Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS"

Transcript

1 GESIRAD Il Ruolo del TSRM come Amministratore di Sistema II Modulo - Gestione dei Sistemi Informativi RIS/PACS Copyright Siemens AG Healthcare Sector For internal use only. Roma, 8 marzo 2011 Pellegrini Francesca - Siemens Healthcare Sector This printed copy is not subject to any change control. Please refer to online version.

2 Chi sono Francesca Pellegrini Project Manager & Sales Support Area Centro Sud Siemens Healthcare Sector SYNGO Certificazione Project Manager Senjor del Implementazione e Gestione di Sistemi Informatici RIS, PACS e di Post-elaborazione

3 Perché sono qui L inserimento di un Sistema Informativo RIS-PACS (e di post-elaborazione) stravolge il modo di lavorare all interno della Diagnostica per Immagini.

4 Perché sono qui TECNOLOGIA COMPETENZA

5 Perché sono qui Bisogna: essere preparati; sapere con che cosa si ha a che fare; creare dei punti di riferimento che facciano da guida nella nuova radiologia; sapere con chi si ha a che fare.

6 I computer sono incredibilmente veloci, accurati e stupidi. Gli uomini sono incredibilmente lenti, inaccurati e intelligenti. L'insieme dei due costituisce una forza incalcolabile. Albert Einstein

7 Fase 1 Project Management nella Gestione e Implementazione di Progetti RIS-PACS

8 Definizioni Project Management L insieme di tutti i compiti di leadership e di organizzazione, le conoscenze, le competenze, gli strumenti e le tecniche necessarie per soddisfare i requisiti del progetto. (Wideman Glossary, Wikipedia) L iniziativa del è stata introdotta per aumentare la redditività dei progetti, fornendo ai Project Manager di Siemens degli strumenti standard per qualificare il proprio lavoro e definire delle best practice per il miglioramento continuo nella gestione del progetto.

9 Progetto RIS-PACS: Fasi & Milestones The standard project phases of have been adapted to the specific RIS/PACS business and aligned to the process-house-project: PM010 PM020 PM040 PM050 PM070 PM080 PM100 PM200 PM300 PM400 PM500 PM550 PM600 PM650 PM670 Acquisition Go/No-Go decision Bid decision Bid approval Contract negotiation Project won/lost Start of project Order receipt clarified Approval of detailed planning Dispatch approval Material & resources at site Onsite Install. compl. Integr.. Compl. Release for Customer Accept. Test Customer Accept. Project Closure [*1] [*2] [*3] [*4] Acquisition Sales Delivery Pre- Acquisition Project Acquisition Bid Preparation Contract Negotiation Project Handover Project Opening & Clarification Detailed Planning Orders Pre- Staging Dispatch Shipping Integration Installation Functiontest & Training Customer Accept. Tests Project completion Process specifics for RIS, PACS, Interfaces Milestones Milestones with Review Quality Gate incl. Approval by Review Board [*1] PM050 and PM500 are IKM specific milestones [*2] Either PM080 or PM100 must be handled as a Q-Gate [*3] PM500 is a Q-Gate only if the onsite installation is done by a supplier. Otherwise PM550 will become a Q-Gate [*4] Either PM600 or PM670 must be handled as a Q-Gate

10 Obiettivi di un Progetto RIS-PACS Un affare in cui si guadagna soltanto del denaro non è un affare. Henry Ford

11 Obiettivi di un Progetto RIS-PACS Customer satisfaction Aderenza del sistema alle specifiche iniziali Consapevolezza del cliente dei requisiti e delle specifiche tecniche della fornitura Efficienza Minimizzare il tempo che intercorre tra l ordine del materiale (PM300) e il collaudo del sistema (PM650); Rispettare i costi preventivati (rimanendo in linea con i requisiti della fornitura)

12 Risultati attesi da un sistema RIS-PACS: economici, organizzativi, clinici Garantire la gestione filmless e paperless Refertare a monitor con Strumenti di analisi avanzati adeguati sia alle esigenze dell attività di refertazione di routine, sia le esigenze della diagnostica di immagini più specializzata Permettere Teleconsulto e telediagnosi con strutture remote Ottimizzare le risorse umane e tecnologiche e dei costi di gestione Garantire la Sicurezza nella gestione e conservazione dei dati Garantire la Qualità nella gestione dei dati clinici e del paziente

13 Staff di Progetto della Ditta Project Manager Area Manager Vendita Amministrazione. Project Manager Junior Amministratore di Sistema Customer Service Engineers RIS-PACS Application Specialist Implementation Engineer

14 Project Manager (PM) Il PM è figura imprenditoriale, relativamente al singolo progetto, ed è il responsabile del raggiungimento di tutti gli obiettivi progettuali concordati attraverso accordi individuali e specifici per il singolo progetto. I suoi compiti si dividono in: -Management di Rischi e Opportunità; -Gestione finanziaria del progetto; -Gestione dei rapporti con il cliente; -Pianificazione e monitoraggio del progetto; -Gestione delle comunicazioni verso il cliente e verso l Azienda. Il PM stabilisce le direttive relative ad obiettivi e tempistiche, qualità e costi.

15 Project Manager Junior In progetti complessi il PM Junior (o Implementation Engineer) affianca il Project Manager durante lo svolgimento del progetto: Crea i documenti tecnici richiesti per l implementazione di soluzioni (specifiche dei materiali complessi, specifiche di interfaccia SW, schemi di flusso di lavoro, ecc.). Contribuisce alla creazione del piano di progetto. Nella fase di installazione, coordina le risorse tecniche, organizza i test del sistema installato, verifica che la soluzione installata corrisponde al progetto. Durante lo svolgimento del progetto, si assicura che il supporto tecnico necessario sia sempre fornito tempestivamente (quando necessario).

16 Application Specialist L Application RIS-PACS è una figura professionale con comprovata esperienza nella formazione ed Addestramento del personale: Amministratori di sistema aziendali, Utilizzatori medici, TSRM, Amministrativi. Interviene soprattutto durante le fasi di test functionali e di training (PM600).

17 Customer Service Engineer RIS-PACS Il Customer Service Engineer (CSE) è una figura professionale con comprovata esperienza nelle attività di assistenza tecnica di impianti RIS- PACS medi e ampi. I CSE sono coinvolti nelle fasi di installazione e di avviamento ed intervengono, in caso di guasti, per riparare i sistemi e ripristinare le funzionalità. A seconda della situazione o della gravità di eventuali situazione anomale potranno essere attivati CSE specializzati: Tecnici RIS, Tecnici PACS, Tecnici HW, Tecnici di Sistemi Operativi, di Database, di Telecomunicazioni, di impiantistica.

18 System Administrator Il System Administrator è un tecnico specialista dedicato al progetto e presente on-site che ricopre mansioni di amministratore di sistema. Il suo ruolo prevede: la gestione, la configurazione e la personalizzazione dei sistemi, la responsabilità sull intervento tecnico di primo livello, il management del progetto per le attività di routine.

19 Fase 2 Ruoli e responsabilità dell Azienda nella Gestione e Implementazione di Progetti RIS-PACS

20 Stakeholder Uno dei principali compiti del PM all avvio del progetto (PM080) è l individuazione degli stakeholder. Definizione. Individui e organizzazioni direttamente coinvolti nel progetto o I cui interessi possono essere positivamente o negativamente. Influenzati dal risultato dell esecuzione del progetto o dal suo completamento. Ogni stakeholder può influenzare il progetto e i suoi risultati. Possono essere definiti anche come parti interessate. Stakeholders possono essere clienti, finanziatori, fornitori, organizzazioni non governative, membri del team di progetto e altro personale. Per individuare tutti gli stakeholder rilevanti di un progetto e per valutare la loro potenziale influenza, è necessario condurre un analisi all inizio del progetto.

21 Stakeholder

22 Staff di Progetto dell Azienda Responsabile di Progetto generale Responsabile di Progetto operativo Referente medico radiologo Amministratore / i di sistema TSRM Direttore ICT sanitario Direttore / i Radiologia Medici Radiologi Fisici sanitari Personale ICT Medici di Reparto Personale TSRM Coordinatore / i TSRM

23 Stakeholder Ognuno di loro può influenzare positivamente o negativamente il progetto, in ogni sua fase

24 Fasi del progetto Initiate Plan Execute Evaluate

25 PM080 Start of the project o Kick off E il 1 incontro tra Ditta e Azienda, dopo che è stato approvato il progetto. Tutte le figure principali Viene presentata l idea del progetto da devono essere parte della Ditta e ne vengono verificati i contenuti da parte dell Azienda. coinvolte La Ditta intervista gli interlocutori per avere i dati su cui stilare il progetto: -Dati sul personale; -Dati tecnici / informatici; -Dati sugli spazi delle strutture -. Responsabile di Progetto generale Responsabile di progetto operativo Referente medico radiologo Amministratore / i di sistema TSRM Personale ICT

26 PM200 Presentazione Progetto Esecutivo Viene presentato il piano di svolgimento del progetto che deve essere approvato dai referenti dell Azienda. Viene presentato il layout del progettoe i flussi di lavoro. Responsabile di Progetto generale Responsabile di progetto operativo Referente medico radiologo Amministratore / i di sistema TSRM Personale ICT

27

28 PM500 Onsite Installation completation In questa fase, l Azienda svolge solo un ruolo di controlling. Sono altamente coinvolte solo le risorse informatiche e chi è incaricato di gestire la logistica. Deve essere prodotta tutta la documentazione tecnica relativa all installazione Amministratore / i di sistema TSRM Personale ICT

29 PM550 Integration Implementation Registration Referral Order Entry Interpretation / Reviewing Reporting Post Processing CAD Processing Measurements 3D Reconstruction 1 Hospital Information System HIS Patient Information Clinical Data Order Requests Scheduling Tracking Management Departmental Information System RIS 9 Analisi e sviluppo delle integrazioni del RIS-PACS: Reporting Worklists Con le modalità diagnostiche; Acquisition Status Progress / Completion Performed Work Materials / Resources 4 Results 11 - Con il sistema informativo ospedaliero (HIS); - Con i sistemi di prenotazione (CUP, Order Entry). 2 Modality Worklists Patient Data Order Details Procedure Parameters Schedules 12 Reporting Status Progress / Completion Image Acquisition Modality 10 3 Post-Processing Status Progress / Completion Responsabile di progetto operativo Referente medico radiologo Amministratore / i di sistema TSRM Personale ICT 8 7 Image Management PACS Referenti applicazioni integrate 6 5 Post-Processing Worklists

30 PM550 Integration Implementation Registration Referral Order Entry Interpretation / Reviewing Reporting Post Processing CAD Processing Measurements 3D Reconstruction 1 Hospital Information System HIS Patient Information Clinical Data Order Requests 9 Reporting Worklists Results Post-Processing Status Progress / Completion Post-Processing Worklists Scheduling Tracking Management Departmental Information System RIS 2 Modality Worklists Patient Data Order Details Procedure Parameters Schedules Acquisition Status Progress / Completion Performed Work Materials / Resources 4 12 Reporting Status Progress / Completion Image Acquisition Modality 3 Image Management PACS

31 PM600 Training phase La formazione coinvolge tutti gli utenti, non solo lo staff di Progetto. Deve essere prodotta la seguente documentazione: manuali linee guida per gli utenti registro corsi Referente medico radiologo Amministratore / i di sistema TSRM devono essere coinvolti come CORE TRAINER

32 CORSO Obiettivo: Prerequisiti: Contenuto: X SYS AMM Amministratori di sistema RIS/PACS Fornire i concetti necessari alla corretta gestione sistemistica ed amministrativa del sistema informativo RIS/PACS, rendere il personale in grado di effettuare diagnosi di primo livello su malfunzionamenti e risolvere problematiche di base. Conoscenze informatiche di base, e delle problematiche organizzative e operative del reparto di Radiologia. Concetti sistemistici relativi all architettura generica del sistema e dell implementazione del progetto; Profilazione utenti; Definizione layout, toolcard, worklist; Concetti di folder, studio, serie; Funzionalità e relativo utilizzo RIS/PACS; Gestione Workflow radiologico; Problematiche di più frequente occorrenza; know how necessario per svolgere una attività di help desk di I livello agli utenti in merito ai problemi applicativi più frequenti; Modalità di interfacciamento / integrazione con sistemi di terzi.

33 PM650 Customer Acceptance Si eseguono tutti i test di accettazione del sistema. Viene preparato e firmato dalle parti il verbale di collaudo. Verificate la lista delle funzionalità da testare, studiando la documentazione di offerta / gara. Responsabile di Progetto generale Responsabile di progetto operativo Referente medico radiologo Amministratore / i di sistema TSRM Personale ICT

34 PM670 - Start-up of the system E la fase più delicata del progetto. Il sistema viene messo in produzione a routine clinica con il nuovo workflow. Referente medico radiologo Amministratore / i di sistema TSRM devono essere coinvolti come CORE TRAINER

35 Maintenance Il grosso del lavoro è finito per tutti. Il sistema è a routine clinica. Rimangono nello staff coloro che sono stati individuati per la gestione operativa del sistema. Amministratore / i di sistema TSRM

36 Fase 3 Amministratore di Sistema dell Azienda Vs Amministratore di Sistema della Ditta

37 Profilo Amministratore di Sistema della Ditta Diplomato o laureato in discipline scientifiche con predisposizione e passione per l informatica. Attitudine alle relazioni interpersonali. Orientamento al problem-solving. Capacità di self-control. Assume un ruolo di riferimento principale: -per tutti gli utilizzatori, -per il team di lavoro della Ditta. Deve gestire l attività quotidiana fornendo supporto per l uso appropriato dei sistemi alla locale organizzazione.

38 Distinzione delle competenze: la Ditta (1) Attività gestionali Coordinamento di risorse tecniche di 2 livello di A ssistenza tecnica per la gestione e la risoluzione di chiamate e guasti. Gestione escalation.

39 Distinzione delle competenze: la Ditta (2) Attività di supporto agli utenti Assistenza al personale di Diagnostica per Immagini per l utilizzo del sistema RIS-PACS. Assistenza all amministrazione del sistema TSRM per l utilizzo delle funzioni di amministrazione e gestione (creazione nuovi utenti, agende di prenotazione, ecc.). Assistenza al personale di Reparto per l utilizzo degli applicativi di visualizzazione referti / immagini. Formazione di nuovi operatori. Installazione / reinstallazione applicativi per la visualizzazione referti / immagini.

40 Distinzione delle competenze: la Ditta (3) Attività tecniche Operazioni di verifica dei parametri di funzionamento dei sistemi ed eventuale segnalazione all Assistenza tecnica di problemi riscontrati. Verifica dello stato dei processi Attività tecniche di supporto al processo di Archiviazione legale Controllo dei Database Analisi dei log in caso di errori Restart delle applicazioni Shutdown dell applicazione e dell intero sistema Check di I livello in caso di riscontro di un proble ma tecnico. Operazioni di backup quotidiano.

41 Distinzione delle competenze: l Azienda (1) Competenze dell Amministratore di Sistema TSRM (Aziendale) L implementazione e la gestione di un sistema RIS-PACS richiedono l individuazione da parte del cliente di una figura che sia un punto di riferimento tecnico e gestionale del sistema. La figura dell Amministratore del Sistema viene individuata dal cliente, può continuare a svolgere le sue normali mansioni lavorative (!) e, contemporaneamente, si occupa di alcuni compiti specifici attinenti al sistema. La figura diventa un punto di riferimento per gli utenti utilizzatori del sistema e anche per gli interlocutori del team di progetto e dell assistenza tecnica.

42 Distinzione delle competenze: l Azienda (2) Attività gestionali Gestione delle configurazioni sui sistemi RIS e PACS al mutare dell organizzazione (es.: utenti su RIS, agende di prenotazione, esami, utenti per applicativi di Reparto, reparti e centri di costo). Estrazione di parametri statistici per Direttori UU.OO., Direzione Sanitaria, Controllo di Gestione. Coordinamento delle risorse coinvolte in attività specifiche di progetto. Contatti con i referenti di altri applicativi (CUP, Reparti, DEA) per configurazione integrazioni. Interfacciamento con la Ditta per chiarimenti e per la gestione di richieste.

43 Distinzione delle competenze: l Azienda (3) Attività di supporto agli utenti Disponibilità all assistenza di colleghi nell attività. Formazione di nuovi operatori su applicativi RIS-PACS Modifiche anagrafiche su RIS e PACS Modifica esami su PACS Definizione e stesura di linee guida per l utilizzo dei sistemi Formazione nuovi utenti di reparto nell'utilizzo degli applicativi per la visualizzazione immagini e referti Analisi e correzione di Pazienti sconosciuti al RIS

44 Distinzione delle competenze: l Azienda (4) Attività tecniche Attivazione di assistenza tecnica tramite numero verde o contattando il personale incaricato. Disponibilità all interfacciamento con la Ditta per chiarimenti e per la gestione di richieste. Check di I livello in caso di riscontro di un proble ma tecnico non riconducibile direttamente a malfunzionamenti delle apparecchiature RIS- PACS. Check di I livello in caso di non invio / archiviazi one immagini (il problema potrebbe essere sulla diagnostica che invia, quindi serve l'intervento di personale TSRM).

45 Case study 1: Esempio di capitolato l Azienda USL si riserva di applicare, previa tempestiva contestazione per iscritto, le seguenti penalità, giornaliere e cumulabili: - euro 300,00 per ogni ora di ritardo nei tempi di risposta per il servizio di manutenzione e assistenza, stabilito in due ore dalla chiamata. - nel caso in cui la riparazione o la sostituzione dei beni difettosi, o comunque non perfettamente funzionanti, non avvenga entro i termini previsti, l Azienda, dopo 7 giorni di ritardo, potrà far eseguire da altre imprese i lavori necessari ad eliminare gli inconvenienti riscontrati, detraendo l importo dell assistenza e delle penali dal corrispettivo dovuto o dalla cauzione definitiva, fatto salvo il risarcimento RISCHIO dell eventuale maggior danno; ECONOMICO - per ogni altro caso di violazione o inadempimento TROPPO ELEVATO!!! o inesatto adempimento degli obblighi contrattuali previsti, previa tempestiva contestazione scritta, si applicherà una penale di 1.000,00 per ogni violazione contestata..

46 Case study 2: Esempio di correzione di dati clinici h8:58 h17:30 PAZIENTE A PAZIENTE B IMMAGINI PAZIENTE A

47 Case study 2: Esempio di correzione di dati clinici Immagini corrette ma attribuite al paziente errato!!! Paziente con immagini errate:

48 Case study 2: Esempio di correzione di dati clinici

49 Case study 2: Esempio di correzione di dati clinici

50 Case study 2: Esempio di correzione di dati clinici Nel caso di segnalazione tempestiva -Cancellare le immagini errate dal paziente A -Rinviare l esame del paziente B corretto dalla diagnostica RISCHIO CLINICO TROPPO ELEVATO!!! Nel caso di segnalazione a posteriori -Salvare una copia dell esame -Cancellare le immagini errate dal paziente A -Assegnare l identificativo dell esame e del paziente B, alla copia, cancellando da questa le immagini del paziente A

51 Case study 3: Definizione linee guida per Reparti Avvio della gestione informatizzata delle richieste da Reparto. Elenco delle principali attività 1 (back-office): Formazione agli Amministratori di Sistema TSRM sull utilizzo del sistema; Analisi delle configurazioni (quali prestazioni sono richiedibili dal reparto? Quali utenti possono inviare le richieste?) Configurazione del sistema;

52 Case study 3: Definizione linee guida per Reparti Avvio della gestione informatizzata delle richieste da Reparto. Elenco delle principali attività 2 (front-office): LAVORO SVOLTO IN TEAM Incontro con i medici di Reparto e con la Radiologia per la presentazione del nuovo tool; Formazione agli utenti di reparto; Installazione applicativo (web); Definizione delle Linee Guida per il Reparto; Affiancamento on-the-job.

53 L'importante è non smettere di fare domande. Albert Einstein Open Discussion

54

55 La conoscenza non può derivare dall'esperienza sola, ma occorre il paragone fra ciò che lo spirito umano ha concepito e ciò che ha osservato. Albert Einstein GRAZIE PER L ATTENZIONE!!!

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Stefano Perna. Informazioni Personali. Obiettivi Professionali. Posizione attuale. Healthcare Pre-Sales e Project Management.

Stefano Perna. Informazioni Personali. Obiettivi Professionali. Posizione attuale. Healthcare Pre-Sales e Project Management. Stefano Perna Informazioni Personali Residenza Viale Spartaco, 91 00174 Roma Telefono (+39) 320 6974861 (+39) 340 2267281 Email perna.stefano@gmail.com Sito http://www.stefanoperna.it Luogo e Data di nascita

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology SALARY SURVEY 2015 Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2015. Michael

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT Via Turati 4/3, 16128 Genova Tel. 348/4103643 Fax 010/8932429 ITIL (Information Technology Infrastructure Library) 1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT In un mercato in cui il successo delle aziende è

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Servizio HP Hardware Support Exchange

Servizio HP Hardware Support Exchange Servizio HP Hardware Support Exchange Servizi HP Il servizio HP Hardware Support Exchange offre un supporto affidabile e rapido per la sostituzione dei prodotti HP. Studiato in modo specifico per i prodotti

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Gli Standard hanno lo scopo di:

Gli Standard hanno lo scopo di: STANDARD INTERNAZIONALI PER LA PRATICA PROFESSIONALE DELL INTERNAL AUDITING (STANDARD) Introduzione agli Standard L attività di Internal audit è svolta in contesti giuridici e culturali diversi, all interno

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

Policy per fornitori

Policy per fornitori Policy per fornitori Con riferimento alla Decisione 32/2008 del Presidente dell EUI e in particolare degli articoli 4, 5 e 6 il fornitore è tenuto alla sottoscrizione della Dichiarazione dell impegno del

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli