Lavoro autonomo occasionale dott.luca Busico e Rolando Vivaldi

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lavoro autonomo occasionale dott.luca Busico e Rolando Vivaldi"

Transcript

1 Lavoro autonomo occasionale dott.luca Busico e Rolando Vivaldi

2 Lavoro autonomo e lavoro ART C.C.: subordinato E prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell imprenditore.

3 Contratto d opera ART.2222 cod.civ.: Quando una persona si obbliga a compiere verso un corrispettivo un opera o un servizio con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente, si applicano le norme di questo capo, salvo che il rapporto abbia una disciplina particolare nel libro IV

4 Lavoro parasubordinato Si osservano le disposizioni del presente capo nelle controversie relative a: 1)omissis 2)omissis 3) rapporti di agenzia, di rappresentanza commerciale ed altri rapporti di collaborazione, che si concretino in una prestazione di opera continuativa e coordinata, prevalentemente personale, anche se non a carattere subordinato.

5 Indici di subordinazione 1. Indici essenziali a. assoggettamento al datore di lavoro esplicantesi tra l altro in un potere disciplinare, di controllo e di vigilanza;b.inserimento in via continuativa e sistematica nell organizzazione aziendale 2.indici residuali riguardano l orario di lavoro,l oggetto della prestazione,l esistenza o meno di un organizzazione di impresa e incidenza del rischio

6 Incarichi esterni nella P.A. Art. 7 c.6 del D.lgs. Nr.165/2001: per esigenze cui non possono far fronte con il personale in servizio, le amministrazioni pubbliche possono conferire incarichi individuali ad esperti di comprovata competenza, determinando preventivamente durata, luogo, oggetto e compenso della collaborazione

7 Conseguenze delle violazioni normative sugli incarichi esterni Art. 36 comma 2 D.lgs. 165/2001: la violazione di disposizioni imperative riguardanti l assunzione o l impiego di lavoratori, da parte delle pubbliche amministrazioni, non può comportare la costituzione di rapporti di lavoro a tempo indeterminato con le medesime pubbliche Amministrazioni, ferma restando ogni responsabilità e sanzione. Il lavoratore interessato ha diritto al risarcimento del danno derivante dalla prestazione di lavoro in violazione di disposizioni imperative. Le Amministrazioni hanno l obbligo di recuperare le somme pagate a tale titolo nei confronti dei dirigenti responsabili qualora la violazione sia dovuta a dolo o colpa grave.

8 Aspetti fiscali Il lavoro autonomo occasionale è disciplinato dall art. 67 comma 1 lettera l) del TUIR che disciplina i redditi diversi: i redditi derivanti da attività di lavoro autonomo non esercitate abitualmente o dalla assunzione di obblighi di fare, non fare o permettere

9 Ritenuta di acconto La ritenuta d acconto da applicare rimane al 20% sulla base delle disposizioni di cui all art. 25 del D.P.R. 600 del 29 Settembre 2003 Per i non residenti la ritenuta è del 30% a meno che tali residenti non svolgano all estero l attività di lavoro autonomo

10 L occasionale secondo la Biagi La legge Biagi (o meglio il decreto che la attua D.lgs 276/2003) definisce, all art. 61 c.2, il lavoro occasionale i rapporti di durata complessiva non superiore a trenta giorni nell anno solare con lo stesso committente salvo che il compenso complessivamente percepito nel medesimo anno solare sia superiore a 5000 euro

11 Ma attenzione! Le disposizioni del D.lgs 276/2003 non si applicano alla P.A. (art. 2) Ma anche se si applicassero l art.61 c.2 non definirebbe il lavoro occasionale come noi lo intendiamo: sono solo minicococo che di diverso dalle cococo di cui al comma 1 del D.lgs 276/2003 hanno solo che non è necessario il progetto (Circ.1 dell 8 Gennaio 2004 del Ministero del Lavoro, Circ. INPS nr. 9 del 22 Gennaio 2004)

12 Quindi fiscalmente non cambia niente!!

13 Ma cambia, eccome, previdenzialmente!!!

14 Art. 44 D.L. 269/2003 A decorrere dal 1º gennaio 2004 i soggetti esercenti attività di lavoro autonomo occasionale e gli incaricati alle vendite a domicilio di cui all'articolo 19 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, sono iscritti alla gestione separata di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, solo qualora il reddito annuo derivante da dette attività sia superiore ad euro Per il versamento del contributo da parte dei soggetti esercenti attività di lavoro autonomo occasionale si applicano le modalità ed i termini previsti per i collaboratori coordinati e continuativi iscritti alla predetta gestione separata.

15 Circolare Inps nr.103 del 6 Luglio 2004 E la circolare che ha chiarito i numerosi dubbi in termini di calcolo e versamento dell Inps per coloro che hanno superato la soglia dei 5000 euro.

16 I 5000 euro Sono quindi un limite previdenziale e non fiscale, nel senso che non definiscono cosa è prestazione occasionale ma solo che si applicano i contributi previdenziali oltre i 5000 euro costituendo fascia di esenzione I 5000 euro possono derivare anche da più committenti

17 Il reddito fiscale e quello previdenziale I 5000 euro sarebbero un limite di reddito oltre il quale si applica la contribuzione Inps. Per i redditi diversi questo è costituito (art.71) dalla differenza tra l ammontare percepito nel periodo di imposta e le spese specificamente inerenti alla loro produzione

18 I rimborsi spese La differenza si concretizza nel fatto che la ritenuta IRPEF si fa sul compenso e sulle spese mentre ai fini dell applicazione dell Inps queste vanno escluse.

19 Ora vi faccio un esempio

20 Esempio Compenso 4500 euro Spese documentate euro Totale 5500 euro Inps. 450 euro Ritenuta alla fonte euro Netto da corrispondere euro Si suppone che ci sia altra copertura previdenziale

21 Il caso di diversi committenti La circolare nr. 103/2004 richiama la circolare 56 del 2004 che dettava una disciplina particolare per la ripartizione della quota di reddito che eccedeva il massimale di ,00 (dalla quale parte lo scaglione del 18,80% Inps) L analisi deve essere svolta nel mese in cui si superano i 5000 euro

22 Esempio.continua Fino a settembre sono stati corrisposti 3000 euro A ottobre si corrispondono 2800 euro dall Università e 1200 da altro committente Ottobre è dunque il mese di superamento dei 5000 euro I 4000 euro che sono corrisposti ad ottobre sono composti percentualmente dal 70% dell Università e dal 30% dell altro committente

23 Abbiamo superato i 5000 euro per 2000 euro Di questi 2000 : Il 70% 1400,00 costituiscano il montante Inps dell Università (inps dovuta 249,20 euro) Il 30% 600,00 costituiscono il montante Inps dell altro committente (inps dovuta 106,80 euro)

24 Grazie, ciao

CRITICITÀ DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI TRA SOCIETÀ E COLLABORATORI

CRITICITÀ DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI TRA SOCIETÀ E COLLABORATORI CRITICITÀ DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI TRA SOCIETÀ E COLLABORATORI Rapporto di lavoro subordinato (art. 2081 c.c.) È prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare

Dettagli

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2012

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2012 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 9 4 FEBBRAIO 2012 Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS

Dettagli

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2011

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2011 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 10 12 FEBBRAIO 2011 Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata

Dettagli

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2008

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2008 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 17 18 GIUGNO 2008 Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS

Dettagli

Oggetto: Nuove aliquote INPS gestione separata in vigore dal 01/01/2014.

Oggetto: Nuove aliquote INPS gestione separata in vigore dal 01/01/2014. Tavagnacco, 17 febbraio 2014 Gentile Socio Oggetto: Nuove aliquote INPS gestione separata in vigore dal 01/01/2014. Allo scopo di consentirvi di compiere un pronto monitoraggio sulle eventuali notule presentatevi

Dettagli

NUOVE ALIQUOTE INPS GESTIONE SEPARATA IN VIGORE DAL 01/01/2015

NUOVE ALIQUOTE INPS GESTIONE SEPARATA IN VIGORE DAL 01/01/2015 NUOVE ALIQUOTE INPS GESTIONE SEPARATA IN VIGORE DAL 01/01/2015 Allo scopo di consentirvi di compiere un pronto monitoraggio sulle eventuali notule presentatevi da collaboratori occasionali e altri soggetti,

Dettagli

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2013

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2013 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 1 MARZO 2013 Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS

Dettagli

CIRCOLARE INPS 22/01/2004, N. 9

CIRCOLARE INPS 22/01/2004, N. 9 CIRCOLARE INPS 22/01/2004, N. 9 Oggetto: D.Lgs. 10 settembre 2003, n. 276. Artt. 61 e seguenti. Lavoro a progetto.legge 24 novembre 2003, n.326. Art.44. Esercenti attività di lavoro autonomo occasionale

Dettagli

Sulle prestazioni occasionali di lavoro autonomo

Sulle prestazioni occasionali di lavoro autonomo Sulle prestazioni occasionali di lavoro autonomo Gabriele Gentilini Dicembre 2007 L'art. 61 del D. Lgs. 276/2003 e l'art. 4 della legge n. 30 hanno, per la prima volta, dato una definizione legale delle

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA (Artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000)

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA (Artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000) Collaborazione coordinata e continuativa MOD. CCC il.././., Codice fiscale residente a in Via /Piazza n... C.A.P. DICHIARA di essere Dipendente pubblico in attività di servizio e di avere ricevuto l incarico

Dettagli

2) CASO 2 - Richiesta di pagamento del compenso e rimborso di spese di missione autorizzata 1. CASO 1 - Richiesta di pagamento del compenso:

2) CASO 2 - Richiesta di pagamento del compenso e rimborso di spese di missione autorizzata 1. CASO 1 - Richiesta di pagamento del compenso: 1 Istruzioni per la compilazione della notula per prestazione occasionale Si possono verificare le seguenti situazioni: 1) CASO 1 - Richiesta di pagamento del compenso 2) CASO 2 - Richiesta di pagamento

Dettagli

I nuovi rapporti di lavoro nella Pubblica Amministrazione. Vincenzo Tedesco e Rolando Vivaldi

I nuovi rapporti di lavoro nella Pubblica Amministrazione. Vincenzo Tedesco e Rolando Vivaldi I nuovi rapporti di lavoro nella Pubblica Amministrazione Vincenzo Tedesco e Rolando Vivaldi Infine i lavoratori interinali nell anno 2001 sono aumentati rispetto al 2000 negli Enti di Ricerca del 150%,

Dettagli

L. 12 novembre 2011, n. 183 (in G.U , S.O. n. 265) Contributo INPS gestione separata Aumento delle aliquote per l anno 2012

L. 12 novembre 2011, n. 183 (in G.U , S.O. n. 265) Contributo INPS gestione separata Aumento delle aliquote per l anno 2012 5 gennaio 2012 INFORMAZIONI FISCALI L. 12 novembre 2011, n. 183 (in G.U. 14.11.2011, S.O. n. 265) Contributo INPS gestione separata Aumento delle aliquote per l anno 2012 L'art. 22, comma 1 della L. 12.11.2011,

Dettagli

riscossione dei contributi dovuti ai sensi del presente decreto dai soggetti iscritti all apposita gestione istituita presso l INPS.

riscossione dei contributi dovuti ai sensi del presente decreto dai soggetti iscritti all apposita gestione istituita presso l INPS. DM 2 maggio 1996, n. 281 Regolamento recante modalità e termini per il versamento del contributo previsto dall art. 2, comma 30, della legge 8 agosto 1995, n. 335. IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA

Dettagli

2) CASO 2 - Richiesta di pagamento del compenso e rimborso di spese di missione autorizzata

2) CASO 2 - Richiesta di pagamento del compenso e rimborso di spese di missione autorizzata 1 Istruzioni per la compilazione della notula per prestazione occasionale Si possono verificare le seguenti situazioni: 1) CASO 1 - Richiesta di pagamento del compenso 2) CASO 2 - Richiesta di pagamento

Dettagli

MODELLI PREVIDENZIALI, FISCALI ED ASSICURATIVI

MODELLI PREVIDENZIALI, FISCALI ED ASSICURATIVI CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE Allegato 4 MODELLI PREVIDENZIALI, FISCALI ED ASSICURATIVI PER TITOLARI DI CONTRATTI DI PRESTAZIONE D OPERA IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA ED IN

Dettagli

GESTIONE SEPARATA ENPAPI RISPOSTE AI DUBBI PIÙ FREQUENTI DEI COLLABORATORI

GESTIONE SEPARATA ENPAPI RISPOSTE AI DUBBI PIÙ FREQUENTI DEI COLLABORATORI GESTIONE SEPARATA ENPAPI RISPOSTE AI DUBBI PIÙ FREQUENTI DEI COLLABORATORI ISCRIZIONE Chi è obbligato ad iscriversi alla Gestione Separata ENPAPI? A decorrere dal 1 gennaio 2012 è istituita la Gestione

Dettagli

NORME PREVIDENZIALI/FISCALI

NORME PREVIDENZIALI/FISCALI NORME PREVIDENZIALI/FISCALI 1. Legge 8 agosto 1995, n. 335, art. 2, commi 26-31 (Gestione separata INPS) 2. Art. 2, comma 57, L. 28 giugno 2012 n. 92 (Aliquote gestione separata) 3. Art.1, comma 203, L.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 2/E. Roma, 5 gennaio Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

RISOLUZIONE N. 2/E. Roma, 5 gennaio Direzione Centrale Normativa e Contenzioso RISOLUZIONE N. 2/E Roma, 5 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello ai sensi dell articolo 11 legge 27 luglio 2000, n. 212- ALFA S.p.A.- Compensi ai componenti

Dettagli

Il lavoro autonomo nei decreti attuativi del Jobs Act: ricadute sulle Amministrazioni pubbliche

Il lavoro autonomo nei decreti attuativi del Jobs Act: ricadute sulle Amministrazioni pubbliche Luca Busico Il lavoro autonomo nei decreti attuativi del Jobs Act: ricadute sulle Amministrazioni pubbliche 9 ottobre 2015 ART. 2094 COD. CIV. Prestatore di lavoro subordinato È prestatore di lavoro subordinato

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE 1 OGGETTO CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO QUESITO (posto in data 14 ottobre 2009) In data 01/02/2008 mi viene conferito l incarico temporaneo di durata non superiore a mesi 6, rinnovato in continuità

Dettagli

NEWSLETTER 27/2015. Corato, 19 novembre 2015 SOMMARIO

NEWSLETTER 27/2015. Corato, 19 novembre 2015 SOMMARIO NEWSLETTER 27/2015 Corato, 19 novembre 2015 SOMMARIO 1 DISPOSIZIONI LEGISLATIVE D.lgs. 15 giugno 2015, n. 81 L esposizione che segue, rappresenta una breve sintesi di disposizioni legislative, chiarimenti

Dettagli

COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO

COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO Prot. n 613 Salerno, lì 23 Maggio 2012 A tutti gli iscritti all Albo e nell Elenco Speciale LORO SEDI OGGETTO: Circolare n 90/2012. Le prestazioni occasionali di lavoro autonomo. Colleghi, con la presente,

Dettagli

SPAZIO AZIENDE SETTEMBRE 2017

SPAZIO AZIENDE SETTEMBRE 2017 Ai Nostri Clienti Loro Indirizzi Spazio aziende n. 09 settembre 2017 Con la collaborazione del Centro Studi SEAC siamo lieti di inviarle il n. 09 di Riduzione contributiva in edilizia per il 2017: istruzioni

Dettagli

La nuova disciplina dei contratti di lavoro non standard Piacenza, 16 maggio 2008

La nuova disciplina dei contratti di lavoro non standard Piacenza, 16 maggio 2008 La nuova disciplina dei contratti di lavoro non standard Piacenza, 16 maggio 2008 Intervento di Vincenzo Ferrante Professore nell Università Cattolica di Piacenza 1 Le collaborazioni coordinate e continuative

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: GESTIONE SEPARATA INPS LAVORATORI AUTONOMI E COLLABORATORI CONTRIBUZIONE ARTIGIANI E COMMERCIANTI PER L ANNO 2013 1. Premesse Di seguito

Dettagli

CONSEGNA DELLE CERTIFICAZIONI DEI SOSTITUTI D IMPOSTA

CONSEGNA DELLE CERTIFICAZIONI DEI SOSTITUTI D IMPOSTA CONSEGNA DELLE CERTIFICAZIONI DEI SOSTITUTI D IMPOSTA Con la presente si ricorda il termine del 28 febbraio 2014 per la consegna delle certificazioni dei compensi corrisposti nel corso dell anno solare

Dettagli

Sono pertanto obbligatoriamente assoggettati a contribuzione presso ENPAPI i redditi di natura autonoma percepiti da:

Sono pertanto obbligatoriamente assoggettati a contribuzione presso ENPAPI i redditi di natura autonoma percepiti da: GESTIONE SEPARATA ENPAPI FAQ RISPOSTE AI DUBBI PIÙ FREQUENTI DEI COMMITTENTI Qual è l ambito di applicazione della nuova normativa previdenziale? A decorrere dal 1 gennaio 2012 sono iscritti alla Gestione

Dettagli

DENOMINAZIONE ENTE AREA FINANZA E FISCALE UNITA LAVORO AUTONOMO E CO.CO.CO.

DENOMINAZIONE ENTE AREA FINANZA E FISCALE UNITA LAVORO AUTONOMO E CO.CO.CO. ALL. B 5 DENOMINAZIONE ENTE AREA FINANZA E FISCALE UNITA LAVORO AUTONOMO E CO.CO.CO. Dichiarazione dei DATI PERSONALI PER I COLLABORATORI ESTERNI Io sottoscritto/a Tel. / e- mail codice fiscale : o (se

Dettagli

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA RISOLUZIONE N. 275/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 luglio 2008 OGGETTO: Interpello ai sensi dell art. 11 della legge n. 212 del 2000 regime per i contribuenti minimi legge 24 dicembre

Dettagli

MODELLO N. 4 LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE

MODELLO N. 4 LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE MODELLO N. 4 LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE DA UTILIZZARE ESCLUSIVAMENTE PER PRESTAZIONI DI LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE RESE DA SOGGETTI RESIDENTI NEL TERRITORIO DELLO STATO NON TITOLARI DI PARTITA I.V.A.

Dettagli

Persona che si obbliga a compiere verso un corrispettivo un opera o un servizio, con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione

Persona che si obbliga a compiere verso un corrispettivo un opera o un servizio, con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione Area Lavoro e Previdenza LE COLLABORAZIONI COORDINATE E CONTINUATIVE, IL LAVORO A PROGETTO E IL LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE Milano, 20 giugno 2007 Valeria Innocenti 1 2 LAVORATORE AUTONOMO (art. 2222 c.c.

Dettagli

Le collaborazioni occasionali alla luce della circolare n 103 dell Inps datata 6 luglio 2004

Le collaborazioni occasionali alla luce della circolare n 103 dell Inps datata 6 luglio 2004 Le collaborazioni occasionali alla luce della circolare n 103 dell Inps datata 6 luglio 2004 della Dott.ssa Jessica Querzoli Il lavoro autonomo occasionale è regolato in via generale dall art. 2222 del

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DICHIARAZIONE PER COMPENSI A COLLABORATORI ESTERNI RESIDENTI IN ITALIA E PER INQUADRAMENTO FISCALE, PREVIDENZIALE E ASSICURATIVO Il/La sottoscritto/a Codice Fiscale Partita

Dettagli

DIRITTO DEL LAVORO. Nozioni base

DIRITTO DEL LAVORO. Nozioni base DIRITTO DEL LAVORO Nozioni base CONTENUTI Obiettivi delle lezioni Suddivisioni del diritto del lavoro Le fonti del diritto del lavoro Autonomia e subordinazione Lavoro subordinato Lavoro parasubordinato

Dettagli

Lavoro occasionale accessorio contratto a progetto contratto di lavoro occasionale: analisi e. Loredana Rosato, DPL Rovigo

Lavoro occasionale accessorio contratto a progetto contratto di lavoro occasionale: analisi e. Loredana Rosato, DPL Rovigo Lavoro occasionale accessorio contratto a progetto contratto di lavoro occasionale: analisi e confronti Loredana Rosato, DPL Rovigo Seminario sul lavoro Corso per volontari dell accoglienza CSV Rovigo

Dettagli

Renato Sarica. Consulente del lavoro in Torino

Renato Sarica. Consulente del lavoro in Torino Studio Sarica e Associati Via Barbaroux 6-10122 Torino Tel 011.53.41.73 Fax 011.53.10.54 www.consulentedellavorotorino.it Renato Sarica Consulente del lavoro in Torino Tipologie di contratti Riferimenti

Dettagli

COSTO DEL LAVORO NELL IMPRESA

COSTO DEL LAVORO NELL IMPRESA COSTO DEL LAVORO NELL IMPRESA SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI CONFRONTO DEI COSTI AZIENDALI COLLABORATORE OCCASIONALE PROFESSIONISTA COLLABORATORE COORDINATO E CONTINUATIVO LAVORATORE DIPENDENTE Disposizioni

Dettagli

LA GESTIONE SEPARATA I.N.P.S. LAVORATORI AUTONOMI OCCASIONALI. Contributo di Anzelmo Giuseppe

LA GESTIONE SEPARATA I.N.P.S. LAVORATORI AUTONOMI OCCASIONALI. Contributo di Anzelmo Giuseppe LA GESTIONE SEPARATA I.N.P.S. LAVORATORI AUTONOMI OCCASIONALI Contributo di Anzelmo Giuseppe PREMESSA La Gestione Separata I.N.P.S. è stata istituita nell anno 1995 ed è regolamentata dalla Legge 335 dello

Dettagli

La collaborazione degli esperti esterni con l istituzione scolastica Susanna Granello

La collaborazione degli esperti esterni con l istituzione scolastica Susanna Granello PON 2007-2013 Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II Capacità istituzionale Obiettivo H Sviluppo delle competenze dei dirigenti scolastici e dei DSGA nella programmazione e gestione di attività e progetti

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 25 del 18 Febbraio 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata, artigiani e commercianti: le aliquote da applicare per il 2014 Gentile cliente, con la presente

Dettagli

Dott.ssa Antonella Arvedi Ufficio Programmazione e Controllo Direzionale

Dott.ssa Antonella Arvedi Ufficio Programmazione e Controllo Direzionale Dott.ssa Antonella Arvedi Ufficio Programmazione e Controllo Direzionale Per esigenze cui non possono far fronte con il personale in servizio, le amministrazioni pubbliche possono conferire incarichi individuali

Dettagli

In riferimento a tale disposizione, sciogliendo la riserva contenuta nella circolare n. 9 del 22 gennaio

In riferimento a tale disposizione, sciogliendo la riserva contenuta nella circolare n. 9 del 22 gennaio Direzione Centrale delle Entrate Contributive Roma, 6 Luglio 2004 Circolare n. 103 Allegati 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio N. 5 del 14 Gennaio 2014 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Legge di stabilità 2014: aumento delle detrazioni IRPEF per redditi di lavoro dipendente e assimilati Gentile cliente,

Dettagli

Circolare N. 140 del 13 Ottobre 2016

Circolare N. 140 del 13 Ottobre 2016 Circolare N. 140 del 13 Ottobre 2016 Lavoro accessorio: con i correttivi al Jobs Act cambia la comunicazione Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con il D.Lgs. n. 185 del 24.09.2016

Dettagli

In allegato si riporta Spazio aziende n. 12 del mese di dicembre 2014.

In allegato si riporta Spazio aziende n. 12 del mese di dicembre 2014. Spazio aziende è destinato alla clientela dello studio o dell associazione e contiene, con un linguaggio semplice, una sintesi delle ultime novità, un commento relativo ad argomenti di utilità generale

Dettagli

CIRCOLARE N. 1 DEL 09 GENNAIO 2017 NUOVE ALIQUOTE CONTRIBUTIVE INPS DAL 2017

CIRCOLARE N. 1 DEL 09 GENNAIO 2017 NUOVE ALIQUOTE CONTRIBUTIVE INPS DAL 2017 CIRCOLARE N. 1 DEL 09 GENNAIO 2017 NUOVE ALIQUOTE CONTRIBUTIVE INPS DAL 2017 Rif. normativi e di prassi: Art. 1 co. 165 della L. 11.12.2016 n. 232 (legge di bilancio 2017) In sintesi La Legge di Bilancio

Dettagli

Circolare n. 1/2004. Roma, 29 gennaio 2004 P.le Aldo Moro, ROMA Tel. (06) Fax (06)

Circolare n. 1/2004. Roma, 29 gennaio 2004 P.le Aldo Moro, ROMA Tel. (06) Fax (06) Circolare n. 1/2004 Roma, 29 gennaio 2004 P.le Aldo Moro, 7-00185 ROMA Tel. (06) 4993.1 - Fax (06) 4461954 Dipartimento per i Servizi Tecnici e di Supporto Servizio VII - Ragioneria della Struttura Amministrativa

Dettagli

MODELLO N. 5 LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE

MODELLO N. 5 LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE MODELLO N. 5 LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE MODULO DA UTILIZZARE ESCLUSIVAMENTE PER PRESTAZIONI DI LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE RESE DA SOGGETTI NON RESIDENTI NEL TERRITORIO DELLO STATO (COMUNITARI OVVERO

Dettagli

REDDITI DI LAVORO AUTONOMO

REDDITI DI LAVORO AUTONOMO DIRITTO TRIBUTARIO Dr. Maurizio Tambascia REDDITI DI LAVORO AUTONOMO REDDITI DI LAVORO AUTONOMO. 1 - DEFINIZIONE. Il reddito di lavoro autonomo è quello derivante dall esercizio di attività lavorative

Dettagli

IL RAPPORTO DI LAVORO PARASUBORDINATO ALLA LUCE DEL JOBS ACT

IL RAPPORTO DI LAVORO PARASUBORDINATO ALLA LUCE DEL JOBS ACT IL RAPPORTO DI LAVORO PARASUBORDINATO ALLA LUCE DEL JOBS ACT 1 IL RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO a) definizione E prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga - mediante retribuzione - a collaborare

Dettagli

I NUOVI CONTRATTI DI LAVORO Il lavoro a tempo parziale

I NUOVI CONTRATTI DI LAVORO Il lavoro a tempo parziale Il lavoro a tempo parziale Aliquota contributiva complessiva 39,67% 4 OP. P.T. IMP. P.T. O00 Y00 MA00 FZ00 1 26 1.680 636 1 26 2.000 757 1 1 4 3 106 142 1.120 1.710 424 648 11 300 6.510 2.465 2.465 140

Dettagli

LA GESTIONE SEPARATA I.N.P.S. LAVORATORI AUTONOMI OCCASIONALI

LA GESTIONE SEPARATA I.N.P.S. LAVORATORI AUTONOMI OCCASIONALI LA GESTIONE SEPARATA I.N.P.S. LAVORATORI AUTONOMI OCCASIONALI Contributo di Giuseppe Anzelmo Anno 2013 PREMESSA La Gestione Separata I.N.P.S. è stata istituita nell anno 1995 ed è regolamentata dalla Legge

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA SCHEDA INFORMATIVA DEL COLLABORATORE ESTERNO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA SCHEDA INFORMATIVA DEL COLLABORATORE ESTERNO Cod.. 12621570154 SCHEDA INFORMATIVA DEL COLLABORATORE ESTERNO A) DICHIARAZIONE DEI DATI PERSONALI (AI SENSI DELL ART. 46 DEL D.P.R. N. 445 DEL 28.12.2000) Io sottoscritto/a Tel./e-mail fiscale: o (se

Dettagli

Le collaborazioni coordinate e continuative e il lavoro a progetto nel Jobs Act: cosa cambia?

Le collaborazioni coordinate e continuative e il lavoro a progetto nel Jobs Act: cosa cambia? Dalle collaborazioni coordinate e continuative al lavoro a progetto, e ritorno Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Dipartimento di Economia Aziendale marzo 2015 Modena Le collaborazioni coordinate

Dettagli

Compensi, rimborsi, indennità e premi erogati dalle A.S.D e S.S.D.

Compensi, rimborsi, indennità e premi erogati dalle A.S.D e S.S.D. Compensi, rimborsi, indennità e premi erogati dalle A.S.D e S.S.D. QUALI SONO I COMPENSI DI CUI PARLEREMO Si tratta dei compensi percepiti dagli sportivi dilettanti, dai collaboratori tecnici, dagli arbitri,

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 41 04.03.2015 Gestione separata: aliquota bloccata al 27,72% Stop all incremento contributivo per gli autonomi. Per quest anno,

Dettagli

Nato a (Prov. ) CAP il. Residente in via (Prov. ) CAP. Recapito telefonico. Indirizzo posta elettronica DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA

Nato a (Prov. ) CAP il. Residente in via (Prov. ) CAP. Recapito telefonico. Indirizzo posta elettronica DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA Il sottoscritto: (compilare in stampatello, in modo chiaro e leggibile) Al Direttore del Dipartimento di Scienze Medico-Chirurgiche e di Medicina Traslazionale Cognome Nome S E D E Nato a (Prov. ) CAP

Dettagli

Datori di lavoro. I contratti di inserimento possono essere stipulati da: enti pubblici economici, imprese e loro consorzi; gruppi di imprese;

Datori di lavoro. I contratti di inserimento possono essere stipulati da: enti pubblici economici, imprese e loro consorzi; gruppi di imprese; Datori di lavoro I contratti di inserimento possono essere stipulati da: enti pubblici economici, imprese e loro consorzi; gruppi di imprese; associazioni professionali, socio-culturali, sportive; fondazioni;

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DICHIARAZIONE PER COMPENSI A COLLABORATORI ESTERNI E PER INQUADRAMENTO FISCALE, PREVIDENZIALE E ASSICURATIVO RESIDENTI IN ITALIA Il/La sottoscritto/a Codice Fiscale Partita

Dettagli

SCADENZE DEL MESE DI LUGLIO 2015

SCADENZE DEL MESE DI LUGLIO 2015 SCADENZE DEL MESE DI LUGLIO 2015 Da mercoledì 1 DURC Documento unico di regolarità contributiva. Da oggi è operativa la nuova procedura di rilascio on line del DURC (documento richiesto in caso di servizi

Dettagli

COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL F AX INFORMATIVA N. 1/2015

COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL F AX INFORMATIVA N. 1/2015 Como, 19.1.2015 INFORMATIVA N. 1/2015 Aliquote contributive per gli iscritti alla Gestione separata INPS Aumenti per il 2015 INDICE 1 PREMESSA... pag. 2 2 LAVORATORI OBBLIGATI ALL ISCRIZIONE ALLA GESTIONE

Dettagli

collaboratori (a (a progetto e vecchie co.co.co.) incaricati alle vendite a domicilio professionisti associati in in partecipazione

collaboratori (a (a progetto e vecchie co.co.co.) incaricati alle vendite a domicilio professionisti associati in in partecipazione Sezione prima - Aspetti generali Soggetti obbligati SOGGETTI OBBLIGATI I soggetti obbligati alla contribuzione previdenziale in esame, individuati dall art. 2, comma 26, Legge 8 agosto 1995, n. 335, si

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore

730, Unico 2016 e Studi di settore 730, Unico 2016 e Studi di settore N. 37 28.04.2016 Lavoro autonomo occasionale Categoria: Irpef Sottocategoria: Redditi di lavoro autonomo A cura di Devis Nucibella L'art. 67, co. 1, lett. l), D.P.R.

Dettagli

IL CONGUAGLIO DI FINE ANNO E LA CERTIFICAZIONE UNICA DEI

IL CONGUAGLIO DI FINE ANNO E LA CERTIFICAZIONE UNICA DEI IL CONGUAGLIO DI FINE ANNO E LA CERTIFICAZIONE UNICA DEI COMPENSI 1 Relatore Dott. Enzo Cuzzola compafvg - centro di competenza per la pubblica amministrazione / Sede Legale - Piazza XX Settembre, 2-33100

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 CIRCOLARE A.F. N. 3 del 9 Gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti

Dettagli

5. ANALISI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO

5. ANALISI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO DETERMINAZIONE DEL COSTO DETERMINAZIONE DEL COSTO 5. ANALISI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO TIPOLOGIE DI CONTRATTI Al fine di procedere con una comparazione quanto più omogenea, si raffrontano i vari

Dettagli

Gli esempi di compilazione

Gli esempi di compilazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 42 09.02.2015 CU 2015: la certificazione lavoro autonomo Gli esempi di compilazione Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Varie Dal 2015 i sostituti

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 31/01/2017

Direzione Centrale Entrate. Roma, 31/01/2017 Direzione Centrale Entrate Roma, 31/01/2017 Circolare n. 21 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DALL ISTANTE

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DALL ISTANTE RISOLUZIONE N. 234/E Roma, 22 agosto 2007 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Oggetto:Consulenza giuridica ai sensi della circolare 18 maggio 2000, n. 99- Ritenute alla fonte su redditi di lavoro

Dettagli

INPS: aliquote contributive, aliquote di computo, massimale e minimale per la gestione separata

INPS: aliquote contributive, aliquote di computo, massimale e minimale per la gestione separata 1) Documentazione disponibile (sito esterno, INPS) >>> INPS, 12 febbraio 2013, Comunicato Aliquote 2013 Gestione separata Data pubblicazione: 12/02/2013 Per l anno 2013, l aliquota contributiva e di computo

Dettagli

Direzione Generale Ufficio Programmazione Finanziaria e Controllo Il Dirigente

Direzione Generale Ufficio Programmazione Finanziaria e Controllo Il Dirigente Allegato alla Circolare n. 27 /2017 Direzione Generale Ufficio Programmazione Finanziaria e Controllo Il Dirigente Roma, 31 ottobre 2017 Oggetto: Gestione Separata Inps: Articolo 7 Legge n. 81 del 22 maggio

Dettagli

COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL F AX INFORMATIVA N. 4/2017

COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL F AX INFORMATIVA N. 4/2017 Como, 9.1.2017 INFORMATIVA N. 4/2017 ALIQUOTE CONTRIBUTIVE PER GLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA INPS PER IL 2017 INDICE 1 Premessa... pag. 2 2 Lavoratori iscritti alla Gestione separata... pag. 2 2.1

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 37 12.10.2016 Le provvigioni passive per agenti e rappresentanti Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie La casa mandante è tenuta a liquidare

Dettagli

CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E RAPPORTI DI LAVORO SUBORDINATO, AUTONOMO E PARASUBORDINATO. della Dott.ssa Raffaella De Vico

CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E RAPPORTI DI LAVORO SUBORDINATO, AUTONOMO E PARASUBORDINATO. della Dott.ssa Raffaella De Vico CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E RAPPORTI DI LAVORO SUBORDINATO, AUTONOMO E PARASUBORDINATO della Dott.ssa Raffaella De Vico Nel nostro ordinamento giuridico, l inserimento del lavoratore nella categoria dei

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE PREVIBANK iscritto all Albo dei Fondi Pensione al n. 1059 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 Luglio 2014) Pagina 1 di 6 Versione Luglio 2014 PREMESSA Le informazioni fornite nel

Dettagli

SCADENZE DEL MESE DI OTTOBRE 2012

SCADENZE DEL MESE DI OTTOBRE 2012 SCADENZE DEL MESE DI OTTOBRE 2012 Entro lunedì 1 (il 30 settembre è festivo) 5XMILLE 2012: SANATORIA 1. Domande relative al 5xmille 2012 omesse o lacunose. Entro oggi gli enti potenzialmente beneficiari

Dettagli

In allegato si riporta Spazio aziende n. 09 del mese di settembre 2016.

In allegato si riporta Spazio aziende n. 09 del mese di settembre 2016. Spazio aziende è destinato alla clientela dello studio o dell associazione e contiene, con un linguaggio semplice, una sintesi delle ultime novità, un commento relativo ad argomenti di utilità generale

Dettagli

IVA LIQUIDAZIONE MENSILE Liquidazione IVA riferita al mese di agosto e versamento dell imposta dovuta.

IVA LIQUIDAZIONE MENSILE Liquidazione IVA riferita al mese di agosto e versamento dell imposta dovuta. CIRCOLARE N. 9/2016 SCADENZE FISCALI SETTEMBRE 2016 GIOVEDÌ 15 SETTEMBRE IVA CORRISPETTIVI GRANDE DISTRIBUZIONE Invio telematico dei corrispettivi relativi al mese di agosto da parte delle imprese della

Dettagli

D.Lgs , n. 276

D.Lgs , n. 276 D.Lgs. 10-09-2003, n. 276 TITOLO VII TIPOLOGIE CONTRATTUALI A PROGETTO E OCCASIONALI CAPO I Lavoro a progetto e lavoro occasionale Art. 61. - Definizione e campo di applicazione 1. Ferma restando la disciplina

Dettagli

Aliquote contributive per gli iscritti alla Gestione separata INPS - Aumenti per il 2015

Aliquote contributive per gli iscritti alla Gestione separata INPS - Aumenti per il 2015 Studio Ferrari & Genoni Dottori Commercialisti Tel 0331 683290 683750 Via Orru 1 fax 0331 380680 21052 - BUSTO ARSIZIO VA A TUTTI I SIGNORI CLIENTI - Loro Sedi Circolare n. 1 del 9 gennaio 2015 Aliquote

Dettagli

Oggetto: Assoggettamento ad IVA delle somme corrisposte all associato, nel quadro di un contratto di associazione in partecipazione.

Oggetto: Assoggettamento ad IVA delle somme corrisposte all associato, nel quadro di un contratto di associazione in partecipazione. R is oluzione 30 luglio 2002 n. 252/ E, AGENZIA DELLE ENTRATE Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Oggetto: Assoggettamento ad IVA delle somme corrisposte all associato, nel quadro di un contratto

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio del 9 Gennaio 2015 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza

Dettagli

30 aprile 2012. 30 aprile 2012. 30 aprile 2012. 26 aprile 2012. 16 aprile 2012. rimborso del credito iva trimestrale. elenco clienti - fornitori

30 aprile 2012. 30 aprile 2012. 30 aprile 2012. 26 aprile 2012. 16 aprile 2012. rimborso del credito iva trimestrale. elenco clienti - fornitori 30 aprile 2012 rimborso del credito iva trimestrale I soggetti che rispettano determinati requisiti possono chiedere a rimborso e/o utilizzare in compensazione il credito IVA trimestrale presentando il

Dettagli

L ACE e le modifiche all IRAP

L ACE e le modifiche all IRAP 27 gennaio 2012 L ACE e le modifiche all IRAP dr. prof. Franco Vernassa 1 Indice L Aiuto alla Crescita Economica (ACE) I tre interventi all IRAP 2 27 gennaio 2012 L Aiuto alla Crescita Economica (ACE)

Dettagli

ATTIVITA DI LAVORO AUTONOMO

ATTIVITA DI LAVORO AUTONOMO EVOLUZIONE DELLA MISURA DEI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI OBBLIGATORI DOVUTI PER L ISCRIZIONE ALLA GESTIONE SEPARATA INPS DI CUI ALL ART. 2, C. 26, DELLA L. 335/95 - ATTIVITA DI LAVORO AUTONOMO - RAPPORTI DI

Dettagli

Il diritto del lavoro è il complesso di norme che disciplinano il rapporto di lavoro e che tutelano

Il diritto del lavoro è il complesso di norme che disciplinano il rapporto di lavoro e che tutelano DIRITTO DEL LAVORO NOZIONE Il diritto del lavoro è il complesso di norme che disciplinano il rapporto di lavoro e che tutelano oltre che l interesse economico, anche la libertà, dignità, e personalità

Dettagli

Ai Sigg. Clienti Loro indirizzi. OGGETTO: Aliquote contributive per gli iscritti alla Gestione separata INPS per il 2017

Ai Sigg. Clienti Loro indirizzi. OGGETTO: Aliquote contributive per gli iscritti alla Gestione separata INPS per il 2017 Torino, lì 13 febbraio 2017 Circolare n. 01/2017 Ai Sigg. Clienti Loro indirizzi OGGETTO: Aliquote contributive per gli iscritti alla Gestione separata INPS per il 2017 Con riferimento all anno 2017, la

Dettagli

Ai gentili Clienti dello Studio

Ai gentili Clienti dello Studio INFORMATIVA N. 11 / 2017 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2017 Si ricordano le seguenti novità : 1. TITOLARI PARTITA IVA MODALITA DI VERSAMENTO MODELLO F24

Dettagli

12 CORSO NAZIONALE CONI PER TECNICI DI IV LIVELLO EUROPEO Anno Disciplina dei rapporti di lavoro e problematiche

12 CORSO NAZIONALE CONI PER TECNICI DI IV LIVELLO EUROPEO Anno Disciplina dei rapporti di lavoro e problematiche 12 CORSO NAZIONALE CONI PER TECNICI DI IV LIVELLO EUROPEO Anno 2012 Disciplina dei rapporti di lavoro e problematiche fiscali nello sport dilettantistico Fabio Romei Roma, 14 febbraio 2012 Le prestazioni

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 4 del 12 Gennaio 2016 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: carico contributivo dal 01.01.2016 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

giugno 2016 LE ULTIME NOVITÀ

giugno 2016 LE ULTIME NOVITÀ Riduzione dell orario di lavoro per i lavoratori prossimi alla pensione Circolare INPS n. 90 del 26 maggio 2016 Decreto interministeriale 7 aprile 2016 Indicazioni su Tirocini e Programma Garanzia Giovani

Dettagli

Circolare N. 4 del 12 Gennaio 2016

Circolare N. 4 del 12 Gennaio 2016 Circolare N. 4 del 12 Gennaio 2016 Gestione separata INPS: carico contributivo dal 01.01.2016 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, con riferimento all anno 2016, la disciplina della

Dettagli

Ufficio VI. Oggetto: Gestione separata INPS di cui all art. 2, comma 26 della Legge 8 agosto 1995, n. 335.

Ufficio VI. Oggetto: Gestione separata INPS di cui all art. 2, comma 26 della Legge 8 agosto 1995, n. 335. Ufficio VI Prot.n. 3020/PC14 Torino, 5/03/2008 Circ. Reg. nr. 71 Ai Dirigenti e Funzionari Reggenti degli Uffici Scolastici Provinciali della Regione Piemonte Ai Dirigenti Scolastici delle Istituzioni

Dettagli

SCADENZARIO Le principali scadenze del mese di Ottobre 2012

SCADENZARIO Le principali scadenze del mese di Ottobre 2012 SCADENZARIO Le principali scadenze del mese di Ottobre 2012 AGENDA FISCALE OTTOBRE 2012 SCADENZA ASSOCIAZIONI ADEMPIMENTI TITOLARI DI CONTRATTI DI LOCAZIONE TENUTE ALLA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE

Dettagli

Oggetto: approfondimenti relativi alla riforma del lavoro:aspetti fiscali e previdenziali.

Oggetto: approfondimenti relativi alla riforma del lavoro:aspetti fiscali e previdenziali. Ferrara, 19 dicembre 2003 A TUTTI I CLIENTI LORO INDIRIZZI Oggetto: approfondimenti relativi alla riforma del lavoro:aspetti fiscali e previdenziali. L introduzione della legge sulla Riforma del Lavoro

Dettagli

Circolare N. 18 del 8 Febbraio 2017

Circolare N. 18 del 8 Febbraio 2017 Circolare N. 18 del 8 Febbraio 2017 Gestione separata INPS: carico contributivo dal 01.01.2017 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la circ. 31.1.2017 n. 21, l'inps è intervenuto

Dettagli

TRATTAMENTO FISCALE APPLICABILE AI PREMI CONTRIBUTI E COMPENSI CORRISPOSTI DALLA F.I.S.E. E DAGLI ALTRI OPERATORI DEGLI SPORT EQUESTRI

TRATTAMENTO FISCALE APPLICABILE AI PREMI CONTRIBUTI E COMPENSI CORRISPOSTI DALLA F.I.S.E. E DAGLI ALTRI OPERATORI DEGLI SPORT EQUESTRI TRATTAMENTO FISCALE APPLICABILE AI PREMI CONTRIBUTI E COMPENSI CORRISPOSTI DALLA F.I.S.E. E DAGLI ALTRI OPERATORI DEGLI SPORT EQUESTRI Il presente documento è stato redatto allo scopo di fornire una veloce

Dettagli

Periodico informativo n. 104/2013. Artigiani e commercianti. Versamento III rata 2013

Periodico informativo n. 104/2013. Artigiani e commercianti. Versamento III rata 2013 Periodico informativo n. 104/2013 Artigiani e commercianti. Versamento III rata 2013 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che, entro il 18

Dettagli