Il software Open Source

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il software Open Source"

Transcript

1 Il software Open Source Matteo Baroni Open source non significa semplicemente accesso al codice sorgente. Secondo quanto stabilito nelle definizioni date dalla OSI (Open Source Initiative) e riportate nel sito ufficiale i termini di distribuzione del software open-source devono soddisfare i seguenti criteri: 1. Libera Ridistribuzione La licenza non deve impedire la vendita o la fornitura del software come componente di una distribuzione di software aggregato che racchiude programmi provenienti da fonti differenti. La licenza non può prevedere il pagamento di una royalty o altre fee per tale vendita. 2. Codice Sorgente Il programma deve comprendere il codice sorgente, e deve consentire la distribuzione sia del codice sorgente, sia del software in forma compilata. Laddove un prodotto non sia distribuito con il codice sorgente, devono esserci sistemi ben pubblicizzati per ottenere il codice sorgente ad un costo non superiore ad un ragionevole costo di riproduzione - preferibilmente, il codice sorgente deve essere scaricabile da Internet senza ricarico. Il codice sorgente deve essere la forma preferita in cui un programmatore potrà partire per modificare il programma. Codice sorgente deliberatamente oscurato non è consentito. Forme intermedie come l output di un preprocessore o di un traduttore non sono ammesse. 3. Prodotti derivati La licenza deve consentire modifiche e prodotti derivati, e deve consentire che gli stessi siano distribuiti alle medesime condizioni previste nella licenza per il software originale. 4. Integrità del Codice Sorgente dell Autore La licenza può limitare la distribuzione del codice sorgente in forma modificata solo se la licenza stessa consente la distribuzione di "patch files" con il codice sorgente allo scopo di modificare quest ultimo allo svolgimento del build. La licenza deve esplicitamente consentire la distribuzione del software prodotto a partire dal codice sorgente modificato. La licenza può richiedere che i prodotti derivati abbiano un nome diverso o un diverso numero di versione rispetto al software originale. 5. Nessuna Discriminazione verso Persone o Gruppi La licenza non può discriminare persone o gruppi di persone. 6. Nessuna Discriminazione verso Campi di Applicazione La licenza non deve impedire ad alcuno l impiego del programma in uno specifico campo di applicazione. Per esempio, non può essere impedita l applicazione per un certo commercio, o per la ricerca genetica. 7. Distribuzione della Licenza 1

2 I diritti legati al programma devono essere applicati a tutti coloro i quali il programma stesso è distribuito, senza la necessità della sottoscrizione di alcuna licenza aggiuntiva. 8. La Licenza Non Deve Essere Specifica per un Prodotto I diritti legati al programma non dipendono dal fatto che il programma è parte di una particolare distribuzione software. Se il programma è estratto da tale distribuzione ed è utilizzato o distribuito rispettando i termini della licenza, tutti coloro ai quali il programma è ridistribuito devono avere i medesimi diritti che sono conferiti con il software originale. 9. La Licenza Non Deve Limitare Altri Programmi La licenza non deve imporre restrizioni su altri software che sono distribuiti insieme al software oggetto della licenza. Per esempio, la licenza non deve insistere sul fatto che tutti gli altri programmi distribuiti sul medesimo supporto siano software open-source. 10. La Licenza Deve Essere Indipendente dalla Tecnologia Nessun requisito all interno della licenza potrà basarsi su specifiche tecnologie o tipologie di interfaccia. ****************** Per quanto riguarda l impiego pratico del software open-source, presenta sia aspetti vantaggiosi, sia alcuni limiti operativi, tipicamente messi in evidenza, rispettivamente, dai sostenitori del movimento Open Source e da coloro che invece osteggiano tale movimento. Secondo i suoi sostenitori, il software open source presenta numerosi vantaggi rispetto al software proprietario, tra cui: il fatto di poter essere direttamente modificato ed adattato; il fatto di essere oggetto di attenzione da parte di molti utenti, che porta ad una riduzione di errori e bachi nel codice; in ogni caso, proprio per il fatto che molte persone possono condividere la propria esperienza e la propria competenza, in caso di problemi la soluzione viene trovata in tempi molto rapidi; il fatto che sia più facile realizzare prodotti di software in grado di interoperare tra loro, grazie all assenza di standard proprietari; in generale, il fatto di poter fornire prodotti di qualità, derivanti dalla collaborazione di più persone che altrimenti non avrebbero potuto condividere le proprie competenze. Non manca tuttavia chi vede anche un certo numero di svantaggi nella realizzazione di progetti open source; le principali critiche sono le seguenti: spesso il software open source non segue i tradizionali principi di ingegneria del software, portando alla realizzazione di prodotti che, per quanto funzionanti, sono caratterizzati da incoerenza strutturale, difficoltà di interpretazione del codice e di modificabilità; i prodotti sono spesso realizzati da esperti e risultano di difficile comprensione ed utilizzabilità per utenti di minor competenza; non viene effettuata, su ciascun prodotto sviluppato, una revisione strutturata ed organizzata, così che il software open source non può essere impiegato per applicazioni critiche, che richiedano cioè una probabilità di errore nulla; talvolta la documentazione manca, è incompleta o non aggiornata. 2

3 Software libero Un software libero è un software che viene distribuito secondo accordi in base ai quali chiunque può utilizzarlo, modificarlo e distribuirlo a sua volta; è genericamente contrapposto, per le sue caratteristiche, al software proprietario. Le caratteristiche che un software deve presentare, relativamente ai termini di distribuzione dello stesso, per poter essere definito software libero, sono state definite da Richard Stallman e dalla Free Software Foundation; tali caratteristiche sono le cosiddette quattro libertà fondamentali : Libertà 0: Libertà di eseguire il programma per qualunque applicazione Libertà 1: Libertà di accedere al codice del programma e modificarlo Libertà 2: Libertà di copiare il programma per aiutare gli altri Libertà 3: Libertà di modificare il programma e distribuire pubblicamente le versioni modificate, così che chiunque possa beneficiarne Va notato che qualunque software venga distribuito rispettando le quattro libertà fondamentali, può essere definito software libero, mentre il software open source è quello che viene distribuito secondo i 10 criteri sopra specificati (nel paragrafo open source ). Pertanto, software open source e software libero non sono sinonimi in senso assoluto, ma solamente nella misura in cui il rispetto delle quattro libertà fondamentali viene sostanziato nell applicazione proprio dei criteri dettati dall open source. 3

4 GNU General Public License La GNU General Public License è una licenza per software libero. All indirizzo può essere consultato il testo integrale di tale licenza. A titolo riassuntivo, si può affermare che GNU General Public License prevede la distribuzione di un software nel rispetto delle quattro libertà fondamentali; ciascun utente, nel momento in cui fruisce di un programma distribuito secondo la GNU GPL, deve consentire a coloro ai quali fornisce tale programma (o una sua modifica) i medesimi diritti di cui ha goduto lui stesso. Si consideri, per esempio, il caso in cui un soggetto A realizzi un certo software e ne distribuisca il codice sorgente tramite la GNU GPL. Un soggetto B scarica il programma realizzato da A, aderendo quindi alla licenza, lo modifica aggiungendo delle caratteristiche o migliorando una o più di quelle già esistenti, e lo distribuisce a sua volta. Se il soggetto B non rispettasse i termini della licenza, che ha sottoscritto nel momento in cui ha potuto fruire del programma sviluppato da A, cioè se non fornisse copia del codice sorgente migliorato, potrebbe subire un azione legale da parte di A stesso, per il fatto che il software sviluppato da quest ultimo è stato distribuito, ancorché in forma modificata, senza il consenso dell autore. Si tratta di un meccanismo legale denominato copyleft, per sottolinearne la contrapposizione al normale diritto di copyright esercitato dagli sviluppatori di software proprietario; in pratica, tramite la GNU GPL si obbliga ciascun utente a distribuire e rendere disponibile il codice sorgente dei miglioramenti di un programma acquisito sotto tale licenza (copyleft), pena il rischio di subire un azione legale fondata sul copyright. 4

5 La Tutela Brevettuale del Software Una maniera totalmente diversa, rispetto a quelle finora prospettate, di approcciare la modalità di distribuzione commerciale di un software, consiste nel prendere in considerazione la possibilità di richiedere, ed ottenere se possibile, una protezione di tipo brevettuale su tale software. La possibilità di ottenere uno o più brevetti volti a tutelare un determinato software non viene concessa in maniera uniforme dalle varie autorità competenti demandate al rilascio di privative brevettuali. A livello italiano, è ormai noto che l Ufficio emetta rifiuti provvisori peraltro ben difficilmente superabili ogniqualvolta venga depositata una domanda di brevetto avente per oggetto un software, indipendentemente dagli aspetti tecnici e dalle possibili implementazioni pratiche dello stesso. Una posizione diametralmente opposta si riscontra presso l Ufficio Statunitense, che non pone abitualmente obiezioni di sorta né relativamente a domande di brevetto su programmi per elaboratore, né tantomeno in relazione a domande di brevetto sui cosiddetti methods for doing business che, contrariamente alla grande maggioranza dei brevetti depositati nel corso della storia, non riguardano necessariamente il mondo della tecnica e dell innovazione tecnologica. La prassi seguita dall Ufficio Brevetti Europeo, sulla quale ci dilungheremo maggiormente, segue una condotta intermedia rispetto agli Uffici italiano e statunitense, non negando cioè la brevettabilità del software a priori, ma verificando alcuni fondamentali requisiti (prima ancora di quelli, comunque imprescindibili, di novità ed altezza inventiva) per collocare un certo software nella sfera delle invenzioni considerabili tali dalla Convenzione sul Brevetto Europeo e dalla giurisprudenza rilevante. Scendendo in maggiore dettaglio, i programmi per computer sono considerati brevettabili solo con riferimento ad un effetto tecnico, che deve per sé presentare il requisito dell altezza inventiva. Un procedimento rivendicato che comprende un software non è brevettabile, se (i) il procedimento non influenza il funzionamento fisco o tecnico di un dispositivo; (ii) i dati che vengono processati non sono parametri operativi di un dispositivo; e (iii) il procedimento non risolve un problema tecnico (T158/88). Un metodo matematico è in generale svolto su dei numeri e fornisce un risultato in termini numerici. Nessun risultato tecnico diretto è prodotto dal metodo in quanto tale. Viceversa, se un metodo matematico è utilizzato in un processo tecnico, quel processo è svolto su un entità fisica (che può essere sia un oggetto materiale, sia un immagine digitale, sia un segnale elettrico) tramite certi mezzi tecnici che implementano il metodo e forniscono come risultato una variazione in detta entità fisica. I mezzi tecnici possono comprendere un computer dedicato o un elaboratore general purpose opportunamente programmato. La decisione T1173/97 è presa come riferimento per la determinazione della brevettabilità di un programma per elaboratore. L interpretazione proposta e tuttora seguita prevede che, alla luce del coordinato disposto dei commi (2) e (3) dell Art. 52 EPC, non tutti i software sono esclusi dalla brevettabilità, ma solamente i software as such. Un programma per computer as such è considerato il solo contenuto basico del programma privo di qualunque funzionalità tecnica, cioè una mera creazione astratta, sprovvista di carattere tecnico. 5

6 Pertanto, un software sarà brevettabile se presenta un carattere tecnico. Quest ultimo può essere derivato da un ulteriore effetto tecnico, prodotto dal programma quando eseguito su un computer, detto effetto andando oltre la normale interazione tra programma e computer. Esempi di tale ulteriore effetto tecnico possono essere il controllo di un processo industriale, l elaborazione di dati rappresentativi di entità fisiche, o il controllo del funzionamento del computer. È pertanto da valutarsi di volta in volta, in funzione delle caratteristiche peculiari di ciascun caso specifico, la possibilità di richiedere una tutela brevettale per un software di fronte all Ufficio Brevetti Europeo. Va infine notato come la modifica al tenore letterale dell art. 52(2) EPC, prevista dall introduzione della cosiddetta EPC 2000, potrebbe portare, nel corso del tempo, a modifiche nel sopra descritto orientamento giurisprudenziale. È ovviamente necessario attendere gli sviluppi futuri del case law per verificare in che misura ciò potrà accadere. 6

7 L oscurazione di siti internet Qualora dovessero sorgere contestazioni relativamente ad un sito internati, per esempio per la non liceità dei contenuti del sito, per la violazione di dritti di proprietà intellettuale, ecc. vi sono sostanzialmente due aspetti da prendere in considerazione: a) contestazione del nome a dominio, per esempio perché identico o simile ad un marchio registrato di terzi, e destinato ad individuare un sito che si colloca nel medesimo settore commerciale del titolare di detto marchio; b) contestazione dei contenuti veri i propri del sito, cioè di quello che viene mostrato nelle singole pagine. Il primo aspetto viene gestito secondo le note procedure di rassegnazione, di fronte agli enti competenti per il domain name in questione. Con particolare riferimento alla seconda opzione, è possibile ottenere che venga imposto al proprietario del sito di eliminare certi contenuti (magari solo di alcune pagine web, quelle presentanti il materiale contestato) dal proprio sito. Nel caso in cui il proprietario non dovesse agire di conseguenza, una volta ottenuta un ordinanza o decisione favorevole alla chiusura (o oscurazione del sito), viene imposto al provider di pertinenza di rendere inaccessibili i contenuti contestati. Una prima soluzione, abbastanza immediata, si ha nel caso in cui le pagine da eliminare risiedano fisicamente presso il provider, cioè su una porzione di macchina messa a disposizione dal provider stesso al titolare del sito; in tal caso il provider è in grado di cancellare tali pagine senza alcuna difficoltà dal punto di vista tecnico. Se invece il provider non gestisce direttamente i contenuti contestati, può comunque modificare i propri files di zona, così che questi ultimi non puntino più sul sito incriminato. In maggiore dettaglio, i files di zona sono quei files che contengono i record DNS (Domain Name System) per gli host della rete. I record DNS consentono di trasformare i nomi degli host in indirizzi IP e viceversa, di definire i server di posta e di specificare molte altre informazioni; la conversione di un nome a dominio nel corrispondente indirizzo IP viene anche indicata come risoluzione del nome a dominio. Ciò che viene tecnicamente ordinato al provider è di modificare i files di zona, così che venga rimosso l indirizzo IP della macchina (fisica o virtuale) sulla quale il sito contestato è residente, in modo che lo stesso non sia più raggiungibile dagli utenti della rete. Infatti, la richiesta di connessione ad un sito oscurato comporta una ricerca, da parte del DNS, dell indirizzo IP al quale connettere la macchina richiedente affinché le pagine richieste siano scaricate; nel momento in cui il corrispondente indirizzo IP non è reperibile, viene visualizzato un messaggio di errore. Alternativamente, è possibile re-indirizzare tale domain name su (cioè modificare l indirizzo IP relativo a tale domain name in modo che si connetta ad) una pagina opportunamente predisposta, nella quale viene accennato alla chiusura del sito ed alle motivazioni della stessa. Marzo

Le licenze d uso. Le principali tipologie di licenze

Le licenze d uso. Le principali tipologie di licenze Le licenze d uso La legge 633/41 attribuisce in via esclusiva all autore dell opera software tutti i diritti derivanti dall opera stessa, e vieta e punisce ogni abuso che leda questi diritti esclusivi.

Dettagli

L'Open Source nella cultura giuridica italiana. -e anche al di fuori di essa

L'Open Source nella cultura giuridica italiana. -e anche al di fuori di essa L'Open Source nella cultura giuridica italiana. -e anche al di fuori di essa Alberto Di Cagno Law student at Università Degli Studi di Bari Aldo Moro Specializing in tech law, italian certified electronic

Dettagli

Consorzio SIR Umbria - Centro di Competenza sull'open Source

Consorzio SIR Umbria - Centro di Competenza sull'open Source Regolamento per l organizzazione e il funzionamento del Centro di Competenza sull Open Source. Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina l organizzazione e il funzionamento del Centro di competenza

Dettagli

Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Università di Trento. Open Source e Free Software. Open Source e Free Software

Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Università di Trento. Open Source e Free Software. Open Source e Free Software Paolo Zatelli Università di Trento 1/11 Paolo Zatelli Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 2/11 Free Software Il termine free si deve tradurre

Dettagli

ALTRA ECONOMIA. Le licenze nel software. di virtualmondo. terza parte del seminario sul software libero. per contatti luciano@aniene.

ALTRA ECONOMIA. Le licenze nel software. di virtualmondo. terza parte del seminario sul software libero. per contatti luciano@aniene. ALTRA ECONOMIA Le licenze nel software di virtualmondo terza parte del seminario sul software libero per contatti luciano@aniene.net Le licenze L'utilizzo del software può essere concesso gratuitamente

Dettagli

S o f t w a r e L i b e r o : p e r c h é? a cura di don Paolo La Terra

S o f t w a r e L i b e r o : p e r c h é? a cura di don Paolo La Terra S o f t w a r e L i b e r o : p e r c h é? a cura di don Paolo La Terra C o s a è i l S o f t w a r e L i b e r o? Tecnicamente ed eticamente parlando il Software Libero è quello che, a prescindere dal

Dettagli

Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003

Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003 Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (codice in materia di protezione dei dati personali) prevede la tutela delle

Dettagli

Introduzione al Software Libero

Introduzione al Software Libero Introduzione al Software Libero Linux Day 6 23 novembre 2002 Il software Programma (codice) scritto in un particolare linguaggio di programmazione esistono molti linguaggi di programmazione (Di solito)

Dettagli

Architetture Applicative

Architetture Applicative Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 6 Marzo 2012 Architetture Architetture Applicative Introduzione Alcuni esempi di Architetture Applicative Architetture con più Applicazioni Architetture

Dettagli

Definizione di Open Source

Definizione di Open Source L Open Source Definizione di Open Source In informatica, open source (termine inglese che significa sorgente aperta) indica un software i cui autori (più precisamente i detentori dei diritti) ne permettono,

Dettagli

Software Libero. Terra Futura - Firenze

Software Libero. Terra Futura - Firenze Cosa è il Software Libero Terra Futura - Firenze Simone Piccardi: piccardi@softwarelibero.it April 10, 2005 1 L Associazione Software Libero L Associazione Software Libero, è una associazione culturale

Dettagli

Pubblicata nel Bollettino ufficiale della Regione Umbria n. 37 del 2 agosto 2006. promulga la seguente legge: Capo I Principi generali

Pubblicata nel Bollettino ufficiale della Regione Umbria n. 37 del 2 agosto 2006. promulga la seguente legge: Capo I Principi generali Legge Regionale 25 luglio 2006, n. 11 Norme in materia di pluralismo informatico sulla adozione e la diffusione del software a sorgente aperto e sulla IL CONSIGLIO REGIONALE Ha approvato LA PRESIDENTE

Dettagli

LICENZE D'USO E TIPOLOGIE DI SOFTWARE

LICENZE D'USO E TIPOLOGIE DI SOFTWARE LICENZE D'USO E TIPOLOGIE DI SOFTWARE Il software è tutelato dalle leggi sul diritto d'autore, in maniera simile a quanto avviene per le opere letterarie. Il contratto che regola l'uso del software è la

Dettagli

Norme in materia di adozione del software libero e open source, dei formati di dati aperti e dei diritti digitali del cittadino. Art.

Norme in materia di adozione del software libero e open source, dei formati di dati aperti e dei diritti digitali del cittadino. Art. Disegno di legge Norme in materia di adozione del software libero e open source, dei formati di dati aperti e dei diritti digitali del cittadino Art.1 Finalità 1. La Provincia autonoma di Trento, in qualità

Dettagli

Licenze d uso libere. Rossetto Stefano Seminario di Commercio Elettronico

Licenze d uso libere. Rossetto Stefano Seminario di Commercio Elettronico Licenze d uso libere Rossetto Stefano Seminario di Commercio Elettronico Open Source L OSI definisce un elenco di condizioni per definire una licenza Open Source: 1. Redistribuzione libera; 2. Codice sorgente

Dettagli

Privacy Policy e utilizzo dei cookie.

Privacy Policy e utilizzo dei cookie. Privacy Policy e utilizzo dei cookie. Privacy Policy Informativa resa ai sensi dell articolo 13 del D.lgs. n.196/2003 ai visitatori del sito di Hakomagazine e fruitori dei servizi offerti dallo stesso,

Dettagli

PRIVACY E SICUREZZA http://www.moviwork.com http://www.moviwork.com de.co dsign&communication di Celestina Sgroi

PRIVACY E SICUREZZA http://www.moviwork.com http://www.moviwork.com de.co dsign&communication di Celestina Sgroi PRIVACY E SICUREZZA LA PRIVACY DI QUESTO SITO In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Tale politica

Dettagli

PARTE A CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLO SKY ONLINE TV BOX

PARTE A CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLO SKY ONLINE TV BOX Sky Online TV Box - CONDIZIONI DI UTILIZZO DELLO SKY ONLINE TV BOX E DELLO SKY CHANNEL STORE PER L UTENTE ( CONTRATTO ) ATTENZIONE: QUESTO CONTRATTO SI COMPONE DI DUE PARTI CHE DEVONO ENTRAMBE ESSERE LETTE

Dettagli

RELAZIONE DI ADRIANA BOVE

RELAZIONE DI ADRIANA BOVE RELAZIONE DI ADRIANA BOVE INTRODUZIONE Il sistema brevettuale europeo appare fondato su vari principi. Alla previsione, contenuta nell art. 52, I comma CBE, secondo cui un invenzione per essere brevettabile

Dettagli

Il software. E' una serie di istruzioni eseguite dal PC.

Il software. E' una serie di istruzioni eseguite dal PC. Corso "Software Open Source per il commercio elettronico Modulo: Applicazioni di ecommerce L'OPEN SOURCE Il software E' una serie di istruzioni eseguite dal PC. I programmatori Sono degli informatici che

Dettagli

COMMERCE: FORME DI TUTELA. Andrea L Episcopo Convitto Nazionale Mario Cutelli

COMMERCE: FORME DI TUTELA. Andrea L Episcopo Convitto Nazionale Mario Cutelli SOFTWARE, WEB, E- COMMERCE: FORME DI TUTELA Andrea L Episcopo Convitto Nazionale Mario Cutelli Sommario 1. Software a) Definizione b) Componenti c) Brevettabilità d) Licenze e) Open source vs proprietario

Dettagli

Introduzione al diritto d autore

Introduzione al diritto d autore Introduzione al diritto d autore Lezione n. 1 Il diritto d autore Legge 22 aprile 1941 n. 633, Protezione del diritto d autore e di altri diritti connessi al suo esercizio Art. 1 Sono protette ai sensi

Dettagli

Manuale di Desktop Sharing. Brad Hards Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Desktop Sharing. Brad Hards Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Brad Hards Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Desktop Sharing 7 3.1 Gestione degli inviti di Desktop Sharing.........................

Dettagli

Politica sulla privacy

Politica sulla privacy Politica sulla privacy Kohler ha creato questa informativa sulla privacy con lo scopo di dimostrare il suo grande impegno nei confronti della privacy. Il documento seguente illustra le nostre pratiche

Dettagli

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI BREVETTI: DEFINIZIONI E TIPOLOGIE Avv. Chiara Iengo Foro di Bergamo

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI BREVETTI: DEFINIZIONI E TIPOLOGIE Avv. Chiara Iengo Foro di Bergamo Seminario IL BREVETTO LA PROTEZIONE DELLA CREATIVITÀ INTELLETTUALE NEL CAMPO DELL INVENZIONE INDUSTRIALE Lunedì 21 maggio 2007 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI BREVETTI: DEFINIZIONI E TIPOLOGIE Avv. Chiara

Dettagli

INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE

INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE Il presente documento sulla privacy policy (di seguito, Privacy Policy ) del sito www.fromac.it (di seguito, Sito ), si conforma alla privacy policy del sito del Garante per

Dettagli

Manuale Helpdesk Ecube

Manuale Helpdesk Ecube 2013 Manuale Helpdesk Ecube Sede Legale e Operativa: Corso Vittorio Emanuele II, 225/C 10139 Torino Tel. +39 011 3999301 - Fax +39 011 3999309 www.ecubecenter.it - info@ecubecenter.it Codice Fiscale P.IVA

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Gentile cliente, le seguenti condizioni generali di vendita indicano, nel rispetto delle normative vigenti in materia a tutela del consumatore, condizioni e modalità

Dettagli

SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook. Guida all installazione Outlook 2002

SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook. Guida all installazione Outlook 2002 SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook Guida all installazione Outlook 2002 Rev. 1.1 4 dicembre 2002 SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook Guida all installazione: Outlook XP Introduzione

Dettagli

Il DNS e la gestione degli indirizzi IP. Appunti a cura del prof. ing. Mario Catalano

Il DNS e la gestione degli indirizzi IP. Appunti a cura del prof. ing. Mario Catalano Il DNS e la gestione degli indirizzi IP Appunti a cura del prof. ing. Mario Catalano Indirizzi fisici e indirizzi astratti Ogni macchina all interno di una rete è identificata da un indirizzo hardware

Dettagli

INFORMATIVA PRIVACY GENERALE (REDATTA AI SENSI DELL ART.13 D.LGS. 196/2003)

INFORMATIVA PRIVACY GENERALE (REDATTA AI SENSI DELL ART.13 D.LGS. 196/2003) INFORMATIVA PRIVACY GENERALE (REDATTA AI SENSI DELL ART.13 D.LGS. 196/2003) In ottemperanza agli obblighi previsti dal D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 (con specifico riferimento all Art.13), con la presente

Dettagli

Teleassistenza mediante PCHelpware

Teleassistenza mediante PCHelpware Teleassistenza mediante PCHelpware Specifiche tecniche Autore: G.Rondelli Versione: 1.3 Data: 26/8/2008 File: H:\Softech\Tools\PCH\doc\Teleassistenza PCHelpware - Specifiche tecniche 1.3.doc Modifiche

Dettagli

LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI

LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI VPN: VNC Virtual Network Computing VPN: RETI PRIVATE VIRTUALI LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI 14 marzo 2006 Fondazione Ordine degli Ingegneri di Milano Corso Venezia Relatore

Dettagli

proposta di legge n. 316

proposta di legge n. 316 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 316 a iniziativa dei Consiglieri ALTOMENI, BRANDONI, AMAGLIANI, BINCI, PETRINI, COMI, MOLLAROLI, ORTENZI, D ISIDORO, CAPPONI presentata in data

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT Vers.1/2013 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le attività

Dettagli

Open Source e Free Software Introduzione a GRASS e sw correlati GFOSS (Geographic Free Open Source Software) Cartografia numerica e GIS Free Software Il termine free si deve tradurre come libero piuttosto

Dettagli

REGOLAMENTO Servizi RIGHT HUB Matching RIGHT HUB S.r.l.

REGOLAMENTO Servizi RIGHT HUB Matching RIGHT HUB S.r.l. REGOLAMENTO Servizi RIGHT HUB Matching RIGHT HUB S.r.l. 1. Sezione I - Indicazioni generali 1.1. Scopo del Regolamento Il presente Regolamento per l utilizzo dei Servizi RIGHT HUB Matching è parte integrante

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.CASATASSO.COM NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le attività

Dettagli

PRIVACY POLICY SITO INTERNET

PRIVACY POLICY SITO INTERNET Pag. 1 di 6 PRIVACY POLICY SITO INTERNET NordCom S.p.A. Sede Legale: P.le Cadorna, 14 20123 Milano Tel. 02 721511 fax 02 72151909 Email: info@nord-com.it www.nord-com.it Registro delle imprese di Milano

Dettagli

Software proprietario

Software proprietario Open Source Software proprietario NO Fino a tutti glianni sessanta, anche se in misura decrescente, la componente principale e costosa di un computer era l hardware. Da ciò la scelta dei produttori di

Dettagli

Le Basi di dati: generalità. Unità di Apprendimento A1 1

Le Basi di dati: generalità. Unità di Apprendimento A1 1 Le Basi di dati: generalità Unità di Apprendimento A1 1 1 Cosa è una base di dati In ogni modello di organizzazione della vita dell uomo vengono trattate informazioni Una volta individuate e raccolte devono

Dettagli

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni SERVER E VIRTUALIZZAZIONE Windows Server 2012 Guida alle edizioni 1 1 Informazioni sul copyright 2012 Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati. Il presente documento viene fornito così come

Dettagli

Disclaimer Privacy Portale Convegno Genova 6 Novembre 2015

Disclaimer Privacy Portale Convegno Genova 6 Novembre 2015 Disclaimer Privacy Portale Convegno Genova 6 Novembre 2015 L accesso, la consultazione e l utilizzo delle pagine del presente sito web di WEB-X comportano l accettazione, da parte dell utente (di seguito

Dettagli

RUBRICA TELEFONICA PROFESSIONALE

RUBRICA TELEFONICA PROFESSIONALE PREMESSA La versione professionale della Rubrica Telefonica a differenza della versione freeware mette a disposizione dell'utente alcune interessanti caratteristiche che la rendono utile per la gestione

Dettagli

(Versione italiana di Francesco Paolo Micozzi www.micozzi.it) Preambolo

(Versione italiana di Francesco Paolo Micozzi www.micozzi.it) Preambolo Copyright (C) 2002 FSF Europe, e.v., Villa Vogelsang, Antonienallee 1, 45279 Essen, Germany Everyone is permitted to copy and distribute verbatim copies of this license document, but changing it is not

Dettagli

NOTE LEGALI. 1. Definizioni e uso. 2. Oggetto dell accordo. 3. Esecuzione dell accordo

NOTE LEGALI. 1. Definizioni e uso. 2. Oggetto dell accordo. 3. Esecuzione dell accordo NOTE LEGALI L uso dei materiali e dei servizi della Piattaforma Sicuramentelab è regolamentato dal seguente accordo. L uso del sito costituisce accettazione delle condizioni riportate di seguito. 1. Definizioni

Dettagli

sistemapiemonte Sistema Informativo regionale Sportello Unico per le Attività Produttive Pubblicazione pratiche Manuale d'uso sistemapiemonte.

sistemapiemonte Sistema Informativo regionale Sportello Unico per le Attività Produttive Pubblicazione pratiche Manuale d'uso sistemapiemonte. sistemapiemonte Sistema Informativo regionale Sportello Unico per le Attività Produttive Pubblicazione pratiche Manuale d'uso sistemapiemonte.it 2 INDICE 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO...3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO...3

Dettagli

WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT

WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT WWW.BERTINIASSICURAZIONI.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza

Dettagli

Sintesi della Policy di Esecuzione degli Ordini per i CFD

Sintesi della Policy di Esecuzione degli Ordini per i CFD CMC MARKETS UK PLC Sintesi della Policy di Esecuzione degli Ordini per i CFD Gennaio 2015 Iscritta nel Registro delle Imprese in Inghilterra al numero: 02448409 Autorizzata e vigilata dalla Financial Conduct

Dettagli

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5 Gentile Cliente, la presente comunicazione ha lo scopo di illustrare i servizi compresi nel contratto che prevede la fornitura di aggiornamenti e assistenza sui prodotti software distribuiti da Sinergica

Dettagli

ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1. Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra

ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1. Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1 Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra XY, società di diritto italiano, con sede in via n iscritta al Registro delle Imprese di n Partita

Dettagli

INFORMATIVA GENERALE

INFORMATIVA GENERALE UNIMEC S.R.L. Via Palazzo, 36 Albano S. Alessandro Bg Informazioni rese ai sensi dell art. 13 del D. Lgs.vo 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali e successive modifiche ed integrazioni.

Dettagli

Privacy Policy INTRODUZIONE GENERALE

Privacy Policy INTRODUZIONE GENERALE Privacy Policy INTRODUZIONE GENERALE La presente Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione di questo sito di proprietà di Consorzio dei Commercianti del Centro Commerciale di Padova, in

Dettagli

INFORMATIVA SULLA PRIVACY In vigore dal 11/09/2013 ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003, n. 196

INFORMATIVA SULLA PRIVACY In vigore dal 11/09/2013 ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003, n. 196 INFORMATIVA SULLA PRIVACY In vigore dal 11/09/2013 ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003, n. 196 LR Services D.o.o. (di seguito Titolare del Trattamento dei Dati o solo Titolare)

Dettagli

Manuale utente. Selezione on-line Manuale.docx. Id documento: Versione: versione 2.4

Manuale utente. Selezione on-line Manuale.docx. Id documento: Versione: versione 2.4 Manuale utente Id documento: Selezione on-line Manuale.docx Versione: versione 2.4 Revisioni: Aggiunte le funzioni Copia in e Sposta in nella sezione Curriculum (paragrafo 4.5) Data: 17/01/2014 Pagina

Dettagli

NOTE LEGALI L'ACCESSO ALLE PAGINE DEL SITO WEB VINCICONFELICETTI.COM IMPLICA PER L'UTENTE L'ACCETTAZIONE DELLE SEGUENTI CONDIZIONI

NOTE LEGALI L'ACCESSO ALLE PAGINE DEL SITO WEB VINCICONFELICETTI.COM IMPLICA PER L'UTENTE L'ACCETTAZIONE DELLE SEGUENTI CONDIZIONI NOTE LEGALI FELICETTI S.r.l., via L. Felicetti 9, 38037 Predazzo (TN) C.F. 00122630221 L'ACCESSO ALLE PAGINE DEL SITO WEB VINCICONFELICETTI.COM IMPLICA PER L'UTENTE L'ACCETTAZIONE DELLE SEGUENTI CONDIZIONI

Dettagli

Ambito della tutela del software I diritti esclusivi sul software Le licenze d uso Le licenze del software libero Le facoltà dell utilizzatore

Ambito della tutela del software I diritti esclusivi sul software Le licenze d uso Le licenze del software libero Le facoltà dell utilizzatore /H]LRQ TXDUWD Ambito della tutela del software I diritti esclusivi sul software Le licenze d uso Le licenze del software libero Le facoltà dell utilizzatore legittimo Il ruolo della SIAE Tutela civile

Dettagli

SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook. Guida all installazione Outlook 97, 98 e 2000

SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook. Guida all installazione Outlook 97, 98 e 2000 SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook Guida all installazione Outlook 97, 98 e 2000 Rev. 1.1 4 dicembre 2002 SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook Guida all installazione per Outlook

Dettagli

Linux e Open Source: Libero! Non "gratis"...

Linux e Open Source: Libero! Non gratis... Linux e Open Source: Libero! Non "gratis"... Di Colucci Martino. 1 Cos'è Linux Linux è un sistema operativo alternativo al più blasonato Windows OS (o al cugino Macintosh) È parente stretto della famiglia

Dettagli

Unix, Linux, Software Libero e Open Source: cenni storici e definizioni

Unix, Linux, Software Libero e Open Source: cenni storici e definizioni Corsi di Formazione "Open Source & Scuola" Provincia di Pescara gennaio 2005 aprile 2005 Unix, Linux, Software Libero e Open Source: cenni storici e definizioni Spremere denaro dagli utenti di un programma

Dettagli

Il Sistema Operativo Linux

Il Sistema Operativo Linux Il Sistema Operativo Linux Sistema Linux storia Unix deriva da Unix open source software libero software open source GNU, GPL, LGPL storia Linux amministrazione struttura concetti base comandi shell Unix

Dettagli

MODEM USB MDC525UP Guida Rapida LINUX

MODEM USB MDC525UP Guida Rapida LINUX MODEM USB MDC525UP Guida Rapida LINUX Sommario Introduzione... 2 Requisiti minimi... 2 Contenuto del CD-ROM... 2 Procedura di installazione per Driver e Software di connessione... 3 Installazione/rimozione

Dettagli

ACCORDO TRA UTENTE E il sito web Liceo Artistico Statale G. de Chirico

ACCORDO TRA UTENTE E il sito web Liceo Artistico Statale G. de Chirico LICEO ARTISTICO GIORGIO de CHIRICO DIS. SCOL. N.37 C. S. NASDO4000B C. F. 82008380634 Sede: TORRE ANNUNZIATA (NA) Via Vittorio Veneto, 514 - Tel. 0815362838/fax 0818628941- www.liceodechirico.it e- mail

Dettagli

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell Art. 13 del D.LGS. 196/2003 (C.D. Codice Privacy)

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell Art. 13 del D.LGS. 196/2003 (C.D. Codice Privacy) Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell Art. 13 del D.LGS. 196/2003 (C.D. Codice Privacy) Prima di accedere al sito internet di Sigla Srl ( www.siglacredit.it ) e di utilizzarne le

Dettagli

Manuale Utente Amministrazione Trasparente GA

Manuale Utente Amministrazione Trasparente GA Manuale Utente GA IDENTIFICATIVO DOCUMENTO MU_AMMINISTRAZIONETRASPARENTE-GA_1.0 Versione 1.0 Data edizione 03.05.2013 1 Albo Pretorio On Line TABELLA DELLE VERSIONI Versione Data Paragrafo Descrizione

Dettagli

MANUALE PRATICO SU COSA FARE E COSA NON FARE

MANUALE PRATICO SU COSA FARE E COSA NON FARE MANUALE PRATICO SU E INDICE INTRODUZIONE 1. MARCHI: E 2. BREVETTI: E 3. DESIGN: E 4. COPYRIGHT: E 5. SEGRETO INDUSTRIALE: E Introduzione Ogni impresa, sia essa una start-up o un azienda consolidata, possiede

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni Mobile IP Mobile IP Internet Internet Protocol header IPv4 router host indirizzi IP, DNS URL indirizzo di rete

Reti di Telecomunicazioni Mobile IP Mobile IP Internet Internet Protocol header IPv4 router host indirizzi IP, DNS URL indirizzo di rete IP Analizziamo con sufficiente dettaglio il sistema denominato IP, usato per consentire a due computer mobili di spostarsi liberamente in altre reti pur mantenendo lo stesso indirizzo IP. In particolare,

Dettagli

USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000

USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000 VERITAS StorageCentral 1 USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000 1. Panoramica di StorageCentral...3 2. StorageCentral riduce il costo totale di proprietà per lo storage di Windows...3 3. Panoramica

Dettagli

Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete. I dispositivi utilizzati.

Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete. I dispositivi utilizzati. LA RETE INFORMATICA NELL AZIENDA Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete I dispositivi utilizzati I servizi offerti LA RETE INFORMATICA NELL AZIENDA Copyright

Dettagli

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale.

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale. GUIDA RAPIDA versione 11 marzo 2008 SEERVIIZZIIO TTEELLEEMATTIICO M DOGANALLEE G Avvertenze: Questa guida vuole costituire un piccolo aiuto per gli operatori che hanno già presentato richiesta di adesione

Dettagli

Conoscere Dittaweb per:

Conoscere Dittaweb per: IL GESTIONALE DI OGGI E DEL FUTURO Conoscere Dittaweb per: migliorare la gestione della tua azienda ottimizzare le risorse risparmiare denaro vivere meglio il proprio tempo IL MERCATO TRA OGGI E DOMANI

Dettagli

PRIVACY POLICY DI LattinaDesign S.r.l.s

PRIVACY POLICY DI LattinaDesign S.r.l.s PRIVACY POLICY DI LattinaDesign S.r.l.s INFORMATIVA SULLA PRIVACY In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano

Dettagli

Software Gestionali Open Source per le PMI

Software Gestionali Open Source per le PMI Ordine degli Ingegneri della Provincia di Palermo con il patrocinio di AICQ Sicilia Software Gestionali Open Source per le PMI Palermo, 3-12-2013, Hotel Addaura e con il patrocinio di: Ordine dei Consulenti

Dettagli

APPENDICE I Pratiche di tecnologie informatiche per la elaborazione della musica e del suono

APPENDICE I Pratiche di tecnologie informatiche per la elaborazione della musica e del suono APPENDICE I Pratiche di tecnologie informatiche per la elaborazione della musica e del suono 135 L elaborazione digitale del segnale audio 136 L appendice dedicata alle Pratiche di tecnologie informatiche

Dettagli

Note di release. Note di release. PlaTav Desk 1.5.0 ottobre 2013. PlaTav Desk 1.4.5 marzo 2012. PlaTav Desk 1.4.4 ottobre 2011

Note di release. Note di release. PlaTav Desk 1.5.0 ottobre 2013. PlaTav Desk 1.4.5 marzo 2012. PlaTav Desk 1.4.4 ottobre 2011 Note di release PlaTav Desk 1.5.0 ottobre 2013 Evolutiva: modifica evolutiva al software PlaTav Desk al fine di utilizzare come immagine di sfondo l immagine.jpg a 200 DPI (su layer RASTER_LOWRES-RASTER_NIEDRIGAUFLOESUNG)

Dettagli

INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 196/03 E CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 196/03 E CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI La privacy policy di questo sito INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 196/03 E CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Perché questo avviso? In questa pagina si descrivono le modalità

Dettagli

I programmi applicativi

I programmi applicativi I programmi applicativi Riferimenti: Curtin cap. 6-8 Console cap. 11.1, 11.3 Versione: 15/04/2007 Facoltà di Farmacia Corso di Informatica 1 Le applicazioni Per svariati compiti specifici Vari applicativi,

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI D USO

TERMINI E CONDIZIONI D USO TERMINI E CONDIZIONI D USO Il Sito Web NUOVACIAM comprende numerose pagine Web gestite da NUOVACIAM - Caltanissetta. Il Sito Web NUOVACIAM viene offerto all utente a condizione che l utente accetti senza

Dettagli

Simone Aliprandi IL LICENSING DI DATI E LE PRINCIPALI LICENZE OPEN DATA

Simone Aliprandi IL LICENSING DI DATI E LE PRINCIPALI LICENZE OPEN DATA www.copyleft-italia.it www.aliprandi.org www.array.eu Simone Aliprandi IL LICENSING DI DATI E LE PRINCIPALI LICENZE OPEN DATA qualche informazione su di me Copyleft-Italia: www.copyleft-italia.it Array

Dettagli

STYLE DA GUERRINO srl Via Roma, 41 62010 Montecosaro Scalo (MC) PI: 00152300430 www.guerrinostyle.it WWW.GUERINOSTYLE.IT

STYLE DA GUERRINO srl Via Roma, 41 62010 Montecosaro Scalo (MC) PI: 00152300430 www.guerrinostyle.it WWW.GUERINOSTYLE.IT WWW.GUERINOSTYLE.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Versione aggiornata alla Dichiarazione dei diritti in internet 14 luglio 2015 Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è

Dettagli

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows i SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows Per ulteriori informazioni sui prodotti software SPSS Inc., visitare il sito Web all indirizzo http://www.spss.it o contattare: SPSS

Dettagli

Tekla Structures Guida al prestito delle licenze. Versione del prodotto 21.0 marzo 2015. 2015 Tekla Corporation

Tekla Structures Guida al prestito delle licenze. Versione del prodotto 21.0 marzo 2015. 2015 Tekla Corporation Tekla Structures Guida al prestito delle licenze Versione del prodotto 21.0 marzo 2015 2015 Tekla Corporation Indice 1 Informazioni sulla presente guida...3 2 Prendere in prestito licenze... 4 2.1 Avvio

Dettagli

Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica

Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica Carlo Perassi carlo@linux.it Un breve documento, utile per la presentazione dei principali protocolli di livello Sessione dello stack TCP/IP e dei principali

Dettagli

GRUPPO DASSAULT SYSTEMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI RELATIVI ALLE RISORSE UMANE

GRUPPO DASSAULT SYSTEMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI RELATIVI ALLE RISORSE UMANE GRUPPO DASSAULT SYSTEMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI RELATIVI ALLE RISORSE UMANE Le seguenti disposizioni compongono la Politica di Tutela dei Dati relativi alle Risorse Umane del Gruppo Dassault

Dettagli

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com 2015 Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi

Dettagli

CA Business Service Insight

CA Business Service Insight CA Business Service Insight Guida al contenuto predefinito ISO 20000 8.2 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora

Dettagli

Notifica sul Copyright

Notifica sul Copyright Parallels Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML

EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML Introduzione L applicazione EXPLOit gestisce i contenuti dei documenti strutturati in SGML o XML, utilizzando il prodotto Adobe FrameMaker per

Dettagli

UBIQUITY 6 e Server. Il documento descrive le novità introdotte con la versione 6 della piattaforma software ASEM Ubiquity.

UBIQUITY 6 e Server. Il documento descrive le novità introdotte con la versione 6 della piattaforma software ASEM Ubiquity. UBIQUITY 6 e Server Privato Introduzione Il documento descrive le novità introdotte con la versione 6 della piattaforma software ASEM Ubiquity. Versione Descrizione Data 1 Prima emissione 21/06/2015 Disclaimer

Dettagli

Manuale Sistema Suap 2.0. per l Imprenditore /Procuratore

Manuale Sistema Suap 2.0. per l Imprenditore /Procuratore Manuale Sistema Suap 2.0 per l Imprenditore /Procuratore Sommario SUAP CALABRIA... 1 1. Premesse... 3 2. Modulo Imprenditore/Procuratore... 3 2.1.1. Funzionalità di ricerca... 4 2.1.2. Avvio online della

Dettagli

Allo stesso modo il Decreto citato garantisce i diritti delle persone giuridiche e d ogni altro ente o associazione.

Allo stesso modo il Decreto citato garantisce i diritti delle persone giuridiche e d ogni altro ente o associazione. PRIVACY POLICY PRIVACY POLICY GENERALE RIVOLTA AI NAVIGATORI DEL SITO WWW.ITALIANCONVERTER.IT RESA AI SENSI DELl ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003 Il D. Lgs 196/2003, denominato Codice in materia di protezione

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET DICHIARAZIONE DEI DIRITTI IN INTERNET Testo elaborato dalla Commissione per i diritti e i doveri in Internet costituita presso la Camera dei deputati (Bozza) PREAMBOLO Internet ha contribuito in maniera

Dettagli

WWW.IMMOBILIAREPRIMA.IT

WWW.IMMOBILIAREPRIMA.IT WWW.IMMOBILIAREPRIMA.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le

Dettagli

IBM SPSS Modeler Social Network Analysis 16 Guida all'installazione e alla configurazione

IBM SPSS Modeler Social Network Analysis 16 Guida all'installazione e alla configurazione IBM SPSS Modeler Social Network Analysis 16 Guida all'installazione e alla configurazione Indice Capitolo 1. Introduzione a IBM SPSS Modeler Social Network Analysis.... 1 Panoramica di IBM SPSS Modeler

Dettagli

GESTIONE MANUTENZIONI

GESTIONE MANUTENZIONI GESTIONE MANUTENZIONI OGGETTO: Software Gestionale per l organizzazione gli interventi di manutenzione/riparazioni nelle Strutture di competenza dell Ente. STRUTTURA MODULARE: Il gestionale è composto

Dettagli

Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione

Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione Pensato per un centro di fisioterapia con 8-10 dipendenti, può essere utilizzato in qualsiasi struttura occorre prendere e gestire degli

Dettagli