Caratteristiche La versione a colori positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco).

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Caratteristiche La versione a colori positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco)."

Transcript

1 Marchio Versione a colori positiva La versione a colori positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco). Il marchio è stampato nel colore istituzionale pantone 287 in retinatura al 100% e al 50%.

2 Marchio Versione a colori negativa La versione a colori negativa va utilizzata esclusivamente su fondi neutri scuri (esempio colore nero). Il marchio è stampato nel colore istituzionale pantone 287 in retinatura al 50% e bianco.

3 Marchio Versione a retino di nero positiva La versione a retino di nero positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco). Il marchio è stampato in nero in retinatura al 100% e al 50%.

4 Marchio Versione a retino di nero negativa La versione a retino di nero negativa va utilizzata esclusivamente su fondi neutri scuri (esempio colore nero). Il marchio è stampato in nero in retinatura al 50% e in bianco.

5 Marchio Versione in B/N positiva La versione in B/N positiva va utilizzata su fondi di colore chiaro ovunque vi sia armonia di colori. Il marchio è stampato in nero.

6 Marchio Versione in B/N negativa La versione in B/N negativava utilizzata su fondi di colore scuro ovunque vi sia armonia di colori. Il marchio è stampato in bianco.

7 Marchio versione speciale Versioni positive La versione speciale del marchio, caratterizzata da una riduzione delle righe nella scia, viene utilizzata in casi particolari come: - larghezza marchio <1,5 cm - carta da fax - punzoni per rilievi a secco - in tutti i quei casi in cui il marchio normale trova difficoltà di utilizzo. I colori di stampa sono gli stessi del marchio nella versione normale

8 Marchio versione speciale Versioni negative La versione speciale del marchio, caratterizzata da una riduzione delle righe nella scia, viene utilizzata in casi particolari come: - larghezza marchio <1,5 cm - carta da fax - punzoni per rilievi a secco - in tutti i quei casi in cui il marchio normale trova difficoltà di utilizzo. I colori di stampa sono gli stessi del marchio nella versione normale

9 Marchio Riduzione alle dimensioni minime Il marchio nella versione normale può essere ridotto fino ad una largezza pari a 15 mm. Per misure inferiori, allo scopo di non perdere la propria leggibilità, si utilizza il marchio nella versione speciale. Marchio versione normale per largezza > a 15 mm 15 mm Marchio versione speciale per largezze < a 15 mm

10 Marchio Utilizzo del marchio su fondi in tinta piatta Fondi a retino di nero Nel caso in cui il marchio venga utilizzato su fondi retinati di nero, è possibile utilizzare, a seconda dei casi, la versione a colori e in B/N del marchio; per retinature di nero fino al 40% nella versione positiva, per retinature superiori al 40% nella versione negativa. Fondi a tinta piatta non neutra Per fondi a tinte piatte non neutre si utilizza il marchio nella versione in B/N; nella versione positiva per colori la cui conversione in scala di grigio risulti inferiore alla retinatura del 40% di nero, nella versione negativa per retinature superiori al 40%. Bianco 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% Nero esempi di applicazione Tinta piatta: Pantone 558 Conversione in scala di grigio: Nero 16% Utilizzo marchio: Versione in B/N positivo Tinta piatta: Pantone 2395 Conversione in scala di grigio: Nero 66% Utilizzo marchio: Versione in B/N negativa Tinta piatta: Pantone 287 Conversione in scala di grigio: Nero 82% Utilizzo marchio: Versione in B/N negativa

11 Marchio Utilizzo del marchio su fondi fotografici Su fondi fotografici il marchio in foratura va sempre utilizzato nel versione in B/N, positivo o negativo, a seconda dei colori dominanti dell'immagine.

12 Marchio e logotipo Combinazione 1 Combinazione in orizzontale con marchio che precede il logotipo. Rapporti proporzionali L'altezza della maiuscola del logotipo è pari ad 1/3 della altezza X del marchio. La giustezza del logotipo è pari a 2 volte la larghezza Y del marchio. Il marchio e il logotipo sono distanziati da una misura pari a 1/2 X. Al fine di mantenere inalterata nel tempo l'immagine aziendale è indispensabile mantenere inalterati i rapporti proporzionali e le posizioni di marchio e logotipo. Marchio e logotipo devono essere sempre ridimensionati insieme e proporzionalmente. X 1/3 X Y 1/2 X 2 Y

13 Marchio e logotipo Combinazione 2 Combinazione in orizzontale con logotipo che precede il marchio. Rapporti proporzionali L'altezza della maiuscola del logotipo è pari ad 1/3 della altezza X del marchio. La giustezza del logotipo è pari a 2 volte la larghezza Y del marchio. Il marchio e il logotipo sono distanziati da una misura pari a 2/3 X. Al fine di mantenere inalterata nel tempo l'immagine aziendale è indispensabile mantenere inalterati i rapporti proporzionali e le posizioni di marchio e logotipo. Marchio e logotipo devono essere sempre ridimensionati insieme e proporzionalmente. 1/3 X X 2 Y 2/3 X Y

14 Marchio e logotipo Combinazione 3 Combinazione in verticale. Rapporti proporzionali La larghezza del logotipo è pari a 1,5 volte la larghezza Y del marchio. Il marchio e il logotipo sono separati da una distanza pari all'altezza X della maiuscola del logotipo. Al fine di mantenere inalterata nel tempo l'immagine aziendale è indispensabile mantenere inalterati i rapporti proporzionali e le posizioni di marchio e logotipo. Marchio e logotipo devono essere sempre ridimensionati insieme e proporzionalmente. Y X X 1,5 Y

15 Marchio e logotipo In alcuni casi, ad esempio negli stampati per corrispondenza, marchio e logotipo (combinazione 1 e 2) possono essere distanziati tra di loro da una dimensione variabile a seconda delle esigenze. I rapporti dimensionali tra marchio e logotipo, però, rimangono fissi. L'altezza della maiuscola del logotipo è pari ad un terzo dell'altezza X del marchio. variabile ma mai inferiore a 1/2 X 1/3 X X 1/3 X X variabile ma mai inferiore a 2/3 X

16 Marchio centenario Versione a colori positiva La versione a colori positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco). Il marchio è stampato nel colore istituzionale pantone 287 in retinatura al 100% e al 50%, e nel pantone speciale oro 871; nei casi in cui il pantone speciale oro non può essere utilizzato, è possibile ricorrere al pantone 131.

17 Marchio centenario Versione a colori positiva La versione a colori negativa va utilizzata esclusivamente su fondi neutri scuri (esempio colore nero). Il marchio è stampato nel colore istituzionale pantone 287 in retinatura al 50%, in bianco e nel pantone speciale oro 871; nei casi in cui il pantone speciale oro non può essere utilizzato, è possibile ricorrere al pantone 131.

18 Marchio centenario Versione a retino di nero positiva La versione a retino di nero positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco). Il marchio è stampato in nero in retinatura al 100%, al 70% e al 50%.

19 Marchio centenario Versione a retino di nero negativa La versione a retino di nero negativa va utilizzata esclusivamente su fondi neutri scuri (esempio colore nero). Il marchio è stampato in bianco e in nero in retinatura al 50% e al 30%.

20 Marchio centenario Versione in B/N positiva La versione in B/N positiva va utilizzata su fondi di colore chiaro ovunque vi sia armonia di colori. Il marchio è stampato in nero.

21 Marchio centenario Versione in B/N negativa La versione in B/N negativa va utilizzata su fondi di colore scuro ovunque vi sia armonia di colori. Il marchio è stampato in bianco.

22 Marchio centenario Versione in nero e oro positiva La versione in nero e oro positiva va utilizzata su fondi di colore chiaro ovunque vi sia armonia di colori. Il marchio è stampato in nero e nel pantone speciale oro 871.

23 Marchio centenario Versione in nero e oro negativa La versione in nero e oro negativa va utilizzata su fondi di colore scuro ovunque vi sia armonia di colori. Il marchio è stampato in bianco e nel pantone speciale oro 871.

Marchio. per la comunicazione esterna

Marchio. per la comunicazione esterna Marchio per la Simbolo Logotipo 1.10 Marchio Il Marchio Comune di Prato è composto da due elementi inscindibili: Simbolo e Logotipo. In nessun caso è previsto l utilizzo degli elementi separatamente. Marchio

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA. Normativa Grafica

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA. Normativa Grafica Normativa Grafica Normativa Grafica Indice 1. Forme e dimensioni 1.1 Logotipo 1.2 Isotipo 1.3 Logotipo + Isotipo 1.4 Riduzioni 1 1.5 Riduzioni 2 1.6 Riduzioni 3 2. Colori 2.1 Colori sociali 2.2 Positivo

Dettagli

musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo

musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo Introduzione Il presente Manuale elenca le modalità di applicazione del Marchio dei Musei Civici Fiorentini su prodotti editoriali e pubblicitari relativi

Dettagli

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag.

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag. Manuale d identità Indice MANUALE D IDENTITÀ 1. Il logo POSIDONIA pag. 04 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05 3. Il logo in bianco e nero pag. 06 4. Il logo a due colori pag. 07 5. Il logo Posidonia

Dettagli

Manuale d identità visiva

Manuale d identità visiva Manuale d identità visiva Elementi Base 14 ottobre 2010 Versione 1.0 01 Marchio/Logo. Versione A 02 Marchio/Logo. Versione B 03 Marchio/Logo. Versione C orizzontale 04 Marchio/Logo. Versione C verticale

Dettagli

Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso.

Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso. Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso. Introduzione Il presente documento si propone di disciplinare l'utilizzo del marchio FIAF attraverso l'identificazione degli elementi base dell'immagine

Dettagli

Manuale d uso del marchio turistico della città di Roma

Manuale d uso del marchio turistico della città di Roma Manuale d uso del marchio turistico della città di Roma Sommario INTRODUZIONE 5 Composizione del marchio 7 Colori istituzionali 8 Versione monocromatica positiva e negativa 9 Utilizzo del marchio, uso

Dettagli

Linee guida di utilizzo del marchio

Linee guida di utilizzo del marchio Linee guida di utilizzo del marchio Indice 1. Marchio + logotipo 1.1 Caratteristiche generali 1.2 Schema costruttivo del marchio + logotipo 1.3 Dimensioni minime del marchio + logotipo 1.4 Colori e valori

Dettagli

MANUALE D IDENTITà VISIVA

MANUALE D IDENTITà VISIVA MANUALE D IDENTITà VISIVA INDICE MARCHIO E LOGOTIPO 3. Il logo originale 3. Il logo.it 4. Colori in quadricromia 4. Colori dichiarati Pantone 4. Colori dichiarati RAL 5. Logo monocromatico nero 6. Logo

Dettagli

IL MARCHIO manuale d uso. immagine coordinata

IL MARCHIO manuale d uso. immagine coordinata IL MARCHIO manuale d uso immagine coordinata indice 1.0 premessa 3 1.1 il marchio 4 1.2 i colori istituzionali del marchio 5 1.3 il marchio a colori 6 1.4 il marchio al tratto 7 1.5 il marchio in scala

Dettagli

UTILITÀ. Sistema di identità visiva Regole generali per la riproduzione del marchio

UTILITÀ. Sistema di identità visiva Regole generali per la riproduzione del marchio UTILITÀ Sistema di identità visiva Regole generali per la riproduzione del marchio Il marchio di Utilità è rappresentato da un elemento grafico che richiama all appartenenza al mondo Compagnia delle Opere

Dettagli

Manuale d uso del marchio

Manuale d uso del marchio Manuale d uso del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva Copyright 2013 COMITATO REGIONALE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA DELL UNIONE NAZIONALE DELLE PRO LOCO D ITALIA Villa Manin di Passariano

Dettagli

Introduzione all utilizzo del logotipo del Gruppo KB1909. Dimensione minima consentita per stampati

Introduzione all utilizzo del logotipo del Gruppo KB1909. Dimensione minima consentita per stampati 024 025 026 027 028 029 030 031 032 033 034 035 037 038 039 040 Introduzione all utilizzo del logotipo del Gruppo KB1909 Versione a colori positiva Versione a colori negativa Versione in bianco e nero

Dettagli

Rapporti proporzionali tra gli elementi - Versione brand completa pag. 4. Rapporti proporzionali tra gli elementi - Versione per linea GDO pag.

Rapporti proporzionali tra gli elementi - Versione brand completa pag. 4. Rapporti proporzionali tra gli elementi - Versione per linea GDO pag. Indice BRAND AZIENDALE Elementi grafici distintivi pag. 3 Rapporti proporzionali tra gli elementi - Versione brand completa pag. 4 Rapporti proporzionali tra gli elementi - Versione per linea GDO pag.

Dettagli

5 Genesi, schizzi e costruttivi del Logo 6 Presentazione 7 Carattere del Logotipo 8 Positivo e negativo 9 Prove di colorazione

5 Genesi, schizzi e costruttivi del Logo 6 Presentazione 7 Carattere del Logotipo 8 Positivo e negativo 9 Prove di colorazione A cosa serve il Manuale... Indice dei contenuti Dal punto di vista strettamente operativo l immagine coordinata è impostata sul marchio e sul logotipo dell Azienda e si sviluppa e si declina su tutte le

Dettagli

BRAND BIBLE: UTILIZZO DEL LOGO

BRAND BIBLE: UTILIZZO DEL LOGO INDICE IL ISTITUZIONALE I COLORI ISTITUZIONALI IL PAYOFF MARGINI E PROPORZIONI MARGINI DI RISPETTO VERSIONE VERTICALE IN BIANCO E NERO DIMENSIONI MASSIME E MINIME VERSIONE ORIZZONTALE VERSIONE ORIZZONTALE

Dettagli

EXPOCTS. EXPOCTS S.p.A.

EXPOCTS. EXPOCTS S.p.A. EXPOCTS EXPOCTS S.p.A. EXPOCTS Il marchio Le applicazioni principali Gli elementi di base La cancelleria 7a.01 Il marchio istituzionale 7b.01 La carta intestata - il primo foglio 7a.02 Il marchio commerciale

Dettagli

SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA

SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA Versione 2.1. Maggio 2014 ELEMENTI BASE Versione 2.1. Maggio 2014 ELEMENTI BASE INDICE DELLA SEZIONE IL MARCHIO.............................

Dettagli

Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari

Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari oo Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari Laboratorio Animazionedesign Dipartimento di Architettura Design e Urbanistica UNISS Luglio Aprile 2013_Kit _Marchio

Dettagli

Manuale d uso. allegato b.9

Manuale d uso. allegato b.9 allegato b.9 Manuale d uso. 1. Sintesi elementi base. 1.1 marchio. 1.2 logotipo. 1.3 marchio + logotipo. 1.4 Sintesi elementi base: marchio + logotipo, valorizzazione 3D a colori e in scala di grigi. 2.

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE LINEE GUIDA DELL IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE LINEE GUIDA DELL IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE LINEE GUIDA DELL IDENTITÀ VISIVA 1.0 Indice sezione 1.1 Versione a colori in positivo 1.2 Versione a colori in positivo 3D 1.3 Area neutra 1.4 Area neutra del solo

Dettagli

Manuale d uso del marchio

Manuale d uso del marchio Manuale d uso del marchio ... 01 Il marchio A) Presentazione del marchio B) Costruttivo C) Marchio in B/N positivo D) Marchio in B/N negativo E) Alfabeto del logotipo F) Alfabeto per testi e composizioni

Dettagli

Manuale di identità. relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani

Manuale di identità. relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani Manuale di identità relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani Introduzione Il marchio territoriale della provincia di Trapani è la componente caratterizzante di tutta la sua comunicazione.

Dettagli

Via Cassanese Nord, 35-20060 Albignano d Adda (MI) Tel. 02/9583391 - Fax 02/95838393 E-mail: lametallurgica@lametallurgica.it www.lametallurgica.

Via Cassanese Nord, 35-20060 Albignano d Adda (MI) Tel. 02/9583391 - Fax 02/95838393 E-mail: lametallurgica@lametallurgica.it www.lametallurgica. Linee guida Stampa Area di stampa E C RETRO TUBETTO centro retro A D FRONTE TUBETTO centro fronte C E B F Dimensione del tubetto A Spazio disponibile per testi e grafica D Area in cui non vanno stampati

Dettagli

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO. Fondo Sociale Europeo. Investiamo sul nostro futuro

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO. Fondo Sociale Europeo. Investiamo sul nostro futuro LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO Fondo Sociale Europeo Investiamo sul nostro futuro Pubblicazione realizzata a cura della Regione Basilicata Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura

Dettagli

Manuale di identità. AZIONE 550 Marchio Consortile CONSORZIO RIPOPOLAMENTO ITTICO GOLFO DI PATTI

Manuale di identità. AZIONE 550 Marchio Consortile CONSORZIO RIPOPOLAMENTO ITTICO GOLFO DI PATTI Manuale di identità relativo al marchio consortile del Consorzio ripopolamento ittico Golfo di Patti AZIONE 550 Marchio Consortile Manuale di identità relativo al marchio consortile del Consorzio ripopolamento

Dettagli

Guideline per l utilizzo del logo alcotra. Interreg IIIA 2000-2006 Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera

Guideline per l utilizzo del logo alcotra. Interreg IIIA 2000-2006 Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera Guideline per l utilizzo del logo alcotra Interreg IIIA 2000-2006 Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera 1.1 Costruzione del logo Le proporzioni del logo sono calcolate in base all unità di misura ricavata

Dettagli

Manuale di identità visiva Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia

Manuale di identità visiva Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Manuale di identità visiva Questo documento contiene tutte le caratteristiche

Dettagli

Manuale sull applicazione del marchio CORPORATE IDENTITY

Manuale sull applicazione del marchio CORPORATE IDENTITY Manuale sull applicazione del marchio CORPORATE IDENTITY Manuale Introduzione 1 _ Marcazione Il marchio positivo a colori - CMYK e Pantone Il marchio negativo a colori Il marchio BN - positivo Il marchio

Dettagli

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO IL MARCHIO COLORI ISTITUZIONALI PANT. COOL GRAY 6 CVP CMYK: 0-0-0-31 RGB: 196-197-198 PANTONE 485 CVP CMYK: 0-95-100-0 RGB: 227-34-25 MARCHIO IN BIANCO/NERO

Dettagli

Elementi base. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma

Elementi base. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma Elementi base Giugno 2007 Elementi Base. Marchio L emblema della Sapienza è costituito da un ovale, di colore porpora, nel quale sono inscritti un cherubino, sovrastato da una fiammella, e la dicitura

Dettagli

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA Tav. 1 FIPE FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA. Marchio e Logotipo Versione colore su fondo chiaro

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA Tav. 1 FIPE FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA. Marchio e Logotipo Versione colore su fondo chiaro MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA Tav. 1 Versione colore su fondo chiaro Il marchio della Federazione Italiana Pesistica è formato da uno scudetto, con i colori della bandiera italiana, la scritta ITALIA

Dettagli

Università Politecnica delle Marche Graphic Identity Manual Guida all uso dell identità visiva del marchio. maggio 2013

Università Politecnica delle Marche Graphic Identity Manual Guida all uso dell identità visiva del marchio. maggio 2013 Università Politecnica delle Marche Graphic Identity Manual Guida all uso dell identità visiva del marchio maggio 2013 Università Politecnica delle Marche / Graphic Identity Manual 3 Introduzione La guida

Dettagli

Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo

Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo Premessa Negli ultimi anni - soprattutto sul web- si è assistito a una proliferazione di svariate versioni del sigillo dell Università degli Studi di Catania,

Dettagli

MANUALE D USO DEL LOGO. Comunità della Valle di Sole

MANUALE D USO DEL LOGO. Comunità della Valle di Sole MANUALE D USO DEL LOGO CONTENUTI Struttura del logo Significato del logo Il presente manuale espone le linee guida per l utilizzo del logo della. Potrebbero comunuqe sopraggiungere alcune situazioni in

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria MANUALE DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Elementi di base del Marchio-Logo istituzionale dell ARPACAL (Agenzia Regionale

Dettagli

ELEMENTI BASE 1.01. Il marchio del Comune di Milano: caratteristiche MARCHIO. Linee guida per l applicazione dell identità visiva del Comune di Milano

ELEMENTI BASE 1.01. Il marchio del Comune di Milano: caratteristiche MARCHIO. Linee guida per l applicazione dell identità visiva del Comune di Milano ELEMENTI BASE 1.01 Il marchio del Comune di Milano: caratteristiche Il marchio è costituito da quattro elementi, combinati tra loro secondo un preciso schema grafico. Questi elementi sono: 1. Lo stemma;

Dettagli

Manuale di immagine coordinata

Manuale di immagine coordinata Manuale di immagine coordinata LOGO A LOGO A COLORI B LOGO IN BIANCO E NERO C LOGO IN NEGATIVO UTILIZZO NON CORRETTO DEL LOGO Non spostare i singoli elementi: non cambiare i colori: Non deformare le proporzioni:

Dettagli

SIFA. S. I. F. A. Spa

SIFA. S. I. F. A. Spa SIFA S. I. F. A. Spa S.I.F.A. spa Il marchio Le applicazioni principali Gli elementi di base La cancelleria 9a.01 La costruzione geometrica del simbolo 9b.01 La carta intestata - il primo foglio 9a.02

Dettagli

UNAY. Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio 2010. Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma

UNAY. Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio 2010. Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma UNAY Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio 2010 Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma 1 Sommario Linee Progettuali. pag. 3 Il marchio. pag. 4 Linee principali

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA Il presente documento è finalizzato a regolamentare l utilizzo del logotipo e l immagine coordinata della Compagna straordinaria di formazione

Dettagli

MANUALE PER L UTILIZZO DEI LOGHI.

MANUALE PER L UTILIZZO DEI LOGHI. PER L UTILIZZO DEI LOGHI. 2 MANUALE Indice Dimensioni reali e Proporzioni......................................................... 5 Colori...........................................................................

Dettagli

File di stampa. abc PRINTING FILE. PDF versione PDF/X-3:2002 Standard versione 1.3

File di stampa. abc PRINTING FILE. PDF versione PDF/X-3:2002 Standard versione 1.3 File di stampa FILE PDF versione PDF/X-3:2002 Standard versione 1.3 NECESSARIO - file PDF con pagine in ordine cronologico, iniziando dalla pagina 1/titolo e successive (Es.: 1,2,3,4,5...) - le pagine

Dettagli

Progetto No Waste Manuale d identità visiva Spesa Netta. Ottobre 2013

Progetto No Waste Manuale d identità visiva Spesa Netta. Ottobre 2013 Progetto No Waste Manuale d identità visiva Spesa Netta Ottobre 2013 Indice 1. Il Marchio-logotipo 2. Applicazioni 3. Progetti con logotipo 1.1 bianco/nero 1.2 colori 1.3 pay-off 1.4 colori 1.5 tipografia

Dettagli

ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO

ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO 2 ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO Il Logo ASSOBIOMEDICA è costituido da tre elementi: il simbolo, il lettering e la dicitura SIMBOLO LETTERING

Dettagli

Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino

Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino Il restyling dello stemma del Comune di Sesto Fiorentino nasce dall esigenza di migliorare la comunicazione, sia interna che esterna, dell Amministrazione,

Dettagli

PERITI INDUSTRIALI LINEE GUIDA PER IL CORRETTO USO DEL MARCHIO

PERITI INDUSTRIALI LINEE GUIDA PER IL CORRETTO USO DEL MARCHIO PERITI INDUSTRIALI LINEE GUIDA PER IL CORRETTO USO DEL MARCHIO LA FILOSOFIA DEL SIMBOLO La zona circolare rappresenta la comunità dei periti industriali. Il segno all interno del cerchio raffigura le qualità

Dettagli

FORNACE BERNASCONI LUIGI

FORNACE BERNASCONI LUIGI DIMENSIONI NOMINALI: 280 mm (LUNGHEZZA) 70 mm (LARGHEZZA ) 50 mm (ALTEZZA) (CARICO PERPENDICOLARE ALLA BASE 280x70) DIMENSIONI E TOLLERANZE DIMENSIONALI: 280 x 70 x 30 CLASSE T2 R2 DIMENSIONI NOMINALI:

Dettagli

GRUPPO LUCEFIN BRAND INTRODUZIONE

GRUPPO LUCEFIN BRAND INTRODUZIONE LIBRO FIRMA GRUPPO LUCEFIN BRAND INTRODUZIONE Il Libro Firma del Gruppo Lucefin rappresenta uno strumento fondamentale per l organizzazione, la comunicazione e il rafforzamento dell Identità Visiva Aziendale.

Dettagli

Linee guida per l applicazione dell identità visiva della Regione Basilicata Manuale d uso del marchio regionale L esame, anche sommario, degli strumenti e delle modalità utilizzati dagli organi e dalle

Dettagli

ed.08_2013 Marchio d Area Valdobbiadene / Manuale Guida

ed.08_2013 Marchio d Area Valdobbiadene / Manuale Guida Marchio d Area Valdobbiadene / Manuale Guida MANUALE GUIDA DI IDENTITÀ VISIVA L autorevolezza di un ente pubblico come di un azienda passa attraverso l autorevolezza del marchio. Utilizzare ogni volta

Dettagli

Manuale di immagine coordinata

Manuale di immagine coordinata Manuale di immagine coordinata Città di Minerbio perché un immagine coordinata La volontà di ricorrere alla stesura di un manuale di immagine coordinata nasce dall esigenza di rinnovare e razionalizzare

Dettagli

Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB. Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS

Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB. Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS giugno 2014 Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS Nell aprile di quest anno, a Roma, il

Dettagli

Informazioni Manuale per l uso del marchio della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pordenone

Informazioni Manuale per l uso del marchio della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pordenone Informazioni Manuale per l uso del marchio della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pordenone Introduzione Questo manuale presenta gli elementi del sistema di identità visiva della

Dettagli

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione Questo Manuale d uso dà le indicazioni necessarie sull uso del Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione:

Dettagli

Manuale di Identificazione standard

Manuale di Identificazione standard Manuale di Identificazione standard Indice 1. Marchio 2. Colori 3. Applicazione su quotidiano 4. Modulistica 5. Insegne e segnaletica 6. Materiali pubblicitari 7. Materiali identificativi 1. Marchio Presentazione

Dettagli

QUALE UTILIZZARE COME

QUALE UTILIZZARE COME IL MARCHIO QUALE UTILIZZARE APPLICARLO UTILIZZARLO VERSIONE PRINCIPALE DEL MARCHIO QUALE Da utilizzare nella maggior parte degli strumenti destinati alla comunicazione interna ed esterna. Il marchio potrà

Dettagli

MANUALE GRAFICO OPERATIVO Guida all'utilizzo del Marchio Val di Fassa 13 Introduzione 7 Campo 4 Storia 8 Versioni speciali 5 Il Logo Istituzionale 9 Riduzioni LOGO 6 Costruzione 2 10 Riproduzioni 11 Gamma

Dettagli

Difatti essa è leggibile, capovolta, come l elemento decorativo, l elmetto, la figura conclusiva di un antica torre.

Difatti essa è leggibile, capovolta, come l elemento decorativo, l elmetto, la figura conclusiva di un antica torre. Il progetto è espressione prima di sintesi. Interpretando e raccogliendo stimolo dai motivi dettati dal bando di concorso, il logotipo cerca di raccontarsi e riferirsi da subito attraverso geometrie e

Dettagli

MANUALE D IDENTITÀ VISIVA

MANUALE D IDENTITÀ VISIVA MANUALE D IDENTITÀ VISIVA Parte I - Gli elementi figurativi della Federazione Motociclistica Italiana Gli elementi di base Gli elementi di base Marchio e logotipo FMI Il segno distintivo della Federazione

Dettagli

indice a cosa serve il brand book MARCHIO

indice a cosa serve il brand book MARCHIO 2 Il Brand Book ha il fine ultimo di essere un valido strumento per tutti coloro che sono chiamati, a vario titolo, ad operare con l immagine dell azienda, dando indicazioni e soluzioni sulle principali

Dettagli

Manuale d uso del marchio territoriale Trentino

Manuale d uso del marchio territoriale Trentino Manuale d uso del marchio territoriale Trentino Introduzione Questo è il Manuale d uso del marchio territoriale del Trentino, strumento di marketing territoriale sviluppato dalla Provincia Autonoma di

Dettagli

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA. linee guida di applicazione del marchio e dell immagine coordinata istituzionale

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA. linee guida di applicazione del marchio e dell immagine coordinata istituzionale MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA linee guida di applicazione del marchio e dell immagine coordinata istituzionale INDICE 1. INTRODUZIONE 2. LO STUDIO GRAFICO 8. IL MARCHIO: elementi di base 9. IL SIMBOLO: significato

Dettagli

Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni. BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica

Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni. BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica introduzionex xil presente documento vuole porsi come strumento di articolazione e

Dettagli

DIMENSIONI DELLE IMMAGINI e PROFONDITA DEL COLORE. Gruppo Iseo Immagine 10 novembre 2009. A cura di Giancarlo Caperna bfi

DIMENSIONI DELLE IMMAGINI e PROFONDITA DEL COLORE. Gruppo Iseo Immagine 10 novembre 2009. A cura di Giancarlo Caperna bfi DIMENSIONI DELLE IMMAGINI e PROFONDITA DEL COLORE Gruppo Iseo Immagine 10 novembre 2009 A cura di Giancarlo Caperna bfi I PIXEL I pixel di un immagine digitale sono l analogo dei granuli di sali della

Dettagli

brand manual LOGOtIpO LAGO di como

brand manual LOGOtIpO LAGO di como brand manual LOGOtIpO LAGO di como LA marca Armonia, creatività, prestigio. Le qualità più apprezzate del Made in Italy, insieme a una caratura internazionale rinomata e persino invidiata. Il Lago di Como

Dettagli

Gestione dei risultati di stampa 1

Gestione dei risultati di stampa 1 dei risultati di stampa 1 Il driver della stampante è stato progettato per garantire la migliore qualità e soddisfare le varie esigenze di stampa. È comunque possibile gestire le funzioni di stampa in

Dettagli

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas Uso del Manuale Il nuovo Manuale fornisce ai vari settori le indicazioni riguardanti le applicazioni per un uso corretto

Dettagli

INDICE. Manuale di Identità Visiva ISTITUTO NAZIONALE DI OTTICA. LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial

INDICE. Manuale di Identità Visiva ISTITUTO NAZIONALE DI OTTICA. LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial INDICE LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial LOGO Pag.3 - Logo Pag.4 - Logo con acronimo CARTA DA LETTERE Pag.5 - Carta da lettere Pag.6 - Carta da lettere segue Pag.7 - Carta da lettere con logo

Dettagli

INFORMAZIONI PER LA CREAZIONE DI UN FILE CORRETTO PER LA STAMPA DI STRISCIONI

INFORMAZIONI PER LA CREAZIONE DI UN FILE CORRETTO PER LA STAMPA DI STRISCIONI INFORMAZIONI PER LA CREAZIONE DI UN FILE CORRETTO PER LA STAMPA DI STRISCIONI Le seguenti indicazioni hanno lo scopo di aiutarti a creare un file di stampa corretto. Se dovessi avere ancora dubbi contattaci.

Dettagli

VALUE SMART. Manuale operativo d utilizzo del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value

VALUE SMART. Manuale operativo d utilizzo del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value dsdas Manuale operativo d utilizzo del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value 1 Realizzazione Altravia

Dettagli

PROVINCIA. manuale. coordinata. dell immagine. di chieti

PROVINCIA. manuale. coordinata. dell immagine. di chieti manuale dell immagine coordinata della provincia di chieti introduzione cos è Il Manuale di immagine coordinata regola in modo organico e vincolante la presentazione dell'immagine dell'ente attraverso

Dettagli

Le immagini digitali. Le immagini digitali. Caterina Balletti. Caterina Balletti. Immagini grafiche. Trattamento di immagini digitali.

Le immagini digitali. Le immagini digitali. Caterina Balletti. Caterina Balletti. Immagini grafiche. Trattamento di immagini digitali. 1 Le immagini digitali Le immagini digitali Università IUAV di venezia Trattamento di immagini digitali immagini grafiche immagini raster immagini vettoriali acquisizione trattamento geometrico trattamento

Dettagli

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA DISTRETTO DEL COMMERCIO BRIANZA SUD KoraStudio Grafica & Web Design Via d Adda Busca 1 23871 - Lomagna LC www.korastudio.it info@korastudio.it

Dettagli

Gli elementi base costitutivi dell immagine grafica di exa comprendono:

Gli elementi base costitutivi dell immagine grafica di exa comprendono: L immagine coordinata 01 Gli elementi base costitutivi dell immagine coordinata di exa engineering s.r.l. costituiscono l identità dell azienda, l immagine grafica con cui essa comunica con l esterno e

Dettagli

Il marchio. Prontuario d uso

Il marchio. Prontuario d uso 2 3 4 5 6 7 8 9 10 13 15 16 Il marchio. Il progetto Colori istituzionali. Identificazione cromatica Versioni in bianco e nero Versione a filetto Utililizzo del marchio a colori su fondi colorati Utililizzo

Dettagli

Regolamento e Manuale d uso del marchio Terre di Siena delle sue declinazioni e dell immagine coordinata

Regolamento e Manuale d uso del marchio Terre di Siena delle sue declinazioni e dell immagine coordinata Regolamento e Manuale d uso del marchio delle sue declinazioni e dell immagine coordinata Regole di utilizzo del marchio/logo 1. Il Marchio/Logo logo Il marchio/logo nella sua versione positiva colore

Dettagli

INDICE. IL MARCHIO pg. 8. ELEMENTI DI BASE pg. 9. AREA DI RISPETTO pg. 11. COLORI E FONT pg. 14. VERSIONI IN POSITIVO - NEGATIVO pg.

INDICE. IL MARCHIO pg. 8. ELEMENTI DI BASE pg. 9. AREA DI RISPETTO pg. 11. COLORI E FONT pg. 14. VERSIONI IN POSITIVO - NEGATIVO pg. GUIDELINES Essenziale e forte, moderna e innovativa pur con un chiaro rimando alle origini, la nuova immagine di Regione Lombardia esprime l identità dell istituzione. Rimane fedele alla tradizione senza

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE

Presidenza del Consiglio dei Ministri UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE Presidenza del Consiglio dei Ministri UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE Manuale d uso del logo del Servizio Civile Nazionale LÊUfficio Nazionale per il Servizio Civile si è dotato di un simbolo

Dettagli

Manuale di utilizzo del logotipo

Manuale di utilizzo del logotipo Manuale di utilizzo del logotipo INDICE 3 Premessa 4 Logotipo 5 Area di rispetto 6 Colore 7 Versione in positivo bianco/nero 8 Versione in negativo bianco/nero 9 Utilizzo su fondi colore 10 Utilizzo su

Dettagli

TUTORIAL SULLA CONVERSIONE DI BASE IN BIANCO E NERO DI UNA FOTO A COLORI

TUTORIAL SULLA CONVERSIONE DI BASE IN BIANCO E NERO DI UNA FOTO A COLORI TUTORIAL SULLA CONVERSIONE DI BASE IN BIANCO E NERO DI UNA FOTO A COLORI di Paolo Toniati Introduzione: Lo scopo di questo tutorial è di fornire una breve guida per l'elaborazione di base di una fotografia

Dettagli

FORMATO FILE FORMATO CONSIGLIATO

FORMATO FILE FORMATO CONSIGLIATO PER CREARE CORRETTAMENTE I VOSTRI FILE DI STAMPA, VI CONSIGLIAMO DI SEGUIRE ATTENTAMENTE I PARAMETRI, RIPORTATI NELLE SEGUENTI ISTRUZIONI TECNICHE. LA MANCATA OSSERVANZA DELLE ISTRUZIONI RIPORTATE DI SEGUITO

Dettagli

Corporate Identity ELEMENTI BASE. Marzo 2007

Corporate Identity ELEMENTI BASE. Marzo 2007 Corporate Identity ELEMENTI BASE Marzo 2007 Romagna Terra del Sangiovese Marchio Logo VERSIONE POSITIVA COLORE PANTONE 490 0C 89M 78Y 78K PANTONE 7529 25C 26M 35Y 0K Romagna Terra del Sangiovese Marchio

Dettagli

Impresa di Marca. Manuale d uso per l applicazione del logo. Camera di Commercio Treviso. versione 1 - maggio 2009

Impresa di Marca. Manuale d uso per l applicazione del logo. Camera di Commercio Treviso. versione 1 - maggio 2009 Impresa di Marca Manuale d uso per l applicazione del logo Camera di Commercio Treviso versione 1 - maggio 2009 A cura dell Uffi cio Relazioni con il Pubblico, Stampa e Comunicazione Impresa di Marca Impresa

Dettagli

Finestre: Vengono aperte dal menù finestre

Finestre: Vengono aperte dal menù finestre Finestre: Vengono aperte dal menù finestre Strumenti Puntatori: la freccia nera sposta il contenuto della selezione la freccia bianca sposta la selezione pulsante sinistro del mouse sposta pulsante destro

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO ITALIALLEVA

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO ITALIALLEVA REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO ITALIALLEVA INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE pag. 3 2. TERMINI E DEFINIZIONI pag. 3 3. IL MARCHIO pag. 3 4. REGISTRAZIONE DEL MARCHIO pag. 8 5. FINALITÀ pag. 9 6. IL

Dettagli

UN NUOVO LOGO PER LA CITTÀ DI UDINE

UN NUOVO LOGO PER LA CITTÀ DI UDINE UN NUOVO LOGO PER LA CITTÀ DI UDINE Il logotipo Il nuovo logo del Comune di Udine individua ed esplicita il dualismo tra tradizione e slancio verso il futuro, lo sviluppo e una nuova immagine della città.

Dettagli

Titolo disposto su due righe

Titolo disposto su due righe LINEA GRAFICA PO FESR BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO Titolo disposto su due righe Esempio di testo disposto su un rigo Comune di Matera Bando per il rifacimento del manto stradale del centro storico

Dettagli

Manuale Pratico di Serigrafia. Highlight

Manuale Pratico di Serigrafia. Highlight Highlight www.axpsrl.com - www.cplfabbrika.com Separazione colori Una qualsiasi immagine o un qualsiasi disegno per poter essere realizzato in serigrafia necessita di essere elaborato al fine di ricavare

Dettagli

Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina

Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina Rimini, Luglio 2007 La Guide Line di Bellaria Igea Marina regola in modo organico e vincolante l uso del marchio e la sua

Dettagli

MANUALE IMMAGINE COORDINATA

MANUALE IMMAGINE COORDINATA MANUALE IMMAGINE COORDINATA LOGO Il logo rappresenta il primo e più importante veicolo della nuova immagine della Fondazione. Il nuovo logo è costituito da una parte grafica (simbolo bordeaux) e da una

Dettagli

Regole per certificazione PDF Pubblicità Mondadori

Regole per certificazione PDF Pubblicità Mondadori Il flusso di lavoro relativo alla pubblicità richiede che i PDF abbiano determinate specifiche che devono soddisfare le esigenze di stampa. Tutti i PDF ricevuti sono verificati sia come contenuto, sia

Dettagli

Manuale sull applicazione del Marchio ad uso pubblicitario

Manuale sull applicazione del Marchio ad uso pubblicitario Manuale sull applicazione del Marchio ad uso pubblicitario SOMMARIO Introduzione 3 Versione positiva - Quadricromia 5 Versione negativa - Quadricromia 7 Versione positiva - 1 colore 9 Versione negativa

Dettagli

02 MATERIALE ISTITUZIONALE

02 MATERIALE ISTITUZIONALE 02 MTERILE ISTITUZIONLE MTERILE ISTITUZIONLE 2.1 Il Format La progettazione dell identità visiva della è stata realizzata razionalizzando il posizionamento degli elementi visivi su tutti i materiali facendo

Dettagli

colori istituzionali PANTONE 185 C PANTONE 295 C PANTONE 185 C

colori istituzionali PANTONE 185 C PANTONE 295 C PANTONE 185 C 2 Questo manuale presenta gli elementi del sistema di identità visiva di 50&PiùEnasco. Il presente documento è destinato agli utilizzatori al fine di riprodurre correttamente il simbolo di 50&PiùEnasco,

Dettagli

Stampa su moduli prestampati utilizzando Reflection for IBM 2011 o 2008

Stampa su moduli prestampati utilizzando Reflection for IBM 2011 o 2008 Stampa su moduli prestampati utilizzando Reflection for IBM 2011 o 2008 Ultima revisione 13 novembre 2008 Nota: Le informazioni più aggiornate vengono prima pubblicate in inglese nella nota tecnica: 2179.html.

Dettagli

ANCIS Srl I 20122 Milano Viale Bianca Maria 35 segreteria@ancis.it

ANCIS Srl I 20122 Milano Viale Bianca Maria 35 segreteria@ancis.it Regolamento per l utilizzo dei marchi di certificazione RM Pagina 1 di 6 Indice STATO DEL DOCUMENTO... 2 1 SCOPO DEL REGOLAMENTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 2 DIMENSIONI... 4 3 DECLARATORIE... 4 4 SPECIFICHE

Dettagli

SCHEDA TECNICA. Codice a barre 3 di 9

SCHEDA TECNICA. Codice a barre 3 di 9 SCHEDA TECNICA Codice a barre 3 di 9 MAGGIO, 2013 INDICE 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 2 BLOCCO CODICE A BARRE... 3 3 CARATTERISTICHE DEL CODICE A BARRE 3 DI 9... 3 3.1 CARATTERISTICHE DEL CODICE

Dettagli

PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n.

PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n. I3 PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n.13 Art. 1 Finalità 1. Il presente regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

Box LK6. LK6 e PriceBook 2013

Box LK6. LK6 e PriceBook 2013 25 FEBBRAIO 2013 Box LK6 LK6 e PriceBook 2013 Le linee di prodotti che subiscono interventi inaugurano una nuova veste grafica più tecnica per consentire, con l utilizzo del solo catalogo, di poter immediatamente

Dettagli