE DEL MERCATO COMPLESSIVO PER INDICATORI DI REDDITIVITÀ TABELLA 6, 7, 8 CLASSIFICA DELLE COMPAGNIE DEL MERCATO COMPLESSIVO PER INDICATORI PATRIMONIALI 42 ASSICURA - DICEMBRE 2010

8 SPECIALE CLASSIFICHE RAMI VITA Tabella 9 Classifica generale delle compagnie assicurative per raccolta premi Vita 2009 Mediolanum Vita scala nove posizioni sottraendo il primato a Generali, terza classificata alle spalle di Poste Vita Fonte: rielaborazioni SCS su dati di bilancio. DICEMBRE ASSICURA 43

9 SPECIALE CLASSIFICA TABELLA 10 - CLASSIFICA DELLE COMPAGNIE DEL MERCATO VITA PER EFFICIENZA OPERATIVA TABELLA 11, 12 CLASSIFICA DELLE COMPAGNIE ASSICURATIVE RAMO VITA PER INDICATORI PATRIMONIALI TABELLA 13, 14, 15 CLASSIFICA DELLE COMPAGNIE ASSICURATIVE RAMO VITA PER INDICATORI DIMENSIONALI 44 ASSICURA - DICEMBRE 2010

10 SPECIALE CLASSIFICHE RAMI DANNI Tabella 16 Classifica generale delle prime 100 compagnie assicurative per raccolta premi Danni 2009 Fonte: rielaborazioni SCS su dati di bilancio. TABELLA 17 CLASSIFICA DELLE COMPAGNIE ASSICURATIVE RAMO DANNI PER EFFICIENZA OPERATIVA Nel ramo danni Assicurazioni Generali assume la guida della classifica a scapito di Allianz, mentre Fondiaria-Sai sottrae il terzo posto a Ugf Assicurazioni DICEMBRE ASSICURA 45

11 SPECIALE CLASSIFICA TABELLA 18, 19, 20 CLASSIFICA DELLE COMPAGNIE ASSICURATIVE RAMO DANNI PER EFFICIENZA OPERATIVA TABELLA 21, 22, 23 CLASSIFICA DELLE COMPAGNIE ASSICURATIVE RAMO DANNI PER INDICATORI DIMENSIONALI 46 ASSICURA - DICEMBRE 2010

12 SPECIALE TABELLA PREMI AUTO Tabella 24 Classifica per raccolta premi Auto 2009 delle compagnie assicurative del mercato Danni Fonte: rielaborazioni SCS su dati di bilancio Fondiaria-Sai supera Allianz, scesa al terzo posto dopo Ugf Assicurazioni. La compagnia con il più alto livello di incidenza dei premi Auto sul totale danni è Quixa (95%) DICEMBRE ASSICURA 47

13 SPECIALE CLASSIFICA Generali è la compagnia con la più alta incidenza dei premi Non-Auto sul totale della raccolta nei rami danni TABELLA PREMI NON AUTO Tabella 25 Classifica per raccolta premi Non-Auto 2009 delle compagnie assicurative del mercato Danni Fonte: rielaborazioni SCS su dati di bilancio 48 ASSICURA - DICEMBRE 2010

COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO

COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO SPECIALE CLASSIFICA COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO Quanto ha inciso la crisi finanziaria sui conti delle compagnie e sull andamento del settore assicurativo nel nostro Paese? Le classifiche delle

Dettagli

La crisi frena la crescita

La crisi frena la crescita LE PRIME 100 COMPAGNIE ASSICURATIVE ITALIANE La crisi frena la crescita a cura di Fabio Bertozzi, Project Leader SCS Consulting Alfredo De Massis, Professore Università degli Studi di Bergamo e Manager

Dettagli

Raccolta in crescita, utile in picchiata

Raccolta in crescita, utile in picchiata Raccolta in crescita, utile in picchiata a cura di Fabio Bertozzi, Senior Consultant SCS Consulting Alfredo De Massis, Manager SCS Consulting e Professore Aggregato Università degli Studi di Bergamo Agevolate

Dettagli

Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ

Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ SPECIALE CLASSIFICHE Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ L ANALISI DELLE PERFORMANCE E L EVOLUZIONE DEL SETTORE, SECONDO QUANTO EMERGE DALLE CLASSIFICHE DELLE PRIME 20 COMPAGNIE

Dettagli

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE SPECIALE Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA PREMI E UN RISULTATO NETTO DI SETTORE CHE PASSA DA UNA PERDITA COMPLESSIVA DI OLTRE 18 MILIONI DI EURO DEL

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013 Elaborazioni dai resoconti intermedi dei gruppi assicurativi quotati, dai dati di Borsa Italiana e di quelli di

Dettagli

L Assicurazione italiana in cifre

L Assicurazione italiana in cifre L Assicurazione italiana in cifre Luglio 2010 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2016 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2014 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009 l Assicurazione italiana in cifre luglio 29 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014 Elaborazioni dai comunicati stampa, dai bilanci consolidati, dalle presentazioni dei gruppi assicurativi quotati, da Borsa

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Statistiche relative alla gestione dei rami: 1. Infortuni; 2. Malattia; 8. Incendio ed elementi naturali; 13. Responsabilità civile generale

Dettagli

Settore Assicurativo

Settore Assicurativo 28 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2011 Relazione sulla gestione Settore Assicurativo Premi e prodotti di investimento La raccolta complessiva (premi diretti e indiretti e prodotti di investimento)

Dettagli

Fact - pack mercato Vita. marzo 2013

Fact - pack mercato Vita. marzo 2013 Fact - pack mercato Vita marzo 2013 OBIETTIVI Fornire una visione sintetica dei numeri chiave del mercato vita in Italia attraverso analisi e rappresentazioni grafiche Dare un quadro riassuntivo e indicazioni,

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il quarto trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

Il sistema creditizio in provincia di Pisa

Il sistema creditizio in provincia di Pisa Il sistema creditizio in provincia di Pisa Consuntivo anno 2013 Pisa, 31 luglio 2014. La presenza bancaria in provincia di Pisa risente del processo di riorganizzazione che sta attraversando il sistema

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006

ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006 ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006 Agenda 1 Risultati 2005 2005 consolidati del del Gruppo Gruppo Unipol Unipol 2 Risultati 2005 di Unipol Assicurazioni 2 Gruppo Unipol: principali eventi del 2005 Progetto

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Statistiche relative alla gestione dei rami: 10. Responsabilità civile autoveicoli terrestri; 12. Responsabilità civile veicoli marittimi,

Dettagli

La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa

La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa Roma, 24 ottobre 2012 A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino L andamento di borsa 30/06/2011-30/06/2012 Problematico l andamento

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 UTILE NETTO CONSOLIDATO PARI A 171,5 MILIONI DI EURO (24,9 MILIONI AL 30 GIUGNO 2012) RACCOLTA DIRETTA COMPLESSIVA A 5.333 MILIONI DI EURO

Dettagli

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo SERVIZIO STATISTICA 20 giugno 2003 317543 CIRCOLARE N. 508/S 4 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione

Dettagli

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 Montepaschi Vita Annual F orum Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 2007 I Paradigmi del Valore Assicurazioni e banche: complementarietà e competizione Come creare il massimo valore

Dettagli

Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide

Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide FORUM BANCASSICURAZIONE 2015 Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide Umberto Guidoni Servizio Auto Agenda Focus sulla raccolta premi in Italia Il mercato

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano

I dati significativi del mercato assicurativo italiano I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Sergio Desantis Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati Milano, 9 luglio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A.

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008 NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. RACCOLTA DANNI AGGREGATA IN CRESCITA A 2.182 MILIONI DI EURO (+3,4%) COMBINED RATIO DANNI STABILE A

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 Confermata la solida posizione di solvibilità del Gruppo, pari a 1,5 volte il capitale regolamentare;

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Premi lordi contabilizzati al 1 trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Milano, 25 Novembre 2008 Atahotel Executive Dott. Massimiliano Maggioni KPMG Advisory S.p.A. Agenda Overview sul

Dettagli

RISULTATO DI COMPETENZA DEGLI AZIONISTI DEL GRUPPO RISULTATO TECNICO

RISULTATO DI COMPETENZA DEGLI AZIONISTI DEL GRUPPO RISULTATO TECNICO DI INVESTIMENTI =^ ASSICURAZIONI GENERALI....................................... 1 ) 2010 68.435.400 1 62.865.500 47.295.500 3.692.500 1.701.900 364.243.300 372.585.200 52.430.800 323.851.000 72.758.600

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Stato di salute delle assicurazioni dirette. Italia. Anno 2012

Stato di salute delle assicurazioni dirette. Italia. Anno 2012 Stato di salute delle assicurazioni dirette Italia Anno 2012 Elaborazioni da dati Ania A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino Premessa Come le precedenti edizioni, abbiamo utilizzato pochi indicatori

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4. Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano

I dati significativi del mercato assicurativo italiano I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2014-2015 Sergio Desantis Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati Milano, 9 luglio

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

Valutazione delle imprese assicurative

Valutazione delle imprese assicurative Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Finanza e Statistica Valutazione delle imprese assicurative V Parte:

Dettagli

Relazione consolidata terzo trimestre 2005

Relazione consolidata terzo trimestre 2005 Relazione consolidata terzo trimestre 2005 2 Riunione di consiglio del 14 novembre 2005 3 4 Indice Stato patrimoniale Consolidato 7 Conto economico Consolidato 11 Prospetto delle variazioni del Patrimonio

Dettagli

Le assicurazioni dirette in Italia. Analisi di alcune cifre chiave 2001-2011

Le assicurazioni dirette in Italia. Analisi di alcune cifre chiave 2001-2011 Le assicurazioni dirette in Italia Analisi di alcune cifre chiave 2001-2011 2011 Trieste, 14 febbraio 2013 A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino Le assicurazioni dirette in Italia ConTe.it

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol COMUNICATO STAMPA Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol I premi consolidati raggiungono 6.782 milioni di euro (in crescita del 22% rispetto

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il terzo trimestre 2014 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

I S V A P. 3 ottobre 2003. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI

I S V A P. 3 ottobre 2003. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo SERVIZIO STATISTICA 317566 4 3 ottobre 2003 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI Alle Rappresentanze

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

PRESENTAZIONE. Dati al 30 settembre 2002

PRESENTAZIONE. Dati al 30 settembre 2002 PRESENTAZIONE Dati al 30 settembre 2002 1 2 PRESENTAZIONE DEL GRUPPO LA STRATEGIA DISTRIBUTIVA I RISULTATI LE SOCIETA DEL GRUPPO GLI OBIETTIVI IL GRUPPO UNIPOL AL 30/09/2002 UNIPOL ASSICURAZIONI (Compagnia

Dettagli

Nel primo trimestre balzo in avanti del mercato vita: falsa partenza o trend destinato a durare?

Nel primo trimestre balzo in avanti del mercato vita: falsa partenza o trend destinato a durare? www.iama.it - 2123 Milano Via Victor Hugo, 2 Telefono 2 72 25 31 r.a. Fax 2 86 46 38 9 Copyright di IAMA Consulting Srl, Milano (213) Tutti i diritti di traduzione, di riproduzione e di adattamento sono

Dettagli

Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI

Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI Il Gruppo Cattolica: la struttura societaria 60% ABC Assicura 51% DANNI VITA ALTRO BCC Assicurazioni 51% 100% 60% TUA Assicurazioni 99,99% Duomo Uni One

Dettagli

36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI. e, p.c.

36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI. e, p.c. SERVIZIO STUDI SEZIONE STUDI UFFICIO STATISTICA Roma 7 dicembre 2011 Prot. n. All.ti n. 4 36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI Alle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

Schede di approfondimento sulle nuove Società del Gruppo

Schede di approfondimento sulle nuove Società del Gruppo Schede di approfondimento sulle nuove Società del Gruppo Il profilo Fondiaria-Sai è una compagnia assicurativa specializzata nel settore Danni, con una posizione di rilievo nei rami Auto. È frutto della

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%)

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

Il risparmio degli italiani e l evoluzione dell offerta dei prodotti vita

Il risparmio degli italiani e l evoluzione dell offerta dei prodotti vita Il risparmio degli italiani e l evoluzione dell offerta dei prodotti vita Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2011-2012 Roberto Manzato Vita e Danni non Auto Milano, 16 luglio 2012

Dettagli

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 1 Regione Campania 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 Il saldo tra iscrizioni e cessazioni Il secondo trimestre del 2014 mostra un deciso rafforzamento numerico del sistema imprenditoriale

Dettagli

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Advisory Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Ricerca di efficienza, gestione del capitale e dei crediti non performing Esercizio kpmg.com/it Indice Executive Summary 4 Approccio metodologico

Dettagli

Le assicurazioni vita e danni

Le assicurazioni vita e danni Le assicurazioni vita e danni Luigi Di Falco Responsabile Servizio Vita e Welfare Le assicurazioni vita In un contesto di ricchezza delle famiglie italiane stabile, cresce la quota in assicurazioni vita

Dettagli

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO L ASSICURAZIONE ITALIANA Continua a crescere ad un tasso elevato la raccolta premi complessiva, in particolare nelle assicurazioni vita. L esercizio si chiude in utile soprattutto grazie alla gestione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 Nel 2014 la raccolta premi complessiva realizzata dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia di imprese extra europee continua il trend

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 Combined Ratio a 103,5%, in miglioramento rispetto al 108% di fine 2009 ed al 105% del primo trimestre 2010 Raccolta Danni

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010

IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010 IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010 Nel IV trimestre del 2010 le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l acquisto dell abitazione per 15.041,15 milioni di euro. Rispetto allo stesso trimestre del

Dettagli

SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI

SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 2 febbraio 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000039 1 Alle imprese di assicurazione che esercitano i rami R.C. auto e Corpi di Veicoli Terrestri con sede legale

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO «FOCUS» ANIA: R.C. AUTO -- Numero 2 -- Marzo 2004 STATISTICA TRIMESTRALE R.C. AUTO () EXECUTIVE SUMMARY Con la disponibilità dei dati per l intero 2003 relativi ad un campione di imprese esercitanti il

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO In forte accelerazione i flussi commerciali, 56.000 nuovi clienti nei primi quattro mesi

Dettagli

L INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA Il credito in provincia di Firenze al terzo trimestre 2013

L INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA Il credito in provincia di Firenze al terzo trimestre 2013 CAMERA DI COMMERCIO DI FIRENZE L INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA Il credito in provincia di Firenze al terzo trimestre 213 U.O. Statistica e studi III 213 Da questo trimestre inizia la pubblicazione di un

Dettagli

zurich open flex i passi giusti per il futuro

zurich open flex i passi giusti per il futuro zurich open flex i passi giusti per il futuro zurich open flex i passi giusti per il futuro Zurich Open Flex è la polizza unit linked pensata da Zurich Investments life per rispondere alle tue domande

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 VERONA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF Barometro CRIF della domanda di credito da parte delle famiglie: a ottobre ancora vivace la domanda di mutui (+42,5%) e prestiti finalizzati (+17,8%). In controtendenza, si consolida la flessione dei prestiti

Dettagli

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto)

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2.1. Dati significativi di gestione Nelle pagine che seguono sono rappresentate le principali grandezze economico-patrimoniali, ottenute dalla

Dettagli

La Stampa in Italia (2010 2012)

La Stampa in Italia (2010 2012) (2010 2012) Roma 5 giugno 2013 La crisi dell editoria quotidiana e periodica: la negativa congiuntura economica, l evoluzione tecnologica e i fattori di criticità strutturali L editoria quotidiana e periodica

Dettagli

LE TENDENZE DEI PREZZI NELLE DIVERSE FASI DELLA FILIERA DEL FRUMENTO DURO

LE TENDENZE DEI PREZZI NELLE DIVERSE FASI DELLA FILIERA DEL FRUMENTO DURO LE TENDENZE DEI PREZZI NELLE DIVERSE FASI DELLA FILIERA DEL FRUMENTO DURO Gennaio 2010 LE TENDENZE DEI PREZZI NELLE DIVERSE FA- SI DELLA FILIERA DEL FRUMENTO DURO Indice 1. LA DINAMICA DEI PREZZI NELLA

Dettagli

- 1 - Premessa. Tavola 1 Rappresentatività del campione

- 1 - Premessa. Tavola 1 Rappresentatività del campione Novembre 2013 Premessa La statistica associativa Indici Aziendali (ventottesima edizione) fornisce una vasta serie di indici informativi e ratio di performance a livello totale di mercato in riferimento

Dettagli

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Bologna, 11 febbraio 2015 UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014 Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Raccolta assicurativa diretta a 16.008

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI per IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI ELEMENTI DI SINTESI INVESTIMENTI IN OPERE PUBBLICHE: 3,9 miliardi il valore degli investimenti in opere pubbliche

Dettagli

- 1 - Periodico ANIA Servizio Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati. A cura di: Sergio Desantis Gianni Giuli Dario Focarelli

- 1 - Periodico ANIA Servizio Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati. A cura di: Sergio Desantis Gianni Giuli Dario Focarelli Dicembre 2015 La statistica associativa Indici Aziendali fornisce una vasta serie di indici informativi e ratio di performance a livello totale di mercato in riferimento alle seguenti aree: forza lavoro

Dettagli

9.583 6.006 7.463 +24% Premi Diretti. Quota di mercato. Ranking 2.228 6.979. Raccolta Diretta Raccolta Indiretta 15.928 11.461 29,4 +11 % 17,7

9.583 6.006 7.463 +24% Premi Diretti. Quota di mercato. Ranking 2.228 6.979. Raccolta Diretta Raccolta Indiretta 15.928 11.461 29,4 +11 % 17,7 GRUPPO UNIPOL Presentazione Aprile 2005 IL GRUPPO UNIPOL AL 31/12/2004 Eur/mln 2002 2003 2004 Comparto Assicurativo Premi Diretti 6.006 +23% 7.463 +24% 9.583 +28% dei quali Vita 3.717 +34% 4.650 +25 %

Dettagli

2014 RAPPORTO SUL LEASING

2014 RAPPORTO SUL LEASING RAPPORTO SUL LEASING INDICE PREMESSA Leasing motore dell economia I numeri che contano di più 1. ll leasing nell attuale contesto economico di riferimento 1.1 Le dinamiche di PIL e investimenti Focus:

Dettagli

Comunicato stampa del 6 agosto 2015

Comunicato stampa del 6 agosto 2015 Comunicato stampa del 6 agosto 2015 Crisi dell edilizia in Sardegna: crollo degli investimenti pubblici e privati e rubinetti a secco per il credito le cause prevalenti La Sardegna è infatti una delle

Dettagli

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

Le banche e le assicurazioni

Le banche e le assicurazioni IV 1 La redditività delle banche quotate Nei primi nove mesi del 213 la redditività delle principali banche quotate, misurata rispetto agli attivi ponderati per il rischio (RWA), è stata connotata da andamenti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Risultati consolidati al terzo trimestre 2014

COMUNICATO STAMPA. Risultati consolidati al terzo trimestre 2014 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al terzo trimestre 2014 - Utile netto di Gruppo: 54,7 milioni di euro (+2,9%) - Patrimonio netto di Gruppo: 603,1 milioni di euro (+19,1% rispetto al 31/12/2013)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO VITA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015:

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO VITA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015: COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO VITA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015: Produzione lorda Vita a 5.029,9 /mln Nuova produzione Vita a 4.984,9 /mln Somme pagate Vita a 2.993,4 /mln Investimenti a

Dettagli

IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA

IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA Perugia, 24 ottobre 2014 In collaborazione con Impieghi: il quadro al 30/06/2014 (dati in mln di e composizione %) IMPIEGHI (in milioni di euro) 1 - IMPRESE 2 - FAMIGLIE

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016)

I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016) I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016) Servizio Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati ANIA Agenda Il contesto economico

Dettagli

I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO L ANDAMENTO DELLE VENDITE AL DETTAGLIO:-1%

I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO L ANDAMENTO DELLE VENDITE AL DETTAGLIO:-1% Venezia, 26 dicembre 2008 COMUNICATO STAMPA Indagine congiunturale Unioncamere del Veneto sulle imprese del commercio e dei servizi III trimestre 2008 I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Informazione per i media

Informazione per i media Mobiliare Svizzera Holding SA Bundesgasse 35 Casella postale 3001 Berna Telefono 031 389 61 11 Telefax 031 389 68 52 lamobiliare@mobi.ch www.mobi.ch Informazione per i media Risultato semestrale 2014 della

Dettagli

Assemblea degli azionisti di UnipolSai

Assemblea degli azionisti di UnipolSai Assemblea degli azionisti di UnipolSai Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 17 giugno 2015 Semplificazione, Solidità, Sostenibilità Il 2014 in sintesi 1 Semplificazione della struttura del gruppo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015 Società per Azioni con Sede Legale in Cagliari Viale Bonaria, 33 Codice fiscale e n di iscrizione al Registro delle Imprese di Cagliari 01564560900 Partita IVA 01577330903 Iscrizione all Albo delle Banche

Dettagli

Roma, 15 Febbraio 2012

Roma, 15 Febbraio 2012 HDI ASSICURAZIONI SpA BANCASSICURAZIONE Roma, 15 Febbraio 2012 Distribuzione dei prodotti Assicurativi Vita e Danni 1997-2010 In Italia la distribuzione dei prodotti assicurativi avviene prevalentemente

Dettagli

ANIA. Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici

ANIA. Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici E D I Z I O N E 2 0 1 0 P r e m i d e l l a v o r o d i r e t t o i t a l i a n o 2 0 0 9 ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici EDIZIONE 2010 Premi del lavoro diretto italiano 2009 SEZIONE

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione PRODOTTI IN METALLO Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013:

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: Nei primi sei mesi dell anno, la gestione economica del Gruppo ha generato un risultato della gestione operativa in

Dettagli

Overview del mercato assicurativo in Italia

Overview del mercato assicurativo in Italia Overview del mercato assicurativo in Italia Premi lordi contabilizzati ( mld) CAGR = +3,1% 118,8 99,1 33,7 33,7 33,7 37,7 37,7 37,7 85,1 61,4 61,4 85,1 85,1 61,4 2007 2007 2007 2013 2013 2013 Vita Vita

Dettagli

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%)

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Comunicato stampa. La Mobiliare è in rotta di crescita

Comunicato stampa. La Mobiliare è in rotta di crescita Mobiliare Svizzera Holding SA Bundesgasse 35 Casella postale 3001 Berna Telefono 031 389 61 11 Telefax 031 389 68 52 lamobiliare@mobi.ch www.mobi.ch Comunicato stampa La Mobiliare è in rotta di crescita

Dettagli