Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 1"

Transcript

1 Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano

2 Indice Aree di trasformazione di interesse pubblico...3 TRP Area per la localizzazione di servizi per l istruzione...4 TRP - Nuova area a servizi tecnologici - Ecopiattaforma...5 TRP 4 Possibile ampliamento zona sportiva...6 TRP 5 - Orti Urbani...7 TRP 6 - Orti Urbani...8 TRP 7 - Area di connessione ecologica...9 TRP 8 - Palazzo della salute...0 TRP 9 Polo per Servizi... Aree di trasformazione private non conformate... TRP 3 Nuovo comparto di Edilizia Convenzionata...3 TR A - Area di trasformazione residenziale...4 TR B - Area di trasformazione residenziale...5 TR E - Area di trasformazione residenziale...6 TR G - Area di trasformazione residenziale...7 TR C - Area di trasformazione commerciale - MSV...8 TR D - Area di trasformazione commerciale - MSV...9 TR F - Area di trasformazione commerciale - direzionale...0 Aree di trasformazione a destinazione residenziale conformate a servizi nel precedente PRG... TR - Area di trasformazione residenziale... TR - Area di trasformazione residenziale...3 Interventi di Ristrutturazione urbanistica e Recupero di aree dismesse...4 TR 3 - Area industriale esistente da riconvertire in residenza...5 TR 4 - Area industriale esistente da riconvertire in residenza...6 TR 7 - Area industriale esistente da riconvertire in residenza...7 Aree già conformate con modifiche...8 TR 5 - Piano Attuativo riconfermato a destinazione residenziale...9 P.A. 5 - Piano Attuativo riconfermato a destinazione residenziale...30 TR 6 - Piano Attuativo riconfermato a destinazione Produttiva / Direzionale...3 TR 8 - Piano Attuativo riconfermato a destinazione Commerciale - GSV...3 P.A. 7 - Piano Attuativo riconfermato a destinazione Commerciale - MSV...33 Ipotesi viabilistiche...34 Ipotesi di viabilità gronda Nord...35 Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano

3 Aree di trasformazione di interesse pubblico Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 3

4 TRP Area per la localizzazione di servizi per l istruzione. Aree Agricole. Area sportiva Superficie 6.9 mq Indice Itp 0,0 mq/mq Diritti volumetrici 69 mq H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Istruzione In quest area è possibile il trasferimento dell asilo nido esistente nel caso di riorganizzazione dell area TRP4 Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 4

5 TRP - Nuova area a servizi tecnologici - Ecopiattaforma 4. Zona prevalentemente residenziale. Area di trasformazione TR6 3. Intorno a carattere produttivo 3 4. Area agricole Superficie mq Indice Itp 0,0 mq/mq Diritti volumetrici 439 mq H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Servizi tecnologici Nuova sede dell Ecopiattaforma esistente Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 5

6 TRP 4 Possibile ampliamento zona sportiva 3. Edifici residenziali. Zona sportiva 3. Alberature esistenti all interno del comparto Superficie mq Propietà Comunale Destinazioni d uso Servizi da definire H max degli edifici 0,80 m Dovrà essere valutata l opportunità o meno di trasferire l asilo nido esistente. Tale trasferimento, insieme a quello dell Ecopiattaforma, potrà consentire l ampliamento della zona sportiva. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 6

7 TRP 5 - Orti Urbani. Area di trasformazione pubblica TRP. Nuova area a servizi. Centro sportivo Superficie mq Indice Itp 0,0 mq/mq Diritti volumetrici 484 mq Destinazioni d uso Orti Urbani Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 7

8 TRP 6 - Orti Urbani 3. Area boscata. Tracciato ferroviario 3. Aree agricole Superficie mq Indice Itp 0,0 mq/mq Diritti volumetrici.099 mq Destinazioni d uso Orti Urbani L area potrà essere utilizzata anche per la realizzazione di un percorso ciclabile, come indicato nella scheda TRP7 Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 8

9 TRP 7 - Area di connessione ecologica. Confine comunale. Comuni di Gerenzano e Cislago. Area boscata - Bosco del Rugaredo Superficie mq Destinazioni d uso Connessione ecologica L area ha funzione di connessione ecologica fra il PLIS del Rugareto e le aree boscate della provincia di Varese ed è destinata alla fruizione a basso impatto (sono escluse strutture tipo chioschi, strutture sportive ecc..). Saranno inoltre messi in opera interventi di valore ecologico per migliorare la qualità ambientale dell area e rafforzarne la potenzialità di corridoio. L area sarà collegata al nucleo urbano da un percorso ciclopedonale che attraverserà anche la zona limitrofa degli orti urbani. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 9

10 TRP 8 - Palazzo della salute. Intorno urbano a carattere residenziale Superficie 3.33 mq Proprietà Comunale Destinazioni d uso Servizi per la tutela della salute Edificio da ristrutturare e riorganizzare per una migliore articolazione delle funzioni a tutela della salute (poliambulatorio e altro) Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 0

11 TRP 9 Polo per Servizi. Intorno urbano residenziale. Area a parco Superficie.38 mq Proprietà Comunale Destinazioni d uso Attività culturali e istituzionali All interno dell area e negli edifici esistenti da ristrutturare e/o rifunzionalizzare è prevista la realizzazione di spazi per servizi di interesse generale: attività istituzionali e culturali, istruzione, centro diurno per disabili. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano

12 Aree di trasformazione private non conformate Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano

13 TRP 3 Nuovo comparto di Edilizia Convenzionata 3. Area boscata. Intorno urbano residenziale 3. Aree agricole al confine sud con fascia boscata Superficie.309 mq Indice I T 0,50 mq/mq Volume mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Edilizia convenzionata Aree a standard 3.6 mq Realizzazione di un nuovo comparto di edilizia convenzionata su un area in parte di proprietà comunale (.669 mq). Dovrà essere particolarmente curato l inserimento paesistico degli interventi e dovrà essere realizzata una fascia verde cuscinetto di separazione con l area boscata. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 3

14 TR A - Area di trasformazione residenziale 3. Strada Comunale. Intorno urbano prevalentemente residenziale 3. Area sportiva Superficie 3.36 mq Indice It 0,4 mq/mq Indice Ip 0,08 Volume Tot mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Residenziale Aree a standard 83 mq Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 4

15 TR B - Area di trasformazione residenziale 3. Zona boscata. Intorno urbano residenziale 3. Area industriale da ricollocare Superficie 9.54 mq Indice It 0,4 mq/mq Indice Ip 0,08 mq/mq Volume Tot 9.33 mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Residenziale Aree a standard 5.79 mq Realizzare una fascia arboreo-arbustiva di protezione verso le aree boscate a ovest del comparto e una zona verde di mitigazione verso la zona agricola ad est. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 5

16 TR E - Area di trasformazione residenziale. Zone agricole. Intorno urbano residenziale a bassa densità Superficie 3.74 mq Indice It 0,4 mq/mq Indice Ip 0,08 mq/mq Volume Tot 5.57 mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Residenziale Aree a standard 984 mq Realizzare una fascia a verde o un filare alberato di mitigazione verso le zone agricole a Nord Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 6

17 TR G - Area di trasformazione residenziale 3. Zone agricole. Intorno urbano residenziale 3. Alberature esistenti all interno del comparto Superficie.373 mq Indice It 0,4 mq/mq Indice Ip 0,08 mq/mq Volume mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Residenziale Aree a standard 69 mq Realizzare una zona a verde alberato di mitigazione lungo i margini adiacenti alla zona agricola. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 7

18 TR C - Area di trasformazione commerciale - MSV 3 3. Strada Provinciale 57. Provinciale Saronnese. Aree agricole 3. Zona boscata Superficie mq Slp Tot Esistente mq Destinazioni d uso Commerciale MSV no food H max degli edifici m Aree a standard 00% SLP Dovrà essere particolarmente curato l inserimento della struttura nell area (recinzioni, colori, materiali ecc..) e, per mitigarne l impatto sulle aree boscate circostanti, dovranno essere realizzate cortine arboree e arbustive. L indice perequativo Ip è da calcolare in ragione di /3 della SLP assentibile. L area è attualmente interessata da un Permesso di Costruire che prevede la realizzazione di serra con annesso fabbricato ad uso orto-florovivaistico. Su tale area è inoltre istituito un vincolo di non edificazione ed impegno di mantenimento di destinazione dell'immobile al servizio dell'attività agricola. Il PGT oltre a consentire il mantenimento dell attività prevista dal permesso di costruire in corso di esecuzione, prevede la possibilità di realizzare medie strutture di vendita no food nelle quantità previste dalla presente scheda. Tale trasformazione è subordinata all approvazione di un Piano Attuativo di iniziativa privata che preveda la trasformazione d uso da agricola a commerciale per tutta l area individuata nella presente scheda. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 8

19 TR D - Area di trasformazione commerciale - MSV 3. Intorno urbano a carattere misto. Strada Provinciale 57. Provinciale Saronnese 3. Confine comunale Superficie mq Indice Ut 0,38 mq/mq Indice Ip 0, mq/mq Slp Tot 4.90 mq H max degli edifici m Destinazioni d uso Commerciale MSV no food Aree a standard 4.90 mq L area comprende una quota di aree a servizi convenzionate come standard per interventi previsti nel comune di Cerro maggiore. Tali aree, nel caso di conferma delle previsioni in essere, dovranno essere mantenute a servizi e non potranno essere considerate ai fini del calcolo della volumetria massima ammissibile. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 9

20 TR F - Area di trasformazione commerciale - direzionale 3. Zona boscata. Area di trasformazione TR C (MSV) 3. Confine comunale Superficie.45 mq Slp Tot mq H max degli edifici m Destinazioni d uso Commerciale direzionale Aree a standard 5.76 mq Dovrà essere particolarmente curato l inserimento della struttura all interno dell area (caratteristiche costruttive, recinzioni, colori, materiali) e, per mitigarne l impatto sulle aree boscate circostanti, dovranno essere realizzate cortine arboree. L indice perequativo Ip è da calcolare in ragione di /3 della SLP assentibile. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 0

21 Aree di trasformazione a destinazione residenziale conformate a servizi nel precedente PRG Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano

22 TR - Area di trasformazione residenziale a b 4. Zona sportiva esistente. Zona boscata di mitigazione verso le ferrovia 3. Intorno urbano residenziale 3 4. Tracciato ferroviario. Ferrovie Nord Superficie a=3.70 mq b=6.973 mq Indice It 0,4 mq/mq Indice Ip 0,08 mq/mq Volume Tot mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Residenza Aree a standard mq Il comparto denominato b (mq 6.973) verrà ceduto contestualmente alla stipula della convenzione del Piano Attuativo e sarà destinato all ampliamento del campo sportivo esistente. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano

23 TR - Area di trasformazione residenziale. Intorno urbano residenziale. Area sportiva 3. Viale di accesso al cimitero 3 Superficie mq Indice It 0,38 mq/mq Indice Ip 0, mq/mq Volume Tot mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Residenza Aree a standard.607 mq Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 3

24 Interventi di Ristrutturazione urbanistica e Recupero di aree dismesse Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 4

25 TR 3 - Area industriale esistente da riconvertire in residenza. Alberature esistenti all interno del comparto. Intorno urbano a carattere residenziale Superficie.059 mq Indice It 0,38 mq/mq Indice Ip 0, mq/mq Volume Tot mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Residenza Aree a standard 546 mq Valutare la consistenza delle alberature esistenti e verificare la possibilità di un loro mantenimento Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 5

26 TR 4 - Area industriale esistente da riconvertire in residenza. Alberature esistenti all interno del comparto. Intorno urbano a carattere residenziale Superficie 4.08 mq Indice It 0,38 mq/mq Indice Ip 0, mq/mq Volume Tot 6.3 mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Residenza Aree a standard.08 mq Valutare la consistenza delle alberature esistenti e verificare la possibilità di un loro mantenimento Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 6

27 TR 7 - Area industriale esistente da riconvertire in residenza. Aree agricole. Tracciato ferroviario Ferrovie Nord 3 3. Intorno urbano a carattere residenziale Superficie 4.59 mq Indice It 0,38 mq/mq Indice Ip 0, mq/mq Volume Tot mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Residenza Aree a standard 6.40 mq Valutare la consistenza delle alberature esistenti e verificare la possibilità di un loro mantenimento. Rispetto della normativa relativa alle distanze dalle linee ferroviarie (DPR 753/80) e della normativa relativa alle fasce di pertinenza acustica (L. 447/95) Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 7

28 Aree già conformate con modifiche Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 8

29 TR 5 - Piano Attuativo riconfermato a destinazione residenziale. Intorno urbano residenziale Superficie 6.96 mq Indice It 0,4 mq/mq Indice Ip 0,08 mq/mq Volume Tot mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Residenziale Aree a standard 4.38 mq Dovrà essere prevista una zona a verde alberato lungo il confine a Sud, rivolto verso le zone produttive. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 9

30 P.A. 5 - Piano Attuativo riconfermato a destinazione residenziale. Intorno urbano residenziale. Tracciato ferroviario Superficie mq Indice It 0,4 mq/mq Indice Ip 0,08 mq/mq Volume Tot 6.73 mc H max degli edifici 0,80 m Destinazioni d uso Residenziale Aree a standard.86 mq Valutare la consistenza delle alberature esistenti e verificare la possibilità di un loro mantenimento. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 30

31 TR 6 - Piano Attuativo riconfermato a destinazione Produttiva / Direzionale a b 3. Intorno urbano residenziale. Aree agricole 3. Zona a carattere produttivo Superficie a = mq b = 8.5 mq Indice Ut,3 mq/mq Indice Ip 0,07 mq/mq Slp Tot mq H max degli edifici,00 m Destinazioni d uso Produttiva/Direzionale Aree a standard 8.5 mq Sia l area a) che l area b), di cessione, dovranno essere attrezzate con alberature disposte a tutela della residenza. Nell area b) dovrà essere realizzato un doppio filare lungo tutti i confini volto alla creazione di un piccolo polmone a verde alberato di separazione fra la residenza e le attività produttive. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 3

32 TR 8 - Piano Attuativo riconfermato a destinazione Commerciale - GSV 3 4. Aree residenziali. Via Marco Polo. Strada di collegamento all Autostrada A8 3. Aree agricole 4. Centro commerciale Auchan esistente Superficie mq Indice Ip 0, mq/mq Slp Tot mq H max degli edifici,00 m Destinazioni d uso GSV No Food Pubblici esercizi Aree a standard mq L individuazione della GSV comporta un analisi dettagliata sull impatto delle previsioni sulla viabilità esistente, e l individuazione delle eventuali misure mitigative. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 3

33 P.A. 7 - Piano Attuativo riconfermato a destinazione Commerciale - MSV 4 3. Intorno urbano residenziale. Aree agricole 3. Via Marco Polo. Strada di collegamento all Autostrada A8 4. Piano Attuativo riconfermato a destinazione Commerciale Superficie Indice Ut 0,38 mq/mq Indice Ip 0, mq/mq Slp Tot 3.05 mq H max degli edifici,00 m Destinazioni d uso Commerciale direzionale MSV Food Pubblici esercizi Aree a standard 3.05 mq E possibile attuare le previsioni anche attraverso più Piani Attuativi non estesi alla totalità del comparto, a condizione che la superficie territoriale di ogni Piano non sia inferiore al 30% di quella totale del Comparto, e che la dotazione di standard sia verificata all interno di ogni Piano Attuativo. Nei P.A. dovrà essere definita la localizzazione dei Parcheggi anche in deroga all art. 7 della Normativa. Sarà valutata la consistenza delle alberature esistenti e verificata la possibilità di un loro mantenimento. Saranno realizzate fasce alberate verso le zone residenziali (Nord-Est) e lungo la viabilità principale. Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 33

34 Ipotesi viabilistiche Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 34

35 Ipotesi di viabilità gronda Nord 3 4 ELEMENTI DI CONDIZIONAMENTO DEL PROGETTO. Aree boscate. Territorio Comune di Marnate 3. Aree agricole 4. Viabilità esistente INDICAZIONI PROGETTUALI Finalità: realizzazione di una gronda stradale in uscita da Rescalda. Elementi da verificare: presenza del bosco nelle parti a confine; presenza di aree residenziali; esistenza di una viabilità in parte utilizzabile. Procedura: confronto e accordo con il comune di Marnate Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 35

- Comparto D2.7 A - Comparto D2.7 B - Piano Particolareggiato 4

- Comparto D2.7 A - Comparto D2.7 B - Piano Particolareggiato 4 La VARIANTE interessa i seguenti Comparti: - Comparto D2.7 A - Comparto D2.7 B - Piano Particolareggiato 4 Per questi comparti è prevista la modifica sia della parte di testo che della parte grafica. Si

Dettagli

VARIANTE URBANISTICA. Norme Tecniche di Attuazione. Zona di Decentramento n. 8

VARIANTE URBANISTICA. Norme Tecniche di Attuazione. Zona di Decentramento n. 8 DIREZIONE CENTRALE SVILUPPO DEL TERRITORIO Settore Pianificazione Urbanistica Attuativa e Strategica ATTO INTEGRATIVO ALL ACCORDO DI PROGRAMMA, PROMOSSO DAL COMUNE DI MILANO, AI SENSI DELL ART. 34 D.LGS.

Dettagli

Azzonamento del PRG CALCOLO DELLA CAPACITA INSEDIATIVA DEL PRG

Azzonamento del PRG CALCOLO DELLA CAPACITA INSEDIATIVA DEL PRG PTCP: Calcolo della superficie urbanizzabile Ciò si traduce in una facoltà massima di prevedere 6,09 HA di nuove aree di espansione (Superficie Ammissibile delle Espansioni). Azzonamento del PRG CALCOLO

Dettagli

ART. 9 NORME GENERALI PER GLI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI E TERZIARI

ART. 9 NORME GENERALI PER GLI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI E TERZIARI funzioni attinenti la produzione di beni e di servizi, sia pubblici sia privati, purché le attività svolte o previste non siano tali da costituire fonte di inquinamento atmosferico, del suolo o sonoro,

Dettagli

ART. 17 bis - Ambito di trasformazione Accordo di Programma Alfa Romeo 2015

ART. 17 bis - Ambito di trasformazione Accordo di Programma Alfa Romeo 2015 PARTICOM UNO SPA OMISSIS ART. 17 bis - Ambito di trasformazione Accordo di Programma Alfa Romeo 2015 L ambito comprende le aree per la riqualificazione e la reindustrializzazione dell insediamento ex Alfa

Dettagli

PIANO ATTUATIVO in variante: intervento di edilizia libera e E.R.P. in via Cantaluppo e via I. Nievo

PIANO ATTUATIVO in variante: intervento di edilizia libera e E.R.P. in via Cantaluppo e via I. Nievo Comune di Monza PIANO ATTUATIVO in variante: intervento di edilizia libera e E.R.P. in via Cantaluppo e via I. Nievo Lottizzanti: Sig. Arosio FRATREM S.n.c. ALLEGATO 12 RELAZIONE SUL SISTEMA DELLA VIABILITA'

Dettagli

Studio tecnico arch. Marielena Sgroi

Studio tecnico arch. Marielena Sgroi 0 NOTA : LE PARTI MODIFICATE SONO SCRITTE IN COLORE BLU LE PARTI MODIFICATE A SEGUITO ACCOGLIMENTO ERRORI MATERIALI VARIANTE AL PIANO DELLE REGOLE SONO SCRITTE IN COLORE BLU LE PARTI STRALCIO DEL P.T.R.

Dettagli

COMUNE DI TURATE. Documento di Piano Criteri d intervento relativi agli ambiti di trasformazione. N. Ambito

COMUNE DI TURATE. Documento di Piano Criteri d intervento relativi agli ambiti di trasformazione. N. Ambito 310 N. Ambito Localizzazione ecografica: confine con il Comune di Gerenzano (parte) prossimità a via Fermi Localizzazione catastale: mappali: 10282, 10300, 10297, 6167, 6168, 750 p Rappresentazione cartografica

Dettagli

- Funzioni principali H1 Funzioni ricettive Funzioni direzionali tutte

- Funzioni principali H1 Funzioni ricettive Funzioni direzionali tutte Art. 54 - Ambito di completamento 1 Via Milano Ambito di completamento Area di localizzazione dell edificazione Area verde in cessione Area verde privato a. Obiettivi di progetto Obiettivo generale d intervento

Dettagli

Schede Ambiti di completamento Pagina 2

Schede Ambiti di completamento Pagina 2 AMBITI DI COMPLETAMENTO ACR 1 Completamento residenziale Via E.Ferrario pag. 4 ACR 2 Completamento residenziale Via Zara pag. 8 ACR 3 Completamento residenziale Via San Giovanni Bosco pag. 11 ACR 4 Completamento

Dettagli

Accordo Territoriale. Bologna, 18 Luglio Comune di Bologna. Comune di Bologna

Accordo Territoriale. Bologna, 18 Luglio Comune di Bologna. Comune di Bologna Accordo Territoriale relativo agli assetti territoriali, urbanistici, infrastrutturali della Nuova Stazione Ferroviaria di Bologna ai sensi dell art. 15. L.R. 20/2000 Bologna, 18 Luglio 2006 Obiettivi

Dettagli

Allegato A alle Disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio

Allegato A alle Disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio Allegato A alle Disposizioni attuative del del Piano di governo del territorio Criteri d intervento relativi agli ambiti di pianificazione convenzionata Elaborato adeguato rispetto alle osservazioni approvate

Dettagli

Comune di Meda Documento di Piano Aree di trasformazione

Comune di Meda Documento di Piano Aree di trasformazione 1 INDICE: AREA AR1 Via Cantore 3 AREA AR2a P.zza Stazione 5 AREA AR3 Corso Matteotti 7 AREA AC1 via Trieste via Trento 9 AREA AC2 via San Giorgio 10 AREA AC3 viale Lombardia 11 AREA AC4 via Piave 12 AREA

Dettagli

Numero localizzazione Via del Rio. Estratto della carta di Fattibilità Geologica:

Numero localizzazione Via del Rio. Estratto della carta di Fattibilità Geologica: Comune di ROÉ VOLCIANO provincia di Brescia VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA alla VAS della VARIANTE al Piano dei Servizi e al Piano delle Regole del PGT RAPPORTO AMBIENTALE PRELIMINARE Numero localizzazione

Dettagli

Allegato A alle Disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio

Allegato A alle Disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio Comune di Barzio Allegato A alle Disposizioni attuative del del Piano di governo del territorio Criteri d intervento relativi agli ambiti di pianificazione convenzionata 2012 Localizzazione ecografica:

Dettagli

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DELIBERA C.C. N. 22 DEL 03/11/2009. Piano delle Regole

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DELIBERA C.C. N. 22 DEL 03/11/2009. Piano delle Regole COMUNE di TAVERNOLE S/MELLA Provincia di Brescia PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DELIBERA C.C. N. 22 DEL 03/11/2009 VARIANTE 2011 Piano delle Regole Estratto Norme tecniche di attuazione modificate a seguito

Dettagli

- - - - - 1 - 2 - - - - 3 - - 4 - 5 - - 6 - - 7 - 8 PROGETTO SPECIALE n.6 - Caionvico Inquadramento dell area Localizzazione: Quadrante est della città Via S. Orsola Stato di fatto: L ambito interessa

Dettagli

Schede delle aree di trasformazione MODIFICATA A SEGUITO DELLE CONTRODEDUZIONI

Schede delle aree di trasformazione MODIFICATA A SEGUITO DELLE CONTRODEDUZIONI Schede delle aree di trasformazione MODIFICATA A SEGUITO DELLE CONTRODEDUZIONI Novembre 2012 INDICE Nuove aree di trasformazione... 3 Ambito A - Residenziale e Commerciale... 4 Ambito B - Residenziale

Dettagli

di pavimento residenziale (Slpr)

di pavimento residenziale (Slpr) Scheda n.4 «S. Andrea» SUB AMBITI 1. Descrizione L estensione complessiva dell ambito è di 51 ha, e interessa l area compresa tra le ultime abitazioni del quartiere Pescara, fin quasi al confine comunale

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE

PROGETTO PRELIMINARE IMPEGNATE E DELLE RELATIVE (art. 3 D. Lgs n 190/02) pagina 1 di 5 1 RIFERIMENTI LEGISLATIVI E FINALITÀ DELL ELABORATO Il Decreto Legislativo n. 190 del 20 agosto 2002 Attuazione della Legge 21 dicembre

Dettagli

ATTUAZIONE DEI PIANI DI GOVERNO DEL TERRITORIO NELLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

ATTUAZIONE DEI PIANI DI GOVERNO DEL TERRITORIO NELLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA giovedì, 21 marzo 2013 ATTUAZIONE DEI PIANI DI GOVERNO DEL TERRITORIO NELLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA Ing. Bruno Cirant Dirigente dell Area Pianificazione del Territorio e S.I.T. Ufficio Pianificazione

Dettagli

Corso integrativo di preparazione all Esame di Stato per l abilitazione della libera professione di Geometra anno 2016

Corso integrativo di preparazione all Esame di Stato per l abilitazione della libera professione di Geometra anno 2016 Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Genova Corso integrativo di preparazione all Esame di Stato per l abilitazione della libera professione di Geometra anno 2016 Paolo De Lorenzi - 2016

Dettagli

StudioED viale S. Gimignano, 8 Milano Comune di Rho Comparto 4 RELAZIONE TECNICA INTERVENTO RESIDENZIALE COMPARTO 4 PGT

StudioED viale S. Gimignano, 8 Milano Comune di Rho Comparto 4 RELAZIONE TECNICA INTERVENTO RESIDENZIALE COMPARTO 4 PGT StudioED viale S. Gimignano, 8 Milano Comune di Rho Comparto 4 RELAZIONE TECNICA INTERVENTO RESIDENZIALE COMPARTO 4 PGT Via Terrazzano - via dei Ronchi Arch. Eduardo di Marco (C.F. DMRDRD38S08E974Y) iscritto

Dettagli

INDICE. Schede aree di trasformazione 1

INDICE. Schede aree di trasformazione 1 INDICE 1 AREE DI TRASFORMAZIONE PUBBLICHE O DI USO PUBBLICO... 3 APP_1 piano per l edilizia convenzionata... 4 APP_2 area della Masnaga... 5 APP_3 palazzetto sportivo... 6 APP_4 area a verde attrezzato...

Dettagli

Procedure, regole e struttura del PII

Procedure, regole e struttura del PII Riqualificazione aree dismesse PII complessi: il caso studio delle aree ex Falck scalo ferroviario a Sesto San Giovanni dalla pianificazione all'attuazione Procedure, regole e struttura del PII 15 settembre

Dettagli

scheda LEGLER - PONTE SAN PIETRO

scheda LEGLER - PONTE SAN PIETRO scheda LEGLER - PONTE SAN PIETRO SCHEDA DESCRITTIVA Cotonificio Legler Ponte San Pietro Caratterizzazione del sito La costruzione dello stabilimento Legler inizia nel 1875, la produzione 2 anni dopo con

Dettagli

COMUNE DI VIAREGGIO. Ufficio progettazione urbanistica

COMUNE DI VIAREGGIO. Ufficio progettazione urbanistica COMUNE DI VIAREGGIO Ufficio progettazione urbanistica VARIANTE AL PIANO ATTUATIVO PEEP MIGLIARINA APPROVATO CON DEL. C.C. N. 68 DEL 30.09.1996 - LOTTO 4 - PER REALIZZAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

Dettagli

COMUNE DI TREVIOLO. Provincia di Bergamo. Ambito di trasformazione residenziale denominato ATR3 ubicato in via Vincenzo Amato frazione Roncola

COMUNE DI TREVIOLO. Provincia di Bergamo. Ambito di trasformazione residenziale denominato ATR3 ubicato in via Vincenzo Amato frazione Roncola COMUNE DI TREVIOLO Provincia di Bergamo Oggetto: Ambito di trasformazione residenziale denominato ATR3 ubicato in via Vincenzo Amato frazione Roncola RELAZIONE MOTIVATA AI FINI DELL'ESCLUSIONE DALLA PROCEDURA

Dettagli

INDICE. VERNIANA Tav. 5 Bc vrn 01 pag. 04. PALAZZUOLO Tav. 6 Bc pal 01 pag. 01

INDICE. VERNIANA Tav. 5 Bc vrn 01 pag. 04. PALAZZUOLO Tav. 6 Bc pal 01 pag. 01 INDICE MONTE SAN SAVINO Tav. 1a e 1b Ap mss 02 pag. 01 Ap mss 03 pag. 04 Ap mss 04 pag. 07 Bc mss 01 pag. 10 Bc mss 02 pag. 13 Bc mss 03 pag. 16 Bc mss 04 pag. 19 Bc mss 05 pag. 22 Bc mss 06 pag. 25 Bc

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE Via Dosso Faiti 2 RELAZIONE

PIANO DI LOTTIZZAZIONE Via Dosso Faiti 2 RELAZIONE Comune di MARIANO COMENSE TAV: Provincia di Como Oggetto: PIANO DI LOTTIZZAZIONE Via Dosso Faiti 2 RELAZIONE ADOTTATO CON DELIBERA N. IN DATA PUBBLICATO DAL AL APPROVATO CON DELIBERA N. IN DATA IL TECNICO

Dettagli

COMUNE DI PISA Pianificazione Urbanistica d Area Dirigente arch. Gabriele Berti

COMUNE DI PISA Pianificazione Urbanistica d Area Dirigente arch. Gabriele Berti COMUNE DI PISA Pianificazione Urbanistica d Area Dirigente arch. Gabriele Berti Variante al Regolamento Urbanistico finalizzata alla ridefinizione delle destinazioni di aree di proprietà pubblica e di

Dettagli

COMUNE DI CAVEZZO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI CAVEZZO PROVINCIA DI MODENA CRITERI E VALUTAZIONE DELLE AREE FABBRICABILI, E DEI FABBRICATI IN RISTRUTTURAZIONE, AI FINI I.C.I. PER L ANNO 2009 La valutazione delle aree fabbricabili deve essere effettuata ai sensi dell art. 5 comma

Dettagli

Comune Somma Lombardo

Comune Somma Lombardo AREA CS1 via Mazzini piazza P.C. Scipione AMBITO DEL CENTRO STORICO 3.150 mq Volume mc. 5.500 Ha max degli edifici (m) Parcheggi pubblici (mq) Aree di uso pubblico (mq minimo) 16,00 850 550 mista L area

Dettagli

PGT del Comune di Barbianello TESSUTO URBANO CONSOLIDATO AMBITI DEL TESSUTO PRODUTTIVO ESISTENTE

PGT del Comune di Barbianello TESSUTO URBANO CONSOLIDATO AMBITI DEL TESSUTO PRODUTTIVO ESISTENTE 1 SCHEDA AU_05_18008.PDF COMUNE DI BARBIANELLO PROVINCIA DI PAVIA PGT TESSUTO URBANO CONSOLIDATO AMBITI DEL TESSUTO PRODUTTIVO ESISTENTE INDICE PARTE I. RIEPILOGO SCHEDE DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO:...

Dettagli

\\PC\Domus_p2\VALENZA - PIAZZA\PA_VARIENTE_APRILE_2013\DOCUMENTI\NTA.doc

\\PC\Domus_p2\VALENZA - PIAZZA\PA_VARIENTE_APRILE_2013\DOCUMENTI\NTA.doc Art. 1 - Scopo e finalità urbanistica del piano attuativo Il presente Piano Attuativo è in variante del nuovo PRG parte operativa, di cui agli OP art 20 e OP art. 93, ed è definito ai sensi del 16 comma

Dettagli

Allegato B alle disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio

Allegato B alle disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio Area Tecnica e Sviluppo del Territorio Via Dante 21, Robecco sul Naviglio (Mi) Allegato B alle disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio Criteri d intervento relativi

Dettagli

Ambito di Trasformazione AT 1 Completamento residenziale Via Lombardia

Ambito di Trasformazione AT 1 Completamento residenziale Via Lombardia Ambito di Trasformazione AT 1 Completamento residenziale Via Lombardia L ambito di trasformazione è localizzato nella zona di recente espansione a sud-est dell abitato della frazione di Corgeno tra la

Dettagli

TITOLO I - NORME GENERALI

TITOLO I - NORME GENERALI TITOLO I - NORME GENERALI - CAPO I - GENERALITÀ Art. 1 - Natura, scopi, contenuti e riferimenti del PRG pag. 1 Art. 2 - Modalità generali di attuazione, piani attuativi pag. 1 Art. 3 - Effetti e cogenza

Dettagli

Nuova edilizia convenzionata, residenze universitarie, centro sportivo ed aree a parco pubblico

Nuova edilizia convenzionata, residenze universitarie, centro sportivo ed aree a parco pubblico P.I.I. VIA PARRI, VIA NITTI, PARCO DEI FONTANILI Nuova edilizia convenzionata, residenze universitarie, centro sportivo ed aree a parco pubblico L'ambito del progetto si trova all estrema periferia occidentale

Dettagli

Sub - ambito di trasformazione 27 S3 Comparto 27 S3.1

Sub - ambito di trasformazione 27 S3 Comparto 27 S3.1 Sub - ambito di trasformazione 27 S3 Comparto 27 S3.1 Polo Ambientale Integrato (PAI) (Tav. P.O.C. n. 17) Var. 125 PARTE I STATO DI FATTO 1. DESCRIZIONI DELLE CONDIZIONI ATTUALI DELL AREA L area di intervento

Dettagli

PGT del Comune di Verrua Po AMBITI DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO RESIDENZIALE E PARTE I. RIEPILOGO SCHEDE DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO:...

PGT del Comune di Verrua Po AMBITI DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO RESIDENZIALE E PARTE I. RIEPILOGO SCHEDE DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO:... 1 SCHEDA AU_03_18175.pdf COMUNE DI VERRUA PO PROVINCIA DI PAVIA PGT TESSUTO URBANO CONSOLIDATO AMBITI DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO RESIDENZIALE INDICE PARTE I. RIEPILOGO SCHEDE DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO:...

Dettagli

Piano Regolatore Generale

Piano Regolatore Generale Comune di San Giuliano Terme Provincia di Pisa Piano Regolatore Generale Regolamento Urbanistico ADEGUAMENTO AL 31 DICEMBRE 2009 - Piano Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari dell Ente Variante al Regolamento

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE I N D I C E

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE I N D I C E NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE I N D I C E TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI PARTE PRIMA - ASPETTI GENERALI DEL PIANO art. 1.1. - applicazione ed arco temporale di validità del Piano art. 1.2. - elaborati

Dettagli

Comune di Locorotondo. Il Programma Integrato di Rigenerazione Urbana

Comune di Locorotondo. Il Programma Integrato di Rigenerazione Urbana Il Programma Integrato di Rigenerazione Urbana introduzione PREMESSA - Richiami alla legge n. 21/2008 Con la legge n. 21/2008 la Regione Puglia ha inteso promuovere la rigenerazione di parti di città con

Dettagli

Piano di Governo del Territorio Variante Generale Abbiategrasso 2020: strategie e contenuti

Piano di Governo del Territorio Variante Generale Abbiategrasso 2020: strategie e contenuti Comune di Abbiategrasso Piano di Governo del Territorio Variante Generale 2015 Abbiategrasso 2020: strategie e contenuti arch. Laura Ferrari arch. Paolo Ferrante arch. Emilio Guastamacchia Abbiategrasso,

Dettagli

COMUNE DI FORESTO SPARSO BERGAMO

COMUNE DI FORESTO SPARSO BERGAMO COMUNE DI TELGATE Piazza V. Veneto, 42 24060 Telgate (BG) Tel. 035830121 Fax 0354421101 Codice Fiscale e P.IVA 00240940163 e-mail: tecnico@comune.telgate.bg.it COMUNE DI FORESTO SPARSO BERGAMO RELAZIONE

Dettagli

VARIANTE NON SOSTANZIALE AL P.R.G.

VARIANTE NON SOSTANZIALE AL P.R.G. ADOZIONE: deliberazione G.C. n. del APPROVAZIONE: deliberazione G.C. n. del Allegato A) VARIANTE NON SOSTANZIALE AL P.R.G. RELATIVA ALLA MODIFICA NORMATIVA DELLA SCHEDA PROGETTO 2 AREA VETRERIA DA ASSOGGETTARE

Dettagli

Le fasi di formazione della pianificazione comunale. Legge del 1865 «Sulle espropriazioni per pubblica utilità»

Le fasi di formazione della pianificazione comunale. Legge del 1865 «Sulle espropriazioni per pubblica utilità» Le fasi di formazione della pianificazione comunale Legge del 1865 «Sulle espropriazioni per pubblica utilità» Piano regolatore del nucleo urbano esistente; piano regolatore di ampliamento; norme per l

Dettagli

Il Piano di Governo del Territorio Primo workshop di formazione esterna

Il Piano di Governo del Territorio Primo workshop di formazione esterna Il Piano di Governo del Territorio Primo workshop di formazione esterna Arch. Paolo Simonetti Illustrazione di alcuni casi applicativi TEATRO AUDITORIUM SAN FEDELE Milano, 16 novembre 2010 I casi illustrati

Dettagli

Sup. Utile Sup. Edilizia Totale Abitazioni 1.050 mq 1.800 mq. Altezze massime m Piani fuori terra - edifici di base residenziale 10,50 m 3

Sup. Utile Sup. Edilizia Totale Abitazioni 1.050 mq 1.800 mq. Altezze massime m Piani fuori terra - edifici di base residenziale 10,50 m 3 N 101: EX SCUOLA SAN PROSPERO (ADOTTATA) Strumento di attuazione: Permesso di costruire Descrizione e obiettivi delle trasformazioni PARTE I - DISPOSIZIONI GENERALI Realizzare una nuova zona Bc, completando

Dettagli

Determinazione dei valori minimi e massimi delle aree edificabili Zona: Centro Nembro Anno Altezza massima mt.

Determinazione dei valori minimi e massimi delle aree edificabili Zona: Centro Nembro Anno Altezza massima mt. All. A DGC n. del Determinazione dei valori minimi e massimi delle aree edificabili Zona: Centro Nembro Anno 2014 Zona urbanistica di P.G.T. Ambito RESIDENZIALE Nuclei Antica Formazione N z.o. A R1 R2

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E URBANISTICA

RELAZIONE TECNICA E URBANISTICA DIREZIONE SERVIZI TECNICI VARIANTE PARZIALE AL P.G.T. N. 7 MODIFICA DEL PIANO DEI SERVIZI E DEL PIANO DELLE REGOLE PER: INSERIMENTO DEL NUOVO TRACCIATO DELLA STRADA DI COLLEGAMENTO TRA VIA DEL BOSCO E

Dettagli

TITOLO I - NORME GENERALI

TITOLO I - NORME GENERALI TITOLO I - NORME GENERALI - CAPO I - GENERALITÀ Art. 1 - Natura, scopi, contenuti e riferimenti del PRG pag. 1 Art. 2 - Modalità generali di attuazione, piani attuativi pag. 1 Art. 3 - Effetti e cogenza

Dettagli

GALLIPOLI. Problemi / Quesiti

GALLIPOLI. Problemi / Quesiti GALLIPOLI Tipo di piano urbanistico PRG Cartografia di riferimento Cartografia di riferimento: cartografia vettoriale georeferenziata fornita dall UT del Comune di Gallipoli Formato file.shp (shapefile)

Dettagli

Scheda norma A2 Stazione FF SS (Tav. P.O.C. 22). Sub ambito di Trasformazione 06 SN1

Scheda norma A2 Stazione FF SS (Tav. P.O.C. 22). Sub ambito di Trasformazione 06 SN1 Scheda norma A2 Stazione FF SS (Tav. P.O.C. 22). Sub ambito di Trasformazione 06 SN1 Var. 23 var.132 PARTE I STATO DI FATTO 1. DESCRIZIONI DELLE CONDIZIONI ATTUALI DELL AREA L'area è collocata sul bordo

Dettagli

LOCALIZZAZIONE E CONSISTENZA DELL'INTERVENTO

LOCALIZZAZIONE E CONSISTENZA DELL'INTERVENTO LOCALIZZAZIONE E CONSISTENZA DELL'INTERVENTO Il presente Piano Particolareggiato di Iniziativa Privata, riguarda un area localizzata in San Nicolò, tra la via Lampugnana e la via Aldo Serena, oggetto di

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DI VARIANTE RICHIESTA DI VARIANTE URBANISTICA. TISCO spa Via S. Gottardo 6 Villa Guardia

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DI VARIANTE RICHIESTA DI VARIANTE URBANISTICA. TISCO spa Via S. Gottardo 6 Villa Guardia 2016 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DI VARIANTE RICHIESTA DI VARIANTE URBANISTICA TISCO spa Via S. Gottardo 6 Villa Guardia Il Progettista: Dott. Ing. Paolo Terraneo 22063 Cantù (Co)- Via U. da Canturio n 22 Albo

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ALLEGATO B: INTERVENTI PRIVATI

RELAZIONE TECNICA ALLEGATO B: INTERVENTI PRIVATI Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile 1999 n. 9 Ambito di intervento 3 Isola del Bosco delle Corti RELAZIONE TECNICA ALLEGATO B: INTERVENTI PRIVATI Programma Integrato di Intervento

Dettagli

ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE DI GENOVA

ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE DI GENOVA ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE DI GENOVA Progetto Integrato PRA MARINA PERCORSI DEFINITI DAL VERDE SEQUENZA GIOCHI D ACQUA E RIQUALIFICAZIONE DEL PARCO DI PONENTE NUOVO SPAZIO PER RIVITALIZZAZIONE COMMERCIALE

Dettagli

Si riportano, in forma schematica, le informazioni relative alle istanze pervenute all Amministrazione comunale di Sannazzaro de Burgondi.

Si riportano, in forma schematica, le informazioni relative alle istanze pervenute all Amministrazione comunale di Sannazzaro de Burgondi. Si riportano, in forma schematica, le informazioni relative alle istanze pervenute all Amministrazione comunale di Sannazzaro de Burgondi. N PROT. DATA 1 8841 07/07/06 28 617-618 POSIZIONE CATASTALE FG

Dettagli

Ipotesi di utilizzazione della SUL. Computo delle superfici a parcheggio ed a standard necessarie

Ipotesi di utilizzazione della SUL. Computo delle superfici a parcheggio ed a standard necessarie Ipotesi di utilizzazione della SUL Computo delle superfici a parcheggio ed a standard necessarie EDIFICI C1 n 5 macrolotti SUL mq 60.000 VOL (convenzionale -h.m 3,00) mc 180.000 area mq 121.600 Superficie

Dettagli

Variante Generale al PGT di Brescia Illustrazione variante PGT alle parti sociali ed economiche (Art. 13 c. 3 l.r.

Variante Generale al PGT di Brescia Illustrazione variante PGT alle parti sociali ed economiche (Art. 13 c. 3 l.r. Variante Generale al PGT di Brescia 09.07.2015 Illustrazione variante PGT alle parti sociali ed economiche (Art. 13 c. 3 l.r. 12/2005) QUADRO STRATEGICO - SISTEMA AMBIENTALE MESSA A SISTEMA DELLE COMPONENTI

Dettagli

PROGETTO DI AREA ARTIGIANALE IN COMUNE DI SAN GENESIO ED UNITI (PV)

PROGETTO DI AREA ARTIGIANALE IN COMUNE DI SAN GENESIO ED UNITI (PV) Variante di PRG Redatta ai sensi del DPR 447/98 S.U.A.P. Sportello Unico Attività Produttive PROGETTO DI AREA ARTIGIANALE IN COMUNE DI SAN GENESIO ED UNITI (PV) Luglio 2009 VIA SCOPOLI, 12 27100 PAVIA

Dettagli

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO l.r.12/2005. Documento di Piano Piano dei Servizi Piano delle Regole

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO l.r.12/2005. Documento di Piano Piano dei Servizi Piano delle Regole PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO l.r.12/2005 Il nuovo PGT di Milano ZONA 9 Documento di Piano Piano dei Servizi Piano delle Regole Documento di Piano In esso sono contenute le scelte strategiche articolate

Dettagli

ROMA CAPITALE. Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Programmazione e Pianificazione del Territorio MUNICIPIO XVI

ROMA CAPITALE. Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Programmazione e Pianificazione del Territorio MUNICIPIO XVI ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Programmazione e Pianificazione del Territorio MUNICIPIO XVI PIANO DI RECUPERO DI UN COMPLESSO IMMOBILIARE SITO IN ROMA, VICOLO

Dettagli

VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (VAS) DEL DOCUMENTO DI PIANO DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. NOTA al RAPPORTO AMBIENTALE COMUNE DI MUGGIÒ

VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (VAS) DEL DOCUMENTO DI PIANO DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. NOTA al RAPPORTO AMBIENTALE COMUNE DI MUGGIÒ VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (VAS) DEL DOCUMENTO DI PIANO DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO NOTA al RAPPORTO AMBIENTALE COMUNE DI MUGGIÒ Luglio 2008 VAS del PGT Nota al Rapporto Ambientale Autorità

Dettagli

Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 1

Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 1 Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 1 Indice Premessa...3 Aree di trasformazione privata...4 Piani Esecutivi in corso di realizzazione approvati prima del 2005...5 Area 11 - Cascina Boffalora...6

Dettagli

COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO

COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO VALORI VENALI DELLE AREE FABBRICABILI 2015 VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO (euro a metro quadro di superficie lorda) determinata dalla volumetria del fabbricato diviso tre Z.T.O. "A" Centro Storico fabbricati

Dettagli

PIANO ATTUATIVO A.T.R. n 4

PIANO ATTUATIVO A.T.R. n 4 COMUNE DI BONATE SOPRA - Provincia di BERGAMO PIANO ATTUATIVO A.T.R. n 4 Committente : AELLE S.R.L./PREVITALI GIUSEPPE Oggetto Allegato : Relazione Paesistica Marzo 2012 Allegato g PROGETTISTA : Dott.

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Art. 1 - Finalità Le presenti norme hanno lo scopo di definire la disciplina degli interventi per l'attuazione del piano particolareggiato convenzionato di iniziativa privata,

Dettagli

VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO

VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO VALORE MEDI FISSO (euro a metro quadro di superficie lorda) determinata dalla volumetria del fabbricato diviso tre Z.T.O. "A" Centro Storico fabbricati soggetti agli interventi

Dettagli

RELAZIONE DELL IMPATTO PAESISTICO

RELAZIONE DELL IMPATTO PAESISTICO COMUNE DI BRESCIA PROVINCIA DI BRESCIA RELAZIONE DELL IMPATTO PAESISTICO Oggetto: Committente: Ampliamento attività industriale, via Magnolini Richiesta esame paesistico per presentazione procedura di

Dettagli

CENSIMENTO DEGLI SPAZI APERTI

CENSIMENTO DEGLI SPAZI APERTI Riqualificazione paesistico ambientale della Cascina Cappuccina NOME SPAZIO APERTO Area A COMUNE AREA (ha) 8,44 PERIMETRO (metri) PROPRIETÀ DELL AREA DATA RILIEVO RILIEVO EFFETTUATO DA Melegnano 1606 Privata

Dettagli

PRINCIPALI NOVITA DI PIANO DELLE REGOLE E PIANO DEI SERVIZI

PRINCIPALI NOVITA DI PIANO DELLE REGOLE E PIANO DEI SERVIZI LA VARIANTE AL PGT DI MONZA Innovazione nei processi di pianificazione integrata alla scala comunale PRINCIPALI NOVITA DI PIANO DELLE REGOLE E PIANO DEI SERVIZI Arch. Giuseppe Riva dirigente Settore Governo

Dettagli

Siena, viale Sardegna Immobile in costruendo

Siena, viale Sardegna Immobile in costruendo Siena, viale Sardegna Immobile in costruendo L IMMOBILE IN COSTRUENDO IN VIALE SARDEGNA LOCALIZZAZIONE L edificio in costruendo si colloca in adiacenza a Viale Sardegna, nell area che costituiva lo scalo

Dettagli

VARIANTE GENERALE AL P.R.G.

VARIANTE GENERALE AL P.R.G. P.R.G. vigente VARIANTE GENERALE AL P.R.G. CAPO VII ZONE AD USO PREVALENTEMENTE RESIDENZIALE DESTINAZIONE D USO Art. 25 Sono considerate zone prevalentemente residenziali le zone A, B, C. Esse devono essere

Dettagli

TORINO Via Bistagno, 10. Palazzo uffici

TORINO Via Bistagno, 10. Palazzo uffici TORINO Via Bistagno, 10 Palazzo uffici Aprile 2013 Localizzazione 2 Descrizione Il complesso immobiliare occupa un intero isolato, di forma romboidale, delimitato a nord-est da Via Monbasiglio, a est da

Dettagli

Art.5 Standard urbanistici primari e secondari opere di urbanizzazione

Art.5 Standard urbanistici primari e secondari opere di urbanizzazione Art.1 Descrizione e obiettivi della trasformazione Art.2 Modalità di attuazione Art.3 Nuovi spazi, nuove volumetrie e destinazioni ammesse Art.4 Norme per la progettazione paesaggistica Art.5 Standard

Dettagli

Documento di Piano Schede programmatiche Ambiti di Trasformazione

Documento di Piano Schede programmatiche Ambiti di Trasformazione Comune di Settala Provincia di Milano Variante al Piano di Governo del Territorio Documento di Piano Schede programmatiche Ambiti di Trasformazione Sindaco: E. Sozzi Assessore all'urbanistica T. Lupi Responsabile

Dettagli

Legge Regionale n. 22/2009. Piano Casa. 30 ottobre ore Jesi - Sala Consiliare del Comune

Legge Regionale n. 22/2009. Piano Casa. 30 ottobre ore Jesi - Sala Consiliare del Comune Legge Regionale n. 22/2009 Piano Casa Incontro con i professionisti e con i cittadini 30 ottobre 2009 - ore 16.00 Jesi - Sala Consiliare del Comune Comune di Jesi_Assessorato Urbanistica e Ambiente_Servizio

Dettagli

COMPENSAZIONI & MITIGAZIONI. Adozione di soluzioni tecnlogiche a basse emissioni e a basso consumo energetico

COMPENSAZIONI & MITIGAZIONI. Adozione di soluzioni tecnlogiche a basse emissioni e a basso consumo energetico AMBITO DI TRASFORMAZIONE PRODUTTIVO DERIVATO DAL PGT 2007 A.T.I. 1 - via Abruzzi Generalità Area a seminativo semplice ai margini della zona industriale lungo la S.P. 179 7.138 Sup. Lorda di Pavimentazione

Dettagli

(artt. 17 e 18 L.R. n. 11/2004) Atto di Indirizzo. Criteri perequativi per il Piano degli Interventi. - ottobre

(artt. 17 e 18 L.R. n. 11/2004) Atto di Indirizzo. Criteri perequativi per il Piano degli Interventi. - ottobre (artt. 17 e 18 L.R. n. 11/2004) Atto di Indirizzo Criteri perequativi per il - ottobre 2012 - COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA PROVINCIA DI VICENZA Atto di Indirizzo - Criteri perequativi per il Piano degli

Dettagli

ONERI CONCESSORI DA APPLICARE NELL ANNO DELIBERA DI C.C. N. 77 DEL 06/12/2012

ONERI CONCESSORI DA APPLICARE NELL ANNO DELIBERA DI C.C. N. 77 DEL 06/12/2012 ONERI CONCESSORI DA APPLICARE NELL ANNO 2012-12-11 DELIBERA DI C.C. N. 77 DEL 06/12/2012 QUADRO RIASSUNTIVO PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE A) Edifici residenziali e scolastici

Dettagli

Unità locale dei servizi n... c. altitudine: capoluogo. max min

Unità locale dei servizi n... c. altitudine: capoluogo. max min FORMAZIONE DEL PIANO REGOLATORE GENERALE Scheda quantitativa dei dati urbani (art. 14, 1 comma, punto 2, l.r. 56/1977) COMUNE DI VIGNONE Localizzazione amministrativa Localizzazione geografica Provincia

Dettagli

COMUNE DI SESTO S. GIOVANNI PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI SESTO S. GIOVANNI PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI SESTO S. GIOVANNI PROVINCIA DI MILANO PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO - LEGGE REGIONALE 11 MAR- ZO 2005, N 12 AREA TRIAKIS DI VIA MAZZINI ANGOLO VIA FALCK NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE La proprietà

Dettagli

ALLEGATO 1 SCHEDE DI VALUTAZIONE AMBIENTALE

ALLEGATO 1 SCHEDE DI VALUTAZIONE AMBIENTALE VAS Rapporto Ambientale Allegato 1 Schede di valutazione ambientale ALLEGATO 1 SCHEDE DI VALUTAZIONE AMBIENTALE D.R.E.Am. Italia 2014 LE PREVISIONI NEL SISTEMA INSEDIATIVO Centro abitato San Martino 1

Dettagli

PIANO D AREA DELL AEROPORTO G.D ANNUNZIO DI MONTICHIARI BS

PIANO D AREA DELL AEROPORTO G.D ANNUNZIO DI MONTICHIARI BS PIANO D AREA DELL AEROPORTO G.D ANNUNZIO DI MONTICHIARI BS La Provincia di Brescia si è dotata del proprio P.T.C.P. PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE approvato il 21/04/2004 con Delibera

Dettagli

4 ambito progettuale deviatore marecchia tratto compreso tra la darsena e il parco marecchia

4 ambito progettuale deviatore marecchia tratto compreso tra la darsena e il parco marecchia 4 ambito progettuale deviatore marecchia tratto compreso tra la darsena e il parco marecchia Project manager: gruppo dirigenti: master plan e progettazione urbanistica: progettazione urbana: progettazione

Dettagli

Comune di Pradalunga. Variante n.2 al Piano di Governo del Territorio

Comune di Pradalunga. Variante n.2 al Piano di Governo del Territorio 1 Comune di Pradalunga Variante n.2 al Piano di Governo del Territorio 1 - OBIETTIVI DELLA La presente variante n.2 al PGT di Pradalunga ha come obiettivo principale la riorganizzazione infrastrutturale

Dettagli

SMN_10 (da sostituire)

SMN_10 (da sostituire) SMN_10 ( sostituire) Foglio 12; particella 2106 cartografia SUPERFICIE TERRITORIALE SCHEDA mq 4092 SUPERFICIE FONDIARIA DI RIFERIMENTO mq 4092 mq 4.240 x 0,45 mq/mq = mq 1.908 realizzare e Parcheggi pubblici

Dettagli

d o t t. S a l m a s o i n g. L o r e n z o d o t t. S a l m a s o i n g. P i e r v i t t o r i o B o r t o l o t t o g e o m.

d o t t. S a l m a s o i n g. L o r e n z o d o t t. S a l m a s o i n g. P i e r v i t t o r i o B o r t o l o t t o g e o m. studio SALMASO & ASSOCIATI d o t t. S a l m a s o i n g. L o r e n z o d o t t. S a l m a s o i n g. P i e r v i t t o r i o B o r t o l o t t o g e o m. G i a n p a o l o COMUNE DI FOSSÒ PROVINCIA DI

Dettagli

CITTA' DI ESTE variante n.1/2015 PIANO DEGLI INTERVENTI

CITTA' DI ESTE variante n.1/2015 PIANO DEGLI INTERVENTI Norme Tecniche - Allegato I CITTA' DI ESTE variante n.1/2015 ADOZIONE APPROVAZIONE Il Sindaco Giancarlo PIVA Il Segretario Mariano NEDDU PROGETTO Il Responsabile Area Gestione e pianificazione territoriale

Dettagli

Esame delle diverse problematiche relative alle cabine elettriche dal punto di vista della disciplina urbanistica e della normativa edilizia.

Esame delle diverse problematiche relative alle cabine elettriche dal punto di vista della disciplina urbanistica e della normativa edilizia. Seminario CABINE ELETTRICHE Esame delle diverse problematiche relative alle cabine elettriche dal punto di vista della disciplina urbanistica e della normativa edilizia. Seminario CABINE ELETTRICHE Queste

Dettagli

Norme Tecniche Operative Variante adeguata alla D.C.C. n. 12 del 02/05/2013

Norme Tecniche Operative Variante adeguata alla D.C.C. n. 12 del 02/05/2013 Norme Tecniche Operative Variante adeguata alla D.C.C. n. 12 del 02/05/2013 1 Maggio 2013 I N D I C E (in rosso gli articoli e gli allegati variati o aggiunti) ART. 1 - DEFINIZIONE ED AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli

ASSEMBLEA PUBBLICA EX OSPEDALI RIUNITI LARGO BAROZZI VIA XXIV MAGGIO VIA STATUTO

ASSEMBLEA PUBBLICA EX OSPEDALI RIUNITI LARGO BAROZZI VIA XXIV MAGGIO VIA STATUTO ASSEMBLEA PUBBLICA EX OSPEDALI RIUNITI LARGO BAROZZI VIA XXIV MAGGIO VIA STATUTO SALA PARROCCHIALE SANTA LUCIA Bergamo, 23 novembre 2015 Comune di Bergamo Progetto Interventi di Riqualificazione Urbana

Dettagli

LA CITTA PER IL VERDE PADOVA 13 SETTEMBRE 2012

LA CITTA PER IL VERDE PADOVA 13 SETTEMBRE 2012 APPLICAZIONE DELLE NORME PER LO SVILUPPO DEGLI SPAZI VERDI E DEL PAESAGGIO IN AMBITO LOCALE LA CITTA PER IL VERDE PADOVA 13 SETTEMBRE 2012 ( Angelo Vavassori dr. Agronomo studio@vavassorieberetta.it )

Dettagli

COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia

COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia COMUNE di MAGREGLIO Provincia di Como - Regione Lombardia PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO L.R. 12/2005 Allegato 1 - PIANO DELLE REGOLE Aprile 2013 SCHEDE COMPARTI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA CRU Adozione

Dettagli

Piano Casa Regione Lazio

Piano Casa Regione Lazio Legge Regionale 11 agosto 2009, n. 21 Piano Casa Regione Lazio Misure straordinarie per il settore edilizio ed interventi per l edilizia residenziale sociale 1 PRINCIPALI CONTENUTI: Interventi di ampliamento

Dettagli

ESAME DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI ARCHITETTO OVO ORDINAMENTO - ARCHITETTO VECCHIO O INAMEN - SESSIONE GIUGNO 2008

ESAME DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI ARCHITETTO OVO ORDINAMENTO - ARCHITETTO VECCHIO O INAMEN - SESSIONE GIUGNO 2008 ESAME DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI ARCHITETTO OVO ORDINAMENTO - ARCHITETTO VECCHIO O INAMEN - SESSIONE GIUGNO 2008 a) In un lotto localizzato in zona marina di dimensioni 70 x 30 con

Dettagli

di cui alla Convenzione con l Unione dei Comuni Valli e Delizie e con il Comune di Argenta del Rep., con la quale sono stati stabiliti

di cui alla Convenzione con l Unione dei Comuni Valli e Delizie e con il Comune di Argenta del Rep., con la quale sono stati stabiliti NORME TECNICHE EDIFICATORIE Art. 1 Ambito di applicazione Le presenti norme si applicano all interno di un ambito per nuovi insediamenti urbani (ANS1) destinato prevalentemente alla funzione residenziale

Dettagli