Applicazioni di Realtà

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Applicazioni di Realtà"

Transcript

1 Università di Pisa Corso di Laurea in Terapia Occuapazionale Corso di Bioingegneria applicata alla Realtà Virtuale Anno Accademico 2009/2010 Applicazioni di Realtà Virtuale in Riabilitazione i Ing. Stefano Mazzoleni, PhD

2 Neuroplasticità Le connessioni sinaptiche sono continuamente modificate (riorganizzazione dei circuiti): in risposta ad apprendimento, memoria, mancato uso; a seguito di un danno al Sistema Nevoso Centrale; Long Term Potentiation (LTP): alterazione della struttura della sinapsi.

3 Neuroplasticità Flessibilità della corteccia motoria: implicazioni per la riabilitazione Aree corticali hanno l abilità di adattare la loro funzione, piuttosto che acquisire nuove funzioni Addestramento intensivo di un area corticale può avvenire alle spese di aree circostanti Cambimenti rapidi nell attività corticale: addestramento intensivo vs. estensivo Identificare regioni danneggiate e applicare terapia specifica

4 Tecnologie e Riabilitazione L influenza potenziale delle tecnologie per la riabilitazione sulle prestazioni Perdita della capacità di effettuare un dato compito Sistemi Robotici, Realtà Virtuale, SEF Stimoli motori e sensoriali: - Rigidità/ROM - Spasticità - Forza muscolare Riduzione del supporto riabilitativo - Ripetizioni al limite delle prestazioni - Feedback delle prestazioni Miglioramento delle prestazioni -Neuroplasticità - Apprendimento motorio

5 Quali fattori influiscono sull apprendimento sensimotorio? Fisici Feedback sensoriali vista, udito, tatto, propriocezione p Muscoloscheletrici: Schema muscolare, forza e postura Funzionalità neurologica e coordinazione Psicologici Piacere - dolore Motivazione, i partecipazione i e desiderio noia, i i fallimento, ansia Cognitivi Capacità di prendere decisioni Pianificazione Ragionamento Concentrazione e attenzione Linguaggio e comprensione capacità di comprendere istruzioni

6 Come può essere facilitato il ri-apprendimento sensimotorio? Ripetizione movimenti orientati all obiettivo (goal oriented) Rafforzamento muscolare e incremento degli intervalli articolari (ROM) Modulazione della spasticità Attenzione incrementata Incremento degli input sensoriali: Intrinseci: stimolazione diretta delle fibre sensoriali o feedback propriocettivo Estrinseci: feedback dall esperienza del movimento o raggiungimento osservato di un obiettivo

7 Esercizio La semplice ripetizione non è sufficiente Contesto: goal-oriented, oriented rilevante, reale vs. immaginato (Chingyi Wu, Arch Phys Med 2000) o simulato (Hu-ing Ma. Am J OT 1999) Vario: Casuale vs. a blocchi bocc (HanlonRE, ArchPhys Med 1996) Feedback: incoraggiamento Approcci di apprendimento: implicito vs. esplicito (Boyd LA, and Winstein CJ, Physical Therapy 2003) Attenzione al compito da proporre al paziente: motivazione, successo Ericsson KA et al. The role of deliberate practice in the acquisition of expert performance. Psych Ericsson KA et al. The role of deliberate practice in the acquisition of expert performance. Psych rev 1993 Vol 100; 3;

8 Acquisizione di una abilità Apprendimento implicito ed esplicito Apprendimento esplicito: Come fare a associato con la memoria, aspetti cognitivi, Apprendimento può essere molto rapido e si può valutare mediante domande dirette Apprendimento implicito: Abilità motorie sono esempidiapprendimento pp implicito Dimostrata dal fare I terapisti fanno spesso uso dell apprendimento esplicito nell addestramento delle abilità motorie L evidenza scientifica suggerisce che questa scelta può non essere efficace (Boyd & Winstein Physical therapy Nov 2003)

9 Realtà Virtuale Le disabilità derivanti da patologie del sistema muscolo-scheletrico e del sistema nervoso centrale, possono incidere considerevolmente sia sulla qualità di vita della persona(modificandone( d lacondizione i di salute), sia sui sistemi it i sanitari (incrementandone la richiesta di assistenza). Recenti sviluppi nel campo delle neuroscienze, della neurofisiologia e delle scienze computazionali hanno condotto alla teorizzazione di nuovi modelli per l interpretazione dei meccanismi di funzionamento del sistema motorio. In questo contesto si è sviluppata la possibilità di sperimentare, anche in ambito riabilitativo, strategie terapeutiche innovative basate su questi modelli. La Realtà Virtuale, insieme alle applicazioni robotiche, può contribuire a ridurre i danni motori e cognitivi e a migliorare la qualità della vita dei pazienti (teleriabilitazione)

10 Teleriabilitazione

11 2 gruppi di pazienti post-ictus Gruppo A (n=11): trattamento robotico e Realtà Virtuale (manipolazione a o di oggetti 3D con dispositivo dspost o aptico): 3 sessioni/settimana x 4 settimane Gruppo B (n=11) ha continuato la riabilitazione fuori dell ospedale Risultati: i pazienti del gruppo A hanno mostrato un miglioramento nel test Box & Block, ma non nelle ADL Broeren et al., Cerebrovasc Dis, 2008

12 Test Box & Block (Test per la destrezza manuale) Il tempo di prova stabilito è di un minuto: il paziente deve spostare, uno per volta, i cubetti da una parte all altra del contenitore Il numero di cubetti spostati viene registrato Il test viene ripetuto a metà trattamento e a fine trattamento Il terapista (o il medico fisiatra) eseguono la valutazione del miglioramento ottenuto

13 Prestazioni vs Apprendimento Acquisizione Cambiamento immediato osservato durante l addestramento Ritenzione (Retention) Vero apprendimento Cambiamento ancora presente dopo ore/dopo anni (Studi di follow-up a 3 mesi/6 mesi/12 mesi/24 mesi/36 mesi) Trasferimento o generalizzazione motoria Miglioramento delle prestazioni funzionali (ADL)

14 35 pazienti post-ictus in fase acuta Gruppo sperimentale (n=17) ha ricevuto addestramento addizionale di tipo robotico sensorimotorio (NeReBot) Gruppo controllo o o ha utilizzato il dispositivo dspost ocon l arto atosano Risultati: miglioramento nella scala Fugl Meyer, FIM e forza del deltoide e bicipite, fino a 8 mesi dopo il trattamento Masiero et al., Arch Phys Med Rehabil, 2007 Per ora gli studi hanno mostrato una evidenza limitata circa l efficacia dell utilizzo della Realtà Virtuale, ma i risultati sono incoraggiantii Henderson et al., Top Stroke Rehabil, 2007

15 Butler DP et al., Wii-habilitation: Is there a role in trauma? Injury 2010 (in press) Utilizzo della piattaforma Wii per la riabilitazione Adamovich SV et al., Sensorimotor training in virtual reality: a review, NeuroRehabilitation 2009;25(1): Studi di neuroimmagini per valutare gli effetti della manipolazione sensoriale sugli schemi di attivazione cerebrale e l effetto dei vari parametri di addestramento sui cambiamenti a lungo termine nella funzione cerebrale Studi clinici con elevato numero di pazienti per stabilire l efficacia dll della riabilitazione bl sensorimotoria mediante Realtà Virtuale e per identificare i parametri di Realtà Virtuale associati al trasferimento ottimale per i miglioramenti funzionali

16 You SH et al., Cortical reorganization induced by virtual reality therapy in a child with hemiparetic cerebral palsy, Dev Med Child Neurol 2005;47(9): Studio con fmri che mostra evidenza di neuroplasticità dopo terapia con Realtà Virtuale in un bambino con paralisi cerebrale Tsirlin I et al., Uses of virtual reality for diagnosis, rehabilitation and study of unilateral spatial neglect: review and analysis, Cyberpsychol y Behav 2009;12(2): Mumford N et al., Virtual reality in acquired brain injury upper limb rehabilitation: ti evidence-based d evaluation of clinical i l research, Brain Inj 2009 Mar;23(3):

17 You SH et al., Cortical reorganization induced by virtual reality therapy in a child with hemiparetic cerebral palsy, Dev Med Child Neurol 2005;47(9): Studio con fmri che mostra evidenza di neuroplasticità dopo terapia con Realtà Virtuale in un bambino con paralisi cerebrale Sharar SR et al., Applications of virtual reality for pain management in burn-injured patients, Expert Rev Neurother 2008;8(11): Realtà Virtuale immersiva fornisce un forma particolarmente intensa di distrazione cognitiva durante i trattamenti terapeutici dolorosi

18 Deutsch JE et al., Virtual reality-based approaches to enable walking for people poststroke, Top Stroke Rehabil. 2007;14(6): Brooks BM et al., The use of virtual reality in memory rehabilitation: current findings and future directions, NeuroRehabilitation 2003;18(2): Kamper D et al., A pneumatic glove and immersive virtual reality environment for hand rehabilitative training after stroke,, IEEE Trans Neural Syst Rehabil Eng 2010 (in press)

19 Sistema audio Surround Schermo Lokomat Workstation per VR

20

21 Try and Error: sistema di Realtà Virtuale per il Lokomat pediatrico

22 PeLoViR: scenario calcistico

23 PeLoViR: scenario calcistico

24 Il bambino mostra un attività incrementata se l avversario è visibile sullo schermo Avversario visibile Avversario non visibile

25 Paediatric Interactive Therapy System (PITS)

26 Paediatric Interactive Therapy System (PITS) 3 differenti scenari che permettono la variazione e l adattamento dei compiti con livello di difficoltà regolabile. Ciò permette ai bambini di esercitarsi in movimenti specifici Ciò permette ai bambini di esercitarsi in movimenti specifici dell arto superiore con feedback immediato relativo alle proprie prestazioni motorie

27 Dispositivo per la riabilitazione della mano Sensori di forza/coppia

28 Dispositivo per la riabilitazione della mano

29 Task #1: aprire la cassaforte

30 Task #1: aprire la cassaforte

31 Task #2: riempire la caraffa

32 Task #2: riempire la caraffa

33 Task #3: toro elastico

34 Task #3: toro elastico

Introduzione alla Realtà

Introduzione alla Realtà Università di Pisa Corso di Laurea in Terapia Occuapazionale Corso di Bioingegneria applicata alla Realtà Virtuale Anno Accademico 2009/2010 Introduzione alla Realtà Virtuale in Riabilitazione i Stefano

Dettagli

La neuroriabilitazione e la Teleriabilitazione

La neuroriabilitazione e la Teleriabilitazione La neuroriabilitazione e la Teleriabilitazione 1 Corso di Alta Formazione Ozonoterapia nella Sclerosi Multipla Daniele Rimini William Liboni Valdellatorre 22 marzo 2014 1 Indice Riabilitazione nella Sclerosi

Dettagli

TRATTAMENTI RIABILITATIVI NELLA SCLEROSI MULTIPLA: A CHE PUNTO SIAMO?

TRATTAMENTI RIABILITATIVI NELLA SCLEROSI MULTIPLA: A CHE PUNTO SIAMO? TRATTAMENTI RIABILITATIVI NELLA SCLEROSI MULTIPLA: A CHE PUNTO SIAMO? Marco Rovaris Centro SM UO Riabilitazione Neuromotoria IRCCS Santa Maria Nascente Fondazione Don Gnocchi - Milano Riduzione dei sintomi

Dettagli

Tecnologie robotiche e di ambienti virtuali per la neuroriabilitazione Carlo Alberto Avizzano Antonio Frisoli Massimo Bergamasco Scuola Superiore Sant Anna, Pisa Neuroriabiliazione e RV La realtà virtuale

Dettagli

Scaricato da Sunhope.it ATTACCO ISCHEMICO TRANSITORIO DIAGNOSI ICTUS

Scaricato da Sunhope.it ATTACCO ISCHEMICO TRANSITORIO DIAGNOSI ICTUS ICTUS improvvisa comparsa di segni e/o sintomi riferibili a deficit focale e/o globale (coma) delle funzioni cerebrali, di durata superiore alle 24 ore o ad esito infausto, non attribuibile ad altra causa

Dettagli

La memoria. È la capacità di immagazzinare informazioni e di recuperarle nel corso del tempo

La memoria. È la capacità di immagazzinare informazioni e di recuperarle nel corso del tempo La memoria È la capacità di immagazzinare informazioni e di recuperarle nel corso del tempo La codifica: trasformare le percezioni in ricordi Test della memoria numerica: 28 691 0473 87454 902481 5742296

Dettagli

RIMINI 14 NOVEMBRE 2009. Daniela Lucangeli IL POTENZIAMENTO DELLE FUNZIONI COGNITIVE. 2009 Daniela Lucangeli - Atti Convegno Erickson

RIMINI 14 NOVEMBRE 2009. Daniela Lucangeli IL POTENZIAMENTO DELLE FUNZIONI COGNITIVE. 2009 Daniela Lucangeli - Atti Convegno Erickson RIMINI 14 NOVEMBRE 2009 Daniela Lucangeli IL POTENZIAMENTO DELLE FUNZIONI COGNITIVE Lev Semenovic Vygotskij Lo sviluppo cognitivo ed il concetto di potenziamento prossimale Zona di sviluppo prossimale

Dettagli

La Realtàvirtuale. Antonio De tanti LA GESTIONE DELLA COMPLESSITA NELLA RIABILITAZIONE DELLE GRAVI CEREBROLESIONI IN ETA EVOLUTIVA.

La Realtàvirtuale. Antonio De tanti LA GESTIONE DELLA COMPLESSITA NELLA RIABILITAZIONE DELLE GRAVI CEREBROLESIONI IN ETA EVOLUTIVA. Convegno LA GESTIONE DELLA COMPLESSITA NELLA RIABILITAZIONE DELLE GRAVI CEREBROLESIONI IN ETA EVOLUTIVA La Realtàvirtuale 3 giugno 2015 Rocca Sanvitale, Fontanellato (PR) Antonio De tanti REALTÀ VIRTUALE:

Dettagli

muscolo-scheletrichescheletriche

muscolo-scheletrichescheletriche Abilità motorie e problematiche muscolo-scheletrichescheletriche Dr. Ilaria Baroncini Dr. Silvia Olivi Abilità motorie La lesione midollare (SCI) accentua il calo fisiologico dei diversi apparati causati

Dettagli

Sistemi robotici per la riabilitazione degli arti inferiori

Sistemi robotici per la riabilitazione degli arti inferiori Advanced Robotics Technology and Systems Laboratory Università di Pisa Corso di Laurea in Terapia Occupazionale Corso di Bioingegneria applicata alle protesi Anno Accademico 2009/2010 Sistemi robotici

Dettagli

SINTESI DELLA RELAZIONE AL SIR 2007

SINTESI DELLA RELAZIONE AL SIR 2007 SINTESI DELLA RELAZIONE AL SIR 2007 AZIENDA OSPEDALIERA "C. POMA" (Mantova) Dipartimento di Medicina U. O. di Riabilitazione Specialistica Divisione di RRF e Reumatologia Direttore: G. Arioli DISABILITA

Dettagli

Tecniche Di Riabilitazione, Formazione E Sistemi Di Assistenza Sanitaria

Tecniche Di Riabilitazione, Formazione E Sistemi Di Assistenza Sanitaria Modulo 6 GUIDA PER FORMATORI Tecniche Di Riabilitazione, Formazione E Sistemi Di Assistenza Sanitaria Editore Miguel Santos Autori Mintaze Kerem Gunel Akmer Mutlu Ozgun Kaya Kara Ayse Livanelioglu TURCHIA

Dettagli

Difficoltà di apprendimento nei bambini con DCD

Difficoltà di apprendimento nei bambini con DCD Difficoltà di apprendimento nei bambini con DCD Dr.ssa Stefania Zoia S. C. di Neuropsichiatria Infantile e Neurologia Pediatrica Istituto per l Infanzia I.R.C.C.S. Burlo Garofolo,, Trieste Email zoia@burlo.trieste.it

Dettagli

RIABILITAZIONE DELLE MALATTIE NEUROMUSCOLARI

RIABILITAZIONE DELLE MALATTIE NEUROMUSCOLARI RIABILITAZIONE DELLE MALATTIE NEUROMUSCOLARI Approccio multidisciplinare alla riabilitazione del malato neuromuscolare Riabilitazione Terapia occupazionale Assistenza Linee-guida per le attività di riabilitazione

Dettagli

Implicazioni Propriocettive nella Riabilitazione

Implicazioni Propriocettive nella Riabilitazione Implicazioni Propriocettive nella Riabilitazione La Capsula Articolare Rigidità Vs Patolassità Roma 23 Febbraio 2008 M. Bertoni,, M.D. Sport Clinic Center Università di Firenze Propriocettiva 1 Hall of

Dettagli

Daniele Munari. Curriculum vitae et studiorum. Formazione

Daniele Munari. Curriculum vitae et studiorum. Formazione Daniele Munari Curriculum vitae et studiorum Data di nascita: 18 ottobre 1983 Luogo di nascita: Verona Formazione 2003 Diploma di Perito Aziendale Corrispondente in Lingue Straniere presso l Istituto Marco

Dettagli

Guida alla terapia con Gloreha

Guida alla terapia con Gloreha Guida alla terapia con Gloreha Introduzione Questo documento vuole essere un supporto per tutti coloro che desiderano effettuare riabilitazione con Gloreha a casa propria. Non è un manuale d uso tecnico

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Corso di Laurea in Scienze Motorie e dello Sport La formazione e lo sviluppo delle capacità e delle abilità motorie Prof. Maurizio Mondoni LE CAPACITA MOTORIE

Dettagli

GAIT TRAINER GT2 COD. 950-386

GAIT TRAINER GT2 COD. 950-386 GAIT TRAINER GT2 COD. 950-386 Addestramento e valutazione quantitativa del passo Velocità di scorrimento adattata ai parametri funzionali del passo Inserendo l età, il sesso e l altezza, il software propone

Dettagli

L intervento riabilitativo nel paziente con SLA SLA 2010 DALLA RICERCA ALLE CURE PALLIATIVE -30 ottobre 2010- Livia Colla SOC Medicina Riabilitativa-P.O.Casale M.to- ASLAL Riabilitazione un processo di

Dettagli

LA RIABILITAZIONE DEL SOGGETTO ANZIANO CON ICTUS

LA RIABILITAZIONE DEL SOGGETTO ANZIANO CON ICTUS LA RIABILITAZIONE DEL SOGGETTO ANZIANO CON ICTUS E SUL PIU BELLO ARRIVA L ICTUS L MA L ANZIANO, PER FORTUNA E E SANO COME UN PESCE. SARA SANO MA L ESSERE L ANZIANO COMPORTA DI PER SE QUALCHE MODIFICA DI

Dettagli

Fisioterapia Muscoloscheletrica

Fisioterapia Muscoloscheletrica Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento sanità SUPSI Fisioterapia Muscoloscheletrica Certificate of Advanced Studies Date: 26-27-28 settembre 2014 14-15-16 novembre 2014

Dettagli

RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA

RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA PROGRAMMA MASTER ANNUALE DI II LIVELLO in: RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA NELL ADULTO E NELL ANZIANO III EDIZIONE TORINO 21 FEBBRAIO 2015-20 DICEMBRE 2015 (Scadenza iscrizioni 15 GENNAIO 2015) Organizzato

Dettagli

LEZIONE 1 1 INTRODUZIONE ALLA NEUROPSICOLOGIA

LEZIONE 1 1 INTRODUZIONE ALLA NEUROPSICOLOGIA INTRODUZIONE ALLA LEZIONE INTRODUZIONE ALLA 2007 Università degli studi e-campus - Via Isimbardi 0-22060 Novedrate (CO) - C.F. 0854905004 Tel: 03/7942500-7942505 Fax: 03/794250 - info@uniecampus.it INTRODUZIONE

Dettagli

A.F.P.C.I. Onlus Associazione Famiglie con Bambini con Paralisi Cerebrale Infantile. Fontanellato, 03/06/2015

A.F.P.C.I. Onlus Associazione Famiglie con Bambini con Paralisi Cerebrale Infantile. Fontanellato, 03/06/2015 A.F.P.C.I. Onlus Associazione Famiglie con Bambini con Paralisi Cerebrale Infantile Fontanellato, 03/06/2015 COS E LA PARALISI CEREBRALE INFANTILE La Paralisi Cerebrale (PCI) è l esito di una lesione del

Dettagli

Dott. ALESSANDRO PICELLI Curriculum vitae et studiorum

Dott. ALESSANDRO PICELLI Curriculum vitae et studiorum Dott. ALESSANDRO PICELLI Curriculum vitae et studiorum Data di nascita: 18 luglio 1978 Luogo di nascita: Rovigo (Ro) TITOLI Maturità Scientifica conseguita presso il Liceo Scientifico P. Paleocapa di Rovigo

Dettagli

Verbale n.3 (colloqui)

Verbale n.3 (colloqui) Procedura di selezione per l individuazione di n 4 formandi, per la partecipazione al Corso di Alta Formazione nell ambito del progetto Polo di Innovazione Cyber Brain indetta con bando pubblicato il 24

Dettagli

La Realtà Virtuale e la simulazione motoria nell'elaborazione dei verbi d'azione

La Realtà Virtuale e la simulazione motoria nell'elaborazione dei verbi d'azione La Realtà Virtuale e la simulazione motoria nell'elaborazione dei verbi d'azione Claudia Repetto, PhD Dipartimento di Psicologia Università Cattolica di Milano Premesse: l embodiment Teorie tradizionali

Dettagli

OBSERVATION TREATMENT (AOT)

OBSERVATION TREATMENT (AOT) ABSTRACT Valutazione dell efficacia dell ACTION OBSERVATION TREATMENT (AOT) sull impairment funzionale in pazienti con Demenza di Alzheimer di grado lieve-moderato - Studio randomizzato e controllato Il

Dettagli

LA RIABILITAZIONE NEL PERCORSO ASSISTENZIALE Maria Francesca de Pandis

LA RIABILITAZIONE NEL PERCORSO ASSISTENZIALE Maria Francesca de Pandis LA RIABILITAZIONE NEL PERCORSO ASSISTENZIALE Maria Francesca de Pandis Unità Operativa Riabilitazione Parkinson - San Raffaele, Cassino (FR) Nonostante gli sforzi fatti dalla ricerca in ambito farmacologico

Dettagli

Roma, 7 luglio 2010 Presso Sede AIL, Via Casilina 5, ROMA Orario: 10.30-17.00

Roma, 7 luglio 2010 Presso Sede AIL, Via Casilina 5, ROMA Orario: 10.30-17.00 Roma, 7 luglio 2010 Presso Sede AIL, Via Casilina 5, ROMA Orario: 10.30-17.00 1 Sicurezza domiciliare tra domotica e superamento delle barriere architettoniche Dr. Angelo Montesano, Responsabile Servizio

Dettagli

Il training fisico nel paziente scompensato

Il training fisico nel paziente scompensato Il training fisico nel paziente scompensato Il training nel paziente con scompenso cardiaco stabile: Migliora la funzione vascolare periferica, muscolare e metabolica Migliora la funzione respiratoria

Dettagli

Gloreha (Hand Rehabilitation Glove): sintesi dei risultati clinici

Gloreha (Hand Rehabilitation Glove): sintesi dei risultati clinici Gloreha (Hand Rehabilitation Glove): sintesi dei risultati clinici Febbraio 214 Revisione C Nonostante Gloreha (Hand Rehabilitation Glove) sia un dispositivo nuovo, la sua efficacia è già stata verificata

Dettagli

Approccio alla Valutazione ed al Trattamento del Dolore con l'ausilio di Simulazioni Computerizzate

Approccio alla Valutazione ed al Trattamento del Dolore con l'ausilio di Simulazioni Computerizzate Approccio alla Valutazione ed al Trattamento del Dolore con l'ausilio di Simulazioni Computerizzate Fabrizio La Mura info@flamura.com Coordinatore Sanitario Centro di Cure Palliative Hospice Don Uva Bisceglie

Dettagli

TESEO Sistema di Realtà Virtuale per la diagnosi e la riabilitazione neurologica

TESEO Sistema di Realtà Virtuale per la diagnosi e la riabilitazione neurologica TESEO Sistema di Realtà Virtuale per la diagnosi e la riabilitazione neurologica L.L.Locche*,C.Caltagirone* e J.Manzano * Sezione Robotica, Roma Introduzione Verrà di seguito descritto un Ambiente Virtuale

Dettagli

di Teleriabilitazione, Telemonitoraggio e Sant'Anna di Pisa

di Teleriabilitazione, Telemonitoraggio e Sant'Anna di Pisa ExpoSanità, Bologna La ricerca in Medicina i Telematica: progetti di Teleriabilitazione, Telemonitoraggio e Robotica presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa Stefano Mazzoleni, PhD ARTS Lab Scuola

Dettagli

L Analisi del movimento

L Analisi del movimento L Analisi del movimento L Analisi del movimento Qualunque aspetto del movimento umano si voglia studiare, per prima cosa occorre osservarlo (Galileo) L Analisi del movimento E quella disciplina scientifica

Dettagli

5 CORSO DI RIABILITAZIONE E NEUROFISIOLOGIA CLINICA

5 CORSO DI RIABILITAZIONE E NEUROFISIOLOGIA CLINICA Sede del Corso Ermitage Terme Bel Air Via Monteortone 50 35031 Abano Terme Dipartimento di Neuroscienze ECM In conformità alla relativa normativa vigente, la richiesta di accreditamento è stata inoltrata

Dettagli

NEUROPSICOLOGIA CLINICA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGIA Test e dipendenze

NEUROPSICOLOGIA CLINICA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGIA Test e dipendenze NEUROPSICOLOGIA CLINICA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGIA Test e dipendenze Franca Stablum Dipartimento di Psicologia Generale Università degli Studi di Padova 1 Neuropsicologia clinica = scienza applicata Problemi

Dettagli

Orario disponibile nel calendario ufficiale del corso di Laurea di Fisioterapia ORARIO DI RICEVIMENTO DEGLI STUDENTI

Orario disponibile nel calendario ufficiale del corso di Laurea di Fisioterapia ORARIO DI RICEVIMENTO DEGLI STUDENTI FACOLTÀ MEDICINA E CHIRURGIA ANNO ACCADEMICO 201/2014 CORSO DI LAUREA (o LAUREA Laurea Fisioterapia MAGISTRALE) CORSO INTEGRATO Riabilitazione Fisioterapica in ambito pediatrico TIPO DI ATTIVITÀ Caratterizzante

Dettagli

MEDICINA E CHIRURGIA ANNO ACCADEMICO 2014/15 CORSO DI LAUREA (o LAUREA

MEDICINA E CHIRURGIA ANNO ACCADEMICO 2014/15 CORSO DI LAUREA (o LAUREA FACOLTÀ MEDICINA E CHIRURGIA ANNO ACCADEMICO 01/15 CORSO DI LAUREA (o LAUREA Laurea in Fisioterapia MAGISTRALE) CORSO INTEGRATO PRINCIPI E METODI DI NEURORIABILITAZIONE TIPO DI ATTIVITÀ Caratterizzante

Dettagli

LA RIABILITAZIONE DELLA MALATTIA DI PARKINSON

LA RIABILITAZIONE DELLA MALATTIA DI PARKINSON LA RIABILITAZIONE DELLA MALATTIA DI PARKINSON Emanuela Bartolomucci terapista occupazionale Angela Parlapiano logopedista Isabella Valenza fisioterapista Alberto Busetto fisioterapista RIABILITAZIONE Processo

Dettagli

Sessione 4.1 Riabilitazione e continuità assistenziale

Sessione 4.1 Riabilitazione e continuità assistenziale Modulo 4 Assistenza al paziente e alla famiglia nel post-ictus Sessione 4.1 Riabilitazione e continuità assistenziale durata: 60 h 0 di 31 Obiettivi di apprendimento della sessione descrivere la rete assistenziale

Dettagli

Responsabile - U.O.S. MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE P.O. NOTO

Responsabile - U.O.S. MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE P.O. NOTO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Troja Antonino Data di nascita 07/03/1954 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASP DI SIRACUSA Responsabile - U.O.S. MEDICINA

Dettagli

Vademecum per la richiesta di progetti di tesi di laurea magistrale presso il Centro studi e ricerche in Neuroscienze Cognitive (CsrNC)

Vademecum per la richiesta di progetti di tesi di laurea magistrale presso il Centro studi e ricerche in Neuroscienze Cognitive (CsrNC) Università degli Studi di Bologna Laurea Magistrale in Neuroscienze e riabilitazione neuropsicologica Vademecum per la richiesta di progetti di tesi di laurea magistrale presso il Centro studi e ricerche

Dettagli

Il biofeedback nella riabilitazione neuro-motoria

Il biofeedback nella riabilitazione neuro-motoria Università di Pisa Corso di Laurea in Terapia Occupazionale Corso di Bioingegneria applicata alla Realtà Virtuale Anno Accademico 2009/2010 Il biofeedback nella riabilitazione neuro-motoria Ing. Stefano

Dettagli

Bisogni Educativi Speciali Il punto di vista delle Neuroscienze

Bisogni Educativi Speciali Il punto di vista delle Neuroscienze Bisogni Educativi Speciali Il punto di vista delle Neuroscienze Alberto Granato - Università Cattolica - Milano alberto.granato@unicatt.it La notevole estensione della corteccia cerebrale nella nostra

Dettagli

Trattamento rieducativo dell instabilità lombosacrale

Trattamento rieducativo dell instabilità lombosacrale Convegno Interdisciplinare Il Mal di Schiena Oggi: tra dubbi e certezze Attualità nella pratica clinica quotidiana Rimini, 21 aprile 2007 Trattamento rieducativo dell instabilità lombosacrale Carla Vanti

Dettagli

Martedì 29/10/2013. Estratto da pag. 28. SAN RAFFAELE Pag. 2

Martedì 29/10/2013. Estratto da pag. 28. SAN RAFFAELE Pag. 2 Estratto da pag. 28 Promettente anche lo scenario in tema di riabilitazione con lo "Script" (Supervised care and rehabilitation involving personal tele-robotics), il primo guanto robotico per la tele-riabilitazione

Dettagli

Hand of Hope Per la riabilitazione della mano

Hand of Hope Per la riabilitazione della mano Hand of Hope Per la riabilitazione della mano Tentiamo Troviamo speranza Aveva circa vent'anni quando fu colpita da ictus. Ha perso le abilità funzionali su un lato del corpo. All'inizio si sentiva profondamente

Dettagli

ABSTRACT DELLA TESI DI LAUREA: IL SISTEMA DEI NEURONI SPECCHIO: QUALI IMPLICAZIONI PER IL LINGUAGGIO. STUDIO DI TRE QUADRI DI AFASIA NON-FLUENTE.

ABSTRACT DELLA TESI DI LAUREA: IL SISTEMA DEI NEURONI SPECCHIO: QUALI IMPLICAZIONI PER IL LINGUAGGIO. STUDIO DI TRE QUADRI DI AFASIA NON-FLUENTE. ABSTRACT DELLA TESI DI LAUREA: IL SISTEMA DEI NEURONI SPECCHIO: QUALI IMPLICAZIONI PER IL LINGUAGGIO. STUDIO DI TRE QUADRI DI AFASIA NON-FLUENTE. Premesse teoriche Nella letteratura recente si trovano

Dettagli

Cogito ergo riabilito. Un prototipo: il progetto COGITO

Cogito ergo riabilito. Un prototipo: il progetto COGITO Cogito ergo riabilito Le potenzialità del training computerizzato per i disturbi di attenzione, memoria visuo-spaziale e linguaggio Un prototipo: il progetto COGITO Dott.ssa Gindri P., Dott. Passerini

Dettagli

Il team riabilitativo. www.ilfisiatra.it 1

Il team riabilitativo. www.ilfisiatra.it 1 Il team riabilitativo www.ilfisiatra.it 1 TEAM Riabilitativo Fisiatra Fisioterapista Altri medici Infermiere Bioingegnere Psicologo Paziente Terapista occupazionale Logopedista Assistente sociale Educatore

Dettagli

PREFAZIONE...XI INTRODUZIONE... XV

PREFAZIONE...XI INTRODUZIONE... XV PREFAZIONE...XI INTRODUZIONE... XV Parte prima - CONCORSI E TEST 1 CONCORSI E TEST...3 1.1 Generalità sui concorsi pubblici... 4 1.2 I concorsi pubblici per fisioterapista... 7 1.3 Fac-simile di bando

Dettagli

I laboratori simulati: fattori che influenzano l'efficacia formativa

I laboratori simulati: fattori che influenzano l'efficacia formativa CONFERENZA PERMANENTE DELLE CLASSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE COMMISSIONE NAZIONALE DEI CORSI DI LAUREA IN INFERMIERISTICA I laboratori simulati: fattori che influenzano l'efficacia formativa

Dettagli

LA TERAPIA OCCUPAZIONALE IN RIABILITAZIONE PEDIATRICA. MASSIMO FRASCARELLI Presidente Corso di Laurea in T.O.. sede Viterbo-Montefiascone

LA TERAPIA OCCUPAZIONALE IN RIABILITAZIONE PEDIATRICA. MASSIMO FRASCARELLI Presidente Corso di Laurea in T.O.. sede Viterbo-Montefiascone CATTEDRA DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE DPT. SC. APP. LOCOMOTORE UNIVERSITA LA SAPIENZA ROMA LA TERAPIA OCCUPAZIONALE IN RIABILITAZIONE PEDIATRICA MASSIMO FRASCARELLI Presidente Corso di Laurea in

Dettagli

BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY SPORT PEAK PERFORMANCE

BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY SPORT PEAK PERFORMANCE BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY SPORT PEAK PERFORMANCE Gestire le risorse cognitive per ottimizzare i risultati Il meccanismo neuroscientifico di base che supporta l allenamento mentale è la plasticità

Dettagli

Il ruolo della fisioterapia nel morbo di Ollier e nell esostosi multipla ereditaria

Il ruolo della fisioterapia nel morbo di Ollier e nell esostosi multipla ereditaria Il ruolo della fisioterapia nel morbo di Ollier e nell esostosi multipla ereditaria Leonardo Pellicciari Fisioterapista Scuola di Dottorato in Advanced Sciences and Technologies in Rehabilitation Medicine

Dettagli

Terapia non farmacologica: lo stato dell arte

Terapia non farmacologica: lo stato dell arte Terapia non farmacologica: lo stato dell arte Giovannina Conchiglia Clinica Villa Camaldoli Napoli Reparto Neurologia Comportamentale giopsico@libero.it Caserta, 16 ottobre 2014 1 CONGRESSO NAZIONALE A.

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE

CURRICULUM PROFESSIONALE COGNOME NOME FEGGI ERALDA Professione : CPSE FISIOTERAPISTA Sede lavorativa AZ. OSPEDALIERA MAGGIORE Tel.: 03213733303 CURRICULUM CURRICULUM PROFESSIONALE La sottoscritta FEGGI ERALDA in servizio presso

Dettagli

Pusher Behavior Quale Riabilitazione?

Pusher Behavior Quale Riabilitazione? Master in Evidence-Based Practice e Metodologia della Ricerca Clinico-assistenziale Centro Studi EBN Azienda Ospedaliero - Universitaria di Bologna Policlinico S. Orsola - Malpighi Pusher Behavior Quale

Dettagli

PROGRAMMA DI MASTER DI I LIVELLO

PROGRAMMA DI MASTER DI I LIVELLO PROGRAMMA DI MASTER DI I LIVELLO A.C.D.S. LA FORMAZIONE PER L ASSISTENTE ALLA COMUNICAZIONE E PER L AUTONOMIA PERSONALE DEGLI ALUNNI CON DISABILITÀ SENSORIALE a.a. 03-04 Titolo insegnamento SSD Modulo

Dettagli

Psicologia dello Sviluppo

Psicologia dello Sviluppo Psicologia dello Sviluppo DESCRIVE i cambiamenti dell essere umano nei comportamenti e nelle competenze (motorie, percettive, sociali, emotive, comunicativo-linguistiche, cognitive) in funzione del trascorrere

Dettagli

Corso di Bioetica su Inizio Vita 2011

Corso di Bioetica su Inizio Vita 2011 Corso di Bioetica su Inizio Vita 2011 Le caratteristiche del neonato ammalato e del suo contesto famigliare Fiorella Balli Marisa Pugliese Carpi 10 Novembre 2011 La famiglia di fronte alla malattia shock

Dettagli

Trauma cervicale minore: linee guida immobilizzazione e terapia

Trauma cervicale minore: linee guida immobilizzazione e terapia Dr.A.Tabano Trauma cervicale minore: definizione Evento traumatico con prognosi benigna che coinvolge il tratto del rachide cervicale senza generare lesioni tissutali che causino sintomi neurologici nell

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLO SPORT LM68

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLO SPORT LM68 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLO SPORT LM68 GENERALITA : Il corso consiste di 4 semestri su due annualità che ammontano rispettivamente a 66 e 54 CFU per un totale di 120 CFU. Il

Dettagli

STRUTTURA INTERMEDIA DI RIABILITAZIONE DALLA DISABILITA ACQUISITA

STRUTTURA INTERMEDIA DI RIABILITAZIONE DALLA DISABILITA ACQUISITA AZIENDA ULSS N. 8 OPERE PIE D ONIGO STRUTTURA INTERMEDIA DI RIABILITAZIONE DALLA DISABILITA ACQUISITA attività innovativa (delibera del Direttore Generale dell Azienda ULSS n. 8 del 29 novembre 2007 n.

Dettagli

LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE AMPUTATO LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE USTIONATO LA RIABILITAZIONE DELLE PARALISI DEL NERVO FACCIALE

LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE AMPUTATO LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE USTIONATO LA RIABILITAZIONE DELLE PARALISI DEL NERVO FACCIALE LA TERAPIA OCCUPAZIONALE: SCOPI E AMBITI APPLICATIVI LA RIABILITAZIONE DOPO INTERVENTO CHIRURGICO DI MASTECTOMIA LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE AMPUTATO LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE USTIONATO LA RIABILITAZIONE

Dettagli

CORSO di GNATOLOGIA IMPLANTO-PROTESICA

CORSO di GNATOLOGIA IMPLANTO-PROTESICA CORSO di GNATOLOGIA IMPLANTO-PROTESICA teorico-pratico 1 livello Finalità del Corso Il corso vuole fornire una chiave di lettura neuro-fisiologica dell occlusione implanto-protesica ed una pianificazione

Dettagli

Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione. Dott.ssa. fisioterapista. Sara Vignoli

Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione. Dott.ssa. fisioterapista. Sara Vignoli Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione fisioterapista Dott.ssa Sara Vignoli Dott.ssa Sara Vignoli fisioterapista specializzata in posturologia Laureata nel 2010 presso l Università

Dettagli

La Riabilitazione Medica nella fase Sub - Acuta

La Riabilitazione Medica nella fase Sub - Acuta METODOLOGIE E STRUMENTI PER LA PRESA IN CARICO DI RETE DELLE PERSONE CON ESITI DI CEREBROLESIONI ACQUISITE Rimini, 16/1/29 La Riabilitazione Medica nella fase Sub - Acuta Dott. Loris Betti Medico Fisiatra

Dettagli

BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY BIOFEEDBACK E NEUROFEEDBACK TRAINING

BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY BIOFEEDBACK E NEUROFEEDBACK TRAINING BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY BIOFEEDBACK E NEUROFEEDBACK TRAINING Il biofeedback consiste nella retroazione di un processo fisiologico, rilevato su una persona, che normalmente si svolge fuori

Dettagli

Gloreha: Domande Frequenti

Gloreha: Domande Frequenti Gloreha: Domande Frequenti 1. Come lavora Gloreha?... 2 2. Perché Gloreha è diverso da un semplice mobilizzatore passivo?... 2 3. Quali sono i benefici che l utilizzo di Gloreha può portare?... 3 4. Quali

Dettagli

Il nuovo ruolo dell Ingegneria Clinica a supporto dell Appropriatezza dei Processi Sanitari

Il nuovo ruolo dell Ingegneria Clinica a supporto dell Appropriatezza dei Processi Sanitari 4 Convegno Nazionale L APPROPRIATEZZA NEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE Condivisione di Strategie tra Ospedale e Territorio Il nuovo ruolo dell Ingegneria Clinica a supporto dell Appropriatezza dei Processi

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRAMBILLA, CASTIELLO, SANTELLI. Norme sulla riabilitazione attraverso l utilizzo del cavallo (ippoterapia)

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRAMBILLA, CASTIELLO, SANTELLI. Norme sulla riabilitazione attraverso l utilizzo del cavallo (ippoterapia) Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 314 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRAMBILLA, CASTIELLO, SANTELLI Norme sulla riabilitazione attraverso l utilizzo del cavallo

Dettagli

PROGETTO CINQUE PETALI

PROGETTO CINQUE PETALI IL CONTESTO DI RIFERIMENTO I disturbi evolutivi rappresentano patologie complesse la cui evoluzione dipende anche in maniera rilevante dal tipo di interventi abilitativi attivati nell infanzia e dalla

Dettagli

PIANO DEGLI STUDI DEL CORSO DI LAUREA IN FISIOTERAPIA (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista) A.A. 2008/09

PIANO DEGLI STUDI DEL CORSO DI LAUREA IN FISIOTERAPIA (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista) A.A. 2008/09 PIANO DEGLI STUDI DEL CORSO DI LAUREA IN FISIOTERAPIA (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista) A.A. 008/09 Corso Integrato I anno I semestre (9) C.I. Bioscienze (esame[]) BIO/ Biologia

Dettagli

Il massaggio consiste in manipolazioni che si praticano sui tessuti molli a fini terapeutici.

Il massaggio consiste in manipolazioni che si praticano sui tessuti molli a fini terapeutici. Il massaggio consiste in manipolazioni che si praticano sui tessuti molli a fini terapeutici. Ogni seduta deve essere iniziata con particolare cautela, onde saggiare la reattività del soggetto ed evitare

Dettagli

STABILO SIX PREMESSA postura equilibrio

STABILO SIX PREMESSA postura equilibrio STABILO SIX PREMESSA In fisiatria, ortopedia, odontoiatria, oculistica, angiologia ecc. si parla ormai costantemente di postura. In effetti, gli studi della postura, grazie alle innovazioni tecnologiche,

Dettagli

Atti del convegno Un Giardino per l Alzheimer Brindisi, 1 giugno 2012. Relazione Un giardino per la salute psico-fisica: supporto fisiokinesiterapico

Atti del convegno Un Giardino per l Alzheimer Brindisi, 1 giugno 2012. Relazione Un giardino per la salute psico-fisica: supporto fisiokinesiterapico Atti del convegno Un Giardino per l Alzheimer Brindisi, 1 giugno 2012 Relazione Un giardino per la salute psico-fisica: supporto fisiokinesiterapico Relatrice Vittoria Logorio, ospedale San CamilloDe Lellis

Dettagli

AMBULATORIO MULTIDISCIPLINARE DELL APPRENDIMENTO

AMBULATORIO MULTIDISCIPLINARE DELL APPRENDIMENTO AMBULATORIO MULTIDISCIPLINARE DELL APPRENDIMENTO Gruppo di lavoro Dott. Piergiorgio Miottello, Neuropsichiatra infantile - Direttore Sanitario Dott. Michela Bontorin, Psicologa - Psicoterapeuta Dott. Renzo

Dettagli

Gli alunni con Disturbi dello spettro autistico nella scuola primaria La formazione degli insegnanti modelli di intervento e strategie educative

Gli alunni con Disturbi dello spettro autistico nella scuola primaria La formazione degli insegnanti modelli di intervento e strategie educative Gli alunni con Disturbi dello spettro autistico nella scuola primaria La formazione degli insegnanti modelli di intervento e strategie educative Stefano Cainelli Laboratorio di Osservazione Diagnosi Formazione

Dettagli

Descrizione del progetto/iniziativa da realizzare

Descrizione del progetto/iniziativa da realizzare PROGETTO INIZIATIVA PROGETTO DI PET THERAPY PER I MINORI CON DISTURBI E DISAGI EMOTIVI SOCIALI Descrizione del progetto/iniziativa da realizzare L associazione Amici degli Animali a 4 zampe, è ben consapevole

Dettagli

Docente di Terapia manuale e rieducazione funzionale

Docente di Terapia manuale e rieducazione funzionale Prof. Antonino Mele Corso di Laurea in Fisioterapia Coordinatore delle attività teorico-pratiche Docente di Terapia manuale e rieducazione funzionale NASCITA DEI GRANDI CENTRI DI RIABILITAZIONE PER GLI

Dettagli

Insegnamento di Psicologia delle disabilità e dell integrazione scolastica (Prof.ssa Ottavia Albanese)

Insegnamento di Psicologia delle disabilità e dell integrazione scolastica (Prof.ssa Ottavia Albanese) Insegnamento di Psicologia delle disabilità e dell integrazione scolastica (Prof.ssa Ottavia Albanese) Benessere e compromissione delle capacità motorie: aspetti teorici e riflessioni Dott.ssa Nicoletta

Dettagli

Agenzia: ADNKronos Data: 12-18 marzo 2010 Note: lanci vari

Agenzia: ADNKronos Data: 12-18 marzo 2010 Note: lanci vari RICERCA: ARRIVA FISIOTERAPISTA-ROBOT PER LA NEURORIABILTAZIONE = MESSO A PUNTO AL CAMPUS BIO-MEDICO DI ROMA PER PAZIENTI CON TRAUMI O DANNI Roma, 12 mar. (Adnkronos Salute) - Dopo il robot-chirurgo arriva

Dettagli

Corso Argo Secondo Livello. Coadiutore dell animale. ULSS 4 Alto Vicentino

Corso Argo Secondo Livello. Coadiutore dell animale. ULSS 4 Alto Vicentino R3/IT Te.D learning programme in Italian Corso Argo Secondo Livello Coadiutore dell animale ULSS 4 Alto Vicentino PREMESSE: Si definiscono Interventi Assistiti con gli Animali (IAA) le prestazioni a valenza

Dettagli

corso PROMOZIONE MOTORIA IN NEUROLOGIA - le neuroscienze in clinica - 2014 VIII edizione

corso PROMOZIONE MOTORIA IN NEUROLOGIA - le neuroscienze in clinica - 2014 VIII edizione corso PROMOZIONE MOTORIA IN NEUROLOGIA - le neuroscienze in clinica - 2014 VIII edizione ; Presentazione del Corso Il Corso in breve Perchè Per chi ECM Quando Dove Quanto Come Entro Introduzione Obiettivi

Dettagli

Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS - IRCCS Servizio Informazione Valutazione Ausili. Statistica delle Consulenze erogate nel 2000

Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS - IRCCS Servizio Informazione Valutazione Ausili. Statistica delle Consulenze erogate nel 2000 Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS - IRCCS Servizio Informazione Valutazione Ausili Statistica delle Consulenze erogate nel 2000 TIPO DI CONSULENZA 1542 % Servizi di informazione e orientamento Colloquio

Dettagli

Nuovo Protocollo di ricerca DE

Nuovo Protocollo di ricerca DE ARGOMENTI DI NEUROPSICHIATRIA DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA: NUOVE PROSPETTIVE DI RICERCA E LINEE DI TRATTAMENTO Disturbi del linguaggio e dell apprendimento Nuovo Protocollo di ricerca DE Floriana

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI NOME NAZIONALITA PATRIZIA ROSSI ITALIANA ESPERIENZE PROFESSIONALI 1988 1989 Studio Fisioterapico Pacini Milano

Dettagli

LO SVILUPPO E LE APPLICAZIONI DEI MODELLI NEURALI

LO SVILUPPO E LE APPLICAZIONI DEI MODELLI NEURALI Per l unità della Scienza: Fisica e Biologia LO SVILUPPO E LE APPLICAZIONI DEI MODELLI NEURALI A. Bazzani ipartimento di Fisica e Centro L.Galvani per la Bio-complessità, Università di Bologna INFN Sezione

Dettagli

La vostra esperienza può salvare delle vite!

La vostra esperienza può salvare delle vite! La vostra esperienza può salvare delle vite! Simulatore di parto 3B SIMone... c l o s e t o r e a l i t y Come l esperienza insegna, a parte i futuri genitori, sono veramente pochi i gruppi di pazienti

Dettagli

LO STRUMENTO NEUROPSICOLOGICO LUISA BOSIA U.O. NEUROLOGIA IRCCS AZIENDA OSPEDALIERA SAN MARTINO-IST

LO STRUMENTO NEUROPSICOLOGICO LUISA BOSIA U.O. NEUROLOGIA IRCCS AZIENDA OSPEDALIERA SAN MARTINO-IST LO STRUMENTO NEUROPSICOLOGICO LUISA BOSIA U.O. NEUROLOGIA IRCCS AZIENDA OSPEDALIERA SAN MARTINO-IST Le Malattie dell encefalo comunemente causano modificazioni del comportamento capacitàdi mantenere una

Dettagli

NORMALITA E la possibilità di partecipare alla VITA QUOTIDIANA, nel rispetto delle diversità, dei desideri e delle inclinazioni di ogni persona

NORMALITA E la possibilità di partecipare alla VITA QUOTIDIANA, nel rispetto delle diversità, dei desideri e delle inclinazioni di ogni persona PROGRAMMA Ausili ortesi protesi (definizione e concetti generali) Nomenclatore tariffario (concetti generali) Ausili: per la deambulazione, antidecubito Carrozzina e sistemi di postura (componenti e criteri

Dettagli

Curriculum vitae Fortunato Stefano.

Curriculum vitae Fortunato Stefano. Curriculum vitae Fortunato Stefano. DATI ANAGRAFICI Nome: Stefano Cognome: Fortunato Nato a: Torino Il: 28/02/1985 Nazionalità: Italiana Stato Civile: Libero Residenza: Viale Radich 26 10095 Grugliasco

Dettagli

Istituto Scientifico Ospedale San Raffaele Milano. Dipartimento di Anestesia e Rianimazione Direttore Prof. Luigi Beretta

Istituto Scientifico Ospedale San Raffaele Milano. Dipartimento di Anestesia e Rianimazione Direttore Prof. Luigi Beretta Istituto Scientifico Ospedale San Raffaele Milano Dipartimento di Anestesia e Rianimazione Direttore Prof. Luigi Beretta DOLORE ACUTO POSTOPERATORIO E TECNICHE DI ANALGESIA Francesco Deni Laura Corno DEFINIZIONE..Il

Dettagli

ELENCO PROGETTI DI RICERCA IN CORSO UDGEE 2009 AZIENDA OSPEDALIERA SANTA MARIA NUOVA DIRETTORE Prof. Adriano Ferrari

ELENCO PROGETTI DI RICERCA IN CORSO UDGEE 2009 AZIENDA OSPEDALIERA SANTA MARIA NUOVA DIRETTORE Prof. Adriano Ferrari ELENCO PROGETTI DI RICERCA IN CORSO UDGEE 2009 AZIENDA OSPEDALIERA SANTA MARIA NUOVA DIRETTORE Prof. Adriano Ferrari L impiego clinico della tossina botulinica nell arto superiore paretico in bambini affetti

Dettagli

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE E stata fondata da Padre Agostino Gemelli nel 1921 E presente in 4 città: Milano,

Dettagli