! " " #$#% & # $ #% '% # #$ (" )& ##%* $ $'% +$ $%,# * '%$'%, #%# -! #% %!, '% $! $ # #$ % $ (. %! $#&##, $##% * $, # #%#, $ # $ &,%

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "! " " #$#% & # $ #% '% # #$ (" )& ##%* $ $'% +$ $%,# * '%$'%, #%# -! #% %!, '% $! $ # #$ % $ (. %! $#&##, $##% * $, # #%#, $ # $ &,%"

Transcript

1 !"#

2 $%%&&! " " #$#% & # $ #% '% # #$ (" )& ##%* $ $'% +$ $%,# $%("" * '%$'%, #%# -! #% %!, '% $! $ # #$ % $ (. %! $#&##, #$!#$,$ $+# $##% * $, # #%#, $ # $ &,% # %$!##!# * '%$$%$,#$ '%$" *//01#!%""#$, # %!% #$#% #%$* 2 $#3!#$%$%$ 4 $4! $% $$"&!, %""# "!#, #!%""###$$!%$ $% #$!# % -.% # #$$%* ) (!,#%#%""#&,$% (" 5$% 6* 7$$$ ## 8). "* 1, $ % $$ #% $ #!#$# $$ "!# + $$ %""# %&!,#9%$ (. # #$* : $ $ #$, $% % #8).;$$" & #%#, $ # $% $%(%&! %, % $# $% % $% $%%, $%# $ $$!##* ($ #!!% ($, # $$# (" 8). ##% %""# # 6% (" 5$% 6* 8)."*1* 8 $% $# + $ $ ($ & $ (" 8).,%!# $%'% ## #%# # #$ $% $% $* ($ #$ $& %! (, # # # ## $# #, $# & $#+*

3 % $ # + # #%# % "%!% $% $* 2 $$ $$! #,# # $%% (% 8). "* * 2 (##$, # $"%! $% $% #%# " $, $$" $%% $%(! (!*7&,$% $$", ;$3 (%#%& %$ *. $% (" #%# 8). ( $ 28).,#$% ( $ <<<* #%**!# $#" # $ #%! * 8% $$, ( $; $% $% = #, ## $%% #%! $"" $(% # $ #,#* # $% # # $$#%#& #%#!$ %#$%!""$! ( $, # ($!#(.%# # #$ $#! * (% $,'%$, # #%, ;% $# $ $% #,#! > $$ # $# "#, # $ # $$#, )% $* # # *7 $, $ $A $% $ $$ ## # $$# # $ * #, $ $$ # ##$# *:%,#'%$(% % #$$#%& 9 # # $"" $%$#"*#,#"% $ $ %3#$%%! %$# #%#,'% %$#%*!,$#% #$#" $, # #% # ("!! # #,#!, :* #$$ ;'%$$& #%#*2 $$ $, $ # ###$ # $%""# #! * 7# '%$#$ $! $$, $%% #% $$ % # # $% # #! #%!%$ $,# # % ( #! '% ( #$%%#%$%,%$,$%'%& # *

4 : $ $ # #%# ", #%#8).$%,$#! **>B0* ( % # # $% %! #$#%&! $%% %, #$ %""# %$ (. # $% (* :%, # (! $% $%,# % $ $%, 8).# # $ %""## & $#, $ % CD% % #(; (* %, $# % % $$ $#, $!% $%%# % $% #,$ ( % + #$#!% $% #%* $%##$$ $%$# (%& $ %""#"!, % $# "!# ($$ $ $% # &#%# % #$$&* 8$ % %$$ %,##( %'%,,;%($ $# "* %, %,##!# #( &,'%&,!##!#* '%$$$,$ #" $% % $% $ %,! '% $ & #%# 8).,## % $ & & # $%%, & #%##!##* # $'% $$ '%$ ##$ %""#$'%$,!#%$%*, % $"$ $%! $% ## $ #!## $ C! #%(, $ " # %, ($$,##!#* 2 (" $ % $% $%'%$ $,# & '% % # ($$!!$,#$+*

5 %"$ $! %; $$", $%($ E:,! $## #%# $! (" %( %$* 7'%$ $,!,;$$% %##4F$%G &##!% $ ( $ ($, $$$,# %& $## ""(!####& %$% $ * 7'%$ $ ($ E: %, '% %!, %! "= '% %! $, %& $#* " #$%$!$# %'%!'% $## #%#* %! " $( $$ #$% (.!# $$" 7%& $ $$, #9 $!(% &$ (" * '()!*!+"$, '()!*!*%-".%,, $ $ & #%# (.!# $$" 8$"& %%!#$ #% #%( %$ # //"$)'(!)0 $$$$$ ($$# ##$#$% +## $ # #$ $""# )%## # "% %""#$F##$G!&12! $$"!#& "!## # % ##$$%#$$ #!$% #$% & #%#,! %""#&!! -" -7$$ 6 7$$$ ## 4! $$ %,#$,#%# $* H! %""# $ $$#% # %! #%# *#**//01* */01*1B$$!$% %$ #%#,#$ $# #%#4 $"& $$ %""#,# #! % (.%% $%#"%= $ #! "!# "!#,#'%% #(!###%# & ##$$, # $ # "!#* 8(##$ '%$ # $% ($ #$, # ($E:, $# $%"-!%))!3!&/%1!+!1!4 %%(! $ $% %&!, $% & ##$$$%$%$%!#%## # ($$?

6 !%$! $% ("! $% %& $% $",$$+!#$#% (. % % # #$#$###$# *,$! #$#( %% $ % $$!, ; %($ # #$! F$%%G! $%, + '% $#%$#%#$#####% %,%0 (" (* % " "$, #$% '% $ #$$ $ ##$$= ## $%! # $ $#,#$$% ## #(. %* 2 (% $$%&%$ #%#, ##34 # $% ##$#, #!% F#G $$ $ $ "!# = # $%% $ ## (%, '% % ## # $! %!, ##, %, $# + $%,!% #$#!""$! $,#9 $ '%% #%$,$!$$!% & % $ (" #%# # $( %* (#, $,# $ $$ $ (7$$ ##,! "$ % $ $ &$#* #$ $ # $#& %, # #$ #$$& #%# % $ ;#$ 7$(7$$,( %!## # $$#%& $ $"& #! (. % #$#"& * % #% &, $ %, '% '%$ * 8%%$##4## "!# $ $ %,# % $ #$#!""$, ( $ $ $ $ "!# # & # $%%#%,# $ # #% "" %""# ## "!#*!, $! # $$,# $#%!! #!,# # $, $#,'%+#"!#* >

7 # (! #%# $$ $ #%"$4 "!#,"!# %""#* # %% "!#,# $ $! $% %& $" $% & ##$$ $$,#4 7$$! 4 $$ %""# (! $%, $ $ $$#, #$!,# ## 7$$" #4$$%""#,$ $$# 7$$ "4, $ %""#, $$ %""#$%,# ##,### $ $$, % $% $$ #$$,# + $ %""#, " $# $$ $$,#$# #!%$ $* #$ #3, ; % # &! #%# $% ##$#, # # $($ # "!#* "!#,$$$ #%##$$"!#,## # $ #= %#!"$! $%=$# ## %,# '%% # %$$#,%"" %""#& #$* (%# $; %""#*# $! $%, $% $% $% $%, '% & % # #$ $%*2#!$ &# % (. %, $! #,#$%% #$%##%* $ #%!+ % $$& % $% $%!$ $ #, ( '%$ #;$$" $%! $%%4 %""#=,#!$#%,(%$&$$!* % %#% #, #9 % # %( %#%$!=,$ # %&=!% (#%%= %# #%$ #!# $# #$$ ## &*, $$!%$! ##'% $(*># **//01, #%# $$# &$,# & '%$ #$#("" $$#F%G $#* 7#%,#3 $ ($ % (! #!%$! $% ( #"# 1

8 $ #,, $# + # $%%#%* 8 $% (# $ # $# &! #%#$ 4 %&,#$%= $$# #= $$#= = %#$#%,%$&,$$!!$$*!, $ & #%# $ # %,#'%$& #<A$#" $ 0"$##,#'% #%,## (" C#(*

9 %)"*"."! $ $ $#%##$## %$, '% $# $#, ## $%4 $ %""#,$,$#,$$#,#9# $$ *(;!+# -$$ -%, #$#%$# $%%,$%"$$%$*, (% $ #%#! $& % ## #,# $$$ $ &, ($$, * #$$ #%#!%$! $% %&! $%# ##$$,'% ##"!# $ (%! %""# $% #!=$ ($$,+ #,# ( #"%$# % (" %$%##$$",$ $ ("#%$* 2#$ $% $$ %% I#)J# 5)5H$ )# H), )$$ % ( (B $% '% # $ %7 '%& $ *:##;$!%$ $$#!# '% $%""#7$* H) $%%!$,!!$% $$$ #$ * :$#$## H)4 * ##!$#!$ #$#, $! $$"&$#!#= 2.!$ ## $ $$ #$#% $$# #9 $%##$$$$#$%##$$= * % $ #$ ( $"$ $% $% % H),,$$#%#%##$$$#$%%! $ $ $", #$ #$! #$#%!$ %,'%$#$ #%#* 8#$% ; # $% $ $% "$,#$# $#!"& $$"&* 7 #$ #%#, '%$#!#%$'%### &*,#%3$$ $##$%4 $% " ($ #$,! % (.!#$$" #, #$$!## $$ $$ % $ # # ($$* #$ "$ ($ E:, %'%, $$!$ ##"% $%,##$# #, # $#$%% $% $* #, " I#)J#5H% $, %)$$K %7 )!#,L%$$$,?= I#)J# 5 K 5%!, 5 M $ )$ 5$, 8 %%""#,, /

10 ##$#$%$ ##!,$ $ $ & #%#, $ $,&$!#%$%* D%#,$%!$ '% #C! #(, $ % $# C " (4 $#%$$ ## % $#$%,# (" $ % "$! $%( %""# #$# #$, $,"$. " #$ $% $ % # %!""$! $ %#,! $%#%$%$ $$* : C%($%& ##%$,#$ ##& % $ *//01* Analisi partecipata Pianificazione Svolgimento delle attività Adattamenti Fig. 1 La Gestione del Ciclo del Progetto &% #%#;!!$ %, # $$4 ",$%,,# $$ &,"%,$% %* :%, & %3 $$ # '%$!$, % #9 ## # $% ($ # $# % #,# % $ $% #%# (!!""$ $$ $ & #%#* $# %, #! $!% (, $##9 $ $! $ ##$ (% $%""#* #$ #3,$%!$$#$% #$& $# $%,$# $ & #%#! $ # $ #$ B Valutazione Monitoraggio

11 $#&,#( $$, $# $$!* 2 $ &$&## #!% )! 7%& H$,$%- ## #%#$$, $$ - $% *, $%" $$$ C$ #(, $% #$ $, $ &% %!# # '% # 7%& H$(.!#$$", '%$&!%%!# $$ (#$*.#$$ ##$$#%# $%% # (% #$$+7$$$$7%&* '% ( ($#% $%$##( *8#$%& #%#0! #"!# $ ##$%,#%!%$#$%$#% & * 6#%'% $# & $# + $ $ % % =#% & $$ * & $$$$ $#!$ (,'%#$ $$!#%#4 * %""#& 4'%$!$# ($!""$!# # "!#, # #"#$ $%# # #%#,!%$! $% %&!,#$% & ##$$$%$%$= * %""#& ## "!#4 $#% % %& $"#!$,!#%$$$$$%(! "!#, $#!$$ #%,,#$ "" %""#& $"&!#%= *!%$ $%$ 4!$##%$, %( #!$%,# + $!#, #9 # $% $# ## $#%$$$%$ #$%* )% * )&##,& $ %N, N $* %;!!# (!##, (!# & *,; $% # (, # '% % % " *, #,#$$ ## $$# ($!% $%$%$( * *//01*?!$$#%""(7%& H$ %* #, (7%& $; %! ) % $$ (%,! %! $#%$!%""#,$% $ %""# # "!# #% #!#*, %! $#% &!%%# '%! %""# %

12 $"& #$ % $ )%&* 8 $% % $ # % $$% * ($ ""$%!##$ (* Indicatori di risultato e d impatto Strumento Output Indicatori di risultato Indicatori d impatto Sito web N di pagine pubblicate N Data base e record DB N di documenti scambiati nell area riservata N di sondaggi on line N di utenti/visitatori N di utenti registrati N di pagine visitate N di utenti area riservata N di partecipanti ai N di FAQ pubblicate sondaggi on line interna Call Center N giornate/uomo (front office) N giornate/uomo (back office) N di caselle dedicate N domande e richieste di documenti (totale/giornaliero) N di ricevute Poster e pieghevoli N di poster stampati (campagne N di pieghevoli stampati Incremento nelle richieste al promozionali) N di poster e pieghevoli distribuiti call center Rapporti coi mass media N di conferenze stampa N di seminari/eventi pubblici informativi N di interviste stampa N di interviste TV N di interviste radio N di comunicati stampa diffusi Cambiamenti nella consapevolezza da parte del pubblico; Cambiamenti nella percezione da parte del pubblico; Miglioramento nella comunicazione Cambiamenti nella consapevolezza da parte del pubblico; Cambiamenti nella percezione da parte del pubblico. Cambiamenti nella consapevolezza da parte del pubblico; Cambiamenti nella consapevolezza da parte del pubblico; Cambiamenti nella percezione da parte del pubblico. Newsletter N di newsletter pubblicate N di iscritti Cambiamenti nella consapevolezza da parte del pubblico; N di copie distribuite Cambiamenti nella consapevolezza da Pubblicazioni N di copie stampate N di copie scaricate dal sito parte del pubblico Audiovisivi N di CD N di copie distribuite Cambiamenti nella consapevolezza da N di copie richieste parte del pubblico N di risposte agli inviti Cambiamenti nella consapevolezza da Seminari N di eventi N di partecipanti (attesi ed parte del pubblico effettivi) N di richieste di ulteriori informazioni

13 Indicatori di qualità Strumenti Gruppi target Indicatori Fonti di informazione Sito web Analisi partecipata Eventi (conferenze, seminari, workshop) Comunicazione diretta Pubblicazioni (poster, pieghevoli, brochure) Newsletter Audiovisivi (spot radio e TV) Ufficio stampa (Conferenze stampa, interviste, comunicati, articoli, lista di contatti, rassegne stampa) Tutti (Grande pubblico, potenziali beneficiari, beneficiari, portatori d interesse Tutti Tutti Grande pubblico, potenziali beneficiari, beneficiari Tutti Grande pubblico, potenziali beneficiari, beneficiari Tutti Tutti Accessibilità Facilità di uso Completezza dell informazione Chiarezza dell informazione Utilità della documentazione condivisa (area riservata) Qualità dei contributi Qualità della documentazione presentata Qualità degli strumenti di rilevazione Qualità dell organizzazione (luogo, orario, catering, attrezzature) Qualità dei contenuti (completezza degli interventi; importanza dei relatori; rilevanza dell informazione fornita; chiarezza degli interventi; qualità della documentazione distribuita) Qualità e completezza dell informazione fornita Rilevanza per i diversi gruppi target Chiarezza Utilità dell informazione Completezza dell informazione Attrattività, equilibrio tra testo e illustrazioni Completezza delle informazioni Attrattività e chiarezza Aspetto (equilibrio tra testo e illustrazioni) Rilevanza per I gruppi target Utilità dell informazione Qualità dei materiali attrattività, chiarezza Adeguato timing per la diffusione Identificazione dei media più adatti per la diffusione Equilibrio tra copertura media e consapevolezza sul POR da parte dei gruppi target Utilità dell informazione per i media Corrispondenza tra comunicati stampa e articoli pubblicati Completezza e chiarezza dell informazione diffusa Sondaggi tra gli utenti Sondaggi di opinione Questionari ricevute Interviste Focus group Seminari Sondaggi Questionari di gradimento riempiti dai partecipanti Sondaggio Sondaggio (anche on line) Sondaggio (anche on line) Sondaggio Rassegne stampa

14 %/"$)!( #!&'%$ *//01$ -1 ) /01,%! $#%# %# $%! %""# #$ (%, $# # % $"& #$ % $ (.*: $ $$ ($ ( ), $$$ $% )$$ %* (.!# $$"#%& # #%#, % $%($#% $% $* 8 $% $# ( # #$&% '%$ #%4 Rapporto annuale di esecuzione Indice 1. Introduzione 1. Informazioni generali sullo stato di avanzamento del Piano (dati, obiettivi, risultati) 2. Executive summary, raccomandazioni 2. Principali problemi segnalati all attenzione dei referenti istituzionali 3. Stato di avanzamento in rapporto a quanto previsto dal Piano (efficacia ed efficienza) 3. Avanzamento verso gli obiettvi fissati i termini di risultati, attività svolte, risorse utilizzate, informazioni, gestione e coordinamento 4. Risultati e programma di lavoro per l anno seguente 4. Risultati attesi quantità, qualità, rispetto dei tempi, attività da svolgere e compiti, impiego delle risorse 5. Allegati 5. Esempi degli interventi e dei prodotti realizzati

15 )$'%()!*!1"'(!1,!"(% +, - %"$ ($ ##%% #, $ %$$!,#$%,%$%!# #*: %!& $! #, (% $% %& $" (" $%%, $ $#!# $#, %! -% $%% #*.%, % $" $!$%, $$ '% $& $$"! ## %&!, "#%, #%,%,!% %$#*, $# #!%$! $%, $ #" $# $, # & $$ # (! $% %&! (. %* #,$$#% %#",$ #4. # %8# $ )$$% )! #%%), $ ## $# $% (! %""#, & #"#%$#&,# /"$)%." 45")" # $$$ # $% #$$ % $$'%/$!(),!",$ ( $*. /!%%#%""## % $!,$+$%4%%#!$#$ %""# $% $ #, $ $%'% #,$<"$%* %!&%# #$$,'%!#! $% $% # %,# $& #% ## O!#!#O$$$ %* $#% ## <"!# (% ## %& $", $%($ '% # * ( ###,$,$%$%,# (" $ % %! $"% #'% # * H $,!% % $"%!,$##$$!$##, % $ #*?

16 0 $%&% $$!# ## $$#! $ #*:$$! $A $ (#! # #!# # (%, #9 % $ #$# $ $$%*! %""#%%#!, $ # $$ #%#$ $ #,$'%"!# "!# # $$ '%$ %% $* $% & $ $%( #* $$ +!'% 7D, $$ "!# "!#,$##%""#$%$ #* >

17 #%""#$%,$!$ %'%4 -, # $, (, %""# ",!%$!, %%,!%$ (%$% #$%* # %""# $ % $ $% $ #,# $# $% $,!$ $% %"%$ %!# %""#, $$'%,$$%, * 8$# & 1 ) & ##, #$% % $" #%# #%#! % '%&! $%, #9!# % ( #$%% $% * $, #%# $ #! $ $% %", # %""# *: $$ $ # $$ 4 #,!$ $ #,(%$ *//01,(% ", % ), $ #$!#'%% $($##%$*! $% %,, $# $ %""# $!%$ # $ %"# $ $ $$$ $, %##%#!#* " ##,(% %$%0(!$,$##$%%&!,$ #'%$ $ $%, % #* % # $, % $!!%$ %!*! H $ $ $# ( $$ # (!* H $ # $$ # %, #!% $%#% $%%,%& $$*! % $,# #" % $% #!#% $#$ ##,,#'%$#"%$#'%& # *$; $$$ $%,%$+%,##%#!#* 1 %%## #K $($ $ # $%: *: $%! $$##$! # %""# $% %& $#, $%, $% $"& %, $ $% $<" #'%$!* 1

18 * 7 $% # %""# # $ #,# $4,",)85,$* " / ##$ #%#!&$$$ $% $$ ($, #% $$ *! #%$ #,#$&$%# #%!#%$% #% # (%, # $# $$ (* '%$ $$, $ $ # $% #%# +, #! $% 7%& $, * '%$%, # (% $ # $, $!# #%# # $ #%,$ '%$(%#%#%$!#* '%% $ & #%#$ %$ #!! + #, # #'% #$% %""# # )$$ % $ '%$ *? /*1*1F. G* 7 $ $ # $$ # $ $% # #$ "!##'%$ # $% $###, % (" (#%$* 6 $ # & ##%$$!%#% * $#&! # % $% %&!,$% & ##$$$$$$%$%!$# # %, #9 $% "" %""#& "!#* #, $& $$"#$%! $## %$# " % # "!#, (!%""# $* ($%$ ##$ # #"%,# $& $# $#,$%&(% * 2 (" #%#<"$###"$#$ # $% #$%%,# $4 400<<<*$ $"*0, #!! $% $%$ $%(% $"= 400<<<*$*,$ (= 400<<<*$ AJ*,%! #, $ # $%#$$ % $$'%= 400<<<*$*,!$ % $% %& ($ $, $$ $$* 7 #"$$ $"#$ $#& # (% *

19 !, $ # $ & $$ #J ##$$"&, $& +!%&#! J J #,# (% # $% &$$%$$$$* +2!%$ %<$,$ #,! $%( %""# ",, $ "!#, %""# %,! $% % ) $ $% %""# % $#%, $% % $$ # # #%, $% & (",#$% %% %!#,##$#* ##$ # #, $ %, $ $ $#* <$, ## $,$&%""##$%$ #* /

20 ))!3!)0%*!)"$!.%%&)/! %""#%!%# % %& '%$!, $ % # F G, #% $#!# % (. %,, %""# $% $ $$#,!$$ $, $ #, #!#, $$ ##, #$* ( $ % %!# #$#", $# $%%( $"& # %#"& % * # # $%%""#!4 %,"#%# # %%, $ $$", & $, %&!, #%*!&'% $%#$#4 $!#= $$$$ 4F%%$%## #", '%, #%$ $ $ $ %&,!!#& $$G= #$%# 4F #! (. %G* $!# $" &%##$, (.!#$$"(% #%#* ##$ $& $% $#% (, $!#, $ #%#,#%#$, $ $##,$, #9 $!$$$ %$ $$ %(%$& % $% %$* (" ##$; $%, ## % $, $%$%# #$ $%* $ & %!$* 2,% %#$ $ $ & $ $ %, $# # +##=% $%##$$#$$ $& ## $# #,# $& # % %""#* 8$# &! (" $!$#%&! ",$ $" $!$%4% ##,, ##%$#%%"# # $"#$%<","#%,) *: $ $"% ##$!$ %""#,$$ $ $%* 2 #$ #! $%% #%# $," $ "%$#!##, % $ # % $ $#* 0 #!%(! $ +#,! ##$$" $% %&!,$&%# %,# $ %!##% % $ "!#4#, ## $#,#,!%,# ##)% $ $$ $%!$%%,$$* #% $ $ $*)$P, $, #$ $ B

21 %%%""##$$$ C##( ",$$&$#,#%$& #$%(. %$%"!# ##%# 5 % "!# %$ & # #!,# #! & $ * $"% %""#(!;$ %! J*. #$$ $& $"% $ $A, $$ $! $%, $$ $ $ $, $$#, $#% #*! ( $% %""#, %, #'% #, $$!%$ # '% * 3# "!# #!$! "" #%(* / * //01= # "!# $ #! $$, $ %% %!,# $& $ %""##$*

22 H $%( %& % %&, $"%!$#"$,$%##$,##$$,$ % &* $ # $! "!#, $ '% $$ $$! $ (% (%, ; $$" # "!#%&! * ##$ (% $%""#$$!%,#"###7$$$$ 8 # $#&, %$ #% $%$$$ & $,## $$$$#,! $ $#& #* 2%, ##$# $% $& # ( *, $# $#! $%#%, $, $% % ### 7%& H$!*, $&# '% $$ (*#* *//01,# ( #%&,#$($$ " -. %%$ B #$#% $ (7%& $* 8$# & 4 )# # ( ($ #, # %#! $ % #,'%$%$$ '% # #$, #9 # % $* 7 ( # 7$$$$#, 7%& H$ $ ##$# $%* &#%$ )$$ %K8H* ( ),## ##-!##'%& -%,$%(%%&%$% #! *!, ), % ( #","%$# $ %""#&$% )$$$* '%$ $$, ) $( %( %! $%, # $#! $!%$ #%## $# #$$$%**, %%""#& )" %,%, $ $ $" $% $ <<<*** #9 $ #, #% (7%& H$ $$" #%#* ##$$$$"& $ )# (%# )$$, $ ) )$$*//01*!, ## $$, -7%& H$ $ # ) %#%# $%'%& (!#! %""#, %# $*

23 ( 25# : # #$$& #%# % $,!$% & ##$$"!#! $$# &$ $$* ( #$ 7 # % 7##$$ $ (7$$! "$ % * '%$#$! <A$, %!%$!# $ "!#%$$%""##!# ## (, # ( # $ $ (",$!##,#$%%4##, # ##, %$&, #%", $#& # ($, ( $% $ (##$$ #, $ QJ,* : $ $ #$$,# # #"% #$# % $#, <A$ (7$$ $#$$"%& %,$ # % (* '%$ '%, & #$$ (## "!#,#% &%!$ # %* '% % (7$$ 7" $#, & #%#!$!#'%&, # (" # F "G $ QJ* 2 (" (! & '%$ 7$$!!%$$"$ (! $% % #* 8% "!#, '% $ $! $% & ##$$ $% $# * 7 %""# #%!% "#%%"$$ $ +! % $, $ %""# ##$ $%%* 7 $ # & & $ (7$$ 7##$$"&,#!# )%, #'% #?* ", $ $ &!#%#,#% # $ %$ %& $ "& $$" $$##!* 4 #$ # $ % $%(%, $ % # ("! ( %""# $%(,##% +$!#*#,$ %#! $,# $ # + $!# '%( * 4 # 7#%$%, $& %# $#% $%, $$ $%!$#* ( $&%(##$ $ % # #$ $% ##$#!$%% $,# # #"% )$$ % K 8H, 7%& H$, $%$###, $$# #, $ $$ *

24 65# #%#,!# $ (% # #, $ #"#7$$$$8!,#9# $ ## (% $% K <A$ $ #,# # #! (%, $ $#& * '%$ ##$, $ %# $"%$#!* 7 ##$ # #, +%7,)57 L,$ $$ #$ #$!#!#% *$$ $$$ $"%!,$##$% * " #$ % #$#, - # $$%, $ #, % -$$ #%%$#!#* 7# $%"$ $ & -" "# #, $ %""# #,# $$ - # % % # $#%, $$#,# (" $! $ #, # ##,$#,$*! 5 & #% $ $ $ $#$#,$# $!$# &*$% +$#% $! $$" $%!% $% #%, $% $% # % $%( ((.# "* $#% $% %$& $ %& # %(! $% %&, #!!$$,! #! $%% %,# ("!# * H $#% %$&, #"# $%#, $#%'% %(%& $$" $% $! #% $ #%$"$$$ $$*

25 $"(" $ 8 $% &,# $# #% & $ # #,#,$ #,#( %*?

26 Cronogramma delle attività Analisi partecipata Numeri verdi e sportelli informativi Campagna pubblicitaria e media Internet Newsletter Logo e immagine coordinata Rapporti con i media Eventi annuali Materiali promozionali Materiali informativi Eventi pubblici Lancio del POR Evento di chiusura del POR Reporting Materiali audiovisivi Monitoraggio e valutazione Pubblicità e Pubblicità e accompagnamento Diffusione dei risultati promozione dei beneficiari e prospettive >

27 '* %) #%#; $ (7$$ 6 7$$$:## * $$ $" %>*B**,!"(! '* %)/%$,!"(%R 6&'.)").% '%$!3%$*!%&/"$)%.!!(+"$)!3! / (/'--.!1!)$!% %*! ))!3!)0%*!)"$!.%%&)/ ** 3%()!%&%!($! ** (.!&!/$)%1!/)7"(!)"$!" ** ".-"$,!"(!%1"(&'.%(,% >>* $)%1!/,!"(%$%)!%&1-!*! %&/%$!%(,% !1!"$%&/"(&-!.%%&)++ (7%& $;$$" (&!%""#&,#$ 0 #* >** $$ (* 1B ) */01 ) *//01* 2 ($#!% (7 H ## # $%% F)%# $G H H% # (7 F#,"# $#,"#, % ( $#G 8 #,# $ %* 4 7%& H$ $L 8 ## :4SB1*>1/> N4SB1*>1/1/1 4 #T**! 5$$7# 7%$ :4SB1*>1/?1 N4SB1*>1/?? 4#T** 1

Roma, 23 giugno 2011 Sala Liri Regione Lazio DI COMUNICAZIONE. Alessandro Coppola Coordinatore task-force comunicazione. POR FESR Lazio 2007/2013

Roma, 23 giugno 2011 Sala Liri Regione Lazio DI COMUNICAZIONE. Alessandro Coppola Coordinatore task-force comunicazione. POR FESR Lazio 2007/2013 Roma, 23 giugno 2011 Sala Liri Regione Lazio VALUTAZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE POR FESR Lazio 2007/2013 Alessandro Coppola Coordinatore task-force comunicazione POR FESR Lazio 2007/2013 La valutazione

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE E GLI OBBLIGHI DI PUBBLICITÀ La Strategia

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 La Strategia di comunicazione e gli obblighi di pubblicità 2 L attività

Dettagli

L EFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE

L EFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE L EFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE GLI ESITI DEL PRIMO RAPPORTO DI VALUTAZIONE ANTONIO STRAZZULLO COMITATO DI SORVEGLIANZA REGGIO EMILIA, 21 GIUGNO 2011 Obiettivi della valutazione Valutazione del Piano di

Dettagli

Piano di Comunicazione

Piano di Comunicazione Piano di Comunicazione Allegato 1: prospetto del piano di comunicazione e misure di informazione e pubblicità Obiettivo Informare il Comitato di Sorveglianza Informare delle opportunità del FSE, rendere

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA. ART 1 Principi generali: oggetto e finalità

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA. ART 1 Principi generali: oggetto e finalità REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA ART 1 Principi generali: oggetto e finalità Il Comune di Ancona, con il presente regolamento, disciplina le attività d

Dettagli

Rilevazione finanziaria e fisica degli strumenti di informazione e pubblicità realizzati

Rilevazione finanziaria e fisica degli strumenti di informazione e pubblicità realizzati Rilevazione finanziaria e fisica degli strumenti di informazione e pubblicità realizzati 1. Campagne di comunicazione 1.A costo totale previsto 3.404.273 1.B costo totale impegnato 3.343.554 1.C costo

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE DEL PROGETTO

PIANO DI COMUNICAZIONE DEL PROGETTO PIANO DI COMUNICAZIONE DEL PROGETTO 1 PIANO DI COMUNICAZIONE DEL PROGETTO SICOMAR Indice 1. Obiettivi del Piano di comunicazione... 4 2. Il Target della comunicazione... 6 3. La strategia di comunicazione...

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 - Principi generali 1. Il Comune di Sarezzo, con il presente documento, disciplina le attività di informazione

Dettagli

D. E. O. R. DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS. Disseminazione e valorizzazione dei risultati

D. E. O. R. DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS. Disseminazione e valorizzazione dei risultati D. E. O. R. DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS Disseminazione e valorizzazione dei risultati La Diffusione e Valorizzazione dei risultati si riferisce all utilizzo e all applicazione pratica dei

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA DI INFORMAZIONE E PUBBLICITA FSE. Struttura Nazionale di Valutazione

VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA DI INFORMAZIONE E PUBBLICITA FSE. Struttura Nazionale di Valutazione VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA DI INFORMAZIONE E PUBBLICITA FSE Struttura Nazionale di Valutazione IL PUNTO DI PARTENZA Struttura Nazionale di Valutazione 1. L attività nasce come azione di sistema orientata

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

RAPPORTO SULLO STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO

RAPPORTO SULLO STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO ALLEGATO N.8 Monitoraggio prog. 2010 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA

Dettagli

L attività di monitoraggio è iniziata il 18 marzo 2013 e sta procedendo secondo le seguenti fasi:

L attività di monitoraggio è iniziata il 18 marzo 2013 e sta procedendo secondo le seguenti fasi: Piano di monitoraggio socio economico del progetto LIFE Ripristino degli habitat dunali nel paesaggio serricolo del golfo di Gela per la salvaguardia di Leopoldia gussonei L azione D.3 Monitoraggio socio

Dettagli

Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali

Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Repubblica Italiana UNIONE EUROPEA In Sardegna, verso l'europa POR SARDEGNA 2000/2006 Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali Allegato al Complemento di programmazione

Dettagli

IL PIANO DI COMUNICAZIONE

IL PIANO DI COMUNICAZIONE Roma, 23 giugno 2011 Sala Liri Regione Lazio IL PIANO DI COMUNICAZIONE POR FESR Lazio 2007/2013 Anna Schiavone Responsabile Comunicazione POR FESR Lazio 2007/2013 Presupposti Trasparenza (informazioni

Dettagli

A cura di Giorgio Mezzasalma

A cura di Giorgio Mezzasalma GUIDA METODOLOGICA PER IL MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE FSE P.O.R. 2007-2013 E DEI RELATIVI PIANI OPERATIVI DI COMUNICAZIONE ANNUALI A cura di Giorgio Mezzasalma

Dettagli

1. opuscoli informativi di carattere scientifico e divulgativo; 2. azioni di coinvolgimento diretto dei cittadini.

1. opuscoli informativi di carattere scientifico e divulgativo; 2. azioni di coinvolgimento diretto dei cittadini. SCHEDA PROGETTO - A 5 Assessorato della Difesa dell Ambiente Servizio Sviluppo Sostenibile, Autorità Ambientale e Politiche Comunitarie MISURA RIFERIMENTO: Misura 1.6 Energia (Riferimento:Complemento di

Dettagli

SERVIZI DI MARKETING INTEGRATO Visibilità mirata per le Aziende ICT, le Istituzioni e gli Enti Locali legati al mondo dell E-Government

SERVIZI DI MARKETING INTEGRATO Visibilità mirata per le Aziende ICT, le Istituzioni e gli Enti Locali legati al mondo dell E-Government SERVIZI DI MARKETING INTEGRATO Visibilità mirata per le Aziende ICT, le Istituzioni e gli Enti Locali legati al mondo dell E-Government N.B.: Per le Associate Assintel aderenti ad EuroP.A. 2008 sono previsti

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE LOCALE LOCAL COMMUNICATION PLAN Aggiornamento Gennaio 2013 Update January 2013

PIANO DI COMUNICAZIONE LOCALE LOCAL COMMUNICATION PLAN Aggiornamento Gennaio 2013 Update January 2013 PIANO DI COMUNICAZIONE LOCALE LOCAL COMMUNICATION PLAN Aggiornamento Gennaio 2013 Update January 2013 LIFE09 ENV/IT/000068 WASTELESS in CHIANTI Prevenzione e riduzione dei rifiuti nel territorio del Chianti

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO 1

CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI REALIZZAZIONE DI RICERCHE DI MERCATO, DI TIPO QUALITATIVO E QUANTITATIVO, SULLA COMUNICAZIONE E LA BRAND IMAGE PER LE SOCIETÀ DEL GRUPPO FERROVIE DELLO STATO pag. 1 1. PREMESSA

Dettagli

ATTIVITÀ PERIODO 2010-2011

ATTIVITÀ PERIODO 2010-2011 ATTIVITÀ PERIODO 2010-2011 CAMPAGNA PUBBLICITARIA Spot video 30 Annuncio Stampa Spot radio 30 Metropolitana Milano Grandi Stazioni Aeroporti Milano Telelombardia 7 Gold Telecity Gruppo OPQ (n. 9) Gruppo

Dettagli

QSN 2007-2013 ****** Piano di Comunicazione. del. Programma Operativo Interregionale. Attrattori culturali, naturali e turismo.

QSN 2007-2013 ****** Piano di Comunicazione. del. Programma Operativo Interregionale. Attrattori culturali, naturali e turismo. QSN 2007-2013 ****** Piano di Comunicazione del Programma Operativo Interregionale Attrattori culturali, naturali e turismo (POIn - FESR) 1 Indice 1 Premessa...3 2 Quadro Strategico della Comunicazione...4

Dettagli

SCHEDA PROGETTO - A 3. Assessorato della Difesa dell Ambiente. Servizio Sviluppo Sostenibile, Autorità Ambientale e Politiche Comunitarie

SCHEDA PROGETTO - A 3. Assessorato della Difesa dell Ambiente. Servizio Sviluppo Sostenibile, Autorità Ambientale e Politiche Comunitarie SCHEDA PROGETTO - A 3 Assessorato della Difesa dell Ambiente Servizio Sviluppo Sostenibile, Autorità Ambientale e Politiche Comunitarie MISURA RIFERIMENTO: Misura 1.4 Gestione integrata dei rifiuti, bonifica

Dettagli

GUIDA METODOLOGICA PER IL MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE FSE P.O.R

GUIDA METODOLOGICA PER IL MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE FSE P.O.R GUIDA METODOLOGICA PER IL MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE FSE P.O.R. 2007-2013 E DEI RELATIVI PIANI OPERATIVI DI COMUNICAZIONE ANNUALI Struttura Organizzazione, Personale

Dettagli

Le attività di comunicazione e diffusione dei risultati di progetto

Le attività di comunicazione e diffusione dei risultati di progetto Elena Giusta 1 Le attività di comunicazione e diffusione dei risultati di progetto La politica di comunicazione dell Unione Europea La comunicazione dei fondi strutturali Il piano di comunicazione di progetto

Dettagli

Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica

Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica Risultati dell indagine conoscitiva sul Network di Linea Amica (a cura dell Area Comunicazione e Servizi al cittadino, con il supporto dell Ufficio Monitoraggio e Ricerca di FormezPA) INDICE 1. Introduzione

Dettagli

CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT) CRM CRM CRM

CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT) CRM CRM CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT) Marco Pironti - Università di Torino 1 Executive summary Introduzione Obiettivi Fasi Architettura Tendenze evolutive Piano operativo Considerazioni Marco Pironti - Università

Dettagli

analisi informazione assistenza l organizzazione di eventi formativi (anche non convenzionali), monitorare

analisi informazione  assistenza l organizzazione di eventi formativi (anche non convenzionali), monitorare Ministero dello sviluppo economico Altroconsumo/Acu/ Codici/La Casa del Consumatore CHECK- UP DIRITTI DESCRIZIONE DEGLI OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO Da un importante studio qualitativo - pubblicato

Dettagli

POR FSE ABRUZZO 2014-2020 COMITATO DI SORVEGLIANZA

POR FSE ABRUZZO 2014-2020 COMITATO DI SORVEGLIANZA POR FSE ABRUZZO 2014-2020 COMITATO DI SORVEGLIANZA Punto 6 odg Presentazione della Strategia di Comunicazione del POR FSE Abruzzo 2014-2020 per l approvazione Giovedi, 11 Giugno 2015 Ore 10.30 Piazza Gardone

Dettagli

Informativa sull attuazione del Piano di comunicazione

Informativa sull attuazione del Piano di comunicazione UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA FONDO SOCIALE EUROPEO PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FSE 2007-2013 VIII Comitato di Sorveglianza POR Calabria FSE 2007-2013 4 Dicembre 2014 Punto

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2015 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Azione propedeutica: definizione dell immagine

Dettagli

AZIONE PROVINCEGIOVANI

AZIONE PROVINCEGIOVANI AZIONE PROVINCEGIOVANI iniziativa promossa da UPI e finanziata da Ministero della Gioventù (Protocollo d Intesa UPI-Dipartimento) finalizzata a promuovere interventi integrati in materia di politiche giovanili

Dettagli

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Allegato 5 CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Legge Regionale 24 febbraio 2006, n. 1 art. 6 comma 4 lett. d) 1 Indice Introduzione...3....3 Piano di marketing strategico per l estero... 4 Organizzazione funzione

Dettagli

OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE

OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE PSR per l Umbria 2014-2020 OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014 della Commissione Allegato III art. 2 I beneficiari di aiuto, sia delle misure a investimento che di quelle

Dettagli

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ASL TERAMO (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE (ai sensi della legge 150/2000, del DPR 422/2001, e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei

Dettagli

la campagna di raccolta fondi del 5x1.000 anno 2011

la campagna di raccolta fondi del 5x1.000 anno 2011 università degli studi di Foggia Dipartimento Comunicazione e Cultura la campagna di raccolta fondi del 5x1.000 anno 2011 premessa La presente relazione illustra sinteticamente il processo creativo e organizzativo

Dettagli

Presentazione avanzamento progetto. Col contributo dello strumento finanziario LIFE della Commissione Europea.

Presentazione avanzamento progetto. Col contributo dello strumento finanziario LIFE della Commissione Europea. Presentazione avanzamento progetto Col contributo dello strumento finanziario LIFE della Commissione Europea. DELIVERABLES E MILESTONES PER OGNI AZIONE LE AZIONI AZIONE 1 WP1. DEFINIZIONE DEL SISTEMA INTEGRATO

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Progetto Leonardo ARGO. Promozione del progetto

Progetto Leonardo ARGO. Promozione del progetto Progetto Leonardo ARGO Promozione del progetto Obiettivi di Progetto Il progetto Leonardo ARGO si pone i seguenti obiettivi: Garantire il diritto all apprendimento quale condizione dell occupabilità; Favorire

Dettagli

Il perché della ricerca

Il perché della ricerca LA DOMANDA DI INFORMAZIONE AMBIENTALE VERSO LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE Roberta Cucca Workshop: Informazione ambientale nella pubblica amministrazione. Esperienze a confronto. Università Bocconi, 27 settembre

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO (Approvato con Delibera del C.C. n. 80 del 30/11/2005) 1 REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE... 1 DEL COMUNE DI BORGO A

Dettagli

You need the blue way to grow your business

You need the blue way to grow your business Per entrare in un nuovo mercato, e raggiungere nuovi obiettivi bisogna conoscere la strada migliore da seguire. Noi sappiamo come gestire al meglio la tua organizzazione, personalizzandola e aiutandoti

Dettagli

Asse 3 Patrimonio naturale e culturale

Asse 3 Patrimonio naturale e culturale INTERREG V : ITALIA AUSTRIA 2014-2020 Asse 3 Patrimonio naturale e culturale Flavia Zuccon UCR Veneto direttore Sezione Cooperazione Transfrontaliera e Territoriale Europea IP 6 c Conservare proteggere

Dettagli

La nuova. maggio 2011

La nuova. maggio 2011 maggio 2011 1 OBIETTIVO DELLA NUOVA BOLLETTA: Progettare, per gli utenti di GAIA S.p.A., una bolletta più chiara e di facile lettura, veloce da consultare e maggiormente in grado di rispondere alle domande

Dettagli

Sezione I Identificazione della misura

Sezione I Identificazione della misura Sezione I Identificazione della misura 1. Misura 4.7- Promozione e marketing turistico 2. Fondo strutturale interessato FESR 3. Asse prioritario di riferimento Asse 4 Sistemi locali di sviluppo 4. Codice

Dettagli

POR Campania 2000-2006 Complemento di programmazione Capitolo 3 Misura 4.7. Sezione I Identificazione della misura

POR Campania 2000-2006 Complemento di programmazione Capitolo 3 Misura 4.7. Sezione I Identificazione della misura Sezione I Identificazione della misura 1. Misura 4.7- Promozione e marketing turistico 2. Fondo strutturale interessato FESR 3. Asse prioritario di riferimento Asse 4 - Sviluppo Locale 4. Descrizione della

Dettagli

Prodesse et delectare (Orazio) Comune= azienda di servizi Core business dell azienda comune: servire il cittadino/cliente/datore di lavoro Servizio numero 1 dell azienda comune: comunicare, mettere in

Dettagli

Piano della comunicazione- Allegato 2. Strumenti utili alla comunicazione

Piano della comunicazione- Allegato 2. Strumenti utili alla comunicazione Piano della comunicazione- Allegato 2 Strumenti utili alla comunicazione 1. Strumenti relativi alle azioni di promozione Linea grafica coordinata Una prima esigenza da soddisfare è quella di dare organicità

Dettagli

IL MANAGER 2.0 LA NUOVA CASSETTA DEGLI ATTREZZI BASATA SUGLI STRUMENTI GRATUITI DEL WEB 2.0 A DISPOSIZIONE DEL MANAGER MODERNO. 28 Maggio 2014 Z2111

IL MANAGER 2.0 LA NUOVA CASSETTA DEGLI ATTREZZI BASATA SUGLI STRUMENTI GRATUITI DEL WEB 2.0 A DISPOSIZIONE DEL MANAGER MODERNO. 28 Maggio 2014 Z2111 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION IL

Dettagli

Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR

Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR EVENTI E CAMPAGNE INFORMATIVE PUBBLICAZIONI Ideazione e pianificazione di campagne, organizzazione di incontri sul territorio con il partenariato

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE CON I CITTADINI

CARTA DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE CON I CITTADINI CARTA DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE CON I CITTADINI Comune di Modena Settore Sistemi Informativi Comunicazione e Servizi Demografici Servizio Comunicazione e Relazione con i Cittadini Allegato

Dettagli

Progetto Corso di Formazione Linguistica per Immigrati

Progetto Corso di Formazione Linguistica per Immigrati Progetto Corso di Formazione Linguistica per Immigrati Indice 1. Premessa 2. Sintesi degli obiettivi di Progetto 3. Durata del ciclo di vita del Progetto 4. Partner di Progetto 5. Obiettivi di comunicazione

Dettagli

Piano di comunicazione

Piano di comunicazione ATTIVITÀ SVOLTE A partire dal gennaio 2005, le attività di comunicazione hanno subito una rapida accelerazione grazie all entrata a regime del contratto di comunicazione integrata stipulato con l ATI Republic-Renzi&Partners-National

Dettagli

BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015

BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015 Comune di Pontecagnano Faiano Ufficio di Gabinetto BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015 QUADRO NORMATIVO In relazione alla legge 150 del 7 giugno 2000, Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione

Dettagli

PACCHETTO SPONSOR Per 11 edizione 14 17 dicembre 2014

PACCHETTO SPONSOR Per 11 edizione 14 17 dicembre 2014 PACCHETTO SPONSOR Per 11 edizione 14 17 dicembre 2014 Piazza Sallustio 9 Roma Tel. 06.4817254 Fax: 06.93379128 - www.seadam.it - info@seadam.it PERCHE DIVENTARE SPONSOR Se il vostro lavoro e i vostri interessi

Dettagli

BUONE PRATICHE DI CUSTOMER SATISFACTION

BUONE PRATICHE DI CUSTOMER SATISFACTION BUONE PRATICHE DI CUSTOMER SATISFACTION FORUM PA 2011 10 maggio Il «kit» di customer satisfaction 2.0 L AMMINISTRAZIONE Istituto Nazionale della Previdenza Sociale I numeri: 177 sedi 344 agenzie 20 mln

Dettagli

LIFE10 ENV/IT/307. Azione 4. Piano di Comunicazione Allegato al Piano di Riduzione dei rifiuti nella grande distribuzione

LIFE10 ENV/IT/307. Azione 4. Piano di Comunicazione Allegato al Piano di Riduzione dei rifiuti nella grande distribuzione LIFE10 ENV/IT/307 Azione 4 Piano di Comunicazione Allegato al Piano di Riduzione dei rifiuti nella grande distribuzione LIFE10 ENV/IT/307 NO.WA No Waste SOMMARIO SOMMARIO... 2 1 PREMESSA... 3 2 MODALITÀ

Dettagli

grafica stampa web advertising risorse umane video marketing eventi formazione www.graficamente.com

grafica stampa web advertising risorse umane video marketing eventi formazione www.graficamente.com grafica stampa web advertising risorse umane video marketing eventi formazione www.graficamente.com dove NASCONO LE IDEE dove CRESCE La Graficamente.com nasce per rispondere alle esigenze aziendali dei

Dettagli

CNESPS PASSI PER L ITALIA

CNESPS PASSI PER L ITALIA CNESPS PASSI PER L ITALIA Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia Compiti specifici: il livello regionale e locale Carla Bietta Istituto Superiore di Sanità, 1 Marzo 2005 Sperimentare

Dettagli

STRUMENTI DI COMUNICAZIONE 2007

STRUMENTI DI COMUNICAZIONE 2007 STRUMENTI DI COMUNICAZIONE 2007 Prospetto mezzi, termini di utilizzo e costi * 1. ADVERTISING CLASSICO E NUOVI MEDIA Banner sul Sito Ufficiale Assofranchising Pacchetto di comunicazione Fiera del Franchising

Dettagli

REGIONE SICILIANA Assessorato Infrastrutture e Mobilità Dipartimento Infrastrutture Mobilità e Trasporti SERVIZIO XXIII

REGIONE SICILIANA Assessorato Infrastrutture e Mobilità Dipartimento Infrastrutture Mobilità e Trasporti SERVIZIO XXIII REGIONE SICILIANA Assessorato Infrastrutture e Mobilità Dipartimento Infrastrutture Mobilità e Trasporti SERVIZIO XXIII PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.Lgs N. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DEL Servizio

Dettagli

Progetto Costa d Amalfi

Progetto Costa d Amalfi 14-7-2000T.FEDERICI Convegno di lancio Progetto Costa d Amalfi 1 Progetto Costa d Amalfi Il cambiamento organizzativo degli Enti e la progettazione di reti locali opportunità da cogliere, criticità da

Dettagli

Monitoraggio dell attuazione della legge 440/97 Analisi di contesto e Gantt delle operazioni

Monitoraggio dell attuazione della legge 440/97 Analisi di contesto e Gantt delle operazioni Monitoraggio dell attuazione della legge 440/97 Analisi di contesto e Gantt delle operazioni A cura del referente dell USR per la Campania 1 1.0) Contesto di riferimento Il ruolo centrale della valutazione

Dettagli

METODOLOGIE E STRUMENTI DI RACCOLTA

METODOLOGIE E STRUMENTI DI RACCOLTA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca Ufficio VII Programmi Operativi Comunitari Unità Organizzativa della Comunicazione

Dettagli

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI SILVIA LEGNANI IL BUDGET! È un programma di spesa, riferito ad un periodo di tempo stabilito.! Le voci che compongono il budget riguardano tutti i settori dell azienda.! IL BUDGET PUBBLICITARIO! È il programma

Dettagli

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI LIVORNO

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI LIVORNO SCHEDA DELLA Introduzione La seguente scheda è finalizzata alla presentazione dei dati sull utenza della Provincia di Livorno nonché delle esperienze realizzate a livello locale e rientranti a pieno titolo

Dettagli

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 REPORT Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 Mestre, 28 giugno 2012 Regione del Veneto - Direzione Piani e Programmi Settore Primario Autorità di Gestione PSR Veneto 2007-2013 Il

Dettagli

Corso di Alta Formazione Comunicazione per l innovazione della Pubblica Amministrazione

Corso di Alta Formazione Comunicazione per l innovazione della Pubblica Amministrazione Corso di Alta Formazione Comunicazione per l innovazione della Pubblica Amministrazione I contenuti La comunicazione organizzativa leva del cambiamento (I sessione) - L articolazione delle strutture nelle

Dettagli

COMUNICARE CON TUTTI

COMUNICARE CON TUTTI OSSERVATORIO NAZIONALE SCREENING COMUNICARE CON TUTTI PROGRAMMA DELLA REGIONE BASILICATA PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLON-RETTO: STRATEGIA DI COMUNICAZIONE FINALITA Finalità del progetto è quella

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO Provincia di Chieti

COMUNE DI LANCIANO Provincia di Chieti COMUNE DI LANCIANO Provincia di Chieti AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI PER LA REALIZZAZIONE DELLA STAGIONE TEATRALE 2013/2014 Il Comune di Lanciano intende

Dettagli

XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio italiane all estero. Ancona 2014. Schede descrittive

XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio italiane all estero. Ancona 2014. Schede descrittive XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio italiane all estero Ancona 2014 Schede descrittive MAIN SPONSOR Euro 15.000 Conferenza stampa Intervento in Conferenza stampa pre evento Inserimento comunicato

Dettagli

Gli STATI GENERALI del PIANO CASA

Gli STATI GENERALI del PIANO CASA Dagli organizzatori del Piano Casa Tour 2010 l Evento finale di sintesi In collaborazione con Gli STATI GENERALI del PIANO CASA Patrocinato da ROMA 22 marzo 2011 OPZIONI DI PARTECIPAZIONE E COMUNICAZIONE

Dettagli

EA 03 Prospetto economico degli oneri complessivi 1

EA 03 Prospetto economico degli oneri complessivi 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA Fase 1: Analisi iniziale L analisi iniziale prevede uno studio dello stato attuale della gestione interna dell Ente. Metodo: si prevede l individuazione dei referenti

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Comitato di Sorveglianza POR FSE Veneto 2007/2013. Venezia 19-20 Giugno 2014. 8. Informativa sull attuazione del Piano di Comunicazione

Comitato di Sorveglianza POR FSE Veneto 2007/2013. Venezia 19-20 Giugno 2014. 8. Informativa sull attuazione del Piano di Comunicazione Comitato di Sorveglianza POR FSE Veneto 2007/2013 Venezia 19-20 Giugno 2014 8. Informativa sull attuazione del Piano di Comunicazione A cura di Aipem srl Con riferimento al Piano di comunicazione e promozione

Dettagli

Progetto di sponsorizzazione. ASSOCIAZIONE NASCHIRA Viale delle Milizie, 38 00195 Roma C.F. e P. IVA 09422621004 www.naschira.com

Progetto di sponsorizzazione. ASSOCIAZIONE NASCHIRA Viale delle Milizie, 38 00195 Roma C.F. e P. IVA 09422621004 www.naschira.com Progetto di sponsorizzazione Spot promozionale dello sponsor proiettato durante le tappe Speciale circuito pubblicitario per fidelizzare il pubblico della serata alla marca dello sponsor. PUBBLICITA TABELLARE

Dettagli

28 ottobre 2005 ore 14.30 - Palazzo dei Contratti e delle Manifestazioni Bergamo, Via Petrarca, 10. Simulazione Prove tecniche di conciliazione.

28 ottobre 2005 ore 14.30 - Palazzo dei Contratti e delle Manifestazioni Bergamo, Via Petrarca, 10. Simulazione Prove tecniche di conciliazione. II SETTIMANA NAZIONALE DEI SERVIZI DI CONCILIAZIONE DELLE CAMERE DI COMMERCIO EVENTI ED ATTIVITA REALIZZATE DALLA RETE DEI SERVIZI DI CONCILIAZIONE DELLE CAMERE DI COMMERCIO LOMBARDE 24-29 OTTOBRE 2005

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali CUP: LOTTO CIG: J52F13000020007 ZF20A50BDB Gara per l appalto denominato Affidamento della campagna di comunicazione sociale contro il lavoro irregolare in agricoltura. FONDO EUROPEO PER L INTEGRAZIONE

Dettagli

APPRENDISTATO SCHEMA DI PROGETTO

APPRENDISTATO SCHEMA DI PROGETTO APPRENDISTATO TO SCHEMA DI PROGETTO aprile 2003 ANALISI DI SCENARIO OBIETTIVI E TARGET-GROUPS 1 - ANALISI DI SCENARIO: L APPRENDISTATO IN PIEMONTE L APPRENDISTATO IN PIEMONTE Il Piemonte è una delle prime

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2012/2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2012/2014 COMUNE DI BORORE Provincia di Nuoro PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2012/2014 (Art. 11, comma 2, del D. Lgs. 27.10.2009, n. 150) Allegato alla Deliberazione Giunta Comunale

Dettagli

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali All. D REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali LEGGE REGIONALE 22 MAGGIO 2009 n. 26 PIANO REGIONALE PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE PERIODO 2007/2010

Dettagli

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali All. D REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali LEGGE REGIONALE 22 MAGGIO 2009 n. 26 PIANO REGIONALE PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE PERIODO 2007/2010

Dettagli

R.A.B. Progetto operativo di comunicazione 2006. Non si deve dire né più né meno del necessario. PAUL GRICE

R.A.B. Progetto operativo di comunicazione 2006. Non si deve dire né più né meno del necessario. PAUL GRICE R.A.B. Consiglio Consultivo della Comunità Locale Progetto operativo di comunicazione 2006 Non si deve dire né più né meno del necessario. PAUL GRICE L immagine è lenta da costruire, rapidissima da distruggere.

Dettagli

Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR

Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR Relatore: Fabio Travagliati, Responsabile Comunicazione FESR LA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 (Artt. 115-117 reg.to Comune) Strategia di Comunicazione entro 6 mesi dall adozione del POR e possibilità di una

Dettagli

Comenius Regio perché? Le opportunità di un partenariato europeo legato al territorio per il miglioramento delle politiche educative

Comenius Regio perché? Le opportunità di un partenariato europeo legato al territorio per il miglioramento delle politiche educative Comenius Regio perché? Le opportunità di un partenariato europeo legato al territorio per il miglioramento delle politiche educative Elena Bettini Seminario di informazione sulla gestione dei partenariati

Dettagli

medical EVENTI CONGRESSUALI FORMAZIONE (ECM) INVESTIGATOR MEETING COMUNICAZIONE ED EDITORIA

medical EVENTI CONGRESSUALI FORMAZIONE (ECM) INVESTIGATOR MEETING COMUNICAZIONE ED EDITORIA medical FORMAZIONE (ECM) COMUNICAZIONE ED EDITORIA IL PARTNER IDEALE AL VOSTRO SERVIZIO EasyB è frutto dell esperienza pluriennale di un gruppo di professionisti da anni impegnati nel settore congressuale

Dettagli

Analisi sullo strumento direct per eccellenza. Email Marketing Check up

Analisi sullo strumento direct per eccellenza. Email Marketing Check up Analisi sullo strumento direct per eccellenza Email Marketing Check up Workshop 26 Novembre 2014 26 Novembre 2014, Iab Forum, Milano Agenda Workshop Email Marketing Check up Analisi sullo strumento direct

Dettagli

La comunicazione dei dati ambientali

La comunicazione dei dati ambientali La comunicazione dei dati ambientali Mauro Bompani Responsabile Area Comunicazione Arpa Emilia-Romagna URP come strumento di integrazione tra comunicazione, ascolto, miglioramento dei processi Annuario

Dettagli

Piano di comunicazione esterna

Piano di comunicazione esterna Piano di comunicazione esterna Azioni di co-marketing per la promozione del territorio e attivazione azione pilota- Metrò del Mare Comune di Porto Torres 1 INDICE 1.INTRODUZIONE..3 1.1 SINTESI DELL AZIONE

Dettagli

Burc n. 32 del 14 Luglio 2014 REGIONE CALABRIA

Burc n. 32 del 14 Luglio 2014 REGIONE CALABRIA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PRESIDENZA Settore Cooperazione, Internazionalizzazione, Politiche di Sviluppo Euro-mediterranee POR FESR CALABRIA 2007-2013 ASSE VII SISTEMI PRODUTTIVI Linea di Intervento

Dettagli

KEY KONTACT C o m p a n y P r o f I l e

KEY KONTACT C o m p a n y P r o f I l e KEY KONTACT C o m p a n y P r o f I l e C O N T A C T C E N T E R GESTIONE DELL INTERO CICLO DI VITA DELLA CHIAMATA Ricezione della Chiamata Registrazione della Segnalazione Analisi Reportistica S E R

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE PIANO DI COMUNICAZIONE PROGETTO Agro-Med Quality Plateforme Méditerranéenne pour la Qualité dans l Agriculture et l Agroalimentaire 1 INDICE 1.INTRODUZIONE..3 1.1 SINTESI DEL PROGETTO AGRO-MED QUALITY

Dettagli

Abruzzo Aperto. Comunicazione di servizio al cittadino: Standard Linea Amica. Trasparenza Comunicativa. Il team building chiave del successo

Abruzzo Aperto. Comunicazione di servizio al cittadino: Standard Linea Amica. Trasparenza Comunicativa. Il team building chiave del successo Abruzzo Aperto Comunicazione di servizio al cittadino: Standard Linea Amica Trasparenza Comunicativa Il team building chiave del successo Ruolo centrale del back office specializzato: i referenti regionali

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA E ISTITUZIONALE LEGGE 150/2000

MASTER IN MANAGEMENT DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA E ISTITUZIONALE LEGGE 150/2000 MASTER IN MANAGEMENT DELLA COMUNICAZIONE Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI GENERALI OBIETTIVI

Dettagli

Registro Pubblico delle Opposizioni. Ing. Maurizio Pellegrini Dott.ssa Ania Maslova

Registro Pubblico delle Opposizioni. Ing. Maurizio Pellegrini Dott.ssa Ania Maslova Registro Pubblico delle Opposizioni Ing. Maurizio Pellegrini Dott.ssa Ania Maslova Le nuove regole del telemarketing L art. 20 bis della legge n.166/2009 e il D.P.R. 178/2010 hanno introdotto incisive

Dettagli

publicrelations eventi ditoria nformazione arketing anci ediagrafica omunicazione Rivista ComuniCare Comunicazione Editoria - Anci Rivista

publicrelations eventi ditoria nformazione arketing anci ediagrafica omunicazione Rivista ComuniCare Comunicazione Editoria - Anci Rivista ComuniCare nformazione Società di comunicazione ed organizzazione eventi del mondo ANCI ditoria Comunicazione eventi publicrelations Informazione Editoria - Anci Rivista omunicazione Public Relations Congressi

Dettagli

AVVISO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO

AVVISO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO AVVISO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO PROGETTI MIRATI ATTI A FAVORIRE LA PROMOZIONE INTERNAZIONALE E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI E DELLE ASDI Art. 1 - Oggetto e finalità 1. Il presente

Dettagli

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF A cura del GAV 1 Cosa è stato fatto: Il GAV ha : - Somministrato a tutto il personale un questionario per la raccolta di informazioni in merito ai

Dettagli