Iris Bernardinelli. 31 maggio Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Iris Bernardinelli. 31 maggio Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica"

Transcript

1 Latifoglie 31 maggio 2016 Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica Phytophthora ramorum Anoplophora spp. - (A. chinensis e A. glabripennis) Agrilus planipennis - Rodilegno smeraldo Agrilus anxius - Rodilegno bronzeo della betulla Megaplatypus mutatus - Platipo Aromia bungii - Cerambicide delle drupacee Popillia japonica - Scarabeo giapponese Apriona germari - Cerambicide del gelso 1

2 Foto: Bruce Moltzan, USDA Forest Service, Bugwood.org Phytophthora ramorum 2

3 Origini: N-America Normativa Decisione 2002/757/CE e successive modifiche - Misure fitosanitarie provvisorie di emergenza volte ad impedire l'introduzione e la propagazione nella Comunità di Phytophthora ramorum 3

4 Piante ospiti: Acer Aesculus Camellia Castanea Fagus Fraxinus Laurus Quercus Rhododendron Viburnum Lo stesso agente patogeno può dare sintomatologie differenti su diverse piante ospiti: Morte improvvisa delle querce (Quercus) Disseccamento dei rami (es. Rododendron, Viburnum, Pieris, Syringa, Pseudotsuga menziesii) Disseccamento foglie (es. Rhododendron, Camellia, Kalmia, Taxus baccata) 4

5 Cosa guardare MORTE IMPROVVISA DELLE QUERCE Quando Morte improvvisa delle querce (o di altre piante ospiti) Periodo vegetativo Emissione di essudati neri o rossastri nella parte basale del fusto Periodo vegetativo (estate) Morte improvvisa delle querce Foto: Joseph OBrien, USDA Forest Service, Bugwood.org 5

6 Emissione di essudati Foto: Bruce Moltzan, USDA Forest Service, Bugwood.org Emissione di essudati Foto: Bruce Moltzan, USDA Forest Service, Bugwood.org 6

7 Imbrunimento tessuti sotto alla zona di emissione di essudati Foto: Joseph OBrien, USDA Forest Service, Bugwood.org Cosa guardare Disseccamento o appassimento di rami Lesioni brunoscuro sui rami (più frequenti alla base) DISSECCAMENTO DEI RAMI Quando Periodo vegetativo Periodo vegetativo Disseccamento delle gemme Periodo vegetativo Imbrunimento dei peduncoli fogliari Periodo vegetativo 7

8 Disseccamento rametti Rododendron Viburnum Disseccamento rametti Rododendron 8

9 Cosa guardare DISSECCAMENTO DELLE FOGLIE Quando Imbrunimenti diffusi delle foglie che partono dagli apici Imbrunimenti del peduncolo fogliare Disseccamento degli aghi Periodo vegetativo Periodo vegetativo Periodo vegetativo Disseccamento foglie Rododendron 9

10 Disseccamento foglie Camellia Disseccamento foglie Leucothoe 10

11 Possibilità di fare test rapidi per Phytophthora sp. Cosa prelevare Tessuto legnoso sottocorticale vivo in prossimità degli essudati (ma senza prelevarli) foglie con macchie bruno-violacee non completamente disseccate Apici fiorali appassiti con presenza di cancro bruno-violaceo Fusti, rametti e piccioli di colore bruno scuro con margine idropico Quantit à 5 cm² Come conservare In sacchetti di plastica chiusi, separati ed etichettati. Trasporto in borsa frigo con pani di ghiaccio (senza appoggiare il materiale direttamente sui pani di ghiaccio) Se il tessuto è prelevato da piante morte si possono effettuare solo analisi molecolari Pulire gli strumenti di taglio con alcool o fiamma prima e dopo il prelievo 11

12 Anoplophora spp. 12

13 Posizione tassonomica: Insetti Coleotteri Fam: Cerambicidi Specie: Anoplophora chinensis; Anoplophora glabripennis Due specie distinte Anoplophora glabripennis Asian Longhorned Beetle Anoplophora chinensis Citrus Longhorned Beetle 13

14 Origini: Asia Normativa: D. lgs 214/2005 (All. I, parte A, sez I) Zone a rischio: Tutti i luoghi dove circolano imballaggi in legno di provenienza asiatica Piante circostanti questi luoghi 14

15 Piante ospiti: Acer, Aesculus hippocastanum, Betula, Populus, Salix, Albizia julibrissin, Alnus, Corylus, Elaeagnus angustifolia, Fagus, Fraxinus, Koelreuteria paniculata, Malus domestica, Morus alba, Platanus, Prunus serrulata, Pyrus bretschneideri, Ulmus Piante caducifoglie Piante legnose Cosa guardare Fori tondi diametro 8-10 mm su fusto e branche Quando Gallerie sotto la corteccia Tutto l anno Emissione di rosura da fori su fusto e branche Gallerie nel legno Tutto l anno(sulle branche meglio guardare quando non ci sono foglie) Stagione vegetativa Tutto l anno ANCHE su PIANTE TAGLIATE e IMBALLAGGI 15

16 Possibilità di utilizzo trappole Multi funnel trap Cross-vane panel trap Attrattivo specifico per Anopophora glabripennis Da posizionare in zone infestate o in zone a rischio: Specie frequentemente rinvenuta in imballaggi in legno Foto: Chemtica.com Fori tondi diametro 8-10 mm su fusto e branche 16

17 Emissione rosura da dori su fusto o branche Emissione rosura da fori negli imballaggi 17

18 Larve vive negli imballaggi Manuel Völkl, BFW Manuel Völkl, BFW Occultamento gallerie in imballaggi 18

19 Attenzione a non confondere i fori e le emissioni di rosura con quelle dei cossidi Origini: Asia Normativa: D. lgs 214/2005 (All. I, parte A, sez I) Zone a rischio: Vivai e zone circostanti Viaggia in materiale vegetale e solo occasionalmente in legname lavorato (perché la parte basale del fusto è meno frequentemente utilizzata per costruire imballaggi) 19

20 Piante ospiti: Acer, Aesculus hippocastanum, Betula, Carpinus, Citrus, Corylus, Fagus, Lagerstroemia, Malus, Platanus, Populus, Prunus, Pyrus, Ulmus, Castanea, Crataegus, Ficus, Rosa, Salix, Morus, ecc. Piante legnose Cosa guardare Fori tondi diametro 8-10 mm su radici affioranti e parte basale del fusto Emissione di rosura da fori su radici affioranti e parte basale del fusto Gallerie nel legno Quando Tutto l anno Stagione vegetativa Tutto l anno ANCHE su PIANTE TAGLIATE 20

21 Fori sulle radici affioranti Fori sulla parte basale del fusto 21

22 Gallerie nel legno (con larve) Foro di uscita su bonsai 22

23 Possibilità di utilizzo trappole Multi funnel trap Cross-vane panel trap Attrattivo specifico per Anopophora glabripennis ma pare funzioni anche per Anopophora chinensis Da posizionare in zone infestate o in zone a rischio: Vivai e zone limitrofe Foto: Chemtica.com Guida al riconoscimento dei tarli asiatici e ad insetti con cui si possono confondere NHzLpZig7t,lnp6I0NTU042l2Z6ln1ah2oZn4Z2qZpnO2Yuq2Z6gpJCHeXx4fmym162dpYbUzd, Gpd6emK2Oz9aGodetmqaN19XI2IdvoaCVZ,s-.pdf Foto: Melody Keena, USDA Forest Service, Bugwood.org 23

24 Foto: David Cappaert, Bugwood.org Agrilus planipennis 24

25 Origini: Asia Normativa: D. lgs 214/2005 (All. I, parte A, sez I) Zone a rischio: Piante o legname di frassino (inclusi imballaggi e legna da ardere) con corteccia di provenienza Asia, Russia, USA, Ucraina Piante circostanti luoghi in cui circola quanto sopra Piante ospiti: Fraxinus excelsior, Fraxinus ornus, Fraxinus angustifolia, Fraxinus, ma anche Juglans, Pterocarya e Ulmus Generazioni: 1 all anno, alcuni ci impiegano anche 2 anni 25

26 Cosa guardare Fori aforma di D (larghi 3-4 mm) su fusto e rami Presenza di adulti sulle foglie (defogliatori) Quando Tutto l anno Maggio-luglio nelle giornate soleggiate (dalle ore 6 alle 17) Emissione rami epicormici Stagione vegetativa Gallerie sotto corteccia Tutto l anno 26

27 Fori di sfarfallamento 3-4 mm Foto: Pennsylvania Department of Conservation and Natural Resources - Forestry, Bugwood.org Fori di sfarfallamento Foto: James W. Smith, USDA APHIS PPQ, Bugwood.org 27

28 Gallerie sotto corteccia Foto: Christopher Asaro, Virginia Department of Forestry, Bugwood.org Gallerie sotto corteccia Foto: Troy Kimoto, Canadian Food Inspection Agency, Bugwood.org 28

29 Larva Foto: David Cappaert, Bugwood.org Adulto pronto a sfarfallare Foto: Debbie Miller, USDA Forest Service, Bugwood.org 29

30 Adulto Foto: Brian Sullivan, USDA APHIS PPQ, Bugwood.org Emissione rami epicormici Foto: Edward Czerwinski, Ontario Ministry of Natural Resources, Bugwood.org 30

31 Emissione rami epicormici Foto: Pennsylvania Department of Conservation and Natural Resources - Forestry, Bugwood.org Cosa prelevare Larve Adulti Pezzi di legno con corteccia Come conservare In provette con alcool al 70% per analisi morfologica; in alcool assoluto o a -20 C per analisi molecolari. In provette a secco; prelevati vivi e conservati a -20 C per analisi molecolari. In contenitori di plastica a temperatura ambiente* oppure in un doppio sacchetto di plastica *Nelle giornate più calde dotarsi di una borsa termica ma non appoggiare il materiale direttamente sui ghiaccioli 31

32 Possibilità di impiego trappole per la cattura degli adulti Foto: Chemtica.com 32

33 Foto: Steven Katovich, USDA Forest Service, Bugwood.org Agrilus anxius Origini: America Normativa: D. lgs 214/2005 (All. I, parte A, sez I) Zone a rischio: Piante o legname di betulla (inclusi imballaggi e legna da ardere) con corteccia di provenienza USA Mobili di betulla con corteccia 33

34 Piante ospiti delle larve: Betula Piante ospiti degli adulti: Salix, Betula, Populus Generazioni: 1 all anno, nelle zone più fredde impiegano anche 2 anni Cosa guardare Fori aforma di D (larghi 3-5 mm) su fusto e rami Presenza di adulti sulle foglie di betulla o di altre specie (defogliatori) Ingiallimentofoglie e morte dei rami Gallerie sotto corteccia Quando Tutto l anno Maggio-agosto Stagione vegetativa Tutto l anno 34

35 Fori di sfarfallamento 3-5 mm Foto: Whitney Cranshaw, Colorado State University, Bugwood.org 35

36 Gallerie sotto corteccia Foto: Minnesota Department of Natural Resources, Minnesota Department of Natural Resources, Bugwood.org Larva Foto: David G. Nielsen, The Ohio State University, Bugwood.org 36

37 Ingiallimento foglie e morte dei rami Foto: Steven Katovich, USDA Forest Service, Bugwood.org Adulto Foto: Whitney Cranshaw, Colorado State University, Bugwood.org 37

38 Mobili in betulla grezza Foto: fashionschoolguide.net Cosa prelevare Larve Adulti Pezzi di legno con corteccia Come conservare In provette con alcool al 70% per analisi morfologica In provette a secco oppure con alcool al 70% per analisi morfologica In contenitori di plastica a temperatura ambiente* oppure in un doppio sacchetto di plastica *Nelle giornate più calde dotarsi di una borsa termica ma non appoggiare il materiale direttamente sui ghiaccioli 38

39 Possibilità di impiego trappole per la cattura degli adulti (non ci sono feromoni specifici) Foto: Chemtica.com 39

40 Megaplatypus mutatus Origini: Sudamerica Normativa: EPPO A2 list Piante ospiti: Popolus, Corylus, Malus, Acacia, Acer, Ailanthus, Castanea, Citrus, Eucalyptus, Fraxinus, Juglans, Laurus, Ligustrum, Liquidambar, Magnolia, Platanus, Populus, Prunus, Pyrus, Quercus, Robinia, Salix, Tilia, Ulmus. Su Diospyros kaki e Prunus avium fa danni ma non completa il ciclo 40

41 Biologia: Una generazione all anno Volo: 2 picchi di volo Giugno-luglio Settembre Diffusione in Italia Campania dal 2000 (5 comuni in provincia di Caserta, ora in tutte e 5 le province) Molise dal 2013 Lazio dal 2016? 41

42 Sverna come adulto o larva matura e vola da giugno a settembre Trasporta funghi di cui si alimentano le larve Dannoso per il nocciolo dove può causare anche la morte delle piante - con i trattamenti contro il cimiciato si riduce il problema Possibilità impiego trappole per monitoraggio voli (non efficaci per mass-trapping e per individuazione precoce nuovi focolai) Cosa guardare Fori di 3 mm (con corona di rosura) su fusto e rami con diametro maggiore di 15 cm Presenza rosura a pelletche fuoriesce dai fori di 3 mm Stroncature del fusto che rivelano gallerie sul piano trasversale Quando Tutto l anno (la corona solo nel periodo riproduttivo) Stagione vegetativa Tutto l anno 42

43 Adulto 6-8 mm Foto: da presentazione R. Griffo - SFR Campania maschio marrone scuro femmina con riflessi rossastri Foto: da presentazione R. Griffo - SFR Campania 43

44 Larve Foto: da presentazione R. Griffo - SFR Campania Fori di ingresso con corona di rosura Foto: G. Allegro, CRA da EPPO data sheet 44

45 Foro di ingresso con maschio che richiama la femmina Foto: da presentazione R. Griffo - SFR Campania Emissione di rosura a pellet dal fusto Foto: da presentazione R. Griffo - SFR Campania 45

46 Accumulo di rosura a pellet alla base del fusto Foto: da presentazione R. Griffo - SFR Campania Pianta stroncata e dettaglio delle gallerie Foto: da presentazione R. Griffo - SFR Campania 46

47 Cosa prelevare Larve Adulti Porzioni di tronco con foro Come conservare In provette con alcool al 70% per analisi morfologica. In provette a secco oppure con alcool al 70% per analisi morfologica In contenitori di plastica a temperatura ambiente* oppure in un doppio sacchetto di plastica *Nelle giornate più calde dotarsi di una borsa termica ma non appoggiare il materiale direttamente sui ghiaccioli 47

48 Foto: R. Griffo SFR Campania Aromia bungii Posizione tassonomica: Insetti Coleoptera Cerambycidae 48

49 Origini: Asia Normativa: Eppo A1 List Decreto SFR Campania - Piano di azione regionale Piante ospiti: Varie specie di drupacee (genere Prunus), occasionalmente anche altre specie arboree. 49

50 Biologia: per svilupparsi ci impiega mesi (fino a 4 anni) Peridodo di volo: giugno-luglio Diffusione in Italia Campania notificata nel 2012 Altre segnalazioni: UK e USA 2008 (imballaggi - eradicata) Lombardia 2013 (eradicata) Immagine: R. Griffo - SFR Campania 50

51 Cosa guardare Presenza di insetti adulti (lunghi circa 2,5-4 cm) Fori ellittici sul fusto e branche principali (qualche cm) Gallerie sotto corteccia e larve biancastre Zone cave sotto corteccia (martellando suona vuoto) Rosura che fuoriesce da fori su fusto o grossi rami Deperimento delle piante ospiti Quando Primavera-estate Tutto l anno Durante la stagione vegetativa (attività larve) Durante la stagione vegetativa Zone cave sotto corteccia Foto: R. Griffo - SFR Campania 51

52 Fori ellittici e zone cave sotto corteccia Emissione di rosura dal fusto Foto: R. Griffo SFR Campania 52

53 Emissione di rosura dai rami Larve biancastre 53

54 Larva Larva e gallerie nel fusto Foto: R. Griffo - SFR Campania 54

55 Larva e gallerie sottocorteccia Adulto (elitre nero lucido) da non confondere con A. moschata che ha le elitre verde-blu metallico 55

56 Aromia moschata che ha le elitre verde-blu metallico Foto: da presentazione R. Griffo - SFR Campania Possibilità di cattura con trappole artigianali innescate con aceto di mele o birra Disegno di F. Basile 56

57 Possibilità di cattura con trappole artigianali innescate con aceto di mele o birra Foto: R. Griffo - SFR Campania Cosa prelevare Larve Adulti Porzioni di tronco o rami Come conservare In provette con alcool al 70% per analisi morfologica In provette a secco oppure con alcool al 70% per analisi morfologica In contenitori di plastica a temperatura ambiente* oppure in un doppio sacchetto di plastica *Nelle giornate più calde dotarsi di una borsa termica ma non appoggiare il materiale direttamente sui ghiaccioli 57

58 Popillia japonica 58

59 Origini: Giappone Normativa: D. lgs 214/2005 (All. I, parte A, sez II) D.M. 17 marzo Misure d emergenza per impedire la diffusione di Popillia japonica nel territorio della Repubblica italiana 59

60 Piante ospiti: Varie specie arboree, arbustive ed erbaecee (tra le piante arboree: Malus, Prunus, Platanus, Acer, Aesculus, Betula, Castanea, Populus, Rosa, Salix, Tilia, Juglans, Ulmus, Vitis. Tra le piante erbacee: Zea mays, Medicago sativa, Glycine max, Poaceae, Trifolium). Situazione 2015 Piemonte Lombardia 60

61 Biologia Da D.M. 17 marzo 2016 Art. 2 comma 2 Le indagini sono effettuate con rilevazioni visive, mediante trappole a feromoni e con i carotaggi del terreno nelle aree che i servizi fitosanitari regionali individuano come maggiormente a rischio di introduzione e, prioritariamente, nelle aree limitrofe ai porti e agli aeroporti. 61

62 Rilevazioni visive Cosa guardare Quando Presenza di insetti adulti Periodo vegetativo (giugno - agosto) Scheletrizzazione ed erosione di foglie Periodo vegetativo (giugno - settembre) Alcuni insetti simili Cetonia aurata 18 mm 62

63 Adulto (circa 8-12 mm) Foto: Insects That Affect Plants In Colorado Adulto Caratteristici ciuffetti bianchi Foto: David Cappaert, Bugwood.org 63

64 Adulti aggregati in fase di alimentazione Foto: Daren Mueller, Iowa State University, Bugwood.org Scheletrizzazione ed erosione delle foglie 64

65 Trappole Quando MAGGIO-LUGLIO Carotaggi del terreno Dove Quando Numero di campioni Nei prati prediligendo: Zone più umide Lati più ombreggiati Da autunno a primavera 65

66 Larve Foto: David Cappaert, Bugwood.org circa 12 mm Identificazione delle larve (raster a V con max 14 spine) P. japonica 66

67 Identificazione delle larve (raster a V con max 14 spine) V P. japonica Cosa prelevare Larve Adulti Terreno con larve Come conservare In provette con alcool al 70% per analisi morfologica In provette a secco oppure con alcool al 70% per analisi morfologica In contenitori di plastica oppure in sacchetti di plastica mantenuti in luogo fresco* *Se si utilizza una borsa termica non appoggiare il materiale direttamente sui ghiaccioli 67

68 Apriona germari 68

69 Origini: Asia-India Normativa: EPPO A1 List Piante ospiti: più di 70 specie (prevalentemente arboree) appartenenti alle seguenti famiglie (rinvenuta spesso in WPM): Betulaceae, Bombacaceae, Cornaceae, Ebenaceae, Ericaceae, Euphorbiaceae, Fabaceae, Fagaceae, Juglandaceae, Lauraceae, Lythraceae, Meliaceae, Moraceae, Platanaceae, Rosaceae, Rutaceae, Salicaceae, Scrophulariaceae, Theaceae, Ulmaceae, Urticaceae 69

70 Cosa guardare Presenza di insetti adulti (lunghi circa 2,6-5 cm) Quando Primavera-estate Gallerie sotto corteccia e nel legno con larve biancastre (anche negli imballaggi) Zone cave sotto corteccia Rosura che fuoriesce da fori su uno stesso lato del fusto Deperimento delle piante ospiti Tutto l anno Durante la stagione vegetativa (attività larve) Durante la stagione vegetativa Larva viva in imballaggio in legno può raggiungere i 78 mm Foto: Hannes Krehan, BFW 70

71 Adulto lungo mm Adulto Christof Schweiger, BFW 71

72 Fori sulle piante con fuoriuscita di linfa e di rosura Produce fori a distanza via via crescente per far uscire la rosura Fori sulle piante con fuoriuscita di linfa e di rosura Produce fori su uno stesso lato del fusto per far uscire la rosura 72

73 Fine 73

Corso Bausinve Base Posizione tassonomica: Funghi Ordine: Pythiales Fam: Pythiaceae. Quando Periodo vegetativo (primavera-autunno)

Corso Bausinve Base Posizione tassonomica: Funghi Ordine: Pythiales Fam: Pythiaceae. Quando Periodo vegetativo (primavera-autunno) Corso base Posizione tassonomica: Funghi Ordine: Pythiales Fam: Pythiaceae Iris Bernardinelli Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica Origini: Europa Diffusione:

Dettagli

Anoplophora glabripennis ( Motschulsky) Coleottero asiatico dalle lunghe corna

Anoplophora glabripennis ( Motschulsky) Coleottero asiatico dalle lunghe corna REGIONE LAZIO Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici, Servizio Fitosanitario Regionale Anoplophora glabripennis ( Motschulsky) Coleottero asiatico dalle lunghe corna Foto 1:

Dettagli

Il Tarlo Asiatico Anoplophora chinensis (Forster) Informazioni a carattere generale per una nuova emergenza fitosanitaria

Il Tarlo Asiatico Anoplophora chinensis (Forster) Informazioni a carattere generale per una nuova emergenza fitosanitaria Il Tarlo Asiatico Anoplophora chinensis (Forster) Informazioni a carattere generale per una nuova emergenza fitosanitaria Anoplophora chinensis (Forster) Coleoptera Cerambycidae Cos è e da dove viene Anoplophora

Dettagli

Manuale per il monitoraggio dei principali organismi regolamentati forestali e altri potenzialmente nocivi

Manuale per il monitoraggio dei principali organismi regolamentati forestali e altri potenzialmente nocivi Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica Manuale per il monitoraggio dei principali organismi regolamentati forestali e altri potenzialmente nocivi a cura di Iris

Dettagli

Anoplophora chinensis (Förster)

Anoplophora chinensis (Förster) IL TARLO ASIATICO Anoplophora chinensis (Förster) Anoplophora chinensis (Förster) Cos è e da dove viene Anoplophora chinensis, nome comune Tarlo Asiatico, è un insetto che per la sua dannosità è incluso

Dettagli

Aromia bungii (Cerambicide dal collo rosso)

Aromia bungii (Cerambicide dal collo rosso) SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE Aromia bungii (Cerambicide dal collo rosso) Adulto di Aromia bungii (foto SFR Campania) L Aromia bungii (Faldermann) è un coleottero della famiglia dei Cerambycidae, viene

Dettagli

Il tarlo asiatico. Anoplophora chinensis (Forster)

Il tarlo asiatico. Anoplophora chinensis (Forster) Regione Toscana Il tarlo asiatico Anoplophora chinensis (Forster) Direzione generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze Sviluppo rurale - Servizio Fitosantario Regionale 2

Dettagli

Il tarlo asiatico. Anoplophora chinensis (Forster)

Il tarlo asiatico. Anoplophora chinensis (Forster) Regione Toscana Il tarlo asiatico Anoplophora chinensis (Forster) Direzione generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze Sviluppo rurale - Servizio Fitosantario Regionale 2

Dettagli

Il tarlo asiatico. Anoplophora chinensis (Forster) Direzione Agricoltura e sviluppo rurale - Settore Servizio Fitosanitario

Il tarlo asiatico. Anoplophora chinensis (Forster) Direzione Agricoltura e sviluppo rurale - Settore Servizio Fitosanitario Regione Toscana Il tarlo asiatico Anoplophora chinensis (Forster) Direzione Agricoltura e sviluppo rurale - Settore Servizio Fitosanitario Direzione generale Competitività del sistema regionale e sviluppo

Dettagli

REGIONE LAZIO Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici, Servizio Fitosanitario Regionale

REGIONE LAZIO Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici, Servizio Fitosanitario Regionale REGIONE LAZIO Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici, Servizio Fitosanitario Regionale Anopllophora spp Cerambiiciide o Tarllo asiiattiico Foto 1. Femmina di Anoplophora Gli

Dettagli

relative alle due specie del genere Anoplophora presenti in Italia (A. chinensis /A. glabripennis)

relative alle due specie del genere Anoplophora presenti in Italia (A. chinensis /A. glabripennis) note essenziali di: inquadramento riconoscimento tecnica di monitoraggio relative alle due specie del genere Anoplophora presenti in Italia (A. chinensis /A. glabripennis) Servizio Fitosanitario Regione

Dettagli

note essenziali di: inquadramento riconoscimento tecnica di monitoraggio

note essenziali di: inquadramento riconoscimento tecnica di monitoraggio note essenziali di: inquadramento riconoscimento tecnica di monitoraggio relative alle due specie del genere Anoplophora presenti in Italia (A. chinensis /A. glabripennis) Servizio Fitosanitario Regione

Dettagli

Xylosandrus compactus

Xylosandrus compactus SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE Xylosandrus compactus Descrizione Adulto di Xylosandrus compactus (foto www.forestryimages.org) Xylosandrus compactus (Eichhoff) è un insetto di piccole dimensioni, la

Dettagli

SCHEDA DI OFFERTA PREZZI UNITARI

SCHEDA DI OFFERTA PREZZI UNITARI Fornitura franco cantiere di alberi delle seguenti specie: Quercus robur in zolla-rete coltivata in vaso air pot con almeno 6 trapianti, circonferenza fusto 60-70 cm altezza complessiva 700-900 cm larghezza

Dettagli

Melolontha melolontha

Melolontha melolontha Coleotteri Melolontha melolontha Ordine: Coleotteri Famiglia: Scarabeidi Particolarità: è il comune maggiolino larva cirtosomatica (a c ) che vive nel terreno Ciclo: compie 1 generazione in 3 anni Svernamento:

Dettagli

I tarli asiatici del legno (Citrus Longhorned Beetles) Anoplophora glabripennis Motschulsky e Anoplophora chinensis Forster

I tarli asiatici del legno (Citrus Longhorned Beetles) Anoplophora glabripennis Motschulsky e Anoplophora chinensis Forster I tarli asiatici del legno (Citrus Longhorned Beetles) Anoplophora glabripennis Motschulsky e Anoplophora chinensis Forster S. Vanarelli 1, D. Rizzo 1, L. Stefani 1, M. Paoli 1 1. Regione Toscana, laboratorio

Dettagli

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE SETTORE SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE E DI VIGILANZA E CONTROLLO

Dettagli

DIFESA DEL VERDE URBANO: COME, QUANDO, PERCHE

DIFESA DEL VERDE URBANO: COME, QUANDO, PERCHE DIFESA DEL VERDE URBANO: COME, QUANDO, PERCHE Nicoletta Vai Servizio fitosanitario, Regione Emilia-Romagna DIFESA DEL VERDE URBANO: PERCHE? Difesa del verde urbano: perché? Per mantenere belle le piante

Dettagli

Popillia japonica: generalità e piano d azione in Lombardia

Popillia japonica: generalità e piano d azione in Lombardia Popillia japonica: generalità e piano d azione in Lombardia Parco Lombardo della Valle del Ticino Regione Lombardia Servizio Fitosanitario regionale 27 ottobre2015 SPECIE ESOTICHE NEL PARCO Pubblicazione

Dettagli

Cydalima perspectalis

Cydalima perspectalis Cydalima perspectalis (la Piralide del bosso) Massimo Bariselli - SFR Inquadramento della specie Lepidottero piralide Origine: Asia Dal 2007 al 2011 inserito nell'alert List dell'eppo Non esiste attualmente

Dettagli

foglia caduca sempreverde MESE DI FIORITURA (presente solo se significativa) ALTEZZA in m DIAMETRO DELLA CHIOMA in m

foglia caduca sempreverde MESE DI FIORITURA (presente solo se significativa) ALTEZZA in m DIAMETRO DELLA CHIOMA in m Alberi ornamentali a foglia caduca e sempreverdi Ci difendono dall inquinamento atmosferico, dal caldo e dai rumori abbellendo nel contempo i nostri giardini in ogni stagione. 25 MESE DI FIORITURA (presente

Dettagli

Phytophthora ramorum

Phytophthora ramorum REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA AREA SERVIZI TECNICI E SCIENTIFICI SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE Phytophthora ramorum La phytophthora ramorum è un fungo responsabile della malattia delle

Dettagli

NATURSIMUL MACERATI GLICERINATI

NATURSIMUL MACERATI GLICERINATI Macerati glicerinati Natursimul www.natursimul.it ABIES PECTINATA gemme (Abete bianco gemme) - MG - 1DH Vol. Alc. 30 % (idrato anidro 15 ml) Ingredienti: acqua, alcol etilico*, stabilizzante: glicerina

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 31 DELIBERAZIONE 18 luglio 2005, n. 726

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 31 DELIBERAZIONE 18 luglio 2005, n. 726 DELIBERAZIONE 18 luglio 2005, n. 726 Aggiornamento dell elenco all allegato D - Specie soggette alla disciplina del materiale di propagazione di cui all art. 77 della L.R. 39/00, LA GIUNTA REGIONALE Visto

Dettagli

II incontro autunnale-2d

II incontro autunnale-2d ALBERI nel loro ambiente II incontro autunnale-2d UTE aa 2014-2015 Bollate - Novate Giovanni Regiroli - biologo Famiglia Bignoniacee Catalpa bignonioides Catalpa Famiglia Lythracee Lagerstroemia indica

Dettagli

BIOLOGIA E DANNI L'intero ciclo di sviluppo si compie generalmente in due anni ma si può ridurre ad un an

BIOLOGIA E DANNI L'intero ciclo di sviluppo si compie generalmente in due anni ma si può ridurre ad un an Una minaccia per gli ecosistemi urbani e forestali. L'insetto è in grado di attaccare alberi e arbusti appartenenti ai più disparati generi botanici. A giugno emanato l'ultimo decreto per la prevenzione.

Dettagli

OASI WWF BOSCO VILLORESI CENSIMENTO FLORISTICO ARBOREO-ARBUSTIVO. Dott. Nat. Giuseppe Stablum

OASI WWF BOSCO VILLORESI CENSIMENTO FLORISTICO ARBOREO-ARBUSTIVO. Dott. Nat. Giuseppe Stablum OASI WWF BOSCO VILLORESI CENSIMENTO FLORISTICO ARBOREO-ARBUSTIVO Dott. Nat. Giuseppe Stablum MARZO 2012/ FEBBRAIO 2013 Si illustra di seguito il censimento delle specie arboree ed arbustive della seconda

Dettagli

1)Obiettivi del Piano regionale di attuazione

1)Obiettivi del Piano regionale di attuazione Allegato 'A' PIANO REGIONALE DI INTERVENTO PER LA ERADICAZIONE DI UN NUOVO FOCOLAIO DI TARLO ASIATICO (Anoplophora chinensis) 1)Obiettivi del Piano regionale di attuazione Anoplophora chinensis, nome comune

Dettagli

Allegato 1. Liste delle piante indesiderabili, estranee alla flora autoctona.

Allegato 1. Liste delle piante indesiderabili, estranee alla flora autoctona. Allegato 1 Liste delle piante indesiderabili, estranee alla flora autoctona. Specie arboree Specie arbustive Abies sp. abete Amorpha fruticosa falso indaco (*) Acer negundo acero della Virginia (*) Ailanthus

Dettagli

VIVAIO. Specie arboree V 001 1,00 5,00 10,00. Piccolo * Medio * Grande * Fam. Aceracee Acero Campestre ACER CAMPESTRE 1,00 5,00 10,00

VIVAIO. Specie arboree V 001 1,00 5,00 10,00. Piccolo * Medio * Grande * Fam. Aceracee Acero Campestre ACER CAMPESTRE 1,00 5,00 10,00 VIVAIO Specie arboree V 001 Fam. Aceracee Acero Campestre ACER CAMPESTRE * * * V 002 Fam. Aceracee Acero Italiano ACER OPALUS V 003 V 004 V 005 V 006 Fam. Aceracee Acero Minore ACERO MONSPESSULANUM Fam.

Dettagli

Boschi indeboliti. Pinete

Boschi indeboliti. Pinete Boschi indeboliti - situazione favorevole per la colonizzazione di numerose specie di insetti - gli insetti riconoscono sostanze emesse dalle piante in condizioni di stress - le piante in tali condizioni

Dettagli

VIVAIO: Produzione, Lavorazione e Selezione Alberature, Arbusti e Piante da Frutto MADE IN ITALY

VIVAIO: Produzione, Lavorazione e Selezione Alberature, Arbusti e Piante da Frutto MADE IN ITALY VIVAIO: Produzione, Lavorazione e Selezione Alberature, Arbusti e Piante da Frutto MADE IN ITALY ALBERATURE Alberature per verde urbano e residenziale: - Lavorazione e Selezione su Commissione - Su richiesta

Dettagli

Il cancro batterico dell actinidia in Veneto

Il cancro batterico dell actinidia in Veneto Unità Periferica per i Servizi Fitosanitari Il cancro batterico dell actinidia in Veneto Giovanni Zanini Tiziano Visigalli Fiorenzo Girardi Sommacampagna 26 gennaio 2012 Unità Periferica per i Servizi

Dettagli

II incontro autunnale-2c

II incontro autunnale-2c ALBERI nel loro ambiente II incontro autunnale-2c UTE aa 2014-2015 Bollate - Novate Giovanni Regiroli - biologo Ulmacee Celtis australia Bagolaro-ottimo per alberature stradali Ulmus glabra olmo montano

Dettagli

Il cinipide galligeno del castagno: interazioni con la pianta ospite e controllo integrato

Il cinipide galligeno del castagno: interazioni con la pianta ospite e controllo integrato Fitofagi di nuova introduzione e possibili impatti sulle colture meridionali Foggia, 20 aprile 2016 Il cinipide galligeno del castagno: interazioni con la pianta ospite e controllo integrato GERMINARA

Dettagli

PER SCARICARE I PDF DELLE LEZIONI ANDATE SU:

PER SCARICARE I PDF DELLE LEZIONI ANDATE SU: PER SCARICARE I PDF DELLE LEZIONI ANDATE SU: www.florart-imola.it pagina lezioni e corsi nella sezione corsi cliccare su area riservata in basso a destra nome utente: Studente (rispettare la maiuscola)

Dettagli

I.1.8 ELENCO PREZZI UNITARI

I.1.8 ELENCO PREZZI UNITARI Parco Regionale delle Groane Provincia di Milano Monza e Brianza COMUNE DI ARESE ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA RIPERIMETRAZIONE, RIQUALIFICAZIONE E LA REINDUSTRIALIZZAZIONE DELL AREA FIAT ALFA ROMEO. Interventi

Dettagli

La corteccia è liscia di colore marrone con tante lenticelle chiare nei fusti giovani (a dx) squamosa nei fusti più vecchi (a sx)

La corteccia è liscia di colore marrone con tante lenticelle chiare nei fusti giovani (a dx) squamosa nei fusti più vecchi (a sx) NOCCIOLO (Corylus avellana) riconoscerlo? Portamento: è un arbusto caducifoglio con una ceppaia da cui partono molti fusti detti polloni Si trova nel sottobosco dalla pianura fino a 1700 m Gemme ellittiche

Dettagli

LATIFOGLIE. Specie in latino. Specie in italiano Età Altezze Circonferenza. Provenienza. Prezzo in Fr. Tipo. Pagina 1 di 5

LATIFOGLIE. Specie in latino. Specie in italiano Età Altezze Circonferenza. Provenienza. Prezzo in Fr. Tipo. Pagina 1 di 5 Latifoglie 100 Acer campestre Acero campestre Losone, P, 270 Corteglia, S, 400 Mezzana, P, 300 1/10-230 13/15 1/2 30/60 - - 1/2 80/120 - - 1/3 140/170 - - 1/4-250/300 6/10 1 55.00 Zolla 100.04 Acer negundo

Dettagli

Corso. Patologia forestale" Marzo Luglio, 2016

Corso. Patologia forestale Marzo Luglio, 2016 Corso Patologia forestale" Marzo Luglio, 2016 Scopo del corso: La comprensione dei problemi sanitari delle piante forestali Prevenzione dei danni Individuazione di strategie di monitoraggio [Suggerimenti

Dettagli

GRUPPO A Specie a lento accrescimento e di rilevante interesse ecologico e storico testimoniale.

GRUPPO A Specie a lento accrescimento e di rilevante interesse ecologico e storico testimoniale. ALLEGATO 1. Specie vegetali Classificazione delle specie vegetali in relazione sia alle caratteristiche della specie botanica sia in relazione al contesto territoriale bolognese. Classificazione in base

Dettagli

La struttura del legno delle angiosperme. Caratteri macroscopici e microscopici. I piani di osservazione del legno

La struttura del legno delle angiosperme. Caratteri macroscopici e microscopici. I piani di osservazione del legno I piani di osservazione del legno La struttura del legno delle angiosperme Caratteri macroscopici e microscopici Il concetto è chiaro ma il disegno non è coretto; Perché?? 1 I piani di osservazione del

Dettagli

Elementi di progettazione dei giardini. Piantare a giusta D I S T A N Z A

Elementi di progettazione dei giardini. Piantare a giusta D I S T A N Z A 42 NORME Elementi di progettazione dei giardini Piantare a giusta D I S T A N Z A Un elemento importante nelle scelte progettuali è rappresentato dalle dimensioni che un albero può raggiungere a maturità

Dettagli

le Querce europee QuercuspetraeaRovere Utilizzata per i parquet e le botti di vino. Estese foreste nel centro-est europeo

le Querce europee QuercuspetraeaRovere Utilizzata per i parquet e le botti di vino. Estese foreste nel centro-est europeo Quercus robur Farnia Albero maestoso, è il simbolo delle querce. Ghiande portate da un lungo peduncolo le Querce europee QuercuspetraeaRovere Utilizzata per i parquet e le botti di vino. Estese foreste

Dettagli

Una siepe per Zelata

Una siepe per Zelata Una siepe per Zelata Ogni anno nel mese di novembre Legambiente, in collaborazione con il ministero dell Ambiente e della Tutela del territorio e del mare, promuove la Festa dell albero : una giornata

Dettagli

APPENDICE AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE (Delibera n 228 del 09/09/1993)

APPENDICE AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE (Delibera n 228 del 09/09/1993) APPENDICE AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE (Delibera n 228 del 09/09/1993) REGOLAMENTO PER L ABBATTIMENTO DI ALBERATURE CHE ECCEDA LA SFERA DELLA CONDUZIONE AGRARIA ART. 1 CAMPO DI APPLICAZIONE Per essenze

Dettagli

COMUNE DI LORO CIUFFENNA REGOLAMENTO URBANISTICO

COMUNE DI LORO CIUFFENNA REGOLAMENTO URBANISTICO REGOLAMENTO URBANISTICO COMUNE DI LORO CIUFFENNA PROVINCIA DI AREZZO Oggetto: ELABORATO di PROGETTO Abaco delle essenze per le opere a verde UFFICIO TECNICO COMUNALE PROGETTISTA INCARICATO RESPONSABILE

Dettagli

Esplorare i paesaggi agro-urbani

Esplorare i paesaggi agro-urbani Esplorare i paesaggi agro-urbani Forme, usi e attori nelle aree di margine Progetti di paesaggio tra l urbano ed il rurale Esplorare i paesaggi agro-urbani Forme, usi e attori nelle aree di margine Progetti

Dettagli

9 dicembre 2015 Villanova di Castenaso STRATEGIE DI DIFESA. della patata. Massimo Bariselli Servizio Fitosanitario Emilia Romagna

9 dicembre 2015 Villanova di Castenaso STRATEGIE DI DIFESA. della patata. Massimo Bariselli Servizio Fitosanitario Emilia Romagna STRATEGIE DI DIFESA della patata Massimo Bariselli Servizio Fitosanitario Emilia Romagna La patata come tutte le solanacee, è originaria del continente americano Alcune fra le principali avversità della

Dettagli

Alberi ed arbusti del Parco del Paleotto (BO)

Alberi ed arbusti del Parco del Paleotto (BO) Alberi ed arbusti del Parco del Paleotto (BO) Pier Luigi Nimis, Stefano Martellos Barbara Bernabè, Elisabetta Rocca Foto di Andrea Moro KeyToNature 2010 Il Parco del Paleotto, nel quartiere Savena di

Dettagli

Giornate tecniche 2011

Giornate tecniche 2011 Giornate tecniche 2011 Seminario: Aspetti applicativi della potatura delle piante ornamentali Relatore: dott. agr. Antonio Sagaria Data: 13 febbraio 2011 DICHIO vivai garden DICHIO vivai garden Un albero

Dettagli

Schede descrittive. Arboricoltura

Schede descrittive. Arboricoltura Schede descrittive Arboricoltura Studio di impianti misti con accessorie per la produzione di legname di pregio Toscana, Firenze, Empoli, Empoli Toscana, Arezzo, Cavriglia, Santa Barbara Marche, Pesaro

Dettagli

17/12/2010. Indagine bioetologica e monitoraggio della presenza del coleottero buprestide Agrilus viridis nei corileti delle Langhe

17/12/2010. Indagine bioetologica e monitoraggio della presenza del coleottero buprestide Agrilus viridis nei corileti delle Langhe Indagine bioetologica e monitoraggio della presenza del coleottero buprestide Agrilus viridis nei corileti delle Langhe Maria Corte, Claudio Sonnati Consorzio di Ricerca Sperimentazione e Divulgazione

Dettagli

Populus nigra L. I. ALBERI ADULTI IN NATURA. 1. Forma dell albero alberi isolati di forma imponente,

Populus nigra L. I. ALBERI ADULTI IN NATURA. 1. Forma dell albero alberi isolati di forma imponente, Populus nigra L. I. ALBERI ADULTI IN NATURA 1. Forma dell albero 1.1. alberi isolati di forma imponente, rami talvolta rivolti ad arco verso il basso; all interno di popolamenti fusto diritto, rami soltanto

Dettagli

Unità Periferica per i Servizi Fitosanitari. Il cancro batterico dell actinidia Pseudomonas syringae pv. actinidiae

Unità Periferica per i Servizi Fitosanitari. Il cancro batterico dell actinidia Pseudomonas syringae pv. actinidiae Unità Periferica per i Servizi Fitosanitari Il cancro batterico dell actinidia Pseudomonas syringae pv. actinidiae Superfici e produzioni regionali di actinidia Provincie Superficie ettari Produzioni quintali

Dettagli

Il monitoraggio fenologico forestale in Piemonte

Il monitoraggio fenologico forestale in Piemonte Il monitoraggio fenologico forestale in Piemonte D. Delleani, F. Spanna, F. Valfrè, R. Caramiello,V. Fossa, R. Pelosini4, N. Loglisci4 Regione Piemonte - Settore Pianificazione e Gestione delle Aree protette

Dettagli

Bollettino dei pollini aerodispersi. relativo alla settimana di monitoraggio Dal: Al:

Bollettino dei pollini aerodispersi. relativo alla settimana di monitoraggio Dal: Al: Bollettino dei pollini aerodispersi relativo alla settimana di monitoraggio Dal: 08.03.2010 Al: 14.03.2010 n. 10 del 16 marzo 2010 Dati del monitoraggio aerobiologico della rete regionale, commento sulla

Dettagli

ATTENZIONE AL PUNTERUOLO ROSSO DELLA PALMA

ATTENZIONE AL PUNTERUOLO ROSSO DELLA PALMA ATTENZIONE AL PUNTERUOLO ROSSO DELLA PALMA Punteruolo rosso della palma Il punteruolo rosso della palma, Rhynchophorus ferrugineus (Olivier), è un coleottero curculionide originario dell Asia meridionale

Dettagli

Il cinipide galligeno del castagno Dryocosmus kuriphilusyasumatsu

Il cinipide galligeno del castagno Dryocosmus kuriphilusyasumatsu Il cinipide galligeno del castagno Dryocosmus kuriphilusyasumatsu Giovanni Bosio Regione Piemonte, Settore Fitosanitario Il cinipede galligeno Drycosmus kuriphilusyasumatsu è considerato uno degli insetti

Dettagli

GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA SOMMARIO SERIE GENERALE. PARTE PRIMA Roma - Venerdì, 25 gennaio 2013 AVVISO AGLI ABBONATI

GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA SOMMARIO SERIE GENERALE. PARTE PRIMA Roma - Venerdì, 25 gennaio 2013 AVVISO AGLI ABBONATI SERIE GENERALE Spediz. abb. post. - art. 45% 1, - comma art. 2, 1 comma 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46662 - Filiale - Filiale di Roma di Roma GAZZETTA Anno 154 - Numero 21 UFFICIALE DELLA

Dettagli

IL COLEOTTERO ANOPLOPHORA CHINENSIS IN LOMBARDIA: DIFFUSIONE E STRATEGIE DI CONTROLLO

IL COLEOTTERO ANOPLOPHORA CHINENSIS IN LOMBARDIA: DIFFUSIONE E STRATEGIE DI CONTROLLO ATTI Giornate Fitopatologiche, 2006, I, 205-210 IL COLEOTTERO ANOPLOPHORA CHINENSIS IN LOMBARDIA: DIFFUSIONE E STRATEGIE DI CONTROLLO G. CAREMI, M. CIAMPITTI Regione Lombardia, Via Pola 12/14, 20124 Milano

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE N. 372/DIRA DEL 09/10/2015 IL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE N. 372/DIRA DEL 09/10/2015 IL DIRETTORE 1 DECRETO DEL DIRETTORE N. 372/DIRA DEL 09/10/2015 Oggetto: Decisione (UE) 2015/893 - Misure obbligatorie di controllo e eradicazione di Anoplophora glabripennis Motschulsky nelle Marche. Revoca D.D.Assam

Dettagli

ALLEGATO 1. Specie vegetali

ALLEGATO 1. Specie vegetali ALLEGATO 1. Specie vegetali Classificazione delle specie vegetali in relazione sia alle caratteristiche della specie botanica sia in relazione al contesto territoriale bolognese. Classificazione in base

Dettagli

CREST. Centro Ricerche in Ecologia e Scienze del Territorio

CREST. Centro Ricerche in Ecologia e Scienze del Territorio CREST Centro Ricerche in Ecologia e Scienze del Territorio CREST s.n.c. di Perosino Gian Carlo & c. 10136 Torino (Italia) - Via Caprera, 15 - E-mail info@crestsnc.it - tel. 011/3299419/3299165 r.a. - fax

Dettagli

CORSO DI FRUTTICOLTURA

CORSO DI FRUTTICOLTURA COMUNE DI CAMPONOGARA ASSESSORATO ALLE POLITICHE AMBIENTALI DENIS COMPAGNO CORSO DI FRUTTICOLTURA 2006 ARGOMENTI ANATOMIA E FISIOLOGIA DELLE PIANTE ARBOREE TECNICHE DI PROPAGAZIONE POMACEE (MELO, PERO)

Dettagli

INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD

INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD INVERTEBRATI DA CERCARE NEL PARCO ADDA SUD 21 gennaio 2004 Lycaena dispar (Haworth, 1803) Licena dispari Zone umide di pianura (prati umidi, paludi, acquitrini) dal livello del mare a 400 m di altezza.

Dettagli

E stata ritrovata in un vigneto, cultivar Redglobe, allevato a tendone in agro di Mola di Bari

E stata ritrovata in un vigneto, cultivar Redglobe, allevato a tendone in agro di Mola di Bari APPROFONDIMENTO SULLA GESTIONE DELLE PROBLEMATICHE EMERGENTI Antonio Guario Regione Puglia Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Osservatorio Fitosanitario Regionale Minatrice fogliare della vite Holocacista

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO DALL ARGINE INDICAZIONI TECNICHE PER INTERVENTI DI MITIGAZIONE E COMPENSAZIONE PAESAGGISTICA ED AMBIENTALE Vengono definiti i criteri generali per la realizzazione delle piantumazioni

Dettagli

Come evitare le proiezioni di melata da afidi sotto gli alberi?

Come evitare le proiezioni di melata da afidi sotto gli alberi? Come evitare le proiezioni di melata da afidi sotto gli alberi? I lanci di coccinelle Adalia bipunctata per controllare gli afidi negli alberi e nel verde pubblico Le varie specie di afidi Eucallipterus

Dettagli

ELENCO DEI PRODOTTI VEGETALI

ELENCO DEI PRODOTTI VEGETALI ELENCO DEI PRODOTTI VEGETALI di cui all'all. 5B, 5B1 Parti vegetali di Amelanchier [5ZP] Parti vegetali di Chaenomeles [5ZP] Parti vegetali di Cotoneaster [5ZP] Parti vegetali di Crataegus [5ZP] Parti

Dettagli

Famiglia Corylacee include il nocciolo (Corylus avellana)

Famiglia Corylacee include il nocciolo (Corylus avellana) Famiglia Corylacee include il nocciolo (Corylus avellana) Càrpini: arbusti-alberi con le foglie simili a quelle dell olmo ma da questo distinguibili in quanto la base della lamina fogliare è simmetrica.

Dettagli

Monitoraggi fitosanitari Maggio Chiara Patti, Francesca Siena

Monitoraggi fitosanitari Maggio Chiara Patti, Francesca Siena Monitoraggi fitosanitari 2017 9 Maggio 2017- Chiara Patti, Francesca Siena Monitoraggi fitosanitari 2017 Cofinanziamento UE 85% COMMISSIONE EUROPEA REGIONE LOMBARDIA MINISTERO ECONOMIA E FINANZE Monitoraggi

Dettagli

ANGIOSPERME. Famiglie di interesse agrario più significative. 9 - Fagaceae

ANGIOSPERME. Famiglie di interesse agrario più significative. 9 - Fagaceae ANGIOSPERME Famiglie di interesse agrario più significative 9 - Fagaceae Dicotiledoni Salicaceae, Juglandaceae, Fagaceae, Corylaceae, Betulaceae, Ulmaceae, Moraceae, Caryophyllaceae, Ranunculaceae, Berberidaceae,

Dettagli

ELENCO ESSENZE PIANTUMAZIONI 2015

ELENCO ESSENZE PIANTUMAZIONI 2015 ELENCO ESSENZE PIANTUMAZIONI 2015 E.R.S.A.F. Alberi ad alto fusto Celtis australis Bagolaro ALTEZZA: 15-20 metri. FOGLIE: caduche. RADICI: forte apparato radicale; sconsigliata piantumazione vicino ad

Dettagli

IL TARLO ASIATICO A MONTICHIARI -BS-

IL TARLO ASIATICO A MONTICHIARI -BS- IL TARLO ASIATICO A MONTICHIARI -BS- Anoplophora chinensis: una vera minaccia per le nostre piante Novembre 2009 Prof. Luigi Petruzziello I.I.S. G.Bonsignori di Remedello -BS- Foto1: Esemplare maschio

Dettagli

Alberi della Basilicata

Alberi della Basilicata Antonio Bellotti Donatello Mininni Consulenza di: Antonella Logiurato Alberi della Basilicata Le principali specie sul territorio lucano Consiglio Regionale della Basilicata Si ringrazia per le fotografie

Dettagli

NUOVE MISURE REGIONALI DI CONTROLLO ED ERADICAZIONE DI ANOPLOPHORA CHINENSIS IN REGIONE LOMBARDIA.

NUOVE MISURE REGIONALI DI CONTROLLO ED ERADICAZIONE DI ANOPLOPHORA CHINENSIS IN REGIONE LOMBARDIA. 5704 23/05/2006 Identificativo Atto N. 369 DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA NUOVE MISURE REGIONALI DI CONTROLLO ED ERADICAZIONE DI ANOPLOPHORA CHINENSIS IN REGIONE LOMBARDIA. IL DIRIGENTE DELLA UNITA ORGANIZZATIVA

Dettagli

Incontro del 16 febbraio Fenologia nei parchi del Piemonte

Incontro del 16 febbraio Fenologia nei parchi del Piemonte Incontro del 16 febbraio 2010 Fenologia nei parchi del Piemonte ANGIOSPERME VEGETATIVE V1 GEMME IN RIPOSO: le gemme non hanno ancora iniziato a ingrossarsi V2 GEMME RIGONFIE PROSSIME ALLA SCHIUSURA: fenofase

Dettagli

Il cinipide galligeno del castagno L esperienza del Piemonte

Il cinipide galligeno del castagno L esperienza del Piemonte Settore Fitosanitario Il cinipide galligeno del castagno L esperienza del Piemonte Avellino, 4 giugno 2008 Giovanni Bosio Dryocosmus kuriphilus cinipide galligeno del castagno Considerato uno degli insetti

Dettagli

Iris Bernardinelli. 31 maggio Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica

Iris Bernardinelli. 31 maggio Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica Conifere 31 maggio 2016 Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica Mycosphaerella pini - (Scirriha pini) Matsucoccus feytaudi - Cocciniglia corticicola dei pini Crisicoccus

Dettagli

Anoplophora chinenesis Anoplophora malasiaca Anoplophora glabripennis. A cura di Isabella Regazzi

Anoplophora chinenesis Anoplophora malasiaca Anoplophora glabripennis. A cura di Isabella Regazzi BENVENUTI IN ITALIA! Nuove specie di insetti sono giunte e si sono acclimatate in Italia, ecco alcuni esempi: il cerambice orientale delle latifoglie, il bruco dei gerani e il cimicione delle conifere.

Dettagli

Chalara fraxinea. Ospiti, sintomi e norme di prevenzione

Chalara fraxinea. Ospiti, sintomi e norme di prevenzione Regione Toscana Chalara fraxinea Ospiti, sintomi e norme di prevenzione Direzione generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze Sviluppo rurale - Servizio Fitosantario Regionale

Dettagli

piano di lotta al tarlo asiatico in Lombardia

piano di lotta al tarlo asiatico in Lombardia piano di lotta al tarlo asiatico in Lombardia Milano 17 marzo 2014 Beniamino Cavagna contesto Il regime fitosanitario dell'ue è unico ed aperto: gli spostamenti di piante e prodotti vegetali verso e nell'unione

Dettagli

Gemmoderivati IT-NA000-10

Gemmoderivati IT-NA000-10 Esempio Biotest 18/02/2014 Gemmoderivati Sistema aziendale conforme IT-NA000-10 UNI EN ISO 9001:2008 Azienda iscritta presso l Anagrafe nazionale delle ricerche del Ministero dell Università e ricerca.

Dettagli

Popillia japonica Newman: gestione dell emergenza

Popillia japonica Newman: gestione dell emergenza Settore fitosanitario e servizi tecnico-scientifici Popillia japonica Newman: gestione dell emergenza Oleggio (NO), 15 marzo 2016 La larva di Popillia japonica Le larve di P. japonica sono molto simili

Dettagli

6 FASE: Utilizzando Power Point abbiamo raccolto tutte le diapositive completate delle informazioni.

6 FASE: Utilizzando Power Point abbiamo raccolto tutte le diapositive completate delle informazioni. ALBERI E ARBUSTI DEL NOSTRO GIARDINO :. Noi bambini della classe 5 A anno scolastico 2010/11, volendo realizzare uno studio illustrato delle piante del nostro giardino, vi raccontiamo come abbiamo eseguito

Dettagli

TIGNOLA ORIENTALE DEL PESCO (Cydia molesta)

TIGNOLA ORIENTALE DEL PESCO (Cydia molesta) Schema TIGNOLA ORIENTALE DEL PESCO () 1. classificazione e ospiti 2. danni 3. ciclo biologico 4. lotta classificazione CLASSIFICAZIONE e OSPITI Classificazione ordine famiglia alimentazione Lepidotteri

Dettagli

Avversità fitosanitarie di interesse forestale Roma - 16 marzo 2011 Sala Tirreno

Avversità fitosanitarie di interesse forestale Roma - 16 marzo 2011 Sala Tirreno forestale Roma - 16 marzo 2011 Sala Tirreno Organismi di recente introduzione o potenziali minacce dell ecosistema boschivo Dott. Simone Calì SFR Lazio Deperimento del frassino (Chalara fraxinea) Alert

Dettagli

Le piante più importanti responsabili di malattie allergiche

Le piante più importanti responsabili di malattie allergiche Le piante più importanti responsabili di malattie allergiche (Quercia O., Emiliani F.) A cura dell ambulatorio di allergologia del Presidio Ospedaliero di Faenza Dipartimento di Medicina I POLLINI I pollini

Dettagli

SPECIFICHE FOTOGRAFIE

SPECIFICHE FOTOGRAFIE autunno - primavera SPECIFICHE Le piante illustrate nel presente catalogo sono in ordine alfabetico per nome latino. La seguente tabella può facilitare la ricerca di specie desiderate. Nome italiano Nome

Dettagli

- Q - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL VERDE PUBBLICO STANDARD PROGETTO SP - TEA

- Q - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL VERDE PUBBLICO STANDARD PROGETTO SP - TEA - Q - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL VERDE PUBBLICO (revisione 02) Pagina 1 di 9 INDICE Pag. PARTE Q VERDE PUBBLICO Q.1 3 PREMESSA Q.2 3 DOCUMENTI DA PRESENTARE Q.3 3 STANDARD

Dettagli

COMUNE DI CALCIO. PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE AT12 a destinazione logistico-produttiva

COMUNE DI CALCIO. PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE AT12 a destinazione logistico-produttiva 1 COMUNE DI CALCIO allegato H PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE AT12 a destinazione logistico-produttiva Via Covo (SP 102) nuova SP 98 Calciana conforme al PGT (Artt. 12 e 14, legge regionale 11

Dettagli

Piazza Cinque Giornate

Piazza Cinque Giornate Piazza Cinque Giornate All'incrocio di via Matteotti, viale Sempione e viale dei Tigli (110x30+135x50). Dedicata, nel 1973, al saliente episodio del Risorgimento milanese. Difficile, se non impossibile,

Dettagli

ALBERI. CIRC. TRONCO cm

ALBERI. CIRC. TRONCO cm ALBERI NOME FAMIGLIA FIORITURA SEMPREVERDE/ VASO ø NOTA ALT. cm CADUCIFOLIA Abete rosso Pinaceae V 20 Abete rosso Pinaceae V 50 Abete bianco Pinaceae V 20 ACACIA MIMOSA Mimosaceae F V 16 150 ACACIA MIMOSA

Dettagli

ALLEGATO 3 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

ALLEGATO 3 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ ALLEGATO 3 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ PRESCRIZIONI PER LE SPECIE ARBOREE ED ARBUSTIVE ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Valorizzazione ambientale. Aggiornamento dell inventario degli alberi pregiati nel quartiere di Capolago. Complemento. Municipio di Mendrisio

Valorizzazione ambientale. Aggiornamento dell inventario degli alberi pregiati nel quartiere di Capolago. Complemento. Municipio di Mendrisio Valorizzazione ambientale OIKOS 2000 CONSULENZA E INENERIA AMBIENTALE SAL er Puzzetascia 2 CH-6513 Monte Carasso Switzerland +41.91.829 16 81 Tel +41.91.835 52 30 Fax info@oikos2000.com www.oikos2000.com

Dettagli

I controlli nei cedui di robinia, misti o matricinati

I controlli nei cedui di robinia, misti o matricinati I controlli nei cedui di robinia, misti o matricinati Testo: Roberto Tonetti Regione Lombardia Direzione Generale Sistemi Verdi e Paesaggio Struttura Foreste Foto: Roberto Tonetti e Alessio Casati (GEV)

Dettagli

ALLEGATO. Gli allegati I, II, IV e V della direttiva 2000/29/CE sono modificati come segue:

ALLEGATO. Gli allegati I, II, IV e V della direttiva 2000/29/CE sono modificati come segue: ALLEGATO Gli allegati I, II, IV e V della direttiva 2000/29/CE sono modificati come segue: 1) nell'allegato I, la parte A è modificata come segue: a) nella sezione I, lettera a): i) dopo il punto 10, è

Dettagli

Piante a Radice Nuda, in Vaso, in Zolla, Forestali e Ornamentali Piante per Siepe Arbusti per Bordure Rampicanti Materiali ed Attrezzature

Piante a Radice Nuda, in Vaso, in Zolla, Forestali e Ornamentali Piante per Siepe Arbusti per Bordure Rampicanti Materiali ed Attrezzature Piante a Radice Nuda, in Vaso, in Zolla, Forestali e Ornamentali Piante per Siepe Arbusti per Bordure Rampicanti Materiali ed Attrezzature Via Prai dell Acqua, 13C C.A.P. 35010 Villa del Conte (PD) Tel.

Dettagli

Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici Servizio Fitosanitario Regionale

Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici Servizio Fitosanitario Regionale Direzione Regionale Agricoltura Area Servizi Tecnici e Scientifici Servizio Fitosanitario Regionale Le emergenze fitosanitarie nella Regione Lazio e le problematiche legate al settore forestale Le principali

Dettagli