IBM DB2 Analytics Accelerator for z/os (IDAA)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IBM DB2 Analytics Accelerator for z/os (IDAA)"

Transcript

1 IBM DB2 Analytics Accelerator for z/os (IDAA) La BI del 201x ha trovato casa Enrico Caraffi Architect IBM Software Group Milano Roma Marzo 2012

2 Agenda Introduzione: Tracce di BI del 201x Architettura DB2 + IDAA Alcuni risultati del beta program DB2 + IDAA internals Proposta: Workload assesment

3 Scenari di Business Intelligence e dintorni Alcune Tracce per agevolare la discussione 3

4 Traccia 1) Lo scisma dell IT C era una volta un sistema IT... Acquire Data Warehouse Information Transform Information OLAP Present Information REPORTS Applicazioni OPERATIONAL APPLICATIONS AND USERS WAREHOUSE LEGACY SOURCES DATA INTEGRATION DATAMARTS REFERENCE DATA MASTER DATA OPERATIONAL ANALYTICAL ENTERPRISE CONTENT DATA 4

5

6 Il costo dello scisma Traccia 1) Lo scisma dell IT Dis-Economie nella gestione di ambienti multi piattaforma Disomogeneità nei processi di Sicurezza, Storage, Schedulazione Limitati Workload management, Monitoraggio, H. Availability Limiti alla possibilità di consolidare l HW Problemi nello spostare i dati da una piattaforma all altra Ritardi di propagazione Inefficienze nello storage Instabilità nelle performance di Rete Difficoltà nel chiudere il ciclo dati-informazioni-decisioni Complicazione nel creare ritorni dalla Bi per il Business di Front-Line Difficoltà nel Certificare i processi e i dati di BI Difficoltà nel credere ai dati da parte degli utenti 6

7 R R O Il costo dello scisma Traccia 1) Lo scisma dell IT Dis-Economie nella gestione di ambienti multi piattaforma $ $ $ Disomogeneità nei processi di Sicurezza, Storage, Schedulazione Limitati Workload management, Monitoraggio, H. Availability Limiti alla possibilità di consolidare l HW Problemi nello spostare i dati da una piattaforma all altra O $ R $ Ritardi di propagazione Inefficienze nello storage Instabilità nelle performance di Rete Difficoltà nel chiudere il ciclo dati-informazioni-decisioni $ $ O $ R Complicazione nel creare ritorni dalla Bi per il Business di Front-Line Difficoltà nel Certificare i processi e i dati di BI Difficoltà nel credere ai dati da parte degli utenti O $ R Mancate opportunità DisEconomie Rischi 7

8 Traccia 2: la Business Intelligence e i suoi utenti Un servizio che porta valore a ciascun utente Numero delle richieste Utenti 1990 Occasionali Board Room Executive KPI dashboard < Decine Manager < Centinaia Analisti del Business Risk Analysis <1, Migliaia Personale a contatto con il cliente (es., Filiale, Centro Servizi, Call Center) Cross Selling n * X Milioni Customers Milioni 8

9 Workload diversificato Gioco di squadra: ad ognuno il suo compito Query più complesse ampie e storicamente profonde DB2 zos IDAA Ottimizzato per accessi puntuali Ottimizzato per processi massivi ottimizzato per accessi concorrenti Ottimizzato per fare scansioni Ottimizzato per Aggregazioni DB2 z/os Utenti della BI Query Ottimizzatore 9 Query più numerose focalizzate in ambiti specifici

10

11

12 Agenda Introduzione: Tracce di BI del 201x Architettura DB2 + IDAA Alcuni risultati del beta program DB2 + IDAA internals Proposta: Workload assesment 12

13 Deep DB2 Integration within zenterprise Applications DBA Tools, z/os Console,... Application Interfaces (standard SQL dialects) Operational Interfaces (e.g. DB2 Commands) DB2 for z/os Data Manager Buffer Manager... IRLM Log Manager IBM DB2 Analytics Accelerator Superior availability reliability, security, Workload management z/os on System z Superior performance on analytic queries Netezza 13

14 Query Execution Flow Faster Answers, Faster Reports Application Interface Optimizer Heartbeat SPU CPU FPGA Memory Application Query execution run-time for queries that cannot be or should not be off-loaded to IDAA IDAA DRDA Requestor SMP Host SPU CPU FPGA Memory SPU CPU FPGA Memory SPU CPU FPGA Memory DB2 for z/os IBM DB2 Analytics Accelerator 14 Heartbeat (DB2 Analytics Accelerator availability and performance indicators) Queries executed without DB2 Analytics Accelerator Queries executed with DB2 Analytics Accelerator

15 DB2 Analytics Accelerator Supportato dalla tecnologia HW e SW Netezza TwinfinTM Comparto Dischi Front End SMP Server Snippet Blades TM (S-Blades, SPUs) 15 Storage incorporato: 8 Comparti con 12 Dischi ciascuno da 3.5 1TB, 7200RPM, SAS (3Gb/s) steaming a max 116MB/s su dati fortemente compressi Esempio: TF12: con 8 comparti 96 HDDs 1/3 dedicati ai dati = 32 TB spazio fisico 1/3 in Mirroring 1/3 per Workspace Ipotizzando una compressione media di 4:1 Ospita 128 TB di dati IDAA Server SQL Compiler, Query Plan, Optimize Administration 2 front/end hosts, IBM 3650M3 clustered active-passive 2 Nehalem-EP Quad-core 2.4GHz per host Processori e Logica di trattamento dati ottimizzati per il Data Base streaming, le aggregazioni, le Join massivamente parallele. In un Case massimo 6+6 Blades Con 1+1 Blade di riserva

16 Asymmetric Massively Parallel Processing Netezza TwinFin Appliance 1 Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic SQL SQL Compiler 2 Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic Query Plan Execution Engine 3 Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic High-speed Loader/Unloader Optimize Admin Front End DBOS 960 High-Performance Database Engine Streaming joins, aggregations, sorts, etc. Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic SMP Host 10 Gigabit Ethernet Massively Parallel Intelligent Storage

17 Asymmetric Massively Parallel Processing Percorso logico della query Netezza TwinFin Appliance SQL SQL Compiler Snippets Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic Query Plan Execution Engine 3 Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic High-speed Loader/Unloader Optimize Admin Front End DBOS 960 High-Performance Database Engine Streaming joins, aggregations, sorts, etc. Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic SMP Host 10 Gigabit Ethernet Massively Parallel Intelligent Storage 17

18 Ti Piace vincere facile? Il Field Programmable Gate Array (FPGA) COSA SONO GLI FPGA Circuiti basati su velocissime porte logiche sea of gates riconfigurabili Elaborazione in Streaming molto efficiente La riconfigurazione avviene specificamente per ciascuna query. Anticipa fino al 90% del lavoro solitamente svolto dalla CPU per procurarsi I dati che servono in forma utilizzabile Una soluzione che è stata utilizzata già da 2003 da Netezza. Le performance ottenute con gli FPGA abilitano: migliori livelli di servizio sulle query ad alta I-O & cpu e con tempi molto prevedibili richiedono minore lavoro e risorse niente Indici da definire e manutenere meno memoria cache necessaria non serve precalcolare le MQT o I Cubi

19 The Netezza Secret Sauce select DISTRICT, PRODUCTGRP, sum(revenue) from SALES_DATA where MONTH = ' ' and MARKET = and SPECIALTY = DAIRY' FPGA Core CPU Core Slice of table SALES_DATA (compressed) Uncompress Project Restrict, Visibility Complex Joins, Aggs, etc. 116 MB/Sec Compressi sum(revenue) * fattore di compressione MB di Row Data/Secondo select DISTRICT, PRODUCTGRP, sum(revenue) where MONTH = ' ' and MARKET = and SPECIALTY = DAIRY' 19

20 Asymmetric Massively Parallel Processing Percorso dei dati di risposta alla query Netezza TwinFin Appliance Consolidate 1 Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic SQL Compiler 2 Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic Query Plan Execution Engine 3 Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic High-speed Loader/Unloader Optimize Admin Front End DBOS 96 High-Performance Database Engine Streaming joins, aggregations, sorts, etc. Logical Processing Unit Processor & streaming DB logic 20 SMP Host 10 Gigabit Ethernet TWF12 Gross Data Scan Speed Massively Parallel Intelligent Storage 464 MB * 8 Core * 12 Blades = 44 GB /Sec 1 TB in 23 sec.

21 Agenda Introduzione: Tracce di BI del 201x Architettura DB2 + IDAA Alcuni risultati del beta program DB2 + IDAA internals Proposta: Workload assesment 21

22 Esperienza Beta Test Ambiente* HW Modello IBM Z196 (definita una partizione con 2 processori) IDAA 12 Blades zos versione 1.12 DB2 versione 9 SW 22 * DB2+IDAA pone come prerequisiti: Hardware IBM z196 o z114 (ultima generazione) Sistema operativo zos dalla V1.12 (anche 1.11 ma con opportune PTF) DB2 V9 o V10

23 Esperienza Beta Test Case test 1 13 mesi di Dati = > 353 GB row data 92,8 GB su IDAA Tasso di compressione 3,8 Tabelle dei Fatti: Tpcl : Milioni di righe Tabelle delle Dimensioni: Altre 12 Tabelle max 114 Mil Rec Case test 2 6 mesi di Dati = >2.867 GB row data 265 GB su IDAA Tasso di compressione 10,8 Tabelle dei Fatti: T20 : Milioni di righe T43 : Milioni di righe Tabelle delle Dimensioni: Altre 15 Tabelle max 10 Mil Rec 23

24 Analisi su casi di test reali 1/4 Query sui dati di 4 mesi circa 1,4 miliardi di record sulla fact table + Tempo di calcolo puro circa 19 secondi + circa 16 secondi di Tempo di rete 24

25 Analisi su casi di test reali 2/4 Query sui dati di 1 mese circa 350 milioni di record sulla fact table - Ricerca molto selettiva dati di un solo cliente

26 Analisi su casi di test reali 2/4 con DB2 Indicizzato Dopo avere definito gli indici del DB2 sullo star schema - L ottimizzatore sa che per una Ricerca molto selettiva - è più veloce con il DB2

27 Analisi su casi di test reali 2/4 con DB2 Indicizzato

28 Performance Outcomes alla fine dei test NOTA DELL AUTORE La comparazione diretta con le tecnologie concorrenti di mercato NON rappresente un benchmark in quanto i dati utilizzati per i test sono IDENTICI ma la parte di benchmark a sinistra risale a fine Tra le 3 tecnologie concorrenti NESSUNA riesce a prevalere per più del 50% delle volte DB2 + IDAA (Sec) 5,89 4,59 0,82 1,70 8,52 13,08 0,39

29 Performance Outcomes alla fine dei test NOTA DELL AUTORE La comparazione diretta con le tecnologie concorrenti di mercato NON rappresente un benchmark in quanto i dati utilizzati per i test sono IDENTICI ma la parte di benchmark a sinistra risale a fine Le tecnologie concorrenti arrivano a occupare 3 ordini di grandezza nella scala logaritmina dei tempi di risposta DB2 + IDAA (Sec) 5,89 4,59 0,82 1,70 8,52 13,08 0,39 DB2 e IDAA contengono la variabilità del response time in 1 ordine di grandezza abbatendo in 2 casi su 7 la bariera del secondo

30 Agenda Introduzione: Tracce di BI del 201x Architettura DB2 + IDAA Alcuni risultati del beta program DB2 + IDAA internals Proposta: Workload assesment 30

31 IBM DB2 Analytics Accelerator Product Components zenterprise Netezza Technology CLIENT OSA-Express3 10 GbE Primary Private Service Network 10Gb Backup Data Studio Foundation IDAA Plug-in BladeCenter Users/ Applications Data Warehouse application DB2 for z/os enabled for IBM DB2 Analytics Accelerator IBM DB2 Analytics Acelerator 31

32 Gestione dei dati nell acceleratore IDAA Alcuni principi: 1. Per potere essere consistenti ed efficienti DB2 e IDAA devono contenere sempre gli stessi dati Questo perchè l organizzazione interna dei dati su DB2 e IDAA è profondamante antitetica E perchè ogni motore deve potere essere indipendente dall altro in tutto 2. Il ruolo di Owner del dato, della sicurezza, Backup, Change ecc.. Rimane il DB2zOS, 3. l IDAA è sempre mediato dal DB2 quindi NON può ricevere direttamente dati da nessun altro Come Funziona: 1. Tutte le funzioni di gestione dei dati e dei metadati su IDAA sono implementate con una serie di stored procedure standard DB2 2. Le Stored procedure sono lanciabili in diversi modi, a seconda della necessità: Sono associate ai tasti disponibili sulla GUI IDAA Studio Possono essere richiamate da JCL zos Possono essere integrate in altri strumenti come ETL e Scripting 32

33 Caricare e allineare I dati nell acceleratore IDAA Ciclo di vita dei dati su IDAA 1.Le tabelle si aggiungono all acceleratore con la SP ACCEL_ADD_TABLES che riceve la lista delle tabelle da portare sull accelelratore 2.I dati si caricano con la SP ACCEL_LOAD_TABLES che riceve la lista delle tabelle o delle partizioni che devono essere rinfrescate 3. Al momento è possibile rinfrescare su IDAA Intere tabelle Singole partizione (solo Partizionamento per Range) Sono supportate la ADD e la ROTATE delle partizioni ma non la ALTER PARTITION RANGE zos IDAA T1 p1 10Gb Blade 1 8 core + 8 FPGA T1 p2 T1 p3 unload unload unload USS pipe USS pipe USS pipe SMP server Blade 2 8 core + 8 FPGA... Blade N 8 core + 8 FPGA 33 Processo di allineamento IDAA 1.Il processo di caricamento dati su IDAA è gestito come stored procedure e si basa sulla Unload DB2 2.Il lavoro viene parallelizzato su più tabelle e su più partizioni con un limite parametrico 3.I dati si riversano dal DB2 a un buffer USS pipe che viene subito letto dall IDAA. 4.Tutti i nodi di lavoro di IDAA partecipano al caricamento dei dati con l efficienza data dagli FPGA 5.Il caricamento non sospende il servizio dell acceleratore sulle query

34 Componenti DB2 influenzate Nuovi Parametri di sistema e Special registers Nuove tabelle/colonne nel catalogo Criteri di Ottimizzazione e di routing Explain delle query con opzioni IDAA Nuovi Comandi DB2 Nuove Stored Procedures specifiche di gestione IDAA 34

35 System parameters ACCEL Possible values: NO, AUTO, COMMAND QUERY_ACCELERATION Sets the initial value for the CURRENT QUERY ACCELERATION special register Possible values: NONE (default), ENABLE and ENABLE WITH FAILBACK Special register CURRENT QUERY ACCELERATION Can be set implicitly by inheriting the value of the system parameter, or Explicitly by SET CURRENT QUERY ACCELERATION Value NONE Description No query is routed to the accelerator ENABLE A query is routed to the accelerator if it satisfies the acceleration criteria. If there is an accelerator failure while running the query, or the accelerator returns an error, DB2 will return a negative SQL code to the application. ENABLE WITH FAILBACK A query is routed to the accelerator if it satisfies the acceleration criteria. Under certain conditions the query will run on DB2 after it fails in the accelerator. In particular, any negative SQLCODE will cause a failback to DB2 during PREPARE or first OPEN. No failback is possible after a successful OPEN of a query. 35

36 Una query viene indirizzata all IDAA se: Arriva come SQL Dinamico Tutte le tabelle referenziate dalla Query devono essere copiate nell acceleratore L SQL non deve contenere le istruzioni unsupported (vedi pagina seguente) La query NON contiene istruzioni di scrittura (es INSERT INTO. SELECT ) Il cursore associato non è definito scrollable o rowset Tutta la query è gestita come una unità atomica e quindi non scindibile: la query girerà per intero sul DB2 o sull accelleratore I singoli query blocks non sono considerati accellerabili Non viene supportato il protocollo privato (già deprecato da DB2 V9) E soprattutto: l esecuzione della query sull IDAA deve essere ritenuta conveniente rispetto alla esecuzione sul DB2 Questa decisione viene assunta nell ottimizzatore 36

37 limitazioni: SQL non accellerabile Non sono ammessi alcuni data types come LOBs, ROWID, XML. Le colonne di questi tipi non verranno portate in IDAA Le query che le utilizzano non sono accellerate, le atre si Non tutte le funzioni del DB2 sono supportate, sono escluse Le funzioni trigonometriche come SIN, COS, TAN. Le funzioni user defined Le funzioni avanzate sulle stringhe come LOCATE, LEFT, OVERLAY. Alcune funzionalità tipicamente OLAP tipo RANK, ROLLUP, CUBE 37

38 Dentro l Ottimizzatore 1/2 Per scegliere a quale percorso instradare la Query l ottimizzatore deve basarsi: sulla query, sulla base dati inferita, Con I dati contenuti nelle tabelle statistiche del catalogo DB2 si posssono avere o stimare: dimensione delle tabelle in input quantità di dati da elaborare dimensione attesa del risultato La regola decisionale è di tipo euristico, ossia è una regola che a fronte di un problema molto complesso deve necessariamente essere veloce da calcolare 38 (1)

39 Dentro l Ottimizzatore 2/2 La regola euristica prevede che una serie di casi rimangano di pertinenza del DB2 core engine piuttosto che nell IDAA, Ad esempio rimangono al DB2 le query: Stimate come molto selettive (tipo OLTP) ad esempio Accessi per campi chiave molto selettivi Accesso a campioni di dati Query completamente prive di funzioni di aggregazione o selezione WHERE, GROUP BY, ORDER BY Nei casi in cui tutte le tabelle referenziate dalla query siano definite di taglia small Il concetto di small viene riferito a un numero minimo di pagine in cui rientra la tabella, normalmente impostato a 50 Si tratta di un parametro modificabile, il valore -1 fa saltare questo controllo Nei casi in cui si stimi che la query produca un risultato potenzialmente large allora la query viene lasciata al db2 Anche il concetto di Large è affidato a un parametro legato al numero di righe Si tratta di un parametro modificabile, il valore -1 fa saltare questo controllo 39

40 Agenda Introduzione: Tracce di BI del 201x Architettura DB2 + IDAA Alcuni risultati del beta program DB2 + IDAA internals Proposta: Workload assesment 40

41 Quick Workload Test Customer Collecting information from dynamic statement cache, supported by stepby-step instruction and REXX script (small effort for customer) Uploading compressed file (up to some MB) to IBM FTP server Report for a first assessment: Acceleration potential for Queries Estimated time CP cost IBM / Center of Excellence Importing data into local database Quick analysis based on known DB2 Analytics Accelerator capabilities Customer Database Documentation and REXX procedure Data package (mainly unload data sets) Pre-process and load IBM lab Database Quick Workload Test Tool Report Assessment 41

42 approfondimenti Workload Analysis - Step 1: Activate Dynamic Statement Cache - Step 2: Activate relevant IFCIDs 316, 317, Step 3: Create objects for collecting workload information - Step 4: Collect workload information from Dynamic Statement Cache (EXPLAIN STMT CACHE) --> popola la tabella DSN_STATEMENT_CACHE_TABLE - Step 5: Explain degli Stmt scaricati nella tabella DSN_STATEMENT_CACHE_TABLE - Step 6: Unload workload, explain and catalog information su data set - Step 7: Prepare tersed datasets for sending - Step 8: Send Unload files to IBM Boeblingen DWHz CoE 42

43

44

45 contatti - per i prossimi passi Se sai già come DB2 e IDAA possono portare valore alla tua azienda.. Spiegacelo! strada facendo abbiamo conosciuto altri clienti che hanno avuto idee interessanti Se non ne sei sicuro? Noi alcune idee le porta IBM, il valore sicuramente esite, e vorremmo provare scoprirlo assieme. Iniziando dalla Workload Analysis che si può fare anche sul DB2 in V8 Team Commerciale Information Management su zos Angela Ascione (Centro-Sud) Elisabetta Curci (Nord) Team Tecnico IDAA Mario Biffi Enrico Caraffi Massimiliano Castellini Paola Zornig

46 46 IBM Confidential

47 IDAA Preserves DB2 Key Value Propositions DB2 continues to own data (both OLTP and DW) Access to data (authorization, privileges, ) Data consistency and integrity (backup, recovery, ) Enables extending System z QoS characteristics to BI/DW data as well Applications access data (both OLTP and DW) only through DB2 DB2 controls whether to execute query in DB2 mainline or route to IDAA DB2 returns results directly to the calling application Enables mixed workloads and selection of optimal access path (within DB2 mainline or IDAA) depending on access pattern IDAA continues to be implemented as DB2 internal component DB2 provides key IDAA status and performance indicators as well as typical administration tasks by standard DB2 interfaces and means No direct access (log-on) to IDAA Enables operational cost reduction through skills, tools and processes consolidation 47

48 IDAA Administrative Stored Procedures ACCEL_ADD_ACCELERATOR Pairing an accelerator to a DB2 subsystem ACCEL_TEST_CONNECTION Check of the connectivity from DB2 procedures to the accelerator ACCEL_REMOVE_ACCELERATOR Removing an accelerator from a DB2 subsystem and cleanup resources on accelerator ACCEL_UPDATE_CREDENTIALS ACCEL_ADD_TABLES Renewing the credentials (authentication token) in the accelerator Add a set of tables to the accelerator ACCEL_ALTER_TABLES Alter table definitions for a set of tables on the accelerator (only distribution and organizing keys) ACCEL_REMOVE_TABLES ACCEL_GET_TABLES_INFO ACCEL_LOAD_TABLES ACCEL_SET_TABLES_ACCELERATION Remove a set of tables from the accelerator List set of tables on the accelerator together with detail information Load data from DB2 into a set of tables on the accelerator Enable or disable a set of tables for query off-loading ACCEL_CONTROL_ACCELERATOR Controlling the accelerator tracing, collecting trace and detail of the accelerator (software level etc.) ACCEL_UPDATE_SOFTWARE Update software on the accelerator (transfer versioned software packages or apply an already transferred package, new: also list software both on z/os and accelerator side) ACCEL_GET_QUERY_DETAILS Retrieve statement text and query plan for a running or completed Netezza query ACCEL_GET_QUERY_EXPLAIN Generate and retrieve Netezza explain output for a query explained by DB2 48 ACCEL_GET_QUERIES Retrieve active and/or history query information from accelerator

49 EXPLAIN DB2 EXPLAIN function is enhanced to provide basic information about accelerator usage Whether query qualifies for acceleration and, if not, why The access path details associated with the query execution by Netezza are provided independently of DB2 EXPLAIN by the IDAA Studio. For each query (irrespective of the number of query blocks) a row is inserted in the following tables: in both PLAN_TABLE and DSN_QUERYINFO_TABLE, if the query is re-routed PLAN_TABLE's ACCESSTYPE column is set to a value of 'A' DSN_QUERYINFO_TABLE's QI_DATA column shows the converted query text in DSN_QUERYINFO_TABLE only, if the query is not re-routed REASON_CODE and QI_DATA columns provide details Note that the EXPLAIN tables can be populated with above described information even if there is no accelerator connected to DB2 Specifying EXPLAINONLY on START ACCEL command does not establish any communications with an actual accelerator, but enables DB2 to consider its presence in the access path selection process 49

50 DSN_QUERYINFO_TABLE Column Name Column Contents QUERYNO The statement identification, the same value as in PLAN_TABLE. Use it with EXPLAIN_TIME to correlate DSN_QUERYINFO_TABLE and PLAN_TABLE QBLOCKNO QINAME1 QINAME2 APPLNAME If REASON_CODE = 0, the name of the accelerator If REASON_CODE = 0, the location of the accelerator The name of the application plan for the row. Applies only to embedded EXPLAIN statements that are executed from a plan or to statements that are explained when binding a plan. A blank indicates that the column is not applicable. PROGNAME The name of the program or package containing the statement being explained. Applies only to embedded EXPLAIN statements and to statements explained as the result of binding a plan or package. A blank indicates that the column is not applicable. VERSION The version identifier for the package. Applies only to an embedded EXPLAIN statement executed from a package or to a statement that is explained when binding a package. A blank indicates that the column is not applicable. COLLID GROUP_MEMBER SECTNOI The collection ID for the package. Applies only to an embedded EXPLAIN statement that is executed from a package or to a statement that is explained when binding a package. A blank indicates that the column is not applicable. The member name of the DB2 that executed EXPLAIN. The column is blank for non-data sharing. The section number of the statement. SEQNO EXPLAIN_TIME The time at which the statement is processed. This time is the same as the BIND_TIME column in PLAN_TABLE. TYPE 'A' identifies a query that is considered for acceleration. REASON_CODE identifies if the query qualifies for acceleration or not. REASON_CODE If 0, the query qualifies for acceleration. Otherwise, the query cannot be accelerated. More details on the next chart. QI_DATA If REASON_CODE = 0, the text of the converted SQL statement (sent to IDAA). Otherwise, the description of the reason for not qualifying for acceleration SERVICE_INFO IBM internal use only 50 QB_INFO_ROWID IBM internal use only

51 Value Description 0 Query qualifies for acceleration 1 No active accelerator was found when EXPLAIN was executed. 2 The special register CURRENT QUERY ACCELERATION is set to NONE. 3 The query is a DB2 short running query or re-routing to the accelerator is not considered advantageous. 4 The query is not read-only 5 The query is running under the private protocol. 6 The cursor is defined as scrollable or rowset cursor. 7 The query refers to multiple encoding schemes. 8 The query FROM clause specifies a data-change-table-reference. 9 The query contains a correlated table expression. 10 The query contains a common table expression reference. 11 The query contains an unsupported expression. QI_DATA contains the expression text. 12 The query references table table-name that is either not defined in accelerator, or the table is defined, but is not enabled for query re-routing. 13 The accelerator accelerator-name containing the tables of the query is not started. 14 The column column-name referenced in the query is altered in DB2 after the data is loaded in the accelerator through 999 IBM internal use

52 Connectivity Options Multiple DB2 systems can connect to a single IDAA DB2 IDAA DB2 A single DB2 system can connect to multiple IDAAs IDAA DB2 IDAA Multiple DB2 systems can connect to multiple IDAAs DB2 IDAA IDAA DB2 Better utilization of IDAA resources Scalability High availability Full flexibility for DB2 systems: residing in the same LPAR residing in different LPARs residing in different CECs being independent (non-data sharing) belonging to the same data sharing group belonging to different data sharing groups 52

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Il linguaggio SQL: transazioni

Il linguaggio SQL: transazioni Il linguaggio SQL: transazioni Sistemi Informativi T Versione elettronica: 4.8.SQL.transazioni.pdf Cos è una transazione? Una transazione è un unità logica di elaborazione che corrisponde a una serie di

Dettagli

SAP Solution Manager 7.1 sp4

SAP Solution Manager 7.1 sp4 SAP Solution Manager 7.1 sp4 Basic steps wizard configuration guide Table of Contents Post installation checks... 2 SPAM Level... 2 Missing objects... 2 Remote logon for SAP Support... 3 Documentazione...

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

IT FOR BUSINESS AND FINANCE

IT FOR BUSINESS AND FINANCE IT FOR BUSINESS AND FINANCE Business Intelligence Siena 14 aprile 2011 AGENDA Cos è la Business Intelligence Terminologia Perché la Business Intelligence La Piramide Informativa Macro Architettura Obiettivi

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

CA RC/Update for DB2 for z/os

CA RC/Update for DB2 for z/os SCHEDA PRODOTTO CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os (CA RC/Update) è uno strumento di gestione di dati e oggetti DB2 che consente agli amministratori

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

PRODUCT FAMILY BRIEF CA Database Management for DB2 for z/os. una solida base per la gestione efficace dei database DB2

PRODUCT FAMILY BRIEF CA Database Management for DB2 for z/os. una solida base per la gestione efficace dei database DB2 PRODUCT FAMILY BRIEF CA Database Management for DB2 for z/os una solida base per la gestione efficace dei database DB2 Gestione del database CA Database Performance Management Database Administration Database

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali

Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali Smau Bologna 18 Giugno 2009 Eligio Papa Distribution Channel Sales Manager SAP Italia COSA SIGNIFICA

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

DB2 10 for z/os. Cut Cost & Improve Performance

DB2 10 for z/os. Cut Cost & Improve Performance DB2 10 for z/os Cut Cost & Improve Performance SOMMARIO 1. SEZIONE I INTRODUZIONE AL DB2 10 FOR Z/OS...1-5 1.1 SOMMARIO...1-5 2. SEZIONE II PERFORMANCE AVAILABILITY...2-7 2.1 MANY PERFORMANCE ENHANCEMENTS...2-7

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

dal Controllo di Gestione alla Business Intelligence

dal Controllo di Gestione alla Business Intelligence dal Controllo di Gestione alla strumenti strategici per la gestione delle imprese Giovanni Esposito Bergamo, 29 Ottobre 2012 dal Controllo di Gestione alla 25/10/2012 1 Agenda 14:00 Benvenuto Il Sistema

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Il compilatore Dev-C++

Il compilatore Dev-C++ Il compilatore Dev-C++ A cura del dott. Marco Cesati 1 Il compilatore Dev-C++ Compilatore per Windows: http://www.bloodshed.net/devcpp.html Installazione Configurazione Utilizzazione 2 1 Requisiti di sistema

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Le basi. Creare un elenco

Le basi. Creare un elenco Le basi Creare un elenco Fabrik Tables New dare un titolo (che apparirà) alla tabella su label in Intoduction sarà visualizzato un testo che apparirà sopra la tabella nella scheda Publishing: Published:

Dettagli

Business Intelligence Foundation la piattaforma che risponde ai nuovi trend di mercato

Business Intelligence Foundation la piattaforma che risponde ai nuovi trend di mercato Business Intelligence Foundation la piattaforma che risponde ai nuovi trend di mercato Roberto Falcinelli, Sales Consulting Manager Oracle Business Intelligence The following is intended

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli