Progettazione e Management del multimedia per la Comunicazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progettazione e Management del multimedia per la Comunicazione"

Transcript

1 Progettazione e Management del multimedia per la Comunicazione XIII edizione 2008/2009 Guida al Percorso Formativo Gestito da: Guida aggiornata al 06/02/2009

2 Il Master Universitario di I livello in Progettazione e Management del multimedia per la Comunicazione è un Master dell Università degli Studi di Torino ed è gestito da COREP. Nato nel 1987, il COREP è un Consorzio senza fini di lucro costituito da Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino, Università degli Studi del Piemonte Orientale "A. Avogadro" e da enti locali, associazioni imprenditoriali e importanti realtà industriali. Il COREP opera come strumento per attuare iniziative di collaborazione fra gli atenei, il mondo della produzione e dei servizi e le istituzioni pubbliche locali, in tre principali aree d intervento: il trasferimento tecnologico per l'innovazione, la formazione specialistica e di alto livello e i servizi per i consorziati. Nel campo della formazione, il COREP realizza Master universitari, rivolti sia a giovani laureati che a professionisti, e corsi brevi di educazione permanente, anche progettati sulla base di specifiche esigenze. A garanzia di serietà e professionalità, COREP dal 1999 è certificato UNI EN ISO 9001:2000 per la progettazione ed erogazione di prestazioni di formazione e dal 2003 alcune sue sedi sono accreditate dalla Regione Piemonte per la Formazione Superiore. Direttore Dott. Bruno Boniolo, Direttore Cisi - Centro Interstrutture di Servizi Informatici e Telematici - Facoltà Umanistiche, Università degli Studi di Torino Coordinatrice Organizzativa COREP Dott.ssa Maura Gontero Segreteria Master COREP C.so Trento, TORINO Tel Fax Web: Il Master ha ottenuto l'approvazione e il finanziamento del Fondo Sociale Europeo Bando Regionale per Master Universitari di I e II livello 2008/2009 D.D. n. 345 del 04/08/2008

3 SOMMARIO 1. PERCHÉ QUESTO MASTER? SBOCCHI PROFESSIONALI DESTINATARI E REQUISITI DI INGRESSO PERIODO E SEDE STRUTTURA DIDATTICA E PROGRAMMA COMITATO SCIENTIFICO MODALITA DI ISCRIZIONE SELEZIONE E CONDIZIONI PREGIUDIZIALI PER L AVVIO QUOTA DI ISCRIZIONE FREQUENZA, VALUTAZIONE E ATTESTATI PROGRAMMA DIDATTICO AZIENDE/ENTI... 18

4 1. PERCHÉ QUESTO MASTER? L impiego di tecnologie multimediali per la comunicazione si è esteso negli ultimi anni a molteplici ambiti applicativi ed ha assunto così grande rilevanza che il dibattito su di esso si è spostato sempre di più dal piano strettamente tecnologico a quello delle conseguenze politiche, economiche, giuridiche, sul costume e sugli stili di vita che esso comporta. Intorno alla multimedialità sono così cresciute iniziative economiche significative che riguardano settori produttivi consolidati, dall editoria alla formazione, dalla televisione alla pubblicità e sono nate innumerevoli imprese che centrano su di essa la propria missione aziendale. L eterogeneità delle applicazioni e l incessante sviluppo tecnologico pongono a queste imprese problemi complessi fra i quali, di particolare evidenza, quello di disporre di professionalità adeguate alla fase progettuale e a quella manageriale del progetto. Da questo punto di vista le difficoltà maggiori nascono dal fatto che produrre sistemi multimediali per la comunicazione comporta un approccio interdisciplinare, capace da un lato di valorizzare le potenzialità offerte dalla tecnologia e dall altro di attuare strategie comunicative adeguate, avendo presenti i vincoli economici, giuridici e i problemi d impatto sociale connessi a questo particolare tipo di produzione. La dimensione spesso piccola o media delle aziende che si occupano di multimedialità fa sì che i progettisti e i gestori di progetti debbano anche possedere competenze operative e applicative. 2. SBOCCHI PROFESSIONALI Il Master Universitario di I livello in Progettazione e Management del Multimedia per la Comunicazione si propone la formazione di progettisti e gestori di progetti multimediali che, pur possedendo lauree in discipline diverse, siano in grado di guidare l impostazione e la costruzione di progetti multimediali per la comunicazione, acquisendo una comune base di linguaggio e di conoscenze interdisciplinari attinenti l oggetto del corso. Il corso ha quindi l obiettivo di formare dei professionisti in grado di gestire, con un approccio interdisciplinare, progetti finalizzati alla realizzazione di prodotti multimediali ed in particolare capaci di far interagire, in gruppi di progetto e di realizzazione, operatori di provenienza disciplinare diversa. Accanto alle conoscenze tecniche specifiche per affrontare l attività professionale, essi dovranno quindi acquisire un insieme di conoscenze progettuali, metodologiche, manageriali e di linguaggio non proprie degli ambiti disciplinari di provenienza che consentano loro di guidare gruppi di esperti nello sviluppo di progetti concreti. Gli studenti che conseguiranno il titolo di Master potranno essere impiegati come project manager, instructional designer, sviluppatori siti web, account, etc., avendo acquisito, insieme a specifiche conoscenze teoriche, metodologiche, di linguaggio e manageriali, anche solide conoscenze informatiche e abilità operative. Esiti occupazionali (ultimi dati disponibili) A 3 mesi dalla conclusione del Master (XI edizione a.a. 2006/2007) Rispetto ai diplomati rintracciati (84%) il 75% è occupato. Di questi il 100% ha un'occupazione coerente con il percorso formativo del Master. A 1 anno dalla conclusione del Master (X edizione a.a. 2005/2006) Rispetto ai diplomati rintracciati (81%) il 92% è occupato. Di questi il 92% ha un'occupazione coerente con il percorso formativo del Master. 3. DESTINATARI E REQUISITI DI INGRESSO Il Master, per la sua consistente impostazione interdisciplinare, è rivolto a laureati/e del Vecchio Ordinamento in discipline umanistiche, tecnico-scientifiche, in architettura e ingegneria e a laureati/e di I e II livello del Nuovo Ordinamento nelle classi di area umanistica, sociale, scientifica e in architettura, nonché ai laureati all estero in possesso di titolo equivalente. Il Comitato Scientifico e la Commissione di Selezione del Master potranno ammettere anche laureati/e provenienti da altre Facoltà in possesso di curriculum studiorum e professionale che attesti un adeguata preparazione in comunicazione e/o in informatica. 1

5 4. PERIODO E SEDE Il Master si svolgerà dal 9 dicembre 2008 a ottobre Le lezioni si svolgeranno indicativamente da novembre a giugno e avranno luogo presso il CISI, Università degli Studi di Torino, via Sant' Ottavio 20. Seguirà un periodo di stage presso enti e/o aziende del settore. A ottobre è prevista la discussione finale della tesi di Master. 5. STRUTTURA DIDATTICA E PROGRAMMA Il Master è annuale e prevede una frequenza a tempo pieno obbligatoria (indicativamente dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle e dalle alle 18.00) e ha una durata complessiva di 1248 ore, di cui 898 didattica frontale e di didattica alternativa e 350 ore di stage. Nel primo periodo, da novembre a giugno, sono proposti insegnamenti generali e specialistici per un numero complessivo di 898 ore (suddivise tra ore di lezione in aula e ore di esercitazione guidata e libera). Si precisa che per la parte relativa alle esercitazioni guidate (circa 8 ore settimanali) gli studenti saranno assistiti da tutor. Il secondo periodo è dedicato allo stage, della durata di circa 350 ore (da svolgersi indicativamente nel periodo giugno-settembre), nell ambito del quale sarà sviluppato un progetto da svolgere presso enti/aziende del settore. I docenti del Master provengono prevalentemente dall Università degli Studi di Torino, dal Politecnico di Torino e da altre università italiane. Diversi insegnamenti e seminari di particolare interesse specialistico sono tenuti da professionisti ed esperti aziendali. A integrazione delle ore di lezione sono organizzati lavori di gruppo, esercitazioni e visite presso aziende e centri di ricerca. Il Master si suddivide in 5 aree didattiche differenti, ognuna delle quali sviluppa nello studente diverse competenze e capacità relative alla gestione di prodotti multimediale on e off- line. A una prima parte relativa principalmente alla progettazione di sistemi multimediali (tenuta essenzialmente da architetti ed esperti di design) e alla gestione manageriale del progetto e del contesto lavorativo (con argomenti quali gestione della qualità e delle risorse umane), seguono la realizzazione di oggetti multimediali: immagini, suoni, animazioni, video, la parte più specifica e intensa di realizzazione di prodotti multimediali e siti web e i processi comunicativi in ambito multimediale (cross media, comunicazione pubblicitaria ecc.) All interno di ognuno di questi settori sono strutturati gli insegnamenti attinenti tra di loro, propedeutici e in grado di fornire allo studente gli strumenti per procedere nell iter formativo. Le aree didattiche sono le seguenti: A) PROGETTAZIONE DEI SISTEMI MULTIMEDIALI Introduzione alla progettazione e gestione di prodotti multimediali Accessibilità e usabilità nella progettazione multimediale Progettazione grafica e design di interfacce Risorse telematiche per il progetto: collaborazione, documentazione e informazione Progettare la comunicazione dello spazio reale e virtuale: strumenti e metodi di interazione multimediale I vincoli giuridici del progetto: diritto dei media 2

6 B) LA GESTIONE MANAGERIALE DEL PROGETTO E DEL CONTESTO LAVORATIVO Project management La gestione della qualità La gestione delle risorse umane Pari opportunità Valorizzazione delle risorse umane C) LA REALIZZAZIONE DI OGGETTI MULTIMEDIALI :immagini, suoni, animazioni, video Acquisizione ed elaborazione di immagini statiche (grafica) Acquisizione ed elaborazione di immagini dinamiche: sequenze di immagini digitali Acquisizione ed elaborazione del suono Elementi di fotografia digitale Grafica 3D D) LA REALIZZAZIONE DI PRODOTTI MULTIMEDIALI E SITI WEB Paradigmi di programmazione Fondamenti di ICT:reti e sistemi Ambienti di sviluppo e linguaggi di programmazione I Progettazione e data base Linguaggi di markup Ambienti di sviluppo e linguaggi di programmazione II Applicazioni per la gestione multicanale Applicazioni avanzate server-side per il web E) I PROCESSI COMUNICATIVI IN AMBITO MULTIMEDIALE Semiologia e multimedialità Crossmedia: articolazione delle scritture multimediali Comunicazione pubblicitaria e comunicazione pubblica 6. COMITATO SCIENTIFICO Il Comitato Scientifico del Master è composto da: Dott. Bruno Boniolo (Direttore del Master) Direttore CISI, Università degli Studi di Torino Prof. Luca Console Facoltà di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Torino Prof. Sergio Scamuzzi Facoltà di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Torino Prof. Ugo Volli Facoltà di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Torino Prof. ssa Mariangiola Dezani Facoltà di Scienze M.F.N., Università degli Studi di Torino Prof. Leonardo Lesmo Facoltà di Scienze M.F.N., Università degli Studi di Torino Prof. Alberto Martelli Facoltà di Scienze M.F.N., Università degli Studi di Torino Prof. Giulio Lughi Facoltà di Scienze della Formazione, Università degli Studi di Torino Ing. Emanuela Ovcin COREP 7. MODALITA DI ISCRIZIONE Per iscriversi al Master è necessario compilare la Domanda di Iscrizione (il modulo è disponibile all indirizzo che, entro i termini di iscrizione, potrà essere inviata secondo una delle seguenti modalità: in formato elettronico via fax ( / ) consegnata a mano presso la Segreteria Master COREP (Corso Trento, Torino) spedita in busta chiusa alla Segreteria Master COREP (Corso Trento, Torino) 3

7 Visti i risultati delle selezioni effettuate, sono ancora disponibili alcuni posti per il Master. Saranno quindi ancora prese in considerazione le domande pervenute entro e non oltre il 28 novembre Le persone che saranno ritenute idonee sulla base dell'analisi del curriculum vitae saranno contattate per il colloquio motivazionale e ammesse al Master secondo l'ordine cronologico di arrivo delle domande e comunque fino a esaurimento dei posti disponibili. Le lezioni del Master avranno inizio martedì 9 dicembre La domanda di iscrizione, che non è in alcun modo vincolante e ha la sola finalità di ammettere alle selezioni, dovrà essere corredata da alcuni allegati (in formato elettronico o cartaceo, a seconda della modalità scelta). TUTTI GLI STUDENTI dovranno allegare: o la Domanda di Iscrizione (in formato.doc o.pdf). o curriculum vitae secondo lo standard europeo (in formato.doc o.pdf). Il curriculum dovrà riportare in calce l autorizzazione al trattamento dei dati personali (D.Lgs.196/2003) e dovrà essere inviato, anche se già consegnato in formato cartaceo, in formato elettronico all indirizzo o fotografia formato tessera con indicati nome e cognome sul retro (se la domanda viene spedita in formato elettronico, la fotografia non è obbligatoria, ma dovrà essere consegnata in caso di selezione). o o o o o copia di un documento di identità in corso di validità (Carta di Identità o Passaporto). Copia del Codice Fiscale. Richiedibile presentandosi all' Ufficio locale dell'agenzia delle Entrate (http://www1.agenziaentrate.it/indirizzi/agenzia/uffici_locali/index.htm) con un documento di riconoscimento (gli stranieri devono presentare passaporto o permesso di soggiorno). I residenti all estero possono rivolgersi anche ai Consolati, se collegati al sistema informativo dell' Anagrafe Tributaria. Per maggiori informazioni (http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/connect/nsi/servizi/codice+fiscale+- +Tessera+Sanitaria/Codice+fiscale+faq/). titolo della tesi accompagnato da una breve sintesi (massimo una pagina) della medesima Modello di dichiarazione sostitutiva di certificazione (in formato.doc o.pdf) modulo Condizione Professionale Prevalente attuale (in formato.doc o.pdf). GLI STUDENTI CON TITOLO DI STUDIO ITALIANO dovranno inoltre allegare: o Certificato di laurea con esami. Per laureandi certificato degli esami con voti. È ammessa anche l'autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000 artt (in formato.doc o.pdf). GLI STUDENTI CON TITOLO DI STUDIO ESTERO dovranno inoltre allegare: o Dichiarazione di valore e certificato con traduzione degli esami sostenuti Tale dichiarazione deve essere richiesta al Consolato italiano del Paese in cui è stata conseguita la laurea. I cittadini Comunitari possono presentare fotocopie autenticate dei titoli della Dichiarazione di Valore. I cittadini Extracomunitari devono presentare gli originali dei titoli della Dichiarazione di Valore. GLI STUDENTI STRANIERI PROVENIENTI DAI PAESI INDICATI NELLE NORME SUI VISTI E SULL INGRESSO DEGLI STRANIERI IN ITALIA E NELLO SPAZIO SCHENGEN (http://www.esteri.it/visti) CHE RISIEDONO IN ITALIA dovranno inoltre allegare: o Visto di ingresso e permesso di soggiorno GLI STUDENTI STRANIERI PROVENIENTI DAI PAESI INDICATI NELLE NORME SUI VISTI E SULL INGRESSO DEGLI STRANIERI IN ITALIA E NELLO SPAZIO SCHENGEN (http://www.esteri.it/visti) CHE NON RISIEDONO IN ITALIA dovranno inoltre allegare: 4

8 o Una lettera motivazionale se, previo accordo della Commissione di Selezione, il colloquio di selezione non avverrà in presenza Le domande di iscrizione non complete non saranno tenute in considerazione. La Segreteria COREP invierà una conferma di ricezione (telefonicamente o via mail), entro tre giorni lavorativi, per ogni domanda di iscrizione pervenuta. Qualora tale conferma non pervenisse, si prega di contattare telefonicamente o via mail la segreteria. Lo staff del COREP è disponibile per informazioni e chiarimenti: Tel / La Domanda di Iscrizione e i relativi allegati dovranno pervenire alla Segreteria Master COREP entro e non oltre la scadenza indicata (non farà fede il timbro postale). Al termine della selezione sarà redatta una graduatoria definitiva degli idonei, cui sarà proposta, nel limite dei posti disponibili, l iscrizione al Master. Lo studente dovrà perfezionare la domanda di iscrizione mediante apposito modulo ( Conferma di iscrizione ) rilasciato dalla Segreteria Master. Si precisa inoltre che per confermare l iscrizione: GLI STUDENTI IN POSSESSO DI TITOLO DI STUDIO ITALIANO dovranno consegnare copia del certificato di laurea originale. GLI STUDENTI STRANIERI PROVENIENTI DAI PAESI INDICATI NELLE NORME SUI VISTI E SULL INGRESSO DEGLI STRANIERI IN ITALIA E NELLO SPAZIO SCHENGEN (http://www.esteri.it/visti) E CHE NON RISIEDONO IN ITALIA, prima di perfezionare la domanda di iscrizione mediante apposito modulo ( Conferma di iscrizione ), dovranno consegnare alla Segreteria, entro i termini stabiliti, il visto di ingresso per motivi di studio di tipo D con ingressi multipli e il permesso di soggiorno. Ulteriori informazioni sui documenti che devono essere prodotti dagli studenti stranieri sono reperibili sul sito: I dati raccolti da COREP saranno utilizzati ai sensi dell Art. 13 del D.Lgs. 196/ SELEZIONE E CONDIZIONI PREGIUDIZIALI PER L AVVIO Una prima selezione avverrà sulla base dell analisi del curriculum vitae (voto di laurea, tesi svolta, esperienze affini al percorso proposto dal Master, etc.). La Commissione di Selezione, composta dal direttore del Master, dalla Coordinatrice Organizzativa COREP, da almeno uno dei rappresentanti della Commissione Didattica e/o da un rappresentante delle aziende interessate, avrà la responsabilità di esaminare le domande pervenute. I candidati che verranno ritenuti idonei in base all esame del curriculum vitae potranno partecipare al successivo colloquio motivazionale. Durante tale colloquio saranno anche accertate le conoscenze di Informatica di base (Internet, posta elettronica, Windows, Word ed Excel) se non attestate da eventuali esami sostenuti. Gli studenti stranieri e non residenti in Italia, in possesso dei requisiti d accesso richiesti, non sono obbligati a sostenere il suddetto colloquio e verranno valutati dalla Commissione di Selezione sulla base del curriculum vitae, integrato da una lettera formale motivazionale. La conoscenza della lingua italiana, per gli studenti stranieri, è requisito indispensabile per l ammissione al Master e deve essere attestata tramite autocertificazione. Al termine della selezione sarà redatta una graduatoria definitiva degli idonei, cui sarà proposta l iscrizione al Master, nel limite dei posti disponibili. Al Master sarà ammesso un numero massimo di 15 iscritti. 5

9 9. QUOTA DI ISCRIZIONE La quota d iscrizione è di Euro (comprensiva di tasse universitarie). Il Master ha ottenuto l'approvazione e il finanziamento del Fondo Sociale Europeo (Bando Regionale per Master Universitari di I e II livello 2008/2009 D.D. n. 345 del 04/08/2008), sono disponibili 3 esenzioni parziali da 500 euro della quota di iscrizione. Il corso potrà essere attivato se sarà raggiunto il numero minimo di 15 iscritti. Il Comitato Scientifico, con decisione motivata, può in deroga attivare il Master con un numero di iscritti inferiore, fatta salva la congruenza finanziaria. Tutti gli iscritti ai Master COREP di cittadinanza italiana e in possesso dei requisiti di onorabilità creditizia potranno usufruire di un prestito ad honorem di Euro (per annualità) erogato da UniCredit Banca. La documentazione illustrativa è disponibile presso la Segreteria Master COREP. 10. FREQUENZA, VALUTAZIONE E ATTESTATI Per conseguire il titolo di Master Universitario di I livello dell Università degli Studi di Torino in Progettazione e Management del multimedia per la Comunicazione sono necessari la presenza (certificata con firma) ad almeno i 2/3 delle ore di lezione, il superamento di tutte le verifiche previste e il completamento dello stage aziendale. Il Master consentirà di acquisire 60 crediti formativi universitari (CFU). Tutti i moduli del Master, che comportano l acquisizione di crediti, prevedono verifiche con voti in trentesimi. La valutazione potrà avvenire attraverso test scritti, test orali, valutazione di prove pratiche, predisposizione di progetti o altro, a discrezione del docente del corso. In caso di risultati insufficienti, gli esami potranno essere reiterati dagli studenti secondo modalità previste dal docente stesso. I laureandi avranno diritto ad ottenere il Diploma di Master Universitario qualora si laureino entro e non oltre la data di inizio delle lezioni del Master. Ai candidati che avranno frequentato il corso, pur non avendo i requisiti per l iscrizione al Master Universitario, verrà rilasciato un Attestato di frequenza COREP. 11. PROGRAMMA DIDATTICO A) PROGETTAZIONE DEI SISTEMI MULTIMEDIALI (165 ore) Introduzione alla progettazione e gestione di prodotti multimediali Ore lezione: 20 Esercitazioni: 10 Crediti Formativi: 2 Scopo del corso è fornire un introduzione alla progettazione di sistemi ipermediali da un punto di vista teorico, tecnologico e applicativo. Verranno analizzate le caratteristiche di sistemi ipermediali, la loro storia ed evoluzione rispetto alle esigenze espresse dal mercato, le figure coinvolte e le principali aree applicative. Verrà inoltre fornita una panoramica generale del processo produttivo e delle principali aree di progettazione di siti web e prodotti multimediali offline. - Sistemi ipertestuali e ipermediali - Ipertesto e ipermedia: una definizione - Storia dell'ipertesto: da Bush ad oggi - Processo di produzione multimediale: le fasi di analisi, progettazione,realizzazione, valutazione e rilascio del prodotto 6

10 - Le principali aree di progettazione: progettazione del sito/prodotto multimediale, progettazione del contenuto, progettazione della pagina - Architettura hardware & software: evoluzione tecnologica e comunicazione in rete - I linguaggi del WEB: linguaggi di programmazione ed editors integrati - Grafica e WEB. L'immagine ed il suo utilizzo avanzato - Accessibilità ed usabilità. Progettazione e qualità della comunicazione - Soluzioni tecnologiche e comunicazione: siti dinamici, siti statici, motori di ricerca, comunicazioni ad alta banda, nuovi servizi distribuiti Sono previste valutazioni su analisi morfologico-funzionali e progettuali di siti web ed è previsto un test di valutazione dell'apprendimento. Accessibilità e usabilità nella progettazione multimediale Ore lezione: 20 Esercitazioni: 20 Crediti formativi: 2 Il corso affrontera le tematiche fondamentali ai fini di una progettazione web/multimediale usabile, accessibile e centrata sull utente. Verranno dunque affrontate le tematiche relative all usabilità/accesibilita e alla loro valutazione: si partirà dal prendere in esame le linee guida e i principi generali e puntuali per lo sviluppo di interfacce usabili e accessibili, per passare poi ad esaminare le principali metodologie di valutazione predittiva,formativa, e sommativa. Linee guida di usabilità: come gli utenti usano il web; come progettare le pagine; la progettazione dei contenuti; la navigazione; la progettazione dell home page; colore e percezione visiva; la progettazione degli elementi multimediali. Linee guida di accessibilita : le WCAG e la legge Stanca Il design centrato sull utente e le metodologie di valutazione: la fase di valutazione preliminare (la valutazione euristica; il cognitive walkthrough; ecc.); la fase finale (il test di usabilità; gli esperimenti controllati); la valutazione dell accessibilita secondo la legge Stanca. La prova d esame consiste nell applicazione pratica dei concetti visti a lezione. Nello specifico verrà richiesto di effettuare il re design di un sito sottoposto a valutazione rendendolo usabile e ed accessibile secondo le metodologie e gli approcci affrontati lezione. Libri di testo consigliati Andrea Crevola, Cristina Gena, Web design, La progettazione centrata sull'utente, CittàStudi Edizioni, 2006 Progettazione grafica e design di interfacce Ore lezione: 20 Esercitazioni: 10 Crediti Formativi: 2 L'obiettivo del corso è analizzare da un punto di vista teorico, metodologico e pratico come si progettano e realizzano le interfacce grafiche per applicazioni multimediali. - Il rapporto tra design visibile e design invisibile in una applicazione multimediale. - I fattori critici nel progetto dell'interfaccia: ricerca e sperimentazione, apporto di diverse discipline (arte, informatica, grafica, psicologia cognitiva, industrial design, produzione audiovisuale) - Individuazione e utilizzo di metafore - Il trattamento grafico dell'informazione - Definizione di usabilità e qualità metriche - Casi studio - Sintesi valutative Determinazione dei percorsi dell attenzione di un utente che esplora un interfaccia grafica. Trattamento grafico di dati strutturati. 7

11 Utilizzo di gabbie grafiche nella costruzione di un layout. Risorse telematiche per il progetto: collaborazione, documentazione e informazione Ore lezione: 20 Esercitazioni: 10 Crediti Formativi: 2 Il corso ha lo scopo di approfondire l impiego di Internet per il lavoro collaborativo, la ricerca di informazioni e di documentazione. Nell ambito del corso saranno approfondite, anche attraverso casi di studio, le tecniche e gli strumenti per ottimizzare la ricerca in rete di documentazione primaria e secondaria e i riferimenti necessari nella progettazione dei siti per l inserimento di strumenti di documentazione. - Le reti telematiche e gli ambienti per il lavoro collaborativo - Le risorse di comunicazione, informative e di documentazione accessibili attraverso Internet - Internet come ambiente di collaborazione - Strumenti e metodologie per la ricerca di documentazione on line Gli studenti dovranno realizzare un sito sulla base della documentazione reperita attraverso Internet. Progettare la comunicazione dello spazio reale e virtuale: strumenti e metodi di interazione multimediale Ore lezione: 15 Esercitazioni: 5 Crediti Formativi: 1 Il corso affronta il progetto della comunicazione dello spazio (reale e virtuale) dal punto di vista di due forme di rappresentazione differenti, ma prossime al tempo stesso: la fotografia e l immagine di sintesi. Il progetto, inteso come percorso-processo, vuole mettere in relazione dinamica i due piani documentali rendendoli coerenti sul piano linguistico rispetto alla percezione che comunemente si ha dello spazio e degli elementi all interno di esso. Il corso, inoltre, partendo dalle prime esperienze di gestione dello spazio su calcolatore e sottolineando l importanza del rapporto fra lo spazio bidimensionale del monitor e l operatore, arriva a presentare ed analizzare le più attuali tecniche di navigazione in spazi riprodotti fotograficamente o costruiti virtualmente. - Evoluzione dell'interfaccia uomo/macchina: dall'approccio alfanumerico all'approccio iconico - Gli elementi della comunicazione ipermediale: l interfaccia, il contenuto informativo, l interattività - Il design dell'interfaccia inteso come elemento caratterizzante della comunicazione ipermediale (on-line ed off-line) - Dai primi CD-ROM interattivi alle più recenti realizzazioni in DVD - Cataloghi interattivi, musei virtuali, videogiochi ed altro nel mondo della comunicazione ipermediale - Dal computer locale all ubiquitus computing - Verso l integrazione dei media - Strumenti per la rappresentazione dello spazio: QuickTime VR e Cult3D - La modellazione virtuale - Rendering e animazione - Costruzione di una panoramica interattiva in formato QTVR e modalità di integrazione in progetti ipermediali - World Wide Web: spazio immaginario o luogo da vivere? - Prospettive di sviluppo del mondo digitale - Analisi di alcuni siti particolarmente significativi Avvio di un project work finalizzato alla ricerca ed all'analisi di siti che fanno un impiego significativo delle diverse metafore di rappresentazione dello spazio e di interazione ipermediale. Discussione critica degli elaborati realizzati. 8

12 I vincoli giuridici del progetto: diritto dei media Ore lezione: 15 Crediti formativi: 1 L obiettivo del corso è quello di fornire una base delle conoscenze utili per sviluppare la necessaria sensibilità nei confronti dei profili giuridici riguardanti il diritto d'autore e dei mezzi di informazione nel mondo digitale. L'analisi delle norme di diritto interno sarà affiancata dall'illustrazione della prospettiva sovranazionale entro la quale si colloca la diffusione via Internet delle opere, prestando una speciale attenzione alle più recenti indicazioni in materia fornite dalla normativa comunitaria. Il corso si propone anche di offrire orientamenti e consigli di carattere pratico, con riferimento a tematiche quali: la tutela del software, i problemi connessi alla creazione di un sito web e di un'opera multimediale, lo sfruttamento online di un opera dell'ingegno, la registrazione del domain name, le avvertenze legali da inserire su un sito Internet. - Introduzione: le fonti del diritto, i soggetti giuridici, diritti e obblighi - L informazione come bene giuridico e la sua tutela - Informatica, mass media e sistema giuridico - Il diritto d autore e i diritti connessi: opere letterarie, musicali, filmiche. I diritti dell autore sull opera: opere composte, collettive, in comunione - L opera multimediale e la sua digitalizzazione/smaterializzazione - Le utilizzazioni libere - Software e banche dati - Editoria online e rassegne stampa - Musica online - I siti web - Marchi e domain names - Il commercio elettronico - la privacy nell'era informatica - documento elettronico e firma digitale La verifica del livello di apprendimento degli studenti sarà effettuata tramite una prova scritta al termine del corso. Essa sarà divisa in due parti: la prima sarà sotto forma di test e richiederà risposte concise "a scelta multipla". Nella seconda verrà richiesto agli studenti due brevi dissertazioni scritte su due argomenti scelti tra quelli proposti. B) LA GESTIONE MANAGERIALE DEL PROGETTO E DEL CONTESTO LAVORATIVO (106 ore) Project Management Lezioni: 20 ore Esercitazioni: 20 ore Crediti formativi: 2 Il modulo intende preparare i corsisti alle richieste reali del mondo d Agenzia (competenze e tempi di realizzazione), aiutandoli nel passaggio tra teoria acquisita e impostazione pratica, attraverso l utilizzo di un corretto metodo di lavoro. Verranno analizzate le fasi e le attività che precedono la realizzazione di un progetto di comunicazione, i requisiti di un progetto, la gestione dei rischi e le criticità di ogni progetto, la gestione del rapporto con il cliente e con il gruppo di lavoro, le competenze di un Project Manager, il corretto metodo di lavoro per riuscire a impostare un progetto tenendo conto delle variabili che intervengono quotidianamente. - I componenti e le fasi principali di un progetto - La definizione dei requisiti di un progetto e la pianificazione dei lavori - La gestione dei rischi 9

13 - Il team di lavoro e la comunicazione - Il controllo delle attività Da definirsi La gestione della qualità Lezioni: 15 ore Esercitazioni: 5 ore Crediti formativi: 1 Il corso si propone di fornire una preparazione di base sui fondamenti della gestione della qualità aziendale, con particolare attenzione, attraverso esempi e case study, alle problematiche proprie del settore della multimedialità. Attraverso l analisi dei termini, delle norme, dei metodi e dei processi utilizzati nel mondo della Qualità gli allievi potranno acquisire le conoscenze indispensabili per tenere sotto controllo e gestire gli adempimenti previsti da un Sistema di Qualità aziendale, garantendone l'efficacia e il miglioramento. - Introduzione ai Sistemi Qualità - Normative di riferimento - Certificazione nella Unione Europea - Gestione per processi - Responsabilità della direzione - Gestione delle risors - Gestione della progettazione - Gestione della produzione - I dispositivi di monitoraggio e misurazione - Gestione del miglioramento Da definire. La gestione delle risorse umane Lezioni: 15 ore Esercitazioni: 5 ore Crediti formativi: 1 La gestione delle risorse umane va assumendo un'importanza sempre maggiore nelle aziende, evolvendo dal tradizionale ruolo prevalentemente amministrativo ad uno più marcatamente strategico. In quest'ottica, un rilievo sempre maggiore è assunto dai sistemi di valutazione del personale e dalla formazione. Inoltre, nella moderna gestione delle risorse umane è sempre più importante il ruolo assunto dalle tecnologie dell'informazione e comunicazione (ICT). Il corso prenderà in considerazione l'evoluzione della nozione di "Gestione del personale" negli ultimi 20 anni e in differenti situazioni culturali ed economiche. Si concentrerà sulle tematiche più attuali: l innovazione tecnologica, i cambiamenti sociali, la ridefinizione del quadro geo-politico. Particolare importanza sarà riservata all'analisi delle dinamiche del lavoro in team in vari ambiti produttivi e culturali. Da definire Pari opportunità Lezioni: 10 ore Crediti formativi: 0 Le ore previste saranno dedicate a tematiche di sviluppo della valorizzazione delle differenze (culturali, etniche, di genere ), in funzione della necessità di valutare l impatto del lavoro in un team di progetto multimediale attraverso un ottica di rispetto delle pari opportunità. 10

14 Valorizzazione delle risorse personali Lezioni: 16 ore Crediti formativi: 0 In questa unità formativa l attenzione sarà dedicata a tematiche di valorizzazione delle risorse personali: le imprese, in un economia governata da repentini mutamenti e continue turbolenze, hanno maturato la consapevolezza di quanto sia strategico investire nel capitale umano quale strumento per fronteggiare i cambiamenti organizzativi e mantenere la propria competitività. C) LA REALIZZAZIONE DI OGGETTI MULTIMEDIALI :immagini, suoni, animazioni, video (185 ore) Acquisizione ed elaborazione di immagini statiche (grafica) Lezioni: 20 ore Esercitazioni: 10 ore Crediti Formativi: 2 Il corso si propone lo scopo di fornire gli strumenti per acquisire ed elaborare immagini grafiche statiche da utilizzare in ambito multimediale. Parte teorica: - Rappresentazione delle immagini - Immagini bitmap e vettoriali - Rappresentazione dei colori - Sintesi additiva e sottrattiva - Colorimetria: spazi dei colori - Compressione delle immagini - Tecniche di compressione senza perdita - Tecniche di compressione con perdita - I formati per le immagini:jpeg, gif, png Parte pratica: - Digitalizzazione di immagini - Gli strumenti di Adobe Photoshp: - strumenti di selezione, di pittura, di clonazione, di riempimento e vettoriali - Utilizzo dei livelli - Correzione tonale e cromatica delle immagini - Uso di canali e maschere - Ottimizzare le immagini per il web La valutazione consisterà in una prove orale e nella realizzazione di lay-out grafici con l utilizzo di Adobe Photoshop. Acquisizione ed elaborazione di immagini dinamiche (sequenze di immagini digitali) Lezioni: 25 ore Esercitazioni: 25 ore Crediti Formativi: 3 Il corso si prefigge di affrontare i principi e le tecniche fondamentali per l acquisizione e l elaborazione di immagini in movimento. Utilizzo del software Adobe Premiere - Il segnale video analogico - Standard televisivi - Apparecchiature video - Schede per l acquisizione video e la digitalizzazione - Il software per l acquisizione del video 11

15 - La post produzione del video digitalizzato - Tecnologie per la realizzazione di audiovisivi fruibili in tempo reale via Internet (video-streaming): acquisizione compressione e distribuzione con Real Video Producer - Windows Media Encoder Quicktime Realizzazione di un breve montaggio video che dovrà essere integrato con contributi audio (voce, musica, effetti) e con contributi in computer grafica. L elaborato dovrà essere accompagnato da uno storyboard e da una scheda con le informazioni relative ai contributi scelti per la realizzazione. Acquisizione ed elaborazione del suono Lezioni: 20 ore Esercitazioni: 10 ore Crediti formativi: 2 Il corso si propone lo scopo di fornire gli strumenti atti ad interpretare ed elaborare l informazione sonora con l utilizzo di software specifici. - Il suono - Compressione dei segnali - Utilizzo del linguaggio musicale nei prodotti multimediali - Utilizzo dei software Sound Forge ed AnvilStudio Verranno verificate e valutate le soluzioni audio inserite all interno di un prodotto multimediale realizzato dagli studenti. Elementi di fotografia digitale Lezioni/Esercitazioni: 16 ore Esercitazioni: 9 ore Crediti formativi: 1 Il modulo di fotografia digitale vuole proporre, attraverso le principali nozioni di ripresa e postproduzione, il flusso professionale delle immagini. La finalità didattica consiste nell evidenziare, attraverso l'esperienza diretta, le difficoltà e le potenzialità dell'immagine digitale. Questo per fornire strumenti che, delimitando il potenziale di questa tecnica, aiutino gli studenti, futuri progettisti, ad essere consapevoli nelle richieste agli operatori dell'immagine. I contenuti del modulo sono strutturati in modo tale da percorrere in maniera progettuale ed operativa le esperienze di un set fotografico attraverso l'ideazione, l'allestimento, la ripresa e la postproduzione. Un primo sottomodulo di quattro ore verrà dedicato al raggiungimento di adeguate basi teoriche, con particolare attenzione alle peculiarità ed alle specificità della ripresa e delle attrezzature digitali. In seguito ogni allievo avrà la possibilità di eseguire una serie di scatti a tema, in un set di ripresa professionale appositamente allestito. In conclusione si eseguirà il fotoritocco fotografico e tutte le altre operazioni di postproduzione, comprensive di archiviazione dell'immagine. La valutazione terrà particolarmente conto delle capacità d autonomia raggiunte dal singolo allievo. Si articolerà nella valutazione della serie di documenti che formalizzano la progettazione e nell'osservazione dell'immagine finale che, oltre ad essere piacevole e tecnicamente corretta dovrà essere conforme a quanto previsto. Grafica 3D Lezioni: 25 ore Esercitazioni: 25 ore Crediti formativi: 3 Il corso si propone di fornire gli strumenti per consentire agli studenti di creare animazioni tridimensionali applicabili in settori diversi: dalla pubblicità all audiovisivo, (a partire dalla creazione dello storyboard, all animazione 3D, al rendering, al compositing) interagendo con gli altri operatori con i quali si troverà a collaborare per la realizzazione dell animazione 3D finale. 12

16 - Introduzione moduli e interfaccia - Modellazione di oggetti e ambienti virtuali - Animazione e dinamica: tipologie di animazione - Tecniche di rendering - Grafica 3D per il web - Software utilizzato: 3D Studio Max Realizzazione di layout grafici D) LA REALIZZAZIONE DI PRODOTTI MULTIMEDIALI E SITI WEB (332 ore) Paradigmi di programmazione Lezioni: 10 ore Esercitazioni: 10 ore Crediti Formativi: 1 Il corso ha uno scopo propedeutico atto a fornire agli studenti oltre ad una preparazione informatica di base anche e soprattutto, le competenze per acquisire dimestichezza con mezzi logici e concettuali quali la programmazione, l analisi di problemi e la scrittura di semplici algoritmi e pseudo-codici. Tale corso infatti deve consentire agli studenti di affrontare lo studio di Ambienti di Sviluppo multimediale più sofisticati, quali Macromedia Director, HTML e JavaScript che costituiranno oggetto delle competenze tecnico-specifiche acquisite nel corso di Master. L obiettivo è dunque quello di fornire confidenza con gli strumenti ed una metodologia di lavoro, poiché i concetti presentati in questo corso sono fondamentali e comuni a qualsiasi tipo di sviluppo software, sia esso multimediale o meno. Il corso inoltre sarà corredato da numerosi esempi, eventualmente mutuati da contesti multimediali, in modo tale da rendere più comprensibili i vari concetti. Inoltre, verrà utilizzato durante tutto il corso l ambiente di sviluppo Logo, didatticamente indicato come primo approccio alla programmazione, con il quale sarà possibile fare pratica con i concetti astratti acquisiti. Problemi e algoritmi: - Definizione di un problema - Definizione di algoritmo e caratteristiche - Passaggio dall Analisi di un problema alla descrizione di una Soluzione Metodi di formalizzazione degli algoritmi: - Linguaggi di programmazione e sistemi di calcolo - Costanti, variabili, espressioni - Diagrammi a blocchi. Limiti dei DaB - Notazione lineare strutturata Paradigmi di Programmazione Imperativa e Procedurale: - Istruzioni sequenziali - Assegnamento del valore di una variabile - Istruzioni condizionali (if.. then... else) - Istruzioni Iterative (cicli while e cicli for) - Strutture Dati; Liste (Array); Algoritmi su Liste - Funzioni e Procedure; passaggio di parametri; definizione e chiamata di una funzione Verranno valutati gli esercizi assegnati nel corso delle lezioni dal docente. 13

17 Fondamenti di ICT: reti e sistemi Lezioni: 20 ore Esercitazioni: 20 ore Crediti Formativi: 2 Il corso intende fornire nozioni di base sulle reti di calcolatori. Partendo dall evoluzione delle tecnologie di rete locale, il corso analizzerà le caratteristiche delle reti di telecomunicazione, dal punto di vista del trasporto e dei servizi. Verrà inoltre considerato il progressivo avvicinamento delle reti pubbliche al mondo delle reti ad alta velocità attraverso ATM. - Introduzione alle reti - Commutazione di circuito e commutazione di pacchetto - Il modello di riferimento ISO-OSI - Reti locali (LAN) - Reti geografiche (WAN) - Il livello fisico delle reti geografiche - I protocolli applicativi nella rete Internet (parte I) - I protocolli applicativi nella rete Internet (parte II) - Evoluzione delle LAN - Reti ad alta velocità (ATM) È previsto un test di valutazione dell apprendimento. Ambienti di sviluppo e linguaggi di programmazione I Lezioni: 40 ore Esercitazioni: 30 ore Crediti Formativi: 4 Il corso intende fornire un introduzione alla multimedialità on-line ed off-line dal punto di vista dell informatico. Si affronteranno problemi di interfacciamento uomo-macchina, editoria multimediale, web streaming, animazioni interattive ed architetture ipertestuali. Verranno presentate alcune tra le tecnologie più utilizzate nel mondo produttivo legato al Web ed alla multimedialità off-line (cd rom). - Animazioni frame by frame e con interpolazione - Architettura dei filmati ipertestuali - Interazione e linguaggi di scripting - Esercitazione con: - Macromedia Flash e programmazione ActionScript - Macromedia Director e programmazione in Lingo Alla fine del modulo, verranno fornite le specifiche di una tipologia di progetto multimediale da realizzare pensando ad un supporto su CD-ROM. I progetti che seguono tali specifiche possono essere realizzati da gruppi composti da un minimo di una a un massimo di tre persone. I progetti realizzati verranno valutati sulla base di parametri quali: progettazione generale (modularità e completezza), layout (efficacia e chiarezza) ed efficienza (buona programmazione e dinamicità nell uso delle risorse). Progettazione e data base Lezioni: 24 ore Esercitazioni: 20 ore Crediti Formativi: 3 Il corso intende presentare la progettazione e realizzazione delle basi di dati incentrata sul modello relazionale. Sarà introdotta la progettazione concettuale dei dati basata sul modello entity-relationship e la 14

18 sua realizzazione logica nel modello relazionale. Inoltre sarà presentato il linguaggio di query, SQL, come strumento di interrogazione della base di dati. - Modello entità-relazioni - Modello relazionale dei dati e linguaggio di query SQL - Uso di Access come strumento di implementazione delle basi di dati L esame finale consiste nella discussione di un progetto secondo le specifiche assegnate a metà corso. Linguaggi di markup Lezioni: 24 ore Esercitazioni: 30 ore Crediti Formativi: 3 Il corso intende fornire gli strumenti e le competenze per realizzare ipertesti per il Web. A questo scopo vengono introdotti il linguaggio HTML e i fogli di stile. - Linguaggi di markup - Elementi di HTML (image, link, table, frame, image map, form) - Cascading Style Sheets Lo studente deve dimostrare di conoscere i principali marcatori del linguaggio HTML e di sapersi orientare nelle sue caratteristiche più complesse (CSS). È richiesto lo sviluppo di un ipertesto in HTML su un argomento a scelta dello studente. Le pagine web devono anche includere dei fogli di stile per la formattazione. La prova è orale: alla presentazione del progetto seguiranno alcune domande per verificare la conoscenza dei linguaggi di markup presentati a lezione (HTML, CSS). Ambienti di sviluppo e linguaggi di programmazione II Lezioni: 29 ore Esercitazioni: 25 ore Crediti Formativi: 3 Il corso intende fornire una panoramica degli strumenti di sviluppo più comunemente utilizzati per la realizzazione di siti Web. In particolare si affronteranno da una parte le tematiche di strutturazione del sito e di interazione con il server, dall'altra tematiche inerenti la creazione e l'ottimizzazione di grafica per il Web, nonché la creazione di oggetti dinamici e animazioni. - Creazione di siti Web con Macromedia Dreamweaver - Pubblicazione di un sito Web con Macromedia Dreamweaver - Grafica vettoriale e per il Web con Macromedia Fireworks - Interazione fra gli strumenti di sviluppo studiati Gli studenti dovranno realizzare un sito web utilizzando gli strumenti di sviluppo forniti dagli applicativi visti a lezione. In particolare verranno valutate la capacita' di sfruttare le funzioni relative alla progettazione e pubblicazione del sito fornite da Dreamweaver e l'abilita' nella creazione/elaborazione della grafica del sito attraverso Fireworks. 15

19 Applicazione per la gestione multicanale Lezioni:10 ore Esercitazioni: 10 ore Crediti Formativi: 1 Il corso delinea l'architettura astratta di un'architettura per la multicanalità, con la finalità di definire il ruolo delle tecnologie multicanale attualmente disponibili sia lato server che lato client e la loro integrazione in un quadro complessivo di utilizzo. In particolare, il corso si soffermerà su due aspetti: l'utilizzo delle basi di dati nei contesti multicanale (server side) e le tecnologie per la gestione e la presentazione dei dati XML in maniera adattata al dispositivo (lato server e lato client). Durante il corso saranno sviluppati alcuni esempi pratici con l'utilizzo del linguaggio di scripting lato server PHP in associazione con sistemi di gestione di basi di dati e con lo standard DOM per l'accesso a XML e alle tecnologie correlate. la valutazione sarà condotta attraverso lo sviluppo di un progetto da parte degli studenti, con modalità individuale o in piccoli gruppi, date le specifiche del docente. Applicazioni avanzate di server side per il web Lezioni: 20 ore Esercitazioni: 10 ore Crediti Formativi: 2 Scopo del corso è dotare gli studenti di una conoscenza di base sulle applicazioni server side che si utilizzano l accesso a una base di dati. Durante il corso verranno illustrate la progettazione di script per l accesso a basi di dati via web e la loro realizzazione nel linguaggio PHP. Saranno inoltre approfonditi alcuni aspetti tecnici, quali la configurazione del server http e la connessione alla base di dati, con particolare riferimento al confronto tra piattaforme open-souce (MySql) e soluzioni proprietarie (ODBC). Sarà inoltre trattata l interazione tra PHP e XML, con particolare riferimento alle problematiche di multicanalità. Il corso avrà un forte orientamento applicativo, che comprenderà la presentazione e lo sviluppo delle più comuni applicazioni. Il corso assume la conoscenza di base dei linguaggi PHP e SQL. - Accesso a basi di dati via web con PHP - Configurazione di ODBC - Integrazione di PHP con il web server - Integrazione PHP-XML/XSL - Esempi di applicazioni La valutazione consisterà in un esercizio di programmazione finalizzato ad accertare la comprensione da parte dello studente degli argomenti affrontati durante le lezioni. E) I PROCESSI COMUNICATIVI IN AMBITO MULTIMEDIALE (110 ore) Semiologia e Multimedialità Lezioni: 15 ore Esercitazioni: 10 ore Crediti formativi: 2 Il corso intende fornire un inquadramento della comunicazione multimediale nella teoria semiologica generale e analizzare analogie, specificità e direzioni innovative della comunicazione multimediale rispetto ad altri tipi di linguaggi. In particolare verranno analizzate le strutture dei testi multimediali; la correlazione tra multimedialità e costruzione ipertestuale; le configurazioni multimediali nel contesto di una rete di 16

20 comunicazione cooperativa quale Internet; le nozioni di modello e di pertinenza ; l interazione del destinatario con i testi multimediali; i fenomeni di intertestualità e transtestualita. - Inquadramento della comunicazione multimediale nella teoria semiologica generale - Analogie, specificità e direzioni innovative della comunicazione multimediale rispetto ad altri tipi di linguaggi - Le strutture dei testi multimediali - La correlazione tra multimedialità e costruzione ipertestuale - Le configurazioni multimediali nel contesto di una rete di comunicazione cooperativa quale Internet - Le nozioni di modello e di pertinenza. Modi di percezione e mappe cognitive del testo multimediale, dei percorsi compiuti, dei percorsi possibili, delle realtà di riferimento. - Corrispondenze tra ipermedia, nuovi indirizzi nel mondo della comunicazione, nuove forme di cultura e di socialità - Analisi di portali Verrà richiesto agli studenti di effettuare l analisi semiologica di un sito. Crossmedia: articolazione delle scritture multimediali Lezioni: 35 ore Esercitazioni: 10 ore Crediti formativi: 3. Il settore Cross-Media sta diventando sempre più di primario interesse: sia per i professionisti del digitale e delle ICT; sia per gli operatori del settore editoria e media; sia per gli analisti e gli esperti i quali lo considerano il terreno su cui si delinea il futuro scenario della comunicazione. La convergenza al digitale dei testi scritti, della grafica, delle immagini fisse e in movimento, dell'audio e della musica ha determinato un primo fattore di unificazione del comparto mediatico, supportato dalla convergenza dei protocolli e dalle tecnologie di memorizzazione e di trasmissione, come pure da forti razionalizzazioni degli aspetti organizzativi, produttivi e logistici collocati nel backstage dei grandi soggetti industriali posizionati nei diversi settori della comunicazione. Tutto questo trova una stretta corrispondenza nella moltiplicazione e personalizzazione dei device dedicati alla fruizione (console, lettori, smartphone, etc.), e quindi nei contesti di fruizione (spazi, tempi, situazioni, etc.) nonché nelle scelte e preferenze degli utenti, fino a incidere sulla natura stessa dei prodotti mediatici, ormai in fase di profondo mutamento.. Creare una volta sola, pubblicare per sempre e dovunque", questo potrebbe essere il motto del Cross- Media: le pratiche di progettazione, scrittura, allestimento e confezionamento del prodotto mediatico risultano quindi profondamente rivoluzionate, dovendo puntare non più alla creazione di un oggetto finale, quanto piuttosto all'allestimento di un sistema modulare in grado di rilasciare prodotti articolati in funzione della variazione della domanda. La figura dell'autore si trasforma quindi in quella di un Progettista-Regista che raccoglie in sé competenze sia culturali sia tecnologiche, con capacità di rielaborazione e riutilizzo strategico di contenuti e materiali di vario tipo, caratterizzati da quelli che sono i tratti salienti dell'universo dei nuovi media: multimedialità, immersività, interattività, integrazione.. I partecipanti verranno valutati in base ad un progetto - le cui specifiche saranno indicate durante il corso - mirante a proporre una concreta situazione di Cross-Media che raccolga il maggior numero possibile di costituenti e variabili. In particolare i partecipanti dovranno collocare il loro progetto all'interno di un'ipotesi di effettiva situazione comunicativa e/o mediatica, ponendo particolare attenzione alla scansione delle fasi strategiche e progettuali, realizzative, di verifica dell'impatto comunicativo. Comunicazione pubblicitaria e comunicazione pubblica Lezioni: 30 ore Esercitazioni: 10 ore Crediti formativi: 2 Il corso intende fornire un panorama completo della comunicazione pubblicitaria, con analisi di linguaggi e metodi, figure professionali e rispettive mansioni. L inquadramento teorico sarà continuamente integrato con esempi reali di campagne pubblicitarie e con esercitazioni pratiche in aula, che toccheranno tutti i media: stampa, affissione, radio, televisione, web. 17

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DI ARCHIVI DIGITALI IN AMBITO PUBBLICO E PRIVATO Anno Accademico 2014/2015 VIII edizione BANDO

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA.

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA. Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA Sede di Bologna codice: 8159 Anno Accademico 2008/09 Scadenza Bando : 31

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

I nostri corsi serali

I nostri corsi serali I nostri corsi serali del settore informatica Progettazione WEB WEB marketing Anno formativo 2014-15 L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro Nord Milano nasce dall unione di importanti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 maggio 2002 Conoscenza e uso del dominio internet ".gov.it" e l'efficace interazione del portale nazionale "italia.gov.it" con le IL PRESIDENTE DEL

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli