Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510)"

Transcript

1 Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) 2 Il numero di ossidazione 1 Assegna il n.o. a tutti gli elementi dei seguenti composti. a) Hg 3 (PO 3 ) 2 Hg: +2; P: +3; O: 2 b) Cu(NO 2 ) 2 Cu: +2; N: +3; O: 2 c) Pb(SO 3 ) 2 Pb: +4; S: +4; O: 2 d) HClO 2 H: +1; Cl: +3; O: 2 e) Na 2 O 2 Na: +1; O: 1 f) LiH Li: +1; H: 1 2 Qual è il numero di ossidazione del manganese nei seguenti composti? a) MnO 2 +4 b) Mn 2 O 3 +3 c) Mn 2 O 7 +7 d) HMnO 4 +7 e) H 2 MnO Trova i numeri di ossidazione degli atomi sottolineati nei seguenti composti. VO 3 (+5), MnO 4 (+7), WO 4 (+7), H 3 BO 3 (+3), P 2 O 5 (+5), HClO 2 (+3), KIO 4 (+7), HSO 3 (+4), HS (2), Ag 2 O (+1), SnO 2 (+4), HCrO 4 (+6), PH 3 (3) 4 Calcola il numero di ossidazione di tutti gli elementi nei seguenti composti. a) H 2 SO 4 H: +1; S: +6; O: 2 b) CaHPO 4 Ca: +2; H: +1; P: +5; O: 2 c) Fe(OH) 3 Fe: +3; O: 2; H: +1 d) NaH Na: +1; H: 1 e) Mg(H 2 PO 4 ) 2 Mg: +2; H: +1; P: +5; O: 2 5 Assegna il numero di ossidazione agli atomi di azoto presenti nelle seguenti specie chimiche. a) NO +2 b) N 2 O 5 +5 c) NH 2 OH 1 d) NO 2 +4 e) N 2 H 4 2 f) NH 3 3 g) N 2 O 3 +3 h) N 2 0 i) Na 3 N 3 l) HNO Qual è il numero di ossidazione di ciascun atomo nel composto Na 2 B 4 O 7? Na: +1; B: +3; O: Lo ione CrO 4 2 è coinvolto in una reazione chimica, nel corso della quale si trasforma in ione Cr 3. Come varia il numero di ossidazione dell atomo di cromo? diminuisce da +6 a +3 Di quanto varia il numero di ossidazione degli atomi sottolineati nei seguenti processi? a) K 2 Cr 2 O 7 Cr 2 (SO 4 ) 3 da +6 a +3 b) HNO 3 NO da +5 a +2 c) K 2 SO 3 K 2 SO 4 da +4 a +6 3 Ossidazione e riduzione: cosa sono e come si riconoscono 9 Considera la seguente reazione: 2Na (s) 2H 2 O (l) 2Na (aq) 2OH (aq) H 2(g) Qual è la sostanza che si è ossidata? Na Qual è la sostanza che si è ridotta? H di H 2 O 10 Quali tra le seguenti sono reazioni di ossido-riduzione? 2 a) 2CrO 4 (aq) 2H 2 (aq) Cr 2 O 7 (aq) H 2 O (l) b) Fe 2 O 3(s) 2Al (s) Al 2 O 3(s) 2Fe (s) c) Cu 2 (aq) 4NH 3(aq) [Cu(NH 3 ) 4 ] 2 (aq) d) CuSO 4(aq) BaCl 2(aq) CuCl 2(aq) BaSO 4(s) e) HF (l) SiO 2(s) SiF 4(g) H 2 O (s) 11 Quali elementi si ossidano nella seguente reazione? As 2 S 3(s) H 2 O (l) H 3 AsO 4(aq) H 2 S (g) H 2 SO 4(aq) As; S 12 Quale elemento si riduce nella seguente reazione? K 2 SO 3(s) H 2 CO 3(aq) K 2 SO 4(aq) CO (g) H 2 O (l) C 13 Qual è la sostanza che si è ossidata nella seguente reazione? 2K (s) 2H 2 O (l) 2K (aq) 2OH (aq) H 2(g) K 14 Considera gli elementi sottolineati e completa la tabella, seguendo l esempio. Prima Dopo Elettroni scambiati Semireazione di ossidazione Semireazione di riduzione Mg n.o. 0 Mg 2 n.o. +2 2e N 2 n.o N 3 n.o e Fe 2 O 3 n.o FeO n.o e Al n.o Al(OH)3 n.o e Cr 2 O 3 n.o CrO 4 2 n.o e IO 3 n.o I n.o e P 4 n.o PH3 n.o e CoCl 2 n.o Co(OH) 3 n.o e 1

2 15 È data la reazione: Cl 2(aq) 2KI (aq) 2KCl (aq) + I 2(aq) Qual è l agente ossidante? Cl Individua tra i seguenti processi ossidazioni e riduzioni. a) Ba 2 2 (aq) CrO 4 (aq) BaCrO 4(s) b) 2H 2 (aq) CO 3 (aq) H 2 O (l) CO 2(g) c) Fe 3 (aq) Fe 2 (aq) riduzione d) MnO 2(s) MnO 4 (aq) ossidazione 2 e) 2CrO 4 (aq) 2H (aq) 2 Cr 2 O 7 (aq) H 2 O (l) Individua l agente ossidante nella seguente reazione redox ancora da bilanciare. 3 2VO 4 (aq) SO 2(g) 8H (aq) 2VO 2 2 (aq) SO 4 (aq) 4H 2 O (l) 3 VO 4 Identifica la sostanza che si ossida, quella che si riduce, l agente ossidante e il riducente nelle seguenti reazioni. a) 2HNO 3 3H 3 AsO 3 2NO 3H 3 AsO 4 H 2 O sostanza ossidata: H 3 AsO 3 ; sostanza ridotta: HNO 3 b) NaI 3HClO NaIO 3 3HCl sostanza ossidata: NaI; sostanza ridotta: HClO c) 2KMnO 4 5H 2 C 2 O 4 3H 2 SO 4 10CO 2 K 2 SO 4 2MnSO 4 8H 2 O sostanza ossidata: H 2 C 2 O 4 ; sostanza ridotta: KMnO 4 d) 6H 2 SO 4 2Al Al 2 (SO 4 ) 3 3SO 2 6H 2 O sostanza ossidata: Al; sostanza ridotta: H 2 SO 4 e) Cu 2H 2 SO 4 CuSO 4 SO 2 2H 2 O sostanza ossidata: Cu; sostanza ridotta: H 2 SO 4 f) 3SO 2 2HNO 3 2H 2 O 3H 2 SO 4 2NO sostanza ossidata: SO 2 ; sostanza ridotta: HNO 3 g) 5H 2 SO 4 4Zn 4ZnSO 4 H 2 S 4H 2 O sostanza ossidata: Zn; sostanza ridotta: H 2 SO 4 h) I 2 10HNO 3 2HIO 3 10NO 2 4H 2 O sostanza ossidata: I 2 ; sostanza ridotta: HNO 3 Nota: sostanza ossidata = agente riducente; sostanza ridotta = agente ossidante a) 2Na 2H 2 O 2NaOH H 2 b) 4Fe 3O 2 2Fe 2 O 3 c) H 2 Cl 2 2HCl 22 Bilancia le seguenti reazioni redox con il metodo della variazione del numero di ossidazione. a) 2KMnO 4 5H 2 C 2 O 4 3H 2 SO 4 K 2 SO 4 2MnSO 4 10CO 2 8H 2 O b) Cu 2H 2 SO 4 CuSO 4 SO 2 2H 2 O c) 3Hg 2HNO 3 6HCl 3HgCl 2 2NO 4H 2 O d) Ca 3 (PO 4 ) 2 3SiO 2 5C 3CaSiO 3 2P 5CO e) I 2 10HNO 3 2HIO 3 10NO 2 4H 2 O f) 2SO 2 O 2 2H 2 O 2H 2 SO 4 g) 3Cu 2 S 20HNO 3 6Cu(NO 3 ) 2 3SO 2 10H 2 O 8NO h) 5PCl 3 2KMnO 4 24KOH 2MnCl 2 5K 3 PO 4 11KCl 12H 2 O i) I 2 5H 2 O 2 2HIO 3 4H 2 O 23 Bilancia le seguenti reazioni redox in ambiente a) 8Cr 3 (aq) 3IO 4 (aq) + 2OH 2 O 8CrO 4 2 (aq) 3I (aq) + 4OH b) 4Zn (s) NO 3 (aq) + 1OH + 4Zn 2 (aq) NH 4 (aq) + 3H 2 O c) 3Cu (s) 2NO 3 (aq) + 8H + 2NO (g) 3Cu 2 (aq) + 4H 2 O d) 4MnO 4 (aq) 5C (s) + 12H + 5CO 2(g) 4Mn 2 (aq) + 6H 2 O e) Cr 2 O 7 2 (aq) 3Sn 2 (aq) + 14H + 3Sn 4 (aq) 2Cr 3 (aq) + 7H 2 O 24 Bilancia le seguenti reazioni redox. 2 a) I 2(s) 2S 2 O 3 (aq) 2I 2 (aq) S 4 O 6 (aq) b) 3H 2 S (g) 2NO 3 (aq) + 2H + 3S (s) 2NO (g) + 4H 2 O c) H 2 O 2(aq) 2I (aq) + 2H + I 2(aq) 2H 2 O (l) d) NH 3(g) 2O 2(g) HNO 3(l) H 2 O (l) e) Cl 2(g) IO 3 (aq) 2OH (aq) IO 4 (aq) 2Cl (aq)h 2 O (l) 4 Reazioni redox molto particolari 19 Spiega in che modo il ph può influenzare le reazioni di ossido-riduzione. Rispondi in cinque righe. 20 Che cosa si intende per reazione di dismutazione o disproporzione? 5 Come si bilanciano le reazioni redox 21 Bilancia le seguenti reazioni redox e, per ciascuna di esse, costruisci uno schema come quello della tabella Bilancia le seguenti reazioni redox in ambiente a) 2I (aq) SO 4 2 (aq) + 4H + I 2(s) SO 2(g) + 2H 2 O b) 8I (aq) SO 4 2 (aq) + 10H + 4I 2(s) H 2 S (g) + 4H 2 O c) 3As 2 O 3(s) 4NO 3 (aq) + 7H 2 O 6AsO 4 3 (aq) 4NO (g) + 14H + d) Cr 2 O 7 2 (aq) 3S 2 (aq) + 14H + 3S (s) 2Cr 3 (aq) + 7H 2 O e) 3As 2 O 3(s) 2IO 3 (aq) + 9H 2 O 6AsO 4 3 (aq) 2I (aq) + 18H +

3 26 Bilancia le seguenti reazioni redox in ambiente basico. a) MnO 4 (aq) NO 2(g) + 20H 2 NO 3 (aq) MnO 4 (aq) + H 2 O b) 4Zn (s) NO 3 (aq) + 70H 2 4ZnO 2 (aq) NH 3(g) + 2H 2 O c) H 2 CO (aq) 2Ag (aq) + 30H HCOO (aq) 2Ag (s) + 2H 2 O d) 6KOH (aq) 2Al (s) 2K 3 AlO 3(aq) 3H 2(g) 27 Bilancia le seguenti reazioni redox in ambiente a) 4NH 3(g) 7O 2(g) 4NO 2(g) 6H 2 O (l) b) Fe 2 O 3(s) 3CO (g) 2Fe (s) 3CO 2(g) c) 2H 2 O (l) 2K (s) 2KOH (aq) H 2(g) 28 Aggiungi elettroni in modo opportuno per bilanciare la seguente semireazione, che avviene in so- 2 luzione basica: Cr(OH) 4 (aq) CrO 4 (aq). Cr(OH) 4 + 4OH 2 CrO 4 + 4H 2 O + 3e 29 Bilancia la reazione seguente, che avviene in soluzione basica. Bi 2 O 3(s) 2OCl (aq) + 2OH 2Cl (aq) 2BiO 3 (aq) + H 2 O 30 Bilancia le seguenti reazioni redox che avvengono in ambiente a) 2S 2 O 3 2 ClO + 2H + Cl S 4 O H 2 O b) 2NO 3 Cu + 4H + 2NO 2 Cu 2 + 2H 2 O c) IO 3 3AsO 3 3 I 3AsO 4 3 d) SO 4 2 Zn + 4H + Zn 2 SO 2 + 2H 2 O e) 2Cr 3 3BiO 3 + 4H + Cr 2 O 7 2 3Bi 3 + 2H 2 O f) I 2 5ClO + H 2 O 2IO 3 5Cl + 2H + g) 2Mn 2 5BiO H + 2MnO 4 5Bi 3 + 7H 2 O h) 3H 3 AsO 3 Cr 2 O H + 3H 3 AsO 4 2Cr 3 + 4H 2 O i) 2I HSO 4 + 3H + I 2 SO 2 + 2H 2 O l) 3Sn 4NO 3 + 4H + 3SnO 2 4NO + 2H 2 O m) PbO 2 4Cl + 4H + PbCl 2 Cl 2 + 2H 2 O n) Ag NO 3 + 2H + NO 2 Ag + H 2 O o) 4Fe 3 2NH 3 OH 4Fe 2 N 2 O + 6H + + H 2 O p) 2HNO 2 2I + 2H + I 2 2NO + 2H 2 O q) C 2 O 4 2 2HNO 2 + 2H + 2CO 2 2NO + 2H 2 O r) 5HNO 2 2MnO 4 + H + 2Mn 2 5NO 3 + 3H 2 O s) 3H 3 PO 2 2Cr 2 O H + 3H 3 PO 4 4Cr 3 + 8H 2 O t) 2VO 2 Sn 2 + 4H + 2VO 2 Sn 4 + 2H 2 O u) XeF 2 2Cl Xe 2F Cl 2 Bilancia le seguenti reazioni redox che avvengono in ambiente basico. 2 a) 2CrO 4 3S 2 + 4H 2 O 3S 2CrO 2 + 8OH 2 b) 2MnO 4 3C 2 O 4 + 4H 2 O 6CO 2 2MnO 2 + 8OH c) 4ClO 3 3N 2 H 4 6NO 4Cl + 6H 2 O d) NiO 2 2Mn(OH) 2 Mn 2 O 3 Ni(OH) 2 2 e) 3SO 3 2MnO 4 + H 2 O 2 3SO 4 2MnO 2 + 2OH 2 f) 2CrO 2 3S 2 O 8 + 8OH 2 2 2CrO 4 6SO 4 + 4H 2 O 2 2 g) 3SO 3 2CrO 4 + H 2 O 2 3SO 4 2CrO 2 + 2OH h) 2O 2 N 2 H 4 2H 2 O 2 N 2 i) O 2 4Fe(OH) 2 + 2H 2 O 4Fe(OH) 3 l) 4Au 16CN 3O 2 + 6H 2 O 4Au(CN) 4 12OH Il cloro agisce da sbiancante perché è in grado di ossidare le sostanze colorate fino a renderle incolori. Esso viene pertanto utilizzato nell industria cartaria anche se esiste il problema di eliminarne i residui. Il tiosolfato di sodio, Na 2 S 2 O 3, reagisce con il cloro residuo riducendolo a cloruro e trasformandosi, a sua volta, in ione solfato, 2 SO 4, che può essere facilmente eliminato con il lavaggio in acqua. Scrivi l equazione chimica bilanciata della reazione fra il cloro e lo ione tiosolfato, in soluzione acida. 2 4Cl 2 + S 2 O 3 + 5H 2 O 8Cl 2 + 2SO H + 33 Bilancia le seguenti reazioni redox, usando il metodo della variazione del numero di ossidazione. a) 2HNO 3 3H 3 AsO 3 3H 3 AsO 4 2NO H 2 O b) Nal 3HOCl NalO 3 3HCl c) 6H 2 SO 4 2Al Al 2 (SO 4 ) 3 3SO 2 6H 2 O d) 3SO 2 2HNO 3 2H 2 O 3H 2 SO 4 2NO e) 4Zn 5H 2 SO 4 4ZnSO 4 H 2 S 4H 2 O 34 Bilancia le seguenti reazioni di disproporzione (una stessa specie si ossida e si riduce). 2 2 a) 8S 2 O 3 (aq) S 8(s) 8SO 3 (aq) b) NH 4 NO 3(s) N 2 O (g) 2H 2 O (l) c) Hg 2 Cl 2(s) HgCl 2(s) Hg (l) (già bilanciata) 35 Bilancia le seguenti reazioni di dismutazione. a) 4NaClO 3 NaCl 3NaClO 4 b) 2KMnO 4 MnO 2 K 2 MnO 4 O 2 c) 3NaClO 2NaCl NaClO 3 3

4 d) 4S 6NaOH 2Na 2 S Na 2 S 2 O 3 3H 2 O e) P 2 O 4 5KOH K 2 HPO 3 K 3 PO 4 2H 2 O f) 2P 4 9H 2 O 3KOH 5PH 3 3KH 2 PO 4 6 Equivalenti e normalità nelle reazioni redox 36 Completa la seguente tabella. Sostanza Semireazione Massa molare Massa equivalente Moli equivalenti Relazione tra N e M Zn Zn Zn 2 2e 65,39 32,69 2 N = 2M Na Na 1e Na N = M NO 3 NO 3 3e NO 62 20,6 3 N = 3M Cr 2 O 7 2 Cr 2 O 7 2 6e 2Cr N = 6M K K 1e K N = M 37 A 250 ml di soluzione di KMnO 4 0,1 M vengono aggiunti 150 ml di soluzione di acido ossalico (H 2 C 2 O 4 ) in modo da ottenerne la completa decolorazione, secondo la seguente reazione (da bilanciare): 2KMnO 4 5H 2 C 2 O 4 3H 2 SO 4 K 2 SO 4 2MnSO 4 10CO 2 8H 2 O 38 Calcola la normalità delle due soluzioni e gli equivalenti che reagiscono. KMnO 4 : N = 0,500 eq/l; 5 eq H 2 C 2 O 4 : N = 0,833 eq/l; 0,125 eq 250 ml di soluzione di SnCl 2 a concentrazione incognita vengono aggiunti a 125 ml di una soluzione contenente 0,61 g di K 2 Cr 2 O 7. I due sali reagiscono, in modo completo, secondo la reazione seguente (da bilanciare): 3SnCl 2 K 2 Cr 2 O 7 14HCl 2CrCl 3 2KCl 3SnCl 4 7H 2 O Calcola la normalità della soluzione di K 2 Cr 2 O 7. N = 0,10 eq/l Calcola quanti equivalenti e quanti grammi di SnCl 2 sono presenti nella prima soluzione. 0,013 eq; m = 1,2 g 39 La vitamina C (C 6H 8 O 6 ) in un alimento può essere determinata tramite una titolazione mediante lo ione I 3. La reazione può essere schematizzata come segue: VitC I 3 H 2 O VitC ox 3I 2H 125 ml di succo di limone sono stati titolati con 2,50 ml di soluzione di I 3 0,2 N. Calcola la normalità del succo di limone titolato. N = 0,04 eq/l Calcola quanti grammi di vitamina C vi sono contenuti (la vitamina C ha n e 2). m = 0,044 g Se il fabbisogno giornaliero di vitamina C per l organismo umano è di 60 mg, quanti ml di succo di limone come quello titolato occorrerebbe bere per soddisfare questa richiesta? V = 0,17 L Review (sul libro da pag. 513) 1 Il perossido d idrogeno, H 2O 2, può agire sia da ossidante sia da riducente, come risulta dalle seguen- ti semireazioni. a) H 2 O 2 2H 2H 2 O b) H 2 O 2 O 2 2H c) H 2 O 2 2OH d) H 2 O 2 2OH O 2 2H 2 O In quali reazioni H 2 O 2 agisce da ossidante? a) e c) 2 Uno dei processi ossido-riduttivi più interessanti è la trasformazione dell alcol etilico (contenuto nel vino) in CO 2. Il corpo umano realizza l ossidazione dell alcol in più passaggi. C 2 H 6 O C 2 H 4 O C 2 H 4 O 2 CO 2 alcol aldeide acido diossido etilico acetica acetico di carbonio Calcola i numeri di ossidazione del carbonio e segui il processo di ossidazione attraverso la variazione dei numeri stessi. 4

5 3 I metalli Na e K reagiscono vivacemente con l acqua e producono H 2. Nel corso della reazione i metalli si ossidano o si riducono? si ossidano Qual è l altra specie che cambia numero di ossidazione? l idrogeno di H 2 O da +1 a 0 4 L ossidazione di Fe2 a Fe 3 è accompagnata dalla 2 riduzione del bicromato (Cr 2 O 7 ) a sale di Cr Quante moli di solfato ferroso puoi ossidare con una mole di bicromato? n = 6 mol Il diossido di azoto, NO 2, un agente inquinante, ha un colore rosso-bruno e, quando è presente, conferisce tale colorazione all aria. Il diossido di azoto contribuisce anche alla formazione della pioggia acida perché, quando questa attraversa uno strato di aria contaminata, NO 2 vi si scioglie e subisce la seguente reazione: 3NO 2(g) H 2 O NO (g) 2H (aq) 2NO 3 (aq) Quale elemento viene ridotto e quale viene ossidato in questa reazione? l azoto subisce una reazione di dismutazione: si riduce da +4 a +2 e si ossida da +4 a +5 Una reazione sfruttata per produrre ClO 2 è la seguente. HCl NaClO 2NaClO 2 2ClO 2 2NaCl NaOH. Quale elemento viene ossidato? Quale viene invece ridotto? Quale sostanza è l ossidante e quale il riducente? ossidante: NaClO; riducente: NaClO 2 7 Bilancia le reazioni, note come processo di Claus, per il recupero dello zolfo dall H 2 S contenuto nei gas naturali e nel petrolio. a) 2H 2 S (g) 3O 2(g) 2SO 2(g) 2H 2 O (l) b) 16H 2 S (g) 8SO 2(g) 3S 8(s) 16H 2 O (l) 8 Una reazione quantitativa per determinare il contenuto di ione BH 4 prevede la reazione dello ione boroidruro con Ag, in ambiente basico. Si formano argento metallico e ione borato, B(OH) 4. Stabilisci quante moli di argento precipitano da una mole di BH 4. n = 8 mol 9 Bilancia le seguenti redox con il metodo della variazione del numero di ossidazione: a) 3Cu (s) 8HNO 3(aq) 3Cu(NO 3 ) 2(aq) 2NO (g) + 4H 2 O b) 4Cl 2(g) Na 2 S 2 O 3(aq) 10NaOH (aq) 2Na 2 SO 4(aq) 8NaCl (aq) + 5H 2 O (l) Cl Cl Assign oxidation numbers to the atoms in each of the following. a) H 2 SO 3 H: +1; S: +4; O: 2 b) Cl 2 Cl: O c) NO 3 N: +5; O: 2 d) NaHCO 3 Na: +1; H: +1; C: +4; O: 2 e) SF 6 S: +6; F: 1 Which of the following equations represent redox reactions? For each redox reaction, determine which atom is oxidized and which is reduced, and identify the oxidizing agent and the reducing agent. a) MgO (s) H 2 CO 3(aq) MgCO 3(s) H 2 O (l) b) KNO 3(s) KNO 2(s) O 2(g) oxidized atom: O; reduced atom: N c) H 2(g) CuO (s) Cu (s) H 2 O (l) oxidized atom: H; reduced atom: Cu d) NaOH (s) HCl (s) NaCl (aq) H 2 O (l) e) H 2(g) Cl 2(g) HCl (g) oxidized atom: H; reduced atom: Cl f) SO 3(g) H 2 O (l) H 2 SO 4(aq) Nota: oxidized atom = reducing agent; reduced atom = oxidizing agent Balance the following redox reaction in acidic, acqueous solution. 3Ag (s) NO 3 (aq) + 4H + 3Ag (aq) NO (g) + 2H 2 O In the compound As 4 O 6, arsenic has an oxidation number of +3. What is the oxidation state of arsenic in this compound? 3+ When chlorine is added to drinking water to kill bacteria, some of the chlorine is changed into ions by the following equilibrium: Cl 2(aq) H 2 O H (aq) Cl (aq) HClO (aq) In the forward reaction (the reaction going from left to right), which substance is oxidized and which is reduced? In the reverse reaction, which is the oxidizing agent and which is the reducing agent? forward reaction: Cl 2 is reduced and it is oxidized; reverse reaction: Cl is the reducing agent, HClO is the oxidizing agent 5

Quesiti e problemi. 6 Quali tra le seguenti sono reazioni di ossido-riduzione? a) 2CrO 4 (aq) 2H 2

Quesiti e problemi. 6 Quali tra le seguenti sono reazioni di ossido-riduzione? a) 2CrO 4 (aq) 2H 2 Quesiti e problemi SUL LIBRO DA PAG 385 A PAG 390 1 Ossidazione e riduzione: che cosa sono e come si riconoscono 1 Assegna il numero di ossidazione a tutti gli elementi dei seguenti composti. a) Hg 3 (PO

Dettagli

REGOLE PER L'ATTRIBUZIONE DEI COEFFICIENTI STECHIOMETRICI DI UNA REAZIONE

REGOLE PER L'ATTRIBUZIONE DEI COEFFICIENTI STECHIOMETRICI DI UNA REAZIONE REGOLE PER L'ATTRIBUZIONE DEI COEFFICIENTI STECHIOMETRICI DI UNA REAZIONE OSSIDORIDUTTIVA SECONDO IL METODO DELLO IONE-ELETTRIONE. 1) Si individuano le coppie di atomi il cui numero di ossidazione cambia

Dettagli

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

Esame di Chimica Generale (M-Z) A.A. 2011-2012 (25 gennaio 2012)

Esame di Chimica Generale (M-Z) A.A. 2011-2012 (25 gennaio 2012) CORSO DI LAUREA IN SCIENZE BIOLOGICHE Esame di Chimica Generale (M-Z) A.A. 2011-2012 (25 gennaio 2012) 1) Bilanciare la seguente ossidoriduzione: KMnO 4 + H 2 O 2 + H 2 SO 4 MnSO 4 + K 2 SO 4 + O 2 + H

Dettagli

NUMERI DI OSSIDAZIONE

NUMERI DI OSSIDAZIONE NUMERI DI OSSIDAZIONE Numeri in caratteri romani dotati di segno Tengono conto di uno squilibrio di cariche nelle specie poliatomiche Si ottengono, formalmente, attribuendo tutti gli elettroni di valenza

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Esame di Chimica Analitica e Complementi di Chimica Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012

Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Esame di Chimica Analitica e Complementi di Chimica Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012 Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012 1. Una soluzione viene preparata sciogliendo1210 mg di K 3 Fe(CN) 6 in 775 ml di acqua. Calcolare: a) la concentrazione analitica di K 3 Fe(CN) 6 b) la concentrazione

Dettagli

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI Conversione Massa Moli DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI - ESERCIZI GUIDATI - LEGENDA DEI SIMBOLI: M = Peso molecolare m(g) = quantità in g di elemento o di composto n = numero di moli Ricorda che l'unità

Dettagli

Quesiti e problemi. 9 Calcola, con l aiuto della tavola periodica, la massa. 10 Calcola la massa molecolare di tre acidi piuttosto

Quesiti e problemi. 9 Calcola, con l aiuto della tavola periodica, la massa. 10 Calcola la massa molecolare di tre acidi piuttosto SUL LIBRO DA PAG 101 A PAG 10 Quesiti e problemi 1 La massa atomica e la massa molecolare 1 Qual è la definizione di unità di massa atomica u? a) è uguale a 1/12 della massa dell atomo di 12 C b) è uguale

Dettagli

LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA

LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Triennale in Chimica CORSO DI: LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA Docente: Dr. Alessandro Caselli

Dettagli

Quesiti e problemi. 6 Individua l acido e la base di Lewis nelle seguenti. b) Fe 3+ (aq) 2H 2 O (l) Fe(OH) 2

Quesiti e problemi. 6 Individua l acido e la base di Lewis nelle seguenti. b) Fe 3+ (aq) 2H 2 O (l) Fe(OH) 2 SUL LIBRO DA PAG 354 A PAG 358 Capitolo 217 Le Acidi trasformazioni e basi si scambiano fisiche della protoni materia Quesiti e problemi ESERCIZI 1 Le teorie sugli acidi e sulle basi 1 Spiega perché lo

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze Naturali. Esame scritto di Chimica Generale ed Inorganica - 07 Febbraio 2013

Corso di Laurea in Scienze Naturali. Esame scritto di Chimica Generale ed Inorganica - 07 Febbraio 2013 Corso di Laurea in Scienze Naturali Esame scritto di Chimica Generale ed Inorganica - 07 Febbraio 2013 Prof. Luigi Bencivenni, Prof. Anna Rita Campanelli 1) Il principio attivo dell aspirina comune è l

Dettagli

ELETTROCHIMICA. Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile)

ELETTROCHIMICA. Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile) ELETTROCHIMICA Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile) Uso di forza elettromotrice (fem) esterna per forzare reazioni chimiche non spontanee (Elettrolisi) Coppia redox: Ossidazione

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375) 1 Le equazioni di reazione 1 Che cosa si intende per reagente? Che cosa si intende per prodotto? 2 Disegna lo schema delle seguenti reazioni (che devono essere

Dettagli

Giochi della Chimica 2003 Fase nazionale Classi A e B

Giochi della Chimica 2003 Fase nazionale Classi A e B Giochi della Chimica 2003 Fase nazionale Classi A e B 1. Il comportamento di un gas reale può essere assimilato con buona approssimazione a quello di un gas ideale: A) a bassa P e T B) a elevate P e T

Dettagli

Esercizi risolti di Chimica

Esercizi risolti di Chimica Università di Udine -Sede di Pordenone- C.d.L in Ingegneria Meccanica a.a. 006/007 Esercizi risolti di Chimica 1 I. Soluzioni e Diluizioni 1) Una soluzione di HNO 3 al 7% in peso ha una densità di 1.16

Dettagli

) e 200 ml di NaOH 0.1 M. I volumi si considerano additivi.[ph = 4.085]

) e 200 ml di NaOH 0.1 M. I volumi si considerano additivi.[ph = 4.085] Chimica Analitica Prova scritta del 19 Gennaio 2004 1) 375 ml di soluzione acquosa contengono 21.2 µg di un principio attivo. Esprimere la concentrazione della soluzione in parti per milione (ppm) [0.056

Dettagli

Leggi dei Gas. 2 MnO 4 - + 3 H 2 O 2 2 MnO 2 + 3 O 2 + 2 OH - + 2 H 2 O (Mn: +7 +4 ; no = +3). 2 = +6e - (O: -1 0 ; no = -1; x 2 = -2).

Leggi dei Gas. 2 MnO 4 - + 3 H 2 O 2 2 MnO 2 + 3 O 2 + 2 OH - + 2 H 2 O (Mn: +7 +4 ; no = +3). 2 = +6e - (O: -1 0 ; no = -1; x 2 = -2). Leggi dei Gas Esercizio 3.1. a) Bilanciare in forma ionica (1) e in forma molecolare (2) la seguente reazione in soluzione acquosa: permanganato di potassio + perossido d idrogeno biossido di manganese

Dettagli

CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI. Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto

CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI. Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto Percentuale in peso = g soluto / g soluzione x 100 H 2 O 2 al 3% Percentuale

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 572)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 572) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 572) 1 I metalli e la metallurgia 1 Quali metalli sono noti dalla Preistoria? oro e argento 2 Completa le seguenti frasi. a) I metalli che si trovano in natura allo

Dettagli

25/02/2015. ESERCITAZIONE n 9 PROVA INCOGNITA 1. SOSTANZA ORGANICA 2. SOSTANZA ORGANOMETALLICA 3. SOSTANZA ORGANICA

25/02/2015. ESERCITAZIONE n 9 PROVA INCOGNITA 1. SOSTANZA ORGANICA 2. SOSTANZA ORGANOMETALLICA 3. SOSTANZA ORGANICA ESERCITAZIONE n 9 PROVA INCOGNITA 1. SOSTANZA ORGANICA 2. SOSTANZA ORGANOMETALLICA 3. SOSTANZA ORGANICA 1 Il riconoscimento di una sostanza iscritta nella Ph. Eur. attraverso operazioni chimiche semplici,

Dettagli

Il bilanciamento delle reazioni chimiche

Il bilanciamento delle reazioni chimiche 1 Il bilanciamento delle reazioni chimiche Avete visto che gli atomi hanno diversi modi di unirsi l uno all altro. Si può anche iniziare a capire che una reazione chimica non è nient altro che un cambiamento

Dettagli

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 1) Una certa quantità di solfato di ferro (II), sciolta in una soluzione acquosa di acido solforico, viene trattata con 1.0 10-3 mol di permanganato di potassio. Si ottengono

Dettagli

1. Un elemento Ä formato da particelle indivisibili chiamate atomi. 2. Gli atomi di uno specifico elemento hanno proprietå identiche. 3.

1. Un elemento Ä formato da particelle indivisibili chiamate atomi. 2. Gli atomi di uno specifico elemento hanno proprietå identiche. 3. Atomi e molecole Ipotesi di Dalton (primi dell 800) 1. Un elemento Ä formato da particelle indivisibili chiamate atomi. 2. Gli atomi di uno specifico elemento hanno proprietå identiche. 3. Gli atomi dei

Dettagli

Raccolta di esercizi di Stechiometria. tratti da compiti in classe. Anni Scolastici 1991 92, 1992 93, 1993 94. I.T.I.S.V.E.M. Valdagno Gennaio 1994

Raccolta di esercizi di Stechiometria. tratti da compiti in classe. Anni Scolastici 1991 92, 1992 93, 1993 94. I.T.I.S.V.E.M. Valdagno Gennaio 1994 Raccolta di esercizi di Stechiometria tratti da compiti in classe Anni Scolastici 1991 92, 1992 93, 1993 94 I.T.I.S.V.E.M. Valdagno Gennaio 1994 Edizioni Peridròro pslavi@interplanet.it Indice 1 Stechiometria

Dettagli

Pile e accumulatori. Approfondimento. "" Pile e vita quotidiana. Capitolo. elettrolisi e le leggi di Faraday

Pile e accumulatori. Approfondimento.  Pile e vita quotidiana. Capitolo. elettrolisi e le leggi di Faraday Capitolo Approfondimento elettrochimiche elettrolisi e le leggi di Faraday 14Le3. Ltrasformazioni Pile e accumulatori Pile e vita quotidiana Un applicazione importante delle celle elettrochimiche è il

Dettagli

Giochi della Chimica 2013 Fase regionale Classi A e B

Giochi della Chimica 2013 Fase regionale Classi A e B 1. Una soluzione è una miscela: A) di due o più componenti, uno liquido (solvente) e uno solido (soluto) B) di due o più sostanze C) omogenea di due o più sostanze D) omogenea liquida di due o più sostanze

Dettagli

L elettrochimica: le pile e l elettrolisi

L elettrochimica: le pile e l elettrolisi 1 ESPANSIONE 7.2 L elettrochimica: le pile e l elettrolisi Ambra del Baltico contenente insetti. Fin dall antichità si conoscevano le particolari proprietà dell ambra, una resina fossile che se strofinata

Dettagli

1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore.

1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore. ESERCIZI pag: 458 1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore. 2. Una dinamo produce 6 amp a 160 v. Calcolare

Dettagli

Miscela omogenea monofasica i cui costituenti non è possibile separare meccanicamente

Miscela omogenea monofasica i cui costituenti non è possibile separare meccanicamente Miscela omogenea monofasica i cui costituenti non è possibile separare meccanicamente Soluzioni Sistema Omogeneo (presenta le stesse proprietà in qualsiasi sua porzione) Monofasico Nella fase omogenea

Dettagli

5. PROCESSI DI OSSIDAZIONE E RIDUZIONE CHIMICA

5. PROCESSI DI OSSIDAZIONE E RIDUZIONE CHIMICA 5. PROCESSI DI OSSIDAZIONE E RIDUZIONE CHIMICA 5.1 Principi dei processi di ossidazione-riduzione 5.1.1 Le reazioni redox Nel trattamento delle acque (sia di approvvigionamento che di rifiuto) sono ben

Dettagli

LA FRAZIONE SOLIDA INORGANICA

LA FRAZIONE SOLIDA INORGANICA LA FRAZIONE SOLIDA INORGANICA ROCCE MINERALI Classe Alogenuri Solfati Solfuri Ossidi ed idrossidi (Al, Fe, Mn, Ti) Carbonati Nitrati Fosfati Silicati (fillosilicati) Minerale Cloruro di sodio Gesso Pirite

Dettagli

OSS Acidi e Basi. Acidi e basi. Il concetto di equilibrio:

OSS Acidi e Basi. Acidi e basi. Il concetto di equilibrio: 1 Acidi e basi Il concetto di equilibrio: Le reazioni chimiche sono generalmente irreversibili (non si può tornare alla situazione di partenza). Un esempio semplificato potrebbe essere il seguente: quando

Dettagli

Appunti di Chimica Generale. Corso di Recupero per I anno Scienze Biologiche A.A. 2012-2013

Appunti di Chimica Generale. Corso di Recupero per I anno Scienze Biologiche A.A. 2012-2013 Appunti di Chimica Generale Corso di Recupero per I anno Scienze Biologiche A.A. 2012-2013 Prof. Andrea Maldotti dr. Francesco Zamberlan ii iii Indice Introduzione Introduzione alla quarta revisione v

Dettagli

Unità 1 Misure e grandezze... 2 Unità 2 Le trasformazioni fisiche della materia... 6 Unità 3 Le trasformazioni chimiche della materia...

Unità 1 Misure e grandezze... 2 Unità 2 Le trasformazioni fisiche della materia... 6 Unità 3 Le trasformazioni chimiche della materia... Unità 1 Misure e grandezze... 2 Unità 2 Le trasformazioni fisiche della materia... 6 Unità 3 Le trasformazioni chimiche della materia... 9 Unità 4 Dalle leggi della chimica alla teoria atomica... 12 Unità

Dettagli

EQUILIBRI SIMULTANEI

EQUILIBRI SIMULTANEI EQUILIBRI SIMULTANEI 1. Soluzioni tampone. Per soluzione tampone si intende una soluzione acquosa in grado di mantenere pressoché inalterato il proprio ph, in seguito all'aggiunta di moderate quantità

Dettagli

OSSIDORIDUZIONI N H H. H ammoniaca. acido nitroso N = + 3. acido nitrico N = + 5

OSSIDORIDUZIONI N H H. H ammoniaca. acido nitroso N = + 3. acido nitrico N = + 5 OSSIDORIDUZIONI Le reazioni acido-base sono quelle in cui viene scambiato, fra due specie reagenti, un H. Come si è visto, esistono casi di reazioni acido-base in cui ciò non avviene (definizione di Lewis),

Dettagli

ULTERIORI SAGGI PER VIA SECCA RICERCA FUNZIONE CARBOSSILICA RICERCA DEGLI AMMINOACIDI

ULTERIORI SAGGI PER VIA SECCA RICERCA FUNZIONE CARBOSSILICA RICERCA DEGLI AMMINOACIDI ULTERIORI SAGGI PER VIA SECCA RICERCA FUNZIONE CARBOSSILICA RICERCA DEGLI AMMINOACIDI IMPORTANTI ACIDI DI USO COMUNE ALCUNI IMPORTANTI ESTERI ALCUNI IMPORTANTI ESTERI Riconoscimento del Fosforo

Dettagli

Chimica. Ingegneria Meccanica, Elettrica e Civile Simulazione d'esame

Chimica. Ingegneria Meccanica, Elettrica e Civile Simulazione d'esame Viene qui riportata la prova scritta di simulazione dell'esame di Chimica (per meccanici, elettrici e civili) proposta agli studenti alla fine di ogni tutoraggio di Chimica. Si allega inoltre un estratto

Dettagli

Liceo Scientifico L. B. Alberti. Cagliari. Quiz di Chimica. Raccolta tratta dai Test di Ammissione in Medicina 2002 2008. Anno Scolastico 2009/2010

Liceo Scientifico L. B. Alberti. Cagliari. Quiz di Chimica. Raccolta tratta dai Test di Ammissione in Medicina 2002 2008. Anno Scolastico 2009/2010 Liceo Scientifico L. B. Alberti Cagliari Quiz di Chimica Raccolta tratta dai Test di Ammissione in Medicina 2002 2008 Anno Scolastico 2009/2010 Paolo Zucca paolo.zucca@gmail.com DISCLAIMER: I presenti

Dettagli

ESERCIZI ph SOLUZIONI

ESERCIZI ph SOLUZIONI ESERCIZI ph SOLUZIONI 1. Una soluzione contiene 3,6 g di LiOH (PM = 23,9 g/mole). Calcolare il ph di questa soluzione [13,3] 2. Calcolare il ph di una soluzione preparata con 10,85 ml di HCl (PM = 36,46

Dettagli

Esercizi sul calcolo del ph. Generalità introduttive. 2. Spiega il significato del termine «acido coniugato» e «base coniugata».

Esercizi sul calcolo del ph. Generalità introduttive. 2. Spiega il significato del termine «acido coniugato» e «base coniugata». Esercizi sul calcolo del ph Generalità introduttive 1. L'ammoniaca :NH 3 non possiede alcun ruppo ossidrilico. Come puoi spieare il suo comportamento basico? 2. Spiea il sinificato del termine «acido coniuato»

Dettagli

DENSITA La densità è una grandezza fisica che indica la massa, di una sostanza o di un corpo, contenuta nell unità di volume; è data dal rapporto:

DENSITA La densità è una grandezza fisica che indica la massa, di una sostanza o di un corpo, contenuta nell unità di volume; è data dal rapporto: Richiami di Chimica DENSITA La densità è una grandezza fisica che indica la massa, di una sostanza o di un corpo, contenuta nell unità di volume; è data dal rapporto: d = massa / volume unità di misura

Dettagli

La serie elettrochimica dei potenziali standard di riduzione (25 C)

La serie elettrochimica dei potenziali standard di riduzione (25 C) MIGLIORI RIDUCENTI MIGLIORI OSSIDANTI La serie elettrochimica dei potenziali standard di riduzione (25 C) ELETTROLISI Una cella elettrolitica è una cella nella quale una corrente fa avvenire una reazione

Dettagli

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola.

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. La formula empirica e una formula in cui il rappporto tra gli atomi e il piu semplice possibil Acqua Ammoniaca

Dettagli

I ITI Istituto Silvio D Arzo

I ITI Istituto Silvio D Arzo I ITI Istituto Silvio D Arzo LE REAZINI CIMICE Appunti del prof. Enrico Maria Bruti 2 INDICE 1.0 Le reazioni chimiche 3 1.1 Le equazioni chimiche 3 2.0 Tipi di reazioni chimiche 4 3.0 Valenza 5 4.0 Classificazione

Dettagli

H H 3 E H H 2 E 2 E 2 H HE 3

H H 3 E H H 2 E 2 E 2 H HE 3 DETERMINAZIONE COMPLESSOMETRICA DELLA DUREZZA DI UN'ACQUA. Cenno ai complessi. I cationi metallici sono specie chimiche assimilabili ad atomi che hanno perso 1 o più elettroni acquistando nel contempo

Dettagli

In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano

In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano 1 In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano 2 Nomenclatura chimica e formule brute/struttura ELEMENTI Metalli Non metalli + O 2 Ossidi Anidridi + H 2 O Idrossidi Ossoacidi o Acidi Sali Gli Elementi

Dettagli

Quesiti e problemi. 12 Individua l elemento del terzo periodo che appartiene. 13 Completa la parte evidenziata del sistema periodico,

Quesiti e problemi. 12 Individua l elemento del terzo periodo che appartiene. 13 Completa la parte evidenziata del sistema periodico, SUL LIBR DA PAG 184 A PAG 18 Quesiti e problemi 1 L energia di legame 1 Definisci l energia di legame. L energia di legame è la quantità di energia che è necessario fornire a una mole di sostanza per rompere

Dettagli

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI 1. Quanti ml di NaOH 1,25 N debbono essere aggiunti ad 1 litro di NaOH 0,63 N per ottenere una soluzione 0,85 N? [550 ml] 2. Quali volumi 0,55 N e 0,098 N debbono essere

Dettagli

corrosione corrosione chimica

corrosione corrosione chimica La corrosione La corrosione è un consumo lento e continuo di un materiale (generalmente metallico) dovuto a fenomeni chimici o, più frequentemente, elettrochimici. La corrosione è dovuta al fatto che tutti

Dettagli

La Vita è una Reazione Chimica

La Vita è una Reazione Chimica La Vita è una Reazione Chimica Acqua Oro Zucchero Il numero atomico, il numero di massa e gli isotopi numero atomico (Z) = numero di protoni nel nucleo numero di massa (A) = numero di protoni + numero

Dettagli

Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici

Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici Con questa unità didattica inizieremo a prendere in considerazione dei composti della chimica organica caratterizzati dal contenere oltre ai

Dettagli

S T E C H I O M E T R I A

S T E C H I O M E T R I A Frère Natalino Prof. Dott. Cesare De Rossi S T E C H I O M E T R I A CALCOLI STECHIOMETRICI UTILI AD ALUNNI CHE DESIDERANO ISCRIVERSI A FACOLTA' SCIENTIFICHE E AD EX-ALUNNI CHE GIA' LE FREQUENTANO 01-

Dettagli

QUALITÀ DELL ACQUA. Aggiornamento Giugno 2015

QUALITÀ DELL ACQUA. Aggiornamento Giugno 2015 AGRIGENTO Cloro residuo libero 0,14 mg/l Cl₂ 0,2 (*) Conc. ioni idrogeno (ph) 8 unità di ph 6,5-9,5 Conducibilità elettrica a 20 C 496 µs/cm a 20 C 2500 Fluoruri 0,4 mg/l F 1,5 Cloruri 23 mg/l Cl 250 Nitrati

Dettagli

Classificazione della materia: Sostanze pure e miscugli

Classificazione della materia: Sostanze pure e miscugli Classificazione della materia: Sostanze pure e miscugli la composizione e quindi le proprietà intensive sono le stesse in ogni parte del sistema La composizione e le proprietà intensive variano da una

Dettagli

Università telematica Guglielmo Marconi

Università telematica Guglielmo Marconi Università telematica Guglielmo Marconi GGGGG CF Chimica 1 Gli equilibri chimici Argomenti Gli argomenti che fanno parte di questa unità didattica sono: L equilibrio dinamico nelle reazioni chimiche Le

Dettagli

IL PIANO ENERGETICO-AMBIENTALE PER LA PROVINCIA DI GROSSETO

IL PIANO ENERGETICO-AMBIENTALE PER LA PROVINCIA DI GROSSETO IL PIANO ENERGETICO-AMBIENTALE PER LA PROVINCIA DI GROSSETO Allegato A2.4 BILANCIO DELLE EMISSIONI INQUINANTI Riferimento al capitolo 2.6 della Relazione di sintesi PEAP GR A cura di CO.SVI.G., PIN SCRL.

Dettagli

Risultati della caratterizzazione dei fumi

Risultati della caratterizzazione dei fumi Progetto Produzione di energia e sostanza organica dai sottoprodotti del vigneto Risultati della caratterizzazione dei fumi Paolo Giandon ARPAV Dipartimento Provinciale di Treviso Biella, 24 settembre

Dettagli

I legami. 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1):

I legami. 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1): Percorso 3 I legami E S E R C I Z I A Legame covalente omeopolare 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1): 2) Rappresenta la struttura della molecola di ossigeno

Dettagli

Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento:

Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: CONCENTRAZIONE DEGLI IONI IDROGENO (PH) E' la misura della quantità di ioni idrogeno presenti nell'acqua, e ne fornisce di conseguenza

Dettagli

7. TECNOLOGIE DI DEPURAZIONE FUMI. 7.1 I limiti all emissione

7. TECNOLOGIE DI DEPURAZIONE FUMI. 7.1 I limiti all emissione 7. TECNOLOGIE DI DEPURAZIONE FUMI 7.1 I limiti all emissione I limiti di accettabilita all emissione dai camini dei forni di incenerimento sono normalmente impostati sul concetto della gia citata BAT-Best

Dettagli

Le regole della nomenclatura tradizionale e IUPAC dei composti inorganici

Le regole della nomenclatura tradizionale e IUPAC dei composti inorganici 1 Espansione 6.2 Le regole della nomenclatura tradizionale e IUPAC dei composti inorganici Dalle formule ai nomi dei composti: 1) Riconoscere classi di composti dalla formula Per dare un nome a una formula

Dettagli

IL PARTICOLATO ATMOSFERICO

IL PARTICOLATO ATMOSFERICO IL PARTICOLATO ATMOSFERICO Il particolato atmosferico Definito anche aerosol o genericamente polveri Costituito da particelle solide o liquide in sospensione che provengono: da processi naturali e da processi

Dettagli

1. Conversione dell energia chimica in energia elettrica

1. Conversione dell energia chimica in energia elettrica Capitolo n 3 1. Conversione dell energia chimica in energia elettrica L Elettrochimica studia le relazioni tra energia chimica ed energia elettrica; in particolare si studiano i processi di trasformazione

Dettagli

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA 1. Sostanza più abbondante in tutti gli esseri viventi 2. Più del 70% del peso di tutti gli esseri viventi 3. Influenza la struttura e la proprietà di tutte le molecole

Dettagli

LE LEGHE DI ALLUMINIO E LO SMALTO PORCELLANATO

LE LEGHE DI ALLUMINIO E LO SMALTO PORCELLANATO LE LEGHE DI ALLUMINIO E LO SMALTO PORCELLANATO Angelo Ferraro, Technical Customer Service Manager Novelis Italia Angelo.Ferraro@novelis.com Premessa In questi ultimi anni c è stato un forte interesse per

Dettagli

PERCHÉ STUDIARE LA CHIMICA. La chimica studia la composizione e le proprietà della materia e i cambiamenti cui quest ultima va incontro.

PERCHÉ STUDIARE LA CHIMICA. La chimica studia la composizione e le proprietà della materia e i cambiamenti cui quest ultima va incontro. 1 PERCHÉ STUDIARE LA CHIMICA La chimica studia la composizione e le proprietà della materia e i cambiamenti cui quest ultima va incontro. Cucinare Digestione Chimica: scienza centrale Respirazione Combustione

Dettagli

Quesiti e problemi. 6 Indica quali dei seguenti sistemi sono da considerare. 7 Come puoi giustificare la liberazione di calore in

Quesiti e problemi. 6 Indica quali dei seguenti sistemi sono da considerare. 7 Come puoi giustificare la liberazione di calore in SUL LIBRO DA PAG 306 A PAG 310 Quesiti e problemi ESERCIZI 1 Le reazioni producono energia 1 Qual è il fattore più importante per stabilire se una reazione è esotermica o endotermica? Per stabilire se

Dettagli

Gruppo Elettroni più esterni Valenza IV 4 (2+2) 2, 4 V 5 (1+2+2) 1, 3, 5 VI 6 (2 +2+2) 2, 4, 6 VII 7 (1+2+2+2) 1, 3, 5, 7

Gruppo Elettroni più esterni Valenza IV 4 (2+2) 2, 4 V 5 (1+2+2) 1, 3, 5 VI 6 (2 +2+2) 2, 4, 6 VII 7 (1+2+2+2) 1, 3, 5, 7 REAZINI CHIMICHE E BILANCIAMENT - Prof. Enrico Maria Bruti La Valenza La valenza è il numero di legami che un atomo può formare. La valenza è in stretta relazione con il numero di elettroni presenti nel

Dettagli

L EQUILIBRIO CHIMICO

L EQUILIBRIO CHIMICO EQUIIBRIO CHIMICO Molte reazioni chimiche possono avvenire in entrambe i sensi: reagenti e prodotti possono cioè scambiarsi fra di loro; le reazioni di questo tipo vengono qualificate come reazioni reversibili.

Dettagli

La fotografia e la chimica. Emiliano Carretti, ITI Firenze 28/3/2008

La fotografia e la chimica. Emiliano Carretti, ITI Firenze 28/3/2008 L uomo e l ossessione per la rappresentazione della realtà Pitture rupestri. Akakus, Libia Pitture murali. Antico Egitto Affreschi. Giotto, Padova Pitture su tela e tavola. Caravaggio Pitture su tela.

Dettagli

Dipendenza della Solubilità dalla temperatura

Dipendenza della Solubilità dalla temperatura SOLUBILIZZAZIONE Simile scioglie il simile: le molecole di sostanze diverse si mescolano intimamente nelle miscele se possiedono forze intermolecolari simili (soluzioni ideali). Anche se le forze intermolecolari

Dettagli

Fondamenti di chimica Raymond Chang Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl CAPITOLO 5 I GAS

Fondamenti di chimica Raymond Chang Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl CAPITOLO 5 I GAS CAPITOLO 5 I GAS 5.13 5.14 Strategia: poiché 1 atm = 760 mmhg, è necessario il seguente fattore di conversione per ottenere la pressione in atmosfere. Per la seconda conversione, 1 atm = 101.325 kpa. Soluzione:

Dettagli

SCAMBIO IONICO TIPI DI RESINE

SCAMBIO IONICO TIPI DI RESINE SCAMBIO IONICO Lo scambio ionico è un processo in cui ioni di una data specie sono sostituiti sulla superficie di un materiale non solubile di scambio ( resina a scambio ionico ) da ioni di una specie

Dettagli

Sommario Finalità... 2 Viraggi ai solfuri... 2 Viraggi all'oro... 4 Viraggi ai ferrocianuri... 5 Viraggi - 1/6

Sommario Finalità... 2 Viraggi ai solfuri... 2 Viraggi all'oro... 4 Viraggi ai ferrocianuri... 5 Viraggi - 1/6 VIRAGGI Sommario Finalità... 2 Viraggi ai solfuri... 2 Viraggi all'oro... 4 Viraggi ai ferrocianuri... 5 Viraggi - 1/6 Finalità Il viraggio è un trattamento per sostituire, in tutto o in parte, l'argento

Dettagli

APPUNTI DI CHIMICA GENERALE

APPUNTI DI CHIMICA GENERALE APPUNTI DI CHIMICA GENERALE La Chimica L oggetto di studio della chimica è la materia (tutto ciò che ha una massa e occupa uno spazio). In particolare è una scienza che studia: la struttura e la composizione

Dettagli

MICROELEMENTI CON TITOLO INFERIORE OD UGUALE AL 10% Metodo IX.1. Estrazione dei microelementi totali

MICROELEMENTI CON TITOLO INFERIORE OD UGUALE AL 10% Metodo IX.1. Estrazione dei microelementi totali METODI IX METODI DI DETERMINAZIONE DEI MICROELEMENTI E DEI METALLI PESANTI MICROELEMENTI CON TITOLO INFERIORE OD UGUALE AL 10% Metodo IX.1 Estrazione dei microelementi totali 1. Oggetto Il presente documento

Dettagli

PROVA STRUTTURATA DI CHIMICA ORGANICA

PROVA STRUTTURATA DI CHIMICA ORGANICA 1. Una delle seguenti definizioni di gruppo funzionale è errata. Quale? "In chimica organica, i gruppi funzionali sono gruppi di atomi presenti in ogni molecola A. dai quali dipendono le caratteristiche

Dettagli

La caratterizzazione del rifiuto è solo una questione di analisi?

La caratterizzazione del rifiuto è solo una questione di analisi? La caratterizzazione del rifiuto è solo una questione di analisi? Dr Chimico Giuseppe Postorino Provincia di Reggio Calabria Reggio Calabria 30 maggio 2014 100 volume d affari dei servizi su base nazionale

Dettagli

1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI.

1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI. PAGINA 1 di 6 1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI. QUANTITA 1 Flacone acido solforico H 2 SO 4 (25%) (P.A.) 1 Flacone acido nitrico HNO 3 concentrato (65%) (SUPRAPUR x ANALISI

Dettagli

H 2 SO 3 HNO 3 H 2 O 2. CaCO 3. Ca(HCO 3 ) 2. K 2 Cr 2 O 7. MgBr 2 Nomenclatura dei. composti inorganici PIERANDREA MALFI. LiH.

H 2 SO 3 HNO 3 H 2 O 2. CaCO 3. Ca(HCO 3 ) 2. K 2 Cr 2 O 7. MgBr 2 Nomenclatura dei. composti inorganici PIERANDREA MALFI. LiH. PIERANDREA MALFI CaCO 3 NaNO 2 KI HNO 3 H 2 SO 3 LiH Al 2 (SO 4 ) 3 MgBr 2 Nomenclatura dei Ba(OH) composti inorganici 2 NaCN Al 2 O 3 Ca(HCO 3 ) 2 H 2 O 2 K 2 Cr 2 O 7 Pierandrea Malfi TA KIMIKA Nomenclatura

Dettagli

Dissociazione elettrolitica

Dissociazione elettrolitica Dissociazione elettrolitica Le sostanze ioniche si solubilizzano liberando ioni in soluzione. La dissociazione elettrolitica è il processo con cui un solvente separa ioni di carica opposta e si lega ad

Dettagli

Esame del corso di ANALISI DEI Farmaci 1, Laurea Specialistica in CTF Camerino, 4 Giugno 2004

Esame del corso di ANALISI DEI Farmaci 1, Laurea Specialistica in CTF Camerino, 4 Giugno 2004 Esame del corso di AALISI DEI Farmaci 1, Laurea Specialistica in CTF Camerino, 4 Giugno 2004 1) Una bottiglia di HCl ha sull'etichetta i seguenti dati: d = 1,185; percentuale HCl 36,5% (p/p). Calcolare:

Dettagli

Selezione per le Olimpiadi Internazionali della Chimica 2010 Fase nazionale - Problemi a risposta aperta Frascati, 31 maggio 2010

Selezione per le Olimpiadi Internazionali della Chimica 2010 Fase nazionale - Problemi a risposta aperta Frascati, 31 maggio 2010 Selezione per le limpiadi Internazionali della Chimica 2010 Fase nazionale - Problemi a risposta aperta Frascati, 31 maggio 2010 1. SALI DPPI Un sale doppio è un sale che cristallizza da una soluzione

Dettagli

SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A.

SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A. SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A. ALLEGATO E al capitolato d'oneri ELENCO PREZZI LOTTO 1 Matrice Parametro

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI combustione e ossidazione

LE TRASFORMAZIONI combustione e ossidazione LE TRASFORMAZIONI combustione e ossidazione DIARIO DI BORDO Prof.ssa LOPALCO CONCETTA 2^ classe dell ITIS Lanoce di MAGLIE (Le) Percorso didattico sul tema TRASFORMAZIONI (combustione e ossidazione) sviluppato

Dettagli

scienza come gioco chimica in casa

scienza come gioco chimica in casa IS science centre immaginario scientifico Laboratorio dell'immaginario Scientifico - Trieste tel. 040224424 - fax 040224439 - e-mail: lis@lis.trieste.it - www.immaginarioscientifico.it indice Simulazione

Dettagli

Com è fatto l atomo ATOMO. UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile. OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle

Com è fatto l atomo ATOMO. UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile. OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle STRUTTURA ATOMO Com è fatto l atomo ATOMO UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle PROTONI particelle con carica elettrica positiva e

Dettagli

Diffusività dei Gas. componente A in direzione della diffusione di A in A+B gr.moli/m 3 Dx Distanza nella direzione della diffusione di A in A+B m

Diffusività dei Gas. componente A in direzione della diffusione di A in A+B gr.moli/m 3 Dx Distanza nella direzione della diffusione di A in A+B m Diffusività dei Gas Descriviamo l assorbimento di un gas in un liquido per introdurre il concetto di diffusività. Si voglia ad esempio assorbire con acqua dell ammoniaca contenuta in un gas sia per liberare

Dettagli

2.13 TITOLAZIONI POTENZIOMETRICHE CON IL METODO DI GRAN

2.13 TITOLAZIONI POTENZIOMETRICHE CON IL METODO DI GRAN 2 Analisi chimica strumentale 47 Lo stesso accade per le titolazioni conduttimetriche. 48 Queste misure, fra l altro, risultano anche più veloci di quelle effettuate vicino al punto di equivalenza perché

Dettagli

LABORATORIO PLS CHIMICA DEI MATERIALI SINTESI DI NANOGOLD

LABORATORIO PLS CHIMICA DEI MATERIALI SINTESI DI NANOGOLD PIANO NAZIONALE LAUREE SCIENTIFICHE (PNLS1) la scienza per una migliore qualità della vita LABORATORIO PLS CHIMICA DEI MATERIALI SINTESI DI NANOGOLD Relazione LAB PLS Chimica dei Materiali 01-07-2011 pag.

Dettagli

Capitolo n. 4 - Metodi elettrochimici

Capitolo n. 4 - Metodi elettrochimici Capitolo n. 4 - Metodi elettrochimici 4.3.1 - Conducibilità elettrica delle soluzioni La conduttimetria è una tecnica analitica basata sulla misura della conducibilità elettrica delle soluzioni elettrolitiche

Dettagli

RICHIESTA DI ALLACCIO ALLA RETE FOGNARIA CONSORTILE

RICHIESTA DI ALLACCIO ALLA RETE FOGNARIA CONSORTILE Consorzio Industriale Provinciale Cagliari Sede Legale e Recapito Postale: Viale Diaz, 86 09125 CAGLIARI tel 070 2481 fax 070 247411 www.cacip.it Sede Legale e Recapito Postale: Viale A. Diaz, 86 09125

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO LE ACQUE DELLA RETE IDRICA COMUNALE. La Qualità I Controlli La Sicurezza Alimentare. Mario Tomasoni. Brescia 16.12.

COMUNE DI BOVEZZO LE ACQUE DELLA RETE IDRICA COMUNALE. La Qualità I Controlli La Sicurezza Alimentare. Mario Tomasoni. Brescia 16.12. COMUNE DI BOVEZZO LE ACQUE DELLA RETE IDRICA COMUNALE La Qualità I Controlli La Sicurezza Alimentare Mario Tomasoni Brescia 16.12.2013 IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NEL GRUPPO A2A Il Gruppo A2A gestisce

Dettagli

LE SOLUZIONI 1.molarità

LE SOLUZIONI 1.molarità LE SOLUZIONI 1.molarità Per mole (n) si intende una quantità espressa in grammi di sostanza che contiene N particelle, N atomi di un elemento o N molecole di un composto dove N corrisponde al numero di

Dettagli

I MINERALI DELLA CROSTA TERRESTRE

I MINERALI DELLA CROSTA TERRESTRE I MINERALI DELLA CROSTA TERRESTRE Sono solidi cristallini, di origine inorganica, caratterizzati da una precisa formula chimica. Una sostanza è un minerale se: si presenta come solido cristallino, cioè

Dettagli

La catalasi: un enzima in azione

La catalasi: un enzima in azione Percorso di Didattica laboratoriale La catalasi: un enzima in azione Scuola Secondaria di Secondo Grado IISS - IPSIA E. Majorana Bari Classe IV B Docente: Miralma Serio Organizzatore cognitivo: Le trasformazioni

Dettagli

Tecniche di risanamento e sistemi di trattamento anti-legionella

Tecniche di risanamento e sistemi di trattamento anti-legionella CONVEGNO Mercoledì 9 marzo 2011 TRATTAMENTI ANTILEGIONELLA I recenti sviluppi normativi, le soluzioni, le tecnologie e la manutenzione degli impianti idrico sanitari Tecniche di risanamento e sistemi di

Dettagli