Roma, 24 gennaio prima del 24 gennaio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Roma, 24 gennaio prima del 24 gennaio"

Transcript

1 Roma, 24 gennaio 2012 Embargo: da non pubblicare Embargo: da non pubblicare prima del 24 gennaio

2 indice Gli obiettivi i delle riforma del 3+2 Un successo epocale? Eppure Quale università ità vogliamo? Una questione aperta

3 Nell istruzione universitaria l Italia ha un grande ritardo da colmare Quota di popolazione adulta in possesso di un titolo terziario, per classe di età (OECD, Education at a Glance, 2011) anni anni anni anni

4 Con il vecchio ordinamento si avevano pochi laureati, alti tassi di abbandono e forti ritardi Laureati 2000 (in %) Durata degli studi in corso + 1 anni + 2 anni anni anni + 5 anni Ritardo alla laurea 11,1% 1% 14,4% 4% 18,7% 16,6% 6% 12,5% 26,6% 6% Età alla laurea Fonte: AlmaLaurea

5 I due obiettivi generali della riforma 3+2 dimensioni Favorire la crescita economica attraverso un maggior investimento in capitale umano e innovazione i da parte del sistema produttivo Allargamento base sociale laureati quindi: + immatricolati abbandoni e ritardi + laureati

6 Gli aspetti principali della riforma LIVELLI Differenziazione dei corsi di laurea in due livelli, oggi fra loro indipendenti CREDITI FORMATIVI Introduzione dei crediti formativi: a ogni credito corrispondono 25 ore di lavoro accademico (aula, laboratorio o studio individuale) RIORDINO CORSI Riordino dei corsi di laurea in (numerose) classi omogenee: circa la metà dei contenuti è definita dal Ministero, il resto è lasciato all autonomia degli Atenei

7 indice Gli obiettivi i delle riforma del 3+2 Un successo epocale? Eppure Quale università ità vogliamo? Una questione aperta

8 Luci della riforma L aumento dei ilaureati (o delle lauree?) Nel 2000 i laureati in Italia sono stati ; nel , corrispondenti a lauree, incluse quelle magistrali Laurea spec/mag a ciclo unico Diplomi e scuole dirette a fini speciali Laurea pre riforma Laurea spec/mag biennali Laurea di primo livello Diplomi i e scuole dirette a fini i speciali ili 100 Laurea pre riforma Fonte: Elaborazione su dati Ufficio Statistica del Miur

9 Luci della riforma L allargamento della base sociale La riforma ha favorito il passaggio da un Università di élite a una che deve accogliere e formare la maggioranza dei giovani italiani. Questo ha riguardato i corsidi1 livello,mentrepericorsimagistrali biennali e a ciclo unico permaneunaforte selezione sociale. % Laureati di 1 livello nel 2009 per titolo di studio dei genitori Tre quarti dei laureati triennali del 2009 hanno portato a casa il primo titolo universitario nella storia della famiglia (fratelli e sorelle esclusi) Laureati con genitori NON LAUREATI Licenza elementare Nessun titolo 04 0,4 4,9 Scuola secondaria superiore Licenza 74,6 media inferiore/ avviamento 22,6 46,7 23,3 2,1% dato mancante Laureati con almeno un genitore LAUREATO Fonte: Gasperoni per Fondazione Giovanni Agnelli su dati AlmaLaurea,

10 Luci della riforma Dopo la riforma, i tempi di laurea si riducono Evoluzione della regolarità e della durata degli studi dei laureati ( valori percentuali e medi) Fonte: AlmaLaurea Laureati Laureati 1 Laureati Laureati 2000 livello Magistrali 2009 Laurea in corso 11,1 39,1 11,1 48,0 Laurea in corso + 1 anno 14,5 25,1 14,5 34,9 + 1 anno + 2 anni 18,7 14,6 18,7 11,3 + 2 anni + 3 anni 16,6 9,2 16,6 3,4 + 3 anni + 4 anni 12,5 5,6 12,5 1,1 + 4 anni + 5 o più anni 26,6 6,4 26,6 1,4 + 5 o più anni Laureati 2000 Laureati 1 livello 2009 Magistrali ciclo unico 2009 Magistrali Biennali 2009 Età alla laurea 28, ,5 27,3

11 Luci della riforma La riforma del 3+2 ha modernizzato l Università ità Titoli offerti e conseguiti più omogenei con il resto d Europa: deuropa: maggiore circolazione dei talenti Sistema dei crediti, utile anche in una prospettiva di apprendimento permanente Riduzione della dispersione universitaria: Le mancate iscrizioni al II anno di corso diminuiscono dal 20% al 17%* Inoltre, gli immatricolati inattivi i (che non conseguono ono crediti nell anno solare successivo a quello di immatricolazione) scendono dal24% al13%* * Fonte: CNVSU

12 Luci della riforma I laureati sono stati assorbiti dal mercato del lavoro Tassi idi disoccupazione i per titoli di studio media ,3 12,5 10,6 9 8,5 9,3 6,4 7 6,9 4,5 Licenza elementare Licenza media Dipl. 2 3 anni Dipl. 4 5 anni Laurea I livello laurea magis., dottorato Istat, Indagine sulle Forze di lavoro 12

13 indice Gli obiettivi i delle riforma del 3+2 Un successo epocale? Eppure Quale università ità vogliamo? Una questione aperta

14 60% Ombre della riforma Dopo un forte aumento iniziale, le immatricolazioni stanno calando in relazione alla popolazione p diciannovenne (dunque al netto della demografia) 55% 50% 45% in 45% 40% 35% AA 1999/ % 47% 30%

15 Le ragioni del calo delle e immatricolazioni a o Interne al sistema universitario Vengono meno gli effetti una tantum: passaggi dal vecchio ordinamento e convenzioni con categorie professionali Aumento della contribuzione (tasse universitarie)

16 IMMATRICOLATI ALL UNIVERSITA (valori in migliaia) Precoci 18 e Regolari Tardive 22 e + Femmine Maschi Ombre delle riforme 6 Negli ultimi anni calano nettamente le immatricolazioni precoci (fino a 18 anni) e tardive (dai 22 anni in su), ma anche quelle regolari (19 21 anni) tendono a 32 riportarsi iai 19 livelli di partenza g Elaborazioni su dati Ufficio Statistica del MIUR 16

17 Le ragioni del calo delle e immatricolazioni a o Esterne al sistemauniversitario Anni di recessione (scoraggiamento o effetto parcheggio?) Riflessi delle performance sul mercato del lavoro meno soddisfacenti di quanto non appaia

18 MAGGIORE OCCUPAZIONE MA PIÙ PRECARIA RISPETTO AI VECCHI LAUREATI E CON UN MINOR VANTAGGIO SALARIALE RISPETTO AI DIPLOMATI 1,23 Rapporto tra il reddito di laureati e diplomati 1,21 1,19 Tutti 1,17 1,15 1,13 1,11 1,09 Sotto i 35 anni 1,07 1, Fonte: Elaborazioni di F.Schivardi e R.Torrini 2010 su dati dell indagine Banca d Italia SHIW

19 Ombre della riforma Le imprese hanno difficoltà a distinguere fra i diversi tipi di laurea 14% 12% 10% 8% 6% Quota di laureati sul totale delle assunzioni previste, , Indagini Excelsior 22% 2,2% 1,5% 2,7% 3,2% 1,2% 1,5% 3,5% 2,2% 3,5% 4,6% 4,1% 3,0% 2,3% 3,1% 4% 2% 5,1% 4,6% 4,3% 4,9% 5,3% 5,5% 5,3% 0% Lauree specialistiche Lauree triennali Indifferente 19

20 Ombre della riforma Forse anche perché la prosecuzione alla laurea magistrale è molto diffusa e quasi obbligatoria per alcune materie Tassi di passaggio dalla laurea triennale alla specialistica/magistrale: media degli ultimi 4 anni (da a ) Elaborazioni su dati Ufficio Statistica del MIUR 20

21 Un occasione persa: L AUTONOMIA DEGLI ATENEI In assenza di valutazione e controllo, le scelte strategiche degli atenei autonomi hanno finito per privilegiare obiettivi interni al sistema universitario, piuttosto che la qualità dell offerta.

22 Ombre della riforma Gli atenei non hanno differenziato le proprie i strategie: t t i ttutti tti continuano ti a offrire ff i un po di ttutto tt Presenza di almeno un docente per gruppo disciplinare (% di Atenei sul totale) 80% 100% Scienze giuridiche Scienze economiche e statistiche Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche Scienze politiche e sociali Scienze biologiche Scienze matematiche e informatiche Ingegneria Industriale e dell'informazione S i hi i h Scienze chimiche Scienze fisiche Scienze dell'antichità, filologico letterarie e storico artistiche Scienze mediche Ingegneria civile e Architettura Scienze agrarie e veterinarie Scienza della terra

23 Ombre della riforma Il numero dei docenti è aumentato relativamente piùdi quello deglistudenti

24 indice Gli obiettivi i delle riforma del 3+2 Un successo epocale? Eppure Quale università ità vogliamo? Una questione aperta

25 Che Università vogliamo? Resta l obiettivo fondamentale: portare almeno al 40% la percentuale di laureati sulla popolazione giovane (fra i 30 e i 34 anni) entro il Oggi la media europea (EU27) è pari al 32%, mentre quella italiana è solo al 19%. 25

26 Come ottenerla? Le proposte della Fondazione Agnelli Lauree triennali Ampia autonomia agli Atenei nella scelta dei corsi di laurea e nei criteri di ammissione, nel rispetto dei requisiti minimi fissati da Miur. Finanziamento per quote capitarie, differenziate per area disciplinare. Specialistiche/Magistrali Solo gli Atenei accreditati (sulla base della qualità della ricerca) potranno attivare, finanziati dallo Stato, corsi di laurea di II livello nelle diverse aree disciplinari. Numero chiuso per l ammissione degli studenti. Ma sarà cruciale potenziare i fondi per il diritto allo studio

27 indice Gli obiettivi i delle riforma del 3+2 Un successo epocale? Eppure Quale università ità vogliamo? Una questione aperta

28 DOVE È FINITO IL CAPITALE UMANO PRODOTTO IN QUESTI ANNI? La riforma universitaria del 3+2 ha accresciuto lofferta l offerta di laureati. Il sistema economico li ha assorbiti, sebbene questo sembri in gran parte imputabile alla maggior flessibilità del mercato del lavoro intervenuta nello stesso periodo. L aumento Laumento dell offerta di laureati ha determinato una flessione del premio salariale rispetto ai diplomati, almeno nei primi anni di carriera. Ma è possibile che la laurea comporti una migliore dinamica salariale negli anni successivi. Vi sono pochi indizi che il maggior capitale umano abbia condotto a una maggior produttività delle imprese. Sono le imprese che non hanno saputo cogliere le potenzialità della riforma, oppure i nuovi laureati non hanno le competenze giuste?

Rapporto sulla formazione e sull impiego in Italia e nel mondo. Andrea Gavosto

Rapporto sulla formazione e sull impiego in Italia e nel mondo. Andrea Gavosto Rapporto sulla formazione e sull impiego in Italia e nel mondo Andrea Gavosto andrea.gavosto@fga.it Montesilvano, 27 MAGGIO 2011 STRUTTURA DELLA PRESENTAZIONE Perché all Italia conviene investire in conoscenza?

Dettagli

Istruzione. Istituto Nazionale di Statistica

Istruzione. Istituto Nazionale di Statistica Istruzione 20 Istituto Nazionale di Statistica scuole, Classi e alunni per tipo Di scuola Anno scolastico 2014/2015 * per le scuole dell infanzia si fa riferimento alle sezioni ** l indicatore è calcolato

Dettagli

Tavola 1 - Occupati anni per sesso, ripartizione geografica, titolo di studio, settore di attività economica e professione - Anni

Tavola 1 - Occupati anni per sesso, ripartizione geografica, titolo di studio, settore di attività economica e professione - Anni ALLEGATO STATISTICO Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Enrico Giovannini presso l XI Commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera dei Deputati Roma, 7 giugno 2011 Tavola

Dettagli

La regolarità negli studi

La regolarità negli studi 6. La regolarità negli studi Dall anno di introduzione della riforma universitaria al 2015 l età alla laurea è passata da 28 a 26,2 anni. Il calo è dovuto all effetto congiunto di tre componenti: l aumento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio di Statistica (Università e Ricerca)

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio di Statistica (Università e Ricerca) Ministero dell Istruzione, dell e della Ricerca Ufficio di Statistica ( e Ricerca) IL PERSONALE A CONTRATTO 2007/2008 1 L Ufficio di Statistica conduce annualmente una rilevazione sul personale a contratto

Dettagli

La transizione scuola/(università)/lavoro

La transizione scuola/(università)/lavoro La transizione scuola/(università)/lavoro Francesco Michele Mortati Istat Direzione generale Forum PA 26.6.2015 Cominciamo con i dati relativi ai diplomati del 2007 e con alcune statistiche di genere I

Dettagli

Scolarizzazione e qualificazione dei giovani di fronte al lavoro: Il Rapporto dell IRES Piemonte

Scolarizzazione e qualificazione dei giovani di fronte al lavoro: Il Rapporto dell IRES Piemonte Scolarizzazione e qualificazione dei giovani di fronte al lavoro: Il Rapporto dell IRES Piemonte Luciano Abburrà, Luisa Donato, Carla Nanni IRES PIEMONTE Osservatorio SISFORM. Cos è? un Sito web interrogabile,

Dettagli

Offerta formativa Università di Padova Numero dei corsi attivati nell Anno Accademico 2008/09

Offerta formativa Università di Padova Numero dei corsi attivati nell Anno Accademico 2008/09 8 Offerta formativa Numero dei corsi attivati nell Anno Accademico 2008/09 6 4 3 2 2 7 9 0 7 3 4 Medicina Veterinaria 5 6 Scienze della Formazione 5 3 Scienze MM. FF. NN. 3 3 5 6 4 3 0 7 Interateneo 3

Dettagli

Fondazione Nord Est. Il capitale umano quale fattore di competitività per lo sviluppo. Padova, 11 GIUGNO 2007

Fondazione Nord Est. Il capitale umano quale fattore di competitività per lo sviluppo. Padova, 11 GIUGNO 2007 Fondazione Nord Est Il capitale umano quale fattore di competitività per lo sviluppo Padova, 11 GIUGNO 2007 Fondazione Nord Est Un primo sguardo sulla popolazione e il suo livello di scolarità Le fotografie

Dettagli

Offerta formativa Università di Padova Numero dei corsi attivati nell Anno Accademico 2009/10

Offerta formativa Università di Padova Numero dei corsi attivati nell Anno Accademico 2009/10 8 Offerta formativa Numero dei corsi attivati nell Anno Accademico 2009/0 6 4 3 2 2 7 Lettere e Filosofia 8 9 Medicina e Chirurgia 6 5 4 Medicina Veterinaria 5 7 Scienze della Formazione 5 4 Scienze MM.

Dettagli

Indicatori della didattica e monitoraggio dei corsi Giuseppe Carci (ANVUR)

Indicatori della didattica e monitoraggio dei corsi Giuseppe Carci (ANVUR) Indicatori della didattica e monitoraggio dei corsi Giuseppe Carci (ANVUR) Workshop «La didattica universitaria in Italia. Una prima ricognizione» Roma 18 marzo 2016 L ANVUR presenta oggi i risultati del

Dettagli

Offerta formativa Università di Padova

Offerta formativa Università di Padova 8 Offerta formativa Numero dei corsi attivati nell Anno Accademico 2015/16 per Scuola di Ateneo Agraria e Medicina Veterinaria 8 1 8 Economia e Scienze Politiche 5 9 Giurisprudenza 1 1 12 1 17 Medicina

Dettagli

INDAGINE SUL PROFILO DEI LAUREATI ITALIANI AD UNDICI ANNI DALLA DICHIARAZIONE DI BOLOGNA. Società Italiana di Fisica XCVI Congresso nazionale

INDAGINE SUL PROFILO DEI LAUREATI ITALIANI AD UNDICI ANNI DALLA DICHIARAZIONE DI BOLOGNA. Società Italiana di Fisica XCVI Congresso nazionale Società Italiana di Fisica XCVI Congresso nazionale INDAGINE SUL PROFILO DEI LAUREATI ITALIANI AD UNDICI ANNI DALLA DICHIARAZIONE DI BOLOGNA Andrea Cammelli Università di Bologna Direttore AlmaLaurea BOLOGNA,

Dettagli

Offerta formativa Università di Padova

Offerta formativa Università di Padova 8 Offerta formativa Numero dei corsi attivati ti nell Anno Accademico 2013/14 per Scuola di Ateneo Agraria e Medicina Veterinaria 8 1 6 Economia e Scienze Politiche 6 9 Giurisprudenza 1 1 Ingegneria 12

Dettagli

La riuscita negli studi nell università riformata

La riuscita negli studi nell università riformata 8. La riuscita negli studi nell università riformata Dall anno di applicazione della riforma universitaria (2001) al il ritardo alla laurea è sceso in media da 2,9 anni a 1,5 e l età alla laurea è passata

Dettagli

Gli Indicatori ANVUR nella nuova AVA

Gli Indicatori ANVUR nella nuova AVA Gli Indicatori ANVUR nella nuova AVA Giuseppe Carci (ANVUR) Workshop «La revisione del sistema AVA: la proposta ANVUR» Perugia 8 aprile 2016 L ANVUR presenta oggi: i risultati del lavoro svolto per la

Dettagli

Offerta formativa Università di Padova

Offerta formativa Università di Padova 8 Offerta formativa Numero dei corsi attivati nell Anno Accademico 202/3 5 4 3 2 2 6 8 9 7 5 5 Medicina Veterinaria 5 6 Scienze della Formazione 4 4 2 3 5 6 3 Interfacoltà 7 8 Interateneo 9 cdl triennale

Dettagli

Motivazioni nella scelta del corso di laurea. Napoli, 22 maggio 2012 Moira Nardoni (ALMALAUREA)

Motivazioni nella scelta del corso di laurea. Napoli, 22 maggio 2012 Moira Nardoni (ALMALAUREA) Motivazioni Napoli, 22 maggio 2012 Moira Nardoni (ALMALAUREA) Come si riflettono sulla carriera e sull esperienza universitaria i fattori motivazionali? - Interesse per le discipline - aspettative occupazionali

Dettagli

Prosecuzione degli studi dopo la laurea di 1 livello. Napoli, 22 maggio 2012 Silvia Galeazzi (AlmaLaurea)

Prosecuzione degli studi dopo la laurea di 1 livello. Napoli, 22 maggio 2012 Silvia Galeazzi (AlmaLaurea) Napoli, maggio 01 Silvia Galeazzi (AlmaLaurea) Laureati 011 che intendono proseguire la propria formazione dopo il titolo : quanti sono, che caratteristiche hanno? La laurea magistrale è sempre la tipologia

Dettagli

STATISTICA - COMUNE DI FERRARA. Soddisfazione nell occupazione e attinenza tra titolo di studio e lavoro anno 2016

STATISTICA - COMUNE DI FERRARA. Soddisfazione nell occupazione e attinenza tra titolo di studio e lavoro anno 2016 31 Marzo 2017 n 5 STATISTICA - COMUNE DI FERRARA Soddisfazione nell occupazione e attinenza tra titolo di studio e lavoro anno 2016 degli occupati Dall indagine campionaria sull occupazione e disoccupazione

Dettagli

LA MOBILITÀ PER STUDIO E LAVORO

LA MOBILITÀ PER STUDIO E LAVORO Sintesi dei dati sull occupazione dei laureati siciliani: Il XVIII Rapporto AlmaLaurea sul Profilo e la Condizione occupazionale dei laureati permette di fotografare la mobilità territoriale e le performance

Dettagli

Istruzione e indicatori di dispersione nella scuola secondaria di secondo grado e nell università in provincia di Brescia

Istruzione e indicatori di dispersione nella scuola secondaria di secondo grado e nell università in provincia di Brescia Istruzione e indicatori di dispersione nella scuola secondaria di secondo grado e nell università in provincia di Brescia REPORT STATISTICO Maria Elena Comune LARIS Laboratorio di Ricerca e Intervento

Dettagli

IX INDAGINE ALMALAUREA PROFILO DEI LAUREATI 2006

IX INDAGINE ALMALAUREA PROFILO DEI LAUREATI 2006 I LAUREATI DELL UNIVERSITA RIFORMATA IX INDAGINE ALMALAUREA PROFILO DEI LAUREATI 2006 Andrea Cammelli Università di Bologna direttore AlmaLaurea Venerdì 25 maggio 2006 Università degli Studi di Siena Università

Dettagli

Percorsi formativi e disuguaglianze di genere

Percorsi formativi e disuguaglianze di genere Numεri pεr dεcidεrε Percorsi formativi e disuguaglianze di genere Serena Cesetti Servizio Statistica, comunicazione, sistemi informativi geografici, educazione alla sostenibilità, partecipazione Regione

Dettagli

Popolazione residente di età superiore a 6 anni per grado di istruzione e sesso. Anno 2003 (valori assoluti e percentuali). Totale

Popolazione residente di età superiore a 6 anni per grado di istruzione e sesso. Anno 2003 (valori assoluti e percentuali). Totale I s t r u z i o n e 2 0 0 4 Popolazione residente di età superiore a 6 anni per grado di istruzione e sesso. Anno 2003 (valori assoluti e percentuali). Grado di istruzione Toscana di cui Femmine (%) Italia

Dettagli

Gabriella Salinetti. Le donne della Sapienza Pari opportunità per pari capacità? Lunedì 5 novembre 2012 Aula Odeion Edificio di Lettere e Filosofia

Gabriella Salinetti. Le donne della Sapienza Pari opportunità per pari capacità? Lunedì 5 novembre 2012 Aula Odeion Edificio di Lettere e Filosofia Genere: donna, sapiente Gabriella Salinetti Nucleo di Valutazione di Ateneo Le donne della Sapienza Pari opportunità per pari capacità? Lunedì 5 novembre 212 Aula Odeion Edificio di Lettere e Filosofia

Dettagli

Le votazioni. 1 Per il calcolo delle medie il voto di 110 e lode è stato posto uguale a 113. Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA 101

Le votazioni. 1 Per il calcolo delle medie il voto di 110 e lode è stato posto uguale a 113. Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA 101 7. Le votazioni I principali fattori che incidono sulla probabilità di ottenere buoni voti alla laurea sono il background scolastico (percorso liceale e buoni voti di diploma), essersi iscritti spinti

Dettagli

Campobasso - 10 giugno Presentazione del Rapporto. L economia del Molise

Campobasso - 10 giugno Presentazione del Rapporto. L economia del Molise Campobasso - 10 giugno 2014 - Presentazione del Rapporto L economia del Molise Prodotto interno lordo Nel 2013 l economia molisana si è ancora contratta. Le stime di Prometeia indicano una riduzione del

Dettagli

Consorzio AlmaLaurea. Andrea Cammelli. Università di Bologna - Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea PADOVA, 4 FEBBRAIO 2009

Consorzio AlmaLaurea. Andrea Cammelli. Università di Bologna - Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea PADOVA, 4 FEBBRAIO 2009 LA CONDIZIONE O OCCUPAZIONALE O DEGLI INGEGNERI NEL TRIVENETO E IN ITALIA Andrea Cammelli Università di Bologna - Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea PADOVA, 4 FEBBRAIO 2009 Indagini sulla condizione

Dettagli

Donne STEAM Evoluzione e scenari in Lombardia

Donne STEAM Evoluzione e scenari in Lombardia Donne STEAM Evoluzione e scenari in Lombardia Speaker Manuela Samek Lodovici 25.10.2017 1. Scenari occupazionali: il progresso tecnologico porterà ad una crescita della domanda di competenze tecnico-scientifiche

Dettagli

I.1.5 - I PERCORSI DI STUDIO UNIVERSITARI: MONITORAGGIO, ESITI, INDICATORI

I.1.5 - I PERCORSI DI STUDIO UNIVERSITARI: MONITORAGGIO, ESITI, INDICATORI I.1.5 - I PERCORSI DI STUDIO UNIVERSITARI: MONITORAGGIO, ESITI, INDICATORI I dati relativi alla regolarità dei percorsi di studio mostrano un significativo miglioramento, sia con riferimento all andamento

Dettagli

ALMALAUREAAUREA E L OCCUPABILITL OCCUPABILITÀ DEI

ALMALAUREAAUREA E L OCCUPABILITL OCCUPABILITÀ DEI BOLOGNA PROCESS OCCUPABILITÀ DEI LAUREATI E SVILUPPO ECONOMICO-CULTURALE DEI TERRITORI IL CONSORZIO ALMALAUREAAUREA E L OCCUPABILITL CCUPABILITÀ DEI LAUREATI Angelo di Francia Consorzio Interuniversitario

Dettagli

LA FORMAZIONE POST-LAUREA 1

LA FORMAZIONE POST-LAUREA 1 LA FORMAZIONE POST-LAUREA 1 Nell a.a.2006/07 gli iscritti ad un corso di studi post-laurea sono risultati oltre 183.000, compresi gli iscritti alle specializzazione per insegnanti di sostegno e i corsi

Dettagli

La laurea alla prova del lavoro

La laurea alla prova del lavoro La laurea alla prova del lavoro Retribuzioni, efficacia, occupazione: AlmaLaurea analizza le performance occupazionali dai laureati magistrali a cinque anni dal titolo: il tasso di occupazione è dell 84%,

Dettagli

Le prospettive di studio

Le prospettive di studio . Le prospettive di studio I laureati che intendono proseguire gli studi dopo la laurea sono il 5% tra i laureati di primo livello (la maggioranza opta per la laurea magistrale) e il % dei laureati di

Dettagli

Alcuni dati e considerazioni sulla capacità di attrazione del Politecnico di Torino e sui risultati dell attività didattica

Alcuni dati e considerazioni sulla capacità di attrazione del Politecnico di Torino e sui risultati dell attività didattica POLITECNICO IN NUMERI Alcuni dati e considerazioni sulla capacità di attrazione del Politecnico di Torino e sui risultati dell attività didattica Il Politecnico di Torino e la sua capacità di attrazione

Dettagli

Laureati e immatricolati in Lombardia e Italia

Laureati e immatricolati in Lombardia e Italia 1 Laureati e immatricolati in Lombardia e Italia Nel 2013 a livello nazionale crescono dell 1,6% i laureati, ma continua la riduzione degli immatricolati (-0,5% nell ultimo anno, ma -14,3% rispetto al

Dettagli

PICCOLE E MEDIE IMPRESE E LAUREE TRIENNALI ALBERTO MEOMARTINI

PICCOLE E MEDIE IMPRESE E LAUREE TRIENNALI ALBERTO MEOMARTINI PICCOLE E MEDIE IMPRESE E LAUREE TRIENNALI ALBERTO MEOMARTINI Presidente Commissione Università Confindustria Roma, 18 febbraio 2010 L EVOLUZIONE DEI LAUREATI ITALIANI Il trend dei laureati, anni 2000-2007

Dettagli

REPORT SUI DATI DI ATENEO Conferenza stampa - 16 aprile Fonte dati GISS - Almalaurea

REPORT SUI DATI DI ATENEO Conferenza stampa - 16 aprile Fonte dati GISS - Almalaurea REPORT SUI DATI DI ATENEO Conferenza stampa - 16 aprile 2014 Fonte dati GISS - Almalaurea Report sui dati di Ateneo - Iscrizioni in aumento rispetto al precedente anno accademico * 1.424 immatricolati

Dettagli

NELLA PROVINCIA DI RIMINI A.A. A 2009/2010 (rettifica) Coordinamento: Dott.ssa Rossella Salvi Rilevazione ed elaborazione dati: Nicola Loda

NELLA PROVINCIA DI RIMINI A.A. A 2009/2010 (rettifica) Coordinamento: Dott.ssa Rossella Salvi Rilevazione ed elaborazione dati: Nicola Loda Ufficio Statistica 9 OSSERVATORIO ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI A.A. A 2009/2010 (rettifica) Coordinamento: Dott.ssa Rossella Salvi Rilevazione ed elaborazione dati: Nicola Loda Nota

Dettagli

Primi esiti dei lavori della Commissione di elaborazione delle politiche sull offerta formativa dell Università di Foggia. Foggia, 15 Febbraio 2017

Primi esiti dei lavori della Commissione di elaborazione delle politiche sull offerta formativa dell Università di Foggia. Foggia, 15 Febbraio 2017 Primi esiti dei lavori della Commissione di elaborazione delle politiche sull offerta formativa dell Università di Foggia Foggia, 15 Febbraio 2017 Totale immatricolati e immatricolati di età uguale o inferiore

Dettagli

La regolarità negli studi

La regolarità negli studi 6. La regolarità negli studi Dall anno di introduzione della riforma universitaria al l età alla laurea è passata da 28 a 26,5 anni. Il calo è dovuto all effetto congiunto di tre componenti: l aumento

Dettagli

Laureati e occupabilità

Laureati e occupabilità Laureati e occupabilità Il caso del Piemonte e alcune indicazioni dall Europa Bologna, 13 giugno 2013 Daniela Musto - Alberto Stanchi Occupazione (condizione occupazionale) Insieme di dati (tasso di occupazione,

Dettagli

Le esperienze di studio all estero

Le esperienze di studio all estero 5. Le esperienze di studio all estero La diffusione delle esperienze di studio all estero fra i laureati, a livello complessivo, è aumentata, seppure lievemente, negli ultimi anni, soprattutto nell ambito

Dettagli

ORIENTAMENTO ALLO STUDIO GIOVANI REGIONE LAZIO

ORIENTAMENTO ALLO STUDIO GIOVANI REGIONE LAZIO ORIENTAMENTO ALLO STUDIO GIOVANI 2010-2011 REGIONE LAZIO Le percentuali rilevati nella Regione Lazio ci dicono che nel 2011 è occupato il 45,7% dei diplomati che hanno conseguito il titolo nel 2009; di

Dettagli

Lauree umanistiche: una fabbrica di disoccupati? Andrea Cammelli Bari, 16 ottobre 2014

Lauree umanistiche: una fabbrica di disoccupati? Andrea Cammelli Bari, 16 ottobre 2014 Lauree umanistiche: una fabbrica di disoccupati? Andrea Cammelli Bari, 16 ottobre 2014 GALILEO GALILEI Astronomo e inventore Galileo invitava i cardinali del Sant Uffizio a guardare dentro il cannocchiale:

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA. > dottore per i corsi di laurea (di primo livello) laurea 3 anni 180 cfu. master di I livello minimo 60 cfu

OFFERTA FORMATIVA. > dottore per i corsi di laurea (di primo livello) laurea 3 anni 180 cfu. master di I livello minimo 60 cfu OFFERTA FORMATIVA laurea 3 anni 180 cfu master di I livello minimo 60 cfu laurea magistrale 2 anni 120 cfu master di II livello minimo 60 cfu dottorato di ricerca 3 anni corsi di laurea triennale (di primo

Dettagli

LA SCUOLA E LA FORMAZIONE. Franca Da Re

LA SCUOLA E LA FORMAZIONE. Franca Da Re LA SCUOLA E LA FORMAZIONE Franca Da Re 1 ISCRIZIONI ALLE PRIME CLASSI E POPOLAZIONE TOTALE Anno scolastico Scuola primaria Scuola secondaria di primo grado Scuola secondaria di secondo grado Totale alunni

Dettagli

PROFILO E CONDIZIONE OCCUPAZIONALE DEI LAUREATI DELLE PROFESSIONI SANITARIE

PROFILO E CONDIZIONE OCCUPAZIONALE DEI LAUREATI DELLE PROFESSIONI SANITARIE CONFERENZA PERMANENTE DELLE CLASSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE MEETING DI PRIMAVERA PROFILO E CONDIZIONE OCCUPAZIONALE DEI DELLE PROFESSIONI SANITARIE Andrea Cammelli Università di Bologna -

Dettagli

Asili nido pubblici e privati aperti e personale. Situazione al 31/12/2003 (valori assoluti e indicatori). di cui

Asili nido pubblici e privati aperti e personale. Situazione al 31/12/2003 (valori assoluti e indicatori). di cui Asili nido pubblici e privati aperti e personale. Situazione al 31/12/2003 (valori assoluti e indicatori). Provincia Nidi aperti privati Personale educatori (%) Massa-Carrara 15-154 69,5 Lucca 19 1 190

Dettagli

Excelsior Il divario tra profili richiesti dalle imprese e offerti dal sistema di Istruzione

Excelsior Il divario tra profili richiesti dalle imprese e offerti dal sistema di Istruzione Excelsior 217 - Il divario tra profili richiesti dalle imprese e offerti dal sistema di Istruzione Macerata, 1 ottobre 217 Annalisa Franceschetti Area Promozione Camera di Commercio di Macerata Gli argomenti

Dettagli

Dalla scuola all università. Percorsi di studio e tassi di successo dei giovani pratesi. Mercato del lavoro locale e offerta di neolaureati

Dalla scuola all università. Percorsi di studio e tassi di successo dei giovani pratesi. Mercato del lavoro locale e offerta di neolaureati Provincia di Prato Dalla scuola all università. Percorsi di studio e tassi di successo dei giovani pratesi. Mercato del lavoro locale e offerta di neo Paolo Sambo (Asel srl) Palazzo Banci Buonamici, 17

Dettagli

Economia Provinciale - Rapporto Istruzione

Economia Provinciale - Rapporto Istruzione Economia Provinciale - Rapporto 2006 209 Istruzione Istruzione 211 Istruzione media superiore in provincia della Spezia L ufficio scolastico provinciale della Spezia per l anno scolastico 2006-2007 non

Dettagli

ISTRUZIONE ,4 5,0 3,3 2,9 9,9 2,8 11,1 23,8 11,1 20,2 31,0 48,1 99,4. Variazione percentuale immatricolati anno precedente

ISTRUZIONE ,4 5,0 3,3 2,9 9,9 2,8 11,1 23,8 11,1 20,2 31,0 48,1 99,4. Variazione percentuale immatricolati anno precedente ISTRUZIONE La popolazione scolastica della Liguria continua l'andamento in crescita caratteristico degli ultimi anni, andamento omogeneo anche a livello provinciale e per tutti gli ordini di scuola, eccetto

Dettagli

I tirocini formativi

I tirocini formativi 4. I tirocini formativi Ponendosi come elemento di raccordo fra l università e il mondo del lavoro, i tirocini rivestono, nell ambito della didattica non frontale, un ruolo assolutamente centrale. Nel

Dettagli

XVI Indagine sulla. dei Laureati. Andrea Cammelli Bologna, 10 marzo 2014

XVI Indagine sulla. dei Laureati. Andrea Cammelli Bologna, 10 marzo 2014 XVI Indagine sulla Condizione Occupazionale dei Laureati Andrea Cammelli Bologna, 10 marzo 2014 Indice Contesto culturale e confronti internazionali Riforma universitaria e tendenze del mercato del lavoro

Dettagli

ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Sistema Informativo Statistico ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO L' UNIVERSITA' NELLE MARCHE - Anno accademico 2013/2014 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 2016 INDICE GLI STUDENTI ISCRITTI PAG. 2 GLI STUDENTI

Dettagli

Gli sbocchi occupazionali dei laureati in Scienze Politiche a partire dai dati Almalaurea

Gli sbocchi occupazionali dei laureati in Scienze Politiche a partire dai dati Almalaurea 1 Gli sbocchi occupazionali dei laureati in Scienze Politiche a partire dai dati Almalaurea 2 Tendenze generali del mercato del lavoro per i laureati in Italia Andamento Tasso di occupazione laureati 25-34

Dettagli

I GLI IMMATRICOLATI E GLI ISCRITTI AL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO

I GLI IMMATRICOLATI E GLI ISCRITTI AL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO IL SISTEMA UNIVERSITARIO Tab. 2 Numero di stage e tirocini curriculari svolti, a.a. 2013/2014 (Fonte: Nuclei di Valutazione degli Atenei Procedura Nuclei ) I.1.4 - GLI IMMATRICOLATI E GLI ISCRITTI AL SISTEMA

Dettagli

Le votazioni. Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA 117

Le votazioni. Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA 117 7. Le votazioni I fattori che incidono sulla probabilità di ottenere buoni risultati sono gli stessi che agivano nel precedente ordinamento universitario: genere (femminile), elevato grado di istruzione

Dettagli

X INDAGINE ALMALAUREA PROFILO DEI LAUREATI 2007

X INDAGINE ALMALAUREA PROFILO DEI LAUREATI 2007 Nel cantiere delle riforme universitarie X INDAGINE ALMALAUREA PROFILO DEI LAUREATI 2007 Andrea Cammelli Università di Bologna - Direttore AlmaLaurea MODENA, 29 MAGGIO 2008 PROFILO DEI LAUREATI 2007 Caratteristiche

Dettagli

Le scelte scolastiche delle ragazze e dei ragazzi bolognesi

Le scelte scolastiche delle ragazze e dei ragazzi bolognesi Le scelte scolastiche delle ragazze e dei ragazzi bolognesi Analisi di genere su alcuni indicatori statistici relativi all istruzione SINTESI 25 maggio 2009 Direttore: Gianluigi Bovini Coordinamento tecnico:

Dettagli

Le università del Friuli Venezia Giulia

Le università del Friuli Venezia Giulia centro stam Le università del Friuli Venezia Giulia REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Assessore regionale alle finanze, patrimonio e programmazione Direzione centrale finanze, patrimonio e programmazione

Dettagli

Il lavoro durante gli studi e la frequenza alle lezioni

Il lavoro durante gli studi e la frequenza alle lezioni 5. Il lavoro durante gli studi e la frequenza alle lezioni I lavoratori-studenti sono più numerosi nell area delle scienze umane e sociali e tra i laureati triennali e sono invece meno frequenti nel Mezzogiorno.

Dettagli

INDAGINI ALMALAUREA 2016

INDAGINI ALMALAUREA 2016 INDAGINI ALMALAUREA 16 Nota introduttiva Alma Laurea nasce nel 1994 su iniziativa dell Osservatorio Statistico dell Università di Bologna ed è gestita da un consorzio di atenei italiani con il sostegno

Dettagli

Relatore Dott.ssa Valeria Tocchi

Relatore Dott.ssa Valeria Tocchi I NUMERI DEL FUTURO PERUGIA Dal censimento alle smart cities a confronto con le città di Trieste Livorno Firenze Cagliari Messina Dati provvisori del 15^ Censimento della Popolazione 2011-2012 Relatore

Dettagli

e inserimento lavorativo

e inserimento lavorativo PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Dipartimento Istruzione Comitato Provinciale di Valutazione del Sistema Educativo DOCUMENTI Scelte universitarie 2009 I 2010 e inserimento lavorativo Giancarlo Gasperoni Debora

Dettagli

Le prospettive di studio

Le prospettive di studio . Le prospettive di studio I laureati che intendono proseguire il proprio percorso di studio dopo la laurea sono il per cento tra i postriforma di primo livello (la grande maggioranza dei quali opta per

Dettagli

Occupazione e responsabilità sociale

Occupazione e responsabilità sociale Andamento dell occupazione chimica in Italia e in Europa (indici 2000=100) 105 100 Occupazione attivata dall industria chimica in Italia (n di addetti ogni 100 dell industria chimica) Servizi 95 90 85

Dettagli

Le scelte dei diplomati. Valentina Conti 3 dicembre Roma

Le scelte dei diplomati. Valentina Conti 3 dicembre Roma Le scelte dei diplomati, 2011 e 2009 Valentina Conti 3 dicembre 2014 - Roma Partecipazione al sistema di istruzione: popolazione 15 19 anni 100 95 elaborazioni su dati Ocse Anno rif.: 2011 90 85 80 75

Dettagli

XVIII Rapporto AlmaLaurea sul Profilo e la Condizione occupazionale dei laureati UNIVERSITA E LAVORO, UN PAESE A DUE VELOCITA

XVIII Rapporto AlmaLaurea sul Profilo e la Condizione occupazionale dei laureati UNIVERSITA E LAVORO, UN PAESE A DUE VELOCITA XVIII Rapporto AlmaLaurea sul Profilo e la Condizione occupazionale dei laureati UNIVERSITA E LAVORO, UN PAESE A DUE VELOCITA Napoli, - Il XVIII Rapporto AlmaLaurea sul Profilo e la Condizione occupazionale

Dettagli

La posizione dell Università di Sassari a livello nazionale Attilio Mastino, Prorettore

La posizione dell Università di Sassari a livello nazionale Attilio Mastino, Prorettore La posizione dell Università di Sassari a livello nazionale Attilio Mastino, Prorettore Sassari, 27 novembre 2007 1 Sassari, 27 novembre 2007 La posizione dell Università di Sassari a livello nazionale

Dettagli

7ISTRUZIONE E FORMAZIONE

7ISTRUZIONE E FORMAZIONE 7ISTRUZIONE E FORMAZIONE Nell anno scolastico 2014/2015 diminuisce per il quinto anno consecutivo il numero di studenti iscritti nelle scuole di diverso grado e ordine: sono 34.426 gli alunni in meno rispetto

Dettagli

Milano. Settore Statistica e SIT. Università. Corsi di laurea triennale, a ciclo unico, magistrale e del vecchio ordinamento

Milano. Settore Statistica e SIT. Università. Corsi di laurea triennale, a ciclo unico, magistrale e del vecchio ordinamento Milano Settore Statistica e SIT Università Corsi di laurea Sedi della città di Milano Anno accademico 2008-2009 A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati: Ugo Rosario Maria David Università Corsi

Dettagli

Capitolo 2 Istruzione

Capitolo 2 Istruzione 2. ISTRUZIONE 2.1. Scuola Dopo il lieve calo registrato lo scorso anno, assistiamo ad una, seppur lieve, inversione di tendenza nella popolazione scolastica relativa alla scuola dell obbligo della provincia:

Dettagli

Emigrazione oggi per studio e lavoro: dalla fuga allo scambio. Marina Timoteo, Direttore AlmaLaurea Roma, 6 Ottobre 2015

Emigrazione oggi per studio e lavoro: dalla fuga allo scambio. Marina Timoteo, Direttore AlmaLaurea Roma, 6 Ottobre 2015 Emigrazione oggi per studio e lavoro: dalla fuga allo scambio Marina Timoteo, Direttore AlmaLaurea Roma, 6 Ottobre 2015 Indice Qualche riflessione introduttiva Diversi tipi di mobilità indagati da AlmaLaurea:

Dettagli

Scheda 1. La partecipazione agli studi universitari e i laureati

Scheda 1. La partecipazione agli studi universitari e i laureati Scheda 1 La partecipazione agli studi universitari e i laureati La partecipazione agli studi universitari e i laureati La partecipazione agli studi e la domanda di formazione universitaria Dai dati della

Dettagli

Consorzio AlmaLaurea L U LU

Consorzio AlmaLaurea L U LU Fondazione Antonio Segni L U LU L UNIVERSITA LUNIVERSITA NIVERSITA DI SASSARI ATTRAVERSO I SUOI LAUREATI Dieci anni di ricerca di ALMALAUREAAUREA Andrea Cammelli Università di Bologna - Direttore AlmaLaurea

Dettagli

I laureati che lavorano. Bologna, 10 marzo 2014 S. Binassi (AlmaLaurea), G. Gasperoni (Univ. di Bologna, AlmaLaurea)

I laureati che lavorano. Bologna, 10 marzo 2014 S. Binassi (AlmaLaurea), G. Gasperoni (Univ. di Bologna, AlmaLaurea) I laureati che lavorano all estero Bologna, 10 marzo 2014 S. Binassi (AlmaLaurea), G. Gasperoni (Univ. di Bologna, AlmaLaurea) Indice Contesto di riferimento Le migrazioni internazionali dei laureati italiani

Dettagli

a cura di Maria Teresa Morana Grafico 1 - Personale docente a contratto (a) - A.A. 2008/09

a cura di Maria Teresa Morana Grafico 1 - Personale docente a contratto (a) - A.A. 2008/09 Ministero dell Istruzione, dell e della Ricerca Dipartimento per l, l Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica e per la Ricerca Ufficio II IL PERSONALE A CONTRATTO 2008/2009 1 Numero 5/2010 a cura

Dettagli

BIOLOGO MOLECOLARE STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

BIOLOGO MOLECOLARE STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? BIOLOGO MOLECOLARE STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale facoltà che prepara i BIOLOGI MOLECOLARI è Scienze Matematiche Fisiche

Dettagli

CONFRONTARE GLI ESITI OCCUPAZIONALI DEI LAUREATI DI MILANO-BICOCCA E DI ALTRI ATENEI LOMBARDI: REGOLE E CAUTELE

CONFRONTARE GLI ESITI OCCUPAZIONALI DEI LAUREATI DI MILANO-BICOCCA E DI ALTRI ATENEI LOMBARDI: REGOLE E CAUTELE CONFRONTARE GLI ESITI OCCUPAZIONALI DEI LAUREATI DI MILANO-BICOCCA E DI ALTRI ATENEI LOMBARDI: REGOLE E CAUTELE Punto di partenza: le indagini occupazionali condotte sui laureati (Istat, Almalaurea, STELLA)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 Premesse e finalità 1. Il Corso

Dettagli

GIORNALISTA PUBBLICISTA E PROFESSIONISTA STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

GIORNALISTA PUBBLICISTA E PROFESSIONISTA STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? GIORNALISTA PUBBLICISTA E PROFESSIONISTA STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale facoltà che prepara i GIORNALISTI PUBBLICISTI

Dettagli

ANNO ACCADEMICO DIPARTIMENTI/FACOLTA CORSI DI STUDIO AREA DI CONTRIBUZIONE GIURISPRUDENZA TUTTI 1 SCIENZE POLITICHE E SOCIALI

ANNO ACCADEMICO DIPARTIMENTI/FACOLTA CORSI DI STUDIO AREA DI CONTRIBUZIONE GIURISPRUDENZA TUTTI 1 SCIENZE POLITICHE E SOCIALI ANNO ACCADEMICO 2016-2017 Tabella 1: Tabella di corrispondenza Dipartimenti/Facoltà, corsi di studio Area di contribuzione DIPARTIMENTI/FACOLTA CORSI DI STUDIO AREA DI CONTRIBUZIONE GIURISPRUDENZA TUTTI

Dettagli

Crisi e disoccupazione giovanile D. CHECCHI (Università di Milano)

Crisi e disoccupazione giovanile D. CHECCHI (Università di Milano) Crisi e disoccupazione giovanile D. CHECCHI (Università di Milano) I giovani nel mercato del lavoro e la transizione scuola lavoro in Italia ed in Europa Giulio Bosio e Marco Leonardi (Università di Milano)

Dettagli

ETOLOGO STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

ETOLOGO STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? ETOLOGO STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale facoltà che prepara gli ETOLOGI è Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, in

Dettagli

Profilo dei Diplomati 2012: punti di forza e scelte formative post-diploma

Profilo dei Diplomati 2012: punti di forza e scelte formative post-diploma A lmao rièntati Profilo dei Diplomati 2012: punti di forza e scelte formative post-diploma Davide Cristofori Roma, 30 novembre 2012 Le quattro sezioni AlmaOrièntati in breve Individua i tuoi punti di forza

Dettagli

Corso di Laurea in Biotecnologie per la diagnostica medica, farmaceutica e veterinaria (LM-9) Dati di ingresso, di percorso e di uscita

Corso di Laurea in Biotecnologie per la diagnostica medica, farmaceutica e veterinaria (LM-9) Dati di ingresso, di percorso e di uscita Corso di Laurea in Biotecnologie per la diagnostica medica, farmaceutica e veterinaria (LM-9) Dati di ingresso, di percorso e di uscita I dati relativi agli studenti di tutti i CdS dell Ateneo della Basilicata

Dettagli

OFFERTA E DOMANDA DI CAPITALE UMANO QUALIFICATO IN TOSCANA

OFFERTA E DOMANDA DI CAPITALE UMANO QUALIFICATO IN TOSCANA AISRe Associazione Italiana di Scienze Regionali IRPET Istituto Regionale Programmazione Economica Toscana XXX Conferenza Scientifica Federalismo, integrazione europea e crescita regionale 9-11 settembre

Dettagli

Coordinamento organizzativo nazionale dei Manager didattici per la qualità

Coordinamento organizzativo nazionale dei Manager didattici per la qualità Coordinamento organizzativo nazionale dei Manager didattici per la qualità Filippo Del Vecchio Quanto costa la didattica di qualità in termini di FFO? Il finanziamento degli atenei pubblici: FFO Istituito

Dettagli

GEOLOGO STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

GEOLOGO STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? GEOLOGO STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale facoltà che prepara i GEOLOGI è Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, in

Dettagli

DISTRIBUZIONE PERCENTUALE ISCRITTI NELLA SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO ANNO SCOLASTICO ,9 11,4

DISTRIBUZIONE PERCENTUALE ISCRITTI NELLA SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO ANNO SCOLASTICO ,9 11,4 ISTRUZIONE DISTRIBUZIONE PERCENTUALE ISCRITTI NELLA SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO ANNO SCOLASTICO 2003 200 Istituto tecnico 32,5 Istituto professionale 20,6 Istituto magistrale 7,9 Istituto d arte 1,2

Dettagli

XIII INDAGINE ALMALAUREA SULLA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE DEI LAUREATI ITALIANI

XIII INDAGINE ALMALAUREA SULLA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE DEI LAUREATI ITALIANI CAPITALE UMANO E OCCUPAZIONE NELL'AREA EUROPEA E MEDITERRANEA XIII INDAGINE ALMALAUREA SULLA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE DEI ITALIANI Andrea Cammelli, Roma, 7 marzo 2011 Le Università aderenti al Consorzio

Dettagli

Università in declino

Università in declino Università in declino Un indagine sugli atenei italiani da Nord a Sud Carlo Trigilia La ricerca della Fondazione RES 2 Università in declino. Un indagine sugli atenei italiani da Nord a Sud Introduzione

Dettagli

Il lavoro durante gli studi e la frequenza alle lezioni

Il lavoro durante gli studi e la frequenza alle lezioni 3. Il lavoro durante gli studi e la frequenza alle lezioni Negli ultimi anni è stato osservato un aumento dei laureati che non hanno mai svolto un attività di lavoro durante gli studi. I lavoratori-studenti

Dettagli

POLITICHE ORDINAMENTO

POLITICHE ORDINAMENTO Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Scienze Politiche L offerta formativa delle facoltà di Scienze Politiche: sbocchi professionali e progettazione delle nuove lauree LAUREATI DELLE FACOLTA DI SCIENZE

Dettagli

Rapporto Economia Provinciale Istruzione

Rapporto Economia Provinciale Istruzione Rapporto Economia Provinciale 2009 239 Istruzione Istruzione 241 Popolazione scolastica nella provincia della Spezia Sulla base dei dati provvisori forniti dal Ministero della Pubblica Istruzione gli

Dettagli

TECNOLOGO DEI MATERIALI STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

TECNOLOGO DEI MATERIALI STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? TECNOLOGO DEI MATERIALI STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale facoltà che prepara i TECNOLOGI DEI MATERIALI è Scienze Matematiche

Dettagli

Capitolo 2 - Istruzione

Capitolo 2 - Istruzione 2 - ISTRUZIONE 2.1. Scuola Nell anno scolastico 2007/2008 la popolazione studentesca biellese ha registrato una riduzione dello 0,3% rispetto all anno precedente. Questo lieve calo va però messo in relazione

Dettagli