LE PRINCIPALI NOVITA FISCALI PER LE PERSONE FISICHE DEL DECRETO SALVA ITALIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE PRINCIPALI NOVITA FISCALI PER LE PERSONE FISICHE DEL DECRETO SALVA ITALIA"

Transcript

1 Milano, 08 Marzo 2012 LE PRINCIPALI NOVITA FISCALI PER LE PERSONE FISICHE DEL DECRETO SALVA ITALIA Si illustrano, qui di seguito, alcune importanti novità fiscali di interesse generale per le persone fisiche, introdotte dal Decreto Legge 6 dicembre 2011, n c.d. Decreto Salva Italia - convertito in Legge 22 dicembre 2011 n. 214, come parzialmente modificate dal Decreto Legge 2 marzo 2012 n LA NUOVA IMU SUGLI IMMOBILI L Imposta Municipale sugli Immobili - cosiddetta IMU introdotta dal Decreto sul federalismo fiscale municipale (D. Lgs. n. 23/2011) la cui applicazione era prevista dal 2014, è stata anticipata dal Decreto Salva Italia ed entra in vigore già dal 1 gennaio Tale imposta sostituisce l ICI per tutti gli immobili, nonché l IRPEF e le relative addizionali dovute sugli immobili non locati. Presupposto dell imposta L IMU colpisce tutti coloro che, a titolo di proprietà o altro diritto reale di godimento (uso, usufrutto, abitazione), possiedono beni immobili (fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli) ubicati nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l attività d impresa. A differenza della vecchia ICI, l IMU è dovuta anche per l abitazione principale e relative pertinenze, nonché per i fabbricati rurali, prima esenti. Il decreto Salva Italia precisa che per abitazione principale deve intendersi l immobile, iscritto o iscrivibile al catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare nel quale il possessore, soggetto passivo, dimora abitualmente e risiede anagraficamente. Ne consegue, ad esempio, che se un soggetto dimora abitualmente in una abitazione di sua proprietà ove, però, non ha la residenza anagrafica (perché stabilita in un altra abitazione di sua proprietà), non potrà usufruire delle agevolazioni previste per l abitazione principale per nessuna delle due abitazioni. L unicità della dimora alla quale possa essere attribuita la qualifica di abitazione principale comporta che in presenza di due appartamenti, catastalmente divisi, utilizzati entrambi come abitazione principale, solo uno dei due potrà considerarsi come abitazione principale. SIGMAGEST S.P.A.

2 Per pertinenze dell abitazione principale si intendono, esclusivamente, le unità immobiliari classificabili nelle categorie catastali C/2, C/6, C/7, nella misura massima di una unità immobiliare per ciascuna categoria catastale, anche se censite unitamente all abitazione. Dovrà essere chiarito se il box, perché possa essere considerato come pertinenza, debba necessariamente essere collocato nello stesso edificio dell abitazione, e se lo stesso possa essere considerato pertinenza anche se acquistato successivamente all abitazione principale. In definitiva, a partire dall anno 2012, l esenzione prevista ai fini ICI per l abitazione principale e per le abitazioni ad essa assimilate dai regolamenti comunali (es. case concesse in comodato gratuito a parenti e affini) non troverà più applicazione ai fini IMU. Base imponibile IMU Per i fabbricati iscritti in catasto, la base imponibile ai fini IMU è determinata applicando alle rendite risultanti in catasto vigenti al 1 gennaio dell anno di imposizione, rivalutate del 5%, i seguenti coefficienti: per i fabbricati classificati o classificabili nel gruppo catastale A (abitazioni) e nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 (cantine, box, posti auto, tettoie) esclusa la categoria catastale A/10 (uffici); per i fabbricati classificati o classificabili nel gruppo catastale B (collegi, convitti, case di cura) e nelle categorie catastali C/3 (laboratori per arti e mestieri), C/4 (fabbricati per esercizi sportivi) e C/5 (stabilimenti balneari); - 80 per i fabbricati classificati o classificabili nella categoria D/5 (banche e assicurazioni); - 80 per i fabbricati classificati o classificabili nella categoria A/10 (uffici e studi privati); - 60 per i fabbricati classificati o classificabili nel gruppo catastale D (opifici, alberghi e teatri) esclusi i D/5. A partire dal 1 gennaio 2013 il moltiplicatore sarà elevato a per i fabbricati classificati o classificabili nella categoria C/1 (negozi e botteghe). Nessuna agevolazione è, al momento, prevista per i fabbricati di interesse storico o artistico che, pertanto, dovrebbero essere assoggettati all IMU con le regole ordinarie. Per i terreni agricoli il valore imponibile si ottiene moltiplicando il reddito dominicale risultante in catasto, vigente al 1 gennaio dell anno d imposta, rivalutato del 25% per il moltiplicatore di 130 ( o 110 per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali). Nulla è cambiato per le aree fabbricabili, per le quali occorre considerare il valore commerciale al 1 gennaio di ogni anno, tenendo conto degli stessi criteri finora previsti ai fini ICI. Aliquote IMU L aliquota ordinaria IMU è pari allo 0,76% (7,6 per mille). I Comuni, con delibera consiliare da adottare entro il 31 marzo 2012, potranno: 2

3 modificare l aliquota base fino a 0,3 punti percentuali in aumento o in diminuzione, per cui l aliquota ordinaria potrà variare da un minimo di 0,46% (4,6 per mille) ad un massimo dell 1,06% (10,6 per mille); ridurre tale aliquota fino allo 0,4% per gli immobili non produttivi di reddito fondiario oppure per gli immobili posseduti da soggetti IRES, ovvero nel caso di immobili locati. Per l abitazione principale ed eventuali pertinenze l aliquota, ridotta, è pari allo 0,4% (4 per mille), con facoltà per i singoli Comuni di modificare la suddetta aliquota, in aumento o in diminuzione, fino a 0,2 punti percentuali. Per i fabbricati rurali ad uso strumentale l aliquota è ridotta allo 0,2%, con facoltà per i Comuni di ridurre il prelievo allo 0,1%. Detrazione per l abitazione principale E prevista una detrazione di euro 200 dall imposta dovuta per l unità immobiliare adibita ad abitazione principale e per le sue pertinenze. La detrazione va rapportata al periodo dell anno durante il quale si protrae la destinazione dell immobile ad abitazione principale. Inoltre, in caso di contitolarità tra più soggetti passivi residenti nel medesimo immobile, la detrazione per abitazione principale deve essere ripartita in quote uguali e non in proporzione alle quote di possesso. Il D.L. Salva Italia prevede che la detrazione per l abitazione principale sia maggiorata, per gli anni 2012 e 2013, di 50 euro per ciascun figlio di età non superiore ai 26 anni, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell unità immobiliare adibita ad abitazione principale. Tale maggiorazione non potrà comunque superare i 400 euro (al netto della detrazione base), per un totale massimo di detrazione spettante pari a 600 euro. Versamento L'IMU è dovuta per ciascun anno solare in proporzione alla quota di possesso e ai mesi dell'anno nel corso del quale si è protratto il possesso. Il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno quindici giorni è computato per intero. Il versamento dell'imposta per l anno in corso dovrà essere effettuato al Comune mediante il modello F24 in due rate di pari importo, scadenti la prima il 16 giugno e la seconda il 16 dicembre. E in ogni caso possibile provvedere al versamento dell'imposta complessivamente dovuta in un unica soluzione annuale, entro il 16 giugno. Per il 2012, tenuto conto dei giorni festivi, le scadenze saranno il 18 giugno 2012 e il 17 dicembre La disciplina dell IMU non conferma la riduzione al 50% prevista ai fini ICI per i fabbricati dichiarati inagibili. Tuttavia, i Comuni potranno, attraverso i propri regolamenti, prevedere particolari riduzioni per fattispecie specifiche, nell ambito delle quali possono essere compresi i fabbricati inagibili o inabitabili o quelli realizzati per la vendita e non venduti dalle imprese che hanno per oggetto esclusivo o prevalente la costruzione e l alienazione di beni immobili. (D.L. 201/2011, art. 13) 3

4 2. IMPOSTA DI BOLLO PROPORZIONALE SUI DOSSIER TITOLI Il D.L. Salva Italia ha modificato la disciplina dell imposta di bollo dovuta sui depositi titoli, introdotta nel mese di luglio scorso dal D.L. 98/2011 e applicabile fino al 31 dicembre A partire dal 1 gennaio 2012 è dovuta sui dossier titoli una imposta proporzionale di bollo, pari all 1 per mille annuo per il 2012 e all 1,5 per mille annuo a partire dal con un minimo di 34,20 euro che si applica alle comunicazioni inviate alla clientela aventi ad oggetto prodotti e strumenti finanziari (anche se non soggetti all obbligo di deposito), ivi compresi i buoni postali fruttiferi, e con la sola esclusione dei fondi pensione e fondi sanitari. Solo per l anno 2012, all imposta di bollo dovuta è stato fissato un tetto massimo pari a euro. Per ogni comunicazione, l imposta dovuta è calcolata sul complessivo valore di mercato dei prodotti o strumenti finanziari o, in mancanza, sul valore nominale o di rimborso. L imposta è comunque dovuta una volta all anno o alla chiusura del rapporto, anche quando non sussiste un vero e proprio obbligo di invio o di redazione della comunicazione. Nel caso di comunicazioni inviate periodicamente nel corso dell anno, l imposta di bollo è rapportata al periodo rendicontato. Sono esenti dall imposta di bollo i buoni postali fruttiferi con valore di rimborso complessivamente non superiore a euro In base alle modifiche introdotte con il Decreto Legge 2 marzo 2012, ove confermate in sede di conversione in legge, l imposta di bollo proporzionale dovrebbe trovare applicazione anche ai conti di deposito bancari e postali vincolati, nonché ai certificati di deposito. Inoltre, il legislatore è intervenuto a modificare, con decorrenza 1 gennaio 2012, anche l imposta di bollo dovuta in misura fissa sugli estratti di conto corrente e sui libretti di risparmio bancari e postali, aumentandola a 34,20 euro annui se dovuta da persone fisiche e a 100 euro annui se dovuta da soggetti diversi dalle persone fisiche. L imposta di bollo fissa non è dovuta sui conti di persone fisiche con giacenze medie annue inferiori a euro. (D.L. 201/2011, art. 19, commi 1-5) 3. IMPOSTA SUI CAPITALI SCUDATI A partire dal 2012, i contribuenti che detengono attività finanziarie fatte emergere nell ambito delle varie edizioni dello scudo fiscale e ancora segretate dovranno versare annualmente un imposta di bollo speciale. La scadenza di versamento, originariamente fissata al 16 febbraio di ogni anno, è stata prorogata al 16 maggio con il Decreto Legge 2 marzo L aliquota annuale applicabile è pari all 1% per il 2012, all 1,35% per il 2013 e allo 0,40% per il 2014 e anni seguenti. Il valore delle attività sul quale dovrà essere calcolata l imposta di bollo è pari al valore delle attività finanziarie ancora segretate residue al 31 dicembre dell anno precedente a quello per il quale è dovuta l imposta. 4

5 Solo per il 2012, la base imponibile è pari al valore delle attività finanziarie ancora segretate al 6 dicembre Inoltre, per il solo anno 2012, è stata istituita un imposta straordinaria pari al 10 per mille (1%) delle attività finanziarie oggetto di emersione che, alla data del 6 dicembre 2011, siano già state in tutto o in parte prelevate dal rapporto di deposito, amministrazione o gestione acceso per effetto della procedura di emersione, o comunque dismesse. In entrambi i casi, l intermediario che gestisce il conto del soggetto scudato provvederà al versamento all erario o mediante prelievo diretto dell ammontare dell imposta dovuta dal conto del contribuente, o avendo preliminarmente ricevuto la relativa provvista dallo stesso. Gli intermediari dovranno, inoltre, segnalare all Agenzia delle Entrate i nominativi dei contribuenti nei confronti dei quali non è stata applicata e versata l imposta di bollo speciale annuale o quella straordinaria, nei cui confronti l Agenzia provvederà a riscuotere il dovuto mediante iscrizione a ruolo. Salvo chiarimenti in senso contrario, l imposta in esame pare sia dovuta unicamente sulle attività finanziarie oggetto di rimpatrio materiale o giuridico e non anche sulle attività finanziarie regolarizzate o sulle attività patrimoniali di altro genere. La proroga della scadenza al 16 maggio dovrebbe consentire all Agenzia Entrate di fornire i necessari chiarimenti per permettere agli intermediari una applicazione uniforme della nuova normativa. (D.L. 201/2011, art. 19, commi 6-12) 4. IMPOSTA SUGLI IMMOBILI ESTERI DELLE PERSONE FISICHE Il Decreto Salva Italia ha introdotto già a partire dal 2011 un imposta sul valore degli immobili esteri (una sorta di IMU) posseduti a titolo di proprietà o di altro diritto reale da persone fisiche residenti nel territorio dello Stato, a prescindere dall uso a cui sono destinati. L imposta dovuta si calcola applicando l aliquota dello 0,76% al costo risultante dall atto di acquisto o dai contratti, o in mancanza, secondo il valore di mercato rilevabile nel luogo in cui si trova l immobile. Per gli immobili situati nell Unione europea si considera il valore utilizzato nel Paese estero per le imposte sul patrimonio o sui trasferimenti. L imposta è dovuta proporzionalmente alla quota di possesso e ai mesi dell anno nel corso dei quali si è protratto il possesso. Ove il possesso si sia protratto per almeno 15 giorni, si applica all intero mese. Il Decreto Legge 2 marzo 2012 n. 16 ha inoltre previsto l esclusione dal pagamento se l imposta dovuta dal contribuente sugli immobili esteri non supera i 200 euro. Allo scopo di evitare una doppia imposizione, è consentito ai contribuenti di scomputare dall imposta dovuta, fino a concorrenza della medesima, un credito d imposta pari all ammontare dell eventuale imposta patrimoniale versata allo Stato estero in cui si trova l immobile. Il versamento di questa imposta, da indicare già quest anno nel quadro RM dell Unico 2012 Persone fisiche, dovrà essere effettuato entro il termine di versamento a saldo delle imposte sui redditi relative all anno di riferimento. (D.L. 201/2011, art. 19, commi 13-17) 5

6 5. NUOVA TASSAZIONE SULLE ATTIVITA FINANZIARIE DETENUTE ALL ESTERO A partire dal 2011, le persone fisiche residenti in Italia che detengono all estero delle attività finanziarie dovranno versare un imposta pari all 1 per mille del valore di tali attività finanziarie, in proporzione alla quota e al periodo di detenzione. La stessa aliquota si applicherà per il 2012; a partire dal 2013 sarà incrementata all 1,5 per mille. Il valore delle attività finanziarie è costituito dal valore di mercato, rilevato al termine di ciascun anno solare nel luogo in cui sono detenute le attività finanziarie, anche utilizzando la documentazione dell intermediario estero di riferimento per le singole attività o, in mancanza, secondo il valore nominale o di rimborso. I soggetti tenuti al versamento potranno scomputare dall imposta dovuta un credito d imposta pari all ammontare dell eventuale imposta patrimoniale versata nello Stato estero in cui si trovano queste attività finanziarie, fino a concorrenza dell imposta dovuta in Italia. L imposta sulle attività finanziarie estere è dovuta entro il termine di versamento a saldo delle imposte sui redditi relative all anno di riferimento e va indicata anch essa già nel quadro RM dell Unico 2012 Persone fisiche. (D.L. 201/2011, art. 19, commi 18-23) 6. LE AGEVOLAZIONI DEL 36% E DEL 55% La detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute dai contribuenti per interventi di manutenzione straordinaria e ristrutturazioni edilizie (incluse le manutenzioni ordinarie sulle parti comuni condominiali) diventa una misura strutturale e non avrà più bisogno di essere prorogata di volta in volta. E stato confermato il tetto di euro di spesa per unità immobiliare, mentre la ripartizione della detrazione diventa obbligatoriamente in 10 anni a partire dalle spese del 2012 anche per le persone di almeno 75 o 80 anni che, per le spese sostenute fino al 2011, possono ripartire la detrazione rispettivamente in 5 o 3 anni. Il decreto ha, inoltre, stabilito che in caso di vendita dell immobile su cui sono stati eseguiti lavori agevolati, la detrazione passa automaticamente all acquirente, salvo che le parti stabiliscano che resti al venditore. In caso di decesso del beneficiario, il bonus si trasferisce agli eredi, ma solo a quelli che mantengono la detenzione immediata e diretta del bene. La detrazione del 55% delle spese sostenute per gli interventi di risparmio energetico su edifici, che scadeva a fine 2011, è stata prorogata a tutto il 31 dicembre Le regole restano praticamente identiche a quelle valevoli per il 2011, inclusa la detrazione ripartita in 10 anni. Tra gli interventi agevolabili viene inserita anche la sostituzione degli scaldacqua con pompa di calore. Salvo ulteriori proroghe, dal 2013, per i lavori finalizzati all efficienza energetica sarà possibile beneficiare unicamente della detrazione Irpef del 36%. (D.L. 201/2011, Art. 4) 6

7 7. AUMENTO ADDIZIONALE REGIONALE Il D.L. Salva Italia ha aumentato dello 0,33% (dallo 0,90% al 1,23%) la percentuale base dell addizionale regionale all Irpef, con effetto già dal A tale aliquota di base si somma poi l addizionale aggiuntiva precedentemente stabilita dalle singole Regioni. L aliquota complessiva può arrivare al massimo all 1,73%, o al 2,03% nelle regioni con un disavanzo nel settore sanitario. Per i dipendenti e i pensionati l aumento ha già trovato applicazione sulle buste paga o sulle pensioni dal mese di gennaio Per i titolari di partita Iva l aumento verrà pagato per intero con il saldo delle imposte 2011 a giugno (D.L. 201/2011, art. 28, commi 1-6) 8. SUPERBOLLO SU AUTO DI LUSSO ED IMBARCAZIONI A partire dall anno 2012, il decreto Salva Italia ha disposto l incremento dell addizionale erariale all imposta di bollo (introdotta a luglio 2011 dal D.L. 98/2011) per le autovetture e gli autoveicoli a uso promiscuo di grossa cilindrata. Il superbollo è stato fissato in 20 euro (in luogo dei precedenti 10 euro) per ogni KiloWatt di potenza effettiva del motore superiore a 185kW (in luogo dei precedenti 225kW). Sono, tuttavia, previste delle riduzioni in base all anzianità del veicolo (cioè in base alla data di costruzione): riduzione al 60% (ossia 12 euro per kw) per i veicoli per i quali siano trascorsi 5 anni dalla costruzione; al 30% (6 euro per kw) per i veicoli per i quali siano trascorsi 10 anni dalla costruzione; al 15% (3 euro per kw) per i veicoli per i quali siano trascorsi 15 anni dalla costruzione; si azzera completamente decorsi 20 anni dalla costruzione. Ai fini della riduzione, i periodi si computano a partire dal 1 gennaio dell anno successivo a quello di costruzione. Esempio: auto costruita nel 2006: essendo trascorsi 5 anni dalla sua costruzione (computati dal 1 gennaio 2007) si potrà beneficiare della riduzione al 60%. La tassa è dovuta da coloro che risultano proprietari, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio, ovvero utilizzatori a titolo di locazione finanziaria dell autoveicolo o autovettura di grossa cilindrata. A partire dal 1 maggio 2012 è stata inoltre introdotta una tassa annuale di stazionamento per le imbarcazioni di lunghezza superiore ai 10 metri (commisurata alla lunghezza delle imbarcazioni e dovuta per ogni giorno o frazione di esso), per le unità da diporto nazionali ed estere che stazionino in porti marittimi nazionali, navighino o siano ancorate in acque pubbliche anche se in concessione a privati. (D.L. 201/2011, art. 16) Come di consueto, rimaniamo a Vostra disposizione per qualsiasi chiarimento aggiuntivo e/o approfondimento fosse necessario. Cordiali saluti. Stefano Sarubbi 7

IMU INSERTO STACCABILE

IMU INSERTO STACCABILE IMU SCHEDE INFORMATIVE PER LA GUIDA AL CALCOLO DELL ACCONTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU ANNO 2012 valevole per il contribuente residente e dimorante nel Comune di Piazzola sul Brenta per il solo

Dettagli

IMU (Imposta Municipale Propria) 2012

IMU (Imposta Municipale Propria) 2012 Comune di Cisliano IMU (Imposta Municipale Propria) 2012 Dal 1 gennaio 2012 è in vigore l Imposta Municipale Propria (IMU), la cui istituzione è stata anticipata in via sperimentale dal decreto legge n.

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Eventuali nuove norme e circolari potrebbero modificare le informazioni contenute.

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Eventuali nuove norme e circolari potrebbero modificare le informazioni contenute. COMUNE DI BOMARZO Provincia di Viterbo IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Eventuali nuove norme e circolari potrebbero modificare le informazioni contenute.. Dal 1 gennaio 2012

Dettagli

CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI. Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it. Mini-guida IMU 2012

CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI. Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it. Mini-guida IMU 2012 mod-tribici-015-06.doc5 rev. 6 del 31/05/12 CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it Mini-guida IMU 2012 NOVITA RILEVANTI:

Dettagli

L ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE

L ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE COMUNE DI ALSERIO REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO Ufficio Tributi VIA CARCANO, 9 22040 ALSERIO Tel. 031.630063 Fax 031.630917 e-mail: ufficiosegreteria@comune.alserio.co.it PARTITA IVA 00600170138

Dettagli

Comune di Castel Sant Angelo

Comune di Castel Sant Angelo Comune di Castel Sant Angelo Istruzioni per il pagamento dell IMU Il decreto legge n. 201/2011 Salva Italia, convertito con modificazioni dalla legge n. 214/2011 e s.m. ha anticipato al 1 gennaio 2012

Dettagli

COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI. INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015

COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI. INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015 COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015 RATA 1 - ACCONTO RATA 2 - SALDO TERMINI DI VERSAMENTO Rata in acconto

Dettagli

INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014

INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014 INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014 1) IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) La Legge di Stabilità 2014 n. 147 del 27 dicembre 2013 (articolo 1 commi da 639 a 731) ha istituito, a partire dal 1/01/2014, l Imposta

Dettagli

INFORMATIVA IMU anno 2012

INFORMATIVA IMU anno 2012 COMUNE DI BUSSO 86010 PROVINCIA DI CAMPOBASSO CF 00172190704 Via Alessandro Manzoni, 5 Tel. 0874 / 447133 Fax 0874/447951 INFORMATIVA IMU anno 2012 La informiamo che dal 1 gennaio 2012 l ICI (Imposta Comunale

Dettagli

La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per:

La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per: Imposta Municipale Propria - I M U NOVITA IMU ANNO 2013 La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per: - ABITAZIONE PRINCIPALE (escluse cat. A/1,A/8 e A/9) E PERTINENZE

Dettagli

PER QUALI IMMOBILI SI PAGA

PER QUALI IMMOBILI SI PAGA L art. 13 del Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011 cd Manovra Monti o decreto salva Italia convertito con modificazioni dalla Legge n. 214 del 22 dicembre 2011 - ha anticipato l istituzione dell Imposta

Dettagli

IMPOSTA MUNICIPALE UNICA LINEE GUIDA PER I CITTADINI

IMPOSTA MUNICIPALE UNICA LINEE GUIDA PER I CITTADINI IMPOSTA MUNICIPALE UNICA LINEE GUIDA PER I CITTADINI Con l approvazione dell Art.13 del D.L 201/2011 detto Decreto salva Italia, entrerà in vigore in via sperimentale, già a partire dal 01/01/2012, l IMU

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO DELL I.M.U. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO DELL I.M.U. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI SAN CANZIAN D ISONZO AREA ECONOMICO FINANZIARIA UFFICIO TRIBUTI Pieris Largo Garibaldi, 37 34075 SAN CANZIAN D ISONZO (GO) Tel: 0481/472350-369-354 Fax: 0481/472334 e-mail: tributi@comune.sancanziandisonzo.go.it

Dettagli

IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214

IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI APPROFONDIMENTI CONFRONTO IMU E ICI ESEMPI DI CALCOLO IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214 L istituzione dell IMU è anticipata,

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELLÕACCONTO DELLÕIMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELLÕACCONTO DELLÕIMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELLÕACCONTO DELLÕIMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Eventuali nuove norme potrebbero modificare le informazioni contenute Dal 1 gennaio 2012 è in vigore l Imposta Municipale Propria

Dettagli

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2012

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2012 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2012 Il Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23, recante disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale, ha istituito con gli articoli 8 e 9 la nuova Imposta

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

La IUC 2015 in pillole (aggiornamento del 16.10.2015)

La IUC 2015 in pillole (aggiornamento del 16.10.2015) La IUC 2015 in pillole (aggiornamento del 16.10.2015) LA DENOMINAZIONE L imposta unica comunale, comunemente conosciuta come IUC, si basa su due presupposti impositivi: il primo costituito dal possesso

Dettagli

COMUNE DI VIGONOVO (VE)

COMUNE DI VIGONOVO (VE) COMUNE DI VIGONOVO (VE) NOTA INFORMATIVA I.M.U. (la presente informativa è suscettibile di modifiche per la possibile evoluzione normativa della materia) Con la Manovra Monti delineata nel D.L. 201/2011

Dettagli

COMUNE DI F O R M I A. Provincia di Latina

COMUNE DI F O R M I A. Provincia di Latina COMUNE DI F O R M I A Provincia di Latina Piazza Municipio 0771/7781 - fax 0163/771680 2012 PREMESSA Il Comune di Formia, con la presente informativa, intende fornire al Cittadino/Contribuente uno strumento

Dettagli

INFORMATIVA I.M.U. 2013 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. Novità rispetto all anno 2012

INFORMATIVA I.M.U. 2013 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. Novità rispetto all anno 2012 INFORMATIVA I.M.U. 2013 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Ai sensi dell articolo 13 del decreto legge 6 dicembre 2011, convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, a partire dal 1.01.2012 è stata anticipata,

Dettagli

LA GUIDA DELLA UIL: TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU

LA GUIDA DELLA UIL: TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU LA GUIDA DELLA UIL: TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU È iniziato il conto alla rovescia per il pagamento della prima rata dell Imu, la nuova tassa sugli che sostituisce l Ici. A meno di una settimana

Dettagli

COMUNE DI CALASCIBETTA I M U IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

COMUNE DI CALASCIBETTA I M U IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI CALASCIBETTA I M U IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA UNA NUOVA IMPOSTA SUGLI IMMOBILI FONTI decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504 decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 decreto legge 06 dicembre

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL OPUSCOLO II RATA per la stampa 23-11-2012 8:19 Pagina 1 IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA OPUSCOLO II RATA per la stampa 23-11-2012 8:19 Pagina 2 Imposta municipale

Dettagli

IMU GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER L ANNO 2012

IMU GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER L ANNO 2012 COMUNE DI RIVERGARO Provincia di Piacenza IMU GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER L ANNO 2012 N.B.: IL CONSIGLIO COMUNALE DI RIVERGARO AD OGGI NON HA ADOTTATO ALCUN REGOLAMENTO SULLA

Dettagli

Principali novità IMU e TASI introdotte dalla Legge di stabilità 2016( Legge n. 208/2015)

Principali novità IMU e TASI introdotte dalla Legge di stabilità 2016( Legge n. 208/2015) IMU Principali novità IMU e TASI introdotte dalla Legge di stabilità 2016( Legge n. 208/2015) Agevolazioni/Riduzioni IMMOBILI CONCESSI IN COMODATO (art. 1, comma 10) La base imponibile IMU è ridotta del

Dettagli

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA LE PRINCIPALI NOVITÀ 2013 DELL IMU

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA LE PRINCIPALI NOVITÀ 2013 DELL IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Dal 1 gennaio 2012 è in vigore l Imposta Municipale Propria (IMU), la cui istituzione è stata anticipata in via sperimentale dal decreto legge n. 201/2011 Salva Italia, convertito

Dettagli

Comune di Ossona GUIDA AL CALCOLO ACCONTO IMU E TASI 2015

Comune di Ossona GUIDA AL CALCOLO ACCONTO IMU E TASI 2015 Comune di Ossona GUIDA AL CALCOLO ACCONTO IMU E TASI 2015 SI AVVISA CHE I PAGAMENTI IN ACCONTO (50% DELL IMPOSTA DOVUTA) CON SCADENZA 16 GIUGNO 2015 DI IMU E TASI DOVRANNO ESSERE EFFETTUATI UTILIZZANDO

Dettagli

COMUNE DI LORIA. Provincia di Treviso. ACCONTO I.M.U. 2013 Informazioni per i cittadini aggiornate al 22 maggio 2013

COMUNE DI LORIA. Provincia di Treviso. ACCONTO I.M.U. 2013 Informazioni per i cittadini aggiornate al 22 maggio 2013 COMUNE DI LORIA Provincia di Treviso ACCONTO I.M.U. 2013 Informazioni per i cittadini aggiornate al 22 maggio 2013 Si forniscono di seguito le istruzioni pratiche sulla determinazione dell acconto I.M.U.

Dettagli

COMUNE DIPOLPENAZZE d/g. Martedì7 febbraio 2012. Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012. Imposta Municipale Unica

COMUNE DIPOLPENAZZE d/g. Martedì7 febbraio 2012. Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012. Imposta Municipale Unica COMUNE DIPOLPENAZZE d/g Martedì7 febbraio 2012 Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012 Imposta Municipale Unica Articolo 13 comma 1 D.L. 201/2011 IMU istituzione e decorrenza: l'istituzione

Dettagli

Il calcolo dell ICI (Aggiornata al 10/10/2010)

Il calcolo dell ICI (Aggiornata al 10/10/2010) FISCO Il calcolo dell ICI (Aggiornata al 10/10/2010) Presupposto Relativamente alle imposte dirette, l art. 15-bis del D.L. 81/2007 intervenendo sull art. 164 del L imposta comunale sugli immobili (I.C.I.)

Dettagli

I.M.U. VERSAMENTO RATA SALDO ENTRO il 17/12/2012

I.M.U. VERSAMENTO RATA SALDO ENTRO il 17/12/2012 COMUNE DI TRIUGGIO Provincia di Monza e Brianza I.M.U. VERSAMENTO RATA SALDO ENTRO il 17/12/2012 Gentile Contribuente, le aliquote per il calcolo del saldo IMU sono cambiate rispetto alle aliquote che

Dettagli

CHI DEVE PAGARE L'IMU:

CHI DEVE PAGARE L'IMU: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Il Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23, recante disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale, ha istituito con gli articoli 8 e 9 la nuova Imposta municipale

Dettagli

COMUNE DI CICCIANO. Provincia di Napoli

COMUNE DI CICCIANO. Provincia di Napoli COMUNE DI CICCIANO Provincia di Napoli Con la Legge 27/12/2013 n 147 è stata istituita l Imposta Unica Comunale (IUC), nelle sue componenti Tari (Tassa rifiuti ex Tares/Tarsu), Tasi (nuovo tributo sui

Dettagli

IUC Imposta unica comunale. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU per l anno 2016

IUC Imposta unica comunale. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU per l anno 2016 Città di Tarcento IUC Imposta unica comunale La legge 147 del 27 dicembre 2013 (legge di stabilità 2014) ha istituito la nuova imposta unica comunale (IUC) che si basa su due presupposti impositivi: uno

Dettagli

IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA GUIDA AGLI ADEMPIMENTI. 1 - Cos è l IMU pag. 2. 56 - Base Esenzioni imponibili, calcolo imposta e aliquote pag. pag.

IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA GUIDA AGLI ADEMPIMENTI. 1 - Cos è l IMU pag. 2. 56 - Base Esenzioni imponibili, calcolo imposta e aliquote pag. pag. COMUNE DI ANCONA IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER L ACCONTO L ANNO 01 013 1 - Cos è l IMU pag. 1 - Cos è Presupposto l IMU d imposta e soggetti passivi pag. pag. 3 - Novità Abitazione

Dettagli

Nota informativa IMU-TASI 2016

Nota informativa IMU-TASI 2016 Nota informativa IMU-TASI 2016 IMU NOVITA 2016 Si informa che la Legge di Stabilità 2016 (L. 28/12/2015 n. 208) ha introdotto le seguenti novità IMU: - IMMOBILI CONCESSI IN COMODATO D USO GRATUITO A PARENTI

Dettagli

Via Martiri d Istia, 1 58020 Scarlino (GR) www.comune.scarlino.gr.it Partita Iva 00186560538 Codice Fiscale 80001830530

Via Martiri d Istia, 1 58020 Scarlino (GR) www.comune.scarlino.gr.it Partita Iva 00186560538 Codice Fiscale 80001830530 IL COMUNE DI SCARLINO - PER L'IMU 2012 - INFORMA: che, l'art. 13 del D.L. n. 201/2011 ha introdotto in via sperimentale l IMU (Imposta municipale propria). In attesa della delibera comunale di approvazione

Dettagli

ICI - IMU - DIFFERENTI MOLTIPLICATORI

ICI - IMU - DIFFERENTI MOLTIPLICATORI La base imponibile La base imponibile dell imposta muncipale (Imu) si determina per i fabbricati abitativi rivalutando la rendita catastale del 5% e moltiplicando il risultato per 160; Per i fabbricati

Dettagli

Guida IMU ATTENZIONE. Conseguentemente per determinare il versamento dell'imposta dovuta i contribuenti possono:

Guida IMU ATTENZIONE. Conseguentemente per determinare il versamento dell'imposta dovuta i contribuenti possono: Guida IMU L'IMU è l'imposta municipale propria, la cui istituzione è anticipata in via sperimentale a decorrere dall'anno 2012 e sostituisce l imposta comunale sugli immobili (ICI), l'imposta sul reddito

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO (Provincia di Pisa) UFFICIO TRIBUTI

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO (Provincia di Pisa) UFFICIO TRIBUTI NOVITA IMU 2013 La normativa IMU stabilita per l anno 2012 dal DL 201/2011 convertito in L. 214/2011 e successive modifiche ed integrazioni, è stata parzialmente modificata per l anno 2013: a) dall art.

Dettagli

COMUNE DI CASOREZZO. Guida per i contribuenti all applicazione dell Imposta Municipale Propria (IMU)

COMUNE DI CASOREZZO. Guida per i contribuenti all applicazione dell Imposta Municipale Propria (IMU) COMUNE DI CASOREZZO Provincia di Milano Per qualsiasi chiarimento, informazione e delucidazione in merito l Ufficio Tributi è a disposizione negli orari di apertura al pubblico tel 029010012 fax 0290296960

Dettagli

Imposta Unica Comunale (I.U.C.) ISTRUZIONI VERSAMENTO IN ACCONTO

Imposta Unica Comunale (I.U.C.) ISTRUZIONI VERSAMENTO IN ACCONTO COMUNE DI BAREGGIO Imposta Unica Comunale (I.U.C.) ISTRUZIONI VERSAMENTO IN ACCONTO Con la legge di Stabilità 2014 (L. 147 del 27/12/2013) è stata istituita, con decorrenza 1 gennaio 2014, la I.U.C. (Imposta

Dettagli

INFORMATIVA - TASI 2015 Tributo Servizi Indivisibili

INFORMATIVA - TASI 2015 Tributo Servizi Indivisibili INFORMATIVA - TASI 2015 Tributo Servizi Indivisibili SCADENZE DI VERSAMENTO - 1^ RATA dal 1 al 16 del mese di GIUGNO - 2^ RATA dal 1 al 16 del mese di DICEMBRE N.B. IMPOSTA IN AUTOLIQUIDAZIONE. CHI DEVE

Dettagli

LA MANOVRA SALVA ITALIA

LA MANOVRA SALVA ITALIA Circolare n. 1 del 10/01/2012 LA MANOVRA SALVA ITALIA Il Governo Monti con il decreto 06/12/2011 n. 201, convertito in legge n. 214 del 28/12/2011 ha adottato una serie di provvedimenti a largo raggio

Dettagli

V ààõ w w fxäätéétçé WxÇàÜÉ

V ààõ w w fxäätéétçé WxÇàÜÉ V ààõ w w fxäätéétçé WxÇàÜÉ @@ cüéä Çv t w w ctwéät @@ I.M.U. Imposta municipale propria anno 2013 NOVITA 2013 Con il Decreto legge 30 novembre 2013, n. 133, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 281

Dettagli

Comune di Asso Provincia di Como

Comune di Asso Provincia di Como Comune di Asso Provincia di Como AVVISO : IUC Imposta Unica Comunale 2015 L art. 1 comma 639 della Legge 27 dicembre 2013 n. 147 (Legge di stabilità 2014) ha istituito dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale

Dettagli

L I.M.U. PRESUPPOSTO DELL'IMPOSTA

L I.M.U. PRESUPPOSTO DELL'IMPOSTA L I.M.U. L art. 13 del decreto legge 201 del 6 dicembre 2011 convertito nella legge 22 dicembre 2012 n. 214 ha disposto l anticipo, in via sperimentale, a decorrere dall'anno 2012, dell imposta I.M.I.

Dettagli

COMUNE DI SAN GIMIGNANO

COMUNE DI SAN GIMIGNANO COMUNE DI SAN GIMIGNANO SETTORE SERVIZI FINANZIARI Servizio Attività di Bilancio e Tributi IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ACCONTO 2012 Le seguenti informazioni sull IMU si riferiscono a quelle attualmente

Dettagli

IUC - Imposta unica comunale

IUC - Imposta unica comunale IUC - Imposta unica comunale La Legge 147 del 27 dicembre 2013 ha istituito la nuova Imposta Unica Comunale (IUC) che si basa su due presupposti impositivi: uno costituito dal possesso di immobili e collegato

Dettagli

IMU 2015 BREVE MEMORANDUM SUI PRINCIPALI ADEMPIMENTI

IMU 2015 BREVE MEMORANDUM SUI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IMU 2015 BREVE MEMORANDUM SUI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IMU: SOGGETTO PASSIVO (chi paga?) Il proprietario di fabbricati, aree edificabili e di terreni a qualsiasi uso destinati; Il titolare del diritto reale

Dettagli

COMUNE DI LAURIA (PZ)

COMUNE DI LAURIA (PZ) COMUNE DI LAURIA (PZ) Guida ICI per il contribuente CHI DEVE PAGARE L ICI Ai sensi del D.lgs n.504/92, devono pagare l ICI i proprietari (o titolari di altro diritto come, usufrutto, uso o abitazione,

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

L'Imu è l'imposta municipale propria che, dall'1 gennaio 2012, ha sostituito, per la componente immobiliare l'ici - Imposta comunale sugli immobili;

L'Imu è l'imposta municipale propria che, dall'1 gennaio 2012, ha sostituito, per la componente immobiliare l'ici - Imposta comunale sugli immobili; COMUNE DI STRA UFFICIO TRIBUTI Cos'è l'imu L'Imu è l'imposta municipale propria che, dall'1 gennaio 2012, ha sostituito, per la componente immobiliare l'ici - Imposta comunale sugli immobili; Chi paga

Dettagli

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE 1. MONETA ELETTRONICA PER LE PENSIONI 2. LIBRETTI DI DEPOSITO AL PORTATORE BANCARI O POSTALI 3. I.S.E.E. 4. DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONI ED INTERVENTI PER RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Con la legge di Stabilità 2014 Legge 27.12.2013 n.147 è stata istituita dal 1 gennaio 2014 l imposta unica comunale (IUC) basata su due presupposti impositivi: il primo costituito

Dettagli

COMUNE DI VERUNO IMPOSTE E TASSE ANNO 2014 - VADEMECUM

COMUNE DI VERUNO IMPOSTE E TASSE ANNO 2014 - VADEMECUM COMUNE DI VERUNO IMPOSTE E TASSE ANNO 2014 - VADEMECUM Il Sindaco Gualtiero Pastore comunica, spiegando, il pagamento imposte e tasse per l anno 2014: Il Consiglio Comunale del 24.9.2014 ha approvato le

Dettagli

GUIDA PRATICA ALL IMU (IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA)

GUIDA PRATICA ALL IMU (IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA) GUIDA PRATICA ALL IMU (IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA) IMU - Imposta Municipale Propria Con il D.L. n.201/2011, convertito nella legge n.214/2011, è stata introdotta l imposta municipale propria (IMU) in via

Dettagli

COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA ( PROVINCIA DI TRAPANI )

COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA ( PROVINCIA DI TRAPANI ) COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA ( PROVINCIA DI TRAPANI ) UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) (artt. 52 e 59, decreto legislativo 15 dicembre 1997. n. 446,

Dettagli

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici?

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici? Che cosa è l IMU Come contattare l Ufficio Tributi É la nuova imposta, istituita in via sperimentale dall anno 2012, che sostituisce l imposta comunale sugli immobili (ICI). Chi la paga I cittadini che

Dettagli

Contenuto in sintesi ----------

Contenuto in sintesi ---------- DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 77 05.07.2012-77/FS/om TITOLO: Imposta sul valore degli immobili situati all estero e sul valore delle attività finanziarie detenute all estero Circolare

Dettagli

IMU. Tutto ciò che c è da sapere sulla nuova Imposta Municipale Unica

IMU. Tutto ciò che c è da sapere sulla nuova Imposta Municipale Unica IMU Tutto ciò che c è da sapere sulla nuova Imposta Municipale Unica aggiornamento, maggio 2012 premessa L Imu, imposta municipale unica, è stata introdotta nell ordinamento italiano dal Decreto Legislativo

Dettagli

AREE FABBRICABILI TERRENI

AREE FABBRICABILI TERRENI l IMU L imposta municipale IMU è il nuovo tributo che, dal 1 gennaio 2012, in sostituzione dell ICI, va pagata al Comune e allo Stato sulla base del patrimonio immobiliare del contribuente. Per patrimonio

Dettagli

PRIMA NOTA INFORMATIVA per il calcolo dell acconto dell Imposta Municipale Propria IMU Anno 2012

PRIMA NOTA INFORMATIVA per il calcolo dell acconto dell Imposta Municipale Propria IMU Anno 2012 PRIMA NOTA INFORMATIVA per il calcolo dell acconto dell Imposta Municipale Propria IMU Anno 2012 L art. 13 del Decreto Legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito con modificazioni in Legge n. 214 del 22.12.2011,

Dettagli

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena Spett.li Clienti Loro Sedi, lì 14 Gennaio 2013 OGGETTO: Legge di stabilità 2013 ed altre disposizioni La Legge di Stabilità per il 2013 (L.228/2012) contiene molte novità e assorbe alcuni importanti provvedimenti

Dettagli

GUIDA ALL IMU - ANNO 2012

GUIDA ALL IMU - ANNO 2012 Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno GUIDA ALL IMU - ANNO 2012 CHI DEVE PAGARE L IMU L IMU è dovuta dai proprietari di fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli situati nel territorio

Dettagli

COMUNE DI ROSETO DEGLI ABRUZZI

COMUNE DI ROSETO DEGLI ABRUZZI IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) linee guida PREMESSA L'art. 13 del D.L. 6.12.2011, n. 201, convertito, nella Legge 22.12.2011, n. 214 (Cd. Decreto salva Italia), così come, da ultimo, modificato dal

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

IMU 2014 - COMUNE DI PEVERAGNO

IMU 2014 - COMUNE DI PEVERAGNO IMU 2014 - COMUNE DI PEVERAGNO Imposta Municipale Propria (I.M.U.) - anno 2014 Invitiamo alla consultazione periodica del nostro sito istituzionale, per le eventuali novità apportate in sede normativa.

Dettagli

Comune di Refrontolo Provincia di Treviso

Comune di Refrontolo Provincia di Treviso ------ IMPOSTE COMUNALI AN 2015 COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO Aggiornato al 12 maggio 2015 Con Legge n. 147/2013 è stata istituita, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l'imposta Unica Comunale - IUC - che comprende

Dettagli

INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO 2013. Novità acconto 2013

INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO 2013. Novità acconto 2013 Comune di Piacenza Servizio Entrate INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO Novità acconto Con il D.L. n. 102/ il legislatore ha escluso dal pagamento dell acconto dell IMU: le abitazioni principali

Dettagli

COMUNE DI MONTEMARCIANO PROVINCIA DI ANCONA I.U.C. IMPOSTA UNICA COMUNALE

COMUNE DI MONTEMARCIANO PROVINCIA DI ANCONA I.U.C. IMPOSTA UNICA COMUNALE I.U.C. IMPOSTA UNICA COMUNALE La Legge n. 147 del 27 dicembre 2013 (legge di stabilità) ha istituito la I.U.C., Imposta Unica Comunale, che è formata da tre componenti: IMU (Imposta Municipale Propria),

Dettagli

L IVIE / IVAFE ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

L IVIE / IVAFE ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE L IVIE / IVAFE ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Art. 19, commi da 13 a 23, DL n. 201/2011 Art. 1, commi 518 e 519, Legge n. 228/2012 Circolari Agenzia Entrate 3.5.2013 n. 12/E e 9.5.2013,

Dettagli

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014. Nota informativa aggiornata alla data del 5/08/2014

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014. Nota informativa aggiornata alla data del 5/08/2014 COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014 Prot. n. 24405/2014 1 Nota informativa aggiornata alla data del 5/08/2014 E istituita con decorrenza dal 1 gennaio

Dettagli

FABBRICATI diversi da abitazione principale

FABBRICATI diversi da abitazione principale COMUNE DI CORBOLA (Rovigo) Comune del Parco Regionale Veneto Delta del Po Piazza Martiri, 107 c.a.p. 45015 C.F. 81000290296 P.I. 00196450290 E-mail: info@comune.corbola.ro.it Tel. 0426.45450 int. 3 Fax

Dettagli

INFORMATIVA IUC 2014. Modalità per il calcolo

INFORMATIVA IUC 2014. Modalità per il calcolo CITTÀ DI CAMPOSAMPIERO PROVINCIA DI PADOVA INFORMATIVA IUC 2014 Modalità per il calcolo Dal 1 gennaio 2014 è in vigore l imposta unica comunale (IUC) che si compone delle seguenti tre imposte: - IMU (imposta

Dettagli

Bollettino. Fiscalità & Tributi. Errata corrige: niente agevolazioni con il comodato

Bollettino. Fiscalità & Tributi. Errata corrige: niente agevolazioni con il comodato www.anutel.it Bollettino Errata corrige: IMU: niente agevolazioni con il comodato Anno 2012 N 1 SEDE NAZIONALE: Via Comunale della Marina, 1-88060 MONTEPAONE (CZ) Tel. 0967.486494 - Fax 0967.486143 - E-mail:

Dettagli

NOVITA LEGISLATIVE IMU Il Decreto Legge n. 201/2011 anticipa in via sperimentale il nuovo tributo IMU, a decorrere dall anno 2012.

NOVITA LEGISLATIVE IMU Il Decreto Legge n. 201/2011 anticipa in via sperimentale il nuovo tributo IMU, a decorrere dall anno 2012. NOVITA LEGISLATIVE IMU Il Decreto Legge n. 201/2011 anticipa in via sperimentale il nuovo tributo IMU, a decorrere dall anno 2012. L imposta, che ripristina la tassazione dell abitazione principale, sostituisce

Dettagli

INFORMATIVA I.M.U. ANNO 2012 IMPOSTA MUNICIPALE UNICA SUGLI IMMOBILI AGGIORNAMENTO

INFORMATIVA I.M.U. ANNO 2012 IMPOSTA MUNICIPALE UNICA SUGLI IMMOBILI AGGIORNAMENTO C O M U N E D I B E R T I O L O Provincia di Udine Viale Rimembranze, 1 C.A.P. 33032 Tel. Ufficio Tributi 0432/917004 - Fax Ufficio Tributi 0432/917860 e-mail tributi@comune.bertiolo.ud.it Sito internet

Dettagli

COMUNE DI MELAZZO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

COMUNE DI MELAZZO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI MELAZZO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 09 del 01 Ottobre 2012 ARTICOLO N. 1 OGGETTO

Dettagli

IMP (Imposta Municipale Propria)

IMP (Imposta Municipale Propria) IMP (Imposta Municipale Propria) Cosa si paga Chi deve pagare L abitazione principale e le relative pertinenze. I fabbricati iscritti in Catasto. Le aree fabbricabili. I terreni agricoli. Tutti gli immobili

Dettagli

CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U.

CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. (Approvato con Deliberazione Consiliare n 15 del 14/05/2013 e successive

Dettagli

Il Modello UNICO per persone fisiche

Il Modello UNICO per persone fisiche Immacolata Di Rienzo (Commercialista in Caserta) Il Modello UNICO per persone fisiche Persone fisiche non esercenti attività di lavoro autonomo Persone fisiche esercenti attività di impresa o di arti e

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA TASI (TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI)

GUIDA PRATICA ALLA TASI (TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI) GUIDA PRATICA ALLA TASI (TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI) PREMESSA ISTITUZIONE DELLA IUC (IMPOSTA UNICA COMUNALE) Con i commi dal 639 al 705 dell articolo 1 della Legge 27.12.2013, n. 147 (Legge di

Dettagli

LA NUOVA IMU. Dott. Stefano Spina. Torino 27 gennaio 2012

LA NUOVA IMU. Dott. Stefano Spina. Torino 27 gennaio 2012 LA NUOVA IMU Dott. Stefano Spina Torino 27 gennaio 2012 NORMATIVA NORME DI RIFERIMENTO Art. 13 DL 201/2011 * Art. 2 DLgs 504/92 (Decreto Salva Italia) (Definizione fabbricati e aree) * Art. 5 co.1,3,5,6

Dettagli

COMUNE DI CARUGO Provincia di COMO

COMUNE DI CARUGO Provincia di COMO COMUNE DI CARUGO Provincia di COMO I.M.U. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2013 Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 22 del 24/09/2013, sono state confermate per il versamento dell Imposta Municipale

Dettagli

I.M.U. (Imposta Municipale Unica)

I.M.U. (Imposta Municipale Unica) I.M.U. (Imposta Municipale Unica) Sportello IMU Sarà attivo per i cittadini del Comune di Cremenaga lo sportello IMU per fornire chiarimenti ed informazioni circa l'applicazione della nuova imposta. UFFICO

Dettagli

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014 COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014 Prot. n. 24405 1 E istituita con decorrenza dal 1 gennaio 2014 l imposta comunale (IUC), con la Legge 27/12/2013,

Dettagli

COMUNE DI VASTOGIRARDI Provincia Isernia

COMUNE DI VASTOGIRARDI Provincia Isernia COMUNE DI VASTOGIRARDI Provincia Isernia Sistema Gestione Ambientale Certificato a fronte della norma ISO14001:2004 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA SPERIMENTALE (I.M.U.) INFORMATIVA IMU 2012: IMPOSTA MUNICIPALE

Dettagli

ACCONTO IMU 2014 GUIDA AL CALCOLO

ACCONTO IMU 2014 GUIDA AL CALCOLO ACCONTO IMU 2014 GUIDA AL CALCOLO Scade il 16 giugno 2014 il pagamento dell'acconto IMU E soggetto all IMU chiunque detenga un diritto reale su un immobile: proprietà, usufrutto, uso, abitazione o enfiteusi.

Dettagli

COMUNE DI ALBIOLO PROVINCIA DI COMO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA

COMUNE DI ALBIOLO PROVINCIA DI COMO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA COMUNE DI ALBIOLO PROVINCIA DI COMO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU Comune di Albiolo REGOLAMENTO IMU Pag.. 1 INDICE: ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2 IMPOSTA RISERVATA

Dettagli

COMUNE DI CARMIGNANO DI BRENTA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

COMUNE DI CARMIGNANO DI BRENTA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI CARMIGNANO DI BRENTA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 31/07/2012 INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento Pag.

Dettagli

IMU 2016. Settore tributi

IMU 2016. Settore tributi IMU 2016 Settore tributi IMU 2016 Dovrà essere pagata dai proprietari di immobili o titolari di diritti di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie. L'Imu non è dovuta sulle abitazioni principali

Dettagli

I.U.C. ( Imposta unica municipale )

I.U.C. ( Imposta unica municipale ) I.U.C. ( Imposta unica municipale ) La Legge 27/12/2013, n 147, ha istituito, con decorrenza 1 gennaio 2014, la IUC, Imposta comunale sugli immobili, composta da tre distinti tributi: IMU, TASI, TARI.

Dettagli

ISTRUZIONI UTILIZZO PORTALE CALCOLO IMU

ISTRUZIONI UTILIZZO PORTALE CALCOLO IMU ISTRUZIONI UTILIZZO PORTALE CALCOLO IMU Inserimento di un immobile. Scelta della tipologia di immobile (CATEGORIA IMMOBILE): Attraverso il menù a tendina scegliere la tipologia di immobile che si vuole

Dettagli

IMU - ANNO 2012 INFORMAZIONI PER IL PAGAMENTO DELL ACCONTO

IMU - ANNO 2012 INFORMAZIONI PER IL PAGAMENTO DELL ACCONTO COMUNE DI SALBERTRAND Provincia di Torino P.ZZA MARTIRI DELLA LIBERTÀ, N.1 C.A.P.10050 Tel 0122/854595 Fax 0122/854733 email finanziario@comune.salbertrand.to.it Gentile contribuente, IMU - ANNO 2012 INFORMAZIONI

Dettagli

GUIDA TASI Comune di San Possidonio

GUIDA TASI Comune di San Possidonio GUIDA TASI Comune di San Possidonio Cos è la TASI (Aggiornata al 15 maggio 2015) La TASI è il nuovo tributo per i servizi indivisibili istituito dalla legge n. 147 del 2013. È in vigore dal 1 gennaio 2014.

Dettagli

IMU SINTESI DI COME SI APPLICA

IMU SINTESI DI COME SI APPLICA IMU SINTESI DI COME SI APPLICA Riferimenti legislativi Art. 13, DL n. 201/2011 Artt. 8 e 9, D.Lgs. n. 23/2011 D.Lgs. n. 504/92 Art. 4, DL n. 16/2012 Circolare MEF 18.5.2012, n. 3/DF PRESUPPOSTO IMPOSITIVO

Dettagli

TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI TASI APPLICAZIONE NEL COMUNE DI FOLLONICA

TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI TASI APPLICAZIONE NEL COMUNE DI FOLLONICA TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI TASI APPLICAZIONE NEL COMUNE DI FOLLONICA PRESUPPOSTO Presupposto della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, ivi compresa l'abitazione

Dettagli

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti Dott. Enrico Guarducci Dott. Domenico Ciafardoni Dott. Salvatore Marchese Dott. Gianluca Bogini Dott. Giulio Nicolò Campagni Ai Preg.mi Signori Clienti Loro Sedi Circolare n. 1. 2012 Perugia, 18 gennaio

Dettagli