BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI STAND PER L ESERCIZIO DEL MERCATO AGRICOLO COMUNALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI STAND PER L ESERCIZIO DEL MERCATO AGRICOLO COMUNALE"

Transcript

1 BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI STAND PER L ESERCIZIO DEL MERCATO AGRICOLO COMUNALE Il Responsable del Servzo Vsto l Regolamento d dscplna del mercato agrcolo comunale, approvato con Delbera d Consglo Comunale n.8 del 30/03/2009; Vsto l Regolamento nterno d vendta, approvato con delbera d Gunta Comunale n.79 del 01/08/2011; Vsta la propra determnazone n.4/18/451 del 13/12/2012, con la quale è stato approvato l presente bando; RENDE NOTO Che è ndetto bando pubblco con gara fssata per le ore del 21/01/2013 presso la sede muncpale - 2 pano per l assegnazone, degl stand nel seguente mercato: MERCATO AGRICOLO Va Moln Tpologa del mercato: Settore Merceologco: Rservato a produttor agrcol Prodott agrcol Commerco equo-soldale Gornate d mercato: Govedì dalle ore alle ore Venerdì: dalle ore alle ore Sabato: dalle ore alle ore Tpologe Azende Numero massmo per tpologa Latte e dervat caprn e vaccn 1 Vn, brra e alcolc 1 Carne avcola/cuncola 1 Salum e carn sune 1 For e pante 1 TOTALE STAND DA ASSEGNARE 5 L assegnazone degl stand, anche per quanto attene ubcazone e dmenson, vene fatta tenuto conto delle esgenze de sngol produttor e d quelle organzzatve e d gestone general. L assegnazone de postegg a produttor agrcol è consentta, n vrtù della stagonaltà cu è soggetta la produzone agrcola, per una durata che, su rchesta dell nteressato, potrà essere lmtata ad uno o pù perod dell anno. REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO Possono partecpare al mercato agrcolo gl mprendtor agrcol che:

2 conducano un azenda agrcola nel terrtoro della Regone Lombarda (qualora non pervengano rcheste da azende agrcole Lombarde, verranno ammesse anche azende ubcate al d fuor della Regone Lombarda, così come prevsto dall art.5, comma 3 del Regolamento nterno per la vendta presso l Mercato Agrcolo Comunale d Valmadrera, approvato con DGC n.79 del 01/08/2011); pongano drettamente n vendta prodott agrcol provenent n prevalenza dalla propra azenda agrcola; sano n possesso de requst prevst dall art.4., comma 6 del D.Lgs. 18 Maggo 2001 n.228; pongano n vendta prodott agrcol conform alla dscplna n matera d gene degl alment, etchettat nel rspetto della dscplna n vgore per sngol prodott e con l ndcazone del luogo d orgne terrtorale e dell mpresa produttrce. TEMPI DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE Gl nteressat a partecpare al presente bando dovranno far pervenre al Comune, entro e non oltre l gorno: Lunedì 14 gennao 2013 alle ore medante lettera raccomandata con avvso d rcevmento, ovvero medante consegna a mano presso l Uffco Protocollo del Comune, redatta utlzzando lo schema allegato e rportando sulla busta la seguente dctura: - bando pubblco per l assegnazone degl stand all nterno del Mercato Agrcolo Comunale. CRITERI PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA La commssone gudcatrce appostamente nomnata, provvederà n data 21/01/2013 alle ore 10.00, presso la sede comunale, all esame delle domande presentate redgendo la graduatora, dstntamente per cascuna tpologa, secondo seguent crter: UBICAZIONE TERRITORIALE DELL AZIENDA (ved nota 1) Azenda agrcola ubcata nel terrtoro del Comune d Valmadrera 7 Azenda agrcola ubcata nel terrtoro della Comuntà Montana del Laro Orentale 6 Azenda agrcola ubcata nel terrtoro montano della 5 Azenda agrcola ubcata nel terrtoro non montano della 4 Azenda agrcola ubcata ne terrtor della Provnce confnant con la Provnca d Lecco Azenda agrcola ubcata ne terrtor della Provnce NON-confnant con la Provnca d Lecco Azenda agrcola ubcata ne terrtor al d fuor della Regone Lombarda, (queste stanze verranno consderate soltanto nel caso prevsto dall art.5, comma 3 del Regolamento nterno per la vendta presso l Mercato Agrcolo Comunale d Valmadrera, approvato con DGC n.79 del 01/08/2011)) 3 2 1

3 QUALITÀ DEI PRODOTTI (ved nota 2) Prodott agrcol propr dotat d march d qualtà (D.O.P., IGP, DOC, DOCG, I.G.T., prodott tradzonal della regone Lombarda, prodott bologc) MODALITÀ ORGANIZZATIVE DELL ATTIVITÀ PRODUTTIVA (ved nota 3) Trasformazone prevalente d prodott propr nternamente all azenda agrcola + 1 CARATTERITICHE DELL IMPRESA AGRICOLA Impresa agrcola professonale (Iap) + 1 Impresa agrcola condotta da govane mprendtore + 1 Impresa agrcola aderente a cooperatve agrcole e/o a consorz d produttor agrcol + 1 Note: 1) puntegg relatv all ubcazone terrtorale dell azenda non sono cumulabl; 2) per l punteggo relatvo alla qualtà de prodott vene assegnato un unco punto ndpendentemente dal numero de march a cu l azenda adersce; 3) per trasformazone prevalente s ntende la lavorazone d almeno l 51% de prodott propr all nterno dell azenda A partà d punteggo, nell assegnazone dell area d vendta è rconoscuta la precedenza a rchedent seguendo l ordne dell ubcazone terrtorale dell Azenda, della tabella d cu sopra e nel caso d ulterore partà seguendo l ordne cronologco d presentazone delle domande. CAUSE DI ESCLUSIONE Le domande pervenute fuor termne e non contenent tutt dat rchest, non verranno prese n consderazone. Al fne d verfcare le dcharazon rese da rchedent l posteggo, ed n ogn caso al fne d poter procedere alla formazone della graduatora, l Comune s avvale delle notze n possesso o comunque delle verfche esperte dagl addett alla vglanza. Inoltre sarà accertato con le modaltà prevste dalla legge, l possesso de requst occorrent per la partecpazone all assegnazone. PUBBLICITA DELLA GRADUATORIA La graduatora approvata con determnazone del sottoscrtto Responsable, sarà pubblcata all Albo Pretoro on-lne e sul sto sttuzonale del Comune: UTILIZZAZIONE DELLA GRADUATORIA Entro 15 gorn dalla formazone della graduatora, la struttura comunale ncarcata procederà a comuncare l esto delle domande agl nteressat. Il rlasco dell autorzzazone alla vendta è subordnato alla dmostrazone del possesso d tutt que requst soggettv ed oggettv prevst dalla normatva vgente e dal Regolamento, prescrtt dal presente Bando. CANONI L accesso al mercato da parte delle mprese agrcole assegnatare dello stand è subordnato al pagamento al soggetto gestore del canone, nonché della cauzone, prevsta a garanza del corretto utlzzo e della contnutà dell uso dello stand assegnato. + 1

4 Il canone è stablto annualmente da Terrealte n qualtà d soggetto gestore nel rspetto del pano economco presentato n sede d asta pubblca tenutas n data 29/04/2011. ORARIO DI ACCESSO E DI SGOMBERO La vendta de prodott ha luogo d norma nelle gornate d govedì dalle ore alle ore 13.00, l venerdì dalle ore alle ore 19,30 ed l sabato dalle ore alle ore 14,00, ad eccezone d quelle che l soggetto gestore rende not medante pubblcazone d apposto calendaro defnto all nzo d ogn anno solare. Il soggetto gestore preva autorzzazone del comune può prevedere con antcpo non nferore a due mes una dversa programmazone del mercato anche n gorn dvers dal venerdì e sabato e/o n aggunta a quest. Gl orar d funzonamento sono dspost dal soggetto gestore e res pubblc medante notfca agl nteressat e affssone d avvso all nterno del mercato. Dett orar prevedono, anche n modo dfferenzato per perod stagonal e/o perod d fort produzon: apertura cancell ed nzo mmssone prodott, termne mmssone prodott ed nzo vendta, dveto d abbandono dello stand fatt salv gustfcat motv, termne vendta, chusura cancell. In occasone d partcolar festvtà e d manfestazon cultural o turstche promosse dal Comune o dal soggetto gestore del mercato,l attvtà d vendta sarà regolata da appost accord. MODALITA DI SISTEMAZIONE DELLE ATTREZZATURE DI VENDITA Ogn assegnataro deve ndcare n modo charo e ben leggble nel propro stand: a. le generaltà e l ndrzzo della propra mpresa b. l prezzo d vendta de prodott espost per untà d msura, medante l uso d un cartello o con altre modaltà donee allo scopo. Il Consorzo Terrealte può fssare crter d unformtà per le ndcazon d cu al comma precedente. Ogn produttore è drettamente responsable, a tutt gl effett d legge, de propr prodott post n vendta. Gl stand devono essere usat solo per l deposto de prodott da porre n vendta e delle attrezzature necessare per la stessa; ess devono essere usat con la massma cura e dlgenza, evtando mbrattament e danneggament delle strutture, degl mpant e delle dotazon. E vetato adbre gl stand e tutte le altre aree d pertnenza del mercato a deposto d mballagg vuot o d altr materal. Non è consentto nstallare negl stand mpant d qualsas natura o apportarv modfche d qualunque spece ed enttà senza la preventva autorzzazone del soggetto gestore. Il soggetto gestore all nterno degl stand può fare rmuovere manfest, locandne, mmagn e ogn altro genere d pubblctà che rtenga costtusca danno all mmagne del mercato o a sngol produttor. Il soggetto gestore può dffdare l assegnataro a provvedere ad un opportuno allestmento dello stand nel caso n cu l nadeguata presentazone de prodott possa recare danno d mmagne al

5 mercato. Qualora l assegnataro non v provveda entro l termne stablto, non nferore a due settmane, può ncorrere ne provvedment dscplnar prevst dall art. 14 del presente regolamento. Il soggetto gestore coordnerà l servzo d apertura, chusura e pulza de servz genc esstent all esterno della struttura, qual saranno destnat all utlzzo da parte del pubblco. Gl oner saranno a carco degl assegnatar degl spaz d vendta. Durante le ore d chusura del mercato nessuno deve rmanere negl stand, salvo specfco permesso scrtto, rlascato dal soggetto gestore che mpartrà le dsposzon del caso. PRESCRIZIONI E DIVIETI E vetato agl assegnatar, sa nel mercato che nelle sue dpendenze: a. effettuare vendte n luogh dvers da quell assegnat; b. abbandonare, alla fne delle vendte, prodott nvendut, mballagg e ogn altro genere d materale; c. ngombrare luogh d passaggo ed ostacolare comunque la crcolazone; d. gettare su luogh d passaggo prodott avarat o altro materale; e. attrare consumator con grda e schamazz; f. sollectare offerte o curare raccolte o sottoscrzon senza l preventvo consenso del soggetto gestore; g. tutto cò che possa menomare o compromettere l ordne e la dscplna del mercato e delle vendte; h. ogn atto contraro alla scurezza. Il soggetto gestore, per gustfcat motv, può dsporre ulteror dvet e prescrzon fnalzzat al regolare svolgmento del mercato, da notfcare tempestvamente per scrtto agl assegnatar e medante affssone nel mercato. Al termne delle operazon d vendta cascun assegnataro è tenuto a rmuovere dallo stand rfut dervant dall attvtà d vendta e provvedere al loro smaltmento. I vecol utlzzat per l trasporto de prodott post n vendta devono essere parcheggat negl appost spaz. L uso d mezz d trasporto nterno delle merc è autorzzato dal soggetto gestore. NORMA FINALE Per tutto quanto non prevsto nel presente bando s fa rfermento al vgente Regolamento Comunale per l mercato degl agrcoltor approvato con delberazone d Consglo Comunale n.8 del 30/03/2009 ed al Regolamento nterno d vendta approvato con delbera della Gunta Comunale n.79 dell 1/8/2011. Valmadrera lì, 13 Dcembre 2012 Il Responsable del Settore (Scola Ing.Galdno)

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV)

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV) AVVISO PUBBLICO Costtuzone d short lst: Servzo d pulze presso l Isttuto d Rcerca Camporeale, Arano Irpno (AV) In esecuzone della Determna Presdenzale n. 15/103 del 10/09/2015, la Bogem Scarl ntende procedere

Dettagli

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria Responsable del provvedmento fnale : Solnas Grazella - tel.0783/378206 - ragonera@comune.solaru sto Acquszone d ben e servz d Fnanzaro Trbutaro Grazella Solnas 0783-378206 ragonera@comune.solaru preventv

Dettagli

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari Allegato alla D.D. Area 3 - Terrtoro n 17 del 20.04.2009 COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provnca d Bar DISCIPLINARE BANDO PUBBLICO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RECUPERO DELLE FACCIATE DI IMMOBILI

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

Per ragioni d'urgenza, il servizio potrà essere affidato ed eseguito anche in pendenza di stipula contrattuale.

Per ragioni d'urgenza, il servizio potrà essere affidato ed eseguito anche in pendenza di stipula contrattuale. AVVISO PUBBLICO Costtuzone d short lst Servzo d mantenmento verde e pccola manutenzone da svolgers presso l Isttuto d Rcerca Bogem s.c.ar.l. Va Camporeale, Arano Irpno (AV) In esecuzone della Determna

Dettagli

BANDO PER LE DOMANDE DI COLLABORAZIONE DI STUDENTI ANNO 2016/2017 IL DIRETTORE DELLA BIBLIOTECA

BANDO PER LE DOMANDE DI COLLABORAZIONE DI STUDENTI ANNO 2016/2017 IL DIRETTORE DELLA BIBLIOTECA BIBLIOTECA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE BIBLIOTECA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE BANDO PER LE DOMANDE DI COLLABORAZIONE DI STUDENTI ANNO 2016/2017 IL DIRETTORE DELLA BIBLIOTECA

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

Telefoni Avaya T3 collegabile a Integral 5 Configurazione e utilizzo sala conferenze Integrazione del manuale utente

Telefoni Avaya T3 collegabile a Integral 5 Configurazione e utilizzo sala conferenze Integrazione del manuale utente Telefon Avaya T3 collegable a Integral 5 Confgurazone e utlzzo sala conferenze Integrazone del manuale utente Issue 1 Integral 5 Software Release 2.6 Settembre 2009 Utlzzo sala conferenze Utlzzo sala conferenze

Dettagli

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE PROCEDURA NEGOZIATA PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI IDEAZIONE E PROGETTAZIONE GRAFICA PER LA PUBBLICAZIONE E DIVULGAZIONE DELLE INIZIATIVE CULTURALI DELL'ERT ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

Dettagli

Allegato alla D.D. Area 3 Territorio n. 314 del

Allegato alla D.D. Area 3 Territorio n. 314 del Allegato alla D.D. Area 3 Terrtoro n. 314 del 09.09.2008 COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provnca d Bar DISCIPLINARE BANDO PUBBLICO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RECUPERO DELLE FACCIATE DI IMMOBILI

Dettagli

COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI MILANO ALLEGATA AL PROGETTO DI LAVORI DI COSTRUZIONE NUOVA PALESTRA SCOLASTICA POLIVALENTE

COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI MILANO ALLEGATA AL PROGETTO DI LAVORI DI COSTRUZIONE NUOVA PALESTRA SCOLASTICA POLIVALENTE COMUNE DI SEREGNO PROVINCIA DI MONZA BRIANZA COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI MILANO ALLEGATA AL PROGETTO DI LAVORI DI COSTRUZIONE NUOVA PALESTRA SCOLASTICA POLIVALENTE ATTIVITÀ NORMATA (D.M. 18.03.1996

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data COMUNE D SESTU SETTORE : Responsable: Vglanza Deana Perlug DETERMNAZONE N. n data 1926 04/12/2015 OGGETTO: Affdamento dretto alla dtta Racca Umberto & C. s.n.c. per la forntura d 6 chav elettronche per

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

Economia degli intermediari finanziari. Lo sconto

Economia degli intermediari finanziari. Lo sconto Economa degl ntermedar fnanzar Lo sconto 1. Introduzone Lo sconto è una forma d smoblzzo de credt commercal utlzzable nel caso n cu l mpresa regol propr scamb medante effett cambar, ossa ttol d credto

Dettagli

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri Scelta dell Ubcazone d un Impanto Industrale Corso d Progettazone Impant Industral Prof. Sergo Cavaler I fattor ubcazonal Cost d Caratterstche del Mercato Costruzone Energe Manodopera Trasport Matere Prme

Dettagli

BANDO PER LE DOMANDE DI COLLABORAZIONE DI STUDENTI A. A. 2013/2014

BANDO PER LE DOMANDE DI COLLABORAZIONE DI STUDENTI A. A. 2013/2014 FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE, SOCIOLOGIA, COMUNICAZIONE BANDO PER LE DOMANDE DI COLLABORAZIONE DI STUDENTI A. A. 2013/2014 IL PRESIDE DELLA FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE, SOCIOLOGIA, COMUNICAZIONE (Prof.

Dettagli

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione;

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione; 22 28.10.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 22 ottobre 2013, n. 59/R Modfche al regolamento emanato con decreto del Presdente della

Dettagli

COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) Atto N. 09 del 05 03 20ls. il giorno, qll-qgg il sottoscritto dott. Vito Montana

COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) Atto N. 09 del 05 03 20ls. il giorno, qll-qgg il sottoscritto dott. Vito Montana @ @ COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) D etermnazone del Respons able dell' are a frnanzara Atto N. 09 del 05 03 20ls OGGETTO: Determnazone delf mporto della cassa vncolata alla data del 3lll2l20l4

Dettagli

allegato C Abaco dei mezzi pubblicitari (ai sensi dell art. 158 e seg.)

allegato C Abaco dei mezzi pubblicitari (ai sensi dell art. 158 e seg.) RE Regol ament oed l z o Gest oneecont r ol l odelter r t or o Regol ament oed l z o C 43 04/ 11/ 2011 5 06/ 02/ 2012 Abacodemezzpubbl c t ar PROGETTO ECOORDI NAMENTO ar ch.domen coleo GRUPPO DIPROGETTAZI

Dettagli

PROCEDURA DI CONFERIMENTO DELLA CAPACITÀ DI RIGASSIFICAZIONE AD INIZIO ANNO TERMICO (LUGLIO 2015)

PROCEDURA DI CONFERIMENTO DELLA CAPACITÀ DI RIGASSIFICAZIONE AD INIZIO ANNO TERMICO (LUGLIO 2015) PROCEDURA DI CONFERIMENO DELLA CAPACIÀ DI RIGASSIFICAZIONE AD INIZIO ANNO ERMICO (LUGLIO 2015) La presente procedura vene pubblcata secondo quanto prevsto al paragrafo Confermento d capactà ad nzo Anno

Dettagli

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne Dpartmento d Stud Umanstc Corso d Laurea n Lngue e Culture Moderne (L-11 classe n Lngue e Culture Moderne) Manfesto degl Stud A.A. 2014/2015 ART. 1 Obettv formatv specfc e descrzone del corso formatvo

Dettagli

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO l AZENA U.S.L. 9 d GROSSETO Va Cmabue 109~581 GROSSETO ~ Tel. 0564/485111 485551 C. Fsc. P. va 315940536 ELBERAZONE o 1 1 5 - ~ 2O M~R. 2012 N...EL... OGGETTO: "Nota dell'assessore al rtto alla Salute

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO

AZIENDA U.S.L. 9 di GROSSETO Azlendll... USl9 Grosseto AZENDA U.S.L. 9 d GROSSETO Va Cmabue 109-58100 GROSSETO - Tel. 0564/485111-485551 - C. Fsc. P. va 00315940536 DELBERAZONE DEL DRETTORE GENERALE DOT. DANELE TEST 290 ~ DEL 2 9

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No EtON 33LIA A,a Pohtche per la Rqualfcazone, la Tutela e la Scurezza Ambentale e per l Attuazone delle Opere Pubblche Servzo Ecologa ATTO DIRIGENZIALE ORIGINALE Codfca adempment L.R.15/08 (trasparenza)

Dettagli

(TRECASTELLI) Provincia di Ancona

(TRECASTELLI) Provincia di Ancona Comune d CASTEL COLONNA Comune d MONTERADO Comune d RPE (TRECASTELL) Provnca d Ancona AWSO Con Legge della Regone Marche del 22 luglo 2013, n. 18, a decorrere dal 01 gennao 2014, e sttuto nella Provnca

Dettagli

CONFORMITA DEL PROGETTO

CONFORMITA DEL PROGETTO AMGA - Azenda Multservz S.p.A. - Udne pag. 1 d 6 INDICE 1. PREMESSA...2 2. CALCOLI IDRAULICI...3 3. CONFORMITA DEL PROGETTO...6 R_Idr_Industre_1 Str.doc AMGA - Azenda Multservz S.p.A. - Udne pag. 2 d 6

Dettagli

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa PROTOCOLLO C'NTESA PER LA TUTELA E L RSANAMENTO CELLA MEDA VALLE DEL "'''1.''' TRA: La Provnca d Avellno l Consorzo AS d Avellno La Socetà rpnambente spa l Comune d Atrpalda l Comune d Avellno l Comune

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ECONOMIA AZIENDALE A.S.: 2015/2016 Prof Pnzzotto Dana classe 5 b afm Obtv educatv OBTV ddattc trasversal Acqusre

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI 17 ASSEGNI FINALIZZATI ALL INCENTIVAZIONE DELLE ATTIVITÁ DI TUTORATO PER L ANNO ACCADEMICO 2016/2017

BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI 17 ASSEGNI FINALIZZATI ALL INCENTIVAZIONE DELLE ATTIVITÁ DI TUTORATO PER L ANNO ACCADEMICO 2016/2017 Unverstà degl Stud d Roma LA SAPIEZA Facoltà d Gursprudenza DISPOSIZIOE prot. n. 0000547 rep. n. 59/2016 del 13/12/2016 classf. VII/1 f. 2016-VII/1.10 BADO DI COCORSO PER L ATTRIBUZIOE DI 17 ASSEGI FIALIZZATI

Dettagli

ALLEGATO N. 7 AL PTPC COMUNE DI UMBERTIDE

ALLEGATO N. 7 AL PTPC COMUNE DI UMBERTIDE ALLEGATO N. 7 AL PTPC MODELLO N. 1 Al Segretaro Generale, Responsable Antcorruzone OGGETTO: dcharazone generale d conoscenza del Pano 2016-2018 d Prevenzone della Corruzone, del Programma trennale per

Dettagli

a g e. i t / e - l e g g e - i m p o s t a - u n i c a - c o m u n a l e - i u c - i m u - t a r i - t a s i / # i x z z 2 v 6 u 6 4 j B p

a g e. i t / e - l e g g e - i m p o s t a - u n i c a - c o m u n a l e - i u c - i m u - t a r i - t a s i / # i x z z 2 v 6 u 6 4 j B p a g e. t / e l e g g e m p o s t a u n c a c o m u n a l e u c m u t a r t a s / # x z z 2 v 6 u 6 4 j B p OGGETTO: APPROVAZIONE BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 E DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (D.U.P)

Dettagli

Prot Ravenna, 12 OTTOBRE 2006

Prot Ravenna, 12 OTTOBRE 2006 MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Uffco Scolastco Regonale per l Emla Romagna U.S.P. d Va S.Agata, 22 48100 RA Tel. 054433057 Fax 054432263 Prot. 6503, 12 OTTOBRE 2006 Oggetto: Rpartzone fond per attvtà

Dettagli

InfoCenter Product A PLM Application

InfoCenter Product A PLM Application genes d un fra o Gestone de crcolazone dell'nformazone sa crcoscrtta entro Pdetermnat ambt settoral. L'ntegrazone de sstem e de odpartment azendal rchede nuove modaltà operatve, nuove t competenze e nuov

Dettagli

COMUNE DI APPIANO GENTILE (CO) CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE

COMUNE DI APPIANO GENTILE (CO) CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE COMUNE DI APPIANO GENTILE (CO) CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE 2 INDICE Art. 1 LA CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE Pag. 3 Art. 2 I LIMITI DI ZONA

Dettagli

11111111111 111111111111111' 111111111111 1III

11111111111 111111111111111' 111111111111 1III CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI 31'110/2014 U-5s/6249/2014 CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI IN'GEGNEHl 11111111111 111111111111111' 111111111111 1III /''''''(1''} l,\{lfij,ae'r'1 '-.;'H/h/rl Crco n. 445/XVIII

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE Mnstero dell Ambente e della Tutela del Terrtoro e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1. I RIFERIMENTI NORMATIVI 1.2. GLI OBIETTIVI

Dettagli

Invio fascicolo di Bilancio

Invio fascicolo di Bilancio HELP DESK Nota Salvatempo 0052 TUTTOBILANCIO Invo fasccolo d Blanco Quando serve D seguto sono elencat passagg da segure per predsporre, frmare e scarcare una pratca d Blanco (Modello B) per la presentazone

Dettagli

i i IifgIilIUl!flllulIiIii, I/

i i IifgIilIUl!flllulIiIii, I/ ) do.d PRO 4r( tcoco) P cccman data \ R nta r Wr ìnce nle (,mun:cazon ezcne (1 ntencu ov stv 1 jtrred:al antro )ìrezonap ol3 3 C 3 APOL] c pata,a na e monc vaqcorn I( r -r le gjf ( [) F I(T.(.F IfgIlIUl!flllulII,

Dettagli

Provinciadi Ravenna Ptazzadei Caduti per lalibertàt,2 / 4 IL DIRIGENTE

Provinciadi Ravenna Ptazzadei Caduti per lalibertàt,2 / 4 IL DIRIGENTE Provncad Ravenna Ptazzade Cadut per lalbertàt,2 / 4 ff del 0310212 n 37 Pror,'rredmento 09-l t-07 2006t4t0 Classfcazone - AUTORIZZAZIONEATTIVITA' Dl GESTIONEDELL'IMPIANTO - LR 512006 Oggetto DLGS 15212006

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consglo Regonale della Campana Prot.n. 14872/A Al Sgnor Presdente della Gunta Regonale della Campana Va S. Luca, 81 NAPOLI A Presdent delle Commsson Conslar Permanent V e VI A Consgler Regonal Al Settore

Dettagli

Ingegneria dell Informazione, Informatica e Statistica n. 10 borse

Ingegneria dell Informazione, Informatica e Statistica n. 10 borse BADO PER. 125 BORSE DI COLLABORAZIOE PER IL SERVIZIO DI ORIETAMETO E TUTORATO (SORT) DELL UIVERSITA LA SAPIEZA DI ROMA, PER IL PERIODO DA GEAIO 2017 A DICEMBRE 2017 D.R. 2685/2016 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

ARGOMENTI 1. 2. 3. 4. I

ARGOMENTI 1. 2. 3. 4. I ARGOMENTI 1. Defnzon 2. La classfcazone 3. Competenze e compt 4. I rfut assmlat 5. La raccolta dfferenzata 6. Il trattamento 7. La stablzzazone 8. Il codce CER 191212 9. La FOS 10. Il percolato INDICE

Dettagli

PIANO DEI CONTROLLI E PROSPETTO TARIFFARIO

PIANO DEI CONTROLLI E PROSPETTO TARIFFARIO E PROSPETTO TARIFFARIO REV. DATA ELABORATO Segretera tecnca (Dr.ssa Adrana Covello) 0 21/07/09 APPROVATO Responsable della Struttura (Dr. Ncola Bux) Pag. 1 d 23 INDICE GENERALE INDICE GENERALE 1 PREMESSA...3

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11 Caso Copyrght 2005 The Companes srl Stma d un area fabbrcable n zona ndustrale nella cttà d Ferrara. La stma è effettuata con crter della comparazone e quello del valore d trasformazone. Indce Confermento

Dettagli

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9"* @y*d"-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9* @y*d-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1 Mod. 162 /f*e*ékfu utff6úà/6r.** DPARTMENTO PER LE RSORSE DRCHE DREZONE PER LA DFESA DEL MARE 6tro,gq Al Comune d Procda Va LbeÉà, L2-80079 Procda (NA1 % -r tèv {z l.e6ha @y*d"-/%éé/,tr 9"* ---4\ Oggetto:

Dettagli

Prot.709 /a7 Messina, lì 18/02/2014

Prot.709 /a7 Messina, lì 18/02/2014 IV^ ISTITUTO COMPRENSIVO G. LEOPARDI Pazza Stella Mars Rone Mnssale 98125 MESSINA - Tel./Fax 0902935502 Cod.fscale 80006720835 - Cod.meccanografco MEIC86200B E-mal: mec86200b@struzone.t - mec86200b@pec.struzone.t

Dettagli

Ari. 70 Uso. ArI. 71. Ari. 72 Orari Ari. 73 Percorso dei cortei funebri. Ari. Ari. Ari. Ari. Ari. Ait. Ari.

Ari. 70 Uso. ArI. 71. Ari. 72 Orari Ari. 73 Percorso dei cortei funebri. Ari. Ari. Ari. Ari. Ari. Ait. Ari. - - CAPTOLO V. AREE A DUE POST SOVRAPPOST (TOMBETTE> CAPTOLO X. CAMERA MORTJARA Ad. Ar. Ar. Ar. Ar. Ar. Ar. 43 44 45 46 47 48 49 Defnzone Concesson Durata delle concesson Effetto delle concesson Possbltà

Dettagli

BANDO PER 60 BORSE DI COLLABORAZIONE LA CUI ATTIVITA VERRA SVOLTA PRESSO IL CIAO NEL PERIODO DAL 1 GIUGNO AL 31 OTTOBRE 2017 IL RETTORE

BANDO PER 60 BORSE DI COLLABORAZIONE LA CUI ATTIVITA VERRA SVOLTA PRESSO IL CIAO NEL PERIODO DAL 1 GIUGNO AL 31 OTTOBRE 2017 IL RETTORE BANDO PER 60 BORSE DI COLLABORAZIONE LA CUI ATTIVITA VERRA SVOLTA PRESSO IL CIAO NEL PERIODO DAL 1 GIUGNO AL 31 OTTOBRE 2017 IL RETTORE DR 889/2017 del 20/03/2017 VISTO l art. 11 del Decreto Legslatvo

Dettagli

Scarto documentazione d'ufficio presso il Servizio Contabilità e Finanza - Viale Elvezia, 2 - Monza.

Scarto documentazione d'ufficio presso il Servizio Contabilità e Finanza - Viale Elvezia, 2 - Monza. 00539 Delberazone n. Seduta del: 2 LUG 205 Scarto documentazone d'uffco presso l Servzo Contabltà e Fnanza - Vale Elveza, 2 - Monza. Il Drettore Generale (Matteo Stocco) coaduvato da: Il Drettore Arnmnstratvo:

Dettagli

U.d. 1 Struttura e finalità della Pubblica Amministrazione

U.d. 1 Struttura e finalità della Pubblica Amministrazione VIA CHIANTIGIANA, 26/A VIA NICOLODI, 2. fs004008@struzone.t - fs004008@pec.struzone.t - www.elsamorante.gov.t codce fscale 94017140487 Classe QUARTA Anno scolastco 2014-2015 CORSO O.S.S. PROGRAMMAZIONE

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE

PROPOSTA DI LEGGE REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE ORGNALE PROPOSTA D LEGGE N.ra 1.3/~.,':onsJglìo Regonale d: :> \::::::jbr~. PROTOCOllO GEk.l.'),_:: Pro!. n...~u.9:?... del..tf ~.~.~.15 Classfcazone...~J::..!.$ Q/.... REGONE CALABRA GUNTA REGONALE Dpartmentol

Dettagli

PIANO DEI CONTROLLI E PROSPETTO TARIFFARIO

PIANO DEI CONTROLLI E PROSPETTO TARIFFARIO E PROSPETTO TARIFFARIO REV. DATA ELABORATO Segretera tecnca (Dr.ssa Adrana Covello) 00 20/05/08 APPROVATO Responsable della Struttura (Dr. Ncola Bux) Pag 1 d 27 INDICE GENERALE 1 PREMESSA...3 2 RIFERIMENTI

Dettagli

Potenzialità degli impianti

Potenzialità degli impianti Unverstà degl Stud d Treste a.a. 2009-2010 Impant ndustral Potenzaltà degl mpant Impant ndustral Potenzaltà degl mpant 1 Unverstà degl Stud d Treste a.a. 2009-2010 Impant ndustral Defnzone della potenzaltà

Dettagli

La contabilità analitica nelle aziende agrarie

La contabilità analitica nelle aziende agrarie 2 La contabltà analtca nelle azende agrare Estmo rurale ed element d contabltà (analtca) S. Menghn Corso d Laurea n Scenze e tecnologe agrare Percorso Economa ed Estmo Contabltà generale e cont. ndustrale

Dettagli

n.49 del 24/O1 2014 O (i G E T T O

n.49 del 24/O1 2014 O (i G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n.49 del 24/O1 2014 O ( G E T T O Concessone n comodato duso gratuto per la durata d un anno alla Socetà Cooperatv a Socale

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

a g e. i t / e - l e g g e - i m p o s t a - u n i c a - c o m u n a l e - i u c - i m u - t a r i - t a s i / # i x z z 2 v 6 u 6 4 j B p

a g e. i t / e - l e g g e - i m p o s t a - u n i c a - c o m u n a l e - i u c - i m u - t a r i - t a s i / # i x z z 2 v 6 u 6 4 j B p a g e. t / e l e g g e m p o s t a u n c a c o m u n a l e u c m u t a r t a s / # x z z 2 v 6 u 6 4 j B p OGGETTO: APPROVAZIONE BILANCIO DI PREVISIONE 2016/2018 E DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (D.U.P)

Dettagli

UMBERTO I " Il suesposto decreto e divenuto esecutivo in seguito alla pubblicazione all Albo dell Ente L. al... 11/10/2014...

UMBERTO I  Il suesposto decreto e divenuto esecutivo in seguito alla pubblicazione all Albo dell Ente L. al... 11/10/2014... M À} CENTRO RESDENZE PERNZN UMBERTO " ORGNE 35028 POE D SCCO (Padova) N 244 del 24/09/204 l Segretaro Drettore d uesto sttuto Perìn Dottssa Emanuela a sens del Dgs n 65/ 200 delle successve dsposzon d

Dettagli

PRESIDENZA FACOLTA FARMACIA E MEDICINA BANDO PER LE DOMANDE DI COLLABORAZIONE STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2015/206 IL PRESIDE

PRESIDENZA FACOLTA FARMACIA E MEDICINA BANDO PER LE DOMANDE DI COLLABORAZIONE STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2015/206 IL PRESIDE PRESIDENZA FACOLTA FARMACIA E MEDICINA BANDO PER LE DOMANDE DI COLLABORAZIONE STUDENTI ANNO ACCADEMICO 201/206 IL PRESIDE VISTO L art. 13 della Legge 2.12.1991 n. 390, che prevede la possbltà per l Unverstà

Dettagli

DI FONDACHELLI FANTINA Provincia di Messina

DI FONDACHELLI FANTINA Provincia di Messina COMUNE D FONDACHELL FANTNA Provnca d Messna VA Rubno s.n.c. Te!. 0941-651 001 -- 0941-630535 Fax. 0941-651239 E. Mal casadrposojondachell@hotmal.l STTUZONE COMUNALE BANDO D GARA A PROCEDURA APERTA PER

Dettagli

REGIONEY ROMA 6 LAZIO ~ ------------~---

REGIONEY ROMA 6 LAZIO ~ ------------~--- +ASL REGONEY ROMA 6 LAZO ~ U.O.c. Formazone-Comuncazone Unta' Operatva Formazone Te!. 0693273839-390 l Fax 0693273919 f Q ~ () () _ 1_ 00 t L Protocollo no )J,J. ~..v del rj...1...a ~ 4 P ------------~---

Dettagli

FACOLTA FARMACIA E MEDICINA

FACOLTA FARMACIA E MEDICINA FACOLTA FARMACIA E MEDICINA DIPARTIMENTO DI SCIENZE ANATOMICHE, ISTOLOGICHE, MEDICO LEGALI E DELL APPARATO LOCOMOTORE Il Drettore Prof. Elo Zparo BANDO PER LE DOMANDE DI COLLABORAZIONE STUDENTI ANNO ACCADEMICO

Dettagli

stabilisce le seguenti

stabilisce le seguenti s ~ SENZA INCANTO IL 9 aprle 2014 ORE 15,00 { 4 1 9ep~901\C 114 LI PMP ERGE 2367/2012. TRIBUNALE DI MILANO Sezone Terza Cvle - Esecuzon Immoblar. G.E. Dott.ssa Mennun PRIMO AWISO DI VENDITA E CON INCANTO

Dettagli

REGOLAMEruTO COMUNALE DI

REGOLAMEruTO COMUNALE DI Í 't' GOMUNE D GETRARO (Provnca d Gosenza) rf JÉ. ' S t f REGOLAMEruTO COMUNALE D frogf{,atura E DlPURAZff hth l! t lb SOMMARO TTOLO FNALTA DEL REGOLAMENTO Artcolo 1 - Generaltà. TTOLO DEFNZON Artcolo

Dettagli

XXX.XX Ordinanza sulla contrassegnazione delle automobili nuove con l etichetta ambientale (Ordinanza sull etichetta ambientale, OEA)

XXX.XX Ordinanza sulla contrassegnazione delle automobili nuove con l etichetta ambientale (Ordinanza sull etichetta ambientale, OEA) XXX.XX Ordnanza sulla contrassegnazone delle automobl nuove con l etchetta ambentale (Ordnanza sull etchetta ambentale, OEA) del xx.xx. 2009 Il Consglo federale svzzero, vst gl artcol 8 capoverso e 6 capoverso

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Tribunale di Oristano Sezione La voro. I1 Tribonale di Oristano in composizione monocratica in funzione di Giodice del Lavoro

REPUBBLICA ITALIANA Tribunale di Oristano Sezione La voro. I1 Tribonale di Oristano in composizione monocratica in funzione di Giodice del Lavoro TRBUNALE Dl ORSTANO - seztone Lavoro ww~v. tr~bunale orsfano. ~t \ ;. REPUBBLCA TALANA Trbunale d Orstano Sezone La voro N NOME DEL POPOLO TALAN0 Trbonale d Orstano n composzone monocratca n funzone d

Dettagli

IL RETTORE. la delibera n. 308/14 del Consiglio di Amministrazione del che ha approvato il bilancio di previsione per l esercizio 2015;

IL RETTORE. la delibera n. 308/14 del Consiglio di Amministrazione del che ha approvato il bilancio di previsione per l esercizio 2015; BADO PER 40 BORSE DI COLLABORAZIOE PER IL SUPPORTO PRESSO IL CIAO DELL UIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIEZA EL PERIODO DAL 1 OTTOBRE 2016 AL 31 GEAIO 2017 IL RETTORE D.R. n. 379/2016 del 08/02/2016

Dettagli

Impresa Familiare - Quadro RR

Impresa Familiare - Quadro RR HELP DESK Nota Salvatempo 0005 MODULO Impresa Famlare - Quadro RR Quando serve Novtà Termn presentazone Gestre n modo veloce ed ntegrato l Quadro RR n caso d Impresa famlare. Rportare sulla delega del

Dettagli

N. ASÀ dei 1 9 HOV. 2013

N. ASÀ dei 1 9 HOV. 2013 PROPOSTA SETI. VI N r DEL REGISTRO PROPOSTE G.C DEL -J'k COMUNE DI AGRIGENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. ASÀ de 1 9 HOV. 2013 OGGETTO Confermento resdu sold urban nella dscarca d

Dettagli

Pagina 1 di 10 DECRETA

Pagina 1 di 10 DECRETA BADO PER 12 BORSE DI COLLABORAZIOE PER IL SUPPORTO PRESSO IL SETTORE PER GLI STUDETI CO TITOLO STRAIERO DELL UIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIEZA D.R. 218/2017 del 20/01/2017 IL RETTORE VISTO l Regolamento

Dettagli

IL RETTORE. VISTO il dispositivo direttoriale n del (cd DD Deleghe);

IL RETTORE. VISTO il dispositivo direttoriale n del (cd DD Deleghe); Decreto rettorale n. 2580 del 24.10.2016 BANDO PER 20 BORSE DI COLLABORAZIONE PER ATTIVITA DI TUTORATO ALLA PARI DA SVOLGERSI PRESSO IL SETTORE PER LE RELAZIONI CON STUDENTI PORTATORI DI HANDICAP DELLA

Dettagli

PER LA FORNITURA DI FRESE E TRAPANO PER NEUROCHIRUGIA

PER LA FORNITURA DI FRESE E TRAPANO PER NEUROCHIRUGIA PER LA FORNITURA DI FRESE E TRAPANO PER NEUROCHIRUGIA OGGETTO DELL APPALTO Il presente Captolato dscplna la forntura d frese per trapan per neurochrurga da destnare alle UU.OO. d Neurochrurga dei PP.OO.

Dettagli

PROCEDURA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

PROCEDURA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE PROCEDURA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO DI RECUPERO INERTI NON PERICOLOSI PROVENIENTI DA COSTRUZIONI E DEMOLIZIONI IN LOCALITA VAL DI MERSE D C B A EMISSIONE ITALCAVE s.r.l.

Dettagli

COMUNE DI MOLA Provìncia di Napoli 2 ~ (S ILjmCIG E

COMUNE DI MOLA Provìncia di Napoli 2 ~ (S ILjmCIG E COMUNE DI MOLA Provìnca d Napol 2 ~ (S ILjmCIG E 0,Y/ 'J.V /"O,(V' S '' " e-ma!: su * > > ' > l " ', / M ' ; n (ì ', > I I Noa lì 25 febbrao 2016 (O\H'\ D NOI A l'j \l l Nl A Drgent Alle P.O.

Dettagli

ARPAT Agenzia regonaie per a proiezione ambentae deia Toscana

ARPAT Agenzia regonaie per a proiezione ambentae deia Toscana ARPAT Agenza regonaie per a proezone ambentae deia Toscana Decreto del Drettore Ammnstratvo N. del ) M 13 Proponente: Dott. ssa Danela Masn Settore Provvedtorato Pubblctà/Pubblcazone: Atto soggetto a pubblcazone

Dettagli

NR.400/Ct2008t Y*g tpt12.2r4.27brs VOCE: DECRETO LEGISLATIVO 10 AGOSTO 2007, N. 154 DI ATTUAZIONE ALLA DIRETTIVA 2OO4III ICF.

NR.400/Ct2008t Y*g tpt12.2r4.27brs VOCE: DECRETO LEGISLATIVO 10 AGOSTO 2007, N. 154 DI ATTUAZIONE ALLA DIRETTIVA 2OO4III ICF. -- ["-_lci.',,"*i;* j L.---i1"1î_:_ - i ti{}il 4 Ír ;ì.,-l,'..* Dl PÉLTMNTO []E[.[-.,\. PUBtsl-lC.r\ SCtiF-g /,'f.a NREZT$NN CF,NTfuq,E NH,T,'T\{Mfffu\ZONE h ]ÈN,.A P{JL7,A }Hì".,LH FR(}}-iT'Ti:;ÍT.JJ

Dettagli

.REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO (L. 44 74995)

.REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO (L. 44 74995) .REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DALL'NQUNAMENTO ACUSTCO (L. 44 74995) TTOLO DSPOSZON GEQERAL l Art. 1 - Campo d applcazone l. l presente regolamento dscplna la gestone delle competenze della Cttà d

Dettagli

... ... ... DI GIOIOSA MAREA (ME) PORTO TURISTICO NELLA FRAZIONE SAN GIORGIO DEL COMUNE. 3. RICAVI E COSTI DI GESTIONE... l

... ... ... DI GIOIOSA MAREA (ME) PORTO TURISTICO NELLA FRAZIONE SAN GIORGIO DEL COMUNE. 3. RICAVI E COSTI DI GESTIONE... l PORTO TURSTCO NELLA FRAZONE SAN GORGO DEL COMUNE D GOOSA MAREA (ME) PROGETTO PRELMNARE PANO ECOVOb'TCO E FNANZAF0 NDCE 1. PREMESSA...,.l 2. COSTO DELL'NTERVENTO...,...,...,..,,.,...,,.,,~...,.,.,.,,...l

Dettagli

cjncà Calabria e Sicilia in collaborazione con CO.IN.FO. e Fondazione CRUI LA CONTABILITÀ ECONOMICOPATRIMOMALE NEGLI ATENEI: NORME, METODO, APPUCATIVI

cjncà Calabria e Sicilia in collaborazione con CO.IN.FO. e Fondazione CRUI LA CONTABILITÀ ECONOMICOPATRIMOMALE NEGLI ATENEI: NORME, METODO, APPUCATIVI cjncà n collaborazone con CO.IN.FO. e Fondazone CRUI LA CONTABILITÀ ECONOMICOPATRIMOMALE NEGLI ATENEI: NORME, METODO, APPUCATIVI Corso d formazone Unverstà degl Stud d Messna Messna, 14 e 15 aprle 2015

Dettagli

Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro 1

Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro 1 I I SISTEMI SISTEMI DI DI SORVEGLIANZA SORVEGLIANZA DELLE DELLE MALATTIE MALATTIE PROFESSIONALI PROFESSIONALI La La gestone gestone le le professonal professonal segnate segnate al al SPAL SPAL RE RE Dcembre

Dettagli

ARFAT Anerzci reqonaie P ft b r

ARFAT Anerzci reqonaie P ft b r / ARFAT Anerzc reqonaie P ft b r doua Toscana Decreto del Drettore Generale N ) del Proponente:Dott. ssa Dan ela Masn Settore Provvedtorato Pubblctà/Pubblcazone: Atto soggetto a pubblcazone ntegrale (sto

Dettagli

La gestione della sicurezza nei cantieri edili: novità e criticità introdotte dal Titolo IV del Decreto Legislativo n. 81/2008

La gestione della sicurezza nei cantieri edili: novità e criticità introdotte dal Titolo IV del Decreto Legislativo n. 81/2008 REGONE SCLA REGONE LAZO REGONE PEMONTE CONVEGNO NAZONALE SCUREZZA NE CONTRATT PUBBLC Problematiche e prospettive applicative Gestione della sicurezza nei lavori pubblici Palermo - 28 ottobre 2008 Palazzo

Dettagli

G.E. Dott. ssa SCIRPO

G.E. Dott. ssa SCIRPO 9fP e0j[ n ~~>~P ERGE 42087/97+648/2009. Í TRIBUNALE DI MILANO - --- Esecuzon Immoblar. G.E. Dott. ssa SCIRPO QUARTO AWISO DI VENDITA SENZA INCANTO IL 5 gugno 2014 ORE 17,00 E CON INCANTO L'll gugno 2014

Dettagli

Manuale di conservazione della Provincia di Verona (Articolo 8 DPCM 3 dicembre 2013)

Manuale di conservazione della Provincia di Verona (Articolo 8 DPCM 3 dicembre 2013) p_vr.p_vr.registro UFFICIALE.I.0045688.30-04-2014.h.13:15 Allegato alla determnazone organzzatva n. del PROVINCIA DI VERONA Settore drezone generale Servzo gestone nformatzzata de fluss documental e trattamento

Dettagli

Esempi di documentazione tecnica completa sottoposta ad accertamento documentale con esito positivo

Esempi di documentazione tecnica completa sottoposta ad accertamento documentale con esito positivo Appendce B (nformatva) Esemp d documentazone tecnca completa sottoposta ad accertamento documentale con esto postvo B.1 Generaltà La presente appendce fornsce alcun esemp d documentazone tecnca, relatv

Dettagli

COMUNE DI BERGAMO GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BERGAMO GIUNTA COMUNALE N. 0139-14 REG G.C. N. 0152-14 Prop. Del COMUNE DI BERGAMO GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Concesone dell'uso gratuto dell'mpanto sportvo comunale 'Atlet Azzurr d'itala' a Polsportva Monterosso. o o o o o o o

Dettagli

RIFIUTI PRODOTTI E RACCOLTA DIFFERENZIATA A SAN DONATO MILANESE

RIFIUTI PRODOTTI E RACCOLTA DIFFERENZIATA A SAN DONATO MILANESE [ kg/abtante ] RIFIUTI PRODOTTI E RACCOLTA DIFFERENZIATA A SAN DONATO MILANESE Rfut prodott pro capte La quanttà pro capte d rfut urban 1 prodott a San Donato nel 2012 conferma l andamento nazonale che

Dettagli

Regolamento Centro di Raccolta V/'fat Po I Oi di Cavergnago 99 - Mestre

Regolamento Centro di Raccolta V/'fat Po I Oi di Cavergnago 99 - Mestre Regolamento Centro d Raccolta V/'fat Po O d Cavergnago 99 - Mestre Conforme ala Norma UN EN SO 9001:2000 Conforme ala norma UN EN SO 14001:2004 Conforme al D,Lgs 196103 Conforme al Modello Organzzatvo

Dettagli

MILANO - VENERDÌ, 20 LUGLIO 2007. Sommario. Deliberazione Giunta regionale 26 giugno 2007 - n. 8/5018

MILANO - VENERDÌ, 20 LUGLIO 2007. Sommario. Deliberazione Giunta regionale 26 giugno 2007 - n. 8/5018 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - VENERDÌ, 20 LUGLIO 2007 3º SUPPLEMENTO STRAORDINARIO Sommaro Anno XXXVII - N. 147 - Poste Italane - Spedzone n abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b

Dettagli

COMUNE DI VAIANO Provincia di Prato

COMUNE DI VAIANO Provincia di Prato I COMUNE DI VAIANO Provnca d Prato DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI d local Appalto del Servzo pulza e sanfcazone ed arred stuat n edfc d propretà del Comune d Vaano per l perodo

Dettagli

domiciliato per la carica ove appresso, quale Presidente del Consiglio di'

domiciliato per la carica ove appresso, quale Presidente del Consiglio di' Repertoro N. 26064 Notao Raccolta N. 13000 Salvatore FEDERCO VERBALE D ASSEMBLEA STRAOPRDNARA REPUBBLCA TALANA L'anno duemla undc l gorno ventcnque del mese d luglo alle ore dcotto e ventcnque. n Gula

Dettagli

CITTA DI SALEMI Libero Consorzio Comunale di Trapani

CITTA DI SALEMI Libero Consorzio Comunale di Trapani r " CTTA D SALEM Lbero Consorzo Comunale d Trapan 4 SETTORE "Ambente Protezone Cvle Servz Cmteral Edlza popolare Uffco Art.5 Patrmono" AVVSO CENSMENTO AMANTO (scadenza 20 maggo 2015) S avvsa la Cttadnanza

Dettagli

Centri Estivi 2Ot5 AW!SO. 4.l Attività. 4. Modalità di attuazione. 3. Destinatari. 2. obiettlvi

Centri Estivi 2Ot5 AW!SO. 4.l Attività. 4. Modalità di attuazione. 3. Destinatari. 2. obiettlvi = 5 U rsùruùo d' Provdenza. Alest nza p l dp6.dent d Roma Caprlel6 AW!SO Centr Estv 2Ot5 1. Oggetto L 'lpa promuove numerose ìnzatve neì settor cultural, rcreatv, assstenzal e prevdenzal, atte a soddsfare

Dettagli

Condizionamento srl. catalogo generale 2007. EV Condizionamento srl

Condizionamento srl. catalogo generale 2007. EV Condizionamento srl EV Condzonamento srl EV Condzonamento srl catalogo generale 2007 Magazzno, uffco commercale e ammnstratvo: Va Lucreza Romana, 65/m 00043 Campno (RM) Italy Tel +39 6 79320072 (6 lnee r.a.) Fax +39 6 79320078

Dettagli

Estremi dd versamento 43/028 4 VC Y 160

Estremi dd versamento 43/028 4 VC Y 160 Anas SpA Socetà con Soco Unco Gap. Soc. 2.269.892.000,00 - scr. R.E.A. 1024951 - P.VA 02133681003 - C-F. 80208450587 Sede legale: Va Mozambano, 10-00185 Roma «Te. 06 44461 - Fax 06 44S6224 Sede Compartmentale:

Dettagli

4. IL METODO NAZIONALE DI CALCOLO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

4. IL METODO NAZIONALE DI CALCOLO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA 4. IL METODO NAZIONALE DI CALCOLO DELLA L equazone adottata per l calcolo della percentuale d raccolta dfferenzata (RD), utlzzando crter sopra descrtt al paragrafo 3, è pertanto, la seguente: dove: RD

Dettagli

'La procedura di espropriazione immobiliare delegata per le. :operazioni di vendita al Dottor ALESSANDRO CABIZZA Notaio in

'La procedura di espropriazione immobiliare delegata per le. :operazioni di vendita al Dottor ALESSANDRO CABIZZA Notaio in 9CP ~BBI\C,.. ~r~~ RGE 1541/2010 TRIBUNALE DI MILANO Sezone Terza Cvle - Esecuzon Immoblar. G.E. Dott. Sergo Rossett TERZO AWISO DI VENDITA SENZA INCANTO IL 10 settembre 2014 ORE I6, 00 E CON INCANTO IL

Dettagli