IL COSTO AMMORTIZZATO E I DERIVATI NEL BILANCIO 2016

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL COSTO AMMORTIZZATO E I DERIVATI NEL BILANCIO 2016"

Transcript

1 IL COSTO AMMORTIZZATO E I DERIVATI NEL BILANCIO 2016 Seminario di approfondimento sui nuovi criteri di valutazione Como, 5 dicembre 2016 Relatore: Dott. SIMONE TREZZI Dottore Commercialista in Como e Revisore Legale Dottore di ricerca presso Università degli Studi di Milano - Bicocca 1

2 Agenda dell intervento PREMESSA RECEPIMENTO DIRETTIVA 2013/34/UE E D.LGS 139/2015 CLASSIFICAZIONE DIMENSIONALE DI IMPRESE E GRUPPI LA COMPOSIZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO I PRINCIPI GENERALI DI REDAZIONE DEL BILANCIO LA TRANSIZIONE AI NUOVI PRINCIPI ASPETTI GENERALI PARTE I Il costo ammortizzato e l attualizzazione per la valutazione di crediti, debiti e titoli di debito DEFINIZIONI E CONCETTI GENERALI Le disposizioni del codice civile Definizione di costo ammortizzato Una prima esemplificazione Il processo di attualizzazione DISPOSIZIONI DEI NUOVI OIC REVISED 2016 OIC 15 Crediti OIC 19 Debiti OIC 20 Titoli di debito CASISTICHE OPERATIVE Operazioni finanziarie a tasso variabile Svalutazione titoli per perdite di valore e ripristini Gestione dei ratei degli interessi effettivi Finanziamenti soci infruttiferi VALUTAZIONE ED ESPOSIZIONE NEL BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA E NEL BILANCIO DELLE MICRO-IMPRESE DISPOSIZIONI DI PRIMA APPLICAZIONE PARTE II La valutazione e l esposizione in bilancio degli strumenti finanziari derivati INTRODUZIONE AI DERIVATI Definizioni e concetti generali La valutazione a fair value La contabilizzazione secondo il codice civile I DERIVATI NON DI COPERTURA Iscrizione iniziale e valutazione successiva I DERTIVA DI COPERTURA Introduzione alle operazioni di copertura Tipologie di relazioni di copertura Fair value hedge accounting Cash flow hedge accounting I DERIVATI INCORPORATI (CENNI) Definizione e separazione Il caso: prestito obbligazionario convertibile INFORMAZIONI IN NOTA INTEGRATIVA DISPOSIZIONI DI PRIMA APPLICAZIONE 2

3 Premessa RECEPIMENTO DIRETTIVA 2013/34/UE E D.LGS. 139/2015 Direttiva 2013/34/UE D.Lgs. 18 agosto 2015, n. 139 Abrogazione della IV e VII direttiva sul diritto societario Modifica della direttiva 2006/43/CEE in materia di revisione legale OBIETTIVO: - migliorare la portata informativa del documento contabile (comparabilità) - ridurre gli oneri amministrativi per piccole e medie imprese - tutelare l interesse degli utilizzatori del bilancio rilevanza dell informativa Decorrenza: a partire dagli esercizi aventi inizio dal 1 gennaio 2016 D.Lgs. 139/2015 Azioni proprie Composizione del bilancio Principi di redazione Schemi di stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa Criteri di valutazione Relazione sulla gestione Bilancio abbreviato e semplificato Bilancio consolidato Relazione di revisione 3

4 Premessa CLASSIFICAZIONE DIMENSIONALE DI IMPRESE E GRUPPI CLASSIFICAZIONE DIMENSIONALE DELLE IMPRESE Parametri Micro imprese Piccole imprese Medie/Grandi imprese Stato patrimoniale euro euro > euro Ricavi netti delle vendite e delle prestazioni euro euro > euro Numero medio dipendenti 5 unità 50 unità > 50 unità CLASSIFICAZIONE DIMENSIONALE DEI GRUPPI Parametri Gruppi piccoli Gruppi medi/grandi Stato patrimoniale euro > euro Ricavi netti delle vendite e delle prestazioni euro > euro Numero medio dipendenti 250 unità > 250 unità Necessario rispettare almeno 2 dei limiti sopra esposti per due esercizi consecutivi 4

5 Premessa LA COMPOSIZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO Articolo 2423 codice civile Gli amministratori devono redigere il bilancio di esercizio, costituito dallo stato patrimoniale, dal conto economico, dal rendiconto finanziario e dalla nota integrativa. Bilancio ex art c.c. Introduzione a norma di legge dell obbligo di redazione del rendiconto finanziario Stato patrimoniale art Nota integrativa art OIC 10 raccomandazione alla redazione Conto economico art Rendiconto finanziario art ter Assume la stessa importanza degli altri documenti di bilancio 5

6 Premessa I PRINCIPI GENERALI DI REDAZIONE DEL BILANCIO Art. 2423, co 4 Non occorre rispettare gli obblighi in tema di rilevazione, valutazione, presentazione e informativa quando la loro osservanza abbia effetti irrilevanti al fine di dare una rappresentazione veritiera e corretta. Rimangono fermi gli obblighi in tema di regolare tenuta delle scritture contabili. Le società illustrano nella nota integrativa i criteri con i quali hanno dato attuazione alla presente disposizione Previsione simile contenuta nello IAS 1 corretta rappresentazione delle informazioni contabili più rilevanti Art bis, co 1 Ante modifiche Post D.Lgs. 139/2015 Nella redazione del bilancio devono essere osservati i seguenti principi: 1) la valutazione delle voci deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell attività, nonché tenendo conto della funzione economica dell elemento dell attivo o del passivo considerato; [ ] Nella redazione del bilancio devono essere osservati i seguenti principi: 1) la valutazione delle voci deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell attività; 1-bis) la rilevazione e la presentazione delle voci è effettuata tenendo conto della sostanza dell operazione o del contratto; [ ] 6

7 Premessa LA TRANSIZIONE AI NUOVI PRINCIPI ASPETTI GENERALI In vigore dal 01/01/2016 per bilanci relativi agli esercizi aventi inizio da quella data, con alcune eccezioni OIC 29R: cambiamento di principi contabili = variazione rispetto al principio contabile adottato nel precedente esercizio. i cambiamenti obbligatori sono contabilizzati in base a quanto previsto dalle disposizione transitorie contenute nella legge o nei nuovi OIC i cambiamenti sono determinati retroattivamente effetti contabili rilevati nei saldi di apertura del patrimonio netto dell esercizio in corso (normalmente negli utili o perdite a nuovo) Voci di bilancio esposte in modo comparativo con esercizio precedente valutazione secondo i nuovi principi contabili come se gli stessi fossero sempre stati applicati cambiamento a decorrere dal primo giorno dell esercizio comparativo (es. per soggetti solari = 01/01/2015) 7

8 Premessa LA TRANSIZIONE AI NUOVI PRINCIPI ASPETTI GENERALI RAPPRESENTAZIONE COMPARATIVA Differenza tra il valore della posta ante e post applicazione delle nuove norme è rappresentata come segue: Bilancio 2015 Bilancio 2016 Effetto cumulato fino al 01/01/2015 Utili e perdite a nuovo Utili e perdite a nuovo Effetto 2015 Utile dell esercizio Utili e perdite a nuovo Effetto Utile dell esercizio Indicazione in nota integrativa dell influenza sulla situazione patrimoniale e sul risultato economico dell applicazione del nuovo principio contabile (anche con prospetti di riconciliazione) e delle motivazioni alla base del cambiamento del principio contabile Dimostrazione degli effetti sul patrimonio netto e sul risultato dell esercizio 8

9 PARTE I Il costo ammortizzato e l attualizzazione per la valutazione di crediti, debiti e titoli di debito 9

10 Definizioni e concetti generali LE DISPOZIONI DEL CODICE CIVILE Art n. 1): le immobilizzazioni rappresentate da titoli sono rilevate in bilancio con il criterio del costo ammortizzato, ove applicabile Rinvio alle definizioni dello IAS 39: scadenza fissa e pagamenti fissi o determinabili (sia per quota capitale sia per interessi) + intenzione a detenere il titolo fino a scadenza Art n. 7): il disaggio e l aggio su prestiti sono rilevati secondo il criterio stabilito dal successivo numero 8 Art n. 8): i crediti e i debiti sono rilevati in bilancio secondo il criterio del costo ammortizzato, tenendo conto del fattore temporale e, per quanto riguarda i crediti, del valore di presumibile realizzo TITOLI IMMOBILIZZATI CREDITI DEBITI Valutazione al costo ammortizzato Per crediti e debiti tenere in considerazione il fattore temporale (attualizzazione con scorporo degli interessi attivi o passivi impliciti) Per crediti tenere conto del presumibile valore di realizzo 10

11 Definizioni e concetti generali DEFINIZIONE DI COSTO AMMORTIZZATO Il costo ammortizzato di un attività o passività finanziaria è il valore a cui è stata misurata al momento della rilevazione iniziale l attività o la passività finanziaria al netto dei rimborsi di capitale, aumentato o diminuito dall ammortamento complessivo utilizzando il criterio dell interesse effettivo su qualsiasi differenza tra il valore iniziale e quello a scadenza, e dedotta qualsiasi riduzione (operata direttamente o attraverso l uso di un accantonamento) a seguito di una riduzione di valore o di irrecuperabilità. Inclusione dei costi di transazione e di ogni altra differenza tra valore iniziale e valore nominale a scadenza Valore iniziale - Rimborsi di capitale +/- Quota ammortamento della differenza tra valore iniziale e valore a scadenza - Riduzione per perdita di valore (per attività) Valore finale Calcolata con il criterio dell interesse effettivo I costi di transazione sono costi marginali direttamente attribuibili all acquisizione, all emissione o alla dismissione di un attività o di una passività finanziaria costo che non sarebbe stato sostenuto se l entità non avesse acquisito, emesso o dismesso lo strumento finanziario 11

12 Definizioni e concetti generali DEFINIZIONE DI COSTO AMMORTIZZATO CRITERIO DELL INTERESSE EFFETTIVO TASSO DI INTERESSE EFFETTIVO (TIE) è un metodo di calcolo del costo ammortizzato di un attività o passività finanziaria (o gruppo di attività o passività finanziarie) e di ripartizione degli interessi attivi o passivi lungo il relativo periodo è il tasso che attualizza esattamente i pagamenti o incassi futuri stimati lungo la vita attesa dello strumento finanziario o, ove opportuno, un periodo più breve al valore contabile netto dell attività o passività finanziaria. Quando si calcola il tasso di interesse effettivo, un entità deve valutare i flussi finanziari tenendo in considerazione tutti i termini contrattuali dello strumento finanziario (per esempio, il pagamento anticipato, un opzione call e simili), ma non deve considerare perdite future su crediti. Il calcolo include tutti gli oneri e punti base pagati o ricevuti tra le parti di un contratto che sono parte integrante del tasso di interesse effettivo (cfr. IAS 18 Ricavi), i costi di transazione e tutti gli altri premi o sconti. Si presume che i flussi finanziari e la vita attesa di un gruppo di strumenti finanziari similari possano essere valutati in modo attendibile. Tuttavia, in quei rari casi in cui non è possibile determinare in modo attendibile i flussi finanziari o la vita attesa di uno strumento finanziario (o gruppo di strumenti finanziari), l entità deve utilizzare i flussi finanziari contrattuali per tutta la durata del contratto dello strumento finanziario (o gruppo di strumenti finanziari) Rappresentazione matematica del TIE Passività finanziarie Attività finanziarie CFE n CFU CFE CFU ( (1 i n t t t 0 1 i) t t t 0 ) 12

13 Definizioni e concetti generali DEFINIZIONE DI COSTO AMMORTIZZATO Procedura operativa Step 1 Determinazione dei flussi di cassa connessi al titolo, credito o debito Step 2 Step 3 Calcolo del tasso interno di rendimento Determinazione degli interessi teorici Determinazione del costo ammortizzato = valore di iscrizione in bilancio 13

14 Definizioni e concetti generali UNA PRIMA ESEMPLIFICAZIONE La società Alfa, in data 30/09/2014, ottiene dalla banca un finanziamento di ,00 euro, da rimborsarsi in 20 rate trimestrali a decorrere dal 31/12/2014. Alla data di erogazione del finanziamento, la banca trattiene commissioni per istruttoria per 2.250,00 euro. Il piano di ammortamento finanziario (tasso fisso) è il seguente: Data Descrizione Importo rata Gestione piano di ammortamento finanziario Quota capitale Quota interessi Capitale residuo 30/09/2014 erogazione ,00 0,00 0, ,00 31/12/2014 rata , , , ,95 31/03/2015 rata , , , ,80 30/06/2015 rata , , , ,46 30/09/2015 rata , , , ,55 31/12/2015 rata , , , ,00 31/03/2016 rata , , , ,60 30/06/2016 rata , , , ,32 30/09/2016 rata , , , ,25 31/12/2016 rata , , , ,24 31/03/2017 rata , , , ,46 30/06/2017 rata , ,39-964, ,07 30/09/2017 rata , ,57-879, ,50 31/12/2017 rata , ,88-784, ,62 31/03/2018 rata , ,76-673, ,86 30/06/2018 rata , ,83-585, ,03 30/09/2018 rata , ,55-494, ,48 31/12/2018 rata , ,28-397, ,20 31/03/2019 rata , ,13-292, ,07 30/06/2019 rata , ,82-197, ,25 30/09/2019 rata , ,25-100,22 0,00 14

15 Definizioni e concetti generali UNA PRIMA ESEMPLIFICAZIONE Tasso interno di rendimento , t ,47 t /365 (1 i) i 2,824% y Come calcolare il tasso interno di rendimento??? Tecniche di interpolazione lineare Valore attuale flussi di cassa x x1 x x 2 TIR 2 1 x x x x Tasso di attualizzazione y y 2 y1 y 1 1 y2 y1) 1 ( y 1 Colonna A B Riga Formule di Microsoft Excel Data Flussi di cassa effettivi 2 30/09/ , /12/ , /03/ , /06/ , /09/ , /12/ , /03/ , /06/ , /09/ , /12/ , /03/ , /06/ , /09/ , /12/ , /03/ , /06/ , /09/ , /12/ , /03/ , /06/ , /09/ ,47 Erogazione ( euro) al netto commissioni (2.250 euro) =TIR.X(B2:B22;A2:A22;0,1) 15

16 Definizioni e concetti generali UNA PRIMA ESEMPLIFICAZIONE Particolarità della funzione di Microsoft Excel TIR.X E una formula iterativa precisione dello 0,000001%. Condizione di definitività del calcolo: P n j 0 ( d j d0 ) dove j (1 rate) P j = j-esimo pagamento d j = j-esima data di pagamento P 1 = prima data di pagamento Gli interessi sono calcolati secondo la capitalizzazione composta: I j C j 1 d j d j 365 [( 1 i) 1 1] E strettamente collegata alla funzione VAN.X 16

17 Definizioni e concetti generali UNA PRIMA ESEMPLIFICAZIONE Data Descrizione Costo Quota interessi Interessi Quota Quota capitale ammortizzato pagati rideterminati commissioni 30/09/2014 erogazione ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 31/12/2014 rata , , , ,44-207,02 31/03/2015 rata , , , ,86-193,54 30/06/2015 rata , , , ,78-186,65 30/09/2015 rata , , , ,02-179,46 31/12/2015 rata , , , ,96-170,04 31/03/2016 rata , , , ,75-158,68 30/06/2016 rata , , , ,27-149,08 30/09/2016 rata , , , ,31-140,91 31/12/2016 rata , , , ,41-130,95 31/03/2017 rata , , , ,83-118,14 30/06/2017 rata , ,39-964, ,40-109,32 30/09/2017 rata , ,57-879,90-980,06-100,16 31/12/2017 rata , ,88-784,59-874,22-89,63 31/03/2018 rata , ,76-673,71-750,90-77,19 30/06/2018 rata , ,83-585,64-652,99-67,35 30/09/2018 rata , ,55-494,92-552,05-57,13 31/12/2018 rata , ,28-397,19-443,20-46,01 31/03/2019 rata , ,13-292,34-326,30-33,96 30/06/2019 rata , ,82-197,65-220,70-23,05 30/09/2019 rata 20 0, ,25-100,22-111,95-11,73 17

18 Definizioni e concetti generali UNA PRIMA ESEMPLIFICAZIONE 30/09/2014 Erogazione finanziamento 30/09/2014 Giroconto costi di transazione 31/12/2014 Rimborso finanziamento rata 1 31/12/2014 Iscrizione quota ammortamento costi transazione Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.IV.1) BANCA C/C ,00 CE.B.7) COMMISSIONI E SPESE BANCARIE 2.250,00 SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI ,00 Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI 2.250,00 CE.B.7) COMMISSIONI E SPESE BANCARIE 2.250,00 Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTI 1.890,42 SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI ,05 SPA.C.IV.1) BANCA C/C ,47 Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTI 207,02 SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI 207,02 Interessi a conto economico = 2.097,44 euro = interessi effettivi Valore finanziamento = ,97 euro = costo ammortizzato 18

19 Definizioni e concetti generali UNA PRIMA ESEMPLIFICAZIONE Esemplificazione rimborso ultima rata finanziamento Costo ammortizzato dopo rata 19 = ,52 euro 30/09/2019 Rimborso finanziamento rata 20 30/09/2019 Iscrizione quota ammortamento costi transazione Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTI 100,22 SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI ,25 SPA.C.IV.1) BANCA C/C ,47 Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTI 11,73 SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI 11,73 Costo ammortizzato dopo rata ,52 Rimborso capitale ,25 Quota ammortamento costi di transazione + 11,73 Costo ammortizzato dopo ultima rata 0,00 19

20 Definizioni e concetti generali IL PROCESSO DI ATTUALIZZAZIONE L attualizzazione consente di stabilire, alla data di valutazione, il valore di un capitale con scadenza futura, anticipandone la disponibilità Il processo di attualizzazione permette di valutare i crediti e i debiti nel rispetto del «fattore temporale» TASSO DI INTERESSE DI MERCATO = tasso applicato da due parti indipendenti per un operazione similare con termini e condizioni comparabili a quella in esame PRINCIPIO FONDAMENTALE Se il tasso di interesse effettivo è significativamente diverso da quello di mercato Il credito o il debito deve essere iscritto al valore attuale dei flussi finanziari futuri scontati per il tasso di interesse di mercato 20

21 Definizioni e concetti generali IL PROCESSO DI ATTUALIZZAZIONE Interconnessione tra costo ammortizzato e attualizzazione Tasso interesse mercato (A) Tasso interesse effettivo (B) Tasso interesse nominale (C) Casistiche: (B) = (A) interessi effettivi = interessi mercato nessun effetto da attualizzazione (B) (A) interessi effettivi interessi di mercato gestione attualizzazione Casistiche: (C) = (B) interessi nominali = interessi effettivi nessun effetto da costo ammortizzato (C) (B) interessi nominali interessi effettivi gestione costo ammortizzato 21

22 Definizioni e concetti generali IL PROCESSO DI ATTUALIZZAZIONE Gestione della rilevazione iniziale e delle valutazioni successive Crediti / debiti commerciali Crediti / debiti finanziari Rilevazione iniziale Credito/debito e ricavo/costo iscritti in bilancio attualizzando il credito/debito al tasso di interesse di mercato Credito/debito iscritto in bilancio al valore attuale utilizzando il tasso di interesse di mercato differenza tra valore nominale e valore attuale a conto economico tra oneri/proventi finanziari Valutazioni successive Differenza tra valore nominale e valore attualizzato a conto economico come provento/onere finanziario (utilizzo tasso di interesse effettivo) Differenza tra valore nominale e valore attualizzato a conto economico come provento/onere finanziario (utilizzo tasso di interesse effettivo) salvo che le caratteristiche dell operazione non inducano ad attribuire a tale componente una diversa natura 22

23 Definizioni e concetti generali IL PROCESSO DI ATTUALIZZAZIONE Esemplificazione Esempio: valore nominale del credito euro. Tasso di interesse nominale = 2%. Tasso di interesse di mercato = 5% (= tasso di interesse effettivo). Durata 4 anni, con pagamento interessi posticipato alla fine dell esercizio. anno valore nominale interessi incassati flussi finanziari valore attuale valore in bilancio iniziale interessi effettivi valore in bilancio finale , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,14 0,00 Totale 8.000, , , ,85 Valore di iscrizione iniziale Interessi effettivi da conto economico 23

24 Definizioni e concetti generali IL PROCESSO DI ATTUALIZZAZIONE CASO 1: credito commerciale 01/01/2016 Iscrizione credito per cessione prodotti Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.II.1) CREDITI VERSO CLIENTI ,15 CE.A.1) RICAVI DI VENDITA ,15 31/12/2016 Rilevati interessi maturati su credito con dilazione di pagamento Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.II.5quater) CREDITI DIVERSI 2.000,00 CE.C.16.d) INTERESSI ATTIVI VERSO CLIENTI 2.000,00 31/12/2016 Adeguamento interessi attivi verso clienti al tasso Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.II.1) CREDITI VERSO CLIENTI 2.468,11 CE.C.16.d) INTERESSI ATTIVI VERSO CLIENTI 2.468,11 Crediti verso clienti al 31/12/2016 = ,26 euro Interessi attivi verso clienti = 4.468,11 euro 24

25 Definizioni e concetti generali IL PROCESSO DI ATTUALIZZAZIONE CASO 2: credito finanziario 01/01/2016 Erogazione finanziamento 31/12/2016 Rilevati interessi maturati su credito finanziario immobilizzato 31/12/2016 Adeguamento interessi attivi su credito finanziario immobilizzato Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.B.III.2.d) CREDITI FINANZIARI VERSO TERZI ,15 SPA.C.IV.1) BANCA C/C ,00 CE.C.17) ONERI FINANZIARI DA ATTUALIZZAZIONE ,85 Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.II.5quater) CREDITI DIVERSI 2.000,00 CE.C.16.a) INTERESSI ATTIVI SU FINANZIAMENTO IMMOB ,00 Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.B.III.2.d) CREDITI FINANZIARI VERSO TERZI 2.468,11 CE.C.16.a) INTERESSI ATTIVI SU FINANZIAMENTO IMMOB ,11 Crediti finanziari immobilizzati al 31/12/2016 = ,26 euro Interessi attivi su finanziamento immobilizzato = 4.468,11 euro 25

26 Disposizioni dei nuovi OIC revised 2016 OIC 15 CREDITI Costo ammortizzato può non applicato se gli effetti sono irrilevanti rispetto al presumibile valore di realizzo. Presunzioni di irrilevanza: - crediti a breve termine (entro 12 mesi) - costi di transazione di scarso rilievo (necessario valutare soglia quantitativa) Costi di transazione per successiva cessione del credito NO inclusione nel calcolo Determinazione dei flussi finanziari futuri considerando tutti i termini contrattuali dell operazione (scadenze, natura del flusso, probabilità di incasso/pagamento anticipato) Esclusione delle perdite su crediti future Attualizzazione esclusa se l effetto è irrilevante rispetto al valore non attualizzato presunzione = crediti a breve termine In caso di interesse contrattuale variabile ricalcolo del TIE con decorrenza dalla data in cui è rideterminato il tasso nominale Particolarità: tasso con clausole contrattuali step-up o step-down Effetti della svalutazione crediti e dei ripristini sul costo ammortizzato (rinvio) 26

27 Disposizioni dei nuovi OIC revised 2016 OIC 19 DEBITI Costo ammortizzato può non applicato se gli effetti sono irrilevanti rispetto al valore nominale. Presunzioni di irrilevanza: - debiti a breve termine (entro 12 mesi) - costi di transazione di scarso rilievo (necessario valutare soglia quantitativa) Costi di transazione: spese istruttoria, perizia valore immobile, commissioni iniziali, spese di emissione, aggi e disaggi di emissione prestiti obbligazionari Determinazione dei flussi finanziari futuri considerando tutti i termini contrattuali dell operazione (scadenze, natura del flusso, probabilità di incasso/pagamento anticipato, premi per estrazione a sorte obbligazioni) Attualizzazione esclusa se l effetto è irrilevante rispetto al valore non attualizzato presunzione = debiti a breve termine Estinzione anticipata (se non prevista precedentemente) differenza tra valore contabile e esborso = provento/onere finanziario (anche per prestiti obbligazionari) In caso di interesse contrattuale variabile ricalcolo del TIE con decorrenza dalla data in cui è rideterminato il tasso nominale Particolarità: tasso con clausole contrattuali step-up o step-down Prestiti obbligazionari (non convertibili) valutazione come altri debiti al costo ammortizzato Gestione contabile dell acquisto di obbligazioni proprie 27

28 Disposizioni dei nuovi OIC revised 2016 OIC 20 TITOLI DI DEBITO Applicazione del costo ammortizzato anche ai titoli non immobilizzati Se flussi connessi al titolo non sono determinabili NO costo ammortizzato Costo ammortizzato non applicato se gli effetti sono irrilevanti rispetto al costo di acquisto. Presunzioni di irrilevanza: titoli detenuti per breve periodo (inferiore a 12 mesi) costi di transazione e premi/scarti di sottoscrizione/negoziazione di scarso rilievo (necessario valutare soglia quantitativa) Costi di transazione per successiva cessione del titolo NO inclusione nel calcolo Determinazione dei flussi finanziari futuri considerando tutti i termini contrattuali dell operazione (scadenze, natura del flusso, probabilità di incasso/pagamento anticipato) No inclusione delle perdite e future svalutazioni del titolo In caso di interesse contrattuale variabile ricalcolo del TIE con decorrenza dalla data in cui è rideterminato il tasso nominale Particolarità: tasso con clausole contrattuali step-up o step-down Effetti della svalutazione titoli e dei ripristini sul costo ammortizzato (rinvio) Cambio di destinazione valore iniziale in base al criterio valutativo del portafoglio di provenienza 28

29 Casistiche operative OPERAZIONI FINANZIARIE A TASSO VARIABILE Rideterminazione periodica dei flussi finanziari per riflettere le variazioni dei tassi di interesse di mercato rideterminazione del tasso di interesse effettivo rideterminazione della quota di ammortamento della differenza iniziale La società Alfa, in data 01/01/2014, ottiene dalla banca un finanziamento di ,00 euro, da rimborsarsi in 10 rate annuali a decorrere dal 31/12/2014. Alla data di erogazione del finanziamento, la banca trattiene commissioni per istruttoria per 1.000,00 euro. Tasso di interesse variabile pari all Euribor a 1 anno (anno 2014 = 3%; anno 2015 = 3,25%) Data Descrizione Importo rata Quota capitale Quota interessi Capitale Costo Interessi Quota residuo ammortizzato rideterminati commissioni 01/01/2014 erogazione finanziamento ,00 0,00 0, , ,00 0,00 0,00 31/12/2014 rata , , , , , ,18-160,18 31/12/2015 rata , , , , , ,07-152,92 31/12/2016 rata , , , , , ,46-144,08 31/12/2017 rata , , , , , ,32-126,75 31/12/2018 rata , ,94-952, , , ,70-112,11 31/12/2019 rata , ,21-805, , ,28-901,72-96,40 31/12/2020 rata , ,90-653, , ,00-735,25-81,62 31/12/2021 rata , ,13-497, , ,50-559,04-61,64 31/12/2022 rata , ,06-336, , ,86-378,88-42,41 31/12/2023 rata , ,74-170,72 0,00 0,00-192,60-21,88 TIR iniziale = 3,398% 29

30 Casistiche operative OPERAZIONI FINANZIARIE A TASSO VARIABILE Data Descrizione Importo rata Quota capitale Quota interessi Capitale Costo Interessi Quota residuo ammortizzato rideterminati commissioni 31/12/2014 residuo precedente ,47 0,00 0, , ,65 0,00 0,00 31/12/2015 rata , , , , , ,56-152,31 31/12/2016 rata , , , , , ,23-143,98 31/12/2017 rata , , , , , ,43-126,56 31/12/2018 rata , , , , , ,05-112,08 31/12/2019 rata , ,21-872, , ,42-968,92-96,49 31/12/2020 rata , ,90-708, , ,46-790,04-81,94 31/12/2021 rata , ,13-538, , ,18-600,70-61,85 31/12/2022 rata , ,06-364, , ,73-407,12-42,61 31/12/2023 rata , ,74-184,95 0,00 0,00-206,96-22,01 TIR rideterminato = 3,651% 30

31 Casistiche operative SVALUTAZIONE TITOLI PER PERDITE DI VALORE / RIPRISTINI Se valore contabile (costo ammortizzato) < valore recuperabile svalutazione Perdita per riduzione di valore = - Valore contabile (= costo ammortizzato) Valore attuale dei flussi di cassa futuri Tasso di interesse effettivo originario La società Alfa Spa sottoscrive in data 31/12/2014 un prestito obbligazionario per ,00 euro nominali, il cui piano di rimborso è il seguente: Data Descrizione Importo rata Quota capitale Quota Capitale Costo Interessi Quota interessi residuo ammortizzato rideterminati commissioni 31/12/2014 sottoscrizione obbligazione ,00 0,00 0, , ,00 0,00 0,00 31/12/2015 rata , , , , , ,74 0,00 31/12/2016 rata , , , , , ,27 0,00 31/12/2017 rata , , , , , ,65 0,00 31/12/2018 rata , , , , , ,63 0,00 31/12/2019 rata , , ,71 0,00 0, ,71 0,00 Tasso nominale = r = 7,925% Tasso effettivo = TIR = 7,925% 31

32 Casistiche operative SVALUTAZIONE TITOLI PER PERDITE DI VALORE / RIPRISTINI Il 31/12/2015, la società Alfa ritiene che non sarà più in grado di incassare le rate 4 e 5, per cui i flussi di cassa futuri saranno unicamente costituiti dalle rate 2 e 3. Valore attuale dei flussi di cassa futuri rideterminati = , , , ,79 / /365 (1 7,925%) (1 7,925%) ,18 Perdita di valore = valore contabile valore attuale flussi di cassa futuri = = , ,18 = ,56 31/12/2015 Rilevazione perdita di valore Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.D.19.b) SVALUTAZIONE TITOLI IMMOBILIZZATI ,56 SPA.B.III.3) F.DO SVALUTAZIONE TITOLI IMMOBILIZZATI ,56 IN ALTERNATIVA Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.D.19.b) SVALUTAZIONE TITOLI IMMOBILIZZATI ,56 SPA.B.III.3) TITOLI OBBLIGAZIONARI IMMOBILIZZATI ,56 32

33 Casistiche operative SVALUTAZIONE TITOLI PER PERDITE DI VALORE / RIPRISTINI NB: ad ogni data di redazione del bilancio è necessario rivedere la stima dei flussi finanziari futuri: nel caso in cui vengano meno le ragioni che hanno causato la svalutazione del titolo Ripristino del valore del titolo nei limiti del costo ammortizzato determinato in assenza della svalutazione precedentemente apportata 33

34 Casistiche operative GESTIONE DEI RATEI DEGLI INTERESSI EFFETTIVI Se la data della valutazione del costo ammortizzato non coincide con una delle date legate ai flussi finanziari dell operazione determinazione del rateo degli interessi effettivi sulla base del tasso di interesse effettivo La società Alfa, in data 15/09/2014, acquista un obbligazione per ,00 euro nominali, con rimborso del capitale in 5 anni (quote annuali). Il corso secco alla data di acquisto era pari a ,00. Data Descrizione Importo rata Gestione piano di ammortamento finanziario Quota capitale Quota interessi Capitale residuo 15/09/2014 acquisto titolo ,00 0,00 0, ,00 15/03/2015 interessi 4.022,22 0, , ,00 15/09/2015 interessi + capitale , , , ,00 15/03/2016 interessi 3.235,56 0, , ,00 15/09/2016 interessi + capitale , , , ,00 15/03/2017 interessi 2.413,33 0, , ,00 15/09/2017 interessi + capitale , , , ,00 15/03/2018 interessi 1.608,89 0, , ,00 15/09/2018 interessi + capitale , , , ,00 15/03/2019 interessi 804,44 0,00 804, ,00 15/09/2019 interessi + capitale , ,00 817,78 0,00 Tasso effettivo = TIR = 7,084% Costo ammortizzato Interessi rideterminati Quota commissioni ,00 0,00 0, , ,87-466, , ,45-489, , ,33-387, , ,58-404, , ,62-298, , ,79-313, , ,02-205, , ,45-216, ,76 697,99-106,45 0,00 706,03-111,75 34

35 Casistiche operative GESTIONE DEI RATEI DEGLI INTERESSI EFFETTIVI Costo ammortizzato precedente + Interessi calcolati con il tasso di interesse effettivo - Pagamenti per interessi e rimborsi capitale - Riduzione per perdita di valore (per attività) Costo ammortizzato attuale Costo ammortizzato al 31/12/2014??? GG da ultima operazione al 31/12/2014 = 107gg Rateo interesse effettivo = costo ammortizzato [(1 + TIR) t/365 1] = = ,00 [(1 + 7,084%) 107/365 1] = 2.087,49 euro Soppressione implicita dei ratei attivi (passivi) sugli interessi? 15/09/2014 Acquisto obbligazione Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.B.III.3) TITOLI OBBLIGAZIONARI IMMOBILIZZATI ,00 SPA.C.IV.1) BANCA C/C ,00 31/12/2014 Rateo interessi effettivi Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.B.III.3) TITOLI OBBLIGAZIONARI IMMOBILIZZATI 2.087,49 CE.C.16.d) INTERESSI ATTIVI SU TITOLI 2.087,49 Interessi a conto economico = 2.087,49 euro = interessi effettivi Valore dei titoli = ,49 euro = costo ammortizzato 35

36 Casistiche operative GESTIONE DEI RATEI DEGLI INTERESSI EFFETTIVI E nell esercizio successivo? 01/01/2015 Giroconto ratei iniziali 15/03/2015 Incasso cedola interessi e adeguamento costo ammortizzato Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.C.16.d) INTERESSI ATTIVI SU TITOLI 2.087,49 SPA.B.III.3) TITOLI OBBLIGAZIONARI IMMOBILIZZATI 2.087,49 Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.C.16.d) INTERESSI ATTIVI SU TITOLI 3.555,87 SPA.B.III.3) TITOLI OBBLIGAZIONARI IMMOBILIZZATI 466,35 SPA.C.IV.1) BANCA C/C 4.022,22 Valore dei titoli = ,65 euro = costo ammortizzato al 15/03/

37 Casistiche operative FINANZIAMENTI SOCI INFRUTTIFERI Finanziamenti soci infruttiferi necessità di attualizzazione utilizzando il tasso di interesse di mercato NB l attualizzazione non è richiesta se gli effetti sono irrilevanti rispetto al valore non attualizzato del debito presunzione: se i debiti sono a breve termine (scadenza inferiore a 12m) Problematiche non ben definite dall OIC 19: - trattamento contabile della differenza iniziale provento finanziario iscritto a conto economico o componente di patrimonio netto? Contributo del documento ASSIREVI OPI 9 a patrimonio netto - trattamento contabile della rinuncia il patrimonio netto si incrementa per il valore contabile del debito? OIC 28 Patrimonio netto Incremento a valore contabile = costo ammortizzato 37

38 Casistiche operative FINANZIAMENTI SOCI INFRUTTIFERI La società Alfa, in data 01/01/2016, riceve un finanziamento infruttifero dai soci per complessivi ,00 euro, da rimborsare in un unica quota il 31/12/2018. Il tasso di interesse di mercato per un operazione simile è pari al 3%. fair value ,00 (1 3%) ,66 Data Costo ammortizzato iniziale Interessi effettivi Rimborsi capitale Costo ammortizzato finale 01/01/ ,66 31/12/ , ,25 0, ,91 31/12/ , ,88 0, ,79 31/12/ , , ,00 0,00 01/01/2016 Erogazione finanziamento soci Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.IV.1) BANCA C/C ,00 SPP.D.3) SOCI C/FINANZIAMENTI INFRUTTIFERI ,66 SPP.A.VI) VERSAMENTI SOCI IN C/CAPITALE ,34 38

39 Casistiche operative FINANZIAMENTI SOCI INFRUTTIFERI 31/12/2016 Adeguamento costo ammortizzato Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTO SOCI ,25 SPP.D.3) SOCI C/FINANZIAMENTI INFRUTTIFERI ,25 31/12/2017 Adeguamento costo ammortizzato 31/12/2018 Adeguamento costo ammortizzato 31/12/2018 Rimborso finanziamento soci Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTO SOCI ,88 SPP.D.3) SOCI C/FINANZIAMENTI INFRUTTIFERI ,88 Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTO SOCI ,21 SPP.D.3) SOCI C/FINANZIAMENTI INFRUTTIFERI ,21 Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPP.D.3) SOCI C/FINANZIAMENTI INFRUTTIFERI ,00 SPA.C.IV.1) BANCA C/C ,00 HP: in data 31/12/2017 il socio rinuncia al finanziamento 31/12/2017 Rinuncia finanziamento soci Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPP.D.3) SOCI C/FINANZIAMENTI INFRUTTIFERI ,39 SPP.A.VI) VERSAMENTI SOCI IN C/CAPITALE ,39 Effetto complessivo su patrimonio netto = ,00 euro!!!! 39

40 Valutazione ed esposizione nel bilancio in forma abbreviata e delle micro-imprese DEROGA AL COSTO AMMORTIZZATO E FACOLTATIVA!! Attività / passività Iscrizione iniziale Valutazione successiva Crediti - Iscrizione al presumibile valore di realizzo - Costi di transazione rilevati tra i risconti attivi Debiti - Iscrizione al valore nominale senza applicazione del costo ammortizzato e dell attualizzazione - Aggi e disaggi su obbligazioni iscritti nei risconti passivi e attivi - Costi di transazione rilevati tra i risconti attivi Titoli di debito - Iscrizione al costo di acquisto comprensivo degli oneri accessori - Esclusione del rateo cedola in corso di maturazione valorizzazione al corso secco - Valutazione al valore nominale al netto delle svalutazioni stimate e delle perdite su crediti presumibile valore di realizzo - Stanziamento del fondo svalutazione crediti rettificativo - Valutazione al valore nominale - Aggi e disaggi accreditati a conto economico lungo la durata del prestito a quote costanti a rettifica (-/+) degli interessi passivi - Costi di transazione imputati a conto economico lungo la durata del prestito a quote costanti a integrazione degli interessi passivi - Titoli immobilizzati: valutazione al costo al netto delle perdite durevoli di valore - Titoli non immobilizzati: valutazione al minore tra il costo di acquisto e il valore desumibile dall andamento del mercato 40

41 Disposizioni di prima applicazione Costo ammortizzato e attualizzazione facoltà di non applicare i nuovi criteri di valutazione per le poste iscritte nel bilancio antecedente a quello di prima applicazione del D.Lgs. 139/2015 (normalmente quello chiuso al 31/12/2015) Costo ammortizzato e attualizzazione applicati solo successivamente indicazione in nota integrativa Nel caso non ci si avvalga di tale facoltà applicazione dei nuovi criteri a tutte le poste iscritte al 31/12/2015 APPLICAZIONE RETROATTIVA Stesso trattamento per le società con bilancio in forma abbreviata o delle micro-imprese 41

42 Disposizioni di prima applicazione ESEMPLIFICAZIONE CON APPLICAZIONE RETROATTIVA La società Alfa, in data 20/02/2014, ottiene dalla banca un finanziamento di ,00 euro, da rimborsarsi in 33 rate trimestrali a decorrere dal 31/03/2014. Alla data di erogazione del finanziamento, la banca trattiene commissioni per istruttoria per ,72 euro. Il piano di ammortamento finanziario (tasso fisso) è il seguente: Data Descrizione Importo rata Gestione piano di ammortamento finanziario Quota capitale Quota interessi Capitale residuo 20/02/2014 stipula contratto ,00 0,00 0, ,00 31/03/2014 rata ,89 0, , ,00 30/06/2014 rata ,97 0, , ,00 30/09/2014 rata ,68 0, , ,00 31/12/ /06/2015 rata 4 rata , ,65 0, , , , , ,38 31/03/2015 rata ,30 0, , ,00 Tasso interno di 30/09/2015 rata , , , ,72 31/12/2015 rata , , , ,03 rendimento 31/03/2016 rata , , , ,30 30/06/2016 rata , , , ,51 30/09/2016 rata , , , ,61 31/12/2016 rata , , , ,54 31/03/2017 rata , , , ,23 30/06/2017 rata , , , ,57 30/09/2017 rata , , , , /12/2017 rata , , , ,74 Rt 31/03/2018 rata , , , , , ,72 30/06/2018 rata , , , ,91 t 0 (1 i) 30/09/2018 rata , , , ,43 31/12/2018 rata , , , ,64 31/03/2019 rata , , , ,31 30/06/2019 rata , , , ,20 30/09/2019 rata , , , ,04 31/12/2019 rata , , , ,55 31/03/2020 rata , , , ,42 30/06/2020 rata , , , ,34 i 2,096% 30/09/2020 rata , , , ,96 31/12/2020 rata , , , ,92 31/03/2021 rata , , , ,85 30/06/2021 rata , , , ,35 30/09/2021 rata , , , ,99 31/12/2021 rata , , , ,34 31/03/2022 rata , ,34-981,12 0,00 42 t /365

43 Disposizioni di prima applicazione ESEMPLIFICAZIONE CON APPLICAZIONE RETROATTIVA Data Descrizione Costo Quota interessi Interessi Quota Quota capitale ammortizzato pagati rideterminati commissioni 20/02/2014 stipula contratto ,28 0,00 0,00 0,00 0,00 31/03/2014 rata ,19 0, , , ,09 30/06/2014 rata ,55 0, , , ,64 30/09/2014 rata ,50 0, , , ,06 31/12/2014 rata ,50 0, , , ,99 31/03/2015 rata ,42 0, , , ,09 30/06/2015 rata , , , , ,78 30/09/2015 rata , , , , ,00 31/12/2015 rata , , , , ,03 31/03/2016 rata , , , , ,51 30/06/2016 rata , , , , ,80 30/09/2016 rata , , , , ,23 31/12/2016 rata , , , , ,98 31/03/2017 rata , , , , ,78 30/06/2017 rata , , , , ,53 30/09/2017 rata , , , , ,49 31/12/2017 rata , , , , ,13 31/03/2018 rata , , , , ,72 30/06/2018 rata , , , , ,29 30/09/2018 rata , , , , ,86 31/12/2018 rata , , , , ,01 31/03/2019 rata , , , , ,51 30/06/2019 rata , , , , ,43 30/09/2019 rata , , , , ,13 31/12/2019 rata , , , , ,61 31/03/2020 rata , , , , ,36 30/06/2020 rata , , , , ,77 30/09/2020 rata , , , , ,79 31/12/2020 rata , , , , ,84 31/03/2021 rata , , , ,47-902,14 30/06/2021 rata , , , ,12-733,33 30/09/2021 rata , , , ,26-558,81 31/12/2021 rata , , , ,75-374,35 31/03/2022 rata 33 0, ,34-981, ,05-183,93 43

44 Disposizioni di prima applicazione ESEMPLIFICAZIONE CON APPLICAZIONE RETROATTIVA Conti 2014 ante D.Lgs. 139/ post D.Lgs. 139/ ante D.Lgs. 139/ post D.Lgs. 139/2015 Risconti attivi per spese erogazione finanziamenti ,51 0, ,61 0,00 Finanziamenti bancari , , , ,70 Interessi passivi su finanziamenti , ,05 Spese erogazione finanziamenti ,90 0,00 01/01/2015 Cambiamento principi contabili adozione costo ammortizzato Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI ,50 SPA.D) RISCONTI ATTIVI ,51 SPP.A.VIII UTILI (PERDITE) A NUOVO ,99 31/12/2015 Cambiamento principi contabili adozione costo ammortizzato Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI ,33 SPA.D) RISCONTI ATTIVI ,61 SPP.A.VIII UTILI (PERDITE) A NUOVO ,99 CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTI 2.853,83 CE.C.17) SPESE EROGAZIONE FINANZIAMENTI 3.289,90 44

45 Disposizioni di prima applicazione ESEMPLIFICAZIONE CON APPLICAZIONE RETROATTIVA 01/01/2015 costo ammortizzato 01/01/2015 post D.Lgs. 139/ /12/2015 costo ammortizzato 31/12/2015 post D.Lgs. 139/2015 Stato patrimoniale - Attivo A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI 0,00 0,00 0,00 0,00 B) IMMOBILIZZAZIONI I - Immobilizzazioni immateriali 0,00 0,00 0,00 0,00 II - Immobilizzazioni materiali , , , ,79 III - Immobilizzazioni finanziarie , , , ,15 Totale ,32 0, , ,94 0, ,94 C) ATTIVO CIRCOLANTE I - Rimanenze 0,00 0,00 0,00 0,00 II - Crediti , , , ,73 III - Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni 0,00 0,00 0,00 0,00 IV - Disponibilità liquide , , , ,96 Totale ,69 0, , ,69 0, ,69 D) RATEI E RISCONTI - risconti attivi su spese erogazione finanziamenti , ,51 0, , ,61 0,00 - altri ratei e risconti , , , ,70 Totale attivo , , , , , ,33 Stato patrimoniale - Passivo I - Capitale , , , ,00 II - Riserva da sovrapprezzo delle azioni 0,00 0,00 0,00 0,00 III - Riserve di rivalutazione , , , ,67 IV - Riserva legale , , , ,00 V - Riserve statutarie 0,00 0,00 0,00 0,00 VI - Riserva per azioni proprie in portafoglio 0,00 0,00 0,00 0,00 VII - Altre riserve , , , ,09 VIII - Utili (Perdite) portati a nuovo , , , , , ,83 IX - Utili (Perdite) dell'esercizio , , , , ,49 Totale , , , , , ,08 B) FONDI PER RISCHI ED ONERI 0,00 0,00 0,00 0,00 C) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO 0,00 0,00 0,00 0,00 D) DEBITI - finanziamenti bancari , , , , , ,70 - altri debiti , , , ,15 E) RATEI E RISCONTI , , , ,40 Totale passivo , , , , , ,33

46 Disposizioni di prima applicazione ESEMPLIFICAZIONE CON APPLICAZIONE RETROATTIVA 01/01/2015 costo ammortizzato 01/01/2015 post D.Lgs. 139/ /12/2015 costo ammortizzato 31/12/2015 post D.Lgs. 139/2015 Conto economico A) VALORE DELLA PRODUZIONE 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni , ,76 2) Variazione delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, 0,00 0,00 semilavorati e finiti 3) Variazione dei lavori in corso su ordinazione 0,00 0,00 4) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 0,00 0,00 5) Altri ricavi e proventi , ,52 Totale ,28 0, ,28 B) COSTI DELLA PRODUZIONE 6) Costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci 0,00 0,00 7) Costi per servizi , ,53 8) Costi per godimento di beni di terzi , ,63 9) Costi per il personale 0,00 0,00 10) Ammortamenti e svalutazioni , ,08 11) Variazione delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di 0,00 0,00 consumo e di merci 12) Accantonamenti per rischi 0,00 0,00 13) Altri accantonamenti 0,00 0,00 14) Oneri diversi di gestione , ,20 Totale ,44 0, ,44 Differenza tra Valore della produzione e costi della produzione ,84 0, ,84 C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI 15) Proventi da partecipazioni 0,00 0,00 16) Altri proventi finanziari 9.994, ,19 17) Interessi e altri oneri finanziari - interessi passivi su finanziamenti bancari , , ,05 - spese erogazione finanziamenti bancari 3.289, ,90 0,00 - altri oneri finanziari 13,18 13,18 17bis) Utili e perdite su cambi 0,00 0,00 Totale , , ,04 46

47 Disposizioni di prima applicazione ESEMPLIFICAZIONE CON APPLICAZIONE RETROATTIVA 01/01/2015 costo ammortizzato 01/01/2015 post D.Lgs. 139/ /12/2015 costo ammortizzato 31/12/2015 post D.Lgs. 139/2015 D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA' FINANZIARIE 18) Rivalutazioni 0,00 0,00 19) Svalutazioni 0,00 0,00 Totale 0,00 0,00 0,00 E) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI 20) Proventi 2.211, ,19 21) Oneri 53,50 53,50 Totale 2.157,69 0, ,69 Risultato prima delle imposte , , ,49 22) Imposte sul reddito dell'esercizio , ,00 Utile (perdita) dell'esercizio , , ,49 01/01/2016 Cambiamento principi contabili adozione costo ammortizzato Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI ,33 SPA.D) RISCONTI ATTIVI ,61 SPP.A.VIII UTILI (PERDITE) A NUOVO ,72 Unica scrittura da recepire in contabilità 47

48 48

49 PARTE II La valutazione e l esposizione in bilancio degli strumenti finanziari derivati 49

50 Introduzione ai derivati DEFINIZIONI E CONCETTI GENERALI Definizione IAS 39 Richiamo previsto dal comma 2 dell art codice civile Un derivato è uno strumento finanziario o altro contratto che rientra nell ambito di applicazione del presente Principio con le tre seguenti caratteristiche: (a) il suo valore varia come conseguenza della variazione di un determinato tasso di interesse, prezzo di strumenti finanziari, prezzo di merci, tasso di cambio, indice di prezzo o di tasso, rating di credito o indice di credito o altra variabile, a condizione che, nel caso di una variabile non finanziaria, tale variabile non sia specifica di una delle controparti contrattuali (a volte chiamato il sottostante); (b) non richiede un investimento netto iniziale o richiede un investimento netto iniziale che sia minore di quanto sarebbe richiesto per altri tipi di contratti da cui ci si aspetterebbe una risposta simile a cambiamenti di fattori di mercato; e (c) è regolato a una data futura. Esclusioni dall applicazione dell OIC XX: - contratti derivati su azioni proprie - contratti derivati relativi agli strumenti di capitale oggetto di un operazione straordinaria - le opzioni di riscatto incluse nei contratti di leasing 50

51 Introduzione ai derivati DEFINIZIONI E CONCETTI GENERALI CLASSIFICAZIONE Derivati finanziari Derivati creditizi Forward Futures Opzioni (call e put) Swap Credit default swap Credit spread swap/option Total rate of return swap In base alle modalità di contrattazione: - standardizzati e quotati - definiti su misura (over the counter OTC) In base alla destinazione: - derivati non di copertura - derivati di copertura 51

52 Introduzione ai derivati DEFINIZIONI E CONCETTI GENERALI I DERIVATI SU COMMODITIES Sono considerati strumenti finanziari derivati anche quelli collegati a merci che conferiscono all una o all altra parte contraente il diritto di procedere alla liquidazione del contratto per contanti o mediante altri strumenti finanziari, ad eccezione del caso in cui si verifichino contemporaneamente le seguenti condizioni: a) il contratto sia concluso e sia mantenuto per soddisfare le esigenze previste dalla società che redige il bilancio di acquisto, vendita o utilizzo delle merci; b) il contratto sia destinato a tale scopo fin dalla sua conclusione; c) si prevede che il contratto sia eseguito mediante consegna della merce. SOLO scambio delle merci Sia scambio delle merci sia regolamento per contanti TUTTE LE CONDIZIONI SONO SODDISFATTE a) il contratto sia concluso e sia mantenuto per soddisfare le esigenze previste dalla società che redige il bilancio di acquisto, vendita o utilizzo delle merci; b) il contratto sia destinato a tale scopo fin dalla sua conclusione; c) si prevede che il contratto sia eseguito mediante consegna della merce. FUORI AMBITO APPLICAZIONE (non devono essere contabilizzati come derivati) SOLO regolamento per contanti ANCHE UNA SOLA DELLE CONDIZIONI NON E SODDISFATTA RIENTRANO NELL AMBITO DI APPLICAZIONE (devono essere contabilizzati come derivati 52

53 Introduzione ai derivati DEFINIZIONI E CONCETTI GENERALI I DERIVATI SU COMMODITIES ESEMPIO EI.8 Contratto forward per l acquisto di merce Un contratto collegato a merci che prevede la consegna fisica del bene o il regolamento netto indisponibilità liquide o altri strumenti finanziari ad una determinata data sebbene corrisponda alla definizione di strumento finanziario derivato, non va necessariamente contabilizzato come tale. Il contratto è uno strumento finanziario derivato in quanto non esiste un investimento iniziale netto, il contratto è basato sul prezzo della merce e deve essere regolato in data futura. Tuttavia, se la società intende regolare il contratto accettando la consegna e non avendo una storia pregressa, per contratti similari, di regolamento netto tramite disponibilità liquide o di accettazione della consegna della merce con rivendita entro un breve periodo dalla consegna al fine di generare un utile dalle fluttuazioni a breve termine del prezzo o dal margine di profitto dell operatore, il contratto non è contabilizzato come uno strumento finanziario derivato secondo quanto previsto dal presente principio. Esso va invece contabilizzato come un contratto di acquisto a termine di merce. ESEMPIO EI.9 Opzione per l acquisto di merce La società A sottoscrive un contratto di opzione per l acquisto di grano ad un prezzo d esercizio di Euro/Q.le 25. Il prezzo corrente del grano è di Euro/Q.le 27. La data di scadenza dell opzione è fissata in 1 anno. L opzione, se esercitata, dà alla società la facoltà di scegliere se il contratto debba essere regolato con la consegna della merce, oppure mediante liquidazione per contanti o mediante altri strumenti finanziari. La società ha concluso il contratto destinando l esecuzione dello stesso al soddisfacimento delle proprie esigenze produttive, mediante la consegna della merce. Il contratto di riferimento, sebbene corrisponda alla definizione di strumento finanziario derivato, non va contabilizzato come tale. Infatti si sono verificate contemporaneamente le tre condizioni previste dal codice civile (art. 2426, comma 1 numero 11-bis) che escludono il contratto dall essere designato come strumento finanziario derivato: a) il contratto è stato concluso e è mantenuto per soddisfare le esigenze di acquisto, di vendita o di utilizzo delle merci previste dalla società che redige il bilancio; b) il contratto è stato destinato a tale scopo fin dalla sua conclusione; c) è previsto che il contratto sia eseguito mediante consegna della merce. 53

54 Introduzione ai derivati DEFINIZIONI E CONCETTI GENERALI RAPPRESENTAZIONE NEL BILANCIO D ESERCIZIO STATO PATRIMONIALE ATTIVO B) Immobilizzazioni III. Immobilizzazioni finanziarie 4) Strumenti finanziari derivati attivi (FV>0) C) Attivo circolante III. Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni 5) Strumenti finanziari derivati attivi (FV>0) Attivo immobilizzato se: - Copertura attività non corrente Attivo circolante se: - Copertura attività corrente - Copertura passività (**) - Derivato non di copertura STATO PATRIMONIALE PASSIVO A) Patrimonio netto VII. Riserva per operazioni di copertura dei flussi finanziari attesi B) Fondi per rischi ed oneri 3) Strumenti finanziari derivati passivi (FV<0) CONTO ECONOMICO C) Rettifiche di valore di attività e passività finanziarie 18) Rivalutazione di: d) Strumenti finanziari derivati 19) Svalutazione di: d) Strumenti finanziari derivati RENDICONTO FINANZIARIO A) Flussi finanziari derivanti dall attività operativa (metodo indiretto) Rettifiche per elementi non monetari Rettifiche di valore di attività e passività finanziarie di strumenti finanziari derivanti che non comportano movimentazione monetaria 54

55 Introduzione ai derivati LA VALUTAZIONE A FAIR VALUE Art. 2426, comma 1, n. 11bis): gli strumenti finanziari derivati, anche se incorporati in altri strumenti finanziari, sono iscritti al fair value. Sia alla data di rilevazione iniziale sia ad ogni chiusura del bilancio \ Diverso trattamento contabile a seconda della destinazione del derivato FAIR VALUE = prezzo che si percepirebbe per la vendita di un attività ovvero che si pagherebbe per il trasferimento di una passività in una regolare operazione tra operatori di mercato alla data di valutazione (vedi IFRS 13) Il fair value è valutato - massimizzando l utilizzo di parametri osservabili rilevanti - riducendo al minimo quelli non osservabili - secondo la gerarchia del fair value Livello 1 Valore di mercato non rettificato se esiste mercato attivo Prezzi su mercati attivi di strumenti similari o attraverso i parametri osservabili sul mercato (tassi di interesse e curve di rendimento, volatilità, rischio di credito) Valori che risulta da modelli e tecniche di valutazione Livello 3 generalmente accettati ragionevole approssimazione del valore di mercato 55 Livello 2 REGOLA GENERALE

56 Introduzione ai derivati LA VALUTAZIONE A FAIR VALUE TECNICHE DI VALUTAZIONE MARKET APPROACH Metodo basato sulla valutazione del mercato che utilizza prezzi e altre informazioni rilevanti generati da operazioni riguardanti i derivati oggetto di valutazione o analoghi INCOME APPROACH Metodo che converte importi futuri in un unico importo corrente (attualizzato) - tecniche di attualizzazione - misurazione prezzo opzioni (Black- Scholes-Merton e alberi binomiali) Tecnica di valutazione deve incorporare tutti i fattori che i partecipanti al mercato considererebbero nello stabilire il prezzo: - valore finanziario del tempo (tasso interesse privo di rischio libor o tasso swap) - rischio di credito - tassi di cambio di valuta estera - prezzi delle materie prime - prezzo delle azioni - volatilità - rischio di pagamento anticipato e rischio di riscatto Vedi anche Principi Italiani di Valutazione emessi dall OIV paragrafo III.8 Strumenti finanziari 56

57 Introduzione ai derivati LA VALUTAZIONE A FAIR VALUE TECNICHE DI VALUTAZIONE ESEMPIO EI.12 - Calcolo del fair value di uno swap secondo il modello del valore attuale FV t j j j 1 (1 spot j ) C forward 57

58 Introduzione ai derivati LA VALUTAZIONE A FAIR VALUE TECNICHE DI VALUTAZIONE ESEMPIO EI.12 - Calcolo del fair value di uno swap secondo il modello del valore attuale 58

59 Introduzione ai derivati LA VALUTAZIONE A FAIR VALUE TECNICHE DI VALUTAZIONE ESEMPIO EI.16 - Fair value dei contratti forward su cambi in realtà è USD/EUR 59

60 Introduzione ai derivati LA VALUTAZIONE A FAIR VALUE TECNICHE DI VALUTAZIONE ESEMPIO EI.16 - Fair value dei contratti forward su cambi M (1 0,14%) 120/ Sarebbe da attualizzare al tasso spot in euro a 4m FV /360 (1 1,3%) 60

61 Introduzione ai derivati LA CONTABILIZZAZIONE SECONDO IL CODICE CIVILE STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI Iscritti in bilancio al fair value, anche se incorporati in altri strumenti finanziari Derivati NON di copertura Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC in linea con IAS 39 che include i derivati tra gli strumenti finanziari a FVTPL Copertura di flussi finanziari attesi o di operazioni future (cash flow hedge) Derivati di copertura (hedge accounting) Necessità di scorporare il derivato dallo strumento principale Copertura delle variazioni di fair value di elementi presenti in bilancio (fair value hedge) Gli utili netti da variazioni del fair value non sono distribuibili accantonamento in un apposita riserva di patrimonio netto non distribuibile (similmente a quanto previsto per gli utili netti su cambi da valutazione)? gestione extracontabile della non distribuibilità di una riserva libera (riserva straordinaria)? Imputazione delle variazioni del fair value a patrimonio netto, solo per la parte efficace la parte non efficace è imputata a C/EC La riserva da variazioni del fair value: - indisponibile (anche per la copertura delle perdite), se positiva - non si computa ai fini degli artt. 2412, 2433, 2442, 2446 e 2447 Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC Valutazione simmetrica dell elemento coperto, anche se valutabile con altro criterio (es. costo ammortizzato) solo variazioni di valore relative al rischio coperto Pertanto gli utili netti da variazione del fair value del derivato sono considerati realizzati no utili netti 61 indistribuibili

62 I derivati non di copertura ISCRIZIONE INIZIALE E VALUTAZIONE SUCCESSIVA STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI Iscritti in bilancio al fair value, anche se incorporati in altri strumenti finanziari Derivati NON di copertura Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC in linea con IAS 39 che include i derivati tra gli strumenti finanziari a FVTPL Copertura di flussi finanziari attesi o di operazioni future (cash flow hedge) Derivati di copertura (hedge accounting) Necessità di scorporare il derivato dallo strumento principale Copertura delle variazioni di fair value di elementi presenti in bilancio (fair value hedge) Gli utili netti da variazioni del fair value non sono distribuibili accantonamento in un apposita riserva di patrimonio netto non distribuibile (similmente a quanto previsto per gli utili netti su cambi da valutazione)? gestione extracontabile della non distribuibilità di una riserva libera (riserva straordinaria)? Imputazione delle variazioni del fair value a patrimonio netto, solo per la parte efficace la parte non efficace è imputata a C/EC La riserva da variazioni del fair value: - indisponibile (anche per la copertura delle perdite), se positiva - non si computa ai fini degli artt. 2412, 2433, 2442, 2446 e 2447 Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC Valutazione simmetrica dell elemento coperto, anche se valutabile con altro criterio (es. costo ammortizzato) solo variazioni di valore relative al rischio coperto Pertanto gli utili netti da variazione del fair value del derivato sono considerati realizzati no utili netti 62 indistribuibili

63 I derivati non di copertura ISCRIZIONE INIZIALE E VALUTAZIONE SUCCESSIVA ESEMPLIFICAZIONE DI DERIVATO NON DI COPERTURA La società Alfa Spa sottoscrive, in data 01/01/2015, un IRS alle seguenti condizioni: 1) Valore nozionale: euro 2) Alfa paga tasso fisso del 4% e incassa un tasso variabile pari all Euribor a 1 anno che, in sede di prima riscossione, è pari al 5% 3) Commissioni iniziali: 200 euro 4) Il fair value dell IRS è, al 31/12/2015, pari a euro Il fair value iniziale è pari a zero 5) Data di regolamento del differenziale: 31/12 di ogni anno 01/01/2015 Sottoscrizione IRS 31/12/2015 Incasso differenziale positivo Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.B.7) COMMISSIONI E SPESE BANCARIE 200 SPA.C.IV.1) BANCA C/C 200 Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.IV.1) BANCA C/C CE.C.16.d) DIFFERENZIALI ATTIVI IRS DA NEGOZIAZIONE Differenziale positivo = x (5% - 4%) = x 1% = /12/2015 Iscrizione del fair value del derivato Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.III.5) ATTIVITA PER DERIVATI DA NEGOZIAZIONE CE.D.18.d) UTILE DA FAIR VALUE SU DERIVATI DA NEGOZIAZIONE

64 I derivati di copertura INTRODUZIONE ALLE OPERAZIONI DI COPERTURA STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI Iscritti in bilancio al fair value, anche se incorporati in altri strumenti finanziari Derivati NON di copertura Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC in linea con IAS 39 che include i derivati tra gli strumenti finanziari a FVTPL Copertura di flussi finanziari attesi o di operazioni future (cash flow hedge) Derivati di copertura (hedge accounting) Necessità di scorporare il derivato dallo strumento principale Copertura delle variazioni di fair value di elementi presenti in bilancio (fair value hedge) Gli utili netti da variazioni del fair value non sono distribuibili accantonamento in un apposita riserva di patrimonio netto non distribuibile (similmente a quanto previsto per gli utili netti su cambi da valutazione)? gestione extracontabile della non distribuibilità di una riserva libera (riserva straordinaria)? Imputazione delle variazioni del fair value a patrimonio netto, solo per la parte efficace la parte non efficace è imputata a C/EC La riserva da variazioni del fair value: - indisponibile (anche per la copertura delle perdite), se positiva - non si computa ai fini degli artt. 2412, 2433, 2442, 2446 e 2447 Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC Valutazione simmetrica dell elemento coperto, anche se valutabile con altro criterio (es. costo ammortizzato) solo variazioni di valore relative al rischio coperto Pertanto gli utili netti da variazione del fair value del derivato sono considerati realizzati no utili netti 64 indistribuibili

65 I derivati di copertura INTRODUZIONE ALLE OPERAZIONI DI COPERTURA La società può scegliere di designare una relazione di copertura tra: uno o più strumenti di copertura strumenti finanziari derivati escluse opzioni (call o put) vendute, salvo che sia a compensazione di un opzione (call o put) acquistata lo strumento deve essere designato a copertura nella sua interezza, con eccezioni (es. designazione quota dell intero strumento di copertura) uno o più elementi coperti se e solo se soddisfano tutti i criteri di ammissibilità previsti per le relazioni di copertura relazione solo tra elementi di copertura e elementi coperti ammissibili all inizio della relazione di copertura vi è una designazione e documentazione formale della relazione, degli obiettivi nella gestione del rischio e della strategia nell effettuare la copertura solo per la copertura dei seguenti rischi: rischio di tasso d interesse rischio di cambio rischio di prezzo rischio di credito Da verificare ad ogni data di chiusura del bilancio attività e passività iscritte in bilancio impegni irrevocabili o operazioni programmate altamente probabili NO elementi di patrimonio netto possibilità di copertura di un esposizione aggregata sono verificati i requisiti di efficacia: vi è rapporto economico tra l elemento coperto e lo strumento di copertura (variazione simmetrica opposta) il rischio di credito non prevale sulle variazioni di valore risultanti dal rapporto economico (salvo che non sia il rischio oggetto di copertura) determinazione del rapporto di copertura 1:1 (analisi quantitativa) anche correlazione statistica + tecnica del derivato ipotetico Possibilità di verifica dell efficacia con analisi qualitativa elementi portanti dello strumento di copertura e dell elemento coperto corrispondono o sono strettamente allineati (valore nominale, data regolamento flussi finanziari, scadenza, ) Calcolo inefficacia 65

66 I derivati di copertura TIPOLOGIE DI RELAZIONI DI COPERTURA STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI Iscritti in bilancio al fair value, anche se incorporati in altri strumenti finanziari Derivati NON di copertura Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC in linea con IAS 39 che include i derivati tra gli strumenti finanziari a FVTPL Copertura di flussi finanziari attesi o di operazioni future (cash flow hedge) Derivati di copertura (hedge accounting) Necessità di scorporare il derivato dallo strumento principale Copertura delle variazioni di fair value di elementi presenti in bilancio (fair value hedge) Gli utili netti da variazioni del fair value non sono distribuibili accantonamento in un apposita riserva di patrimonio netto non distribuibile (similmente a quanto previsto per gli utili netti su cambi da valutazione)? gestione extracontabile della non distribuibilità di una riserva libera (riserva straordinaria)? Imputazione delle variazioni del fair value a patrimonio netto, solo per la parte efficace la parte non efficace è imputata a C/EC La riserva da variazioni del fair value: - indisponibile (anche per la copertura delle perdite), se positiva - non si computa ai fini degli artt. 2412, 2433, 2442, 2446 e 2447 Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC Valutazione simmetrica dell elemento coperto, anche se valutabile con altro criterio (es. costo ammortizzato) solo variazioni di valore relative al rischio coperto Pertanto gli utili netti da variazione del fair value del derivato sono considerati realizzati no utili netti 66 indistribuibili

67 I derivati di copertura TIPOLOGIE DI RELAZIONI DI COPERTURA DIFFERENZE TRA Copertura di flussi finanziari attesi o di operazioni future (cash flow hedge) Copertura delle variazioni del fair value di elementi presenti in bilancio (fair value hedge) Copertura del rischio di variazione dei flussi di cassa futuri legati ad attività e passività Applicato normalmente alle attività/passività a tasso variabile i cui flussi di cassa variano durante la vita dello strumento finanziario Posticipa la registrazione degli oneri e dei proventi rilevati per lo strumento di copertura Finalità focus sull impatto prospettico della variazione dei flussi di cassa a conto economico Non determina la variazione del criterio di valutazione dell elemento coperto Copertura del rischio di prezzo e/o di tasso Applicato normalmente alle attività/passività a tasso fisso i cui flussi finanziari non variano durante la vita dello strumento Anticipa la registrazione degli oneri e dei proventi rilevati per lo strumento coperto Finalità proteggere il fair value delle poste di stato patrimoniale Determina la variazione del criterio di valutazione previsto per l elemento coperto 67

68 I derivati di copertura FAIR VALUE HEDGE ACCOUNTING STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI Iscritti in bilancio al fair value, anche se incorporati in altri strumenti finanziari Derivati NON di copertura Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC in linea con IAS 39 che include i derivati tra gli strumenti finanziari a FVTPL Copertura di flussi finanziari attesi o di operazioni future (cash flow hedge) Derivati di copertura (hedge accounting) Necessità di scorporare il derivato dallo strumento principale Copertura delle variazioni di fair value di elementi presenti in bilancio (fair value hedge) Gli utili netti da variazioni del fair value non sono distribuibili accantonamento in un apposita riserva di patrimonio netto non distribuibile (similmente a quanto previsto per gli utili netti su cambi da valutazione)? gestione extracontabile della non distribuibilità di una riserva libera (riserva straordinaria)? Imputazione delle variazioni del fair value a patrimonio netto, solo per la parte efficace la parte non efficace è imputata a C/EC La riserva da variazioni del fair value: - indisponibile (anche per la copertura delle perdite), se positiva - non si computa ai fini degli artt. 2412, 2433, 2442, 2446 e 2447 Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC Valutazione simmetrica dell elemento coperto, anche se valutabile con altro criterio (es. costo ammortizzato) solo variazioni di valore relative al rischio coperto Pertanto gli utili netti da variazione del fair value del derivato sono considerati realizzati no utili netti 68 indistribuibili

69 I derivati di copertura FAIR VALUE HEDGE ACCOUNTING ESEMPLIFICAZIONE DI FAIR VALUE HEDGE - IRS La società Alfa Spa acquista dei titoli di Stato, classificandoli tra le attività finanziarie del circolante, in data 01/01/2015, alle seguenti condizioni: a) Valore nominale (e di emissione): euro b) Tasso interesse annuo fisso: 4% c) Pagamento cedole: 31/12 di ogni anno d) Fair value dei titoli: al 31/12/2015 = euro; al 31/12/2016 = euro e) Rimborso del capitale: 31/12/2019 In sede di sottoscrizione dei titoli, la società, per coprirsi dal rischio di rialzo dei tassi, sottoscrive un IRS alle seguenti condizioni: 1) Valore nozionale: euro 2) Alfa paga tasso fisso del 4% e incassa un tasso variabile pari all Euribor a 1 anno che, in sede di prima riscossione, è pari al 4% mentre quello a un anno è pari al 4,50% 3) Il fair value dell IRS è: al 31/12/2015 = euro; al 31/12/2016 = euro 4) Data di regolamento del differenziale: 31/12 di ogni anno Altre informazioni: - l IRS soddisfa le condizioni per essere designato come uno strumento di copertura e contabilizzato secondo le regole dell hedge accounting - il rischio di credito dell IRS non è rilevante 69

70 I derivati di copertura FAIR VALUE HEDGE ACCOUNTING ESERCIZIO 2015 TITOLO DI STATO STRUMENTO DERIVATO - IRS Sottoscrizione di titoli / IRS Voce bil. Descrizione Dare Avere SPA.C.III.6) TITOLI DI STATO SPA.C.IV.1) BANCA C/C Nessuna rilevazione contabile Incasso interessi / differenziale Voce bil. Descrizione Dare Avere SPA.C.IV.1) BANCA C/C CE.C.16.d) INTERESSI ATTIVI SU TITOLI Non esiste differenziale in quanto Euribor = tasso fisso Rilevazione fair value x titolo e x IRS Voce bil. Descrizione Dare Avere CE.D.19.c) SVALUTAZIONE TITOLI SPA.C.III.6) TITOLI DI STATO Voce bil. Descrizione Dare Avere SPA.C.III.5) CE.D.18.d) ATTIVITA PER DERIVATI DI COPERTURA UTILE DA FAIR VALUE SU DERIVATI DI COPERTURA

71 I derivati di copertura FAIR VALUE HEDGE ACCOUNTING Esposizione in bilancio al 31/12/2015 STATO PATRIMONIALE ATTIVO SPA.C.III.5) ATTIVITA PER DERIVATI DI COPERTURA SPA.C.III.6) TITOLI DI STATO STATO PATRIMONIALE PASSIVO CONTO ECONOMICO CE.C.16.d) INTERESSI ATTIVI SU TITOLI CE.D.18.d) UTILE DA FAIR VALUE SU DERIVATI DI COPERTURA CE.D.19.c) SVALUTAZIONE TITOLI CE.21) UTILE (PERDITA) DELL ESERCIZIO Variazione del fair value del derivato e del titolo neutralizzate 71

72 I derivati di copertura FAIR VALUE HEDGE ACCOUNTING ESERCIZIO 2016 TITOLO DI STATO STRUMENTO DERIVATO - IRS Incasso interessi / differenziale Voce bil. Descrizione Dare Avere SPA.C.IV.1) BANCA C/C CE.C.16.d) INTERESSI ATTIVI SU TITOLI Voce bil. Descrizione Dare Avere SPA.C.IV.1) BANCA C/C 500 CE.C.16.d) DIFFERENZIALI ATTIVI IRS DI COPERTURA 500 Differenziale positivo = x (4,5% - 4%) = x 0,5% = 500 Rilevazione fair value x titolo e x IRS Voce bil. Descrizione Dare Avere SPA.C.III.6) TITOLI DI STATO CE.D.18.c) RIVALUTAZIONE TITOLI Voce bil. Descrizione Dare Avere CE.D.19.d) SPA.C.III.5) PERDITA DA FAIR VALUE SU DERIVATI DI COPERTURA ATTIVITA PER DERIVATI DI COPERTURA

73 I derivati di copertura FAIR VALUE HEDGE ACCOUNTING Esposizione in bilancio al 31/12/2016 STATO PATRIMONIALE ATTIVO SPA.C.III.5) ATTIVITA PER DERIVATI DI COPERTURA SPA.C.III.6) TITOLI DI STATO STATO PATRIMONIALE PASSIVO CONTO ECONOMICO CE.C.16.d) INTERESSI ATTIVI SU TITOLI CE.C.16.d) DIFFERENZIALI ATTIVI IRS DI COPERTURA 500 CE.D.18.c) RIVALUTAZIONE TITOLI CE.D.19.d) PERDITA DA FAIR VALUE SU DERIVATI DI COPERTURA CE.21) UTILE (PERDITA) DELL ESERCIZIO Variazione del fair value del derivato e del titolo neutralizzate 73

74 I derivati di copertura FAIR VALUE HEDGE ACCOUNTING PARTICOLARITA : E attivata quando l elemento coperto è: - un attività o una passività iscritta in bilancio - un impegno irrevocabile L elemento coperto è rivalutato lungo la durata della copertura per le variazioni del fair value del solo rischio coperto intervenute successivamente all avvio della copertura contabile Le variazioni di FV dello strumento di copertura e dell elemento coperto sono imputate nella sezione D) del conto economico Se FV elemento coperto > FV strumento di copertura differenza imputata nella voce di conto economico interessata dall elemento coperto Se cessa la copertura: rivalutazione elemento coperto = componente del costo se attività o passività finanziaria imputazione a conto economico lungo la durata dell operazione di copertura originariamente prevista se valutazione al costo ammortizzato => utilizzo criterio dell interesse effettivo 74

75 I derivati di copertura CASH FLOW HEDGE ACCOUNTING STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI Iscritti in bilancio al fair value, anche se incorporati in altri strumenti finanziari Derivati NON di copertura Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC in linea con IAS 39 che include i derivati tra gli strumenti finanziari a FVTPL Copertura di flussi finanziari attesi o di operazioni future (cash flow hedge) Derivati di copertura (hedge accounting) Necessità di scorporare il derivato dallo strumento principale Copertura delle variazioni di fair value di elementi presenti in bilancio (fair value hedge) Gli utili netti da variazioni del fair value non sono distribuibili accantonamento in un apposita riserva di patrimonio netto non distribuibile (similmente a quanto previsto per gli utili netti su cambi da valutazione)? gestione extracontabile della non distribuibilità di una riserva libera (riserva straordinaria)? Imputazione delle variazioni del fair value a patrimonio netto, solo per la parte efficace la parte non efficace è imputata a C/EC La riserva da variazioni del fair value: - indisponibile (anche per la copertura delle perdite), se positiva - non si computa ai fini degli artt. 2412, 2433, 2442, 2446 e 2447 Imputazione delle variazioni del fair value a C/EC Valutazione simmetrica dell elemento coperto, anche se valutabile con altro criterio (es. costo ammortizzato) solo variazioni di valore relative al rischio coperto Pertanto gli utili netti da variazione del fair value del derivato sono considerati realizzati no utili netti 75 indistribuibili

76 I derivati di copertura CASH FLOW HEDGE ACCOUNTING ESEMPLIFICAZIONE DI CASH FLOW HEDGE La società Alfa Spa ha contratto in data 01/01/2015 un debito di euro a tasso variabile. In particolare, il tasso, pagato annualmente in via posticipata il 31/12 di ogni esercizio, è pari all Euribor a 12m maggiorato di 200pb. Il debito prevede un unica rata di rimborso il 31/12/2017. Al fine di tutelarsi dal rialzo dei tassi di interesse, la società Alfa, contestualmente all ottenimento del prestito, stipula un IRS con le seguenti caratteristiche: a) Valore nominale (e di emissione): euro b) Tasso fisso pagato: 5,5% c) Tasso variabile incassato: Euribor a 12m (2015 = 5% = 5,8% = 6,3%) d) Data regolamento del differenziale: 31/12 di ogni anno e) Scadenza dell IRS: 31/12/2017 f) Il fair value all 01/01/2015 è pari a zero A mutuo indicizzato Euribor 12m + 2% 5,5% Euribor 12m B Alfa paga Alfa incassa + 5,5% + Euribor 12m + 2% - Euribor 12m = 5,5% + 2% = 7,5% Trasformazione di un mutuo a tasso variabile in uno a tasso fisso 76

77 I derivati di copertura CASH FLOW HEDGE ACCOUNTING ESERCIZIO 2015 FINANZIAMENTO BANCARIO STRUMENTO DERIVATO - IRS Stipula finanziamento / IRS Voce bil. Descrizione Dare Avere SPA.D.IV.1) BANCA C/C SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI Nessuna rilevazione contabile Alfa paga Euribor 5% + 2% = euro Pagamento interessi / differenziale Alfa paga 5,5% = euro Alfa incassa Euribor 5% = euro Voce bil. Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTI SPA.D.IV.1) BANCA C/C Voce bil. Descrizione Dare Avere CE.C.17) DIFFERENZIALI PASSIVI IRS DI COPERTURA SPA.D.IV.1) BANCA C/C Rilevazione fair value dell IRS Fair value = euro Voce bil. Descrizione Dare Avere Nessuna rilevazione contabile SPA.C.III.5) ATTIVITA PER DERIVATI DI COPERTURA SPP.A.VII) RISERVA DA CASH FLOW HEDGE

78 I derivati di copertura CASH FLOW HEDGE ACCOUNTING ESERCIZIO 2016 FINANZIAMENTO BANCARIO STRUMENTO DERIVATO - IRS Alfa paga Euribor 5,8% + 2% = euro Pagamento interessi / differenziale Alfa paga 5,5% = euro Alfa incassa Euribor 5,8% = euro Voce bil. Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTI SPA.D.IV.1) BANCA C/C Voce bil. Descrizione Dare Avere SPA.C.IV.1) BANCA C/C 900 CE.C.16.d) DIFFERENZIALI ATTIVI IRS DI COPERTURA 900 Rilevazione fair value dell IRS Fair value = euro variaz. = -700 Voce bil. Descrizione Dare Avere Nessuna rilevazione contabile SPP.A.VII) RISERVA DA CASH FLOW HEDGE 700 SPA.C.III.5) ATTIVITA PER DERIVATI DI COPERTURA 700 NB: se la variazione del fair value dell IRS non fosse completamente dovuta alla variazione dei tassi (es. rischio di credito) imputazione della parte non efficace a conto economico 78

79 I derivati di copertura CASH FLOW HEDGE ACCOUNTING ESERCIZIO 2017 FINANZIAMENTO BANCARIO STRUMENTO DERIVATO - IRS Alfa paga Euribor 6,3% + 2% = euro Pagamento interessi / differenziale Alfa paga 5,5% = euro Alfa incassa Euribor 6,3% = euro Voce bil. Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTI SPA.D.IV.1) BANCA C/C Voce bil. Descrizione Dare Avere SPA.C.IV.1) BANCA C/C CE.C.16.d) DIFFERENZIALI ATTIVI IRS DI COPERTURA Rimborso finanziamento / estinzione IRS Voce bil. Descrizione Dare Avere SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI SPA.D.IV.1) BANCA C/C Voce bil. Descrizione Dare Avere SPP.A.VII) SPA.C.III.5) RISERVA DA CASH FLOW HEDGE ATTIVITA PER DERIVATI DI COPERTURA

80 I derivati di copertura CASH FLOW HEDGE ACCOUNTING Esposizione nello stato patrimoniale Voce bil. Descrizione SPA.C.III.5) ATTIVITA PER DERIVATI DI COPERTURA SPP.A.VII) RISERVA DA CASH FLOW HEDGE SPP.D.4) FINANZIAMENTI BANCARI Esposizione nel conto economico Voce bil. Descrizione CE.C.16.d) DIFFERENZIALI ATTIVI IRS DI COPERTURA CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU FINANZIAMENTI CE.C.17) DIFFERENZIALI PASSIVI IRS DI COPERTURA CE.21) UTILE (PERDITA) DELL ESERCIZIO Neutralizzazione dell effetto della variazione dei tassi trasformazione in tasso fisso 80

81 I derivati di copertura CASH FLOW HEDGE ACCOUNTING ESEMPLIFICAZIONE DI CASH FLOW HEDGE COPERTURA PROGRAMMATA DI VENDITA IN VALUTA ALTAMENTE PROBABILE ATTRAVERSO UN FORWARD In data 01/11/2016 la società A prevede di effettuare, a fine marzo 2017, acquisti di materie prime per complessivi USD L operazione è da ritenersi altamente probabile in quanto rappresenta 70% degli acquisti in USD previsti per il 1 trimestre 2017, ammontare confermato dai trend storici. Per fronteggiare il rischio cambio, stipula un forward su cambi per l acquisto, in data 31/03/2017, di USD al tasso di cambio EUR/USD 1,12. Al 31/12/2016, in sede di bilancio, il tasso di cambio forward al 31/03/2017, è pari a EUR/USD 1,113. Al 31/03/2017 il cambio spot è pari a EUR/USD 1,102. Stipula del currency forward Nessuna rilevazione contabile Valutazioni al 31/12/2016 Fair value currency forward = / 1, / 1,12 = EUR EUR = EUR Controvalore al cambio forward alla chiusura dell esercizio Controvalore al cambio contrattuale 31/12/2016 Valutazione al fair value del currency forward Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.III.5) ATTIVITA PER DERIVATI DI COPERTURA SPP.A.VII) RISERVA DA CASH FLOW HEDGE

82 I derivati di copertura CASH FLOW HEDGE ACCOUNTING Effettuazione dell acquisto Acquisto = USD / cambio spot 31/03/2017 = / 1,102 = EUR Fair value currency forward = USD / cambio contrattuale USD / cambio spot 31/03/2017 = = / 1, / 1,12 = EUR EUR = EUR /03/2017 Contabilizzazione acquisto materie prime 31/03/2017 Valutazione al fair value del currency forward 31/03/2017 Incasso differenziale del currency forward 31/03/2017 Trasferimento a conto economico della riserva per cash flow hedge Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.B.6) ACQUISTI MATERIE PRIME SPP.D.7) DEBITI VERSO FORNITORI Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.III.5) ATTIVITA PER DERIVATI DI COPERTURA SPP.A.VII) RISERVA DA CASH FLOW HEDGE Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.IV.3) BANCA C/C SPA.C.III.5) ATTIVITA PER DERIVATI DI COPERTURA Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPP.A.VII) RISERVA DA CASH FLOW HEDGE CE.B.6) ACQUISTI MATERIE PRIME Acquisto materie prime = EUR

83 Derivati incorporati (cenni) DEFINIZIONI E SEPARAZIONE CONTRATTO IBRIDO = derivato incorporato + contratto primario (anche non finanziario) Il derivato incorporato deve essere scorporato se e soltanto se: Le caratteristiche economiche e i rischi del derivato non sono strettamente correlate a quelli del contratto primario (es. contratto floor o cap su tassi di interesse incorporato in un contratto di debito) Se è soddisfatta la definizione di derivato Valutazione effettuata solo in sede di rilevazione iniziale Valore contratto primario = = Valore contratto ibrido FV derivato incorporato Alla data di scorporo = data rilevazione iniziale NOTO DETERMINABILE CASISTICHE derivato incorporato - OPZIONE (PUT O CALL) determinazione del premio - FORWARD o SWAP FV = zero Successivamente le variazioni del FV sono imputate a 83 conto economico, salvo designazione per copertura

84 Derivati incorporati (cenni) IL CASO: PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CONVERTIBILE Separazione delle componenti: derivato incorporato = opzione sottoscrizione nuove azioni future = PATRIMONIO NETTO contratto primario = prestito obbligazionario ordinario = DEBITO La società Alfa emette un prestito obbligazionario convertibile composto da obbligazioni del valore nominale di 100,00 euro, sul quale maturano interessi nella misura del 2% annuo. Il tasso di interesse di mercato per un operazione similare senza previsione dell opzione di conversione è pari al 5%. La durata è di 5 anni a partire dal 01/01/2016. Anno Quota capitale Quota interessi nominali Flussi finanziari attesi Costo ammortizzato 01/01/ Quota interessi effettivi 31/12/ /12/ /12/ /12/ /12/ Il valore attuale dei flussi finanziari futuri, scontati al tasso 5% = Valore derivato incorporato = Valore contratto ibrido - Valore contratto primario = = =

85 Derivati incorporati (cenni) IL CASO: PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CONVERTIBILE 01/01/2016 Emissione prestito obbligazionario convertibile Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPA.C.IV.1) BANCA C/C SPP.D.2) PRESTITI OBBLIGAZIONARI CONVERTIBILI SPP.A.VI) RISERVA VERSAMENTI IN C/FUTURO AUMENTO CAPITALE /12/2016 Adeguamento costo ammortizzato Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU OBBLIGAZIONI SPP.D.2) PRESTITI OBBLIGAZIONARI CONVERTIBILI /12/2016 Pagamento interessi su valore nominale Voce bilancio Descrizione Dare Avere CE.C.17) INTERESSI PASSIVI SU OBBLIGAZIONI SPA.C.IV.1) BANCA C/C /12/2020 Aumento capitale sociale Voce bilancio Descrizione Dare Avere SPP.D.2) PRESTITI OBBLIGAZIONARI CONVERTIBILI SPP.A.I) CAPITALE SOCIALE. SPP.A.II) RISERVA SOVRAPPREZZO AZIONI. 85

86 Informativa in nota integrativa ARTICOLO 2427-BIS Nella nota integrativa sono indicati: 1) Per ciascuna categoria di strumenti finanziari derivati: a) il loro fair value; informazione quantitativa con confronto esercizio precedente b) le informazioni sulla loro entità e sulla loro natura, compresi i termini e le condizioni significative che possono influenzare l importo, le scadenze e la certezza dei flussi finanziari; novità c) gli assunti fondamentali su cui si basano i modelli e le tecniche di valutazione, qualora il fair value non sia stato determinato sulla base di evidenze di mercato; d) le variazioni di valore iscritte direttamente a conto economico, nonché quelle imputate alle riserve di patrimonio netto; esposte nella sezione relativa al patrimonio netto e) una tabella che indichi i movimenti delle riserve di fair value avvenuti nell esercizio. OIC 28 patrimonio netto 86

Il criterio del costo ammortizzato per la contabilizzazione dei titoli, dei crediti e dei debiti

Il criterio del costo ammortizzato per la contabilizzazione dei titoli, dei crediti e dei debiti Il criterio del costo ammortizzato per la contabilizzazione dei titoli, dei crediti e dei debiti Prof.ssa Silvia Fossati Docente di Contabilità e Bilancio Il nuovo bilancio d esercizio dopo il D.Lgs. 139/2015

Dettagli

Criterio del costo ammortizzato

Criterio del costo ammortizzato Criterio del costo ammortizzato Costo ammortizzato - La riforma contabile introduce il modello del costo ammortizzato, da utilizzare per la valutazione dei crediti, dei debiti e delle immobilizzazioni

Dettagli

Schema di stato patrimoniale ai sensi dell art c.c.

Schema di stato patrimoniale ai sensi dell art c.c. Schema di stato patrimoniale ai sensi dell art. 2424 c.c. ATTIVO PASSIVO A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata. B) Immobilizzazioni, con

Dettagli

Prestiti obbligazionari

Prestiti obbligazionari Prestiti obbligazionari n Agenda n n n n n Introduzione Aspetti economico aziendali Aspetti giuridici Aspetti contabili Applicazioni Aspetti economico - aziendali La copertura di fabbisogni finanziari

Dettagli

«I NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI» Il costo ammortizzato e l attualizzazione dei crediti e dei debiti: OIC 15 e OIC 19

«I NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI» Il costo ammortizzato e l attualizzazione dei crediti e dei debiti: OIC 15 e OIC 19 In collaborazione con «I NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI» Il costo ammortizzato e l attualizzazione dei crediti e dei debiti: OIC 15 e OIC 19 Dott. Leonardo Piombino Technical Principal OIC Mestre,

Dettagli

Osservazioni sulla bozza di documento OIC 19 Debiti

Osservazioni sulla bozza di documento OIC 19 Debiti Prof. Ugo Sòstero Ordinario di Economia Aziendale - Università Ca Foscari di Venezia Socio SIDREA Osservazioni sulla bozza di documento OIC 19 Debiti Le osservazioni in gran parte ripercorrono quelle formulate

Dettagli

COSTO AMMORTIZZATO E VALORE TEMPORALE: DEBITI (OIC 19) CREDITI (OIC 15)

COSTO AMMORTIZZATO E VALORE TEMPORALE: DEBITI (OIC 19) CREDITI (OIC 15) COSTO AMMORTIZZATO E VALORE TEMPORALE: DEBITI (OIC 19) CREDITI (OIC 15) Alain Devalle, Ph.D. Professore Associato in Economia Aziendale Dottore Commercialista e Revisore Legale ODCEC Torino (Alain.Devalle@unito.it)

Dettagli

Indice XIII. Premessa

Indice XIII. Premessa Indice Premessa XIII 1. Finalità e principi del bilancio d esercizio 1 1.1. La finalità e l oggetto del bilancio d esercizio 3 1.1.1. La finalità del bilancio d esercizio 3 1.1.2. L oggetto della rappresentazione

Dettagli

I crediti nei bilanci 2016

I crediti nei bilanci 2016 I crediti nei bilanci 2016 di Francesco Ballarin (*) Il D.Lgs. n. 139 del 18 agosto 2015, pubblicato nella G.U. del 4 settembre 2015 ha recepito la Direttiva contabile 34/UE/2013 nel nostro ordinamento,

Dettagli

INDICE 3. PROCEDURA DI FORMAZIONE, APPROVAZIONE E DEPOSITO... 49

INDICE 3. PROCEDURA DI FORMAZIONE, APPROVAZIONE E DEPOSITO... 49 INDICE PREMESSA... 15 1. IL BILANCIO D ESERCIZIO: FONTI NORMATIVE E PRINCIPI GENERALI... 17 1. Soggetti obbligati... 19 2. Documenti che compongono il bilancio... 19 3. Principi generali... 20 3.1 Finalità

Dettagli

I Pomeriggi Musicali - Servizi Teatrali Srl

I Pomeriggi Musicali - Servizi Teatrali Srl I Pomeriggi Musicali - Servizi Teatrali Srl Sede in Via San Giovanni sul Muro 2-20100 MILANO (MI) Capitale sociale Euro 20,000 i.v. Codice Fiscale 05877410968 SOCIETA A SOCIO UNICO soggetta all attivita

Dettagli

MAILUP S.P.A. Bilancio al 31/12/2015

MAILUP S.P.A. Bilancio al 31/12/2015 Reg. Imp. 01279550196 Rea 1743733 MAILUP S.P.A. Sede in VIALE FRANCESCO RESTELLI 1-20124 MILANO (MI) Capitale sociale Euro 216.666,68 i.v. Bilancio al 31/12/2015 Stato patrimoniale attivo 31/12/2015 31/12/2014

Dettagli

OPERAZIONI IN VALUTA. Fabio Mongiardini. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

OPERAZIONI IN VALUTA. Fabio Mongiardini. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi Fabio Mongiardini 1 Posta in valuta: attività o passività, monetarie o non monetarie, rilevate in moneta diversa dalla moneta di conto Elementi monetari: attività e passività che comportano il diritto

Dettagli

AZIENDA SPECIALE RETESALUTE BILANCIO AL 31/12/2012 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/ /12/2011

AZIENDA SPECIALE RETESALUTE BILANCIO AL 31/12/2012 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/ /12/2011 AZIENDA SPECIALE RETESALUTE P. IVA 02932150135 PIAZZA VITTORIO VENETO 2/3 23807 MERATE LC Iscritta alla C.C.I.A.A di LECCO R.E.A. n. 301742 Iscritta al Registro Imprese di LECCO Codice Fiscale 94024400130

Dettagli

Bilancio consolidato al Stato patrimoniale attivo

Bilancio consolidato al Stato patrimoniale attivo Bilancio consolidato al 31122016 Stato patrimoniale attivo 2016 2015 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti (di cui già richiamati) (da richiamare) B) Immobilizzazioni I. Immateriali 1 Costi

Dettagli

MAILUP S.P.A. Bilancio al 30/06/2016

MAILUP S.P.A. Bilancio al 30/06/2016 Reg. Imp. 01279550196 Rea 1743733 MAILUP S.P.A. Sede in VIA FRANCESCO RESTELLI 1-20124 MILANO (MI) Capitale sociale Euro 283.265,68 I.V. Bilancio al 30/06/2016 Stato patrimoniale attivo 30/06/2016 31/12/2015

Dettagli

SOCIETA' PER CORNIGLIANO SPA. Bilancio al 31/12/2014

SOCIETA' PER CORNIGLIANO SPA. Bilancio al 31/12/2014 SOCIETA' PER CORNIGLIANO SPA Reg. Imp. 01367680996 Rea 404147 Sede in PIAZZA DE FERRARI 1-16121 GENOVA (GE) Capitale sociale Euro 11.975.277,00 i.v. Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo 31/12/2014

Dettagli

CAIBT PATRIMONIO S.P.A. Bilancio al 31/12/2014

CAIBT PATRIMONIO S.P.A. Bilancio al 31/12/2014 Rea 367585 CAIBT PATRIMONIO S.P.A. Sede in VIA ZANNIER N. 9-30025 FOSSALTA DI PORTOGRUARO (VE) Capitale sociale Euro 2.414.366,00 i.v. Codice Fiscale e Partita Iva 04123620272 Iscritta al Registro Imprese

Dettagli

Le valutazioni al costo ammortizzato e al fair value nei principi contabili nazionali

Le valutazioni al costo ammortizzato e al fair value nei principi contabili nazionali Le valutazioni al costo ammortizzato e al fair value nei principi contabili nazionali Prof. Riccardo Tiscini Convegno: Prima applicazione dei nuovi OIC e prospettive dell informativa di bilancio Roma,

Dettagli

Il nuovo bilancio d esercizio I nuovi schemi del bilancio d esercizio 2016

Il nuovo bilancio d esercizio I nuovi schemi del bilancio d esercizio 2016 Piercarlo Bausola (Commercialista in Torino) Il nuovo bilancio d esercizio I nuovi schemi del bilancio d esercizio 2016 1 La Direttiva 2013/34/UE ed il D.Lgs. n. 139/2015 Direttiva 2013/34/UE Recepimento

Dettagli

ALFA SpA. Bilancio al DATI ANAGRAFICI

ALFA SpA. Bilancio al DATI ANAGRAFICI Bilancio al 31-12-2015 DATI ANAGRAFICI Sede in Via Giacomo Leopardi n. 15 - MILANO Codice Fiscale 11537330158 Numero Rea MI 113085 P.I. 11537330158 Capitale Sociale Euro 46.000 i.v. Forma giuridica SPA

Dettagli

RETESALUTE AZIENDA SPECIALE BILANCIO AL 31/12/2013 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/ /12/2012

RETESALUTE AZIENDA SPECIALE BILANCIO AL 31/12/2013 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/ /12/2012 P. IVA 02932150135 PIAZZA VITTORIO VENETO 2/3 23807 MERATE LC Iscritta alla C.C.I.A.A di LECCO R.E.A. n. 301742 Iscritta al Registro Imprese di LECCO Codice Fiscale 94024400130 BILANCIO AL 31/12/2013 RETESALUTE

Dettagli

PROSPETTI DI BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO. Esercizio al 31/12/2006

PROSPETTI DI BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO. Esercizio al 31/12/2006 PROSPETTI DI BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO Esercizio al 31/12/2006 2006 2005 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti I Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti II (di cui già richiamati)

Dettagli

ATTIVO: struttura finanziaria

ATTIVO: struttura finanziaria ATTIVO: voci bilancio civilistico Riclassificazione SP secondo struttura finanziaria A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata - Quote non

Dettagli

SERUSO S.P.A. Società soggetta a direzione e coordinamento di SILEA S.P.A.. R. IMPRESE LECCO Bilancio al 31/12/2013

SERUSO S.P.A. Società soggetta a direzione e coordinamento di SILEA S.P.A.. R. IMPRESE LECCO Bilancio al 31/12/2013 SERUSO S.P.A. Sede in VIA PIAVE N. 89-23878 VERDERIO (LC) Capitale sociale Euro 1.032.900,00 i.v. Registro Imprese di Lecco 02329240135 Repertorio Economico Amministrativo CCIAA di Lecco n. 285893 Società

Dettagli

Il criterio del costo ammortizzato e i derivati

Il criterio del costo ammortizzato e i derivati Il criterio del costo ammortizzato e i derivati Riccardo Cimini Ricercatore di Economia Aziendale rcimini@unitus.it A.A. 2015/2016 1 IL CRITERIO DEL COSTO AMMORTIZZATO Supponiamo che, in data 1 gennaio

Dettagli

Le attività finanziarie 2

Le attività finanziarie 2 Le attività finanziarie 2 La valutazione di Titoli e Crediti immobilizzati Università degli Studi di Bari- Ragioneria Applicata Prof.ssa Anna Lucia Muserra 1 Art.2426 Modifiche innovative - il criterio

Dettagli

L Analisi di bilancio

L Analisi di bilancio L Analisi di bilancio Economia Aziendale III Esame 2008-2009 L oggetto di indagine: il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio (art. 2423 e segg. cod.civ.) Stato patrimoniale Conto economico Nota

Dettagli

Il criterio del costo ammortizzato

Il criterio del costo ammortizzato Paola Costa Il criterio del costo ammortizzato Abstract: A partire dal bilancio 2016 debutta il nuovo criterio del costo ammortizzato per la valutazione dei debiti, dei crediti e dei titoli immobilizzati.

Dettagli

UDINE E GORIZIA FIERE SPA. Bilancio al 31/12/2014

UDINE E GORIZIA FIERE SPA. Bilancio al 31/12/2014 Reg. Imp. 01185490305 Rea 209228 UDINE E GORIZIA FIERE SPA Sede in VIA COTONIFICIO, 96 - FRAZ.TORREANO - 33035 MARTIGNACCO (UD) Capitale sociale Euro 6.090.208,00 I.V. Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale

Dettagli

THE POWER OF BEING UNDERSTOOD AUDIT TAX CONSULTING

THE POWER OF BEING UNDERSTOOD AUDIT TAX CONSULTING THE POWER OF BEING UNDERSTOOD AUDIT TAX CONSULTING LE NUOVE REGOLE CIVILISTICHE PER LA REDAZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO Valutazione titoli immobilizzati, crediti e debiti a medio-lungo

Dettagli

STATO PATRIM ONIALE. ATTIVO 31 Dicembre Dicembre Casino de la Vallée S.p.A. A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti 0 0

STATO PATRIM ONIALE. ATTIVO 31 Dicembre Dicembre Casino de la Vallée S.p.A. A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti 0 0 STATO PATRIM ONIALE ATTIVO 31 Dicembre 2015 31 Dicembre 2014 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti B) Immobilizzazioni I. Immobilizzazioni Immateriali 1) Costi di impianto e di ampliamento

Dettagli

Bilancio al: 31/12/2004

Bilancio al: 31/12/2004 Istituto Mutualistico Artisti Interpreti ed Esecutori - I.M.A.I.E. Sede in: Roma, Via Piave n.66 Cod.Fisc.80349720583 P.I.: 02311041004 Bilancio al: 31/12/2004 Stato patrimoniale attivo 31/12/2004 31/12/2003

Dettagli

MHOUSE S.r.l. Società soggetta a direzione e coordinamento di Nice Group S.p.A., sede in Via Pezza Alta n Oderzo (TV)

MHOUSE S.r.l. Società soggetta a direzione e coordinamento di Nice Group S.p.A., sede in Via Pezza Alta n Oderzo (TV) MHOUSE S.r.l. Sede in Via Pezza Alta, 13-31046 Oderzo (TV) Capitale Sociale Euro 10.000 i.v. C.F., P. IVA e n. iscrizione R.I. TV 03611720263 Rea 284390 Società soggetta a direzione e coordinamento di

Dettagli

UDINE E GORIZIA FIERE SPA. Bilancio al 31/12/2013

UDINE E GORIZIA FIERE SPA. Bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 01185490305 Rea 209228 UDINE E GORIZIA FIERE SPA Sede in VIA COTONIFICIO, 96 - FRAZ.TORREANO - 33035 MARTIGNACCO (UD) Capitale sociale Euro 6.090.208,00 I.V. Bilancio al 31/12/2013 Stato patrimoniale

Dettagli

AMA - RIFIUTO E' RISORSE SCARL. Sede in Via Leone XIII Castellana Sicula (PA) Capitale Sociale Euro ,00 di cui Euro 2.

AMA - RIFIUTO E' RISORSE SCARL. Sede in Via Leone XIII Castellana Sicula (PA) Capitale Sociale Euro ,00 di cui Euro 2. Registro Imprese 06339050822 Rea 314696 AMA - RIFIUTO E' RISORSE SCARL Sede in Via Leone XIII 32-90020 Castellana Sicula (PA) Capitale Sociale Euro 10.000,00 di cui Euro 2.924,75 versati Bilancio al 31/12/2014

Dettagli

TRIESTE TERMINAL PASSEGGERI SPA. Bilancio al 31/12/2015

TRIESTE TERMINAL PASSEGGERI SPA. Bilancio al 31/12/2015 TRIESTE TERMINAL PASSEGGERI SPA Reg. Imp. 01125570323 Rea 126538 Sede in PUNTO FRANCO VECCHIO MOLO IV c/o CAPANNONE 1-34135 - TRIESTE (TS) Capitale sociale Euro 750.000,00 I.V. Bilancio al 31/12/2015 Stato

Dettagli

Bilancio d esercizio al 31 Dicembre 2012

Bilancio d esercizio al 31 Dicembre 2012 CONSORZIO COMUNI BACINO SA2 IN LIQUIDAZIONE Sede in: VIA ROMA 28 84100 SALERNO Codice fiscale: 03151600651 Partita IVA: 03151600651 Capitale sociale: Capitale versato: Registro imprese di: SALERNO N. iscrizione

Dettagli

OIC 18 Ratei e Risconti

OIC 18 Ratei e Risconti OIC 18 Ratei e Risconti Revisione Principi Contabili Nazionali OIC ODCEC Novara 27 gennaio 2015 Francesco Bavagnoli Università del Piemonte Orientale Dottore Commercialista Agenda Principali novità rispetto

Dettagli

EUROTRANCIATURA SPA - SOCIETA' UNIPERSONALE. Bilancio al 31/12/2014

EUROTRANCIATURA SPA - SOCIETA' UNIPERSONALE. Bilancio al 31/12/2014 Reg. Imp. 05984370154 Rea 1054640 EUROTRANCIATURA SPA - SOCIETA' UNIPERSONALE Società soggetta a direzione e coordinamento di EURO GROUP S.P.A. Società unipersonale Sede in VIA STELLA ROSA,48/50-20021

Dettagli

Dal bilancio contabile al Bilancio d esercizio destinato a pubblicazione. Il caso TECNIC S.p.a.

Dal bilancio contabile al Bilancio d esercizio destinato a pubblicazione. Il caso TECNIC S.p.a. Dal bilancio contabile al Bilancio d esercizio destinato a pubblicazione Il caso TECNIC S.p.a. Bilancio d esercizio contabile o Situazione contabile (patrimoniale ed economica) finale della SpA Tecnic

Dettagli

ACQUEDOTTO DEL FIORA SPA. Bilancio al 31/12/2011

ACQUEDOTTO DEL FIORA SPA. Bilancio al 31/12/2011 ACQUEDOTTO DEL FIORA SPA Reg. Imp. 00304790538 Rea 83135 Sede in VIA MAMELI 10-58100 GROSSETO (GR) Capitale sociale Euro 1.730.520,00 I.V. Bilancio al 31/12/2011 Stato patrimoniale attivo 31/12/2011 31/12/2010

Dettagli

L introduzione del costo ammortizzato nei bilanci d esercizio. Antonella Portalupi

L introduzione del costo ammortizzato nei bilanci d esercizio. Antonella Portalupi L introduzione del costo ammortizzato nei bilanci d esercizio Antonella Portalupi Titoli immobilizzati Nuovo OIC 20 Crediti nuovo OIC 15 Debiti nuovo OIC 19 Criticità: Fattore temporale (attualizzazioni)

Dettagli

STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/ /12/2014. Parte richiamata 0 0. Parte da richiamare 0 0

STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/ /12/2014. Parte richiamata 0 0. Parte da richiamare 0 0 B O D I N O E N G I N E E R I N G S. R. L Sede in ROMA - ST.COMM.PERRONE V.CATONE, 15 Capitale Sociale versato Euro 2.119.500,00 i.v. Iscritta alla C.C.I.A.A. di ROMA Codice Fiscale e N. iscrizione Registro

Dettagli

FAGGIOLATI PUMPS SPA. Bilancio al 31/12/2014

FAGGIOLATI PUMPS SPA. Bilancio al 31/12/2014 Reg. Imp. 01207900430 Rea 123548 FAGGIOLATI PUMPS SPA Società soggetta a direzione e coordinamento di GOLD SRL UNIPERSONALE Sede in VIA PAPA GIOVANNI XXIII, 31-62100 MACERATA (MC) Capitale sociale Euro

Dettagli

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA. Bilancio al 31/12/2014

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA. Bilancio al 31/12/2014 ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA Sede in VIALE TRIESTE 11-30020 ANNONE VENETO (VE) Capitale sociale Euro 7.993.843,00 i.v. Codice fiscale: 04046770279 Iscritta al Registro delle Imprese di Venezia

Dettagli

Il Rendiconto Finanziario. Inquadramento normativo e OIC n.10

Il Rendiconto Finanziario. Inquadramento normativo e OIC n.10 Il Rendiconto Finanziario Inquadramento normativo e OIC n.10 Art. 2423 c.c. Redazione del bilancio. In vigore fino al 31.12.2015 Gliamministratoridevonoredigereilbilanciodiesercizio, costituito dallo stato

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA DELLA NURRA

CONSORZIO DI BONIFICA DELLA NURRA CONSORZIO DI BONIFICA DELLA NURRA Sede in SASSARI VIA ROLANDO 12 Codice fiscale 80000030900 Partita IVA 01433900907 BILANCIO AL 31/12/2014 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/2014 31/12/2013 A) Crediti verso

Dettagli

E.R.P. MASSA CARRARA SPA. Bilancio al 31/12/2014

E.R.P. MASSA CARRARA SPA. Bilancio al 31/12/2014 Reg. Imp. 01095200455 Rea MS-112653 E.R.P. MASSA CARRARA SPA Sede in VIA ROMA, 30-54033 CARRARA (MS) Capitale sociale Euro 3.000.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo 31/12/2014

Dettagli

1. REDAZIONE DEL BILANCIO

1. REDAZIONE DEL BILANCIO Sommario 1. REDAZIONE DEL BILANCIO 1.1 REDAZIONE DEL BILANCIO ORDINARIO... 3 1.2 REDAZIONE DEL BILANCIO SEMPLIFICATO... 43 1.3 REDAZIONE DEL BILANCIO CONSOLIDATO... 51 1.4 REDAZIONE DEL CONSOLIDATO FISCALE...

Dettagli

E A SEZIONE DI RAGIONERIA G. FERRERO I CREDITI FONTI NORMATIVE: CODICE CIVILE; TUIR; OIC 15. L.Puddu, G.Giovando, C.Rainero

E A SEZIONE DI RAGIONERIA G. FERRERO I CREDITI FONTI NORMATIVE: CODICE CIVILE; TUIR; OIC 15. L.Puddu, G.Giovando, C.Rainero I CREDITI FONTI NORMATIVE: CODICE CIVILE; TUIR; OIC 15 1 ARGOMENTI TRATTATI I CREDITI RAGIONERIA DISCIPLINA CIVILISTICA; DISCIPLINA FISCALE; RAGIONERIA - Espressione di vendite non ancora incassate; -

Dettagli

BILANCIO CONSUNTIVO AL 31/12/2005. ancora da richiamare ) costi di impianto e di ampliamento ) costi di ricerca, sviluppo e pubblicità 0 0

BILANCIO CONSUNTIVO AL 31/12/2005. ancora da richiamare ) costi di impianto e di ampliamento ) costi di ricerca, sviluppo e pubblicità 0 0 BILANCIO CONSUNTIVO AL 31/12/2005 Anno corrente Anno precedente 2005 2004 ATTIVITA A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti ancora da richiamare 0 0 richiamati 10,00 9.000,00 B) Immobilizzazioni

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA LETTURA E COMPRENSIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PER GIURISTI IV INCONTRO

INTRODUZIONE ALLA LETTURA E COMPRENSIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PER GIURISTI IV INCONTRO INTRODUZIONE ALLA LETTURA E COMPRENSIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PER GIURISTI IV INCONTRO 1 DAL BILANCIO ECONOMICO AZIENDALE AL BILANCIO CIVILISTICO Necessità di norme che tendano a definire i comportamenti

Dettagli

Indice. Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini) 1 XIII XVII XXI XXII. Prefazione. Introduzione

Indice. Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini) 1 XIII XVII XXI XXII. Prefazione. Introduzione Indice Prefazione Introduzione Gli Autori e i ringraziamenti dell'editore Guida alla lettura XIII XVII XXI XXII Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini) 1 Capitolo 1 La ragioneria:

Dettagli

Società per il Patrimonio Immobiliare S.P.IM. S.p.A.

Società per il Patrimonio Immobiliare S.P.IM. S.p.A. Sede in Via di Francia 1 16149 Genova Codice Fiscale 08866890158 - Rea GE 332837 P.I.: 03288300100 Capitale Sociale Euro 136324000 i.v. Forma giuridica: SPA Bilancio al 31/12/2013 Gli importi presenti

Dettagli

Bilancio al: 31/12/2006

Bilancio al: 31/12/2006 Unità di Euro troncato dei decimali Stato patrimoniale attivo 31/12/2006 31/12/2005 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti (di cui già richiamati ) B) Immobilizzazioni I. Immateriali II. Materiali

Dettagli

CENTRO AGROALIMENTARE RIMINESE SPA. Bilancio annuale di previsione al 31/12/2016

CENTRO AGROALIMENTARE RIMINESE SPA. Bilancio annuale di previsione al 31/12/2016 Sede legale: Via Emilia Vecchia n. 75- RIMINI (RN) Registro Imprese C.c.i.a.a. di Rimini 02029410400 Capitale sociale: Euro 11.798.463,00 C.f. e P.iva.: 02029410400 CENTRO AGROALIMENTARE RIMINESE SPA Bilancio

Dettagli

Documenti di bilancio

Documenti di bilancio Risk and Accounting Documenti di bilancio Marco Venuti 2016 Agenda Il bilancio codicistico: struttura e schemi Il bilancio IAS/IFRS Situazione patrimoniale-finanziaria Conto economico complessivo Rendiconto

Dettagli

SAD - TRASPORTO LOCALE S.P.A. Bilancio al 31/12/2013

SAD - TRASPORTO LOCALE S.P.A. Bilancio al 31/12/2013 SAD - TRASPORTO LOCALE S.P.A. Sede in Corso Italia n. 13/N - Bolzano Codice fiscale e Reg. Imprese n. 01276500210 Capitale sociale - Euro 2.160.000,00.=. i.v. Bilancio al 31/12/2013 31/12/2013 31/12/2012

Dettagli

dell'ingegno 5) Avviamento ) Immobilizzazioni in corso e acconti ) Altre

dell'ingegno 5) Avviamento ) Immobilizzazioni in corso e acconti ) Altre SOCIETA' TRASPORTI PUBBLICI DI TERRA D'OTRANTO SPA Sede in SAN CESARIO DI LECCE - 73016 VIA LECCE N.99 (LE) Capitale sociale Euro 1.898.949,88 I.V. Reg. Imp. 00396610750, Rea 103429 Bilancio al 31/12/2011

Dettagli

VOLTANO S.P.A. Bilancio al 31/12/2013

VOLTANO S.P.A. Bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 80002710848 Rea 177957 VOLTANO S.P.A. Sede in VIA MINIERA POZZO NUOVO N. 1-92021 ARAGONA (AG) Capitale sociale Euro 63.086.037,00 i.v. Bilancio al 31/12/2013 Stato patrimoniale attivo 31/12/2013

Dettagli

TERME DI RECOARO - S.P.A. IN CONCORDATO PREVENTIVO

TERME DI RECOARO - S.P.A. IN CONCORDATO PREVENTIVO TERME DI RECOARO - S.P.A. IN CONCORDATO PREVENTIVO Sede in RECOARO TERME Codice Fiscale 00720060243 - Rea VICENZA 150160 P.I.: 00720060243 Capitale Sociale Euro 3283487 i.v. Forma giuridica: SOCIETA' PER

Dettagli

FAIRTRADE ITALIA SOCIETA' COOPERATIVA. Bilancio al 31/12/2014

FAIRTRADE ITALIA SOCIETA' COOPERATIVA. Bilancio al 31/12/2014 Sede in PADOVA - via PASSAGGIO ALCIDE DE GASPERI, 3 Capitale Sociale versato Euro 205.000,00 Iscritto alla C.C.I.A.A. di PADOVA Codice Fiscale e N. iscrizione Registro Imprese 93074710232 Partita IVA:

Dettagli

Bilancio al 31 dicembre ex art bis Codice Civile. Società. Bergamo Servizi Pubblici SRL. Capitale Sociale Euro i.v.

Bilancio al 31 dicembre ex art bis Codice Civile. Società. Bergamo Servizi Pubblici SRL. Capitale Sociale Euro i.v. Bilancio al 31 dicembre 2012 ex art. 2435-bis Codice Civile Società Bergamo Servizi Pubblici SRL Capitale Sociale Euro 10.000 i.v. corrente in Bergamo Piazzale Goisis 6 Codice Fiscale e Registro delle

Dettagli

GARANTIRE LA SOSTENIBILITA ECONOMICA RENDICONTATA...nei Prospetti di Bilancio

GARANTIRE LA SOSTENIBILITA ECONOMICA RENDICONTATA...nei Prospetti di Bilancio GARANTIRE LA SOSTENIBILITA ECONOMICA RENDICONTATA...nei Prospetti di Bilancio MONNALISA S.P.A. Sede in VIA MADAME CURIE N.7-52100 AREZZO (AR) Capitale sociale Euro 2.064.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2013

Dettagli

SASA SpA-AG - Bilancio d Esercizio 2015 SASA - Bilancio d Esercizio 2015

SASA SpA-AG - Bilancio d Esercizio 2015 SASA - Bilancio d Esercizio 2015 SASA - Bilancio d Esercizio Pag. 1 a 8 1 BILANCIO D ESERCIZIO AL 31.12. Stato patrimoniale Conto economico Relazione e bilancio pag. 2 Bilancio d esercizio al 31.12. BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31/12/ Riclassificato

Dettagli

CONSORZIO RADIOLABS. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

CONSORZIO RADIOLABS. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro CONSORZIO RADIOLABS Sede in CORSO ITALIA 19-00198 - ROMA - RM Codice Fiscale 06428501008 - Rea RM 967449 P.I.: 06428501008 Capitale Sociale Euro 258227,76 i.v. Forma giuridica: CONSORZI SENZA PERS. GIURIDICA

Dettagli

Fondo ammortamento ( ) 0. Fondo ammortamento ( ) ( ) Fondo ammortamento 0 0. Totale IMMOBILIZZAZIONI

Fondo ammortamento ( ) 0. Fondo ammortamento ( ) ( ) Fondo ammortamento 0 0. Totale IMMOBILIZZAZIONI Pagina: 1 Esercizio Esercizio STATO PATRIMONIALE ATTIVO 2013 2012 A CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI 0 0 B IMMOBILIZZAZIONI I Immobilizzazioni immateriali 87.739 26.398 Fondo ammortamento

Dettagli

Azienda: A.LA.T.HA. COOPERATIVA SOCIALE VIA SAVONA 37 - IT MILANO MI Partita IVA: Cod. Fisc. / N. Reg. Impr.

Azienda: A.LA.T.HA. COOPERATIVA SOCIALE VIA SAVONA 37 - IT MILANO MI Partita IVA: Cod. Fisc. / N. Reg. Impr. Pagina: 1 Esercizio Esercizio STATO PATRIMONIALE ATTIVO 2013 2012 A CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI 0 0 B IMMOBILIZZAZIONI I Immobilizzazioni immateriali 969.416 661.200 Fondo ammortamento

Dettagli

GENOVA CAR SHARING S.R.L.

GENOVA CAR SHARING S.R.L. Sede in VIALE BRIGATE PARTIGIANE 1/A - 16129 GENOVA Codice Fiscale 01405760990 - Rea GE 407161 P.I.: 01405760990 Capitale Sociale Euro 55000.00 i.v. Bilancio al 31/12/2013 Gli importi presenti sono espressi

Dettagli

Le nuove norme sul bilancio

Le nuove norme sul bilancio Paola Costa Abstract: Con il decreto legislativo n. 139 del 18.8.2015 il Governo ha dato attuazione alla Direttiva 2013/34/UE relativa al bilancio delle società di capitali. Le nuove disposizioni entreranno

Dettagli

GLI SCHEMI DI BILANCIO IN ITALIA

GLI SCHEMI DI BILANCIO IN ITALIA GLI SCHEMI DI BILANCIO IN ITALIA Il sistema di bilancio per le società di capitali, le società cooperative e mutualistiche Conto Economico art. 2425 Nota Integrativa art. 2427... Stato Patrimoniale art.

Dettagli

ANALISI CLINICHE GALLIENO S.R.L. BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2015

ANALISI CLINICHE GALLIENO S.R.L. BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2015 ANALISI CLINICHE GALLIENO S.R.L. Codice fiscale 00678430232 Partita iva 00678430232 VIA G.C.ABBA N. 12-37100 VERONA VR Numero R.E.A 152011 Registro Imprese di VERONA n. 00678430232 Capitale Sociale 100.000,00

Dettagli

Bilancio al 31/12/2015

Bilancio al 31/12/2015 Bilancio al 31/12/2015 Cava de Tirreni, 27 Aprile 2016 METELLIA SERVIZI Sede in CAVA DE' TIRRENI - VIALE MARCONI, 52 Capitale Sociale versato Euro 100.000 Iscritta alla C.C.I.A.A. di SALERNO Codice Fiscale

Dettagli

AZIENDA ENERGETICA S.P.A.-ETSCHWERKE AG

AZIENDA ENERGETICA S.P.A.-ETSCHWERKE AG Sede in I - 39100 - BOLZANO Codice Fiscale 00101180214 - Numero Rea BZ - 4465 P.I.: 00101180214 Capitale Sociale Euro 442.263.000 i.v. Forma giuridica: società per azioni Settore di attività prevalente

Dettagli

ASSOCIAZIONE NAZ. COSTRUTTORI EDILI FERROVIARI RIUNITI

ASSOCIAZIONE NAZ. COSTRUTTORI EDILI FERROVIARI RIUNITI ASSOCIAZIONE NAZ. COSTRUTTORI EDILI FERROVIARI RIUNITI Sede in VIA NOMENTANA 201 ROMA RM Codice Fiscale 11637201002 - Rea P.I.: 11637201002 Capitale Sociale Euro i.v. Forma giuridica: ASSOCIAZIONE Bilancio

Dettagli

FAGGIOLATI PUMPS SPA. Bilancio al 31/12/2013

FAGGIOLATI PUMPS SPA. Bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 01207900430 Rea 123548 FAGGIOLATI PUMPS SPA Società soggetta a direzione e coordinamento di GOLD SRL UNIPERSONALE Sede in VIA PAPA GIOVANNI XXIII, 31-62100 MACERATA (MC) Capitale sociale Euro

Dettagli

Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2008 Redatto in forma abbreviata ai sensi dell'art bis Cod. Civ.

Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2008 Redatto in forma abbreviata ai sensi dell'art bis Cod. Civ. DELLA RAVA E DELLA FAVA Soc. Coop. Sede legale Piazza Porta Torino,14/15 14100 Asti (At) Iscritta al Registro Imprese di Asti C.F. e n. isrizione 00925310054 Iscritta al R.E.A. di Asti al n.67611 Capitale

Dettagli

CONSORZIO GE.SE.CE.DI. Gestione Servizi Centro Direzionale. Bilancio al 31/12/2003

CONSORZIO GE.SE.CE.DI. Gestione Servizi Centro Direzionale. Bilancio al 31/12/2003 CONSORZIO GE.SE.CE.DI. Gestione Servizi Centro Direzionale Sede in Via Giovanni Porzio Isola F10 80143 NAPOLI Fondo Consortile Euro 516.456,90 di cui versato Euro 444.545,38 Iscrtitto al Registro delle

Dettagli

AZIENDA CONSORZIALE TRASPORTI

AZIENDA CONSORZIALE TRASPORTI Sede in VIALE TRENTO TRIESTE N.11 Codice Fiscale 00353510357 - Rea REGGIO EMILIA 00353510357 RE - 0128373 P.I.: 00353510357 Capitale Sociale Euro 12671394 Forma giuridica: CONSORZIO DI CUI AL D.LGS 267/2000

Dettagli

Job Camere S.r.l. in Liquidazione

Job Camere S.r.l. in Liquidazione Job Camere S.r.l. in Liquidazione Reg. Imp. 04117630287 Rea 363191 Sede in Corso Stati Uniti, 14-35127 PADOVA (PD) Capitale sociale Euro 600.000,00 i.v. Codice Fiscale e Partita IVA 04117630287 Bilancio

Dettagli

ASSOCIAZIONE. Bilancio Consuntivo al 31/12/2014

ASSOCIAZIONE. Bilancio Consuntivo al 31/12/2014 ASSOCIAZIONE Associazione iscritta nel Registro Regionale delle Persone Giuridiche ai sensi del D.P.R. n. 361 del 10/02/2000 Sede legale in STRETTA SAN MARTINO 4-33043 CIVIDALE DEL FRIULI (UD) Codice fiscale

Dettagli

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE FROSINONE. Bilancio al 31/12/2013

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE FROSINONE. Bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. Rea 143631 CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE FROSINONE Sede in PIAZZALE DE MATTHAEIS 41-03100 FROSINONE (FR) Capitale sociale Euro 435.027,01 DI CUI EURO 426.262,19 VERSATI Bilancio al 31/12/2013

Dettagli

COOP. PROVINCIALE SERVIZI SOCIETA COOP. SOCIALE Codice fiscale

COOP. PROVINCIALE SERVIZI SOCIETA COOP. SOCIALE Codice fiscale COOPERATIVA PROVINCIALE SERVIZI - SOC. COOP. SOCIALE VIA PIAVE 39-31100 TREVISO (TV) Codice fiscale 00792090268 Partita iva 00792090268 Codice CCIAA TV Numero R.E.A 000000152891 Capitale Sociale 622960,00

Dettagli

Introduzione. Gli Autori e Ringraziamenti dell Editore. Guida alla lettura. Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini)

Introduzione. Gli Autori e Ringraziamenti dell Editore. Guida alla lettura. Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini) Prefazione Introduzione Gli Autori e Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XIII XV XIX XX Parte prima - Logiche e metodi (di Fabrizio Cerbioni e Lino Cinquini) Capitolo 1 La ragioneria: il mondo

Dettagli

DAR CASA SOCIETA'COOPERATIVA

DAR CASA SOCIETA'COOPERATIVA DAR CASA SOCIETA'COOPERATIVA Sede in MILANO VIA ANTON GIULIO BARRILI 21 Capitale sociale Euro 857.641,94 i.v. Registro Imprese di Milano n. 10245980155 - Codice fiscale 10245980155 R.E.A. di Milano n.

Dettagli

BRESCIA ENERGIA E SERVIZI

BRESCIA ENERGIA E SERVIZI Registro delle Imprese: C.C.I.A.A. di Brescia, numero d iscrizione 02413860988 BRESCIA ENERGIA E SERVIZI Sede in Via Solferino n. 53-25121 Brescia (Bs) Fondo consortile Euro 37.500,00 Bilancio al 31/12/2015

Dettagli

FAGGIOLATI PUMPS SPA. Bilancio al 31/12/2010

FAGGIOLATI PUMPS SPA. Bilancio al 31/12/2010 Reg. Imp. 01207900430 Rea 123548 FAGGIOLATI PUMPS SPA Società soggetta a direzione e coordinamento di GOLD SRL UNIPERSONALE Sede in VIA PAPA GIOVANNI XXIII, 31-62100 MACERATA (MC) Capitale sociale Euro

Dettagli

BILANCIO DI ESERCIZIO

BILANCIO DI ESERCIZIO BILANCIO DI ESERCIZIO Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici Denominazione: MONDO ACQUA S.P.A. Sede: VIA VENEZIA N. 6/B - 12084 MONDOVI' (CN) Capitale sociale: 1.100.000 Capitale sociale interamente

Dettagli

COOPERATIVA EQUO MERCATO - SOCIETA' COOPERATIVA. Bilancio al 31/12/2015

COOPERATIVA EQUO MERCATO - SOCIETA' COOPERATIVA. Bilancio al 31/12/2015 EQUO MERCATO - SOCIETA' Sede in CANTU' - VIALE CESARE CATTANEO, 6 Capitale Sociale versato Euro 95.400,00 Capitale Sociale sottoscritto Euro 96.300,00 Iscritto alla C.C.I.A.A. di COMO Codice Fiscale e

Dettagli

Stato patrimoniale attivo 31/12/ /12/2006

Stato patrimoniale attivo 31/12/ /12/2006 IIL MAGO DII OZ SOCIIETA COOPERATIIVA SOCIIALE ONLUS Sede in VIA ROSE DI SOTTO 53-25100 BRESCIA (BS) Biillanciio all 31//12//2007 Reg. Imp. 02566790982 Rea 460466 Stato patrimoniale attivo 31/12/2007 31/12/2006

Dettagli

PICENO GAS VENDITA S.R.L.

PICENO GAS VENDITA S.R.L. 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO Data chiusura esercizio 31/12/2013 DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede legale: ASCOLI PICENO AP VIA PICENO APRUTINA 114 Numero REA: AP - 170116 Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

CO.SER.CO SOC. COOP. SOCIALE. Bilancio al 31/12/2011

CO.SER.CO SOC. COOP. SOCIALE. Bilancio al 31/12/2011 CO.SER.CO SOC. COOP. SOCIALE Sede in VIA POLLERI 3 1 PIANO - 16125 GENOVA (GE) Capitale sociale Euro 95.418,43 di cui Euro 92.621,72 versati Numero Albo Cooperative A136896 sezione a cooperative a mutualità

Dettagli

ACEA SERVIZI STRUMENTALI TERRITORIALI S.r.l. VIA VIGONE, n PINEROLO, TO Capitale sociale Registro delle imprese di TO n.

ACEA SERVIZI STRUMENTALI TERRITORIALI S.r.l. VIA VIGONE, n PINEROLO, TO Capitale sociale Registro delle imprese di TO n. BILANCIO D ESERCIZIO ANNO 2011 ACEA SERVIZI STRUMENTALI TERRITORIALI S.r.l. VIA VIGONE, n 42 10064 PINEROLO, TO Capitale sociale 100.000 Registro delle imprese di TO n. 10381250017 Bilancio esercizio chiuso

Dettagli

S.R.R.CATANIA AREA METROPOLITANA S.C.P.A

S.R.R.CATANIA AREA METROPOLITANA S.C.P.A S.R.R.CATANIA AREA METROPOLITANA S.C.P.A Sede in PIAZZA DUOMO, 3 CATANIA (CT) Codice Fiscale 05103780879 - Numero Rea CT 343495 P.I.: 05103780879 Capitale Sociale Euro 120000.00 Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

07, Ragioneria 1. Complessità, cambiamento, performance, bilancio.

07, Ragioneria 1. Complessità, cambiamento, performance, bilancio. Prof. Eugenio Comuzzi Ordinario di Economia Aziendale nell Università di Udine Docente di Ragioneria 1, Metodologie e Determinazioni Quantitative d Azienda 1 e 2, Economia dei Gruppi nell Università di

Dettagli

SCUOLA VANTINI. Sede in VIA CADUTI DI PIAZZA LOGGIA 7/B REZZATO BS Bilancio al 31/08/2016

SCUOLA VANTINI. Sede in VIA CADUTI DI PIAZZA LOGGIA 7/B REZZATO BS Bilancio al 31/08/2016 SCUOLA VANTINI Sede in VIA CADUTI DI PIAZZA LOGGIA 7/B - 25086 REZZATO BS Bilancio al 31/08/2016 Stato patrimoniale attivo 31/08/2016 31/08/2015 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti (di cui

Dettagli

Pagina 2 di 8 3) diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell'ingegno 4) concessioni, licenze, marchi e diritti simili

Pagina 2 di 8 3) diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell'ingegno 4) concessioni, licenze, marchi e diritti simili Pagina 1 di 8 BILANCIO ESERCIZIO Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici OSPEDALE DI Denominazione: SASSUOLO SPA VIA FRANCESCO Sede: RUINI N.2 SASSUOLO MO Capitale Sociale: 7.500.000 Capitale

Dettagli

STATO PATRIMONIALE al

STATO PATRIMONIALE al STATO PATRIMONIALE al 31.12.2008 ATTIVO Esercizio corrente Esercizio precedente 2008 2007 A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI I) Versamenti non ancora richiamati 10.000 10.000 II) Versamenti

Dettagli

Prospetti contabili Situazione patrimoniale finanziaria consolidata

Prospetti contabili Situazione patrimoniale finanziaria consolidata Prospetti contabili Situazione patrimoniale finanziaria consolidata ATTIVITÀ Note 31 dicembre 2016 di cui verso 31 dicembre 2015 di cui verso (valori in Euro/000) parti correlate parti correlate Attività

Dettagli