PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DI UN PREMESSO CHE: nell ambito delle rispettive competenze, hanno promosso la costituzione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DI UN PREMESSO CHE: nell ambito delle rispettive competenze, hanno promosso la costituzione"

Transcript

1 PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DI UN OSSERVATORIO REGIONALE DEI PREZZI DEL MERCATO IMMOBILIARE E DEI COSTI DI MANUTENZIONE RISTRUTTURAZIONE E RESTAURO DELLE OPERE EDILI PREMESSO CHE: - La Camera di Commercio di Enna e l Università di Enna Kore, nell ambito delle rispettive competenze, hanno promosso la costituzione dell Osservatorio Regionale dei Prezzi del Mercato Immobiliare e dei Costi di manutenzione ristrutturazione e restauro delle opere edili, nel prosieguo chiamato brevemente Osservatorio ; - L Osservatorio rappresenta un efficace organismo di servizio per tutti gli operatori del mercato immobiliare e del settore edile in riscontro alla opportunità, generalmente avvertita, che nella Regione Siciliana venga realizzato un servizio di raccolta e di analisi dei prezzi del Mercato Immobiliare e dei costi riguardanti le opere di ristrutturazione, manutenzione e restauro delle opere edili; - L Osservatorio risulta strumento che può utilmente contribuire alla ripresa economica del comparto immobiliare e di quello edile in Sicilia; I sottoscritti firmatari del presente protocollo, nella qualità di rappresentanti legali degli Enti e Organismi che presiedono DICHIARANO di aderire all Osservatorio, partecipando attivamente alla sua attività e con- 1

2 tribuendo a realizzare gli obiettivi che esso intende raggiungere. A tal fine concordano che gli obiettivi che l Osservatorio deve conseguire sono Raccogliere Elaborare Rendere consultabili attraverso un portale telematico i dati relativi : - ai prezzi di compravendita e di locazione del mercato immobiliare suddivisi per aree omogenee del territorio; - ai prezzi relativi a mano d opera, materie prime, noleggi e voci compiute ricorrenti nei lavori edili, con speciale riferimento ai lavori di manutenzione, ristrutturazione e restauro. L Osservatorio procederà all aggiornamento periodico dei prezzi, almeno semestrale, attivando analisi di tipo economico e statistico sull andamento del mercato immobiliare e di quello dei lavori edili. Il presente protocollo d intesa ha validità per tre anni decorrenti dalla sua sottoscrizione e, nel silenzio dei promotori Camera di Commercio e Università di Enna Kore, si intenderà tacitamente rinnovata tra le parti che non ne avranno dato disdetta. Per consentire all Osservatorio di conseguire gli obiettivi proposti, i sottoscritti APPROVANO IL REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL OSSERVATORIO Art. 1 - Finalità del Regolamento Il presente Regolamento definisce e disciplina gli impegni che i sottoscrittori assumono con l adesione all Osservatorio, ne detta le regole di funzionamento e di finanziamento, ne definisce gli aspetti tecnici, gestionali ed operativi. 2

3 Art. 2 - Costituzione e sede E costituito l Osservatorio Regionale dei Prezzi del Mercato Immobiliare e dei Costi di manutenzione ristrutturazione e restauro delle opere edili. L Osservatorio ha natura associativa e ha sede presso la Camera di Commercio di Enna.. Art. 3 Soggetti ammessi Possono fare parte dell Osservatorio, oltre ai promotori Camera di Commercio di Enna e Università di Enna Kore, Associazioni imprenditoriali, Ordini e Collegi professionali, professionisti singoli e associati, operatori economici e professionali, Enti pubblici e privati, operanti nel territorio regionale o aventi competenze nei settori del mercato immobiliare e delle costruzioni edili. Per essere ammessi i soggetti interessati devono avanzare al Comitato di coordinamento dell Osservatorio richiesta scritta a firma del legale rappresentante, nel rispetto di quanto previsto al successivo art. 4 (Finanziamento). Dall ammissione deriva l obbligo di collaborazione e partecipazione alle attività dell Osservatorio con particolare riferimento alla trasmissione in tempi congrui di tutti i dati e notizie che l Osservatorio riterrà utili per il suo funzionamento. In qualunque momento è ammesso il recesso a seguito di semplice comunicazione scritta. Art. 4 Finanziamento L Osservatorio, superata la fase di start up, a regime tenderà a rendersi finanziariamente autonomo. A tal fine potrà fornire a pagamento i propri ser- 3

4 vizi o parte di essi, acquisire sponsorizzazioni, accettare donazioni e attivare ogni altra iniziativa idonea allo scopo. I soggetti di cui al precedente articolo sono ammessi a condizione che si impegnino a versare per i primi tre anni di attività dell Osservatorio un contributo annuale di almeno 1.000,00 (mille). Il primo versamento va effettuato al momento della richiesta di ammissione, quelli successivi entro il mese di febbraio di ciascun anno. Gli Enti pubblici istituzionali sono esclusi dall obbligo di versamento del contributo. Resta salva la possibilità di contribuzioni volontarie anche una tantum. Possono fare parte del Comitato di coordinamento di cui al successivo art. 5 i soggetti che versino un contributo annuale di almeno (tremila). La Camera di Commercio di Enna versa annualmente un contributo fisso di (diecimila). Art. 5 Gestione amministrativa La gestione amministrativa dell Osservatorio è affidata ad un Comitato di coordinamento del quale fanno parte, oltre ai promotori Camera di Commercio e Università di Enna, un rappresentante di ciascuno dei soggetti ammessi che abbiano versato un contributo annuale pari ad almeno 3.000,00 (tremila). Al Comitato, diretto dal Presidente della Camera di Commercio, o suo delegato, con funzione anche di Referente dell Osservatorio, sono attribuite le seguenti funzioni: 1. Decidere le iniziative e il programma annuale di attività dell Osservatorio 4

5 2. Rappresentare all esterno l Osservatorio 3. Decidere sulle richieste di nuove ammissioni 4. Escludere soggetti che abbiano tenuto comportamenti inconciliabili con la loro permanenza nell Osservatorio 5. Approvare entro il 31 dicembre il preventivo di spesa per l anno successivo, su proposta del Preside della Facoltà di Ingegneria e Architettura 6. Approvare entro il mese di febbraio la rendicontazione dell apposito sottoconto istituito dall Università per la gestione dell Osservatorio e la relazione sull attività svolta, presentate dal Preside della Facoltà di Ingegneria e Architettura. Il Comitato di coordinamento dura in carica un anno dal suo insediamento. Art. 6 Gestione tecnica La gestione tecnica dell Osservatorio è affidata alla Facoltà di Ingeneria ed Architettura che provvede a fornire il supporto tecnico-scientifico, mettendo a disposizione le risorse umane necessarie alla raccolta e all elaborazione dei dati e quelle necessarie alla gestione del portale telematico. Art. 7 Commissione di certificazione Presso l Osservatorio è istituita la Commissione di Certificazione a cui partecipano, oltre ai rappresentanti dei promotori Camera di Commercio e Università, un rappresentante di ciascun soggetto ammesso. La Commissione ha il compito di validare tutti i prezzi di compravendita e di locazione del mercato immobiliare nonchè quelli relativi a manodopera, materie prime, noleggi e voci compiute ricorrenti nei lavori edili, con speciale riferimento ai lavori di manutenzione, ristrutturazione e restauro rileva- 5

6 ti dall Osservatorio. La Commissione, coordinata dal Preside dela Facoltà di Ingegneria e Architettura o suo delegato, si dota di un proprio regolamento interno di funzionamento e può articolare la propria attività in sottocommissioni. Art. 8 - Pubblicità I soggetti aderenti all Osservatorio potranno pubblicizzarlo quale elemento di qualificazione delle rispettive attività senza snaturarne gli scopi. Tutti gli studi, i dati, i progetti, le ricerche e le attività in progress, prodotti dall Osservatorio non potranno essere divulgati a terzi prima del loro completamento e senza adeguata autorizzazione rilasciata dal Comitato di cui all art.4. La Camera di Commercio provvederà a curare i rapporti e le interlocuzioni con tutti gli Enti e gli Organismi locali operanti a livello regionale nel settore edile ed immobiliare, interessati alle attività dell Osservatorio. Provvederà altresì a diffondere i risultati dell attività dell Osservatorio curandone gli aspetti relativi alla comunicazione e all informazione, anche attraverso l organizzazione di iniziative convegnistiche, pubblicazione di report cartacei e/o su supporto magnetico. La Camera di Commercio provvederà a raccordare l attività dell Osservatorio con le analoghe iniziative realizzate da Enti del sistema camerale nazionale. Art. 9 Pubblicità Ogni controversia che dovesse insorgere per l applicazione del presente regolamento sarà devoluta alla decisione di un arbitro nominato dalla Camera arbitrale presso la Camera di Commercio di Enna. 6

7 7

Consorzio S.I.R. Umbria (L.r. 31 luglio 1998, n.27)

Consorzio S.I.R. Umbria (L.r. 31 luglio 1998, n.27) CONVENZIONE TRA LA REGIONE DELL UMBRIA, LE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI DI PERUGIA E TERNI, I COMUNI DELL UMBRIA LE COMUNITÀ MONTANE DELL UMBRIA PREMESSO CHE: - La legge regionale 31 luglio 1998, n. 27

Dettagli

PO FESR Sicilia 2007/2013 Piano di Comunicazione

PO FESR Sicilia 2007/2013 Piano di Comunicazione REPUBBLICA ITALIANA Unione Europea Regione Siciliana PRESIDENZA DIPARTIMENTO REGIONALE DELLA PROGRAMMAZIONE Area Coordinamento, Comunicazione, Assistenza tecnica UOB I - Servizi della Comunicazione PO

Dettagli

Lettera di adesione all iniziativa Sportelli in Rete. considerato che

Lettera di adesione all iniziativa Sportelli in Rete. considerato che Lettera di adesione all iniziativa Sportelli in Rete considerato che - il Ministero dell Economia e delle Finanze, con il D.M. 24 febbraio 2000 e con il successivo D.M. 2 maggio 2001, ha deliberato di

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

MANDATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI INCARICATO PER IL RILASCIO DI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE DIGITALE TRA

MANDATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI INCARICATO PER IL RILASCIO DI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE DIGITALE TRA MANDATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI INCARICATO PER IL RILASCIO DI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE DIGITALE TRA 1) I SUPPORTI BS SRL, con sede in Brescia Via Romanino n. 1 in persona del leg.rappresentante

Dettagli

Comune di Rotondi CONSIDERATO

Comune di Rotondi CONSIDERATO CONVENZIONE PER INTRODURRE L UTILIZZO DELLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLO SVOLGIMENTO DELLE FUNZIONI DI INTERESSE CONDIVISO TRA CAMERA E COMUNI DEL TERRITORIO TRA La Camera di

Dettagli

STATUTO. TITOLO 1 - Denominazione - Sede - Scopo

STATUTO. TITOLO 1 - Denominazione - Sede - Scopo STATUTO TITOLO 1 - Denominazione - Sede - Scopo Articolo 1 - E costituita l associazione senza fini di lucro denominata Information Systems Audit and Control Association (ISACA) Capitolo di Roma, con sede

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE POLITICO CULTURALE "ADESSO PADOVA"

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE POLITICO CULTURALE ADESSO PADOVA STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE POLITICO CULTURALE "ADESSO PADOVA" Art.1 COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA E CADENZA DEGLI INCONTRI 1.1 È costituita una libera associazione politico-culturale denominata

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA: L UNIVERSITA DI SIENA IL DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA: L UNIVERSITA DI SIENA IL DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA PROVVEDITORATO REGIONALE PER LA TOSCANA SETTORE DELLA SEGRETERIA E DEGLI AFFARI GENERALI -Settore dell Organizzazione- Polo Universitario

Dettagli

ACCORDO QUADRO PREMESSO

ACCORDO QUADRO PREMESSO ACCORDO QUADRO TRA Sapienza Università di Roma, di seguito denominata Università, con sede legale in Roma, P.le Aldo Moro n. 5, Codice Fiscale n. 80209930587, rappresentata dal Rettore Prof. Luigi Frati,

Dettagli

Associazione Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia STATUTO

Associazione Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia STATUTO Art. 1 Denominazione, sede e durata È costituita un Associazione denominata Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia con sede in Milano. Essa può costituire uffici esterni con le modalità che verranno

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA)

ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA) ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA) 10/022/CR6d/C7 Accordo di collaborazione (ex art. 15 Legge 7 agosto 1990, n

Dettagli

ANMI Associazione Nazionale Marinai Italia

ANMI Associazione Nazionale Marinai Italia CONVENZIONE SUSSIDI SANITARI Stipulata tra Soc.Gen.Mutuo Soccorso Mutua Basis Assistance Di seguito definita MBA Sede Legale: Via Gemona del Friuli, 22, Roma cap 00188 E ANMI Associazione Nazionale Marinai

Dettagli

PRSE 2012-2015 Progetto speciale di interesse regionale Toscana Turistica Sostenibile e Competitiva Fase 2

PRSE 2012-2015 Progetto speciale di interesse regionale Toscana Turistica Sostenibile e Competitiva Fase 2 PRSE 2012-2015 Progetto speciale di interesse regionale Toscana Turistica Sostenibile e Competitiva Fase 2 ALL. A Accordo per l adesione alla fase applicativa degli Osservatori Turistici di Destinazione

Dettagli

Statuto TEXCLUBTEC. Art. 1. E costituita in Milano l Associazione denominata TEXCLUBTEC. Art. 2

Statuto TEXCLUBTEC. Art. 1. E costituita in Milano l Associazione denominata TEXCLUBTEC. Art. 2 Statuto TEXCLUBTEC Art. 1 E costituita in Milano l Associazione denominata TEXCLUBTEC Art. 2 L Associazione ha sede in Milano, in Viale Sarca n. 223. è dotata di adeguata struttura tecnica e amministrativa

Dettagli

R E G G I O E M I L I A PROTOCOLLO DEONTOLOGICO DELLE IMPRESE DI SERVIZI

R E G G I O E M I L I A PROTOCOLLO DEONTOLOGICO DELLE IMPRESE DI SERVIZI R E G G I O E M I L I A PROTOCOLLO DEONTOLOGICO DELLE IMPRESE DI SERVIZI 2 Sommario Prima parte: disposizioni generali... 5 1. Finalità... 5 2. Accettazione del Protocollo deontologico... 5 3. Comitato

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SGUINZAGLIATI

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SGUINZAGLIATI STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SGUINZAGLIATI ARTICOLO 1 - DENOMINAZIONE E SEDE E costituita l associazione di promozione sociale, ai sensi della L. 383/2000 e della L.R. 9/2004, denominata SGUINZAGLIATI L associazione

Dettagli

VSIX NEUTRAL ACCESS POINT

VSIX NEUTRAL ACCESS POINT VSIX NEUTRAL ACCESS POINT UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA SEDE DI GALLERIA SPAGNA, 28-35127 PADOVA REGOLAMENTO DI ADESIONE VERSIONE DATA EMISSIONE DESCRIZIONE DELLE MODIFICHE 2.0 8 OTTOBRE 2014 AGGIORNAMENTO

Dettagli

STATUTO DELLA CAMERA DI COMMERCIO ITALO-RUSSA

STATUTO DELLA CAMERA DI COMMERCIO ITALO-RUSSA STATUTO DELLA CAMERA DI COMMERCIO ITALO-RUSSA In Italia Corso Sempione, 32/B 20154 Milano Tel.: +39 02 86995240 Fax: +39 02 85910363 info@ccir.it www.ccir.it In Russia Nižnij Kislovskij pereulok, 1 125009

Dettagli

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2 ARTICOLO 1 E costituita con sede legale in Torino, presso Villa della Regina, Strada Santa Margherita, 79, l Associazione AMICI DI VILLA DELLA REGINA, senza fini di lucro ed avente struttura democratica.

Dettagli

dossier Perché conciliare L evoluzione normativa degli ultimi anni Paola Marzocchini

dossier Perché conciliare L evoluzione normativa degli ultimi anni Paola Marzocchini dossier 7 Perché conciliare L evoluzione normativa degli ultimi anni Paola Marzocchini La Risoluzione alternativa delle controversie (Alternative Dispute Resolution ADR) si è sviluppata negli USA dopo

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA 1) Denominazione E costituita, ai sensi degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile una Associazione senza scopo di lucro denominata

Dettagli

PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE

PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE Versione n 7 del 21/09/2013 PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE per conto corrente depositi finanziamenti leasing altri servizi regolati dalle disposizioni della Banca d Italia, esclusi i servizi di pagamento

Dettagli

STATUTO. Approvato dalla Regione Lombardia con Decreto n. 25234 del 22 ottobre 2001. Associazione senza fini di lucro e di attività sociale

STATUTO. Approvato dalla Regione Lombardia con Decreto n. 25234 del 22 ottobre 2001. Associazione senza fini di lucro e di attività sociale STATUTO Approvato dalla Regione Lombardia con Decreto n. 25234 del 22 ottobre 2001 Associazione senza fini di lucro e di attività sociale Sezione Provinciale di Milano - Via Venezian 1 20133 Milano 1 TITOLO

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI TURISMO TRA

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI TURISMO TRA PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI TURISMO TRA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CASERTA PROVINCIA DI CASERTA COMUNE DI CASERTA E AZIENDA SPECIALE S.IN.T.E.S.I. DELLA CAMERA DI

Dettagli

Rev.1 del 30 maggio 2013. Il modello organizzativo

Rev.1 del 30 maggio 2013. Il modello organizzativo Rev.1 del 30 maggio 2013 Il modello organizzativo INDICE 1. Premessa 2. Missione 3. Sistema di responsabilità 4. Mappa dei processi 5. Mansionario 1. Premessa Un laboratorio congiunto di ricerca sui temi

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA COACH PROFESSIONISTI - IV Congresso, Roma 20 ottobre 2013 -

ASSOCIAZIONE ITALIANA COACH PROFESSIONISTI - IV Congresso, Roma 20 ottobre 2013 - Lo statuto è l ossatura organizzativa che esprime la democrazia interna. Essere un associazione al servizio dei propri soci è possibile solo seguendo un principio fondamentale: una persona, un voto. Ogni

Dettagli

Protocollo d intesa Ordine degli ingegneri di Pescara-Synergie Italia S.p.A.

Protocollo d intesa Ordine degli ingegneri di Pescara-Synergie Italia S.p.A. Protocollo d intesa Ordine degli ingegneri di Pescara-Synergie Italia S.p.A. L Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pescara, con sede legale in Pescara cap 65121 (PE), in piazza dello Spirito Santo

Dettagli

MANDATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI INCARICATO PER IL RILASCIO DI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE DIGITALE E DELLA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI TRA

MANDATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI INCARICATO PER IL RILASCIO DI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE DIGITALE E DELLA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI TRA MANDATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI INCARICATO PER IL RILASCIO DI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE DIGITALE E DELLA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI TRA 1) La Camera di Commercio di Bergamo, con sede in Largo

Dettagli

SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA

SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA REGIONE SICILIANA PRESIDENZA DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE INTERREG IIIC - ZONA SUD OPERAZIONE QUADRO REGIONALE TREND COMPOSANTE 4 - PROGETTI DIMOSTRATIVI SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA 1 Soggetto

Dettagli

Protocollo d Intesa del Coordinamento Cittadino e Provinciale Contro la Violenza sulle Donne (CCPCVD)

Protocollo d Intesa del Coordinamento Cittadino e Provinciale Contro la Violenza sulle Donne (CCPCVD) Protocollo d Intesa del Coordinamento Cittadino e Provinciale Contro la Violenza sulle Donne (CCPCVD) PREMESSO CHE - la violenza nei confronti delle donne costituisce una violazione dei diritti umani fondamentali

Dettagli

ASSOCIAZIONE CULTURALE IL PONTE DELLA BIONDA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO SENZA SCOPO DI LUCRO Via dei Terraioli,13-40129 BOLOGNA

ASSOCIAZIONE CULTURALE IL PONTE DELLA BIONDA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO SENZA SCOPO DI LUCRO Via dei Terraioli,13-40129 BOLOGNA ASSOCIAZIONE CULTURALE IL PONTE DELLA BIONDA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO SENZA SCOPO DI LUCRO Via dei Terraioli,13-40129 BOLOGNA STATUTO ART. 1 E costituita in Bologna, via dei Terraioli, 13 l Associazione

Dettagli

STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO

STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO Art. 1 Denominazione E costituita, anche ai sensi dell art. 13 della L.R. 7/98, una associazione, senza scopo di lucro, denominata

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE Oggi, 15 settembre 2015, in Verona, via Rotaldo 11, i sottoscritti si sono riuniti per costituire, ai sensi degli artt. 36 e segg. del Codice Civile, un associazione culturale,

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA E SOLIDARIETÀ SOCIALE

REGIONE LOMBARDIA DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA E SOLIDARIETÀ SOCIALE PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA E SOLIDARIETÀ SOCIALE E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA E FONDAZIONE ISMU FONDAZIONE PER LE INIZIATIVE E LO STUDIO SULLA

Dettagli

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E LA SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE L ARCA AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 1, DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 1991, N. 381 (ESENTE DA BOLLO AI SENSI D.L. 4.12.1997 N. 460

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO

REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO PROGRAMMA D AZIONE 2006 - prime linee - Premessa La sottoscrizione

Dettagli

Architectura.Place. Art. 1 - COSTITUZIONE, NATURA E FINALITÀ DELL ASSOCIAZIONE

Architectura.Place. Art. 1 - COSTITUZIONE, NATURA E FINALITÀ DELL ASSOCIAZIONE Architectura.Place - Statuto Art. 1 - COSTITUZIONE, NATURA E FINALITÀ DELL ASSOCIAZIONE 1.1. E costituita una associazione denominata di qui in avanti indicata, per semplicità, l Associazione. 1.2. L Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE SPONSORIZZAZIONI

REGOLAMENTO PER LE SPONSORIZZAZIONI REGOLAMENTO PER LE SPONSORIZZAZIONI Art. 1 - Finalità Il presente regolamento disciplina l attività di sponsorizzazione, da parte di soggetti terzi, di eventi, progetti, iniziative e attività promossi,

Dettagli

ASSOCIAZIONE CULTURALE GRIFO

ASSOCIAZIONE CULTURALE GRIFO ASSOCIAZIONE CULTURALE GRIFO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE > TITOLO 1 COSTITUZIONE, SCOPO, SEDE, DURATA Art. 1. E costituita, tra i sottoscritti a norma dell art. 36 del codice civile, un Associazione Culturale

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE. LoveItaly! Associazione Culturale. Articolo 1. Denominazione sede durata

STATUTO DI ASSOCIAZIONE. LoveItaly! Associazione Culturale. Articolo 1. Denominazione sede durata STATUTO DI ASSOCIAZIONE LoveItaly! Associazione Culturale Articolo 1 Denominazione sede durata È costituita, ai sensi degli art. 14 e seguenti del Codice Civile, l Associazione denominate LoveItaly! Associazione

Dettagli

COSTITUZIONE DEL CONSORZIO DI GARANZIA FIDI REGGIO EMILIA COFIRE CON SEDE IN REGGIO EMILIA. PATTI CONSORTILI ARTICOLO 1 Denominazione e sede

COSTITUZIONE DEL CONSORZIO DI GARANZIA FIDI REGGIO EMILIA COFIRE CON SEDE IN REGGIO EMILIA. PATTI CONSORTILI ARTICOLO 1 Denominazione e sede COSTITUZIONE DEL CONSORZIO DI GARANZIA FIDI REGGIO EMILIA COFIRE CON SEDE IN REGGIO EMILIA PATTI CONSORTILI ARTICOLO 1 Denominazione e sede E costituito un Consorzio di garanzia collettiva fra le imprese

Dettagli

1/5 FOGLIO INFORMATIVO GARANZIA A PRIMA RICHIESTA O SUSSIDIARIA. Foglio Informativo n. 6 approvato in data 30.07.2014 Revisione: dicembre 2014

1/5 FOGLIO INFORMATIVO GARANZIA A PRIMA RICHIESTA O SUSSIDIARIA. Foglio Informativo n. 6 approvato in data 30.07.2014 Revisione: dicembre 2014 Foglio Informativo n. 6 approvato in data 30.07.2014 Revisione: dicembre 2014 FOGLIO INFORMATIVO GARANZIA A PRIMA RICHIESTA O SUSSIDIARIA INFORMAZIONI SUL CONFIDI UNIFIDI IMPRESE SICILIA SOCIETÀ COOPERATIVA

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI FINALITÀ e OBIETTIVI Articolo 1 Denominazione e sede È costituita l associazione di promozione sociale denominata Porte Aperte Offene Türen, senza

Dettagli

Accordo Quadro. Confesercenti nazionale. Intesa SanPaolo S.p.A.

Accordo Quadro. Confesercenti nazionale. Intesa SanPaolo S.p.A. Accordo Quadro Confesercenti nazionale Intesa SanPaolo S.p.A. Data di sottoscrizione: 15 aprile 2002 Validità : annuale Anno 2007: in vigore Art. 1 Intesa SanPaolo e Confesercenti valuteranno congiuntamente

Dettagli

ACCORDO. I sottofirmatari riunitisi in Desio presso il Dipartimento di Prevenzione della ASLMI3 hanno approvato il seguente documento.

ACCORDO. I sottofirmatari riunitisi in Desio presso il Dipartimento di Prevenzione della ASLMI3 hanno approvato il seguente documento. ACCORDO PER LA REGOLARITA E LA SICUREZZA DEL LAVORO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI NEL TERRITORIO DI COMPETENZA DELLA ASL PROVINCIA DI MILANO 3 ( futura PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA) Oggi, 19.06.2008 I

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L AVVIO DI UN INIZIATIVA A FAVORE DELLE FASCE DI POPOLAZIONE PIU DEBOLI NEL COMUNE DI VENEZIA DENOMINATA

PROTOCOLLO D INTESA PER L AVVIO DI UN INIZIATIVA A FAVORE DELLE FASCE DI POPOLAZIONE PIU DEBOLI NEL COMUNE DI VENEZIA DENOMINATA PROTOCOLLO D INTESA PER L AVVIO DI UN INIZIATIVA A FAVORE DELLE FASCE DI POPOLAZIONE PIU DEBOLI NEL COMUNE DI VENEZIA DENOMINATA CARTA DIAMANTE. oltre i 65 anni Deliberazione G.C. n 580 del 18.11.2004

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO ATTO COSTITUTIVO E STATUTO FONDAZIONE PROMOZIONE ACCIAIO VIA VIVAIO, 11 20122 MILANO - 1 - Costituzione - Sede - Scopo STATUTO Titolo I ART. 1 ORIGINE DELLA FONDAZIONE La FONDAZIONE PROMOZIONE ACCIAIO

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE DANEO

STATUTO ASSOCIAZIONE DANEO STATUTO ASSOCIAZIONE DANEO Art. 1 Costituzione, democraticità della struttura e assenza del fine di lucro 1. È costituita con sede nella scuola elementare Giovanni Daneo in Genova, Salita Concezione 2,

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Art. 1 - Costituzione E costituita l Associazione denominata Amici della Zona Industriale associazione senza fini di lucro ai sensi dell art.36 e ss. del Codice Civile. Art. 2

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI MEDIATORI IMMOBILIARI

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI MEDIATORI IMMOBILIARI Art. 1 - Finalità CODICE DI COMPORTAMENTO DEI MEDIATORI IMMOBILIARI Il presente Codice di Comportamento contiene norme finalizzate a qualificare le imprese di mediazione immobiliare secondo principi di

Dettagli

Statuto di associazione non riconosciuta. 1. È costituita l associazione CONOSCI FIRENZE, d ora in poi chiamata Associazione.

Statuto di associazione non riconosciuta. 1. È costituita l associazione CONOSCI FIRENZE, d ora in poi chiamata Associazione. Statuto di associazione non riconosciuta 1. È costituita l associazione CONOSCI FIRENZE, d ora in poi chiamata Associazione. 2. Essa è retta dal presente statuto e dalle norme vigenti in materia. 3. L

Dettagli

ACCESSO DELLE IMPRENDITRICI ALLE FONTI DI FINANZIAMENTO TRA

ACCESSO DELLE IMPRENDITRICI ALLE FONTI DI FINANZIAMENTO TRA L anno 2002, il giorno 01 del mese di ottobre ACCESSO DELLE IMPRENDITRICI ALLE FONTI DI FINANZIAMENTO TRA il Comitato per la Promozione dell Imprenditorialità Femminile costituita presso la Camera di Commercio,

Dettagli

di seguito indicate anche semplicemente come le Parti, PREMESSI

di seguito indicate anche semplicemente come le Parti, PREMESSI ACCORDO DI PROGRAMMA FRA GLI ENTI PARTECIPANTI ALLA COSTITUZIONE DI UN CENTRO SERVIZI TERRITORIALE NELLA PROVINCIA DI TORINO PER L INCLUSIONE DEI PICCOLI COMUNI NELL ATTUAZIONE DELL E-GOVERNMENT La Regione

Dettagli

ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO

ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO REGOLAMENTO DELLE COMMISSIONI DI STUDIO SULLE MATERIE OGGETTO DELLA PROFESSIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

Dettagli

ACCADEMIA MEDICA INFERMIERISTICA DI EMERGENZA E TERAPIA INTENSIVA PEDIATRICA STATUTO SOCIALE

ACCADEMIA MEDICA INFERMIERISTICA DI EMERGENZA E TERAPIA INTENSIVA PEDIATRICA STATUTO SOCIALE ACCADEMIA MEDICA INFERMIERISTICA DI EMERGENZA E TERAPIA INTENSIVA PEDIATRICA STATUTO SOCIALE Art. 1 - Denominazione È costituita una Associazione Scientifica denominata AMIETIP - ACCADEMIA MEDICA INFERMIERISTICA

Dettagli

STATUTO dell Associazione Culturale SApIE. Società per l Apprendimento e l Istruzione informati da Evidenza.

STATUTO dell Associazione Culturale SApIE. Società per l Apprendimento e l Istruzione informati da Evidenza. STATUTO dell Associazione Culturale SApIE Società per l Apprendimento e l Istruzione informati da Evidenza TITOLO I: Disposizioni generali Art. 1. Denominazione. È costituita l Associazione culturale SApIE,

Dettagli

ASSONAUTICA ITALIANA

ASSONAUTICA ITALIANA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE NAZIONALE PER LA NAUTICA DA DIPORTO E L ECONOMIA DEL MARE ASSONAUTICA ITALIANA (approvato dall Assemblea straordinaria del 22/04/2013) Art. 1 Denominazione, natura giuridica e

Dettagli

CONVENZIONE FRA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA DI TORINO, CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORINO

CONVENZIONE FRA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA DI TORINO, CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORINO CONVENZIONE FRA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA DI TORINO, CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORINO E MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

OGGETTO: CONVENZIONE TRA PLUSERVICE E QUALITY INSURANCE SERVICES PRIVATE BROKER

OGGETTO: CONVENZIONE TRA PLUSERVICE E QUALITY INSURANCE SERVICES PRIVATE BROKER ACCORDO DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE TRA PLUSERVICE E QUALITY INSURANCE SERVICES PRIVATE BROKER La QUALITY INURANCE SERVICES srl, di seguito QIS srl, Partita Iva 07273281217, Iscrizione RUI N B000425675,

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA DON BOSCO RIVOLI TITOLO I NATURA, SCOPI E FINALITÀ

STATUTO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA DON BOSCO RIVOLI TITOLO I NATURA, SCOPI E FINALITÀ STATUTO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA DON BOSCO RIVOLI TITOLO I NATURA, SCOPI E FINALITÀ Art.1 Costituzione E costituita l Associazione sportiva dilettantistica, ai sensi degli articoli 36 e seguenti

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

STATUTO ISTITUTO NAZIONALE SUPERIORE FORMAZIONE OPERATIVA di PROTEZIONE CIVILE I.N.S.F.O. P.C.

STATUTO ISTITUTO NAZIONALE SUPERIORE FORMAZIONE OPERATIVA di PROTEZIONE CIVILE I.N.S.F.O. P.C. STATUTO ISTITUTO NAZIONALE SUPERIORE FORMAZIONE OPERATIVA di PROTEZIONE CIVILE I.N.S.F.O. P.C. Associazione Professionale di Consulenti Tecnici di Pianificazione, Coordinatori dell Emergenza ed Istruttori

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LAUREATI DELLA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO ALUMNICAM

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LAUREATI DELLA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO ALUMNICAM STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LAUREATI DELLA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO ALUMNICAM TITOLO I DENOMINAZIONE, DURATA, SCOPO, PATRIMONIO SOCIALE Art.1 Denominazione E' costituita a Camerino, con sede legale

Dettagli

CONTRATTO DI AFFILIAZIONE COMMERCIALE

CONTRATTO DI AFFILIAZIONE COMMERCIALE CONTRATTO DI AFFILIAZIONE COMMERCIALE Tra la Società EDUFORMA S.r.l., con sede Legale in Vigonza Prov. di Padova, Via Regia 88, Partita IVA 03824150282, in persona del Legale rappresentante Domenico Laterza

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEGLI INTERVENTI STRAORDINARI ED INTEGRATIVI DEL PROGRAMMA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEGLI INTERVENTI STRAORDINARI ED INTEGRATIVI DEL PROGRAMMA Allegato 2 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEGLI INTERVENTI STRAORDINARI ED INTEGRATIVI DEL PROGRAMMA DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DI CUI ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

CONVENZIONE PER L ADESIONE ALL ASSOCIAZIONE UNI-ITALIA

CONVENZIONE PER L ADESIONE ALL ASSOCIAZIONE UNI-ITALIA CONVENZIONE PER L ADESIONE ALL ASSOCIAZIONE UNI-ITALIA L Associazione UNI-ITALIA (d ora in avanti denominata l Associazione), con Direzione Generale in Roma, Viale Pasteur, 10, rappresentata dal Presidente

Dettagli

IL SEGRETARIO GENERALE ai sensi del D.lgs. 30/03/2001 n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni

IL SEGRETARIO GENERALE ai sensi del D.lgs. 30/03/2001 n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni Determinazione dirigenziale n. 1 del 07/01/2013 Oggetto : Servizio di supporto alle attività di digitalizzazione dei flussi documentali dell'albo Gestori Ambientali. Affidamento all'unioncamere Molise

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 3/DCOU/2013 IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE CONSUMATORI E UTENTI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DETERMINAZIONE N. 3/DCOU/2013 IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE CONSUMATORI E UTENTI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DETERMINAZIONE N. 3/DCOU/2013 MODALITÀ DI COMUNICAZIONE DA PARTE DELLE IMPRESE DI VENDITA E/O DI DISTRIBUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA E/O DI GAS NATURALE DELL ISCRIZIONE ALL ELENCO DEGLI OPERATORI ADERENTI

Dettagli

FACSIMILE STATUTO DI COMITATO

FACSIMILE STATUTO DI COMITATO FACSIMILE STATUTO DI COMITATO TITOLO I Denominazione - sede ART. 1 E costituito, nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed ai sensi degli artt. 39 e segg. del Codice civile, un comitato

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO Reg. Inc. n. Pordenone, lì CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO INFORMATICO ALL ATTIVITÀ DI ESTRAPOLAZIONE, ELABORAZIONE E MONITORAGGIO STATISTICO

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA tra

PROTOCOLLO DI INTESA tra PROTOCOLLO DI INTESA tra Comune di Bologna, con sede legale in Piazza Liber Paradisus n. 10, Bologna, nella persona di Virginio Merola in qualità di Sindaco della Città di Bologna; Asppi, con sede legale

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DELL ASSOCIAZIONE GIRO GIRO TONDO ONLUS ATTO REGISTRATO PRESSO L'AGENZIA DELLE ENTRATE DI ROMA 7 IL 12.01.

ATTO COSTITUTIVO DELL ASSOCIAZIONE GIRO GIRO TONDO ONLUS ATTO REGISTRATO PRESSO L'AGENZIA DELLE ENTRATE DI ROMA 7 IL 12.01. ATTO COSTITUTIVO DELL ASSOCIAZIONE GIRO GIRO TONDO ONLUS ATTO REGISTRATO PRESSO L'AGENZIA DELLE ENTRATE DI ROMA 7 IL 12.01.2010 CON IL N 162 In Grottaferrata (Roma), si sono riuniti il giorno 18 Dicembre

Dettagli

ACCORDO QUADRO TRA. partita iva 00754150100, con sede legale in Genova, Via Balbi 5, rappresentata dal Magnifico

ACCORDO QUADRO TRA. partita iva 00754150100, con sede legale in Genova, Via Balbi 5, rappresentata dal Magnifico ACCORDO QUADRO TRA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA (di seguito anche l'università ), codice fiscale e partita iva 00754150100, con sede legale in Genova, Via Balbi 5, rappresentata dal Magnifico Rettore,

Dettagli

STATUTO. Capo 1 - COSTITUZIONE E SEDE DELLA LEGA REGIONALE SICILIA

STATUTO. Capo 1 - COSTITUZIONE E SEDE DELLA LEGA REGIONALE SICILIA 1 STATUTO EMOPATIE E I TUMORI DELL INFANZIA REGIONE O.N.L.U.S. FEDERAZIONE ASSOCIAZIONI NE DI THALASSEMIA E DREPANOCITOSI (F.A.S.T.e D.) Capo 1 - COSTITUZIONE E SEDE DELLA LEGA REGIONALE Art.1- L organizzazione

Dettagli

BORSA IMMOBILIARE DI PARMA - BIPAR

BORSA IMMOBILIARE DI PARMA - BIPAR BORSA IMMOBILIARE DI PARMA - BIPAR REGOLAMENTO GENERALE Articolo 1. Borsa Immobiliare di Parma Articolo 2. Norme generali Articolo 3. Definizioni Articolo 4. Finalità Articolo 5. Oggetto della negoziazione

Dettagli

Banca del Tempo di Isola Vicentina

Banca del Tempo di Isola Vicentina Banca del Tempo di Isola Vicentina Regolamento della BDT di Isola Vicentina Vers. 2.0 del 13 Agosto 2014 Pag. 1 Sommario BDT... Error! Bookmark not defined. di Isola Vicentina... 1 REGOLAMENTO INTERNO...

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE POLITICO CULTURALE "VERONA DEMOCRATICA"

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE POLITICO CULTURALE VERONA DEMOCRATICA STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE POLITICO CULTURALE "VERONA DEMOCRATICA" Art.1 - COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA E' costituita una libera associazione politico-culturale denominata VERONA DEMOCRATICA"

Dettagli

1/5 FOGLIO INFORMATIVO INIZIATIVA TOP EUROPE GARANZIA A PRIMA RICHIESTA. Foglio Informativo n. 2 approvato in data: 3.12.2014 Revisione: dicembre 2014

1/5 FOGLIO INFORMATIVO INIZIATIVA TOP EUROPE GARANZIA A PRIMA RICHIESTA. Foglio Informativo n. 2 approvato in data: 3.12.2014 Revisione: dicembre 2014 Foglio Informativo n. 2 approvato in data: 3.12.2014 Revisione: dicembre 2014 FOGLIO INFORMATIVO INIZIATIVA TOP EUROPE GARANZIA A PRIMA RICHIESTA INFORMAZIONI SUL CONFIDI UNIFIDI IMPRESE SICILIA SOCIETÀ

Dettagli

Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009)

Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009) Legge Regionale 13 novembre 2009 n. 40 Disciplina delle Associazioni di Promozione Sociale ( B. U. REGIONE BASILICATA N. 51 bis del 16 novembre 2009) Articolo 1 Finalità e oggetto della legge 1. La Regione,

Dettagli

Foglio informativo n. 006. Locazione finanziaria (leasing) Leasing Immobiliare Abitativo (Leasing Abitativo 360 )

Foglio informativo n. 006. Locazione finanziaria (leasing) Leasing Immobiliare Abitativo (Leasing Abitativo 360 ) Foglio informativo n. 006. Locazione finanziaria (leasing) Leasing Immobiliare Abitativo (Leasing Abitativo 360 ) Informazioni sulla Società di Leasing. LEASINT S.p.A. Società appartenente al Gruppo Intesa

Dettagli

- gestione di spazi comuni che favoriscano lo sviluppo delle attività, dei progetti e degli scambi culturali in genere

- gestione di spazi comuni che favoriscano lo sviluppo delle attività, dei progetti e degli scambi culturali in genere STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE TITOLO I - DENOMINAZIONE E SEDE Articolo 1 A norma dell art. 36 e seguenti del Codice Civile e della legge 383/2002, è costituita un associazione culturale di promozione

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE NAZIONALE VETERINARI AZIENDALI (ANVAz)

STATUTO ASSOCIAZIONE NAZIONALE VETERINARI AZIENDALI (ANVAz) STATUTO ASSOCIAZIONE NAZIONALE VETERINARI AZIENDALI (ANVAz) ART. 1 Denominazione e sede E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della normativa in materia e del Codice deontologico veterinario, l

Dettagli

Assonautica Provinciale di Imperia. S t a t u t o

Assonautica Provinciale di Imperia. S t a t u t o Assonautica Provinciale di Imperia S t a t u t o Art. 1 Denominazione e natura giuridica L Associazione provinciale per la nautica da diporto di Imperia, denominata Assonautica provinciale di Imperia,

Dettagli

L Associazione ha sede legale in Mantova - Piazza Sordello 43 - l Amministrazione Provinciale di Mantova.

L Associazione ha sede legale in Mantova - Piazza Sordello 43 - l Amministrazione Provinciale di Mantova. Art. 1 COSTITUZIONE E costituita una Associazione ai sensi dell art. 36 e seguenti del C.C. che ha carattere aconfessionale e apartitico, avente la denominazione Collegamento Provinciale del Volontariato

Dettagli

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino cod. 41049 COPIA Verbale di DELIBERAZIONE di GIUNTA Comunale n. 4 del 27-01-2011 Oggetto: CSTPU - Centro Servizi Territoriale Pesaro e Urbino ADESIONE E

Dettagli

PROGRAMMA REFERRAL ACCORDO DI PROGRAMMA

PROGRAMMA REFERRAL ACCORDO DI PROGRAMMA PROGRAMMA REFERRAL ACCORDO DI PROGRAMMA Programma Agente Referral Hotel Seeker TM (https://www.hotelseeker.it) è una piattaforma di marketplace basata su tecnologia internet ( il Portale ) gestita da Hotel

Dettagli

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A FINI PUBBLICITARI 1/2015

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A FINI PUBBLICITARI 1/2015 AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A FINI PUBBLICITARI 1/2015 Patrimonio del Trentino S.p.A. e Trentino Sviluppo S.p.A., su indicazione della Provincia autonoma di Trento e in collaborazione con Ance

Dettagli

PREMESSO. A) che con delibera del 6 aprile 2000 l' Autorità per l'informatica nella Pubblica

PREMESSO. A) che con delibera del 6 aprile 2000 l' Autorità per l'informatica nella Pubblica CONVENZIONE TRA INFOCAMERE SCpA E CIRCUITO DI GARANZIA NAZIONALE PROFESSIONISTI E IMPRESE SRL PER LO SVOLGIMENTO DI ATTlVITA' DI UFFICIO DI REGISTRAZIONE E RILASCIO DI CERTIFICATI DIGITALI DI SOTTOSCRIZIONE

Dettagli

Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo

Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo Guidizzolo, 25 novembre Contratto di Rete Descrizione Caratteristiche Obiettivi strategici

Dettagli

PROVINCIA DI FOGGIA. N. del Reg. Contratti Interno Foggia lì,

PROVINCIA DI FOGGIA. N. del Reg. Contratti Interno Foggia lì, PROVINCIA DI FOGGIA N. del Reg. Contratti Interno Foggia lì, SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA PARTECIPAZIONE DELLA BIBLIOTECA SCOLASTICA DELL ISTITUTO AL SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE DI FOGGIA PREMESSO

Dettagli

... STATUTO CONSORZIO G.A.L.A.

... STATUTO CONSORZIO G.A.L.A. .......................... STATUTO CONSORZIO G.A.L.A. AGGIORNATO CON DELIBERA DELL ASSEMBLEA DEI CONSORZIATI TRIESTE, 11 DICEMBRE 2012 AGGIORNATO CON DELIBERA DELL ASSEMBLEA DEI CONSORZIATI ROMA, 21 FEBBRAIO

Dettagli

FONDAZIONE CALABRIA - ROMA - EUROPA REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE. TITOLO I Norme Generali. Articolo 1-Premessa Generale

FONDAZIONE CALABRIA - ROMA - EUROPA REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE. TITOLO I Norme Generali. Articolo 1-Premessa Generale FONDAZIONE CALABRIA - ROMA - EUROPA REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE TITOLO I Norme Generali Articolo 1-Premessa Generale Il presente Regolamento è adottato dal CdA della FONDAZIONE Calabria Roma Europa, nei

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA FUMANE TRIATHLON A.S.D. TITOLO I Denominazione - Sede - Scopi - Finalità e durata

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA FUMANE TRIATHLON A.S.D. TITOLO I Denominazione - Sede - Scopi - Finalità e durata STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA FUMANE TRIATHLON A.S.D. TITOLO I Denominazione - Sede - Scopi - Finalità e durata Articolo 1 Denominazione e sede È costituita con sede in Verona, Via

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE A SOCIO ai sensi dell art. 7 del vigente Statuto

DOMANDA DI AMMISSIONE A SOCIO ai sensi dell art. 7 del vigente Statuto 65015 Montesilvano (PE) Tel/fax 085.4454523 Cell. 338.2427789 Cod. Fisc. 01836690683 P.iva 01929340683 Alla Giunta Esecutiva dell Associazione PMI AbruzzoMolise DOMANDA DI AMMISSIONE A SOCIO ai sensi dell

Dettagli

ASSOCIAZIONE MULTIETNICA DEI MEDIATORI INTERCULTURALI (A.M.M.I.)

ASSOCIAZIONE MULTIETNICA DEI MEDIATORI INTERCULTURALI (A.M.M.I.) ASSOCIAZIONE MULTIETNICA DEI MEDIATORI INTERCULTURALI (A.M.M.I.) STATUTO DELL ASSOCIAZIONE MULTIETNICA DEI MEDIATORI INTERCULTURALI (A.M.M.I) TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI FINALITA' E OBIETTIVI Articolo

Dettagli

---------------------- PROVINCIA DI ROVIGO ---------------------- --------------------- PROTOCOLLO D INTESA ---------------------

---------------------- PROVINCIA DI ROVIGO ---------------------- --------------------- PROTOCOLLO D INTESA --------------------- ---------------------- PROVINCIA DI ROVIGO ---------------------- Rep. n. --------------------- PROTOCOLLO D INTESA --------------------- tra la PROVINCIA DI ROVIGO il COMUNE DI ROVIGO l ATER (Azienda

Dettagli

Milano ospiterà l edizione 2015 dell Esposizione Universale dedicata al tema: Nutrire il pianeta, energia per la vita.

Milano ospiterà l edizione 2015 dell Esposizione Universale dedicata al tema: Nutrire il pianeta, energia per la vita. REGIONE PIEMONTE BU12 20/03/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 24 febbraio 2014, n. 2-7116 Approvazione della bozza di Accordo di programma per il coordinamento istituzionale del "Progetto Piemonte

Dettagli