POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO. Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO. Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI"

Transcript

1 Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale

2 OBIETTIVI E CARATTERISTICHE GENERALI Il Master è rivolto a neolaureati, a dipendenti di imprese ed istituzioni pubbliche o altri operatori del settore della logistica e dei trasporti, che desiderano acquisire, approfondire e aggiornare, le proprie competenze nell ambito dei processi logistici e del trasporto merci, con particolare riguardo al comparto marittimo, in una prospettiva di cooperazione euro-mediterranea. Il percorso formativo si basa su un approccio didattico interattivo e interdisciplinare, che comprende lezioni teoriche, testimonianze, casi studio, esercitazioni pratiche. Il programma del Master è stato progettato con un taglio applicativo, in maniera da fornire un opportunità di conoscenza e approfondimento delle tendenze più innovative nell ambito di metodi, tecnologie, organizzazione e strategie applicate al settore logistico e dei trasporti, sia per i profili più giovani, che possiedono una preparazione di base nel settore, sia per quanti sono già inseriti nel mondo del lavoro. 1

3 Master universitario in Gestione dei Sistemi Logistici ORGANIZZAZIONE Il Master è organizzato in collaborazione tra il Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale dell Università di Pisa ed il Polo Universitario Sistemi Logistici di Livorno, che costituisce un Centro di servizi dell Università di Pisa, con lo scopo di promuovere ed attuare la formazione a livello universitario, nonché lo sviluppo della ricerca scientifica e dell innovazione, nel settore logistico e dei trasporti. Il Polo è sede del Corso di laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici e può vantare un ampia rete di collaborazioni con aziende, enti di ricerca e associazioni del settore. Sono enti finanziatori e sostenitori del Polo: la Fondazione Livorno, insieme al Comune, la Provincia, la Camera di Commercio e l Autorità Portuale di Livorno. La Faculty del Master è costituita da docenti universitari e professionisti del settore, italiani e stranieri. DURATA E PERIODO DI SVOLGIMENTO Il Master ha una durata annuale e si svolgerà nel periodo da gennaio a dicembre 2014, con un incontro inaugurale nel mese di dicembre Le lezioni si terranno il venerdì pomeriggio ed il sabato. Da luglio a novembre è previsto un tirocinio, o un project- work per i partecipanti già occupati. 2

4 DESTINATARI E REQUISITI DI ACCESSO Il Master prevede un massimo di 30 partecipanti, laureati in una delle seguenti Classi di laurea: Classi delle Lauree triennali in Economia, Ingegneria, Giurisprudenza e Scienze Politiche, Classi delle Lauree Specialistiche in Economia, Ingegneria, Giurisprudenza e Scienze Politiche, Classi delle Lauree Magistrali in Economia, Ingegneria, Giurisprudenza e Scienze Politiche, Classi delle Lauree Vecchio Ordinamento in Economia, Ingegneria, Giurisprudenza e Scienze Politiche. L elenco dettagliato delle Classi di laurea ammissibili è consultabile sul sito: sotto la voce Bando, nell Avviso di ammissione Master a.a. 2013/2014. Saranno ammessi anche altri laureati, che abbiano già maturato esperienze professionali o conoscenze nel settore, previo giudizio della Commissione di selezione. 3

5 Master universitario in Gestione dei Sistemi Logistici I candidati, in possesso di un titolo di studio straniero, dovranno produrre, entro il 15/11/2013, i documenti indicati nel suddetto Avviso, secondo le modalità in esso indicate. In aggiunta agli iscritti, saranno ammessi a partecipare anche 10 uditori (liberi professionisti, dipendenti di enti o aziende etc. in possesso del titolo di laurea richiesto); in questo caso non è necessario essere in possesso del titolo di studio richiesto per l ammissione al Master; gli uditori potranno frequentare uno o più moduli formativi; sono previste quote di iscrizione ridotte. Coloro che intendono partecipare in qualità di uditori, devono presentare la domanda di ammissione unicamente compilando il relativo modulo, scaricabile dal seguente indirizzo: unipi.it/images/mastere/moduli/mod_uditori.rtf. La domanda deve pervenire alla Direzione Didattica e servizi agli studenti - Settore laureati - Master - via Fermi, n.8, Pisa, entro il 15/11/2013, pena l esclusione dalla procedura di ammissione. ARTICOLAZIONE DIDATTICA Il Master si articola in una fase d aula, della durata di 300 ore, suddivisa in 5 moduli tematici (da gennaio a giugno), per un totale di 35 CFU (Crediti Formativi Universitari), ed un periodo di formazione applicata, della durata di 450 ore (da luglio a novembre), presso aziende o enti del settore logistico o dei trasporti, per favorire l apprendimento sul campo di tecniche e pratiche professionali, per un totale di 18 CFU. Per i partecipanti già occupati il tirocinio potrà essere sostituito da un project-work. A completamento del Master è prevista una prova finale che consiste nella preparazione, sotto la guida di un docente, di un elaborato individuale, volto ad applicare le conoscenze e competenze professionali acquisite. La prova finale avrà un peso di 7 CFU. 4

6 MODULI TEMATICI DELLA FASE D AULA Aspetti normativi e contrattuali transnazionali, collegati alla gestione del trasporto delle merci Descrizione: Il Modulo si articola in due macro-aree: la prima di diritto doganale, che ha l obiettivo di offrire ai partecipanti una formazione specifica nel campo delle accise e dei tributi doganali da un punto di vista giuridico, con il contributo di professori universitari ed esponenti delle principali imprese operanti nel settore, e la seconda, di diritto del commercio internazionale, che intende mettere in luce le premesse economico-politiche e le basi istituzionali delle relazioni economiche internazionali; illustrare la prassi e le questioni giuridiche connesse ai principali contratti internazionali (rapporti tra privati). Coordinatore del modulo: Dr. Gabriele Nuzzo, Università di Pisa Ore di lezione: 42 - CFU: 5 5

7 Master universitario in Gestione dei Sistemi Logistici Economia e gestione portuale Descrizione: L obiettivo del Modulo è quello di fornire gli strumenti conoscitivi utili per saper comprendere e valutare l economia e la gestione di un porto e di analizzare complessivamente la competitività del sistema logistico correlato al porto. Si considerano quindi le principali determinanti delle decisioni di investimento in ambito portuale in relazione con la pianificazione del porto e delle interconnessioni con il retroterra, tenendo conto delle tendenze in atto nel trasporto marittimo internazionale. Coordinatore del modulo: Dr. Francescoalberto De Bari, Autorità Portuale di Livorno Ore di lezione: 60 - CFU: 7 Il ruolo delle tecnologie informatiche per la gestione della logistica Descrizione: Il Modulo si articola in quattro macro aree, allo scopo di fornire competenze avanzate nell ambito degli standard e delle tecnologie informatiche per la logistica e il supply chain management, ma anche di dare tematiche e casi aziendali con riferimento a software di punta del settore (SAP e Openbravo). Il percorso di formazione è metodologicoapplicativo grazie alla presenza di tre docenti dell Università di Pisa e di due manager aziendali. Coordinatore del modulo: Ing. Mario Cimino, Università di Pisa Ore di lezione: 78 - CFU: 9 Pianificazione, gestione e valutazione dei sistemi di trasporto delle merci Descrizione: Il Modulo si propone di fornire un quadro di riferimento degli strumenti metodologici con cui è possibile effettuare una stima della domanda 6

8 di trasporto delle merci e del livello di utilizzazione delle infrastrutture e dei servizi di trasporto delle merci, con il fine di verificare il ruolo delle diverse modalità di trasporto nello scenario attuale e valutare l efficacia di provvedimenti correttivi alle diverse componenti del sistema di offerta negli scenari prospettici. Il modulo si propone altresì di approfondire gli strumenti di analisi necessari alla valutazione e confronto di investimenti nelle diverse componenti del sistema di trasporto delle merci. Coordinatore del modulo: Prof. Ing. Marino Lupi, Università di Pisa Ore di lezione: 60 - CFU: 7 Supply chain management e sistema logistico Descrizione: L obiettivo del Modulo è quello di fornire un quadro di riferimento completo delle logiche, delle metodologie e degli strumenti per governare la moderna supply chain. Coordinatore del modulo: Ing. Marco Frosolini, Università di Pisa Ore di lezione: 60 - CFU: 7 7

9 Master universitario in Gestione dei Sistemi Logistici SEDE DEL MASTER La sede del Master è presso il Polo Universitario Sistemi Logistici, Villa Letizia, Via dei Pensieri 60, Livorno. Per raggiungere la sede: Per chi arriva in treno, dalla Stazione Centrale di Livorno, prendere l autobus della linea urbana 1, fermata Ardenza Mare e, una volta scesi dall autobus, tornare indietro per circa 50 metri e imboccare, sul lato destro della strada, Via dei Pensieri, proseguendo fino al n. 60. In alternativa, prendere l autobus n. 5 da P.zza Grande, fermata Pensieri, in corrispondenza dell ingresso all Ippodromo Caprilli, proseguendo fino al n. 60. Per chi arriva in auto, dall autostrada A12, dopo l uscita di Livorno, imboccare la Variante Aurelia, uscire a Livorno Sud, direzione Livorno, e proseguire, seguendo le indicazioni per la Zona Sportiva/Impianti Sportivi; arrivati allo Stadio (situato in Via dei Pensieri), andare avanti per circa 100 metri fino al n. 60. Per chi percorre la FI-PI-LI, mantenere la diramazione di Livorno, uscire in direzione Grosseto, giunti sulla variante Aurelia proseguire come sopra indicato. 8

10 BORSE DI STUDIO Sono previste 5 borse di studio a copertura parziale, per un ammontare di 500,00 ciascuna, che saranno restituiti ai partecipanti, senza occupazione lavorativa, in base all esito delle verifiche previste. MODALITA DI AMMISSIONE I candidati saranno ammessi a partecipare sulla base della valutazione complessiva del curriculum (tesi di laurea, eventuali pubblicazioni, esperienze professionali e di ricerca pertinenti, corsi di formazione). Per la valutazione del curriculum, i candidati dovranno trasmettere la relativa documentazione alla Segreteria didattica del Master. La selezione per l ammissione al Master si svolgerà solo nel caso che il numero delle domande pervenute sia superiore al numero massimo dei posti previsti. Saranno ammessi con riserva coloro che, non essendo ancora laureati alla scadenza della data per le iscrizioni, conseguiranno il titolo di studio richiesto entro il 20/12/2013. Gli altri elementi utili per l ammissione al Master sono contenuti in: it/index.php/master/master/1802, sotto la voce Bando, nell Avviso di ammissione Master a.a. 2013/

11 Master universitario in Gestione dei Sistemi Logistici TERMINI E PROCEDURA DI ISCRIZIONE Le pre-iscrizioni al Master prenderanno avvio a partire dal 31 luglio fino al 15 novembre I candidati dovranno presentare domanda on-line, seguendo le istruzioni indicate di seguito: collegarsi al sito it/index.php/offertadidattica, cliccare sulla voce Master, quindi selezionare Master I livello e, di seguito, scegliere come Settore Culturale Ingegneria Civile e Architettura, Ingegneria industriale e dell Informazione. Giunti alla pagina di profilo del Master, sotto l icona, in alto a destra, effettuare il Login, da parte dei laureati dell Università di Pisa, che sono già in possesso delle credenziali di accesso, o la Registrazione, da parte di chi non le avesse. Coloro che effettuano la Registrazione, al termine della procedura, riceveranno le credenziali di accesso al Portale ALICE. Entrando nel Portale ALICE, attraverso il Login: cliccare la voce, sul menù a sinistra, Iscrizione Concorsi ; selezionare Master di I livello, e, di seguito, Master in Gestione dei Sistemi Logistici. Completare la procedura inserendo le informazione richieste. Al termine, il sistema rilascia la ricevuta di avvenuta prescrizione, insieme al MAV bancario per il pagamento della tassa per oneri amministrativi, pari a 40,00, da pagare presso qualsiasi sportello bancario, entro il 15 novembre Dopo la scadenza dell Avviso di ammissione Master a.a. 2013/2014 (consultabile alla pagina: php/master/master/1802), ciascun candidato dovrà consultare la scheda allegata all Avviso stesso, nella quale sarà fatto riferimento allo svolgimento della selezione. Se il numero di domande risulterà inferiore ai posti disponibili, i candidati potranno iscriversi direttamente, pagando la prima rata della quota di partecipazione, con modalità e termini che saranno resi noti nella scheda in oggetto. 10

12 QUOTA DI PARTECIPAZIONE La quota di partecipazione è pari a 2.500, suddivisa in 3 rate, dell ammontare, rispettivamente di 1.000,00 (I e II rata) e di 500 (III rata). Le scadenze per il pagamento saranno comunicate al momento dell ammissione al Master. Per gli uditori, la quota di partecipazione varia in base al modulo/i, che scelgono di frequentare: per i moduli di 60 ore di didattica frontale, la tassa di iscrizione è pari a 500,00; per il modulo di 78 ore è pari a 550,00, per quello di 42 ore, è pari a 450,00. La quota di partecipazione dovrà essere versata in un unica soluzione. SEGRETERIA DIDATTICA DEL MASTER Per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi alla Segreteria didattica del Master, presso Villa Letizia via dei Pensieri, 60, Livorno, tel ; fax ; e mail: La Segreteria fornisce un supporto nella ricerca di alloggi, per coloro che intendono soggiornare a Livorno nel periodo di svolgimento delle lezioni. 11

13 Master universitario in Gestione dei Sistemi Logistici MODULI: SCHEMA DEGLI ARGOMENTI Aspetti normativi e contrattuali transnazionali, collegati alla gestione del trasporto delle merci A. Diritto doganale - Tributi doganali e di confine - Obbligazione doganale, soggetti - Unione doganale e accordi doganali (UE, GAlT, ecc.) - T.U. Legge doganale - Dichiarazione e verificazione - Elementi: qualità, quantità, origine e provenienza - Determinazione del valore e applicazione dell aliquota - Tariffa e TARIC - Pagamento e riscossione - Rilascio della bolletta doganale - Immissione in libera pratica - Interpello preventivo e ruling - Contenzioso e sanzioni - Impegni - Contingenti - Dazi antidumping - Codice doganale comunitario (CDC) e disposizioni di attuazione - Esportazione - Deposito doganale - Destinazione - Transito (carnet TIR e ATA) - Perfezionamento attivo e passivo - Regolamento UE n. 1000/2011 B. Diritto del commercio internazionale Parte I: - I rapporti commerciali tra privati - I contratti internazionali: la fase pre-contrattuale: le lettere di intenti e la battle of the forms le tecniche di redazione del contratto le principali clausole: clausole di consegna ed Incoterms; clausole di pagamento; clausole monetarie e clausole di cambio; clausole di forza maggiore e clausole di hardship; clausole penali e clausole di limitazione o esonero della responsabilità - Il credito documentario - Le garanzie nel commercio internazionale - I sistemi di risoluzione delle controversie: l arbitrato commerciale internazionale Parte II: - La vendita internazionale di merci - La Convenzione di Vienna del 1980 e i paesi non aderenti: principi e disposizioni generali la formazione del contratto la consegna e la disciplina del passaggio dei rischi il pagamento del prezzo inadempimento e rimedi cause di esonero dalla responsabilità 12

14 Economia e gestione portuale A. L economia e la gestione dell industria terminalistica - I terminal portuali: tipologie e fattori produttivi - Misurare la produttività e la redditività di un terminal: gli indicatori - La pianificazione di un terminal portuale:dimensionamento e terminal dedicati; i terminal container - Il fabbisogno di finanziamento di un terminal: Capital expenditure (CAPEX) e copertura finanziaria degli investimenti B. Fondamenti di economia dello shipping internazionale - Gli operatori dell industria marittima internazionale: strategie e potere di mercato - Domanda ed offerta di trasporto marittimo: noli e politiche commerciali - Gli investimenti dei grandi operatori del trasporto marittimo; fattori di rigidità ed economie di scala - Gli operatori del trasporto marittimo ed i porti: motivazioni alla base dell integrazione verticale con l industria terministica C. Concorrenza intra ed interportuale - La concorrenza all interno del porto: l accesso al mercato dei servizi portuali - Fattori della concorrenzialità fra porti e fra archi portuali - L Autorità portuale quale regolatore della concorrenza intra-portuale D. I porti come snodi dei sistemi logistici - I porti come snodi delle filiere logistiche: il concetto di banchina lunga e limite dell estensione del retroterra di un porto - Il ruolo delle Autorità portuali nella governance dei sistemi logistici - La pianificazione portuale e retro-portuale: ambiti territoriali e funzionali nei sistemi logistici - Il ruolo delle autostrade del mare: policy, economia e gestione delle Autostrade del mare E. Investimenti e finanziamento delle infrastrutture portuali - Infrastrutture portuali: classificazione economica - Il porto come catalizzatore di investimenti privati: quali sono i soggetti investitori, quali sono gli strumenti di finanziamento - Il finanziamento delle opere portuali: le partnership pubblicoprivate e ripartizione del rischio fra soggetto pubblico e soggetto privato - Strategia di sviluppo portuale: gli attori, gli strumenti e gli ambiti di intervento nella situazione italiana 13

15 Master universitario in Gestione dei Sistemi Logistici Il ruolo delle tecnologie informatiche per la gestione della logistica A. Tecnologie informatiche per la logistica portuale Comprende tre seminari tematici: - Tecnologie informatiche per la identificazione e la tracciabilità nella Supply Chain - Sistemi Informativi per l Internet of Things - Piattaforme e standard per l Interoperabilità B. Sistemi Informativi aziendali per la logistica - Sistemi ERP nella gestione del ciclo passivo - Sistemi informativi per la logistica - Sistemi informativi per la pianificazione della produzione - Sistemi informativi di Advanced Planning e Scheduling C. Openbravo ERP - La gestione del ciclo passivo - La gestione della produzione - La pianificazione della produzione - La gestione della qualità D. Software per il Project Management - Il Project management con Microsoft Project Supply chain management e sistema logistico A. Introduzione - La logistica nell economia e nell organizzazione dell impresa industriale - La logistica e il Supply Chain Management - L evoluzione delle dinamiche cliente-fornitore - Il cliente industriale e le politiche di acquisto in ottica strategica B. Supply Chain Management - Introduzione. SCM ed Extended Enterprise - Gestione integrata della Supply Chain e integrazione della rete logistica - Supply Chain Event Management - Total Flow Management - Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment - Sistemi e strumenti per l identificazione e la tracciabilità nella SC C. Operations Management - Operations e logistica nei processi aziendali - Valutazione e misurazione delle prestazioni delle operations - Controllo e gestione delle scorte di magazzino - Gestione degli approvvigionamenti D. Project management - Advanced Planning e Scheduling - Controllo di capacità e controllo dell avanzamento - Tecniche reticolari - Analisi del rischio 14

16 Pianificazione, gestione e valutazione dei sistemi di trasporto delle merci A. Il trasporto delle merci - La catena logistica, le strategie di distribuzione delle merci - Il trasporto delle merci: unità di carico, unità di trasporto - Modi di trasporto: stradale, ferroviario, marittimo, aereo, intermodale - Modellazione delle reti di trasporto merci B. La domanda di trasporto delle merci - Generalità sulla domanda di trasporto - La domanda di trasporto delle merci in Italia ed in Europa - La previsione della domanda di trasporto attraverso l uso di modelli e loro classificazione - Modelli di previsione della domanda merci a diversa scala - La simulazione della scelta del modo e/o del servizio di trasporto merci D. I nodi nelle reti di trasporto delle merci - Caratteristiche dei terminali di trasporto delle merci - Il traffico merci nei porti italiani europei e mondiali - I porti e la distribuzione terrestre delle merci. La regionalizzazione dei porti - Il sistema italiano degli interporti: caratteristiche. Interporti e trasporto intermodale E. Metodi per la valutazione e il confronto degli investimenti sui sistemi di trasporto delle merci - Il problema della scelta fra alternative di intervento nel campo dei trasporti - Analisi benefici-costi: il calcolo dei costi e dei benefici, gli indicatori dell analisi benefici-costi per il confronto di scenari alternativi - I metodi dell analisi multicriteria C. La progettazione delle reti di trasporto merci - La stima dei flussi nelle diverse componenti delle reti: metodi di assegnazione della domanda alle reti di trasporto - Il problema del trasporto. Il problema del vehicle routing 15

17 Master universitario in Gestione dei Sistemi Logistici MODULI: SEMINARI TEMATICI Aspetti normativi e contrattuali transnazionali, collegati alla gestione del trasporto delle merci Innovazione nel settore doganale: iniziative italiane e prospettive europee Il punto di vista degli spedizioneri doganali L esperienza dell Agenzia delle Dogane di Livorno L esperienza del Marocco: adesione al WTO Economia e gestione portuale Fonti d informazione e metodi d analisi per la geografia economica L esperienza di un terminal di transhipment mediterraneo Verso un terminal Ro-Ro innovativo: nuove esigenze e soluzioni progettuali Prospettive sull evoluzione dello shipping e delle rotte globali Dal porto all hinterland: porti, ferrovie ed interporti Il ruolo delle tecnologie informatiche per la gestione della logistica Tecnologie informatiche per la identificazione e la tracciabilità in ambito di logistica portuale e interportuale Esperienze di informatizzazione in ambito portuale La prospettiva europea dei Port Community Systems e l esperienza del TPCS del Porto di Livorno Supply chain management e sistema logistico L esperienza del settore agroalimentare e del CFT 16

18 Per ricevere ulteriori informazioni: Segreteria didattica Villa Letizia, Via dei Pensieri 60, Livorno tel: 050/ fax: 050/ e mail: sito: Soggetti promotori e finanziatori

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DI ARCHIVI DIGITALI IN AMBITO PUBBLICO E PRIVATO Anno Accademico 2014/2015 VIII edizione BANDO

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA PROVA FINALE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA PROVA FINALE GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA PROVA FINALE Collegati allo sportello internet studenti (click su login ed inserisci nome utente e password). Clicca su Laurea. Clicca sul

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 SOMMARIO L UNIVERSITÀ DI TRENTO 7 IL SISTEMA UNIVERSITARIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line Università degli Studi Roma Tre Prenotazione on-line Istruzioni per effettuare la prenotazione on-line degli appelli presenti sul Portale dello Studente Assistenza... 2 Accedi al Portale dello Studente...

Dettagli

Programma Erasmus+/Erasmus - Adempimenti per la mobilità studenti per studio e traineeship Bando A.A. 2015/2016

Programma Erasmus+/Erasmus - Adempimenti per la mobilità studenti per studio e traineeship Bando A.A. 2015/2016 Programma Erasmus+/Erasmus - Adempimenti per la mobilità studenti per studio e traineeship Bando A.A. 2015/2016 1. Presentazione della domanda La domanda deve essere compilata e presentata esclusivamente

Dettagli

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA.

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA. Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA Sede di Bologna codice: 8159 Anno Accademico 2008/09 Scadenza Bando : 31

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) OPERATORI DI MAGAZZINO

AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) OPERATORI DI MAGAZZINO Manuale per la formazione di: AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) & OPERATORI DI MAGAZZINO Redatto come parte del progetto CENTRAL Qualifiche Professionali nell ambito dei Trasporti

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 Regolamento per l'istituzione di borse di studio Art. 1 - Scopi e destinatari

Dettagli