Esercitazioni per il miglioramento della difesa di squadra

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esercitazioni per il miglioramento della difesa di squadra"

Transcript

1 Esercitazioni per il miglioramento della difesa di squadra Es.1 - Difesa su un attacco potente da posto 4. L'allenatore lancia la palla all'alzatore (S) che alza in 3 tempo all'attaccante di posto 4. Il muro (posto 2) ne attutisce la potenza (muro passivo); i difensori delle zone 1 e 4 si muovono verso la palla come se dovessero coprire un pallonetto. Il difensore di zona 6 si sposta dal cono d'ombra verso la linea laterale dx, quello di zona 5 copre un'eventuale deviazione dell'attacco in diagonale. I difensori provano l'azione punto contro i tre muratori del campo opposto. L'attaccante di posto 4 recupera la palla e la riporta nel contenitore. Suggerimenti: Il difensore di zona 1 deve essere pronto a muoversi alla sua dx per riprendere i palloni che tendono ad uscire dal campo sul mani e fuori. Es.2 - Difesa a rotazione sul pallonetto e/o attacco lungolinea Tre giocatori sono nella loro posizione difensiva. L'allenatore e' sul tavolo e su autoalzata schiaccia, ma un attimo prima che colpisca la palla il difensore di fronte a lui si sposta a rete per difendere l'eventuale pallonetto ed il difensore centromediano si sposta verso l'angolo della zona difensiva lasciata libera dal proprio compagno di linea. NB. Nelle difese a rotazione, il difensore centromediano molte volte tiene la sua posizione nel caso in cui il muratore centrale non chiuda a muro o se il muro passivo devii la palla in quella zona del campo. L'allenatore fa un pallonetto o attacca in lungolinea; a questo punto l'altro allenatore dal posto 2 attacca un altro pallone e l'esercizio viene ripetuto sull'altro lato.

2 Suggerimenti: Il giocatore per difendere il pallonetto deve stare in posizione bassa con le gambe aperte e le ginocchia piegate, pronto a reagire in ogni direzione. Questo giocatore non ha responsabilita' primaria sull'attacco potente, ma deve essere pronto a tuffarsi. Es.3 - Difendere l'angolo lungo del campo su un attacco in diagonale L'allenatore è sul tavolo e su autoalzata, per iniziare l'esercizio, schiaccia. Il difensore, sull'autoalzata dell'allenatore, arretra velocemente per coprire l'angolo piu' lungo: lo spostamento che compie somiglia alla lettera j. Questo esercizio e' indicato per la difesa con centromediano arretrato, dove i difensori della zona 1 e 5 partono a circa 4 mt. dalla rete per coprire il pallonetto dietro al muro. L'allenatore attacca, il difensore dirige la palla sul giocatore bersaglio e dopo ritorna nella posizione di partenza, mentre l'altro allenatore ripete l'esercizio con l'altro difensore. I due difensori restano in campo per un certo numero di attacchi o di minuti. Es.4 - Difesa sul lungolinea del centromediano Tre giocatori sono in fila in zona 6, con il primo giocatore a circa tre mt. dalla linea di fondocampo. L'allenatore e un suo sostituto sono sul tavolo ed attaccano sul lungolinea; in questo caso, il mediano dx o sn sono responsabili del pallonetto corto, mentre il centromediano deve portarsi velocemente vicino alle linee laterali per difendere l'attacco di potenza. Appena il primo difensore si sposta a dx, il secondo si sposta a sn per la difesa del secondo attacco lungolinea etc.

3 Es. 5 - Difesa su alzata 4 Difesa su attacco dal posto 4, contro il muro a due e difesa schierata. Mettiamo due linee di attaccanti nelle zone 2/4, mentre l'alzatore alza secondi e terzi tempi; la palla viene passata dall'allenatore dalla zona 1. Dopo l'attacco, lo schiacciatore recupera la palla, la riporta nel contenitore e si rimette nella fila pronto per un altro attacco. Se il muratore centrale e' in ritardo nella chiusura del muro, deve difendere l'eventuale pallonetto. I difensori di zona 6, 5, 4 triplicano in diagonale, mentre il difensore di zona 1 tiene il lungolinea o copre il pallonetto. Es.6 - Difesa su un attacco dal posto 2 contro il muro a due e difesa schierata. Spesso si lavora sulla difesa in previsione delle alzate da 2 o 4 durante lo stesso esercizio, in modo che il giocatore a muro centrale possa lavorare sulla lettura delle alzate e i difensori possano adattare le proprie posizioni a seconda che il muro sia formato da uno o due giocatori. Concordare con l'alzatore la tipologia dell'alzata, a seconda che vogliamo mettere in evidenza la difesa sull'alzata 4 o 2. Se l'attaccante di posto 2 esegue una rincorsa in diagonale rispetto alla rete, dobbiamo pensare ad un attacco incrociato.

4 Es.7 - Difesa su alzata alta Difendere l'attacco su alzata alta dell'attaccante laterale. L'allenatore lancia la palla all'alzatore in qualsiasi parte del campo, in seconda linea; da li' l'alzatore alza palla alta per l'attaccante laterale. Poiche' ci saranno sempre, minimo due uomini a muro, su alzata alta, utilizzeremo solo una linea d'attacco. La maggior parte delle alzate, in questa situazione sono alzate in posto 4, ed e' per questo che noi sottoliniamo, qui, il rapporto muro-difesa. Es.8 - Difesa sui primi tempi L'attaccante centrale schiaccia in primo tempo, mentre la difesa cerca di tenere la palla per la ricostruzione di un'azione punto. L'attaccante viene murato da un solo giocatore, in questo esercizio. I difensori delle zone 1/5 partono da una posizione iniziale che e' sulla linea dei tre mt. (nei campionati di alto livello) ed iniziano ad arretrare non appena diventa chiaro che l'attacco sara' portato dagli attaccanti laterali.il muratore deve avere già le braccia distese quando deve opporsi al primo tempo, altrimenti rischia di essere anticipato dall'attaccante.

5 Es.9- Difesa su incrocio a sx. L'allenatore lancia la palla all'alzatore che alza "A" o "X". I giocatori a muro provano a leggere l'alzata, cercando in tre di saltare a muro. Il difensore di posto 5 copre il pallonetto quando l'uomo a muro di posto 2 salta a muro sull'incrocio. L'uomo a muro di posto 4 puo' saltare anche sull'attaccante in primo tempo e saltare ancora sull'attaccante che incrocia senza però abbassare le braccia. Es.10 - Difesa su finto incrocio Il muratore centrale spesso salta con l'attaccante centrale; in questo caso il giocatore a muro di posto 4 deve murare da solo l'eventuale finto incrocio. Se, invece, il muratore centrale non salta, il difensore di zona 5 si sposta alla sn del muratore laterale a coprire il pallonetto, mentre se c'e' un solo uomo a muro deve arretrare per difendere l'attacco potente. TRAINER Editore Via Triboniano, MILANO - Tel / 31 / 58 - Fax Web:

1 Esercizi : situazioni di gioco

1 Esercizi : situazioni di gioco 1 Esercizi : situazioni di gioco Arretramento dalla zona 2 ed attacco in primo tempo. Proposta: azione punto dopo il muro. Descrizione: l alzatore e l attaccante centrale murano in zona 2 e, appena ricadono

Dettagli

UNDER. Giglioli Mauro 02/05/2003 1

UNDER. Giglioli Mauro 02/05/2003 1 Giglioli Mauro 1 RICEZIONE DOPPIA W 2 RICEZIONE A SEMICERCHIO 3 RICEZIONE A TRAPEZIO 4 RICEZIONE A 3 CON DOPPIO PALLEGGIATORE 5 RICEZIONE A 3 CON DOPPIO PALLEGGIATORE 6 RICEZIONE A 3 CON DOPPIO PALLEGGIATORE

Dettagli

Analizziamo cronologicamente la sequenza in successione delle diverse fasi dell'azione di attacco

Analizziamo cronologicamente la sequenza in successione delle diverse fasi dell'azione di attacco L'attacco rappresenta la sintesi dei processi valutativi, motori e coordinativi più complessi della pallavolo. La schiacciata è un'azione spettacolare che identifica nella sua forma più caratteristica

Dettagli

Il muro è un fondamentale complesso che per essere efficace necessita delle seguenti caratteristiche:

Il muro è un fondamentale complesso che per essere efficace necessita delle seguenti caratteristiche: Il muro è quell'azione di risposta e opposizione che i giocatori di rete eseguono in conseguenza dell'attacco avversario. Tecnicamente consiste in un salto combinato all'innalzamento delle braccia tese

Dettagli

9 Esercitazioni d attacco per il settore giovanile

9 Esercitazioni d attacco per il settore giovanile 9 Esercitazioni d attacco per il settore giovanile 1 - Schiacciata contro il muro Questo esercizio aiuta a migliorare il controllo sulla palla, impattata nella parte superiore e spinta verso il basso.

Dettagli

1 Esercizi : il muro

1 Esercizi : il muro Esercizi : il muro Finalità: studio della corretta posizione e tensione delle braccia piedi a terra (con rete bassa) il giocatore esegue delle simulazioni di muro con estensione della braccia verso l alto

Dettagli

Tecnica Didattica della motricità per il palleggiatore

Tecnica Didattica della motricità per il palleggiatore SPAZIO TECNICO Tecnica Didattica della motricità per il palleggiatore Esercitazioni che mirano a sviluppare la capacità tecnico-tattica di Gianluca Bastiani Seguendo la parte teorica che abbiamo già sviluppato

Dettagli

Esercizio N Muro con spostamenti a passo accostato

Esercizio N Muro con spostamenti a passo accostato file://c:\volley\sitoweb\sitoweb\muro\muro001.html Page 1 of 2 31/01/2012 Esercizio N. 001 - Muro con spostamenti a passo accostato Organizzazione in campo: Vedi animazione Allenare la tecnica di spostamento

Dettagli

Modellizzazione del gioco

Modellizzazione del gioco Modellizzazione del gioco La pallavolo è uno sport collettivo dove non si può mai essere certi della successione delle azioni. Tatticamente l obiettivo è di dare un minimo d informazioni all avversario.

Dettagli

Fondamentali di base: ATTACCO

Fondamentali di base: ATTACCO Fondamentali di base: ATTACCO Relatore prof. Bosetti Principali problematiche L attacco deve essere considerato come tema permanente di ogni seduta di allenamento. Ore di lavoro specifico sull'attacco

Dettagli

Allenamento 5 : organizzazione del muro con il palleggiatore in prima linea + ricezione

Allenamento 5 : organizzazione del muro con il palleggiatore in prima linea + ricezione llenamento 5 : organizzazione del muro con il palleggiatore in prima linea + ricezione Eser. 1. ttivazione cardiovascolare tecnica di bagher e palleggi D E F D Rinviare la palla a P1 oppure P2 spostarsi

Dettagli

La correlazione MURO-DIFESA

La correlazione MURO-DIFESA 1.0 NELLA PALLAVOLO D'ALTO LIVELLO, SIA MASCHILE SIA FEMMINILE, è DIFFICILE OGGI IMMAGINARE DI OTTIMIZZARE LA FASE BREACK SENZA UN'EFFICIENTE CORRELAZIONE TRA QUESTI DUE FONDAMENTALI. Più volte abbiamo

Dettagli

elaborazione a cura del prof. Marco Quarato 1

elaborazione a cura del prof. Marco Quarato 1 Introduzione MODULO 10 SISTEMI DI ALLENAMENTO LO SVILUPPO DEI PRINCIPI TATTICI ATTRAVERSO L'ESERCIZIO DI SINTESI Mappa riassuntiva Mappa concettuale Concetto di progressivita' Principi Tattici Sistemi

Dettagli

UNO CONTRO UNO E COLLABORAZIONE A TRE

UNO CONTRO UNO E COLLABORAZIONE A TRE UNO CONTRO UNO E COLLABORAZIONE A TRE di Giulio Cadeo Allena da anni a Varese, come allenatore delle giovanili, portando la squadra iuniores al secondo posto alle finali Nazionali lo scorso anno. Assistente

Dettagli

Due gruppi di giocatori nelle due zone di battuta. Si batte al salto e vince il gruppo che compie meno errori in un tempo prestabilito.

Due gruppi di giocatori nelle due zone di battuta. Si batte al salto e vince il gruppo che compie meno errori in un tempo prestabilito. 1 Esercizi di tecnica pallavolistica Argomento Battuta e difesa con spostamento nelle zone 1,6,5 Battuta, ricezione e copertura Battuta tesa e ricezione in coppie. Battuta flottante e ricezione con rotazione.

Dettagli

Tutti questi giochi si svolgono sotto forma di gara, vince chi esegue prima 15 movimenti. Stesso esercizio con la palla.

Tutti questi giochi si svolgono sotto forma di gara, vince chi esegue prima 15 movimenti. Stesso esercizio con la palla. Senza palla, birilli sparsi sul campo Corsa libera e su ciascun birillo eseguire: - Cambio di direzione - Cambio di senso - Arresto a un tempo e salto verticale - Arresto a due tempi e giro dorsale andando

Dettagli

Dieci esercitazioni per migliorare il gesto tecnico di calciare la palla. Raccolta N 2.

Dieci esercitazioni per migliorare il gesto tecnico di calciare la palla. Raccolta N 2. articolo N.35 OTTOBRE 2006 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO MURO. Settore tecnico giovanile Squadre Nazionali CLUB ITALIA

FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO MURO. Settore tecnico giovanile Squadre Nazionali CLUB ITALIA FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO MURO Settore tecnico giovanile Squadre Nazionali CLUB ITALIA SCOPI DEL MURO INIBIRE ALCUNE TRAIETTORIE ALL ATTACCANTE ATTACCANTE AVVERSARIO CERCANDO DI RESPINGERLE NEL CAMPO

Dettagli

PRINCIPALI SISTEMI DIFENSVIVI

PRINCIPALI SISTEMI DIFENSVIVI PRINCIPALI SISTEMI DIFENSVIVI 1 CENTRO MEDIANO AVANZATO POSIZIONE DI PARTENZA Sistema difensivo che prevede la difesa del pallonetto da parte del centro mediano avanzato (zona 6) particolarmente usato

Dettagli

1 Esercizi fisici e di tecnica pallavolistica. Argomento. Descrizione. Battuta e difesa con spostamento nelle zone 1,6,5

1 Esercizi fisici e di tecnica pallavolistica. Argomento. Descrizione. Battuta e difesa con spostamento nelle zone 1,6,5 1 Esercizi fisici e di tecnica pallavolistica Argomento Battuta e difesa con spostamento nelle zone 1,6,5 Battuta, ricezione e copertura Battuta tesa e ricezione in coppie. Battuta flottante e ricezione

Dettagli

NUMERO 01 Tecnica schiacciata: impostazione ed esercitazioni STACCO SALTO Fase apprendimento analitico

NUMERO 01 Tecnica schiacciata: impostazione ed esercitazioni STACCO SALTO Fase apprendimento analitico NUMERO 01 Tecnica schiacciata: impostazione ed esercitazioni STACCO SALTO Fase apprendimento analitico - a 3 a rotazione pendolo per movimento braccia uno sopra lo step o gradone - ultimo passo nel cerchio

Dettagli

Comitato Provinciale di Roma. Corso Allievi Allenatori 2013 LA DIFESA. Corso Allievi Alleatori

Comitato Provinciale di Roma. Corso Allievi Allenatori 2013 LA DIFESA. Corso Allievi Alleatori LA DIFESA MDE Corso Allievi Alleatori La difesa è il fondamentale che permette di recuperare la palla attaccata dall avversario, ed è strettamente collegata al muro per l esecuzione di un contrattacco.

Dettagli

FEDERAZIONE TICINESE DI CALCIO Davide Morandi

FEDERAZIONE TICINESE DI CALCIO Davide Morandi 32 - Obiettivo: Conclusione, possesso palla. Due squadre di 9 giocatori ciascuna si affrontano in una metà campo. La squadra che realizza una rete non può segnarne un'altra fino a che non ne subisce una

Dettagli

LA DIDATTICA DEL GIOCO

LA DIDATTICA DEL GIOCO LA DIDATTICA DEL GIOCO Sono proposte una serie d'esercitazioni, partendo dai fondamentali individuali fino alla costruzione di un gioco di squadra, per migliorare l acquisizione di una tecnica specifica

Dettagli

PALLAVOLO Terreno di gioco:

PALLAVOLO Terreno di gioco: PALLAVOLO La pallavolo è un gioco di squadra praticato sia dai maschi che dalle femmine. Gioco particolarmente dinamico e spettacolare dove i giocatori possono far valere le proprie qualità fisiche, tecniche

Dettagli

MESE DI DICEMBRE 2007 DELLA CATEGORIA ESORDIENTI 1995

MESE DI DICEMBRE 2007 DELLA CATEGORIA ESORDIENTI 1995 MESE DI DICEMBRE 2007 DELLA CATEGORIA ESORDIENTI 1995 Allenatore Maurizio Bruni Seduta allenamento del giorno 03 Dicembre 2007 Riscaldamento 25 10 Riscaldamento: in spazio ridotto quadrato 15x15 conduzione

Dettagli

PALLAVOLO EVOLUTA. Giglioli Mauro

PALLAVOLO EVOLUTA. Giglioli Mauro Giglioli Mauro RICEZIONE A 2 (senza utilizzo del libero) Fare attenzione al possibile fallo di posizione fra A1 e A2. A2 deve essere arretrato rispetto a A1 RICEZIONE A 2 (senza utilizzo del libero) RICEZIONE

Dettagli

10 Lezioni di Minibasket

10 Lezioni di Minibasket 10 Lezioni di Minibasket LEZIONE N. 3 001. Ragazzi disposti su due file ai lati del canestro: Palla a terra, girare 3 volte intorno, prenderla e tirare Giro a 8 fra le gambe e tiro 2 balzi sul posto, piedi

Dettagli

La tecnica. Didattica. A livello didattico la progressione può essere così cadenzata:

La tecnica. Didattica. A livello didattico la progressione può essere così cadenzata: LA PALLAVOLO A cura del Prof. Mario Testi Testo del Prof. Loredano Rizzoni, Allenatore federale F.I.P.A.V. La difesa è la risposta tecnica che si esegue per impedire all'attacco avversario d'essere vincente.

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE CONTRAPPOSIZIONI

INTRODUZIONE ALLE CONTRAPPOSIZIONI CAPITOLO 1 INTRODUZIONE ALLE CONTRAPPOSIZIONI 9 Sviluppare e finalizzare un azione d attacco significa superare l opposizione dei reparti avversari. A seconda della zona di recupero del pallone e del contesto

Dettagli

Il libro della pallavolo

Il libro della pallavolo Il libro della pallavolo LA PALLAVOLO Lo scopo del gioco è far in modo che la palla non cada nel proprio campo ma che cada all'interno del campo avversario. Le partite si disputano al meglio dei 5 o 3

Dettagli

"PROGRESSIONI DIDATTICHE DIFENSIVE

PROGRESSIONI DIDATTICHE DIFENSIVE LE DISPENSE DELL U.S.A.P. "PROGRESSIONI DIDATTICHE DIFENSIVE Estratto in anteprima dalla nuova Dispensa USAP in uscita Realizzazione a cura di Federico FILESI Coach Giampiero TICCHI (Allenatore Nazionale

Dettagli

10 Lezioni di Minibasket

10 Lezioni di Minibasket 10 Lezioni di Minibasket LEZIONE N. 09 001. Lavoro su due metà campo senza palla, una con cerchi e birilli, l altra libera. Esecuzione di movimenti che richiamano i fondamentali individuali senza palla

Dettagli

MODULO 2 ( METODOLOGIA ) IL METODO ANALITICO, SINTETICO E GLOBALE NEL SISTEMA DI ALLENAMENTO TECNICO-TATTICO

MODULO 2 ( METODOLOGIA ) IL METODO ANALITICO, SINTETICO E GLOBALE NEL SISTEMA DI ALLENAMENTO TECNICO-TATTICO MODULO 1 ( METODOLOGIA ) LA SEDUTA DI ALLENAMENTO TECNICO - TATTICO L'organizzazione della seduta La programmazione degli obiettivi La gestione della seduta L'organizzazione del lavoro differenziato per

Dettagli

PALLEGGIO. Tecnica e didattica specifica

PALLEGGIO. Tecnica e didattica specifica PALLEGGIO Tecnica e didattica specifica Il palleggio rappresenta la tecnica più efficace per ottenere un passaggio preciso e l'alzata è la sua massima evoluzione. Il palleggiatore differenzia la sua azione

Dettagli

MARIO BLASONE FONDAMENTALI DI ATTACCO

MARIO BLASONE FONDAMENTALI DI ATTACCO MARIO BLASONE FONDAMENTALI DI ATTACCO 1. NAPA PIIRI. Ball handling da fermo, ma iniziamo ad inculcare il principio di VISIONE PERIFERICA. Gli allievi-e disposti attorno al cerchio guardano il leader nel

Dettagli

SCHEMI DI ATTACCO. Un attacco è caratterizzato da: Traiettoria Distanza dal palleggiatore

SCHEMI DI ATTACCO. Un attacco è caratterizzato da: Traiettoria Distanza dal palleggiatore SCHEMI DI ATTACCO Gli schemi di attacco sono uno dei temi più interessanti per gli appassionati della pallavolo. Tutti abbiamo visto i numerini che fanno i giocatori (in genere i palleggiatori) con le

Dettagli

Diagr. 21. L attaccante passa al primo della fila a sinistra e può tagliare o verso il centro (Diagr. 22), Diagr. 22

Diagr. 21. L attaccante passa al primo della fila a sinistra e può tagliare o verso il centro (Diagr. 22), Diagr. 22 Esercizio Uno contro uno appoggio È un primo riassunto delle informazioni fin qui suggerite più la conversione tuttocampo due contro uno. Disponiamo tre file e si inizia con smarcamento e dai e segui (Diagr.

Dettagli

ROTAZIONI. P2 (palleggiatore in zona 2)* Centrale 1 non riceve. Lato 1 riceve e attacca. Libero. Lato 2 riceve

ROTAZIONI. P2 (palleggiatore in zona 2)* Centrale 1 non riceve. Lato 1 riceve e attacca. Libero. Lato 2 riceve ROTAZIONI P2 (palleggiatore in zona 2)* LEGENDA ruoli: 1 Palleggiatore: zona 2 1 (dietro) :schiacc. ricevitore zona 4 (2) -5 : schiacc. ricevitore zona 4-5 : speculare al palleggiatore Centrale 1: zona

Dettagli

- Ball handling senza scambiarsi la palla (gara 1c1 a tempo)

- Ball handling senza scambiarsi la palla (gara 1c1 a tempo) 1) Palloni sparsi sul campo Corsa libera e: - saltare i palloni staccando su un piede - saltare i palloni staccando su due piedi (arresto a un tempo) - fermarsi davanti al pallone con un piede arretrato

Dettagli

PROGETTO AZZURRINA Programmi di Allenamento Toscana

PROGETTO AZZURRINA Programmi di Allenamento Toscana ALLENAMENTO N 6 Tipologia: Allenamento modulare con preparatore. Obiettivo Tecnico: Didattica di tiro, Passaggio ad una mano dal palleggio e collaborazioni tra esterne, Tecnica difensiva, Difesa vicino

Dettagli

Esercitazioni per allenare la finta il dribbling e cambi di direzione. Categoria: Ultimo anno Esordienti

Esercitazioni per allenare la finta il dribbling e cambi di direzione. Categoria: Ultimo anno Esordienti Esercitazioni per allenare la finta il dribbling e cambi di direzione Categoria: Ultimo anno Esordienti Situazione di gioco: 1 > 1 (Rosso Verde). Il capitano azzurro, guida la palla fino al centro, la

Dettagli

CORSO PER ALLENATORI DI SECONDO GRADO

CORSO PER ALLENATORI DI SECONDO GRADO CORSO PER ALLENATORI DI SECONDO GRADO MODULO 7 TECNICA NELLA FASE BREAK POINT NELLA PALLAVOLO FEMMINILE Allenatore di III Grado Docente Nazionale FIPAV BREVE SOMMARIO: BATTUTA MURO DIFESA PALLEGGIO COPERTURA

Dettagli

Fondamentali e fasi di gioco.

Fondamentali e fasi di gioco. Fondamentali e fasi di gioco. Fasi di gioco Muro Possesso di palla Copertura d'attaco Fondamentali La Battuta Ricezione Costruzione/Alzata Attacco Difesa Preparazione/Attesa Palleggio Bagher Il gioco della

Dettagli

o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o o

Dettagli

CORSO PER ALLENATORI DI SECONDO GRADO

CORSO PER ALLENATORI DI SECONDO GRADO CORSO PER ALLENATORI DI SECONDO GRADO Fase Residenziale - Lucoli 5 6 19-20 Giugno 2010 TECNICA E PRATICA MURO DIFESA CONTRATTACCO NELLA PALLAVOLO FEMMINILE Claudio Mottola Allenatore di III Grado vince

Dettagli

Tesina dell alunna Moretti Chiara Classe 3 H Scuola Media Palmezzano

Tesina dell alunna Moretti Chiara Classe 3 H Scuola Media Palmezzano Tesina dell alunna Moretti Chiara Classe 3 H Scuola Media Palmezzano La pallavolo è una sport di squadra che si svolge su un campo di 18x9 diviso, da entrambe le parti, da una linea posta 3 m dalla rete.

Dettagli

IL MURO di R. Lobietti (Supervolley apr-mag96)

IL MURO di R. Lobietti (Supervolley apr-mag96) IL MURO di R. Lobietti (Supervolley apr-mag96) Il muro è il fondamentale che, soprattutto nella pallavolo maschile, ha assunto sempre più importanza e subìto un'evoluzione sia per quel che riguarda l'aspetto

Dettagli

Giampiero Ticchi Difesa Pressing

Giampiero Ticchi Difesa Pressing Difesa Pressing www.allenatori.fip.it Prima di parlare di press a tutto campo, a tre quarti campo o a metà campo, bisogna parlare di press come uno stato mentale, cioè di una difesa che non aspetta l'attacco

Dettagli

Comitato Nazionale Allenatori Edizione primavera 2005

Comitato Nazionale Allenatori Edizione primavera 2005 Il Tagliafuori Abbiamo tre tipi di tagliafuori: sul tiratore; sul lato forte (a 1 passaggio di distanza dalla palla); sul lato debole (a 2 o più passaggi di distanza dalla palla). Esercizio Passa e scivola

Dettagli

1vs1 difesa. Formula: togliere lo spazio vantaggioso prima che lo stesso venga occupato dall attaccante.

1vs1 difesa. Formula: togliere lo spazio vantaggioso prima che lo stesso venga occupato dall attaccante. 1vs1 difesa Formula: togliere lo spazio vantaggioso prima che lo stesso venga occupato dall attaccante. Nell 1vs1 difensivo fondamentale sarà la capacità di capire che l 1vs1 è una parte sempre del 5vs5.

Dettagli

LA FASE BATTUTA-PUNTO (Break Point) Tecnico Nazionale Maurizio Castagna

LA FASE BATTUTA-PUNTO (Break Point) Tecnico Nazionale Maurizio Castagna LA FASE BATTUTA-PUNTO (Break Point) Tecnico Nazionale Maurizio Castagna LA FASE-PUNTO PRIMA DEL RPS Veniva chiamata così perché era la sola Fase che permetteva di acquisire il Punto. Il PUNTO si acquisiva:

Dettagli

Il ricevitore attaccante nel volley

Il ricevitore attaccante nel volley Il ricevitore attaccante nel volley Il tema. Abbiamo scelto questo ruolo come primo tema da sviluppare in quanto il ricevitore-attaccante è il giocatore forse più completo della moderna pallavolo. Come

Dettagli

La Fase Battuta - Punto

La Fase Battuta - Punto Corso Allievo Allenatore La Fase Battuta - Punto Bari 6 Maggio 2004 L avvento dell RPS ha portato ad una maggiore importanza della fase di Battuta-Punto (o Break Point). Con il regolamento precedente,

Dettagli

ATTIVITA MINI E MICRO-VOLLEY 2015/2016 GIOCHI E PERCORSI

ATTIVITA MINI E MICRO-VOLLEY 2015/2016 GIOCHI E PERCORSI ATTIVITA MINI E MICRO-VOLLEY 2015/2016 GIOCHI E PERCORSI 1 GIORNATA MICRO VOLLEY MINI VOLLEY 1 GIOCO I bambini si dispongono in fila, di fronte al muro, il primo con un pallone in mano. Al via il primo

Dettagli

TE condotta finte e dribbling Messa in moto

TE condotta finte e dribbling Messa in moto Febbraio 003 FEERAZIONE TICINEE I CALCIO Paolo Bernasconi TE condotta finte e dribbling Messa in moto giocatori: 3 squadre (3 colori) urata: 5' Campo: 30 x 35 m. - 3 palloni contemporaneamente. are la

Dettagli

Corso Allenatori 2 2 Grado. Argomenti dei moduli: Muro/difesa e Contrattacco nella pallavolo femminile ad alto livello

Corso Allenatori 2 2 Grado. Argomenti dei moduli: Muro/difesa e Contrattacco nella pallavolo femminile ad alto livello Argomenti dei moduli: Muro/difesa e Contrattacco nella pallavolo femminile ad alto livello Alberobello giugno 2007 Con il Rally Point System è determinante il carico sulla percentuale di errore delle azioni:

Dettagli

Fase Battuta punto nel femminile (aspetti teorici e pratici) (Relatore Massimo Barbolini)

Fase Battuta punto nel femminile (aspetti teorici e pratici) (Relatore Massimo Barbolini) assari 25 Giugno 2005 Fase Battuta punto nel femminile (aspetti teorici e pratici) (Relatore Massimo Barbolini) Analisi numerica Vi riporto i dati dell A1 femminile ed in particolare della DEPAR Perugia,

Dettagli

"PROGRESSIONI DIDATTICHE OFFENSIVE

PROGRESSIONI DIDATTICHE OFFENSIVE LE DISPENSE DELL U.S.A.P. "PROGRESSIONI DIDATTICHE OFFENSIVE Estratto dalla nuova Dispensa Realizzazione a cura di Federico FILESI Coach Giampiero TICCHI (Allenatore Nazionale) Penetra e scarica: Esercizi

Dettagli

10 Lezioni di Minibasket

10 Lezioni di Minibasket 10 Lezioni di Minibasket LEZIONE N. 8 001. ATTIVAZIONE SENZA PALLA Una metà campo vuota e una dove sono posizionati dei birilli. Tutti i bambini si muovono liberamente nella metà campo vuota e al segnale

Dettagli

COLLEGAMENTO TRA IL MURO E LA DIFESA di M. Moretti (PV-Supervolley /2006)

COLLEGAMENTO TRA IL MURO E LA DIFESA di M. Moretti (PV-Supervolley /2006) COLLEGAMENTO TRA IL MURO E LA DIFESA di M. Moretti (PV-Supervolley 2-3-4-5-6/2006) Più volte abbiamo accennato al fatto che i singoli fondamentali non possono essere separati l uno dall'altro e che devono

Dettagli

CORSO 1 GRADO CREMONA, 15/04/2012. Relatore: Feroldi Luca 1

CORSO 1 GRADO CREMONA, 15/04/2012. Relatore: Feroldi Luca 1 CORSO 1 GRADO CREMONA, 15/04/2012 Relatore: Feroldi Luca 1 Il ricevitore-attaccante è il giocatore forse più completo della pallavolo moderna. Il ricevitore-attaccante deve saper eseguire tutti i fondamentali

Dettagli

Scopriamo i segreti del di Gigi Del Neri

Scopriamo i segreti del di Gigi Del Neri La Tattica Scopriamo i segreti del 4-4-2 di Gigi Del Neri Eccoci con Gigi Del Neri, allenatore oramai affermato che ogni anno ricrea e modernizza il suo modulo in maniera da far emergere i suoi talenti

Dettagli

ALLENAMENTO SPECIFICO DELL ALZATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE CREMONA, 21/04/2013 FEROLDI LUCA

ALLENAMENTO SPECIFICO DELL ALZATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE CREMONA, 21/04/2013 FEROLDI LUCA ALLENAMENTO SPECIFICO DELL ALZATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE CREMONA, 21/04/2013 FEROLDI LUCA ALLENAMENTO SPECIFICO DELL ALZATORE Il processo di identificazione delle attitudini tecniche consente di iniziare

Dettagli

Sistema di difesa e contrattacco. Relatore: Feroldi Luca 1

Sistema di difesa e contrattacco. Relatore: Feroldi Luca 1 Sistema di difesa e contrattacco Relatore: Feroldi Luca 1 FASE BREAK POINT 1. BATTUTA 2. MURO 3. DIFESA 4. CONTRATTACCO 5. COPERTURA Relatore: Feroldi Luca 2 Per spiegare la nozione di contrattacco bisogna

Dettagli

U.S.A.P. Unione Sindacale Allenatori di Pallacanestro. Riconosciuta dalla Federazione Italiana Pallacanestro con Delibera

U.S.A.P. Unione Sindacale Allenatori di Pallacanestro. Riconosciuta dalla Federazione Italiana Pallacanestro con Delibera U.S.A.P. Unione Sindacale Allenatori di Pallacanestro Riconosciuta dalla Federazione Italiana Pallacanestro con Delibera 30.04.1994 Via Dell Abbadia, 8-40122 Bologna Tel 051/26.11.85 - Fax 051/26.74.55

Dettagli

La TATTICA del MURO. Muro. giugno

La TATTICA del MURO. Muro. giugno La TATTICA del 1.0 COMINCIAMO L'ANALISI DI UN FONDAMENTALE STRETTAMENTE CORRELATO CON GLI ALTRI DELLA FASE BREAK, PONENDO L'ATTENZIONE SUI QUATTRO OBIETTIVI PRINCIPALI DELLA NOSTRA AZIONE. Trattando della

Dettagli

La preparazione fisica pre agonistica attraverso l utilizzo di esercitazioni tecniche. Luciano Pedullà

La preparazione fisica pre agonistica attraverso l utilizzo di esercitazioni tecniche. Luciano Pedullà La preparazione fisica pre agonistica attraverso l utilizzo di esercitazioni tecniche Luciano Pedullà Organizzazione del corso L organizzazione dell allenamento Collaboratori Struttura dell allenamento

Dettagli

Caratteristiche dell attacco del cambio palla

Caratteristiche dell attacco del cambio palla Caratteristiche dell attacco del cambio palla Giuseppe BOSETTI ATTACCO del CAMBIO PALLA Cronologia 1. Dimentico l azione precedente. 2. Identifico quali sono le giocatrici avversarie in prima linea ed

Dettagli

BATTUTA MURO FASE BREAK-POINT DIFESA ATTACCO COPERTURA

BATTUTA MURO FASE BREAK-POINT DIFESA ATTACCO COPERTURA IL MURO BATTUTA MURO FASE BREAK-POINT DIFESA ATTACCO COPERTURA La priorità del muro è il piano di rimbalzo perché come in tutti i fondamentali è la parte che ha contatto con la palla a determinarne l esecuzione

Dettagli

ATTACCO Dal settore GIOVANILE Alla 1^ SQUADRA

ATTACCO Dal settore GIOVANILE Alla 1^ SQUADRA ATTACCO Dal settore GIOVANILE Alla 1^ SQUADRA PalaGeorge MONTICHIARI 31 gennaio 2015 QUANDO INSEGNARLO? Inserire come forma di gioco le fasi di attacco nel minivolley ESEMPIO Motricità generale abbinati

Dettagli

FEDERAZIONE TICINESE DI CALCIO Davide Morandi

FEDERAZIONE TICINESE DI CALCIO Davide Morandi 1- FINTA SUL CONO. Poichè il gesto deve essere automatizzato perfettamente, i ragazzi eseguono la finta attaccando dei coni su un percorso di 20-30metri. L'allenatore corregge gli errori di esecuzione

Dettagli

Tecnica e didattica dell Attacco nella pallavolo giovanile

Tecnica e didattica dell Attacco nella pallavolo giovanile Tecnica e didattica dell Attacco nella pallavolo giovanile TECNICA DELL ATTACCO Fondamentale importante in quanto presente in entrambe le fasi del gioco, spesso conclude l azione. A livello statistico

Dettagli

Dodgeball: Piano di allenamento in 4 fasi

Dodgeball: Piano di allenamento in 4 fasi CSI DodgeBall Ravenna Dodgeball: Piano di allenamento in 4 fasi Questo piano di allenamento in 4 fasi è stato pensato per guidare le persone attraverso le peculiarità basilari del gioco del Dodgeball,

Dettagli

del Prof. Marco Peddis

del Prof. Marco Peddis TECNICA DEL PALLEGGIO: ESERCIZI PER APPRENDERE E CONSOLIDARE L APPRENDIMENTO. IL PALLEGGIO DI ALZATA. del Prof. Marco Peddis Questo lavoro è rivolto ai corsisti che hanno partecipato alla lezione pratica

Dettagli

MURO CON SALTO DA FERMI Si tratta della forma essenziale di muro, dalla quale si sviluppano tutte le altre varianti.

MURO CON SALTO DA FERMI Si tratta della forma essenziale di muro, dalla quale si sviluppano tutte le altre varianti. LEZIONE 8 PALLAVOLO TECNICHE EVOLUTE IL MURO Con questo termine si definisce l azione tecnica svolta dai giocatori di prima linea consistente nel creare, con le mani e con le braccia, una sorta di sbarramento

Dettagli

Una seduta di allenamento completa per il colpo di testa

Una seduta di allenamento completa per il colpo di testa Maurizio Pasqualini Presenta: Una seduta di allenamento completa per il colpo di testa Come posso insegnare il colpo di testa? In una seduta di allenamento quanto tempo posso dedicarci ed eventualmente

Dettagli

IL LIBERO NELLA PALLAVOLO FEMMINILE

IL LIBERO NELLA PALLAVOLO FEMMINILE IL LIBERO NELLA PALLAVOLO FEMMINILE Che caratteristiche deve avere un BUON LIBERO Andiamo ad analizzare quali sono le caratteristiche che sono richieste ad un libero. Capacità tecniche nei fondamentali

Dettagli

CORSO DI SECONDO GRADO Norcia 31-6/

CORSO DI SECONDO GRADO Norcia 31-6/ CORSO DI SECONDO GRADO Norcia 31-6/04-7- 97 STUDIO TECNICO-TATTICO DEI FONDAMENTALI. Relatori: Jankovic, Barbieri. Componenti: tecniche, tattiche, psicologiche. La tecnica dell attacco va sviluppata in

Dettagli

Argomenti del modulo: a. Muro:

Argomenti del modulo: a. Muro: Argomenti del modulo: a. Muro: specializzazione per ruoli, tecnica individuale e di squadra; tattica di squadra. Sviluppo della tecnica in situazione di gioco b. Difesa: specializzazione per ruolo. Tattica

Dettagli

TRANSIZIONE OFFENSIVA

TRANSIZIONE OFFENSIVA TRANSIZIONE OFFENSIVA 07 MARZO 2006 PALASPORT VIA TOGLIATTI FIDENZA Relatore: SIMONE LOTTICI Principi base per la costruzione di una transizione offensiva veloce 1. CONOSCENZA DELLE CAPACITA DEI GIOCATORI

Dettagli

Giampiero Ticchi - La difesa a zona 2 1 2

Giampiero Ticchi - La difesa a zona 2 1 2 Giampiero Ticchi - La difesa a zona 2 1 2 Introduzione. Difesa a zona 2-1-2 All inizio di una stagione agonistica, quando si prepara il sistema difensivo bisogna sempre pensare alla costruzione di una

Dettagli

Forli 25/11/2001 La fase punto nella pallavolo Femminile

Forli 25/11/2001 La fase punto nella pallavolo Femminile Dopo 6 gare 363 azioni di CP e 448 rigiocate. Forli 25/11/2001 Una buona fase punto consente di non dover forzare troppo ogni fondamentale ( servizio, attacco con palla brutta etc) e quindi di poter sbagliare

Dettagli

10 SETTIMANA DI LAVORO

10 SETTIMANA DI LAVORO 10 SETTIMANA DI LAVORO 36 ALLENAMENTO - seduta unica. 18 minuti Resistenza: lavoro aerobico con palla Possesso di palla con sponde 3 blocchi di 4 l uno di esercizi con palla Recupero 3 tra un blocco e

Dettagli

Diagr. 1 Diagr. 2 Diagr. 3

Diagr. 1 Diagr. 2 Diagr. 3 L'attacco alla difesa a uomo di Giulio Cadeo Allena da anni a Varese, come allenatore delle giovanili, portando la squadra iuniores al secondo posto alle finali Nazionali lo scorso anno. Assistente da

Dettagli

La difesa COACH CESARE CIOCCA

La difesa COACH CESARE CIOCCA La difesa 1-3-1 COACH CESARE CIOCCA E una difesa difficile da montare ed occorre valutare se si hanno a disposizione dei giocatori in grado di eseguirla correttamente, questi devono avere buoni fondamentali

Dettagli

Programma del Corso Allievo Allenatore. Modulo 1: Presentazione del Corso

Programma del Corso Allievo Allenatore. Modulo 1: Presentazione del Corso Programma del Corso Allievo Allenatore Modulo 1: Presentazione del Corso Introduzione del progetto DIVENTARE COACH Obiettivo: formare allenatori autonomi e responsabili per avere giocatori autonomi e responsabili

Dettagli

Fase di possesso palla 4-4-2

Fase di possesso palla 4-4-2 Fase di possesso palla 4-4-2 I due difensori centrali giocano sempre in appoggio, difficilmente avanzano palla al piede per superare una linea di pressione o provocare gli avversari: prediligono passaggi

Dettagli

PROGRESSIONE DIFESA 1c1 SU PALLA

PROGRESSIONE DIFESA 1c1 SU PALLA PROGRESSIONE DIFESA 1c1 SU PALLA PRIMA PARTE (es. 1-2-3-4) tattica e tecnica della difesa sulla palla. SECONDA PARTE (es. 5-6) esercizi agonistici. TERZA PARTE (es. 7-8) esercizi di gioco e verifica delle

Dettagli

1) TRASFERIMENTO DIFENSIVO - DIFESA DEL CONTROPIEDE 2) TRASFERIMENTO OFFENSIVO / LA CONTROFUGA 3) LA SUPERIORITA NUMERICA

1) TRASFERIMENTO DIFENSIVO - DIFESA DEL CONTROPIEDE 2) TRASFERIMENTO OFFENSIVO / LA CONTROFUGA 3) LA SUPERIORITA NUMERICA 1) Il palleggio 2) Difesa del pallone 3) Nuotate con palla 4) Nuotate senza palla 5) Difesa a pressing 6) Attacco al pressing 7) Il tiro 8) Tecnica del nuoto 9) Le discese 10) La controfuga 11) Il vigile

Dettagli

DESCRIZIONE. Di seguito ho preparato 20 sedute da svolgere nel periodo invernale partendo dai questi presupposti

DESCRIZIONE. Di seguito ho preparato 20 sedute da svolgere nel periodo invernale partendo dai questi presupposti DESCRIZIONE Di seguito ho preparato sedute da svolgere nel periodo invernale partendo dai questi presupposti 1) il luogo ove svolgo solitamente gli allenamenti è freddo e molto umido. Anche l'orario di

Dettagli

Preview ORGANIZZAZIONE DI SQUADRA

Preview ORGANIZZAZIONE DI SQUADRA Preview ORGANIZZAZIONE DI SQUADRA PERNISA MATTEO A seguire un assaggio del libro ORGANIZZAZIONE DI SQUADRA di Matteo Pernisa. In particolare, nell estratto, l autore analizza alcune soluzioni difensive

Dettagli

U.S.A.P. Unione Sindacale Allenatori di Pallacanestro. Riconosciuta dalla Federazione Italiana Pallacanestro con Delibera

U.S.A.P. Unione Sindacale Allenatori di Pallacanestro. Riconosciuta dalla Federazione Italiana Pallacanestro con Delibera U.S.A.P. Unione Sindacale Allenatori di Pallacanestro Riconosciuta dalla Federazione Italiana Pallacanestro con Delibera 30.04.1994 Via Dell Abbadia, 8-40122 Bologna Tel 051/26.11.85 - Fax 051/26.74.55

Dettagli

Tiro in porta. Il giocatore B effettua un cambio di direzione, andando a ricevere il pallone sulla corsa servitogli in verticale dal giocatore A.

Tiro in porta. Il giocatore B effettua un cambio di direzione, andando a ricevere il pallone sulla corsa servitogli in verticale dal giocatore A. Tiro in porta I giocatori posti a ¾ di campo portano palla per qualche metro poi, giunti al limite dell area, scambiano con l allenatore o un compagno e calciano in porta alternando destro e sinistro.

Dettagli

MODULO 7 COSTRUZIONE DIFESA A ZONA FRONTE DISPARI: CARATTERISTICHE E COSTRUZIONE

MODULO 7 COSTRUZIONE DIFESA A ZONA FRONTE DISPARI: CARATTERISTICHE E COSTRUZIONE MODULO 7 COSTRUZIONE DIFESA A ZONA FRONTE DISPARI: CARATTERISTICHE E COSTRUZIONE Togliere individualmente e collaborando lo spazio/tempo vantaggioso all attacco. Posizionamento Costruzione difesa a zona

Dettagli

GIOCO D ATTACCO SENZA PALLA PER CATEGORIE GIOVANILI

GIOCO D ATTACCO SENZA PALLA PER CATEGORIE GIOVANILI 7 Novembre 997 - Crespi Marco - GIOCO D ATTACCO SENZA PALLA PER CATEGORIE GIOVANILI. Crespi imposta il suo gioco partendo da semplici ma chiari concetti di base. RIFERIMENTI Dare dei punti di riferimento

Dettagli

La nostra filosofia di gioco

La nostra filosofia di gioco a nostra filosofia di gioco a mia squadra è in possesso palla a mia squadra perde la palla ZNA 1 Costruire il gioco ZNA 1 / BX Difendere la porta ZNA 2 Controllare e destabilizzare ZNA 2 Frenare l attacco

Dettagli

scuolaportieri.it Stage di allenamento Domenica 28 Novembre 2010 OBIETTIVO IL PORTIERE A 360 Autore:Vittorio Baccari

scuolaportieri.it Stage di allenamento Domenica 28 Novembre 2010 OBIETTIVO IL PORTIERE A 360 Autore:Vittorio Baccari scuolaportieri.it Stage di allenamento Domenica 28 Novembre 200 OBIETTIVO IL PORTIERE A 360 Autore:Vittorio Baccari MACOR PRESA DINAMICA 4 Presa bassa 3 Presa alta M 2 Presa alla figura Presa con palla

Dettagli

MODELLI DI PRESTAZIONE I modelli di prestazione nelle categorie giovanili maschili

MODELLI DI PRESTAZIONE I modelli di prestazione nelle categorie giovanili maschili Corso Allievo Allenatori 2013/14 Comitato Provinciale di Reggio Emilia Mod. 15 / 17 Metodologia 1 MODELLI DI PRESTAZIONE I modelli di prestazione nelle categorie giovanili maschili Relatore Prof. Nicola

Dettagli