CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE"

Transcript

1 CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in Bonner Talweg 177, Bonn, Germania. FLO-CERT (2) Ragione sociale del Cliente, con sede legale in [INDIRIZZO DELLA SEDE LEGALE]. Cliente TERMINI DELL ACCORDO 1. DEFINIZIONI Le parti convengono che i termini qui di seguito riportati avranno il seguente significato. Audit: processo di raccolta di evidenze atto a valutare la conformità del Cliente e/o del prodotto a specifici standard. Gli audit possono essere condotti in sede o fuori sede, e possono essere annunciati o non annunciati. Auditor: persona qualificata per la conduzione di audit per conto di FLO-CERT. L auditor può essere una figura interna a FLO-CERT oppure un consulente esterno, persona fisica o giuridica. Certificato: documento emesso da FLO-CERT in cui sono delineati l ambito e la durata della certificazione del Cliente da parte di FLO-CERT. Il possesso di un certificato valido vale come autorizzazione a commercializzare prodotti Fairtrade. Certificazione: processo con cui FLO-CERT determina la conformità del Cliente agli standard Fairtrade, inclusi i criteri di conformità. Tariffa di certificazione: importo che il cliente è tenuto a versare a FLO-CERT secondo quanto stabilito nell Appendice 1. Cliente: qualsiasi entità certificata da FLO-CERT che abbia stipulato un contratto di certificazione. Informazioni confidenziali: qualsiasi informazione da ritenersi confidenziale secondo la normale diligenza professionale in relazione a: Y:\8. QM\8.5 Forms\Approved Contracts\Approved Certification Contracts Page 1/9

2 (i) (ii) attività, affari, clienti, fornitori, progetti della parte rivelante (o di qualsiasi socio del gruppo di imprese cui appartiene la parte rivelante); operazioni, processi, informazioni sui prodotti, know-how, disegni, segreti industriali o software della parte rivelante (o di qualsiasi altro socio del gruppo di imprese cui appartiene la parte rivelante). Prodotto convenzionale: qualsiasi prodotto diverso da un prodotto Fairtrade. Data di efficacia: la data di stipula del contratto da parte del Cliente e di FLO-CERT. Fairtrade: Il termine Fairtrade fa riferimento in tutto o in parte alle attività di FLO, di FLO- CERT, delle reti di produttori Fairtrade, delle Fairtrade Labelling Initiatives e delle organizzazioni di marketing Fairtrade. Il termine Fairtrade viene usato per designare il sistema di certificazione di prodotto gestito da Fairtrade International (FLO). Marchio di certificazione Fairtrade: marchio registrato di proprietà di FLO e concesso in licenza alle singole Labelling Initiatives (LI). Il marchio di certificazione Fairtrade è utilizzabile esclusivamente sui prodotti al consumo conformiagli standard Fairtradee ai fini della promozione di tali prodotti da parte di licenziatari, operatori certificati e soggetti terzi. Fairtrade International (FLO): organizzazione multilaterale non profit tesa alla crescita e all autonomia dei produttori e dei lavoratori nei paesi in via di sviluppo tramite il commercio. FLO mette a disposizione la propria leadership nonché strumenti e servizi utili per avvicinare produttori e consumatori, promuovere condizioni di commercio più eque e la sostenibilità dei mezzi di sostentamento. La ragione sociale registrata di Fairtrade International è Fairtrade Labelling Organizations International e.v. Prodotti Fairtrade: prodotti realizzati, trasformati e commercializzati in conformità agli standard Fairtrade applicabili nell ambito di un certificato valido. Standard Fairtrade: Gli standard Fairtrade e gli standard Fairtrade specifici di prodotto costituiscono i requisiti che produttori e trader sono tenuti a soddisfare per conseguire la certificazione di prodotto Fairtrade. Tali standard vengono stabiliti da Fairtrade International. L elenco aggiornato degli standard Fairtrade è reperibile a questo link: Labelling Initiative: Le cosiddette Labelling Initiative (LI) sono soci ordinari di FLO, come stabilito dalla costituzione di FLO. Ogni LI è responsabile dell emissione delle licenze e delle attività di marketing, sviluppo commerciale e sensibilizzazione in una determinata area geografica. Ogni LI ha il diritto di concedere in licenza il marchio di certificazione Fairtrade a licenziatari e soggetti terzi nella rispettiva area di competenza. L elenco delle attuali organizzazioni iscritte è reperibile al seguente indirizzo: Produttore: qualsiasi Cliente certificato in base agli standard Fairtrade specifici per la produzione e a eventuali standard di prodotto applicabili. Trader: qualsiasi Cliente certificato in base agli standard Fairtrade generici per il commercio e a eventuali standard di prodotto applicabili. 2. SCOPO DEL CONTRATTO 2.1 Il presente contratto costituisce un accordo per il rilascio della certificazione a favore del Cliente da parte di FLO-CERT e per il versamento della tariffa di certificazione da parte del Cliente a favore di FLO-CERT. 2.2 Lo scopo del presente contratto è di consentire a FLO-CERT di certificare il Cliente rispetto agli standard Fairtrade applicabili e ai criteri di conformità FLO-CERT. 3. OBBLIGHI A CARICO DEL CLIENTE 3.1 Il Cliente è tenuto a compiere tutte le azioni necessarie per il conferimento e il mantenimento della certificazione, ivi compreso il rispetto degli standard Fairtrade applicabili e dei criteri di conformità FLO-CERT elencati integralmente in Appendice 2. Y:\8. QM\8.5 Forms\Approved Contracts\Approved Certification Contracts Page 2/9

3 In caso di violazione degli standard Fairtrade, dei criteri di conformità o delle politiche FLO-CERT da parte del Cliente, FLO-CERT è autorizzata ad applicare sanzioni commisurate allo stato della certificazione del Cliente. Le sanzioni applicabili sono riportate nella procedura operativa standard (SOP) di certificazione, di cui all'appendice 2. Il Cliente riconosce esplicitamente la validità di tale elenco sanzioni. 3.2 Il Cliente concede a FLO-CERT e ai suoi auditor libero e incondizionato accesso a ogni area, documento (compresi i report degli audit interni) e personale necessario ai fini della concessione della certificazione. 3.3 Il Cliente accetta che FLO-CERT possa incaricare eventuali collaboratori esterni per la conduzione degli audit. 3.4 Il Cliente si asterrà dall utilizzare la certificazione in maniera tale da arrecare danno alla reputazione di FLO-CERT e dal rilasciare dichiarazioni fuorvianti o non autorizzate inerenti la certificazione. 3.5 Il Cliente si asterrà dal rilasciare dichiarazioni inerenti la certificazione al di fuori dell'ambito delineato nel proprio certificato. 3.6 In caso di commercializzazione di prodotti Fairtrade, il Cliente commercializzerà esclusivamente i prodotti Fairtrade elencati nel proprio certificato. 3.7 Il Cliente utilizza la certificazione esclusivamente per indicare che i propri prodotti sono stati certificati in quanto conformi agli standard Fairtrade. 3.8 Il Cliente cita la certificazione di prodotto unicamente negli strumenti di comunicazione quali documenti, cataloghi o altro materiale pubblicitario, in conformità ai requisiti di FLO- CERT. 3.9 Il Cliente ha il dovere di mantenere aggiornata FLO-CERT tramite l invio periodico e continuativo di: (c) (d) (e) (f) (g) (h) L elenco aggiornato dei membri del gruppo di produttori; L elenco aggiornato dei siti di produzione; L elenco aggiornato dei siti di eventuali contoterzisti o subfornitori; Report periodici degli acquisti, delle vendite e della trasformazione dei prodotti Fairtrade, la conferma di ricezione dei premi Fairtrade e altri report come previsto dalle politiche FLO-CERT e dai criteri di conformità FLO-CERT; Informazioni su eventuali modifiche che incidano in maniera significativa sull aspetto o sulle specifiche dei prodotti Fairtrade, così come la segnalazione che un prodotto Fairtrade non è più conforme ai requisiti di certificazione stabiliti da FLO-CERT. Informazioni su eventuali modifiche all organizzazione del Cliente, come il passaggio da piantagione a multiproprietà, oppure il passaggio da produttore di primo livello a secondo o terzo livello. Qualsiasi informazione relativa all esistenza di un presunto o effettivo conflitto di interesse tra il Cliente e un auditor o addetto FLO-CERT in diretto contatto con il Cliente. Qualsiasi informazione che determini modifiche alle tariffe applicate da FLO- CERT Il Cliente terrà agli atti tutti i reclami di cui sia a conoscenza relativi alla conformità dei prodotti Fairtrade agli standard applicabili. Il Cliente attuerà le azioni opportune nei confronti di reclami ed eventuali difetti riscontrati nei prodotti o servizi che incidano sulla conformità ai requisiti della certificazione, producendo la relativa documentazione. Se necessario, il Cliente metterà tali documenti a disposizione di FLO-CERT. Y:\8. QM\8.5 Forms\Approved Contracts\Approved Certification Contracts Page 3/9

4 4. TARIFFE DI CERTIFICAZIONE E PAGAMENTO 4.1 Il Cliente è tenuto a versare le tariffe di certificazione. Tali quote non sono rimborsabili. Il mancato pagamento delle tariffe è condizione per la risoluzione immediata del presente contratto e per il ritiro del certificato. 4.2 FLO-CERT ha la facoltà di modificare le tariffe di certificazione con preavviso scritto di tre mesi, come specificato al comma 8.2. Il Cliente ha la facoltà di recedere dal contratto a seguito della modifica delle tariffe di certificazione, come specificato al comma Le tariffe di certificazione vanno versate entro la data di scadenza indicata sulla fattura trasmessa annualmente al Cliente da FLO-CERT. 5. OBBLIGHI A CARICO DI FLO-CERT 5.1 FLO-CERT procede tramite audit alla valutazione di tutti i Clienti rispetto agli standard Fairtrade e ai criteri di conformità e alle politiche FLO-CERT. 5.2 FLO-CERT mette a disposizione dei Clienti una descrizione aggiornata e dettagliata delle procedure di valutazione e certificazione, nonché i documenti contenenti i requisiti di certificazione, i diritti e i doveri dei richiedenti e le tariffe di certificazione. 5.3 La certificazione verrà rilasciata da FLO-CERT ai Clienti che abbiano superato positivamente il processo di certificazione. 5.4 FLO-CERT dispone di procedure per la gestione di allegazioni, reclami, appelli e contenziosi ricevuti da Clienti o terzi su questioni legate alla certificazione. Le attuali procedure sono descritte nei rispettivi documenti elencati nell Appendice Per la conduzione degli audit FLO-CERT si avvale esclusivamente di auditor addestrati e qualificati. 5.6 FLO-CERT pubblica l'elenco dei Clienti certificati sul proprio sito web, specificando nome e funzione del Cliente. 6. INFORMAZIONI CONFIDENZIALI E INFORMAZIONI DI DOMINIO PUBBLICO 6.1 Entrambe le parti convengono di mantenere riservate le informazioni confidenziali della controparte. 6.2 Le seguenti informazioni non sono da intendersi come informazioni confidenziali e possono essere divulgate da entrambe le parti: (c) (d) (e) (f) (g) (h) Informazioni di dominio pubblico; Informazioni legalmente possedute da una delle parti prima della stipula del presente contratto; Informazioni legalmente comunicate a una delle parti da terzi senza restrizioni relative alla loro divulgazione; Informazioni elaborate in maniera indipendente da una delle parti, quali elenchi di trader e produttori contenenti nome e indirizzo del Cliente, ambito e stato della certificazione; Informazioni che le parti convengono per iscritto di non ritenere confidenziali o di poter divulgare; Informazioni di cui venga richiesta la divulgazione per legge oppure da qualsiasi foro competente o ente regolamentare o amministrativo. Tutti i dati in forma aggregata la cui origine non sia attribuibile a uno specifico ente. Dati del produttore: dati indispensabili per elaborare le informazioni per la promozione e il marketing, quali i profili dei produttori per i consumatori, ivi compresi i dati sul numero di soci/lavoratori e la loro suddivisione per sesso, la capacità di produzione totale di prodotti Fairtrade e il rapporto tra prodotto Y:\8. QM\8.5 Forms\Approved Contracts\Approved Certification Contracts Page 4/9

5 biologico/convenzionale, le aree coltivate con prodotti Fairtrade, esempi sull utilizzo dei premi Fairtrade e altri dati analoghi. 6.3 Una parte può divulgare le informazioni confidenziali relative alla controparte a propri rappresentanti e partner che abbiano necessità di conoscere tali informazioni riservate ai fini dell adempimento degli obblighi previsti dal presente contratto, ovvero per sostenere l impegno di Fairtrade a supporto di produttori e trader, consentire la verifica del flusso di merci e di dati relativi alla filiera produttiva, ovvero per facilitare le vendite transfrontaliere, purché: informi tali rappresentanti e partner della natura confidenziale di tali informazioni prima della loro divulgazione; in ogni momento sia responsabile del rispetto degli obblighi di confidenzialità esposti in questo comma da parte di detti partner o rappresentanti. 6.4 FLO-CERT garantisce al Cliente il mantenimento di accordi con tutti i propri partner cui abbia fornito informazioni confidenziali, al fine di assicurare che tali informazioni confidenziali non vengano rese di dominio pubblico o comunicate ai concorrenti del Cliente. 7. DURATA E RISOLUZIONE DEL CONTRATTO 7.1 Il presente accordo entra in vigore alla data di decorrenza e lo resterà fino alla sua risoluzione ai sensi del presente articolo, sostituendo eventuali accordi di certificazione stipulati anteriormente dalle parti. 7.2 Ognuna delle due parti può recedere dal contratto per qualsivoglia ragione con preavviso scritto di almeno 3 mesi solari inviato alla controparte. 7.3 FLO-CERT può recedere dal presente accordo con effetto immediato nel caso in cui: (c) Il Cliente cita in maniera errata il sistema di certificazione, utilizza le licenze, i certificati o il marchio di certificazione Fairtrade in maniera fuorviante o impropria. Le regole sull utilizzo del logo Fairtrade sono soggette ad accordi di licenza stipulati con le Labelling Initiatives e ottenuti presso questi organismi; Il Cliente è anche licenziatario di Fairtrade International e l accordo di licenza viene risolto per qualsivoglia ragione; Il Cliente ha omesso di versare la quota di certificazione; (d) La certificazione del Cliente viene revocata (decertificazione) ; (e) (f) (g) Per violazione di qualsiasi disposizione di questo contratto da parte del Cliente in cui, in caso di violazione rimediabile, il cliente abbia omesso di porre rimedio alla violazione entro 15 giorni dalla ricezione della notifica di violazione inviata da FLO-CERT. Questa disposizione comprende il mancato pagamento delle tariffe di certificazione. In caso di bancarotta o messa in liquidazione del Cliente; In caso di acquisto del Cliente e/o del suo patrimonio da parte di altro ente. 7.4 Alla risoluzione del contratto, FLO-CERT è tenuta a pubblicare la modifica dello stato della certificazione avvenuta a seguito della risoluzione del presente contratto. 7.5 La risoluzione del presente contratto non solleva il Cliente dall obbligo di versare la tariffa di certificazione esigibile. 7.6 La risoluzione del presente contratto comporta per il Cliente la perdita dello stato di produttore o trader Fairtrade, con le seguenti conseguenze: Il Cliente interrompe l utilizzo di tutti i materiali pubblicitari e le confezioni in cui sia citata la certificazione FLO-CERT. Il Cliente informerà fornitori e clienti dell'avvenuta modifica al proprio stato di certificazione. Y:\8. QM\8.5 Forms\Approved Contracts\Approved Certification Contracts Page 5/9

6 (c) (d) Il Cliente ha la facoltà di vendere le scorte di prodotti Fairtrade presenti al momento della notifica di risoluzione del contratto per un periodo di 3 mesi solari dalla notifica di risoluzione, come disposto dal comma 7.2. Eventuali contratti di vendita entrati in vigore prima della notifica di risoluzione possono essere mantenuti per lo stesso periodo. Alla risoluzione del contratto ai sensi del comma 7.3, il Cliente cesserà di vendere tutti i prodotti Fairtrade presenti al momento della notifica di risoluzione. 8. EMENDAMENTI 8.1 Qualsiasi modifica al presente contratto deve essere concordata da entrambe le parti, generalmente per iscritto. 8.2 Per motivi di ordine pratico, FLO-CERT può decidere di modificare il presente contratto mediante preavviso scritto di tre mesi rispetto all'entrata in vigore prevista della modifica. La prosecuzione del pagamento delle tariffe di certificazione ai sensi dell articolo 4 è da intendersi come approvazione da parte del Cliente. 8.3 Nell eventualità in cui il Cliente non accetti la modifica prevista, ha la facoltà di recedere dal contratto per iscritto entro 30 giorni dalla ricezione del preavviso scritto da parte di FLO-CERT e con efficacia sulla risoluzione del contratto a decorrere dalla data della modifica. 9. GARANZIA E LIMITI DI RESPONSABILITÀ 9.1 Salvo in caso di danno intenzionale o grave negligenza, ciascuna parte e i relativi agenti o assistenti declinano ogni responsabilità quanto all esecuzione del contratto. Tuttavia, la presente disposizione non si applica in caso di violazione di obblighi contrattuali sostanziali o nell eventualità di lesioni mortali, fisiche o alla salute. Gli obblighi contrattuali sostanziali costituiscono obblighi essenziali ai fini contrattuali, il cui adempimento rende possibile la regolare attuazione del contratto e sul rispetto dei quali le parti fanno e possono fare regolare affidamento. La responsabilità per danni arrecati si limita al tipico danno prevedibile. 9.2 Il Cliente mantiene indenne FLO-CERT da qualsiasi richiesta di risarcimento danni presentata a FLO-CERT da terzi per morte, lesione personale o danno a cose derivante o in relazione a merci difettose, nella misura in cui il difetto della merce è attribuibile ad atti od omissioni del Cliente, dei suoi dipendenti, agenti o subfornitori; 9.3 Nessun elemento di questa clausola restringe o limita l obbligo per legge di ciascuna parte di mitigare l'eventuale perdita sofferta o incorsa derivante da un evento che determini una richiesta di risarcimento danni ai sensi della presente garanzia. 10. FORZA MAGGIORE 10.1 Nessuna delle due parti sarà ritenuta responsabile dei danni occorsi per eventuale ritardo o inadempienza qualora le cause di tale ritardo o inadempienza siano al di fuori del proprio ragionevole controllo quali, a titolo indicativo e non esaustivo, disastri naturali, restrizioni governative (ivi comprese la negazione o la cancellazione delle esportazioni o di altre licenze obbligatorie), guerre, sommosse e/o altre cause al di fuori del ragionevole controllo della parte in causa. Il diritto di recesso non verrà toccato In caso di inadempienza o ritardo nell esecuzione degli obblighi contrattuali, la parte in causa informerà la controparte dell evento, dell impegno contrattuale influenzato da tale evento e della durata prevista dello stesso Nel caso in cui un evento di forza maggiore renda impossibile o ritardi l esecuzione di un impegno contrattuale per un periodo superiore a sessanta giorni, la controparte ha la facoltà di recedere dal presente contratto con il dovuto preavviso. Y:\8. QM\8.5 Forms\Approved Contracts\Approved Certification Contracts Page 6/9

7 11. ASSEGNAZIONE 11.1 Le parti non possono assegnare, trasferire o in qualsiasi altra maniera consegnare a terzi i diritti o gli obblighi connessi al presente contratto, salvo diversamente concordato per iscritto dalla controparte. 12. FORMA SCRITTA 12.1 L obbligo della forma scritta si applica anche ad accordi supplementari, assicurazioni o modifiche apportate successivamente, ivi compreso l annullamento del contratto; gli eventuali accordi supplementari formulati oralmente non sono efficaci, essendo validi solo per iscritto Oltre agli obblighi di legge previsti dalla Repubblica Federale di Germania sulla forma scritta, tale obbligo sarà ritenuto soddisfatto in caso di invio tramite della copia scansionata in formato PDF del documento originale; oppure in caso di invio del documento originale tramite posta o fax. 13. LEGGE APPLICABILE E FORO COMPETENTE 13.1 Il solo foro competente per eventuali controversie derivanti dal presente contratto sarà ove applicabile il foro di Bonn, Repubblica Federale di Germania, per entrambe le parti. FLO- CERT si riserva il diritto di istituire un eventuale procedimento legale nel luogo in cui il Cliente svolge le proprie attività Nell eventualità di una controversia derivante dal presente contratto, le parti possono decidere di ricorrere alla procedura di arbitrato. L arbitro sarà concordato da entrambe le parti e ogni decisione presa dall arbitro sarà vincolante per le parti. Le spese di arbitrato saranno a carico delle parti in quote proporzionali stabilite dall'arbitro Il presente contratto e tutte le questioni relative alla sua esecuzione, validità e interpretazione sono soggette al diritto della Repubblica Federale di Germania. Il presente contratto non comprende, incorpora e non è soggetto alle disposizioni della Convenzione delle Nazioni Unite sulla vendita internazionale di merci. 14. CLAUSOLA SALVATORIA 14.1 Qualora singole disposizioni del presente contratto dovessero risultare o venire invalidate in parte o in tutto, o nel caso in cui dovessero riscontrarsi omissioni nel presente contratto, le restanti disposizioni manterranno la loro validità. Accettato e firmato in data [Data]. FLO-CERT Cliente Y:\8. QM\8.5 Forms\Approved Contracts\Approved Certification Contracts Page 7/9

8 Appendix 1 (Appendice 1) Elenco delle tariffe di certificazione In questa appendice è riportato l elenco delle tariffe di certificazione valido al momento della stipula del contratto. FLO-CERT ha la facoltà di modificare le tariffe di certificazione, con preavviso di 3 mesi dalla data prevista di aumento della quota. Il Cliente può recedere dal contratto, come specificato al comma 8.3, a seguito della modifica delle tariffe di certificazione. L aumento della tariffa sarà da ritenersi accettato dal Cliente se la notifica scritta di recesso non viene ricevuta entro 30 giorni dalla ricezione da parte del Cliente della notifica scritta inviata da FLO-CERT, ovvero se il Cliente continua a versare la tariffa di certificazione. L elenco delle tariffe aggiornato alla versione più recente è reperibile al seguente link: Y:\8. QM\8.5 Forms\Approved Contracts\Approved Certification Contracts Page 8/9

9 Appendix 2 (Appendice 2) Elenco degli standard Fairtrade e dei criteri e delle procedure di conformità FLO-CERT Fairtrade International (FLO) si riserva il diritto di modificare gli standard Fairtrade in accordo con le procedure operative standard di FLO (http://www.fairtrade.net/setting_the_standards.html ). I requisiti stabiliti dagli standard Fairtrade possono essere integrati, eliminati oppure altrimenti modificati. I soggetti che abbiano soddisfatto gli standard Fairtrade sono tenuti a monitorare le revisioni in attesa di conferma e quelle definitive sul sito web di FLO. La certificazione Fairtrade garantisce la conformità agli standard Fairtrade. La revisione degli standard Fairtrade può determinare una modifica nei requisiti di certificazione Fairtrade. I soggetti intenzionati a certificarsi o già certificati sono tenuti a monitorare i criteri di conformità FLO-CERT e la documentazione integrativa sul sito in quanto essi entreranno in vigore tramite pubblicazione sul sito. Secondo quanto sopra esposto, si accludono i seguenti documenti tramite riferimento dinamico e ove applicabile nella loro versione più recente in base alla funzione del cliente: Standard Fairtrade adottati da FLO Standard Fairtrade generici e specifici di prodotto, resi disponibili tramite pubblicazione su: Criteri di conformità FLO-CERT e documentazione integrativa La specifica versione dell elenco dei criteri di conformità, essendo soggetta a modifiche, e la relativa documentazione integrativa citata in alcuni particolari requisiti è disponibile sul sito web di FLO-CERT: Documentazione procedurale FLO-CERT Tutta la documentazione procedurale regolarmente adottata dall'organismo di certificazione è pubblicata sul sito web FLO-CERT: in particolare: Procedura operativa standard FLO-CERT per gli appelli e le revisioni Procedura operativa standard FLO-CERT per le asserzioni Procedura operativa standard FLO-CERT per i reclami Procedura operativa standard FLO-CERT per la certificazione, comprensiva dell elenco sanzioni Y:\8. QM\8.5 Forms\Approved Contracts\Approved Certification Contracts Page 9/9

Domanda di Certificazione Fairtrade

Domanda di Certificazione Fairtrade Domanda di Certificazione Fairtrade Procedura operativa standard Valida dal: 17.09.2013 Distribuzione: pubblica Indice 1. Scopo... 4 2. Campo di applicazione... 4 2.1 Chi deve presentare domanda di certificazione

Dettagli

Domanda di Certificazione Fairtrade

Domanda di Certificazione Fairtrade 15 it Domanda di Certificazione Fairtrade Procedura operativa Valida dal: 16/01/2015 Distribuzione: pubblica Indice 1 Scopo... 4 2 Campo di applicazione... 4 2.1 Chi deve presentare domanda di certificazione

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l.

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l. Certification International (UK) Limited [CI UK] è un Organismo di Certificazione accreditato UKAS che fornisce i propri servizi di certificazione attraverso una rete di uffici di rappresentanza in tutto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l.

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. General Terms and Conditions of Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. Articolo I: Disposizioni Generali 1. I rapporti legali tra il Fornitore

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

Termini di servizio di Comunicherete

Termini di servizio di Comunicherete Termini di servizio di Comunicherete I Servizi sono forniti da 10Q Srls con sede in Roma, Viale Marx n. 198 ed Ancitel Spa, con sede in Roma, Via Arco di Travertino n. 11. L utilizzo o l accesso ai Servizi

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN Le presenti condizioni generali hanno lo scopo di disciplinare l utilizzo dei Marchi di proprietà della società: Gefran S.p.A. con sede in

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE (MSC)

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE (MSC) REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE (MSC) 1 OGGETTO... 1 2 INDIRIZZI POLITICI... 2 3 GENERALITÀ... 2 4 SCHEMA DI CERTIFICAZIONE... 3 4.1 Richiesta di certificazione...

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

2006 02 09 Sottocomitato per lo schema SCR 2006 02 28 Comitato di Accreditamento COMITATO DI ACCREDITAMENTO. Accreditamento RT-12

2006 02 09 Sottocomitato per lo schema SCR 2006 02 28 Comitato di Accreditamento COMITATO DI ACCREDITAMENTO. Accreditamento RT-12 Via Saccardo, 9 I-20134 MILANO Tel.: + 39 022100961 Fax: + 39 0221009637 Sito Internet: www.sincert.it E-mail: sincert@sincert.it C.F./P.IVA 10540660155 Titolo Sigla RT-12 Revisione 01 Data approvazioni

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

a. Destinatario dei percorsi formativi on line sono gli operatori della sanità che potranno accedere ai contenuti previa registrazione

a. Destinatario dei percorsi formativi on line sono gli operatori della sanità che potranno accedere ai contenuti previa registrazione CONDIZIONI D'USO 1. Accesso al sito L'accesso al sito www.stilema-ecm.it è soggetto alla normativa vigente, con riferimento al diritto d'autore ed alle condizioni di seguito indicate quali patti contrattuali.

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

10. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI di Mauro Soldera

10. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI di Mauro Soldera 10. di Mauro Soldera La Legge n. 92/2012 (Riforma Fornero) interviene in maniera significativa sulla disciplina dei licenziamenti individuali regolamentati dall art. 18 della Legge n. 300/1970 (Statuto

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all occupazione dei giovani. Possono essere assunti in

Dettagli

Le parti si impegnano a ridurre le loro emissioni di gas ad effetto serra di almeno il 5% rispetto ai livelli del 1990 nel periodo 2008-2012.

Le parti si impegnano a ridurre le loro emissioni di gas ad effetto serra di almeno il 5% rispetto ai livelli del 1990 nel periodo 2008-2012. Il testo del protocollo di Kyoto (Protocollo Nazioni Unite in vigore dal 16.2.2005) Il protocollo di Kyoto è stato ratificato dall'italia con la legge 120 del 2002. Il protocollo entra in vigore il 16

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza

Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza Autodesk Inc. United States 111 McInnis Parkway San Rafael CA 94903 www.autodesk.com Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza Le licenze del software Autodesk sono in genere non trasferibili,

Dettagli

Condizioni per l utilizzo dei contenuti

Condizioni per l utilizzo dei contenuti Condizioni per l utilizzo dei contenuti Condizioni generali Le presenti disposizioni regolano l uso del servizio del sito web di Internet (di seguito, la "Pagina Web" o il Sito Web ) che CIGNA Life Insurance

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014

LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014 LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014 Più tutele per i consumatori italiani ed europei: è l effetto della direttiva europea recepita dal decreto legislativo n.21 del 21 febbraio

Dettagli

Bollettino ECEPA. In questo numero 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 3 DIRITTI E LIMITAZIONI NELL USO DEL

Bollettino ECEPA. In questo numero 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 3 DIRITTI E LIMITAZIONI NELL USO DEL Bollettino ECEPA In questo numero N 6 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO ED ANALISI DEI PRODOTTI DOP 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 2.1. Marchi di conformità ECEPA 2.2. Marchio Comunitario DOP 2.3.

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE)

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) Regolamento (CEE) n. 2137/85 del Consiglio del 25 luglio 1985 Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) EPC Med - GEIE Via P.pe di Villafranca 91, 90141 Palermo tel: +39(0)91.6251684

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati

Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati Traduzione 1 Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati 0.111 Conclusa a Vienna il 23 maggio 1969 Approvata dall Assemblea federale il 15 dicembre 1989 2 Istrumento d adesione depositato dalla Svizzera

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti.

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti. LA RISOLUZIONE. PREMESSA Sappiamo che un contratto valido può non produrre effetto, o per ragioni che sussistono sin dal momento in cui lo stesso viene concluso (ad es. la condizione sospensiva), o per

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli